Sei sulla pagina 1di 29

CANCRO DEL COLON RETTO

INFORMAZIONI GENERALI
Lintestino crasso
Lintestino crasso (il colon e il retto)
Lintestino fa parte del nostro sistema digestivo e si divide in due parti, il tenue e il crasso.
Lintestino crasso formato dal colon e dal retto.

Large bowel (large intestine or colon) = Intestino crasso (o colon); Oesophagus (Gullet)= Esofago; Stomach = Stomaco;
Small bowel (small intestine) = Intestino tenue; Rectum = Retto; Anus = Ano.

Una volta che il cibo stato ingerito, passa attraverso lesofago in direzione stomaco dove inizia la
digestione. In seguito passa lungo lintestino tenue dove le sostanze nutritive essenziali vengono
trattenute nel corpo. Il cibo digerito entra quindi nellintestino crasso mentre lacqua viene assorbita
dal colon.
Colon e retto
La parte di scarto (feci) viene trattenuta nel retto fino al momento in cui verr espulsa
dallorganismo attraverso la defecazione.
Vicino allintestino ci sono i linfonodi, conosciuti anche come ghiandole linfatiche, della
dimensione di un fagiolo. Queste ghiandole fanno parte del sistema linfatico.
Quasi tutti i cancri intestinali si sviluppano nellintestino crasso; la maggior parte nel colon e altri
nel retto.
CAUSE E DIAGNOSI
Cause
Le cause del cancro al colon retto
2

Nella maggior parte dei casi la causa del cancro al colon retto rimane tuttora sconosciuta malgrado
lintensa attivit di ricerca per riuscire ad individuarne le cause. Esattamente come per altri tipi di
cancro, il cancro del colon retto pi comune fra persone anziane. Infatti, alquanto inusuale
riscontrare questo tipo di cancro in individui che hanno meno di 50 anni.
Dieta
La ricerca suggerisce che il cancro al colon retto pu essere legato ad una dieta ricca di grassi
animali e proteine e povera di fibre (frutta e verdura). Le persone che bevono alcool in misura
sproporzionata sono maggiormente a rischio di contrarre un cancro al colon retto.
Ereditariet di geni difettosi
Una persona che ha uno o pi casi di tumore al colon retto in famiglia potrebbe essere
maggiormente a rischio di sviluppare la malattia. Solitamente il rischio maggiore se il tumore
stato diagnosticato, prima del raggiungimento dei 45 anni, ad un parente stretto (genitore, fratello o
sorella), oppure se ci sono pi casi di cancro al colon retto in pi parenti stretti della stessa famiglia.
Le persone che sono preoccupate di contrarre il cancro del colon retto, perch vi sono dei casi in
famiglia, possono rivolgersi ad uno specialista che valuter il loro rischio effettivo. Se siete ad alto
rischio, sarete sottoposti ad un regolare programma di screening che avviene generalmente con una
colonscopia.
Esistono due rare condizioni genetiche che rendono un individuo a elevato rischio di sviluppare un
cancro al colon retto: la poliposi adenomatosa familiare (FAP), in cui la mucosa che riveste il colon
appare cosparsa di numerosi tumori benigni detti polipi, e il carcinoma colorettale ereditario non
associato a poliposi (HNPCC), in cui tumori intestinali si sviluppano in giovane et, a volte in pi
parti dellintestino.
Per coloro che hanno una lunga storia di colite ulcerosa o di morbo di Crohn, il rischio di sviluppare
un cancro del colon retto aumenta.
Altri fattori
Altri fattori in grado di aumentare il rischio di cancro al colon retto sono: lobesit, la sedentariet
ed il fumo.
Sintomi
I sintomi del cancro del colon retto
I sintomi del cancro del colon retto includono:
- presenza di sangue nelle o sulle feci;
- cambiamento dellattivit intestinale (diarrea o stipsi), senza motivo apparente, per pi di 6
settimane;
- inspiegabile perdita di peso;
3

- dolore alladdome o allano;


- sensazione di svuotamento incompleto dellintestino dopo levacuazione.
A volte il cancro pu causare il blocco o lostruzione dellintestino. I sintomi in questo caso sono
malessere, stipsi, dolore colico e sensazione di pienezza alladdome.
Anche se i sintomi sopraelencati possono essere causati da altre condizioni patologiche diverse dal
cancro del colon retto, importante che lo verifichiate col vostro medico. Siccome i tumori del
colon retto si sviluppano generalmente in persone di et superiore ai 50 anni, se compaiono in
persone pi giovani bisogna cercare le cause in altri disturbi quali la sindrome del colon irritabile o
la colite ulcerosa, che possono essere aggravati dallo stress.
Se accusate sintomi che o non migliorano nel giro di qualche settimana o addirittura peggiorano,
fatevi vedere da uno specialista che vi sottoporr a tutti gli accertamenti necessari per trovare la
causa del problema.
Diagnosi
Come viene diagnosticato il cancro al colon retto
Solitamente si inizia rivolgendosi al proprio medico curante che vi visiter. possibile che vi venga
chiesto di portare un campione delle vostre feci.
Se il vostro medico crede che i sintomi possano essere causati dal cancro, oppure nel caso non sia
certo circa quale sia il problema, vi mander da uno specialista presso un ospedale. In ospedale il
medico che vi prender in cura vorr innanzi tutto conoscere la vostra storia medica, prima di
procedere con lesame rettale digitale. Per procedere a questo esame, il medico, dopo aver indossato
un guanto lubrificato, inserir un dito attraverso lano per tastare la presenza di eventuali masse o
rigonfiamenti. Questo esame pu essere leggermente fastidioso, ma non doloroso.
Gli esami illustrati qui di seguito servono a diagnosticare il tumore intestinale.

Clisma con bario


Si tratta di una particolare radiografia del colon retto, che verr eseguita nel reparto di radiologia
dellospedale.
importante che lintestino sia libero per permettere di ottenere un quadro chiaro. Il giorno prima
dellesame, vi verr chiesto di bere molti liquidi e di prendere un medicinale (lassativo) per svuotare
lintestino.
La mattina dellesame non dovrete n mangiare n bere. Le modalit di preparazione dei pazienti
possono variare da un ospedale allaltro; il medico, o linfermiera, vi consegner un foglio con le
istruzioni a cui dovrete attenervi.
possibile che prima dellesame veniate sottoposti a clistere per essere sicuri che lintestino sia
completamente vuoto. Linfermiera vi far sdraiare su di un fianco per introdurre un tubicino
nellano dal quale scorrer dellacqua che dovrete trattenere per qualche minuto prima di poter
andare al bagno.
4

Con la stessa procedura del clistere si introdurr nellintestino una miscela di bario (che crea
contrasto ai raggi X) e aria, di modo che si possa avere unimmagine chiara. importante che la
miscela venga trattenuta fino al termine di tutte le radiografie. Il medico pu osservare sullo
schermo il modo in cui il bario passa attraverso lintestino, rilevando cos le aree anomale.
Lesame pu risultare fastidioso e stancante, per questo una buona idea chiedere a qualcuno di
accompagnarvi a casa.
Per un paio di giorni dopo lesame potrete notare che le vostre feci sono bianche. Non c nulla di
cui preoccuparsi, si tratta del bario che viene espulso gradualmente dal vostro corpo. Il bario pu
causare stipsi; forse dovrete assumere un leggero lassativo per un paio di giorni dopo lesame.
Proctoscopia/Sigmoidoscopia
Questo test consente al medico, o allinfermiera specializzata, di esaminare la parte interna del retto
o dellintestino crasso. Lesame viene eseguito in ospedale sia che il paziente sia ricoverato o meno.
Verrete fatti sdraiare sul lettino sul fianco sinistro con le gambe flesse mentre vi verr introdotto
delicatamente un tubo sottile attraverso lano. Al tubo verr applicata una piccola pompa manuale
che servir ad insufflare aria allinterno dellintestino. Avvertirete lo stimolo di evacuare, ma questa
fastidiosa sensazione scomparir gradualmente alla fine dell'esame. Il proctoscopio un tubo che
arriva solo fino al retto, mentre il sigmoidoscopio un tubo pi lungo che pu essere spinto fino
allintestino crasso. Con laiuto di un apparato video e illuminante posto allinterno del tubo
loperatore in grado di visualizzare tutte le aree anomale. Se necessario, pu essere prelevato un
piccolo campione di cellule (biopsia) da inviare allesame microscopico. La biopsia indolore.
La protoscopia o la sigmoidoscopia possono essere fastidiose, ma solitamente non sono dolorose.
Colonscopia / Sigmoidoscopia flessibile
Se il medico vuole esaminare lintestino crasso per tutta la sua lunghezza, verrete sottoposti alla
colonscopia. Si tratta di un esame che viene eseguito in ospedale e che richiede circa unora.
Per lesecuzione della colonscopia necessario che lintestino sia completamente libero. Ci
significa che nei giorni che precedono la sua esecuzione dovrete osservare una dieta. La
preparazione simile a quella del clisma con bario. In ospedale vi daranno le istruzioni in merito.
Immediatamente prima di iniziare lesame vi verr somministrato un leggero sedativo per aiutarvi a
rilassarvi. Una volta che sarete pronti e sdraiati sul fianco, il medico, o linfermiera, introdurr
delicatamente un tubo flessibile (colonscopio) attraverso lano. Essendo il tubo composto da fibre
flessibili, il colonscopio in grado di percorrere facilmente le curve, consentendo in tal modo di
percorrere lintera lunghezza dellintestino crasso. Con laiuto di un apparato video e illuminante
posto allinterno del tubo loperatore in grado di visualizzare tutte le aree anomale o gonfie.
Durante lesame possono essere fotografare le strutture interne dellintestino crasso e prelevati
campioni cellulari (biopsie). La colonscopia pu risultare fastidiosa, ma il sedativo vi aiuter a
rilassarvi.

