Sei sulla pagina 1di 1

IL SECOLO XIX

primo piano MERCOLEDÌ


14 APRILE 2010
3

LO SCONTRO

«Pedofilia legata all’omosessualità»


IL PRECEDENTE

Bertone azzarda l’accostamento e le associazioni gay si scatenano: «Paragone ignobile»


NON C’È un giorno di tregua per la che l’identità sessuale deve essere
Chiesa: d’altro canto spesso sono gli separata dal problema degli abusi
stessi vertici ecclesiastici a lanciare sessuali», ha spiegato Margaret
il sasso che scatena la polemica. E’ Smith ai vescovi Usa. «Dai dati che
accaduto di nuovo nei giorni scorsi abbiamo sinora ­ ha aggiunto ­ non
quando il Segretario di Stato Vati­ troviamo una connessione tra
cano, il cardinale Tarcisio Bertone, l’identità omosessuale e l’aumenta­
in visita in Cile, di fronte ai giornali­ ta probabilità di conseguenti abu­
stichelopungolavanosulloscanda­ si».
lo pedofilia, ha rilevato che il pro­ In realtà, secondo la ricerca, fra le Il cardinale Bagnasco
blema vero non è il celibato ma cause che determinano l’abuso sui
l’omosessualità.Insommaillegame minori nel clero, c’è il facile accesso
pericoloso che deve essere indagato
è quello fra l’essere gay e gli episodi
a ragazzi di sesso maschile. «È im­
portante separare l’identità sessua­
Bagnasco
di abuso sui minori. «Numerosi psi­
chiatriepsicologi­hadettoBertone
le e il comportamento ­ hanno spie­
gato i ricercatori ­ qualcuno infatti
lo aveva
­ hanno dimostrato che non esiste
relazione tra celibato e pedofilia,
puòcompiereattichepossonoesse­
re di natura omosessuale, ma non
già detto
ma molti altri, e mi è stato confer­ avere un’identità omosessuale». ERA IL MARZO del 2007 quando in
mato anche recentemente, hanno Ancora critiche al cardinale per le Italia si discuteva dei Dico, sui di­
dimostrato che esiste un legame tra sue affermazioni, sono arrivate dal ritti e doveri delle persone stabil­
omosessualità e pedofilia. Questa la criminologo Vincenzo Mastronar­ mente conviventi. E il giudizio del
verità e lì sta il problema». di, psichiatra e titolare della catte­ cardinale Angelo Bagnasco fu par­
Passavano poche ore, giusto il dra di psicopatologia forense al­ ticolarmente duro e deciso.Di fat­
tempo che le parole del cardinale l’università La Sapienza di Roma. to, liquidò i Dico come una legge
entrassero nel circuito mediatico, e «Esistono ­ ha detto Mastronardi ­ apripista per arrivare al riconosci­
piovevano critiche e risposte da sia pedofili omosessuali che etero: mento di pedofilia e incesto. Le re­
parte delle associazioni omoses­ l’unicodatocertoèquellodemogra­ azioni non mancarono: «Parole of­
suali. Indignato l’Arcigay, secondo fico, e nulla ci dice che la popolazio­ fensive», fu la risposta più pacata.
cui «l’equazione omosessualità­pe­ neomosessualeabbiaalsuointerno E proprio in quel periodo compar­
dofilia, è falsa, ignobile e anti­scien­ più o meno pedofili di quella etero. vero le prime scritte di minaccia
tifica, un’affermazione disonesta Gli unici dati che abbiamo sulla pe­ sui muri di Genova e di altre città
che colpisce la dofilia sono quelli giudiziari, che di contro il presidente della Cei. La
vita e la dignità per sé sono assolutamente inatten­ stessa Cei si affrettò a smentire, a
dimilionidiper­ dibili. Trarre conclusioni su questo precisare che le parole del cardina­
IMMEDIATA sone gay e lesbi­ tema è un’imprudenza scientifica». le erano state «mal riportate». Ma
LA REPLICA che,conferman­ Il segretario di Stato vaticano cardinale Tarcisio Bertone ritratto insieme a Benedetto XVI F. PE. la bufera era ormai scatenata.
L’Arcigay: do il cinismo, la
«Equazione mancanza di
falsa, cinica scrupoli e la cru­
e anti deltà di quelle IL VIAGGIO
scientifica» stesse gerarchie IL DOCUMENTO PRESENTATO L’ALTRO IERI
vaticane che Malta, il Papa
hanno coperto
per anni i crimini sessuali perpetra­
LA CEI RIVELA: «LE LINEE GUIDA? atteso
ti in tutto il mondo da esponenti
dellachiesacontrolavitadimigliaia
di bambini e bambine innocenti».
SOLO UN TESTO A USO DELLA STAMPA» dalle vittime
D’altro canto a partire dall’esplo­ riassunto abbreviato in inglese di rivata, però, quando la notizia ave­ cambiate negli ultimi dieci anni ­ CITTÀ DEL VATICANO. Il viag­
sione dello scandalo pedofilia in IL RETROSCENA alcune delle procedure da tempo va già fatto il giro del mondo. E dal­ rimane quello relativo all’avoca­ gio del papa a Malta sarà «breve e
