Sei sulla pagina 1di 1

il Giornale

MERCOLEDÌ 21 APRILE 2010 - Anno XXXVII - Numero 94 Direttore VITTORIO FELTRI www.ilgiornale.it - 1.20 euro
__

NASCE SOLTANTO UNA CORRENTE

FINI DISPERATO PERDE I PEZZI


L’ex leader di An raccoglie l’appoggio solo di un terzo dei suoi parlamentari. Tutti gli altri votano
un duro documento contro di lui. Berlusconi avverte: «Non mi farò logorare». Ma attenzione, il rischio c’è
✒ l’editoriale
di Alessandro Sallusti

IL CORRIERE, LO SCIOPERO
Montezemolo lascia, la Fiat si fa in due All'inizio minacciava una scissione,
poi ha ripiegato sul gruppo autonomo,
ora si accontenta di una corrente inter-
John Elkann diventa presidente e parte il piano di rilancio. Il titolo vola in Borsa na. La corsa di Fini verso l'autonomia è
come quella dei gamberi, all'indietro.
E IL SINDACATO MIOPE NonèariaeieriilpresidentedellaCame-
ranehaavutoun’ulterioreconferma.So-
di Vittorio Feltri lo 56, tra deputati e senatori ex An, han-
no firmato una generica mozione di ap-

O
ggi il Corriere del- per asfissia e molte sono poggio alla sua linea. Almeno la metà di
la Sera non è in nella necessità di taglia- questi non sarebbe però disposti a se-
edicola perché re gli organici onde so- guirlooltre.Icontisonoprestofatti.Ipar-
ieri la redazione pravvivere. lamentari eletti in quota Fini alle ultime
ha scioperato. In teoria Evidentemente i signo- elezionierano 140. Vuoldire che 90,cioè
dovremmo essere con- rini del Corriere sono quasi due su tre, lo hanno già definitiva-
tenti in base al principio convinti di essere affran- mente abbandonato. Tanto è vero che
mors tua vita mea. In re- cati dal bisogno di rispet- sempre ieri in 76, tra i quali i leader ex An
altà siamo stupiti, e perfi- tare le leggi di mercato, come La Russa, Alemanno, Gasparri e
no avviliti, nel costatare e pensano di ricevere lo Meloni, hanno firmato un controdocu-
che qualcuno si permet- stipendio per diritto divi- mento nel quale si conferma lealtà al Pdl
te ancora il lusso di non no. Non sanno, o fingo- e a Silvio Berlusconi.
lavorare in un momento no di non sapere, che il Fino a qui i numeri, che dimostrano in
difficile per l’economia loro è un quotidiano si- modo freddo il fallimento del piano di
e difficilissimo per mile a tutti gli altri e che, FinidiridarevitaaunasortadiAnsecon-
l’azienda Corriere che avendo i conti disastra- da versione. Il progetto è abortito, come
perde cento milioni l’an- ti, è già un miracolo rie- dimostrano anche i sondaggi che danno
no. sca a stare in piedi. La si- unsimile partitosottola sogliaelettorale
Tra l’altro le motivazio- tuazione dell’editoria è del quattro per cento, cioè a rischio di
ni dell’astensione oltre tale da imporre sacrifici non entrare neppure in Parlamento in
che assurde sono me- a chiunque, quindi an- caso di elezioni. Ma la politica non è fat-
schine, come risulta dal che ai redattori di via Sol- tadisolinumeri,percuisarebbesbaglia-
comunicato del sindaca- ferino che non possono to sottovalutare la gravità dello strappo.
to interno: si tratta di più pretendere certi pri- Per più motivi. Gianfranco Fini infatti
una protesta contro il di- vilegi anacronistici, tra non è un politico qualunque ma il presi-
rettore Ferruccio de Bor- cui sbertucciare il loro dente della Camera, poltrona sulla qua-
toli, reo di aver assunto direttore e considerarsi le è arrivato come espressione di tutta la
un caporedattore e di inamovibili in base a pat- maggioranza, quella maggioranza, Pdl
averne trasferito un se- ti superati, sottoscritti al- più Lega, della quale lui da oggi rappre-
condo da un settore a un l’epoca delle barricate senta solo una piccolissima parte e ver-
altro. Il che vuol dire - se- da Piero Ottone, quan- so la quale non nasconde disprezzo e
condo i tribuni sindaca- do l’azienda passava ostilità. Non è un problema da poco se si
li e chi va loro appresso - per nemica dei giornali- consideranonsoloilvaloreformale-sim-
che il responsabile della sti. I quali, nonostante le bolicodelruolomaanche ilgrandepote-
testata non ha facoltà di vacche sono magre, se- re che il numero uno della Camera ha
organizzare il lavoro co- guitano con metodi ob- rispettoallosvolgimentodeilavori(tem-
me ritiene più opportu- soleti a rivendicare una pi di approvazione delle leggi) e (...)
no se non con l’assenso centralità incompatibi-
dei signori redattori. le con l’imperativo di re- Ieri, con un colpo di teatro, Luca di Nicola Porro tutti. Le signore, convinte da Suni segue a pagina 3
Sicché il Corriere della sistere al calo degli in- Cordero di Montezemolo ha lasciato Agnelli, intuiscono che al vertice del Cramer, De Francesco, La Manna, Macioce,
Sera è l’unico quotidia- troiti pubblicitari e non la presidenza della Fiat. Oggi la casa sa Agnelli (la figlia dell’Avvocato e le gruppoè necessariochecisia unma- Signore, Signorini e gli interventi
no al mondo in cui il di- solo. automobilistica torinese descriverà sorelle)decidonodiaffidareaMonte- nager che sommi due caratteristiche di Paolo Del Debbio e Alfredo Mantovano
rettore, per spostare - ad Sappiano che le spe- le tappe con le quali separare la sua zemololapresidenza delgruppo,ap- difficili da trovare sul mercato: esse- da pagina 2 a pagina 5
esempio - un giornalista ranze di non restare di- divisione auto da tutto il resto del parechiarochel’ennesimaemergen- re di casa a Villar Perosa e avere la
dallo sport agli spettaco- soccupati sono legate a gruppo. John Elkann, il nipote del- za dell’auto rischiava di travolgere capacità di interloquire con la politi-
li, deve ottenere il pare- un maggior senso di re- l’Avvocato, prenderà il posto di Mon- ca. Uno scudo contro il rischio di far-
re favorevole dell’inte- sponsabilità: bisogna tezemolo,riunendotuttelepresiden- si scippare il gruppo dall’interno Formigoni
ressato; e prima di assu- stringersi attorno al di- ze che contano nella galassia di fami- (tentativo che era stato messo in pie-
mere un professionista rettore anziché dargli ad- glia. A Marchionne riesce la zampata di da Morchio proprio in quelle ore)
giudicato indispensabi- dosso con pretesti vergo- che mai a un manager Fiat era riusci- e dall’esterno (le banche avevano
SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) - ARTICOLO 1 COMMA 1, DCB-MILANO - *PREZZO SOLO PER L’ITALIA

