Sei sulla pagina 1di 69

Il ginocchio

Dott. Antonio Lagan


Consulente Ortopedico Ambulatorio Me.Ga.
Ospedale Suzzara MN

Anatomia del ginocchio


Cartilagine ialina
Legamenti collaterali interno ed esterno
LCA LCP
Menisco interno ed esterno

Ginocchio doloroso

Ginocchio doloroso

Il ginocchio unarticolazione
intermedia sottoposta al carico e
pertanto suscettibile a varie condizioni
patologiche sia degenerative sia
traumatiche

Unanamnesi accurata seguita da un


attento esame obiettivo sono
fondamentali per decidere quali
esami strumentali eseguire per
arrivare a una diagnosi corretta

anamnesi
Eventi traumatici
Insorgenza del dolore
Sede Localizzazione del dolore
Caratteristiche del dolore
Presenza o meno a riposo
Accentuazione o meno sottocarico

Esame obiettivo

ispezione

palpazione

deformit assiali
arrossamento cutaneo
versamento articolare

temperatura cutanea
localizzazione del
dolore
test meniscali

Quantificazione Range Of Motion ROM


instabilit
Osservazione della deambulazione

Test meniscali

Test della digitopressione

Test di Apley o grinding test

Instabilit legamentosa

Instabilit frontale

Valutazione dei legamenti collaterali


laterale e mediale

Instabilit laterale da rottura LCA

Cassetto anteriore

Test di Lachman

Instabilit laterale da rottura LCA

Pivot shift o jerk test

Instabilit laterale da rottura LCP

Test del cassetto posteriore

Testa di gravit

In ragione della grande variet di


patologie, la diagnosi di un
ginocchio doloroso presenta
diverse difficolt.

QUALI ESAMI RICHIEDERE??

Ecografia del ginocchio


Immagini non precise
su legamenti, menischi e ossa
non aggiunge nulla
a un corretto esame obiettivo
Esame utile per quadri di tendinopatie
del sottorotuleo (jumper knee) e del
tendine quadricipitale e tendinopatie
della zampa doca

comportamento diligente non pu


sottrarsi allindispensabile buon senso

RADIOGRAFIA TRADIZIONALE

Primo approccio nelliter diagnostico in caso di


sospetto di patologia traumatica e\o
degenerativa artrosica; una indagine a basso
costo, di semplice esecuzione e con bassa
esposizione a sorgenti ionizzanti.

Proiezione AP
Proiezione laterale
Proiezione AP sottocarico
Assiali di rotula
Proiezione di Rosenberg o Schuss
Teleradiografia

Esame radiografico sottocarico

Patologia femoro rotulea


Nel sospetto di patologia femoro rotulea
da malallineamento, devono essere
richieste le opportune proiezioni
Proiezione AP
Proiezione laterale
Proiezioni assiali di rotula a 30-60-90

Proiezione di Rosemberg o di
Schuss
Proiezione 45 gradi di flessione
postero anteriore
Consente una pi corretta
valutazione dellinterlinea
articolare in fase di carico
massimo contatto

Esame radiografico in
ortotostasi
La teleredadiografia utile nella programmazione dellintervento
per uno studio dellasse meccanico e degli angoli di correzione

La diagnostica per immagini ha avuto


un importante sviluppo negli ultimi anni.
Levoluzione delle tecnologie e
delle conoscenze ha permesso di
migliorare le possibilit diagnostiche
e permette di monitorare e migliorare
i trattamenti chirurgici

Tomografia assiale computerizzata


La Tomografia Computerizzata (TAC) un esame eseguito
con una speciale apparecchiatura a RAGGI X che
permette, ottenendo immagini da varie angolazioni, con
luso di programmi speciali di calcolatori elettronici molto
potenti, di ricostruire delle sezioni (fette) del corpo umano.

Elevata esposizione a
radiazioni

Tomografia assiale computerizzata


lesame pi utile per studiare le caratteristiche
delle fratture intrarticolari e per pianificare la
riduzione e losteosintesi .
Pu essere utilizzata al posto della RMN in pazienti
con pace maker o controindicazioni alla RMN

Risonanza Magnetica Nucleare

La RM un esame che utilizza


radiazioni elettromagnetiche,
innocue per lorganismo, che
elaborate da un computer forniscono
unimmagine bidimensionale, su vari
piani del corpo umano.

