Sei sulla pagina 1di 7

Laika: leccellenza italiana nel design e nel comfort della Dolce Vita

La storia del marchio Laika ha inizio nel 1964,


1964 anno in cui
limprenditore toscano Giovanbattista Moscardini,
Moscardini intuendo la
rapida crescita della domanda di veicoli per il turismo
itinerante nellItalia del boom economico e dellavviata
motorizzazione di massa, apre in Val di Pesa una fabbrica per
la produzione di carrelli tenda e caravan.
Affascinato dalle imprese spaziali che stanno aprendo
orizzonti inediti allumanit, Moscardini decide di chiamare la
sua azienda con il nome della prima cagnetta lanciata nello
spazio e adotta come logo il levriero rosso con le ali.
Il 1964 anche lanno del primo modello di caravan Laika: la
piccola 500,
500 di dimensioni talmente ridotte da poter essere
trainata anche da una Fiat 500. Nel 1977 Laika produce il suo
primo veicolo ricreazionale a motore.

Laika Caravans S.p.A.


S.p.A.

Sede:
Sede San Casciano Val di Pesa (FI)
Anno di fondazione:1964
fondazione
Collaboratori:
Collaboratori 289
Fatturato 2015*:
2015 72 milioni di
Veicoli venduti
venduti 2015*: 1380
Amministratore Delegato (parte commerciale):
Andr Miethe
Amministra
Amministratore
ratore Delegato (parte tecnica):
tecnica) Luca
Tomasi
* inizio anno fiscale 1 settembre.

Nel 2000,
2000 Laika Caravans S.p.A.
S.p.A entra a far parte del gruppo tedesco Erwin Hymer Group, leader europeo nel
settore del caravanning.
Oggi Laika unazienda moderna e allavanguardia, con una filosofia che si basa su principi di eccellenza.
Nella ricerca costante di offrire ai propri clienti veicoli dalla forte personalit, progettati per ogni situazione
climatica e con il vero Italian Design, Laika realizza veicoli con le pi moderne tecniche costruttive, materiali di
qualit, fatti per durare nel tempo, e finiture di pregio.
Un Laika ha gi di serie tutto ci che occorre per una vacanza unica, ma anche predisposto per accogliere una
vasta gamma di accessori esclusivi Laika, anche studiati per i climi freddi e per linverno. Tutto il team Laika usa
la propria professionalit ed esperienza per dare la massima attenzione a ogni dettaglio, per offrire ai clienti
veicoli e servizi di classe superiore.

Erwin Hymer Group:


il turismo itinerante come esperienza e stile di vita
ERWIN HYMER GROUP il pi grande produttore
europeo di motorcaravan e caravan.
Il Gruppo industriale tedesco, infatti, genera un
fatturato annuo di oltre 1,4 miliardi di euro dalla vendita
di pi di 35.000 veicoli ricreazionali e occupa circa
4.400 dipendenti nelle aziende collegate.
Appartengono allErwin Hymer Group i marchi di
motorcaravan e caravan Hymer, Brstner, Carado,
Dethleffs, Niesmann+Bischoff, Laika, LMC e Sunlight.
Inoltre, fanno capo al Gruppo le aziende McRent,
principale societ di noleggio di motorcaravan in
Europa, Goldschmitt, specializzata in sospensioni,
Movera, specializzata in accessori e il produttore di
carrelli tenda 3DOG camping.

Erwin Hymer Group AG & Co.KG


Sede centrale:
centrale Bad Waldsee
Collaboratori:
Collaboratori ca. 4.400
Fatturato:
Fatturato oltre 1,4 miliardi di Euro
Marchi in portafoglio:
portafoglio
Hymer, Brstner, Carado, Niesmann+Bischoff,
Laika, Dethleffs, Sunlight, LMC, McRent,
Goldschmitt, 3DOG camping, Movera
Produzione 2015:
2015 35.000 veicoli
Amministratore Delegato:
Delegato
Martin Brandt

