Sei sulla pagina 1di 1

SETTIMIO SEVERO

Lucio Settimio Severo, nato nellaprile 146 e morto nel febbraio 211, fu un
imperatore romano dal 193 alla sua morte. Giunto al potere dopo la guerra civile
romana del 193-197, fu fondatore della dinastia severiana. In linea con le scelte di
Marco Aurelio ripristin alla sua morte il principio dinastico di successione, facendo
subentrare i figli Caracalla e Geta. Una volta divenuto imperatore, avvi importanti
riforme militari che toccarono numerosi aspetti dell'esercito romano e che
costituirono le basi del successivo sistema fondato sugli imperatori militari del III
secolo. Cre la prima forma di autocrazia militare, togliendo potere al Senato dopo
aver messo a morte numerosi membri dello stesso. Si racconta, infatti, che poich
aveva preso il potere con l'aiuto dei militari, ricambi l'ostilit senatoria subito dopo
la vittoria su Clodio Albino, ordinando l'esecuzione di 29 senatori, accusati di
corruzione e cospirazione contro di lui e sostituendoli con suoi favoriti, soprattutto
africani e siriani. Inoltre attribu e ampli i poteri degli ufficiali dell'esercito
investendoli anche di cariche pubbliche che erano solitamente appannaggio del
senato. Utilizz i proventi della vendita delle terre confiscate agli avversari politici
per creare una cassa imperiale privata, il fiscus. Il fiscus era distinto dall'aerarium
che era la cassa dello Stato. Appena giunto a Roma avvi l'epurazione della guardia
pretoriana, che dopo due secoli di dominio dell'influenza italica (allora reclutata per
lo pi in Italia e in piccola parte nelle province pi romanizzate), fu smantellata e
riorganizzata con quadri e organici a lui fedeli, tratti dal contingente danubiano. Da
allora in poi l'accesso alla Guardia Pretoriana, un tempo avente un prerequisito
geografico e culturale, sarebbe stata appannaggio dei soldati pi battaglieri, quelli
dell'Illirico nel III secolo. In quanto a politica estera intraprese due brevi campagne
contro i Parti, costituendo per l'occasione tre legioni romane con la quale recuper
per l'impero la met settentrionale della Mesopotamia. Essa divenne nel 198 una
provincia romana con a capo un prefetto. Al suo rientro, decise di lasciare nei pressi
di Roma e precisamente dove sorgeva Alba Longa, Albanum, la seconda delle tre
legioni partiche, dove tutt'oggi si possono ammirare i resti dell'accampamento, i
cisternoni per il rifornimento di acqua e l'anfiteatro risalente al III secolo. Malgrado
la sua azione avesse introdotto a Roma la dittatura militare, egli era popolare presso
i cittadini romani, avendo bollato la degenerazione morale del regno di Commodo e
la corruzione crescente. Quando ritorn dopo la vittoria sui Parti, eresse un arco di
trionfo che ancora oggi in piedi e porta il suo nome.