Sei sulla pagina 1di 2

Via Dalla Chiesa, 6 71019 Vieste (Fg)

0884.702346 Fax 707611

e-mail: ilfaro@viesteonline.it
Redazione: Via Messapia, 1 - Vieste (Fg) - Fax 0884/704191 Anno XX n.25 (928) 26 giugno 2015

MICHELE TRIMIGNO, IL CAVALIERE


DELLE GROTTE MARINE

Michele Trimigno, primo esploratore delle grotte della costa tra Vieste
e Baia delle Zagare, morto lo
scorso 21 giugno allet di 86 anni.
Il cavaliere, come tutti lo chiamavano da quando il 2 giugno del
1976 fu insignito del titolo dallallora
presidente della Repubblica Giovanni
Leone, ha trascorso la maggior parte
della sua vita in mare, prima facendo
il pescatore e poi la guida per i turisti.
Ha iniziato da bambino con il
padre ad andare per mare, a pesca.
Con il passare degli anni ha dato dei
nomi alle varie grotte esplorate,
ognuno dei quali legato ad una
caratteristica morfologica della grotta.
Durante l'estate alla sua attivit di
pescatore ha cominciato ad affiancare quella di guida alle grotte marine.
Fu proprio lui nel 1958 a far
conoscere la costa del Gargano ad
Enrico Mattei, l'allora presidente
dell'Eni. Da l nacque il turismo del
Promontorio. Infatti dopo quella visita
Enrico Mattei decise di costruire il
complesso alberghiero di Pugnochiuso, oggi di propriet della famiglia di
Emma Marcegaglia, da ultimo presidente proprio dellEni.
Il turismo di Vieste ha raggiunto
importanti traguardi anche grazie a
persone come Michele Trimigno che
hanno saputo raccontare con passione le bellezze di questo territorio.
Motore in avaria Difficolt di
manovra a circa tre miglia nautiche
a sud di Vieste

SOCCORSI 10 DIPORTISTI
DALLA GUARDIA COSTIERA
Lieto fine per una comitiva di
dieci diportisti a bordo di unimbarcazione a vela con difficolt di manovra
a causa di unavaria al motore a
circa tre miglia nautiche a sud di
Vieste. La sala operativa della guardia costiera, ricevuta notizia via radio
dallimbarcazione in questione, si
attivava prontamente con linvio in
zona di una motovedetta che, intercettata lunit, procedeva a prestare
assistenza alla stessa sino nel Porto
di Vieste.
Per emergenze in mare: contattare il numero blu 1530, attivo su tutto
il territorio nazionale 24 ore su 24.

RINVENUTO UN ARSENALE DI ARMI


Una importantissima operazione
di Polizia Giudiziaria stata messa
a segno sabato scorso 20 giugno
dagli agenti del Commissariato di

Procura della Repubblica di Foggia


personale della Polizia di Stato del
Commissariato di Manfredonia ha
localizzato ed assicurato alla Giustizia

Manfredonia che si sono avvalsi


della collaborazione del Reparto
Prevenzione Crimine di Bari e della
Squadra Mobile della Questura di
Foggia.
Vieste stata di recente oggetto
dellattenzione della cronaca nera per
i gravissimi fatti di sangue, sintomatici
di uno scontro al vertice delle organizzazioni criminali locali per il con-

un insospettabile, incensurato viestano. Luomo aveva il compito di custodire un vero e proprio arsenale che,
con ogni probabilit, direttamente
riferibile ai clan di criminalit organizzata operanti a Vieste e nelle zone
limitrofe. Un arsenale di armi, tra
mitra, fucili automatici di precisione
dotati di sofisticati cannocchiali, fucili
a pompa, pistole e munizioni di ogni
genere e calibro, silenziatori, passamontagna
e ricetrasmittenti sono
stati sequestrati in via
Dante Alighieri civico
135 nellabitazione dellinsospettabile.
particolare,
allinterno di
un box di pertinenza della
stessa abitazione di propriet di Matteo Dies, viestano di 43 anni, ex guardia
giurata di un istituto di vigilanza locale, la Polizia, che
ha fatto irruzione allalba di sabato
scorso, ha rinvenuto una cassaforte,
in un vano ricavato allinterno di
unintercapedine tra due muri che
conteneva gran parte dellarsenale
sequestrato. Il restante materiale
stato rinvenuto e sequestrato in altri
vani segreti allinterno dello stesso
garage. Luomo non ha opposto
resistenza ed stato
immediatamente tratto
in arresto.
Per limponenza e
la pericolosit del materiale sequestrato gli
investigatori ritengono
di aver messo le mani
sullarmiere e sullarsenale della criminalit