Storia
1956:
1956 Erwin Hymer,
Hymer ingegnere aeronautico, entra nellazienda di famiglia.
Nel 1957 Erwin Hymer progetta, in collaborazione con Erich Bachem, il prototipo della gamma di caravan, la
Ur-Troll, destinata a una popolarit che dura ininterrotta da oltre mezzo secolo.
1961:
1961 Hymer fa il suo ingresso nel settore dei motorcaravan. La produzione in serie con il marchio Hymer,
tuttavia, viene avviata a partire dal 1972.
1972 Rapidamente i motorcaravan Hymer simpongono sul mercato tedesco
come punto di riferimento qualitativo.
Anni 80: I marchi Dethleffs, TEC e LMC sono ora in possesso della famiglia Hymer
1990:
1990 Hymer si trasforma in societ per azioni e si quota in borsa.
Sul finire degli anni 90 vengono portate a termine le acquisizioni strategiche di Niesmann+Bischoff e Brstner,
cui segue nel 2000 quella dellitaliana Laika Caravans S.p.A di Tavarnelle Val di Pesa (FI).
2011:
2011 lErwin Hymer Group avvia un piano di riacquisto del capitale azionario circolante che prelude al delisting
del titolo Hymer. Al completamento delloperazione, lErwin Hymer Group torna a essere unimpresa totalmente
controllata dalla famiglia Hymer.
Hymer.

Biografie Management LaikaLaika-Erwin Hymer Group


Andr Miethe (Amministratore Delegato parte Commerciale, Laika Caravans S.p.a.)

Andr Miethe dal 2015 lAmministratore Delegato di Laika Caravans S.p.A.


S.p.A Nato in
Germania nel 1975, laureato in Economia Aziendale con specializzazione in
Transport/Logistics Management alla Technical University di Dresda, Andr Miethe ha
assunto la guida di Laika Caravans provenendo da EHG Italia, azienda di cui stato
Amministratore Delegato per due anni.
Il manager tedesco alla seconda esperienza in Laika: dal 2011 al 2013, infatti, Miethe
stato Direttore Finanziario dellazienda toscana che fa capo allErwin Hymer Group.
In precedenza, Andr Miethe ha maturato esperienze di alto profilo nellarea Finance
lavorando in Italia e in Germania per aziende quali RWE e CWS-boco (Haniel
Group).
Luca Toma
Tomasi, (Amministratore Delegato parte Tecnica, Laika
Laika Caravans S.p.A)
Luca Tomasi ricopre dal 2013 lincarico di Amministratore Delegato di Laika Caravans
S.p.A.
S.p.A
Nato a Trento nel 1970, laureato in Ingegneria Elettronica con specializzazione in
Biomedica all'Universit degli Studi di Bologna, Luca Tomasi ha assunto la guida di
Laika Caravans sin dal suo ingresso in Azienda.
Sin dal suo ingresso in Laika, il manager italiano si occupato in particolare dell'area
tecnica e produttiva dellAzienda.
In precedenza, Luca Tomasi ha maturato significative esperienze in diversi settori
industriali in Italia, Germania, Ungheria e Stati Uniti dAmerica assolvendo incarichi di
crescente responsabilit presso Electrolux, Bosch, Luxottica e Chrome Hearts.

Martin Brandt (Presidente del Consiglio di amministrazione di Erwin Hymer Group AG & Co.KG)
Co.KG)
Martin Brandt, nato nel maggio del 1960 a Ravensburg, Presidente del
Consiglio di amministrazione di Erwin Hymer Group dal 1 agosto del 2015.
Ha studiato ingegneria industriale e ha trascorso gli ultimi 10 anni allestero
- a Hong Kong e in Austria. Ha iniziato la sua carriera professionale nel
campo della consulenza aziendale. In seguito, si occupato di sistemi di
chiusura e di sicurezza, assumendo nel tempo diverse posizioni dirigenziali,

da responsabile di divisione, ad Amministratore Delegato, fino a Vice Presidente esecutivo. Pi di recente, il


signor Brandt stato dirigente presso Zumtobel AG, dove era responsabile del marchio Thorn, nonch
responsabile di altre funzioni del gruppo come il reparto Operazioni e IT.

