Sei sulla pagina 1di 5

Festival "La Città

Olistica"
Convegni e iniziative - La Città Olistica - Modena 2010

Ass.ne Conacreis Nazionale e Comitato Regionale Emilia Romagna presentano


Festival "La Città Olistica" - terza edizione
"Una nuova cultura per un nuovo Umanesimo"
Villa Sorra- Panzano di Castelfranco Emilia (MO)
21 - 22 - 23 Maggio 2010
Presentazione
Nella nostra epoca, stanno avvenendo molte trasformazioni che hanno ricadute positive sulla nostra cultura. Ci troviamo
all'inizio di una nuova era nella quale cresce la consapevolezza dell'importanza dei valori umani, in un contesto socio-
spirituale in grado di fornire risposte concrete all'esistenza e capace di proporre soluzioni ai problemi del Pianeta, con un
rinnovato senso di responsabilità da parte di ognuno.
Questa terza edizione del Festival La Città Olistica vuole essere il contesto nel quale si evidenzino i valori, i significati e le
nuove idee che sono preludio alla nascita di una nuova cultura.
Esistono persone e gruppi che concretamente e attivamente stanno contribuendo a modificare la cultura del nostro
tempo, affinché la condivisione ed il sentimento comunitario tornino ad essere punto di riferimento e motivo di relazione
reciproca. Le principali aree di azione e di interesse nelle quali essi operano sono: Ecologia e Sostenibilità, Salute Olistica
e Naturale, Economia Etica e Consumi Critici, Pace e Cultura Planetaria, Etica e Volontariato, Ricerca Interiore. Il
sociologo statunitense Paul Ray ha definito queste persone con il termine Creativi Culturali.
Fino ad ora, queste aree d'interesse e di intervento sono sempre state separate e poco cooperative tra loro mentre, negli
ultimi anni si sono riconosciute e hanno trovato alleanze trasversali, creando le radici di una nuova possibile cultura.
L'obiettivo di questa nuova edizione del Festival è di riunire e dare risalto in un unico luogo a quante più
persone e realtà si adoperano per creare un mondo migliore. Vuole essere un'occasione di dialogo e di
scambio tra chi sta operando concretamente la trasformazione e chi desidera cominciare a farlo.
Di seguito le principali iniziative aperte al pubblico in programma:
conferenze
musica dal vivo
danze e spettacoli
mostre fotografiche
mostre artistiche
animazione per bambini
workshop
Durante i due giorni sarà attivo un padiglione gastronomico con cibi biologici.
In caso di maltempo, oltre alla struttura della villa, sarà utilizzabile una apposita tensostruttura.
Location:
Situata in una posizione mediana tra Modena e Bologna, Villa Sorra è una villa storica del 1600, con parco annesso.
Durante la primavera sono molti i visitatori che sanno di poter contare su un ricco calendario di iniziative.
Pur essendo immersa nel verde, la villa è comodamente raggiungibile in auto e dispone di un ampio parcheggio.
Per informazioni consultare il sito: www.villasorra.it
Enti patrocinanti:
La Provincia di Modena.
Il Comune di Modena.
La Consulta per l'Ambiente e della Cultura della città di Modena.

Partecipanti:
Hanno confermato la propria partecipazione:
Ervin Laszlo (già candidato al Nobel per la Pace, filosofo della scienza, teorico di sistemi, musicista), Fausto
Carotenuto (politico, fondatore del movimento "Una Rete d'Amore" e del movimento politico spirituale
"Coscienzeinrete"), Enrico Cheli (sociologo, psicologo, docente universitario e studioso dei "Creativi Culturali"), Dario
Sonetti (docente di Biologia e Neurobiologia Comparata dell'Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, esperto
biodiversità), Michele Scapino - Orango (Responsabile Scuola Olistica Nazionale del Conacreis), Giorgio Schultze
(portavoce europeo del Nuovo Umanesimo), Roberto Sparagio - Coboldo (giornalista), Manuel Olivares (sociologo,
esperto comunità intenzionali), Giancarlo Fiorucci (medico, direttore di strutture sanitarie, scrittore), Alfredo
Camozzi (presidente Rive), Mimmo Tringale (direttore AAM Terra Nuova), Antonio Bernini - Elfo (presidente
Conacreis nazionale), Alfonso Goldoni (presidente Conacreis Emilia Romagna), Vittoria Fornari ( Libera pensatrice -
presidente Ass.ne IMDON), Cristiano Bottone (facilitatore del movimento di Transizione), Milena Fraccari
(Coordinatrice italiana di Julia Butterfly Hill), Davide Monguzzi (responsabile del portale OlisticMap)

Politici ed amministratori
Roberto Alperoli (Assessore Cultura Comune di Modena), Emilio Salemme (presidente consulta ambiente Modena).