trollo delle attivit illecite legate


allattivit estorsiva nel settore turistico ed ai traffici di armi e stupefacente. Si ricordano, in particolare, luccisione di Angelo Notarangelo,
avvenuto lo scorso gennaio, il tentato
omicidio di Emanuele Finaldi, avvenuto lo scorso aprile e la successiva
uccisione di Marino Solitro, nonch
numerosi altri episodi intimidatori in
danno di esponenti di spicco della
mala viestana.
Nel corso di complesse attivit di
indagine coordinate dalla Procura
Distrettuale Antimafia di Bari e dalla

locale e, considerando i recenti


gravissimi fatti di sangue, il materiale
verr sottoposto ai necessari rilievi
balistici che verranno effettuati nei
prossimi giorni presso il Gabinetto
Regionale Polizia Scientifica di Bari.

Le armi, tutte con matricola abrasa


o comunque con matricola che ha
reso possibile risalire alla provenienza furtiva delle stesse sono il segnale
anche dellassoluto controllo sul
territorio delle attivit illecite da parte
dei gruppi criminali operanti a Vieste,
poich risultate tutte provento di furti
verificatisi in citt dal 2008 ad oggi.
A guardia delle armi cera un
pitone reale, Il rettile veniva lasciato
libero per spaventare ospiti indesiderati. Molto
spesso la criminalit per proteggere i propri beni,
anche illegali come armi e droga,
cani di grossa taglia o telecamere.
Questa volta, invece, a protezione di un arsenale
vi era un pitone
reale.
gatori, una volta,
aperta la porta
del box, si sono
trovati una grande
teca in vetro con
allinterno il pitone: serpente che,
secondo quanto ipotizzano, veniva
lasciato libero allinterno del box per
spaventare e mettere in fuga ospiti
indesiderati.
PLAUSO DELLA F.A.I.
PER IL SEQUESTRO DI ARMI
La FAI (Federazione Associazioni
Antiracket Italiane) nazionale, la FAI
Puglia e la FAI Vieste si sono congratulati con gli uomini della Polizia
di Stato per la brillante operazione,
compiuta a Vieste nella giornata di
sabato scorso che ha portato al
sequestro di un ingente quantitativo
di armi. Li ringraziano per il costante
e proficuo impegno profuso sul territorio Viestano.
FAI, FAI Puglia, FAI Vieste

NASPI, PRONTO IL DECRETO


PER GLI STAGIONALI
DEL TURISMO
GARANTIRA SEI MESI
DI DISOCCUPAZIONE

Riceviamo e pubblichiamo
Il Governo mantiene la promessa
di garantire ai lavoratori stagionali del
comparto turistico una maggiore
gradualit nel passaggio al nuovo
regime Naspi, attribuendo loro per il
2015 un'indennit sostanzialmente
simile a quella dell'anno precedente.
Non ritenendo sufficiente la circolare Inps n.94 del 12 maggio scorso,
intervenuta mediante un modello
matematico sulla durata della prestazione, che per non tutelava la
totalit dei lavoratori interessati, il
Ministero del Lavoro ha approntato
uno schema di decreto ad hoc che
entrer in vigore entro agosto.
Il decreto prevede un apposito
stanziamento per quei lavoratori che
non riuscissero a raggiungere nel
2015 i sei mesi di Naspi, senza
distinzione tra chi usufruiva della
disoccupazione ordinaria (Aspi) e chi
della Mini-Aspi (requisiti ridotti),
salvaguardando gli interessi di tutti in
eguale misura.
Il PD di Vieste esprime grande
soddisfazione per la soluzione positiva di questa vicenda e ringrazia il
Governo per l'attenzione che puntualmente rivolge alle istanze del nostro
territorio.
Federica Castagnetti
Segretario PD
Circolo di Vieste

