Sei sulla pagina 1di 2

6

NOI

famiglia

speciale giornata per la vita

vita

gennaio 2016

Angelo
Picariello

e misure adottate nella legge di stabilit sono solo un primo passo, per
la famiglia. Limitate concessioni e per di pi
ancora da verificare nella loro attuazione, sottolinea Gianluigi Gigli, presidente del Movimento per la Vita, e deputato del gruppo "Per
lItalia-Centro Democratico". Mentre nuove
incertezze che si profilano, per il rischio dellintroduzione, a breve, di una legislazione
"fotocopia" sulle unioni civili, in grado di
creare non pochi dubbi e confusioni con listituto del matrimonio, cos come dubbi e
confusioni introduce il relativismo sullidentit di genere dei nuovi strumenti educativi
nelle scuole. Gigli che fu protagonista di un
coraggioso tentativo di salvare la vita di Eluana Englaro, come direttore della Clinica
neurologica dellUniversit di Udine parla
anche dei risultati molto incoraggianti dellimpegno dei Centri di aiuto alla vita, con
12mila vite salvate nel 2015. Fra le novit
della legge di Stabilit spicca la "card" destinata alle famiglie con almeno tre figli minori a carico che d accesso a sconti per acquisto di beni e servizi, grazie a un emendamento
a firma Sberna-Gigli-Dellai. Sar rilasciata
dai Comuni con criteri e modalit stabilite
sulla base dellIsee che dovranno essere fissati con decreto del ministero del Lavoro.
Come possiamo valutare queste novit della legge di Stabilit?
Le famiglie con figli avranno un sostegno
nella fruizione di alcuni servizi. Viene cos riconosciuto che a parit di reddito dei genitori, la disponibilit economica di una famiglia
dipende dai figli. Con un altro mio emendamento siamo riusciti ad ottenere che, negli aiuti alle
famiglie povere con figli
Il presidente del Mpv,
minori, si tenesse conto dei
Gianluigi Gigli: nelle
nascituri in arrivo, che sapolitiche scali no
ranno quindi ricompresi
nel computo dei carichi faallassistenzialismo
miliari. Ci aspettiamo che
Ignorato il valore
questo possa tradursi in uaggiunto di genitori e gli
na riduzione dellaborto da
cause socio-economiche,
affiancandosi agli interventi dei Centri di aiuto alla vita. Si tratta di una positiva attenzione verso le madri in difficolt, ma siamo ancora nel campo dellassistenzialismo e della
lotta alla povert. Certo, viene riconosciuto
il valore del nascituro e il segnale non va sottovalutato. A fronte di questo, per, si continua con una politica fiscale centrata sul reddito individuale e non stato possibile introdurre proposte in direzione del fattore famiglia o altre misure di carattere generalizzato. Il presidente
Si era detto, come a lenire la portata del del Mvp, Gianluigi
ddl Cirinn, che parallelamente ci sareb- Gigli, neurologo
be stato un robusto intervento a favore del- e deputato
del gruppo
le famiglie.
Questo intervento robusto non c. Si rischia "Per lItalia - Centro
di creare un vulnus per listituzione famiglia, democratico"
mentre per le famiglie reali arrivano solo misure assistenziali.
Che cosa si pu fare ancora, sulle unioni

Vertenza famiglia
Alziamo la voce
civili, in aula, per tutelare la famiglia fondata sul matrimonio?
Bisogna assolutamente eliminare lequivoco
che, per dare diritti agli omosessuali, sia necessario istituire un altro modello di famiglia,
diverso da quello previsto dalla Costituzione. Per far questo, certo importante che sia
eliminato ogni riferimento alladozione e che
sia combattuta la compravendita del corpo umano che si realizza con la maternit surrogata, rendendola reato universale, perseguibile anche se commesso allestero. Non esiste infatti un diritto degli adulti ad avere figli,
semmai esiste il diritto dei bambini ad avere

UNIONI CIVILI

Bisogna eliminare
lequivoco che per
dare diritti agli
omosessuali sia
necessario istituire
un modello di
famiglia diverso da
quello previsto dalla
Costituzione

un padre e una madre. Ma ancor pi importante che venga eliminato dal testo del disegno di legge ogni riferimento, diretto o indiretto, alle norme del codice civile che hanno a che fare con il matrimonio e il rapporto
tra coniugi. Non basta cio aver eliminato il
riferimento agli articoli della Costituzione
che parlano di famiglia, se si mantiene uno
stretto parallelismo tra matrimonio costituzionale e unioni civili omosessuali. Altrimenti
si aprirebbero contenziosi in grado di creare
problemi anche con lEuropa, oltre che con
la magistratura. Nel momento in cui si creasse un istituto uguale alla famiglia, infatti, non
si vede come sarebbe possibile evitare accuse di discriminazione se si negasse agli omosessuali il diritto alladozione.
Ma le priorit sarebbero altre. I dati sono sempre pi preoccupanti in tema di denatalit.
LItalia nel pieno di un vero e proprio inverno demografico. Se non si pone urgente
rimedio, il rischio che vengano meno i presupposti stessi per la tenuta del sistema previdenziale e del sistema sanitario universalistico. Rischiamo di diventare un Paese senza speranza, in cui a rischio la tenuta sociale,
con nuove spinte xenofobe, una fuga dei giovani e una difficolt sempre maggiore a far-

gennaio 2016

speciale giornata per la vita

NOI

7
famiglia

vita

Mpv, il network della vita:


