Sei sulla pagina 1di 72

le-journal-italienne.blogspot.

com

y(7HB5J1*KOMKKR( +"!"![!#!]

Venerdì 16 aprile 2010

OPINIONI NUOVE - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004, n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano

DIRETTORE MAURIZIO BELPIETRO ANNO XLV NUMERO 90 EURO 1,20*

ERA ORA

ADDIO FINI
TIRA GIÀ ARIA D’ELEZIONI
Rottura totale con Berlusconi
Il presidente della Camera
minaccia di fare un suo partito
Il leader del centrodestra
si prende 48 ore per liquidarlo

Se resta nel PdL


non sarà ricandidato
di MAURIZIO BELPIETRO

Per anni sono stato convinto che, Anatomia di un suicidio Il premier pensa già al futuro Nella testa dell’ex capo di An
pur non amandosi, Berlusconi e Fi-
ni fossero destinati a rimanere uni- Bossi l’ha sconfitto Silvio vuole votare I conti di Gianfranco:
ti. Una convivenza obbligata dalla
mancanza di alternativa o, se pre- La sinistra lo finirà per garantirsi il Colle posso tirare la corda
ferite, un matrimonio con interessi
tanto forti da impedire la rottura di GIAMPAOLO PANSA di FAUSTO CARIOTI di FRANCO BECHIS
nonostante l’odio fra coniugi.
Senza il Cavaliere, il presidente Volete sapere perché la Lega vince? In- L’affondo di Gianfranco Fini non è giunto ina- Quando ha finito nel tardo pomeriggio di ieri
della Camera infatti non aveva spe- sieme ai tanti motivi che si conoscono, spettato. Silvio Berlusconi ne era al corrente da di vergare davanti ai fedelissimi il suo comuni-
ranza di vincere una sola elezione e ce ne sono due ai quali (...) mercoledì sera. Era stato il finiano (...) cato alle agenzie di stampa, (...)
senza l’alleato il presidente del segue a pagina 6 segue a pagina 5 segue a pagina 2
Consiglio non sarebbe mai arrivato
a Palazzo Chigi. Ma dopo la nascita
del PdL e la vittoria del 2008 molto
è cambiato: oggi Berlusconi e Fini
I CONTENUTI DELLE NUOVE 75 INTERCETTAZIONI TELEDIPENDENTI

Calciopoli: undici squadre coinvolte


sono obbligati (...) Maria Luisa Busi
segue a pagina 3 Bella statuina al Tg1
In dieci anni
LA LEGGE IGNORATA di FABRIZIO BIASIN DELIRIO AD ANNOZERO DA GANZER A MORI solo sedici servizi
L’Italia è un Paese intercettato di FRANCESCO SPECCHIA
Professione infibulatrice ma, soprattutto, meraviglioso, ini- Il Cav libera i suoi L’offensiva dei pm
mitabile, pittoresco e a vedere co- Risi e Busi. C’è qualcosa di al-
Non andrà in carcere me vanno certe cose ti vien voglia Strada lo attacca contro i carabinieri legramente surreale nella
di abbracciarla tutta intera, (...) querelle che, in questi giorni,
di MARIA G. MAGLIE a pagina 14 di F. BORGONOVO a pagina 10 di G. NUZZI a pagina 13
segue a pagina 36 avvolge la mezzobusta del
Tg1 Maria Luisa Busi.
L’antefatto è noto. (...)
segue a pagina 12
La morte di Vianello Ilaria D’Amico
Raimondo, maestro del sorriso Mamma da un mese
pensa già al lavoro
52 ANNI INSIEME di GIAMPIERO MUGHINI E fa pure la vittima
Protagonista e maestro inimitabile della di SIMONA BERTUZZI
Nella sua storia comunicazione televisiva assieme po-
polare e raffinata, Raimondo Vianello Vorrebbe raccontarci Ilaria
con la Mondaini aveva scelto già dagli anni Ottanta di te- D’Amico, volto cult de La 7 e del
tutti i segreti nersi lontano dai cerimoniali cosiddetti
“alti” del palinsesto televisivo e dello
calcio Sky, giornalista e conduttri-
ce infaticabile, che l’Italia non è
dell’amore eterno spettacolo. Gli poteva interessare meno
che niente ammonire il prossimo sui
un Paese per mamme. Che se fai
un bambino devi “quasi (...)
di P. DIACO a pagina 19 destini alti (...) Raimondo Vianello segue a pagina 31
segue a pagina 18

* Con: ”LA CUCINA DALLA A ALLA Z”- Vol. 3 Riso & risotti € 4,00; ”LA CUCINA DALLA A ALLA Z”- Vol. 2 Antipasti caldi € 4,0 0. Prezzo all’estero: CH - Fr. 3.00 / MC & F - € 2.00.
le-journal-italienne.blogspot.com

2 Venerdì 16 aprile 2010 PRIMO PIANO


@ commenta su www.libero-news.it

L’ACCUSA L’attacco dell’ex leader di An è partito


addio Fini da rapporti coi lumbard: «Il partito non può essere a
trazione leghista. O fai il PdL con me o con Bossi»

Retroscena
I conti di Gianfranco:
posso tirare la corda
::: segue dalla prima
FRANCO BECHIS
Fini se ne va
Con quattro
.

(...) Gianfranco Fini ha chiama- tradirebbe sostanzialmente


to al telefono il ministro delle l’elettorato PdL. Per loro è giun-
Infrastrutture, Altero Matteoli e to il momento di tendere la cor-
il titolare alla Difesa, nonché da. “Cosa faremo l’anno prossi-
coordinatore del Pdl, Ignazio La mo? Con i soldi del Mezzogior-
Russa, per leggere il testo che da no- per cui non è stata imposta-
lì a poco sarebbe divenuto pub- ta nessuna politica- continue-
blico. Poi ha guardato i suoi e remo a finanziare la cassa inte-
spiegato: “Lo faccio in segno di grazione degli operai del Nord?
rispetto”. Qualcuno ha chiesto E guardate la composizione di
quasi sottovoce: “Bisogna chia- governo, le deleghe più impor-
mare anche Maurizio Gaspar- tanti? Quella più a Sud ce l’ha
ri?”. Il presidente della Camera Matteoli, ministro della Tosca-
ha risposto secco: “No”. Come na. E ora la Lega reclama perfi-
accade sempre alla presenza no il posto da sottosegretario
del “capo”, i suoi ne hanno all’Agricoltura del nostro Anto-
semplicemente preso atto e nio Bonfiglio!”.
non hanno fatto altre domande. Fini spiega che non essendo
Fossero stati presenti qualche mai divenuto il PdL un vero
ora prima al faccia a faccia con partito, non esiste nemmeno
Silvio Berlusconi, avrebbero un posto in cui discutere di
compreso. E’ stato lì che Fini ha questo. Non c’è spazio per il
sostenuto di non avere reale confronto politico, non ci sono
rappresentanza nel partito, che organi all’interno dei quali lan-
quel 30 per cento di ex An non è ciare un dibattito su queste ed
più vero, tanto più che gli inca- altre emergenze. Gli unici luo- IN UN ANGOLO
richi di vertice sono affidati a ghi sono fuori, certo che è inna- Dopo giorni di attesa ieri Silvio
leader che non lo rappresenta- turale farlo così e anche logo- Faccia a faccia durissimo tra Berlusconi e l’ex leader di An Berlusconi e Gianfranco Fini si
no più. Come il capogruppo al rante e rischioso. Ma l’unica al- sono incontrati a pranzo. Un
Senato, Maurizio Gasparri e sì, ternativa è il silenzio. Che lancia l’ultimatum: «Pronto a fare gruppi autonomi» faccia a faccia che, invece che a
anche lo stesso La Russa. Dal Il presidente della Camera un chiarimento, rischia di por-
premier si è sentito rispondere non ha nascosto ai più fedeli i La replica: «Allora lasci la presidenza della Camera» tare alla rottura (Emmevi)
che se toglie i Gasparri, i La Rus- rischi di spezzare per primi quel
sa, i Matteoli che da An vengono filo teso. Da Berlusconi è arriva-
ma non hanno alcun problema to chiaro il messaggio: “Se fate ::: TOMMASO MONTESANO diventando berlusconiani a tutti ta orientata verso il nord a scapito te nero su bianco in un comunica-
sulla attuale leadership del par- gruppi autonomi, contatevi. ROMA gli effetti. Su tutti Ignazio La Russa, del carattere nazionale del PdL. to in cui spiega che il «PdL va raf-
tito, allora è quel 30 per cento Ma siete fuori dal Pdl il giorno uno dei tre coordinatori, che infat- Per non parlare della strategia sul- forzato, non certo indebolito».
che va rimesso in discussione. dopo. Guarda qui tutti i son-  «Il tuo partito è il Popolo ti lo abbandona definendo «in- le riforme, con il co-fondatore del Obiettivo che presuppone la pre-
Perché in buona parte non fa daggi: se vuoi andare da solo al della Libertà, non la Lega. Basta, comprensibile» l’atteggiamento partito tenuto all’oscuro della pri- sa di coscienza del carattere «na-
più riferimento a Fini. massimo fai il 3 per cento. Ma a stavolta voglio fatti concreti». En- di Fini, e Maurizio Gasparri, capo- ma bozza che Berlusconi, al con- zionale» del partito, che deve es-
Non è stato certo miele in quel punto tu Gianfranco, non tro lunedì. Altrimenti ognuno per gruppo al Senato. In ogni caso, ac- trario, si è sentito in dovere di di- sere «attento alla coesione sociale
grado di addolcire un colloquio puoi fare più il presidente della la sua strada: Silvio Berlusconi da cusa, il PdL è un partito che «non scutere, prima che con lui, perfino dell’intero Paese». Osservazioni,
aspro, inacidito alla vigilia dai Camera. Per coerenza devi di- una parte e lui, Gianfranco Fini, decide e che non si struttura. E io con il figlio di Bossi, Renzo. «Sono conclude, che Berlusconi «ha il di-
messaggeri che già avevano an- metterti”. Fini, pur riferendo dall’altra. Con i suoi fedelissimi, non mi sento più rappresentato». stanco di essere preso in giro», av- ritto di esaminare» e che lui atten-
nunciato al Cavaliere la minac- l’atteggiamento duro del presi- pronti a costituire gruppi parla- Poi c’è l’azione del governo, tut- verte. Tutte richieste che Fini met- de «serenamente». Quel Berlu-
cia di una scissione dentro il dente del Consiglio, ai suoi ha mentari autonomi alla Camera e sconi, concede nel tentativo di
gruppo. mostrato altrettanta determi- al Senato se dal presidente del scacciare l’ipotesi delle elezioni
I fedelissimi ieri che sono en- nazione: “Il presidente della Consiglio arrivassero «risposte QUANTO VALE ALLE URNE anticipate, che «deve governare fi-
trati e usciti nella stanza del pre- Camera non è carica revocabi- negative» ai quesiti politici solle- no al termine della legislatura». I
sidente della Camera dopo quel
faccia a faccia burrascoso sono
le. Non si può sfiduciare, come
invece può accadere a un presi-
vati dal presidente della Camera
nel corso del colloquio di ieri con
I sondaggisti non hanno dubbi: gruppi autonomi, infatti, reste-
rebbero fedeli alla maggioranza
stati una ventina. Fra loro un dente del Consiglio che non ha Berlusconi. Il nome è già pronto: da solo al voto farebbe la fine dell’Udc mirando a condizionare, di volta
solo senatore, Pasquale Viespo- più la sua maggioranza. Elezio- PdL-Italia. «In questo caso Fini in volta, l’operato delgoverno.«Se
li. Ma nessuno ha osato chiede- ni? Beh, se non esistessero altre dovrebbe lasciare la presidenza Se va male l’irrilevanza, se va bene una versione aggiornata l’unico modo di ottenere le cose è
re al leader particolari sulla bur- maggioranze in Parlamento, della Camera», è la replica del pre- dell’Udc. Si andasse a elezioni anticipate, secondo i sondaggisti, fare come la Lega, anche noi ci tra-
rasca appena vissuta. Hanno certo, ci sarebbero le elezioni in sidente del Consiglio. per Gianfranco Fini la situazione non sarebbe propriamente ro- vestiremo da lupi: forza di lotta e di
ascoltato e annuito. Anche chi quel caso”. A ieri sera dunque la Fini è pronto a lasciare il PdL. Il sea. «Fini», ragiona il presidente di Ipsos Nando Pagnoncelli, «è governo», minaccia Fini, che a
era più perplesso sul braccio di corda era sempre più tesa. E presidente della Camera rompe molto popolare e riscuote molta fiducia. Ma si tratta di indi- Berlusconi ricorda: «Ho fondato
ferro ha taciuto. E quel che han- non sembra avere fatto miracoli gli indugi nel corso del faccia a fac- catori che raramente si traducono in voti. Un conto è farsi ap- un partito, sono pronto a rifon-
no sentito è più o meno questo. la mediazione immediatamen- cia con il premier che va in scena prezzare da settori dell’elettorato avversario sposandone qual- darne un altro».
Che Fini abbia da tempo in te- te messa in campo da Marcello all’ora di pranzo a Montecitorio. che posizione, un conto è conquistarsi il loro voto». Voti a si- Dopo il vertice, nello studio del
sta un partito diverso, sia strut- dell’Utri e Gianni Letta. Unica Due ore in cui Fini vuota il sacco. nistra, pochi. E i voti a destra? «Facesse una sua formazione e si presidente della Camera arrivano
turalmente che culturalmente speranza, quel comunicato Sulla gestione del partito, sul rap- alleasse col centrodestra», traccia lo scenario Pagnoncelli, «fi- i fedelissimi. Si fanno i conti.
da quello che oggi è il PdL, è evi- pubblico, che sembra assai più porto con la Lega, sulle scelte del nirebbe cannibalizzato dal voto utile. Senza contare che le ul- L’obiettivo minimo sono venti de-
dente a tutti. Ma non è su que- blando delle parole udite nelle governo, sulle modalità con cui è time elezioni hanno dimostrato che gli italiani premiano chi ha putati e dieci senatori, la soglia da
sto che oggi si sta tendendo la riunioni pubbliche e private di iniziato il percorso delle riforme. radicamento sul territorio: in così poco tempo come farebbe Fi- raggiungere per dare vita a nuovi
corda. Il presidente della Came- ieri. Una porticina aperta, ma Un vertice, raccontano gli uomini ni a crearselo?». Un’altra chiave di lettura la dà Maurizio Pes- gruppi. Qualcuno si spinge a ipo-
ra aveva in mente questa mossa che rischia di essere chiusa dal- più vicini al numero uno di Mon- sato, dominus di Swg: «Posto che Fini da solo non va da nes- tizzare fino a quaranta adesioni a
in caso di fallimento delle Re- la controparte. Se i suoi pontieri tecitorio, «tumultuoso». In cui Fi- suna parte, e questo lo sa benissimo, dietro a un’uscita del ge- Montecitorio e venti a Palazzo
gionali. C’è stata invece una vit- non riusciranno a fargli cam- ni accusa Berlusconi di condurre il nere non può non esserci la consapevolezza di altri movimenti Madama. Ex parlamentari di An,
toria, ma secondo Fini l’analisi biare idea, sembra proprio che PdL a rimorchio della Lega: «Devi in atto. Detto brutalmente: se Fini spacca il PdL lo fa perché sa o soprattutto, ma forse anche ex
non cambia: il PdL non ha vinto Berlusconi voglia archiviare la scegliere se continuare a costruire è convinto che ci sia anche chi vuole spaccare il Pd». E lo sce- forzisti del nord spaventati dalla
nel centro-Nord, perdendo in- pratica come fece all’epoca con il PdL con me o se preferisci invece nario qui si fa complesso: «A questo punto», conclude Pessato, concorrenza leghista. Alcuni dei
vece centinaia di migliaia di voti Pierferdinando Casini: la porta il rapporto con Umberto Bossi. «Fini potrebbe raccogliere nomi e voti di quest’area per accre- papabili, però, prendono le di-
– sia pure a favore di un alleato è chiusa, quindi stai pure fuori e Non si può avere un partito a tra- ditarsi come terza forza centrista di un ideale tripartito con PdL stanze. La consistenza di “PdL-
come la Lega Nord. Il vero ser- il cerino è tuo. Vista da lì sembra zione leghista». Al Cavaliere, Fini e Lega. Si verrebbe a trovare in una posizione simile a quella Italia”, in realtà, complice la spada
batoio elettorale è stato invece che la soluzione possa venire contesta anche la ripartizione de- dell’Udc nel 2001, con la sua rendita di posizione e i suoi posti di Damocle del ritorno alle urne,
quello del centro-sud. Se l’asse solo da una evidente e robusta gli incarichi nel partito secondo lo garantiti. Certo, numericamente il suo potere sarebbe molto li- non si discosterebbe di molto dai
di governo si spostasse ulterior- marcia indietro di Fini. Vista da schema delle quote tra ex forzisti mitato, ma come si dice: meglio primo in Gallia che secondo a numeri minimi richiesti dai rego-
mente verso la Lega come se- questo lato, sembra più che mai (70%) ed ex An (30%). In tanti, os- Roma...». lamenti parlamentari. Con il
condo Fini sta accadendo ora, si irrealistica. serva, hanno cambiato bandiera M. G. gruppo al Senato in bilico.
le-journal-italienne.blogspot.com

PRIMO PIANO Venerdì 16 aprile 2010 3


@ commenta su www.libero-news.it

I NUMERI Per formare dei gruppi servono 20


deputati e 10 senatori: secondo molti il numero dei
suoi fedelissimi raggiunge al massimo tale soglia
addio Fini

EDITORIALE
Se resta nel PdL
gatti non lo candidano
L’ex leader di An sa che se non fa qualcosa nel 2013
non avrà un seggio. Perciò va alla sfida finale...
::: segue dalla prima liere in tutte le elezioni di medio ter-
MAURIZIO BELPIETRO mine hanno spazzato via ogni velleità.
. Berlusconi non è affatto al tramonto e
(...) a divorziare, o, meglio, è l’ex capo negli ultimi due anni è sopravvissuto a
di An a non potersi permettere di ogni attacco, anche a quelli del cofon-
aspettare ancora. Ogni giorno che pas- datore. Se il premier avesse perso una
sa avvicina sempre di più la resa dei sola sfida elettorale, magari l’ultima,
conti, uno show-down che, se il leader tutto sarebbe stato più facile per il pre-
della destra non trova vie d’uscita, pre- sidente della Camera, anche allearsi
vede un solo epilogo: la sua fine poli- con Casini o con Montezemolo per dar
tica. Senza un colpo che ribalti la situa- vita a un nuovo centro.
zione, Fini nel 2013 infatti rischia di es- Invece, un Berlusconi trionfante, li-
sere cancellato. Anzi: di non essere ri- bero dalle catene dei procedimenti
candidato. giudiziari, non lascia presagire nulla di
Mi spiego. È a tutti noto che l’ex del- buono per il cofondatore. Il quale, se
fino di Almirante è confluito nel PdL resta nel Popolo della Libertà, nel 2013
non per convinzione ma costretto da rischia addirittura di non essere candi-
una pistola puntata alla tempia. Dopo dato o di esserlo ma solo e senza pre-
aver a lungo atteso l’uscita di scena, toriani. Il successo alle Regionali e il
Il fedelissimo Urso giudiziaria o politica, del Cavaliere,
credé fosse giunto il suo turno sul fi-
rafforzamento dell’asse del Nord han-
no fatto capire a Fini di non poter in-

«Noi finiani rispetteremo il programma nire del 2007, dopo la mancata spallata
a Prodi. Purtroppo per Fini, l’offensiva
per la conquista della leadership di
dugiare ancora. Non riuscisse nei
prossimi tre anni a costruire un’alter-
nativa, per lui sarebbe la fine. Non so
Ma su tutto il resto voteremo contro» centrodestra si rivelò una trappola.
Convinto d’aver messo all’angolo Ber-
quale sia il progetto di Gianfranco né
su quanti fedelissimi possa contare.
lusconi, in realtà ci si ritrovò lui. Il par- C’è chi dice venti, chi trenta, altri giu-
::: BARBARA ROMANO Se così non fosse? «Certamente, se proponessero di divide- tito unico, che all’inizio il presidente rano che a conta fatta non si arriverà a
ROMA «Se la risposta fosse negativa, potremmo re l’Italia, questo non è nel programma, della Camera liquidò come «le comi- quindici. Ce la facesse a costituire un
arrivare a creare un gruppo autonomo». quindi non lo voteremmo. Ma non sa- che finali», si trasformò in breve in gruppo parlamentare, il presidente
Onorevole Adolfo Urso, per il presidente Di fatto passereste all’opposizione. remmo noi a uscire dal solco». un’arma micidiale e se An ne fosse ri- della Camera potrebbe tendere qual-
Schifani «se la maggioranza si divide non «No, perché questo nuovo gruppo si ri- Tradotto, non voterete i provvedimenti masta fuori, alle elezioni sarebbe stata che agguato al Cavaliere, cercando di
resta che dare la parola agli elettori». conoscerebbe pienamente nella mag- che stanno a cuore alla Lega. ridotta ai minimi termini, senza riusci- azzopparlo, badando a non fare preci-
«Il nostro intento è quello di mantenere il gioranza condividendo il patto sotto- «Il problema non è la Lega, ma il PdL. Chi re addirittura a eleggere un suo parla- pitare la situazione al punto di far scio-
patto con gli elettori consacrato due anni scritto con gli elettori. Anzi, con l’obietti- ha fondato il PdL deve fare il PdL rispet- mentare in Senato. Nessuno esce po- gliere il Parlamento. Le elezioni sono
fa. La nostra stella polare è il programma vo di realizzarlo. Un’eventuale scelta di tando la natura del partito, la sua storia, liticamente vivo da una sconfitta in cui infatti l’ultima cosa che Fini desidera:
del PdL, che va applicato fino in fondo, questo tipo non metterebbe assoluta- la sua vocazione, il suo programma. Cioè perde quasi la metà dei voti e Gian- vi si ricorresse oggi egli farebbe la fine
per un governo di legislatura guidato da mente in discussione il patto con gli elet- deve fare il partito guida della coalizione, franco appena si rese conto del peri- che il Cavaliere ha pronta per lui nel
Silvio Berlusconi». tori, né la coesione della maggioranza». anche rispetto alla Lega». colo in agguato si affrettò a rimangiarsi 2013 e questo l’ex pupillo di Almirante
Ma voi avete appena minacciato di fare la Siete pronti a votare contro il PdL o no? Siete pronti ad assumervi tutte le conse- i propositi baldanzosi, facendo un me- lo sa.
scissione del gruppo in Parlamento. «Assolutamente no». guenze di questa rottura, comprese le sto ingresso nel Popolo della Libertà. Comunque vada, restiamo convinti
«È una questione ben diversa. Qui non è E allora che vi scindete a fare? elezioni anticipate? Dal 2008 a oggi credo non sia pas- che il fondatore di Alleanza nazionale e
in discussione la coesione della maggio- «Il nostro impegno è il programma fon- «Rispettiamo l’opinione di Schifani, ma sato un solo giorno in cui Fini non ab- cofondatore del PdL abbia buttato
ranza. Fini in quanto cofondatore del dativo del PdL, e ogni nostro comporta- qui non si rompe alcuna maggioranza. bia meditato su come prendersi la ri- l’occasione più importante della sua
PdL ha chiesto al premier di rafforzare, mento sarà rispettoso di quell’impegno Noi abbiamo chiesto una risposta politi- vincita. Del resto i mesi passati sono carriera politica, ovvero la possibilità di
non certo di indebolire il ruolo del PdL, e delle riforme in sintonia con esso. Ab- ca al cofondatore del PdL e sull’organiz- una concreta testimonianza dell’ambi- guidare in futuro una grande destra
per esempio riequilibrando il rapporto biamo il diritto e il dovere pretendere che zazione del partito. Se questa non arrive- zione dell’ancor giovane leader. All’ini- italiana. Oggi al contrario, se anche
con la Lega e rispettando i contenuti del il patto con gli elettori venga rispettato». rà, se altri non rispetteranno l’impegno zio forse sarebbe stata possibile una riuscisse a evitare la sconfitta, per lui di
programma. Ora aspettiamo la sua ri- Per esempio, in quale caso votereste con- con gli elettori, saranno loro a doversi as- tregua oppure una rimonta sull’avver- grande non c’è nulla in vista.
sposta, che ci auguriamo sia positiva». tro? sumere le responsabilità di una rottura.» sario. Ma i successi mietuti dal Cava- maurizio.belpietro@libero-news.it
le-journal-italienne.blogspot.com

4 Venerdì 16 aprile 2010 PRIMO PIANO


@ commenta su www.libero-news.it

VECCHIE RUGGINI Il 18 novembre 2007 è il


addio Fini giorno del predellino. A un convegno di An, ad Assisi,
partono fischi contro gli esponenti di Forza Italia

I COFONDATORI
Rapporto logoro
E da tre anni
è guerra aperta
Nel 2007 Fini immagina un nuovo partito
alleato con Casini. Poi fa marcia indietro
ed entra nel PdL. Ma senza convinzione
«Non andrà
::: ANDREA MORIGI
 O litigano o si separano, oppure di-
vorziano. Una delle tre. Ormai non si ricor-
da più nessuno i tempi in cui Silvio Berlu-
sconi e Gianfranco Fini andavano d’accor-
do. È il 1993, quando il fondatore dell’impe-
ro televisivo che allora si chiamava soltanto
Fininvest, posto dai giornalisti di fronte alla
scelta fra Fini e Francesco Rutelli, entrambi
all’opposizione, fra l’altro, il tentativo di
smarcarsi dal leader è un giochetto quasi
obbligato.
Domenica 18 novembre 2007 è la giorna-
ta del predellino. A un convegno di Alleanza
Nazionale, ad Assisi, partono i fischi contro
gli esponenti di Forza Italia. E Berlusconi
reagisce convocando i propri fedelissimi in
piazza San Babila, a Milano, dove annuncia
la formazione del partito unico del centro-
lontano»
candidati a sindaco di Roma, sceglie il pri- destra. Fini si oppone, poi però capisce che,
mo, segretario dell’allora Movimento So- da solo, non va da nessuna parte. E, alla fine,
ciale Italiano. Quell’uscita genera scandalo, non ha scelta. Aderisce, anche perché il
perché si tratta dell’appoggio a una forza centrosinistra non ha più i numeri per go-
politica che ancora deve fare i conti con la vernare e Prodi si dimette.
propria eredità fascista. Comunque, nel La concorrenza interna, anche nel cen-
1994 Berlusconi fonda Forza Italia e vince le trodestra, guasta, in vista delle elezioni po-
elezioni grazie anche all’appoggio, al Cen- litiche del 13-14 aprile 2008. Ne escono vit-
tro e al Sud, del Msi, che diventerà Alleanza toriosi il Popolo della Libertà e la Lega Nord.
Nazionale soltanto nel 1995. Al governo, ci Così le polemiche non si smorzano. Ma il
stanno appena sette mesi, perché la parte PdL ha perso circa un milione di voti, men-
settentrionale del Polo della Libertà, Um- tre il Carroccio con l’Mpa siciliano ne gua-
berto Bossi, esce polemicamente dalla dagna 1.687.000 rispetto al 2006.
maggioranza. Qualche anno di opposizione Alle europee del 6-7 giugno 2009, la liti- Il premier Silvio Berlusconi.
e, poi, si torna ancora al governo. giosa coalizione di centrodestra al governo Emmevi
Ormai, Fini è stato sdoganato. non è più passa dal 46,8 del 2008 al 47,24 per cento e,
soltanto l’ex delfino di Giorgio Almirante. È pur rimanendo ampiamente il primo parti-
diventato vice-presidente del consiglio dei to italiano, continua a perdere voti a van-
ministri, fino a entrare a far parte nel 2002 taggio della Lega Nord da un lato e dell’Udc
della cerchia di coloro che dovevano scrive- dall’altro. Sull’altro versante, il Pd in un an-
re la Costituzione europea. Due anni più no, dalle politiche alle europee, lascia sul
tardi, diventa ministro degli esteri, dopo campo un drammatico 7,1 per cento. Ep-
aver lottato a lungo per la conquista della pure Fini continua a non capire che gli elet-
Farnesina. Forse è in quel tira-e-molla con- tori di centro e di destra premiano sempre
tinuo che si rompe qualcosa nel rapporto chi sostiene posizioni chiare in materia di
fra lui e il leader della coalizione. vita e di famiglia. Non riesce ad afferrare che
La prima avvisaglia che Fini sta andando potrebbero essere proprio le sue fughe a si-
per conto proprio arriva nel 2005, con l’an- nistra rispetto ai valori non negoziabili ad Berlusconi sereno ma deciso al pranzo con il presidente della
nuncio del voto favorevole (tre sì e un no) ai aver sottratto qualche voto al PdL.
referendum sulla fecondazione assistita. Mettersi sempre dalla parte opposta a Camera: «Ti conviene davvero rompere? Se vuoi vai pure, ma
Dicono che c’entra Stefania Prestigiacomo. quella del Cavaliere, elettoralmente, non
In realtà, è un periodo di crisi e transizione paga. Personalmente, forse, sì. Un vantag- se fai un gruppo parlamentare autonomo sei fuori dal partito»
personale per Gianfranco, che divorzia dal- gio, Fini lo ha ottenuto, diventando presi-
la prima moglie e inizia una nuova relazio- dente della Camera dei Deputati. Lo spreca,
ne sentimentale. Si offende parecchio sognando un futuro che non ha. Nel dicem- ::: GIANLUCA ROSELLI apparso subito molto nervoso. Innan- ha riservato il Tg1 di Minzolini, ma il
quando dalle tv di Mediaset prendono di bre scorso, in un famoso fuori onda, si fa ROMA zitutto per essere stato tenuto sulla nodo politico tra i due è il partito. Il
mira la sua nuova compagna. inavvertitamente registrare mentre spiega graticola per diversi giorni. «Non è presidente della Camera, infatti, ha
Ma i primi prometeici piani di autono- in privato di considerare Berlusconi politi-  «Gianfranco, ti conviene davve- possibile che dopo le Regionali tu hai chiesto maggiore rappresentatività,
mia dell’ex presidente di Alleanza Naziona- camente morto. Al “No B Day”gli danno ra- ro rompere? Se vuoi fai pure, ma sappi incontrato prima Bossi e poi me. Per esigendo il 30 per cento di posti per i
le datano almeno al 2007, quando immagi- gione e lo invocano. La maggioranza degli che da solo non andrai da nessuna non parlare della bozza sulle riforme suoi uomini e non per quelli «in quota
na una propria Alleanza per l’Italia, alleata italiani invece non la pensano così e alle re- parte. Ricorda che se fai un gruppo che Calderoli ha portato a Napolitano, An ma che rispondono a te». Stessa ri-
di Pier Ferdinando Casini e, semmai dell’al- gionali del 10 e 11 aprile premiano nuova- parlamentare autonomo sei fuori dal di cui non sapevo nulla», ha detto Fini, chiesta anche per il governo, paven-
lora Casa della Libertà. C’è ancora Romano mente il leader della coalizione di governo. partito e tra un anno si va dritti a vota- rimproverando al Cavaliere una su- tando, in pratica, un mini-rimpasto.
Prodi a Palazzo Chigi, ai tempi. Fini, che pianificava il “regicidio” preve- re». Silvio Berlusconi era tranquillo, balternità anche metodologica alla Le- Quindi Fini ha chiesto esplicitamente
È allora che iniziano anche gli strappi dendo una sconfitta, deve trovare un’altro quasi allegro quando è uscito dalla ga. Il Cavaliere ha replicato di aver in- di mettere suoi uomini al posto di
della Fondazione FareFuturo, in tema di pretesto: la preponderanza della Lega. Gio- stanza di Gianfranco Fini, dopo il contrato Bossi perché si tratta del prin- Ignazio La Russa nel partito e di Mau-
immigrazione e di bioetica. Non che a Ber- ca ad alzare il prezzo: chiede la testa del pre- pranzo di due ore a Montecitorio con il cipale alleato e interlocutore di gover- rizio Gasparri come capogruppo a Pa-
lusconi si possano attribuire durezze di tipo sidente dei senatori Maurizio Gasparri, e presidente della Camera. «Ho man- no e comunque «non mi sembra di an- lazzo Madama. Se tutto ciò non acca-
clericale. Anzi ha proclamato l’anarchia dal quindi del coordinatore Ignazio La Russa al giato benissimo», ha detto il premier ai dare al traino della Lega visto che il mi- drà, il presidente della Camera è pron-
punto di vista dei princìpi, nel timore che ci posto del quale vorrebbe Pasquale Viespoli, giornalisti. Un incontro a cui il Cavalie- nistro dell’Agricoltura sarà Giancarlo to a costituire gruppi parlamentari au-
si divida su questioni morali. Il Cavaliere non Italo Bocchino. Come dire che nem- re è andato con la sicurezza di non ce- Galan». tonomi alla Camera e in Senato: in no-
porta pazienza. Ma se è destino che ci si meno i suoi storici compagni di partito si dere di un millimetro alle richieste Poi Fini si è lamentato anche del me c’è già, PdL Italia. «Rifletti bene su
debba scontrare, lo si fa. Quando si sta possono fidare di lui. avanzate dall’ex leader di An. Il quale è trattamento che negli ultimi tempi gli questa decisione, perché se fai un
le-journal-italienne.blogspot.com

PRIMO PIANO Venerdì 16 aprile 2010 5


@ commenta su www.libero-news.it

EX AN Il premier ha avvisato La Russa e Alemanno:


«Ricordate, ho fatto il PdL in un giorno e ve l’ho detto
dopo. E adesso, se voglio, lo disfo in mezza giornata»
addio Fini

LO SCENARIO
La tentazione di Silvio: subito alle urne
L’opposizione è inesistente e il Cavaliere sa che insieme a Bossi può vincere tranquillamente in due terzi del Paese
Andando rapidamente al voto si libererebbe definitivamente di Gianfranco e metterebbe un’ipoteca sul Quirinale
::: segue dalla prima autonomi». Apprese le intenzioni giorno e ve l’ho detto dopo. E l’opposizione, in questo momen- pranzo con Fini, scortato da presente che deve al PdL la presi-
FAUSTO CARIOTI dell’alleato-rivale, ieri mattina adesso, se voglio, lo disfo in mez- to, è semplicemente inesistente, Gianni Letta che ieri ha compiuto denza della Camera, e che quindi
. Berlusconi aveva lanciato il suo, za giornata senza dirvi nulla». e assieme a Bossi il Cavaliere si gli anni, tutto o quasi era già stato se lui lascia il partito deve abban-
(...) Italo Bocchino, vicepresiden- di avvertimento, chiamando al Dietro queste parole già affio- sente in grado di vincere nei due scritto. Durante il pranzo l’atmo- donare pure lo scranno più im-
te dei deputati del PdL, all’ora di telefono Ignazio La Russa e Gian- rava la solita tentazione di Berlu- terzi del Paese. Inoltre la prossi- sfera era tesa, ma l’“urlometro” è portante di Montecitorio, e lo ha
cena, ad avvertire gli uomini del ni Alemanno. Ovvero due ex aen- sconi: usare l’arma atomica con- ma legislatura sarà quella in cui stato insolitamente basso. Berlu- invitato a pensarci bene prima di
Cavaliere. «Guardate che Fini fa nini non catalogabili né come tro Fini e il centrosinistra, ovvero dovrà essere eletto il successore sconi non si è sforzato per tratte- rompere. Terminato il colloquio,
sul serio. O Berlusconi dà il trenta berlusconiani puri né come finia- ottenere dal Quirinale elezioni di Giorgio Napolitano. Perché nere Fini. Gli ha snocciolato son- il premier è uscito dalla sala da
per cento del partito a uomini di ni. Il messaggio era rivolto a loro anticipate. Tentazione che il re- farsi sfuggire l’occasione? Già. daggi dai quali emerge che il par- pranzo tranquillo e soddisfatto e,
sua assoluta fiducia, oppure è affinché lo recapitassero a Fini: cente voto alle regionali e alle am- Così, quando Berlusconi si è tito di Fini, da solo, avrebbe meno con serenità strafottente, se ne è
pronto a fare gruppi parlamentari «Ricordate, io ho fatto il PdL in un ministrative ha reso più forte: presentato a Montecitorio per il del 3% dei voti. Gli ha anche fatto andato in giro a fare shopping.
Sul documento di separazione
consensuale ora manca solo la
firma finale dei due, per la quale il
L’azzurro Quagliariello Cavaliere si è preso 48 ore di tem-
po, utili per vedere cosa combina

«Fini sta tradendo Fini. Il quale ha bisogno di alme-


no venti deputati per creare un
proprio gruppo alla Camera e di
i patti con gli elettori» dieci senatori per fare altrettanto
a palazzo Madama. Già oggi, a
Montecitorio, la maggioranza
::: BARBARA ROMANO che il centrodestra riesce a otte-
ROMA nere nelle votazioni è risicata, e
spesso - come raccontano le cro-
Senatore Gaetano Quagliariello, ci siamo? È la rottura? nache parlamentari - nemmeno
«Non penso. Fini ha il senso delle istituzioni. Si renderà di maggioranza si tratta. L’uscita
conto che un’iniziativa come quella della scissione del di una ventina di deputati dal PdL
gruppo lo porti in conflitto sia con la sua funzione istitu- sarebbe pesantissima. Ma l’ingo-
zionale, sia con la democrazia degli elettori di cui è stato vernabilità non terrorizza Berlu-
uno degli artefici. E inevitabilmente creerebbe le condi- sconi, il quale - anzi - è convinto
zioni per una fine anticipata della legislatura. Non penso che spaventi più i finiani che i
che porterà a termine questo percorso di rottura». suoi.
.
LE TAPPE Il presidente del Senato, Renato Schifani, ha detto che Tant’è vero che il premier, ieri
DI UN’AMICIZIA «quando una maggioranza si divide al proprio interno sera, ha mandato avanti il presi-
non resta che ridare la parola agli elettori». dente del Senato, Renato Schifa-
Alcune immagini di Berlusconi e «Il PdL è stato il fulcro di questa legislatura. Ogni partito ni, per “avvertire” gli uomini di
Fini. La prima foto, in alto a si- può migliorare, ma a tutte le elezioni alle quali il PdL si è Fini. «Quando una maggioranza
nistra, risale agli anni Novanta. Il presentato ha vinto. Uno dei perni di questo partito è il si divide non resta che dare la pa-
fondatore di Forza Italia e il leader rapporto diretto con gli elettori che lo hanno investito. Di rola agli elettori», ha sentenziato
di An discutono amichevolmente fronte a un trauma di questa dimensione, al PdL conver- Schifani. Il messaggio del Cava-
in occasione di una manifesta- rebbe riaffrontare la prova elettorale. Infatti, difficilmen- liere è chiaro: chi se ne va con Fini
zione: il loro rapporto è appena te la legislatura potrebbe sopravvivere, perché è difficile ha i giorni da parlamentare con-
iniziato. Il secondo scatto (in alto a che si possa compiere questa scissione senza che le con- tati, perché le elezioni sono dietro
destra), datato 2 dicembre 2006, li seguenze si riverberino sulla maggioranza. E non penso l’angolo e dovrà cercarsi una can-
vede insieme in occasione della che ci sia la possibilità di una maggioranza diversa da didatura al di fuori del comodo
grande manifestazione contro quella scelta dagli elettori. Quindi sono d’accordo con ombrello del PdL. È iniziato così
Prodi, quando il centrodestra por- Schifani sia in termini convenienza politica, sia conside- uno scontro in apparenza para-
tò in piazza due milioni di persone. rando l’evoluzione istituzionale della situazione». dossale, nel quale gli scissionisti
La terza e ultima foto (a fianco) li I finiani minacciano di fare gruppo a sé in Parlamento. finiani, spaventati dal voto antici-
ritrae mentre si abbracciano san- Quali potrebbero essere le conseguenze? pato, dicono che il governo deve
cendo la nascita del PdL: è il 29 «Questa è un’iniziativa della quale non si sono conside- comunque restare in carica sino
marzo 2009. Olycom e LaPresse rati bene le conseguenze, che sono difficili da calcolare. al termine della legislatura, men-
Probabilmente sono molto diverse dalle aspettative di tre chi il governo lo guida, e cioè
chi ha messo in moto questo processo». Berlusconi, freme per spingerli
Con i numeri che hanno i finiani alla Camera e al Senato, fuori dalla maggioranza e ottene-
non teme che possano fare fronda contro provvedimenti re lo scioglimento delle Camere.
gruppo autonomo, non solo sei fuori Tornato a Palazzo Grazioli, il Cava- partono dichiarazioni altalenanti. Da importanti come la riforma della giustizia? Comunque vada, Berlusconi è
dal partito, ma ti devi anche dimettere liere ha convocato i tre coordinatori una parte c’è chi getta acqua sul fuoco «Se questo progetto andrà veramente in porto, bisognerà convinto che per Fini questo sarà
dalla presidenza della Camera», gli ha (Bondi, La Russa e Verdini) che, rispet- e cerca di abbassare la tensione, valutarne la portata e quanti saranno effettivamente i il colpo decisivo. Se l’ex leader di
risposto il premier. Che poi gli ha mo- to a Fini, esprimono «profonda ama- dall’altra arrivano velate minacce. parlamentari che aderiranno alla scissione. E quel punto An sarà sconfessato dai suoi e non
strato alcuni dati: innanzitutto l’esi- rezza per un atteggiamento sempre «Non credo che Fini faccia sul serio. E molto probabilmente si valuterà che non ci sono i termi- riuscirà a mettere in piedi gruppi
guità delle presunte truppe parlamen- più incomprensibile». Poi è partito il comunque i parlamentari del PdL re- ni affinché la maggioranza vada avanti. Se poi chi ha ar- autonomi, Berlusconi confida
tari finiane, in secondo luogo un son- tam tam di telefonate per sondare de- steranno fedeli a Berlusconi», afferma chitettato questa secessione mira addirittura a mettere in che si dimetterà da presidente
daggio riservato che darebbe solo il 3 putati e senatori. Telefonate per capire Sandro Bondi. Mentre Renato Schifa- campo un governo diverso da quello che è stato scelto della Camera. Se invece Fini do-
per cento a una forza politica guidata davvero quanti parlamentari sono di- ni al Tg1 avverte: «Nel caso in cui il PdL dagli elettori, si accomodi, ma si prende una responsabi- vesse riuscire nel suo intento,
da Fini. «E comunque, se te ne vai, il sposti a seguire l’ex leader di An. «La si divida, non resta che ridare la parola lità storica grande quanto una casa». sancirà la fine della maggioranza
PdL continua anche senza di te e tra un sua è un’iniziativa suicida, ma nessu- agli elettori». Dunque, se Fini strappa, Fini ha torto a dire che vi stiate appiattendo sulla Lega? che aveva vinto le elezioni nel
anno si va a votare. E la gente è con no lo seguirà. Se vuole davvero rompe- si va dritti alle urne. Anche se qualche «La Lega rischia di fare il suo mestiere meglio del PdL. È 2008. E siccome maggioranze al-
me», sono state le ultime parole rivolte re, non sarò io a impedirglielo. Così berlusconiano avanza il timore che il berlusconiana: sostiene il premier e traduce sul territorio ternative non sono possibili, co-
dal Cavaliere a Fini. Berlusconi, però, non si può andare avanti: io voglio go- presunto gruppo parlamentare finia- la forza che gli deriva da questo appoggio. Temo che l’ini- me ripeteva ancora ieri sera il pre-
pur sicuro delle sue posizioni e del fat- vernare e fare le riforme e lui mi mette no possa crescere col tempo, acco- ziativa dei finiani per contrastare la Lega finisca col darle mier ai suoi, «in base al principio
to che saranno in pochi gli ex An dispo- di continuo i bastoni tra le ruote. Ma gliendo anche ex azzurri nemici più peso. Il PdL deve riappropriarsi della forza di Berlu- del rispetto della sovranità popo-
sti a seguire il co-fondatore del partito, stavolta basta, piuttosto si va a vota- dell’asse Bossi-Tremonti. E questo il sconi ed essere competitivo con la Lega sul suo terreno». lare si dovrà andare quanto pri-
non è voluto andare allo show down fi- re...», si è sfogato poi il Cavaliere con al- Cavaliere non può proprio permetter- È un messaggio per Fini? ma al voto». Con Fini, e quelli che
nale e si è preso 48 ore per decidere. cuni collaboratori. Dai suoi, intanto, selo. A quel punto meglio votare. «La sua iniziativa mi sembra a freddo, quindi sbagliata». lo avranno seguito, fuori dal PdL.
le-journal-italienne.blogspot.com

6 Venerdì 16 aprile 2010 PRIMO PIANO


@ commenta su www.libero-news.it

IL BOOMERANG DEGLI INSULTI La rabbia degli


addio Fini sconfitti produrrà una serie di fesserie madornali. Con un solo
risultato: rendere i leghisti sempre più graditi agli elettori.

Pierferdinando Casini
e Pierluigi Bersani (oly)

Finirà
male
L’ex di An approderà a sinistra con Bersani, Di Pietro, sai meno di prima e, soprattutto, sempre più logora, più fiacca, più dell’unità nazionale, dell’etica
vede restringersi i margini della noiosa pure agli occhi dei media delle responsabilità, ecc. ecc.».
Vendola e Casini. Se perdono, vanno a casa per sempre. sua manovra preferita. Sappiamo che la pompano da tempo. Dove approderà Fini? Ma che
bene quale sia: fare la parte del cu- La seconda opzione è proprio domanda: a sinistra. Qui verrà ac-
Se vincono, durano solo qualche mese. Non di più gino che rompe le scatole alla fa- quella insurrezionale. Che cosa si- colto con la fanfara dal democrati-
miglia, ma non rifiuta mai i van- gnifica? Che prima o poi Fini, co Bersani, dal giustizialista Di
taggi che gli derivano dalla paren- stanco di cuocere nel proprio lim- Pietro, dal comunista Vendola, da
::: segue dalla prima un alleato della Lega. Si tratta di me il sottoscritto. Non ho mai vo- tela. L’ultimo sgambetto a papà bo, deciderà di uscire dal Pdl. Or- qualche superstite radicale e forse
GIAMPAOLO PANSA Italo Bocchino, vicecapo del grup- tato per la Lega. L’ho pure criticata Silvio, alla vigilia delle regionali, è mai ha fatto tutte le svolte possibi- dal più bello del bigoncio, Pierfer-
. po Pdl alla Camera e presunta te- in tanti articoli e qualche libro. Ma stato senza riguardi: così come è li. E ha celebrato di tutto e di più. di Casini. Insieme tenteranno di
(...) non si presta mai attenzione. Il sta lucida del sub-partito di Gian- se l’andazzo sarà quello che im- oggi, il Pdl non mi piace, meglio Persino due leader storici dell’an- buttar giù il Berlusca e Umberto il
primo è la volgarità cafona degli franco Fini. Di fronte alla doman- magino, forse cambierò idea. non votarlo. tifascismo: ieri uno vivo, Pietro In- Barbaro. Prima però si scanne-
avversari di Umberto Bossi. Inve- da se ritiene possibile un premier E veniamo all’altro motivo che Che cosa potrà accadere d’ora grao, oggi uno morto, Pietro Nen- ranno su chi dovrà essere il Mago
ce difar tesorodegli insegnamenti leghista, ha sparato la sciocchezza spiega perché la Lega continuerà a in poi? Poiché non è pensabile che ni. Chi gli resta da celebrare? Forse di Oz, il leader capace di far uscire
che emergono dal successo leghi- della sua vita: «Assolutamente no. vincere. L’esito delle regionali ha Fini si zittisca, delle due l’una: o il Ferruccio Parri, forse Palmiro To- dal turbante la vittoria. Sarà Fini o
sta, ricorrono alla tecnica logora Meglio un premier gay che della certificato uno stato di fatto. Il Pdl Cavaliere lo metterà fuori dal Pdl o gliatti, forse persino il compagno Casini o l’invocato papa straniero,
dell’insulto. Senza riflettere che, in Lega». Proprio così ha detto, senza di Silvio Berlusconi ha perso voti, lui se ne andrà da solo. La prima Stalin, per restare nel campo degli moderato, centrista, federalista?
politica, offendere il nemico non rendersi conto di offendere sia i le- però non è finito gambe all’aria. opzione mi sembra improbabile. avversari di Mussolini. Il loro giorno della verità verrà
serve a niente. Perché tutti hanno ghisti che i gay. Tre sputacchi in Anzi, insieme a Bossi ha conqui- Berlusconi è furbo e non farà mai A quel punto Fini raccatterà il con una nuova campagna eletto-
il triplo pelo sullo stomaco e ci ri- pochi giorni. Ma siamo soltanto stato quattro regioni importanti nulla contro il presidente della proprio arsenale polemico, acca- rale, questa volta per conquistare
dono sopra. all’inizio. Aspettiamo che la Lega che prima erano governate dalla Camera. Chi sta seduto al vertice tastato nella breve stagione del il Parlamento. Ma per quel mo-
È dalla nascita che la Lega viene prenda possesso delle poltrone sinistra. Il Cavaliere è rimasto in di Montecitorio ha un potere sen- suo revisionismo opportunista, mento, il Bernacca della politica
sbeffeggiata. Ho fatto anch’io la che ha vinto. E faccia pesare all’in- sella e adesso può contare su una za eguali in una fase di riforme isti- fonderà l’ennesimo partitino ita- prevede soltanto tempesta. Se Fi-
mia parte. I leghisti sono ignoranti terno del centro-destra anche i Lega più forte di prima. Non credo tuzionali. liano e passerà sul fronte opposto. ni & C perderanno, andranno a
e rozzi. Parlano soltanto il dialetto voti conquistati alla fine di marzo. che il premier sia felice di questa Dunque il Cavaliere lascerà Fini Spiegando agli elettori quello che casa per sempre. Se vinceranno,
padano. Non sanno vestire né sta- Allora sì che la rabbia degli scon- condizione. Ma non è uno sciocco a cuocere nel suo brodo dissiden- gli ha insegnato a dire il suo spin- riusciranno a governare per qual-
re a tavola. Si baloccano con le fitti produrrà una serie di fesserie e farà buon viso anche al nuovo te. Senza muovere un dito per zit- doctor, l’eccellente Alessandro che mese, non di più. E torneran-
fonti del Po. Odiano i meridionali. madornali. Con un solo risultato: gioco. tirlo. Convinto che anche la guer- Campi: «Il finismo è altro dal ber- no a casa lo stesso.
Frequentano le osterie invece dei rendere i leghisti, per primo Bossi, Nel Pdl il vero sconfitto è un al- riglia di Fini, come tutte le guerri- lusconismo e dal leghismo, espri- Oggi mi sembra che la palla re-
salotti buoni. Snobbano gli intel- sempre più forti e graditi agli elet- tro: Gianfranco Fini. Dal voto lui è glie vere, senza un’insurrezione e me l’idea di una destra delle rego- sterà tra i piedi di Silvio e di Um-
lettuali e ne vengono snobbati. tori. Compresi gli astensionisti co- uscito con le ossa rotte. Conta as- una vittoria sul campo, diventerà le, del senso delle istituzioni, berto. Il Cavaliere deve stare at-
Praticano il razzismo. E vogliono tento a non pretendere troppo
spaccare l’Italia in due. dalla fortuna che sin qui l’ha con-
Anche dopo le ultime elezioni dotto per mano. Bossi ha l’obbligo
regionali e comunali, gli insulti
non hanno smesso di piovere. Me
Compagni confusi di non montarsi la testa. L’unico
nemico che la Lega deve temere è
ne sono rimasti in mente tre. Il pri-
mo veniva da un barone universi- La sinistra pensa già a una sponda sulle riforme la Lega. Se è vero che sta diventan-
do un partito nazionale, ha biso-
tario di Storia contemporanea, di gno di crescere. E non soltanto nei
cui ho dimenticato il nome. Inter- ::: ELISA CALESSI Naturalmente, come dice Nicola Latorre, il centrodestra no. Questo è un guaio per la de- numeri. Ma nella sua classe diri-
vistato dalla “Stampa” sulla vitto- ROMA primo dato è che «emergono due visione di stra, ma anche per il Paese». In una situazio- gente, nella sua saggezza, nel suo
ria di Roberto Cota in Piemonte, è fondo all’interno del PdL inconciliabili tra ne di questo tipo, concludeva, «temo che noi equilibrio e, ancora di più, nella
stato lapidario: «Sono arrivati i  L’ipotesi del voto anticipato, nel Parti- loro». E questo, per il Pd, non può che essere riforme non ne avremo». In realtà, c’è meno sua moderazione.
lanzichenecchi». Il secondo è to democratico, non è presa in considera- «un fatto positivo». Come dice Matteo Orfi- pessimismo di quanto Bersani dica. Lo Insomma, la Lega si guardi da
uscito dalle labbra del sindaco di zione. Perché, si dice, alla fine prevarrà l’in- ni, membro della segreteria, «dimostra che il smarcamento di Fini, si ragionava ieri nello se stessa. Per conquistare voti,
sinistra sconfitto a Mantova, la teresse a non rompere. E perché si spera di PdL non è un partito e che sta esplodendo staff del segretario, potrebbe, invece, avere adesso non ha più bisogno di urla-
povera signora Fiorenza Brioni. Il no. «Bersani lavora sulla prospettiva dei tre per delle contraddizioni interne insanabili». risvolti positivi. Se il presidente della Camera re, di mostrare i denti, di sfoggiare
suo ultimo sospiro prima di la- anni. Poi se c’è un’accelerazione, siamo L’asse privilegiato con la Lega e il dialogo sul- si rende autonomo da Berlusconi, il Pd po- arroganza. L’Italia è stanca di una
sciare il municipio suonava così: pronti», si dice. Semmai, si ragiona sulle rica- le riforme, ragiona Latorre, hanno accelera- trebbe trovare in lui una sponda. «Di fronte a politica rabbiosa, capace soltanto
«Temo una deriva leghista anche dute che questo scontro potrebbe avere sul- to questo processo: «Via via che si avvicina il una possibile riforma presidenzialista e ple- di seminare odio. E infine Bossi &
a Mantova, speriamo che non in- le riforme. C’è chi è convinto che sia una pie- confronto emergono due visioni strategiche biscitaria», si dice al Nazareno, «c’è una par- C lascino perdere la conquista
troducano il coprifuoco». Tradu- tra tombale sulle riforme (per Enrico Letta differenti». Il punto, però, sono le conse- te del centrodestra che reagisce e non ci sta. delle banche. Era il peggior vizio
zione: i leghisti sono uguali ai fa- con un PdL così spaccato il dialogo «è una guenze sulle riforme. «Ci sono problemi nel Se sono pronti a ragionare, si possono trova- della casta partitica della Prima
scisti e ai nazisti della nostra guer- presa in giro»). C’è chi, invece, spera possa centrodestra, non è novità», ha detto Pier re punti comuni». Antonio Di Pietro, invece, Repubblica. E anche della Secon-
ra civile, ci obbligheranno a resta- aprire spiragli positivi. Nel senso che potreb- Luigi Bersani al Tg3. «Nonostante tutto quel- spera in una conversione di Fini: ««Prima ci da. Ha portato sfortuna a chi vole-
re prigionieri in casa. be aprire un canale di dialogo diretto tra lo che si dice, noi siamo in grado di avanzare liberiamo del sistema piduista, meglio è. Mi va possederle. Stia attenta la Lega
Il terzo insulto ha il copyright di l’opposizione e il presidente della Camera. una proposta sulle riforme costituzionali, il fa piacere che lo abbia capito anche Fini». a non cadere nello stesso errore.
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 7


le-journal-italienne.blogspot.com

8 Venerdì 16 aprile 2010 PRIMO PIANO


@ commenta su www.libero-news.it

PAROLE FORTI Il ministro delle Riforme: «Chi è


addio Fini intelligente ha capito che abbiamo vinto tutto»
Pressing per gli assessori chiave in Lombardia e Veneto

Tocca a Bossi
LA LEGGE PADANA
Umberto Bossi è contro la riforma
della legge elettorale: «Se vuoi
vincere devi convincere la gente,
non cambiare la legge» (lap.)