La maggior parte dei pazienti in grado di rientrare a casa un paio dore dopo lesame. Sarebbe
indicato chiedere a qualcuno di venirvi a prendere visto che dopo lassunzione del sedativo non
dovreste guidare.
Ulteriori esami
Ulteriori esami per il cancro del colon retto
Se la biopsia conferma la presenza di un cancro al colon retto, spesso necessario proseguire con
ulteriori accertamenti per stabilirne le dimensioni e la posizione esatta. Inoltre, questi possono
servire anche a verificare se la malattia si diffusa. Questo processo viene chiamato stadiazione e
pu richiedere un certo tempo. I risultati saranno utili a voi ed al suo medico per scegliere il miglior
trattamento per il vostro caso. A volte, questi stessi accertamenti possono essere ripetuti durante e
dopo il trattamento, al fine di monitorare la malattia e gli effetti della terapia.
Per quanto gli accertamenti siano utili alla diagnosi del cancro al colon retto, nessuno di questi in
grado di dare informazioni complete. Ad esempio, in alcuni casi anche i metodi moderni di
scansione non sono in grado di rilevare le aree pi piccole del tumore. A volte, altre patologie
possono dare risultati analoghi, rendendo pi difficile stabilire se si tratta o meno di un cancro. I
medici devono valutare tutti i risultati che hanno ottenuto dai diversi esami e accertamenti che avete
fatto tenendo conto dei vostri sintomi e della vostra storia medica. Per tale motivo sempre meglio
se il medico discute i risultati degli esami direttamente con voi.
I seguenti esami addizionali sono quelli pi usati per il cancro al colon retto.
Analisi del sangue
Probabilmente sarete sottoposti a analisi del sangue per valutare le condizioni generali di salute e
per determinare il livello di una particolare proteina prodotta a volte dalle cellule tumorali
dellintestino. Questa proteina chiamata antigene carcinoembrionario (CEA).
Raggi X
I raggi X vengono spesso usati per controllare le condizioni di cuore e polmoni.
Ecografia addominale
Una ecografia addominale avviene attraverso luso di ultrasuoni che permettono la visualizzazione
degli organi interni, come il fegato e linterno delladdome, con lo scopo di accertarsi che il cancro
non si sia diffuso ad altri organi. Generalmente viene chiesto al paziente di non bere o mangiare
durante le sei ore che precedono lesame. Una volta che sarete sdraiati sulla schiena, vi
cospargeranno laddome con un gel per permettere ad un piccolo apparecchio, che produce onde
sonore, di analizzare la parte interessata. Queste onde verranno poi trasformate in immagini
visualizzabili su computer. Si tratta di un esame che richiede solo pochi minuti.
In alcuni casi possibile che vi venga inserita una sonda nel retto in grado di produrre scansioni ad
ultrasuoni. Questa modalit conosciuta come endoscopia ad ultrasuoni (EUS).
Scansione CT (tomografia computerizzata)
Una scansione CT, irradiando raggi X, in grado di riprodurre unimmagine tridimensionale degli
organi interni del corpo. Pu mostrare la dimensione del tumore nellintestino e la sua eventuale
6

diffusione ad altri organi. Si tratta di un esame indolore che pu durare dai 10 ai 30 minuti e che
utilizza una quantit di radiazioni innocue sia per voi che per chi vi circonda. Vi verr chiesto di
non bere e di non mangiare durante le 4 ore che precedono lesame.

Vi verr data, sottoforma di liquido da ingerire o via iniezione, un colorante che permette di
visualizzare aree particolari in maniera pi chiara. Questo liquido vi far sentire complessivamente
caldi per alcuni minuti. Se siete allergici allo iodio o soffrite di asma, potreste avere una reazione
pi seria alliniezione pertanto necessario che informiate anticipatamente il vostro medico.
Immediatamente prima della scansione, un liquido simile vi verr inserito nellano attraverso un
piccolo tubicino. Anche se risulter spiacevole, tutto ci permetter di ottenere una qualit
dimmagine superiore. Una volta che sarete pronti e posizionati, si potr procedere con lesame.
Con ogni probabilit sarete in grado di far ritorno a casa subito dopo la scansione.

Scansione MRI (risonanza magnetica)


Questo esame simile a quello del CT, ma per realizzare le immagini degli organi interni del corpo
si basa sul magnetismo e non usa i raggi X. Pu servire a mostrare lo stadio del cancro e a dare
informazioni utili alla pianificazione di un intervento chirurgico.
Ad alcune persone viene iniettato un colorante nel braccio per migliorare la qualit dimmagine.
Durante lesame vi verr chiesto di sdraiarvi e, una volta nel dispositivo, di restare il pi possibile
fermi per una trentina di minuti. Se non amate gli spazi chiusi potr risultare una situazione
spiacevole da affrontare; parlatene col radiologo. Lescuzione della risonanza magnetica molto
rumorosa, per questo vi verranno dati dei tappi per le orecchie o delle cuffie. Inoltre, siccome la
stanza della MRI un potente magnete, prima di entrarvi dovrete liberarvi da ogni tipo di metallo.
Pertanto proprio a causa di questo potente campo magnetico, persone che hanno un pacemaker o
certi tipi di clip chirurgiche, non possono sottoporsi ad una risonanza magnetica.
Potreste dover aspettare un po prima di ottenere i risultati dellesame. Parlare coi famigliari, amici
o professionisti potrebbe ridurre lo stato dansia dovuto allattesa.

Stadiazione
La stadiazione del cancro al colon retto
Lo stadio descrive le dimensioni di un tumore e indica leventuale diffusione ad altri organi.
Conoscere lestensione del cancro pu essere utile ai medici per stabilire il trattamento pi indicato
per il caso. A volte lo stadio esatto di un cancro al colon retto si pu conoscere solo dopo averlo
asportato chirurgicamente.
Generalmente il cancro al colon retto si divide in quattro stadi:
1. piccolo e localizzato (stadio A)
2. + 3. diffuso alle strutture adiacenti (stadio B o C)
4. diffuso ad altri organi a distanza (stadio D).
Se il cancro si diffuso in parti del corpo distanti luna dallaltra, esso viene chiamato cancro
secondario o metastatico.
Spesso, per descrivere il cancro al colon retto, i medici usano un sistema di stadiazione messo a
punto dal patologo Dukes.
Il sistema di stadiazione di Dukes
Dukes A il tumore circoscritto allinterno della parete intestinale;
Dukes B il tumore ha invaso il muscolo della parete intestinale, ma i linfonodi non sono affetti;
Dukes C il tumore ha invaso uno o pi linfonodi vicino allintestino. I linfonodi sono anche il
primo posto in cui il cancro tende a diffondersi;
Dukes D il tumore si diffuso ad altri organi (carcinoma secondario).
Il sistema di stadiazione TNM
Il sistema di stadiazione di Dukes stato gradualmente sostituito dal sistema di stadiazione TNM.
T descrive la dimensione del tumore e se si diffuso in profondit nella parete intestinale;
N indica se il cancro si diffuso ai linfonodi;
M descrive se il cancro si diffuso ad altre parti del corpo come al fegato o ai polmoni (cancro
secondario).
Nonostante il sistema sia molto complesso, esso in grado di dare informazioni molto pi precise
sullo stadio del tumore rispetto al sistema di Dukes.
Se il cancro ricompare dopo il trattamento iniziale detto recidiva.
TRATTAMENTO
Trattamenti per il cancro al colon retto
Il trattamento dipende dallo stadio del tumore e dalla sua localizzazione nellintestino. importante
che discutiate il trattamento col vostro medico e che capiate il perch un determinato trattamento
pi adatto di altri al vostro caso. Cancri che affliggono il colon e quelli che affliggono il retto sono
generalmente trattati differentemente.

