Sei sulla pagina 1di 42

CITT DI SEVESO

PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA

NOTIFICA VIA PEC


Settore: AFFARI GENERALI
Ufficio: SEGRETERIA
Prot. n. 2818 del 02/02/2016
Oggetto: Convocazione Consiglio Comunale.
Vista la richiesta di convocazione del Consiglio Comunale pervenuta dal Sindaco, depositata in
Segreteria;
A norma di quanto prescrivono l'art. 38 e segg. del Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli
enti locali, lart. 16 e segg. dello Statuto Comunale, nonch gli artt. 43, 54, e segg. del vigente
Regolamento del Consiglio Comunale, La invito ad intervenire alla adunanza di prima
convocazione del Consiglio Comunale che si terr presso lAula Magna della Scuola Media di Via
De Gasperi per la trattazione del seguente Ordine del Giorno nel giorno sotto indicato con le
seguenti modalit:

08 FEBBRIAO 2016 ore 21,00


1. NOMINA COLLEGIO REVISORI DEI CONTI TRIENNIO 2016-2018.
2. MOZIONE DELLA LISTA CIVICA SEVESOVIVA PER UN MIGLIORE IMPIEGO DELLE
RISORSE DELIBERATE CON DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE X/4423 DEL
30/11/2015.
3. MOZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO E DELLA LISTA CIVICA IMPEGNO E
SERVIZIO SUL "NODO SEVESO".
4. SURROGAZIONE DEL SIG. DONGHI ROBERTO NELLA CARICA DI COMPONENTE
DELLA COMMISSIONE BIBLIOTECA.
Le pratiche saranno consultabili, a partire dal giorno 03/02/2016, nel modo seguente:
- Sabato 06/02/2016 dalle ore 9,15 alle ore 11,45 presso lUfficio Anagrafe;
- negli altri giorni presso lUfficio Segreteria, in orari dufficio, nei termini di Regolamento.
Distinti saluti.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE


Dr. Giorgio Garofalo

Il presente documento, firmato digitalmente, conforme alloriginale depositato agli atti.


Firma autografa omessa ai sensi dellart. 3 del D.Lgs. 39/1993.

Viale Vittorio Veneto 3 20822 SEVESO Centralino 0362.5171 www.comune.seveso.mb.it

