Sei sulla pagina 1di 4

www.hotelaranci.it www.hotelaranci.

com
e-mail: info@hotelaranci.com

e-mail: ilfaro@viesteonline.it
Redazione: Via Messapia, 1 - Vieste (Fg) - Fax 0884/704191 Anno XIX n.15 (872) 18 aprile 2014

I COMITATI DELLE FESTE CITTADINE VANNO AMATI E RISPETTATI LA SPIAGGIA DI PIZZOMUNNO TRA LE DIECI PIU BELLE D'ITALIA
Vieste ha una tradizione antica in
fatto di feste patronali e delle relative
questue. Molti ricorderanno che i
Comitati fino agli anni 70 erano
chiamati Commissione, degni di
massimo rispetto, i cui componenti
soprattutto quello di Santa Maria di
Merino erano per lo pi medici,
imprenditori e professori.
Le cose sono cambiate. Non
necessario avere una laurea. Chi,
compatibilmente alle forze umane gi
presenti, chiede di far parte del
Comitato e abbia le capacit e una
condotta morale degna pu essere
accolto, ma nessuno uno sfaccendato o addirittura un mendicante.
Per realizzare la festa vengono
messi da parte impegni e affetti
personali, spesso rimettendoci in
salute nelle giornate fredde, o in
carburante per gli spostamenti con le
macchine. Ma tutti lo fanno volentieri
in spirito di dedizione e credendo
nelle tradizioni locali. Per questo le
umiliazioni gratuite che a volte si
subiscono, fanno crescere il nervosismo e la domanda spontanea: ma
chi me lo fa fare?
Non citer ovviamente n il tipo
di esercizio e n la via. Ma quello
che accaduto ieri sera non so
proprio come definirlo. Spero che
chiunque legga, soprattutto lautore
del disgustoso evento, rifletta e
chieda scusa perch i membri dei
Comitati feste patronali meritano
rispetto e non atti simili a schizofrenie.
Ma veniamo ai fatti. Una di queste sere in un esercizio chiedevamo
educatamente un contributo. Il cassiere, figlio del titolare, riferiva che il
padre era assente e non poteva
dunque accontentarci. Abbiamo insi-

stito, solo per evitare di dover ritornare, chiedendo se fosse possibile


contattarlo telefonicamente. Il pimpante giovanotto rispondeva che non
poteva farlo. Va bene, torniamo un
altro giorno. Chiediamo per la
cortesia di farsi dire quanto intendesse dare per evitare un eventuale
ritorno inutile. Ieri sera, un po stanchi
per aver gi percorso alcuni chilometri a piedi, eravamo nello stesso
esercizio. La risposta del giovanotto
per stata uguale a quella prece-

Ecco arrivare la
speciale classifica delle
dieci spiagge pi belle
d'Italia stilata da Trip
Advisor (portale web di
viaggi: pubblica le recensioni degli utenti
riguardo hotel, ristoranti
e attrazioni turistiche)
che ha interpellato il
popolo dei viaggiatori
online.
Nella classifica di
Trip Advisor con le migliori dieci spiagge, al
quarto posto c anche la spiaggia di
Pizzmomunno: 1. SAN VITO LO
CAPO (Trapani); 2. VILLASIMIUS
(Cagliari); 3.LAMPEDUSA (Agrigento);
4. VIESTE (Foggia) Impreziosita da
un centro storico elegante e ben
tenuto che si erge sopra una roccia
a picco sul mare e ospita anche un
castello e una cattedrale di forte
richiamo, Vieste sembra essere ancora avvolta nell'atmosfera del 1400. E
famosa anche per le sue meravigliose spiagge, come Pizzomunno, Baia

dente: Mio padre non c e non


posso accontentarvi. Abbiamo fatto
notare allora, delicatamente, che non
eravamo l per chiedere elemosine e
che, qualora non intendessero contribuire, ce ne saremmo andati con
buona pace di tutti.
Ma era meglio dirlo.
Il titolare assente in realt era
presente in un angolo del locale,
inizialmente senza farsi notare, ma
proferendo successivamente ad alta
voce che non voleva dare nulla ed
inveendo contro quello che secondo lui erano state minacce. Nel
tentativo di far
capire che chiedevamo rispetto e
non certamente
minacciavamo, le
cose si inasprivano tanto da innescare sceneggiate
di pessimo gusto
anche alla presenza di clienti.
Spero che il Presidente non me
ne voglia per questo articolo scritto
senza il suo consenso. Non chiedo
compassione sullaccaduto che, un
episodio che lascia lamaro in bocca
ma, per fortuna, isolato. Chiedo
che il viestano capisca che la festa
non si fa solo con i soldi e la disponibilit degli altri ma mettendoci
anche qualcosa di proprio.
Hanno infatti pi valore gli spiccioli dati con amore e non tanti soldi
dati con rabbia.
E se per qualche mese allanno abbiamo scelto
di essere servi solo perch amiamo profondamente le nostre radici e la
nostra fede e non certo
perch non abbiamo altro
da fare.
Ma vorremmo anche
rimanere lontano dagli
scoraggiamenti perch
non hanno mai portato
nulla di buono.
Bartolo Baldi

IN MOSTRA IN CATTEDRALE
TRE PREGIATISSIME TELE
DELLA META SETTECENTO

Durante il novenario mariano,


saranno esposte in Cattedrale tre
pregiatissime tele della met settecento.
Prima di essere ricollocate definitivamente nellEpiscopio, il cittadino
viestano potr cogliere la rara occasione per poter ammirare i due dipinti
del giaquintesco Nicola Porta (San
Giovanni Battista e San Giovanni
Evangelista) e la grande tela della
Presentazione al tempio del pittore
viestano Giuseppe Tomaioli, in cui
appare una Madonna di qMerino,
come modello vivente per la Vergine
in adorazione del bambino Ges in
braccio a San Simeone.
Oltre che per lelevata fattura, si
tratta di testimonianze artistiche di
notevole valore storico-sociale, riconfermando il 700 come la nostra
epoca di maggior prestigio culturale.
Autorevoli personalit hanno arricchito
i luoghi viestani, non si avr mai pi
un respiro cos ampio.
Le opere sono state recuperate e
riportate in luce dai restauri di Francesco Lorusso (Camera Cromatica).
Gli interventi sono stati commissionati
da don Gioacchino Strizzi.

Matteo Ciuffreda

INFISSI IN ANTICORODAL,
IN LEGNO/ALLUMINIO/PVC
PORTE BLINDATE ZANZARIERE
LAVORAZIONI IN FERRO

Tel./Fax 0884.701454 Cell. 329.5322545 Vieste

Approvato un ordine del giorno


"Deturpa il paesaggio"

ISOLOTTO DEL FARO A VIESTE,


PER IL CONSIGLIO REGIONALE
LA PASSERELLA VA RIMOSSA

dei Campi e Cala della Pergola, tutte


rigorosamente con sabbia bianca e
mare blu cristallino; 5. ALGHERO
(Sassari); 6. POSITANO (Salerno); 7.
SAN TEODORO (Olbia-Tempio); 8.
MONTEROSSO AL MARE (La Spezia). 9. OTRANTO (Lecce): 10. SANTA TERESA DI GALLURA (Olbia).

