Sei sulla pagina 1di 24

23/03/2015

Impianti di pompaggio e
ventilazione
Corso di Macchine

Testi consigliati
Manc, Sistemi energetici (disponibile nellarea
intranet)
Catalano, Napolitano, Elementi di macchine operatrici
a fluido, Pitagora Editrice, Bologna
Cornetti, Macchine Termiche, Edizioni Il capitello
Torino.

23/03/2015

Pompe e ventilatori
Il funzionamento delle pompe e dei ventilatori regolato dalle
stesse leggi e da equazioni simili.
Pompe e ventilatori lavorano su fluidi incomprimibili.

v dp
1

p2 p1

Pompe e ventilatori

23/03/2015

Impianto di pompaggio
Occorre scegliere una macchina in grado di fornire la portata e la
prevalenza richiesta dal sistema di pompaggio.

Conservazione della portata


G cS const

1w1S1 2 w2 S2 3w3S3
Poich il flusso incomprimibile:

w1S1 w2 S2 w3S3

23/03/2015

Conservazione dellenergia
Usando lincomprimibilit:

li lw

c2
( gz )
2

In un condotto privo di perdite

p c2

z const
g 2g
(legge di Bernoulli)

[m]

li lw

p
w2
p1 w12
p
w2

z1 2 2 z2 3 3 z3
g 2g
g 2g
g 2g

p w2
H

z [ m]
g 2g

Carico
totale
Carico
piezometrico

Carico
cinetico

Carico
geodetico

Perdite di carico
Le resistenze incontrate dal fluido reale nel muoversi
nel sistema di pompaggio generano calore assorbito dal
fluido. Questo effetto trascurabile nei flussi
incomprimibili.
Lattrito determina, per, una perdita di carico del
fluido.
p
w2
lw
p
w2
li lw

( gz )
Y

2
g
g
2
Perdita di carico
Perdita di energia
Perdita di
[m]
[J/kg]
pressione [bar]
Quota cinetica
p1 w12
p
w2

z1 Y12 2 2 z2
[m2/s2]
g 2g
g 2g

23/03/2015

Perdite di carico
Perdite distribuite : perdite dovute agli attriti tra i filetti fluidi in
movimento e tra il fluido e le pareti del condotto

YM

= coefficiente di attrito
l= lunghezza del condotto
w= velocit relativa tra fluido e condotto
DH = diametro idraulico del condotto

l w2
DH 2 g

DH 4

area
4a b
2 a b

perimeter 2 (a b) (a b)

Perdite concentrate: perdite dovute a componenti quali valvole,


curve, deviazioni, ecc.

Ym

w2
2g

= coefficiente di perdita concentrata


w= velocit relativa tra fluido e condotto

Regimi di flusso
Il coefficiente di attrito concentrato dipende dal regime di flusso

YM

l w2
DH 2 g
Re 2000

Re

Re 4000

w DH

la viscosit dinamica
del fluido

23/03/2015

Flusso laminare

YM

64
Re

l w2 64 l w2

l w2

32

DH 2 g Re DH 2 g
wDH DH g

32

l w
DH 2 g

32

l
DH 2

4Q
l
128
Q
2
g DH
g DH 4

YM Q

Flusso turbolento

Tubo liscio con 3000<Re<100000


(equazione di Blasius)
Tubo ruvido (eq di Colebrook)

0.32
4
Re

2.51
e / DH
2log10

3.7

Re

e= rugosit assoluta (in m)

23/03/2015

64
Re

2.51
e / DH
2log10

Re
3.7

0.32
4
Re

Perdite concentrate
Ym

w2
2g

23/03/2015

Lunghezza equivalente
Perdita di carico complessiva (m):

l leq w2
l
w2
Y
i

DH 2 g
DH
2g
Perdita di pressione (Pa):

l leq w2
l
w2
p
i

DH 2 g
DH
2g

Caratteristica dellimpianto

pb cb 2
p
c2

zb Ym,2b YM ,2b 2 2 z2
g 2g
g 2g
H b Ym,2b YM ,2b H 2

pa ca 2
p
c2

za Ym, a1 YM , a1 1 1 z1
g 2g
g 2g
H a Ym, a1 YM , a1 H1

2
1

Carico totale richiesto

H 2 H1 Hb H a Ym,a1 YM ,a1 Ym,2b YM ,2b

H 2 H1 Hb H a Ytot

23/03/2015

Curva caratteristica di un impianto aperto

H 2 H1

Ytot
Hb H a
Flow rate Q [m3/s]

