Sei sulla pagina 1di 6

4.

''.

iDR

sOL

DD

ni n cu i

ROTAZIONE AREA DELLA LORO SUPERF CIE

segmento AP divlde

stesso. In questo caso

,'PF rl c,nF+.

calcola

/ d

il rettangolo

b) Supposto che-l'area del paralelogrammo


sa di 108 cnr', determra 'area de la sLDel cie tota e dientrambi soldi
'
ta) 3/5; b) 345,6r cn2 e 576n cm2l

rappor-to tra le

<^;.li

'

I" l6-

t_
i If

B 4{.t

; pqr:\,d
Dr"o.r'a.hF lj prdridF
lente alla met de la p ram de ABCDV.
b) Supposto che la d agonale m nore 8D divi-

-l

+ vrlS

P I punto del lasegmento AP slddivide I


quadrato stesso in ur trangolo e in un trape
. o, dppo lo delip (,r d'pF 3/5. DFle mi'r,i
il rapporto dei volumi e delle aree delle superSia ABCD un quadrato e sa

to DC per lquae

facendo rLrotare

' \

pdldll"oB dn mo

diagonae maggiore c misuri 60 cm e che


I atezza VH dela piramide ABCDV sa i
)t- di BD, detq'rriu I vo u-c dpl p i,md
dneor V,aD p YBC Lone basi.

"venle

161

PD--4 DC 1e-:
11)

gn'a-r.rd Lr (o'o.ono if i-dlF -i J00


base. Deterina i rappoiro tra
I dcd da t ,,rpFr.i, rp totd e dr (o o F t r-2
della supeficie della sfera inscritta ne cono.
e

su pano d

l+s

.1

+za.t-!

zeav!5
f..
D)-Om

L-l 12'

rl

AB(D , dJ -t '1de ato AD, che la

goli rettangoli e sia 4/3

due detti poligoni (triangolo e trap-.zio) atiorno a la retta Aa.

\B(\

dd

fci dei due sold ottenuti

Co'r.ioera ld l:8u'a. Vie rappresentara r-a pi.arridp AB.DV. la,' I br\c 48CD F u' pd.dl'
eogrammo; il plede H dela sua allezza e i

punto d'intersezon dele diagonai. V' l


punto delo spazjo (appadenente rispetto a
pana di ABCD alo stesso semspazo in cu
sta V) per il quale il iriangolo V'BC rsulia
uguale e parallelo al triaigolo VAD.

2.

8+\,43

LORO VOLUME

Una pramde retta ha per base un rombo


cri d aeonal 8D e AC stanno ne
raplofto 8/15; l'area de rombo di 2'1,6
cm'; I'altezza dela piramide di 3,2 cm. Determ na le aree dele seziori della piranride
ABCD, 1e

D.l" n d rl vo LmF c l. e. oerla srperl r 17 .rel


,oi.o ohenu.o l.eroo rLot'e dr 45o
un quadrato di lato { attonro al segnrento
che congiunge

con un pjano:

ipunti medi d due suoi lat


l"F t2(16 + 3")l

16

a) passante per il vertice e per la rctta AD;


b) perpendicolare al'atezza ne suo Dunto

'

perp'ndrold,e dlld bd
punti medi

b)

" e pacsate oe

ati AB e 4D.
7.6a cn2: b) 5,4 cma (J 1,92 cm2l

Un para lelogrammo ABCD ha i


proporz ona i ai nurner 5 e

latt,

AB e BC

3; a d a8onale mi

,J

l8

'

Un lrialgoo eqrra?ro di ldlo )O ,m,viP-p


Determna il volume e I'area dela supeficie
so ido cos ottenuto.

ioiale del

'll""lu'

.t'

e 5o(4/J- rl

'"1

nore BD o suddvde in due triangolj rettan

coL
a) Detem na il rappodo dei voumi dei due
solid ottnut facendo ruotare j paralleogranrmo di un g ro co'npleto una volta atiorno alla retta AB e un'atra atorno alla
BC,