Per il circolo viestano


era presente Vincenzo Fasani

IL VIESTANO
LUIGI MENDOLICCHIO ELETTO
ALLASSEMBLEA NAZIONALE
DEL NUOVO CENTRO DESTRA
Nei giorni 11, 12 e 13 aprile si
tenuta a Roma lassemblea costituente del Nuovo Centrodestra (NCD)
che ha sancito la nascita ufficiale del
partito e lelezione del presidente
Angelino Alfano. E stata anche
loccasione per votare i 400 componenti che andranno a formare lAssemblea Nazionale del NCD,
l'organismo che indicher i vertici
nazionali e definir le scelte politiche
e programmatiche dei prossimi tre
anni. Tra i 62 eletti lombardi stato
designato con largo consenso, per la
provincia di Milano, Luigi Mendolicchio.
Originario di Vieste e attuale
presidente di Aler Bergamo, Lecco
e Sondrio, Medolicchio ha cos voluto
commentare la sua nuova carica: E
un riconoscimento particolarmente
significativo non solo per me, ma
anche per tutti coloro che insieme a
me hanno lavorato senza riserve sul
territorio, animati da senso di partecipazione e da una sana e disinteressata passione politica. Rappresentare
unarea di grande rilevanza come
quella di Milano una sfida che
accolgo con entusiasmo.
Nutrita anche la compagine dei
militanti di Vieste, paese dorigine del
neo eletto Luigi Mendolicchio: C
molta Vieste nel Nuovo Centro Destra. Con Vincenzo Fasani e con tutti
i militanti e miei conterranei siamo
chiamati ad un ruolo di grande responsabilit. Lavoreremo con entusiasmo per rappresentare fattivamente,
ognuno nelle regioni di competenza,
una piattaforma che ad oggi raccoglie
le forze migliori del territorio nazionale
e che vuole fare della partecipazione
e del confronto uno strumento capace di ridare contenuti alla parola
politica.
Infatti a rappresetnare il circolo
viestano al primo congresso del NCD
(continua a pag.4)

Il Consiglio regionale pugliese ha


approvato allunanimit un ordine del
giorno presentato dai consiglieri
Giandiego Gatta, Francesco Damone
e Giuseppe Lonigro in merito alla
posa di una passerella in legno e
acciaio sullisolotto di SantEufemia di
Vieste.
La realizzazione della passerella
stata richiesta dal Ministero delle
Infrastrutture, ed accordata dal Ministero dei Beni Culturali e la Soprintendenza ai Beni ambientali, per la
messa in sicurezza del personale (un
farista) adibito al funzionamento del
faro allocato sullisolotto.
Questa opera, per, per il materiale con cui realizzata, per il suo
posizionamento, per la sua lunghezza, deturperebbe la visione di uno
dei luoghi pi suggestivi del promontorio garganico.
Di qui lordine del giorno che
impegna il Presidente e lintero
Governo regionale a promuovere,
presso il Ministero delle Infrastrutture
ed il Governo Nazionale, ogni azione
utile alla rimozione della passerella in
legno e acciaio sull'isolotto di
Sant'Eufemia nel Comune di Vieste,
a salvaguardia di una porzione di
territorio del Gargano e di un pezzo
pregiato del patrimonio dello Stato.

PREMIATI I VINCITORI
DEL CONCORSO FIERISTICO
LOLIO TI PORTA IN VACANZA

Sono stati premiati i vincitori del


concorso fieristico LOlio ti porta in
vacanza, ad aggiudicarsi i soggiorni
in palio sono stati otto vacanzieri
friulani. Ai fortunati vincitori sar
assicurato il godimento di una settimana di soggiorno gratuito presso
otto tra le migliori strutture ricettive di
Vieste.
Il concorso stato istituito nellambito dell8 Salone degli Oli Extra
Vergini Tipici e di Qualit Olio Capitale Expo, nel corso del quale il
Comune di Vieste ha partecipato con
un suo stand con linteressamento di
otto operatori olivicoli, che hanno
riconosciuto come lattivit svolta
dallassessorato alle Politiche Agricole
e Forestali riuscito ad assicurare
unindubbia attenzione verso un
settore, quello olivicolo, che merita
particolare considerazione.
Lesperienza si rivelata assolutamente positiva ha commentato
Gaetano Zaffarano, assessore alle
Politiche Agricole e Forestali del
Comune di Vieste e vice coordinatore
regionale Citt dellOlio e si
svilupper ulteriormente negli anni a
venire, sin dalla prossima edizione.

GIOIELLI
Francesco
Giardino
Via S.Maria di Merino, 4
Tel./Fax 0884.701090

pag.2

settimanale

REPORTER DELLA TUA CITTA'


COME USUFRUIRE DI UN PARCHEGGIO
PER I DISABILI?
La sottoscritta una cittadina di
Vieste. Vive con lanziana madre,
affetta da diverse malattie, oramai da
diversi anni. La cura e laffetto profuso nellaccudire la genitrice si scontrano, per, con la carenza assoluta
di rispetto da parte della comunit e
delle stesse istituzioni.
A causa delle difficolt nella
deambulazione, agevolati dalla Legge
104 in materia di disabilit, la genitrice usufruisce di un parcheggio riservato per lautoveicolo di propriet
della famiglia, tanto nei pressi dellabitazione e con regolare autorizzazione
comunale.
In diverse occasioni accaduto
che, ed in realt, non si potuto
usufruire dellarea di parcheggio
riservata a causa di individui poco
rispettosi delle disgrazie altrui che,
non curante della segnaletica orizzontale e verticale ivi esistente, utilizza
lo spazio per parcheggiare i propri
mezzi.
Inutile commentare la pochezza
del genere umano pronto a calpestare i diritti altrui creando a proprio
vantaggio privilegi che nessuno ha
loro concesso; assenza assoluta del
rispetto dei diritti altrui.
Altrettando inutile evidenziare il

disagio che lindividuo di turno crea


alla scrivente ed allanziana genitrice;
ore ed ore alla ricerca di parcheggio
soprattutto nel periodo estivo.
Ma non solo. Lamarezza trova
terreno fertile anche nel valutare il
comportamento delle istituzioni ovvero di coloro i quali hanno il compito
di vigilare sul rispetto delle regole.
Nelloccasione, infatti, ed allorquando
larea riservata stata trovata occupata da autoveicolo non autorizzato,
con solerzia stato richiesto lintervento dei Vigili Urbani al cui Agente
di turno veniva rappresentata la
situazione evocando un intervento
risolutore.
Nulla di fatto. Mille i motivi che
impedivano allAgente di turno, contattato telefonicamente e/o direttamente presso la sede della polizia
Municipale, di non poter intervenire:
Sono solo, non ci sono pattuglie a
disposizione; fuori dallorario consentito ed altre ancora; tutte risposte
formulate con fastidio e con toni
estremamente irritati.
Lumiliazione subita pari al
diritto negato. Ed proprio al fine di
evitare per la prossima stagione
estiva lo stesso iter che stata
richiesta al Comune di Vieste la