Oggetto: NOMINA COLLEGIO REVISORI DEI CONTI TRIENNIO


2016-2018
IL CONSIGLIO COMUNALE
Premesso che dal 01.01.2016 entrata in vigore la nuova contabilit armonizzata di cui al D.Lgs. 23
giugno 2011 n. 118, integrato e modificato dal D.Lgs. 10 agosto 2014 n. 126;
Richiamate la deliberazione di Consiglio Comunale n. 21 del 15.07.2015, esecutiva ai sensi di
legge, con la quale stato approvato il Bilancio di previsione 2015 ed il Bilancio Pluriennale 20152017 e le successive variazioni di Bilancio intervenute nel corso dellanno;
Considerato che:
il termine per lapprovazione del bilancio di previsione 2016 stato prorogato al 31 marzo
2016 ai sensi del D.M. D.M. 28.10.2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 31 ottobre
2015, n. 254;
ai sensi dellart. 11 comma 16 del D.Lgs. 118/2011, in caso di esercizio provvisorio o
gestione provvisoria nellesercizio 2016 trova applicazione la disciplina dellesercizio
provvisorio prevista dal principio contabile applicato della contabilit finanziaria di cui
allallegato 4/2 e pertanto gli stanziamenti autorizzatori per le spese sono rappresentati dalle
previsioni assestate del 2 anno (2016) del bilancio pluriennale 2015-2017;
nel corso dell'esercizio provvisorio, in base a quanto disciplinato nel citato allegato 4/2 al
D.Lgs 118/2011 integrato e modificato dal D.Lgs. 126/2014, relativo al principio contabile
applicato della contabilit finanziaria, non consentito il ricorso allindebitamento ed
possibile impegnare mensilmente, per ciascun programma, unitamente alla quota dei
dodicesimi non utilizzata nei mesi precedenti, spese correnti non superiori ad un dodicesimo
delle somme previste nel secondo esercizio dellultimo bilancio di previsione deliberato,
ridotte delle somme gi impegnate negli esercizi precedenti e dellimporto accantonato al
fondo pluriennale (la voce di cui fondo pluriennale vincolato), con esclusione delle spese
tassativamente regolate dalla legge, non suscettibili di pagamento frazionato in dodicesimi e
le spese a carattere continuativo necessarie per garantire il mantenimento del livello
qualitativo e quantitativo dei servizi esistenti, impegnate a seguito della scadenza dei relativi
contratti;
Premesso che con deliberazione C.C. n. 31 del 21.12.2012, stato nominato il Collegio dei Revisori
dei Conti nelle persone dei Sigg.:
1. Dr.ssa Civetta Elisabetta - Presidente
2. Dr. Ghidetti Giorgio - Revisore
3. Dr.ssa Torti Mara - Revisore
Dato atto che in data 20.12.2015 scaduto l'incarico dei Revisori dei Conti nominati con la citata
deliberazione e che occorre pertanto procedere al rinnovo dellorgano di revisione;
Visto lart. 16, comma 25, del D.L. n. 138/2011, convertito in Legge n. 148/2011, che ha introdotto
una nuova disciplina per la nomina dei Revisori dei Conti negli enti locali secondo la quale i
Revisori sono scelti mediante estrazione da un elenco nel quale possono essere inseriti, a richiesta, i

soggetti iscritti, a livello regionale, nel Registro dei revisori legali nonch gli iscritti allOrdine dei
dottori commercialisti e degli esperti contabili;
Dato atto che tale procedura stata puntualmente disciplinata con la circolare FL 7/2012 del
5.4.2012;
Considerato, pertanto, che a seguito di apposita comunicazione alla Prefettura di Monza e della
Brianza, in data 26.11.2015, presso la Prefettura medesima ed in seduta pubblica, si svolto il
procedimento di estrazione a sorte dei nominativi per la nomina dellorgano di revisione conclusosi,
cos come risultante dal verbale allegato (prot. n. 25616 del 26.11.205), con lindividuazione dei
seguenti nominativi:
1 BOMBAGLIO ELISABETTA
2 MAZZOLETTI SABRINA
3 BARNA SALVATORE
Rilevato che il Decreto del Ministero dellInterno 15 febbraio 2012, n. 23 (Regolamento adottato in
attuazione dellart. 16, co. 25 del D.L. 138/2011 convertito in Legge n. 148/2011) stabilisce che:
- lEnte locale interessato deve provvedere, con delibera consiliare, a nominare i soggetti estratti
(art. 5, co. 4);
- le funzioni di presidente del Collegio dei Revisori sono svolte dal componente che risulti aver
ricoperto il maggior numero di incarichi di revisore presso enti locali e, in caso di egual
numero di incarichi ricoperti, ha rilevanza la maggiore dimensione demografica degli enti
presso i quali gi stato svolto lincarico (art. 6 co. 1);
Viste le note prot. n. 26850/2015, n. 26777/2015 e n. 27158/2015, agli atti dellUfficio, con le quali
i tre professionisti individuati dal sorteggio hanno accettato la nomina a Revisore dei Conti e hanno
dichiarato lassenza di cause di ineleggibilit ed incompatibilit di cui allart. 236 del T.U.E.L. ed il
rispetto dei limiti di incarichi di cui allart. 238 del T.U.E.L;
Dato atto che al fine dellindividuazione del Presidente dellorgano di revisione rilevano
esclusivamente gli incarichi svolti presso enti locali e che la Dott.ssa Mazzoletti Sabrina il
componente che risulta aver ricoperto il maggior numero di incarichi presso enti locali e pertanto la
medesima deve essere designata quale presidente del Collegio dei Revisori;
Ritenuto quindi di provvedere alla nomina del Collegio dei Revisori nelle persone dei Sigg:
Dott.ssa
Dott.ssa
Dott.