::: GIULIANO ZULIN


 Missione compiuta. Um-
berto Bossi è riuscito a far uscire
di testa Gianfranco Fini. Il presi-
dente della Camera si era tratte-
nuto per mesi e mesi, logorando i
rapporti all’interno del PdL. Silvio
Berlusconi non riusciva a far usci-
re allo scoperto il cofondatore del
partito. Ha dovuto chiedere aiuto
fare futuro
al Senatur. E il leader padano non
ha perso tempo. Bossi ha alzato il
polverone durante la campagna
elettorale, con frecciatine conti-
nue al PdL: «troppo confuso», «li-
tigano per i posti». E dopo il suc-
cesso alle Regionali, il grande al-
leato leghista ha sparato ogni
giorno. In aria e ad altezza uomo.
Ha mandato avanti Roberto Cal-
deroli con la bozza delle riforme
da Giorgio Napolitano e Renato
Schifani. Non è andato però da Il Senatur ha logorato il presidente della Camera con veti sogno di assessori». In Lombar- fatto il lavoro sporco per conto
Fini. Coincidenza? Il ministro dia e Veneto. Il Senatur ci tiene a del premier. Ha logorato giorno
delle Riforme ha poi chiesto as- sulla legge elettorale e frecciatine fino a fargli perdere le staffe: tal punto da rimescolare le dele- dopo giorno l’ala finiana del PdL
sessori chiave nelle Regioni del ghe anche nella giunta di Zaia, («Meglio gay che leghista», Italo
Nord, ha puntato l’obiettivo sulle se si va a votare, il Carroccio avrà mano libera sulle riforme forse troppo veloce nel disegnare Bocchino). Ha protetto Berlusco-
banche «da prendere» e addirit- la squadra di governo regionale. ni da attacchi diretti. Ha riportato
tura non ha escluso che nel 2013 il Massimo Giorgetti, ex An, forse i temi leghisti al centro dell’agen-
premier possa essere un uomo cipo per non fare il terzo incomo- simo, perché con quella la gente menta anche la designazione di lascerà dopo nemmeno tre giorni da politica. Ha accelerato sulle ri-
del Carroccio. Se poi ci mettiamo do», sottolineava sornione il Se- va a votare. Se vuoi vincere devi Giancarlo Galan alle Politiche l’Agricoltura. La vuole Bossi. forme che non piacciano a Fare-
il fatto che dopo le elezioni l’Um- natur. E intanto parlava con i convincere la gente a votarti, non Agricole in sostituzione di Luca La strategia del leader del Car- Futuro. Ha spinto Fini a commet-
berto e Silvio si sono già visti due giornalisti, dispensando punzec- cambiare la legge elettorale». Il ri- Zaia: «Noi siamo dei signori e non roccio si è capita bene durante la tere il primo fallo. Ora, agli occhi
volte, mentre il Cavaliere ha rin- chiature per i finiani: «La legge ferimento al presidente della Ca- facciamo storie come la sinistra o campagna elettorale, anche per- dell’opinione pubblica, sarà lui il
viato fino a ieri il tanto atteso ver- elettorale - che Gianfranco vor- mera è più che sottinteso. Senza come qualcun altro.... Noi faccia- ché - fra alleati seri - i patti si but- colpevole della rottura. Quello
tice con l’ex leader di An, si capi- rebbe cambiare - funziona benis- nominare l’ex leader di An com- mo le cose e per farle abbiamo bi- tano giù prima della battaglia. Ha che è uscito dalla casa del padre
sce perché Fini ha perso il con- del PdL. I risultati del 28-29 mar-
trollo. La strategia dell’impazzi- zo hanno dimostrato la piena fi-
mento, messa in piedi dalla volpe ELEZIONI DA RIFARE ducia degli elettori nei confronti
padana, ha raggiunto il risultato della coppia Bossi-Berlusconi.
prefissato.
Anche ieri Bossi ha continuato L’“inciucio” finisce in tv e a Latina i consiglieri sfiduciano il sindaco Certo, con i gruppi separati alla
Camera ci saranno non pochi
a “dar fastidio”. Passeggiando a problemi per il cammino delle ri-
pochi metri dalla stanza di Mon- Ex azzurri ed ex An non si sono mai amati a natore regionale del partito, per rimarcare conversazione tra il governatore del Lazio forme. I futuribili membri del
tecitorio, dov’era in corso il sum- Latina, al punto che in consiglio comunale la mancanza di disponibilità nei loro con- Renata Polverini e Zaccheo in cui il sindaco PdL Italia metteranno talmente
mit fra i due fondatori del PdL, ha hanno preferito mantenere due gruppi di- fronti da parte del sindaco Vincenzo Zac- raccomanda le figlie e chiede al presidente tanti paletti da allungare all’infi-
voluto far sapere che «chi è intel- stinti piuttosto che confluire nel Pdl. Per cheo. Ma è stato un servizio di Striscia la No- della Regione di non appaltare più nulla a nito lo slalom del Senatur. Si ri-
ligente ha capito che abbiamo non parlare delle tensioni dei giorni scorsi, tizia a spingere 22 consiglieri (12 consiglieri Fazzone. Da qui la rottura definitiva con le torna dunque a parlare di elezio-
vinto tutto»: in pratica era diven- quando i consiglieri azzurri hanno messo a ex Fi, 6 del Pd e 4 di una Lista civica di oppo- dimissioni dei consiglieri, lo scioglimento ni anticipate. Una manna per Sil-
tato il convitato di pietra del disposizione il loro mandato nelle mani di sizione) a dimettersi e a far ipotizzare nuove del Comune e il sindaco costretto a lasciare vio e Umberto.
pranzo del divorzio. «Non parte- Claudio Fazzone, senatore del Pdl e coordi- elezioni: su Canale 5 è stata trasmessa una l’incarico «con amarezza». Tocca alla Lega fare futuro.
le-journal-italienne.blogspot.com

PRIMO PIANO Venerdì 16 aprile 2010 9


@ commenta su www.libero-news.it

LE REAZIONI Per Bonaiuti le richieste di Bossi


sono «esagerazioni giornalistiche». Il vicepresidente
di Unicredit: «Fa un’Opa? Il mercato è contendibile»
addio Fini

SPORTELLO PADANO
La banca del Nord fa paura ai politici
Nel PdL c’è chi tenta di frenare le ambizioni del Carroccio. Scajola: «Teniamo la politica il più lontano
possibile dalla finanza. Le parole di Bossi? Una battuta». Ma tra i bancari crescono le “conversioni” al leghismo
::: CAMILLA CONTI tentato di far passare le ambizioni del Carroccio co- bene. Bisogna chiedere a Bossi. Vuole fare un’Opa? Il rentisti. Nelle filiali, soprattutto quelle del Nord, au-
me una provocazione. «Teniamo la politica il più lon- mercato è contendibile». Il popolo della Lega invece mentano le “conversioni” leghiste. Le prospettive di
 «Chi è intelligente ha capito che abbiamo vinto tano possibile dalla finanza. Intendo le parole di Bos- non ha dubbi: su Radio Padania Libera ieri sono miglioramento salariale sono modeste a causa delle
tutto e fatalmente ci toccherà anche una fetta di ban- si solo come una battuta nel senso che il sistema fi- giunte decine di telefonate contro “chi in questi anni cure dimagranti imposte dai capi del personale (dagli
che», ha rincarato la dose Umberto Bossi. Perché si nanziario deve essere sempre più attaccato al territo- ha solo pensato a fare finanza senza aiutare le impre- straordinari non pagati all’uso della propria autovet-
tratta di mantenere una promessa fatta nel corso dei rio per aiutare la risoluzione dei problemi», ha detto il se, anche quelle piccole e artigiane”. tura per andare a trovare i clienti invece dell’auto di
lunghi giri elettorali per le valli padane. Il Senatur ha ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola. Se la banca padana viene ancora mal digerita da servizio). Dopo la stagione delle grandi aggregazioni
garantito che la Lega non avrebbe mai abbandonato i Stessa musica da Paolo Bonaiuti, sottosegretario alla politici e banchieri, il disegno di Bossi sta però facen- bancarie che hanno allontanato lo sportello dal terri-
piccoli e medi imprenditori “strozzati dalla crisi”e dal presidenza del Consiglio, che ha definito le richieste do leva sul mal di pancia dei bancari. Ovvero di torio di riferimento, i bancari vogliono riavere la di-
blocco dei fidi. E così sarà. di Bossi «tutte esagerazioni giornalistiche». Sembra quell’esercito dietro allo sportello che negli ultimi an- gnità che un tempo li accomunava ai notabili di pae-
L’Opa di Umberto sulle banche però fa paura ai non prenderla troppo sul serio anche il vicepresiden- ni è stato costretto a fare da cuscinetto fra il pressing se insieme al sindaco, al dottore e al farmacista. E con
politici. Anche a quelli del PdL che infatti ieri hanno te di Unicredit, Fabrizio Palenzona: «Non ho capito commerciale dei quadri intermedi e la rabbia dei cor- Bossi banchiere la rivincita sembra più vicina.

I rischi del provincialismo Memoria corta


Se l’istituto dà i soldi solo agli amici La sinistra attacca il Senatur
il sistema finisce in miseria ma Prodi fece di peggio col vescovo
::: DAVIDE GIACALONE diamo mettere i nostri uomini a tutti i li- ::: FOSCA BINCHER di amministrazione di casse di risparmio
velli delle banche. E, anche in questo caso, e di fondazioni bancarie pullulano di ex
 L’ingenuo Piero Fassino s’entusia- non troverà convincente opposizione  Qualche tempo fa Pier Ferdinando dirigenti di partito. Qualcuno lo ha fatto in
smava all’idea che si potesse avere una nella sinistra, i cui banchieri si mettevano Casini confidò a un suo amico alto prelato un passato lontano, quando era sindaco
banca, e non s’avvedeva che i compagni in fila davanti ai gazebo, per partecipare al un episodio dell’inverno 2003. All’epoca a di un comune o consigliere provinciale e
scalatori avevano già fatto cassa, per sé. rito sciocco e falso delle presunte prima- Bologna aveva annunciato le dimissioni regionale vestendo la maglia della Dc, del
Umberto Bossi non pensa di far scalare le rie, ma, anzi, in quelli troverà una sponda, per limiti di età il cardinale Giacomo Biffi. Psi e in qualche caso del Pci. Tanti hanno
banche, e l’unica realizzata sotto la regia disposta a rimpallare qualsiasi cosa, pur Circolava da qualche settimana il nome trascorsi politici assai più recenti. Quasi
verde ha dimostrato che non è facile far di non essere abbattuta. del successore, l’attuale cardinale Carlo tutti hanno militato nella seconda Re-
tornare i conti. Le parole del capo della Le- Tutto questo può appassionare, e già Caffarra. Fu allora che Casini- in quel mo- pubblica nello schieramento di centrosi-
ga, non solo riportano in evidenza il mai vedo diffondersi i tabelloni di gioco, con mento alleato di Berlusconi, ricevette nistra. Basta guardare le biografie degli at-
tramontato rapporto fra banche e potere, immaginari risiko bancari in cui tutti cre- un’inattesa telefonata. Quella di Romano tuali consiglieri di amministrazione di
ma segnalano la vicinanza con il tema del- dono d’essere i più scaltri, così come si Prodi, presidente dell’Unione europea: casse di risparmio e di fondazioni banca-
le riforme istituzionali. diffondonoi risikoistituzionali,in cuicia- «Pier, hai sentito che vogliono fare Caffar- rie. E perfino i consigli delle grandi ban-
L’ostinata conservazione della struttu- scuno assembla il proprio modello, co- ra? A Bologna, bisogna che anche tu ne che che ne sono l’emanazione. In Banca
ra costituzionale del passato, non solo piando in giro per il mondo quello che gli parli con i tuoi amici in Curia, che scon- Intesa siede un ex deputato dei Ds come
non favorisce la sopravvivenza degli equi- pare, ma, in tutti e due i casi, rischiamo di giurino questa eventualità. Bisogna pre- Ferdinando Tragetti. In Unicredit group
libri di un tempo, ma rischia di mettere il avere prodotto ingestibili, vetture con tre servare anche la Cassa di risparmio, evita- nel board di comando c’è un ex sottose-
federalismo e i nuovi orientamenti eletto- motori, perché un amico li vende, e nean- re di cambiare la linea di gestione…». Ca- gretario di tre governi, come Marianna Li
rali sulle spalle di un’architettura costitu- che una ruota, animali misti che somma- sini sostiene di essere stato molto secco Calzi. Fu prima di Forza Italia, poi dinia-
zionale che, sotto quel peso, schianta. Se no difetti anziché pregi, ritrovandosi con nella risposta: «Romano, non ricordi quel na. Sottosegretario nel primo e nel secon-
si vuole conservare lo spirito della Carta, si le branchie in alta montagna. Un sistema che diceva il tuo amico don Giuseppe do governo guidato da Massimo D’Ale-
dovrebbe cercare di cambiarla. Così le creditizio che funziona serve a portare i Dossetti sulla distinzione fra Stato e Chie- ma. Sottosegretario nell’ultimo governo
fondazioni bancarie, con i loro ancoraggi quattrini verso le imprese che sanno farlo sa? E allora, lasciare fare alla Chiesa le sue di centrosinistra di quella legislatura, gui-
municipali e la loro dipendenza dai cam- fruttare, così alimentando consumi e ri- nomine senza metterti in mezzo…». dato da Giuliano Amato. Nello stesso
panili, dovevano accompagnare il pas- sparmi, quindi accrescendo il monte del La preoccupazione di Prodi era reale. consiglio siede Donato Fontanesi, uno
saggio dalle banche dirette dalla politica credito stesso, che riparte per creare altra La Diocesi di Bologna, così come tutte le dei manager più importanti di Legacoop:
nazionale, mediante le liturgie del Comi- ricchezza. Se, al contrario, le banche pre- altre dell’Emilia Romagna e molte altre, non ha mai fatto politica direttamente,
tato Interministeriale per il Credito e il Ri- stano i soldi agli amici, ai compaesani, o a aveva il diritto di nominare suoi esponen- ma non si può dire che fosse estraneo alla
sparmio, e con l’uso codificato della lot- quelli cuigià neprestarono troppi,quindi ti nel consiglio delle locali fondazioni galassia dell’ex Pci. Viene dalla politica
tizzazione, a banche più vicine al merca- preferiscono tenerli in vita, pur essendo bancarie. E quindi un peso non indiffe- anche un big come il vicepresidente Fa-
to, e da questo possedute. Senonché, gli bolliti, per non ammettere l’errore e iscri- rente nelle loro scelte. Che Prodi - allora brizio Palenzona. In Unicredit banca c’è
strumenti non sono indifferenti a chi li vere il buco a bilancio, va a finire che il si- confinato a Bruxelles - fosse così attento un altro manager di Legacoop, Rolando
usa. La Lega ha in animo di usare le fonda- stema produce miseria, sebbene allog- anche all’influenza di una scelta di cultu- Chiossi, e quattro consiglieri di ammini-
zioni per riportare il dominio della politi- giata nel lusso. Dobbiamo stare molto at- ra ecclesiale piuttosto che un’altra sulla strazione che hanno fatto politica in pri-
ca centralizzata sulle banche. tenti, davanti alla sfida delle riforme, a gestione delle scelte bancarie, è l’indica- ma persona. L’ex dc Paolo Pignata (sinda-
Venti anni dopo si compirebbe il ciclo non innamorarci dei nostri difetti, scam- tore più evidente di quanta invasività co nel trevigiano per 14 anni). Il Pd Luigi
completo, con la Lega che prende vita ur- biandoli per particolarità. L’enormità del avesse la politica nella gestione del mon- Gilli, fino al 2009 assessore nella giunta re-
lando contro il centralismo e la spartizio- debito pubblico ci ha preservato dall’er- do delle casse e delle fondazioni bancarie gionale rossa per eccellenza, quella
ne egiunge reclamando la propriafetta di rore di gettare denaro pubblico nella for- che ne sono stata l’evoluzione giuridica. A dell’Emilia Romagna. Politico a tutto ton-
potere. Né la cosa è nuova o deve stupire, nace della crisi. Ma questo non significa Bologna non riuscì l’opera di interdizio- do, di centrosinistra (o liste civiche) anche
perché quando la crisi ha mostrato il suo che il debito pubblico sia una bella cosa. ne, a Cesena sì. Esiti più o meno fortunati il consigliere Giovanni Spandonaro, già
volto peggiore, quando il governo s’è La scarsa apertura al mercato ha consen- a parte, è difficile ora comprendere lo sindaco di Asti, poi assessore provinciale.
mosso per salvare i posti di lavoro, utiliz- tito alle nostre banche di ridurre i danni. scandalo suscitato dalle parole di Umber- Politico anche Emilio Lombardi, segreta-
zando la cassa integrazione in deroga, ha Ma ciò non vuol dire che il provincialismo to Bossi per il desiderio della Lega di an- rio piemontese dei repubblicani europei
anche pensato di disciplinare i flussi del spartitorio sia una bella cosa. Dobbiamo dare a «prendere le banche del Nord». e animatore alle penultime regionali della
credito che avrebbe dovuto tenere in vita sperare che le imprese e i cittadini chieda- Quasi ridicolo lo scandalo per l’invasività lista Insieme per Bresso. È stato vicepresi-
le imprese pericolanti, mediante l’uso dei no banche serie, sane e funzionanti, al - una volta tanto dichiarata - della politica. dente della provincia di Cuneo e assesso-
prefetti, ovvero di quella istituzione che servizio di un Paese che ha una capacità di Le casse di risparmio italiane sono state re regionale proprio con la Bresso. Da an-
incarnava il centralismo giolittiano. Non risparmio altrove sconosciuta. Gli unici nella prima Repubblica il braccio finan- ni la politica è padrona in banca e la sini-
ha funzionato, ma la Lega, pragmatica- banchieri amici, per la collettività, sono i ziario naturale dei partiti, che le hanno stra non ha poltroncine di seconda fila.
mente, era interessata al risultato. La gen- banchieri veri. occupate quasi militarmente. Sono cam- Che lo si scopra per una dichiarazione di
te ce lo chiede, sostiene Bossi, e noi inten- www.davidegiacalone.it biati i partiti, non l’occupazione. Consigli Bossi, è un sintomo dell’italica ipocrisia.
le-journal-italienne.blogspot.com

10 Venerdì 16 aprile 2010 ITALIA


@ commenta su www.libero-news.it

::: I PRIGIONIERI IN AFGHANISTAN


Puntata terzomondista

Strada ad Annozero
fa un comizio anti-Cav
sulla pelle dei suoi
Da Santoro parte l’offensiva contro la lotta al terrorismo
degli Usa e il blitz degli afgani nell’ospedale pacifista
::: FRANCESCO BORGONOVO cattivi della situazione sono gli altri, in partico-
lare gli americani. E gli inglesi, che avrebbero -
 A sentire quello che dicono, sembra che i dice il medico attivista, subito smentito da La
tre italiani di Emergency siano sequestrati a casa Russa - partecipato all’arresto farsa degli opera-
di Ignazio La Russa, o magari di Berlusconi in tori italiani.
persona. Ma in fondo, a Gino Strada pare non Dei quali però si parla poco, e ogni volta sfo-
importare più di tanto la sorte dei suoi opera- rando in argomentazioni politiche. Il ministro
tori. Per la maggior parte del tempo, durante la della Difesa ci prova: spiega che oggi alle undici
puntata di ieri di Annozero, ha pontificato i diplomatici italiani potranno incontrare a Ka-
sull’uso della violenza, sull’impiego delle armi, bul Marco Garatti, Matteo Pagani e Matteo
sui governi cattivi: ha sfoderato tutta la retorica Dell’Aira. Illustra tutte le misure prese dall’ese-
pacifinta che già conosciamo attraverso i suoi li- cutivo per favorire la loro liberazione (la lettera
bri . di Berlusconi a Karzai, le richieste alle autorità
afghane). Riconosce anche dei meriti a Emer- pisce un tubo. Tranne che la truppa santoriana presente in studio, è un «pazzo» perché sostiene
GLI OCCUPANTI CATTIVI gency. Ma non serve a nulla. A Strada e Santoro «sta con Emergency» e non certo con il governo che spesso le ong aiutano - pur involontaria-
Sollecitato da Santoro e dalla direttora non interessa. Loro vogliono spiegare al mondo italiano. Il quale viene accusato dalla maggio- mente - i governi autoritari dei Paesi del Terzo
dell’Unità Concita De Gregorio, ha spiegato che che Berlusconi e i suoi difendono solo i propri ranza degli ospiti (Di Pietro, la De Gregorio ec- mondo. Fa pubblicità alla sua manifestazione di
le forze internazionali presenti sul suolo afgha- interessi. cetera) di non fare abbastanza per liberare gli sabato a Roma. E tutti gli vanno dietro, prote-
no sono “di occupazione”. Ne ha approfittato operatori italiani, preferendo occuparsi dei casi stando contro l’intervento militare in Afghani-
per dire che coloro i quali usano le armi - il ri- IL GUAZZABUGLIO personali del Cavaliere. A un certo punto, La stan: sembra di stare ai tempi del governo Prodi.
ferimento ai soldati americani, inglesi e italiani è La puntata è un guazzabuglio: si parla un po’ Russa mostra la vignetta di Staino apparsa Assistiamo a un crescendo di propaganda an-
ovvio - sono «terroristi». Ha fatto ricorso alle fu- di Fini, poi Travaglio legge un editoriale contro sull’Unità in cui si scherza sull’incidente aereo tibellicista, con il dottore-santone dalla barba
misterie terzomondiste tipiche del Manifesto la bozza di riforme di Calderoli, quindi Concita che ha decapitato il governo polacco (segue bat- bianca a farla da padrone. E i tre operatori di
(sarà che Santoro è interessato al quotidiano co- spiega che Napolitano è sotto attacco, da Bolo- tuta: «A chi tutto e a chi niente», con riferimento Emergency? Offuscati dal baillame politicante e
munista, ultimamente) per sostenere che i ta- gna c’è Sandro Ruotolo in collegamento assie- a Silvio). Segue un rumoroso alterco tra lui e sinistrorso.
lebani sono in realtà dei resistenti, gente che me al filosofo Bonaga che manifesta per la Co- Santoro, che urla: «Non siamo al fascismo! Stai- Alla fine, con chiarezza si capisce solo una co-
combatte contro chi vuole invedere uno «Stato stituzione. C’è pure una ragazzina iscritta, non no deve essere libero!». sa: se i tre italiani nelle mani dei Servizi afghani
sovrano». si sa perché (per difendere la Carta, dice lei), Nel frattempo, Strada straripa, ogni suo inter- saranno salvati, non sarà per merito di Gino
Insomma: i talebani sono come i partigiani, i all’Associazione nazionale partigiani. Non si ca- vento è un comizio. Dice che Edward Luttwak, Strada o di Michele Santoro.

La ritirata dei comici


Da Paolo Rossi a Staino: a sinistra non c’è più niente da ridere
::: ANDREA SCAGLIA gnor Rossi un paragone che più calzante sposto che insomma, il Pd non è un taxi su Staino. Basta leggere l’intervista che ha ri- sentite qua: «Siamo spompati, sfiniti da
non si può, a demolire in cinque parole il cui si sale a comando, e lui di contro aveva lasciato al sito internet stivalebucato.it, questa presenza di Berlusconi. Io avrò
 Ora, che per la sinistra o presunta dilagante travaglismo manettaro: «Di replicato che «no, giusto, non è un taxi: mica per niente intitolata “Sull’orlo di fatto migliaia di vignette su Berlusconi.
tale sia un periodaccio non è davvero in Pietro? Mi ricorda un poliziotto cubano», questo partito è un carro funebre». Ecco, i una crisi di satira”. Quasi una confessio- Cerco disperatamente di spostarmi e tro-
discussione. Ma qui la situazione peggio- immagine per la verità alquanto efficace. due almeno su questo sono d’accordo. ne: «Abbiamo fatto tanti di quei danni, da vare altri argomenti, perché Berlusconi è
ra giorno dopo giorno. E persino gli attori- E sarcastico appare anche il riferimento a E dunque, su questa sinistra c’è ormai comunisti. Il comunismo ha creato dei diventato un po’ una persecuzione». E
comici-umoristi, coloro che un tempo Beppe Grillo, il «capopopolo» che «da poco o nulla da ridere, altroché. E ce n’è mostri ovunque sia stato applicato. Pen- qui già s’intravede l’impotenza della sini-
rappresentavano l’estrosa avanguardia buon genovese, è molto portato ad affer- un’altra, di (temporanea?) defezione ec- so all’Urss, all’Albania... a Cuba, che an- stra attuale, la povertà delle proposte po-
dello schieramento progressista, ora son rare i concetti economici». Proprio Grillo, cellente. Trattasi di Sergio Staino, il dise- cora oggi vive in uno stato di polizia, di in- litiche alternative al Cavaliere. Ma la stoc-
lì a storcer la bocca, allargar le braccia e che però nemmeno lui è mai stato tenero gnatore satirico “papà”di Bobo, quel bar- giustizia enorme» (e sempre occhio a cata arriva subito dopo: «In vent’anni i di-
dirne di ogni ai “dirigenti”, che per la veri- con il Partito Democratico e il centrosini- buto compagnone che da tempo imme- Gianni Minà, che gli viene la ricaduta). rigenti della sinistra non sono riusciti a
tà nemmeno si sa verso dove dirigano. stra tutto: quando sembrava che dovesse morabile punzecchia dalle pagine Certo, non è che Staino sia stato folgorato fermare la crescita di Berlusconi. I D’Ale-
Prendiamo allora Paolo Rossi, intervi- candidarsi alle primarie, gli era stato ri- dell’Unità. E pare esasperato sul serio, sulla via di Arcore, ci mancherebbe. Ma ma, i Veltroni, i Fassino e i Bersani in un
stato ieri sul Corriere da Aldo Cazzullo. E altro Paese non sarebbero ancora lì, ci sa-
insomma, fa impressione. Lui, il resistente rebbe stato un ricambio ai vertici. Do-

“ “ “
televisivo ante-litteram, esempio impre- vremmo interrogarci, più che sul feno-
scindibile per tutti i luttazzi e le dandini, meno Berlusconi, sul fenomeno dei diri-
quello che massacrava Craxi e Berlusconi genti di sinistra». Detto da uno che lavora
con tono sprezzante, ecco, oggi lui sostie- per il quotidiano del Partito Democrati-
ne invece che «non giudico Bettino, non co, non è male.
giudico chi non può rispondere». Ma poi E mica è finita qui. Giusto qualche me-
c’è quest’altra che è ancor più grossa: «I se fa, è esploso in rete anche lo psico-
parametri di destra e sinistra non sono dramma provocato dalle dichiarazioni di
più validi. E a volte, quando incontro un Sabina Guzzanti, la Giovanna D’Arco de-
esponente di sinistra, mi viene da sentir- gli anti-Berlusca. E che ha detto mai?
mi un po’ di destra». Pensa te, Paolo Rossi Niente: subito dopo la statuetta tirata in
che quasi quasi pende a destra: e chi faccia al premier, la Guizzanti s’è permes-
l’avrebbe mai immaginato? Senza conta- sa di scrivere sul suo blog di aver provato
re che demolisce finalmente l’ormai tra-  A volte, quando incontro  Dovremmo  Il Pd ormai è alla frutta «moltissima pena» per l’odiato caimano,
ballante altarino così amato da pugni- un esponente di sinistra, interrogarci, più che sul ... Mi hanno detto che quel e addirittura «stima per la fierezza» con
chiusi vecchi e giovani, quello di Cuba e mi viene da sentirmi un po’ fenomeno Berlusconi, su partito non è un taxi: cui ha esposto il viso sanguinante. Anche
del compagno Fidel: «Proprio chi si è en- qui, non si tratta certo di inversione poli-
tusiasmato per la rivoluzione cubana - di- di destra. Di Pietro? Pare quello dei dirigenti di è vero, il Pd non è un taxi, tica, ma comunque apriti cielo: in tantis-
ce - non deve vergognarsi ora di criticare il un poliziotto cubano. sinistra che sono ancora lì. è un carro funebre. simi si son mostrati increduli, delusi, in-
regime di Castro». Non ditelo a Gianni cazzati per qualcosa vissuto quasi come
PAOLO ROSSI SERGIO STAINO BEPPE GRILLO
Minà, che gli viene il coccolone. . . . una resa. Per dirla con Paz, il segno d’una
A proposito di Cuba, eccoti poi dal si- resa invincibile.
le-journal-italienne.blogspot.com

ITALIA Venerdì 16 aprile 2010 11


@ commenta su www.libero-news.it

::: I PRIGIONIERI IN AFGHANISTAN


Sospetti terroristi

Furia Frattini: così fa danni


Ma può già liberarne due
Emergency attacca, ma dopo il logista pure l’infermiere verso la scarcerazione
::: MARCO GORRA precisione i capi d’accusa. dagli afghani. Se la sicurezza af- al più presto alle autorità italia-
ROMA Sempre ieri, la presidenza ghana avesse arrestato tre ame- ne risposte concrete e soddisfa-
della repubblica afgana ha fatto ricani un quarto d’ora dopo ci centi, tali da accertare la verità
 Due su tre. Il governo ita- sapere di avere ricevuto la let- sarebbero stati cento marines dei fatti». Di tutt’altro avviso il
liano avrebbe ottenuto la libe- tera inviata da Silvio Berlusconi che sarebbero entrati e li avreb- Partito democratico. Il leader
razione di due dei tre coope- ad Hamid Karzai. Una lettera bero liberati». Stesso tenore in Pier Luigi Bersani ha accusato
ranti di Emergency arrestati sa- che ricalca quella mandata nei una lettera di Strada a Repub- apertamente il governo di non
bato scorso a Lashkar Gah con giorni scorsi dal ministro degli blica, dove il chirurgo afferma essersi speso a sufficienza: «Ol-
l’accusa di terrorismo. Oltre al Esteri Franco Frattini, nella che «neanche un demente» po- tre all’azione diplomatica effi-
logista Matteo Pagani - il via li- quale si chiede alle autorità di trebbe credere alle accuse con- cace», ha detto Bersani, «una
bera sulla cui scarcerazione sa- Kabul di rispettare i diritti legali tro Emergency e che a dare cre- parola in più sul ruolo e il signi-
rebbe già stato incassato mer- dei tre fermati e di garantire dito alle medesime in Italia so- ficato della presenza di questa
coledì - dovrebbe presto uscire tempi brevi e definiti per le in- no stati «pochi mediocri». Pa- grande organizzazione sarebbe
di prigione anche l’infermiere dagini. Analoghe richieste sono role che hanno innescato la du- stata gradita».
Matteo Dell’Aira. A seguito di giunte al governo afgano da ra reazione della Farnesina:
contatti informali avuti ieri dal- parte di Onu e Amnesty inter- «Frasi e comunicazioni come CAMBIO DI PIAZZA
la nostra diplomazia con le au- national. Oggi, i tre riceveranno quelle attribuite a Gino Strada», Crescono le adesioni, infine,
CONDUTTORE torità afgane, la posizione a Kabul la visita di Massimo si legge in una nota diffusa in per la manifestazione a soste-
Michele Santoro è nato a dell’infermiere si sarebbe note- Iannucci, inviato speciale della serata dal ministero, « sarebbe- gno di Emergency in program-
Salerno il 2 luglio 1951. Ex volmente alleggerita. Niente di Farnesina. Con lui ci sarà an- ro da evitare nell’interesse dei ma per domani pomeriggio.
eurodeputato di centrosini- stabilito circa tempi e modi del che l’ambasciatore italiano in connazionali la cui tutela è as- Inizialmente prevista a piazza
stra, è il conduttore di An- rilascio, ma per Pagani e Afghanistan Claudio Glaen- soluta priorità del governo ita- Navona, la mobilitazione è sta-
nozero. Il 5 novembre 2007 è Dall’Aira il peggio dovrebbe es- tzer. liano». Il pressing della maggio- ta spostata nella più capiente
stato condannato dal Tribu- sere passato. Lo stesso non può ranza, intanto, continua. Il mi- piazza San Giovanni (in serata
nale di Varese per diffama- dirsi per il terzo arrestato, il chi- FRATTINI VS. STRADA nistro della Difesa Ignazio La il Comune di Roma ha accor-
zione a mezzo televisivo. Nel rurgo Marco Garatti. Secondo i Sul versante politico, ieri è Russa ha detto senza mezzi ter- dato il via libera). Gli organizza-
2000, infatti, aveva accostato servizi segreti di Kabul, il medi- stato il giorno dello scontro tra mini che «l’Afghanistan ha un tori - che parlano di centomila .
INGUAIATI
in una puntata della trasmis- co avrebbe avuto un ruolo nel ministero degli Esteri e Gino debito di riconoscenza nei no- firme al giorno sul sito di Emer-
sione da lui diretta “Il raggio sequestro dell’inviato di Re- Strada. Ad aprire le ostilità, il stri confronti e non potrà non gency - hanno invitato i parte- Dall’alto il chirurgo
verde” l’associazione cultu- pubblica Daniele Mastrogiaco- fondatore di Emergency: «Il go- considerare la nostra richiesta cipanti a non presentarsi con Marco Garatti, Mat-
rale “Terra Insubre” ad alcuni mo (che ieri ha smentito di verno», ha detto in un’intervi- precisa di garantire i diritti di bandiere o simboli di partito teo Pagani Gauzzugli
movimenti razzisti di estrema averlo mai conosciuto). La sua sta al sito Affari italiani, «ha la difesa degli italiani arrestati». Il ma soltanto «con uno straccio Bonaiuti e l’infer-
destra. Ad Annozero si av- posizione, riguardo a questa ed responsabilità di proteggere i sindaco di Roma, Gianni Ale- bianco di pace» per evitare di miere Matteo Dell’Ai-
vale della collaborazione di altre vicende, è tutt’ora al va- propri connazionali, non c’è manno, «auspica che il governo dare coloriture politiche ad un ra Ansa
Marco Travaglio Emmevi glio, e ancora per qualche gior- dubbio. O non l’ha fatto o non afgano garantisca i diritti dei tre evento che si vuole soltanto
no sarà difficile saperne con gli è stato consentito di farlo operatori e che vengano fornite umanitario.

SOLO DA KIA.
Gamma cee’d da 12.400 €**

t dda 117.950
Sportage
S 7 950 €****
Picanto da 6.550 €*

Soull da 113.900
3 900 €**
enga da 13
Venga
V 13.900
3.900 €*€*
DISPONIBILI ANCHE GPL www.kia-auto.it
Garanzia 7 anni/150.000 km. Per le motorizzazioni Bi-Fuel la garanzia è di 3 anni/100.000 km. Tutti i dettagli presso i concessionari. Consumo combinato (l x 100 km): Picanto da 4,8 a 7,6 – Venga da 4,7 a
7,0 - gamma cee’d da 4,3 a 9,0 – Soul da 5,2 a 8,3 – Sportage da 7,0 a 11,2. Emissioni CO2 (g/km): Picanto da 111 a 137 – Venga da 124 a 164 - gamma cee’d da 113 a 158 - Soul da 135 a 155 - Sportage da 176 a 237.
*Picanto 1.0 Easy. Venga 1.4 Lx ISG. Prezzo al netto degli incentivi Kia. I.P.T. esclusa. - **cee’d 1.4 CVVT LX 5p. Soul 1.6 CVVT Active. Sportage 2.0 CVVT Active 2wd. Prezzo al netto degli incentivi Kia e
ecoincentivo Kia a fronte di acquisti con permuta usato e/o rottamazione. I.P.T. esclusa. Offerte non cumulabili, valide per le auto disponibili in rete fino al 30/04/2010. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
Le foto sono inserite a titolo di riferimento. Tutti i dettagli presso i concessionari che aderiscono all’iniziativa.
le-journal-italienne.blogspot.com

12 Venerdì 16 aprile 2010 ITALIA


@ commenta su www.libero-news.it

Giornalista ribelle

Bella statuina al Tg1


In dieci anni
solo sedici servizi
La mezzobusto Maria Luisa Busi, che si lamenta del suo
direttore Minzolini, s’è sempre limitata a leggere le notizie altrui

::: LA VICENDA
AUGUSTO MINZOLINI Repubblica, per criticare l’allontamento deciso dal diret-
È nato a Roma il 3 agosto 1958. Notista politico, dal tore Minzolini dei suoi colleghi Tiziana Ferrario, Paolo Di
2009 ha lasciato il quotidiano La Stampa per approdare Giannantonio, Piero Damosso e Massimo De Strobel. La
alla direzione del Tg1. Busi parla di «rappresaglia» e di «clima irrespirabile».

MARIA LUISA BUSI LA REPLICA


È nata a Milano il 24 marzo 1964. Laureata in psicologia Minzolini ha replicato inviando alla Busi una lettera di
e iscritta all’albo dei giornalisti professionisti dal 1989, è contestazione formale per non aver chiesto l’autorizza-
entrata in Rai dopo aver lavorato in emittenti cagliarita- zione all’intervista e contestando il presunto calo
ne. È sposata con il giornalista del Tg3 Riccardo Char- dell’auditel affermato dalla Busi. Già a febbraio la gior-
troux. nalista si era scontrata con il suo direttore, affermando in
diretta televisiva che a suo giudizio la situazione
L’ATTACCO all’Aquila era più grave di quanto era stato presentato La giornalista del Tg1 Maria Luisa Busi Emmevi
Nel marzo scorso la Busi ha rilasciato un’intervista a la dal Tg1.

::: segue dalla prima indagare sui “distinguo” e sulla lumi- la relegherebbe al semplice ruolo di grande critico all’acido solforico Anche se Clemente Mimun, ex di-
FRANCESCO SPECCHIA nosa storia professionale di Maria speaker. Speaker, ossia strepitosa dell’Espresso e della Voce e giustap- rettore del Tg1, in un’intervista a
. Luisa. Oddio, luminosa. lettrice di gobbi altrui. I famosi “di- punto inventore del termine “mez- Sorrisi e canzoni tv fa sapere alla sua
(...) La Busi, collega piacente e di La Busi, a differenza di altre autore- stinguo” che, come le parole di Nan- zobusto”, ci avrebbe scritto un sag- ex giornalista: «Se uno dice che il tg
fluida favella, prende le distanze dal voli colleghe come Lilli Gruber o - ni Moretti, sono importanti. E, an- gio sulla Busi tosa ciacolante, la ra- fa schifo e non lo condivide, non ha
telegiornale di cui è una delle prin- meglio ancora- Monica Maggioni, che se il suo ex direttore Gianni- gazza di chiacchiera, la cronista sen- che da lasciare almeno la conduzio-
cipali conduttrici, specie sulla rico- avrebbe prodotto negli ultimi dieci Johnny- Riotta tre anni fa circa le fe- za cronaca, l’editorialista senza edi- ne...».
struzione dell’Aquila; critica -legitti- anni in Rai una settimana al mese di ce inaugurare “l’editoriale da studio” toriale. E c’è chi ricorda che allo storico te-
mamente, per carità - il proprio di- conduzione e 16 servizi, dal 2001. In- in stile columnist molto americano, Ovviamente, qui si ribadisce che il legiornale italiano, anni fa, lo stesso
rettore Minzolini che aveva avvicen- serita “nella redazione degli Speciali bè, il suddetto curriculum busiano - diritto di critica è legittimo, al di là attuale caporedattore del politico
dato in video tre storici colleghi; e dà ha prodotto dal 2008 a oggi un’in- ci si perdoni- non è esattamente da dei colori politici. Ognuno può pen- Francesco Giorgino, per molto me-
la stura, in veste di consigliera della chiesta su Storie di nuove povertà, Christiane Amampour, la corrispon- sare di Minzolini quello che vuole; e no (in un’intervista proprio a Libero,
Federazione Nazionale della Stam- un’intervista a Guglielmo Epifani e, dente internazionale della Cnn che pure considerare che lo spoil purtroppo) fu rimosso dal video e ri-
pa, ad una guerra intestina al Tg1 ultimo, il famoso reportage affilava discorsi politici tra il fischio system(sia a destra che a sinistra), in messo al desk. E Giorgino, allora,
con tanto di fazioni pro e contro il dell’Aquila”, scrive Panorama. Dicia- delle pallottole in guerra. Conoscen- Rai, è connaturato alla natura stessa aveva soltanto espresso un’opinione
sindacato interno, roba che tedie- mo che, tecnicamente, la Busi non dolo, il venetissimo Sergio Saviane, degli edifici. inconfutabile e rispettosissima.
rebbe a morte anche il più pettegolo ha consumato la suola delle scarpe, La Busi oggi combatte una piccola
dei colleghi. Il segretario del sindaca- o dei tacchi a spillo. Il che, beninteso, guerra interna che, secondo alcuni
to Usigrai Carlo Verna difende la Bu- non è affatto un reato. E, ad onor del preluderebbe ad una candidatura
si con tali parole: «La collega ha una vero, nel 2007, era pure in materni- politica col centrosinistra nel 2013.
storia personale e professionale che tà. Ma non è neanche questo il punto.
esige dei distinguo e il suo stare in Però rimane il fatto che la collega, Busi è un’ottima professionista. Ma
Abruzzo dovrebbe essere considera- sbarcata, dopo i fasti di Unomattina forse in Rai - non foss’altro per que-
to una garanzia per chi vive il dram- al Tg1 nel 1999 al posto di Angela stioni anagrafiche e di sangue e su-
ma del post terremoto». Dovrebbe. Buttiglione, pare non abbia scritto dore buttato sulle strade- ce ne sono
Infatti - e qui sta la notizia - Pano- né “scaletta né testi letti nel telegior- di altrettanto bravi, se non migliori.
rama oggi in edicola s’è pregiato di nale, prodotti da altri colleghi”, il che Chissà se polemizzassero tutti...

Viale Mazzini verso Sud DIRETTORE


La Rai parla sempre più romanesco Eugenio De Paoli Liverani

e vuol spostare da Milano pure lo Sport


::: ENRICO PAOLI Mistero profondo se lo braccia. Questa evidente di- varie aree editoriali si scopre, ginario di Milano. Più altale- listica regionale. Alberto
stesso De Paoli, nato a Tripoli somogeneità, probabilmente, nemmeno con eccessivo stu- nante, invece, la mappa dei Maccari, direttore della Tgr, è
 Avete presente l’idea ma romano a tutti gli effetti, altro non è che il riflesso con- pore, che la maggior parte di direttori di testata. Romani nato a Parrano, in provincia
leghista della Rai del nord che conferma il fatto che Corso dizionato dell’assoluta roma- loro è nata a Roma. Un delit- sono Augusto Minzolini (Tg1) di Terni, mentre Alessandro
avrebbe dovuto riequilibrare Sempione si occupa di «cicli- nocentricità dei vertici azien- to? No, un dato oggettivo. e Bianca Berlinguer (Tg3), Casarin, condirettore, è origi-
la Rai romanocentrica? Ecco, smo, Formula Uno, Cham- dali. Andando a esaminare il Romani de Roma sono i di- mentre il il direttore del Tg2 nario di Somma Lombarda in
per ora, è soltanto un’idea. pions league, serie A e manda luogo di nascita dei consiglie- rettori di Raiuno e Raidue, sposta al sud l’asse dell’infor- provincia di Varese.
Forte magari, ma senza nes- un bel po’ di gente a seguire i ri di amministrazione, dei di- Mauro Mazza e Massimo mazione, essendo nato a Na-
sun riscontro pratico. L’ulti- mondiali». Insomma fanno rettori di rete e testata e dei Liofredi, mentre Antonio Di poli. Centro nordista, invece, IMPRONTA CHIARA
mo caso, il trasferimento for- tanto, quasi tutto, con poche più importanti dirigenti delle Bella, direttore di Raitre è ori- la guida della testata giorna- D’impronta sudista la dire-
zato dell’edizione estiva della zione della Radiofonia. Bruno
Domenica sportiva da Milano Socillo, direttore dell’area
a Roma, è lì a dimostrarlo. IL PRESIDENTE E LA POLEMICA SULL’AUDITEL editoriale, è originario di Pe-
scara, mentre il direttore dei
IL CHARTER
Perché sarà pur vero quel Garimberti bacchetta Minzolini per il litigio con Rizzo Nervo giornali Radio e di Radio
Uno, Antonio Preziosi, nativo
che dice il direttore di Rai di Taranto.
sport, Eugenio De Paoli , «Un conto è il diritto di critica, anche aspra. re, il presidente della Rai, Paolo Garimberti, solo una campagna contro questa testata» e Marcatamente sudista, in-
«non posso mica fare un Altra cosa sono gli insulti. Come presidente ha provato a richiamare all’ordine il diretto- sostenendo di aver «contenuto la perdita». fine, il consiglio di ammini-
charter per portare i giornali- del consiglio di amministrazione della Rai, re del Tg1 Augusto Minzolini e il consigliere Dal canto suo, Rizzo Nervo aveva replicato strazione mentre la direzione
sti da Roma a Milano solo per non posso tollerare che un direttore insulti Nino Rizzo Nervo, che si sono scontrati ver- con toni altrettanto duri: «Non è mio costu- generale ha in Lorenza Lei,
fare la Domenica sportiva», un consigliere. Al di là dei chiarimenti, che balmente sul presunto calo degli ascolti del- me polemizzare con un dipendente. I dati nata a Bologna, la punta più
ma è altrettanto vero che il non mi pare smentiscano la sostanza delle la testata dell’ammiraglia della tv di Stato. «È sono quelli pubblicati da Repubblica e tutti avanzata. Antonio Marano,
sottodimensionamento della cose, Minzolini ha perso una buona occasio- un fazioso e non sa leggere i dati, è un uomo in Rai sanno che i dati sono proprio quelli. varesino d’adozione, è nato
sede milanese resta un bel ne per tacere». Ricorrendo a toni alquanto ridicolo», aveva detto il direttore del Tg1 ac- Dunque, il direttore del Tg1 lasci stare le po- ad Ascoli Satriano, Comune
mistero. duri, come difficilmente gli è capitato di fa- cusando il consigliere Rai di fare «da sei mesi lemiche e pensi a fare un buon Tg». della provincia pugliese.
le-journal-italienne.blogspot.com

ITALIA Venerdì 16 aprile 2010 13


@ commenta su www.libero-news.it

Gli 83 anni di Ratzinger

Il compleanno lieto del Papa penitente


La strana serenità di Benedetto XVI: «La penitenza è grazia, è la dittatura del conformismo a colpire la Chiesa»
::: MARTINO CERVO
 Eppure è lieto, o così pa- IN ASCOLTO
re. Nel giorno del compleanno Il Papa Benedetto XVI ascolta le parole
che avrebbe ragioni per essere il del segretario personale, Georg Gaen-
più brutto dei suoi 83. Benedet- swein (Ap)
to XVI ieri ha tenuto l’ultimo in-
tervento pubblico prima di una
festa cui non ha mai dato gran- ra». Così perfino «noi oggi ab-
de importanza (anche Wojtyla biamo spesso un po’ paura di
dava più peso all’onomastico) e parlare della vita eterna. Parlia-
che precede di tre giorni appe- mo delle cose che sono utili per
na il completamento del quinto il mondo, mostriamo che il cri-
anno del suo pontificato (inizia- stianesimo aiuta anche a mi-
to il 19 aprile 2005). gliorare il mondo, ma che la sua
Gli 83 anni di Ratzinger cado- meta sia la vita eterna e che dal-
no nel momento in cui un Papa la meta vengano poi i criteri
contemporaneo registra forse il della vita, non osiamo dirlo. In-
livello massimo di pressione e vece, dobbiamo invece avere il
di attacchi dal “mondo”, inteso coraggio, la gioia, la grande spe-
sia come globalità dell’assedio ranza che la vita eterna c’è».
sia come entità in fondo peren-
nemente contrapposta allo IL PARADOSSO
“scandalo” dell’evento cristia- E per quanto sia evidentissi-
no. ma la debolezza, quasi la scon-
fitta della Chiesa nel breve pe-
LA SPORCIZIA riodo, in questi giorni montano
Ecco, ieri il Papa ha parlato segnali di unità e di popolo a fa-
nell’omelia della messa cele- vore del Papa. A parte il mini-
brata nella Cappella Paolina in stro Bondi, che ieri ha sotto-
Vaticano: ha detto due cose, scritto l’appello partito dalla
dalle quali traspare un’insolita re il massimo del rigore e della gne, di diplomazie magari ina- della liberazione, nel quale arri- Francia in difesa della verità sul


letizia. Una cosa che il “mon- responsabilità morale, civile e deguate ai criteri del mondo e va la libertà di Cristo a noi». Poi pontefice, per lunedì la Cei ha
do”, il flusso mediatico che av- penale per i crimini dei preti di tempi di reazione che fanno a ha fatto un paragone ardito: indetto una giornata di pre-
volge e infilza la chiesa in que- pedofili, Benedetto XVI radicas- pugni con «l’internet» e le sue «Nei tempi moderni si è teoriz- ghiera in occasione del quinto
ste settimane, non possono ca- se la consapevolezza che tutto logiche, può continuare a stare zata la liberazione dell’uomo, anniversario dell’elezione al
pire forse fino in fondo. Come questo non è sufficiente a ri- nel mondo solo in forza di anche dall’obbedienza a Dio. pontificato. Mentre il Regina
sempre, Ratzinger (che giusto spondere alle esigenze di giusti- quell’annuncio, anche nel mo- Ma questa autonomia è una Caeli del 16 maggio vedrà un
CONFORMISMO
cinque anni fa aveva tuonato zia generate dall’enormità del mento in cui ammette e con- menzogna ontologica, politica evento di piazza: alla celebra-
contro la «sporcizia» della com- male. Il paradosso inafferrabile danna le proprie stesse mise- e pratica, quando il consenso zione, la prima che vedrà Bene-
pagnia cristiana) ha usato il ba-  Oggi, grazie è che è la chiesa stessa che il Pa- rie. della maggioranza diventa l’ul- detto XVI a Roma dopo la visita
stone, anche dopo la Quaresi- a Dio, non viviamo pa si trova a guidare ad avere un tima parola alla quale dobbia- maltese e altri impegni, sono
ma. «Noi cristiani, anche negli in dittature, senso soltanto perché porta al LA LETIZIA mo obbedire». Oggi, ha aggiun- stati invitati i 67 movimenti e
ultimi tempi, abbiamo spesso mondo l’unica possibile rispo- Sempre ieri il Papa ha espres- to, non viviamo più in dittature, associazioni cattolici della Con-
evitato la parola penitenza, che ma esiste una sottile sta a queste esigenze: «Il dolore so una letizia strana che non ri- ma ne esistono altre forme sot- sulta nazionale delle aggrega-
ci appariva troppo dura. Ades- dittatura del della penitenza», ha continuato nuncia all’affermazione di que- tili: «Un conformismo, per cui zioni laicali: «Intendiamo con-
so, sotto gli attacchi del mondo conformismo: ieri Ratzinger, «cioè della purifi- sto segno di contraddizione. Ha diventa obbligatorio pensare segnare», si legge nel comuni-
che ci parlano dei nostri pecca- diventa obbligatorio cazione e della trasformazione, parlato di dittature: «La dittatu- come pensano tutti, agire come cato, «la nostra fedeltà al Santo
ti, vediamo che poter far peni- questo dolore è grazia, perché è ra nazista, come quella marxi- agiscono tutti. La sottile aggres- Padre per il bene della Chiesa,
tenza è grazia e vediamo come pensare come tutti, rinnovamento, è opera della sta, non possono accettare un sione contro la Chiesa, o anche nella quale facciamo esperien-
sia necessario fare penitenza, e l’aggressione contro Misericordia divina». Dio sopra il potere ideologico, e meno sottile, dimostra come za di misericordia, unica rispo-
riconoscere cioè ciò che è sba- la Chiesa dimostra La chiesa, pare dire Ratzin- la libertà dei martiri, che rico- questo conformismo può real- sta al bisogno di giustizia».
gliato nella nostra vita». ger, fatta di uomini che pecca- noscono Dio, è sempre l’atto mente essere una vera dittatu- Quasi le stesse parole con le
Il riferimento al presente è
come questo no, a volte anche in maniera quali ieri il Papa ha ricordato al
tanto chiaro quanto lo è l’ir- conformismo può sconfinata e ributtante, fatta di mondo, e forse pure a se stesso,
rompere di un criterio nuovo. . essere vera dittatura incertezze comunicative e di che un motivo per festeggiare
Quasi che, proprio nell’invoca- scivoloni, di errori e di vergo- ce l’ha.

Le mosse delle procure SOTTO ACCUSA


Dall’accusa a Ganzer al processo a Mori Giampaolo Ganzer e Mario Mori

L’offensiva dei pm contro i carabinieri


::: GIANLUIGI NUZZI non è ben chiaro. cere da Provenzano tramite un inter- stizia Manuel Pasta indicando in un Massimo Ciancimino creano una
Non è però escluso che all’udienza locutore che il figlio Massimo avrebbe affidabile carabinieri la talpa che nel connessione quantomeno mediatica,
 Si prospettano novità di rilievo del 4 maggio i pubblici ministeri in- già identificato tra le numerose foto- 2006 e nel 2008 anticipò ai Sandro e a nastro, con il dibattimento che vede
al processo che si sta celebrando con- tendano riformulare il capo d’imputa- grafie che gli hanno mostrato gli in- Salvatore Lo Piccolo dei blitz dell’an- Marcello Dell’Utri imputato. In altre
tro il generale Mario Mori, accusato di zione e le accuse contro Mori, ren- quirenti a Caltanisetta. «In sostanza la timafia. Il mandamento di Resuttana parole, se c’è stata una trattativa ille-
favoreggiamento di Cosa Nostra e di dendole ancor più pesanti. Perché ol- difesa degli imputati – scrive Vito riuscì ad anticipare le operazioni degli gittima tra pezzi dello Stato e le isti-
aver “gestito” la cattura di Bernardo tre a questo nuovo testimone ritenuto Ciancimino in un appunto agli atti – inquirenti riuscendo a evitare arresti e tuzioni fino a che punto si risalirà nel
Provenzano. La procura di Palermo in di rilievo e attendibile, gli investigatori appunto perché informati dai loro sequestri. Avvertimenti che permisero livello delle responsabilità? O Mori è
gran segreto sta vagliando i racconti di hanno decriptato altre carte contenu- clienti, volevano che io deponessi per ai Lo Piccolo di farla franca. Nei giorni già predestinato a rappresentare il bi-
un altro ufficiale dell’Arma, l’attuale te nel cosiddetto “archivio Ciancimi- sbugiardare i carabinieri, col. Mori e scorsi le parole di Pasta avevano de- nario morto sul quale si fermeranno,
tenente colonnello M.M che all’epoca no”. cap. De Donno» visto che questi terminato tre fermi, si tratta ora di ca- in buon ordine, tutti i vagoni delle ac-
dei fatti era capitano e lavorava in Si- «hanno reso falsa testimonianza al pire quanto siano attendibili le indica- cuse? E, ancora e soprattutto, sino a
cilia. M.M. avrebbe fornito dettagli I DOCUMENTI processo di Firenze». Richiesta che sa- zioni offerte dal pentito per identifica- che punto queste accuse saranno pro-
sulle indagini condotte per individua- In particolare collegando alcuni do- rà poi respinta dall’ex sindaco di Pa- re questa talpa in divisa. Un altro pun- vate? E’ difficile solo immaginare una
re Provenzano, sulle perquisizioni cumenti (uno è già stato depositato al lermo con il silenzio davanti alla Cor- to d’osservazione sotto costante pres- Norimberga in Italia, i vari Mancino
eseguite a casa di Massimo Ciancimi- processo) emergerebbe che nel 1999 te. sione è il carcere di Opera dove è de- alla sbarra per aver concordato un Sa-
no aggiungendo anche elementi sulla Vito Ciancimino interrogato in video- tenuto il boss Graviano a 41bis. In col- cro Patto con la mafia. Speriamo che
“trattativa”. In particolare, M.M., conferenza dai Pm Alessandro Crimi e ARMA IN DIFFICOLTÀ loqui durante l’ora d’aria ristretta, non si troverà, come spesso si imma-
avrebbe raccontato di aver ricevuto Giuseppe Nicolosi al processo di Fi- È un momento delicato per l’Arma Graviano si è lamentato dei tentativi, gina, si sospetta e mai si dimostra, un
ordini diretti e contrari al dovere d’uf- renze sulle stragi si avvalse della facol- che vede diversi suoi rappresentanti delle pressioni di fargli accusare il pre- punto di equilibrio tra verità, politica
ficio, da parte «del comando dell’Ar- tà di non rispondere per evitare di finire sotto il fuoco delle accusa più mier. e ambizioni della magistratura. In
ma al quale appartenevo» per non chiamare in causa i carabinieri nei infamanti. Oltre al fronte Mori e alla Di certo il processo Mori rappre- mezzo, il generale Mori, la memoria
portare a termine, o, meglio, sospen- rapporti tra questi e mediatori di Cosa richiesta choc di 27 anni di carcere per senta lo scacchiere. Qui si gioca la del generale Mori e i suoi “obbedi-
dere, particolari attività investigative. Nostra. In particolare Ciancimino se- il comandante del Ros Ganzer, scende partita più rilevante in termini politici sco”.
Da chi ricevette questi ordini ancora nior avrebbe avuto indicazioni di ta- in campo il neo collaboratore di giu- e dove le deposizioni, tra gli altri, di gianluigi.nuzzi@libero-news.eu
le-journal-italienne.blogspot.com

14 Venerdì 16 aprile 2010 ITALIA


@ commenta su www.libero-news.it

RAPPORTO ISTAT SUL LAVORO NERO IN ITALIA

Tre milioni di irregolari


Solo il 12% è clandestino
Su quasi tre milioni di lavoratori in ne-
ro in Italia solo il 12,7% sono clandesti-
ni irregolari (377 mila persone). È la fo-
tografia scattata dall’Istat con l’indagi-
ne sui fenomeni distorsivi del mercato
del lavoro, presentata ieri in commis-
sione Lavoro alla Camera. L’incidenza
degli irregolari sul totale dei lavoratori
in nero è, rispetto al 2001, in calo: nove
anni fa, infatti, i clandestini toccavano
quota 13,8 per cento. L’abbassamento
del dato, secondo l’Istituto di ricerca, è
da collegare agli interventi normativi
di questi anni, sia per quanto riguarda
il mercato del lavoro sia, soprattutto,
quelli relativi agli stranieri non resi-
denti nel nostro Paese. Sui due milioni
e 966mila lavoratori non in regola, il
55,7% è costituito da residenti. La mag-
gior parte lavora nel settore agricolo e i
picchi del fenomeno sono nel Meridio-
. ne, in particolare in Calabria (Ansa)

La sentenza di Verona DAL MARITO

Professione infibulatrice Segregata in casa


e spiata

Ma non andrà in cella con la webcam


La costringeva a restare
chiusa in casa. Non poteva
Venti mesi alla nigeriana che mutila le bambine. Per legge sarebbero 16 anni uscire o parlare con qualcu-
no. In strada doveva cammi-
nare con gli occhi bassi. E,
::: CRISTIANA LODI a 16 di cella se la mutilazione è compiuta salute fisica e psichica delle donne e delle durante la sua assenza, il
MILANO su una minorenne e a scopo di lucro. Esat- bambine che la subiscono». marito doveva vederla sem-
tamente come nel caso di Verona, dove La sentenza di Verona non fa di certo pre e comunque attraverso
 Quando Gertrude Obaseki, infibula- però quattro anni di rinvii e modifiche del onore alla giurisprudenza esistente. E una webcam. È successo ad
trice ufficiale del Triveneto venne arrestata, codice alla fine hanno determinato una neanche ai poliziotti che avevano lavorato Alberese, comune in provin-
si fece un gran fracasso. Era il 3 aprile 2006, sorta di impunità sostanziale del reato. Per duramente per fermare l’infibulatrice ni- cia di Grosseto. I Carabinieri
la legge che vieta l’infibulazione in Italia e sintetizzare: la legge è stata fatta, ma non geriana. ieri hanno arrestato un
in Europa era stata approvata da appena applicata. Ernesto Leva, chirurgo pediatra al Poli- 35enne per maltrattamenti
due mesi e quello era il primo arresto in as- In Italia sarebbero 45mila le ragazze clinico Mangiagalli e Regina Elena di Mi- in famiglia, sequestro di per-
soluto. Manette scattate in flagranza di rea- provenienti da paesi dove l’infibulazione è lano, spiega che «alla luce del dato citato: sona e lesioni personali ag-
to, mentre Gertrude la nigeriana, armata di praticata. Nel mondo le donne che hanno 45 mila ragazze provenienti da paesi in cui gravate perchè commesse
forbici garze e olii emollienti stava per co- subìto mutilazioni genitali sono 130milio- si pratica l’infibulazione, resta un mistero contro un congiunto. Ossia
minciare la mutilazione genitale su una ni. Il sì definitivo alle legge del 2006 era ar- che nessuna bambina ricoverata risulti la moglie, che ha denunciato
piccolina di 14 giorni, in cambio di 300 eu- rivato da Stefania Prestigiacomo, allora sottoposta a mutilazione. O il dato non è tutto agli agenti.
ro. La “dottoressa” venne fermata a Caldie- ministro delle Pari opportunità, «un atto fondato, oppure le piccole pazienti muti- Stando al racconto della
ro (paese dell’Est veronese), dopo due mesi che qualifica il nostro Parlamento», aveva late non vengono portate in ospedale, né donna, il calvario sarebbe
di indagini, appostamenti e soffiate alla detto. Ed Emma Bonino le aveva fatto eco: in caso di complicazioni derivanti dalla iniziato nel marzo 2007: i
polizia da parte di lucciole nere traslocate «Con l’approvazione definitiva della legge pratica stessa, né in seguito a eventuali pa- due si sposano e vanno a vi-
da Verona a Trento. Conferenza stampa e sull’infibulazione, finalmente il nostro tologie che possono prescindere da questo vere a Cremona. L’uomo si
applausi per la “brillante operazione”. E paese si è dotato di uno strumento indi- intervento». Un fenomeno ancora diffuso e rivela un violento e un op-
poi ancora tanto clamore all’apertura del spensabile per contrastare una delle pra- sotterraneo. E, quel che è più grave, impu- pressore: fa installare in casa
processo che si andava celebrando contro tiche ancestrali più cruente e nocive per la nito. delle videocamere che, col-
l’infibulatrice a domicilio e i rispettivi ge- legate a Internet, gli permet-
nitori di due bambine, considerati i “man- ::: tono di vedere sempre la
danti”. «È un processo che farà giurispru-
denza» aveva annunciato l’Aidos, organiz- Commento moglie. A cui vieta di uscire o
di telefonare ad amici o pa-
zazione che si occupa di donne e coope- renti. In caso di trasgressio-
razione allo sviluppo, «il procedimento de-
ve essere pubblico, celebrato a porte aper- Quei magistrati più dalla parte di Allah che della legge ni a queste regole, la donna
veniva picchiata e insultata.
te». Poi la sentenza di condanna, si fa per Poi, il trasferimento a Gros-
dire, dato che la pena comminata agli im- ::: MARIA GIOVANNA MAGLIE nigeriana ha preso in tutto un anno e otto mesi, pena so- seto. Dove la sorveglianza
putati è praticamente inesistente e addirit- spesa e non menzione, e che è stata assolta per l’esercizio continua grazie a una web-
tura scaturisce dalla modifica del capo di  Complimenti vivissimi ai legislatori italiani, che per- abusivo della professione medica; che solo otto mesi, e pe- cam installata su un pc por-
imputazione. Un anno e otto mesi (pena dono un sacco di tempo, e di denaro, per varare faticosa- na sospesa, sono toccati alla madre della bambina che ha tatile che lei deve portare
sospesa e non menzione) per madame mente leggi che i magistrati non applicano, godendo di ar- subito la mutilazione, quattro mesi infine al padre di un’al- con sè per essere sempre in-
Obaseki, oltretutto assolta per l’esercizio bitrio pressoché totale, non dovendo mai rispondere delle tra neonata che non subì l’intervento. Eppure la legge di quadrata.
abusivo della professione medica. Otto loro cattive azioni, parteggiando evidentemente per il taglio suo sarebbe abbastanza dura, dai quattro ai dodici anni di La donna, durante un’as-
mesi (pena sospesa) alla madre della pic- netto del clitoride femminile, perché se non le tagli da pic- reclusione; fino a sedici se la mutilazione è compiuta su senza del marito, prova allo-
colina a cui venne praticata l’incisione e 4 cole, magari diventano puttane, e Allah non è contento. Al una minorenne e a scopo di lucro. In questo caso si trattava ra a scappare. Ma viene sco-
mesi al padre di un’altra neonata che non ministro delle Pari opportunità, assieme a quelli della Sa- addirittura di neonate, prezzo pattuito per il taglio del cli- perta proprio nel momento
subì l’intervento. lute e naturalmente dell’Interno, l’invito sentito e anche un toride trecento euro. in cui esce di casa. Solo
Era stato il gup Sandro Sperandio a po’ incazzato a occuparsi del problema, giusto per evitare il E allora? Allora il gup Sandro Sperandio ha preso la legge, all’inizio di aprile, di fronte
mandare a processo l’infibulatrice con ridicolo, se non per aiutare delle povere ragazzine a non fi- se l’è mangiata, ruminata, risputata a suo piacimento, very alle ennesime botte, riesce a
l’ipotesi attenuata, prevista dal secondo nire mutilate orribilmente qui in Italia, mica nei paesi del politically correct, da mediatore culturale, decidendo di telefonare ai parenti che la
comma del 583 bis che punisce «chi pro- Terzo Mondo dai quali provengono e dai quali magari ave- non applicarla affatto, trasformandola in un reato preesi- convincono a rivolgersi al
voca al fine di menomare le funzioni ses- vano pensato, loro, le loro sorelle, le loro madri, quando stente, previsto dal secondo comma del 583 bis, che si ri- 112. Ai Carabinieri ha rac-
suali, lesioni agli organi genitali femminili non sono completamente soggiogate, di fuggire, sfuggendo ferisce a «chi provoca, al fine di menomare le funzioni ses- conta la sua storia ed è stata
da cui derivi una malattia nel corpo e nella ai rituali di oppressione. suali, lesioni agli organi genitali femminili da cui derivi una portata al Pronto Soccorso a
mente». Una norma che faceva parte del Leggete nella puntualissima cronaca di Cristiana Lodi malattia nel corpo e nella mente». In Italia ci sono quaran- causa delle ennesime contu-
vecchio codice Rocco e che nulla ha a che com’è andata. Quando l’infibulatrice Gertrude Obaseki tacinquemila bambine a rischio infibulazione, che significa sioni. Prognosi: 10 giorni. A
vedere con la legge che vieta l’infibulazio- venne arrestata,era il 3 aprile 2006, la legge che vieta l’in- mutilazione ma anche pericolo di morte per complicazioni questo punto sono iniziate
ne, varata dal Parlamento europeo. Questa fibulazione in Italia e in Europa era stata approvata da ap- ed infezioni. Con la sentenza di ieri i loro torturatori, in fa- le indagini sul marito che si
infatti prevede che la pratica venga punita pena due mesi e quello era il primo arresto. Perciò si fecero miglia e a pagamento, sono stati tranquillizzati che in Italia sono concluse ieri con l’ar-
con una pena che va dai 4 ai 12 anni di re- grandi dichiarazioni, dimenticate oggi che la condanna è fi- c’è un giudice che sta con loro. Quante umiliazioni del di- resto. La donna ora è ospita-
clusione; si aumenta di un terzo arrivando nalmente arrivata e che ci tocca vedere che la mammana ritto come queste dobbiamo ancora sopportare? ta in una località protetta.
le-journal-italienne.blogspot.com

ITALIA Venerdì 16 aprile 2010 15


@ commenta su www.libero-news.it

Dopo il caso di Adro

Anche la sinistra non fa mangiare i bambini


In una scuola di Barletta studenti senza mensa perché le famiglie non possono pagare la retta mensile
::: ANTONIO SANFRANCESCO
BARLETTA

 «Se non paghi, non mangi».