Programma Provvisorio
INAUGURAZIONE FESTIVAL
Venerdì 21 - ore 21,00
Presso sala Fondazione San Carlo , via San Carlo 5 - Modena
Saluto delle autorità:
Roberto Alperoli, Emilio Salemme, Antonio Bernini (Elfo), Alfonso Goldoni.
Conferenza:
"Una Nuova Cultura per un Nuovo Umanesimo"
Con la partecipazione di Ervin Laszlo e Michele Scapino (Orango)
Sabato 22
Ore 10,30
Dimostrazione cultura celtica a cura dell'Ass.ne Omphalos
Ore 11,00-12,30
Percorso sensoriale nell'orto botanico della Villa a cura dell'Ass.ne Damanhur Modena con Gian Piero
Serafini
Ore 12,30
Inaugurazione delle mostre
Ore 13,00
Apertura del padiglione gastronomico biologico
Ore 15,00 - 19,00
Workshop gratuiti aperti al pubblico
Ore 15,30 – 16,30
Conferenza:
"SON - Scuola Olistica Nazionale"
a cura di Michele Scapino (Orango Riso) con la partecipazione di Ervin Laszlo e Vittoria Fornari
Ore 17,00 – 19,30
Tavola rotonda:
"Riconoscimento giuridico delle Comunità intenzionali: una legge per un rinnovato stile di vita"
(moderatore Dott. Giovanni Carlo Fiorucci).
con Roberto Sparagio (giornalista), Fausto Carotenuto (politico, Fondatore del movimento "Una Rete d'Amore" e
del movimento politico spirituale "Coscienzeinrete"), Giorgio Schultze (Portavoce Europeo del Nuovo Umanesimo),
Alfredo Camozzi (presidente rete RIVE)
Ore 17,00
Teatro delle Ombre "Splash, un mondo d'acqua"
Animazione per i più piccoli e ludolaboratori a cura del gruppo animazione Ass.ne Damanhur Modena
18,30 - 19,30
Animazione a cura delle Associazioni
21,00
Spettacolo teatrale
La Compagnia del Teatro dell'Argine presenta
"La strada di Pacha" di Gigi Gherzi e Pietro Floridia
Domenica 23
Ore 9,30-11,00 / 11,00-12,30
Percorso sensoriale nell'orto botanico della villa a cura dell'Ass.ne Damanhur Modena con Gian Piero Serafini
Ore 10,30 - 19,00
Workshop gratuiti aperti al pubblico
Ore 10,30
Dimostrazione cultura celtica ed altre culture
Ore 11,00 – 12,00
La cultura del "Buen vivir" degli indigeni latino americani a cura di Dario Sonetti
Ore 13,00
Apertura del padiglione gastronomico biologico
Ore 14,00 e 16,30
due animazioni
"Favole Multietniche"
Animazione e pupazzi di Sara Goldoni – Ass. Damanhur Modena
Ore 15,30 – 18,00
Conferenza:
"Soluzioni per una nuova cultura e per un nuovo umanesimo"
presentazione progetti:
Transition Town con Cristiano Bottone
Cohousing con Mimmo Tringale
"What's your tree?" a cura di Milena Fraccari (Coordinatrice italiana di Julia Butterfly Hill)
Creativi Culturali a cura di Enrico Cheli
OlisticMap il portale delle discipline olistiche a cura di Davide Monguzzi
La cultura del "Buen vivir" degli indigeni latino americani a cura di Dario Sonetti
ore 17,00
Teatro delle Ombre " Il canto delle due sorgenti"
Animazione per i più piccoli e ludolaboratori a cura del gruppo d'animazione dell'Ass.ne Damanhur Modena
Ore 18,00 – 20,00
Animazione a cura delle Associazioni
21,00
Concerto Jazz
Laralù and the Vintage Kings
Le mitiche atmosfere degli anni 40-50
Lara Luppi (voce), Marco Bovi (chitarra), Michele Vignali (sax tenore e
baritono), Glauco Zuppiroli (contrabbasso), Andrea Burani (batteria