America un decennio fa, il Vaticano messe nero su bianco dalla Con­ la Cei confermano questa versio­ zione al Vaticano dei procedimen­ con un tempo limitato», non si
ha stabilito un nesso sempre più gregazione per la dottrina della fe­ ne:«Sitrattadiuntestoadusoebe­ ti diocesani contro i preti accusati può quindi sapere se avrà modo di
stretto fra preti omosessuali e abusi de. E proprio ieri la conferma più neficio dei media, non c’è nessun diabuso.Unasceltagiudicataposi­ incontrare le vittime della pedofi­
sui minori. Tanto che nel 2005 è ar­ FRANCESCO PELOSO autorevole che si è trattato di un documento ad hoc. Si tratta di una tivamente dalle chiese locali che lia, ma non si può neanche esclu­
rivato un documento della Congre­ equivoco è arrivata dal direttore traduzione in termini comprensi­ hanno bisogno, essendo a volte dere al momento, visto che anche
gazione per la dottrina della fede CONTRORDINE, non ci sono li­ della Sala stampa vaticana, padre bili di indicazioni già date. E’ stata troppo coinvolte nelle vicende negli Stati Uniti e in Australia gli
chedifattovietaval’ingressodeigay nee guida del Vaticano sulla que­ Federico Lombardi, nel corso di un’opera divulgativa». personali dei protagonisti, di un incontri non figuravano nel pro­
nei seminari. stione pedofilia. Quelle apparse un incontro con la stampa in Vati­ Il riferimento, osservano ancora giudizio terzo imparziale e risolu­ gramma originario. Lo ha detto il
Una linea confermata dal cardi­ sul sito web della Santa Sede nella cano. «Non si tratta di linee guida dalla Conferenza episcopale, resta tivo. portavoce del Vaticano Padre
nale Bertone in una lettera inviata giornata dell’altro ieri, non rap­ ad hoc preparate dal Vaticano in il documento del 2001, il cosiddet­ Padre Lombardi ha spiegato in­ Lombardi, illustrando il program­
ai vescovi di tutto il mondo nel presentano un documento specifi­ materiadipedofilia­hadetto­non to “De delictis gravioribus” cioè fine che la Santa Sede prenderà al­ ma del papa a Malta, sabato e do­
2008. Il tema in realtà è controver­ co dedicato al caso, sono una sem­ ci sono cose nuove; si dice sempli­ “dei delitti più gravi”, che com­ tre iniziative, anche se i tempi non menica prossimi. Il Papa «ha detto
so anche all’interno della Chiesa plice sintesi di vecchi materiali cemente qual è la prassi rispetto a prendeva la pedofilia. Questo testo è possibile anticiparli: «Ci saranno che è disponibile» a incontrare gli
cattolica,nonostantelecertezzedel messi on­line come una sorta di quanto stabilito dalla Congrega­ facevaseguitoaunmotupropriodi novità in almeno tre direzioni sul abusati, «lo ha fatto e lo farà », ma
magistero. Lo scorso novembre, in­ schedaperlastampa.Insommasiè zione per la dottrina della fede. Giovanni Paolo II dedicato alla problema degli abusi sessuali nella in un clima «di raccoglimento e ri­
fatti,lacorrelazionetraomosessua­ trattato di un mezzo bluff. Giorna­ Non è un regolamento interno». questione. Sembra poi che Ratzin­ Chiesa: intanto le visite apostoli­ flessione, non sotto una pressione
lità e pedofilia è stata messa in di­ li,agenzieesitiInternetcisonope­ «Con la pubblicazione online di ie­ ger, vedendo che il testo non veni­ che(giàannunciatequelleinIrlan­ di carattere mediatico». Le vitti­
scussione dal rapporto preliminare rò cascati, «ecco le nuove norme ri ­ ha aggiunto ­ abbiamo solo vo­ va applicato efficacemente dalle da presso le diocesi e i seminari, me, dal canto lolro, hanno fatto
di una ricerca commissionata dai della Chiesa per combattere la pe­ luto spiegare come si svolgono i diocesi, abbia deciso di costruire ndr), poi nuovi momenti di incon­ sapere di attendere l’incontro con
vescovi degli Stati Uniti al John Jay dofilia», hanno titolato. Niente di processieleprocedure,nonaveva­ una sorta di vademecum nel 2003 troediascoltoconlevittime,quin­ il Papa.
College of Criminal Justice, una tutto questo: il documento che si mo intenzione di fare una rivolu­ per i vescovi che ne facessero ri­ di l’approfondimento delle proce­
delle massime istituzioni di crimi­ trova sull’home page del sito vati­ zione epocale della situazione». chiesta. Il punto centrale delle dure di prevenzione e risposta».
nologia. «Quello che suggeriamo è cano, due paginette in tutto, è un Una bella frenata, insomma, ar­ norme ­ che dunque non sono mai © RIPRODUZIONE RISERVATA
L’INIZIATIVA