A LUGLIO RIAPRIRA
IL CINEMA ADRIATICO

Finalmente sembra scoccata lora


fatidica per la riapertura del Cinema
Adriatico. Lampia sala cinematografica e teatrale da 500 posti e
unarena allaperto (con grandi ambizioni culturali) sar finalmente fruibile.
A partire dal 9 luglio fino al 15
settembre, sotto la direzione di
Mauro Palma, che con lassociazione
Falso Movimento si faffo carico
dellapertura del compelsso, ogni sera
sono previste iniziative di cinema,
teatro, musica, editoria. Ci saranno
cos anteprime di film come
Terminator Genisys, Poltergeist,

(continua a pag.2)

GIOIELLI
Francesco
Giardino
Viale XXIV Maggio, 26

PIZZA TAXI 338.7620277

NUOVA SEDE
VIA GIOVANNI XXIII, 35
Tel. 338.2132976

ORARIO CONTINUATO dalle 8,00 alle 20,30 TUTTI I GIORNI

VIA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA, 20

Via S.Maria di Merino, 4


Tel./Fax 0884.701090

pag.2

settimanale

Le spiaggie di Baia di Santa Maria (Vieste), Baia di San Nicola e Baia di


Manaccora (Peschici), Baia di Mattinata, Isole Tremiti (porto e spiaggia)

ULTIMO APPUNTAMENTO STAGIONALE


PER IL TEAM MANZARI

NELLE BAIE PIU RINOMATE DEL GARGANO ORA IL WI-FI E GRATIS


Le pi belle spiagge del Promontorio, grazie alla Camera di Commercio Foggia, ora sono raggiunte dal
servizio Gargano Free Wi Fi che
permetter a turisti ed operatori del
settore di stare sempre connessi alla
rete. Uno strumento di marketing e
raccolta di informazioni in grado di
soddisfare le esigenze di quanti
frequentano la zona.
Mercoled 24 giugno si svolta
a Foggia la conferenza stampa di
presentazione alla presenza del
presidente della CCIAA Fabio Porreca, del direttore di Puglia Promozione, Giancarlo Piccirillo, del presidente
del Parco del Gargano, Stefano
Pecorella e dei sindaci di Mattinata e
di Peschici, Michele Bisceglia e
Franco Tavaglione.
E un progetto ha spiegato
Porreca che partendo dall'offerta
di connessione internet gratuita ai
turisti, integra infrastrutture di connettivit, servizi digitali di informazione e
di marketing a favore del prodotto
turistico del Gargano.
Duplice la finalit: aiutare a supe-

rare il digital divide del Gargano e


soprattutto offrire info utili ai turisti,
dalle farmacie di turno a cosa vedere
e cosa fare nelle localit pi vicine,
fino alle previsioni meteo.
Infine, l'altra novit riguarda una
postazione mobile di Gargano Free
Wi fi che raggiunger i centri dove
si svolgeranno eventi particolari.
Soddisfatto dell'iniziativa anche il
direttore di Pugliapromozione, Giancarlo Piccirillo pech si compreso
che oggi senza connessione a
internet difficile a fare turismo.
L'installazione e manutenzione
degli impianti stata curata ed
affidata al viestano Girolamo Parisi.

Poco pi grande di una pillola, si impianta in tre minuti


Primo intervento al Policlinico di Bari

E BARESE IL PACEMAKER PIU PICCOLO DEL MONDO


Al Policlinico di Bari stato impiantato il pacemaker pi piccolo del mondo,
poco pi grande di una pillola. L'intervento stato effettuato dall'quipe del
professor Stefano Favale, direttore della Cardiologia Universitaria. E' durato
solo tre minuti. Viene impiantato direttamente nella cavit cardiaca attraverso
la vena femorale e non prevede l'impianto di elettrodi di stimolazione. Una
volta posizionato, il sistema emette impulsi elettrici per regolarizzare il battito.