A VIESTE BOTTA E RISPOSTA CON IL SOTTOSEGRETARIO SCALFAROTTO


Davanti ad una platea interessata
e partecipativa, presente anche una
folta delegazione del circolo Pd di
Peschici, venerd 11 aprile, si
svolto, allHotel Palace di Vieste, un
incontro tra il sottosegretario alle
Riforme Costituzionali e i Rapporti
con il Parlamento Ivan Scalfarotto ed
i cittadini viestani.
La manifestazione, organizzata
dal circolo locale del Pd, sotto forma
di botta e risposta tra il vice-ministro
ed i partecipanti, nelle intenzioni degli
organizzatori, aveva lo scopo di far
conoscere ai cittadini il lavoro che il
governo Renzi sta portando avanti in
questa fase molto delicata della vita
politica nazionale. E parso particolarmente interessante che questi chiarimenti siano giunti dalla voce di un
protagonista diretto e di primo piano
del governo in carica. Lonorevole
Scalfarotto, eletto nella nostra provincia, infatti, occupa un posto di rilevanza e di grande responsabilit poich
impegnato nel ministero cardine nel
programma del nuovo governo, quello appunto delle riforme costituzionali.
Dopo una brevissima introduzione
da parte del segretario cittadino del
Pd, Giuseppe Calderisi, nella quale
stata rimarcata la grande accelerazione data alla politica italiana dal
ciclone Renzi, si passati al confronto vero e proprio. Tanti i temi
posti dalle domande dei partecipanti,
dai tanto attesi 80 euro in busta paga
al Jobs Act, alla riforma sul lavoro,
dai sentimenti anti-euro ed antiEuropa che i movimenti populisti
richiamano in maniera demagogica a
temi pi locali legati allo sviluppo del
Gargano.
Proprio su questa questione vi
sono stati alcuni interventi tra cui
quello del presidente della Federalberghi provinciale, Gino Notarangelo,
il quale ha richiamato lattenzione
sulla necessit del territorio di avere
un aeroporto nella Capitanata. La
risposta del sottosegretario stata
articolata e, se da una parte ha
dichiarato di stare gi lavorando per
una soluzione positiva del problema
posto, individuando nel Gino Lisa di
Foggia la strada pi percorribile,
dallaltra si chiesto se laeroporto
da solo potesse rappresentare la
panacea per tutte le problematiche
legate al turismo e se non fosse il
caso, insieme ai problemi di viabilit,
di trovare il modo per fare sistema
tutti insieme e cercare di trovare una
strada nuova in cui il prodotto
Gargano passasse come unitario e
particolare. A questo proposito si
reso disponibile per un workshop sul
turismo da fare a Vieste prima che
vengano poste le basi per la prossima stagione estiva e che veda la
partecipazione di operatori turistici ed
amministratori di tutto il Gargano.
Puntuale giunta anche una
domanda sulla riforma del Senato e
sullabolizione delle Province. Qui la
risposta data dal sottosegretario
giunta dalla sua esperienza diretta in
quanto componente della commissione giustizia del Parlamento, ruolo
svolto per un anno, fino alla sua
recente nomina di viceministro. Egli
ha ricordato come la riforma del
Senato, oltre a rappresentare una
risposta allesigenza di una riduzione
dei costi della politica, si pone soprat-

tutto per uno snellimento della macchina legislativa che la societ moderna richiede. Attualmente un disegno di legge, proposto da una
commissione parlamentare, ha bisogno di quattro passaggi prima della
sua approvazione definitiva; tutto
questo, per questioni temporali non
pu avvenire prima di almeno un
anno dalla sua proposizione e se
lungo il cammino non si siano verificati ostacoli di sorta.
Lultima domanda ha riguardato
le prossime elezioni europee del 25
maggio. A questo proposito Scalfarotto ha sottolineato che un risultato
positivo del Pd nelle elezioni significa
rafforzare una compagine politica,
quale il Pd, che lEuropa la vuole
cambiare dallinterno e non invece
distruggere come intenzione di
alcune forze populiste; cosa pi
importante ancora, per, un successo
netto del Pd rappresenterebbe un
atto di fiducia nei confronti di quello
che il governo Renzi sta facendo in
Italia: in poche parole un risultato
positivo per il Pd darebbe al nostro
primo ministro un sostegno popolare,
assai pi rilevante di quello di cui
attualmente gode in Parlamento.
La manifestazione, anche grazie
alle capacit dialettiche ed alla disponibilit al dialogo dellon. Scalfarotto,
si conclusa dopo due ore di piacevole e proficua discussione. E stato
un incontro concreto in cui loggetto
della discussione sono stati i problemi
veri che sono sul tappeto oggigiorno
e le risposte che il governo Renzi sta
proponendo.

possibilit di utilizzare dissuasori di


parcheggio mobili che consentono
luso dellarea solo al soggetto autorizzato.
Ma, ed anche in questo caso,
limpiegato comunale di turno, in via
informale, anticipava il diniego dellautorizzazione perch ed espressamente "altrimenti la dobbiamo dare a tutti
i disabili".
Ovvero la possibilit di installare
dei dissuasori di parcheggio mobili
non vietato ma lautorizzazione non
pu essere concessa perch tutti
coloro con disabilit potrebbero
avanzare uguale richiesta e tanto non
pu assolutamente accadere.
Sicuramente esistono problematiche maggiori ed il lettore frettoloso
sorrider nel leggere queste poche
righe ma questo il mio problema
ed io pretendo che qualcuno lo
risolva perch altrimenti non ha pi
senso parlare di senso civico e di
diritti.
Tonia Ragno