BAVIERA
Vescovi Usa,
TERAMO, LA VITTIMA È UNA BAMBINA DI 10 ANNI un decalogo
Il prete indiano confessa le molestie anti- abusi
UN DECALOGO contenente indica­
Nel primo interrogatorio dopo l’arresto ha poi detto di essersi pentito zioni per contrastare gli abusi ses­
suali sui minori è stato messo a pun­
TERAMO. Ilraccontodiunabambi­ va reso simpatico alle famiglie del cerdote. Raccolti altri elementi, è to dalla Conferenza Episcopale Sta­
na, lo sconcerto e l’indignazione dei posto, tanto da frequentare abitual­ stato poi ordinato l’arresto. tunitense e pubblicato ieri dall’Os­
genitori, la denuncia, l’arresto di un mente le loro abitazioni. E una di Nel frattempo, però, il prete, era servatore Romano. L’iniziativa ­
prete, lo sgomento di un vescovo. È queste è stata teatro delle molestie tornato nel suo Paese, ufficialmen­ coordinata da Teresa Kettelkamp,
l’ennesima squallida storia di pedo­ su una bimba di 10 anni, presente la te per stare vicino alla madre mala­ psicologa dell’infanzia ­ vuole ri­
filia. Il sacerdote, arrestato lunedì sorellina più piccola. Proprio l’at­ ta. Lunedì è rientrato in Italia, con­ chiamare l’attenzione dei fedeli sul­
in provincia di Teramo, ieri nel cor­ teggiamento di quest’ultima inso­ sapevole delle indagini in corso, ma le iniziative che ad aprile, mese de­
so dell’interrogatorio di garanzia, spettì i genitori che parlarono, poi, non del provvedimento di custodia dicato alla lotta agli abusi, la Chiesa
davanti al Gip Marina Tommolini, con la figlia più grande. In seguito la cautelare emesso a suo carico. statunitense intraprende per pro­
ha ammesso di aver compiuto atti bambina fu ascoltata dal sostituto IeriilvescovodiTeramo,Michele teggere i giovani. Il decalogo si
osceni, rivelando di essersi pentito procuratore Bruno Auriemma, alla Seccia­cheadicembreavevasospe­ apre con le norme necessarie per
subito dopo. presenza di uno psicologo. L’episo­ so il religioso ­ esprime «sgomento soccorrere le vittime degli abusi e
Si era conquistato la fiducia dei
parrocchiani il prete di origini in­
diorisaleall’annoscorso,durantele
festività natalizie.
per la vicenda» e dichiara «piena fi­
ducia nella giustizia», manifestan­ FRASI OSCENE CON UNO SPRAY per evitare che i bambini subiscano
ulteriori danni a causa del clamore
diane arrivato tre anni fa nel Tera­
mano. Dipende dal vescovo di Tera­
I genitori della piccola si sono su­
bito rivolti ai carabinieri e alle inda­
do «sentimenti di viva partecipa­
zione al disagio e dolore della fami­
SULLA CASA NATALE DEL PONTEFICE suscitato dalle vicende, specie se
l’autore degli abusi risulti un religio­
mo per l’attività parrocchiale, ma fa gini ha collaborato la Curia di Tera­ glia». «La Curia vescovile si è messa La facciata della casa natale di Benedetto XVI, nella bavarese Marktl am so. Vengono anche suggerite nor­
capo al superiore del suo ordine re­ mo, che ha immediatamente sospe­ a disposizione dell’autorità giudi­ Inn, è stata sporcata nella notte da scritte oscene, fatte con uno spray blu me comportamentali per quanti so­
ligioso. Il suo essere affabile lo ave­ so dall’esercizio ministeriale il sa­ ziaria per facilitare le indagini». no a diretto contatto con i ragazzi.