Sei sulla pagina 1di 5

TRIBUNALE ORDINARIO DI CAMPOBASSO

SETTORE FALLIMENTI
AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO
( IV esperimento)
Fallimento n. 8/2008

DATI RELATIVI AI BENI IMMOBILI OGGETTO DELLA VENDITA E PREZZO


Lotto 1
Stabilimento industriale, autorimessa, cantine, impianto di depurazione, piazzale esterno sito in Ripalimosani (CB), alla c.da Pesco
Farese n.36. Pi precisamente il lotto costituito da - Piano seminterrato rappresentato da locale destinato ad autorimessa di circa mq.
790 e due locali che ospitano i quadri elettrici e gli spogliatoi con una superficie complessiva di mq .115; P iano terra ove collocato
lo stabilimento industriale la cui superficie pari a mq. 1610. Si rileva inoltre la realizzazione di un ampliamento dello stabilimento
industriale non riportato in catasto, e accatastato dalla CTU al fg. 29, p.lla 91, sub. 13; la costruzione di un prefabbricato ubicato in
corrispondenza dell'accesso all'autorimessa, e di in fabbricato in muratura posto sul lato posteriore adiacente al suddetto prefabbricato
consistente in n. 4 piccole cantine di mq. 45, privi di permesso edificatorio, non riportati in catasto ed anch'essi accatastati dalla CTU
al fg.29, p.lla 91, sub.13.
Su parte di questo immobile esiste un contratto di locazione registrato al n. 2360 serie 3^ del 13.10.2010 con obbligo di rilascio dello
stesso da parte del conduttore entro 10 gg dalla data di aggiudicazione.
L'accesso consentito attraverso il passaggio nell'area in Catasto Terreni al fg. 29 p.lla 720 da cedere al Comune di Ripalimosani (CB),
prospiciente la S.S. 87.
Estremi catastali: fg. 29, p.lla 91, sub. 13 (D7), con corte esclusiva al sub.12 e corte comune al sub. 10.
PREZZO BASE Euro 1.023.600,00
RILANCIO MINIMO 20.475,00

( prezzo base ridotto di 1/5 con arrotondamento);


( 2% del prezzo base con arrotondamento)

Gli importi su esposti si intendono assoggettati ad Iva ai sensi dellarticolo 9 del D.L. 83/2012 (decreto sviluppo) che ha sostituito inte gralmente i numeri 8-bis e 8-ter, dellarticolo 10 DPR 633/1972.

Lotto 2
Appartamento sito al primo piano dell'immobile sito in Ripalimosani (CB), alla c.da Pesco Farese n.36, destinato agli UFFICI
compreso il diritto di passaggio nella corte comune ( attualmente sub. 10) e alle scale comuni sub. 11). E' compreso anche il sub. 14
relativo al vano scale.
Estremi catastali: fg. 29, p.lla 91, sub. 15 (A10).

PREZZO BASE Euro 223.040,00

(prezzo base ridotto di 1/5 con arrotondamento);

RILANCIO MINIMO 5.580,00 ( 2% del prezzo base con arrotondamento)


Gli importi su esposti si intendono assoggettati ad Iva ai sensi dellarticolo 9 del D.L. 83/2012 (decreto sviluppo) che ha sostituito inte gralmente i numeri 8-bis e 8-ter, dellarticolo 10 DPR 633/1972.

Lotto 3
Appartamento sito al secondo piano dell'immobile sito in Ripalimosani (CB), alla c.da Pesco Farese n.36, con scala comune al sub.
11 e passaggio attraverso la corte comune al sub. 10.
Estremi catastali: fg. 29, p.lla 91, sub. 16 ( A 4/4).
PREZZO BASE Euro

150.080,00 (prezzo base ridotto di 1/5 con arrotondamento);

RILANCIO MINIMO 3.010,00 ( 2% del prezzo base con arrotondamento)


Gli importi su esposti si intendono assoggettati ad Iva ai sensi dellarticolo 9 del D.L. 83/2012 (decreto sviluppo) che ha sostituito inte gralmente i numeri 8-bis e 8-ter, dellarticolo 10 DPR 633/1972.