Cancro del colon retto allo stadio iniziale


Per coloro che hanno un cancro al colon retto allo stadio iniziale, la chirurgia pu essere un
trattamento importante. Infatti, in alcuni casi il cancro pu essere completamente rimosso senza pi
ricomparire. Gli individui allo stadio A di Dukes, generalmente non necessitano di altri trattamenti
dopo la chirurgia.
Per coloro che si trovano allo stadio B di Dukes, lintervento potrebbe non essere risolutivo ed il
cancro potrebbe ripresentarsi in futuro. Pertanto molto spesso questi pazienti vengono sottoposti a
chemioterapia dopo lintervento chirurgico allo scopo di evitare che il cancro si ripresenti.
Per persone che si trovano allo stadio C di Dukes il discorso rimane il medesimo di quello per lo
stadio B.
Cancro rettale
Coloro che affetti da cancro rettale potrebbero venir sottoposti a radioterapia prima e dopo
lintervento chirurgico. Radioterapia e chemioterapia potrebbero essere condotte parallelamente allo
scopo di ridurre il cancro per poterlo asportare. Questa modalit conosciuta come
chemioradioterapia.
Cancro del colon retto allo stadio avanzato
Cancro del colon retto allo stadio avanzato indica che il cancro si diffuso. Esso pu diffondersi
nellarea circostante lintestino, come nel caso delladdome (diffusione locale). Se il cancro si
diffuso ad altre parti del corpo, ad esempio al fegato o ai polmoni, prende il nome di cancro
secondario o metastatico.
Generalmente non possibile curare un cancro al colon retto in fase avanzata, ma il trattamento
potrebbe essere in grado di bloccarlo per un certo lasso di tempo. Il trattamento potrebbe anche
essere usato allo scopo di ridurre i sintomi e permettere una qualit di vita migliore. Per alcune
persone in questa situazione, il trattamento potrebbe non aver alcun effetto sul cancro ma presentare
gli effetti collaterali invece che i benefici.
Il trattamento pi adatto a lei dipende:
- dal tipo di cancro: colon o retto;
- da dove si diffuso il cancro;
- dal trattamento al quale siete gi stati sottoposti.
La chemioterapia il trattamento pi usato nel caso di cancro allintestino in fase avanzata; pu
essere somministrato per via venerea tramite iniezione, via flebo, via pastiglie o capsule.
La chirurgia pu essere usata per asportare alcune cellule tumorali, rimuovere un tumore che
blocca lintestino o a volte per rimuovere tumori secondari localizzati al fegato o ai polmoni.
La radioterapia pu essere usata per ridurre un cancro che causa dolore; usata pi spesso nel caso
di cancro rettale e definita radioterapia palliativa.

Come si pianifica il trattamento?


Nella maggior parte degli ospedali un team di specialisti vi illustrer il trattamento pi adatto al
vostro caso. Questo team multidisciplinare include: un chirurgo specializzato in cancro al colon
retto, un oncologo medico (specializzato in chemioterapia), un oncologo clinico (specializzato in
radioterapia) e pu includere altri professionisti della salute quali:
- infermiere specializzate;
- dietisti;
- fisioterapisti;
- terapisti occupazionali;
- radiologi;
- psicologi o consulenti.
Insieme i medici sono in grado di indirizzarvi verso la miglior terapia da seguire tenendo conto di
un certo numero di fattori quali la vostra et, il vostro stato di salute generale, il tipo e la
dimensione del tumore, e se ha iniziato a diffondersi.
Se avete delle domande sul vostro trattamento non vi preoccupate di porle al vostro medico o
allinfermiera. Spesso pu essere utile segnarsi le domande da porre e farsi accompagnare da un
parente o da un amico, oppure registrare la conversazione, segnarvi le domande e cercare di dargli
risposta.
Secondo parere
Nonostante il trattamento ritenuto pi idoneo al vostro caso venga deciso da un team di specialisti,
potreste comunque essere interessati al parere di un altro oncologo. Se lo ritenete necessario, molti
medici saranno felici di indirizzarvi ad un altro specialista per un secondo parere. Richiedere un
secondo parere potrebbe significare ritardare linizio del trattamento, pertanto sia voi che il vostro
medico dovrete essere certi di ottenerne informazioni utili.
Se richiedete un secondo parere, munitevi di una lista di domande di modo da essere certi di
ottenere una risposta a tutte le vostre preoccupazioni.
Consenso
Dare il consenso
Prima di sottoporvi ad un qualsiasi trattamento, il medico vi informer sul percorso da seguire e vi
chieder di sottoscrivere un modulo che certifichi la vostra adesione al trattamento stabilito. Si tratta
di un consenso che permette al personale ospedaliero di procedere con la somministrazione del
trattamento. Non sarete sottoposti ad alcun trattamento medico se non firmerete il modulo di
consenso e, prima che vi sia richiesto di firmare, accertatevi di ricevere le seguenti informazioni:
- tipo e durata del trattamento;
- vantaggi e svantaggi del trattamento;
- trattamenti alternativi disponibili;
- possibili rischi ed effetti collaterali causati dal trattamento.
Se non avete compreso quanto vi stato detto, fatelo notare al personale di cure di modo che vi
rispieghino il tutto. Alcuni trattamenti sono complessi pertanto non inusuale che i pazienti
necessitino di risentire pi volte le spiegazioni.
10

Prendetevi il tempo necessario per decidere se aderire al trattamento o meno. Inoltre, nel caso
decidiate di non sottoporvi al trattamento consigliatovi, il personale curante vi informer sui rischi
ai quali andrete in contro se non aderirete.
Vantaggi e svantaggi del trattamento
Molte persone si spaventano nel sentir parlare di trattamento contro il cancro a causa dei rinomati
effetti collaterali. Alcuni, infatti, domandano agli specialisti informazioni su cosa potrebbe capitar
loro se dovessero decidere di non aderire al trattamento consigliatogli.
Nonostante il trattamento causi degli effetti collaterali, esistono medicinali in grado di controllarli.
Il trattamento pu essere consigliato per diverse ragioni ed i potenziali benefici variano da caso a
caso.
Decisioni del trattamento
Se avete un cancro allo stadio iniziale e vi viene proposto un trattamento per curarlo molto
probabile che la decisione, se aderire alla terapia o meno, risulti pi semplice. Se, al contrario, non
vi possibilit di curare il tumore ma solo di tenerlo sotto controllo per un determinato periodo,
potrebbe essere pi difficile decidere cosa fare. Prendere decisioni in queste circostanze sempre
difficile e poterne discutere a fondo col medico potrebbe servire ad orientarvi. Se decidete di non
sottoporvi al trattamento, potete comunque avvalervi delle cure palliative, indicate per controllare i
sintomi della malattia.
Chirurgia
Chirurgia
La chirurgia il trattamento pi comune per il cancro del colon retto.
Operazione
Il medico discuter con voi il trattamento chirurgico pi appropriato al vostro caso a seconda dello
stadio del tumore e la sua posizione nellintestino.
Durante loperazione, la parte dintestino che contiene il cancro viene asportata e le due parti sane,
ricongiunte. Il ricongiungimento delle due parti sane viene chiamato anastomosi. Solitamente
vengono rimossi anche i linfonodi vicini allintestino in quanto rappresentano la prima
localizzazione nella diffusione del cancro.
Colostomia
Se per un qualsiasi motivo le due estremit sane dellintestino non potessero venir ricongiunte,
lintestino pu essere abboccato alla cute della parete addominale. Lapertura cos creata attraverso
la quale verranno evacuate le feci prende il nome di stoma e la raccolta di queste avverr grazie ad
un sacchetto l applicato. A volte la colostomia temporanea. Infatti, in alcuni casi possibile
riunire le due parti di intestino sane grazie ad un secondo intervento a qualche mese di distanza dal
primo.

11

Loperazione per ricongiungere lintestino conosciuta col nome di stoma riverso. Tuttavia, sono
pochi i casi di cancro al colon retto che richiedono la colostomia.
Ileostomia
Alcune persone necessitano di unoperazione chiamata ileostomia, in cui lestremit o unansa
dellintestino tenue (ileo) abboccato al lato destro della parete addominale. Anche in questo caso
le feci saranno raccolte in un sacchetto attaccato allo stoma.
Solitamente, per i pazienti affetti da cancro al colon retto, si tratta di una situazione temporanea. Un
secondo intervento permetter di ricongiungere lintestino e rimuovere lo stoma.
Prima delloperazione
Probabilmente verrete ricoverati in ospedale il giorno prima dellintervento di modo che il medico o
le infermiere possano farvi ulteriori esami. Per assicurasi che il vostro intestino sia completamente
libero, il giorno precedente loperazione dovrete seguire una dieta rigorosa e assumere un lassativo.
Il vostro medico, o linfermiera, vi informer a riguardo.
Chirurgia del cancro al colon
Lintervento chirurgico dipende dalla posizione esatta del cancro allinterno dellintestino.
Lintervento per la rimozione dellintero colon chiamato colectomia totale; la rimozione di una
parte, indipendentemente se sinistra o destra, viene detta colectomia parziale.
Alcune persone vengono sottoposte a colectomia del sigma (rimozione del sigma) o a colectomia
traversa (rimozione del colon trasverso).
Generalmente dopo un intervento di rimozione del colon, rimane una ferita che va dallo sterno al
pube.
Raramente vi sono casi in cui lintervento per la rimozione del cancro al colon viene eseguito
attraverso una serie (4-5) di piccoli tagli in cui viene fatto passare un tubo flessibile e sottile munito
di luce e videocamera. Generalmente il recupero dopo questo intervento pi veloce. In ogni caso
si tratta di un intervento abbastanza nuovo, i cui rischi e benefici non sono ancora completamente
definiti.
Chirurgia del cancro al retto
Per coloro che hanno un cancro al retto pi probabile che si dimostri indispensabile una
colectomia permanente rispetto a coloro che hanno un cancro al colon. Ci dovuto al fatto che nel
caso del cancro al retto pi difficile che rimanga una parte sana sufficiente alla ricongiunzione.
Chemio o radioterapia possono servire, prima dellintervento, da un lato per ridurre il tumore e
dallaltro per ridurre il rischio di doversi sottoporre ad una colectomia permanente.
I due interventi chirurgici possibili per un cancro al retto sono la resezione anteriore e la resezione
addomino-perineale. La scelta delloperazione dipender dalla posizione esatta del tumore nel retto
e dalla distanza dallano.
La resezione anteriore viene generalmente praticata quando il tumore al retto posizionato vicino al
colon. Dopo lintervento avrete una ferita simile a quella causata dalla colectomia.
12