le ai fini del migliora- gnosi. Altrimenti, pre- ta:comandaredavvero,senzauntito- Jaki, l’erede incoronato l’opzione,chepoiesercitarono, didi- «Una scuola di qualità
mento del prodotto, è co- sto non sciopererà più lointasca(Romitiavevaquellipesan- dal nonno Gianni ventare primi azionisti, Colaninno
stretto a chiedere il per-
messo dell’assemblea.
nessuno neanche per co-
se serie perché la contro-
tidellaMediobancadiCuccia).Vedia-
mo di affrontare le tre questioni fon- di Giancarlo Perna
era lì pronto a formare (...) come la sanità lombarda»
Tutto questo mentre le parte avrà portato i libri damentali che restano sul tappeto. segue a pagina 7 Sabrina Cottone
imprese - non soltanto in tribunale; e i cari colle- 1. Quando esattamente a maggio a pagina 8 Pierluigi Bonora, Gianni Gambarotta
editoriali - sono in affan- ghi scriveranno sui mu- di sei anni fa, le cinque signore di ca- e Lodovico Festa alle pagine 6-7-8 a pagina 19
no, alcune chiudono ri, gratis.

GRANDE IMPRESA DELL’INTER

Il Barcellona si inchina a Mourinho


IlBarcellona s’inchinaal-
l’Inter di Mourinho. Erano
cinqueannichelasquadraca-
talana non subiva gol da un Le femministe? Solo retorica e lamenti
avversarioitaliano.Enella se-
mifinaledi ChampionsalMe- di Annamaria Bernardini de Pace e Massimiliano Parente
azzanehaincassatitredaine-
razzurri.Ilcopioneperferma- a pagina 24
re il Barcellona è recitato alla
perfezione, e l'Inter vive una
notte da sogno, sicuramente
la migliore della sua stagio-
ne. Il 3 a 1 di ieri è sicuramen-
Tom

Il razzismo radical chic è come Gomorra


á
sM

te un viatico verso la finale,


ald
o
na
do

ma con una squadra come il


Barcellona il ritorno non sarà di Marcello Veneziani
LA NUOVA UTOPIA certo una passeggiata.
Bianchini, De Carli e Signori a pagina 32
IN EDICOLA
alle pagine 38-39