Mazzoletti Sabrina Presidente


Bombaglio Elisabetta Revisore
Barna Salvatore
Revisore

Considerato inoltre che, ai sensi dellart. 241 del D.Lgs. 267/00, occorre stabilire il compenso
spettante ai revisori con la stessa delibera di nomina;
Visto il Decreto del Ministero dellInterno del 20/05/2005 di disciplina del compenso spettante ai
Revisori dei Conti degli enti locali;
Ritenuto, con riferimento a quanto sopra, di confermare il trattamento economico annuo lordo
complessivamente corrisposto ai componenti dellattuale organo di revisione negli importi che
seguono
3

Totale
compenso
annuo, IVA
Componente
22% e ritenute
prev. int. 4%
incluse
Presidente
12.384,80
Revisore
8.256,53
Revisore
8.256,53

Oltre al rimborso delle spese di viaggio effettivamente sostenute (1/5 del costo della benzina verde)
per la presenza presso la sede dellEnte per lo svolgimento delle proprie funzioni;
Visto l'art. 68 del vigente Statuto Comunale;
Visti gli artt. 75 e segg. del Regolamento di Contabilit;
Visti i pareri di cui allart. 49 del D.Lgs. 267/00;
Visto il D.Lgs. 267/2000;
Visto lart. 134, comma 4, del suddetto Testo Unico;
Con voti

DELIBERA

1. le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intendono
approvate;
2. di nominare
Sigg.:
Dott.ssa
Dott.ssa
Dott.

il Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2016/2018 nelle persone dei
Mazzoletti Sabrina
Bombaglio Elisabetta
Barna Salvatore

Presidente
Revisore
Revisore

3. di dare atto che, ai sensi del combinato disposto dell'art. 234 del D.Lgs. n.267/00 e dell'art.61
del vigente Regolamento di Contabilit, copia della presente deliberazione verr inviata al
tesoriere dell'Ente entro 20 giorni dallavvenuta esecutivit;
4. di attribuire ai componenti del Collegio dei Revisori il trattamento economico lordo annuo
cos come indicato nelle premesse che qui si intendono integralmente trascritte e riportate;
5. di dare atto che la spesa
relativa al triennio di durata dellincarico ammonta
complessivamente ad 86.693,58;
4

6. di impegnare la spesa relativa allanno 2016 imputandola nel modo che segue:
- per 25.889,32 alla missione 1 programma 3 titolo 1 macroaggregato 103 Piano Conti
Finanziario 1.03.02.01.008 ex PEG 620 B.P. 2016;
7. di dare atto che il presente impegno di spesa tassativamente regolato dalla legge e pertanto
non soggetto al limite dei dodicesimi di cui allart. 163 c. 5 lettera a) del D.Lgs. 267/2000;
8. di demandare ad atto successivo allapprovazione del bilancio limpegno di spesa relativo ai
successivi esercizi e precisamente:
- anno 2017 per 28.897,86
- anno 2018 per 28.897,86
- anno 2019 per 3.008,54;
9. di precisare che limpegno per leventuale spesa relativa al rimborso delle spese di viaggio,
vitto e alloggio verr assunta con successivo apposito provvedimento;
10. di trasmettere copia del presente atto allUfficio Territoriale del Governo di Monza e della
Brianza.
Alla presenza di n. Consiglieri, con voti, il presente atto dichiarato immediatamente eseguibile ai
sensi dellart. 134, comma 4, del Testo Unico sullOrdinamento degli Enti Locali.