A dirlo, stavolta, non è qualche
sindaco “sceriffo” leghista ma
l’amministrazione comunale di
centrosinistra di Barletta, in Pu-
glia, dove nella scuola elementare
«Modugno» otto bambini sono ri-
masti a digiuno per giorni perché i
genitori, indigenti, non avevano
ricaricato la “card dei sapori”, la
scheda ricaricabile che permette
d’accedere al servizio mensa. E
così, al suono della campanella,
mentre i loro compagni andavano
in refettorio per il pasto, loro resta-
vano in classe, da soli, mangiare
un panino o consumare il pranzo
al sacco portato da casa.
Ad avvisare che i soldi erano fi-
niti e che il Comune non intende-
va più dare contributi alle famiglie
insolventi era stata una nota del 31
marzo inviata dall’ufficio dei Ser- SCERIFFO ROSSO
vizi sociali alla dirigente d’Istituto, Ancora bimbi non ammessi alla
Eleonora Iuliano. mensa scolastica perchè i ge-
«Terminato il credito residuo nitori non pagano per il ser- ::: I PRECEDENTI
delle schede card», hanno scritto
da Palazzo di città, «le nuove rica-
vizio. Questa volta accade a
Barletta, amministrazione di A BRESCIA
Polemiche a Verona
riche dovranno essere effettuate
dalle rispettive famiglie dei bene-
ficiari». Tradotto: se volete man-
centrosinistra. Che, però, dopo
il clamore suscitato dalla no-
A Adro, nel bresciano, la
giunta comunale aveva de-
ciso di escludere dalla refe-
Bimbi a piedi se non pagano il bus
tizia, fa dietrofront e ritira il
giare, pensateci voi e arrangiatevi.
«A quel punto», spiega la presi-
provvedimento emmevi zione scolastica 42 bambini
le cui famiglie, in larga mag- Tosi: «Solo una questione di equità»
de, «ho subito contattato, come gioranza immigrate, erano
da tempo morose con i pa-
ho fatto altre volte in casi analoghi, bilancio 2010 è in fase d’approva- gamenti. Un imprenditore
::: SILVIA CRIVELLA comprendo che per un bambino non sia bello es-
le famiglie degli alunni interessati zione», ha aggiunto, «i nostri fun- cittadino, Silvano Lancini, sere escluso. Ma ci sono due possibilità: se il geni-
per invitarle a preparare il pranzo zionari sono costretti a lavorare in nei giorni scorsi ha versato  Bimbi a piedi se mamma e papà non paga- tore non può permetterselo intervengono i servi-
a sacco o un panino visto che i dodicesimo, ossia non possono 10 mila euro nelle casse co- no. Succede a Verona, dove per 16 bambini il ser- zi sociali. Se invece il genitore si disinteressa è lui
bambini con la scheda scarica impiegare somme per tutto l’an- munali per saldare il debito vizio dello scuolabus è stato sospeso: i genitori il solo responsabile del disagio del figlio. Le tariffe
non sarebbero potuti entrare in no ma solo per il mese corrente». non avevano pagato. Dopo gli episodi degli alun- sono calcolate in base al reddito. Quindi casi si-
refettorio insieme agli altri, crean- Da ieri i bambini, dopo che il A MILANO ni lasciati senza pasto nella mensa scolastica del mili succedono perché qualcuno pensa che tan-
do una situazione incresciosa an- caso è finito su diversi giornali lo- Nel capoluogo lombardo la bresciano, arriva un nuovo estremo rime- to, se non si paga, non succede nulla».
che dal punto di vista psicologico cali, sono tornati di nuovo a fre- Milano Ristorazione, azien- dio che fa discutere. Dura la risposta agli attacchi dell’op-
da partecipata di Palazzo
sia per loro sia per gli insegnanti». quentare la mensa. «Oggi (ieri per «È la prassi - commenta il sindaco, posizione, in particolare Nicola Atal-
Marino, si occupa dal 2001
Per il vicesindaco di Barletta, chi legge, ndr) mi è arrivata una delle refezione scolastica. La Flavio Tosi -. L’assessore alla pub- mi, dell’ufficio politico del PdCI,
Franco Caputo, non c’è stata alcu- nuova comunicazione», spiega la società ha denunciato nei blica istruzione, Alberto Benetti che ha parlato di «insensibilità e fa-
na discriminazione verso queste preside, «opposta a quella prece- giorni scorsi che il 5 percen- aveva notato una maggiore per- ciloneria».
famiglie ma si è trattato di un in- dente che mi avvisava che fino a fi- to delle famiglie è insolven- centuale di insoluti. Perciò si è de- «Non so se sia più vergognoso il
conveniente, anche se la nota in- ne anno il Comune pagherà». te: ogni anno più di 10 mila ciso di procedere, per correttezza comportamento di un genitore
viata a scuola parlava chiaro. «È In serata, però, a rinfocolare le rette non vengono pagate e nei confronti di chi paga, a una serie che, pur avendone la possi-
avvenuto un disguido nella co- polemiche ci ha pensato l’asses- sull’amministrazione pesa di misure, dalla sollecitazione tramite bilità economica, da due an-
un debito di circa 3 milioni di Flavio Tosi Olycom
municazione tra scuola e uffici co- sore regionale al Diritto allo stu- raccomandata, facendo passare un po’di ni non paga le rette per il ser-
euro
munali», ha detto Caputo, «l’am- dio, Gianfranco Viesti. «La Puglia è tempo per consentire alle famiglie di paga- vizi che le scuole comunali
ministrazione non è obbligata per diversa», ha dichiarato, «elemen- A TORINO re, fino al divieto ai ragazzi di utilizzare lo scuola- per l’infanzia offrono ai suoi figli o l’ignoranza di
legge a farsi carico di questi servizi, tari principi della nostra civiltà Nel capoluogo piemontese bus. È una questione di equità». Nicola Atalmi che si erge a paladino di chi vuole
eppure abbiamo deciso ugual- impediscono che i bambini pu- il servizio di ristorazione nel- Il caso Verona è esploso quando alcuni genito- evadere i costi dei servizi pubblici. La vera por-
mente sia nel bilancio dello scorso gliesi possano essere esclusi dalle le scuole è affidato a varie ri hanno raccontato che un autista si è rifiutato di cheria, oltre alle strumentali polemiche è quella
anno sia in quello di quest’anno di mense scolastiche. Per il caso di società esterne, attraverso accompagnare a casa due sorelline. «La famiglia - di chi, non pagando il dovuto, sottrae risorse alle
mettere a disposizione le risorse Barletta si è trattato solo un incon- gare d’appalto. Le tariffe va- ha detto Benetti - non aveva mai pagato nemme- politiche di sostegno e agevolazione a favore di
necessarie per offrire il servizio veniente. Non facciamo paragoni riano a seconda del reddito: no una rata per il servizio di trasporto (23 euro al coloro che ne hanno vero bisogno».
ogni anno il tasso di insol-
mensa gratuitamente a chi non con realtà assai più tristi, per favo- mese, con riduzione del 50% per il primogenito Chissà che anche questa volta non intervenga
venze è all’8 percento, che
può permetterselo». re. Qui non servono benefattori». tradotto in cifre significa un nel caso di due fratelli che usufruiscono dello un “benefattore”a sanare la controversia. «Spero
Per il vicesindaco, inoltre, c’è Come dire: solo se la tolleranza milione e mezzo di euro stesso servizio) dall’inizio dell’anno scolastico». che ci desidera fare beneficenza - precisa Tosi - la
stato anche un problema di pro- zero verso i morosi arriva dalla Le- mancanti dalle casse del Co- Della serie: che le colpe dei padri ricadano sui faccia nei confronti di chi ha davvero bisogno al-
cedure burocratiche: «Visto che il ga si tratta di razzismo… mune figli. «Da un punto di vista umano - dice Tosi - trimenti sarebbe paradossale».

La sentenza
Due anni ai nonni iperprotettivi: il loro amore malato ha rovinato il nipote
::: FERRARA madre del bimbo di tre anni. Pene mag- zettata in piccolissimi bocconi. Si accor- mente la donna e i genitori, anche a cau-
giori di quelle richieste dalla Procura. ge di questo la maestra che contatta i sa dell’impossibilità di avere contatti
 Maltrattare per troppo amore. Un Tutto inizia 13 anni fa. I genitori del servizi sociali a cui, intanto, si è rivolto con il figlio. Mercoledì scorso, la senten-
amore malato, che isola dal mondo. Che bambino, a pochi mesi dalla sua nascita, anche il padre. Da qui la prima denun- za: ancora una volta madre e nonno so-
rinchiude in una campana di vetro e im- si separano. L’uomo, un commerciali- cia: il bimbo non esce, non ha amici, non no stati ritenuti colpevoli. Con i due, sta-
pedisce a un bambino di crescere, fare sta, va a vivere in Lombardia mentre la frequenta la parrocchia o attività pome- volta, anche la nonna.
esperienze. E di vivere la vita. È successo donna, originaria di Ferrara, torna a casa ridiane. È isolato dal mondo. I difensori dei tre hanno già annuncia-
alle porte di Ferrara, dove mercoledì dei genitori. E lì cresce il bambino. I rap- Siamo nel 2004: alla denuncia degli to l’impugnazione della sentenza. Per-
scorso il giudice Silvia Marini ha con- porti tra gli ex coniugi sono pessimi: il assistenti sociali segue un processo che chè, secondo loro, la situazione rispetto
dannato una madre e i nonni di un bim- papà è riuscito a vedere il figlio, nell’arco si conclude con la condanna del nonno al 2004 è cambiata: il bambino va bene a
bo per maltrattamenti aggravati. Con il degli ultimi dieci anni, solo tre volte. E e della madre a un anno e due mesi, sulla scuola ed è contento della propria fami-
loro affetto oppressivo per il Tribunale solo di nascosto. Il ragazzo cresce sotto base della relazioni dei servizi. glia. Mentre, a 13 anni, odia il padre. Che
hanno impedito lo sviluppo del ragazzi- una campana di vetro: in prima elemen- Ma, in questi sei anni, la situazione per lui è un estraneo che ha trascinato
no: per il nonno la pena è di tre anni e sei tare fa ancora fatica a salire le scale da non è cambiata. Ed ecco che allora l’ot- madre e nonni in Tribunale.
mesi, per la moglie di due anni e per la solo. La merenda portata da casa è spez- tobre scorso l’uomo denuncia nuova- A.C.
le-journal-italienne.blogspot.com

16 Venerdì 16 aprile 2010 ESTERI


@ commenta su www.libero-news.it

Cremlino infuriato

Ritorsione russa
Sospese le adozioni
con gli Stati Uniti
Il caso del bambino rispedito a Mosca dalla madre
acquisita perché “violento” diventa una questione politica
::: CARLO NICOLATO governi arrivino ad un accordo
bilaterale completo sulle proce- ::: I NUMERI
 Di Artem, il bambino ado- dure di adozione. Di fatto però
tatto da una donna del Tennesee lasciando in sospeso, e in ansia, NEGLI USA
e rispedito al mittente in Russia anche migliaia di famiglie ameri- Nel 2009 le adozioni di
come un frullatore difettato, non cane in lista d’attesa (almeno IL RITORNO
bambini russi negli Stati
si sa ancora nulla; dovrebbe es- 3000): l’anno scorso le adozioni Uniti sono state 1600. Quel- Artem, il bambino russo ab-
sere stato temporaneamente negli Usa di bambini provenienti le in sospeso sono oltre bandonato dalla madre all’arrivo copatico. Che l’orfanotrofio rus- che che il bambino gli avrebbe
preso in custodia da un orfano- dalla Russia sono state 1600. 3000. all’aeroporto di Mosca so s’è preso gioco di lei nascon- detto di stare bene in America, di
trofio di Mosca. Ma a distanza di Effettivamente la vicenda di dendole i difetti al fine di liberar- considerare il figlio naturale del-
cinque giorni dal fattaccio la Artem è la dimostrazione che IN ITALIA sene. «Dopo aver fatto del mio la madre come un fratello, ma di
questione sta prendendo conno- che di lacune negli accordi sulle In Italia l’anno scorso si sono Russa da dove l’aveva preso. L’ha meglio per questo bimbo» ha essere stato anche maltrattato.
tati politici inaspettati. Sembra procedure di adozione ce ne so- registrate 3964 adozioni. caricato su un aereo, affidandolo scritto la donna «per la sicurezza All’arrivo a Mosca Artem era
che il governo russo sia furibon- no eccome, e sono profonde. Il probabilmente a delle hostess della mia famiglia, dei miei amici atteso da una guida turistica rus-
do con Washington per la man- bambino, che proprio in questi PROVENIENZA (non poteva fare altrimenti visto e mia, non voglio più fargli da sa che la donna aveva trovato su
cata incriminazione della (ex) giorni compie otto anni, è stato Dopo gli Stati Uniti il Paese che era anche previsto uno scalo madre». «Fa una buona vacan- internet e che, dietro un paga-
madre. Il ministro degli Esteri preso in adozione lo scorso set- che più adotta bambini pro- a Washington) e se n’è disfato za», gli ha detto ingannandolo, mento di 200 dollari, ha avuto il
russo, Sergei Lavrov, sarebbe ar- tembre da Torry Ann Hansen di venienti dall’estero è pro- definitivamente. Il suo bagaglio all’aeroporto. compito di portarlo subito alle
rivato addirittura a dire che l’in- Shelbyville nel Tennesee, già prio l’Italia. Il 17,6% di loro, un pacchetto di dolci, qualche E ora, come auspica la donna autorità. Portato in ospedale per
cidente è stata "l'ultima goccia", madre di una altro ragazzino. 704 bambini nel 2009, ven- penna colorata e una lettera che americana, l’adozione è annul- una visita di controllo non gli
del famoso vaso, già traboccante Tutto bene fino a quando, se- gono dalla Russia, primo la donna ha scritto per chiunque lata? Difficile che il bambino tor- hanno tuttavia riscontrato nes-
di tante altre questioni ancora in condo a quanto sostiene la Han- Paese di provenienza in que- l’avesse preso in consegna ni indietro, impossibile. «L’han- sun segno di maltrattamento.
sospeso e più esiziali per i rap- sen, Artem non ha incominciato sta speciale classifica. Se- dall’altra parte del mondo: «To no caricato sull’aereo come un Secondo Astakhov ci sarebbero
porti tra i due Paesi. In concreto, ad avere un comportamento ag- guono l’Ucraina con 540 whom it may concern». Poche ri- sacco di patate» ha detto il com- anche non ben identificati “fun-
prima ritorsione, il governo rus- gressivo e violento. ”Un difetto bambini. la Colombia con ghe per spiegare che ha preso missario del Cremlino per i diritti zionari americani”che stanno ri-
so ha sospeso tutte le adozioni occulto”, deve aver pensato la 444, l’Etiopia con 346 e il una fregatura, che Artem è un sui minori, Pavel Astakhov, «ora vendicando diritti su di lui per
dirette agli Stati Uniti. Il tempo donna, che non ci ha pensato su Brasile con 329. bambino problematico, mental- dobbiamo occuparcene noi». Il farlo ritornare negli Stati Uniti e
necessario, dicono, perché i due due volte a rispedire il pacco in mente instabile, violento e psi- funzionario russo sostiene an- potersene occupare.

Mastino tibetano
Tra i cinesi ricchi va a ruba
il cane da 30mila euro
::: SIMONA VERRAZZO spese, perché i costi per questa
razza sono proibitivi: dai 30.000
 L’ultimo oggetto del desi- ai 70.000 euro.
derio dei nuovi ricchi cinesi è un Nel paese ormai è ‘mastino-
cane: il mastino tibetano che mania’. I cinesi milionari li fan-
Marco Polo descrisse nel suo Il no viaggiare da soli, per stare
Milione grosso come un asino e più comodi, in lussuosissime li-
dalla voce di un leone. L’esem- mousine. A marzo la rivista For-
plare è diventato il nuovo sta- bes, bibbia dell’economia, ha
tus-symbol della Cina, più at- stilato la classifica degli uomini
tratta dal capitalismo (e dal be- più ricchi del mondo e la Cina è
nessere) occidentale che non il paese che ha segnato un vero e
dal pensiero proprio
comunista di boom: il nu-
Mao Tse- mero dei mi-
dong, il pa- liardari cine-
dre della pa- si passato dai
tria. 28 del 2009
Il mastino agli attuali
tibetano è un 64.
animale leg- A Pe-
gendario, Un’immagine dal web del mastino chino, a
anche per la marzo, si
sua terra d’ori- è svolto il
gine: le montagne più alte del sesto China Tibetan Mastiff
mondo, dove riesce a vivere gra- Expo. “Si può considerare un
zie allo splendido e caldissimo marchio di lusso – dice Rupert
pelo. Dotato di criniera come un Hoogewerf, editore del mensile
leone, ha un’altezza di 65 centi- China Rich List, tra i più letti nel
metri e un peso di ottanta chili. paese perché aggiorna sui nuovi
Nei secoli è stato un fedele o ex milionari – Possedere un
compagno delle popolazioni mastino tibetano è un modo per
sparse tra le valli e le steppe di aumentare la propria credibilità
Nepal, Bhutan, Mongolia e Ti- e mostrare il tuo status sociale”.
bet. Oggi la Cina si è appropriata E a un cane così importante va
del mastino tibentano e ne ha dato un nome all’altezza: i più
fatto un suo simbolo: i nuovi gettonati dai tycoon cinesi sono
milionari di Pechino, Shanghai, Dio, Prince e Warren Buffett (il
Canton, Hong Kong fanno a ga- secondo uomo più ricco degli
ra per averlo, senza badare a Stati Uniti dopo Bill Gates).
le-journal-italienne.blogspot.com

ESTERI Venerdì 16 aprile 2010 17


@ commenta su www.libero-news.it

Il rischio è la cenere nei motori

Vulcano paralizza gli aeroporti di mezza Europa


Un’eruzione in Islanda fa cancellare 5.000 voli in otto Paesi. E il caos potrebbe durare altri due giorni
::: ALESSANDRO CARLINI
STANSTED (GB) MESSAGGIO AL 5+1
 Migliaia di passeggeri in fi-
la, qualcuno con la faccia all’insù Gli Usa sull’Iran
che scruta il cielo limpido, altri
che maledicono le autorità del «Embargo totale
Regno Unito, dicendo che sono i
soliti allarmisti, tanti, tantissimi, sulle armi»
che cercano qualche notizia nel
caos dell’aeroporto londinese di Gli Stati Uniti hanno presen-
Stansted. Ma non è uno scherzo tato ieri agli altri Paesi del
del Met Office, l’ufficio meteoro- gruppo di negoziatori del
logico britannico, ad aver ferma- “5+1” una proposta di riso-
to i voli del nord Europa, è stato luzione contro l’Iran incen-
un “nemico” che i piloti vedono trata su tre punti, l’embargo
troppo tardi: una nube enorme di totale alla vendita di armi,
cenere che si è alzata dal vulcano controlli in mare su carichi
islandese sotto il ghiacciaio sospetti diretti a Teheran e
Eyjafjallajokull, tornato in attivi- diritto, da parte di unità na-
tà, che in queste ore si è propaga- vali straniere, al loro seque-
ta per tutto il continente. stro, misure per disincenti-
Qualcuno ha paragonato la vare nuovi investimenti stra-
giornata di ieri all’11 settembre nieri nel settore dell’energia.
2001, quando, dopo gli attacchi La riunione che si è svolta ieri
di Al Qaeda a New York e Washin- al Palazzo di Vetro di New
gton, vennero cancellati molti York è stato il primo round
voli. Ma quanto è successo, in NUVOLA DI CENERE negoziale vero e proprio sul
realtà, è unico nella storia, perché Una nube di cenere si è alzata dal vulcano islandese sotto il ghiacciaio testo di una nuova risoluzio-
non è decollato nemmeno un jet Eyjafjallajokull. L’ultima volta l’eruzione è durata un anno (Ap) Protection Agency (Hpa) britan- ne, dopo l’assenso di Pechi-
dal Regno Unito, da dove passa il ::: IL VULCANO nica non ci sono proprio rischi di no a considerare l’introdu-
traffico aereo di mezzo pianeta: una nuova Pompei, la nube resta zione di misure restrittive
600 mila persone rimaste a terra. BOCCA DI FUOCO affollano i cieli inglesi. «Ma dove I quattro motori si fermarono e “intrappolata” nell’atmosfera, a contro Teheran per il suo
«È la prima volta nella storia del L’eruzione del vulcano Eyjaf- sarebbe questa nube», si chiede- l’aereo scese in picchiata fino a un’altitudine elevata. Qualche programma nucleare.
traffico aereo europeo che dob- jallajoekull in Islanda non ac- va la gente in fila per cambiare il 4.100 metri, quando i piloti riu- precauzione, invece, è stata pre- Secondo quanto spiega il
biamo affrontare un’emergenza cenna a diminuire, con conti- volo o farsi rimborsare il biglietto. scirono a farli ripartire per poi at- sa in Islanda, nella zona dove è in Washington Post, citando
del genere», ha dichiarato in una nue emissioni di ceneri e fu- Ma basta chiederlo a Eric Moody, terrare senza visibilità a Giacarta. attività il vulcano. fonti diplomatiche a cono-
mo.
conferenza stampa Brian Flyn, ex pilota della British Airways, Ma sono stati altri gli incidenti L’unica cosa che le centinaia di scenza della bozza presenta-
vice direttore delle operazioni di L’ULTIMA ERUZIONE che ha girato tutto il giorno per gli per queste ceneri vulcaniche che migliaia di persone rimaste a ter- ta ieri dall’inviata di Washin-
Eurocontroll, anticipando che i Vulcanologi islandesi hanno aeroporti della capitale a spiega- salgono ad alta quota, vengono ra possono fare è mettersi in fila gton, Susan Rice, ai rappre-
disagi potranno continuare an- ricordato che l’ultima eruzione re alle televisioni di mezzo mon- trasportate dai venti e si infilano agli sportelli delle loro compa- sentanti di Francia, Germa-
che nei prossimi giorni. E vengo- sul ghiacciaio Eyjafjallajoe- do l’incubo che lui ha vissuto nel nelle turbine dei reattori, per poi gnie e tentare di cambiare il volo. nia, Gran Bretagna, Russia e
no i brividi se si pensa che l’ulti- kull, 120 chilometri a est dalla 1982, quando il suo "jumbo" sta- metterle fuori uso, oltre a causare Qualcuno addirittura si è accam- Cina, il testo è stato definito
capitale, iniziò nel 1821 e durò
ma volta, nel lontano 1821, l’eru- per due anni con alterne fasi di va per precipitare, con 500 perso- problemi di visibilità per i piloti. pato, a Stansted e in altri aero- dagli Stati Uniti, ma con “in-
zione del vulcano durò un anno. attività. ne a bordo. A 11 mila metri di al- Dopo la Scandinavia, il Regno porti di Londra, in attesa che la put” dai partner europei. La
L’aeroporto di Stansted è stato titudine, il Boeing 747 della Briti- Unito, l’Irlanda, il Belgio e l’Olan- tempesta invisibile finisca. E nel- Cina, che importa il 40 per
uno dei tanti a chiudere i battenti LA CENERE sh partito da Londra e diretto ad da, la nube ha causato la chiusura la notte un solo aereo ha osato cento del suo fabbisogno di
nella capitale, il primo dove è ar- Al momento le aree diretta- Auckland entrò in una nube di anche di molti scali francesi, sfidare il cielo, un velivolo ad elica greggio dall’Iran, ha più vol-
rivata la nube, trovandosi a nord mente interessate dalla rica- cenere dopo l’eruzione del vulca- compresi quelli di Parigi. Il fatto (quindi immune alle ceneri) de- te ribadito la sua opposizio-
duta al suolo della cenere sono
di Londra. Anche se, da lì, ieri quelle a ovest e nelle immedia- no indonesiano chiamato Ga- che non si veda e percepisca nul- collato da Oxford, che ha portato ne all’inserimento di restri-
sembrava un giorno senza le soli- te vicinanze del vulcano Eyjaf- lunggang, altro nome impro- la da terra è però rassicurante: se- un gruppo di ricercatori britan- zioni agli investimenti nel
te nuvole - quelle normali - che jallajoekull. nunciabile. condo gli esperti delll’Health nici al centro della nube. settore dell’energia.

Campagna elettorale al fianco dei mariti .


SOLTANTO

Il limite dei politici inglesi: hanno mogli brutte SIMPATICHE


Dall’alto: Gordon e Sarah Bro-
wn, David e Samantha Came-
::: NICHOLAS FARRELL che la sinistra italiana se ne rende conto e somigliare ad una papera affogata. Di lei ron, Nick e Miriam Clegg e, qui
cerca di seguire il suo esempio, solo che fa noto che è figlia di un Sir inglese e discen- sotto, Lady Caroline Pearson,
 Direste: Camilla Parker Bowles, la una fatica da Ercole trovare delle belle. dente del Re Carlo II, e anche che i suoi moglie di Lord Pearson of Ran-
seconda moglie del Principe Carlo, è un Il Premier Brown è cieco da un occhio. denti molto british, cioè come quelli di un noch, leader del Uk Indepen-
cesso. Non sono d’accordo. Ho un debole Al limite lo possiamo perdonare se non cavallo. Secondo la stampa di sua Maestà dence Party (Olycom)
per le donne che sanno cavalcare bene. vede com’è messa sua moglie Sarah, 46 “Samcam” ha votato per i laburisti nel
Ma avete mai visto le mogli dei candidati anni, ex capo di una ditta pubblicitaria, la passato e potrebbe farlo anche questa
Premier alle politiche inglesi del prossimo signora “Nice” (simpatica). E diciamolo: volta! Dunque la decisione di sganciarla
6 maggio? Che Dio salvi non solo la Regina suo marito, con cui ha fatto tre figli (uno durante la campagna elettorale al fianco
ma tutti noi. Per la prima volta nella storia morto 10 giorno dopo la nascita) non è del suo marito è un po’pericoloso.
della politica inglese sono scese in campo George Clooney, si arrabbia spesso con La terza moglie, è una bella donna, vo-
anche le aspiranti first lady per partecipa- tutti, e si mangia le unghie in continuazio- lendo. Cosa volete, è spagnola, mediter-
re attivamente nella campagna elettorale. ne come un psicopatico. “Non vi preoc- ranea insomma. Ma Senora Gonzàlez
Sono state chiamate in gran parte perché i cupate Gordon non è un killer,”dicono gli Duràntez, 42 anni, è anche una donna
politici si rendono ben conto che gli ingle- occhi di Sarah. Sempre sorridente Mrs spaventosa. Sa troppo della classica fem-
si non ne possono più della classe politica. Brown somiglia a un assistente di base a minista terrificante degli anni ’70. È ma-
Dico questo: se volessero aiutare i loro tempo indeterminato di una regione ros- dre di tre figli e allo stesso tempo socio di
mariti sul serio avrebbero fatto meglio o sa come l’Emilia-Romagna. una ditta top di avocati internazionali e a una dittatura burocratica kafkiana. Alle
stare a casa o girare in burka. Così, invece, Samantha Cameron, 38 anni, detto differenza di Mrs Cameron non ha tem- europee del 2009 l’Ukip è arrivato secon-
cioènudeecrude, rischianodicrearegra- “Samcam”, la moglie del leader dei con- po, dice, di fare la campagna elettorale. do dopo i conservatori e prima dei laburi-
vi danni. Guardate che roba: Sarah Bro- servatori, com’è messa invece? Non tanto La mia preferita è la moglie del Premier sti e i liberal democrats. Lady Caroline è
wn, moglie del Premier laburista Gordon; bene, neanche lei. Ha due figli ed è incinta candidato che non è apparso in tv ieri per veramente bella ed è anche una vera ari-
Samantha Cameron, moglie del leader ancora una volta da quattro mesi (la cop- lo storico dibattito fra i leader dei princi- stocratica. Suo marito, scozzese, fa la cac-
dei conservatori David; e Miriam Gonzà- pia ha perso un figlio handicappato che pali partiti (storico perché in Gran Breta- cia al cervo. Lady Caroline si è anche can-
lez Duràntez, moglie del leader dei Liberal aveva sei anni nel 2009) e lavora anche co- gna non è mai successo). Si chiama Lady didata per il partito di suo marito nel col-
democrats Nick Clegg. I politici inglesi do- me direttore creativo di Smythson, un ne- Caroline Pearson ed è moglie di Lord legio di Kensington, zona molto ricca di
vrebbero imparare da Silvio. Al popolo gozio molto chic della Bond Street a Lon- Pearson of Rannoch, leader del Uk Inde- Londra. “Vado a cercare voti mentre fac-
piace la bellezza, specialmente quella dra. Dicono di lei che sia molto chic e fa- pendence Party, una sorta di Lega Nord cio lo shopping,” ha detto alla stampa in-
femminile. Ecco perché il Cav. tiene così shionable ma per me, un semplice roma- britannica. Questo partito vuole, fra l’al- glese. Che donna meravigliosa. La voterei
tanto a candidare delle belle gnocche. An- gnolo onorario, il suo modo di vestirsi la fa tro, il ritiro dall’Unione europea perché è senza esitazione.
le-journal-italienne.blogspot.com

18 Venerdì 16 aprile 2010 ATTUALITÀ


@ commenta su www.libero-news.it

::: FRANCESCO SPECCHIA “Un, due, tre”: rendeva umano anche


 Essendo genio irripetibile e gentleman di gran- nematografico. Al cinema s’infilò dall’avanspettaco- tò chefingeva d’essere ilmedico del Duce.Se digitate
dezza sussurrata nonchè ex bersagliere, Raimondo lo, con una cinquantina di film molti interpretati con su Youtube “Chi era Maria Pocchiola?”, otterrete un
Vianello, pur laureato, ex atleta e prigioniero di guerra l’alter ego Ugo Tognazzi, alcuni scritti di suo pugno, brano cliccatissimo dal suddetto film -l’inaugurazio-
(era stato in campo di concentramento con Pound e come “Il Vichingo venuto dal sud” e “La schiava io ce ne fascista di un monumento- assolutamente esila-
l’artigliere Walter Chiari, ma non lo ricordava mai), l’ho e tu no” protagonista Lando Buzzanca, macho e rante. Vianello riusciva a rendere umano anche il più
non si vantava mai dei propri successi. sanguigno, il suo esatto opposto. Sul grande schermo urticante dei caratteri. Anche se il film galleggiava
Oltre a quelli televisivi, universalmente ricono- Raimondo, per phisique du role, si calava spesso in nella dorata serie B degli anni 60/70, ed era roba come
sciuti (Casa Vianello, sit-com più longeva della tv, era ruoli di rara sfrontatezza: il capo cattivo, il burocrate “Totò Diabolicus” (foto a sinistra), “Le Olimpiadi dei
la nostra casa delle vacanze e delle illusioni), Vianello tignoso, il marito cornuto, il ministro impotente del mariti”,“La cambiale”o“Noi siamo due evasi”(foto a
coltivò grandi titoli da attore e consumato autore ci- geniale “Sua Eccellenza si fermò a mangiare”con To- destra), la presenza di Vianello, il suo tocco felpato ne

il ritratto
Non dava lezioni
ma era un esempio
popolare e raffinato
Raimondo inventò la televisione d’autore
a metà tra l’informazione e l’intrattenimento
::: segue dalla prima ria della televisione, un tempo in cui era stata
GIAMPIERO MUGHINI feconda la contesa tra la Rai pubblica e le Reti
. Mediaset a conquistarsi pubblico e spazi pub-
(...) e drammatici della Nazione. Gli poteva in- blicitari. In quello stesso torno di anni, e negli
teressare meno che niente, a lui e alla sua ge- studi Mediaset situati nello scantinato di cui
niale metà e partner Sandra Mondaini, fare ho detto, si incrociavano Vianello e Maurizio
piangere su questa o quella sciagura, racco- Mosca, conduttore altrettanto geniale di
mandare quanto fosse indispensabile la lotta quell’ “Appello del martedì” ideato da Carlo
alla camorra e alla mafia oppure l’assistere i Freccero, uno che era stato al fianco di Ber-
bambini e i vecchi. Quanto ai bambini Vianel- lusconi nel far decollare l’avventura di Cana-
lo ci pensava nella sua vita privata, e difatti lui le5 e che poi ne diverrà un avversario ostinato
e sua moglie Sandra adottarono un’intera ge- e totale. Il caso vuole che Mosca e Vianello
nìa di flippini. siano in questi giorni affratellati nel mio ricor-
Con tutto il suo corpo e con tutto il suo ta- do e nel mio lutto. L’uno e l’altro stavano in-
lento immenso, Vianello aveva scelto un’altra ventando una televisione nuova, meno com-
strada professionale e d’autore. Far sorridere, passata, più irridente, in cui fosse sottile sot-
che è cosa immensamente diversa dallo sghi- tile il confine tra l’informazione e l’intratteni-

Il maestro
gnazzare a crepapelle, e che è cosa immen- mento. È stata una stagione televisiva dove a
samente più difficile che far piangere. Ho det- ogni momento nasceva qualcosa di inedito,
to sorridere, non ridere. A far sorridere lui non non come adesso che o è quiz o è reality o so-
pronunciava motti assassini contro l’uno o no politici che si azzannano l’un altro aizzati
l’altro leader politico, ciò di cui sarebbe capa- da un domatore di belve.
ce il portiere di un qualsiasi condominio. A far
sorridere lui muoveva gli occhi, era più che Il numero uno della serie B
sufficiente.
Gli occhi dicevano e raccontavano, le paro-
Così lo definì Nanni Moretti

del sorriso
le erano superflue e comunque venivano do- In una nostra conversazione di molti anni
po. Vent’anni fa, ai tempi in cui ero un inviato fa, al tempo in cui eravamo amici e ci incon-
speciale di “Panorama”, ero andato a intervi- travamo a sera un giorno sì e un giorno no,
starlo quanto al suo ruolo di conduttore di Nanni Moretti mi disse di ammirare immen-
“Pressing”, una trasmissione in cui si ragiona- samente Vianello. Di reputarlo il numero uno
va e si sorrideva di calcio e che lui ha condotto della serie B, e voleva fargli con questo un
per otto memorabili anni. Se ricordo bene, mi gran complimento. A uno che non si autoat-
aveva dato appuntamento nella hall del Jolly tribuiva il sussiego e le medaglie di chi giocava
Hotel di Milano 2, a cento metri da dov’era lo (o credeva di giocare) in serie A. Di uno che
scantinato fatale dov’è nata la saga delle te- non sceglieva gli umori e le idiosincrasie di Addio al grande attore Raimondo Vianello, avrebbe compiuto
levisioni berlusconiane e a 300 metri una nicchia o di una fazione, a vellicarle. Di
dall’Ospedale San Raffaele dove Vianello è uno che sembrava tranquillo e che faceva 88 anni fra tre settimane. Scompare lo stesso giorno in cui se
morto ieri all’età di 88 anni. tranquillamente il suo mestiere, e non c’è nul-
la di più nobile che fare il proprio mestiere ne andò Totò. I funerali si svolgeranno domani a Milano
Pronto nel rimandare la palla senza per questo volere insegnare a nessuno
quello in cui deve credere e soprattutto quello
come un veloce tennista che deve odiare. Di uno che si rivolgeva a un ::: MILANO aperta dalle 11 alle 20.
Mi ero seduto in poltrona innanzi a Vianel- pubblico di cui non sai ma che rispetti, e cia- I funerali del signore della televisione, perché
lo, che fino a quel momento non aveva detto scuno di quel pubblico ha il diritto con un col-  Raimondo Vianello avrebbe compiuto 88 questo era veramente Vianello, si svolgeranno
una sola parola né emesso un solo sospiro né po di pollice di accettarti o di cancellarti dal anni fra tre settimane. Invece il suo cuore ha de- sabato alle 11 presso la chiesa Dio Padre di Mi-
io gli avevo fatto una sola domanda. E già sta- video. ciso di fermarsi prima. Alle 6.50 di ieri mattina. lano 2, frazione di Segrate, dove viveva con la
vo ridendo, di quel riso che è della mente e Quel pubblico Raimondo e Sandra non lo Era ricoverato al settimo piano dell’ospedale San moglie Sandra Mondaini. La sua donna da quas
dell’intelligenza. Bastava guardarlo, acquatta- hanno mai tradito. Giorno dopo giorno. Po- Raffaele di Milano da circa dieci giorni Raimon- cinquant’anni, quella con cui ha diviso non solo
to in poltrona e però pronto a reagire, quei meriggio dopo pomeriggio. Fino all’apoteosi do. Non stava bene. E i suoi problemi di salute si la vita privata ma anche quella del piccolo scher-
suoi occhi che mulinavano a dire quanto la vi- degli ultimi. C’ero al Teatro delle Vittorie di sono fatti via via più seri, fino a quando il suo mo, tanto che a volte non si vedeva neppure la
ta fosse assieme tragica e grottesca, quella sua Sanremo quando Baudo li chiamò entrambi fisico non ce l’ha fatta più, e ha mollato. differenza tra l’una e l’altra. Poi Raimondo farà
prontezza nel rimandarti la palla che era de- sul palco, Raimondo che gli anni avevano Il centro fondato da don Luigi Maria Verzè non un altro viaggio. Subito dopo la cerimonia fune-
gna di un tennista di vaglia, quel suo acume flesso un po’ di più, e il pubblico in sala si era attrezzato per allestire la camera ardente in bre tornerà nella sua Roma per essere sepolto
soffice nel girovagare per le cose del mondo, spellava le mani nell’applauso. Da quanto li loco che oggi sarà invece preparata nello Studio nella tomba di famiglia al cimitero del Verano
cose di cui lui sapeva almeno quanto ne san- amava. Da quanto era loro grato dei sorrisi in- 4 di Mediaset a Cologno Monzese. Il gruppo per Ancora da stabilire se il feretro partirà subito op-
no gli Irrimediabilmente Seri, quelli che si ve- telligenti che avevano fecondato a valanga. cui l’artista ha lavorato per tanti anni aveva of- pure se i familiari aspetteranno lunedì.
stono al modo di chi sta accompagnando un Giorno dopo giorno di lavoro. Pomeriggio do- ferto, infatti, a Sandra Mondaini tutta la dispo- Una curiosità: Vianello se ne è andato lo stesso
funerale a farti capire quanto sono seri. po pomeriggio. In piedi, cari amici. Se ne va nibilità nell’organizzazione delle esequie e la ve- giorno di un altro grande della risata, il “princi-
Era un tempo vitale e affascinante della sto- un re. dova ha accettato. La camera ardente resterà pe” Totò, scomparso il 15 aprile 1967.
le-journal-italienne.blogspot.com

ATTUALITÀ Venerdì 16 aprile 2010 19


@ commenta su www.libero-news.it

il capo antipatico e il marito cornuto ciampa e ruzzola a terra; gli costò, in Rai, un esilio plu-
riennale. Ma anche le scenette della Mondina o di
nobilitava la fattura. Era ancora più bravo come sce- moci così senza pudor”, “Fico d’india” con Pozzetto. “Tito tu hai ritinto il tetto/ ma non t’intenti di tetti ri-
neggiatore, attività alla quale si dedicò a tempo pieno Sono diventati quasi tutti pezzi della commedia ita- tenti” sostano nella storia della tv di Stato. Quando il
dopo la rottura con Tognazzi (che l’uno attribuiva liana degli ultimi trent’anni. Leggenda vuole che Rai- satirico Il Male pubblicò il falso storico “Tognazzi ca-
all’altro, e viceversa). mondo avesse scritto anche -da ghost writer- alcuni po delle Br”, svettava un editoriale -falso pure quello-
Per il suo stile di scrittura molto british e la battuta copioni di Les Charlots che in Italia erano conosciuti di Vianello: “Io l’avevo sempre sospettato”.
acuminata alla Longanesi, Vianello era portato più come I 5 matti, comici francesi alla Luis De Funes; In Paradiso, oggi, ce l’immaginiamo a provare uno
per la commedia che per il comico di pancia grossa. della qual cosa il nostro ebbe mai a commentare. Ov- sketch con San Pietro che gli rifila una tunica bianca
Alcuni dei suoi titoli erano dei piccoli gioielli narra- viamente la satira, finissima, era il suo principale re- candida da beato, e Raimondo lì che s’intestardisce a
tivi: “Il trapianto per la regia di Steno”, “L’uccello mi- gistro narrativo. Toccò lo zenith nel famigerato “Un, rivolere il suo doppiopetto. Era indubitabilmente il
gratore”, “L’arbitro”, “Il gatto mammone”, “Spoglia- due, tre”e nello sketch del presidente Gronchi che in- migliore di tutti.

CASALEGNO
Raimondo e Sandra nella loro scena
più famosa della sit-com “Casa Via-
nello” (Liverani) «Un gentleman
E sul lavoro
un perfezionista»
 Anno 1997. “Pressing”,
trasmissione di sportiva di Ita-
lia1 condotta da Raimondo
Vianello, si arricchisce di una
nuova presenza femminile:
Elenoire Casalegno, che par-
tecipa al programma fino alla
sua chiusura nel 1999.
«C’erano molte cose che mi
colpivano di lui», racconta
Elenoire a Libero. «La signori-
lità, la battuta tagliente e il suo
rapporto con la morte. Una
frase più di ogni altra sintetiz-
za questo suo modo di fare.

lui e Sandra ::: LA VITA


LA GIOVINEZZA
Raimondo Vianello nasce a
Quando diceva: “Mi piace
l’umorismo macabro. Sandra
l’ho fatta morire chissà quante
volte. Purtroppo è sempre tor-
nata…”. Mi colpiva la sua ca-
Roma il 7 maggio 1922 e tra- pacità di sdrammatizzare il

Il vero spasso era nel privato


scorre la giovinezza a Spalato. linguaggio dello sport. Una le-
Si laurea in giurisprudenza zione che dovrebbe essere as-
senza però mai esercitare. Du- similata dal giornalismo di og-
rante la Seconda Guerra Mon-
diale, dopo aver aderito alla gi, soprattutto televisivo, per il
Repubblica di Salò, viene te- quale spesso una partita si tra-
Nella sua storia con la Mondaini tutti i segreti dell’amore eterno nuto prigioniero dagli Alleati
nel campo di Coltano insieme
sforma in una tragedia greca».
Elenoire snocciola concetti
al poeta Ezra Pound e agli atto- con eleganza. «Raimondo è
::: PIERLUIGI DIACO Ma sono stati, sempre insieme, sperimentatori coraggiosi e anche ri Walter Chiari e Enrico Maria stata la persona più coerente
Salerno.
un po’ azzardati: contro i consigli che da più parti arrivavano, de- dello spettacolo. Non c’era
 Il segreto dell’amore di coppia è l’ironia, di entrambi. Questo cisero di andare a lavorare clamorosamente nella nascente Finin- GLI INIZI differenza tra chi era nella vita
ci hanno insegnato Sandra e Raimondo. Una coppia che è stata ir- vest nel 1982 “quando era un atto eroico lasciare la Rai”, quando, Esordisce a teatro nel 1945 privata e ciò che faceva vedere
resistibile nel lavoro, complice nel sentimento, presente e generosa come racconta Fedele Confalonieri, sposare l’avventura delle tv pri- nella rivista “Cantachiaro in televisione. La domenica ci
nei rapporti d’amicizia. Simpatia, sarcasmo e intelligenza sono stati vate significava venire messi letteralmente al bando dal servizio N.2” di Garinei e Giovannini. costringeva a vedere tutte le
gli ingredienti che Vianello e Mondaini hanno miscelato con cura pubblico. Nasce in quegli anni un rapporto di profonda amicizia e Negli anni ’50 passa al cinema partite, ed era pignolo sulla
per tutta la vita, anche quando la malattia e una leggera depres- di stima professionale con Silvio Berlusconi, a cui i due, se pur con e al teatro. stesura della scaletta. Poi, pri-
sione hanno tentato di impossessarsi del loro stato d’animo, ten- moderazione e sobrietà, non hanno mai fatto mancare affetto e so- ma di andare in onda, diceva:
LA TELEVISIONE
tando invano di prendersi gioco perfino del loro spirito. stegno per la scelta di occuparsi di politica a tempo pieno. Sempre “questi sono i temi principali,
Assieme a Ugo Tognazzi lavo-
Ieri è scomparso Raimondo e tutti pensano a lei, all’amata com- leali in pubblico con il loro editore, in privato, soprattutto Raimon- ra nel programma “Un, due, ma dobbiamo saper improv-
pagna, a quella donna che gli è sempre stata accanto senza do, però non ha mai nascosto al Cavaliere alcune perplessità su te- tre”, che ottiene un grande visare”. E lo faceva con stile».
mai perdere la sua autonomia: per lo spettacolo sono stati mi e argomenti da cui dissentiva. successo. I siparietti con Elenoire so-
il simbolo stesso di gioie e dolori della vita a due, di un’esi- no diventati leggendari, anche
stenza comune vissuta con passione e sobrietà fino al- Testa calda lui, peperino lei IL MATRIMONIO
Nel 1962 si sposa con Sandra
perché lei sapeva stare al gio-
l'ultimo, l'emblema più riuscito di una pagina di storia co. «Guai se avessi dato segni
italiana scritta a quattro mani. Una cifra, la loro, che Testa calda lui, animo più che peperino lei. Avevano la- Mondaini, conosciuta nel di nervosismo. E poi non ce
nel tempo è diventata uno stile inimitabile ma, evi- sciato le scene nel 2008 con un’ultima sit-com per Canale 1958, con la quale lavorerà in n’era bisogno. Lui mostrava
coppia per quasi cinquant’an-
dentemente, copiato da molti: sperimentato con 5 “Crociera Vianello”. In navigazione erano stati persino ni. con quelle battute l’affetto e
successo in tv negli anni '70 e '80 era diventato il raggiunti da un gossip insistente che dava per morto l’apprezzamento verso di me.
cuore della sit-com Casa Vianello negli anni '90 e Raimondo. Ironicamente implacabili come al solito, i RAI E MEDIASET Complimenti dietro le quinte
2000. Classe 1922 lui, 1931 lei, sono stati insieme due si erano fatti una risata: «Raimondo - aveva Negli anni ’70 lavora in diversi non me ne faceva. Perché così
52 anni sulla vita e sul set. Si erano conosciuti commentato Sandra - stavolta tocca a te». Crociera varietà trasmessi dalla Rai. In era Vianello e quella era la cifra
nel 1958 e si sposarono tre anni dopo, forman- Vianello ha rappresentato l’addio televisivo seguito passa a Canale 5 inter- stilistica del suo modo di ve-
do una delle più inossidabili e divertenti coppie dell’amata coppia che aveva divertito l’Italia in tv pretando le famose sit-com dere le cose, del suo modo di
“Casa Vianello” e “Cascina
dello spettacolo italiano. Non riuscirono ad per mezzo secolo con le scenette matrimoniali. rapportarsi alla gente che gli
Vianello” e presentando il
avere figli, ma in compenso adottarono un'in- «Non è detto, dipende» si era lasciato sfuggire Rai- programma sportivo “Pres- stava vicino».
tera famiglia di filippini. mondo sul set, «Sandra a casa si annoia», riferendosi sing”. F.S.
alla sempre inquieta Sandra che non vuole stare
La grande generosità nell’abitazione (a Milano 2, a pochi passi dagli studi SANREMO
Mediaset di Palazzo dei Cigni). Poi sempre nel 2008 Nel 1998 conduce il Festival di
Non si persero mai in inutili menate coniugali insieme erano saliti, entrambi entusiasti ma molto af- Sanremo affiancato da Eva
sull’impossibilità di mettere su famiglia, ma osarono a fatticati, sul palco dell’Ariston per il premio alla crea- Hervigova e Irene Pivetti. La
sua prima volta al Festival era
dismisura investendo una cospicua somma di denaro tività Siae. stata negli anni ’60 con To-
per aiutare chi aveva più bisogno d’aiuto e, chi, al con- «Ho avuto e combattuto il cancro e da tre anni gnazzi per uno sketch che fu
trario di loro, era privo d’amore e di affetti. Sono stati convivo con questa malattia, la vasculite, che pro- poi cancellato.
testimoni, magari involontari, dell’amore coniugale: voca l’infiammazione dei muscoli e dolori fortis-
ci hanno dimostrato che chi ama davvero, travolto da simi - aveva spiegato Sandra Mondaini annun- IL RITIRO
quell’amore che ha in sé qualcosa di divino, ha il pri- ciando l’addio alla tv - Ormai al massimo potrei Il saluto al suo pubblico viene
vilegio di avere e vivere una stessa sorte, fare uno stes- interpretare una vecchia zia in carrozzella. La dato nel 2008 con la sua ultima
so cammino nella vita, possedere la stessa quantità di mia è una malattia rara - disse - nessuno co- fiction, “Crociera Vianello”.
farfalle nella pancia. Ma Sandra e Raimondo hanno nosce la cura. «Io sì», aveva detto il solito Via-
L’ADDIO
osato di più: hanno fatto del loro privato uno spassoso nello. «E naturalmente - replicò lei - non Alle 6.52 di ieri muore
racconto pubblico, dal sapore teatrale, che gli ha per- vuoi dirmela...». Adesso sarà compito del all’Ospedale San Raffaele di
messo di capire quanto la leggerezza ti consenta di Al derby del cuore Oly Signore prendersi cura di Raimondo. A Milano dopo undici giorni di Elenoire Casalegno
proporti all’altro in modo più divertito e divertente. Sandra ci pensiamo noi, il pubblico. ricovero.
le-journal-italienne.blogspot.com

Borsa Milano-FTSE Mib Borsa Londra-FTSE 100 Borsa Parigi-CAC 40 Petrolio - al barile Euro/Dollaro
23.539,24 5.825,01 4.065,65
Gli indici 87,38 $
-0,52%
+0,25% +0,50% +0,20% +0,38% 1,3544

Segnali di ripresa

L’export riparte. Il made in Italy stenta


Per la prima volta dal settembre 2008 decollano (+7%) le esportazioni. Restano però al palo
abbigliamento e mobili. Urso: «Fiduciosi». Trichet: «Crisi ancora in atto per colpa di Usa e Cina»
::: SANDRO IACOMETTI
 L’Italia ritorna a vendere
all’estero come non accadeva dalla
Oltre le stime
fine del 2008. Dopo un tiepido se-
gnale positivo a gennaio (+1,1%), a
febbraio le esportazioni sono cre-
L’economia di Pechino
sciute sul 2009 del 7,3%. Complessi-
vamente il saldo commerciale è co-
riprende a galoppare
munque risultato negativo per 2,332
miliardi di euro, in peggioramento Il Pil schizza all’11,9%
rispetto al deficit di 895 milioni
dell’anno prima. Un fenomeno do-  La Cina torna a ruggire un’economia che
vuto alla contestuale crescita delle mette a segno il ritmo di crescita più forte da tre
importazioni (12,9% a febbraio), che anni a questa parte. Nel primo trimestre dell’an-
segnala comunque una dinamica no il prodotto interno lordo ha segnato un balzo
positiva dell’economia. dell’11,9% su base annua, mostrando un’ulterio-
Per avere un’idea del cambio di re accelerazione dopo la crescita del 10,7% regi-
marcia del Paese basta guardare i strata nell’ultimo trimestre del 2009. Il risultato ha
numeri diffusi ieri da Bankitalia, che battuto le stime degli economisti che puntavano
parlano di un volume dell’export su un incremento dell’11,7% e ha trainato al rialzo
italiano crollato durante la crisi (dal le borse asiatiche, mentre gli economisti hanno
secondo trimestre 2008 a metà migliorato le stime di crescita della Cina per que-
2009) del 24,8% a fronte di un calo st’anno.
della domanda mondiale del 17,7%. Citigroup ha ora innalzato le previsioni sul Pil
A trainare l’esportazione è il rag- cinese 2010 portandole dal 9,8% al 10,5%; JPMor-
gruppamento dell’energia (+34,6%), gan dal 10 al 10,8% e Royal Bank of Scotland dal 10
seguito dai prodotti intermedi all'11%. E la corsa dell’economia cinese ha spinto
(+11,6%). Tra i settori più brillanti il Giappone a migliorare le proprie stime di cre-
spiccano i rialzi del coke e prodotti scita: la Bank of Japan ha rivisto al rialzo le proprie
petroliferi raffinati (+33,5%), dei Un atto di accusa plateale che ra- valutazioni per sette delle nove macroaree del
prodotti chimici (+26,3%) e farma- .
INTERVIENE LA BCE ramente ha caratterizzato le comu- Paese, grazie all'aumento delle esportazioni e
ceutici (+23,8%). nicazioni di Francoforte. Il riferi- della produzione. Nella relazione trimestrale (il
A gelare un po’ gli entusiasmi c’è Per Jean Claude Trichet gli mento, neanche troppo velato, è al cosiddetto Sakura report, simile al Beige Book
il cattivo andamento del made in squilibri e le distorsioni disavanzo commerciale degli Usa, della Federal Reserve) sui grandi distretti territo-
Italy. Perdono infatti quota i pro- dell’economia globale che finanziato da massicci acquisti di ti- riali, l’istituto centrale nipponico ha messo in evi-
dotti classici della nostra industria, hanno causato la crisi con- toli di Stato americani dalla Cina. E denza che l'economia giapponese è in accelera-
come l’abbigliamento e i mobili, in tinuano ad essere «un fattore di contro al maxi-surplus commer- zione e che i rischi di un’altra recessione si sono
calo rispettivamente del 9,6% (- di rischio fondamentale». Un ciale cinese, che sta comportando ridotti «in modo significativo».
10,7% tra gennaio e febbraio) e atto di accusa contro la po- tassi di crescita stellari e ha creato, Ma intanto per Pechino la statistica diffusa ieri
dell’1,7% (-2,3% nei primi due me- litica americana e cinese Oly secondo alcuni economisti, una conferma i timori per il surriscaldamento
si). Le esportazioni di prodotti agri- bolla creditizia e immobiliare pron- dell’economia e soprattutto per il rischio di bolle
coli e della pesca, secondo un’ana- ta ad implodere. Sul fronte interno speculative. E se per ora l’inflazione è aumentata
lisi della Coldiretti, sono cresciute in Adolfo Urso, che evidenzia come l’Eurotower punta apertamente il la Bce ha sottolineato che nel 2010 si meno del previsto, fermandosì su un +2,4% ri-
valore del 18% mentre quelle dei dall’ottobre 2008 le nostre esporta- dito contro il deficit commerciale prospetta «un ritmo di crescita spetto al marzo dello scorso anno (un livello infe-
prodotti alimentari e delle bevande zioni verso i Paesi Ue risultavano in Usa e la forte crescita dell’export ci- complessivamente moderato riore al 2,6% previsto dagli economisti e al 2,7%
del 9%. Per quanto riguarda invece costante caduta, mese dopo mese, nese, che rappresentano fattori di nell’area euro, in un contesto carat- registrato a febbraio), i prezzi alla produzione so-
le importazioni, comincia ad incre- con cali spesso a due cifre nella fase destabilizzazione incontrollabili. terizzato da incertezza». Sulla cre- no cresciuti del 5,9%, evidenziando che per la Ci-
mentare sempre più il suo peso il più acuta della crisi. Governi e consessi internazionali scita al rallentatore peserà anche il na sarà difficile contenere l’inflazione entro il tet-
greggio, il cui import rappresenta il La cautela è comunque ancora come il G-20, secondo l’istituto gui- fardello della disoccupazione, che to del 3%. Le autorità del governo cinese hanno
9,1% dei flussi in entrata (dal 6% del d’obbligo. Così almeno sostiene la dato da Jean-Claude Trichet, devo- nei prossimi anni sarà «struttural- già messo mano alle prime contromisure per
febbraio 2009). Banca centrale europea, secondo no fare di più, visto che le consulta- mente più elevata» in un’Europa in contrastare la corsa di economia e prezzi - irrigi-
Nell’insieme, i dati diffusi ieri cui gli squilibri e le distorsioni zioni multilaterali sugli squilibri cui «le condizioni nei mercati del la- dendo i requisiti di riserva delle banche per ridur-
dall’Istat rappresentano un «segna- dell’economia globale che hanno mondiali hanno visto «i paesi inte- voro si sono deteriorate ulterior- re l’eccesso di liquidità e raffreddare così il mas-
le importante» che «ci fa essere più causato la crisi continuano ad esse- ressati non rispettare appieno gli mente». La cura? Più incentivi siccio ricorso al credito - ma ora gli economisti
fiduciosi sulla ripresa», spiega il vice re «un fattore di rischio fondamen- impegni assunti sul piano delle po- all’occupazione e salari più flessibi- vedono più vicina, e inevitabile, una stretta mo-
ministro allo Sviluppo economico tale». Nel suo bollettino mensile, litiche economiche». li. Ma non ditelo ai sindacati. netaria e una rivalutazione della moneta.
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 21


@ commenta su www.libero-news.it

In tilt il call center degli incentivi. Il sito Internet slitta di un mese


 Forse finiranno ancor prima di quan- così i quattrini svaniranno molto prima dei del ministro dello Sviluppo, Scajola (in foto) net dedicato che avrebbe decongestionato
to previsto. Nel primo giorno degli incentivi 30-40 giorni ipotizzati da Confindustria. «ha provocato qualche intasamento, ma se- le linee permettendo ai venditori di regi-
sono stati prenotati circa 24mila acquisti, Inevitabile e prevedibile l’intasamento dei condo i gestori, dopo una prima fase di asse- strarsi on line. Il portale c’è, ma sarà opera-
per un totale di 21,5 milioni di euro. In altre call center delle Poste, che già erano andati stamento, il sistema sarà in grado di soddi- tivo solo a partire dal 17 maggio. Quando gli
parole, il 7% dei 300 milioni messi a disposi- in tilt nella fase di prenotazione. L’altissimo sfare le richieste in tempo reale» In molti si incentivi, forse, saranno già finiti.
zionedal governoper glisconti.Se vaavanti numero di telefonate, ammettono i tecnici sono chiesti che fine abbia fatto il sito Inter- S.IAC.