Carico totale richiesto

H 2 H1 Hb H a Ytot

Curva caratteristica di un impianto chiuso

H 2 H1

Ytot
Flow rate Q [m3/s]

Carico totale richiesto

H 2 H1 Ytot

23/03/2015

Scelta della pompa


Curva caratteristica interna:
prevalenza in funzione della
portata e della velocit di
rotazione

Rendimenti della pompa


y

li lw gH

li
li

Pi
Pi

Pa Pi Pw

Q
Q

Qth Q Q f

Rendimento idraulico

Rendimento meccanico

Rendimento
volumetrico

P y m v
Pa

g Q H
P

10

23/03/2015

Scelta della pompa: pompe volumetriche


elevate prevalenze
elevato range di viscosit, fluidi non
newtoniani
possono funzionare a velocit ridotte
efficienza quasi costante con la
portata
portata pulsante;
costi pi elevati;
richiedono una valvola di
sovrapressione e tolleranze molto
strette per ridurre le fughe
Il rendimento complessivo dipende
dalla dimensione della pompa,
essendo minimo per le pompe piccole
(50%,2 kW) e massimo per quelle
molto grosse (90%, 250 kW).

Pompe dinamiche
adatte alla maggior parte degli utilizzi
possono essere radiali, centrifughe,
assiali o a flusso misto.
Possono smaltire portate molto
elevate e lavorare fino a pressioni
massime di 200 bar (pluristadio)
non funzionano bene con fluidi molto
viscosi o non-newtoniani;
lavorano a velocit elevate;
il flusso regolare;
costi iniziali e di manutenzione ridotti.
Efficienze simili alle pompe
volumetriche (in funzione della taglia)
il rendimento varia in modo
significativo con la portata

11

23/03/2015

Cavitazione
La pressione statica del liquido deve essere sempre pi alta della tensione di vapore
per evitare la vaporizzazione del liquido (cavitazione)
La cavitazione determina una perdita di prevalenza e in alcuni casi di flusso. Inoltre, la
cavitazione causa il danneggiamento (pitting) ed eventualmente la rottura della girante
E un problema comune a pompe dinamiche e volumetriche.

12

23/03/2015

Cavitazione

Cavitazione

13

23/03/2015

N.P.S.H.

Differenza tra la pressione statica e la tensione di vapore del liquido,


espressa in metri, alla flangia di ingresso della pompa:

NPSH

NPSH A
Dipende dalle caratteristiche
dellimpianto (ramo di aspirazione )

pi p v
g

NPSH R
Dipende dalle caratteristiche costruttive
della pompa (fornito dal costruttore)

pi ci
p
c

a za1 Ya1 a
g 2 g g
2g

2
2
pi
ci
p1 c1
w1

g 2 g g 2 g
2 g

N.P.S.H.
2
2
pi
ci
p1 c1
w1

g 2 g g 2 g
2 g

In condizioni di incipiente cavitazione:

p1 pv
Affinch la pompa non caviti deve essere:

NPSH A

pa pv
za1 Ya1
g

2
c12
w1

h0
NPSH R

2
g
2
g

Altezza massima di installazione della pompa:

za1max

pa pv
Ya1 ho
g

14

23/03/2015

N.P.S.H.

N.P.S.H.

15

23/03/2015

N.P.S.H.

Metodi di regolazione delle pompe


Variazione della velocit di rotazione
- Efficiente (la prevalenza si riduce insieme alla portata con
rendimento pressocch costante).
- La velocit pu essere variata con trasmissioni o con sistemi
elettrici (es. motori elettrici a frequenza variabile)

Variazione di inclinazione delle pale


- Metodo complesso e costoso, usato per i compressori

Laminazione
-Solo alla mandata
- inefficiente perch aumenta la prevalenza di lavoro della pompa
mentre il rendimento in genere peggiora

