Sei sulla pagina 1di 3

D.D.G. n.

REPUBBLICA ITALIANA

Regione Siciliana
ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE
Dipartimento regionale Ambiente
IL DIRIGENTE GENERALE

VISTO lo Statuto della Regione Siciliana;


VISTO il Decreto legislativo 30 marzo 2011, n. 165 e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO il Decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150;
VISTA la legge regionale 15 maggio 2000, n. 10 ed in particolare lart. 3, comma 2, nella parte in cui
prevede che le determinazioni per lorganizzazione degli uffici e le misure inerenti la gestione dei
rapporti di lavoro sono assunte dagli organi preposti alla gestione con la capacit e i poteri del
privato datore di lavoro;
VISTA

la legge regionale 15 maggio 2000, n. 10 ed in particolare lart. 9, comma 1, nella parte in cui
prevede che per il conferimento di ciascun incarico dirigenziale e per il passaggio ad incarichi
dirigenziali diversi si tiene conto della natura e delle caratteristiche dei programmi da realizzare,
delle attitudini e delle capacit professionali del singolo dirigente, dellattivit svolta, applicando di
norma il criterio della rotazione degli incarichi;

VISTO il Contratto Collettivo Regionale di Lavoro del personale con qualifica dirigenziale della Regione
Siciliana e degli Enti di cui allart. 1 della legge regionale 15 maggio 2000, n. 10 per il quadriennio
giuridico 2002-2005 e per i bienni economici 2002-2003 e 2004-2005, ed in particolare gli articoli
9, 10 e 36;
VISTA la legge regionale 3 dicembre 2003, n. 20, ed in particolare il comma 6 dellart. 11, nella parte in
cui prevede che la distinzione in fasce dei dirigenti del ruolo unico della Regione Siciliana non
rileva ai soli fini del conferimento degli incarichi dirigenziali;
VISTA la legge regionale 5 dicembre 2008, n. 19, recante norme per la riorganizzazione dei Dipartimenti
regionali. Ordinamento del Governo e dellAmministrazione della Regione.
VISTO

lart. 1, c.10 lett. b) della l. 190/2012, secondo il quale il Responsabile della prevenzione della
corruzione deve provvedere all'effettiva rotazione degli incarichi negli uffici preposti allo
svolgimento delle attivit nel cui ambito pi elevato il rischio che siano commessi reati di
corruzione;

VISTO il Decreto legislativo 8 aprile 2013 n. 39, recante Disposizioni in materia di inconferibilit e
incompatibilit di incarichi presso le Pubbliche Amministrazioni e presso gli Enti privati in
controllo pubblico, a norma dellart. 1, commi 49 e 50 della legge n. 190/2012;
VISTO

lart. 49 della l.r. n. 9 del 7 maggio 2015 che cos recita: Ai fini di una razionalizzazione e
riduzione della spesa pubblica, entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge,
lAmministrazione regionale, con le procedure previste dallarticolo 11 della legge regionale 3
dicembre 2003, n. 20, provvede alla riorganizzazione del proprio apparato amministrativo al fine
di conseguire una riduzione delle strutture intermedie e delle unit operative di base, comunque
denominate, in misura complessivamente non inferiore al 30 per cento rispetto alle rilevazioni sul
numero di unit operative di base al 31 dicembre 2014 e alle aree e servizi di cui al decreto del
Presidente della Regione 22 ottobre 2014, n. 27;

VISTO il Decreto del Presidente della Regione Siciliana 18 gennaio 2013 n. 6, recante il Regolamento di
attuazione del Titolo II della legge regionale 16 dicembre 2008, n. 19, con il quale si provveduto
al riassetto organizzativo delle strutture di massima dimensione della Regione Siciliana;
VISTO il D.P.Reg. n. 1785 del 15 aprile 2015 con il quale il Presidente della Regione conferisce lincarico
di Dirigente Generale del Dipartimento dellAmbiente dellAssessorato regionale territorio ed
ambiente, al Dott. Pirillo Maurizio, dirigente di terza fascia del ruolo unico della Dirigenza della
Regione Siciliana;
VISTA la circolare prot. n. 197857 del 27 dicembre 2010 del Dipartimento della Funzione Pubblica avente
ad oggetto Incarichi dirigenziali Aggiornamento della Banca dati del Ruolo Unico della
Dirigenza dellAmministrazione regionale Aggiornamento banca dati RESPERS;
VISTO

il D.D.G. n. 214 del 25 marzo 2013, con il quale stato approvato il funzionigramma del
Dipartimento regionale dellAmbiente, con lindividuazione di Aree e Servizi e delle rispettive
Unit Operative;