Una resezione abdomino-perineal viene generalmente praticata quando il tumore si trova nella parte
pi bassa del retto. Questa operazione prevede una colectomia permanente in quanto retto e ano
vengono completamente rimossi. Dopo lintervento vi saranno due ferite, una addominale e una
dove lano stato chirurgicamente chiuso.
La recisione mesorettale totale (TME) un intervento solitamente usato per rimuovere un cancro
rettale. Ci implica una rimozione completa del retto e del tessuto adiposo che lo circonda e che
contiene i linfonodi. Questa operazione dura dalle 3 alle 5 ore. Le ricerche hanno mostrato che
questo intervento (TME) migliore rispetto agli altri nella riduzione del rischio di ricomparsa del
cancro.
Chirurgia del cancro avanzato del colon o del retto
La chirurgia pu essere usata per rimuovere le cellule tumorali quando il cancro allintestino si
diffuso ad altre parti del corpo come al fegato o ai polmoni.
A volte la chemioterapia pu anticipare o seguire lintervento chirurgico.
Dopo lintervento
Dopo lintervento verrete incoraggiati ad alzarvi e a camminare quanto prima possibile. Si tratta di
una fase essenziale della convalescenza e, anche se sarete costretti a stare a letto, fondamentale
che facciate regolarmente movimento con le gambe e che eseguiate esercizi di respirazione
profonda. Sar un fisioterapista o uninfermiera a spiegarvi tutto.
Siccome non sarete in grado di muovermi subito come prima, potreste essere a rischio di formare
dei trombi (coaguli di sangue). Proprio per questo motivo vi verr chiesto di indossare delle calze
speciali e vi verranno dati degli anticoagulanti chiamati eparina.
Subito prima e subito dopo lintervento, vi verranno iniettati direttamente in vena degli antibiotici,
per prevenire eventuali infezioni.
Infusioni e dieta
Verrete sottoposti ad infusioni fino a che non sarete in grado di mangiare e bere.
A volte possibile ricorrere ad un sottile tubo che passando dal naso giunge allo stomaco (catetere
naso-gastrico). Si tratta di un dispositivo che ha lo scopo di aspirare eventuali liquidi nello stomaco
per evitarvi di stare male. Normalmente il catetere naso-gastrico viene rimosso dopo 2 giorni.
Dato che gli anestetici rallentano la motilit intestinale, particolarmente rilevante che non
riprendiate a bere fino a quando lintestino non avr ripreso la sua normale attivit. Dopo circa due
giorni probabile che possiate iniziare a bere piccoli sorsi dacqua che gradualmente aumenteranno,
fino a che sarete in grado di seguire una dieta leggera. Solitamente questo processo si completa
attorno ai 4-5 giorni dopo lintervento.
Drenaggi
Spesso viene inserito nella vescica un tubicino o catetere che serve a raccogliere lurina in un
sacchetto di raccolta; questo vi permette di evitare di dovervi alzare per andare in bagno.
Solitamente il catetere viene rimosso dopo un paio di giorni. Potrebbe anche venirvi applicato un
drenaggio alla ferita per garantire che questa cicatrizzi senza i liquidi in eccesso.
13

Dolore
Dopo lintervento accuserete dolore o fastidio che potranno persistere per qualche giorno. Ci sono
diversi tipi di antidolorifici molto efficaci. In caso di dolori o disturbi avvisate il vostro medico o
linfermiera. Il tipo o la dose di antidolorifico pu venir modificata a seconda delle necessit. Dopo
un intervento chirurgico allintestino stare seduti potrebbe risultare fastidioso per un po di tempo,
questo disagio dovrebbe gradualmente affievolirsi e scomparire man mano che la cicatrice guarisce.
Tornare a casa
Sarete in grado di fare rientro a casa dopo circa 10 giorni dallintervento. Se pensate che, una volta
tornati a casa potreste avere dei problemi (ad esempio se vivete da soli o dovete salire diverse
rampe di scale), informatene linfermiera o lassistente sociale gi al momento del ricovero, di
modo che possano organizzarvi laiuto adeguato prima che veniate dimessi.
La dieta dopo un intervento allintestino
Dopo un intervento allintestino, noterete che alcuni alimenti sconvolgono il normale
funzionamento dellintestino o della colostomia, se ne avete una.
Cibi ricchi di fibre, come frutta e verdura, possono produrre feci liquide. A seconda dellintervento
a cui siete stati sottoposti potreste accusare diarrea. Informate il vostro medico se ci dovesse
accadere, in quanto potr somministrarvi dei farmaci in grado di controllarla. Se avete la diarrea,
importante che assumiate molti liquidi. Si tratta spesso di una reazioni temporanea; dopo un po di
tempo noterete che gli stessi cibi non avranno alcun effetto su di voi. Non ci sono cibi specifici da
evitare, dovrete sperimentarlo da soli. Infatti alcuni cibi che non vanno bene per alcuni potrebbero
non avere effetti su altri.
Potreste anche accorgervi che il vostro intestino produce pi aria del solito, che in alcuni casi pu
accumularsi nelladdome e causare dolori. Bere acqua alla menta o assumere compresse di carbone
vegetale potrebbe aiutarvi a ridurre laria in eccesso. Questi rimedi possono essere prescritti dal
medico o acquistati in farmacia.
Potrebbero volerci dei mesi prima che il vostro intestino riprenda a funzionare normalmente dopo
lintervento e dovrete gestirvi la dieta alimentare scoprendo di volta in volta, anche sbagliando,
quali cibi evitare. Alcune persone trovano che dopo lintervento lintestino lavori ad un ritmo pi
elevato e che di conseguenza debbano stare molto attenti a come mangiano.
Se i problemi dovessero persistere, parlatene con il dietologo dellospedale che sapr darvi consigli
adeguati alla vostra situazione.
Vita sessuale dopo un intervento chirurgico allintestino
Terminato il periodo di convalescenza, non c motivo per cui non possiate riprendere la vostra
normale vita sessuale. Tuttavia, potreste sentirvi a disagio a causa dei cambiamenti subiti dal vostro
corpo, soprattutto dopo una colostomia.
Se avete al vostro fianco una persona che vi sostiene, esternare i vostri sentimenti vi aiuter a
superare lansia. Cercate di non sentirvi imbarazzati a parlare con il vostro medico, o linfermiera,
di ci che vi preoccupa. Entrambi potranno indirizzarvi ad un consulente esperto, se pensate che ci
possa esservi di aiuto.
14

A volte un intervento presso la regione del retto pu danneggiare i nervi che vanno verso gli organi
sessuali. Se ci dovesse avvenire, un uomo potrebbe non essere in grado di raggiungere o
mantenere lerezione e potrebbe avere problemi di orgasmo e eiaculazione. Le donne potrebbero
accusare che le funzioni sessuali siano compromesse. Ci pu migliorare col tempo e in alcuni casi
essere permanente.
La chemioterapia
Chemioterapia per il colon retto
La chemioterapia consiste nella somministrazione di farmaci anticancro (citotossici).
Cancro allintestino allo stadio iniziale
Nel trattamento del carcinoma colorettale la chemioterapia viene solitamente somministrata dopo la
chirurgia. Lo scopo quello di ridurre il rischio che il cancro ritorni: questa chiamata terapia
adiuvante. Occasionalmente la chemioterapia viene somministrata prima dellintervento per trattare
il cancro rettale; in questo caso si parla di terapia neo-adiuvante. La radioterapia pu essere
affiancata alla chemioterapia; in questo caso si parla di chemioradioterapia neo-adiuvante o preoperatoria.
Chemioterapia neo-adiuvante
Questa terapia somministrata soprattutto se il cancro al retto e serve per ridurre la dimensione
del tumore di modo da rendere pi semplice la sua asportazione durante lintervento chirurgico.
Inoltre ci potrebbe permettere di evitare una colostomia permanente.
Chemioterapia adiuvante
Dopo lintervento chirurgico loncologo pu ritenere opportuno sottoporvi a chemioterapia. Questa
modalit di trattamento si definisce adiuvante e ha lo scopo di distruggere eventuali residui di
cellule tumorali e ridurre la possibilit che il tumore si ripresenti.
In tale situazione ci sono diversi benefici e rischi a sottoporsi a chemioterapia e il vostro medico ne
discuter con voi. La chemioterapia pu ridurre le possibilit che il cancro ritorni ma pu anche
causare effetti collaterali spiacevoli. Per decidere se, nel vostro caso, la chemioterapia adiuvante
pu essere unopportunit, loncologo considerer il rischio che alcune cellule tumorali siano
ancora in circolo, la probabilit che la chemioterapia ha di eliminarle e i possibili effetti collaterali
del trattamento.
Pro e contro della chemioterapia in caso di cancro allo stadio iniziale
Se le possibilit che il cancro ritorni bassa, la chemioterapia in grado di ridurre il rischio di
recidiva solo in misura minima. Diversamente, se il rischio di recidiva elevato, la chemioterapia
pu ridurre notevolmente la probabilit che il tumore si ripresenti.
importante discutere a fondo col medico i rischi e i benefici della chemioterapia nel vostro
specifico caso. Questo vi permetter di comparare i pro e i contro (effetti collaterali) e decidere se
sottoporvi, o meno, al trattamento.
15