Imposte e riforme LA CASSAZIONE


Il Fisco, con una circolare, ha ribadito la centralità

Passo indietro del Fisco del contenzioso per gli studi di settore, dopo
l’intervento della Corte di Cassazione

Per gli studi di settore Conti pubblici in ordine


Allarme di Draghi
processo a senso unico «Troppe tasse»
L’Agenzia delle Entrate rende obbligatorio il contenzioso  I conti pubblici italiani sono in ordine. Me-
glio di così, probabilmente, visti gli effetti della
ma di fatto l’onere della prova torna a carico della partita iva crisi finanziaria internazionale, il governo non
poteva fare. Ma la messa in sicurezza della finan-
za statale ha un rovescio della medaglia certa-
::: CLAUDIO ANTONELLI segue, tecnicismi a parte, che «è invariati rispetto all’anno pre- mente poco gradito a palazzo Chigi. Mentre si ra-
il contraddittorio l'elemento cedente in vista della ripresa giona sul federalismi, continua a crescere, infatti,
 A prima vista sembrava determinante per adeguare alla economica e affronta consape- il peso delle tasse sulle tasche degli italiani: nel
quasi un successo per le partite concreta realtà economica volmente un calo di fatturato 2009, secondo i dati della Banca d’Italia diffusi ie-
Iva. Sembrava la fine degli studi l’ipotesi dello studio di settore». sarà ugualmente obbligato ad ri, la pressione fiscale è passata dal 42,9 al 43,2%.
di settore e l’applicazione in to- In altre parole il processo di- adeguarsi agli indici. E quindi Troppe tasse, insomma. E non è l’unico affon-
to della sentenza della Corte di venta obbligatorio ed è ciò che pagare più tasse do di Bankitalia alla politica economica curata
Cassazione che pochi mesi fa le partite iva aspettavano da Al contrario il principio dal ministro Giulio Tremonti. «In Italia la ripresa
ha definito gli indici fiscali creati tempo. Tant’è che devono rite- dell’obbligatorietà «dell’instau- economica è ancora debole», scrive via Naziona-
nel 1998 da Vincenzo Visco co- nersi viziati gli avvisi di accerta- razione della fase del contrad- le, aggiungendo che «sulle prospettive di crescita
me meri parametri statistici. In- mento basati sugli studi di set- dittorio con il contribuente, a pesano la debolezza della domanda interna e la
vece guardando bene tra le pie- tore applicati senza che sia stata pena di nullità dell’atto, produ- lenta ripresa dell'export». Attenzione, poi, al red-
ghe della circolare diramata ieri attivata la fase del contradditto- ce effetti anche sulla motivazio- dito disponibile delle famiglie che «è calato di ol-
dall’Agenzia delle Entrate si ca- rio. «In presenza di tale omis- ne dell’avviso di accertamen- tre due punti percentuali in termini reali nella
pisce che il processo alle partite sione», si legge nella nota, to», spiega il Fisco. Di conse- media dello scorso anno». Tuttavia «uno stimolo
Iva torna a essere a senso unico. «puntualmente rilevata dal guenza tutte le pratiche in corso temporaneo ai consumi» dovrebbe arrivare, a
Così il Fisco da un lato ha riba- contribuente nel corso del giu- che di fatto siano slegate al con- partire da aprile, grazie agli incentivi decisi dal
dito ieri la centralità del conten- dizio di prime cure, gli uffici tradditorio sono da considerare governo e da ieri finalmente operativi.
zioso con il contribuente per ometteranno di coltivare le nulle. E questo è l’unico vero Per quanto riguarda le entrate, Bankitalia se-
l’accertamento degli scosta- controversie». Dall’altra parte, elemento positivo della novità gnala per l’anno passato «una contrazione del
menti. invece, qualora, a seguito di ieri. «Nel complesso per noi è 2,3%, inferiore a quella registrata dal Pil nomina-
Spiegando che la presenza di dell’invito al contraddittorio, il l’ennesima delusione», com- le» mentre sul fronte delle uscite sottolinea che
uno scostamento fra le dichia- contribuente sia rimasto inerte, menta Mario Pozza, presidente «l’aumento della spesa primaria corrente è rima-
razioni dei contribuenti e quel- la motivazione dell’atto può ba- di Confartigianato Treviso, «alla sto sostenuto, nonostante il rallentamento dei
lo che l’elaborazione statistica sarsi unicamente sull’applica- fine rimane sempre vivo il con- redditi da lavoro». L’obiettivo di disavanzo del 5%
stabilisce essere il livello "nor- zione dello studio di settore, cetto che serviamo per fare get- nel 2010, indicato dal governo nell’aggiornamen-
male", «legittima l’avvio di una con riferimento allo standard tito. Non rimane altro che pro- to del Patto di stabilità, «implica un sensibile au-
procedura finalizzata all’accer- applicato». E qui spunta l’in- testare in piazza». mento delle entrate e una netta decelerazione
tamento nel cui quadro i segna- ghippo. «Se la partita iva», spie- Così gli interventi di riforma della spesa primaria». Finora, iI conti pubblici ita-
li emergenti dallo studio di set- ga a Libero Mario Marzola, anti crisi sugli studi dovrebbero liani sono «fortemente peggiorati» lo scorso anno
tore (o dai parametri) devono commercialista consulente di già essere adottati nella prossi- anche se, come accennato, via Nazionale ha sot-
essere "corretti", in contraddit- Confartigianato, «non è in gra- ma dichiarazione dei redditi. tolineato che il loro deterioramento «è risultato
torio con il contribuente, in do di dimostrare elementi con- Gerico, il software utilizzato per più contenuto che negli altri principali paesi
modo da "fotografare" la speci- creti per cui la sua azienda si di- la compilazione degli studi, do- avanzati». Fari puntati, poi, sul mercato del lavo-
fica realtà economica della sin- scosti dagli studi questi ultimi si vrebbe essere infatti pronto a ro: «Rispetto al picco di aprile 2008, gli occupati
gola impresa la cui dichiarazio- applicano automaticamente». partire da maggio, ma le spe- sono diminuiti di oltre 700mila unità (-3,1%)» e il
ne dell'ammontare dei ricavi Il che significa che se un im- ranze delle partite iva di un fi- calo «prosegue nei primi mesi del 2010» con una
abbia dimostrato una significa- prenditore decide di mantene- sco a misura di crisi sono ridot- flessione dello 0,4% sull’ultimo trimestre 2009».
tiva "incoerenza». Da qui con- re l’occupazione e i macchinari te a un lumicino. F.D.D.

Il Tea Party anti Obama


Per le prossime elezioni il partito anti tasse americano punta al Congresso
::: GLAUCO MAGGI liquidare con l’isolamento i critici del su- non siano rappresentate in Congresso. Un aspetto che turba ulteriormente i 450mila votanti nelle 7 settimane prima
NEW YORK perstimolo e del grande governo, ma un L’unica speranza dei democratici è che sonni dei democratici è la presenza ai Tea del Tax Day. Ecco i punti che figurano nel
anno speso dalla Casa Bianca a infliggere quelli dei Tea Party si trasformino in un party di delegati di colore, come l’African programma del movimento, e che pla-
 Il movimento del Tea Party compie al paese la riforma sanitaria ha prodotto partito, e si contrappongano quindi an- American David Webb, cofondatore del- smeranno le piattaforme dei candidati
un anno, e nell’ultimo giorno utile per pa- una reazione di massa che oggi è diventa- che ai repubblicani spinti dal proprio la sezione Tea Party 365 che ha diretto la conservatori e repubblicani che cerche-
gare le tasse (negli Usa è il 15 aprile), ha ta una reale forza politica. Un sondaggio supposto "estremismo". Ma è una spe- manifestazione di ieri sera a New York, ranno l’appoggio dei Tea Party per le
mobilitato milioni di manifestanti in cir- Rasmussen ha mostrato che il 48% della ranza che ha poche possibilità di concre- insieme al giornalista finanziario della prossime elezioni di medio termine.
ca duemila cortei e comizi che si sono popolazione è a favore dei Tea Party con- tizzarsi. CNBC Lawrence Kudlow, un bianco. Na- A novembre, infatti, si rinnoveranno
svolti in tutti gli Stati. Compresa la rocca- tro il 44% che sta con Obama. Persino il Al contrario, come hanno dimostrato il turalmente, nelle cronache dei rally di l’intera Camera (435 seggi) e un terzo del
forte liberal di Manhattan, a New York, New York Times, che ha condotto un caso della elezione del senatore Scott queste ore, la stampa liberal, e quella in- Senato (38 su 100 seggi). 1) protezione
dove il raduno si è tenuto ieri sera a due sondaggio con la CBS tv, ha dovuto am- Brown nel seggio di Ted Kennedy in Mas- ternazionale, si concentreranno su qual- della Costituzione; 2) rigetto della rifor-
passi dell’Empire State Building. Frazio- mettere che i Tea Party esistono. Il 18% si sachusetts, e le battaglie locali che hanno che cartello o qualche slogan particolar- ma sull’energia che impone tasse e regole
nato in innumerevoli gruppi locali che si dichiara attivista del movimento, che or- già prodotto il ritiro dalla politica di vari mente odioso per screditare l’intero mo- in nome del global warming; 3) un bud-
sono consorziati nella neonata National mai spazia in tutte le categorie anagrafi- democratici (ultimo il deputato Bart Stu- vimento. Sull’esempio del Contratto per get federale in pareggio; 4) completa ri-
Tea Party Federation, il fenomeno non che e sociali e ha tre punti cruciali di con- pak in Michigan), i dirigenti dei Tea party l’America che portò i repubblicani di Ne- forma fiscale; 5) ripristino della respon-
può più essere ridotto a "bande di razzisti trasto con Washington: l’opposizione ra- sono ben consapevoli di avere un inte- wt Gingrich alla riconquista del Congres- sabilità fiscale e per un governo meno
bianchi stupidi e burini", come li definì dicale contro la legge di Obama sulla sa- resse preciso nel ridurre il più possibile la so nel 1994, due anni dopo la elezione di grande e oppressivo a Washington; 6)
graziosamente, l’elite liberal hollywoo- lute, le spese pubbliche senza freno che forza dei democratici alla Camera e al Se- Bill Clinton, oggi viene lanciato dai Tea stop alle spese pazze governative; 7) abo-
diana. ingigantiscono il deficit federale, e la net- nato, perchè è lì che alla fine passano le Party un Contratto Dall’America, frutto lire la riforma sanitaria di Obama; 8) fer-
Allora Obama e i suoi fans speravano di ta sensazione che le idee dei Tea Party leggi. di una raccolta di pareri raccolti online tra mare gli aumenti delle tasse.
le-journal-italienne.blogspot.com

22 Venerdì 16 aprile 2010


@ commenta su www.libero-news.it

In crescita del 23 per cento MERCATINO

Il low cost fattura Bene gli aerei vip di Buffet


Netjets si espande in Italia

più di Fiat e Telecom EXECUTIVE Creata nel 1996 NetJets è la


società di aviazione d’affa-
ri leader in Europa. La flot-
ta è composta da 150 aerei
e garantisce a ben 1600
Le imprese del settore hanno venduto prodotti clienti di volare su 5000 ae-
roporti in tutto il mondo.
e servizi per 67 miliardi. Oltre 15 in più del 2008 Per prima la società ha in-
ventato le carte prepagate
attirando nuova clientela e
::: ATTILIO BARBIERI bilmente) decine di migliaia di italiani si spostava- in Italia nel 2009 e nel primo trimestre del
no nei Paesi dell’Europa orientale per usufruire di 2010 nonostante la crisi ha fatto un deciso
 Alimentari, trasporti, turismo, assicurazioni cure dentistiche a costi inferiori anche del 50% ri- passo in avanti. «Da 150 siamo arrivati a
ma anche cure mediche e dentistiche. Il mercato spetto a quelli praticati dai nostri professionisti. Co- 168 clienti», spiega Monica Agusta, Senior
delle spese low cost è esploso. Mentre l’offerta tra- sì, soprattutto nel Nord Est, alcuni studi dentistici si Vice President di NetJets Europe in Italia, «
dizionale ha attraversato un periodo nerissimo gli sono strutturati per offrire prestazioni di buona i quali abitualmente si dividono tra le 50 e
operatori capaci a proporsi sul mercato con offerte qualità (a differenza di molte prestate nell’Est Euro- le 100 ore di volo all’anno. Il target è de-
a costi contenuti hanno archiviato un 2009 indi- pa) ma a costi inferiori del 30-40% rispetto alla me- cisamente variegato e variabile a seconda
menticabile. Il mercato italiano del low cost ha fatto dia delle tariffe italiane. Ed è stato un boom. Sono del momento. Si affidano a noi da grandi
un balzo del 23%, salendo a 67,7 miliardi di euro. In assurti all’onore delle cronache i casi di tre strutture gruppi bancari , top manager dell’industria
dodici mesi gli italiani hanno speso negli acquisti a a Gemona del Friuli, Udine e Villotta di Chions ca- e della finanza e sportivi».
basso costo ben 15 miliardi e mezzo in più rispetto paci di dimezzare le parcelle: 45 euro per l’estrazio-
al 2008. L’equivalente (a spanne) di tre Finanziarie. ne di un dente, 150 per la ricostruzione con un per- Inchiesta sui fondi neri di Agnelli
Il settore ora pesa per il 4,45% sul Prodotto inter- no in carbonio e fibre di vetro, 650 per una protesi
no lordo ed è una delle voci principali della conta- mobile. Gabetti nega di essere indagato
bilità nazionale. Per uscire dalla vaghezza delle cifre «Il successo delle imprese low cost di qualità, in
l’intero settore pesa più del gruppo Fiat che lo scor- controtendenza con l’andamento dei settori in cui FISCO Una spiacevole gi-
so anno ha fatturato 50,1 miliardi di euro. Se poi operano, è stato favorito dall’evoluzione dei mo- randola di smentite e con-
guardiamo alla capitalizzazione delle società quo- delli di consumo e dalla crisi economica», afferma ferme ha riguardato ieri il
tate in Borsa facciamo delle scoperte interessanti. Antonio Vento, cofondatore di Databank, uno dei presidente uscente della
Banca Intesa capitalizza esattamente la metà, 33,9 curatori del rapporto. «Di fatto questi nuovi modelli Giovanni Agnelli & C Sa-
miliardi di euro, Unicredit 43,9, Generali 27,5%, di business», spiega, «hanno condizionato tutto il paz, la società-cassaforte
Fiat “appena” 10,5. sistema di offerta e modificato l’importanza dei fat- della famiglia Agnelli. Se-
Il boom dell’offerta di prodotti e servizi a basso tori di successo: in molti settori il prezzo è tornato a condo un articolo che sarà
costo, come testimonia il vasto rapporto presenta- occupare un ruolo di primo piano e i modelli di bu- pubblicato sul settimanale
to ieri da Assolowcost, l’associazione di categoria, è siness a basso costo ma di qualità stanno assumen- Panorama, Gianluigi Gabetti sarebbe in-
trasversale a tutti i settori. Il fenomeno riflette dun- do il ruolo di benchmark in termini di efficienza or- dagato dalla procura di Milano nell’ambito
que un riorientamento complessivo degli stili di ganizzativa e produttiva». Diventano cioé l’esem- dell'inchiesta che riguarda presunte eva-
consumo degli italiani. Si spendono meno soldi ma pio da imitare. sioni fiscali sul tesoro estero dell’Avvocato
non per questo si acquista per forza di meno. Anzi, Ma tanto successo spaventa. I 15 miliardi fattura- legato alla contesa sulla eredità mossa da
in taluni settori, per esempio quello dei servizi pro- ti in più dal settore lo scorso anno preoccupano gli Margherita. Nonostante Panorama con-
fessionali sono state aperte nuove aree di business operatori tradizionali. Soprattutto nel mondo delle fermi, l’interessato ha seccamente smen-
inesistenti fino a pochi anni or sono. Un esempio professioni. Le tariffe minime chieste a gran voce in tito. Intanto i pubblici ministeri vanno
per tutti: le cure dentistiche. La mancanza di coper- questi ultimi mesi sono conseguenza dell’esplosio- avanti a indagare. Nella fattispecie dopo
tura da parte del Servizio sanitario nazionale ha ne dei nuovi modelli low cost. Il governo si è impe- CAMBIANO I CONSUMI essersi rivolti alle autorità svizzere recen-
creato un fenomeno del tutto sconosciuto in prece- gnato ad approvare un provvedimento in materia temente hanno bussato alle porte del Lie-
Il prezzo contenuto è diventato il fattore
denza, quello del “turismo dentale”. Con il costo entro la legislatura. Nell’interesse delle tasche dei chtenstein.
decisivo negli acquisti degli italiani
aggiuntivo di un biglietto aereo (low cost, preferi- consumatori speriamo che questo non accada.
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 23

DALLA BORSA
::: In breve ::: Focus
Giornata fiacca con sprint finale
MARZOTTO E PERMIRA SMENTISCONO DEA CAPITAL E FIMIT CONFERMANO
L’OFFERTA SU HUGO BOSS
Il fondo Permira e la famiglia Marzotto
Su Fiat e Telecom, banche in recupero «LA FUSIONE È ALLO STUDIO»
Dea Capital e Fimit confermano i rumors
hanno smentito le voci di un'offerta da delle ultime settimane: stano studiando la
parte del gruppo veneto sulle azioni Hugo Chiusura positiva a Piazza Affari. Milano si è ottenuti mercoledì dopo la conferma che lo fusione di First Atlantic Real Estate Sgr
Boss. Le indiscrezioni avevano messo le ali riscattata ieri nelle battute finali di una seduta scorporo dell’immobiliare è in marcia secondo i (detenuta da DeA Capital) con la stessa
al titolo della casa di moda. incerta, caratterizzata da parecchie inversioni di tempi stabiliti. Bene Atlantia (+1,24%) dopo che Fimit. L’obiettivo, fanno sapere lle due
tendenza. Il mercato ha salutato con soddi- l’altroieri l’ad Castellucci ha affermato di pre- societàm è quello «di creare un primario
INTESA SANPAOLO, LA FALCRI sfazione la notizia della prossima missione con- vedere un miglioramento dei conti nel 2010. operatore europeo nell’asset management
ASSEGNERÀ TRE BORSE DI STUDIO giunta di Fondo Monetario, Banca Centrale eu- Telecom sale dello 0,35% mentre proseguono i immobiliare».
In occasione delle celebrazioni per il 60° ropea e Commissione in Grecia. L’indice Ftse Mib report positivi (ieri un nuovo “buy” di Execution In particolare, attraverso l’unione delle due
anniversario di attività, la Falcri di Intesa ha finito in recupero dello 0,25%, a 25.539 punti. Noble) dopo conti e piano triennale. Nel lusso società, l’operazione creerebbe la prima Sgr
assegnerà tre borse di studio ai dipendenti Fiat ha guadagnato l’1,02%, a 9,90 euro, be- bene Tod’s e Luxottica, deboli gli alimentari. immobiliare italiana indipendente, con allo
della banca che parteciperanno con un loro neficiando di un report positivo di Bernstein. Ha Tra i bancari in denaro Pop. Milano (+1,21%), stato oltre 8 miliardi di masse in gestione e
elaborato alla raccolta di spunti, idee, pro- giocato a favore del Lingotto pure l’attesa per la Banco Popolare (+0,65%) e Montepaschi 19 fondi gestiti (di cui 5 quotati). «Nelle
poste per migliorare il Contratto nazionale, presentazione del piano industriale la prossima (+0,68%). Negativa Intesa (-0,52%). prossime settimane», si legge in una nota
in scadenza il prossimo dicembre, sui temi settimana, su cui già circolano alcune antici- Bel tempo sui maggiori mercati europei. Londra diffusa in serata, «saranno avviate le attività
riguardanti i rapporti di lavoro a tempo pazioni. Su anche Exor (+0,67%). Fra gli in- ha finito a +0,50%, Parigi a +0,20% e Francoforte di due diligence e approfondite le modalità
determinato e quelli di apprendistato pro- dustriali Pirelli (+0,33%) ha consolidato i rialzi a +0,21%. In calo (-0,31%) Amsterdam. tecniche, finanziarie e di governance
fessionalizzante. dell’eventuale operazione».

Gli indici di Milano Gli altri indici di Milano grafica a cura di centimetri.it Gli indici internazionali
Titolo Chiusura Var. % Titolo Chiusura Var. %
FTSE Italia New York
All Share DJ It Titans 30 2.523,46 +0,29 Assicurazioni 4.590,85 -0,09 DOW JONES
Mediobanca Generale 64,12 +0,45 Banche 1.344,78 +0,49
24.049,59 11.120,69
Comit Globale 1.165,15 +0,42 TLC e Servizi 1.420 +0,68
Comit Globale R 1.166,05 +0,31 Finanziarie 275,01 +0,01
+0,28 Comit Globale R 1040 70,83 +0,33 Immobiliari 218,7 +1,27 -0,02 dato di metà pomeriggio

08/04 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04 Comit Performance R 3.605,43 +0,31 Trasporti e tempo libero 1.694,69 +0,67 08/04 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04

Comit Performance R 1040 78,96 +0,33 Industriali 554,13 +0,32


TS Zurigo
Mib SMI
23.539,24 6.967,56

+0,25 +0,74
08/04 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04 08/04 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04

FT
TS
Star DAX
11.786,85 6.291,45

+0,28 +0,21
08/04 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04 08/04 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04

FTSE Italia HONG KONG


Mid Cap Hang Seng
26.000,24 22.157,82

+0,40 +0,16
08/04 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04 08/04 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04

FTSE Mib Titoli di Stato Oro e monete Euribor


Titolo Rif. in Var. % Titolo ultima rilev. Var. % Titolo ultima rilev. Var. % Titolo ultima rilev. Var. % Titolo Denaro Lettera Titolo 360 365

ANSALDO STS 15,44 - BOT BTP 01.07.2012 2,5% 102,14 1,52 BTP 01.08.2034 5% 104,34 4,76 ORO FINO (EURO/GR) 25.46 27.22 1 SETT. 0.345 0.35
ATLANTIA 17,95 1,24 BOT 30.04.2010 (182) 99,989 0,3 BTP 15.10.2012 4,25% 106,34 1,64 BTP 1.2.37 4% 89,99 4,71 ARGENTO (EURO/KG) 392.51 444.15 2 SETT. 0.358 0.363
AUTOGRILL 9,445 0,53 BOT 14.05.2010 (364) 99,977 0,31 BTP 15.12.2012 2% 100,75 1,73 BTP 01.08.2039 5% 104,17 4,78 LONDRA ($/ONCIA) 1160.6 1161.1 3 SETT. 0.372 0.377
AZIMUT 9,68 0,57 BOT 31.05.2010 (182) 99,961 0,33 BTP 01.02.2013 4,75% 108,01 1,76 BTP 01.09.2040 5% EUR 103,75 4,82 ARGENTO LONDRA ($/ONCIA) 18.43 18.47 1 MESE 0.404 0.41
A2A 1,391 0,14 BOT 15.06.2010 (365) 99,946 0,34 BTP 15.04.2013 4,25% 106,85 1,9 BTP 15.09.2041 2,55% 103,45 2,39 STERLINA V.C. 180.00 202.97 2 MESI 0.504 0.511
B M.PASCHI SIENA 1,182 0,68 BOT 30.06.2010 (177) 99,927 0,37 BTP 1.8.2013 4,25% 107,15 1,98 CCT STERLINA N.C. (ANT.73) 180.00 202.97 3 MESI 0.644 0.653
B POP MILANO 4,8075 1,21 BOT 15.07.2010 (365) 99,899 0,41 BTP 15.12.2013 3,75% 105,5 2,19 CCT 1.6.2010 100,068 0,44 STERLINA (POST.74) 180.00 202.97 4 MESI 0.748 0.758
BANCO POPOLARE 5,395 0,65 BOT 15.07.2010 (91) 99,903 0,41 BTP 01.06.2014 3,5% 104,44 2,38 CCT 1.12.2010 100,152 0,45 KRUGERRAND 774.69 857.32 5 MESI 0.843 0.855
BULGARI 6,325 -0,24 BOT 30.07.2010 (182) 99,87 0,46 BTP 1.8.2014 4,25% 107,53 - CCT 1.5.2004-2011 100,145 0,49 MARENGO ITALIANO 141.51 163.20 6 MESI 0.954 0.967
BUZZI UNICEM 10,43 0,19 BOT 16.08.2010 (367) 99,836 0,49 BTP 1.2.2015 4,25% 107,49 2,58 CCT 1.11.2011 100,115 0,55 MARENGO SVIZZERO 140.48 160.00 7 MESI 0.993 1.007
CAMPARI 7,585 -1,24 BOT 31.08.2010 (186) 99,809 0,52 BTP 15.04.2015 3% 101,5 2,69 CCT 1.3.2005-2012 100,091 0,64 MARENGO FRANCESE 140.48 160.00 8 MESI 1.04 1.054
CIR 1,78 0,06 BOT 15.09.2010 (365) 99,771 0,57 BTP 1.8.2015 3,75% 105,07 2,73 CCT 1.11.2012 100 0,64 MARENGO BELGA 140.48 160.00 9 MESI 1.095 1.11
ENEL 4,23 1,56 BOT 15.10.2010 (365) 99,718 0,58 BTP 1.08.2016 3,75% 104,59 2,96 CCT 1.7.2006-2013 99,88 0,73 MARENGO AUSTRIACO 140.48 160.00 10 MESI 1.136 1.152
ENI 17,8 0,23 BOT 15.11.2010 (364) 99,636 0,62 BTP 01.02.2017 4% 105,65 3,1 CCT 1.3.2014 IND 99,62 0,75 20 MARCHI 175.85 196.25 11 MESI 1.176 1.192
EXOR 13,47 0,67 BOT 15.12.2010 (365) 99,547 0,66 BTP 1.8.2017 5,25% 113,3 3,2 10 DOLLARI LIBERTY 433.82 480.30 12 MESI 1.225 1.242
CCT 1.12.2014 99,42 0,76
FIAT 9,9 1,02 BOT 14.01.2011 (364) 99,434 0,76 BTP 01.02.2018 4,5% 107,61 3,39
CCT 01.09.2015 99,21 0,8
FINMECCANICA 10,38 - BOT 15.02.2011 (365) 99,335 0,8 BTP 01.08.2018 4,5% 107 3,54
CCT 01.07.2016 IND 98,76 0,87 Cross Rates
FONDIARIA SAI 11,42 0,26 BOT 15.03.2011 (365) 99,228 0,86 BTP 1.2.2019 4,25% 104,64 3,64
BOT 15.04.2011 (365) 99,094 CCT 1.03.2017 98,23 0,92
GENERALI 17,72 0,17 0,93 BTP 01.03.2019 4,5% 106,44 3,67 Gran
CTZ
GEOX 5,16 0,19 BOT 30.09.10 (183) 99,742 0,58 BTP 01.09.2019 4,25% 103,9 3,77 Euro Bretagna Giappone Svizzera Danimarca Canada Norvegia Svezia USA
IMPREGILO 2,6 - BTP BTP 1.2.2020 4,5% 105,5 3,86 CTZ 30.04.2010 99,989 0,43
CTZ 30.09.2010 99,721 0,62 Euro 1,000 1,140 0,793 0,697 0,134 0,739 0,126 0,103 0,738
INTESA SANPAOLO 2,885 -0,52 BTP 15.6.2010 2,75% 100,368 0,42 BTP 01.03.2020 4,25% 103,2 3,89
ITALCEMENTI 9,06 -0,49 BTP 01.08.2010 4,5% 101,116 0,52 BTP 01.09.2020 4% 100,5 3,97 CTZ 31.03.2011 99,195 0,88
LOTTOMATICA 14,49 -0,82 BTP 01.11.2010 5,5% 102,599 0,63 BTP 1.8.2021 3,75% 98,64 3,94 CTZ 30.06.2011 98,78 1,04 G.Bretagna 0,877 1,000 0,695 0,612 0,118 0,648 0,110 0,090 0,648
LUXOTTICA GROUP 21,14 1,1 BTP 01.02.2011 3,75% 102,29 0,81 BTP 01.08.2023 4,75% 105,26 4,27 CTZ 30.09.2011 98,32 1,19
MEDIASET 6,35 0,87 BTP 15.3.2011 3,5% 102,364 0,87 BTP 15.09.2023 2,6% 104,9 2,18 CTZ 29.02.2012 97,442 1,4 Giappone 126,180143,819 100,000 0,880 0,170 0,932 0,159 0,130 93,163
MEDIOBANCA 8,01 -0,12 BTP 01.08.2011 5,25% 105,31 1,09 BTP 1.11.2023 9% 148,88 4,29 BTP INDICIZZATI
MEDIOLANUM 4,4025 -0,4 BTP 01.09.2011 4,25% 104,211 1,13 BTP 01.03.2025 5% 106,74 4,43 BTPI 15.9.2010 0,95% 101,49 -
Svizzera 1,434 1,635 1,137 1,000 0,193 1,060 0,180 0,148 1,059
PARMALAT 2,12 -0,35 BTP 15.9.2011 3,75% 103,658 1,15 BTP 1.11.2026 7,25% 132,17 4,51 BTPI 15.9.2012 1,85% 105,36 -
PIRELLI E C. 0,4515 0,33 BTP 01.11.2011 1,9% 101,52 0,91 BTP 1.11.2027 6,5% 123,5 4,58 BTPI 15.9.2014 2,15% 106,51 0,6
PRYSMIAN 15,51 0,85 BTP 01.02.2012 5% 106,452 1,34 BTP 1.11.2029 5,25 108,1 4,66 BTPI 15.9.2017 2,10% 104,8 1,41 Danimarca 7,443 8,483 5,899 5,189 10,000 5,498 0,936 0,767 5,495
SAIPEM 29,67 -0,1 BTP 01.03.2012 3% 102,99 1,4 BTP 01.05.2031 6% 117,5 4,72 BTPI 15.09.2019 2,35% 104,47 1,82
SNAM RETE GAS 3,7725 0,13 BTP 15.04.2012 4% 104,663 1,44 BTP 1.2.2033 5,75% 114,4 4,76 BTPI 15.9.2035 2,35% 103,39 2,13 Canada 1,354 1,543 1,073 0,944 0,182 1,000 0,170 0,139 0,999
STMICROELECTRONICS 7,745 -0,13
Il maggior rialzo Il maggior ribasso L'azione più scambiata
TELECOM ITALIA 1,134 0,35 Norvegia
Reno Finarte Unicredit 7,952 9,064 6,302 5,544 1,068 5,875 10,000 0,819 5,871
TENARIS 15,9 0,19
De Medici Casa d'Aste
TERNA 3,18 - valore valore quantità Svezia
UBI BANCA 10,37 -0,29 0,2275 0,1807 189.392.077 9,707 11,064 7,693 6,768 1,304 7,171 1,221 10,000 7,167
UNICREDIT 2,285 -0,11 var. % var. % var. %
Usa
UNIPOL 0,849 -0,29 +11,14 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04 -6,08 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04 -0,11 09/04 12/04 13/04 14/04 15/04 1,354 1,544 1,073 0,944 0,182 1,001 0,170 0,140 1,000
le-journal-italienne.blogspot.com

24 Venerdì 16 aprile 2010

Mercato Azionario
AZIONI PREZZO VAR% PREZZO MINIMO MASSIMO VAR% PR.UF. DIVIDENDO CAPITALIZZAZIONE AZIONI PREZZO VAR% PREZZO MINIMO MASSIMO VAR% PR.UF. DIVIDENDO CAPITALIZZAZIONE AZIONI PREZZO VAR% PREZZO MINIMO MASSIMO VAR% PR.UF. DIVIDENDO CAPITALIZZAZIONE
RIF. EURO SU PR. RIF. UFF. EURO 2009/2010 2009/2010 DAL 30/12/09 DATA (MLN/EURO) RIF. EURO SU PR. RIF. UFF. EURO 2009/2010 2009/2010 DAL 30/12/09 DATA (MLN/EURO) RIF. EURO SU PR. RIF. UFF. EURO 2009/2010 2009/2010 DAL 30/12/09 DATA (MLN/EURO)

A ENEL 4,23 1,56 4,2185 3,73 4,23 4,51 21/06/10 39.776,2 PARMALAT 2015 W 1,053 -0,47 1,0454 0,74 1,06 10,78 19/04/10 3.663,8
ACEA 7,56 1 7,5343 7,21 8,075 1,07 18/05/09 1.610 ENERVIT 1,38 0,73 1,3982 1,325 1,48 -1,43 17/05/10 24,6 PHILIPS 24,5 -1,41 24,5924 20,87 25,91 17,22 30/03/09 23.824,1
ACEGAS-APS 4,365 2,52 4,3362 3,8 4,365 6,79 05/07/10 240 ENGINEERING 25,55 -0,2 25,4883 24,1 27,8 -7,43 14/06/10 319,4 PIAGGIO 2,37 0,64 2,3652 1,778 2,4475 18,5 17/05/10 938,6
ACOTEL GROUP 62,67 -0,21 62,6057 59,02 72,81 -9,04 26/05/03 261,3 ENI 17,8 0,23 17,7752 16,01 18,56 - 31/03/10 71.295,4 PIERREL 4,135 -0,54 4,2031 4,04 5,6 -2,01 61,8
ACQUE POTABILI 1,724 -0,29 1,7233 1,6 1,915 -11,54 02/05/06 62,1 ENIA 6,29 2,78 6,2394 5,215 6,29 18,9 07/06/10 678,5 PININFARINA 2,6725 -1,11 2,6809 2,6725 3 -3,78 23/05/05 80,6
ACSM 0,95 - 0,9533 0,84 1,089 -10,04 05/07/10 72,8 E.ON 28,7 0,88 28,5172 25,69 29,45 -1,61 07/05/09 57.428,7 PIQUADRO 1,329 - 1,3189 1,029 1,329 16,07 27/07/09 66,5
ACTELIOS 3,6325 0,62 3,6174 3,405 3,88 0,9 20/05/10 245,8 ERG 10,67 -0,19 10,6881 9,18 10,79 10,23 16/04/10 1.603,9 PIRELLI E C. 0,4515 0,33 0,4529 0,3675 0,469 7,5 24/05/10 2.362,8
AEDES 0,2304 -1,33 0,2312 0,2048 0,2525 12,67 07/05/07 168 ERG RENEW 0,873 1,22 0,8723 0,6645 0,977 34,31 10/05/99 115,8 PIRELLI E C. RSP 0,5615 0,72 0,5622 0,432 0,5615 24,78 24/05/10 75,7
AEFFE 0,4085 -0,12 0,4087 0,4015 0,5375 -21,89 18/05/09 43,9 ERGYCAPITAL 0,765 -0,39 0,7626 0,501 1,192 59,54 56,4 PIRELLI REAL ESTATE 0,49 1,45 0,4861 0,3785 0,5395 -4,3 21/04/08 412,2
AEGON 5,41 0,74 5,3934 4,165 5,41 16,72 25/04/08 853,8 ESPRESSO 2,305 0,44 2,3052 1,805 2,39 2,67 21/04/08 944,1 POLIGRAFICA S.FAUSTINO 11,83 0,85 11,6422 10,12 12,24 2,07 08/05/00 14,1
AEROPORTO DI FIRENZE 13,8 -0,22 13,4795 13,51 14,55 -4,03 10/05/10 124,7 ESPRINET 7,62 0,86 7,5437 7,54 9,87 -16,13 03/05/10 399,3
EUROTECH 2,6725 -0,93 2,6751 2,435 2,91 -6,15 94,9 POLIGRAFICI 0,4675 -0,11 0,4795 0,4215 0,492 3,77 21/05/07 61,7
AHOLD KON 10,07 -4,1 10,07 8,86 10,5 14,3 30/04/08 1.200,2 POLTRONA FRAU 0,822 -0,24 0,8256 0,667 0,85 -1,56 26/05/08 115,1
AICON 0,3325 -2,21 0,3329 0,2645 0,351 8,31 36,2 EUTELIA 0,207 -1,43 0,2087 0,207 0,389 -40,86 13,5
EVEREL GROUP 0,0955 - 0,0874 0,0955 0,0955 - 10/07/00 7,3 PPR 106,99 - 106,99 81,5 106,99 32,91 11/05/09 13.540,2
ALCATEL-LUCENT 2,5175 1,92 2,4877 1,943 2,63 7,59 04/06/07 5.834,3
ALERION 0,629 -0,16 0,6257 0,489 0,65 21,9 03/05/10 276,8 EXOR 13,47 0,67 13,4399 10,86 14,13 -0,81 24/05/10 2.158,7 PRAMAC 1,455 -1,02 1,4605 0,995 2,28 45,65 30/06/08 44,4
ALLIANZ 94 -0,15 94,113 78,12 95,11 8,11 30/04/09 42.666,6 EXOR PRV 8,135 2,01 8,1051 6,075 8,135 10,76 24/05/10 624,8 PREMAFIN 1,04 -2,35 1,0359 0,97 1,075 -1,89 26/05/08 426,8
AMPLIFON 4,1275 3,45 4,1095 2,91 4,1275 36 10/05/10 819 EXOR RSP 9,73 -0,97 9,7711 8,17 10,16 -2,7 24/05/10 89,2 PREMUDA 0,901 -0,06 0,9018 0,901 1,054 -9,9 10/05/10 126,8
ANSALDO STS 15,44 - 15,3961 13,09 15,44 16 24/05/10 1.544 EXPRIVIA 1,17 0,17 1,1713 1,075 1,26 -4,49 26/04/10 60,1 PRIMA INDUSTRIE 8,33 - 8,263 7,2 9,45 5,84 26/05/08 72
ANTICHI PELLETTIERI 0,6 - 0,5978 0,575 0,7845 -23,18 26/05/08 27,3 F PRYSMIAN 15,51 0,85 15,4504 12,17 15,81 27,24 19/04/10 2.823,2
APULIA PRONTOP 0,4385 -1,9 0,4373 0,375 0,458 4,03 27/04/09 103,5 FASTWEB 14,96 0,34 14,929 13,64 19,45 -22,49 22/10/07 1.189,4 R
ARENA 0,0333 -4,03 0,0334 0,0263 0,0394 -10,24 24/07/00 42,6 FIAT 9,9 1,02 9,8676 7,73 10,87 -3,41 19/04/10 10.813,3 RATTI 0,2254 -1,14 0,2273 0,2198 0,3 -14,81 18/05/98 52,9
ARKIMEDICA 0,6575 1,15 0,6507 0,6105 0,74 -9,87 56,8 FIAT P 6,18 1,15 6,1569 4,735 6,345 3 19/04/10 638,3 RCF GROUP 0,9195 1,49 0,9222 0,887 1 -2,7 10/05/10 29,4
ASCOPIAVE 1,693 -0,29 1,6948 1,483 1,7 12,42 10/05/10 396,9 FIAT RSP 6,61 2,24 6,5223 5,02 6,655 5 19/04/10 528,2 RCS MEDIAGROUP 1,384 1,54 1,3825 1,03 1,384 9,15 19/05/08 1.014
ASTALDI 5,61 -0,36 5,6106 4,75 6,195 -6,27 03/05/10 552,2 FIDIA 4,33 -0,17 4,3354 3,95 4,7 -6,38 20/05/02 22,2 RCS MEDIAGROUP RSP 0,82 - 0,8167 0,71 0,8215 5,67 24,1
ATLANTIA 17,95 1,24 17,8623 16,7 19 -1,64 24/05/10 10.262,2 FIERA MILANO 4,5275 0,17 4,487 4,02 4,5875 0,61 04/05/09 190,8 RDB 2,095 0,24 2,1043 2 2,4 -2,56 12/05/08 96,1
AUTOGRILL 9,445 0,53 9,4029 8,445 9,445 7,09 21/07/08 2.402,8 FILATURA DI POLLONE 0,69 -1,64 0,6972 0,4025 0,748 75,13 29/04/02 7,3 RECORDATI 5,8 -0,34 5,8051 5,065 5,82 11,54 26/04/10 1.212,9
AUTOS MERIDIONALI 23,3 -2,31 23,5683 16 24,41 46,17 12/04/10 101,9 FINARTE CASA D’ASTE 0,1807 -6,08 0,1969 0,165 0,2049 -9,88 10/05/99 9 RENAULT 34,55 -1,29 34,5919 29,5 39,99 -4,56 15/05/08 9.844,6
AUTOSTR TO-MI 10,78 -0,74 10,7725 8,99 11,02 4,46 10/05/10 948,6 FINMECCANICA 10,38 - 10,3615 9,205 11,32 -7,24 24/05/10 6.001,2 RENO DE MEDICI 0,2275 11,14 0,2224 0,196 0,256 -7,52 13/05/02 85,9
AXA 17,4 -0,97 17,3617 14,14 17,57 4,13 07/05/09 36.351,4 FNM 0,5705 0,09 0,5694 0,5065 0,5915 -1,72 141,8
AZIMUT 9,68 0,57 9,6102 7,875 9,93 3,2 24/05/10 1.386,7 FONDIARIA SAI 11,42 0,26 11,3688 10,61 12,1 2,79 24/05/10 1.421,6 REPLY 17,08 0,89 17,0106 15,15 17,4 6,75 31/05/10 157,5
A2A 1,391 0,14 1,388 1,247 1,469 -5,12 21/06/10 4.357,9 FONDIARIA SAI RSP 7,91 -0,13 7,8981 7,44 8,235 0,57 24/05/10 336,7 RETELIT 0,393 -1,75 0,3971 0,385 0,465 -10,68 62,7
B FORTIS 2,77 - 2,7415 2,395 2,905 7,36 02/05/08 6.514,1 RICCHETTI 0,4245 2,29 0,4209 0,3915 0,573 -14,24 19/05/08 22,7
B CARIGE 2 0,2 2,0008 1,7967 2,0225 8,09 03/05/10 3.232 FRANCE TELECOM SA 17,58 0,69 17,5634 16,3 17,85 0,23 02/06/09 45.960,3 RICHARD GINORI 1735 0,0729 -1,62 0,0735 0,0729 0,111 -27,89 27/05/02 33,6
B CARIGE RSP 2,9 - 2,9 2,795 2,99 -0,51 03/05/10 505,5 FULLSIX 1,145 - 1,136 1,117 1,232 -8,25 12,8 RISANAMENTO 0,38 -0,52 0,38 0,364 0,4335 -9,74 19/06/06 104,2
B DESIO BRIA RSP 4,0975 0,8 4,089 4 4,125 2,18 03/05/10 54,1 G ROMA A.S. 1,017 - 1,0167 0,7595 1,017 20,43 134,8
B DESIO E BRIANZA 4,2175 1,02 4,178 3,9775 4,345 0,42 03/05/10 493,4 GABETTI 0,4455 -1,44 0,4457 0,416 0,655 -29 15/05/06 39,4 ROSSS 1,11 - 1,11 0,9555 1,288 -9,39 12,8
B IFIS 7,695 0,07 7,6922 6,465 7,695 5,27 03/05/10 263,9 GAS PLUS 6,07 0,91 6,0292 5,855 6,48 -0,74 24/05/10 272,6 RWE 67,7 - 67,699 61,6 69 -1,88 18/04/08 35.434,5
B INTERMOBILIARE 4,185 0,3 4,1791 3,1325 4,295 32,75 05/05/08 653 GDF SUEZ 28,99 -0,03 28,7418 26,3 30,5 -3,37 06/05/09 63.593,7 S
B M.PASCHI SIENA 1,182 0,68 1,1835 1,076 1,331 -3,75 18/05/09 6.492,7 GEFRAN 2,29 -0,43 2,3264 2,015 2,5 2,46 04/05/09 33 SABAF 17,5 -0,06 17,4032 15,17 17,84 7,43 24/03/10 201,8
B P DI SONDRIO 7,18 - 7,1818 6,545 7,63 0,35 06/04/10 2.212,5 GEMINA 0,667 0,08 0,6636 0,579 0,67 17,02 18/06/07 980 SADI SERVIZI INDUSTR 0,4345 1,05 0,4252 0,399 0,513 -7,55 01/06/09 40,3
B P EMILIA ROMAGNA 10,37 0,39 10,3123 9,25 11,3197 0,54 27/04/09 2.630,8 GEMINA RSP 1,516 -1,49 1,543 1,466 1,72 -12,37 18/05/09 5,7 SAES GETTERS 5,88 0,77 5,8457 5,735 6,24 -2,73 27/04/09 89,8
B POP ETRURIA E LAZIO 4,015 -0,12 4,0026 3,81 4,21 1,71 11/05/09 302 GENERALI 17,72 0,17 17,6688 16,04 19,19 -5,84 24/05/10 27.587,8 SAES GETTERS RSP 4,89 -0,2 4,857 4,74 5,6 -9,44 27/04/09 36,5
B POP MILANO 4,8075 1,21 4,7745 4,2475 5,455 -3,46 24/05/10 1.995,3 GEOX 5,16 0,19 5,151 4,3925 5,375 7 24/05/10 1.337,5 SAFILO GROUP 0,4755 1,6 0,4805 0,3045 0,4755 20,05 12/05/08 540,4
B POP SPOLETO 4,65 -0,43 4,674 4,26 4,8 -4,52 10/05/10 138,3 GEWISS 3,1 -0,08 3,0906 2,605 3,1975 13,97 17/05/10 372 SAIPEM 29,67 -0,1 29,6603 23,16 30,15 23,11 24/05/10 13.092,4
B PROFILO 0,593 -1,17 0,6004 0,555 0,679 -9,88 02/06/08 401,5 GRANITIFIANDRE 3,6375 1,04 3,6027 3,335 3,815 3,93 24/05/10 134,1 SAIPEM RCV 29,93 - 29,93 23 29,93 24,6 24/05/10 4,4
B SANTANDER 10,77 0,19 10,6703 9,125 12 -7,79 02/02/09 88.624,5 GREENVISION 5,55 - 5,5739 5,39 7,35 -13,35 25/05/09 32,5 SANOFI-AVENTIS 55,05 0,09 55,0795 51,79 57,86 -0,69 23/04/09 72.419,7
B SARDEGNA RSP 10,82 0,56 10,7946 10 10,98 3,34 03/05/10 71,4 GRUPPO COIN 5,48 -2,14 5,5253 3,99 5,6 19,65 767,7
BANCA GENERALI 8,61 -0,12 8,5738 6,805 8,65 1,29 10/05/10 958,4 GRUPPO MINERALI MAFFEI 5,19 -3,35 5,2035 4,5525 5,37 5,92 31,1 SAP 36,5 0,14 36,5 31,5 36,5 10,61 20/05/09 44.740,3
BANCO POPOLARE 5,395 0,65 5,3673 4,3099 5,4542 6,23 24/05/10 3.455,4 H SARAS 2,1025 -0,47 2,1318 1,664 2,305 -3,89 18/05/09 1.999,5
BANCO POPOLARE 2010 W 0,027 -3,23 0,0259 0,027 0,0839 -51,79 24/05/10 3.455,4 HERA 1,7 -0,47 1,7014 1,605 1,746 5 07/06/10 1.895,5 SAT 9,685 -0,15 9,3106 9,2 10,72 -8,8 24/05/10 95,5
BASF 46,5 0,43 46,7649 39,57 47,16 6,85 04/05/09 42.925,5 I SAVE 8 2,56 7,9491 5,78 8 35,71 03/05/10 442,7
BASICNET 2,99 -2,53 3,0044 1,915 3,0675 53,33 14/06/10 182,4 I GRANDI VIAGGI 1,04 1,46 1,0329 0,92 1,049 8,33 07/04/08 46,8 SCREEN SERVICE 0,669 0,83 0,6679 0,637 0,7385 -2,69 01/03/10 92,7
BASTOGI 2,06 - 2,0535 2,02 2,24 -2,14 36,6 IGD 1,44 -0,55 1,4426 1,44 1,594 -7,63 24/05/10 445,3 SEAT PAGINE GIALLE 0,1844 2,1 0,1836 0,157 0,2063 13,48 21/05/07 355,3
BAYER 49,4 -1,79 49,8595 47,05 56,42 -11,79 13/05/09 37.758,5 IL SOLE 24 ORE 1,827 3,22 1,7982 1,661 1,969 -4,79 28/04/08 79,2 SEAT PAGINE GIALLE RSP 1,75 - 1,75 1 1,75 59,09 19/05/08 1,2
BB BIOTECH 49,59 0,71 49,371 49 52,18 -1,41 31/03/10 903,8 IMA 15,15 0,07 15,0778 12,89 15,18 17,81 24/05/10 516,6 SERVIZI ITALIA 5,1 0,49 5,086 5,06 5,565 -2,3 26/04/10 82,6
B&C SPEAKERS 2,83 - 2,83 2,5 2,84 12,75 03/05/10 31,1 IMMSI 0,886 -1,56 0,8928 0,771 0,906 5,48 24/05/10 304,1 SIAS 7,25 0,76 7,2234 6,235 7,25 10,86 03/05/10 1.649,4
BCA FINNAT 0,5635 0,63 0,56 0,552 0,619 -5,77 24/05/10 204,5 IMPREGILO 2,6 - 2,5924 2,1625 2,6 4,42 18/05/09 1.046,4 SIEMENS 73,25 0,07 73,2493 61,98 76,3 12,69 28/01/09 66.965,4
BEE TEAM 0,464 1,75 0,4651 0,437 0,5 -7,11 06/05/02 32,1 IMPREGILO RSP 8,145 -0,18 8,0008 7,745 8,75 -6,22 19/07/10 13,2 SNAI 3,04 2,88 2,9874 2,21 3,07 1 24/07/00 355,1
BEGHELLI 0,724 3,21 0,7169 0,65 0,753 4,85 24/05/10 144,8 INDESIT 9,06 -0,06 9,0382 7,91 9,715 16,08 26/03/10 1.029,5 SNAM RETE GAS 3,7725 0,13 3,7727 3,3775 3,81 8,72 24/05/10 13.470,7
BENETTON 6,41 -1,31 6,4297 5,54 6,7 2,72 03/05/10 1.171 INDESIT RSP 7,95 -1,97 8,1497 7,69 8,56 1,92 17/05/10 4,1 SNIA 0,0994 -0,4 0,1002 0,08 0,1357 -17,85 30/06/03 14,1
BENI STABILI 0,705 5,7 0,6877 0,587 0,7275 22,61 06/04/10 1.350,6 INDUSTRIA E INNOVAZIONE 2,2425 - 2,2433 2,09 2,485 -6,37 52,5 SNIA 2010 W 0,0025 8,7 0,0024 0,0021 0,006 -56,14 30/06/03 14,1
BEST UNION COMPANY 1,415 1,8 1,415 1,35 1,617 - 13,2 ING GROEP 7,82 0,97 7,758 6,17 7,86 12,6 14/08/08 16.119,4 SOCIETE GENERALE 46,8 0,62 46,0909 38,63 52,5 -4,59 27/05/09 27.178
BIALETTI INDUSTRIE 0,539 0,09 0,5429 0,497 0,64 9 40,4 INTEK 0,6015 -2,98 0,6036 0,3155 0,629 90,95 11/05/09 78,4 SOCOTHERM 1,425 - 1,4518 1,425 1,425 - 28/05/07 54,9
BIANCAMANO 1,485 0,61 1,4842 1,345 1,565 - 05/07/10 50,5 INTEK R 0,97 3,19 0,9627 0,6039 0,97 58,5 10/05/10 5,5
BIESSE 6,115 0,58 6,0692 5,51 6,61 14,84 12/05/08 167,5 SOGEFI 2,375 -1,04 2,3845 1,81 2,405 12,56 28/04/08 275,9
INTERPUMP 3,8475 0,85 3,8393 3,145 3,9975 3,71 12/05/08 372,3 SOL 4,4275 1,55 4,3382 3,69 4,48 11,38 17/05/10 401,6
BIOERA 1,012 - 1,012 1,01 1,7 -38,63 26/05/08 9 INTESA SANPAOLO 2,885 -0,52 2,8899 2,5575 3,2025 -8,41 24/05/10 34.185,3
BMW 35,56 0,25 35,4753 28,87 35,56 12 15/05/09 21.406,9 SOPAF 0,1189 -0,08 0,1193 0,1065 0,1296 -7,11 25/05/08 50,2
INTESA SANPAOLO RSP 2,3975 1,27 2,3789 1,937 2,485 2,24 24/05/10 2.235,6 SORIN 1,559 0,84 1,5533 1,19 1,57 16,78 733,4
BNP PARIBAS 57,83 0,02 57,6952 47,52 59,8 3,27 20/05/09 52.746,5 INV E SVIL 2012 W 0,0099 - 0,0097 0,009 0,0143 5,32 24/05/10 2.235,6
BOERO 21 - 21 19 21 5 26/04/10 91,1 INVEST E SVILUPPO 0,0642 -0,77 0,0647 0,0631 0,089 -4,75 18/06/01 15,6 STEFANEL 0,2785 0,36 0,2777 0,27 0,35 -21,66 08/05/06 15,1
BOLZONI 1,533 - 1,5095 1,388 1,539 12,31 18/05/09 39,8 IRCE 1,36 -2,16 1,3693 1,36 1,59 -11,52 14/06/10 38,3 STEFANEL RSP 3,2 - 3,2 3,07 3,45 4,07 08/05/06 0,3
BON FERRARESI 33,49 -0,62 33,5907 30,01 35,2 -4,31 18/05/09 188,4 IRIDE 1,507 1,96 1,4963 1,294 1,507 13,31 21/06/10 1.111,5 STMICROELECTRONICS 7,745 -0,13 7,7352 5,775 7,755 22,55 23/02/09 7.050,4
BORGOSESIA 1,139 1,52 1,1279 1,122 1,411 -16,74 19/08/81 77,7 ISAGRO 3,235 -0,08 3,2039 3,2 3,705 -2,27 08/05/06 56,8 T
BORGOSESIA RSP 1,316 -0,9 1,2752 1,299 1,396 -2,88 04/02/08 1,2 IT HOLDING 0,1761 - 0,1844 0,1761 0,1761 - 04/06/01 43,3 TAMBURI 1,28 -0,16 1,2742 1,2136 1,3989 3,84 24/05/10 142,2
BREMBO 5,95 0,08 5,9498 4,45 5,95 13,98 03/05/10 397,4 IT WAY 3,5825 0,21 3,5321 3,4025 3,7925 -0,49 02/02/09 15,8 TAS 13,3 -0,08 13,3083 12,8 14,9 -5,2 05/05/03 23,6
BRIOSCHI 0,2244 -0,18 0,2224 0,2016 0,2391 2,94 19/05/03 176,8 ITALCEMENTI 9,06 -0,49 9,0537 7,915 10,25 -5,38 24/05/10 1.604,7 TELECOM ITALIA 1,134 0,35 1,1339 1,014 1,146 4,23 20/04/09 15.173,9
BULGARI 6,325 -0,24 6,2984 5,335 6,47 9,9 24/05/10 1.905,8 ITALCEMENTI RSP 5,07 2,32 5,0191 4,46 5,445 -0,39 24/05/10 534,5 TELECOM ITALIA RSP 0,898 0,45 0,9004 0,76 0,898 16,17 20/04/09 5.411,5
BUONGIORNO 1,085 -0,64 1,0907 0,989 1,2 -6,47 115,4 ITALMOBILIARE 31,74 0,73 31,5568 26,91 33 2,55 24/05/10 704,1 TELECOM ITALIA MEDIA 0,079 1,02 0,0789 0,0763 0,1008 -21,31 24/04/06 26
BUZZI UNICEM 10,43 0,19 10,3768 9,105 12,12 -7,54 24/05/10 1.724,6 ITALMOBILIARE RSP 22,32 0,31 22,2289 19,38 23,48 0,45 24/05/10 364,8 TELECOM ITALIA MEDIA RSP 0,0813 -0,85 0,0823 0,0813 0,105 -18,78 24/04/06 0,4
BUZZI UNICEM RSP 6,655 -0,15 6,65 5,685 7,67 -8,02 24/05/10 270,9 IW BANK 1,927 0,36 1,9233 1,802 2 -3,17 19/04/10 141,9 TELEFONICA 17,89 -1,16 17,89 16,46 19,9 -9,23 12/05/09 84.172,4
C J TENARIS 15,9 0,19 15,9683 15,06 17,37 5,86 21/06/10 18.770,5
CAD IT 5,135 1,28 5,1217 4,97 5,875 -6,3 10/05/10 46,1 JUVENTUS FC 0,825 - 0,8251 0,8245 0,928 -7,77 04/11/02 166,3
CAIRO COMMUNICATION 3,07 0,33 3,056 2,65 3,2225 -0,97 10/05/10 240,5 TERNA 3,18 - 3,1779 2,865 3,23 6 21/06/10 6.370,6
CALEFFI 1,142 -0,09 1,1319 0,951 1,149 6,93 17/05/10 14,3
K TERNIENERGIA 3,8725 -0,45 3,8967 1,909 4,9 127,13 10/05/10 96,1
CALTAGIRONE 2,325 1,53 2,3165 2,1525 2,45 -4,91 24/05/10 279,3 KERSELF 6,89 -0,86 6,9392 6,84 9,1 -21,26 24/05/10 120,1 TISCALI 0,1797 0,06 0,1808 0,1514 0,186 8,45 334,5
CALTAGIRONE EDITORE 2,11 1,2 2,0761 1,752 2,11 20,78 24/05/10 263,8 KINEXIA 2,6975 -0,46 2,7723 2,17 2,88 23,17 17/07/91 57,5 TOD’S 56,21 2,01 55,9207 45,83 56,21 8,37 24/05/10 1.720,6
CAMFIN 0,287 - 0,2871 0,2465 0,313 -6,36 19/05/08 192,7 KME GROUP 0,303 - 0,3014 0,293 0,3635 -1,78 11/05/09 115,6 TOSCANA FINANZA 1,472 -0,07 1,473 1,234 1,48 17,95 45
CAMPARI 7,585 -1,24 7,595 7,02 8,34 3,98 24/05/10 2.202,7 KME GROUP RSP 0,688 -1,15 0,6949 0,5602 0,7 23,47 10/05/10 25,3 TOTAL 43,9 0,53 43,9173 40,38 46,25 -2,53 13/11/09 104.122,4
CAPE LIVE 0,35 -0,28 0,3494 0,329 0,42 7,03 17,8 KME GROUP 2011 W 0,0237 0,85 0,0243 0,023 0,039 -15,36 10/05/10 25,3 TREVI 12,94 -0,46 13,0161 11,07 13,2 17,32 12/07/10 828,2
CARRARO 2,6175 0,29 2,6603 2,25 2,65 18,44 05/05/08 120,4 K.R.ENERGY 0,0984 0,1 0,0984 0,0901 0,199 -34,79 92,2 TREVISAN COMETAL 0,7185 - 0,7221 0,7185 0,7185 - 13/06/05 20,3
CARREFOUR 37,6 -1,05 37,6 33,4 38 12,21 04/05/09 26.504,3 L TXT E-SOLUTIONS 7 -0,07 7,0658 6,3 7,155 5,26 08/05/06 18,3
LA DORIA 2,4 -0,41 2,4094 2,15 2,48 11,24 03/05/10 74,4
CATTOLICA ASSICURAZIONI 24,33 0,5 24,2574 21,4 24,33 2,53 10/05/10 1.316
LANDI RENZO 3,3375 1,14 3,3115 3,22 3,99 -2,2 03/05/10 375,5 U
CDC 2,465 - 2,4556 1,85 2,465 18,8 23/05/05 30,2 UBI BANCA 10,37 -0,29 10,341 9,02 10,5 3,29 24/05/10 6.702
CELL THERAPEUTICS 0,484 1,26 0,4848 0,4055 0,848 -39,84 317,2 LAZIO S.S. 0,3395 - 0,34 0,3335 0,374 1,19 23
L’OREAL 82 0,05 82 71,52 82 4,73 21/04/09 49.397,9 UNI LAND 0,8435 -0,53 0,8377 0,748 0,947 -9,83 12/05/08 134,7
CEMBRE 4,7 1,08 4,6791 4,4275 4,82 0,86 17/05/10 79,9 UNICREDIT 2,285 -0,11 2,2814 1,83 2,31 2,21 24/05/10 44.039,6
CEMENTIR HOLDING 3,11 1,39 3,0863 2,79 3,345 -7,99 24/05/10 494,9 LOTTOMATICA 14,49 -0,82 14,5218 13,13 14,79 3,28 24/05/10 2.492,5
LUXOTTICA GROUP 21,14 1,1 21,0855 17,91 21,14 17,12 24/05/10 9.825,7 UNICREDIT RSP 2,68 -0,37 2,687 2,56 2,9 -1,95 24/05/10 65
CENTRALE DEL LATTE TO 2,7275 -0,37 2,6688 2,35 2,7825 13,76 05/05/08 27,3 UNILEVER 23 - 23 20,11 23,5 1,32 18/11/09 39.438,7
CHL 0,17 2,72 0,175 0,145 0,1906 -8,11 26 LVMH 89,95 -0,75 90,0634 75,52 91,69 12,87 27/11/09 44.069,9
CIA 0,301 -2,75 0,301 0,272 0,3275 -8,79 11/05/09 27,8 M UNIPOL 0,849 -0,29 0,8488 0,811 0,976 -11,52 24/05/10 1.256,4
CICCOLELLA 0,935 -5,56 0,9327 0,8085 1,042 -1,48 21/05/01 168,8 MAIRE TECNIMONT 3,1375 -1,88 3,1544 2,2675 3,2675 27,02 17/05/10 1.011,8 UNIPOL P 0,5795 0,35 0,5805 0,536 0,641 -6,08 24/05/10 528,2
CIR 1,78 0,06 1,7852 1,533 1,918 -1,93 12/05/08 1.410 MANAGEMENT E C 0,1678 -1,24 0,1687 0,129 0,1699 16,53 78,6 V
CLASS EDITORI 0,6175 1,15 0,6149 0,545 0,697 -8,38 10/05/10 63,3 MARCOLIN 1,72 1,53 1,719 1,311 1,72 15,13 12/05/03 106,9 VALSOIA 4,44 - 4,3756 4,25 4,68 - 10/05/10 46,4
COBRA 1,807 -1,42 1,7967 1,689 2,17 -9,2 38 MARIELLA BURANI F.G. 2,5225 - 2,5739 2,5225 2,5225 - 26/05/08 75,4 VIAGGI DEL VENTAGLIO 0,1376 - 0,1386 0,1376 0,1376 - 04/03/02 20
COFIDE 0,78 1,5 0,7722 0,628 0,794 18,18 12/05/08 561 MARR 6,975 -0,64 6,9812 5,885 7,02 17,23 24/05/10 464 VIANINI INDUSTRIA 1,478 0,54 1,478 1,3 1,478 6,33 24/05/10 44,5
COGEME SET 0,745 -0,73 0,7312 0,71 0,96 -22,4 42,6 MEDIACONTECH 2,9 -0,17 2,8566 2,8425 3,395 -12,12 22/04/02 53,8 VIANINI LAVORI 4,66 1,08 4,6146 4,23 4,7375 -0,8 24/05/10 204,1
CONAFI PRESTITO’ 1,06 0,09 1,0643 0,9155 1,2 -7,83 10/05/10 49,3 MEDIASET 6,35 0,87 6,3219 5,27 6,485 10,72 24/05/10 7.500,8 VITTORIA ASS 3,9975 1,14 3,968 3,56 4,0325 3,09 10/05/10 263
CR ARTIGIANO 1,825 1,39 1,8081 1,751 1,909 -0,98 26/04/10 519,7 MEDIOBANCA 8,01 -0,12 8,0226 7,34 8,83 -3,67 24/11/08 6.897,4 VIVENDI 20,47 4,92 20,4306 17,41 21,4 -2,06 12/05/09 23.954,1
CR BERGAMASCO MEDIOLANUM 4,4025 -0,4 4,3955 3,78 4,5475 0,92 23/11/09 3.220,1
CR VALTELLINESE
25,32
5,085
-0,71 25,417 22,8
1,19 5,0188 4,6975
25,5
5,72
8,67
-9,2
03/05/10
26/04/10
1.562,9
1.058,7 MEDITERRANEA ACQUE 2,6675 0,66 2,6489 2,38 2,715 -2,91 03/05/10 204,6 W
MERIDIANA FLY 0,1354 -0,88 0,1365 0,1289 0,1572 -13,09 92,1 W CAMFIN 11 0,0456 2,24 0,045 0,0349 0,0555 -12,48 12/05/09 23.954,1
CREDEM 5,23 1,75 5,1785 4,685 5,755 -2,97 17/05/10 1.738,4 W GABETTI 13 0,126 2,27 0,1238 0,1202 0,1431 -9,48 12/05/09 23.954,1
CREDIT AGRICOLE 13,68 0,51 13,555 10,08 13,68 10,59 27/05/09 30.456,4 MERIDIE 0,5195 -2,35 0,5214 0,4995 0,6 -13,2 26,3
CRESPI 0,1902 0,05 0,1902 0,19 0,245 -7,22 19/05/03 11,4 MID IND C 2010 W 0,0202 -8,18 0,0202 0,0202 0,179 -86,43 26,3 W INTERPUMP 12 0,27 -0,55 0,2704 0,2295 0,304 15,78 12/05/09 23.954,1
CSP INTERNATIONAL 1,025 -1,44 1,0298 0,75 1,069 35,67 07/06/10 34,1 MID INDUSTRY CAPITAL 12,5 -0,79 12,5 12,5 15,49 -18,3 11/05/09 47,5 W MEDIOBANCA 11 0,0861 -0,12 0,086 0,085 0,1451 -20,5 12/05/09 23.954,1
D MILANO ASS 2,0875 0,36 2,0901 1,954 2,1775 1,83 26/04/10 1.163,6 W PRI 2013 2,8 1,82 2,798 1,573 2,9975 - 12/05/09 23.954,1
DADA 5,165 0,49 5,1372 4,83 6,055 -12,53 83,7 MILANO ASS RSP 2,375 -0,11 2,3641 2,13 2,3775 6,38 26/04/10 73 W RGINORI 2011 0,0249 - 0,0249 0,011 0,05 - 12/05/09 23.954,1
DAIMLER 36,8 1,88 36,8 30,34 37,5 -1,92 09/04/09 35.496,4 MITTEL 3,725 -0,27 3,742 3,25 4,16 -6,41 01/02/10 262,6 W TISCALI 14 0,0038 -2,56 0,0039 0,0038 0,0049 -22,45 12/05/09 23.954,1
DAMIANI 0,9485 -0,11 0,9403 0,917 1,067 -11,19 78,3 MOLMED 1,44 2,93 1,4271 1,399 1,88 -18,37 151,5 WARR AEDES 2009-2014 0,0735 -1,61 0,0734 0,0618 0,0875 23,53 12/05/09 23.954,1
D’AMICO 1,254 0,97 1,2572 1,097 1,378 14,52 27/04/09 188 MONDADORI 3,1275 0,64 3,1191 2,5925 3,22 0,97 19/05/08 811,4 WARR BPM 09-13 3,74 -1,58 3,7541 3,73 5,18 -16,94 12/05/09 23.954,1
DANIELI & C 20,05 -1,23 20,1171 16,28 20,46 15,3 09/11/09 819,6 MONDO HE 0,1637 0,43 0,1628 0,143 0,176 -2,15 3,4 WARR CREVAL 2010 0,335 1,36 0,3323 0,288 0,39 - 12/05/09 23.954,1
DANIELI & C RSP 10,76 -0,37 10,8082 8,75 11,12 16,96 09/11/09 435 MONDO TV 8,085 -0,19 8,0747 6,8 8,365 8,82 28/02/05 35,6 WARR CREVAL 2014 0,441 1,61 0,4346 0,386 0,519 - 12/05/09 23.954,1
DANONE 46 -1,88 46,0222 40,21 47,92 6,98 30/04/09 23.634,9 MONRIF 0,4605 -1,29 0,4617 0,4405 0,485 2,33 22/05/06 69,1 WARR ERGYCAPITAL 11 0,1518 3,97 0,1464 0,1038 0,2402 58,13 12/05/09 23.954,1
DATALOGIC 3,8725 -0,06 3,8617 3,8525 4,1175 -4,85 04/05/09 226,3 MONTEFIBRE 0,198 -0,7 0,1991 0,1215 0,201 41,23 20/05/02 25,7 WARR IKF 10-14 - - - - - - 12/05/09 23.954,1
DEA CAPITAL 1,34 0,68 1,3357 1,16 1,345 6,18 410,9 MONTEFIBRE RSP 0,502 -1,57 0,5097 0,255 0,522 92,71 19/05/03 13,1 WARR INTEK 2011 0,0726 -9,25 0,0733 0,0396 0,096 - 12/05/09 23.954,1
DE’LONGHI 3,13 - 3,1216 2,8 3,2575 -1,03 03/05/10 467,9 MONTI ASCENSORI 1,22 1,84 1,2069 1,178 1,46 -13,11 20/09/10 16,2 WARR KME 09-11 0,023 -1,71 0,0233 0,0205 0,0255 - 12/05/09 23.954,1
DEUTSCHE BANK 60,15 1,04 59,8385 43,33 60,15 19,96 27/05/09 34.337,2 MUNICH RE 122,65 -0,16 122,634 106,3 122,85 11,72 23/04/09 25.315,4 WARR KRE 09-12 0,0377 -5,75 0,0361 0,0361 0,0879 -56,86 12/05/09 23.954,1
DEUTSCHE TELEKOM 10,12 0,2 10,129 9,24 10,55 -0,78 04/05/09 44.136,6 MUTUIONLINE 5,73 0,09 5,7539 5,19 5,865 1,42 03/05/10 226,4
WARR MERIDIE 11 0,021 - 0,0201 0,017 0,0265 -23,08 12/05/09 23.954,1
DIASORIN 28,2 0,04 28,2792 23,31 28,82 13,34 21/06/10 1.551 N WARR PIERREL 08-12 0,29 - 0,29 0,2 0,35 34,88 12/05/09 23.954,1
DIGITAL BROS 2,1025 -0,47 2,0978 2,08 2,335 -6,76 08/12/08 29,7 NICE 3,03 1,25 3,0044 2,5 3,045 1 24/05/10 351,5
NOEMALIFE 6,18 -0,16 6,18 5,45 6,3 12,36 26,8 WARR RETELIT 08-11 0,102 -2,76 0,1015 0,102 0,1375 -1,45 12/05/09 23.954,1
DMAIL GROUP 5,02 0,8 4,938 4,98 5,75 -4,11 19/05/08 38,4 WARR UBI 09-11 0,0354 -1,12 0,0356 0,0315 0,0502 -27,9 12/05/09 23.954,1
DMT 15,23 -3,67 15,3546 13,2 17,6 -4,81 172,2 NOKIA CORPORATION 11,36 0,71 11,3876 8,985 11,7 27,14 24/04/09 43.178,8
E NOVA RE 1,19 - 1,19 1,15 1,19 3,48 04/06/07 16,1 Y
EDISON 1,098 - 1,0976 0,9705 1,151 3,39 12/04/10 5.688,9 O YOOX 7,17 -0,14 7,1985 5,095 7,18 37,36 365,4
EDISON RSP 1,448 1,26 1,4413 1,285 1,551 12,25 12/04/10 160,1 OLIDATA 0,44 -1,12 0,4452 0,44 0,557 -11,29 10/05/04 15 YORKVILLE BHN 0,1351 5,14 0,1338 0,112 0,1877 -27,29 18/03/93 10,4
EEMS 1,639 -0,49 1,6451 1,028 1,719 31,96 69,7 OMNIA NETWORK 0,299 - 0,2969 0,299 0,299 - 7,8 Z
EL EN 12,87 -0,54 12,9538 11,23 13,12 7,7 18/05/09 62,1 P ZIGNAGO VETRO 4,5425 0,22 4,5378 3,78 4,5425 16,47 10/05/10 363,4
ELICA 1,887 0,91 1,861 1,691 2 -1,82 04/05/09 119,5 PANARIAGROUP 1,867 -0,27 1,8471 1,714 2,24 -1,06 11/05/09 84,7 ZUCCHI 0,5075 -4,15 0,5122 0,389 0,5295 11,78 01/08/05 12,4
EMAK 4,1525 0,79 4,1888 3,54 4,1525 19,15 07/06/10 114,8 PARMALAT 2,12 -0,35 2,1322 1,724 2,1275 8,55 19/04/10 3.663,8 ZUCCHI RSP 0,5895 -1,67 0,5821 0,4755 0,5995 -1,67 19/05/08 2