Riflusso

16

23/03/2015

Metodi di regolazione delle pompe

Pompe in parallelo

17

23/03/2015

Pompe in serie

Funzionamento stabile

18

23/03/2015

Funzionamento instabile

Esercitazione di laboratorio

19

23/03/2015

VENTILATORI
Nel caso in cui il fluido trattato sia aria, la procedura per il calcolo della
prevalenza di un ventilatore identica a quella descritta dalla pompa. Poich
leffetto utile laccelerazione del fluido, in genere si separa la prevalenza
statica da quella dinamica

hstat

p2 p1
g a

hdin

c2 c1
c
2
2g
2g

Tuttavia, la portata e la prevalenza di un ventilatore dipendono dalla densit


del fluido e quindi dalla temperatura e dalla pressione di aspirazione.
Per ovviare a ci, la prevalenza prodotta da un ventilatore in genere
espressa in metri equivalenti di colonna dacqua usando la semplice
relazione:
H prevalenza in m.c. di acqua

H h

a
w

h prevalenza in m.c. aria


a densit dell' aria

w densit dell' acqua

VENTILATORI: classificazione
In base alla prevalenza

20

23/03/2015

VENTILATORI: classificazione
In base alla tipologia di installazione

Modalit di regolazione
(1) Laminazione alla mandata (rumore alle portate elevate)
(2) Regolazione della velocit
(3) Variazione dellinclinazione delle pale e parzializzazione (poco usate)

21

23/03/2015

Esercitazione di laboratorio

1. Ventilatore assiale
2. Ventilatore centrifugo
3. Schermo
4. Bocchetta (diffusore)
5. Ventilatore ausiliario
6. Valvola a farfalla
7. Tubo di Pitot
8. Termometro
9. Tubo di Venturi
10. Diaframma

La similitudine fluidodinamica
Le leggi della similitudine fluidodinamica consentono di studiare i fenomeni
che coinvolgono il moto dei fluidi quando:
- si modifica la velocit di rotazione della macchina;
- si modifica la scala geometrica;
- si sostituisce il fluido
Due fenomeni fluidodinamici si dicono simili se, adimensionalizzando
ciascuna delle grandezze fisiche che li caratterizzano rispetto ad opportune
grandezze di riferimento, le relazioni matematiche che li descrivono
risultano identiche.
Condizioni da realizzare:
a) Similitudine geometrica;
b) Similitudine cinematica (similitudine dei triangoli di velocit)
c) Similitudine dinamica (stessi rapporti tra le forze, es Re)
d) Similitudine termodinamica (numero di Mach, fluido comprimibili)
Se le 4 condizioni sono verificate due macchine sono SIMILI e hanno lo
stesso rendimento.

22

23/03/2015

La similitudine fluidodinamica: applicazioni


Stessa turbopompa, stimare la
curva caratteristica ad una
diversa velocit di rotazione:

Punti di lavoro al variare di n


(caratteristica esterna)

Q2 = Q1 . n2/n1
H2 = H1 (n2/n1)2
P2 = P1 (n2/n1)3

Punti di lavoro in similitudine fluidodinamica con B (uguale rendimento)

La similitudine fluidodinamica: applicazioni


Curve caratteristiche di pompe
appartenenti alla medesima
famiglia al variare del diametro,
con numero di giri fissato.

a b
Due turbopompe
con diametro
differente (a e b)

Qa
Q
b3
3
na Da nb Db
Ha
H
2 b2
2 2
na Da nb Db
Pa
P
3b 5
5
n Da nb Db
3
a

23

23/03/2015

La similitudine fluidodinamica: applicazioni


Il numero di giri caratteristico ns (di portata) rappresenta la velocit
con cui dovrebbe ruotare una pompa con D=1m che fornisse H=1m e
fosse geometricamente e operativamente simile ad una pompa che
con prevalenza H e diametro D e che ruota con velocit n.
Questultimo si pu esprimere anche come velocit specifica ws
Spesso si fa riferimento alla portata invece che al diametro:
Il numero di giri caratteristico nc (di potenza) rappresenta la velocit
con cui dovrebbe ruotare una pompa con H=1m e potenza P=1CV (o
1kW) geometricamente e operativamente simile ad una pompa che
fornisca prevalenza H e potenza P e che ruota con velocit n.
N.B. Il valore numerico di nc dipende dalla natura del fluido e
dallunit di misura usata per la potenza.
Se la potenza in CV, tra i due numeri sussiste la relazione:

Nel caso dellacqua:

La similitudine fluidodinamica: applicazioni


Applicazione ai ventilatori

24