Allegati:
Verbale Prefettura prot. n. 25616/2015
Pareri

Mozione per un migliore impiego delle risorse deliberate con Delibera di Giunta Regionale
X/4423 del 30.11.2015

Premesso che con delibera di Giunta Regionale n. X/4423 del 30/11/2015 Regione Lombardia ha
approvato un ingente stanziamento per il miglioramento dell'infrastruttura ferroviaria nella tratta
Seveso-Meda/Camnago;
considerato che il Consiglio Comunale di Seveso accoglie come gradita sorpresa la disponibilit di
una cos ingente somma avendo sempre riscontrato l'indisponibilit di Regione Lombardia ad
investire per la soluzione dei problemi di interferenza creati dalle ferrovie a Seveso;
considerato che l'investimento sarebbe frazionato in
- 16 milioni di euro per la realizzazione di un sottopasso al confine con Cesano Maderno, la cui
realizzazione era gi prevista a carico delle opere di connessione dovute da Pedemontana;
- 6 milioni di euro per un sottopasso tra Via Manzoni e Via Sanzio, di altezza ridotta e fattibilit
incerta ed eliminazione del passaggio a livello di Via Manzoni;
- 15 milioni di euro per l'ammodernamento delle infrastrutture;
- 5 milioni di euro per il raddoppio della tratta ferroviaria Seveso-Camnago;
- 20 milioni di euro per il raddoppio della tratta ferroviaria Seveso-Meda;
considerato che l'investimento previsto non comunque sufficiente alla sostituzione di cinque dei
sei passaggi a livello di Seveso, pi precisamente quelli di Via San Carlo, Via Farga, Via
Leoncavallo, Via Montello e Corso Isonzo, passaggi a livello che rimarranno aperti in attesa di
essere sostituiti da altre opere, costose per l'ambiente e per le casse regionali;
considerato che il progetto di interramento ferroviario predisposto da Ferrovienord nel 2009 e
approvato da questo Consiglio Comunale comprende gi sia il raddoppio dei binari verso
Camnago sia il raddoppio verso Meda, mancando solo 700 metri, cio le stesse opere previste
nella Delibera suddetta, ma comprende anche l'eliminazione di tutti i passaggi a livello di Seveso,
con un sostanziale e definitivo miglioramento dell'infrastruttura ferroviaria ad un costo complessivo
di 93 milioni di euro in cui sono gi inclusi 6,4 milioni di imprevisti e oltre un milione di IVA, tassa
versata allo stato (allegato 1);
considerato che oggi i prezzi delle materie prime e del petrolio si sono ridotti a circa la met dei
prezzi del 2009, anno di definizione del progetto di Ferrovienord e dei suoi costi, e che le somme
deliberate potrebbero gi coprire il prevedibile valore netto esito di gara d'appalto integrato per il
progetto esecutivo e l'esecuzione dei lavori;
considerato che tutte le valutazioni geologiche dei terreni sulla linea hanno escluso la presenza di
difficolt tecniche e che opere di simili sono gi state realizzate in tempi contenuti sia a Saronno
che a Milano-Domodossola;