La chemioterapia adiuvante per il cancro allintestino avviene solitamente somministrando un


preparato che prende il nome di 5-fluorouracile (5FU). Generalmente, insieme al 5FU, viene
somministrata una vitamina, lacido folinico, che ne potenzia lefficacia. Ci sono diversi modalit di
somministrazione di questa terapia e il vostro oncologo vi illustrer quella pi adatta a voi.
Cancro del colon retto allo stadio avanzato
La chemioterapia pu essere somministrata anche se il cancro si diffuso ad altre parti del corpo
(cancro secondario o avanzato). Molti pazienti non hanno pi problemi dopo il trattamento
originario del cancro colorettale, purtroppo in alcuni casi il tumore pu tornare o diffondersi ad altri
parti del corpo. In questo caso si parla di cancro colorettale secondario (o metastatico). A volte il
cancro pu risultare metastatico gi dalla prima diagnosi. Lorgano pi comunemente aggredito dal
cancro, nel suo processo di diffusione, il fegato. I polmoni sono al secondo posto tra gli organi pi
comunemente aggrediti.
Nonostante il cancro al colon retto di tipo metastatico solitamente non sia guaribile, il vostro
medico potr comunque consigliarvi di sottoporvi ad una chemioterapia. Lobiettivo della terapia
sar quello di cercare di ridurre il tumore e diminuire i sintomi. A volte permette di prolungare la
sopravvivenza. La chemioterapia viene spesso anche somministrata prima di rimuovere il tumore da
fegato o polmoni proprio per ridurlo e rendere pi semplice lintervento.
Benefici e Svantaggi
Esistono diversi vantaggi e svantaggi per quel che concerne lutilizzo della chemioterapia in caso di
cancro metastatico pertanto importante che ne parliate col vostro oncologo.
Non possibile prevedere lefficacia della chemioterapia sul singolo individuo ma se la persona
abbastanza in forma pi facile che la terapia sia pi efficace. In questo caso inoltre meno
probabile che vi siano effetti collaterali rispetto ad un paziente che inizia la terapia in condizioni
non ottimali.
Se non volete essere sottoposti alla chemioterpia, potrete ricevere farmaci che servono a tenere sotto
controllo i sintomi causati dal cancro. Ci conosciuto come trattamento di supporto o palliativo.
Il vostro medico prender in considerazione un certo numero di fattori prima di chiedervi di
scegliere il trattamento da seguire. Fra questi vi sono la localizzazione del cancro, il vostro stato di
salute generale e i trattamenti chemioterapici che avete seguito in precedenza.
I farmaci pi comunemente adoperati per la chemioterapia del cancro colon rettale secondario sono:
- 5-fluorouracile, che solitamente viene somministrato in combinazione con lacido folinico.
- irinotecan (Campto)
- oxaliplatino (Eloxatin)
- tegafur con uracile (Uftoral)
- capecitabina (Xeloda).

Sono diversi gli studi clinici in corso per valutare nuovi farmaci per il cancro colorettale avanzato e
per trovare il modo migliore per utilizzare quelli gi in commercio (sopraindicati). Il vostro
oncologo potrebbe chiedervi di partecipare a uno studio clinico per testare nuovi farmaci o nuovi
tipi di trattamento.
16

Se il tumore dovesse riformarsi durante o dopo la chemioterapia, possibile che vi venga


somministrata un altro tipo di chemioterapia (ci viene definita terapia di seconda linea). In alcuni
casi pu capitare che si venga sottoposti anche ad una chemioterapia di terza linea.
Come si somministra la chemioterapia
Alcuni chemioterapici sono disponibili in capsule o pastiglie da assumere con acqua. Le capsule
sono spesso usate da coloro che hanno un cancro colorettale in stadio avanzato.
La maggior parte delle persone con un cancro al colon retto, verr sottoposto a chemioterapia per
endovena. I farmaci possono essere somministrati attraverso un tubicino sottile di plastica inserito
(linea centrale) nel torace oppure in una vena del braccio.

Posizione di una linea centrale

Il tubo inserito nella vena e spinto fino a raggiungere le vicinanze del cuore

17

In alcuni casi la chemioterapia pu essere somministrata tramite una piccola pompa portatile, della
dimensione di un lettore musicale, attaccata a un catetere contrale o un catetere centrale inserito
perifericamente (PICC). In questo modo possibile far circolare una quantit controllata di farmaco
in un dato periodo di tempo. Questa soluzione permette di trascorrere meno tempo in ospedale e di
seguire la cura a casa. Ad alcuni pazienti il cui carcinoma si diffuso al fegato, la chemioterapia
verr somministrata attraverso una vena che finisce direttamente al fegato.
La chemioterapia generalmente effettuata in diverse sedute. Una seduta pu durare da qualche ora
a qualche giorno. Se il trattamento dura qualche ora, esso pu essere ripetuto ogni settimana per
qualche mese. Generalmente questo tipo di terapia non richiede il ricovero (non necessario
trascorrere la notte in ospedale).
Se il vostro trattamento dura qualche giorno, farete una pausa di qualche settimana prima della
seduta successiva. Ci permetter al vostro corpo di riprendersi dagli effetti collaterali della terapia.
La sessione di chemioterapia e il periodo di arresto costituiscono un ciclo di trattamento. In alcuni
casi potrebbe essere necessaria una breve degenza in ospedale per il trattamento. Loncologo ne
discuter con voi.
Il numero di cicli che dovrete seguire dipender dallo stadio del tumore e dal modo in cui
risponderete ai farmaci.
Effetti collaterali
La chemioterapia a volte pu causare effetti collaterali spiacevoli, ma se il tumore provoca dei
sintomi, essa pu anche farvi stare meglio alleviandoli. La maggior parte delle persone accusa
alcuni effetti collaterali che generalmente possono essere controllati dai farmaci. Di seguito sono
descritti alcuni fra effetti collaterali pi comuni e i rimedi per alleviarli.
Riduzione della resistenza alle infezioni
Mentre i farmaci agiscono sulle cellule tumorali del vostro corpo, essi possono
contemporaneamente ridurre il numero di globuli bianchi del sangue, il che rende pi alta la
possibilit di contrarre un infezione. Mentre il livello dei globuli bianchi nel sangue basso,
consigliabile evitare luoghi affollati, in cui pi facile venire a contatto con infezioni, ed evitare
chiunque sia affetto da uninfezione, quali raffreddore o influenza.
importante che contattiate il vostro medico o direttamente lospedale qualora accusaste segni di
infezione o febbre alta (oltre 38 C) o un improvviso stato di malessere (anche con temperatura
normale). Durante il corso della chemioterapia verrete sottoposti a controlli periodici del sangue e,
se necessario, vi verranno somministrati degli antibiotici per trattare le infezioni.
Stanchezza
Potreste facilmente sentirvi molto stanchi e di conseguenza dover svolgere le vostre normali attivit
quotidiane pi lentamente. Limitatevi a fare solamente ci che vi sentite in grado di fare.
Nausea
Alcuni farmaci possono causare nausea e vomito. Il medico potr prescrivervi dei medicinali
(antiemetici) in grado di prevenire e ridurre il senso di nausea e vomito. Informate il vostro
oncologo se i farmaci antiemetici che vi ha prescritto non dovessero essere efficaci, di modo che ve
ne possa prescrivere altri.
18

Diarrea
Alcuni chemioterapici utilizzati per combattere il cancro intestinale possono causare diarrea.
Solitamente questo disturbo si presenta alcuni giorni dopo il trattamento. Se state seguendo una
chemioterapia presso la vostra abitazione attraverso lassunzione di pastiglie o capsule, importante
che, nel caso compaia questo disturbo, informiate il medico o linfermiera. In questo caso,
probabile che venga interrotta la terapia.
Se avete la diarrea, il medico potr darvi dei medicinali in grado di fermare o diminuire questo
disturbo. Inoltre, possibili ottenere una diminuzione del disturbo seguendo una dieta povera di
fibre.
Se avete subito una colostomia o unileostomia, potrebbe essere pi difficile controllare la diarrea
causata dalla chemioterapia. Il vostro oncologo o linfermiera saranno comunque in grado di
aiutarvi dandovi consigli e supporto. Alcune persone si sentono pi a loro agio sapendo di avere un
bagno a portata di mano sia durante che dopo il trattamento. Questa situazione pu essere molto
frustrante ma solitamente essa migliora qualche settimana dopo il trattamento. Qualora la diarrea
dovesse persistere anche tempo dopo la terapia, informate loncologo o linfermiera di modo da
trovare una soluzione al problema.
Infiammazione del cavo orale
Potreste accorgervi di avere uninfiammazione del cavo orale o delle piccole ulcere dovute alla
chemioterapia. importante effettuare regolarmente dei risciacqui della bocca per tenerla pulita.
Linfermiera si occuper di mostrarvi come procedere. Se linfiammazione dovesse rendere
dolorosa la masticazione, rimpiazzate i pasti con degli integratori sotto forma di bibite.
La caduta dei capelli
Domandate al vostro medico se la chemioterapia che vi ha prescritto pu causare la perdita dei
capelli. Ci avviene raramente coi chemioterapici contro il cancro intestinale ma possibile che
questi medicinali rendano i capelli pi sottili. Se i vostri capelli dovessero cadere a causa della
terapia, ricresceranno una volta che questa sar portata a termine o sospesa.
Indolenzimento di mani e piedi
Nel caso in cui il 5FU o il capecitabine siano somministrati per un lungo periodo di tempo o
somministrati continuamente tramite pompa, potreste accusare indolenzimento e rossore del palmo
e della pianta dei piedi. Questo disturbo conosciuto sotto il nome di sindrome palmare-plantare.
Per ridurre questo effetto collaterale pu essere prescritta la vitamina B6 e lutilizzo di una crema
inodore pu spesso alleviare i sintomi.
Intorpidimento o formicolio
Oxaliplatin pu compromettere i nervi e causare neuropatia periferica. Ci pu causare
intorpidimento e formicolio a mani, piedi collo e gola. A volte questi sintomi possono essere
scatenati da qualcosa di freddo come una bibita o il tempo. Questi effetti non dovrebbero
manifestarsi col primo trattamento. Se ci dovesse accadere, la situazione dovrebbe migliorare una
volta terminato il trattamento.
19