'f2

o
llg lr 1e'rr Pe rdpo-e.Frl,iloaBLr.emcercl-io
)t.M tpLnla

,Frllo O

d dirmeto

medio del raggio OA e il segmerio l,4P per

pendcolare al d ametro. Cacola I'area della


supedicie e il volume dei due solidi generati
facendo ruotare di un gro completo attorno

4. POL]EDRI

ad AB le due part in
so da segmento MP.

cui

sOL]D]

D ROIAZ]ONE

AREA DELLA LORO SUPERFICiE E LORO

VOLUII:

sem cerchio divi

AB
F:ri:l:l

[;i \il
f::ui!
DC
U2aa2 96a3)

l7rr'1- 5rF 15

24; 4

l2tl

In rsu'd

(enlro O p

9rr3l
') eE

dnprF.enuro^Ln sa-i.crrhro.d_

d dtd--to AB=L]

60' . Calcola

dn8oo POA

volume e I'area de a
superficie dei due so idi generati facendo ruotare di un g ro conrpleto attorno ad AB le dle
padi ir cui I semicercho divho da raggo
ampio

aP.

La nozione di bacenho di un copo derva


dalla fisca e si riferisce ai corpi naterali:
punto ln cu si pu pensare applicata la forza
peso del corpo. La poszione del baricentro di
un corpo materale omoseneo (cio di densit
costante da punto a punto) viene assunta come baicentro geometco deJ corpo stesso

a)

| baricentro (geometrico) di un segmento

punto medio;
bariceniro (eeometrico) di una crconfe
renza, d un cerchio, d una supeicie sferl
ca, di una sfra, il corrspondente centro;
c) | barcentro (geometrico) di un tfiangolo
I punto d'incontro delle medianei
I suo

b) |

d) | baricerfo (eeorieico) di un paraleogrammo il punto d'ntersezione delle d a

gorali;

e) lbaricentro (geometrico) di un

[,-'
!tl

'-'

"

"'(,.f)

-'

"

t(,-f)]

U\p_.'e hodi "ppioIviF_e d'lo'uotJ'p


il

di 60'dltorno.r s,-oiametro. Determina


vollrme e 'area della sLrperflcie totae del so
do

cosgeneiato.

e .S ,j

f,8Jd p dppe.prlrlo rl rptldngo.o


122 Nella
qdc, 0r (entro u: / e Lnd rPfra opl \ltro P dno
parallel il alo aC. Sape do cle AB 2d
BC: 6a, OH :4a, debtmina I area dela su-

de soldo generato da
una rotaz one completa del rettangolo attorno
alla retta r.
pedicie ed il voume

poligono

regoare i centro de la circorferenza inscr tta (o circoscrtta);

I baricentro (geomeico) di qualulrque fj'


gura geometrica piana o solida che Soda di
una simmetria centrale | centro di sim

Premesso qlesto, dciamo che i calcoi dele


aree dele superfici generat dalla rotazione di
linee piane e icalcoh dei volum d solid sene
rat dala rotazione di superfic piane risultano
ir alcu,ri casi, notevo mente sernpifcati se si
app icano du parilcolari regole che prendono
il nor.e di teoremi di Culdino. L enunciamo

P mo teorema di Guldino. La msuru dellarea della superficie genenta dalla n taziane


conplek di una linea piana attorno a una
rctfa del suo piana, che non la atfraversi,
data dal prcdatto delle misure della linea e
della circonferenza descritta dal baricenta
Secondo teorema

di Culdino.

La

n6un

del

volune del solido generata datta rotazione


conpleta di una supenicie piana attorno a

4.