Lotto 4
Appartamento sito al secondo piano dell'immobile sito in Ripalimosani (CB), alla c.da Pesco Farese n.36, con scala comune al sub.
11 e passaggio attraverso la corte comune al sub. 10.
Estremi catastali: fg. 29, p.lla 91, sub. 17 ( A 4/4).
Per questo immobile esiste un contratto di locazione registrato al n. 224 serie 3^ del 25.01.2012 con obbligo di rilascio dello stesso da
parte del conduttore entro 7 gg dalla data di aggiudicazione.
PREZZO BASE Euro 151.840,00 (prezzo base ridotto di 1/5 con arrotondamento);
RILANCIO MINIMO 3.040,00

( 2% del prezzo base con arrotondamento)

Gli importi su esposti si intendono assoggettati ad Iva ai sensi dellarticolo 9 del D.L. 83/2012 (decreto sviluppo) che ha sostituito inte gralmente i numeri 8-bis e 8-ter, dellarticolo 10 DPR 633/1972.

Lotto 5
Appartamento sito al secondo piano dell'immobile sito in Ripalimosani (CB), alla c.da Pesco Farese n.36, con scala comune al sub.
11 e passaggio attraverso la corte comune al sub. 10.
Estremi catastali: fg. 29, p.lla 91, sub. 18 ( A 4/4).
Per questo immobile esiste un contratto di locazione registrato al n. 222 serie 3^ del 125.01.2012 con obbligo di rilascio dello stesso da
parte del conduttore entro 7 gg dalla data di aggiudicazione.
PREZZO BASE Euro 148.960,00 (prezzo base ridotto di 1/5 con arrotondamento);
RILANCIO MINIMO 3.730,00

( 2% del prezzo base con arrotondamento)

Gli importi su esposti si intendono assoggettati ad Iva ai sensi dellarticolo 9 del D.L. 83/2012 (decreto sviluppo) che ha sostituito inte gralmente i numeri 8-bis e 8-ter, dellarticolo 10 DPR 633/1972.
***************
Stabilisce, per la vendita, le seguenti CONDIZIONI:

a) gli immobili sono posti vendita in n. 5 ( cinque) lotti, al prezzo base segnato in calce alla descrizione di ciascuno di essi;
b) le offerte di vendita dovranno essere presentate in busta chiusa indirizzata alla Cancelleria fallimentare del Tribunale di
Campobasso, entro le ore 13 del giorno precedente ludienza di cui al punto f) che segue ovvero entro le ore 13 del
venerd immediatamente precedente la data fissata per le incombenze di cui al punto f) che segue, se detta data coincide
con il luned. Sulla busta devono essere indicati un nome o una sigla di fantasia che consenta allofferente di
identificare la propria busta alludienza di cui al punto f) che segue, la data della vendita e il nome del Curatore a norma
dell'art. 591 bis c.p.c. Nessuna altra indicazione n numero o nome della procedura n il bene per cui stata fatta
lofferta n altro deve essere apposta sulla busta; il Cancelliere ricevente annoter sulla busta il nome, previa
identificazione della persona che materialmente provvede al deposito della busta e controller l'esattezza e la
completezza

delle altre indicazioni previste dall'art. 571, ultimo comma c.p.c., correggendo le inesattezze

eventualmente riscontrate e aggiungendo le indicazioni che risultino mancanti. Le buste pervenute saranno custodite in
Cancelleria sino al giorno fissato per le incombenze di cui alla lettera F) che segue e saranno consegnate entro le ore
9,30 del giorno indicato per la vendita al curatore che ne accuser ricevuta analitica da conservare agli atti dell'ufficio.
Si attesta lindisponibilit della trasmissione delle offerte sia a mezzo telefax che a mezzo posta elettronica.