AL PRONTO SOCCORSO
A LUGLIO RIAPRIRA
CI SI BARCAMENA
IL CINEMA ADRIATICO
FRA CARENZE E DISSERVIZI
(segue da pag.1)
Per i servizi sanitari nel pronto
soccorso (PPI) di Vieste si ripropone
lennesima estate di difficolt.
Accade cos che a Vieste il 118
(l'unica organizzazione che pu fare
accessi all'esterno) ha una sola
ambulanza. Il PPI ne ha un'altra ed
ha anche l'autista per siccome il
protocollo dell'emergenza gestito
dalla centrale del 118, non si pu
usare. E stata richiesta alla direzione
dell'As la possibilit di metterla in rete
con il 118. Risposta: silenzio!
Per la radiologia a Vieste il servizo attivo solo fino alle 14,00 nei
giorni feriali, per cui i medici del PPI
nei giorni festivi, di pomeriggio e di
notte non possono avere riscontri
diagnostici per sospette fratture, cos
devono mandare i pazienti in ospedale per farsi la radiografia.
Altra carenza. Quando il laboratorio analisi chiuso, quindi di pomeriggio e di notte, i medici del PPI per
fare piccoli esami (enzimi del sangue
per sospetto infarto, ad esempio)
avevano finora a disposizione dei
mini-lab, piccoli laboratori portatili. Ora
la ditta che li forniva ha sospeso il
tutto perch la direzione (oggi commissariata) dell'Asl Fg ha verificato
che negli ultimi anni questa fornitura,
partita in via sperimentale, non
passata mai attraverso un bando di
gara. Per cui ora stato sospeso il
tutto e la ditta fornitrice di conseguenza si tirata indietro. Risultato:
nessun esame possibile in quelle
fasce orarie e, in caso di situazione
sospetta, i pazienti vengono mandati
in ospedale.

Fury Road, Jurassic World, Fury


e tanti altri lungometraggi, rassegne
di film dessai, rassegna notturna di
cinema horror, cortometraggi e rassegne per bambini. Non mancher il
teatro con Bacalov insieme a Michele
Mirabella, Beppe Barra, Giobbe
Covatta, Biagio Izzo, Oblivion, e il
teatro di strada con il Teatro dei
barboni. Spazio anche alla musica
con Bacalov ed una serata per
l'assegnazione del Premio Matteo
Salvatore, promosso dal Club
Tenco, che vedr protagonisti Eugenio Bennato, i Cantori di Carpino,
Pietra Montecorvino e altri autori. Ci
sar anche una Rassegna di Jazz
Internazionale, curata da Antonio
Tosques.

Si concluso nel migliore dei


modi il campionato WKF per gli atleti
viestani del Team Manzari. Un gruppo di sette atleti (gli altri purtroppo
pur volendo avevano gi cominciato
la stagione estiva), per le diverse
categorie, ha partecipato allultimo
appuntamento stagionale ricevendo i
complimenti dai maestri presenti.
Due le nuove entrate in squadra:
Alessio Solitro, per la specialit boxe
ha ottenenuto il cinturone di campione italiano WKF; il pi giovane ,
invece, Vincenzo Gentile, 14 anni, ha
combattuto come un veterano arrivando in finale. Cos come Francesco Vescera, gi presente in altri
tornei, arrivato in finale. Tutti hanno
disputato ottimi match nonostante la
giovane et, gli ultimi due nel kickboxing. Altri due giovani sono Francesco Riccardi e Salvatore Riccardi.
Il primo ha ottenuto il cinturone sia
nel kick-boxing che nella Boxe e un
secondo posto nel torneo di lightcontact. Salvatore, il pi grande dei
due, ha ottenuto ben tre cinturoni nei
tornei di boxe, kick-boxing e lightcontact. Ancora nella boxe, salito
sul ring Jacopo Impagnatiello, che
quest'anno ha partecipato a tutti gli
eventi e si allenato duramente
dimostrandosi caparbio anche in
finale. Infine, con una doppia specialit, c stato il ritorno di Luca
D'Errico, assente in qualche manifestazioni. Un ottimo rientro nella boxe
con un secondo posto in finale e nel
kick-boxing in finale ha superato tutti
gli atleti presenti.
FARMACIE
Reperibilit notturna:
FARMACIA DI LAURO
dal 27.06.2015 al 03.07.2015
DISTRIBUTORI CARBURANTI
Orari: 7.0012.30 15.3020.00
- API Falco Via Manzoni
- Somarelli L.Mattei
- ENI Latino L.re Europa
- ESSO De MicheleL.re Mattei
- TAMOIL Soldano Defensola
- REPSOL Pastorella
Loc. Piano Grande
Turno festivo
28 giugno 2015
API Falco Via Manzoni