Fondi d’Investimento
14/04 VAR. % 14/04 VAR. % 14/04 VAR. % 14/04 VAR. % 14/04 VAR. % 14/04 VAR. % 14/04 VAR. %
EURO 12 MESI EURO 12 MESI EURO 12 MESI EURO 12 MESI EURO 12 MESI EURO 12 MESI EURO 12 MESI
PREC PREC PREC PREC PREC PREC PREC
A Allianz Azioni Paesi Em.T 9,279 44,49 Alto Bilanciato 16,219 11,94 Anima Obb Euro 7,186 16,39 Arca RR 9,02 6,61 Azimut Strategic Trend 5,138 17,44 Bim Flessibile 4,015 12,78
AAA Expert A-RT 400 - - Allianz Az.Paesi Em. L 9,4 44,44 Alto Internaz Azionario 4,262 28,64 Aqqua 4,957 - Arca TE 16,485 13,03 Azimut Trend 19,808 34,25 Bim Obbl Euro 6,873 4,15
AAA Master Az America - - Allianz F100 L 4,31 28,77 Alto Internaz Obbl 6,127 2,51 Arca Az America 16,616 34,46 Arca 27 11,409 32,65 Azimut Trend America 9,171 37,43 Bim Obbl Globale 5,781 3,66
AAA Master Az Europa - - Allianz F100 T 4,235 28,49 Alto Monetario 7,087 1,33 Arca Az Europa 9,628 33,15 Aureo Azioni Globale 9,274 30,8 Azimut Trend Europa 12,626 22,64 Bim Obblig BT 6,541 1,9
AAA Master Az Internaz - - Allianz F15 L 5,433 10,27 Alto Obbligazionario 8,849 5,43 Arca Az Far East 5,775 29,83 Aureo Cash Dynamic 5,229 0,89 Azimut Trend Italia 16 18,1 Bipiemme Valore Globale 20,545 37,42
AAA Master Az Italia - - Allianz F15 T 5,357 10 Alto Pacifico Azionario 5,795 40,04 Arca Az Italia 20,508 30,52 Aureo Defensive 5,077 2,57 Azimut Trend Pacifico 6,525 20,99 Bnl Azioni America 15,07 23,74
AAA Master Bil Obbl - - Allianz F30 L 5,279 14,41 Americhe 8,973 33,25 Arca Az Paesi Emerg 9,619 45,28 Aureo FF 1Classe Crescita 3,884 25,25 Azimut Trend Tassi 8,92 1,55 Bnl Azioni E. Dividendo 2,922 26,38
AAA Master Bilanciato - - Allianz F30 T 5,204 14,12 Amundi Azioni QEuro 12,987 31,86 Arca BB 31,655 17,59 Aureo FF 1Classe Dinamico 4,064 18,38 B Bnl Azioni Emergenti 9,709 46,2
Abis Flessibile 5,637 3,64 Allianz F70 L 28,423 23,65 Amundi QBalanced 8,713 11,83 Arca Bond 12,324 3,62 Aureo FF 1Classe Flesse 5,444 7,44 Banco Posta Azion. Euro 4,542 30,48 Bnl Azioni Europa Cr. 11,827 33,77
Agora Cash 5,564 5 Allianz F70 T 27,865 23,37 Amundi QReturn 5,779 22,07 Arca Bond Corp 7,04 13,44 Aureo FF 1Classe Valore 5,019 10,92 Banco Posta Extra 5,301 4,39 Bnl Azioni Italia 18,392 32,54
Agora Risk 4,276 39,42 Allianz Liquidita’ A 5,596 0,45 Anfiteatro Bond Corporate 4,98 - Arca Bond Dollari 8,667 -1,21 Aureo Finanza Etica 6,116 - BancoPosta Az Internaz 3,546 29,51 Bnl Azioni Italia PMI 5,602 30,22
Agora Selection 4,835 10,41 Allianz Liquidita’ AT 5,07 - Anfiteatro Bond Plus 7,407 - Arca Bond Paesi Em. 13,422 19,44 Aureo Flex Euro 9,904 19,41 BancoPosta Centopiu’ 5,315 - Bnl Cash 22,212 1,63
Agora Valore Protetto 95 6,311 6,39 Allianz Liquidita’ B 5,717 0,79 Anfiteatro Conservative Flex 5,253 - Arca BT 8,759 0,66 Aureo Flex Italia 17,645 21,79 Bancoposta Centopiu’ 2007 5,273 - Bnl Euro Obbligazioni 6,813 6,64
Agoraflex 6,743 3,09 Allianz Monetario 15,857 2,11 Anfiteatro Corp Abs Ret 5,647 - Arca BT Tesoreria 5,774 0,96 Aureo Flex Opportunity 4,837 4,16 BancoPosta Inv Protetto 90 5,471 1,96 Bnl Obbl Dollaro MLT 5,976 -1,98
Alarico Re 4,79 43,2 Allianz Multi Europa 7,257 30,69 Anfiteatro Corporate BT 5,18 - Arca Cap.Garantito dic 2013 5,236 3,95 Aureo Liquidita’ 5,717 0,53 BancoPosta Mix 1 5,882 6,65 Bnl Obbl Emergenti 22,203 23,57
Alboino Re 6,278 23,56 Allianz Multi Pacifico 6,996 35,53 Anfiteatro Global Bond 5,676 - Arca Capitale Gar 06/13 5,093 1,66 Aureo Obbl Globale 7,999 1,64 BancoPosta Mix 2 6,054 12,44 Bnl Obbl Euro BT 7,488 2,69
Alleanza Obbligazionario 5,605 2,45 Allianz MultiAmerica 5,233 29,02 Anfiteatro Global Equity 4,516 - Arca Cedola Corp. Bond 5,334 - Aureo Plus 5,993 2,73 BancoPosta Monetario 6,198 1,41 Bnl per Telethon 5,88 7,61
Allianz Az. America T 13,592 33,85 Allianz Multi20 5,868 12,56 Anfiteatro Tesoreria 5,684 - Arca Cedola Corp. Bond II 5,045 - Aureo Rend Assoluto 5,693 8,4 BancoPosta Obbl Euro 6,869 3,59 Bnl Protezione 22,853 7,46
Allianz Az. America L 13,702 32,82 Allianz Multi50 4,908 19,1 Anfiteatro Total Return 3,38 - Arca Cedola G Eur Bnd II 4,993 - Azimut Bilanciato 24,204 14,06 BG Focus Azionario 23,079 21,94 Bnl Strategia Rendimento 5,07 8,7
Allianz Az. Globale L 3,111 28,13 Allianz Multi90 3,743 28,45 Anima America 4,316 43,44 Arca Cedola Gov. Euro Bond 5,122 - Azimut Formula 1 Conserva 6,59 2,33 BG Focus Monetario 16,4 3,93 Bnl Target Return Dinamico 12,744 12,25
Allianz Az IT All Stars 4,337 26,22 Allianz Reddito Euro L 32,483 5,25 Anima Asia 6,433 30,99 Arca Cinque S Comp A 5,493 16,38 Azimut Formula 1 High Risk 7,107 9,79 BG Focus Obbligazionario 6,719 3,77 Bnl Target Return Liquidita’ 9,985 4,1
Allianz Azioni Europa L 16,513 39,01 Allianz Reddito Euro T 31,836 4,97 Anima Convertibile 6,263 27,04 Arca Cinque S Comp C 4,69 23,45 Azimut Formula 1 Low Risk 6,756 1,81 Bim Azionario Europa 10,105 30,35 BNPP Equipe Attacco 4,578 10,93
Allianz Azioni Europa T 16,298 39,03 Allianz Reddito Glob. L 15,429 6,21 Anima Emer Markets 9,516 51,05 Arca Cinque S Comp E 3,507 29,6 Azimut Formula 1 Risk 6,737 6,46 Bim Azionario Glob 4,09 31,3 BNPP Equipe Centrocampo 4,84 5,88
Allianz Azioni Globale T 3,059 27,88 Allianz Reddito Glob.T 15,136 5,93 Anima Europa 3,994 29,17 Arca Corporate BT 5,546 8,41 Azimut Garanzia 12,328 0,64 Bim Azionario Italia 7,363 27,08 BNPP Equipe Difesa 5,435 4,88
Allianz Azioni Italia L 21,416 26,18 Alpi Obbl Internaz 7,229 0,08 Anima Fondattivo 14,068 23,54 Arca MM 14,771 2,08 Azimut Redd Usa 5,798 0,55 Bim Azionario Smal Cap 7,344 20,79 BNPP 100% e Piu’ Gr Asia 5,485 4,06
Allianz Azioni ItaliaT 21,063 25,83 Alpi Risorse Naturali 6,069 18,95 Anima Fondimpiego 20,037 24,42 Arca Obbl Europa 8,366 6,61 Azimut Reddito Euro 15,609 1,4 Bim Azionario Usa 6,223 45,64 BNPP 100% e Piu’ Gr Eur 5,1 3,05
Allianz Azioni Pacifico L 5,396 31,19 Alto America Azionario 4,56 26,42 Anima Fondo Trading 13,127 35,71 Arca Rend Assoluto T3 5,214 11,05 Azimut Scudo 7,655 8,67 Bim Bilanciato 22,732 18,26 BPVi Az Europa 3,976 33,24
Allianz Azioni Pacifico T 5,298 30,98 Alto Azionario 15,064 15,86 Anima Liquidita’ 6,62 2,38 Arca Rend Assoluto T5 4,99 15,83 Azimut Solidity 7,925 4,57 Bim Corporate Mix 5,505 7,21 BPVi Az Internazionale 3,553 29,48
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 25


Fondi d’Investimento
14/04 VAR. % 14/04 VAR. % 14/04 VAR. % 14/04 VAR. % 14/04 VAR. % 14/04 VAR. % 14/04 VAR. %
EURO 12 MESI EURO 12 MESI EURO 12 MESI EURO 12 MESI EURO 12 MESI EURO 12 MESI EURO 12 MESI
PREC PREC PREC PREC PREC PREC PREC
BPVi Az Italia 4,985 30,05 Consultinvest Mercati Em 5,142 18,78 Eurom Prudente 8,478 1,87 Gestielle Bond $ cl B 8,802 -3,29 MC G.FdF America B 4,364 29,88 Pioneer Az Europa dist cl.A 6,871 32,64 Symphonia Bil Eq Italia 5,528 13,86
BPVi Breve Termine 6,3 1,93 Consultinvest Monetario 5,529 11,29 Eurom Real Assets 4,197 8,59 Gestielle Brasile 5,049 - MC G.FdF Asia A 6,867 27,52 Pioneer Az Giappone cl.A 3,877 25,47 Symphonia Bond Fless 5,14 4,18
BPVi Obbl Europa 6,679 3,73 Consultinvest Multi Flex 5,009 20,55 Eurom Reddito 15,439 4,09 Gestielle Bt Euro cl A 7,573 1,8 MC G.FdF Asia B 3,866 26,8 Pioneer Az P Emerg cl.A 10,934 47,32 Symphonia C Az Euro 5,803 26,92
BPVi Obbl Internazionale 5,75 3,83 Consultinvest Obbligaz. M T 5,161 - Eurom Strategic - - Gestielle Bt Euro cl B 7,626 2,1 MC G.FdF Bilanciato A 6,233 16,11 Pioneer Liquidita’ Euro A 5,062 - Symphonia C Az Internaz 6,627 33,56
C Consultinvest Obbligazion 5,239 - Eurom Total Return Flex 2 6,598 3,99 Gestielle Cash Euro cl A 7,053 0,96 MC G.FdF Bilanciato B 4,627 15,42 Pioneer Monetario Euro cl.A 13,171 2,47 Symphonia C Az Italia 11,502 26,55
CAAM Absolute 5,275 5,04 Consultinvest Plus 5,261 - Eurom Total Return Flex 3 4,622 5,16 Gestielle Cina cl A 10,247 32,36 MC G.FdF Europa A 6,537 30,06 Pioneer Ob Euro Gov dist 6,528 4,2 Symphonia C Fortissimo 2,679 29,61
CAAM Azionario Trend 102,005 - Consultinvest Reddito 7,489 22,75 Eurom Total Return Flex 4 - - Gestielle Cina cl B 10,516 34,3 MC G.FdF Europa B 3,706 29,13 Pioneer Ob Paesi Emerg Dist 9,832 41,88 Symphonia C Monetario 7,432 1,16
CAAM Breve Termine 7,477 1,96 Corporate Bond 7,408 21,01 Euromobiliare Az Internazionali11,917 32,4 Gestielle East Europe cl A 15,835 65,12 MC G.FdF Flx Low Vol A 5,211 0,48 Pioneer Obbl Piu’ Dist 8,132 3,49 Symphonia C Obb Ar Eur 9,45 6,3
CAAM Corporate Giugno 2012 5,11 - Cr. Cento Misto Best - - Euromobiliare Strategic Flex 13,568 7,09 Gestielle East Europe cl B - - MC G.FdF Flx Low Vol B 5,202 0,48 Pioneer Target Controllo 5,369 8,64 Symphonia C Patr G Red 7,134 5,22
CAAM Corporate 3 anni 102,767 - Cr. Cento Monetario Plus - - Europa 13,272 36,19 Gestielle Em Markets B cl A 10,188 19,65 MC G.FdF Global Bond A 5,323 3,52 Pioneer Target Equilibrio 5,386 8,79 Symphonia C Patr Glob 5,298 18,74
CAAM Dynamic Allocation 5,26 8,05 Cr. Cento Premium - - Europe Bond 7,489 5,91 Gestielle Em Markets B cl B 10,359 20,75 MC G.FdF Global Bond B 5,27 3,31 Pioneer Target Sviluppo 22,749 5,15 Symphonia Italia Fless 5,172 12,05
CAAM Eonia 102,023 - Cr Suisse Mon Cl. B 7,773 2,36 F Gestielle Em Mkt cl A 14,794 40,95 MC G.FdF High Yield A 7,224 20,32 Piu’ Comp.Azionario 4,82 33,89 Synergia Az Europa 6,315 26,3
CAAM EQUIPE 1 5,271 3,54 Cr Suisse Mon Cl. I 7,829 2,69 Federico Re 5,213 - Gestielle Em Mkt cl B 15,203 43,11 MC G.FdF High Yield B 5,224 19,76 Piu’ Comp.Bilanc.15 5,319 13,99 Synergia Az Globale 6,344 26,88
CAAM EQUIPE 2 5,223 5,01 E Fideuram Azione 13,144 32,88 Gestielle Etico per AIL A 6,419 5,14 MC G.FdF Megatr.Wide A 7,364 33,89 Piu’ Comp.Bilanc.30 5,119 19,6 Synergia Az Italia 6,254 25,08
CAAM EQUIPE 3 5,207 7,83 Emerging Markets Bond 6,108 17,1 Fideuram Moneta 14,612 0,13 Gestielle Etico per AIL B 6,469 5,63 MC G.FdF Megatr.Wide B 4,293 33,12 Piu’ Comp.Obbligaz. 5,461 - Synergia Az Small Cap Italia 5,896 17,92
CAAM EQUIPE 4 4,889 12,55 Emerging Markets Equity 7,117 47,5 Fideuram Performance 12,035 17,59 Gestielle Europa cl A 7,142 31,99 MC G.FdF Paesi Emerg A 9,057 48,14 Premium 6,5 1,83 Synergia Az Usa 6,62 32,4
CAAM Eureka B Ripresa 14 5,219 - Epsilon Cash 6,279 1,83 Fideuram Security 9,568 0,66 Gestielle Europa cl B 7,306 33,52 MC G.FdF Paesi Emerg B 4,243 47,28 PRIMA Fix Emergenti A 13,023 17,84 Synergia Bilanciato 15 5,315 6,3
CAAM Eureka China dbl wine 5,643 - Epsilon DLongRun 6,285 18,05 Flessibile 2,877 15,5 Gestielle Global Asset Plus 5,401 7,53 Mediolanum Elite 30 L 5,245 14,02 PRIMA Fix Emergenti Y 13,286 18,93 Synergia Bilanciato 30 5,522 10,44
CAAM Eureka Double Call 5,497 - Epsilon QEquity 4,65 32,25 FMS Absolute Return 9,319 5,22 Gestielle Global Asset 1 8,947 7,02 Mediolanum Elite 30 S 10,072 13 PRIMA Fix High Yield A 8,034 48,94 Synergia Bilanciato 50 5,763 15,26
CAAM Eureka Double Win 5,662 - Epsilon QIncomeEuro 7,442 5,22 FMS Equity Asia 9,077 31,8 Gestielle Global Asset 2 12,596 11,26 Mediolanum Euromoney 6,412 2,72 PRIMA Fix High Yield Y 8,18 50,2 Synergia Monetario 5,022 0,44
CAAM Eureka Dragon 6,199 - Epsilon QReturn 6,558 22,74 FMS Equity G Em Mk 12,453 52,48 Gestielle Harmonia Dinamico 5,406 7,58 Mediolanum Flessibile Globale 14,665 29,41 PRIMA Fix Imprese A 6,529 14,52 Synergia Obb Corporate 5,404 8,08
CAAM Eureka DW 2013 5,11 - Epsilon QValue 5,422 36,51 FMS Equity Gl Resources 10,976 25,34 Gestielle Harmonia Moderato 5,329 5,15 Mediolanum Flessibile Italia 17,101 30,54 PRIMA Fix Imprese Y 6,608 15,14 Synergia Obb Euro B.T. 5,065 1,3
CAAM Eureka Ripr DUE 2014 5,041 - Etica Val Resp Azionario 4,955 39,22 FMS Equity New World 16,1 52,19 Gestielle Harmonia Vivace 5,485 9,7 Mediolanum Intermoney 6,289 3,2 PRIMA Fix Monetario A 8,528 4,09
CAAM Eureka Ripresa 2014 5,283 - Synergia Obb Euro M.T. 5,173 3,46
Etica Val Resp Bil 6,842 27,65 FMS Equity Usa 8,182 31,52 Gestielle India cl A 6,373 61,42 Mediolanum Italmoney 6,561 2,45 PRIMA Fix Monetario I 8,623 4,42 Synergia Tesoreria 5,047 0,94
CAAM EUROPE EQUITY 4,29 32,98 Etica Val Resp Monet 5,861 1,38 FMS Equty Europe 9,15 37,39 Gestielle India cl B - - Mediolanum Risp. Corrente 13,839 2,19 PRIMA Fix Monetario Y 8,607 4,52
Caam For Gar EmM Eq R 2014 5,056 6,33 Synergia Total Return 5,296 5,92
Etica Val Resp Obbl Misto 6,1 7,24 Fondaco Absolute Return 98,053 24,33 Gestielle Internaz cl.A 17,223 28,84 Mediolanum Risp. Monetario 5,483 -0,85 PRIMA Fix Obb Globale 8,72 2,05 T
CAAM For.Euro Eq.Op Due 2013 4,576 10,29 Eurizon Az Alto Divid E 26,739 29,93 Fondaco Eu Sri Eq. Beta 90,239 37,12 Gestielle Internaz cl.B 17,619 30,55 Mediolanum Risp. Reddito 11,061 10,37 PRIMA Fix Obbligazionario BT 10,169 1,37
CAAM For.Euro Eq.Op.2013 4,553 11,48 Talento comp America 85,098 21,4
Eurizon Az Asia Nuov Econ 10,429 45,98 Fondaco Euro Cash 116,295 2,45 Gestielle Italia cl A 13,376 26,38 Mediolanum V. de Gama 10,16 7,95 PRIMA Fix Obbligazionario MLT 5,838 2,44 Talento comp Asia 106,888 34,55
CAAM For.Gar. Due 2013 4,905 1,74 Eurizon Az En Mat Prime 9,421 28,95 Fondaco Eurogov Beta 120,263 5,56 Gestielle Italia cl B 13,708 28,22 Mix 5,804 12,28 PRIMA Forza 1 A 5,07 3,05
CAAM For.Gar. 2012 5,071 2,49 Talento comp Europa 120,565 28,06
Eurizon Az Europa Multim 5,756 33,67 Fondersel 46,527 17,42 Gestielle LT Euro cl A 8,239 5,87 Monetario 12,165 3,16 PRIMA Forza 1 Y 5,104 3,38 Teodorico Monetario 7,485 1,46
CAAM For.Garant. 2013 4,884 1,12 Eurizon Az Internaz Etico 6,025 33,98 Fondersel America 9,843 28,13 Gestielle LT Euro cl B 8,321 6,37 MS Symphonia C Adagio 5,883 11,13 PRIMA Forza 2 A 4,612 7,98
CAAM For.Gar.Em.M.Eq.R.2013 5,048 5,23 Tesoreria Fondo per le imprese 6,913 3,07
Eurizon Az Italia 130/30 17,495 30,87 Fondersel Cash - - Gestielle MT Cedola 6,385 -1,48 MS Symphonia C America 3,981 27,72 PRIMA Forza 2 Y 4,658 8,45 Total Return 2,299 -33,05
CAAM For.Gar.Eq.R. Due 2013 4,907 1,34 Eurizon Az Mondo Multi 3,391 35,1 Fondersel Dollaro - - Gestielle MT Euro cl.A 15,069 3,23 MS Symphonia C Asia 5,234 29,88 PRIMA Forza 3 A 4,967 13,56
CAAM For.Gar.Eq.R. 2013 4,892 0,7 Total Return Obbl 4,323 -10,83
Eurizon Az PMI Am 20,909 49,38 Fondersel Duemila 95,263 5,03 Gestielle MT Euro cl.B 15,207 3,65 MS Symphonia C Europa 5,51 34,55 PRIMA Forza 3 Y 5,045 14,35 U
CAAM For.Gar.Eq.R. 2014 5,299 6,28 Eurizon Az PMI Europa 8,367 49,92 Fondersel Euro 8,01 3,99 Gestielle Obb Corporate A 7,2 22,22 MS Symphonia C Largo 5,71 21,31 PRIMA Forza 4 A 4,355 21,68
CAAM For.Gar.High Div. 2014 4,888 3,67 UBI Active Beta 4,735 -1,21
Eurizon Az PMI Italia 4,855 26,47 Fondersel Europa 13,428 34,17 Gestielle Obb Corporate B 7,303 23,17 MS Symphonia C P Emerg 12,627 48,62 PRIMA Forza 4 Y 4,429 22,65 UBI Active Duration 5,664 3,55
CAAM For.Gar.Mer.Emer. 5,689 2,43 Eurizon Az Salute e Amb 14,897 23,68 Fondersel Int 14,052 10,43 Gestielle Obbl Internaz cl A 6,301 2,59 MS Symphonia C Vivace 5,237 33,43 PRIMA Forza 5 A 3,936 27,42
CAAM For.Priv.Div.Opp. 4,943 0,39 UBI Alpha Equity 5,151 2,22
Eurizon Az Tecno Avanz 4,152 36,4 Fondersel Italia 20,132 35,62 Gestielle Obbl Internaz cl B 6,392 3,4 N PRIMA Forza 5 Y 4,003 28,55 UBI Az Merc Emergenti 10,426 50,64
CAAM GLOBAL EM.EQUITY 4,999 46,86 Eurizon Azioni Finanza 19,111 43,91 Fondersel Oriente 6,849 44,25 Gestielle Pacifico cl A 12,634 27,68 Nextam Az. Europa 5,074 32,62 PRIMA Geo America A 4,376 29,93
CAAM GLOBAL EQUITY 4,324 31,59 UBI Azionario Etico 5,213 33,6
Eurizon Bil Euro Multi 35,958 19,37 Fondersel P M I 16,065 37,98 Gestielle Pacifico cl B 12,94 29,37 Nextam Bilanciato 6,237 19,41 PRIMA Geo America Y 4,505 31,69 UBI Azioni Euro 5,755 36,76
CAAM Liquidita’ 8,97 1,13 Eurizon Div Etico 8,038 8,75 Fondersel Reddito 14,166 2,18 Gestielle Tecnologia cl.B - - Nextam Flessibile 4,811 14,6 PRIMA Geo Asia A 6,443 44,27
CAAM MultiCorp. Dic. 2012 5,027 - UBI Azioni Globali 4,445 32,81
Eurizon Focus Az America 8,909 37,46 Fonditalia B Glob Em MK 10,379 20,45 Gestielle Tot Ret Obiettivo PIU 5,062 - Nextam Liquidita’ 5,846 2,27 PRIMA Geo Asia Y 6,658 46,39 UBI Azioni Italia 5,144 33,96
CAAM Obbligazionario Euro 5,514 4,39 Eurizon Focus Az Eur 13,838 26,77 Fonditalia B Global HY 14,248 42,34 Gestielle Total Return 14,451 6,94 Nextam Obbl. Misto 6,058 6,43 PRIMA Geo Euro A 6,433 30,12
CAAM PACIFIC EQUITY 4,739 29,13 UBI Azioni Pacifico 6,351 31,68
Eurizon Focus AZ Europa 8,413 34,85 Fonditalia Bond Euro H Y T 14,307 - Gestnord Asset Allocation 4,866 5,74 Nordest Sicav 4,24 19,77 PRIMA Geo Euro Y 6,623 31,8 UBI Azioni USA
CAAM PIU’ 5,638 3,91 Eurizon Focus Az Internaz 7,582 35,78 Fonditalia Bond Glob Em M T 10,42 - Gestnord Az Trend Settoriali 2,637 27,15 Nordfondo Etico Obb Misto 6,661 6,41 PRIMA Geo Europa A 11,066 37,81
4,124 33,33
CAAM Private Alfa 4,861 5,79 UBI Bil Euro R Controllato 5,962 9,15
Eurizon Focus Az Italia 12,464 30,55 Fonditalia Bond Usa 8,102 -4,77 Gestnord Azioni America 11,251 31,07 Nordfondo Liquidita’ 6,21 1,52 PRIMA Geo Europa PMI A 20,329 48,84
CAAM Soluzione Azioni 4,988 - UBI Bond T Return 10,525 3,44
Eurizon Focus Az Pacif 3,997 30,83 Fonditalia Bond USA T 8,158 - Gestnord Azioni Europa 8,693 36,21 Nordfondo Obb Conv - - PRIMA Geo Europa PMI Y 20,924 50,88
CAAM Soluzioni Tassi 4,933 - UBI Euro B.T. 6,748 2,88
Eurizon Focus Az Paesi Em 9,109 52,48 Fonditalia Core 1 10,577 14,51 Gestnord Azioni Italia 10,725 29,29 Nordfondo Obb Dollari 13,692 -2,58 PRIMA Geo Europa Y 11,401 39,65
CAAM Strategia 95 4,993 - UBI Euro Cash 7,291 0,9
Eurizon Focus Cap. Prot 12/2014 5,051 - Fonditalia Core 1 T 10,651 - Gestnord Azioni P Emerg 9,46 48,25 Nordfondo Obb Euro Corp 7,63 14,12 PRIMA Geo Globale A 24,522 34,11
CAAM USA EQUITY 4,502 28,48 UBI Euro Corporate 7,823 15,61
Eurizon Focus Gar I sem 06 5,297 2,4 Fonditalia Core 2 10,332 22,49 Gestnord Azioni Pacifico 7,096 33,53 Nordfondo Obb Euro MT 17,352 3,65 PRIMA Geo Globale Y 25,26 35,9
Capital Italia 74,45 33,33 UBI Euro Medio Lungo T 6,917 6,3
Eurizon Focus Gar I trim 07 5,191 2,25 Fonditalia Core 2 T 10,411 - Gestnord Bil Euro 15,027 16,42 Nordfondo Obb Paesi Emerg 8,653 21,02 PRIMA Geo Italia A 14,167 31,03
Carige Azionario America B 2,551 28 UBI Obbl Glob Alto Rend 8,673 34,03
Eurizon Focus Gar II sem 06 5,269 1,8 Fonditalia Core 3 10,359 30,01 Groupama Italia Bond Sel F - - Nordfondo Obbl Euro BT 8,988 1,23 PRIMA Geo Italia Y 14,544 32,34
Carige Azionario America cl.A 2,503 25,91 UBI Obbl Globali Corp 6,734 18,58
Eurizon Focus Gar II trim 07 5,147 2,35 Fonditalia Core 3 T 10,454 - Groupama Italia Eq Sel F - - NorVega Az. America A 3,884 31,35 PRIMA Geo Paesi Emerg A 5,812 41,69
Carige Azionario Europa B 5,844 37,99 UBI Obbligazioni Dollari 4,882 6,2
Carige Azionario Europa cl.A 5,598 32,43 Eurizon Focus Gar III t07 5,004 0,22 Fonditalia Eq. Europe T 9,414 - I NorVega Az. America B 3,944 33,02 PRIMA Geo Paesi Emerg Y 5,998 43,66
UBI Obbligazioni Globali 5,594 3,77
Carige Azionario Intern B Eurizon Focus Gar IV trim 07 5,234 3,05 Fonditalia Eq G Em MK 11,073 51,77 IGM Bilanciato Azion. A 4,597 - NorVega Az. Asia A 4,993 30,43 PRIMA Strat Eur Alto Potenz Y 2,296 17,26
6,402 36,53
Eurizon Focus Gar 03/13 5,179 3,87 Fonditalia Eq. Glob Emerg M T 11,178 - IGM Bilanciato Azion. B 4,647 - NorVega Az. Asia B 5,061 32,24 PRIMA Strat Eur PMI Alto Pot A14,187 24,67 UBI Portafoglio Aggressivo 5,389 28,86
Carige Azionario Intern cl.A 6,237 32,99 UBI Portafoglio Dinamico 5,615 21,27
Carige Azionario Italia B 5,524 29,16 Eurizon Focus Gar 06/2012 5,15 3,08 Fonditalia Eq. Italy T 11,708 - IGM Flessibile A 4,067 - NorVega Az. Europa A 4,805 33,29 PRIMA Strat Eur PMI Alto Pot Y14,165 22,86
Eurizon Focus Gar 09/12 5,125 3,12 Fonditalia Eq. Japan T 2,711 - IGM Flessibile B 4,104 - NorVega Az. Europa B 4,861 35,33 PRIMA Strat IT Alto Potenz Y 4,834 17,02 UBI Portafoglio Moderato 5,9 12,72
Carige Azionario Italia cl.A 5,449 27,82 UBI Portafoglio Prudente 6,082 6,93
Carige Bilanciato Euro B 6,102 20,55 Eurizon Focus Gar 12/12 5,139 3,69 Fonditalia Eq Pac ex Japan 3,941 56,82 Imi Bond 15,529 2,83 NorVega Az. Italia A 6,46 25,66 PRIMA Strategia A-RT 100 5,146 0,19
Eurizon Focus Ob Ced 6,158 7,23 Fonditalia Eq. Pac ex Jp T 3,97 - Imi Capital 31,154 16,63 NorVega Az. Italia B 6,544 27,29 PRIMA Strategia A-RT 200 4,916 0,51 UBI Privilege 1 5,611 10,24
Carige Bilanciato Euro cl.A 5,993 19,41 UBI Privilege 2 5,61 14,94
Carige Corporate Euro B 6,641 28,7 Eurizon Focus Ob Em 11,267 20,39 Fonditalia Eq Usa B Chip 9,018 34,96 Imi East 6,308 28,84 NorVega Flessibile A 7,242 -5 PRIMA Strategia A-RT 50 16,35 0,19
Eurizon Focus Ob Eur Br T 15,275 0,29 Fonditalia Eq. USA Blue C T 9,095 - Imi Europe 18,846 35,44 NorVega Flessibile B 7,252 - PRIMA Strategia Eur Alto Pot A 2,281 18,06 UBI Privilege 3 5,501 19,15
Carige Corporate Euro cl.A 6,573 27,73 UBI Privilege 4 5,293 23,78
Carige Flessibile 5,204 6,03 Eurizon Focus Ob Eur Co 5,646 15,84 Fonditalia Equity Europe 9,333 35,58 Imi Italy 23,064 35,89 NorVega Mobiliare RE A 4,278 25,09 PRIMA Strategia Italia Alto Pot A4,789 17,49
Eurizon Focus Ob Eur H Y 7,269 36,79 Fonditalia Equity Italy 11,606 33,97 Imi Rend 9,371 2,3 NorVega Mobiliare RE B 4,278 25,09 Profilo Best Funds 5,926 10,6 UBI Privilege 5 5,056 28,91
Carige Flessibile B 5,209 - UBI Total Return Dinamico 5,039 2,48
Carige Flessibile Piu’ 4,533 2,16 Eurizon Focus Ob Euro 14,098 5,41 Fonditalia Equity Japan 2,687 22,03 Imi West 17,831 34,35 NorVega Monetario A 5,866 1,75 Profilo Elite Flessibile 5,574 18,87
Eurizon Focus Pr Din 5,304 16,67 Fonditalia Euro B Short T 7,915 2,58 Imi 2000 16,866 -0,02 NorVega Monetario B 5,903 2,11 R UBI Pra. Tot.Ret.Moderato A 5,128 0,02
Carige Flessibile Piu’ B 4,582 - UBI Pra. Tot.Ret.Moderato B 5,145 0,1
Carige Liquidita’ Euro B 6,382 4,95 Eurizon Focus Pr Prud 5,474 3,89 Fonditalia Euro Bd M T T 10,948 - Imindustria 12,728 23,11 NorVega Obb. Euro A 6,526 4,45 Ras Lux Bond Europe 56,999 5,64
Eurizon Focus Prof Mod 5,344 8,68 Fonditalia Euro Bd Sh.Term T 7,952 - Iniziativa Europa 6,923 40,85 NorVega Obb. Euro B 6,598 5 Ras Lux Equity Europe 41,077 37,16 UBI Pramerica Azioni Europa 5,818 45,81
Carige Liquidita’ Euro cl.A 6,323 4,43 Unibanca Azionario Europa 6,215 39,26
Carige Monetario Euro B 11,4 1,79 Eurizon Focus Rend Ass 2y 5,238 2,05 Fonditalia Euro Bond L T 7,259 6,22 Interf Inflation Linked 13,475 6 NorVega Obb. Euro Breve Termine A5,866 2,62 Ras Lux Sh.T. Europa 66,085 2,8
Eurizon Focus Rend Ass 3y 5,52 3,39 Fonditalia Euro Bond L T T 7,315 - Interf Int Sec New Economy 34,158 31,89 NorVega Obb. Euro Breve Termine B5,907 3,09 Risparmio 7,756 5,18 Unibanca Monetario 5,749 1,61
Carige Monetario Euro cl.A 11,631 4,32 Unibanca Obbl Euro 5,82 2,43
Carige Mosaico 10 5,55 10,05 Eurizon Focus Rend Ass 5y 4,925 2,88 Fonditalia Euro Bond M T 10,884 3,88 Interfund System 100 9,608 5,79 NorVega Obb. Internazionale A 5,693 4,08 Ritorni Reali 6,015 -
Eurizon Focus Tes Dollaro 12,244 -2,27 Fonditalia Euro C Bond 8,432 13,49 Interfund System 40 11,151 2,7 NorVega Obb. Internazionale B 5,754 4,6 S UNIBANCA PLUS 5,283 4,57
Carige Mosaico 30 5,275 12,62 V
Carige Obbl Eur LT B 5,687 13,85 Eurizon Focus Tes Eur B 7,704 1,14 Fonditalia Euro Corp Bond T 8,475 - Internazionale 12,565 20,37 NorVega Obb. Paesi Emergenti A 7,31 13,46 Sai America 11,89 33,79
Eurizon Focus Tesorer Dol 16,684 0,45 Fonditalia Euro Crncy 7,86 0,24 Intesa Casse C. Pr Dinam 5,737 6,04 NorVega Obb. Paesi Emergenti B7,411 14,44 Sai Bilanciato 3,7 20,72 Vegagest Az Area Euro Cl.A - -
Carige Obbl Eur LT cl.A 5,592 13,11 Vegagest Az Area Euro Cl.B - -
Carige Obbl Internaz.B 5,799 4 Eurizon FocusTes Eur A 7,666 0,89 Fonditalia Euro Currency T 7,891 - Intra Assoluto 5,582 -6,3 NorVega Rendimento A 5,336 1,12 Sai Eurobbligazionario 12,886 3,63
Eurizon Liquidita A 7,304 0,93 Fonditalia Euro Cyclicals 11,208 38,03 Intra Az Area Euro 5,844 26,3 NorVega Rendimento B 5,348 - Sai Europa 10,676 29,96 Vegagest MB Absolut - -
Carige Obbl Internaz.cl A 5,692 2,97 Vegagest MB Strategic - -
Carige Obblig Euro B 10,943 7,07 Eurizon Liquidita B 7,477 1,19 Fonditalia Euro Cyclicals T 11,32 - Intra Azionario Internaz 5,394 32,79 Norvega Sintesi Audace 5,624 9,72 Sai FdF Pacifico 3,545 28,58
Eurizon Ob E Corp Breve T 7,535 10,6 Fonditalia Euro Defensive 11,823 32,38 Intra Flessibile 6,208 1,82 NorVega Sintesi Dinamico 5,761 14,74 Sai FdF Paesi Emergenti 5,903 47,69 Vegagest Obb. Euro LT Cl.A - -
Carige Obblig Euro cl.A 10,819 6,45
Eurizon Ob Intern 8,342 3,63 Fonditalia Euro Defensive T 11,94 - Intra Obb Euro 5,974 5,87 NorVega Sintesi Moderato 5,575 6,56 Sai Globale 8,744 33,03 Vegagest Obb. Euro LT Cl.B - -
Carismi Absolute Perf. Cl.A - -
Eurizon Obbl Etico 5,427 6,98 Fonditalia Euro Financials 6,162 34,6 Investitori America 3,673 30,85 O Sai Italia 18,036 24,54 Vegagest Obbl Flessibile - -
Carismi Absolute Perf. Cl.B - -
Carismi Bond Euro Cl.A - - Eurizon Obiettivo Rend 8,1 1,5 Fonditalia Euro Financials T 6,202 - Investitori Europa 5,171 31,58 Obbiettivo Rendimento 5,86 16,57 Sai Linea Aggressiva 3,678 22,72 Visconteo 34,896 16,96
Carismi Bond Euro Cl.B - - Eurizon Rendita 6,051 4,33 Fonditalia Euro T.M.T. 5,69 25,19 Investitori Far East 5,117 27,23 Open Fund Rit. Assoluto Var 2 - - Sai Linea Dinamica 4,536 16,25 Volterra Dinamico 5,37 -
Carismi Bond Internaz. Cl.A - - Eurizon Soluz 10 6,954 4,3 Fonditalia Euro T.M.T. T 5,73 - Investitori Flessibile 6,4 7,58 Open Fund Rit. Assoluto Var 2 - - Sai Linea Prudente 4,932 9,45 Volterra TR Glob. 5,597 5,09
Carismi Bond Internaz. Cl.B - - Eurizon Soluz 40 6,278 15,81 Fonditalia Flex. Emerging Mkts R2,474 18,43 Italia 16,224 32,07 Optima Az America 4,134 30,53 Sai Liquidita’ 11,57 3,33 Volterra TR Obblig. 5,182 1,69
Carismi Dynamic American - - Eurizon Soluz 60 24,805 21,38 Fonditalia Flex. Emerging Mkts T2,496 - K Optima Az Europa 2,997 31,68 Sai Obb Internazionale 7,878 1,51 VRG Coro Reddito 5,646 -
Carismi Dynamic Europe Cl.A - - Eurizon Team 1 5,999 2,83 Fonditalia Flex Opportunity T 7,956 - Kairos Partners 5,928 17,34 Optima Az Far East 3,425 29,54 Sai Obbl Corporate 6,591 10,74 VRG Coro Rendimento 5,38 -
Carismi Dynamic Europe Cl.A - - Eurizon Team 1 G 5,999 - Fonditalia Flexe Multim T 9,667 - Kairos Partners Income 6,693 0,53 Optima Az Internaz 4,554 30,64 Sai PERFORMANCE 17,374 10,18 VRG Coro Tesoreria 5,646 -
Carismi Dynamic Italia Cl.A - - Eurizon Team 2 5,686 6,3 Fonditalia Flexible Dynamic T 6,604 - Kairos Partners Small Cap 9,602 17,9 Optima Azionario Italia 5,782 29,82 Sforzesco 9,976 13,08 VRG Coro Valore - -
Carismi Dynamic Italia Cl.B - - Eurizon Team 2 G 5,676 - Fonditalia Flexible Growth 9,004 7,33 L Optima Money 6,157 0,65 Sofia Flex 0,702 - Z
Carismi Dynamic Pacific - - Eurizon Team 3 4,762 10,77 Fonditalia Flexible Growth T 9,073 - Laurin Eurostock 3,889 34,89 Optima Obbl E M 7,394 16,92 Soprarno Contrarian B 3,834 23,64 Zenit Absolute Return Cl.l 5,695 11,69
Carismi Liquidita’ Cl.A - - Eurizon Team 3 G 4,779 - Fonditalia Flexible Income 8,558 1,59 Laurin Money 6,925 1,05 Optima Obbl Euro Global 6,914 2,92 Soprarno Contrarian Cl.A 3,827 23,25 Zenit Absolute Return Cl.R 5,621 10,71
Carismi Liquidita’ Cl.B - - Eurizon Team 4 4,011 16,19 Fonditalia Flexible Income T 8,589 - Leonardo Euro 5,553 25,32 Optima Obblig Euro 6,99 5,22 Soprarno DJ Euro Stoxx 50 4,009 29,45 Zenit Azionario Cl.I 9,74 32,28
Carismi Pratico Cl.A - - Eurizon Team 4 G 4,029 - Fonditalia Flexible M Manag 9,59 4,91 Leonardo Italian Opportunity 9,223 29,37 Optima Reddito B.T. 6,676 1,99 Soprarno Global Macro A 4,918 4 Zenit Azionario Cl.R 9,62 31,56
Carismi Pratico Cl.B - - Eurizon Team 5 3,892 22,12 Fonditalia Flexible Opportunity 7,916 1,37 Leonardo Monetario 6,1 3,67 Optima Riserva Euro 5,297 1,34 Soprarno Global Macro B 4,972 4,54 Zenit Eurostoxx 50 Plus Cl.l - -
Civ. Forum Iulii Azione Cl.A 4,832 30,31 Eurizon Team 5 G 3,91 - Fonditalia Global 112,302 24,16 Leonardo Obbligaz 7,598 5,37 Optima Small Caps Italia 5,808 25,01 Soprarno Inflaz +1.5% Cl.A 5,458 3,12 Zenit Eurostoxx 50 Plus Cl.R - -
Civ. Forum Iulii Azione Cl.B 4,87 31,69 Euroland 4,599 31,81 Fonditalia Global T 113,221 - Leonardo 80/20 6,124 5,66 Optima Tecnologia 2,767 30,64 Soprarno Inflazione +1.5% B 5,485 3,67 Zenit High Tech - -
Civ Forum Iulii Prud ClA 5,501 3,09 Eurom America Eq Fund - - Fonditalia Inflation Linked 13,62 5,34 M P Soprarno Nikkei 225 Fund 3,302 21,67 Zenit Monetario Cl.l 7,57 3,43
Civ Forum Iulii Prud ClB 5,552 3,62 Eurom Asian Opportunities - - Fonditalia Inflation Linked T 13,694 - M. Gestion Trend Global 5,016 13,2 Pacifico 4,923 33,7 Soprarno Pronti Termine 5,13 -0,48 Zenit Monetario Cl.R 7,528 3,14
Civ Forum Iulii Rend ClA 5,554 13,12 Eurom Az Italia 20,604 26,61 Fonditalia U.S.Defensive 6,617 32,87 Macro F.0. 4,16 - Paritalia Orch Allegro C 73,481 2,55 Soprarno Relative Value B 5,365 1,3 Zenit Obbligazionario Cl.l 8,245 7,58
Civ. Forum Iulii Rendita Cl.B 5,677 14,69 Eurom Bilanciato 27,274 15,41 Fondo Liquidita’ 7,603 2,26 Managers & Co. Comp. 30 5,325 17,29 Passadore Mon 7,144 1,41 Soprarno Relative Value Cl.A 5,314 0,82 Zenit Obbligazionario Cl.R 8,199 7,06
Civ Forum Iulii Strat ClA 5,74 39,97 Eurom Conservativo 11,109 0,94 Formula 1 Alpha Plus 20 6,615 3,78 Managers & Co. Comp. 50 5,106 22,83 Pepite 3,717 9,45 Soprarno S&P 500 4,146 36,61 Zenit S&P 100 Plus CL.l - -
Civ Forum Iulii Strat ClB 5,863 42,34 Eurom Contovivo - - Fucino Dynamic 4,607 6,72 Managers & Co. Comp. 70 4,55 26,88 Pepite Bric 4,208 - Soprarno S&P/Mib - - Zenit S&P 100 Plus CL.l - -
Consultinvest Alto Div. 3,312 27,98 Eurom Dinamico 33,471 14,89 G Managers & Co. Comp. 90 4,187 32,88 Pepite Fondi 2,754 -26,07 Soprarno 0 Rit Ass 6 Cl.A 5,159 1,9 Zenit Zerocento FdF 4,722 2,34
Consultinvest Azione 8,986 31,24 Eurom Em Mark Bond 6,972 20,64 Generali Institutional Bond - - MC G FdF Flx. Med. Vol. A 5,78 9,64 Pianeta 9,41 4,87 Soprarno 0 Ritorn Ass 6 B - - 8
Consultinvest Bilanciato 5,312 27,63 Eurom Europe Equity 14,056 28,38 Generali Institutional Equity - - MC G FdF Flx. Med. Vol. B 3,829 9,06 Pioneer Ob Eur C Etico Dist 4,77 19,01 Soprarno 1 Rit Ass 5 Cl.A 5,182 2,07 8a+ Eiger 4,772 40,93
Consultinvest Breve Termine 5,003 - Eurom Glob Emerg Mkts - - Gestielle America cl A 7,792 28,88 MC G FdF Flx.HighVol. A 4,496 12,09 Pioneer Az America 7,003 32,88 Soprarno 1 Ritorn Ass 5 B 5,198 1,78 8a+ Gran Paradiso 5,242 -
Consultinvest Global 4,224 30,21 Eurom Intern Bond 8,559 3,98 Gestielle America cl B 7,987 30,66 MC G FdF Flx.HighVol. A 3,821 11,5 Pioneer Az Crescita cl.A 13,642 28,66 Symphonia Asia Fless 5,945 21,05 8a+ Latemar 5,165 12,45
Consultinvest High Yield 5,738 31,82 Eurom Moderato 6,537 4,78 Gestielle Bond $ cl A 8,688 -3,97 MC G.FdF America A 5,55 31,14 Pioneer Az Europa cl.A 15,076 27,01 Symphonia Az Italia S Cap 3,802 20,78 8a+ Monviso 5,14 -
le-journal-italienne.blogspot.com

26 Venerdì 16 aprile 2010


@ www.libero-news.it

A tu per tu

::: le lettere
di MATTIAS MAINIERO

lettere@libero-news.eu
Le lettere via e-mail vanno inviate sottolineando nell’oggetto: “lettere”. Via posta vanno indirizzate a: Libero - viale L. Majno 42 - 20129 Milano; via fax al n. 02.999.66.264.
Vi invitiamo a scrivere lettere brevi. La redazione si riserva il diritto di tagliare o sintetizzare i testi.