Il turismo itinerante in Italia


Intorno alla formula della vacanza itinerante e en plein air nel nostro Paese si muove una realt produttiva e
turistica di tutto rispetto. Si calcola, infatti, che ogni anno viaggino sullintero territorio nazionale circa 3 milioni
di Italiani
Italiani e 2,6 milioni di vacanzieri provenienti dallestero,
dallestero attratti dalla possibilit di uscire dagli itinerari
battuti dal turismo di massa e di scoprire lincredibile ricchezza di attrattive paesaggistiche, naturali e culturali
dellItalia minore, senza rinunciare alla comodit.
Questi flussi rappresentano il 5% del movimento turistico domestico e il 6% di quello estero in Italia e generano
una spesa complessiva per beni e servizi di 2,6 miliardi di Euro (fonte: CISET - Universit Ca Foscari Venezia).
Tuttavia, malgrado i vantaggi economici e le opportunit di sviluppo legate al turismo itinerante, lItalia tuttora
in ritardo per quanto riguarda lofferta di servizi dedicati in termini sia quantitativi che qualitativi.
Nonostante i progressi fatti segnare nella realizzazione di aree attrezzate e di iniziative di marketing territoriale,
infatti, il nostro Paese sta ancora scontando il retaggio di un diffuso pregiudizio nei confronti di camperisti e
campeggiatori, catalogati come turismo incontrollato che non porta adeguata ricchezza al territorio.
In questo modo continuano a essere avvantaggiati Paesi forse meno ricchi di attrattive, ma pi organizzati e
competitivi come Francia e Germania,
Germania e si perdono quote di mercato a beneficio di concorrenti quali Croazia e
Spagna.
Chi sono i camperisti
Secondo una ricerca condotta dal CISET - Centro Internazionale di Studi sullEconomia Turistica dellUniversit
Ca Foscari di Venezia, lidentikit del tipico camperista italiano corrisponde a una persona con unet media di
39 anni, proveniente nel 50% dei casi dalle regioni settentrionali.
Il 64% del campione rappresentativo afferma di viaggiare in media 4 volte lanno, soprattutto nei fine settimana
(1-3 notti) e in compagnia del partner, restando entro i confini nazionali (73%).
Il 44%, inoltre, utilizza lautocaravan per portare in vacanza i propri animali domestici, mentre il 9% considera
questa formula ideale per garantire un viaggio confortevole anche a persone disabili.
Tra le destinazioni, la met dei turisti itineranti di casa nostra mostra predilezione per le localit di mare, mentre
il 14% apprezza anche tour itineranti in pi localit o un soggiorno in montagna.
Se si sposta lattenzione sui camperisti tedeschi, francesi e olandesi, let media sale a 49 anni e i viaggi si
svolgono quasi sempre in compagnia dei partner.
I camperisti francesi e tedeschi si concedono rispettivamente 4,2 e 3,5 viaggi lanno, mentre gli olandesi si
limitano a solo 2 sortite. Il 58% dei francesi e il 32% dei tedeschi apprezza le localit marittime, ma a
raccogliere il maggior numero di preferenze tra i camperisti di tutta Europa il tour in pi localit.
Per quanto riguarda le modalit di sosta, i camperisti preferiscono il campeggio o le aree attrezzate. C,
tuttavia, una demarcazione tra chi - come italiani e francesi - si sposta prevalentemente entro i confini nazionali
e chi invece si reca allestero. I primi, infatti, prediligono le aree di sosta esterne a camping e strutture
organizzate, mentre i secondi preferiscono sostare allinterno di campeggi a pagamento.
Nella scelta di unarea, italiani e tedeschi si affidano alla valutazione di aspetti quali pulizia e igiene,
caratteristiche del luogo e attrattivit della zona circostante, tariffe praticate e percezione di sicurezza. A questa
lista i francesi aggiungono lattenzione al silenzio e alla tranquillit.