Sebbene pu essere duro superare questo momento, questi effetti collaterali spariranno
gradualmente una volta terminato il trattamento. Informate il vostro medico nel caso si presenti uno
di questi effetti di modo che possa prescrivervi un medicinale in grado di aiutarvi.
Contraccezione
Non consigliabile rimanere incinta o diventare padre di un bambino durante lassunzione di una
qualsiasi forma di chemioterapia contro il cancro intestinale in quanto il feto rischierebbe di
svilupparsi male o essere danneggiato. pertanto di fondamentale importanza fare uso di un
contraccettivo efficace durante il trattamento fino ad un anno dopo averlo terminato. Pu discuterne
col suo medico o con linfermiera specializzata.
Durante le prime 48 ore che seguono la chemioterapia consigliabile utilizzare un preservativo nel
caso si vogliano avere rapporti sessuali. Questo per impedire di mettere a contatto il o la partner con
i residui di medicinali presenti nello sperma o nel liquido vaginale.
La radioterapia
Radioterapia per il colon retto
La radioterapia tratta il cancro attraverso lutilizzo di radiazioni ad alta energia per distruggere le
cellule tumorali cercando contemporaneamente di danneggiare il meno possibile le cellule normali.
Solitamente la radioterapia viene usata per trattare il cancro al retto e non quello al colon, eccetto in
casi eccezionali per alleviare i sintomi.
Cancro dellintestino allo stadio iniziale
La radioterapia pu essere prescritta prima di un intervento chirurgico per ridurre il tumore e
rendere pi facile lintervento. Inoltre, in grado di ridurre la possibilit che il cancro si ripresenti
con una recidiva. Generalmente il paziente viene sottoposto ad un ciclo di 5 trattamenti la settimana
prima dellintervento chirurgico. Se il tumore ampio, il ciclo di radioterapia sar pi lungo
arrivando a durare fino a 5 settimane. In questi casi alla radioterapia viene affiancata anche la
chemioterapia (chemioradioterapia).
Se prima dellintervento chirurgico non siete stati sottoposti a radioterapia, possibile che vi
veniate sottoposti dopo. Ci avviene nel caso che:
-

rimuovere il cancro sia risultato difficoltoso


siano rimaste tracce di cellule tumorali
il cancro si sia diffuso attraverso la parete intestinale o nei linfonodi vicini. Questo tipo di
radioterapia pu essere condotta tutti i giorni per 4 o 5 settimane.

Radioterapia per il trattamento del carcinoma secondario


Se il cancro intestinale cresciuto o ritornato dopo il primo trattamento (particolarmente nellarea
pelvica), la radioterapia pu essere utilizzata per ridurre il tumore. Pu anche servire ad alleviare
sintomi come il dolore.

20

Come si somministra la radioterapia


Generalmente la radioterapia viene eseguita in ospedale sottoforma di brevi trattamenti giornalieri
durante tutto larco della settimana, con una pausa nel fine settimana. Il modo in cui viene eseguita
la terapia dipende molto da cosa risulta pi idoneo nel vostro caso in termini di efficacia e di
sopportazione. Il ciclo di radioterapia dovrebbe durare da una a qualche settimana. Il medico
discuter con voi del trattamento indicandovi modalit e durata.
Pianificando il trattamento
Per essere sicuri che il vostro trattamento di radioterapia sia il pi efficace possibile, necessario
pianificarlo attentamente. Durante la prima visita al centro di radioterapia, vi sar chiesto di
sdraiarvi in un macchinario chiamato simulatore, che irradier raggi x e scannerizzer larea che
dovr essere trattata. A volte, allo stesso scopo, pu essere utilizzata una scansione CT. Il
trattamento pianificato da un oncologo clinico specializzato. Si tratta di una fase importante che
potrebbe richiedere pi visite.
Il radiologo demarcher direttamente sulla vostra pelle le zone da irradiare. Queste demarcazioni
dovranno rimanere visibili per tutta la durata del trattamento. Allinizio della terapia, vi verr detto
come occuparvi delle zone sottoposte a radiazione.
Trattamento
Prima di ogni sessione di radioterapia, il radioterapista vi far accomodare, seduti o sdraiati,
assicurandovi che siate comodi. Durante il trattamento, della durata di alcuni minuti, verrete lasciati
soli nella stanza. Potrete comunque parlare con il terapista che vi osserver dalla stanza accanto. La
radioterapia non dolorosa ma richiede pazienza in quanto dovrete stare fermi per una manciata di
minuti, ovvero la sua durata.
Effetti collaterali
La radioterapia condotta nella regione intestinale pu causare effetti collaterali quali diarrea,
nausea, vomito e stanchezza. Pu anche causare effetti collaterali pi specifici quali infiammazione
dellintestino o della vescica. Questi effetti possono essere leggeri o forti a dipendenza dellintensit
e della durata della radioterapia. Nonostante gli effetti collaterali perdurino per una settimana circa
una volta che il trattamento giunto a termine, essi migliorano gradualmente. Il vostro oncologo
clinico vi dir cosa aspettarvi mentre, se gli effetti collaterali dovessero crearvi dei problemi, il
terapista vi consiglier cosa fare.
Nausea
Alcune persone potrebbero accusare una sensazione di nausea che potr essere controllata da
farmaci chiamati anti-emetici. Se non avete appetito, rimpiazzate i pasti con degli integratori
ottenibili in farmacia, anche su prescrizione medica.
Diarrea
La radioterapia pu irritare lintestino e causare diarrea.
Stanchezza
21

Siccome la radioterapia rende stanchi, cercate di riposarvi molto specialmente se dovete fare un
tragitto lungo per recarvi alle sedute quotidiane.
Reazioni cutanee
La pelle delle aree irradiate soggetta a rossori e infiammazioni. Molte persone ritengono che non
sia nulla, mentre per altre la pelle pu diventare cos infiammata da causare dolore. Le infermiere ed
il terapista vi daranno indicazioni su come prendervi cura della pelle dopo la terapia. Se la vostra
pelle dovesse infiammarsi molto, potranno esservi prescritte delle creme calmanti.
Infiammazione della vescica
La radioterapia condotta sullintestino, pu causare linfiammazione della vescica. Ci potrebbe
manifestarsi attraverso la sensazione di dover urinare in continuazione e un bruciore nella minzione.
Ingerire molti liquidi pu aiutare a rendere lurina meno concentrata. Inoltre, il vostro medico pu
prescrivervi un farmaco capace di alleviare i bruciori durante la minzione.
Generalmente questi effetti collaterali persistono per alcune settimane scomparendo gradualmente.
Nel caso non dovessero scomparire, importante che informiate il vostro medico.
Possibili effetti collaterali a lungo termine
In alcuni casi lintestino o la vescica possono essere permanentemente compromessi dalla
radioterapia. In questi casi, la perenne sensazione di dover urinare e la diarrea potrebbero persistere.
I vasi sanguigni nellintestino e nella vescica possono diventare pi fragili dopo la radioterapia, ci
spiega la presenza di sangue nelle urine. Ad ogni modo se ci dovesse accadere importante che
informiate il medico, il quale vi sottoporr ai dovuti controlli.
Infertilit ed impotenza
La radioterapia condotta nellarea pelvica pu causare infertilit sia negli uomini che nelle donne.
Gli uomini potrebbero accorgersi di diventare impotenti a causa degli effetti della radioterapia sui
nervi della zona pelvica. Le donne potrebbero accorgersi di provare sensazioni diverse durante il
rapporto sessuale. Questi effetti possono essere molto angoscianti se si presentano. importante
parlarne col medico o con linfermiera specializzata di modo che vi possano aiutare nellaffrontarli.
Anticorpi monoclonali
Trattare il cancro allintestino con gli anticorpi monoclinali
Gli anticorpi monoclonali sono medicinali che riconoscono e si legano a specifiche proteine
(recettori) presenti in particolari cellule tumorali.
Alcune cellule tumorali esprimono dei recettori di fattori di crescita epidermici (EGFRs). Quando le
proteine nel corpo chiamate fattori si crescita si attaccano ai recettori, la cellula tumorale stimolata
a crescere e a dividersi. Lanticorpo monoclonale cetuximab (Erbitux) si lega allEGFR rendendo
impossibile il legame con i fattori di crescita. Ci permette di prevenire che le cellule tumorali
crescano e si dividano. Prima di ricevere il cetuximab, i medici si assicurano che le cellule tumorali
abbiano sufficienti recettori EGF.
Spesso il cetuximab, iniettato in vena, viene usato in combinazione con il chemioterapico irinotecan
per trattare il cancro intestinale avanzato o metastatico che non stato controllato dallutilizzo del
solo irinotecan.
22