c) lofferta dovr contenere: 1) per le persone fisiche il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e recapito
telefonico dellofferente, per le societ la ragione sociale, partita IVA, domicilio e recapito telefonico; 2) i dati identificativi del
bene per il quale lofferta proposta; 3) lindicazione del prezzo offerto, che non potr essere inferiore al prezzo base sotto
indicato, a pena di esclusione; 4) il termine, che non potr superare i 90 giorni dallaggiudicazione, di versamento del saldo del
prezzo nonch degli ulteriori oneri, diritti e spese dovuti in conseguenza del trasferimento; in mancanza dellindicazione del
termine di pagamento o in caso di indicazione di un termine superiore a 90 giorni, si intender che lintegrale pagamento del
prezzo e degli altri oneri, diritti e spese dovr essere eseguito entro e non oltre 90 giorni dalla data dellaggiudicazione;

d) allofferta dovr essere allegato un assegno circolare non trasferibile intestato a Fallimento n. 08/2008- Curatore Dott. Enrico Di
Nucci, per un importo pari a 10% del prezzo offerto, a titolo di cauzione, ed un assegno circolare non trasferibile intestato a
Fallimento n. 08/2008- Curatore Dott. Enrico Di Nucci, per un importo pari al 20% del prezzo offerto, a titolo di copertura
approssimativa delle spese di vendita e salvo conguaglio da versare in prosieguo; in caso di mancata aggiudicazione entrambi gli
assegni saranno immediatamente restituiti dal Curatore dopo ludienza di seguito indicata;

e) lofferta di cui sopra irrevocabile per la durata di centoventi giorni dalla sua presentazione, salvo che prima di tale data sia
disposta dal Curatore la gara tra gli offerenti di cui all'art. 573 c.p.c., ovvero sia ordinato, sempre dal Curatore l'incanto. In caso di
aggiudicazione lofferente tenuto al versamento del saldo del prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato
in offerta, o, in mancanza, nel termine di 90 giorni dallaggiudicazione. In caso di inottemperanza, laggiudicazione sar revocata e
laggiudicatario perder la cauzione versata, salvo il risarcimento del maggior danno ai sensi dellart. 587 c. p. c;

f) le buste chiuse saranno aperte alludienza del giorno 11 giugno 2015 ore 12:00 che sar tenuta dinanzi al Curatore , presso i locali
dell'Istituto Vendite Giudiziarie di Campobasso, siti in Campobasso alla via Galanti 19.

Allapertura delle buste ed alle

incombenze successive hanno diritto di partecipare tutti coloro i quali hanno presentato le offerte, il creditore procedente, il
debitore esecutato, i creditori intervenuti ed i creditori iscritti non intervenuti. Nel corso delle incombenze di apertura delle buste e
di quelle ad esse connesse, di cui agli artt. 572, 573 e 574 c. p. c., il curatore sente il creditore procedente, il debitore esecutato, i
creditori intervenuti ed i creditori iscritti non intervenuti sullofferta o sulle offerte pervenute e adotta il provvedimento di
aggiudicazione ovvero quello di fissazione dell'incanto secondo quanto specificato nella lettera e) che precede e nelle successive
disposizioni di questa lettera f). In caso di pi offerte valide, si proceder a gara sulla base dellofferta pi alta. I rilanci in aumento

non potranno essere inferiori a quelli indicati in calce alla descrizione del singolo lotto cui la gara si riferisce. Il bene sar
definitivamente aggiudicato dal curatore a chi avr effettuato il rilancio pi alto, salvo che lofferta risultante dal rilancio pi alto
sia di importo pari o inferiore al valore dellimmobile determinato a norma dellart. 568 c. p. c., aumentato di un quinto, nel qual
caso il curatore proceder secondo le disposizioni che seguono. In assenza di rilanci il curatore dovr disporre la vendita a favore
del maggior offerente, se lofferta stessa superiore al valore dellimmobile determinato a norma dellart. 568 c. p. c., aumentato
di un quinto. Se anche lofferta del maggior offerente inferiore a tale valore, il curatore non potr far luogo alla vendita se vi il
dissenso del creditore procedente ovvero se ritiene che vi sia seria possibilit di migliore vendita con il sistema dellincanto. In
questultimo caso, il curatore presenter entro dieci giorni dalla data fissata per lesame delle offerte una relazione motivata,
indicando le circostanze di fatto che nella specifica vicenda comprovano lesistenza della seria possibilit di migliore vendita con
il sistema dellincanto e proceder contestualmente alla fissazione dellincanto. Se, viceversa, il creditore procedente non
manifesta il suo dissenso alla vendita per un prezzo pari o inferiore al valore dellimmobile determinato a norma dellart. 568 c. p.
c., aumentato di un quinto, il curatore non ritiene che vi sia seria possibilit di migliore vendita con il sistema dellincanto e la
maggiore offerta pervenuta risulta tempestiva e rituale, ne dar atto a verbale e disporr senzaltro la vendita in favore del maggior
offerente per il prezzo indicato nellofferta. Se la maggiore offerta risulta pervenuta tardivamente ovvero irrituale, sar
considerata come maggiore offerta quella di importo immediatamente inferiore che sia al tempo stesso tempestiva e rituale e cos
di seguito. Non saranno prese in considerazione offerte pervenute dopo la conclusione della gara, neppure se il prezzo offerto sia
superiore di un sesto rispetto a quello di aggiudicazione. In ogni caso subito dopo il compimento delle formalit di esame delle
offerte e delleventuale gara, il curatore provveder alla restituzione delle cauzioni e dei fondi spese versati dagli offerenti che non
siano risultati aggiudicatari, ordinando direttamente alla Banca Popolare dellEmilia Romagna - Filiale di Campobasso il
pagamento, in favore degli aventi diritto, delle somme ivi accreditate dagli offerenti che non siano risultati aggiudicatari.