POLIDRI E SOL DI D] ROAZ ONE. AREA DELLA LORO SUPERFIC


E E LORO VOLUME

una

\_

rctk del tuo piano,

che non la attraversi.

e dak dal prodotta delte nisure de

!26

,arca

della superticie e della circanferenza descritk

App icando le due suddette resote, calcota te


msure .t e V dell'area della superficie e del

Ne, lFtraedro
rv-sono I pLn i

ABC de ra f,gLrd i pu.t M ed


dg i .pigori oppos,r VC e

-"d
pd

AB. t.p-rt M
spigoli VA e C8.

ry .oro i pLn.i -Fd opgr

a) Dlnrostra che segmenU MN, e A,4,N 5oro


uguali e paralleli e che i seqmenti llN e
M'N' si inteBecano e si bsecano scambie-

volunre del solido generato dajla rotazione


completa di un cerchio aitorno a una retta a
del suo piano che non lo seca (indica con r e
d le m sure del raggio det cerchio e de a distanza del suo centro O da a, con d
so-

,)

Dimostra che se il tetraedro reAolare il


quadrilaiero L4AI,N ,4, un rombo -

() \clfipoles,

,l .elaedro .a rFgolarF p
,uu
po+o ,{4N':a. cdl.ola Iarca dFt,d .rpcrfc e

lido in question viene usualnrente denom n-

e il volume del tetraedro siesso

ls=4r'zrd v=2n2Pdl

.2.3

Fdcando nferi-enro dt A. N. r)r. oe,cr-ird


oLdnto ri.riesto dpp,ndndo, due teorp-i di

ta) Confronta segmeru /llN' e ll'N


con il segmerto VA; .) 4a2

Culdino ilJustrati nell,esercizio precedente.

2a3

d"to u.'el ded.o re8ol..e AB(D t(Ji

golo misura

SugtisptgoliC4, D,4, CA,

qorta qJdnro seg-cnti JgLari LF. Dl

DH dr tunghezza

lvedr ld figura)

sp

DB ,
. CO.

lZ7

ca)cola

\/2 /31

volume della parte di spazlo comu_

re a due sfere uguali, ognufa deile quali ha

centro sull'altra e ll raggio di mkura r.

il

t5n /121

2$

Neld 'igia -48 4I sono oLc dra-e porrreli d Jr lror(o d .ono c O, LFntro det.a
Dase maggrofe, e anche vertice di un cono

averte td basa , o nC.dF.tF Cor .d ba\c m nore


der tronco stesso. Si sa che AB=2A,B,e che
I'area della superftcie laterale det cono

2g

a) Dtermina J'area della superficie laterale


de tronco dcono
b) possibile determinare il volLme del tronco dl coro?

a) Dimostra che il quadrilatero FH6 un ret-

tangolo (tieni conto de I'eserctzio N. 86)


b) Verifica che il perimetro det rettansoto
costarte alvariare della unehezza x.
.) Determina il valore di x tn odo che I'area
del rettanqoio sia 2 s,/9.
lb) in ogni caso uguale a 2 j. c) Si ottrene un'equazione di secofdo srado
le cui sol]zionisono s/3 e 2 i/31

c) possibile determinare quale fra2ione


volume del tronco d cono

oer

volume oel

d) Se si considerano, oltre al cono dato, afche idue coni avent rispettivamente A.,
B' conre vedici e
BO come diameti,
possibile stabilire^O,
quale parte del voiume
del rr,o-Lo e to \pd7ro opiim tato dat a ,ua
suoFrric

e e ron

o..Lrodto dai tre

conr

4- POL EDRIE sOLID D ROIAZ|ONE AREA DELLA LORO SUPERFCIE

ta) 84 dm'?; b) no; c) s: 1 /7t d)

20

s,:

Nerla igL'd i pul: C p C/ 5ono i odricFrl.,


dFrc'ac(e IAB e VBC dFl rarricdro VAAL

a) Determ na I valore del rapporto t|a i segnenti q C2 ed M1M2.


b) Deternina I valore del rapporto tra i seg

196

" 1l'

me Aj C2e AC.
c) Detto 63 l baricentro della faccia VAC, dimostra che il piano individuato dai punt
u . C/. G, pdrallelo ar pano dpira fdrcrd
ABC.

d) Determina

rapporto tra le aree dei trian

ga)qA2qeABc.
i tetraedro

LORO VOLUME

Sapendo che lo spgolo AB


5/6 dello spigolo 8C e che I'area della base di '192 cm'z,
calcoa l'ara della supeficie totale del prsma.