Un altro anticorpo monoclonale chiamato bevacizumab (avastim), che funziona in una maniera
lievemente diversa dal cetuximab, pu essere usato per trattare il cancro avanzato di colon e retto.
Alcune persone possono avere delle reazioni allergiche agli anticorpi monoclonali. Tra le reazioni,
uninfluenza, una goccia nella pressione sanguigna o sensazioni di malessere. Altri possibili effetti
collaterali possono includere rush cutanei e stanchezza. Con alcuni anticorpi monoclonali, la prima
dose data lentamente nel corso di un certo numero di ore. possibile che vi vengano dati altri
medicinali per ridurre la possibilit di reazioni.
DOPO IL TRATTAMENTO
Follow up
Post trattamento per il cancro allintestino follow up
Una volta che il trattamento concluso, verrete sottoposti a visite di controllo periodiche, analisi del
sangue e possibili scansioni (CT, MRI o ultrasuoni), raggi x e a volte colonoscopie. Questi controlli
potrebbero andare avanti per anni riducendosi man mano di numero e di frequenza. Se avete
qualche problema o avvertite qualche nuovo sintomo tra un appuntamento e laltro, avvertite il
vostro medico al pi presto.
Molte persone diventano ansiose nel periodo che precede il controllo. Si tratta di una reazione
naturale che pu essere sostenuta meglio attraverso il supporto della famiglia, degli amici o da parte
di unorganizzazione specializzata.
Se riscontrate dei problemi o dei nuovi sintomi tra una visita e laltra, informate il vostro medico al
pi presto.
Studi clinici
Ricerca Studi clinici per il cancro allintestino
Gli studi di ricerca sul cancro sono condotti nel tentativo di individuare dei trattamenti migliori. Gli
studi condotti sui pazienti sono conosciuti sotto il nome di studi clinici.
Gli studi di ricerca possono essere condotti per:
- testare nuovi trattamenti, come nuovi chemioterapici o vaccini contro il cancro
- provare nuove combinazioni di trattamenti gi esistenti
- paragonare lefficacia dei medicinali che controllano i sintomi
- scoprire il modo in cui agiscono i trattamenti contro il cancro
- vedere quale trattamento il migliore per quel che concerne la relazione costi-benefici
Gli studi clinici sono lunico modo affidabile per scoprire se unoperazione, un tipo di
chemioterapia, radioterapia o altri trattamenti sono migliori rispetto a quelli gi disponibili.
Prendere parte ad uno studio clinico
Potrebbero chiedervi di prendere parte ad uno studio clinico che porterebbe con s molti benefici.
Questi studi migliorano la conoscenza sul cancro e lo sviluppo di nuovi trattamenti. Verrete
23

monitorati attentamente durante e dopo lo studio. Generalmente sono diversi gli ospedali che
conducono questi studi.
I medicamenti chemioterapici gi menzionati, potrebbero venire utilizzati negli studi clinici per
cercare di capire le diverse possibilit di impiego. Si tratta di trattamenti al primo stadio di ricerca
impiegati su piccoli gruppi di pazienti di determinati ospedali. Potete discutere col vostro medico se
uno di questi pu risultare adatto al vostro caso.
Trattamenti targhettizzati con anticorpi monoclonali. A volte sostanze radioattive o chimiche in
grado di aggredire le cellule tumorali, possono attaccarsi agli anticorpi monoclonali. Lanticorpo
monoclonale poi, porta le sostanze radioattive o chimiche alla cellula tumorale.
Vaccini. Molte cellule tumorali dellintestino hanno una particolare proteina chiamata antigene
carcinoembrionale (CEA). I ricercatori stanno cercando un modo per usare queste proteine per
sviluppare un vaccino in grado di prevenire la ricomparsa delle cellule tumorali. Un vaccino per il
cancro allintestino in stadio avanzato gi stato utilizzato in studi clinici precedenti.
importante tenere a mente che alcuni trattamenti che sembrano promettenti allinizio spesso col
tempo si dimostrano meno efficaci di trattamenti gi esistenti o causano pi svantaggi, in termine di
effetti collaterali, che vantaggi.
Campioni di sangue e tumore
Molti campioni di sangue, di midollo osseo o biopsie di tumori vengono fatti per capire cosa c che
non va. La maggior parte di questi esami necessaria per giungere ad una buona diagnosi.
Potrebbero chiedervi di usare i campioni prelevati per fare ricerche nellambito del cancro. Alcuni
campioni potrebbero venir congelati e conservati per ricerche future.
La ricerca pu venir condotta presso lospedale in cui avete ricevuto il trattamento, oppure in un
altro ospedale. Questo tipo di ricerca richiede molto tempo quindi probabile che non veniate a
conoscenza dei risultati. I campioni verranno comunque usati per incrementare le conoscenze sulle
cause del cancro e sui suoi trattamenti. Queste ricerche hanno lo scopo di migliorare le prospettive
dei futuri pazienti.
LINTESTINO TENUE
Cancro dellintestino tenue
Il cancro allintestino tenue s un evento raro.
Lintestino tenue forma parte dellapparato digestivo e si estende dallo stomaco allintestino crasso
(o colon).
Lintestino tenue si divide in tre parti principali: il duodeno, il digiuno e lileo.
Lintestino tenue lungo approssimativamente 5 m ed avvolto molte volte in anse per riuscire a
stare nelladdome; responsabile della scomposizione degli alimenti , che permette alle vitamine, ai
minerali e al nutrimento di venire assorbiti dal corpo. Sebbene lintestino tenue costituisca i tre
quarti dellapparato digerente, il cancro in questa parte raro.

24

Il diagramma mostra la posizione dellintestino tenue.


Ci sono quattro tipi principali di tumori allintestino tenue e sono nominati secondo le cellule
sviluppate da:
Adenocarciroma. Questi tumori iniziano sul rivestimento o linterno della parete dellintestino.
Sono il tipo pi comune di cancro allintestino tenue e solitamente appaiono nel duodeno.
Sarcoma. Questi tumori si sviluppano nel tessuto di supporto del corpo quali muscoli o grasso.
Leiomiosarcomi sono sarcomi che generalmente crescono nel fascio di muscoli dellintestino tenue.
Questo accade pi comunemente nellileo. Un altro tipo raro di sarcoma il sarcoma
gastrointestinale (GIST) che pu svilupparsi in qualsiasi parte dellintestino tenue.
Carcinoide. I tumori carcinoidi emergono in cellule che producono ormoni nellintestino tenue.
Questi tumori appaiono solitamente nellileo e a volte nellappendice.
Linfoma. Questi tumori iniziano nel tessuto linfatico dellintestino tenue. Il tessuto linfatico fa
parte del sistema immunitario dellorganismo. Generalmente i linfomi dellintestino tenue sono del
tipo conosciuto sotto il nome di linfoma non Hodgkin (NHL), e appaiono comunemente nel digiuno
o nellileo.
Occasionalmente un cancro allintestino tenue pu risultare un cancro secondario. Ci significa che
si diffuso da un cancro primario posto da una qualche altra parte nel corpo.
CAUSE E DIAGNOSI
Cause
Cause del cancro allintestino tenue
Le cause del cancro allintestino tenue sono in maggior parte sconosciute. Ad ogni modo alcune
persone con un tumore benigno allintestino, possono essere pi a rischio di tumore allintestino
tenue. Ci include la malattia di Crohn, celiamola celiachia, la sindrome di Peutz-Jegher e la
poliposi.