PROPAGANDA DI SINISTRA il potere. C'è da sperare che la ma: la sciura di Abbiategrasso pubblica: numero parlamentari
classe dirigente leghista nel non dovrà più attendere 6 e loro stipendi, mantenimento
False promesse frattempo sia migliorata. La lo- mesi o un anno per fare una delle auto blu, consiglieri regio-
Il pedofilo e aumento delle tasse ro precedente esperienza ban-
caria si chiamava Credieuro-
mammografia e la prenota-
zione potrà farla da casa sua e
nali, provinciali, comunali? Sa-
rebbe sicuramente stato un se-
ha un nome È veramente stupefacente con-
statare come la sinistra si ri-
nord e chi ci aveva messo i soldi
dentro si sta ancora leccando le
non andare a fare la fila alle 7
del mattino. Tempo massimo
gnale concreto del cambiamen-
to di cui si parla tanto. Invece,
Facciamolo tenga lo scrigno d'oro della
correttezza, della trasparenza e
ferite adesso.
Mario Moreggi
di attesa: 30 giorni. Terza ri-
forma: controlli sul costo dei
dovremo aspettare le promesse
della prossima campagna elet-
Polanski arrestato per uno stupro soprattutto dell'osservanza e.mail generi di prima necessità e torale.
commesso più di trent’anni fa. A me delle regole democratiche. So- chi viene beccato a rubare al- Massimo Bardelli
Roman Polanski fa schifo. Preti pe- stiene di avere come interesse QUALI RIFORME la povera gente, chiusura del- e.mail
dofili e vescovi omertosi. I nomi primario le esigenze dei citta- l'esercizio commerciale.
sono troppi per farli. A me fanno dini e si dichiara contro le tas- Basta chiacchiere Antonino Marino PER QUATTROCCHI
schifo anche più di Roman Polanski. se: a me però qualche dubbio
Ecco, vorrei che tutti coloro che sorge. È inutile rammentare le
ci vogliono i fatti e.mail
Autorità assenti
gridano alla congiura contro il Papa promesse non mantenute da Da quando le regionali, e ora EUROPA
mi spiegassero perché se dico che Prodi il quale prometteva fe- pure le comunali, hanno dato il
alla cerimonia
Polanski è un porco esprimo un’opi- licità e nel contempo aumen- loro responso, c'è da parte dei Dobbiamo pagare Alla cerimonia per Fabrizio
nione, mentre se dico che preti e tava le tasse. È notizia di questi politici di tutte le latitudini, Quattrocchi, rapito e ucciso dai
vescovi sono porci faccio parte di giorni che la Regione Umbria, un’affannosa ricerca di visibi-
per salvare la Grecia terroristi in Iraq sei anni fa, le
una congiura contro la Chiesa. appena chiuse le urne, ha in- lità legata alle riforme. Basta. Dopo la tassa introdotta da istituzioni genovesi si sono di-
Roberto Bellia viato una valanga di accerta- Non ne possiamo più. Smette- Prodi per entrare in Europa, stinte per l'assenza, anche se a
Vermezzo (Milano) menti fiscali (si parla di circa 20 tela di parlarne e finalmente ce ne troviamo un'altra: quel- loro piace definirsi “di tutti”. La
Glielo spiego io, caro Bellia, che mila) dei quali gran parte datati metteteci mano. Ma anche la la per salvare la Grecia. I 5,4 sindaca, presentissima alle
non grido alla congiura contro 29 marzo (giorno di chiusura testa. Non fate discorsi roboanti miliardi di euro che l'Italia greppie di varia umanità, orga-
il Papa, che non credo di essere delle urne). Da malizioso, mi sul presidenzialismo, alla fran- verserà sono soldi che pote- nizzatrice di sfilate “omnisex”,
un baciapile e che ho anche più chiedo come mai non siano cese, alla tedesca, alla turca o vano essere destinati agli ita- affettuosa - come il don Gallo -
di un dubbio religioso. Glielo stati inviati prima. Forse che la con prezzemolo e patatine. An- liani quale riduzione delle verso ogni devianza sociale, non
spiego laicamente: perché, se sinistra avesse paura di perde- date alle cose concrete. Quelle tasse. Poichè la riduzione del- compare in alcun evento che
lei dice che Polanski è un porco, re consensi? che la sciura di Abbiategrasso si le tasse non ci sarà, ecco che a non sia colorato di rosso. Men-
accusa Polanski di essere un Leonardo Cecca aspetta. Prima riforma: riduzio- mio avviso questa si può chia- tre il Burlando, per amor di po-
porco. Esprime una sua opi- Rivalta (Pc) ne degli stipendi dei senatori e mare tassa per restare in Eu- polo, aveva presenziato, suo
nione sull’uomo Polanski. Se deputati a 10.000 euro al mese, ropa. Invece di essere sottrat- malgrado, persino a un paio di
dice che i preti sono porci espri- MALAGIUSTIZIA tutto compreso, invece degli at- ti ai cittadini, questi denari cerimonie religiose, forse per
me un’opinione su tutti i preti, tuali 20.000. Possono vivere be- non potevano essere presi via dell'incenso... I Genovesi
e dice una cosa falsa, visto che Giudice fannullone ne ugualmente. Seconda rifor- dalla riduzione della spesa hanno i santi, i navigatori, ma
non tutti gli eroi. Pazienza. Alla
lei e io sappiamo benissimo che
ci sono anche preti galantuo-
per legittima tristezza famiglia Quattrocchi un pensie-
mini. Il che, ovviamente, non Leggo che il tribunale di Bre- VISTI DA VASINCA ro affettuoso
significa che la Chiesa sia im- scia ha assolto un collega mi- Gianna Radice
mune da colpe passate e pre- lanese che per cinque anni non Genova
senti. Figuriamoci: essendo la ha trattato neanche una pra-
Chiesa fatta da uomini è anche tica. Lui si è giustificato: «Sto MINICAR TRUCCATE
ricca di errori umani. Si- male, mia moglie mi ha lascia-
gnifica semplicemente to». Nella riforma della giusti- Vetture pericolose
zia sarà bene prevedere la so-
che quando si accusa
un signore di pe- spensione dei processi per ...
e troppo rumorose
dofilia (o di furto, legittima tristezza. Finalmente anche il Sindaco di
rapina, omicidio Roberto Bellia Roma pare essersi accorto della
eccetera) bisogna e.mail pericolosità delle microvettu-
fare nome e cogno- rette, conosciute come “mini-
me del signore in LEGA DI GOVERNO car”, per la velocità che raggiun-
questione, stando at- gono grazie ai loro motori truc-
tento anche ad eventuali Dopo il successo cati. Ma nessuno parla degli ef-
fetti nefasti per la vivibilità cit-
casi di omonimia. Se un ro-
meno ruba, non possiamo dire
ora vuole le banche tadina causata dall’eccessivo
che tutti i romeni sono ladri. Se La Lega non perde tempo: ap- rumore del traffico automobi-
un prete se la fa con i ragazzini pena passata la sbornia per il listico in generale ed in parti-
o le ragazzine, non possiamo successo elettorale ora inizia colare da quello causato dal
estendere l’accusa a tutti gli già ad avanzare le proposte transito anche d’uno solo di
altri preti. Se Polanski è un classiche. Iniziano ad arrivare questi 5 mila piccoli mostri ru-
porco, lo è di suo, non perché gli da quella parte precise richie- morosi, perchè quasi tutti truc-
altri registi gli facciano com- ste di mettere uomini con il faz- cati rispetto alle caratteristiche
pagnia. Ma chissà perché il Va- zoletto verde nel taschino a tut- LEONARDO MANUELLI E COSTANZA TRAMONTI per le quali sono stati omologati
ticano, in questo, fa storia a ti i livelli nelle banche del nord. per circolare. Allora, signor Sin-
parte. O tutto o niente, o bianco La richiesta arriva nientemeno Inviate le vostre foto e Vasinca vi cambierà i connotati. La prossima daco, al di là delle parole di cir-
o nero. O pedofili o non pe- che da Bossi che in questo caso caricatura sarà pubblicata nella pagina delle lettere di domenica costanza, vogliamo finalmente
dofili. E sa qual è il risultato non dimostra particolare fan- e sul sito www.libero-news.it far uscire i signori Vigili Urbani,
finale? Esattamente l’opposto tasia, comportandosi né più né Inviate le vostre foto a vistidavasinca@libero.it oppure dotati del necessario per rileva-
di quello che lei vorrebbe ot- meno come tutti gli altri che vistidavasinca@t-media.it re le infrazioni e sequestrare
tenere. Glielo dico terra terra: prima di lui hanno conquistato gran parte di questi piccoli mo-
chi ragiona così non accusa la
Chiesa, fa solo un favore alla
Chiesa, una parte della quale
non lo merita e una parte della DISTRIBUTORE PER L’ITALIA E L’ESTERO
REDAZIONE MILANO
quale confida proprio su accuse PRESS-DI Distribuzione Stampa e Multimedia Srl
generiche per poter gridare al DIRETTORE RESPONSABILE 20129 - Viale L. Majno, 42
STAMPA: Litosud Srl - Via Aldo Moro, 2 - Pessano con Bornago (Mi)
complotto e buttarla in die- Maurizio Belpietro Telefono: 02.999.666 - Fax: 02.999.66.264
EDIZIONI TELETRASMESSE
trologia, tendenza tipicamente Litosud Srl - Via Carlo Pesenti, 130 - Roma
REDAZIONE ROMA
italiana (anche se il Papa è VICE DIRETTORI S.t.s. S.p.A. - Strada V zona industriale, 35 - Catania
tedesco) per non ammettere le Franco Bechis - Fausto Carioti 00187 - Via Barberini, 50
L’UNIONE EDITORIALE S.p.A. - Viale Regina Elena, 12 - Cagliari
colpe e di solito ottimo metodo Pietro Senaldi Telefono: 06.999.333 - Fax: 06.999.33.443
MARTANO EDITRICE S.r.l. - Viale delle Magnolie - Modugno (BA)
per farla franca. E allora ripeto: Consulente del direttore CENTRO STAMPA EDITORIALE Srl - Via del Lavoro, 18 - Grisignano (Vi)
nomi e cognomi, anche se sono DIRETTORE GENERALE: Stefano Cecchetti per la cronaca di Roma: Giovanni Tagliapietra
TESTATA: Opinioni nuove - Libero Quotidiano
tanti. Altrimenti fa il gioco dei
EDITORIALE LIBERO s.r.l. Contributi diretti legge 7 agosto 1990 n. 250
pedofili. Un grosso errore, non UFFICI AMMINISTRATIVI: Viale L. Majno, 42 - 20129 Milano
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE n° 90 anno XLV
le pare? Registrazione: n° 8/64 del 22/12/1964 - Tribunale di Bolzano
PRESIDENTE: Arnaldo Rossi SEDE LEGALE: Via dei Valeri, 1 - 00184 Roma
mattias.mainiero@libero-news.eu
PREZZO VENDITA ESTERO: CH - Fr. 3.00; MC & F - € 2.00.
CONSIGLIERI: Maurizio Belpietro - Sergio De Benedetti
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 27


@ www.libero-news.it

Posta prioritaria di MARIO GIORDANO

Oggi siamo tutti un po’ più ecologisti


C’era una volta la vecchia bottiglia di vetro con vuoto a d’alluminio che, una volta passato il caffè, l’unico rifiu-
rendere nel quale arrivava a casa nostra il latte. Una to che produceva era la polvere. La fabbrica che la pro-
volta vuota la si riportava alla lattaia e se ne acquistava duceva è stata costretta alla chiusura dalla comparsa
un’altra piena. Siamo andati avanti anni con questo si- delle cialde. Miliardi di scodellini di plastica che inevi-
stema senza aver prodotto un solo grammo di spazza- tabilmente finiscono nell’ambiente. Cosa cambia tra
tura, fino a quando è arrivato il tetrapak e purtroppo una busta di plastica e una cialda? Praticamente nulla.
anche la bottiglia di latte in vetro usa e getta. C’era una CLEMENTINA NOSEMI
volta anche una cara e vecchia e indistruttibile moka e.mail

Insomma si stava meglio quando si stava peggio? mentifici nei luoghi più belli d’Italia? Quando si ti- una delle conquiste più importanti di questi ultimi
Mi pare che sia questo, cara Clementina, il senso ravano su ecomostri come se fossero castelli di sab- decenni. Io penso che oggi ci sia più cautela nel ri-
della sua lettera. Tanti anni di battaglie ambienta- bia? Quando si scaricavano nei fiumi quintali di li- coprire di cemento le nostre coste o nel riempire di
liste, tante campagne di rieducazione, articoli di quidi letali? Quando si spargeva nell’aria ogni tipo veleni i nostri fiumi, e penso che questo sia un be-
NORD: sole prevalente, salvo addensamenti diurni sui rilievi con
giornali, conferenze, talk show, dibattiti sul riciclo e di sostanza senza nessun tipo di controllo? ne. Un grande bene. Ma allo stesso modo, a diffe- occasionali temporali sulle Prealpi. Nubi in aumento la notte da Est.
sullo sviluppo sostenibile, il Wwf, i panda, Italia no- No, cara Clementina. Capisco il suo ragiona- renza sua non sono così convinto che la plastica Temperature in rialzo, massime tra 16 e 20.
stra, Italia vostra, Italia loro, Greenpeace e gli assalti mento e la sua amarezza per la scomparsa della sia, di per sé, un male assoluto. Anzi, credo che si CENTRO: poco o parzialmente nuvoloso, salvo isolati temporali
alle petroliere, Raf che canta «un effetto serra scio- moka. Il profumo del caffè “che viene su”, il rituale possa essere ecologisti con la plastica, perché essa diurni su rilievi toscani e sardi. Piovaschi serali sulla costa marchi-
glierà la felicità», Romina e Al Bano che fanno eco della caffettiera da preparare, i piccoli trucchi e i se- è una delle grandi ricchezze della nostra epoca. giana. Temperature in rialzo, massime tra 16 e 21.
con «Quel buco dell’ozono fa paura, che cos’altro greti tramandati di padre in figlio (quanto schiac- Certo: va usata con diligenza e possibilmente non SUD: fenomeni anche diffusi tra interne campane, medio-alta Pu-
poi succederà», la pubblicità dell’uovo ecologica- ciarelapolvere? Fareonotrebuchi peragevolareil abbandonata in mezzo ai prati. Ma lei è sicura che glia e Lucania, in esaurimento; schiarite altrove. Temperature in ca-
mente corretto, i detersivi che salvano il delfino, la passaggio dell’acqua bollente?) rendono l’amar- l’aumento dell’uso di materie plastiche comporti lo, massime tra 15 e 20.
campagna di Trussardi per salvare gli alberi, le pre- cord caro a tutti gli italiani, anche a quelli che oggi si di per sé, automaticamente, l’aumento dell’inqui-
diche dell’ex ragazzo della via Gluck, la green eco- sono convertiti ampiamente agli scodellini della namento? Nel 1661 lo scrittore Johm Evelyn, per fa-
nomy, Obama, le energie alternative, quelli che fan Lavazza (comodi sì, comodissimi epperò assai me- re un esempio, descriveva Londra così: «La gente
girare le pale (con una e due l), la prima auto ibrida, no poetici). Ma lei è sicura che tutto ciò, nostalgia a perseguitata da questo fumo infernale. Si respira
gli idrocarburi, l’agricoltura biologica, quelli che parte, possa essere preso a simbolo di una vita so- una nebbia spessa e impura, mischiata a vapore
non si lavano, la campagna per il risparmio del sa- stanzialmente meno ecologista di prima? sozzo e fuligginoso che causa mille malanni rovi-
pone, i pannelli solari, i materiali riciclabili e le lam- Sono convinto di no. Sono convinto del contra- nando i polmoni e la salute dell’intero corpo per
padine a basso impatto energetico: tutto questo è rio. Pur non essendo un ecologista radicale con cui catarri, tisi, tossi e conduzione dominano que-
stato inutile? Si stava meglio prima? Quando si in- propensione al catastrofismo, penso che i progres- sta città». E la plastica, le posso garantire, a quei
quinava liberamente? Quando si costruivano i ce- si in campo di sensibilità ambientale siano stati tempi non c’era…

LOTTO stri, oppure lasciamo che l’in- anni che noi cittadini eteroses- Stato. Quando avvengono le
Estrazione del 15/4/2010 quinamento acustico continui a suali siamo costretti ad ascol- sciagure da Roma in su, lo Sta-
livelli nocivi per la salute dei cit- tare le sparate di Grillini e del- to è molto presente ed inter-
BARI 76 61 52 15 77
tadini? l'Arcygay, sopportare Gay pride viene celermente. È doloroso
CAGLIARI 47 33 11 21 1 Renzo Dentesano che sfilano per le nostre città e dover dire ai propri figli che
FIRENZE 43 20 59 4 42 Roma che diventano carovane fasti- siamo abbandonati perchè
GENOVA 73 9 11 80 36 diose alla vista per come certi abbiamo avuto la sfortuna di NORD: poco nuvoloso su coste e pianure, maggiori addensamenti
OMOSESSUALI/1 personaggi ostentano la loro nascere a sud di Roma. Vo- sui rilievi centro-occidentali con acquazzoni in estensione alla pia-
MILANO 22 61 26 50 25
condizione. L'Arcigay strilla e gliamo restituita la nostra di- nura piemontese. Temperature stabili, massime tra 17 e 20.
NAPOLI 83 73 24 89 74 Sono un’élite potente alza la voce. L'unica cosa da fa- gnità di cittadini, lavoratori e CENTRO: parzialmente nuvoloso con disturbi pomeridiani su Ap-
re è non ascoltare. Che la Chie- soprattutto genitori. pennino, interne laziali e Sardegna. Nubi in aumento notturno sulle
PALERMO 86 66 19 56 78 non dei perseguitati sa vada avanti per la sua stra- Maria Giovanna Merlino Tirreniche. Temperature in calo, massime tra 16 e 20.
ROMA 6 48 45 84 30 SUD: bel tempo salvo acquazzoni pomeridiani su Sicilia e dorsale.
Significativa la violenta reazione da, e.mail
TORINO 11 37 45 79 72 Peggiora la notte sulle Tirreniche. Temperature in rialzo, massime
degli omosessuali ogni volta che Michele Rusmini
tra 17 e 20.
VENEZIA 38 78 82 31 39 viene mossa loro una critica. Do- e.mail CALCIOPOLI
NAZIONALE 6 37 71 26 83 vremmo innanzi tutto sgombe-
rare il campo dalla falsa imma- SICILIA Scandaloso Moggi
gine degli omosessuali come mi-
10eLOTTO
noranza oppressa. Gli omoses- Abbandonati si appella a un morto
suali costituiscono un’élite so- Penso che l'amore per un quo-
6 9 11 20 22 33 37 38 43 47
ciale in grado d’imporre le pro-
dopo la frana tidiano, in questo caso Libero,
48 52 59 61 66 73 76 78 83 86
prie opinioni perché prevalgono Sono una siciliana che con la abbia un limite. Nel mio caso
SUPERENALOTTO nel campo dello spettacolo, del- presente vuole esprimere il si chiama Luciano Moggi. Ca-
La combinazione vincente: la moda, dell’informazione, proprio rammarico per come pisco tutto, ma penso che un
34 - 37 - 38 - 39 - 59 - 90 dell’arte. Hollywood -Babilonia vengono trattati i cittadini in minimo di coerenza debba es-
ha certo dato un contributo no- uno Stato a due velocità. L'1 serci. Ora le telefonate le fa-
Numero jolly: 42 Numero SuperStar: 86
tevole alla omologazione di ogni marzo scorso nel mio piccolo cevano tutti, ma c’è telefonata
QUOTE SUPERENALOTTO possibile perversione. paese, Caronia, si è verificata e telefonata, senza contare le
• Nessun ”6” (jackpot € 59.812.933,08) • Francesco Scannavino una frana di entità disastrosa. sim svizzere. Quindi appellar-
Nessun ”5+1” • Ai 15 ”5” vanno € 33.670,89 e.mail Mio marito ha perso la sua at- si ad un morto, Facchetti, per
• Ai 1.522 “4” vanno € 331,84 • Ai 51.002 ”3” tività e 120 persone sono sfol- giustificare tutto ciò che è av-
vanno € 19,80. OMOSESSUALI/2 late: il territorio interessato dal- venuto per un ventennio...
QUOTE SUPERSTAR lo smottamento è di circa 60 Tornerò a leggervi con piace-
• Nessun “5 stella” • Ai 6 “4 stella” vanno € Ora si scatenano ettari. È da quel giorno che re, dal momento che Luciano NORD: instabile con acquazzoni in transito da Ovest verso Est. Am-
aspettiamo la firma del presi- Moggi non scriverà più su Li- pie schiarite la notte a partire da Piemonte e Liguria. Temperature
33.184,00 • Ai 188 “3 stella” vanno €
1.980,00 • Ai 3.445 “2 stella” vanno € 100,00
contro la Chiesa dente del Consiglio riguardo bero! Grazie e forza Inter. in calo, massime tra 15 e 18.
CENTRO: variabilità con acquazzoni a tratti diffusi sul versante tir-
• Ai 24.150 “1 stella” vanno € 10,00 • Parla Bertone, si alza il polve- l'ordinanza di protezione civile Emilio Zarrelli
renico; pressoché asciutto su Sardegna e coste adriatiche. Tempera-
Ai 54.493 “0 stella” vanno € 5,00. rone. E come al solito la Chiesa è nazionale. Ad oggi non abbia- e.mail ture in lieve calo, massime tra 16 e 19.
costretta a fare ammenda, spe- mo avuto risposta in proposito: Non ci lasci soli, noi poveri in- SUD: instabile sui settori peninsulari con piogge ed acquazzoni
• Montepremi: € 3.367.088,14 cificare, rettificare. Eppure sono ci sentiamo dimenticati dallo teristi di redazione! sparsi. Più asciutto e soleggiato tra Sicilia e bassa Calabria. Tempe-
rature in flessione, massime tra 16 e 20.

Temperature previste oggi


Concessionaria per la pubblicità sul quotidiano Abbonamenti nazionali Per l’attivazione si prega di inviare i dati precisi dell’intestatario MIN MAX MIN MAX
 12 mesi: 6 giorni .................................. € 290 dell’abbonamento, unitamente alla ricevuta del versamento effettuato, al
 6 mesi: 6 giorni .................................. € 155 Fax 02.999.66.279 ANCONA 7 16 NAPOLI 12 18
 3 mesi: 6 giorni .................................. € 85 Ufficio Abbonamenti e arretrati del quotidiano: Tel. 02.999.666 AOSTA 2 18 PALERMO 12 18
Corso Garibaldi n. 99 - 20121 Milano  12 mesi: 5 giorni .................................. € 250 e-mail: abbonamenti@libero-news.eu
Tel. 02.36586750 Fax 02.36586774  6 mesi: 5 giorni .................................. € 130 Orario: 10.00-12.30 (dal lunedì al venerdì) BARI 12 15 PERUGIA 5 18
Via della Purificazione n. 94/95 - 00187 Roma  3 mesi: 5 giorni .................................. € 70 Arretrati del solo quotidiano: disponibili, salvo esaurimento scorte, le BOLOGNA 6 19 POTENZA 7 13
Tel. 06.95213200/01/02 Fax 06.95213233 copie dell’ultimo anno. € 3,00 cad. con richiesta scritta, accompagnata
Il versamento dovrà essere intestato a: dall’importo in valori bollati, indirizzata a Libero - Uff. Arretrati -
CAGLIARI 11 20 PRATO 7 20
e-mail: info@visibilia.eu
Editoriale Libero S.r.l. Viale L. Majno, 42 20129 Milano CAMPOBASSO 8 14 ROMA 9 21
Concessionaria per la pubblicità sul WEB Viale L. Majno, 42 - 20129 Milano
Numero verde
FIRENZE 7 19 TORINO 6 19
Modalità di pagamento: CERTIFICATO N. 6623 800-984824 ISSN 1591-0423
 versamento su C/C Postale n. 41953050 DEL 01/12/2009
GENOVA 12 17 TRENTO 5 21
WebSystem - Gruppo24Ore
Via Monte Rosa, 91 - 20149 Milano Italia  bonifico banc. Banco di Brescia L'AQUILA 4 17 TRIESTE 11 18
Tel. +39 02 30223462 Fax +39 02 30223058 Ag. 5, via V. Veneto, Roma MILANO 7 20 VENEZIA 8 16
e-mail: marketing.websystem@ilsole24ore.com IBAN: IT67Y0350003205000000034492 La tiratura di venerdì 16 aprile 2010
 Carta di credito sul portale www.libero-news.it è di 173.852 copie Dati meteo a cura di 3BMeteo.com,elaborazione grafica centimetri.it
sito internet: http:/websystem.ilsole24ore.com
le-journal-italienne.blogspot.com

28 Venerdì 16 aprile 2010

Fino al 4 luglio Prima di dedicarsi al cinema il regista Stanley


Kubrick (1928-1999) lavorò per cinque anni,
sti), è stata curata da Rainer Crone e organizzata
dal Comune di Milano in collaborazione con la
dal 1945 al 1950, come fotografo per la rivista Library of Congress di Washington e il Museum
Le foto di Kubrick “Look”. Per decenni i suoi scatti sono rimasti
inediti. Ma, da oggi fino al 4 luglio, sono esposti
of the City di New York, che custodiscono altri
20.000 negativi del regista ancora sconosciuti.
esposte a Milano per la prima volta mondo al Palazzo della Ra-
gione di Milano (info: www.mostrakubrick.it;
Kubric aveva solo 17 anni quando si fece notare
con lo scatto di un edicolante in lacrime dopo la
in prima mondiale tel: 02/43353522). La mostra, composta da 300
immagini (nelle foto, alcuni degli scatti espo-
morte del presidente Roosvelt, e nei cinque an-
ni in cui lavorò come fotografo catturò la rina-

@ commenta su www.libero-news.it

ISTRUZIONE DI MASSA
::: MARCO RESPINTI

L’università
 Tra le altre numerose
cose, il Novecento ha distrut-
to pure l’università. Colpa
dell’egualitarismo stucchevo-
le, spocchioso e ideologico
che l’ha dominata in Europa
e in Italia soprattutto a partire
dalla seconda metà del seco-

dello svacco
lo, come del resto denuncia-
no da decenni sociologi seri e
uomini di cultura autentica
quali Peter L. Berger (1929) e
Robert A. Nisbet (1913-1996),
Russell Kirk (1918-1994) e og-
gi Wilfred M. McClay. Ameri-
cani, certo: ma il citarli raffor-
za la percezione lucida
dell’enorme crisi in cui versa
l’istruzione universitaria eu-
ropea, e in particolare italiana
(sulla quale pesa certamente
più che altrove tutta l’eredità
sessantottina), che Andrea
Graziosi, docente di Storia
contemporanea all’università
“Federico II” di Napoli, pro-
pone nella brillante analisi
L’università per tutti. Rifor-
me e crisi del sistema univer-
sitario italiano (il Mulino,
pp. 184, euro 13).

Europa assente
Agile quanto preciso nello
scrivere, Graziosi snocciola i
dati incontrovertibili e in-
quietanti dell’italica arretra-
tezza universitaria: «Nove
delle prime dieci università
del mondo, classificate se-
condo i Nobel assegnati ai lo- Un saggio spiega perché solo piccoli atenei quali la Normale lo Stato qual è il nostro (e che
ro professori, un criterio par- forse nemmeno la culturale
ziale ma certo indicativo, so- di Pisa e la Sissa di Trieste resistono nelle varie classifiche liberale può immaginare da
no oggi università americane noi, Paese piccolo per grandi
(da Harvard, con 24, alla Roc- internazionali. L’eredità del ’68 e gli errori dell’autonomia atenei autonomi, di smantel-
kefeller, con 10) e la decima, lare)».
ma terza in graduatoria, è
un’università inglese, Cam- a noi più favorevoli, come mondiale era quella europea. chiari ed efficaci». Incentivi concreti
bridge, con 16. Cinque delle l’Academic Ranking of World Poi, il salto. Avanti la Prima Insomma, l’“università per
prime dieci università e cen- University, dove Milano, Pisa guerra mondiale, gli studenti tutti” e divenuta quell’univer- Una situazione senza
tri di ricerca dell’Unione eu- e “La Sapienza” compaiono universitari italiani erano cir- sità di nessuno che impera scampo, allora. «Beh, il mini-
ropea, classificati secondo lo tra la 100a e la 150a posizione ca 25mila; dopo il secondo oggi; o, meglio, l’università stro Mariastella Gelmini»,
stesso sistema, sono inglesi e (ma nelle sole scienze Pisa si conflitto sono cresciuti asse- del nulla che ci schiaccia. spiega Graziosi, è bene inten-
quattro delle cinque conti- piazza tra le prime 75 e nella standosi attorno alle 80mila «L’università non è, come zionata a metter mano alla
nentali occupano le ultime sola medicina Milano è al 46° unità; negli anni Cinquanta sbagliando si dice, “degli stu- grave situazione, e questo è
posizioni». posto)». sono raddoppiati a denti”: che capacità di con- un passo decisivo. Ma a
L’Europa dunque non c’è Quando gli do- circa 200mila (so- trollo hanno infatti gli stu- monte di tutto occorre ricu-
(eccezion fatta per la Gran mando di adden- prattutto per denti sull’offerta superiore perare l’idea della differen-
Bretagna, che il cordone om- trarsi ancora più l’enorme afflusso di d’istruzione e di cultura? E ziazione concreta tra offerte
belicale con gli Usa non l’ha nel buio pesto di donne); e via via la l’università non è nemmeno universitarie: se tutto resta
mai davvero reciso, e che questa situazione popolazione stu- dei professori. L’università è infatti indistintamente ugua-
quindi fa sempre caso a sé) e quasi disperante, dentesca è cresciu- degli studi, i quali debbono le a tutto, da dove può venire
l’Italia men che meno, salva- Graziosi risponde ta fino alla strabi- essere offerti al massimo del- il miglioramento? Si pensi a
ta appena un pochino dal fat- con “istinto ragio- liante cifra attuale la qualità, cosa però incom- premiare concretamente gli
to che solo realtà piccole nato”: «Sono seria- di quasi 2 milioni. E patibile, questa, con le eroga- atenei che, giusto per fare un
quali la Normale di Pisa e la mente preoccupato il numero zioni scriteriate e a pioggia di esempio, istituiscono borse
Scuola internazionale supe- per questa situazio- La copertina degli atenei denari. La pretesa autonomia di studio postdottorali, favo-
riore di studi avanzati di Trie- ne oramai endemi- è passato di cui molto si è parlato è sta- riscono scambi con l’estero,
ste, «se si aggiustano quelle ca. Sono preoccupato dai circa 20- ta in realtà solo autogestione: creano laboratori di ricerca, e
graduatorie in base al nume- sul serio, lo scriva questo, per 30 di un tempo ai 100 attuali. con parecchi soldi messi a di- così via. Altrimenti, il disastro
ro dei professori, compaiono favore...». Ebbene, l’aspirazione al mi- sposizione per farne ciò che attuale finirà per travolgerci
tra le prime cinquanta uni- Ma cosa è successo alla hi- glioramento che la nuova si vuole, ognuno li ha spesi tutti».
versità e centri di ricerca». gher education dello Stivale? fruizione popolare dell’istru- come ha creduto, senza però Insomma, quel che l’indif-
Per trovare i primi “veri” «Un tempo», spiega, «l’uni- zione universitaria implica è un progetto unitario di qua- ferentismo culturale e la piat-
atenei, continua lo studioso, versità era una realtà di élite: sacrosanta, ma una struttura lità di cui comunque abbiso- tezza educativa comportano
occorre andare oltre la posi- era così in tutta Europa in così mastodontica necessità gna un sistema nazionale lo si è visto. Adesso è ora di
zione n. 100 nelle «classifiche una epoca in cui la cultura di essere guidata con criteri universitario dipendente dal- smetterla.
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 Venerdì 16 aprile 2010 1

DIRETTORE VITTORIO FELTRI


M O B I L E
Supplemento gratuito al numero odierno di Libero - reg. Trib. Bolzano nr. 8/64 del 22/12/1964

Rivoluzione di mercato ::: ILPUNTO

Il made in Italy
Stile e qualità “low budget” non si è arreso
al crollo dei mercati

I mobilieri accettano la sfida ::: ATTILIO BARBIERI


 Dare un senso al Salone del
mobile in poche righe non si può e
Speciale

Le famiglie spendono meno, così le imprese del settore tagliano i non si deve fare. Quel po’di oggetti
e arredi che abbiamo visto negli
prezzi senza rinunciare ai materiali migliori e ai designer più quotati ultimi giorni alla Fera di Rho e in
alcuni siti del Fuorisalone ci ha fat-
to capire una cosa: l’industria
::: GAIA PASSI
D E L

tutto il mondo. Il presidente di alla Rapsel aspettano «tantissi- dell’arredamento ha reagito ben
Cosmit assicura che la risposta me visite»: il dubbio, sottolineato oltre le migliori aspettative alla cri-
 “The Event is back”. delle imprese è stata «straordi- dal capo dell’azienda Aldo Pro- si mondiale. Certo, a guardare i
L’Evento è tornato. Questo lo slo- nariamente positiva, con 2.542 vini, è però «se la grande affluen- numeri del fatturato e delle vendi-
gan con cui si è aperto, il 14 aprile, espositori che presentano i loro za al Salone si trasformerà in te (soprattutto nei tradizionali
l’appuntamento più atteso della prodotti su una superficie di vendite effettive». Un’incertezza mercati di sbocco) c’è poco da sor-
primavera milanese: il Salone in- 209.000 metri quadrati». Lun- condivisa da Marcello Pepori di ridere. Ma basta dare un’occhiata
ternazionale del Mobile. La fiera ghissima, anche quest’anno, la Lema: «La fiera sarà sicuramente anche fugace, addentrandosi fra
del design – arrivata alla 49° edi- lista d’attesa - 27 mila metri qua- un successo», assicura, «ma non gli stand dove si possono vedere
zione – è ospitata fino al 19 aprile dri - segno che la fiera milanese è detto che le vendite ai commer- divani, letti, cucine, librerie, tavoli,
dal quartiere espositivo di Rho rimane in appuntamento irri- cianti (in gergo “sell in”) si tradu- sedie ed ogni meraviglia destinata
insieme a Eurocucina, il Salone nunciabile. La speranza, espres- cano in acquisti da parte dei a rendere abitabili gli spazi dove
Internazionale del Bagno, il Salo- sa da Guglielmi a nome dell’inte- clienti finali (“sell out”)». viviamo si ha una sensazione di
ne Internazionale del comple- ra categoria, è «che il Salone Non manca, tra i produttori, grande vitalità. Imprese e creativi
mento d’arredo e il Salone Satel- coincida con un momento di ri- una grande attenzione al rap- non hanno ammainato la bandie-
lite, dedicato ai giovani designer. nascita». porto qualità prezzo e un occhio ra del made in Italy. Né pensano di
«Questo salone si apre in una I mobilieri sono scesi in cam- di riguardo alle tasche delle fami- farlo. Certo, per loro e per i loro di-
situazione di grande incertezza e po armati di una buona dose di glie. La parola d’ordine, per Ro- pendenti sono mesi durissimi. Per
S A L O N E

crisi generale», sottolinea il pre- ottimismo, con tante nuove pro- sario Messina, è infatti «meno molti il miracolo è stato essere so-
sidente di Cosmit Carlo Gugliel- poste di design - anche in versio- lusso e più contenuti, per venire pravvissuti alla recessione più gra-
mi. Una crisi che, nel 2009, ha ri- ne “low budget” – e senza rinun- incontro alla capacità di spesa ve dal 1929.
dotto il fatturato del settore del ciare alla qualità che da sempre degli acquirenti». Secondo Pe- Ma è il futuro quello che conta.
18,2%, costringendo 1800 im- contraddistingue l’arredamento pori, assistiamo a una generaliz- E a vedere le novità presentate al
prese a chiudere i battenti e la- made in Italy. zata «tendenza alla semplifica- Salone, le idee da cui sono nate
sciando a casa 13.000 addetti del «A causa della crisi la gente è zione», in modo da ottenere molte delle nuove creazioni c’è di
comparto. Un bilancio pesante, più attenta e quindi più curiosa, «prodotti firmati a prezzi conte- che essere ottimisti Di diverso ri-
che il presidente di Federlegno vuole solo cose belle», sostiene nuti». spetto agli anni dell’euforia inter-
Arredo Rosario Messina non Pietro Galimberti di Flexform, Questo trend è confermato da rotti dalla bolla immobiliare ame-
esita a definire «la terza guerra «ed in questo contesto vince la Giovanni Anzani, presidente di ricana ci sono soprattutto i prezzi.
mondiale». qualità». Dello stesso parere Bar- Assarredo e numero uno di Poli- Più bassi, sicuramente, e più ri-
Nonostante le difficoltà, gli bara Villari, alla guida di Villari form, che dal 1942 produce arre- spettosi di fasce di pubblico con
imprenditori italiani del mobile porcelain & home, che si dichia- damento di design. «La crisi ci è un potere d’acquisto minore che
ripongono molte aspettative sul ra «molto ottimista» grazie an- piovuta addosso dall’alto, ma in passato. Forse abbiamo capito
Salone, principale vetrina del che al «feedback positivo da par- noi abbiamo accettato la sfida», tutti che le cose migliori non devo-
settore arredo-casa e punto d’in- te dei clienti, che hanno mostra- garantisce. (...) no essere per forza le più care.
contro degli addetti ai lavori di to fermento e interesse». Anche segue a pagina II

NOVITÀ L’INTERVISTA AL GURU I TREND LA FIERA CHE NON CHIUDE

Sedie in maschera Per Oscar Benini Aaa cercansi Al Fuorisalone


e orologi a cucù «il futuro è in serie falegnami provetti sbancano le idee
Il classico si fonde Il grande design Il lavoro c’è Nelle ex periferie
con le provocazioni deve essere per tutti» mancano gli artigiani una grande kermesse
di a pag. IV di G. CAZZANIGA a pag. VI di G. CAZZANIGA a pag. VIII di G. PASSI a pag. XIV
le-journal-italienne.blogspot.com

2II Venerdì 16 aprile 2010

Speciale Salone del MOBILE


Nuove tendenze

Pezzi firmati a prezzi accessibili “


così il design ha battuto la crisi
Dopo il crollo dei mercati tradizionali, Usa e Russia, i produttori scommettono
sui Paesi emergenti. A cominciare da India e Cina, dove si vende solo il meglio  Più che di crisi
si può parlare di
(continua da pagina I) terza guerra

“ ::: GAIA PASSI


(...) Come? «Investendo in tecno-
logia e in materiali innovativi ed
ecologici, che ci permettono di
creare prodotti firmati, con la qua-
lità di sempre ma a un prezzo con-
tenuto». Anzani si rivolge soprat-
mondiale. Ma
quelli del salone
per noi sono sei
giorni di festa
ROSARIO MESSINA

tutto a nuove fasce di pubblico,


non più soltanto quella medio-al-
ta ma anche «ai giovani e a chi a
causa della crisi ha perso potere
d’acquisto». Alcune soluzioni Po-
liform permettono infatti di arre-
dare con mobili di design una casa
 Questo salone si di 70-80 metri quadri con una spe-
è aperto all’insegna sa di 25-30 mila euro. «È questa la  Sono molto
dell’incertezza. nostra formula vincente». ottimista per la
La generale sobrietà che si re- fiera. Abbiamo
Ma speriamo spira tra gli stand non ha però im-
che coincida pedito a designer e imprenditori avuto un buon
con un momento di sbizzarrirsi in un’offerta varia “ritorno” da parte
di rinascita ed originale, che lascia spazio an- dei clienti
che all’extra lusso. Sono gli stessi alluminio firmata Piero Lissoni, Grecia -20%, Russia -34% ed Emi- vini, «è innamorata dei nostri pro-
CARLO GUGLIELMI imprenditori a raccontarci i loro agli arredi per esterni di Philippe rati Arabi Uniti -31%), sono invece dotti. I clienti indiani vogliono so- BARBARA VILLARI
prodotti, stando attenti però a Starck, dagli accessori – orologi, in aumento i contatti con i paesi lo pezzi originali italiani». Una
non svelare “l’effetto sorpresa” a vassoi, porta riviste – al pezzo pre- orientali: primi fra tutti Cina e In- nuova sfida per i mobilieri italiani
chi, il 18 aprile (unico giorno di ferito del patron Claudio Luti, «un dia. «Siamo noi che vendiamo i potrebbe infine essere rappresen-
apertura della fiera al pubblico), comò creato con uno stampo uni- nostri prodotti ai cinesi, non certo tata dal Sudafrica, «un territorio
andrà in prima persona alla sco- co, un oggetto molto particolare e loro che vendono a noi», assicura strategico perché ricco di materie
perta del Salone. Nomi famosi - da innovativo». Ma le sorprese di Pietro Galimberti. Anche se, da prime», spiega Rosario Messina,
Herzog & de Meuron a Matteo Kartell non si esauriscono alla fie- quelle parti, c’è il rischio di veder che è anche fondatore di Flou,
Thun - e giovani emergenti firma- ra. Nel negozio milanese è infatti clonati e rivenduti a buon merca- azienda leader della produzione
no l’offerta Rapsel, «la prima esposta una collezione di pezzi to i prototipi del made in Italy, co- di letti e divani-letto.
azienda che nel 1975 inventò il ba- trasparenti, “gli invisibili”, creati me sottolinea Barbara Villari: Ma se dentro i confini nazionali
gno moderno», come ricorda il dal designer giapponese Tokujin «Siamo un po’ diffidenti verso il imprenditori e designer cercano  C’è una
 La nuova suo presidente Aldo Provini. Tra le Yoshioka, mentre per le vie della mercato cinese», confessa l’archi- di proporre soluzioni di design tendenza generale
frontiera dell’export novità 2010 troviamo i lavabi in città sfila un tram Atm addobbato tetto, che ha da poco aperto due “accessibile”, «all’estero invece alla
è l’India: i clienti carbonio e una collezione di arre- con le lampade Kartell. boutique monomarca a Teheran portiamo solo il meglio»: parola di
di e accessori per il bagno in allu- Proprio Claudio Luti, da oltre e da Harrod’s, a Londra, «i nostri Giovanni Anzani, che con Poli-
semplificazione dei
di quel Paese sono minio. «Abbiamo trasformato le vent’anni proprietario e ammini- investimenti sono orientati verso form è presente in ottanta paesi. pezzi di design:
innamorati dei pentole in docce, specchi, sgabel- stratore delegato dell’azienda, ri- India, Russia, Iran, Turchia e Me- «Non è sufficiente proporre l’arre- prodotti firmati a
prodotti made li», anticipa Provini, «un mestolo, vela la sua personale ricetta per dio Oriente, dal Qatar al Kuwait». damento made in Italy», spiega prezzi contenuti
in Italy per esempio, è diventato un porta combattere la recessione: «Non Un altro mercato in forte l’imprenditore, «l’importante è
sapone». Sempre di più, infatti, il basta produrre cose belle, bisogna espansione è l’India che, secondo esportare il gusto del vivere italia- . MARCELLO PEPORI
ALDO PROVINI bagno diventa stanza da arredare controllare i territori di vendita ed il presidente di Rapsel, Aldo Pro- no».
al pari di tutto il resto della casa. essere radicati sul territorio».
«Oltre alla parte tecnica, che resta Un’impresa non facile dato che
fondamentale, il bagno si arric- Kartell, con i suoi pezzi firmati da .
UNA SMART D’AUTORE
chisce di mobili e accessori ricchi designer di fama internazionale FIRMATA DA SACHS
di contenuti concettuali ed esteti- (uno su tutti: Philippe Starck) è
ci», spiega Gianluca Marvelli, presente in 98 Paesi. Spiega Luti: Fra te tante anteprime del
presidente di Assobagno e ammi- «Non si tratta di esportare soltanto salone il famoso designer
nistratore delegato dell’azienda il prodotto, ma il nostro brand e la Rolf Sachs ha presentato
Koh I Noor. Indiscutibile, anche in nostra strategia, per poi declinarla l’altroieri la Smart sprin-
questo settore, l’eccellenza dei a seconda dei luoghi». L’obiettivo? kle, realizzata grazie alla
prodotti italiani: «L’Italian life «Ottenere lo stesso successo in collaborazione con il
 Lo stile italiano style è apprezzato e imitato in tut- tutto il mondo». marchio Smart. L’au-
è apprezzato e to il mondo», afferma Marvelli, «in In attesa di tempi migliori, gli to è stata realizzata
imitato in tutto il fondo le terme le abbiamo inven- imprenditori dell’arredamento utilizzando la ca-
tate noi». made in Italy hanno indirizzato i ratteristica tec-
mondo. Ma non Dal bagno ci spostiamo in sa- proprio sforzi alla conquista di nica "splash" di
deve stupire: noi lotto e in camera da letto con le mercati emergenti. Infatti, se da Sachs, schizzi e
abbiamo inventato proposte di Kartell, azienda leader un lato le esportazioni in paesi tra- macchie di ver-
le terme nella produzione di oggetti di de- dizionalmente clienti dell’arreda- nice, tra cui an-
sign con l'utilizzo di materie pla- mento italiano hanno subito un che l’impronta del-
. GIANLUCA MARVELLI stiche, che presenta al Salone se- forte rallentamento (Usa-32%, la mano dell’artista.
dici nuovi prodotti: dalla sedia in Regno Unito -33%, Spagna -33%,
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 III3


le-journal-italienne.blogspot.com

4IV Venerdì 16 aprile 2010

Speciale Salone del MOBILE


L’innovazione per battere la crisi

Sedie in maschera e orologi a cucù


Fra le migliaia di novità tornano temi classici assieme a provocazioni creative
 A bocca aperta di fronte al- porta aperta, con specchio, verso
la crisi. Attoniti. Psicologicamen- il paese che non c’è (si chiama
te provati. La sensazione è che ”Mirror table”). Da Moroso palli- .
ILLUSIONE OTTICA
aziende e designer, binomio in- ne di legno sul rivestimento di O TAVOLO SOSPESO?
scindibile e al centro del mondo poltroncine anni ’60 sembrano
che ruota intorno all’arredamen- schiuma (“BeadChair”). Una selezione delle moltis-
to, siano arrivati così, alla prepa- MENO PEZZI. Stop al consu- sime novità presentate al Sa-
razione della settimana del desi- mismo sfrenato. Confermando lone. In alto, a fianco del
gn milanese del 2010. E se in que- le previsioni di chi sosteneva, allo titolo: il tavolo Lieve di
ste settimane quotidiani e perio- scoppiare della crisi, che il con- Horm. A fianco la cucina
dici hanno messo l’accento, sumismo avrebbe subito una Carré di Ernestomeda con la
comprensibilmente, soprattutto battuta d’arresto, anche nel set- “maniglia non maniglia”.
sulle novità, risulta chiaro che tore del mobile tendenzialmente Appena sotto Nemo, la se-
quest’anno l’iter di preparazione quest’anno si è preferito rivedere duta a forma di maschera
della manifestazione fieristica i cataloghi esistenti, adeguando presentata da Driade, quin-
non è stato identico a quello degli le collezioni e modificando colo- di la poltrona Barceloneta
scorsi anni. I Saloni hanno fun- ri e finiture, piuttosto che pre- (Serralunga). Più sotto l’oro-
zionato da stimolatore, facendo sentare qualcosa di nuovo. Le logio da parete Cuclock (Ma-
sì che le aziende si scrollassero di novità assolute sono in numero gis) e ancora in basso il Mir-
dosso il torpore che le aveva av- minore rispetto a quelle delle ror Table di Porro. Infine
vinte. Per questo, l’evento che si scorse edizioni. E anche per que- (ultima immagine in basso)
sta consumando in questi giorni sto la tendenza principale delle la Panton Chair di Vitra.
è un segnale ancor più positivo di aziende è di proporre pezzi “sen-
quello dato in passato. Un segna- za tempo”. Benedetti siano,
le di capacità di reagire alle in- quindi, i classici del design. Ja-
temperie. E per questo ogni pro- cobsen, Saarinen, Ponti, Eames,
dotto presentato ha in sé caratte-
ristiche nuove. Reazionarie.
Joe Colombo non sono mai stati
così attuali e conosciuti, amati e
Oltre il mobile
ILLUSIONISMI. Disegnare in
grande, oggetti giganti, significa
spendere e costare di più. Sarà
venduti. Vitra, ad esempio, cele-
bra i 50 anni della “Panton Chair”
di Verner Panton e ha editato in
Le cucine ora non hanno maniglie
per questo che le dimensioni “ul-
tra” si sono ridimensionate que-
legno di noce la “Lounge Chair”
di Charles e Ray Eames. Icone
e il bagno si trasforma in palestra
st’anno. Non grande, quindi, senza tempo che vengono rein-
piuttosto sorprendente. È l’effet- terpretate. Come la poltrona  Hanno avuto tempo due anni per pen- d’interni, il bagno si trasforma e si avvicina a
to cercato da designer come Fa- “Barceloneta” di Raffaella Man- sare a nuovi prodotti, e ad Eurocucina arriva- una “spa” domestica ove trascorrere il proprio
bio Novembre, che ha creato la giarotti per Serralunga, rilettura, no nuove finiture. I legni scuri e importanti an- tempo libero. Tra gli esempi, i sistemi di cro-
grande seduta maschera “Ne- in poliuretano integrale stampa- cora resistono, ma si arricchiscono di patine e moterapia come quello proposto da Fir Italia
mo” per Driade. O come Diego to, della “Barcelona” di Mies van di trattamenti come perfettamente esemplifica (“Playone”). Le vasche sono sempre più pro-
Vencato per Horm: il grande ta- der Rohe per Knoll. il nuovo lavoro diVincenzo De Cotiis per Ros- tagoniste, anche se rispetto agli anni scorsi si
volo “Lieve” ha un piano in vetro La nostalgia è un'altra delle sana (“Sistema DC10”) elegantemente decli- tende a evitare le configurazioni troppo estre-
temperato su cui pare poggiare costanti delle collezioni di que- nato con ottone brunito e pietra. Da Boffi inu- me per tornare a una nostalgica classicità. Co-
un lenzuolo drappeggiato, crea- st’anno. Nostalgia di quando si suali nuances grigio antracite caratterizzano me la vasca di Benedini Associati per Agape,
to dall’accoppiamento di tessere aveva più tempo, nostalgia di invece l’approccio di Piero Lissoni nella cucina “Novecento”, in Cristalplant e, nello stesso
di legno tagliate al laser con un quando le case erano accessoria- “Duemilaotto”. “Carré” di Ernestomeda è in- materiale, con non poche similitudini, “Mor-
tessuto di feltro. Illusionismi che te con tipologie ben più ricche e vece nata dopo tre anni di collaborazione con phing” di Roberto e Ludovica Palomba per
sfiorano anche il mimetico. Gli variegate, nostalgia dei riti e dei Marc Sadler. Particolare distintivo di questa Kos. Il discorso vale anche per i lavandini. Ca-
svedesi di Front l’anno passato miti. Un vento che spira dalla cucina, la “maniglia non maniglia” che, al po- talano li ha pensati con il doppio bacino e le
avevano proposto divani finto classica classica sedia a sdraio re- sto della tradizionale impugnatura, si trasfor- linee geometriche (“Zero 125”) e da Azzurra
spiegazzati (era in realtà una foto impaginata dagli svedesi For Use ma in un incavo nell’anta. Per i giovani, Dada Marti Guixé propone “Pool”, lavabo in acciaio
di stropicciatura stampata sul per Element (“Sunshade”), co- ha pensato a “Indada”: una cucina componi- con macro pinza in teak come porta asciuga-
tessuto di rivestimento) e que- me dalla seggiola “Titti”, dise- bile per “units”: lavaggio-cottura-contenimen- mani. In bagno si posiziona la sauna, o in al-
st’anno insistono ancor più gnata per deSede dallo svizzero to. ternativa la zona fitness, per esempio con le
sull’escamotage. Porro ha dise- Philippe Bestenheider. Salone del Bagno. Conseguenza di un gran- sofisticate macchine performative (Tecno-
gnato una consolle che pare una G.C. de interesse per questa stanza nell’architettura gym).