ALLA LEGA NAVALE DI TRANI


TECNICHE DI PESCA SPORTIVA
ANCHE CON IL VIESTANO
GIANPIERO CARIGLIA
Secondo appuntamento presso la
sede di Trani della Lega navale sulle
tecniche di pesca sportiva a drifting
al tonno gigante.
Allincontro ha partecipato il gotha
della pesca pugliese. A spiegare
tecniche ed esperienze di gara vissute, cera persino il pesarese Mirko
Eusebi, commissario tecnico della
nazionale italiana del big game e
capace, col suo team, di vincere sia
i mondiali di drifting al tonno che i
mondiali di traina d'altura. Questi
incontri ha detto Eusebi li
considero fondamentali, perch servono ad amalgamare le squadre di
pescatori ed a creare interesse verso
una disciplina praticata da molti
giovani, anche se potrebbe non
sembrare cos. Per affrontare la sfida
del mare occorre una grande conoscenza dello stesso, soprattutto
quando ci si porta ben oltre determinate distanze, e poi tanta
concentrazione.
Oltre ad Eusebi, sono giunti a
Trani pescatori di comprovata esperienza provenienti da ogni parte della
Puglia. In particolare, da segnalare la
partecipazione allincontro del viestano Giampiero Cariglia, secondo
classificato al campionato italiano di
drifting del 2013. E stata una grande soddisfazione per me e per il mio
equipaggio. La squadra, molto spesso, fa la differenza in queste competizioni. Siamo riusciti ad ottenere un
grande piazzamento a Jesolo, giusto
premio a tanti sacrifici. Per raggiungere livelli ottimali nella pesca al
drifting occorre molta esperienza in
mare. Proveniendo da Vieste, abbiamo il vantaggio di poterci allenare in
un tratto di costa che ben si presta
a questo tipo di disciplina, una zona
strategica perch esposta a correnti,
mentre il basso adriatico pi favorevole per la traina daltura. Il livello
di preparazione dei pescatori pugliesi
comunque eccellente.

OLMO Vieste

Quello che vuoi tu,


e un po di pi

OFFERTE VALIDE DAL 10 AL 21 APRILE 2014

BASKET SERIE D
Magic Galatina
77
Bisanum Viaggi Vieste
76
Parziali: (18-19), (31-31), (55-61), (7677).
Tabellini: Monacis 17, Ciccone
19, Manfredi 15, Devita 15, Lauriola
9, Neal, Roia, Vecera, Vescera,
Mosley.
A considerarla cos potrebbe
sembrare una rivisitazione cestistica
del mitico racconto di ''Davide e
Golia'' ma, analizzando il corso della
partita e la fatalit degli avvenimenti,
si pu anche dire che poi cos impossibile il risultato finale non .
La Bisanum Viaggi, infatti, gi
vittima dell'assenza del suo primo
marcatore Neal, tormentato da una
tallonite e convocato a Galatina solo
per marcare firma, durante il riscaldamento pre-partita stata costretta a
fare a meno anche del lungo
texano Mosley , per il riacutizzarsi
del dolore post distorsione subita in
quel di Monopoli.
Se poi a tutto questo si aggiunge
anche la pessima direzione di gara
del duo arbitrale, arrivata a concedere sul 76 pari a cronometro ormai
fermo due tiri liberi ai locali, difficile
per la cenerentola del campionato di
Serie D farsi scappare l'occasione di
regalarsi l'emozione della vittoria
contro la prima della classe... ed
ecco che puo' avvenire lo pseudo
miracolo.
La Bisanum Vieste, falcidata dagli
infortuni, era partita con il quintetto
Lauriola, Monacis, Manfredi, Ciccone
e Devita, gruppo che verr utilizzato
per quasi tutta la gara viste le defezione del duo americano e la panchina composta dagli under 17 ed un
under 19. Per cercare di salvaguardare le energie dei pi esperti, per i
primi due quarti i garganici si schieravano a zona ma la particolare giornata di grazia dei vari Scalese, Jan,
Carachino e Giaffreda dalla linea dei
tre punti e la tardiva difesa viestana,
collaboravano a far restare in gara la
squadra leccese fino all'intervallo
lungo, sul punteggio di 37 pari,
risultato sintomatico della scarsa
applicazione difensiva di entrambi le
squadre.
Dopo l'intervallo lungo il coach
viestano Desantis decideva di mandare a uomo i suoi, richiamandoli
all'attenzione difensiva ed alla responsabilizzazione personale, chiedendo
alla squadra (cinque titolari) un
dispendio maggiore di energie pur di
cercare l'allungo decisivo.
Nell'immediato questa tecnica
portava i suoi frutti, infatti Monacis (il
migliore tra i suoi) e compagni,
riuscivano ad allungare fino al +11.
Quando per tutto sembra andare
nel verso giusto ed iniziavano le
turnazioni con la panchina viestana,
il coach Serra aveva l'intuizione
giusta e, approfittando della stanchezza degli ospiti e della presenza sul
parquet dei giovanissimi garganici,
ingabbiava l'attacco viestano con una
zona-press a tutto campo e con
raddoppi sistematici in difesa, innescando una moltitudine di palle
recuperate e facili contropiedi. Nonostante i due time-out chiamati dalla
panchina viestana il recupero si
concretizzava facilmente visti anche
i falli ingenui degli ormai stremati
giocatori viestani che, nonostante
tutto, riuscivano con i tiri liberi a
fissare il punteggio sul 76 pari a 7
secondi dalla fine e con la palla in
mano ai locali.
Era a questo punto che si concretizzava l'incredibile. Cos il duo
arbitrale, gi approssimativo in diverse scelte nei confronti di entrambe le
squadre e spesso in disaccordo tra
di loro durante le decisioni, si regalvaa l'insufficienza a pieni voti. Durante l'ultima azione del Galatina, terminata con un tiro velleitario oltre la
sirena di fine partita (che non scalfiva
neanche il ferro dei garganici), si
avvertiva un fischio che indicava due
giocatori ormai a terra, caduti in
contemporanea dopo una serie di
spinted e abbracci da parte di entrambi (nello specifico Manfredi per il
Vieste e Caggiula per il Galatina).
Nel silenzio glaciale del palazzetto,
quando nessuno dei numerosi tifosi
e dei tesserati nelle rispettive panchine riusciva a capire ai danni di chi
poteva riferirsi quel fischio inaudito,
ecco che arrivava la timida sentenza
con un filo di voce dell'arbitro che
assegnava il fallo al 13 viestano
dando conseguentemente i due tiri
liberi al 12 in maglia gialla.
Nell'incredulit della panchina
della Bisanum e con l'entusiasmo
liberatorio dei giocatori leccesi e dei
numerosi tifosi locali, tutti i giocatori
ospiti e l'allenatore cercavano di
chiedere spiegazioni all'arbitro in
questione che giustificava la sua
decisione dicendo di aver punito chi
aveva iniziato il fallo tra i due. Con
gli animi agitati, tutti nelle fila del