SUPERMERCATO OLMO
Tutto il meglio che c

settimanale

Direttore responsabile:
Nin delli Santi
Collaboratori:
Carmine Azzarone, Luther Blisset,
Vincenzo Casamassima, Dragutspia,
Michele Notarangelo, Franco Patrone,
Gaetano Simone, Saverio Serlenga,
Matteo Siena, Sandro Siena

"Il FARO settimanale sar in edicola


venerd 3 luglio 2015
Reg. Tribunale Foggia n.6 dell11 giugno 1996
Stampa: Grafiche Iaconeta
Giornale stampato su carta riciclata

Viale XXIV Maggio, 40 - Vieste

Pizza dasporto

ao
z
z
i
P
i
z
d
a
a Mez
i
n
l
n
A
g
by
Vo

Pizza al taglio
Panzerotti

Pizza e panzerotti by Anna Mezzo


dove la cortesia di casa

SU PRENOTAZIONE
DISPONIBILE SALETTA PER FESTE
E PICCOLE CERIMONIE

Via S.Maria di Merino, 12 Cell. 320.3450301

Levento andr in onda su Sky

A VIESTE IL BEACH SOCCER


CON I GRANDI CAMPIONI
DEL PASSATO
A Vieste dal 31 luglio al 2 agosto
(ingresso gratuito) far tappa, sul lungomare Europa, il beach soccer dei
grandi campioni del passato. In
campo l'Italia, il Brasile,
l'Argentina e il Canada
con i calciatori che hanno indossato negli anni
90 la maglia della loro
nazionale. Sar la prima
tappa in assoluta per il
Sud Italia. Tra i calciatori
azzurri che scenderanno
in campo ci saranno
Gianluca Pagliuca, Angelo Di Livio, Luigi Di
Biagio, Maurizio Ganz,
Marco Del Vecchio e
tanti altri grandi campioni
sotto la guida tecnica di
Maurizio Iorio. La manifestazione si
svolger nel "Beach Stadium Vieste"
(una megastruttura capace di poter

ospitare quasi 2 mila spettatori a


sedere sulla spiaggia) allestito per
l'occasione all'interno del Lido Cristalda. L'accordo fra l'Arca Vieste ed
quel lido ha fatto s che a Vieste
quest'anno si potesse realizzare
questo evento con la possibilit di
una conferma gi per la prossima
stagione. Il tutto si potuto concretiz-

zare grazie al contributo del Lido


Cristalda e del Lido Pirola Beach, i
cui titolari, Michele Prencipe e Pasquale Bua, hanno dato
un forte sostegno al progetto. L'intera manifestazione sar ripresa dalle
[Si ringrazia lUfficio Anagrafe del Comune di Vieste]
telecamere della tv satellitare Sky. Sullonda
(aggiornamento al 24 giugno
dell'entusiasmo, nata
Nominativo Sesso
Data
Luogo
l'Arca Vieste Beach Soccer che partecipa al primo
Denittis
F
11.06.2015 S.G.Rotondo
campionato nazionale
Alice
amatoriale. Tra i protagoCariglia
F
17.06.2015 S.G.Rotondo
nisti di questa avventura
Clarissa
ci sono i calciatori: DoCariglia
F
14.06.2015 S.G.Rotondo
menico Muscato, PaGiulia
squale Bua, Andrea MoSimone
F
19.06.2015 S.G.Rotondo
nacis, Prencipe Luigi,
Roberta
Gallo Giambattista, Prencipe Fran-cesco, Camasta
Matteo, Corso Gaetano,
Sil-vestri Matteo, Matteo
Nominativo
Nascita
Morte
Triggiani, Angelo Colella,
Sollitto
Warren Ohio (Usa) Vieste
Rocco Augelli. La comitiva
Rosina
18.09.1931
21.06.2015
si completa poi con PrenTrimigno
Vieste
Vieste
cipe Michele e Carlino
Michele
20.07.1928
21.06.2015
Dario e Paolo Augelli.