considerato che Ferrovienord nel progetto di interramento locale a Seveso realizzato nel 2009 su
richiesta del Consiglio Regionale ha dichiarato che linteresse di FERROVIENORD sarebbe la
realizzazione dellinterramento, in quanto consentirebbe leliminazione totale dei passaggi a livello"
( pagina 10, punto 0.2.2.);
considerato che gi dal Maggio 2011 nell'accordo riguardante il tratto B2 di Pedemontana (pagina
3, punto 2), sottoscritto dai Sindaci dei Comuni di Lentate S.S., Barlassina, Meda , Seveso e
Cesano Maderno, tutti i Sindaci hanno congiuntamente sottoscritto la richiesta di interramento
locale in Comune di Seveso della linea ferroviaria Milano-Asso definendola opera comunque
indispensabile al territorio e sollecitano Regione Lombardia per lapertura del tavolo per laccordo
di programma finalizzato alla sua realizzazione (allegato 2);
considerato che gi nel Novembre 2011 a conclusione dell'incontro del Comune di Seveso con la
V Commissione Territorio, il Presidente della Commissione, rammaricandosi della mancanza di
fondi, oggi superata, dichiarava che lobiettivo dellinterramento certamente un obiettivo che
questa Regione terr seriamente presente sotto tutti gli aspetti attraverso i modi che
concorderemo (IX legislatura, processo verbale n.11 del 10.11.2011);
considerato che linterramento locale a Seveso della linea ferroviaria Milano-Asso persegue
pienamente gli obiettivi del Documento Strategico di indirizzo ai Programmi Operativi Regionali
2014-2020 approvato con Delibera di Giunta Regionale, n. X/893 dell8 novembre 2013 ovvero
- l'obiettivo N. 4, di utilizzo ottimale delle reti di trasporto,
- l'obiettivo N. 6, di tutelare l'ambiente e promuovere l'uso efficiente delle risorse,
- l'obiettivo N.7, di eliminare le strozzature nelle principali infrastrutture di rete,
e li persegue
1. dando efficienza allintera infrastruttura di trasporto pubblico, ferroviario e su gomma,
2. riducendo le barriere architettoniche esistenti ed evitando di crearne di numerose e nuove,
3. superando i passaggi a livello, causa di notevoli sprechi energetici e dannose emissioni
inquinanti da veicoli costretti a lunghe soste,
4. evitando percorsi di aggiramento lunghi, in forte pendenza e quindi gravidi di ulteriori
emissioni inquinanti nonch di ampie coperture di suolo in aree verdi vergini;
considerato, infine, che tale interesse sempre stato condiviso da tutti i sindaci avvicendatisi
all'Amministrazione del Comune di Seveso, tanto che anche il sindaco Butti il 3 dicembre ultimo
scorso ha di nuovo dichiarato alla stampa che "l'interramento locale avrebbe rappresentato la
soluzione ottimale" confermando quanto gi dichiarato a suo tempo in V Commissione Territorio
(allegato 3);
considerato che sono stati altres stanziati 5 milioni di euro per il raddoppio della tratta ferroviaria
Seregno-Seveso, investimento che rimarrebbe comunque inutilizzabile in quanto a singolo binario
fino alle Groane;

considerato che di questi totali 67 milioni di euro, 50 milioni di euro sono a carico del bilancio dello
Stato mentre solo 17 milioni di euro sono a carico del bilancio di Regione Lombardia;
considerato che Ferrovienord e Regione Lombardia sono obbligate a concordare le opere
sostitutive dei passaggi a livello con il titolare dei diritti di attraversamento, ovvero
l'Amministrazione comunale di Seveso, e che questo Consiglio Comunale non pu accettare che,
a diversa e motivata richiesta, la comunit di Seveso possa essere minacciata da alcun ricatto di
cancellazione delle risorse se non accetta lo strumento tecnico del sotto o sovrappasso;
considerato e premesso quanto fin qui esposto,
il Consiglio Comunale di Seveso
1. chiede alla Giunta di Regione Lombardia di destinare i 67 milioni di euro gi previsti con
delibera Delibera di Giunta Regionale X/4423 del 30.11.2015 descritti in premessa alla
realizzazione immediata delle opere di interramento locale progettate da Ferrovienord con
studio di fattibilit richiesto dal Consiglio di Regione Lombardia e consegnato nel 2009 cos
da realizzare, oltre a gran parte delle opere previste con la suddetta delibera di Giunta
regionale, anche la soluzione definitiva dei problemi di interferenza tra la citt di Seveso e
la ferrovia Milano-Asso/Camnago;
2. impegna il Sindaco di Seveso a trasmettere la presente delibera al Presidente di Regione
Lombardia e a promuovere tutte le azioni di modifica dei piani urbanistici eventualmente
necessarie per la realizzazione del progetto di interramento ferroviario locale suddetto.