25

Sintomi
Segni e sintomi
I sintomi del cancro allintestino tenue spesso sono vaghi e difficili da diagnosticare. Tra questi:
- sangue nelle feci
- feci scure/nere
- dolori addominali
- perdita di peso
- diarrea
Questi sintomi possono essere dovuti a molte cose, non solo da un cancro allintestino tenue.
Sintomi che peggiorano, diventano pi forti e persistono, sono da sottoporre allattenzione di un
medico.
Occasionalmente il cancro pu causare un blocco (ostruzione) dellintestino che pu essere
completa o parziale. I sintomi sono vomito, stipsi, coliche e una sensazione di gonfiore alladdome.
A volte un blocco dellintestino tenue pu causare lo scoppio dellintestino. Si tratta di una
condizione seria che generalmente accade allimprovviso e richiede un intervento chirurgico. I
sintomi sono dolore intenso shock, (un crollo della pressione sanguigna) e gonfiore addominale.
Diagnosi
Come diagnosticato
Generalmente si inizia recandosi dal proprio medico che si occuper di farvi fare i necessari
controlli presso un ospedale. Lo specialista dellospedale si preoccuper di interrogarvi sulla vostra
storia medica e vi far i dovuti controlli fra cui unanalisi del sangue. possibile che vi venga
chiesto di portare un campione delle vostre feci in ospedale. I seguenti esami sono quelli
comunemente usati per diagnosticare un cancro allintestino tenue.
Endoscopia o colonocopia. Questi test permettono al medico di guardare dentro il duodeno, la
parte pi alta del digiuno o la parte pi bassa dellileo. Lesame pu venir eseguito nellospedale di
giorno.
Vi verr chiesto di sdraiarvi su un lato dove vi somministreranno un leggero sedativo che vi
permetter di rilassarvi. Il medico vi inserir delicatamente nello stomaco, o passando per la gola
(endoscopia) o passando per il retto (colonoscopia), un piccolo tubicino che, con laiuto di una lente
illuminata, gli permetter di vedere eventuali anomalie. Se necessario, vi verr prelevato un piccolo
campione di cellule (biopsia) da analizzare.
Sfortunatamente questi test non sono in grado di raggiungere alcune aree del digiuno o dellileo
pertanto necessario rintracciare nuovi test in grado di scovare tumori in quelle zone.
Raggi x al bario. Si tratta di raggi x eseguiti sullintestino tenue. Questo esame avviene solitamente
presso una struttura ospedaliera e necessita che lintestino sia completamente vuoto di modo da
permettere unimmagine pi pulita. Lospedale vi dar indicazioni ma probabile che il girono
prima dellesame vi venga chiesto di assumere un lassativo e di bere molti liquidi.

26

Nello stesso giorno dellesame, non vi sar concesso di bere o mangiare. Vi verr fatta bere una
sostanza contenete bario che irradiata colorer di bianco limmagine. Il medico potr cos seguire il
percorso del bario allinterno dellintestino tenue e individuare le eventuali anomalie.
Nei giorni che seguono il test, le feci potrebbero risultare di colore bianco. Non vi preoccupate, si
tratta dellespulsione del bario da parte del vostro corpo. Il bario pu anche causare stipsi e rendere
necessaria lassunzione per un paio di giorni di un leggero lassativo.
Altri esami
Altri esami
Scansioni CT, ultrasuoni e altri tipi di raggi x sono in grado di individuare, con qualche eccezione,
la presenza di un cancro allintestino tenue. Ad ogni modo questi esami possono venir fatti anche
per vedere se i cancro si diffuso ad altre pari del corpo.
A volte la diagnosi pu essere fatta solo al momento di un intervento chirurgico in quanto difficile
ottenere unimmagine chiara dellintestino tenue e le biopsie non sempre sono fattibili.
Stadiazione
Stadiazione
Lo stadio di un cancro un concetto usato per descrivere la sua dimensione e comprendere se si
diffuso ad altre parti del corpo.
Il cancro pu diffondersi nel corpo sia attraverso il flusso sanguigno che attraverso il sistema
linfatico. Il sistema linfatico fa parte della difesa del corpo contro le infezioni e le malattie. Il
sistema stato creato attraverso un network di ghiandole linfatiche (conosciute anche come
linfonodi) che sono collegate tra loro da canali sottili contenenti liquido linfatico. Il vostro medico
far un controllo anche per quanto riguarda i linfonodi nelle vicinanze dellintestino tenue di modo
da permettere di capire lo stadio del cancro.
1 stadio: il cancro concentrato sullintestino tenue e non si diffuso ai linfonodi o ad altre parti
del corpo.
2 stadio: il cancro si diffuso alla fascia dei muscoli e potrebbe intaccare altre parti del corpo
come il pancreas.
3 stadio: il cancro si diffuso ai linfonodi vicini.
4 stadio: il cancro si diffuso ai linfonodi vicini e ad altre parti del corpo come i polmoni.
Se dopo il trattamento iniziale il cancro ricompare, ci prende il nome di recidiva.
TRATTAMENTO
Trattamento
Questo dipende da un certo numero di cose inclusa let, il generale stato di salute, la posizione, la
dimensione e lesatta tipologia di cancro e il fatto che si sia o meno diffuso ad altre aree. I
trattamenti per ogni tipo di cancro dellintestino tenue pu variare.

27

Chirurgia
Chirurgia
La chirurgia il principale trattamento per il cancro allintestino tenue. La chirurgia potrebbe essere
utilizzata per rimuovere il tumore e ricongiungere lintestino tenue. Pu anche essere usata nel caso
vi sia un blocco intestinale.
Spesso possibile rimuovere lintero tumore durante unoperazione ma ci non vale in tutti i casi.
La posizione del tumore nellintestino e la porzione di intestino coinvolta determinano quanto
esteso lintervento. Durante lintervento potrebbe essere necessario rimuovere parte dello stomaco,
del colon, della cistifellea o dei linfonodi circostanti.
Generalmente, lintestino pu essere ricongiunto durante lintervento (anastomosi), ma se per
qualche ragione ci non fosse possibile, la fine dellintestino viene portata alla parete delladdome.
Questa apertura chiamata stoma e la procedura viene detta ileostomia. Un sacchetto posizionato
sopra lo stoma di modo da raccogliere lattivit intestinale. In genere lileostomia temporanea,
questo fino ad un secondo intervento, possibile alcuni mesi dopo, mirato a ricongiungere lintestino.
Sono possibili casi in cui lileostomia permanente ma si tratta di vere rarit.
Se il cancro largo ed ha causato un blocco intestinale, possibile bypassare il tumore per alleviare
i sintomi anche se non stato possibile rimuovere lintero tumore.
Il chirurgo vi spiegher il vostro intervento e risponder alle domande che gli porrete. possibile
che il medico non sappia con certezza cosa accadr prima di trovarsi in sala operatoria di fronte al
caso.
Dopo unoperazione importante, probabile che veniate posizionati nel reparto di cure intensive per
qualche giorno prima di essere spostati altrove.
Quando una parte dellintestino tenue stato rimosso o bypassato, potrebbe essere necessario
seguire una speciale dieta alimentare e assumere determinati farmaci. Ci dipende dallestensione
dellintervento ed ha quale scopo quello di favorire la digestione e lassorbimento del cibo. Il
medico o linfermiera vi daranno maggiori informazioni a proposito.
La radioterapia
Radioterapia
La radioterapia consiste nellutilizzo di raggi x a forte contenuto energetico in grado di distruggere
le cellule tumorali danneggiando il minor numero possibile di cellule sane.
comunemente usata per trattare i tumori dellintestino tenue. Pu essere indicata dopo un
intervento chirurgico o in combinazioni con la chemioterapia a seconda dei casi.
La chemioterapia
Chemioterapia
La chemioterapia consiste nellutilizzo di farmaci anti-cancro (citotossine) in grado di attaccare le
cellule tumorali.
28

Occasionalmente la chemioterapia pu essere usata, in combinazione con la radioterapia o con un


intervento chirurgico, per trattare il cancro dellintestino tenue. La chemioterapia pu non essere
idonea a tutte le situazioni e la sua efficacia per combattere il cancro dellintestino tenue tuttora
studiata.
Terapie biologiche
Linterferone un altro tipo di trattamento medicamentoso usato per alcuni tipi di cancro
dellintestino, in genere tumori carcinoidi. Linterferone attiva il sistema immunitario
dellorganismo a combattere il cancro e viene somministrato con uniniezione sottocutanea.
Limatinib (Glivec) pu essere usato per trattare un cancro gastrointestinale. Limatinib un tipo di
medicamento chiamato inibitore della protein-tirosin chinasi. Esso blocca unazione chimica che
permette al cancro di crescere.
Per determinati casi possono essere prescritti altri medicinali o nuovi trattamenti con lobiettivo di
controllare il cancro e i sintomi che ne derivano.
DOPO IL TRATTAMENTO
Follow up
Follow up
Dopo che il trattamento stato completato, il medico vi chieder di sottoporvi a regolari controlli
presso lospedale. Si tratta di buone occasioni per discutere col vostro medico dei vostri problemi o
preoccupazioni. Se nel frattempo avvertite nuovi sintomi o stati dansia, contattate il medico o
linfermiera.
Studi clinici
Studi clinici
La ricerca dei trattamenti contro il cancro allintestino tenue procede con buoni risultati. Gli
oncologi sfruttano gli studi clinici per appurare lefficacia di nuovi trattamenti.
Potrebbero chiedervi di prendere parte ad uno studio clinico ma, per porvi nella posizione di poter
decidere, il vostro medico vi dar tutte le spiegazioni necessarie a comprender lo studio.
Le vostre sensazioni
molto probabile che durante la diagnosi ed il trattamento proviate varie sensazioni e sentimenti,
dallo shock e dallo scetticismo alla paura e alla rabbia. A volte questi sentimenti possono essere
opprimenti e duri da controllare. In un certo senso naturale e importante riuscire ad esprimerli.
Ognuno ha il proprio modo per far fronte alle situazioni difficili; alcune persone ritengono utile
parlarne con gli amici o la famiglia, altre preferiscono rivolgersi a persone esterne alla situazione.
Altri ancora, preferiscono tenersi per loro i propri sentimenti. Non c un modo giusto o sbagliato di
far fronte alla situazione ma, se vi serve aiuto, chiedetelo.

29