Vieste si chiedevano a quel punto


quando fosse iniziato il fallo, fischiato
realmente dopo la sirena finale.
Gli arbitri, dopo alcuni secondi di
tentennamento, riazzeravano ''arbitrariamente'' il cronometro con un
misero secondo a disposizione dopo
i liberi per l'azione successiva. Sancendo cos oltre al danno anche la
beffa per i gli ospiti.
Ad onor di cronaca, per una
partita decisa da un episodio molto
dubbio, fa riportato che dalla lunetta
Caggiula faceva 1 su 2 regalando la
vittoria ai suoi e, con il secondo
successivo a disposizione, il Vieste
riusciva a malapena a fare il passaggio dalla rimessa prima di effettuare
un tiro senza esito sulla sirena finale,
ascoltata da tutti per la seconda volta
nella stessa partita.
Aldil del rammarico di non essere riusciti a portare a casa la partita
contro l'ultima in classifica, complici
gli infortuni e la stanchezza dei pochi
che hanno giocato tra le fila della
Sunshine, resta la forte delusione di

una scelta molto dubbia e che sicuramente altri arbitri avrebbero interpretato in maniera diversa.
Prendiamo atto ha commentato il coach Desantis complimentandoci con la squadra leccese che
ha dimostrato coraggio e abnegazione in pi momenti, a differenza
nostra che, nonostante tutto avremmo dovuto, con le unghia e con i
denti, cercare di vincere la partita
per continuare a sperare. Purtroppo
non l'abbiamo fatto.
Questa sconfitta ha sancito la
fine delle speranze viestane in un
passo falso dell'Altamura che, invece,
ha vinto a Bari portandosi a pari
punti. Dopo Pasqua, mentre il Vieste
riposer, l'Altamura vincendo in casa
contro il San Pietro Vernotico (26
aprile) potrebbe fare il passaggio in
Serie C con un turno di anticipo.
Dopo questa lavata di testa la
Bisanum Viaggi dovr approfittare
della pausa Pasquale per rimettere
su gli infortunati (in forte dubbio
anche per l'All Star Game) e cercare di ritrovare le energie fisiche e
nervose in vista dei play off di maggio, cos da poter provare a realizzare quello che per la giovane pallacanestro viestana sarebbe un vero
e proprio sogno... il passaggio in
Serie C.
FARMACIE
Reperibilit notturna:
- FARMACIA DEL PORTO
dal 19.04.2014 al 25.04.2014
- FARMACIA SAN GIUSEPPE
dal 26.04.2014 al 02.05.2014
DISTRIBUTORI CARBURANTI
Orari: 7.0012.30 15.3020.00
- API Falco Via Manzoni
- Somarelli L.Mattei
- ENI Latino L.re Europa
- ESSO De MicheleL.re Mattei
- TAMOIL Soldano Defensola
- REPSOL Pastorella
Loc. Piano Grande
Turno festivo
20 aprile 2014
Somarelli L.Mattei
21 aprile 2014
ENI Latino L.re Europa
25 aprile 2014
ESSO De MicheleL.re Mattei
27 aprile 2014
TAMOIL Soldano Defensola
1 maggio 2014
API Falco Via Manzoni

settimanale
Direttore responsabile:
Nin delli Santi

"Il FARO" settimanale sar in edicola


venerd 2 maggio 2014
Reg. Tribunale Foggia n.6 dell11 giugno 1996
Stampa: Grafiche Iaconeta
Giornale stampato su carta riciclata

PALLAVOLO

Dopo sei mesi giunto al termine il campionato provinciale Aics


open maschile. Il torneo stato
sempre condotto al vertice dal Csp
Ipssar Volley Vieste che ha chiuso
con una bella ma sofferta vittoria per
3-0 con la Volleyball Lucera, certamente una delle pi belle partite
giocate in questo campionato presso
la palestra G.Notarangelo presso
lIpssar Mattei. Sorti alterne nei
diversi set, ma sempre un punteggio
paritario che prevalso a favore dei
padroni di casa solo nelle ultime fasi,
dopo che gli ospiti, pur avendo avuto
in mano la possibilit di chiuderli a
proprio favore, sia il primo che il
secondo, si sono lasciati soffiare la
vittoria sul rush finale (29/27-27/2525/22 i parziali).
Ha ritrovato, dunque, la giusta
motivazione la formazione di Alessandro Guzzoni e del presidente Nicola
Rosiello, squadra che nelle ultime
partite aveva avuto un organico molto
risicato tanto da lasciare su alcuni
campi diversi punti e di subire la
prima sconfitta dopo circa cinque
anni di imbattibilit nei campionati
provinciali. Ora rimane il dubbio della
partecipazione alle fasi nazionali che
si svolgeranno a Riccione dal 5 all8
giugno. La New Volley Lucera ha
strappato sul fil di lana ai cugini della
Volleyball il secondo posto grazie alla
vittoria conseguita per 3-0 su unaltra
diretta concorrente, il Bovino. Pertanto con i suoi 43 punti, in caso di
rinuncia del Vieste, la New Volley
potrebbe ambire a partecipare alle
nazionali. Terzo posto per la Volleyball a 42 punti, al quarto il Bovino
con 40. Strappa la quinta posizione
al Carpino la formazione di Sante
Martella e Michele Maiorano: 38 punti
grazie ai tre conquistati proprio a
Carpino vincendo per 3-0. La Possenti Troia ha espugnato per 3-1 il
campo di Biccari ed infine il San
Severo ha perso in casa per 3-2 con
il Pietramontecorvino. Veramente un
bel campionato quello della maschile,
con ben undici squadre che lo hanno
portato a termine regolarmente e con
squadre abbastanza ben preparate
ed allenate.
La terza tappa della Capitanata
Cup a Troia sorride al Vieste in
veste teenagers, 17 anni la ragazza
pi grande, con lesordio di una
under 14 Dimauro Rebecca, una
sicura promessa del volley viestano,
E finita 2-0 sia sul Pietramontecorvino che sulla Possenti Troia che
inizialmente aveva vinto per 2-0 con
i dauni. Ora la classifica generale
vede al primo posto la formazione
del Vieste allenata da Gianni Siena
con 10 punti, al secondo la Possenti
Troia di casa DApice con 9, segue
il Biccari con 5, chiude il Pietramontecorvino con 3 punti. Ultima tappa
venerd 25 aprile a Vieste.
Continua il campionato over 30:
doppia vittoria per la New Volley
Lucera, 2-1 sia con il San Nicandro
che con il Vieste che a sua volta ha
battuto il San Nicandro per 2-0. Ora
tutte e tre le squadre sono a 4 punti.
Prossimo concentramento domenica
27 aprile a Vieste.