LANAGRAFE DEI VIESTANI


NATI

MORTI

IMPARIAMO A CONOSCERE VIESTE:


COME ERA E COME E
GERARDO E TEODOVINO
Dopo il vescovo Maragdo sedette
sulla cattedra di Vieste Gerardo. A citarlo
d. Francesco Jannoli ne La cattedrale
di Vieste (Quaderno n.3 del Centro di
Cultura Cimaglia), specificando che ha
governato la nostra Chiesa per 10 anni,
dal 1214 al 1224. Di lui non sappiamo
niente, ma possiamo solo
ipotizzare che negli ultimi
due anni, dovette vivere
momenti dolorosi a causa
del terribile terremoto,
avvenuto a 30 km a sud
di Vieste, che rase al suolo
le citt di Siponto e di
Vico del Gargano, il
complesso monastico di
Sfilze e la definitiva distruzione del villaggio di
S. Tecla, mentre gli altri
paesi garganici restarono
sensibilmente danneggiati.
Pare che Vieste, per questo sisma non ebbe a soffrire la morte dei cittadini,
ma dovette subito rimboccarsi le maniche per
mettere in sesto le abitazioni abbondantemente lesionate.
A Gerardo successe Teodovino
(1225-1236). Neanche di costui riusciamo
a conoscere la sua provenienza e le sue
generalit, ma dal Giuliani sappiamo
soltanto che fu un uomo di grande
bont. Anche questi dovette vivere
momenti di angoscia per il terremoto
verificatosi, anche se meno intenso del
precedente, nel 1227, il cui epicentro era
a circa 53 km da Vieste
I due vescovi, prima Gerardo e poi
Teodovino, constatati i gravi danni subiti
dalla Cattedrale dovettero ricorrere con
grandi sacrifici ad operare un integrale
rifacimento strutturale, specie nella parete
posta a Nord, verso cui, ledificio tenta a
scivolare per la scarsa mancanza della
presa del terreno. Si dovettero, quindi,
costruire come supporto le cappelle a
fornice del Rosario e di S. Giorgio con
basamento sul piano stradale e quella del
Battistero supportato da tre poderose

colonne con archi semicircolari posti ad


angolo, aventi in comune la colonna
centrale che faceva da spigolo, come
testa di ponte.
Noi riusciamo oggi solo a vedere le
due robuste e tozze colonne con arco, fra
cui alloggiato il Presepe, mentre laltra
colonna con arco pi piccolo, posta a
90 e rasenta la grande scalinata centrale.
Rimane nascosta dalla costruzione con
due piccoli vani sovrapposti relativamente
recente, realizzata forse alla fine del 1800
o allinizio del secolo
scorso). Tutto questo per
meglio distribuire il peso
dei muri che compongono ls cappella del Battistero.
Lipotesi di questa
testa di ponte, mi stata
suggerita dallarchitetto
Nicola Bramante di S.
Giovanni Rotondo, specializzato nel recupero e
nei restauri di antichi
monumenti sia in Italia
che allestero, e mi
stata confermato anche
dallarch. Saverio Fusco
di Vieste..
Se guardiamo con
maggiore attenzione la
parete esterna della Cattedrale, in particolare quella dei pressi
della porta laterale, riusciamo a vedere t
due terzi dellincisione della Triplice
Cinta.
Che cos la Triplice Cinta? E un
simbolo dei Templari che sta ad indicare
che Vieste in territorio sismico. Sono
tre quadrati concentrici uniti fra loro da
piccole linee. Qualcuno senzaltro dir,
che quello il gioco del tris, che si trova
dietro le scacchiere del gioco della dama.
Le incisioni visibili sono per i due terzi
poco discosto dallo stipite dellingresso,
mentre la parte restante occupata dal
muro parietale della cappella del Rosario,
poco al disotto del leone stiloforo,
inglobato nella stessa parete. Questa
Triplice Cinta ci d la testimonianza che
i Templari risiedevano a Vieste fin dal
tempo del Vescovo Simone (1176-1194)
o gi di l. Nella prossima puntata i
Templari a Vieste.
(32continua) Matteo Siena

Interessi correlati