VISTO

il D.D.G. n. 313 dell11 giugno 2013 con il quale sono stati adottati i criteri generali per
laffidamento, il mutamento e la revoca degli incarichi di direzione degli uffici dirigenziali;

VISTA

la nota prot. n. 38610 del 10 agosto 2015 con la quale la Segreteria Generale della Presidenza della
Regione fornisce agli Assessori regionali e ai Dirigenti Generali le Linee di orientamento al
fine della Rimodulazione dellassetto organizzativo dei Dipartimenti regionali in attuazione
dellart. 49, comma 1, l.r. n. 9/2015;

VISTA la nota prot. n. 53255 del 17 novembre 2015 con la quale il Dirigente Generale del Dipartimento
regionale dellAmbiente ha trasmesso alla Segreteria Generale della Presidenza la proposta di
Rimodulazione dellassetto organizzativo del Dipartimento regionale dellAmbiente;
VISTO lavviso prot. n. 60897 del 18/12/2015, integrato con nota prot. 61939 del 23/12/2015, pubblicato
sul sito del Dipartimento Ambiente e su quello del Dipartimento regionale della Funzione
Pubblica, con il quale stata data pubblicit delle postazioni dirigenziali vacanti del Dipartimento;
VISTE

le istanze di preposizione alle postazioni dirigenziali vacanti di questo Dipartimento valutate con
riferimento alla regolare formulazione nei termini di quanto stabilito nel predetto avviso nonch
con riguardo a: esperienza professionale, curriculum vitae, titoli specifici per lincarico richiesto,
valutazioni pregresse del dirigente, censure o sussistenza di contenziosi con lAmministrazione ed
alla esigenza di potere assicurare la rotazione degli incarichi;

CONSIDERATO che le istanze presentate devono essere compatibili nella loro interezza con le esigenze di
procedere ad una profonda ristrutturazione delle posizioni dirigenziali del Dipartimento;
CONSIDERATO che nei confronti del Dott. Salvatore Anza non risulta essere stata rilevata alcuna
valutazione negativa ai sensi dellart. 34 del citato C.C.R.L. area dirigenziale;
VISTA la dichiarazione resa dal Dott. Salvatore Anza di non rientrare in nessuna delle fattispecie
richiamate dalla norma in argomento;
CONSIDERATO che le posizioni dirigenziali complessive, pari a n. 55, non possono essere ricoperte in
ragione della ristrutturazione in corso e della copertura finanziaria assicurata fino al 31/12/2015 e,
pertanto, sono state individuate le postazioni funzionalmente utili alla stessa proposta di
ristrutturazione;
CONSIDERATO che latto di conferimento dellincarico dirigenziale, a necessaria struttura unilaterale e non
recettizia, ha natura di determinazione assunta dallAmministrazione con la capacit ed i poteri del
privato datore di lavoro la cui formale adozione rileva esclusivamente sul piano
dellorganizzazione ed ai fini dei controlli interni;

DECRETA

Art. 1
Per le motivazioni espresse in premessa, che ai fini della presente determinazione si intendono
integralmente riportate e trascritte, ai sensi e per ogni effetto dellart. 9, comma 1, della legge
regionale 15 maggio 2000, n. 10, dellart. 11, comma 6 della legge regionale 3 dicembre 2003, n.
20 e degli artt. 36 e 43 del vigente C.C.R.L., area dirigenziale, a seguito della valutazione
comparativa delle istanze pervenute e dei relativi curricula in relazione allavviso pubblico per le
postazioni dirigenziali vacanti prot. 60897 del 18/12/2015, conferito al Dott. Salvatore Anza
lincarico di Dirigente responsabile del Servizio 5 Demanio Marittimo.
Art. 2
Il presente atto di conferimento di incarico decorre dal terzo giorno successivo alla sua notifica,
salvo rinuncia espressa entro i predetti termini.

Art. 3
Gli obiettivi verranno assegnati con separato provvedimento unitamente a quelli che derivano dalla
direttiva annuale del Presidente della Regione Siciliana e dallAssessore regionale del Territorio e
dellAmbiente o a quelli che comunque discendono da appositi atti di indirizzo.

Art. 4
Decorso il termine di cui allart. 2, il presente provvedimento sar inviato al Servizio I del
Dipartimento Funzione Pubblica che, presone atto, provveder agli adempimenti consequenziali
propedeutici alla sottoscrizione del contratto individuale

Palermo, 12/01/2016
firmato
Il Dirigente Generale
(Dott. Maurizio Pirillo)