Sei sulla pagina 1di 1

TERZA DOMENICA DI PASQUA PASCI LE MIE PECORELLE.

Quando Pietro assicurò Gesù tre volte del


suo amore, ricevette l'ordine: «Pasci le mie pecorelle». Con queste
Anno C - 18 Aprile 2010 parole Gesù incaricò Pietro di occuparsi di tutta la Chiesa, di tutti gli
uomini che credono in lui.
Vangelo: Giovanni 21, 1-19 Prima ancora della sua passione, quando erano vicini a Cesarea di
Filippo, Gesù aveva annunciato che Pietro sarebbe diventato il suo
IL COLLOQUIO IN RIVA AL LAGO. Qualche giorno dopo la vicario. Disse allora: «Io ti darò le chiavi del regno di Dio: tutto ciò
risurrezione di Gesù gli apostoli lasciarono Gerusalemme e tornarono che tu sulla terra dichiarerai proibito, sarà proibito anche in cielo; tutto
dalle loro parti, sul lago di Genezaret. ciò che tu permetterai sulla terra, sarà permesso anche in cielo» .
Quando rividero le sponde vicino alle quali avevano passato quasi Perciò spesso san Pietro viene dipinto con le chiavi in mano. Allora
tutta la loro vita, decisero di andare a pescare. era solo l'annuncio del potere futuro: «Ti darò». Ora, invece, Gesù che
Dopo una pesca miracolosa mangiarono il pane e il pesce preparato dopo pochi giorni doveva lasciare la terra e salire al cielo, ordinava a
per loro da Gesù. In seguito Gesù si rivolse a Pietro: «Simone di Pietro di servire la Chiesa.
Giovanni, mi ami tu più di costoro?». Ponendo questa domanda. Pietro LA CURA DEGLI ALTRI. Pensando al conferimento del “potere”
rispose a bassa voce, un po' imbarazzato: «Certo, Signore, tu lo sai che (servire) a san Pietro possiamo trame un insegnamento, un'indicazione
ti amo». per noi? Certamente non avremo mai un “potere” grande come il suo e
Si sentì ancora più imbarazzato e triste quando Gesù ripeté questa non ci occuperemo neppure di tante persone. Tuttavia ogni tanto capita
domanda tre volte. Probabilmente gli era venuto in mente, anche se ad ognuno di noi, anche ai fanciulli, l'occasione di prendersi cura di
Gesù non ne aveva parlato, la notte in cui l'aveva rinnegato tre volte, qualcuno che ne ha bisogno, di una persona malata, triste, sola.
dicendo: «non conosco quell'uomo». Anche il fuoco che aveva davanti Luca, un ragazzo di dieci anni, figlio di una buona famiglia cristiana,
gli ricordava il fuoco nel cortile del sommo sacerdote dove aveva faceva la quarta. Un giorno vide durante la ricreazione un ragazzo
rinnegato il suo Maestro. Perciò era imbarazzato e non osava della seconda seduto da solo in un angolo.
affermare di amare Gesù più degli altri apostoli. Quel ragazzo era nuovo a scuola, veniva da un'altra città. Non aveva
Un catechista domandò ai bambini: «Perché Gesù che sa tutto chiese a ancora compagni, né amici. Fece pena a Luca. S'avvicinò al ragazzo e
Pietro se l'amava?». Dopo un attimo di silenzio si alzò un ragazzino di gli propose di giocare insieme. Così scoprì che il nuovo scolaro non
nove anni e disse: «Anche a scuola succede così. Il maestro conosce le poteva correre perché aveva subito di recente un intervento chirurgico.
risposte, ma continua a interrogarci lo stesso». La risposta di quel Luca trovò dei giornaletti e li guardarono insieme durante tutto
ragazzo era giusta. l'intervallo.
IL NOSTRO AMORE PER GESÙ. Gesù ogni tanto domanda a ciascuno di Chi ha il cuore tenero e ama Gesù, troverà molte occasioni sia a casa
voi: «Mi ami?». Direte probabilmente che voi non lo sentite come che a scuola per aiutare qualcuno o per prendersene cura. Ogni buona
l'aveva sentito Pietro. Alcuni di voi, penseranno: «Se Gesù di persona azione sarà la risposta: «Gesù, cerco di amarti. Gesù, dammi la forza,
me lo domandasse, gli risponderei: Sì, e molto!». aiutami ad essere più buono ».
Ma siete proprio sicuri che Gesù non vi ha mai chiesto se l'amavate?
Pensate alla vostra risposta. Anche se non avete mai rinnegato Gesù CERCHIAMO LE PAROLE IMPORTANTI
come Pietro, molti di voi, come lui, piano e con imbarazzo, potrebbero MI AMI PIÙ TU PIÙ DI COSTORO
rispondere: «Tu lo sai che ti amo». Oppure: «Tu lo sai che ti amo SIGNORE TU SAI TUTTO; TU SAI CHE TI AMO
ancora molto poco. Aiutami ad accrescere sempre di più il mio PASCI LE MIE PECORELLE
amore». SEGUIMI