settimanale

VIESTE, VIAGGIO NEGLI ANNI DAL 1943 AL 2013


GLI ANNI NOVANTA
Prima di entrare in questo decennio, voglio ricordare ancora tre eventi
di quello passato. Lemissione di un
francobollo dedicato a Vieste, nel
1988, e due manifestazioni dispirazione patriottica, matrici, quando si
svolgono, di quel sentimento di
comunione che stringe tutti i cittadini
della stessa nazione.
VIESTE E LA MARINA MILITARE
25.10.1986, al molo est del porto
attraccata la nave cacciamine
VIESTE, varata lanno prima a Sarzana. Il gruppo cittadino Marinai
dItalia, e il Comune hanno chiesto al
Ministero di poter donare alla nave la
bandiera di combattimento. La richiesta stata accolta. Presenti rappresentanze darma, autorit locali e
regionali, banda, e tanta gente su
tutta larea portuale, il presidente del
gruppo, Ludovico Ragno junior consegna la bandiera al comandante
della nave, tenente di vascello Paolo
Sandalli. Nel pomeriggio ammessa
la visita dei cittadini alla nave. Durer
fino alla sera.
Due anni dopo, viene rievocato a
cura del Centro di Cultura Niccol
Cimaglia, lo scontro navale avvenuto
nelle acque di Vieste il 24 maggio
1915. Era per lItalia il primo giorno
della prima guerra mondiale. Quella
mattina presto qui ebbe luogo lo
scontro fra la torpediniera italiana
Turbine e tre navi austriache, lincrociatore Helgoland e i cacciatorpediniere Csepel e Tatra. La popolazione
viestana assistette al combattimento
dalle terrazze delle case pi alte,
pensando o sperando che le pi
numerose fossero le navi italiane. Ma
la verit non tard ad essere conosciuta. La nave italiana, dopo aver
combattuto manovrando con abilit,
soverchiato dalla potenza di fuoco
delle tre navi avversarie, colpita e
immobilizzata, alle ore 7 si autoaffondava in prossimit di Sfinalicchio. Il
suo nome, dato a una strada della
citt, tramanda ai posteri il ricordo
della nave e dei suoi valorosi sfortunati marinai.
Pi di uno dei discendenti di
quellequipaggio, compresi gli appartenenti al comandante Bianchi, sono
presenti alla cerimonia. E con loro le
autorit civili e militari e il popolo
viestano.
ELEZIONI COMUNALI
DI NOVEMBRE 1989
Scioltosi dopo poco pi di un
anno di gestione il consiglio eletto a
maggio del 1988, si torn in anticipo
alle urne.
Consiglieri eletti
1
Bevilacqua Giuseppe
2
Brigida Aldo
3
Cariglia Andrea
4
Caruso Vincenzo di A.
5
Caruso Vincenzo fu G.
6
Clemente Marcello
7
De Meo Pasquale
8
Denittis Natale
9
Di Candia Michelangelo
10 Dicarlo Michele Eugenio
11 Di Marca Michele
12 Dirodi Valentino
13 Giuffreda Antonio
14 Lapomarda Michele
15 Latino Stefano
16 Marchetti Camillo
17 Marinelli Francesco
18 Nobile Carlantonio
19 Notarangelo Vincenzo
20 Pecorelli Pasquale
21 Piracci Francescantonio
22 Ragno Ludovico jr.
23 Ragno Mario
24 Rosiello Giovanni
25 Soldano Paolo
26 Soldano Roberto
27 Storace Giovanni
28 Troiano Alessandro
29 Turi Mario
30 Zintu Mario

Ricompostasi lalleanza Dc, Psi,


Psdi, il 12 gennaio 1990 vennero
eletti Sindaco e Giunta. Sindaco:
Marinelli Francesco. Giunta: Caruso
Vincenzo fu G. (Vicesindaco), De
Meo Pasquale, Ragno Mario, Troiano
Alessandro, Nobile Carlo, Turi Mario.
Anche questa Amministrazione,
come le precedenti, non navig in
acque tranquille, essendo tenuta
costantemente sotto tiro sia dalla
vigorosa opposizione di destra e di
sinistra e sia dalle schioppettate che
le giungevano dallinterno del pelago
dc-psi, vale a dire da quei consiglieri
che avendola eletta avrebbero dovuto
assecondarne la navigazione e lattivit.
Dur fino a met del 1992.
Per quanto breve e tribolata sia
stata la vita delle Amministrazioni che
si succedettero dall83 al 92, pure
riuscirono a impostare e a portare a
compimento utili lavori. Tra cui: la
prosecuzione degli atti volti a dare
attuazione al Piano di recupero del
Centro Storico; la nuova discarica dei

Inaugurazione museo civico,


Marinelli e Carlo Nobile 1991
rifiuti solidi urbani; il reiterato impegno
a portare a buon fine il Piano Regolatore Generale, adottato una prima
volta nell83, restituito dalla Giunta
Regionale nell85 con alcune prescrizioni, esaminato da pi consigli
comunali, finalmente adottato in via
definitiva nel 93; una manifestazioneconcorso di sculture eseguite in
Vieste da studenti provenienti da
diversi Istituti di Belle Arti; il rifacimento nella villa di Corso Fazzini della
pavimentazione e una nuova fontana;
il radicale restauro dellimmobile in
via Celestino V destinato a sede del
museo archeologico, il suo arredo e
la sistemazione in esso dei reperti
archeologici disponibili; convegni sui
problemi della citt.
Quando il sindaco Marinelli, temperamento determinato, operativo,
non ne potette pi delle continue
diatribe, convintosi che la situazione
era ormai insanabile, diede le dimissioni. Era il 15 ottobre 1991. Con lui
si dimise anche la Giunta.
Si ripeterono i consueti incontri,
convulse riunioni, approcci separati di
gruppi e gruppetti. Lunica soluzione
che emerse fu quella di rieleggere il
sindaco Marinelli e la sua Giunta. Ma
Marinelli non fu daccordo e vot
contro. Cos la proposta non pass
e il consiglio comunale venne sciolto.
A reggere il Comune fu nominato
commissario prefettizio il dottor Salvatore Tropea, che gest lincarico con
molta diligenza, da dicembre del 91
fino a giugno del 92, quando si
svolsero le nuove elezioni.
Nel trentennio 70-90 la casa di
riposo per anziani in via Sante Naccarati, viene ampliata e completata.
Il corpo principale era stato donato
nel 1929 da Biagio Mafrolla. Poi
limpegno dei comitati di gestione ha
fatto il resto, poich oggi uneccel-

Lungomare E. Mattei, 5
Tel.0884.708251-Fax 708252
www.gtfalcone.it
hotelfalcone@gtfalcone.it

RISTORANTE BAR PISCINA


TENNIS AMPIA TERRAZZA
PANORAMICA SUL MARE

lenza per come ordinato e per


come gli anziani ospitati vengono
accuditi dalle suore Discepole di
Ges Eucaristico.