per la Lista Civica Sevesoviva


il Capogruppo Consigliere Comunale
Daniele Tagliabue

ijjklmnopqrs

0123536789
 388

21 111 2 1 2 111 12   11


111
!"#$%&'()&*&+,)&'
0123453678934:6
;<1=2>< ?
11
012E    1; 1 1F 1?
G358HI678934:6
R311I686S:T23T:U:3VI6
W1 11
2 > 1YY 
 ;98Z1 2  1  11?
1  ; 1 2 [?
1 
]   E 
^1> 1 _112 1 1> 1 
` 1 1 112 1   1 
]  >   a 
G358HI6R311I686S:T23T:U:3VI6
G358HI6:123453678934:6I6R311I686S:T23T:U:3VI6
<1E   
G358HI6:1234536:V9IT5:1IV53

-+.&%/&'

@ A5B3C88
@ D5389535C8
@ D39883888
J6 KLMNOLMPQL

@ 5AX3888
@ 63DXX3988
@ D358935B8
@ 936883888
@ 636A935\8

@ A3AAC3888
@ 93XA638\8
@ 63B\53868
J6 bLMKLNMccL
J6 QcMcONMdLL
@ 638883888
J6 QPMcONMdLL

 1  1   2 121_>112  >1 


1E1112   112 12D12@3
Fef2111 
7   1 112 12  1  1121 >1    
  1 2   1; 3Y  ?_ 2  2112  2
11
7 1 g 2 12 Y11_2  21 _  
     1 Y   2 h
7 1E 111g>  >2
   2121 Y 2   1;1 
 201`11211?h

0112345689

DEEFGHIJKLMN

012345641895412
69 966
61
8 4
4695436
8



4!"#$%&'($)*"$+'&&

,"$--($"*.%$/&&

4%01"&'($)*"$+'&&2.%%$"$&3/+'2-1!1$$%41!"1%31#.#$%0 )5$#13$($-$1%
,"$-1#$!$#$%%.0 ))1--1$,"0$!!1!$"".)$!#13$($-1)$"1!.%%4.**.--.)$!#$%61.
7$""(1."1#$%%.%1$. 1%.8
--90.).0
,"$-1$#$%.-$#5!.1%,"$-1#$!$,1::4/
3 6"$-$!11-10%1$"1#$%%.;0 ))1--1$<
6 1242
8018
2 48
96642,
8164242
,9 8942,842
21342;466
24/
3 .%!"$-=6"$-$!11-10%1$"1 8
466
204;
4981 91/
3 6"$-$!11%!"$1-10"1<
8 .--1)  12
4
31#.#$%0 )5$#13$($8 .--1) ;
00
8421
,"$-1#$!$#$%0 -10%1)5.%$#13$($8 .1$%$
564
90.60"566#$%%.61-!.1(1.39;931;4;

8 >%"1.. 9614

--$--"$#$%0 )5$#13$($-
8 ,.% 4
0 -10%1$"$)5.%$#13$($8 ."
564
9  $)*"0 ))1--1$1!$"".)$!#$%0 )5$#13$($8
#"$.>18 924
0 -10%1$"$)5.%$, #13$($8 8 *$"!>
5
664
,"$-1#$!$#$%%.0"$ 1..#13$($8 3.#"
84
;1$,"$-1#$!$
0
4 46
21
8 551#318
24
1"$!!"$
0
4 46
21
8
1!.
854161
8.66"$-$!.!$.--1.?1$3$?.0 711
8
!1.8
;939 
29
3
--1.?1$.?1.%$!".-6"!.?1.13$($8
)*"01 84;41
3 10%5*
%614!.%1.@0/
/4/A
8 0."% 8
466

$%$0.!0/
/4/B61-!.1(1.39;931;4;

8 55$""1$"4
221

0 -10%1$"$)5.%$#13$($8 3.)5$%$3,429664
51.!"$B0$-!1-!1.3$($8
%$--.#"600C424
0.60"5666$0.2 "#0 -10%1)5.%$#13$($8 .1$%$
32
5C4
$)*"!$1))1--1$)5.%$#13$($-