g) la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni,
eventuali servit attive e passive; la vendita a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad
alcun risarcimento, indennit o riduzione del prezzo. La presente vendita forzata non soggetta alla norme concernenti la garanzia
per i vizi o mancanza di qualit n potr essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente, lesistenza di eventuali vizi,
mancanza di qualit o difformit della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero
derivanti dalla necessit di adeguamento di impianti alle leggi vigenti , per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e
non conoscibili, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennit o riduzione del prezzo;

h) limmobile venduto franco e libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti, la cui cancellazione sar
espressamente ordinata con il decreto di trasferimento e sar eseguita a cura del curatore e a spese della procedura;

i) ogni onere, diritto, tributo e spesa derivanti a qualsiasi titolo dalla vendita saranno a carico dellaggiudicatario, fatta eccezione per
lICI/IMU, che rester a carico del Fallimento;

j) il saldo del prezzo della vendita e degli oneri, tributi e spese dovranno essere versati nel termine indicato nellofferta presentata
dallaggiudicatario prima della gara e con le stesse modalit previste per il versamento della cauzione; ove nellofferta non sia
indicato alcun termine, il saldo dovr avvenire entro 90 giorni dalla data dellaggiudicazione; in caso di mancato versamento nei
termini, la vendita sar revocata e laggiudicatario inadempiente perder la cauzione versata, salvo il risarcimento del maggior
danno ai sensi dellart. 587 c. p. c.;

k) gli eventuali aggiudicatari avranno lonere, a propria cura e spese, di dotare gli immobili, ove sia necessario, dellattestato di
prestazione energetica prima dellemissione del decreto di trasferimento:

l) la propriet, il possesso ed il godimento del bene saranno a favore ed a carico dellaggiudicatario dalla data del decreto di
trasferimento, che sar emesso dopo il versamento dellintero prezzo e delle spese, diritti ed oneri conseguenti al trasferimento;

m) Il Curatore rediger processo verbale delle operazioni di vendita, riportandovi le circostanze di tempo e di luogo nelle quali le
stesse di svolgono, le generalit delle persone presenti, la descrizione delle attivit svolte, la dichiarazione di aggiudicazione

provvisoria e l'identificazione dell'aggiudicatario. Il verbale sottoscritto esclusivamente del Curatore e ad esso non deve essere
allegata procura speciale di cui all'art. 579. 2 comma c.p.c.;

n) per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge.
Maggiori informazioni possono essere fornite dal Curatore a chiunque vi abbia interesse e con la specificazione che tutte le attivit che
a norma degli artt. 571 e ss. c.p.c. devono essere compiute in Cancelleria o davanti al Giudice Delegato, o dal Cancelliere o dal
Giudice Delegato, sono eseguite dal Curatore presso il suo studio ovvero nel luogo designato nella lettera f) che precede ai fini
dell'apertura delle buste e dell'esame delle offerte;
Campobasso, 13/03/2015

Il Curatore Fallimentare
Dott. Enrico Di Nucci