ELEZIONI DEL 1992


Le elezioni del 7 e 8 giugno
1992 premiano alla grande i tre
partiti dellarea di governo: Dc, Psi e
Psdi, cio gli stessi che con le loro
discordie avevano condotto allo
scioglimento anticipato del consiglio.
La Dc ottiene 12 seggi, il Psi 6 e il
Psdi 4. Al Pds (Partito Democratico
di Sinistra, ex partito comunista)
vanno 4 seggi e pure 4 al Msi-Dn.
Si deve dedurre che nonostante
la costante conflittualit tra i primi tre
partiti, quella la formula politica
preferita dagli elettori di Vieste.
Consiglio Comunale 1992-1997
1
Abatantuono Nicola
2
Bevilacqua Giuseppe
3
Biscotti Giuseppe
4
Caruso Nicola
5
Caruso Vincenzo di A.
6
DellErba Antonio
7
De Meo Pasquale
8
DErrico Antonio
9
Devita Angelo
10 Di Candia Michelangelo
11 Dicarlo Michele
12 Dirodi Girolamo
13 Dirodi Valentino
14 Giuffreda Antonio
15 Lapomarda Michele
16 Mascia Michele
17 Masella Franca
18 Micale Alfredo
19 Nobile Carlantonio
20 N o t a r a n g e l o M i c h e l e
21 Pecorelli Pasquale (1934)
22 Pecorelli Pasquale (1944)
23 Piracci Francescantonio
24 Prudenza Domenico
25 Ragno Mario
26 Rosiello Giovanni
27 Soldano Paolo
28 Spina Diana Domenico A.
29 Vescera Lorenzo
30 Zaffarano Raffaele
Dora in avanti, in base a una
nuova legge, i sei assessori sono
tutti effettivi.
Sindaco: Spina Diana Domenicantonio. Giunta: Caruso Nicola
(vicesindaco), Bevilacqua Giuseppe,
Nobile Carlo, Notarangelo Michele,
Rosiello Giovanni, Soldano Paolo.
Con questa Amministrazione
cominciava al Comune lera del
sindaco Spina Diana Domenicantonio
(detto Mim), il quale dopo lo smembramento della DC, passato a Forza
Italia, verr eletto ancora due volte
consecutive, e rester in carica fino
al 2006, 14 anni.
Data la continuit di questi periodi sotto la guida dello stesso sindaco, ho ritenuto opportuno unificare
nella narrazione lattivit dei tre cicli
amministrativi, elencando di seguito
i tre consigli comunali e rispettive
Giunte, nonch la mole di opere
realizzate.
Il numero dei Consiglieri comunali
ridotto a 20, pi il Sindaco.
Consiglio Comunale 1997-2001
1
Abatantuono Nicola
2
Campaniello Leonardo
3
De Angelis Adriano
4
Devita Angelo
5
Dirodi Girolamo
6
Fusco Carmine
7
Lapomarda Michele
8
Mascia Michele
9
Micale Alfredo
10 Nardella Michela
11 Palumbo Vincenzo
12 Pecorelli Antonio
13 Pecorelli Pasquale (1934)
14 Pecorelli Pasquale ( 1944)
15 Petrone Antonio
16 Prencipe Saverio
17 Romano Angela
18 Sollitto Carlo
19 Spina Diana Domenico A.
20 Vieste Nicola
21 Zaffarano Raffaele

pag.3

Sind a c o :
Spina Diana Domenicantonio.
Giunta:
Pecorelli
Pasquale
(1944 vicesindaco), Devita Angelo,
Pecorelli
Antonio, Petrone Antonio, Romano
Angela, Zaffarano Raffaele.

VIESTANI NEI CONSESSI


SOVRACOMUNALI
Dicembre1981, il concittadino
Michele Protano diventato Presidente dellAmministrazione Provinciale
Egli vive ed esercita la professione
medica a Foggia, ma stato eletto
nel collegio di Vieste.
In visita al Comune, affollato di
cittadini, riceve il saluto augurale degli
amministratori per il lavoro cui si
accinge e per quanto potr fare
nellinteresse della nostra citt.
Nel programma generale della
sua risposta c quanto ci sta a
cuore.
Per Vieste adotter i primi atti per
la sede del Liceo scientifico e della
Ragioneria, opere che verranno poi
realizzate e sono gi da parecchi
anni in funzione, far costruire i
marciapiedi al lungomare Enrico
Mattei (spiaggia castello) e attuare il
centro sportivo detto Omnisport. La
cui ampia palestra consente adesso
a molti giovani e ragazzi di svolgere
attivit sportive. e agli studenti dei
due citati Istituti di fare educazione
fisica.
Altri viestani che sono, o sono
stati, in consessi sovracomunali dagli
anni 80 in poi, esercitando il loro
incarico con impegno e risultati:
Nicola Dirodi, vicepresidente della
Comunit Montana del Gargano e
poi consigliere regionale; Vincenzo
Caruso di A., pi volte consigliere

Spina Diana Domenico Antonio

provinciale e poi consigliere regionale;


il gi ricordato On. Antonio Cariglia,
pi volte deputato al Parlamento
italiano e poi al Parlamento Europeo:
Gino Dirodi consigliere della Comunit Montana nel primo decennio del
millennio, Angelo Devita, due volte
consigliere provinciale; Giandiego
Gatta, un composto manfredonianoviestano, politico di forte e unificante
sentire garganico, gi presidente del
Parco nazionale del Gargano, ora
consigliere regionale.
Alle elezioni politiche del 2001,
per la prima volta dalla nascita della
Repubblica, viene eletto deputato del
nostro collegio un viestano, Domenicantonio Spina Diana, sindaco di
Vieste in carica, che nel Parlamento
rappresenter degnamente la nostra
citt e il collegio elettorale.
(30 continua)
Ludovico Ragno

la radio che serve


al Gargano

Via Dalla Chiesa, 6 71019 Vieste (Fg)


0884.702346 Fax 707611

e-mail: ilfaro@viesteonline.it

www.ondaradio.info

notizie notizie notizie notizie notizie notizie


progetto di giornalismo
in collaborazione
con il Circolo Didattico "G.Rodari"

RODARI IN STAMPA
BULLI, DA VITTIME A CARNEFICI

Tra i temi che abbiamo deciso di


trattare nella nostra redazione c
quello del bullismo e a parlarcene
venuta la psicologa Jenny Di Carlo.
La prima cosa importante da sapere
che il bullo una persona debole, spesso
con difficolt a manifestare le proprie emozioni e sentimenti perci, non compresa o
mal compresa dagli
altri, a volte proprio
dalla famiglia stessa.
Il bullo rivede se
stesso in coloro che
hanno il coraggio di
manifestarsi per quello
che sono, anche con
le proprie debolezze.
Questo per lo fa arrabbiare poich lui non stato capace di accettare le proprie fragilit e
cos scarica la propria rabbia su chi
gli somiglia.
E un modo involontario, di nascondere il problema, cos chiunque
glielo ricordi viene punito. I maschi,
rispetto alle femmine lo subiscono di
pi, anche se il bullismo femminile
in aumento. Let in cui comincia a
partire dagli undici anni circa. Oltre
che a fare violenza fisica, il bullo
attacca anche psicologicamente la