Ogni realtà (associazioni o privati) interessata a partecipare a


questa manifestazione, avrà la possibilità di presentare un proprio
banchetto, coi propri programmi, le attività, i prodotti ecc..
Gli aderenti dovranno allestire il loro spazio, all’aperto, ma
in una cornice naturale stupenda, il sabato mattina (ore 8,
30- 10) e restare fino alla domenica sera (ore 21) . Questo
per motivi organizzativi in quanto con la presenza di
pubblico non si può circolare nel parco con le auto.

Per i due giorni è previsto un servizio d’ordine continuo,


esteso anche al sabato notte.E’ possibile venire col camper
ed è allestito uno spazio per chi volesse pernottare con la
tenda.

Si prega di dare adesione possibilmente entro il 10


maggio (per lo studio degli spazi), comunicando
anche il
numero delle persone che interverranno, tramite e-
mail o lettera indirizzata a:
Claudia azzurra1974@alice.it
Alfonso alfonso.goldoni@libero.it
Centro organizzativo :Associazione Conacreis e Associazione
Damanhur Modena, via Pica 18/a (Mo) tel e fax 059280251
Claudia : 392 8315689
Nadia : 329 8070807
Alfonso: 349 3291747
Ulteriori notizie possono essere trovate nei siti:
www.conacreis.it/ www.scuolaolistica.conacreis.it/
www.damanhur.it/modena

Villa Sorra è una delle più importanti ville storiche del territorio modenese. Nel suo parco troviamo
quello che è considerato l'esempio più rappresentativo di giardino "romantico" dell'Ottocento
estense ed è da molti ritenuto il più importante tra i giardini informali presenti in Emilia Romagna.
Se i singoli elementi che costituiscono il complesso (villa, edifici rustici, serra, parco storico, rovine
romantiche, vie d'acqua, giardino campagna) hanno tutti un rilievo non solo locale, la coesistenza
degli stessi dà luogo ad un campione pressoché unico di paesaggio agrario preindustriale, di
inestimabile valore storico, culturale e ambientale. La tenuta, che conserva ancora oggi il nome dei
Sorra (nobile famiglia che edificò il complesso e ne ebbe la proprietà per quasi due secoli), è dal
1972 di proprietà dei Comuni di Castelfranco Emilia, Modena, Nonantola e San Cesario sul Panaro.

Come arrivare a Villa Sorra


Da Castelfranco Emilia centro: ad altezza dell'Ospedale lungo Corso Martiri/Via Emilia, svoltare per via
A. Costa. Proseguire sempre dritto in Via Per Panzano, e svoltare a sinistra all'altezza di Via Prati.
Prendere a destra Via Sebenico e poi proseguire fino al parcheggio in Via Pieve.
Dall'Autostrada A1 uscita Modena Nord: imboccare la tangenziale in direzione Bologna. Giunti sulla
Via Emilia (SS 9), proseguire sempre in direzione Bologna per km. 4,5, oltrepassando il ponte sul fiume
Panaro (località Ponte S.Ambrogio). Voltare a sinistra in direzione Gaggio in P. e, dopo 2,2 km., a destra
per raggiungere il parcheggio in Via Pieve, distante ancora circa 2km.
Dall'Autostrada A1 uscita Modena Sud: seguire le indicazioni per Bologna e Via Emilia (SS 9).
Oltrepassare gli abitati di S.Donnino e S.Damaso. Voltare quindi a destra in direzione S.Cesario e poi
subito a sinistra in direzione Bologna (Via Scartazza). Giungi sulla Via Emilia e oltrepassato il ponte sul
fiume Panaro (località Ponte S.Ambrogio), girare a sinistra in direzione Gaggio in P. e, dopo 2,2 km. a
destra per raggiungere il parcheggio in Via Pieve, distante ancora circa 2 km.

Con i mezzi pubblici: raggiungere Castelfranco Emilia in corriera o treno. Prenotare il servizio a
chiamata "PRONTOBUS" (tel.840 00 11 00): Villa Sorra si trova alla fermata n.11 (il servizio è attivo dal
lunedì al venerdì, esclusi i festivi e il mese di agosto, nei seguenti orari: 7/12 - 14.30/19.30).