La Ciclotte è opera del giovane de-


Una proposta della Lamiflex
signer milanese Luca Schieppati
Quando la cyclette diventa un oggetto d’arte
 Definirla una cyclette è Realizzata con materiali dimensione, all’interno di
senza dubbio riduttivo. Come d’eccellenza quali carbonio, spazi fluidi in cui tutti gli og-
minimo la Ciclotte è un og- acciaio e fibre di vetro, rap- getti possono dialogare.
getto d’arredamento di pre- presenta una novità assoluta Grazie alla sua linea, frutto
gio. Disegnata dal giovane per il mondo fitness grazie al- di una ricerca formale ispira-
designer milanese Luca la soluzione tecnologia unica ta da ergonomia e essenziali-
Schieppati e prodotto del sistema epicicloidale del- tà, Ciclotte è uno strumento
dall’azienda bergamasca La- la trasmissione. di fitness ed un complemen-
miflex, la Ciclotte, così si Il concept Ciclotte nasce to d’arredo integrabile nei
chiama, è l’innovativa exerci- dall’esigenza di portare nella più svariati contesti del living:
se bike che coniuga idea, for- vita di tutti i giorni un design la casa, l’ufficio, la palestra,
ma e tecnologia reinterpre- che sia espressione autentica l’outdoor. Attualmente è
tando i tradizionali canoni del vivere contemporaneo esposta al Triennale Design
estetici e funzionali della dove lavoro e relax, esercizio Museum di Milano.
cyclette. e svago abitano la medesima ADRIANO BASCAPÈ
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 V5

Madame Inès de la Fressange, Paris Archibald. Design: Jean-Marie Massaud


www.poltronafrau.it +39.07339091

Via Savona, 56 14 – 19 Aprile 2010 10.00 – 21.00


le-journal-italienne.blogspot.com

6VI Venerdì 16 aprile 2010

Speciale Salone del MOBILE


L’INTERVISTA

«Basta con i prezzi folli


il design dev’essere per tutti»
L’architetto Benini traccia il percorso per uscire dalla crisi. «Il futuro
è nella produzione in serie. Qualcosa nel mercato sta già cambiando»
::: GIULIA CAZZANIGA
LA POLEMICA
 Riconosce come suoi maestri Carlo Scarpa e
Niemeyer. Il suo studio ha sede a Londra, Istanbul
e Milano. L’anno scorso ha vinto la medaglia d’oro Stilisti e designer in rotta di collisione
dell’architettura italiana per il progetto di restauro
e recupero funzionale delle ex Officine Olivetti a «L’elemento che ci contraddistingue è la listi approfittano anche della settimana
Ivrea. E quest’anno è «in profumo di Compasso generosità. A differenza di molti altri del mobile per mettere in mostra le loro
d’Oro», per sua stessa indiscrezione, per il disegno settori…». In queste parole, pronuncia- creazioni: impazzano infatti le collezio-
di “Teso” per Antrax, un appendi asciugamano e te dal presidente del Cosmit Carlo Gu- ni “home” e gli eventi mondani firmati
scaldasalviette in produzione da 20 giorni. Con lui, glielmi in apertura del Salone del Mobi- dai re delle passerelle, da Armani Casa a
Dante Oscar Benini, Libero ha cercato di fare il le, si intuisce la sottile polemica in corso Versace Home, da Fendi Casa a Bottega
punto di un settore, quello dell’arredamento e del tra mondo dell’arredo e mondo della Veneta.
design, che ha dovuto fare i conti con «il momento moda. Sembra infatti che il binomio Quanto a stile e innovazione, però, il
più tremendo dagli inizi del ‘900». “abiti e stilisti” faccia più notizia dell’ac- settore dell’arredamento non ha nulla
Architetto Benini, al di là dei lanci promozionali, coppiata “mobili e designer”, un po’ da invidiare al tessile. Anzi. «Il numero
cosa sta succedendo nel mondo in mostra questa grazie all’impatto mediatico delle fa- di novità presentate quest’anno al Salo-
settimana a Milano? shion week, un po’ forse grazie a nomi e ne, tra le 15 e le 20mila, va ben oltre L’architetto
«Succede che il settore dell’edilizia è piegato. Peg- volti celebri della moda made in Italy. quelle presentate dalla moda», ci tiene a Dante Oscar Benini
gio che ai tempi di Tangentopoli. Come la moda ha Come se non bastassero gli appunta- precisare Guglielmi.
segnato un meno 20-30% (anche quando la stam- menti creati ad hoc per la moda, gli sti- G. PASS.
pa ha detto diversamente, queste sono le vere ci-
fre), così anche il nostro settore. E di conseguenza
quello dell’arredamento. Tutto è fermo. E quel che
è stato fatto, troppo spesso, non è stato pagato. Chi
avrebbe mai pensato che Russia, Far East e Paesi
Le mostre a Milano
Arabi avrebbero frenato tanto bruscamente?».
Forse è stata una pia illusione, forse avete gonfiato Brera, Villa Reale e Triennale, quando i mobili diventano arte
le aspettative…
«Ci sono stati momenti di euforia anomala. Ma ora ::: GAIA PASSI Campiglio e Museo Poldi Pezzoli pre- per il loro riferimento ai temi della cu-
si torna a scale proporzionali. Oggi design e pen- sentano infatti la mostra “Ospiti ina- cina e della convivialità e le reinterpre- ”13.798 GRAMMI”
siero sull’abitare si devono fermare, mettere la te-  Il Salone del Mobile 2010 esce spettati. Case di ieri, Design di oggi”. ta grazie all’intervento dei designer di
sta tra le mani e meditare. Cosa vuole il Paese rea- dai confini della Fiera e fa il suo ingres- L’evento, curato da Beppe Finessi, oggi. Lo stesso filo conduttore accom-
le? Quali bisogni reali si devono soddisfare?». so nei principali luoghi di cultura mi- rappresenta un’occasione di confron- pagna gli spettatori attraverso i sotter- Lambrate
Ce lo dica lei… lanesi, con quattro mostre che fondo- to unica tra gli arredi e le atmosfere di ranei di Villa Reale, in una ricostruzio-
«Sto lavorando a un progetto di social housing. Ca- no il mondo dell’arredamento con queste antiche residenze nobiliari e le ne scenografica delle antiche cucine, capitale
se “belle” e cioè “che offrono benessere”. Costano quello dell’arte. creazioni che prenderanno posto al per poi spostarsi ai piani nobili della
pochissimo, le venderemo chiavi in mano. La se- «Si tratta di esposizioni aperte a tut- loro interno, firmate dai più grandi casa, in cui tutte le arti – teatro, cine- dello stile
rialità, ecco il futuro. Purché non si ecceda nell’in- ti» sottolinea il presidente Cosmit Car- designer contemporanei, da Gaetano ma, pittura, musica, fotografia, lette-
dividualismo, che necessariamente incide sui lo Guglielmi, «che offriamo alla città Pesce a Philippe Starck (per informa- ratura- testimoniano le tante diverse Era uno dei quartieri operai
prezzi». anche come impulso ai suoi appunta- zioni: www.casemuseodimilano.it e forme di convivialità della cultura ita- di Milano, sede di fabbriche
E degli artigiani e dei loro pezzi unici, allora, cosa menti futuri, come l’Expo 2015». Da www.cosmit.it). liana (per informazioni: www.co- che resero la città famosa in
diciamo? Villa Reale alla Pinacoteca di Brera, A Villa Reale e nella Pinacoteca di smit.it). tutto il mondo. La Innocenti
«Non mi fraintenda, ho grande rispetto per chi re- dalle dimore storiche ottocentesche al Brera, fino al 9 maggio, andrà in scena Poco lontano da questi luoghi di de- con la sua MiniMinor, la
staura una Mini d’epoca. Non per questo ne com- Planetario, fino alla contemporanea “Tutti a tavola!”, un evento multime- lizia, nel Planetario Ulrico Hoepli in Lambretta, la Faema con la
prerei una, anzi acquisterei un’auto super tecno- Triennale Bovisa: tanti i luoghi che diale – pensato in occasione di Euro- corso Venezia 57, prende vita un even- produzione di macchine da
logica, nuova, appena uscita». ospiteranno questi eventi collaterali. cucina – dedicato al cibo e, soprattut- to dedicato alla stanza da bagno, pro- caffè. Oggi Lambrate si ri-
Industriale, quindi... Fino al due maggio il design con- to, all’arte tutta italiana dello stare a ta- tagonista quest’anno del Salone In- scopre polo di design e crea-
«E come altrimenti? L’artigianato è ormai una for- temporaneo entra nelle case museo vola. All’interno dei due musei mila- ternazionale del Bagno. “Un bagno di tività. Per il Fuorisalone
ma di lusso. Perché dovrei comprare un divano da milanesi: Museo Bagatti Valsecchi, nesi è stato costruito un percorso ad stelle”, questo il titolo dell’evento in 2010, Ventura Lambrate
un artigiano quando l’azienda spende in ricerca Casa Boschi di Stefano, Villa Necchi hoc, che mette in luce alcune opere programma fino al 19 aprile, è una vi- prosegue il suo percorso di
quel che l’artigiano fattura? Bando alla nostalgia, deo installazione che celebra il corpo rinascita con la mostra
serve pragmatismo». femminile attraverso le immagini di “13.798 grammi di design” e
E al divano dell’azienda cosa serve per diventare un bellezze famose, dalle opere degli arti- con un’attenta selezione di
cult? sti rinascimentali, fino all’iconografia designer invitati a occupare
«Al Salone ci saranno, me lo faccia dire, 500 azien- del XX secolo che ritrae personaggi del le fabbriche dismesse e i loft
de davvero eccellenti, e cioè brave a dire cose nuo- cinema, dell’arte e della pubblicità. della zona. “13.798 grammi
ve, a meditare in tempo di crisi. Le altre… sono (Fino al 19 aprile, dalle 19 alle 23 spet- di design è un’esposizione a
aziende che imitano, o schegge impazzite, come tacolo ogni 30 minuti, ingresso gratui- tema curata da Maria Cristi-
singoli musicali che durano una stagione. Al pro- to). na Didero e Susanna Le-
dotto non serve tanto la promozione, quanto la Il percorso culturale dedicato al de- grenzi per Lap - Lambretto
cultura, la tecnologia, la ricerca. Questo è il desi- sign si conclude a Villa Necchi Campi- Art Project. La mostra invita
gn». glio (via Mozart 14, www.fondoam- per la prima volta 45 tra de-
Design che però per la stragrande maggioranza de- biente.it) e alla Triennale Bovisa (via signer di fama internaziona-
gli italiani ha prezzi ancora troppo alti… Lambruschini 31, www.triennalebo- le e firme emergenti a con-
«Un ripensamento sui prezzi si deve fare e, mi cre- visa.it), con l’evento “La mano del de- frontarsi con il loro lavoro,
da, si farà. Già da ora qualcosa sta cambiando. E signer”. Qui saranno messi in mostra, indaga il peso della creativi-
poi: le persone si sono abituate presto agli oggetti fino al 9 maggio, oltre 450 disegni e tà, cercando di scoprire da
frutto di una ricerca. Il bello è opinabile, il benes- schizzi autografi donati al Fai da cen- dove nasca il successo di un
sere è comune. Ed è quello che cerca la gente. Que- tocinquanta fra più grandi designer prodotto.
sto è anche Ikea». italiani e internazionali. G.C.
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 7


VII

Non fermarti a sognare il bello.


Vieni a vederlo. Vieni ai Saloni!
Domenica 18 aprile
il Salone del Mobile, Eurocucina e il Salone del Bagno
sono aperti anche al pubblico.
Il SaloneSatellite è invece per tutti,
dal 14 al 19 aprile, con ingresso libero.

Fiera Milano, Rho


Orario: 09.30-18.30
Ingresso: € 20, studenti e ragazzi € 15
tessera famiglia € 35 (2 adulti + 1 minore di 18 anni), tessera coppia € 30
MM1 Linea Rossa (capolinea Rho Fiera) biglietto “speciale Fiera”
a tariffa extraurbana andata/ritorno € 4

www.cosmit.it
le-journal-italienne.blogspot.com

VIII
8 Venerdì 16 aprile 2010

Speciale Salone del MOBILE


In vista acquisizioni
Poltrona Frau
non rinuncia
a design e qualità
 Se la recessione economica mondiale bus-
sa alla porta, l’importante è non arrendersi. Sia
guardando a nuove possibili acquisizioni di mar-
chi, sia insistendo su design e qualità di altissimo
livello. Deve pensarla così, il gruppo Poltrona
Frau, che qualche settimana fa, comunicando i
risultati di un bilancio 2009 non proprio sugli scu-
di –ricavi in calo del 10,5%, a 252,6 milioni di euro
e un rosso di 9,5 milio-
ni circa – non ha
escluso di prendere
in considerazione
nel secondo seme-
stre del 2010 «oppor-
tunità di aziende che
veramente aggiunge-
ranno valore al grup-
po». Così parlava l’am-
ministratore delegato del gruppo, Dario Rinero,
che spiega oggi lo spirito con cui si presenta alla
Settimana del design. «È una vetrina molto im-
Formazione portante per la visibilità dei nostri brand», affer-
ma, aggiungendo che si è lavorato per un anno in-
tero «intensamente», per presentare le nuove col-

AAA CERCANSI lezioni di Poltrona Frau, Cassina e Cappellini. Il


gruppo è concentrato nel Milano design village di
via Savona 56, e conta di incrementare le visibili-
tà, forte dei «50mila visitatori» che l’anno scorso

falegnami provetti
aveva accolto.
«Per quest'anno», continua ancora Rinero,
«Poltrona Frau si presenta con uno spirito legato
alle radici della nostra cultura, alle forme rassicu-
ranti ma originali del nostro vissuto, ai colori dei
Continuano a mancare migliaia di artigiani nostri paesaggi, il tutto tenuto insieme dall'eccel-
lenza della lavorazione, dall'attenzione sui mate-
ogni anno. L’allarme di Confartigianato riali e dall'unicità della Pelle Frau». Cassina con-
tinuerà a puntare sulla ricerca dell'autenticità
della Collezione “Cassina i maestri” attraverso
::: GIULIA CAZZANIGA Alla Confartigianato della Regio- gono da tutto il mondo: «Ogni an- «e ci sono ancora molte possibilità l'opera di Franco Albini e potenziando la Colle-
ne Lombardia, “cuore” del mobile e no», spiega la prof.Gallico, «10mila e porte aperte, l’importante è che i zione “I contemporanei” con opere di Piero Lis-
 «I designer di tutto il mondo del design, risulta persino che sol- studenti stranieri vengono a impa- giovani siano ben indirizzati dalle soni, Gaetano Pesce e Jehs+Laub con un occhio
vengono a Milano per realizzare le tanto 100 alunni all’anno si diplo- rare a Milano come valorizzare la scuole. Oltre al computer c’è la ma- di riguardo al processo innovativo e creativo.
loro idee, per farne dei prodotti. Ma mano come operatori di falegna- loro creatività». Importante ora ca- nualità, il saper fare. Sarebbe auspi- Cappellini, «brand sinonimo di design d’avan-
le competenze specialistiche stan- meria. Mentre i 14enni che intra- pire continua Dalia Gallico, autrice cabile un rapporto sempre più guardia», sarà anche quest’anno protagonista
no invecchiando e si teme il ricam- prendono corsi di apprendistato di “Design in-formazione” primo stretto tra il mondo della formazio- con prodotti che sperimentano nuove forme e
bio generazionale. ..non c’è tempo nel settore in regime di diritto-do- rapporto sulla formazione al design ne e le imprese, tra la ricerca e la materiali e con un allestimento di forte impatto
da perdere!». A parlare è Dalia Gal- vere, e cioè l’altra modalità di sbar- in Italia (Franco Angeli Editore), sua applicazione concreta. O ri- visivo, che richiama il mondo
lico, presidente Adi Lombardia As- care sul mondo del lavoro, sono che fine abbiano fatto i 25mila pro- schiamo di alimentare una fabbrica fantasy.
sociazione disegno industriale. E 180 all’anno. E il saper fare? I gio- fessionisti del design usciti dalle di illusioni». G.C.
“la situazione” è piuttosto allar- vani preferiscono saper “pensare” scuole tra il 1991 e il 2005. Gli ad- E pensare che i primi designer,
mante se, come confermano i dati (“design thinking”). Progettare de- detti ufficiali sono cresciuti solo di come ha scritto Dalia Gallico, erano
di Confartigianato, le piccole e me- sign, infatti, pare essere professione 2.861 unità. «È un magma sicura- autodidatti, provenienti da botte-
die imprese italiane i posti di lavoro molto ambita. Le 35 scuole lombar- mente complesso, trasversale e dif- ghe o laboratori artigiani. Ora i due
da offrire ce li avrebbero anche, ma de di design (in Italia sono 100 in ficilmente controllabile», continua mondi si devono nuovamente avvi-
in pratica nessuno li vuole. Ai primi totale), sfornano talenti e ne attrag- la numero uno di Adi Lombardia, cinare e rafforzare a vicenda.
posti per il numero più elevato di
professionalità richieste e non di-
sponibili ci sono infatti falegnami e
operatori specializzati nella lavora-
zione del legno. Solo otto mesi fa
Jaeger LeCoultre La nuova pendola Atmos
servivano 2960 persone, e il 51,7%
del fabbisogno totale era introvabi- pronta a sedurre collezionisti e capi di stato
le. E pensare che una più recente
indagine degli artigiani dimostra  Ottantasettemila euro e un motore centinaia, di orologi Atmos.
che le assunzioni a tempo indeter- mosso da un gas speciale capace di produrre Rispetto ai modelli prodotti in precedenza
minato previste in tutti i settori so- il moto perpetuo. La nuova pendola di Jaeger l’ultimo ha una caratteristica che lo rende
no del 2% superiori alle imprese LeCoultre, presentata l’altroieri a Milano allo unico e ne farà sicuramente un oggetto da
non artigiane. C’è meno precariato, Spazio Astoria, è destinata a diventare come collezionisti: la teca di vetro che racchiude il
quindi. Ma nel manifatturiero, tutti i modelli che l’hanno preceduta dal 1928 meccanismo è azzurra. Un fatto inconsueto
“braccio armato” di chi pensa a co- in poi un oggetto di culto. L’orologio da tavolo nel mondo degli orologi. La scelta è frutto di
me arredare le nostre case, la diffi- Atmos 566 è infatti l’erede della tradizione un azzardo perfettamente riuscito di Marc
coltà di reperimento di personale è orologiera capace di produrre le pendole dei Newson, il designer che ha firmato l’Atmos
quasi del 28%. Significa che 3 azien- presidenti. Così viene definita la serie Atmos 566.
de su 10 hanno avuto difficoltà a dal momento che è diventata il regalo ufficia- Ognuno dei 28 pezzi realizzati è di fatto
trovare le persone da assumere. E il le della Svizzera ai capi di stato e di governo unico: il movimento e la cassa di cristallo so-
4,5% dei giovani intervistati da che si recano in visita nella confederazione. no realizzati a amano con tecniche artigiana- La versione colorata e quella neutra
Excelsior non vorrebbe mai fare il Reagan, Kennedy, Nixon e Papa Woytila sono li. Per l’involucro gli artigiani hanno utilizzato della pendola Atmos 566
falegname. stati fra i fortunati possessori, in tutto poche in tutto una tonnellata di vetro.
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 IX9

WHIRLPOOL, LEADER NELL’INNOVAZIONE, PRESENTA IN ESCLUSIVA UNA NOVITÀ MONDIALE: .


GRAZIE ALLA NANOTECNOLOGIA IL NUOVO ACCIAIO ASSICURA UN’ESTREMA FACILITÀ DI PULIZIA.
RIMANE BRILLANTE E PERFETTO NEL TEMPO RESISTENDO AI GRAFFI E ALLE ALTE TEMPERATURE*.

G
GARANZIA
ARANZIA 10 ANNI
SU INGIALLIMENTO E CORROSIONE

*Rispetto a un piano cottura in acciaio tradizionale resiste ai graffi


15 livelli in più, all’ingiallimento e alla corrosione 6 volte in più.
Test condotti presso i laboratori TÜV Rheinland Italia.

SENSING THE DIFFERENCE


le-journal-italienne.blogspot.com

10
X Venerdì 16 aprile 2010

Speciale Salone del MOBILE


Intervista a Gianguido Tarabini

«Più soldi per ricerca e innovazione»


«Bene l’etichetta made in Italy, ma non basta». La ricetta del numero uno di Blumarine per il rilancio
 Sposato, padre di due bam- un utile fortemente incrementato
bini, Gianguido Tarabini è figlio rispetto allo scorso anno».
della stilista Anna Molinari. E do- Al Salone l’ultima novità... A destra la sedia Glamour di
po la scomparsa del padre, nel «Sì, l’arredo casa è l’ultima catego- Blumarine presentata in an-
maggio 2006, è amministratore ria merceologica in licenza che va teprima al Salone. In alto: i
unico della Blufin, l’industria di fa- a complementare e rafforzare il tessuti arredocasa in licenza
miglia. Al Salone del mobile mondo Blumarine Home Collec- all’azienda Svad Dondi
l’azienda quest’anno presenta tion già esistente e comprensivo di
una novità assoluta: l’arredo casa. porcellane e cristallerie di Com-
Dottor Tarabini, com’è la situazio- pagnia del Cristallo, e di arredo «Il governo ha lanciato dei segnali
ne? Ci sono segnali di ripresa del tessile per letti e bagni di Svad favorevoli verso il settore moda:
settore? Dondi. Con questa ultima licenza l’approvazione dell’etichetta del
«Le difficoltà nel comparto moda con Ideadue di Como, specializ- Made in Italy e defiscalizzazione
non si sono ancora completa- zata nel fornire al brand un servi- per la realizzazione dei campio-
mente risolte, ma sulle vendite zio di costruzione e completa- nari. Ma è ancora troppo poco per
primavera estate 2011 abbiamo Gianguido Tarabini mento del lifestyle del marchio, traghettare il sistema moda fuori
registrato un +5%: non una cifra presenteremo una collezione dalla crisi: sarebbe opportuno da-
stratosferica, ma certo una netta completa: letti e divani, tavoli e re maggiori incentivi alla ricerca
inversione di tendenza». «Il principale investimento - oltre consolle». dell’innovazione, defiscalizzare
L’estero ha contribuito? a quelli pubblicitari – è stato Cosa vi aspettate da questa nuova gli oneri sociali nelle nuove assun-
«Sì, in primis Cina e Russia, ma an- l’apertura di numerosi monomar- licenza? zioni, supportare le piccole azien-
che gli Usa - dove è fortunatamen- ca, anche se l’investimento di Blu- «In termini di business ci aspettia- de – soprattutto artigianali – che
te iniziata una cauta ripresa - e la fin è minimo: normalmente le mo dei risultati notevoli e positivi nel loro insieme costituiscono un
Francia, dove ci stiamo poten- aperture avvengono in franchi- nel settore Home, le previsioni so- indotto vitale per il made in Italy.
ziando con nuovi monomarca e sing. Coniugato con un’attenta no attualmente di circa 10 milioni Ad ogni modo, la responsabilità
dove i sell out sono ottimi. Non ul- valutazione dei costi aziendali, il di euro solo sul comparto arredo. del successo o dell’ insuccesso ri-
tima l’Italia: manteniamo ottimi nostro modello di “espansione E ci saranno evidenti sinergie di- mane in gran parte di noi impren-
livelli di vendita». prudente” ci ha consentito di ave- stributive con le altre due licenze ditori e delle strategie adottate: è
Il gruppo nel 2009 ha investito re una fortissima liquidità – tra le del comparto Home». sbagliato pensare che sia del go-
molto. Doveavete trovatoil corag- prime nel nostro settore rispetto al Da imprenditore nella moda, si verno può essere di grande aiuto».
gio? fatturato –e a ottenere quest’anno sente tutelato dallo Stato? G.C.
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 11


XI
le-journal-italienne.blogspot.com

XII
12 Venerdì 16 aprile 2010

Speciale Salone del MOBILE


Da sinistra: l’Allungo di Fop-
papedretti, alcuni elementi
di Misura Emme (dalle linee
essenziali ed ergonomiche) e
un divano Natuzzi della se-
rie Cambré. Sotto un oro-
logio Rado.

Nuove linee, solita comodità DALLA SVIZZERA

Morbidi e accoglienti Orologi e cuscini


firmati Morrison
La proposta Rado
I divani si rinnovano Tra i protagonisti del Fuorisa-
lone 2010 c’è Rado, la presti-
giosa maison orologiera sviz-
Natuzzi, Ditre ed Eastpack: sfida senza confini fra zera, che quest’anno presenta
le ultime creazioni del desi-
i cuscini. C’è anche un concorso: cosa fai sul sofà? gner britannico Jasper Morri-
son. Si tratta di r5,5 Automatic
(in vendita da settembre) e
::: GAIA PASSI concorso fotografico “Sifasul- r5,5 White in versione Jubilé
MISURA EMME sofà”, dal tema "cosa fai sul [foto] con otto diamanti (in
 È il protagonista indi-
scusso di tutte le case italiane, Se spariscono
divano?". I servizi fotografici
saranno organizzati in 3
Oggetti utili da vedere vendita da giugno), i nuovi
modelli della nota collezione
simbolo al tempo stesso di re-
lax e convivialità, e anche uno
dei pezzi forti di questo Salo-
tutte le maniglie
shooting della durata di 30
minuti ciascuno, alle ore 13,
14.30 e 16 presso lo stand Di-
E Foppapedretti lancia di orologi in ceramica high-te-
ch. I preziosi accessori sono in
mostra nello spazio Magna
ne 2010: parliamo natural-
mente del divano, presente
Niente maniglie, assenza di
laccatura ove possibile (sosti-
tre Italia.
Sempre in tema divani,
l’operazione porte aperte Pars di via Tortona, nell’ambi-
to dell’esclusiva esposizionedi
alla fiera con tante nuove pro- tuita da una texture essenzia- un’altra idea divertente è pro- Rado dedicata ai propri mate-
poste che fondono comfort e le), linee essenziali, cablaggi posta dallo staff belga di  Dal Salone allo sho- esigenze di donne (e uomini) riali: l’azienda fu infatti la pri-
design in soluzioni originali. facilissimi e completamente a Quinze & Milan per il brand wroom: per essere più vicino di casa, Foppapedretti propo- ma ad introdurre, nel 1989, la
A fare da apripista è il grup- scomparsa: la nuova linea di Eastpack, noto in tutto il ai propri clienti, quest’anno ne soluzioni pratiche come ceramica in ambito orologie-
po Natuzzi, la più grande Misura Emme denominata mondo per i suoi zaini colo- Foppapedretti presenta diret- “Allungo” e “Stiraemolla”. Il ro.
azienda italiana nel settore Tao 10 garantisce prodotti con rati e super pratici. Una colla- tamente in negozio – anziché primo è un comodo stendi- Jasper Morrison ha firmato
dell’arredamento e leader un elevato rapporto qualità- borazione inedita che ha dato nello stand della fiera - l’ante- biancheria: quando è aperto anche i nuovi divani Cappelli-
mondiali nei divani in pelle. prezzo. Nello stand Misura vita al divano Build to Resi(s)t, prima delle novità 2010. Fino ha a disposizione trenta metri ni, presentati al pubblico per
Nei suoi stand sono in mostra Emme sono presenti pezzi di dotato di zip, maniglie e ta- al 19 aprile, lo spazio di corso di filo per stendere il bucato la prima volta in un’esclusiva
le nuove collezioni dei tre alto design firmati da alcuni sconi e protetto dall’indistrut- Monforte 20 esporrà tutti i mentre, una volta chiuso, oc- lounge all’interno di Magna
brand, Natuzzi, Italsofa e, per dei più affermati architetti ita- tibile tela che ha reso famoso pezzi della nuova collezione cupa pochissimo spazio. Lo Pars, dove gli ospiti potranno
la prima volta in Italia, Edi- liani come Mauro Lipparini, il marchio. Proprio come uno per la casa. stesso vale per “Stiraemolla”, fermarsi a riposare durante la
tions. «Abbiamo dato vita a Marco Piva, Simone Micheli. zaino. Per andare incontro alle una postazione da stiro mobi- “maratona”del Fuorisalone.
tre collezioni in grado di sod- le che, quando non serve più, Quest’anno Rado celebra an-
disfare i bisogni dei consuma- occupa solo 17 centimetri. che il primo anniversario del
tori di tutto il mondo», spiega Il design arriva anche in cu- sito radostar.com, lanciato
Pasquale Natuzzi, presidente
ed amministratore delegato
Tovaglie come fiori di carta cina con la collezione “Tuttin-
tavola”, una linea di utensili
durante il Salone del Mobile
2009 e dedicato alla comunità
del gruppo. «La sfida è com-
binare, con la passione di Il design arriva anche sulla tavola realizzati in bamboo, pianta
magica definita dalla saggez-
di giovani designer: una delle
tante funzioni della piattafor-
sempre, innovazione e arti- za orientale più forte dell’ac- ma digitale consiste infatti
gianalità».  Il design arriva anche dato vita al progetto. Filo con- ciaio e più flessibile del legno. nella possibilità per i membri
Oltre a Natuzzi, altri marchi sulla tavola grazie a Flat Design, duttore della collezione è infat- Infine, Foppapedretti ha di presentare le
si sono lanciati in iniziative una giovane azienda che pro- ti la sperimentazione: ognuno pensato anche ai più piccoli, proprie creazio-
originali per presentare i loro duce tessuti in puro lino, dalle degli artisti, prendendo ispira- con due collezioni – il lettino ni non solo ai
prodotti: è il caso di Ditre Ita- tovaglie alle americane, firmati zione dal tessuto bianco, ha Dolceamico e il bagnetto fa- colleghi, ma
lia. Domenica 18 aprile, in oc- da designer e art director di fa- dato vita a stampe, disegni e ri- sciatoio Amy - che uniscono anche a po-
casione dell’apertura della ma internazionale come Martì cami originali. Il tutto nel segno al legno gli inserti scintillanti tenziali da-
fiera al pubblico, tutti i pre- Guixé, Xavier Lust, Fernando e della qualità del made in Italy. di Swarovsky Elements. tori di la-
senti allo stand Ditre (padi- Humberto Campana. Al Salone del Mobile in corso Per toccare con mano que- voro. Per
glione 20 stand D-09) potran- «Abbiamo pensato le nostre in corso in questi giorni a Fiera- ste e altre novità, lo sho- la ricor-
no essere protagonisti di un tovaglie come fogli di carta sui Milano, Flat Design espone i wroom Foppapedretti di cor- renza, Ma-
vero e proprio servizio foto- cui il designer può lasciare il propri prodotti nello spazio di so Monforte 20 sarà aperto al gna Pars
grafico, posando insieme ai proprio segno», spiega Maria Milano-Lambrate Plusdesign, pubblico oggi dalle 10 alle 21, ospiterà una
modelli della campagna pub- Cristina Didero che, insieme a in via Ventura 6 (dal 12 al 20 sabato dalle 10 alle 19 e lunedì serie di semi-
blicitaria. L’iniziativa permet- Susanna Legrenzi e Paola Le- aprile, dalle 11 alle 20). Karim Rashid (ricamo) dalle 15 alle 19. nari creativi
terà a tutti di partecipare al grenzi, lo scorso gennaio ha G. PAS. G. PAS. G. PAS.

EDITORIALE LIBERO s.r.l. Concessionaria per la pubblicità sul quotidiano


DISTRIBUTORE PER L’ITALIA E L’ESTERO
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
PRESS-DI Distribuzione Stampa e Multimedia Srl
PRESIDENTE: Arnaldo Rossi
STAMPA: Litosud Srl - Via Aldo Moro, 2 - Pessano con Bornago (Mi) Corso Garibaldi n. 99 - 20121 Milano Tel. 02.36586750 Fax 02.36586774
CONSIGLIERI: Maurizio Belpietro - Sergio De Benedetti Via della Purificazione n. 94/95 - 00187 Roma Tel. 06.95213200/01/02 Fax 06.95213233
EDIZIONI TELETRASMESSE
DIRETTORE RESPONSABILE REDAZIONE MILANO e-mail: info@visibilia.eu
Litosud Srl - Via Carlo Pesenti, 130 - Roma
Maurizio Belpietro 20129 - Viale L. Majno, 42 Concessionaria per la pubblicità sul WEB
CENTRO STAMPA EDITORIALE Srl - Via del Lavoro, 18 - Grisignano (Vi)
VICE DIRETTORI Telefono: 02.999.666 - Fax: 02.999.66.264 TESTATA: Opinioni nuove - Libero Quotidiano WebSystem - Gruppo24Ore
Franco Bechis - Fausto Carioti REDAZIONE ROMA Contributi diretti legge 7 agosto 1990 n. 250 Via Monte Rosa, 91 - 20149 Milano Italia
n° 90 anno XLV Tel. +39 02 30223462 Fax +39 02 30223058
Pietro Senaldi 00187 - Via Barberini, 50
Registrazione: n° 8/64 del 22/12/1964 - Tribunale di Bolzano e-mail: marketing.websystem@ilsole24ore.com
Telefono: 06.999.333 - Fax: 06.999.33.443 sito internet: http:/websystem.ilsole24ore.com ISSN 1591-0423
DIRETTORE GENERALE: Stefano Cecchetti PREZZO VENDITA ESTERO: CH - Fr. 3.00; MC & F - € 2.00.
UFFICI AMMINISTRATIVI: Viale L. Majno, 42 - 20129 Milano Numero verde
CERTIFICATO N. 6623
800-984824
SEDE LEGALE: Via dei Valeri, 1 - 00184 Roma DEL 01/12/2009
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 13


XIII

La mia casa!
Offerta valida dal 5 aprile al 2 maggio 2010. Vedere regolamento e fogli informativi presso i punti vendita che aderiscono all’iniziativa. Salvo approvazione della finanziaria.

Giovane come voi.

3.271€
136,29€ al mese.
cucina “Milano” laccata bianco lucido o
a scelta fra 101 colori di laccatura opaca
con doppia serie di pensili salvaspazio,
completa di cappa, lavello e miscelatore.

Approfitta anche degli ecoincentivi


ministeriali a partire dal 6 aprile 2010:
10% di sconto sul valore della cucina con
un massimo di 1000€
Finanziamento 24 rate a Interessi 0. Tan 0% Taeg max 9,32%
Scopri nei negozi Chateau d’Ax tutta la casa di Cristina Chiabotto a meno di 15.000€

in più questo mese con un acquisto minimo di 1.500€


potrai avere Cuba, il tavolo con piano in vetro laccato
che nasconde 4 poltroncine e 4 pouf,
ad un prezzo scontato
Goditi la vita!
Scegli Chateau d’Ax.
990€
invece di
Salone del Mobile Fieramilano Hall 14 Stand A29|B24
Anteprima nuova collezione Largo Augusto 8 Milano
1.890€ 140 negozi in Italia aperti anche domenica pomeriggio
www.chateau-dax.it - numero verde 800-132 132
le-journal-italienne.blogspot.com

XIV
14 Venerdì 16 aprile 2010

Speciale Salone del MOBILE


La Fiera che non chiude mai REGIONE PUGLIA

Al Fuorisalone sbancano le idee Stile e cultura


nella casa
Le ex periferie di Milano ospitano una kermesse di creatività esplosiva. Da non perdere di Stendhal
::: GAIA PASSI La Puglia mira all’eccellenza,
all’innovazione e alla forma-
 Se il Salone del Mobile è una vetrina zione di giovani: è questo lo
da non perdere per gli operatori del setto- spirito con il quale la Regione
re, il Fuorisalone, suo “alterego” monda- Puglia partecipa al Fuorisa-
no, è una manifestazione glamour che lone. Nella splendida sede di
coinvolge l’intera città. Dal centro alle pe- Palazzo Bovara, sede
riferie le vie di Milano sono invase giorno dell’Unione del commercio
e notte da curiosi e simpatizzanti del desi- (corso Venezia 51) la Puglia
gn, a caccia delle installazioni più origina- ha allestito una decina di sa-
li e degli eventi più esclusivi. lotti completi di divani, se-
Zona Tortona, resa pedonale per l’oc- die, poltrone, lampade, tavo-
casione, è senza dubbio una tappa irri- li, prodotti da 30 aziende.
nunciabile. Centro culturale dinamico e L’allestimento ha saputo ri-
creativo, fino al 19 aprile sarà la zona cal- crease negli splendidi saloni
da del Fuorisalone. di Palazzo Bovara l’atmosfe-
Ospiti del quartiere saranno infatti ra di un salotto di una casa
molti brand prestigiosi come Audi, per la pugliese. E che casa: le tinte
prima volta in zona Tortona allo spazio tenui dei mobili, il bianco in
Ermenegildo Zegna in via Savona 56/A, tutte le intensità di divani,
con un’installazione del celebre artista di cuscinoni, sedie e tavoli, ac-
luci Moritz Waldemeyer. L’azienda di il- canto agli affreschi e agli
luminazione Modular apre quest’anno il stucchi di fine Settecento
suo showroom milanese in via Tortona produce effetti coinvolgenti.
37, mentre lo Swarowsky Cristal Palace Dall’ampio salone d’ingres-
sarà la vetrina di lavoro per cinque desi- so in cui si racconta che abbia
gner internazionali. Sarà lanciata in que- soggiornato Henry Stendhal
sti giorni anche la collezione Local, in via nel 1800 si procede per un iti-
Savona 55: mobili e oggetti progettati ne- nerario in cui il bianco, in
gli Emirati Arabi Uniti. da Moroso in via Pontaccio a Antonio Lu- risale l’intero edificio, mentre l’ascensore tutto il suo candore esplosivo
Grande attenzione è rivolta ai talenti pi in via Porta Tenaglia, da Villeroy e Boch a forma di cesta di mongolfiera porta su e la fa da padrone.
emergenti con l’evento That’s design!, in via Solferino a Valcucine in corso Gari- giù i clienti. Ma nei salotti si chiacchiera,
dedicato agli allievi di sette prestigiose baldi. Il sito web dedicato www.brerade- Poco distante, in via San Damiano 4, un si discute, si parla di cultura;
scuole internazionali di design, che signdistrict.it permette di tenersi aggior- altro appuntamento da segnare in agen- così ogni sera è previsto un
esporranno le loro opere nella vasta loca- nati sugli eventi della zona. da: nella storica sede di Dellera Pellicce va evento culturale: la presen-
tion di via Savona 18. I giovani creativi svi- Al quartiere Isola il design quest’anno in scena FuturProject, un progetto che tazione di una mostra foto-
lupperanno molti progetti anche si tinge di verde, con un percorso tutto mette in mostra oggetti di design anti- grafica (Gabriele Basilico,
nell’ambito di Zona Tortona talent scout, all’insegna dell’ecologia realizzato da Di- conformisti e talvolta provocatori, come Berengo Gardin e altri), in-
un evento interamente dedicato a loro. stretto Isola Design. Laboratori artistici, la testiera del letto a forma di bocca rosso contri tra imprenditori pu-
Da non perdere l’appuntamento con artigianali e commerciali animano dieci fuoco o il pouf decolleté tacco 12 esposti gliesi e buyers internaziona-
China Design Market (Designlibrary, via vie del quartiere, mentre alcuni negozi da Gigi Mariani, contaminati da comple- li, scambi di opinioni sui
Savona 11), la mostra Danish Craft (Spa- dell’asse via Borsieri-via Thaon de Revel menti per la casa in pelliccia scelti dai pa- mercati nazionali e interna-
zio Vuoto via Savona 55a) e l’evento Ad- presentano l’evento Vetrine&Design: droni di casa Gigliola e Andrea Dellera. zionali tra pugliesi e operato-
vantage Austria (Galvanotecnica Bugatti, nelle vetrine sono infatti esposti i migliori Per finire in bellezza, Montenapoleone ri lombardi del settore. Alcu-
via Bugatti 7), tutte collettive finanziate progetti a tema design sostenibile realiz- esalta il suo fascino glamour con uno ni workshop alimenteranno
dai governi locali. zati con materiali innovativi dagli studen- spettacolo di 150 lanterne rivestite di lino la mostra come quello su su
Da zona Tortona a zona Romana, una ti dello Iuav di Venezia. L’Isola ospita an- che illuminano la via del lusso milanese. «stili di vita e nuovo design»
nuova location dove il filo conduttore sa- che progetti di respiro internazionale: i Cinquanta di queste sono firmate da de- con relatori di varie discipli-
rà “Amore a prima vista!”. «Le installazio- giovani talenti dei Designersblock di Lon- signer e stilisti dal marchio inconfondibi- ne dall’architettura, al desi-
ni in quest’area esplorano il rapporto tra dra hanno infatti eletto il distretto a quar- le. A voi riconoscerle. gn, alla moda, all’economia.
design e consumatore, allo scopo di far tier generale, mentre nella Fonderia Na-
“innamorare” i clienti», spiega Maurizio poleonica prende vita la mostra Voice in
Ribotti, amministratore delegato di Desi- Itinere, in cui sono esposti pezzi di design IL NEGOZIO ARMANI PIÙ GRANDE AL MONDO
.
gn Partners. Informazioni su appunta- realizzati in Giappone.
menti e installazioni saranno fornite nel Segue il trend dell’ecosostenibilità an-
Registration point di piazza Medaglie che l’evento Wt Award 2010 a Palazzo
d’oro. Isimbardi, una rassegna di prodotti (le ca-
In occasione del Fuorisalone anche tegorie spaziano dall’auto, all’elettrodo-
l’università diventa mondana. Alla Stata- mestico, dai materiali eco-compatibili al-
le l’appuntamento è con Think Tank, le nuove forme di energia rinnovabile)
una grande mostra laboratorio organiz- che si sono distinti a livello internazionale
zata dalla rivista Interni. I progetti, esposti per innovazione tecnologica e valori di
al pubblico fino al 25 aprile, suggeriscono sostenibilità, accessibilità e qualità della
nuove opportunità per modificare spazi vita. Fino al 19 aprile le venti tecnologie
domestici e collettivi in un’ottica di rin- più significative sono esposte nel cortile
novamento, sostenibilità e valorizzazio- d’onore di Palazzo Isimbardi.
ne delle realtà locali. Tante le installazioni C’è anche chi ha approfittato del Salo-
nell’ateneo: da “Alfabeti di design”, pro- ne per inaugurare un nuovo negozio: è il
mossa da Deborah Milano, agli alberi di caso di Henry Cotton’s, che ieri ha aperto
Giulio Iacchetti dedicati alla fusione MOBILI IN STRADA la prima boutique a Milano, progettata
.
aziendale di Sambonet e Rosenthal, dallo studio di architettura Anouska
grandi firme dell’arredamento. Nella foto grande: alcuni de- Hempel Design. Con i suoi tre piani e i [g.p.]In occasione del Salone ha gio. «Via Sant'Andrea occupa un
Calendario fittissimo di eventi in Brera, signer giapponesi all’Isola. 400 metri di superficie, il negozio di corso aperto, nel cuore di Montenapo, il posto speciale nel mio cuore>,
dove il Brera Design District, fino al 19 Sotto: il Fuorisalone in via Venezia 7 –in pieno distretto della moda – negozio Armani Casa più grande spiega lo stilista, < perché è il luo-
aprile, organizza cocktail e incontri per Montenapo, sotto l’atelier non passa certo inosservato, grazie anche del mondo. Tre piani per 1600 go in cui, negli anni Ottanta, aprii
presentare le tendenze innovative del de- Frau in via Tortona e una ai remi giganti che danno slancio all’edi- metri quadri: questi i numeri la mia prima boutique a Mila-
sign. Molti gli showroom che aprono le creazione Dellera. ficio. Anche all’interno il punto vendita è dell’ultima impresa di Re Gior- no».
porte nel quartiere bohémien di Milano, pieno di sorprese: una scala a chiocciola
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 15


XV

Gli oggetti e i complementi d’arredo firmati Vesta


coniugano classicità e modernità
Design e innovazione all’insegna della tradizione con il risultato di ottenere
oggetti esclusivi, che coniugano bellezza e funzionalità
uesto lo n’è per tutti i gusti e per fattura, capaci di arredare alluminio dal design
spirito che tutte le case. ogni angolo della casa, ma ultramoderno.
anima la Sono due, principalmente, le anche locali dal format L’ultima novità? Il
Vesta, gamme presentate particolare: consolle, contenitore multiuso che
azienda dall’azienda di Osimo: tavolinetti, carrellini, ruba il nome a uno dei dolci
leader “Iportaintavola”, il marchio reggilibro e tanti altri, tutti più celebri del mondo:
nell’ambito del storico di Vesta che propone realizzati in acrilico “Tiramisù”. In realtà il
complemento d’arredo e una serie di linee coordinate trasparente o nella versione contenitore multiuso,
dell’oggettistica il cui nome per la tavola, ma anche per il più sofisticata in acrilico disegnato da Furio Minuti,
si ispira alla Dea latina della party e tutte le occasioni di bicolore. non ha nulla a che fare con
patria e del focolare convivialità, realizzate Le idee più innovative? questo dessert. La sua forma
domestico, riassume questo mediante l’utilizzo di L’appendiabito dalla forma a barchetta è ottenuta da una
spirito creativo. Tavolini, materiali eterogenei (filo originalissima, disegnato accurata lavorazione
portaombrelli, cornici, metallico, legno, metacrilato, dallo studio Carella-Mattei, dell’acciaio in lamine
orologi, porta-cd, vassoio, porcellana, vetro). Accanto a in plexiglass con pomelli e sottilissime e curvate (tirate
antipastiere, oliere e molto questa, la linea dedicata base in acciaio cromato. Si su appunto), che
altro. Vesta propone all’arredo: una vasta scelta di può scegliere in diversi colori conferiscono al cestino una
un’ampia gamma di articoli complementi, che si adattano a ogni stile. leggerezza quasi eterea e una
per la tavola, oggetti regalo, particolarissimi nella forma e O ancora il tavolo ad angolo funzionalità concretissima.
complementi d’arredo nell'idea, preziosi nella trasparente con gambe in Nei suoi diversi formati
rigorosamente “made in “Tiramisù” può essere
italy”, la cui produzione è utilizzato come cestino pane
basata su tecniche di o capiente centrotavola.
fabbricazione artigianali e sul VESTA Srl Un ennesimo esempio di
trattamento di materiali via Mons. O.A. Romero 6 come la creatività e
60027 - Osimo (An)
eterogenei, come il Tel. +39.071.7202227 • Fax +39.071.7201475
l’innovazione legate alla
metacrilato, il vetro, la www.vestasrl.it • info@vestasrl.it tradizione e al saper fare
ceramica, il legno e l’acciaio. possono coniare nuove
Una sapienza produttiva, fra forme, che insieme arredano
tradizione e modernità, che la casa e suggeriscono nuove
permette di ottenere funzionalità. Firmate Vesta.
lavorazioni esclusive, come
l’uso creativo del metacrilato
in versione trasparente o
colorata a doppio strato.
Contenitori, accessori per la
tavola e oggetti quotidiani
COLORI DI MODA
Attenzione al dettaglio e creatività, in una nuova collezione di complementi d’arredo
cambiano faccia.
per dare personalità a ogni ambiente della casa. Appendiabiti, consolle e coffee table
Combinando la leggerezza
dei materiali utilizzati a cambiano faccia. E si trasformano da anonimi accessori in pezzi dallo stile inconfondibile.
nuove texture, i designer E dai colori di grande impatto e sempre attuali. Dall’arancio vitaminico al rosso acceso
Vesta ottengono superfici che ravviva ogni stanza, dal viola, le cui tonalità sono ormai da anni di grande moda,
con effetto ricamo, che al bianco, che si abbina con tutto, . Inoltre, le combinazioni di diverse nuance rendono
fondono tecnologia e questi complementi d’arredo unici.
tradizione, forme Non solo complementi d’arredo. Vesta, brand italiano leader nella lavorazione dei ma-
geometriche e decor, teriali plastici, dell’acciaio e del legno curvato, vanta anche una collezione dedicata
trasparenza e colore.
alla tavola. Atena e Arianna sono infatti le linee che la società marchigiana ha dedicato
Anche la gamma colori è
ampia: lilla, prugna, bianco, alla cucina e ai suoi suppellettili. Oggetti sono utili e preziosi per la vita quotidiana
nero, arancio, rosso, blu, della famiglia, perché conferiscono al rito abituale del desinare il gusto del bello e il
verde e, naturalmente il piacere di goderne insieme. Anche in questo caso tecnologia e design si fondono per
trasparente. Insomma, c’è uno stile tipicamente Vesta.
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010


le-journal-italienne.blogspot.com

CULTURA Venerdì 16 aprile 2010 29


scita della società americana dopo la fine della sibile e ottenere pose naturali. Per esempio, na- della gioia di vivere, catturata dallo spirito at-
Seconda Guerra Mondiale. Stanley, che aveva scondendo la macchina fotografica nella mani- tento e pieno di humor di un giovane uomo, ma
ereditato l’amore per la fotografia dal padre in- ca della giacca e scattando con un interruttore costituiscono un consapevole invito a confron-
sieme alla passione per gli scacchi, si trovò mol- nascosto nel palmo della mano. tarsi con le risorse del mezzo fotografico, con le
to in sintonia con lo stile di “Look”, che consi- La mostra rappresenta una tappa fondamenta- sue possibilità di rappresentazione e con la pro-
steva nel seguire in maniera costante i protago- le per capire l’opera del regista perché, come pria percezione della realtà: una costante
nisti delle fotografie per dare vita a una vera e spiega il curatore, «le sue istantanee, che stupi- dell’opera artistica di Kubrick che comincia con
propria narrazione. E il futuro regista si diverti- scono per la loro sorprendente maturità, non le fotografie e continua nei film».
va a inventare stratagemmi per diventare invi- possono essere considerate come archivi visivi EMANUELA MEUCCI

premio Strega
DOLCE FAR NULLA TRA I CHIOSTRI DELLA STATALE
Gruppi di studenti spaparanzati nei chiostri della Statale di Milano,
arricchita con alcune installazioni per il Salone del Mobile. Un’occasione
Pressioni, cospirazioni e voti
particolare per aprire l’ateneo a tutta la città, ma anche nella vita di tutti i
giorni sono pochi i ragazzi che vanno in università per studiare Emmevi
Così viene fuori il vincitore
::: Un funzionario della Fondazione Bellonci racconta i meccanismi della
La polemica
gara. E confessa: «Chi si occupa di cultura ha a che fare con gli editori...»
Il “barone rosso” Asor Rosa ::: PAOLO BIANCHI
si sveglia dopo il disastro  E va bene che parlare
del premio Strega adesso è di
gran moda, e va bene che or-
::: DINO COFRANCESCO mai lo sanno anche le teste
più di coccio che il merito
 «Cancellare i Diparti- Psicologia o altra disciplina. della vittoria è dell’editore
menti distrugge la ricerca», ha Oltre la metà dei corsi neces- che ti presenta più che del li-
scritto Alberto Asor Rosa su sari per conseguire la laurea bro in sé, ma del resto non è
Repubblica, sferrando un at- veniva, invece, scelta libera- mica una gara di salto con
tacco feroce alla proposta del mente tra materie storiche, fi- l’asta, che vince chi zompa
ministro Gelmini di ridurre il losofiche, linguistiche, econo- più in alto, non è neanche
numero degli attuali Diparti- miche, giuridiche, sociologi- una gara di sci, che il crono-
menti universitari, spesso nati che e politologiche. Grande li- metro è il cronometro. I crite-
non da esigenze di ricerca ma bertà, come si vede, all’inter- ri del giudizio letterario sono,
sulla base di simpatie o anti- no di un percorso didattico e si sa, sfumati. A uno piace .
ESORDIENTE
patie personali. Nella città in scientifico non poco esigente. una cosa, a un altro un’altra. DI SUCCESSO
cui insegno, Genova, i filosofi Con la famigerata “liberaliz- Quindi che l’editore di Ne-
sono divisi tra quattro Diparti- zazione dei piani di studio” wton Compton Vittorio Avan- Paolo Giordano vinci-
menti - peraltro non comuni- letterature e storie sono scom- zini parli di «cospirazione po- tore del Premio Strega
canti - con sprechi di risorse, parse come materie obbliga- litica» perché l’altro ieri il co- 2008 con il romanzo
tra libri, riviste e progetti di ri- torie e con esse si sono perdu- mitato direttivo del premio “La solitudine dei nu-
cerca, facilmente immagina- te, da un lato, la consapevolez- ha escluso il suo candidato, meri primi” (Monda-
bili. za che i grandi prosatori e poe- Vito Bruschini, autore del ro- dori). Nel tondo, Stefa-
Neppure a me piace la pro- ti rappresentano i momenti manzo The Father. Il padrino no Petrocchi, funzio-
posta di rendere obbligatorio più alti della cultura e della ci- dei padrini, ci sembra una nario della Fondazio-
il numero di 40/50 docenti per viltà di un popolo, l’ambiente battuta, anche simpatica, ma ne Bellonci che asse-
rifondare un nuovo Diparti- spirituale che illumina dall’in- opinabile. gna lo Strega Olycom
mento: sarebbe bastato ren- terno le stesse opere filosofi- Stefano Petrocchi, funzio-
dere obbligatorio l’accorpa- che; dall’altro, quella “co- nario della Fondazione Bel-
mento per settori scientifici scienza storica” che è sola in lonci, che organizza il pre- ufficialmente nessuno con-
affini. Ma non di questo voglio grado riempire di “vissuti” si- mio, commenta: «Sono di- trolla nessuno. Ufficialmente
parlare, bensì dell’insolita vio- gnificativi le altrimenti vuote chiarazioni enfatiche. Il co- i giurati sono tutti puri come
lenza di una critica che non ri- categorie del pensiero. mitato direttivo ha giudicato colombe, mai che se ne senta
sparmia neppure la persona Tempo fa, nel corso di in base al valore 19 opere in uno dire: «Io voto questo libro
del ministro: «Una povera, in- un’interrogazione (di Storia concorso e ne ha escluse set- perché è pubblicato dallo
difesa e incapace prestanome del pensiero politico) chiesi a te. E la Newton Compton a stesso editore che pubblica
del Super Ministro Tremonti» un laureando in Storia, al suo questo stesso premio è arri- anche i miei, di libri, e col ca-
(nei blog “antagonisti” raffi- ultimo esame, di parlarmi di vata nella cinquina finalista volo che litigo con il mio edi-
gurata con orecchie d’asina). John Locke, ovvero del primo praticamente sempre, nelle tore per una baggianata di
Si potrebbero anche scusa- grande liberale europeo che, ultime tredici edizioni, tranne questo genere, a meno che io
re, in nome di una “passione nei suoi saggi sul governo civi- forse una volta. Un percorso abbia già deciso di traslocare
civile” non sempre misurata, le, aveva per così dire legitti- piuttosto lusinghiero. Come da un altro editore, nel qual
espressioni così offensive se mato la “Gloriosa Rivoluzio- possono lamentarsi di essere Mazzucco, Ugo Riccarelli, con l’arco, si può sempre dire caso sarà mio fervido impe-
non venissero dal pulpito di ne” del 1688 e quindi il gover- stati penalizzati?». Alessandro Barbero. Quindi che gli altri erano ancora più gno fargli sapere che avrà tut-
un docente che ha contribui- no parlamentare inglese. Poi- Infatti, come possono, ci due dei quattrocento “Amici belli, e buonanotte. Ecco, ma to il mio appoggio, non im-
to, come pochi altri, a massa- ché non aveva mai sentito chiediamo noi, ormai com- della Domenica”. Insomma, le case editrici, facendo pres- porta quale bischerata di libro
crare le Facoltà umanistiche quel nome, ricordai allo stu- pletamente frastornati da l’ottica è quella della collabo- sione sui giurati, comandano presenti, fosse anche un cata-
senza battere ciglio dinanzi al- dente l’esilio degli Stuart e il si- questi garbugli, questi chiac- razione fra letterati e non let- o no? logo di piastrelle da bagno».
lo «strazio» e al «grande scem- gnificato storico dell’ascesa al chiericci velenosi, questi terati». «Ultimamente, e grazie Noi, uno che ci dichiari una
pio» dell’Università italiana trono di Guglielmo d’Orange. gruppi laocoontici di interessi Va bene, ma le case editrici all’impulso di De Mauro, ab- cosa così non lo abbiamo tro-
«colorata in rosso». Anche qui scena muta. «Ma incrociati? fanno pressione o no, coman- biamo riordinato gli archivi e vato, ci dispiace.
Mi limito al caso della mia come può laurearsi in Storia Professor Petrocchi, chi fa dano o no? gli elenchi dei quattrocento E poi ecco, appunto, non c’è
Facoltà, Lettere e Filosofia. A con queste lacune?», gli chiesi. parte di questo famigerato co- «Diciamo così. Se molti scrit- “Amici della Domenica”. Tut- niente di misurabile. Biso-
quanti, prima del ’68, avevano E lui con aria trionfante: «Ma mitato di direzione? tori sono presi dall’impulso di te persone che si occupano di gnerebbe mettersi lì, con gli
scelto l’indirizzo filosofico, mi laureo di Storia contempo- «Ci sono due rappresentanti concorrere, purché la loro cultura e chi si occupa di cul- organigrammi, le gerarchie, le
l’Università fascista aveva ri- ranea, non in Storia moder- della Fondazione Bellonci, candidatura sia sostenuta da tura ha a che fare con gli edi- parentele, gli elenchi dei favo-
servato un piano di studi inec- na!». uno dei quali è il presidente due “Amici”, lo fanno. Poi il tori. Se poi questo rapporto si ri fatti dall’uno all’altro, e poi
cepibile che rendeva obbliga- È questa l’Università che Tullio De Mauro, che l’anno comitato direttivo deciderà, traduce in un senso di appar- resi o non resi; e i collega-
tori tre insegnamenti filosofici Asor Rosa & C. hanno sostitui- scorso ha proposto anche avendo letto tutti i libri, chi tenenza a una casa editrice menti professionali e amicali,
biennali, due letterature (ita- to a quella “fascista” e che ora delle modifiche al regola- merita di passare alla rosa dei piuttosto che a un’altra, non gli interessi in comune, le ri-
liana e latina), tre storie (ro- sbattono in faccia all’incom- mento del premio in modo da dodici». saprei». valità in comune, i calcoli del-
mana, medievale e moderna), petente Gelmini! La faccia to- renderlo più trasparente. Poi E così, pensiamo, il comitato Noi sappiamo che la Monda- le convenienze, le ripicche, i
una pedagogia e una materia sta dei nostri maîtres-à-penser ci sono due esponenti della direttivo ha trombato Paolo dori sostiene di controllare un dispetti, le vendette dirette e
scientifica - che poteva essere non è di bronzo, è d’acciaio... società Alberti, quella che Maurensig, un autore bravo, pacchetto di 140 voti, che po- trasversali, gli scherzi, le sor-
produce il liquore Strega, con un bel libro, La tempesta chi meno sono quelli del prese. Ma vi pare che ne valga
sponsor dell’iniziativa. Poi tre (Morganti editori). Ma non Gruppo Rizzoli-Rcs Libri, ma la pena?
vincitori del premio, Melania trattandosi di una gara di tiro poi tutto è discutibile, perché www.pbianchi.it
le-journal-italienne.blogspot.com

30 Venerdì 16 aprile 2010


@ commenta su www.libero-news.it

::: Spettacoli L’ultima parola su Calciopoli


e le intercettazioni
Il cassiere della banda della Magliana Rino Formica parla con Lilli Stasera a “L’ultima parola” (condotto da Gianluigi Paragone
(Raidue ore 23.25) si parlerà di “Calciopoli 2”. Titolo della
”Tv7 in onda su Raiuno alle 23.20 propone un’intervista a Enrico Da Craxi a Berlusconi, passando per Di Pietro: Rino Formica, uno puntata “Inter.. cettazioni” con evidenti allusioni alla pub-
Nicoletti. Accusato di essere stato il cassiere della banda della dei protagonisti della politica della prima Repubblica sarà ospite blicazione di telefonate che hanno coinvolto la squadra cam-
Magliana, dice: "Sono stato il re di Roma, ma non un criminale". di Lilli Gruber a “Otto e Mezzo”, alle 20.30 su La7. pione d’Italia.
RAIUNO ORE 23.20 LA7 ORE 20.30 RAIDUE ORE 23.25

Annunciato il cartellone del festival

CANNES È SEMPRE ANTISILVIO


Invitato fuori concorso un filmetto di Sabina Guzzanti

::: GIORGIO CARBONE simpatico. Ci hanno voluto evitare dimenticato (per carità di patria) “Viva
l’umiliazione dell’esclusione. Zapatero”. La quale Sabina forse si crede
 L’antiberlusconismo esiste. Anzi,
ha compiuto 22 anni. Checché ne dica
Leggo la selezione “Un certain re-
gard” e scopro “Film socialisme” di Jean
Michael Moore, ma non arriva nemme-
no ai livelli del fratello Corrado (“Fascisti
Il film italiano
Marco Travaglio (perché se non esiste, Luc Godard. L’hanno cacciato in serie B su Marte”). Per la sua crociata anticav si
cos’è “Annozero”? Un programma vir-
tuale? E cos’è Travaglio? Un ologram-
il vecchio cialtrone, per evitare che fa-
cesse storie nella sezione principale.
affida ai soliti mezzucci (la sua imitazio-
ne di Silvio, che risale a 15 anni fa). E a
Con il buon Luchetti
ma?). Esiste e non parte dal 1994, anno
fatidico dell’entrata in campo del Cava-
Leggo l’elenco dei fuori concorso e con-
tinuo a complimentarmi. C’è il “Robin
una premessa da sub Santoro. “Draqui-
la” si apre con Berlusconi disperato per
la Palma d’Oro
liere. Madal 1988. Berlusconipiombò in Hood” di Ridley Scott, l’ultimo Woody un calo dei consensi (ma davvero, nel
Francia a imporre “La Cinq”e a insegna- Allen, il “Wall Street 2” di Oliver Stone maggio 2009, era già in calo?). Ma lo sal- è Mission impossible
re ai francesi come si fa la TV. L’intento (magari saranno bufale, ma ci sarà da di- va il terremoto. Che gli dà il modo di pro-
magari non era quello, ma la bausceria, vertirsi). Ma poi continuo a leggere e an- dursi in uno dei suoi show. Insomma, le  Ebbene, ce l’abbiamo fatta. Andia-
indubbia. I francesi la presero in malo nichilisco. Accanto alle “serate speciali” armi polemiche di Sabina sono sem- mo a Cannes nella rassegna principale.
modo. Anzi in modo odioso, come ogni per Woody, Scott e Stone ce ne sarà una pre quelle (anche se, nel caso speci- Magari non vinciamo (anzi sicuramente
volta che resuscitano il loro sciovinismo. specialissima per “Draquila” opera ter- fico, un dramma nazionale, è il ca- non vinciamo) ma l’importante è parte-
Gli resero la vita (televisiva) difficile, e in- za di Sabina Guzzanti. Ma che siamo di- so di parlare di cattiva azione). cipare. Soprattutto non sentirsi una ci-
ventarono un termine “berlusconitè” a ventati matti? No, siamo rimasti anti- Ma come, vien fatto di dire, nematografia di serie B. Come è succes-
indicare la volgarità applicata allo spet- berlusconiani. La pregiudiziale anti cav qualcuno l’avrà visto il film tra i se- so non di rado in passato, e come (fortu-
tacolo. Da allora in poi, ogni nemico del continua a macinare ferocemente sulla lezionatori di Cannes. Il mio forte natamente) non succedeva da un paio
cavaliere divenne grande amico presso i Croisette, nonostante le “magre” mo- dubbio è che non l’abbiano visto. Un d’anni (quando abbiamo rischiato di
radical chic parigini. E grande artista rettiane del 2006. “Draquila” (giochetto mese fa, quando la delegazione francese vincere la Palma con “Il divo” e con “Go-
presso i radical che ogni anno si rove- di parole fra “Dracula”e“L’Aquila”) è un è piombata a Roma, la produzione era morra”). Andiamo in concorso con “La nostra
sciano a maggio sulla Croisette. Nanni docu fiction che ha la pretesa di raccon- ancora in corso. Nove su dieci ancora vita” di Daniele Luchetti con Elio Germano, Isa-
Moretti, del tutto ignorato in preceden- tare la verità sul post terremoto. Un post una volta un film nostrano vien preso a bella Ragonese e Luca Zingaretti, storia di un lut-
za, si guadagnò la patente di regista di sul quale i media avrebbero raccontato scatola chiusa, bello o brutto non im- to elaborato con grandissima difficoltà.
prima fila, dopo che a Parigi appresero delle grandi balle. L’unica verità è quella porta. Basta che sulle pizze ci sia scritto Luchetti è un regista che ci fa sempre fare
che s’era schierato, in Italia, nella prima che possiede la Sabina, già autrice del “abbasso Silvio”. buona figura (tre anni fa con “Mio fratello è figlio
fila degli oppositori di Berlusconi. Gli de- unico”) ma nella competizione di serie A della
dicarono “personali” che manco Fellini, Croisette ci fa la parte del Chievo (le recensioni
gli presero a scatola chiusa nel 2006 “Il IL MIP TV non lo mandano in B ma nemmeno abbondano
caimano”(quando la scatola fu aperta, e in stellette).
del film fu evidente la pochezza, i sele-
zionatori si vergognavano come ladri).
Il nuovo Montalbano e Sant’Agostino La domanda è semmai: non c’era un prodotto
più prestigioso da mandare in Costa Azzurra?
Questa lunga premessa serve per I prodotti Rai che vanno forte all’estero No, non c’era. Alla faccia dei ricorrenti “pezzi”
chiarire i criteri della selezione per il fe- trionfalistici sull’ottima salute del cinema italia-
stival 2010 che si apre il 12 maggio. Leg- CANNES Altro che crisi, il mercato televisivo non si ferma. Rispetto allo scorso no, i selezionatori di Cannes piombati a Roma il
go l’elenco dei film in concorso e mi di- anno, al MipTv di Cannes RaiTrade ha anzi avuto un incremento del 25% nelle mese scorso si sono trovati il deserto o quasi. In
co: che bello. Ritorna Bertrand Taver- vendite all’estero, grazieaquella chel’amministratoredelegato, CarloNardello, contemporanea con la loro venuta “Il messag-
nier (“La principessa di Montpensier”). definisce la «strategia della copertura totale del territorio attraverso una rete ca- gero” è intervenuto con uno sciagurato articolo
Torna Nikita Mikhalkov (“Solntesem 2”) pillare di agenti in tutto il mondo». Tra i titoli che hanno riscosso maggiore suc- che esibiva almeno una dozzina di “pezzi” pre-
e stavolta speriamo che lo premino. E cesso, in primis i nuovi episodi del “Commissario Montalbano”, confermati in giati, ma i francesi non sono mica polli (tranne
poi ci sono i grandi santoni che non han- 50 Paesi (ai quali se ne stanno aggiungendo altri, come il Giappone), e le mini- quando si fanno travolgere da rigurgiti antiber-
no mai deluso: Kiarostami (“Copia con- serie “La mia casa è piena di specchi” e “Sant’Agostino”, che hanno suscitato lusconiani). Loro vengono per fare un calenda-
forme”), Mike Leigh (“Another year”), l’interesse perfino dei compratori americani per il fatto di essere state girate in rio da Champions e “Il messaggero” che gli pro-
Takeshi Kitano (“Outrage”). Leggo (e mi presa diretta in inglese. «Se si vuole sfondare all’estero bisogna strizzare l’oc- REGISTA pone Stefano Incerti, Roberta Torre (ugh), Giada
commuovo quasi) che hanno infilato chio al mercato internazionale», dice Nardello, prendendo come esempio il Sabina Guzzanti (Oly) Colagrande? Ma chi crede che sia Gilles Jacob (il
“La nostra vita” di Luchetti. È bello, è film “Barbarossa” di Renzo Martinelli, altro prodotto girato in inglese e pontefice massimo di Cannes)? Walter Veltroni?
venduto molto bene. A sorpresa ha conquistato mercati anche la serie tv “Il E cosa credono sia Cannes? La Festa del cinema
Ai lettori bene e il male”, che su Raiuno è andata male, e sono stati già venduti a sca- di Roma? Per la verità qualche pezzo da serie A ce
tola chiusa, visto che ancora non sono stati trasmessi in Italia, la miniserie l’avevamo: “La prima cosa bella” di Paolo Virzì ,
Per mancanza di spazio “Le ragazze dello swing”, sul Trio Lescano, e “Le cose che restano”, seguito “Mine vaganti” di Ozpetek e (se vogliamo)
la pagina del cinema è de “La meglio gioventù” con Paola Cortellesi e Claudio Santamaria. Tra i “Happy family” di Salvatores. Ma i nostri prodi,
rimandata a domani. Ci format, ottimo riscontro per “Ti lascio una canzone”, venduto in 6 Paesi eu- crediamo, han tirato indietro la zampetta.
scusiamo con i lettori ropei, e “Voyager”, che sbarcherà in Medio Oriente e Iran. (d.ara.) G.C.
le-journal-italienne.blogspot.com