4/71

mentre /11 ed /,42 sono I punti med degli spigoll AB e CB.

| )

'"-

Con)dF'd

u rono

eqLilatero,

(9+\/41) cm2)

ld,fer,

r' e(so

irec rt" F il (iinoro a qresta c.rLos-ril o. Detie rispettivamente S, Sr, S, le aree delle loro
superfici total , dimostra che Sr media pro
porziorale tra 5 ed 5r D mostra iroltre che
sia e dette aree, sia i volumi dei tre soidi,
starno tra loro corne i rumer 9; 4; 6.

\ela liqLrd L rdDD-a.er'a J1a ldmD.d na


pr,n-ifoecherlrmnaura.ferad cei ro O
e raggio r. Esprmi in funzone dela dstanza d

e) Supposto che

VABC sia regolare e che I'area del triangolo Cr 62 63 sia di


8 cm', determ na 'area della superficie del

di L da O (con d>r)

rappodo p tra la parie

superficie sferica iluminata e quella non illuminata. Qual il valore massimo di questo

tetraedro dato.

lo:
o -'
t ' ]L.,

, ,i ^'v c,na at vatore

,ruanto liu a aumenta

La)

l3l,

2/3t b) 1 /3t ) 1 /9t e) 2Aa c.r,'l

l.l.

Nella'iB-rd rdppreseta.o r.r pri\n. a!enle


pe' basi t rdnBo i ..o\.c|. 48C e ,a B C' koAB=AC). ll plede de l'altezza condotta da A'
lpunto medlo dello spigolo BC; inoltre
AA'=48. Dimostra:
a) che i tianCol AMB e 41.44' sono ugual ;
b) che lltrlangoo A'MB isoscele;
c) che dele tre facce laterali del prisma due
sono romb e laltra un rettangolo.

Un lrdDF7|o rettan8olo (o lagolo aLL'n d'


45" p oi os.ritto a un ce ciio t.u taggio-i
sura 3

cm lltrapezio viene fatto ruotare d un

giro completo attorno alla retta del suo lato

obliq-o De.er-ird
senerato.

l.l4

'

volu-e oer .oldo co.l

l1b rt,-h\llrm'_

Dim'nue rdo d 3 cm
go o-oi un rubo.
'o-,o
volu."rp dim nu re di 999 (m . Determrn. la
rea della suDerficie del cubo dato. .^--

."*

-l

175

4.

POLIEDRIE SOL DI D ROTAZIONE. AREA DLLA LORO 5UPERF]C E T LORO VOLUME

In una sfera I

cLri raggio misura

c) Calcola

inscrivi un
cilndro 'area dela cul supefcie laterale sa
4ra' Determina le mlsure del raggio di base
dF tdtterrd dFi Li nd,o p fjb,ts., qua e ."rd
-.\ (
/ronp dev r.ercor.F.e tra Fd t
"fl
lindro risu ti eqLrilatero.

.'rl
In fgura sono rappresentati un cilndro di raggo r e altezza h (can h>2t) e una sfera d
raggo r, con I centro O sull'asse del cilndro e
nor averte punti esterni al cilndro. Si vuole
che il volume de la sfera rsulti medio propor
ziorale fra i vo umi de due so di rotordi che,

sonrmat alla sfera, danno i cllindro stesso


Determifa a quae d stanza x da una delle ba,
Riso

vi

problema nei tte cas: h =

h = 1Or.

voume de dindro avente una

c) 6a

tDeve essere a=rv2l'2]

s del cilindro va preso il cenfo

base inscritta nel triangolo sezione deternrinato dal pano di cui a caso b) e I'atra appoggata su a base della piram de.
La) 6Aot b) 1536 c-nt e 1344 cmtl

rtl

Data una sfera di centro O e raggo d m sura


/, per un punto P dj un suo diametro AB con
duc un piaro perpendicolare a d ametro stesso. S chiede di determ nare la pos z or di P
affnch la somma del'area dela supelicie
dela calotta sferca d arezza PA e dell'area
dela superficie iaterae del cono avente per
veriice tunto O pr base il cerch o szio-
net sta

tr

apprte

2rr.