15mila volontari, 571 realt
Volontari per la vita. Una rete dai numero imponenti: almeno
15.000 volontari, impegnati in 571 realt territoriali (355 CAV,
40 case di accoglienza, 176 MpV locali, 19 Federazioni
Regionali). Ogni anno 12.000 bambini nati, 17.000 gestanti e
altre 25.000 donne in difficolt assitite in media ogni anno. Il
70% dellattivit rivolta a donne immigrate provenienti da 93
Paesi. Un numero verde (Sos Vita 800.813.000) ed una chat
(www.sosvita.it) attivi 24 ore su 24 per ascoltare le gestanti in
difficolt a causa di una gravidanza e indirizzarle alla rete dei
Cav per colloquio ed aiuto. Oltre 1.000 adozioni a distanza in
media ogni anno, per un aiuto economico a ciascuna di 160 al
mese durante 18 mesi, prima e dopo il parto (progetto
Gemma). Un concorso nazionale (arrivato alla 29a. edizione)
per universitari e studenti delle superiori, con la premiazione
che consiste in un viaggio presso le istituzioni europee.
Concorsi per studenti delle scuole elementari e medie, per
iniziativa di numerose realt locali. E poi un convegno annuale
di formazione per i Cav e le Case di Accoglienza. Un seminario
residenziale estivo e uno invernale per i giovani (intitolati a
Vittoria Quarenghi). E inoltre corsi di formazione specifici per i
volontari del servizio Sos Vita, seminari scientifici e corsi Ecm
per operatori socio-sanitari. E non mancano neppure le scuole
di maternit con corsi di preparazione al parto per le gestanti.

NO AL GENDER

Con il relativismo
nellidentit di genere
viene instillato nelle
giovani generazioni
un elemento di
confusione circa se
stessi, nendo come
piccoli automi in balia
dei poteri forti
si carico dellanello pi alto della piramide
demografica rovesciata: gli anziani. Nel medio termine, una vasta popolazione di anziani che grava su una ristretta popolazione di
giovani, oltre ad avere effetti economici devastanti, potrebbe trasformarsi, per una generazione costretta a portare "il peso schiacciante delle generazioni precedenti, in una
spinta formidabile a favore di una legislazione e una prassi di tipo eutanasico".
Che cosa si pu fare per invertire la tendenza?
necessario superare nel linguaggio e nella
concretezza delle scelte politiche la cultura
che antepone i diritti individuali al bene comune e, in particolare, la cultura che guarda
allaborto come un diritto fondamentale e non
come una sconfitta sociale da tollerare. Occorre dunque, incominciare finalmente a prospettare reali alternative allaborto, accompagnandole con aiuti concreti alle gestanti in
difficolt.
Ferme anche le adozioni...
Ladozione per le famiglie eterosessuali resta nel nostro Paese un percorso a ostacoli,

con rigorosa analisi sul possesso dei requisiti, mentre per le adozioni internazionali in
legge di stabilit stato s aumentato il fondo ma decurtato quello per la famiglia, senza alcun nuovo investimento.
Nel silenzio generale, intanto, i Centri di Aiuto alla vita danno un grande
contributo.
Siamo a circa 12mila bambini "salvati" nel
2015, a fronte di quasi 100mila aborti "legali", senza contare gli aborti chimici "fai da te".
E questo solo grazie allintervento di unassociazione di volontariato. Pensiamo a quali
risultati si potrebbe arrivare se lo Stato e gli
enti locali scommettessero sulla prevenzione
dellaborto. Invece, a fronte di numerose interrogazioni, non stato neppure possibile
sapere quale quota di fondi stata utilizzata,
sulla legge 194, per iniziative di prevenzione
dellaborto.
Ma questa presenza tollerata, o addirittura contrastata?
Con qualche lodevole eccezione, nei consultori viene precluso alle donne il contatto con
le associazioni di volontariato, mentre i me-

IL FUTURO

I nostri giovani
hanno sempre
maggiore dicolt
a farsi carico
dellanello pi alto
della piramide
demograca
rovesciata:
gli anziani

dici obiettori sono quasi dappertutto estromessi. Cos non viene nemmeno proposta
unalternativa: dalla possibilit di aiuti per tenere il bambino, a quella nei casi estremi
di renderlo disponibile per ladozione.
Quali altri fronti caldi ci sono per la famiglia?
Prima ancora di ogni misura c una considerazione di carattere valoriale. Se viene meno il favor familiae, lapprezzamento per il
ruolo e il significato della famiglia, il resto
solo la conseguenza. C tuttun fronte di natura identitaria: la famiglia ancora lunione
fra un uomo e una donna, che si assumono
delle responsabilit nelleducazione dei figli
contribuendo alla crescita della societ? O
diventata semplicemente il luogo di soddisfacimento del bisogno di affettivit e sessualit del singolo, da esprimere ognuno come vuole e per di pi in maniera mutevole nel
tempo? Sono i figli ad avere diritto a una famiglia o i figli sono una risposta ai bisogno
di compagnia di un adulto? Perch pi conveniente fiscalmente essere una coppia di fatto che una coppia sposata? Se non si risponde correttamente a queste domande, chiaro che viene a perdersi nei giovani ogni possibile preferenza per la famiglia. E per di pi,
con il relativismo dellidentit di genere, viene anche instillato nelle giovani generazioni
un elemento di confusione circa se stessi, finendo per diventare tutti come foglie al vento, piccoli automi in balia dei poteri forti. Su
questultimo tema, nellepoca dellideologia
gender necessario un supplemento di vigilanza da parte delle famiglie, affinch rivendichino che esse, e non lo Stato, sono titolari delle scelte riguardanti i modelli educativi
da proporre ai bambini.
RIPRODUZIONE RISERVATA