013456075895
11 1
1
11
 
0 
16
7890
1
408
01
7
19 0!"5#1 !5 990#
1
!"990#1
1

 1
 #
11 
1
$ 1% 
6 

&

$
   
1% 
%

0 1
'

13456075895

1

4(5090

11  
1

 11"

5% 1380
1 $ '
111$
)


))
5

6354080#* )


'1
)) 
65"594640+08508954 575 0089545890

  %
11,-.-
03456075895
/

3++00
0456386!0575 360+085480++90
/5

63540800
%

1
3456075895
3#
1
!

6
!"990
6$ $$136  1
%  1
1

  
1 % 
1
& 1 $
*
%1%
)

*$ 
*
 6 

# 1
11 
#% 11

'$
2%$

5

)

*
%
1 1 

 % 0
3*6 3 

*1$  

%'
 1#%
 $$
%#*$ 
%1

%4*
*6 #  &  $#''1$
'
1


'1 1 % & 1

 %'
 1*$
%
1
 41  *6 $   



# % 
 # $
1  )

#  
%

 %$


*

$ 
1
11#$   
)

16 3 1
 
 #%
3   $
 $
%#11
#$$
11 $  1# '

%   
8   
5#
% %*1 $$ 3& 11
 % *$ 
1   #%$$    
$
%3  

$ $
%#
1'' % 1$
16 $ 5 # 11

6
8#7,
%
1


 #%
$%
1 

8%
1


 
#&

   


% 18#89$ 3111

% *14
%'
* 
1   #**
 

% 
:99%
1


 #$ 
$%

:%
1



 1#   

% 11,$ #
% &  $111


&  

% #& 11
'' 1
6 #$ $1
 

3*;3

$ '
1
 1
6 <3*;11


='

*&
 
$  %#
 
131


(
16
8#
% *


1%
1
>

Oggetto: SURROGAZIONE DEL SIG. DONGHI ROBERTO


COMPONENTE DELLA COMMISSIONE BIBLIOTECA

NELLA

CARICA

DI

Premesso che:
-

con deliberazione consiliare n. 12 del 26/07/2013 era stato nominato quale componente della
Commissione Biblioteca il Sig. Donghi Roberto in rappresentanza della minoranza;
il Sig. Donghi Roberto ha rassegnato le proprie dimissioni in data 25.09.2015, prot. n.
20234, e occorre pertanto procedere alla relativa surrogazione.

Si informa che verr proclamato eletto/a il/la designato/a dalla minoranza che avr riportato
maggiori voti ai sensi dell'art. 24 - comma 8 - dello Statuto Comunale vigente.
IlCons. Tagliabue della Lista Civica Sevesoviva propone la Sig.ra Lola Greppi.
Si passa quindi alla votazione a scrutinio segreto.
Distribuite, raccolte e fatto lo spoglio delle schede, si ha il seguente risultato:
Consiglieri votanti: n.
Hanno ottenuto voti:
Schede bianche: n. .
Il Presidente proclama pertanto eletto alla carica di membro della Commissione Biblioteca il/la
Sig./ra ..
Pertanto
IL CONSIGLIO COMUNALE
Visto l'esito della votazione e la proclamazione dell'eletto/a come sopra riportato;
Visto lart. 27 del Regolamento del Consiglio Comunale Commissioni miste Funzioni e modalit
di elezione;
Visto il D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267 Testo Unico delle Leggi sullOrdinamento degli Enti Locali;
Visti i pareri resi a norma dell'art. 49 del Testo Unico sopracitato, che si allegano al presente atto
quale parte integrante e sostanziale dello stesso;
Visto lart. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato;
Uditi gli interventi dei Sigg. Consiglieri per i quali si rimanda alla trascrizione parte integrale del
presente atto, anche se non materialmente allegata;
Con voti
D E LIB E R A
La premessa forma parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intende approvata;