RMN (Risonanza magnetica nucleare)


Immagini molto precise
su cartilagine legamenti e menischi

alti costi

disponibilit

Arto RMN a basso campo

ANATOMIA NORMALE

MENISCOPATIA DEGENERATIVA

Tendinosi del sottorotuleo

Rottura LCA

Necrosi avascolare

TRATTAMENTO CHIRURGICO

LESIONI MENISCALI

LESIONI CARTILAGINEE

LESIONI LEGAMENTOSE

Rieducazione motoria preoperatoria


Massaggio connettivale
linfodrenaggio
idrokinesiterapia
Kinesi manuale
Kinesiotaping
Terapia fisica: Laserterapia ecc

Tecnica artroscopica

Strumentario
strumentario chirurgico
artroscopico di base completo

colonna artroscopica

Colonna

Documentazion
e Iconografica

Pompa

Diagnosi di rottura
porta al
trattamento
chirurgico di
riparazione o
asportazione

Rottura LCA

Trattamento delle lesioni


cartilaginee

Mosaicoplastica

Microfratture

Terapia ingegnerizzata
biotecnologie

Gonartrosi epidemiologia

Patologia ad elevato impatto socio economico

Segni radiografici di artrosi si manifestano nella


quasi totalit della popolazione oltre i 60 anni
di et

Artrosi di ginocchio ha una prevalenza doppia


rispetto allanca

In 2\3 dei casi si tratta di lesioni bilaterali

In 3\4 dei casi il comparto femoro-Tibiale


interno il maggiormente colpito.

Il danno inizia sempre dalla cartilagine


per un sovraccarico funzionale
Successivamente vengono coinvolte
tutte le componenti dellarticolazione:

-osso subcondrale
-legamenti
-menischi
-membrana sinoviale

Il versamento articolare comune e talora


cronico recidivante e pu trovare un locus
di minore resistenza nella parete posteriore
e produrre unernia poplitea (cisti di Baker)
senza significato patologico

ARTROSI PRIMARIA
Patologia metabolica
Familiarit

Dismorfismi assiali
Sovraccarico funzionale, overuse
(obesit-attivit lavorative e attivit
ginnico sportiva)

ARTROSI SECONDARIA
Fratture articolari
Esiti meniscectomie
Instabilit legamentose
Reumoartropatie

GONARTROSI
Quadro clinico

Il dolore :

sintomo principale risvegliato dal movimento


col procedere della patologia si manifesta anche a riposo

Versamento articolare
Rigidit mattutina
Crepitio da scrosci articolari
Limitazione funzionale

La diagnosi radiologica con


proiezioni AP-laterale

Lo studio TC e la RMN sono esami complementari per


la valutazione di una corretta indicazione chirurgica

GONARTROSI
immagini radiografiche
Riduzione o scomparsa della rima articolare
Deformazione del profilo anatomico per la
formazione di osteofiti
Sclerosi dellosso subcondrale
Geodi

Corpi liberi articolari

Il decorso della malattia non


modificabile
Presidi terapeutici
Terapia fisica antidolorifica (Tenslaserterapia antalgica-ultrasuoni)
Massaggio connettivale-linfodrenaggio
idrokinesiterapia

Fans per via generale o topica


Infiltrazioni articolari con steroidi
Viscosupplementazione con ac. ialuronico

TRATTAMENTO CHIRURGICO
DELLA GONARTROSI
Artroscopia
Osteotomia valgizzante tibiale in
ginocchio varo
Osteotomia varizzante femorale in
ginocchio valgo
CHIRURGIA PROTESICA

IMMAGINI DI OSTEOTOMIE
CORRETTIVE VALGIZZANTI
PER ALTERAZIONI IN VARO
OSTEOTOMIA
SECONDO PUDDU

EMICALLOTASI

Osteotomia varizzante in ginocchio


valgo

TRATTAMENTO CHIRURGICO PROTESICO


MONOCOMPARTIMENTALE

PROTESI TOTALE

PROTESI DA REVISIONE

PROTESI SEMIVINCOLATE

PROTESI VINCOLATE

Criteri di scelta
ETA ANAGRAFICA E BIOLOGICA
DIFETTO ASSIALE
ENTITA ESTENSIONE DEL DANNO
TROFISMO OSSEO
RICHIESTA FUNZIONALE

GONARTROSI

SENZA
DIFETTO ASSIALE

PZ < 55 a.

PZ. > 55 a.

ARTROSCOPIA
-lavaggio
-debridment
-condroabrasione
-condrociti ??

PROTESI
TOTALE

CON
DIFETTO ASSIALE

Riduzione
di 1 emirima

Artrosi
bicompartimentale

Pz. < 55 a.

Pz. > 55 a.

OSTEOTOMIA

Protesi
Mono
compartimentale

PROTESI
TOTALE