Fe: ti5tpe:tl1

della sfera.

r,E15)

4. h =7r

dato un angolo aa ampio 600. Al'intrno


dl esso, a una distanza assegnata d da ato a,
fssa un punto P n modo che il quadrlatero
AHPK, can H e K proiezioni d P rsp-ettivamenle su lai a e b, abbia usuale a d'y'3 la
msura del'area. Deternrina qLrindi il volume
del so ido Senerato dala rotazione d-"1 quadrlaterc OHPK attorno alla retta del slro lato

l5rd3 /21

i^.,

lPet h =4t il punto O il punto med;o de l'asse del cillr,drot per h =7r la.
sfera rhu ta tangente a una delle facce

del cilndro; per , = 10r

rsulta

x = r (5 .L \t17)l

m" dFle ba.i. d-.-rmnd lp rn.up dp riggi

I4f6

.,/t)/2

rt,yG \/t')i2)

Und p rdm d" rego drc a ba(e triar go drF -"


'apotema uguae a doppio de raggo de cer
chio inscrtto nela base. L'area dela sLra supenlcle ioiale e 5/tJ \ J cm_.
o) D- err rd anp"77 de d ed (he t" Lr
ce lateraliformaro cor la base.
b) Calcola il volume dela piramde e del trofco ottenuto sezionando la pjramide con un
pano paraleo alla base e passante per il
punto med o del'altezza.

176

a) Determ na le

m sur de le bas del trapezio


e deli'area de la sLrpec e del tronco.
b) Verifca che e d agonal del trapezo sono
anche bisettrici degli angol acuti e sono

perperdico

Un tronco dl cono circoscritto a una sfera il


cu raggio misura r. Sapendo che I'area dela
superficie aterale i 3/2 dell'area dela somde le basi.

Un fapezio soscele ha le d agonali che, in


confandosi, fornrano gi angoi opposti ale
basi di 120" e si divdono n parti una doppia
dell'altra. Facendo ruotare ltrapezio di mezzo
gro attorno alla retta congungente i plrti
medl de le basi si ottiene un tronco di cono il
cl.r vo urne m sura 5u4ra-\ J

ai atiobliqui.
Ial 12a: 24a: 396a'l

lr

un pr"|

o.dr.pgiloJia

golo poLrld

/484, r.Lr ldlo -i Lrj i (o duL ruue


segnrert AP e 8Q, entrambi prpendicolar
ad ma dispost da bande opposte rspetto
rd v' I p'i-od ri\Lrd. -rl.p(ordod rfr. rav.
a) Determ na quae relazione deve ntercoF
r-re ird ,. ) a a1n..e angoo p;O.r
tFro

b) Determ na (nell'ipotesi PCO sia reito) la


misura de segnento PQ, sapendo che
AP

+ BQ:17a/12.

c) Calcola Gempre nele ipotesi suddette) |


lor-mp dFl .oldo .o.-itu -o darle dr e pi amdi aventi entranrbe i trangolo AAC co-

4.

POLIEDRI E SOL Dl Dl ROTAZ ONE AREA DELLA LoRO SUPERFC E E LORO VOLUMT-

m brcc e avprh ron F alter.p .,pFtrilamente isegmentiPA e Q8.

b) lvalore di x

p, 2"t =d, b, d J4.1 )


17a3

I !-

.) ivalor

di x pr iquali la sfera non rsulta


totalmente immersa nel recipiefie
ta) 1625/x2t b) 1Ot () x>1OO/31

\5 i144)

Un" pird"ide ,e8old F F,agoldle d glr "pigol


di b" pld.Jmsrr",.Sc as r'.dgrid Lrgo
gli spigoli latera i e si distefde la superficie co-

lJ6

s olrenuta su plano della base, si ottiere una


stela a sei punte. Congiungerdo le punte
consecutive dl detta stela si ha un esagono
convesso la cui area 18J'?/j.
a) Dimostra che I'esagono otieruto regoare.
b) Determina quale pade del'esagono sud-