A prescindere dalla nazionalit, i camperisti europei sembrano considerare scarsamente rilevante la presenza di
strutture per la pratica sportiva e la disponibilit di svaghi serali.
La produzione italiana di caravan e autocaravan
Dal secondo dopoguerra lItalia pu vantare una tradizione nella produzione di caravan e autocaravan rinomata
sul mercato interno e allestero per i suoi contenuti di design e per la peculiare capacit di proporre allestimenti
caratterizzati da soluzioni innovative e finiture lussuose.
Lindustria nazionale del caravanning si concentra in primo luogo in Toscana,
Toscana con altri poli produttivi in Lazio
(Pomezia) e Abruzzo (Atessa).
Il vero e proprio cuore produttivo risiede nel distretto della Valdelsa,
Valdelsa tra Firenze e Siena, dove intorno agli
stabilimenti si consolidata una filiera specializzata di fornitori per la componentistica e lapplicazione di
lavorazioni alto-artigianali.
Secondo dati APC - Associazione Produttori Caravan e Camper, complessivamente la produzione italiana di
caravan e camper da occupazione a 6.500 lavoratori e genera un fatturato di oltre 500 milioni di Euro.
Euro.
Andamento del mercato italiano
Dopo sette anni di crisi e di pesanti contrazioni, il 2015 ha fatto segnare confortanti segnali di ripresa per il
mercato dei veicoli ricreazionali.
In particolare, nel primo semestre 2015 le nuove immatricolazioni hanno fatto registrare un incremento del
+10,2% rispetto allanalogo periodo del 2014.
Significativo anche il +9,9% riguardante il segmento dellusato, che porta il rapporto tra nuovo e doccasione a
5,19,
5,19 ovverosia 519 veicoli usati passati di mano ogni 100 nuove unit acquistate e immatricolate.
Soprattutto, il 2015 ha visto una crescita esponenziale dell'export, con quasi l83%
l83% dei veicoli prodotti in Italia
destinati allesportazione.
allesportazione (fonte: APC Report 2015).
Grazie a questa provvidenziale inversione di tendenza, i produttori hanno ricominciato ad assumere per far fronte
ai nuovi ordinativi, registrando un promettente +15% delle vendite e intenzioni dacquisto rispetto allanno
precedente.
Il mercato europeo in prospettiva
Dopo alcuni anni di sostanziale stagnazione, nel 2015 il mercato europeo dei veicoli ricreazionali ha fatto
segnare una crescita moderata.
Il trend positivo stato guidato dalla Germania,
Germania dove la crescita in volumi e a valore supportata dalla bassa
inflazione e da un mercato del lavoro robusto. Alla locomotiva tedesca si sono accodati i segnali positivi
registrati in Francia,
Francia Olanda e Regno Unito.
Unito
Le vendite in Europa nella stagione 2015/2016 si sono attestate a 111.000 unit,
unit di cui 66.000 motorcaravan
e 45.000 caravan,
caravan con un incremento rispetto alla stagione 2014/2015 di circa il 12% per entrambe le
categorie.
ategorie
Analizzando landamento del mercato europeo negli ultimi anni, infine, si conferma il favore crescente per
i motorcaravan,
motorcaravan mentre la soluzione caravan rimasta pressoch stabile.
Ulteriori informazioni

Laika Caravans S.p.A


Laika Caravans S.p.A. stata fondata nel 1964 da Giovanbattista Moscardini, che per il nome e il logo dellazienda si ispir alle prime imprese
spaziali.
Lazienda, localizzata nel cuore del Chianti, si impose rapidamente sul mercato italiano di caravan e autocaravan con una produzione originale e
fortemente innovativa per design e allestimenti.
Oggi Laika, con 72 Milioni di Euro di fatturato, unazienda moderna e allavanguardia con una filosofia che si basa su principi di eccellenza e fa parte
del gruppo tedesco Erwin Hymer Group, leader europeo nel settore del caravanning.
Nella ricerca costante di offrire ai propri clienti veicoli dalla forte personalit, progettati per ogni situazione climatica e con il vero Italian Design, Laika
realizza veicoli con le pi moderne tecniche costruttive e con materiali di qualit, fatti per durare nel tempo.
Erwin Hymer Group
Erwin Hymer Group il pi grande produttore europeo di motorcaravan e caravan con un fatturato di pi di 1,4 miliardi di euro. Il Gruppo vende
annualmente pi di 35.000 veicoli per il tempo libero e occupa circa 4.400 dipendenti nelle aziende collegate.
Appartengono allErwin Hymer Group i marchi di motorcaravan e caravan Brstner, Carado, Dethleffs, Hymer, Niesmann+Bischoff, Laika, LMC e
Sunlight, McRent la principale societ di noleggio di motorcaravan dEuropa, Goldschmitt specializzata in telai , Movera specializzata in
accessori e il produttore di carrelli tenda 3DOG camping.
www.erwinhymergroup.com