SPETTACOLI Venerdì 16 aprile 2010 31


@ commenta su www.libero-news.it

MAMMA ILARIA
Suo figlio ha un mese
e lei pensa già al lavoro
La D’Amico torna in tv e fa la vittima: madri discriminate
::: segue dalla prima Proviamo tuttavia a seguire il fi-


SIMONA BERTUZZI lo dei suoi pensieri e a stigmatiz-
. zare se necessario. Non per senti-
(...) giustificarti”. Che se torni al la- to dire. Ma da neomamme appe-
voro dopoil sacrosantoperiodo di na rientrate dalla maternità e ben
maternità ti ritrovi in uno stanzino liete di criticare, ove possibile, il
buio senza neppure un telefono mondo cannibale e misogino del-
LAVORO E MATERNITÀ
da cui chiamare. Figurarsi la carica le aziende, e delle redazioni in pri-
che ricoprivi anteparto. Scanda- mis. Reinserirsi non è facile. Hai
lizzata, dice a Maria Volpe del Cor- passato sei mesi a cambiare pan-  In Italia se fai un
riere della Sera che quello che è nolini, cantare ninne nanne di bambino devi
successo ad Antonella Clerici alla tutto il mondo, e ingurgitare beve- giustificarti
Rai, quando fu sostituita da Elisa roni assurdi sperando ogni due La giornalista Ilaria D’Amico. Stasera torna in onda con Exit a un mese dal parto (Liverani)
Isoardi alla “Prova del Cuoco”per- ore di ritrovarti un seno grande EXIT
ché l’imminente maternità le im- così per garantire una sana pop-
pediva di continuare a destreg- pata al tuo bimbo. Ricominciare  Tengo redazione. persino allestito una nursery. Mi- parto. Perché sarà pur vero che il diavolo. Marito compreso. Figu-
giarsi fra fornelli e pentolame, è non è certo facile. A maggior ra- Siamo un bel ca come quegli stronzi della Rai lavoro è passione, che del lavoro ci rarsi il lavoro, la carriera, lo share.
stato un fatto «scandaloso e avvi- gione se torni a mezzo servizio, che hanno messo in un angolo si innamora, e che Exit è una crea- Certo Ilaria non è il primo caso di
lente». Avvilente che la Rai che è contenta di tornare a lavorare ma
gruppo, siamo tutte Antonella Clerici. Talmente in un tura bellissima e lontano da lei si mamma stakanovista. Sono tor-
servizio pubblico - dice - si sia anche di tornare a casa la sera per donne con contratti angolo che a un anno dal parto ha può persino star male. Ma a casa nate subito al lavoro dopo la ma-
comportata così. Sono gesti che la poppata. Il minimo che possa a termine e se non si fatto il Sanremo più seguito degli c’è la vita, quella vera. Fatta di car- ternità il ministro della Difesa spa-
andrebbero stigmatizzati molto di capitare è di sentirsi un po’ alieni. lavora è un guaio ultimi tempi. Ha replicato il suc- ne, ossa, capelli. E pure coliche, gnolo Carme Chacón. In Italia
più. Per fortuna c’è lei che lo fa per Il massimo di vedersi ridimensio- cesso scovando piccoli talenti con pianti disperati e pannolini spor- Giovanna Melandri e Stefania
tutti gli altri e trascina i blog di Re- nato il ruolo. Naturalmente, que- LA CLERICI “Ti lascio una canzone”. Ha vinto chi. Senza quella come si sta? Da Prestigiacomo. Ora sembra che
pubblica a darle manforte come sto succede alle persone normali. il premio come donna dell’anno. cani, lasciatevelo dire. A un mese anche il ministro Mariastella Gel-
paladina dei diritti delle neomam- Naturalmente ci dice la D’Amico,  È scandaloso e E ora è dappertutto. Più di prima e dal parto (ma anche a 2, a 3, a 4) si mini, che ha appena dato alla luce
me. niente di tutto questo è capitato a avvilente il modo in più di sempre. Solare, rotonda e ha voglia di tutto fuorché di rien- Emma, sia pronta a rientrare. Ma
Naturalmente l’intervista-con- lei. Perché La7 e Sky sono grandi amatissima. Strano modo di met- trare in pista. Ti innamori ogni loro sono ministre. E per quanto
fessione parte tutta da un dato: il aziende. E non solo le hanno dato
cui la Rai si è tere al confino una neomamma. giorno di più di tuo figlio e non de- deprecabile possa sembrare la lo-
ritorno della D’Amico a Exit ad ap- la possibilità di lavorare subito da comportata con Forse la cosa su cui varrebbe la sideri altro. 24 ore su 24 con lui. Vi- ro decisione, hanno impegni di
pena un mese dal parto (il suo casa, ma per consentirle le dirette . Antonella Clerici pena riflettere è il ritorno di una vi con lui, respiri con lui e piangi governo da mandare avanti. Vie-
bimbo si chiama Pietro e lo ha dei mondiali da giugno le hanno mamma al lavoro a un mese dal con lui. E tutto il resto vada pure al ne da chiedersi: una giornalista
avuto dall’immobiliarista Rocco per quanto brava e apprezzata
Attisani). Ritorno in grande stile: non poteva forse permettersi
bellissima e sottilissima alla faccia qualche mese in più di pausa?
di tutte le mamme che si trovano Nessuno è insostituibile. Neppure
tette cadenti e giri vita imbaraz- la D’Amico. Anzi... Corre voce che
zanti. E naturalmente agguerritis- a Sky sia stata degnamente sosti-
sima. Sia chiaro. Lei torna dopo tuita dal giornalista Fabio Caressa.
solo un mese perché tiene reda- Che non si sia fatta rimpiangere.
zione. Testuale. «Siamo un bel Che addirittura Caressa abbia fat-
gruppo, siamo tutte donne con to qualche punto in più di share.
contratti a termine», dice, «e se Dunque perché tornare? Non sarà
non si lavora è un guaio». Certo la paura di sparire? Di scoprire o
Exit è la sua creatura, l’ha pensata far scoprire che c’è qualcuno alla
e ideata e «lontana dalla creatura tua altezza. Se non più bravo?
sta male». Ma la motivazione pri- Paura umanissima, badate. Che
ma - ci racconta - è il bene della re- tutti provano. Ma che proprio non
dazione. E il bene di un bambino vale il sacrificio della maternità.
allora? No, lì il gioco non vale la candela.

LA 13ENNE LOURDES LA COPPIA HA UNA FIGLIA

La figlia di Madonna Già finito l’amore


frequenterà la scuola tra Mel Gibson
di “Saranno famosi” e la russa Grigorieva
NEW YORK La pop star NEW YORK Mel Gibson e la
Madonna ha deciso di sua compagna di origini russe,
mandare la figlia tredicen- la modella e cantante 39enne
ne Lourdes Maria alla “La- Oksana Grigorieva, hanno
Guardia High School of avuto una bambina da appena
Music and Art and Perfor- cinque mesi, e già si sarebbero
ming Arts”, il liceo pubblico lasciati. Almeno secondo
reso celebre dalla serie tele- quanto riportato da alcuni siti
visiva “Saranno famosi”. Lo americani. Gibson aveva reso
scrive il settimanale Us pubblica la sua storia d’amore
Weekly. Il comune di New con la Grigorieva poco dopo
York, da cui dipende la l’inizio della causa di divorzio
scuola, non ha confermato dalla moglie Robyn nell’aprile
se Lourdes sia stata effetti- del 2009. People.com, citando
vamente accettata, ma gli come fonte un amico non me-
studenti sono già eccitati glio identificato, ha detto che
all’idea di incontrare da vi- la coppia si è separata in ma-
cino la figlia di una mam- niera amichevole e che en-
ma superfamosa. La cosa fa trambi sperano di accudire in-
felici anche gli amministra- sieme la figlia Lucia. La Grigo-
tori, pronti ad accettare do- rieva ha avuto un figlio anche
nazioni da una delle pop con l’attore Timothy Dalton,
star più ricche del mondo mentre Gibson ne ha avuto
dell’entertainment. sette dal primo matrimonio.
le-journal-italienne.blogspot.com

32 Venerdì 16 aprile 2010 SPETTACOLI TV

a cura di Giorgio Carbone


I PROGRAMMI DELLA GIORNATA
Raidue ore 21.05 Canale 5 ore 21.10 Rete 4 ore 21.10 Rete 4 ore 23.40

Ciclo crimini: niente di personale Ciao Darwin 6 Poseidon Magnolia


Puntata n. 2 della serie scritta da giallisti di fa- Continua con notevole successo lo show con- Un’onda anomala travolge un transatlantico Tra i migliori film americani di fine secolo. Nove
ma. Qui il personaggio principale è Rolando dotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti. Stase- ma non lo affonda. Tra i superstiti che cercano storie s’intrecciano in un pomeriggio d’estate.
Ravello, un killer incaricato dalla ’ndrangheta ra a rappresentare la “regressione” il credente di riguadagnare la superficie Richard Dreyfuss Due finiscono male. Bella prova (oltre il suo
di uccidere Donatella Finocchiaro (nella foto). Paolo Brosio e il laico Cecchi Paone. (nella foto) aspirante suicida prima del gluglù. standard) di un allucinato Tom Cruise.

RAI UNO RAI DUE RAI TRE CANALE 5 ITALIA UNO RETE QUATTRO LA 7
6.45 Unomattina. Condotto 6.25 L’isola dei Famosi 7.30 TGR Buongiorno 6.00 Prima Pagina 6.00 Degrassi “Chatatre, 6.35 Mediashopping 6.00 TGLa7 - Meteo -
da Michele Cucuzza, 6.55 Quasi le sette Regione 7.55 Traffico che passione!” con 7.05 Magnum P.I. Oroscopo - Traffico -
Eleonora Daniele 7.00 Cartoon Flakes 8.00 RAI News 24 Morning 7.57 Meteo 5 Miriam McDonald “J Digger Doyle” Informazione
10.00 Verdetto Finale. Con- 9.15 TGR - Montagne News 7.58 Borsa e Monete 6.40 Cartoni animati 7.55 Charlie’s Angels 7.00 Omnibus
dotto da Veronica 9.45 Rai Educational Cult 8.15 La Storia siamo noi 8.00 TG5 Mattina 8.40 Friends “Angeli a rotelle” con 9.15 Omnibus Life.
Maya Book Classic “11 mar- “Sandra Mondaini e 8.40 Mattino Cinque. “Paura d’amare” Jaclyn Smith Condotto da Tiziana
10.50 Appuntamento al zo 1924: nasce Franco Raimondo Vianello” Condotto da Federica 9.10 Capogiro 8.50 Nash Bridges Panella, Enrico Vaime
cinema Basaglia” 9.15 Dieci minuti di... pro- Panicucci e Paolo Del 10.35 Grey’s Anatomy “Alta società” 10.10 Punto TG
11.00 Occhio alla spesa Meteo 2 grammi dell’accesso Debbio “Lascia che sia” 10.15 Carabinieri 4 “Fifty 10.15 2’ Un Libro
11.25 Che tempo fa 10.00 TG2punto.it “Ass. con i Fatebene- TG5 - Ore 10 “Grazie per i ricordi” fifty” con Ettore Bassi 10.25 Matlock “Il verdetto”
11.30 TG1 11.00 I Fatti Vostri fratelli per i malati lon- (all’interno) con Ellen Pompeo 11.30 TG4 - Meteo “La frode”
12.00 La prova del cuoco. 13.00 TG2 Giorno tani - Cos’è l’Afmal” 11.00 Forum 12.25 Studio Aperto - Meteo 12.00 Vie d’Italia notizie sul 12.30 TG La7 - Sport 7
Condotto da Elisa 13.30 TG2 Costume 9.25 FIGU 13.00 TG5 13.02 Studio Sport traffico 13.05 The District
Isoardi e Società 9.30 Cominciamo Bene - 13.39 Meteo 5 13.40 American dad “Con gli 12.02 Distretto di Polizia 3 “La notte dell’aquila”
13.30 TG1 - TG1 Focus 13.50 TG2 Eat Parade Prima “Ospite: Monica 13.41 Beautiful amici di Steve” “Delitto imperfetto” 14.05 Quattro bastardi per
14.00 TG1 Economia 14.00 Il fatto del giorno Guerritore” 14.10 CentoVetrine 14.05 I Griffin 12.55 Un detective in corsia un posto all’inferno
14.10 Bontà sua - Incontri tra 14.45 Italia sul due 10.10 Cominciamo bene 14.45 Uomini e Donne. “In fuga dai problemi” “Un weekend di terro- (Avventura, 1968) con
contemporanei 16.10 La Signora del West “L’Italia dei delitti in Condotto da Maria 14.35 I Simpson re” con Dick Van Dyke Burt Reynolds. Regia
14.30 Festa Italiana “Rapimento - prima famiglia” De Filippi “Io amo Lisa” 13.50 Il tribunale di Forum - di Samuel Fuller.
“Ospite: l’attore Rocco parte” 12.00 TG3 - Rai Sport Notizie 16.15 Pomeriggio Cinque. 15.00 Kyle XY “Scacco alla Anteprima 16.00 Atlantide storie di
Papaleo” 16.55 Cuore di mamma. - Meteo 3 Condotto da Barbara Madacorp” 14.05 Sessione pomeridiana: uomini e di mondi
16.15 La vita in diretta Condotto da Amadeus 12.25 TG3 Cifre in chiaro D’Urso 16.00 Zack e Cody al Grand il tribunale di Forum “Martin Lutero, l’uo-
TG Parlamento - Previ- con Laura Tecce 12.45 Le storie - Diario ita- TG5 Minuti Hotel “Chiedilo a Shir- 15.35 Sentieri mo che spaccò l’Euro-
sioni sulla viabilità - 18.05 TG2 Flash L.I.S. liano “Fenomenologia (all’interno) ley” 15.50 Gli invincibili (Avven- pa in due“
TG1 - Che tempo fa 18.10 Rai TG Sport di un genio” 18.50 Chi vuol essere 16.50 Zoey 101 “Arresti do- tura, 1947) con 18.00 Relic Hunter “La fonte
(all’interno) 18.30 TG2 13.10 Julia milionario miciliari” Howard Da Silva, Gary della giovinezza”
18.50 L’eredità 18.50 L’isola dei Famosi. 14.00 TG Regione - Meteo - 20.00 TG5 17.25 Cartoni animati Cooper. Regia di Cecil 19.00 Crossing Jordan
20.00 TG1 Condotto da Rossano TG3 - Meteo 3 20.30 Meteo 5 18.30 Studio Aperto - Meteo B. DeMille. “Vivo o morto”
20.30 Soliti ignoti Rubicondi 14.50 TGR Leonardo - Nea- 20.31 Striscia la Notizia - 19.00 Studio Sport - Sport TGCom - Vie d’Italia 20.00 TG La7
21.10 Ciak... si canta! “Ospi- 19.40 Squadra Speciale Co- polis - TG3 Flash L.I.S. La voce dell’influenza. Mediaset Web notizie sul traffico (al- 20.30 Otto e mezzo
ti: Cochi e Renato, Ni- bra 11 “Padre model- 15.15 La TV dei ragazzi Condotto da Ficarra e 19.30 La vita secondo Jim l’interno) “Da Craxi a Berlusco-
no Bonocore, Manuela lo” con Erdogan Atalay 17.00 Cose dell’altro Geo Picone “La fidanzata di Andy” 18.55 TG4 - Meteo ni, passando per Di
Villa, i Flippers, i Nuo- 20.30 TG2 - 20.30 17.50 Geo & Geo 21.10 Ciao Darwin 6 - La re- con James Belushi 19.35 Tempesta d’amore Pietro”
vi angeli, Michele, 21.05 Ciclo Crimini: Niente 19.00 TG3 gressione “In gara 20.05 I Simpson “Lisa contro 20.30 Walker Texas Ranger 21.10 Prima puntata Exit files
Laura Luca, Riccardo di personale (Dramma- 19.30 TG Regione - TG Re- “Aldilà” contro “Aldi- Lisa” “Il sosia” con Chuck “Inchiesta TAV: La
del Turco e Loretta tico, 2010) con Rolan- gione Meteo - Blob qua” - Testimonial 20.30 CentoxCento Norris nuova linea Torino-
Goggi”. Condotto da do Ravello, Donatella 20.15 Il principe e la fanciulla Paolo Brosio e Ales- 21.10 C.S.I. “Infanzia tradi- 21.10 Poseidon (Avventura, Lione”. Condotto da
Pupo ed Emanuele Fili- Finocchiaro. Regia di 20.35 Un posto al sole sandro Cecchi Paone”. ta” con William Peter- 2006) con Kurt Rus- Ilaria D’Amico
berto Ivano De Matteo. 21.05 TG3 Condotto da Paolo Bo- sen sell, Josh Lucas. Regia 22.30 Effetto Domino - tutto
23.15 TG1 22.50 TG2 21.10 Mi manda Raitre “Mi- nolis con Luca Laurenti 22.10 C.S.I. NY “Lei era qui” di Wolfgang Petersen. fa economia “Luca
23.20 TV7 Settimanale del 23.05 Rai TG Sport - Speciale crocar, medicina ayur- 0.00 Matrix. Condotto da con Gary Sinise 23.35 I bellissimi di Rete 4 Zaia - Lo Zar del Nord-
TG1 “Tra i servizi: Rai- Campionato vedica, giallo arazzo”. Alessio Vinci 23.05 Fringe “Lo strizzacer- 23.40 Magnolia (Drammati- Est”
mondo Vianello; Il caso 23.25 L’ultima parola “In- Condotto da Andrea 1.30 TG5 - Notte velli” “Trasformazio- co, 1999) con Jason 23.35 La Gaia Scienza “Le
Emergency; A tu per tu ter...cettazioni”. Con- Vianello 1.59 Meteo 5 ne” con John Noble Robards, Julianne frane in Calabria -
con Enrico Nicoletti“ dotto da Gianluigi Pa- 23.10 Parla con me. Condot- 2.00 Striscia la Notizia - 1.00 Poker1mania Moore. Regia di Paul Ospiti: Giovanni Soldi-
0.20 L’Appuntamento ragone to da Serena Dandini La voce dell’influenza 2.00 Studio Aperto - Thomas Anderson. ni e Jessica Polsky”
0.50 TG1 Notte - TG1 Focus 1.15 TG Parlamento 0.00 TG3 Linea notte (Replica) La Giornata TG4 Rassegna Stampa 1.25 TG La7

LE ALTRE EMITTENTI MTV Deejay Tv 7 Gold 12.30 Odeon 24: Odeon24 19.00 Pillole di
News Tuttaunaltramusica
2.55 The Dead Zone “A 7.05 Biorhythm 6.00 Coffee & Deejay 7.50 TG7 13.00 Odeon 24: Il cam- 19.15 TGL
Rai 4 cena con Dana” con 8.00 Boiling points 9.30 Deejay Hits 12.30 TG7 - TG7 Sport pionato dei campioni 19.45 QSVS sera
17.25 L’Isola dei famosi Anthony Michael 8.30 Pimp my Ride 10.00 Deejay chiama Italia 14.05 Viaggiando TV 15.10 Odeon 24: 20.30 Tuttaunaltramusica
Plus Hall 9.00 The Hills 12.00 Deejay Hits 14.20 Pomeriggio con Odeon24 News 23.30 Tanta salute
18.50 The Dead Zone 10.00 Only Hits 13.30 The Club Casalotto 15.25 Odeon 24:
“A cena con Dana” Iris 12.00 Lovetest 13.45 Via Massena 18.00 Ai confini dell’Arizona Videocommunity Antenna 3
19.40 Streghe 13.05 Made “Prom king” 14.00 Deejay Hits 19.00 TG7 15.30 Odeon 24: 7.00 Speciale Sport
19.17 I Soprano “La scar-
“Tutti pazzi per Leo” 14.05 Scrubs 14.30 M2.0 19.30 Diretta Stadio... Spe- Odeon Shopping 8.00 Telemattina
cerazione” con Ja-
20.30 L’Isola dei famosi 15.05 My TRL Video 15.00 Deejay TVuole ciale Anticipo Cam- 18.00 Odeon 24: Samp TV 8.30 Antennatre graffiti -
mes Gandolfini
Plus 16.00 Only Hits “Finale” pionato Calcio Serie 20.00 L’altra Televisione
20.10 C.S.I. “Undici giurati Il meglio di...
21.10 Battlestar Galactica 18.00 Lovetest 15.30 50 Songs A “Juventus - Inter” 21.15 Yellow
arrabbiati” 9.00 Shopping in Poltrona
“Gli ultimi Cinque” 19.05 Paris Hilton’s 17.00 Rock Deejay Casalotto (all’int.) 21.45 Rebus, questioni di
20.53 TGCom - TGCom 12.04 Orario continuato
“Tragica verità” con My New BFF 18.00 The Flow 23.15 CNR TV News conoscenza
Cinema e dintorni 13.00 Shopping in Poltrona
Edward James Ol- 20.00 MTV News 19.00 The Life & Times 22.55 Videocommunity
21.03 Condannato a morte 18.30 Io tubo
mos
per mancanza di in-
20.05 Scrubs “La mia for- of Tim Odeon 23.00 Odeon 24: Safe Drive 19.00 Azzurro Italia news
22.40 Altered (Horror, tuna sfacciata” “La 19.30 The Player
dizi (Drammatico, 7.30 Odeon 24: Italia oh! 23.30 Odeon 24: Blu Sport 19.45 TG Economia
2006) con Misty Ro- mia perdita di tem- 20.00 Deejay TVuole
1983) con Michael 8.00 Odeon 24: Safe Drive 0.00 Odeon 24: Contech 19.50 A3 per te
sas, Paul McCarthy- po” con Zach Braff “Finale”
Douglas, Hal Hol- 8.30 Odeon 24: Contech 20.30 Azzurro Italia
Boyington. Regia di
brook. Regia di Peter
21.00 Taking The Stage
America’s Best Dan-
20.30 Deejay TG
Nientology 9.00 Odeon 24: Blu Sport Telelombardia 23.15 TG Notte
Eduardo Sánchez. 21.30 20.35
0.10 Millennium “La pro- Hyams. ce Crew “Stagione 21.15 Deejay Today 9.25 Odeon 24: 7.00 Buongiorno 23.30 Poker digitale show
fezia mancata” con 22.53 Italia a mano armata 4, episodio 1” 21.45 Via Massena Videocommunity Lombardia
Lance Henriksen (Poliziesco, 1976) 23.00 South Park 22.00 Deejay chiama Italia 9.30 Odeon 24: 9.30 Shopping in Poltrona TelePadania
0.55 La recluta (Polizie- con Maurizio Merli, 23.30 Speciale MTV News 23.30 Fino alla fine del Superbike TV 13.03 Orario continuato 20.30 TG Nord
sco, 1990) con Clint Raymond Pellegrin. 0.00 Mtv World Stage mondo - Running 10.15 Odeon 24: Il cam- 13.45 QSVS News 21.07 TG Sport
Eastwood, Charlie Regia di Marino Gi- “Linkin Park” The Sahara pionato dei campioni 14.35 Shopping in Poltrona 21.15 Da Nord a Nord
Sheen. Regia di Clint rolami. 1.00 Jersey Shore 1.30 The Club 12.25 Odeon 24: Video- 18.00 Io tubo 21.28 TG Politica
Eastwood. 0.34 Anica Flash - TGCom 2.00 Only Hits 2.30 Deejay Night community 18.30 TL Sera 21.58 TG Mondo
le-journal-italienne.blogspot.com

SPETTACOLI TV Venerdì 16 aprile 2010 33


a cura di Giorgio Carbone
I PROGRAMMI DELLA GIORNATA
Premium Cinema ore 21 Sky Cinema 1 ore 22.45 Universal ore 22.45 Cinema Hits ore 23

Gran Torino Sette anime Il maratoneta I cacciatori


Il penultimo (per ora) di Clint Eastwood. E Ma perché mai Will Smith si dà tanto da fare Un timido studente ebreo (Dustin Hof- Il giornalista Richard Gere cerca di intervista-
tra i suoi migliori. Clint è un pensionato om- per salvare le vite di sette persone vicine al fman) si trova coinvolto in un intrigo gio- re nell’ex Jugoslavia un famoso criminale di
broso e selvatico che finisce imprevedibil- suicidio? Il puzzle è intricato ma Gabriele strato da un criminale nazista. Uno dei mi- guerra bosniaco. Spunto interessante, realiz-
mente per affezionarsi ai vicini cinesi. Muccino riesce a saldare bene i pezzi. gliori film sulle paranoie degli anni ’70. zazione meno, Gere molto in sottotono.

I FILM LO SPORT TELEFILM SHOW E DOCUMENTARI RAGAZZI


17.30 A proposito di Henry 10.30 Tennis, ATP Montecarlo: 1o 20.05 C.S.I. Miami “Sotto copertura” FC 18.30 Effetto Rallenty “La spada del 16.10 Ben 10 CN
Con Annette Bening SCF quarto di finale (Diretta) SP3 20.27 I Jefferson FR samurai” D 16.15 Johnny Test NCK
17.30 L’ombra del testimone 11.35 Rugby, Super 14 2010 Brumbies 20.28 La tata “Mambo fatale” FL 19.00 Come è Fatto “Cineprese” D 16.35 Shin-Chan CN
Con Demi Moore SCH - Hurricanes (Diretta) SP2 20.39 La vita secondo Jim 19.00 Megastrutture giganti 16.45 Spectacular Spiderman NCK
18.55 Ex 12.30 Tennis, ATP Montecarlo: 2o “Il collerico Pete” F “La più grande piattaforma petro- 17.00 Le tenebrose avventure di
Con Claudio Bisio SC1 quarto di finale (Diretta) SP3 21.00 Ugly Betty lifera” NGC Billy & Mandy CN
19.00 Hancock 14.00 Ciclismo, Giro di Turchia 2010 “La settimana della moda” FL 19.00 Invenzioni impossibili 17.20 Spongebob NCK
Con Will Smith SCM 6a tappa (Diretta) ES 21.00 Criminal Minds “Il terrore dei sette mari” THC 17.23 I Simpson “Lisa la Simpson” F
19.09 Incompreso - Vita col figlio 14.30 Tennis, ATP Montecarlo: terzo “Il gioco continua” FC 19.30 Come è Fatto D 17.50 Spongebob NCK
Con Anthony Quayle C quarto di finale (Diretta) SP3 21.00 Miami Vice FR 20.00 David Letterman Show 17.52 Futurama
19.15 Insoliti criminali 14.45 Tennis, ATP RAI (Diretta) RSP 21.00 Nurse Jackie - Terapia d’urto “Ospiti Tom Hanks & Spoon” SKU “Pingui-bot di Gel-catraz” F
Con Matt Dillon SCMa 16.00 Pallavolo, Serie A1 femminile “Episodio 11: Pill O-Matix” SKU 20.00 Top Gear “Episodio 7” D 18.20 I Simpson
19.20 I cavalieri dalle lunghe Novara - Castellana (Sint.) SP2 21.10 Flash Forward 20.00 Indagini ad alta quota “Prove “Opere di pubblico dominio” F
ombre 16.30 Calcio, Serie A 2009/2010 “Queen Sacrifice” F esplosive” NGC 18.20 Bakugan CN
Con Robert Carradine MGM Juventus - Inter (Sintesi) SP1 21.30 Nurse Jackie - Terapia d’urto 20.00 Hitler e l’occulto THC 18.45 Teen Titans CN
19.23 Management 16.30 Tennis, ATP Montecarlo: quar- “Health Care and Cinema” SKU 21.00 Science of the movies “Speed: 19.10 Ben 10: Forza Aliena CN
Con Jennifer Aniston SCF to quarto di finale (Diretta) SP3 21.45 Quelli dell’intervallo DY come far volare un autobus” D 19.20 Spongebob NCK
19.40 Jumper 17.00 Calcio, Serie A 2009/2010 21.55 Numb3rs “La guerra sporca” FC 21.00 La morte sospesa “Esplosione 19.35 The Batman CN
Con Hayden Christensen SCH Milan - Sampdoria (Sintesi) SP1 21.57 Cougar Town “Quello che le nel Mare del Nord” NGC 19.45 I Simpson “L’erba di Homer” F
20.00 I Muppet alla conquista 17.00 XXI Giochi Olimpici Invernali donne non dicono” FL 21.00 Effetto Nostradamus 20.00 Star Wars: The Clone Wars
di Broadway Snowboard: PGS Uomini 22.00 Miami Vice FR “Hitler, il Messia” THC “Stagione 2” CN
Con Juliana Donald NCK Final (Replica) SP2 22.00 Hung “Gli affari sono affari” SKU 21.30 La morte sospesa “Il disastro 20.13 I Simpson “Homer alla berlina” F
20.15 Due gemelle e un pallone 17.30 Calcio, Serie A 2009/2010 22.04 Flash Forward della diga di Trento” NGC 21.30 Spongebob NCK
Con Poppi Monroe DY Genoa - Inter (Sintesi) SP1 “Let no Man put Asunder” F 22.00 2012 Apocalypse D 21.55 Spongebob NCK
20.50 Ben 10: Alien Swarm 18.00 Tennis, WTA Charleston: ottavi 22.26 Modern Family 22.00 La morte sospesa 22.05 Titeuf CN
Con Barry Corbin CN di finale (Replica) ES “Phil si toglie un sassolino” FL “A serbatoio vuoto” NGC 22.25 Johnny Test NCK
21.00 Harry & son 18.00 I Signori del Calcio (Repl.) SP1 SKU CN
22.33 Hung “Una cosa a tre” 22.00 La guerra degli dei 22.30 Hero 108
Con Paul Newman MGM
18.00 Motori, IndyCar 2010 Barber SP2 22.40 Fiore e Tinelli “La Festa” DY “Medusa, il tabù” THC 22.50 Avatar NCK
21.00 Italian secret service RSP
18.00 Rubrica Racing 4 22.50 Donne assassine “Veronica”FC 23.00 My Shocking Story 22.55 I Fantastici 4 CN
Con Nino Manfredi C
18.30 Tennis, ATP Montecarlo: 1o 22.56 ‘Til Death “Divorzio d’amore” F “Una testa enorme” D 23.20 Mix Master NCK
21.02 Long Weekend
quarto di finale (Replica) SP3 22.57 The Ex List “Il fantasma di Arle- 23.00 Interpol: detectives senza 23.30 Pucca DY
Con James Caviezel SCM
18.35 Studio di continuità RSP ne Dubinksky” FL confini “Ossessione fatale” NGC 23.45 Titeuf CN
21.02 Sister Act
18.40 Rubrica Racing 2 RSP 23.00 I Jefferson FR 23.00 Delitti “Il bambino sepolto” THC 23.45 Picchiarello NCK
Con Whoopi Goldberg SCF
19.00 Rubrica Eurogoals Flash ES
21.02 Bible Code
Con Cosma Shiva Hagen SC1
19.00 Rubrica Futbol Mundial
19.00 Wrestling WWE NXT
SP1
SP2
CANALI PREMIUM DIGITALE TERRESTRE
21.04 Birdy - Le ali della libertà
19.10 Tennis, WTA Charleston: quarti 1.08 Questo piccolo grande amore
Con Matthew Modine SCMa
di finale (Diretta) ES
Joi (Sentimentale, 2009) con Ema-
Premium Calcio
21.17 La sposa fantasma
19.10 Solo velocità RSP 18.43 The Middle “I vicini di casa” nuele Bosi, Mary Petruolo. Regia 18.12 Calcio, Serie A 2009/2010
Con Eva Longoria SCH
19.30 Preview Champions SP1 con Patricia Heaton di Riccardo Donna. Anticipo 15a giornata Milan -
22.35 Prove Apparenti Sampdoria (Replica)
20.00 Sky Calcio Prepartita (Dir.) SP1 19.09 Dr. House - Medical Division
Con Andy Garcia SCM
20.00 Rubrica Wrestling WWE “Non è cancro” con Hugh Laurie Steel 20.00 Studio Premium Serie A (Dir.)
22.45 Sette Anime 20.45 Calcio, Serie A 2009/2010
Superstars Episodio 42 SP2 19.55 The Philanthropist “Nigeria - pri- 18.10 Primo Carnera “Prima puntata”.
Con Will Smith SC1 Anticipo 15a giornata ritorno
20.30 PGA European Tour Weekly ma parte” con James Purefoy Con Andrea Iaia, Anna Valle
22.50 FBI: Protezione testimoni 2 Inter - Juventus (Diretta) € 8
Magazine Ep. 15 (Repl.) SP3 20.40 Joi Extra “Nel nome dell’amore” 20.10 The West Wing - Tutti gli uomini
Con Bruce Willis SCF del Presidente “Il dilemma di 22.40 Studio Premium Serie A (Dir.)
20.41 Calcio, Serie A 2009/2010 21.00 Friday Night Lights “Ricomincia-
22.54 Il ragazzo di campagna re” con Kyle Chandler Toby” con Allison Janney 23.30 Magazine Champions League
Con Renato Pozzetto C Inter - Juventus (Diretta) SP1 0.03 Calcio, Serie A 2009/2010
21.00 Golf, Volvo China Open 2010 21.43 Ultra “Ascolta il tuo coach” 21.00 Being Human “Quinto episodio”
22.55 Il rivoluzionario 21.54 Waterworld (Avventura, 1995) “Sesto episodio” con Russell Anticipo 15a giornata ritorno
Con Jon Voight MGM 2a giornata (Replica) SP3 Inter - Juventus (Replica)
con Kevin Costner, Dennis Hop- Tovey
23.00 I cacciatori 21.00 Wrestling WWE Domestic 23.05 Heroes “Accettazione” con Milo 1.51 Calcio, Serie A 2009/2010 Anti-
SP2 per. Regia di Kevin Reynolds.
Con Richard Gere SCH Smackdown Episodio 42 Ventimiglia cipo 15a giornata Milan - Samp-
0.08 The District “Delitto perfetto”
23.11 Go Go Tales 21.00 Pallanuoto, Serie A1 RN Imperia 23.50 Smallville “Gioco d’azzardo” doria (Replica)
con Jonathan LaPaglia
Con Willem Dafoe SCMa - CN Posillipo (Diretta) RSP 0.40 Terminator: The Sarah Connor
0.56 The Mentalist “Rosso paura” Studio Universal
0.34 Il colore della menzogna 22.15 Equitazione, Coppa del Mondo Chronicles “Scacchi e guerra”
“Oro nero e rosso sangue” con
Con Sandrine Bonnaire C 2010 (Differita) RSP 1.25 I Viaggiatori “La terra dei torna- 18.00 La donna che visse due volte
Simon Baker
0.35 A volte ritornano 22.45 Strongest Man, Super Series di” con Jerry O’Connell (Giallo, 1958) con Kim Novak,
2.29 The Middle “Fratelli” “Un Natale
Con Tim Matheson MGM Grand Prix ES estenuante” con Patricia Heaton James Stewart. Regia di Alfred
0.50 Detention - Assedio 22.45 Sky Calcio Postpartita (D) SP1 Premium Cinema Hitchcock.
al college 22.45 Il favoloso mondo degli Mya 18.16 12 (Drammatico, 2007) con Niki- 20.25 Alfred Hitchcock presents
Con Penelope Ann Miller SCM Azzurri Episodio 8 (Repl.) SP2 ta Mikhalkov, Sergei Makovet- “Mai più”
18.19 Diventeranno famosi (Comme- 21.00 Fantasmi da Marte (Horror,
0.50 Il cane pompiere 23.00 Calcio, Serie A 2009/2010 sky. Regia di Nikita Mikhalkov.
dia, 2003) con Steven Cutts, Vin- 21.00 Gran Torino (Drammatico, 2008) 2001) con Ice Cube, Natasha
Con Josh Hutcherson SCH Inter - Juventus (Replica) SP3
ce Rimoldi. Regia di Todd Graff. con Clint Eastwood, Christopher Henstridge. Regia di John
0.50 Il caso dell’infedele Klara 23.15 NBA Action Episodio 26 SP2
20.11 Close to home “Un antico ranco- Carley. Regia di Clint Eastwood. Carpenter.
Con Claudio Santamaria SC1 23.30 I Signori del Calcio (Repl.) SP1 re” con Jennifer Finnigan
0.52 Il tesoro dei templari 23.30 TG Sport RSP 23.04 Fortapàsc (Drammatico, 2008) 22.45 Il Maratoneta (Poliziesco, 1976)
21.00 The Closer “La vita” con Kyra con Libero De Rienzo, Valentina con Dustin Hoffman, Laurence
Con Julie Grundtvig Wester SCF 23.45 Rubrica Free Ride Spirit ES Sedgwick Lodovini. Regia di Marco Risi. Olivier. Regia di John Schlesin-
21.48 Dirt “Ovophagy” con Courteney 0.59 La terza stella (Commedia, 2005) ger.
LEGENDA HD Canale disponibile anche in alta definizione
Cox con Alessandro Besentini. Regia 1.00 Crooklyn (Commedia, 1994) con
C Cult FL Fox Life SCH Sky Cinema Hits HD
CN Cartoon Network MGM Metro Goldwyn Mayer SCMa Sky Cinema Mania 22.41 Una mamma per amica “Lo zio di Alberto Ferrari. Alfre Woodard, Delroy Lindo.
D Discovery Channel HD NCK Nickelodeon SCM Sky Cinema Max HD Luke” “Il ballo delle debuttanti” 2.44 Ne parliamo lunedì (Commedia, Regia di Spike Lee.
ES Eurosport HD NGC National Geographic HD SP1 Sky Sport 1 HD con Lauren Graham 1990) con Andrea Roncato, Elena 2.54 America oggi (Drammatico,
DY Disney Channel RSP Rai Sport Più SP2-3 Sky Sport 2 HD - 3 HD
F - FR Fox HD - Fox Retro SC1 Sky Cinema 1 HD SKU Sky Uno
0.19 Moonlight “Fiore di giglio” con Sofia Ricci. Regia di Luciano 1993) con Andie MacDowell.
FC Fox Crime HD SCF Sky Cinema Family THC The History Channel Alex O’Loughlin Odorisio. Regia di Robert Altman.
le-journal-italienne.blogspot.com

34 Venerdì 16 aprile 2010


@ commenta su www.libero-news.it

::: Sport
QUARANTA PARTITE Su Sky indigestione di sport nel fine settimana
Tra oggi e domenica 18 aprile, sarà un Super-weekend di sport: solo su Sky, 40 match di grande calcio
in diretta, per oltre 80 ore live dai campi d’Italia e d’Europa. E ancora, la finale del torneo maschile di
Montecarlo di tennis e la Final Four di Coppa Italia femminile di volley, tutto anche nella magia dell’Alta
Definizione.

La rissa dopo il fallo dello juven-


tino Felipe Melo su Balotelli nella
gara d’andata [LaPresse]

Nemici
Retroscena
E Moratti
“scalda”
per sempre
Capello
::: FABRIZIO BIASIN
Mentre ritorna Calciopoli, a San Siro decisivo anticipo di A tra Inter e Juve: in palio
 La situazione è in
lo scudetto 2010 (per i milanesi all’inseguimento della Roma) e quello del 2006
via di sviluppo e facilmen-
te comprensibile. Mouri-
che la Signora rivuole indietro. Mourinho alla 100esima panchina con i nerazzurri
nho ama l’Inter, la società
sta bene con Josè, tutti ::: TOMMASO LORENZINI il caso vuole che fosse proprio squadra seriamente capace di trare nella melma “Calciopoli che finora ha dato le soddi-
quanti lavorano per con- MILANO per mano della Juventus. contendere il primato ai ne- 2”. Messe le mani sulla finale sfazioni più pregiate: Milito la
quistare il favoloso tris E allora, il rumore dei ne- razzurri nella seconda Re- di Coppa Italia e tenuta viva freccia, supportato dagli ar-
scudetto-Champions-  Poche storie, chi dome- mici oggi diventa assordante, pubblica del calcio italiano e la possibilità di uno storico (e cieri Balotelli ed Eto’o e il ta-
Coppa Italia, ma nono- nica sera alle 20.30 sarà da- spacca i nervi, eruttano le diabolicamente efficace nel mai riuscito a nessuno in Ita- lismano prestipedatore
stante tutto qualcosa non vanti a tutti in classifica sem- spade sbattute sugli scudi pri- costruire la rimonta. lia) grand slam, il portoghese Sneijder ad incoccare.
va. Tradotto: il divorzio è bra proprio che dovrà restarci ma dell’attacco risolutivo. In ogni caso sarà una ven- ha in mente solo la Cham-
possibile, perché l’allena- fino alla fine del campionato. Stavolta sì, che Josè è accer- detta sul campo da entrambe pions. Sia perché martedì ar- «FARE PUNTI» La Juve si
tore portoghese odia il cal- Mancano cinque giornate alla chiato. Da una parte la Juve, le parti, com’è giusto che sia, riva il Barcellona, sia perché copre controvoglia, smania
cio italiano e soprattutto fine del torneo più imprevedi- inferocita sul campo stasera e finalmente, nello sport. E esige dalla sua squadra lo come sempre prima di un
tutto quello che gli sta at- bile e incerto degli ultimi dalle piazze e dalle aule nei sembra proprio il momento stesso rendimento europeo Derby d’Italia, tuttavia ha «bi-
torno. Da diverse settima- quattro anni, ma è quella che giorni scorsi; quella Signora giusto. anche in campionato. Perciò, sogno di punti», ricorda Zac: il
ne - lui che non è un pirla - comincia oggi la giornata de- rivuole lo scudetto 2006 e farà Eppure Mourinho, avvezzo regala un biglietto di tribuna cesenate vorrebbe replicare
tace, limitandosi a parlare cisiva. L’Inter riceve la Juve, la di tutto per vietarne un altro e pratico nel distrarre e far va- a Quaresma e Mariga per con un tridente che sulla car-
nelle conferenze di Cham- Roma va in casa (per modo di ai nemici sempre più acerri- gare i pensieri di tutti altrove, scelta tecnica e rispolvera il ta vale milioni, ma sull’erba
pions League solo perché dire) della Lazio: il restante mi con una vittoria beffarda; oggi non ha alcuna intenzio- modulo a diamante, quello ha prodotto finora solo tante
obbligato. Ai pennivendo- calendario (e la logica, ma at- dall’altra la Roma, unica ne di fare del ricreativo ed en- delle grandi occasioni, quello miserie. Diego-Amauri-Del
li italiani, invece, nisba, e tenti che a fine gennaio si Piero (quest’anno 17 gol com-
salvo imprevisti si andrà parlava di scudetto già asse- plessivamente contro i 42 dei
avanti così fino a fine sta- gnato ai nerazzurri) dice che ALTA TENSIONE IN UN OLIMPICO ESAURITO quattro punteri avversari) so-
gione: l’ultima del brizzo- se controsorpasso deve esser- no disponibili e sarebbe la
lato in serie A. Mou andrà
in Spagna: lui che di re-
ci ci sarà alla 34esima: ora o
mai più. Il Milan? Resta a Lazio-Roma, i tifosi si minacciano su Internet tentazione: più facile vedere
un 4-4-2 con il rientrante Sis-
cente ha sostenuto «l’alle- guardare, ma è difficile (non soko, pedina chiave nell’argi-
natore del Real sarà un impossibile) pensare che la ROMA Su Facebook è già scontro tra laziali e l’orario della partita anticipato alle 18.30. Ieri nare un centrocampo interi-
uomo fortunato», sarà un squadra spompata in mano a romanisti in attesa del derby di domenica, con intanto a Formello si sono presentati 2000 so- sta che nelle ultime partite ha
uomo fortunato... Leonardo abbia la forza per insulti e immagini al limite delle minacce tra stenitori biancocelesti per “scaldare” la squa- sfoderato prestazioni convin-
Moratti rispetta la sua un colpo di reni come nel supporters. La preoccupazione è alta e sono di- dra. Uno striscione recitava: «18-4-2010. Che centi. «In questo campionato
scelta ma non vuole farsi ’99. versi gli appelli ai tifosi affinchè «ci sia rispetto nessun si tiri indietro». l’Inter ha dimostrato di essere
trovare impreparato. Be- dell’avversario» e «vinca lo sport», come quelli I numeri dicono che una vittoria nel derby in più forte», ha ammesso Zac,
ninformati vicini al club JOSÈ FA 100 Mourinho del sindaco di Roma Alemanno. Ma i messaggi casa della Lazio manca alla Roma dal febbraio «ma noi saremo tosti, perché
fanno sapere che ci sono festeggia la panchina numero in rete sono diretti e inequivocabili. Nel gruppo 2006, da quando cioè i giallorossi guidati da Lu- il grande avversario ci stimo-
già stati contatti tra la so- 100 con l’Inter, che a San Siro «Grazie a Dio non sono romanista», dove ci so- ciano Spalletti festeggiarono il record (poi bat- la».
cietà e quel monumento di in campionato non subisce no oltre 7.700 fan, gira una foto con l’immagine tuto dall’Inter) di 11 vittorie consecutive pro- Lo Special One invece tace,
Fabio Capello, ct dell’In- gol da 560 minuti (l’ultimo fu disegnata di alcuni energumeni che aspettano prio in casa dei biancocelesti. Altro tabù da sfa- mentre apprende che Ibrahi-
ghilterra che ieri sulla di Maccarone). Zuccherini allo stadio minacciosi e sotto la scritta: «Ci ve- tare degli ultimi anni riguarda Francesco Totti. movic, intanto, ha ripreso ad
Gazzetta ha fatto sapere: cesellati in cima alla monta- diamo al derby». In un gruppo romanista viene Il capitano non segna in un derby dal 2005. Era allenarsi regolarmente con il
«Dal 2012 potrei tornare gna di veleni che sta sotto, se invece utilizzata la foto di un calciatore della il 23 ottobre, il giorno in cui il numero 10 esultò Barça e martedì tornerà a San
ad allenare un club». Mol- si pensa che l’Inter non perde Lazio che “ringhia” in campo. simulando un parto, con la palla sotto la ma- Siro da nemico per la secon-
to prima, scommettiamo? in casa da 46 partite (22 mar- Nell’attesa si corre ai ripari sperando che la fe- glia, perchè sua moglie Ilary stava per dare alla da volta in otto mesi. Ma que-
zo 2008, ma c’era Mancini) e sta rimanga tale, con un Olimpico “blindato” e luce il primogenito Cristian. sta è un’altra storia.
le-journal-italienne.blogspot.com

Venerdì 16 aprile 2010 35


le-journal-italienne.blogspot.com

36 Venerdì 16 aprile 2010 SPORT


@ commenta su www.libero-news.it

Premier League ::: LONDRA marzo e vinta 2-0 dalla squadra di Liverpool. Il 45enne ex
allenatore di Fiorentina, Lazio e Inter aveva tolto brusca-
 Niente squalifica e multa modesta per Roberto mente il pallone dalle mani del collega per accelerare la
Lite con Moyes Mancini. La commissione disciplinare della Federcalcio
inglese ha infatti deciso di “graziare” il tecnico italiano
ripresa del gioco. Dopo il duro faccia a faccia, sia Mancini
sia Moyes erano stati espulsi, ma il deferimento era scat-
Mancini multato del Manchester City, sanzionato per 20mila sterline
(quasi 23mila euro), sospesa con la condizionale, per
tato solo per l’allenatore italiano. La sanzione pecuniaria
è sospesa fino alla fine del 2011-2012: Mancini dovrà pa-
l’alterco avuto con il tecnico dell’Everton David Moyes garla solo se prima di allora ricadrà in analoga condot-
per 20mila sterline durante la partita di Premier League giocata lo scorso 24 ta.

:::

Aprite
Mi pare che...
Oggi le canto e le suono
a tutti i perbenisti della tv

l’Auricchio
::: LUCIANO MOGGI
 Il battagliero, “Ju29ro”, il mente tornata sui contenuti
sito dei tifosi juventini attento e del processo, ma dopo il primo
documentato, la chiama effi- impatto, ecco il ritorno dell’an-
cacemente “controinforma- tica offensiva che vorrebbe di-
zione”. È quella invasiva dei struggere, ma stavolta non di-
media, bravissimi a formulare struggerà proprio niente.
giudizi e sentenze rigorosa- Così è accaduto anche a
mente anti-juventine; il blocco “Controcampo”: in un’assorti-
becero che spinse Calciopoli ta compagnia di giro ha cerca-
nella direzione da loro voluta, to luminosità quel tale che cer-
inventando il “sentimento col- ca immagini imbarazzanti e
lettivo”nel quale finì affogata la penose per cercare di far ridere
verità e finirono per credere i (senza successo). Ci mancava
giudici della giustizia sportiva. solo lui. In quella “compagnia”
Ma uno di quei giudici, Mario ha finito per trovarsi in mino-
Serio, componente della Corte ranza Mughini, ma ho l’im-
Federale, ebbe il coraggio di pressione, per quello che mi è
svelare il metodo seguito, di stato riferito (sono subentrato
per sé condannandolo. dopo e solo per telefono), che
La muraglia anti-juventina è ad un certo momento abbia
rimasta scossa dalla capacità deciso di mandare a quel paese
di combattere della mia difesa gli altri convitati, per non con-
nel processo di Napoli; gli ele- fondersi con chi è parecchie
menti portati nel dibattito, la spanne sotto di lui.
ricerca lunga e sfiancante di te-
lefonate non trascritte, final- Salto della quaglia
mente venute a galla, che fan-
no traballare il teorema accu- Nel gran vociare, che il con-
satorio, chiamando in causa duttore non è riuscito colpe-
chi fino all’altroieri aveva detto volmente a stemperare, si è
di non aver mai intrattenuto sentita alta e sgradevole la voce
rapporti con designatori (e ar- di quello specialista in salti di
bitri), li ha messi spalle al muro. quaglia che tifa per la Roma.
Ma è durato poco: quel muro si Avvertito da un amico che sta- A soli due giorni dall’udienza che ha fatto riesplodere Calciopoli, finiscono
è immediatamente ricompat- va seguendo il programma, ho
tato, fatte rarissime eccezioni, chiamato, incurante della po- misteriosamente su Internet le spiate “dimenticate” fatte mettere agli atti da Moggi. Oltre
ed ecco i distinguo che non di- sizione di disagio in cui mi ve-
stinguono niente, ma sono nivo a trovare (succede sempre a Juve, Lazio e Fiorentina tirati in ballo altri club. Ce n’è per tutti, pure per Cassano...
contrabbandati per interpre- a chi non è in studio). Ho cerca-
tazioni autentiche, guardando to di dire la mia e quando ho
al dito anziché alla luna, im- chiamato in causa il dirigente ::: segue dalla prima na di casa) a dargli del bugiar- Moggi, Maurilio Prioreschi,
magine efficace di “Ju29ro”. del Milan Meani, d’improvviso FABRIZIO BIASIN ::: LE TAPPE do. annuncia al giudice Teresa Ca-
Ecco ancora i “tribunali televi- la linea è cascata. Ho letto da . Poi, un paio di settimane fa, soria: «Chiediamo che venga-
sivi”, gli opinionisti a senso qualche parte che avrei inter- (...) l’Italia. Succede che da un LA MOSSA saltano fuori le prime chiama- no messe agli atti 75 telefona-
unico tra noti tromboni ex ses- rotto io... Balle. E nessuno mi mese o poco meno si parli di Al Processo penale di Cal- te “dimenticate”: le produce la te». La Teresa acconsente, i pm
santottini ed ex di Lotta Conti- ha richiamato per scusarsi una serie di telefonate relative ciopoli, in corso di svolgi- difesa di Moggi dopo aver ac- Narducci e Capuano non si
nua (ma i giovani sanno cosa fu dell’inconveniente. Caro si- all’inchiesta Calciopoli miste- mento a Napoli, durante il quistato dalla procura di Na- oppongono e noialtri sprovve-
Lotta Continua, cosa produsse gnor Brandi non ci si comporta riosamente accantonate. E controesame la difesa di Lu- poli il faldone impolverato (25 duti pensiamo: ora nelle stan-
e quali enormi responsabilità così. Sono convinto che i diri- cioè: c’erano, qualcuno le ha ciano Moggi chiede l’acqui- mila euro la spesa: ma se uno è ze segrete della procura prov-
si porta ancora addosso?), bol- genti Mediaset e Berlusconi viste, percepite, ma poi se n’è sizione di nuove telefonate, povero che fa? S’attacca?). C’è vederanno all’ascolto e alla
liti che ripetono le loro antiche non saranno d’accordo con beatamente infischiato. Tratta- scartate all’epoca del pro- chi dice: «Sono vecchie e rici- trascrizione e un giorno, forse,
cesso sportivo.
litanie di falsità e menzogne, lei. si del colonnello (all’epoca ge- late! La solita furbata di Lucia- anche noi sapremo.
ancora volutamente intestar- Ai siti juventini non è sfuggi- nerale) messo a capo dell’in- IL GIUDICE none...». Altri si chiedono: «E
diti sullo “spogliatoio di Papa- to che la scheda era stata affi- chiesta nel 2006, il signor Atti- Il giudice Teresa Casoria non com’è che saltano fuori solo 75 perle online
resta”, smantellato dall’inte- data a un giornalista tra i più fa- lio Auricchio: ha pensato non si giudica le intercettazioni ora?». C’è parecchia diffidenza,
ressato e archiviato dai giudici. ziosi nei confronti della Signo- fossero utili alle indagini e le ha portate in aula «rilevanti», i insomma, e solo gli juventini Ma il nostro è un Paese me-
Ma neanche questo basta a ra. Il campo avversario è nutri- messe in soffitta. Scelta legitti- pm Narducci e Capuano non più focosi alzano la voce dopo raviglioso e a soli due giorni
tranquillizzare i “ciechi di pro- to, anche se stavolta mi è parso ma. si oppongono e vengono anni passati a lavorare dalla deposizione dei cd spun-
fessione”, che non vogliono lineare e giusto il programma messe agli atti 75 nuove te- nell’ombra che neanche ai tano online tutte quante le 75
vedere e non hanno il coraggio Rai “Replay”. Merito del diret- lefonate. tempi dei massoni. perle dimenticate. Tutte. Onli-
Orecchie tese
di documentarsi. tore di Tuttosport De Paola, la Passano i giorni e le intercet- ne. Chi ce le ha messe? Vallo a
«NESSUN SISTEMA»
cui analisi è stata perfetta e pa- Diceva Moggi: «Nel gran cal- tazioni spuntano come funghi. sapere. Fatto sta che noi gior-
La difesa incalza: le nuove
Toh chi si rivede... cata. In studio c’era anche una derone delle chiamate (oltre chiamate dimostrano che
Su queste pagine le pubbli- nalisti impiccioni ci ritroviamo
bella statuina, un ex campione 171mila “spiate” dal novembre non esisteva un “sistema chiamo prima di tutti: qualcu- improvvisamente come il go-
Nessuno conosce la mate- della Juve, messo in difficoltà 2004 al maggio 2005), ci sono Moggi”; al contrario, tutte le na è rilevante, altre decisa- loso che per sbaglio vien chiu-
ria, pochi hanno seguito il pro- da una domanda di De Paola: chiacchiere di tutti i dirigenti società di calcio chiamavano mente meno. Epperò il miste- so dentro una pasticceria. In
cesso di Napoli, trattato fino a «Ha mai chiamato Moggi per di serie A, mica solo mie!». Fes- i designatori parlando di ar- ro si dirada: è vero, tutti i diri- soldoni rischiamo l’indigestio-
settimana scorsa con qualche chiedere favori?». È rimasto zit- so il capo cupola, pensava gli bitri. genti del calcio parlavano con i ne di chiamate, l’otite cronica
misero titolo e striminziti reso- to e allora rispondo io: sì, mi ha dessero retta. Per quattro lun- designatori, mica solo Moggi. a furia di ascoltare i vari Fac-
conti (ma del resto