E dato

della sfera affinch questa rsuti totalmente


mmersa nelracqua e la superfce lbera di
questa sia tangente a a sfera stessa (vedi ra r-

cu spigolo mi

di

s tolgano sei piram


cu
verUc sono ivertici del'ottaedro stesso e le
cui basi sono le sezioni dell'ottaedro cof
pan passanti cascuno per i punti medi dei
quaitro spigol uscent da un verrce. Stab
isci da quai e quanti poligon costituta
la superlicie delsolido cos oiteruto.

.)

!{4

del'oitaedro.

\/a 12)

un re-prcnrc ha:l 5Lo n er'o d tor^d d .ona t dlczz l2O cm - apolF-r J0 Lm. tl recipiente contiene de l'acqua la cu sLrpec e rbera dista 12 cm dal vetice de cono te$o
Nell'irlerno del cono s depone una sfera di
mpldlo. < do-dndd la m sr . F o"r rigg,o

regolare

b) Dall'ottaedro

detto la supeficie totaie dela piramide


3s3

ur ottaedro

a) Calcola 'area dela supedicie e il votum

c) Calcola la misura delvolume dela piramide.


lb) 1 /3 , c)

nel caso lvolume della sfera


de rec piente;

sia 1/75 d que lo

Calcoa I'area della superficie e il volume


de/ suddetto so do.
ta) 2r'zy'3 e

rdngo

5s' \/

147

i\,4/3;

eqr.rd

/24

b),6 quadrati e 8

Pr: ' r 13-"/l ,

u- ,oro oi vpni,a v , apor-rd F Ia,tFrra


,)5 I5d. | (ono r'-na ,pTiorato
con !n piaro r parallelo al a base distante 5a
11

m-.t.fo

da V. Considera la sfera tangente al pano seziore dalla parie opposta a V e targente a|e
genratrcl del cono; O ne sla I ceriro.

gura).

a) Detrrina la m sura del ragg o dela sfera.


,) Stabillsci se la sfera totalnente interna aj
tronco di cono staccato da r.
r) Verfica che ogni triangolo AVA, can A
punto generico dela circofferenza di base
delcono, isoscele.
d) Detemina I'area della sezione detta sfera
con la base del cono dato.
ta) 2oat

"r/S
"

i-:
145

"1*]

ddlo .n

mi Lra

Lm:

appodo

a) Verfica che la supelcie aterale del tronco


5/4 dela supeicie della sfera nscritta
,e\egrr ra ve'i r," \en-i calLordrc le i(u
delle estensori delle dette suoelici).

Ir lc disld zp oe

\pdtF del ,ono da (ert,o d"la ..rd


uno dei suo punti di coftatto rkLrlta

,i-os( iho d. r (F'cho

Un ldpczo i\o\elF

eo pqJv"lF,tF Ln quad.aLo | , u: lj.o m


"
suta 5\/2 c.rl. Facendo ruotare il trapezio di
mF7lo I ro chor o a 'd pr .fe LonS LngF I
punti med delie slre basi si "genera un tronco
d .ono eq-i\,rlF'tF al ooppro del'a ,," d n
esso inscritta

reL,p,Fn'c .he id itF.nrme-,- rd


lo ll" d 11 co'ro; lr ,oTrrd d"le rigr,re u.
raggio della base e del'apotema 180 cm.
Nel Fripiprte sioeponF -ra s,p d il.L raggio

bj non o ; .) 300ra'zl

br

H od

lrKoL b -\L.a

essere

13/12. Determina:

,)

rl r"oporlo lra lp dree de la ,.rper c


e alp
rale interna del rcipiente e dela superfici

!J9

r-tb:It2a,ml

der rdgg o d;t , e', I io

cntto nel fapezio.

Ura oid-ide resodre hc per b",e r- - a18o o eqLrldlaro | (u' dlo ricLra 6dJ): I ihF za de la piramide nrisura 2ay'3.