IL VIESTANO
LUIGI MENDOLICCHIO ELETTO
ALLASSEMBLEA NAZIONALE
DEL NUOVO CENTRO DESTRA

FESTA DI S.GIORGIO 2014 DOCENTI, ALUNNI E GENITORI ALLA MARCIA DELLEDUCAZIONE

propria vittima con insulti, offese


anche sul web. La vittima di bullismo
spesso non ne parla con nessuno e
questo diventa molto pericoloso
poich pu portarla, o ad un livello di
stress tale da diventare egli stesso
un bullo con i pi deboli, o a una

forte depressione che pu indurlo a


pensare anche a gesti estremi. Non
bisogna vergognarsi perci se ci si
trova in questa situazione e bisogna
subito parlarne con qualcuno: familiari, insegnanti, amici, psicologo della
scuola limportante parlarne. Il
bullismo non una malattia ma un
problema, che con un po di impegno
da parte degli adulti e con tanto
affetto e comprensione da parte
nostra possibile risolvere basta
volerlo!
Donatella Candelma,
Rita Palatella,
Giorgia Letizia Dellimuti

(segue da pag.1)
era presente Vincenzo Fasani, presidente del circolo e leader locale del
partito.
Nelle prossime settimane ha
ribatito Fasani avremo il primo
appuntamento per Vieste con
l'apertura della sede, nonch della
campagna di adesioni incentrata
sull'inclusione, mettendo anche in
discussione il mio ruolo per contribuire a costruire un futuro migliore per
la nostra bella citt. Speriamo nella
forza e linfa viva di tanti giovani
donne e uomini carichi di buona
volont e determinati nel portare
avanti le richieste di una societ civile
esasperata e portata alla distrazione
dalla vecchia politica. Siamo pronti,
ma soprattutto siamo partiti.

ARTE INFISSI

Via dellAntico
Tel. 338.2132976
Porto Aviane
Tel. 338.2132976
di Franco Ciuffreda

Loc.Valle Vittoria Vieste cell. 329.2917365 dal 1974

INFISSI IN PVC/LEGNO ALLUMINIO


A TAGLIO TERMICO
ZANZARIERE, PORTE BLINDATE,
PERSIANE BLINDATE, NUOVO PROFILO
ARROTONDATO SU TUTTI GLI INFISSI,
TAPPARELLE, LAVORAZIONE IN FERRO

Un infisso
nuovo
aiuta
a ridurre
i consumi
energetici

PROGRAMMA RELIGIOSO
21-22 aprile
ore 19,00
Solenne celebrazione e Novena
in onore del Santo Patrono
23 aprile
ore 7,30 - 9,00 - 19,00
Sante Messe in Cattedrale
con partecipazione del Comitato
ore 10,00
Processione dalla Cattedrale
presieduta da mons. Castoro
ore 11,00
Arrivo processione in Piazza
S. Maria delle Grazie e sparo
fuochi pirotecnici - Santa Messa
celebrata dall'Arcivescovo
con il Capitolo Cattedrale.
ore 12,00
Rientro della processione
con sparo di fuochi pirotecnici
(Marina Piccola)
PROGRAMMA CIVILE
22 aprile
ore 16,30
Apertura della festa
con sparo di mortaretti e giro
per l'abitato del gran complesso
bandistico "G.Cariglia"
ore 20,30
da Piazzale Manzoni sfilata
cavalli e fantini partecipanti
alla Corsa.
ore 21,30
Piazza del Fosso
Gruppo Pizzeche & Muzzeche
Esibizione della scuola di ballo
di Grima Michele
ore 23,30
Spettacolo di fuochi pirotecnici
presso Marina Piccola.
23 aprile
ore 07,00
Sparo di mortaretti e giro
per l'abitato dei complessi
bandistici "P.Rinaldi"
e "G.Cariglia"
ore 11,30
Piazza S. Maria delle Grazie
Sagra della Frittata a cura
dell'Associazione Cuochi
del Gargano e Capitanata
ore 17,00
Giro per l'abitato del gran
complesso Bandistico "P.Rinaldi"
ore 18,00
tradizionale Corsa dei cavalli
a cura del Comitato della Corsa
presso Spiaggia Castello
ore 21,30
Nino DAngelo in concerto
ore 24,00
Chiusura della festa
con spettacolo fuochi pirotecnici
presso Marina Piccola.

Gioved 10 aprile si
tenuta a Vieste, dalle
ore 09.30 alle ore
12.30 la Marcia
dell'educazione, manifestazione a cui hanno
partecipato tutte le
scuole della citt: elementari, medie e superiori.
Alla manifestazione, presentata dalla
docente Patrizia Grassi, erano presenti anche l'assessore comunale alla Pubblica
istruzione Gaetano
Zaffarano, il vicario del
plesso Fasanella
Gianna Gualtieri, il vicario della scuola media Alighieri, professoressa Mancuso ed il
dirigente scolastico degli istituti superiori Paolo Soldano, oltre ad
una rappresentanza
del corpo docenti, genitori e chiaramente
tanti amici.
I ragazzi si sono
esibiti in canti, balli,
poesie e racconti.
Eccellente interpretazione di un giovane
dell'Ipssar Mattei che
ha mostrato ai presenti
alcune acrobazie con
bottiglie e bicchieri.
Grande performance di un giovane giocoliere che ha utilizzato
due palloni da basket tenuti in equilibrio su comunissime penne sfera.
Un grande successo, con l'augurio la manifestazione possa tenersi
nuovamente il prossimo anno.
(Pietro Riccardi)

ATTIVATO IL PROGETTO CONFIDO IN TE


Dallo scorso 12 aprile stato
attivato nelle scuole il progetto
ConFido in Te dellAnpana (Associazione Nazionale Protezione Animali
Natura Ambiente) giunto alla quarta
edizione e con una novit: questanno oltre che a Vieste sar realizzato
anche in altre citt della Provincia di
Foggia tra cui Vico del Gargano, San
Paolo Civitate e presto anche a
Peschici e Rodi Garganico.
La campagna questanno si
aperta a San Paolo Civitate e vedr
i volontari impegnati con i cani nelle
scuole per sensibilizzare ed educare
i giovani alla corretta relazione con
lanimale. I volontari saranno, infatti,
nella scuola primaria e secondaria di
San Paolo Civitate con Golia, ex
cane di strada divenuto uno dei pet
terapeuti pi docili e famosi della
provincia.
Anche questanno alle scolaresche si insegner il corretto approccio
con il cane e la sua comunicazione.
Si parler di randagismo, prevenzio-

APERTI dal luned al sabato ORARIO CONTINUATO


dalle 8,00 alle 20,00 domenica dalle 8,00 alle 13,00

VIA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA, 20

ne e adozioni. ConFido in Te una


delle azioni previste dal pi ampio
progetto contro il randagismo: Zero
Cani In Canile. Per tutte le scuole
interessate, si ricorda che il progetto
assolutamente gratuito e disponibile
per tutte le scuole che ne fanno
richiesta. Per info: anpana.webvieste@libero.it.