Sei sulla pagina 1di 168
Slow Food 2011 - 2012
Slow Food 2011 - 2012
Slow Food 2011 - 2012

Slow Food

2011 - 2012
2011 - 2012

Coordinamento del progetto Project coordinated by Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Torino Gianpiero Masera, Fabio Boerio, Daniela Fenoglio, Patrizia Roxas Slow Food Bruno Boveri, Silvia Ceriani Laboratorio Chimico Camera di commercio Torino Sergio Angelelli, Italo Bevione, Salvatore Capozzolo, Guido Cerrato, Katia Leggio, Clelia Lombardi, Paola Rebuffati, Paolo Vittone

A cura di

Editing by

Silvia Ceriani

Selezione aziende e redazione Addresses selected and reviewed by Bruno Boveri Anna Maria Allazzetta, Fernanda Berti, Mauro Bertolino, Alberto Bettassa, Marco Chinelli, Marco Cicerone, Giuseppe Clementino, Leana Eugenio, Giancarlo Gariglio, Gianfranco Ghiazza, Carlo Givone, Luca Iaccarino, Federica Maero, Monica Mascarino, Leo Rieser, Vittoria Ruggeri, Franco Turaglio, Paolo Vaccarino, Eric Vassallo

Editing e traduzioni della versione inglese Editing and translations for English version Carla Ranicki

Fotografie Photography Marcello Marengo, Elisa Villella

In copertina

Cover Archivio fotografico Turismo Torino e Provincia - Foto © Veronica Rossi

Progetto grafico Graphics Michela Bunino, Francesco Perona

Stampa Printed by Stamperia Artistica Nazionale su carta ecologica

2010 Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Torino

Si ringraziano

Many thanks to Ascom Torino, Confesercenti Torino, Cna Torino, Confartigianato Torino, Artigianato Torino Casa, Federazione Provinciale Coldiretti Torino, Confederazione Italiana Agricoltori Torino, Confagricoltura Torino, Ente Parco Nazionale Gran Paradiso

Inserire Logo FSC

Sommario

Contents

L’evoluzione di un progetto

10

An Evolving Project

12

Alessandro Barberis

14

Cibo è territorio Food Is Place

16

Carlo Petrini

18

Un percorso di crescita Moving Towards Growth Guido Bolatto

20

Apicoltori

24

Beekepers

Aziende agricole

30

Farms

Birrifici

52

Breweries

Casari

60

Cheesemakers

24 Beekepers Aziende agricole 30 Farms Birrifici 52 Breweries Casari 60 Cheesemakers
24 Beekepers Aziende agricole 30 Farms Birrifici 52 Breweries Casari 60 Cheesemakers
24 Beekepers Aziende agricole 30 Farms Birrifici 52 Breweries Casari 60 Cheesemakers
24 Beekepers Aziende agricole 30 Farms Birrifici 52 Breweries Casari 60 Cheesemakers
24 Beekepers Aziende agricole 30 Farms Birrifici 52 Breweries Casari 60 Cheesemakers
24 Beekepers Aziende agricole 30 Farms Birrifici 52 Breweries Casari 60 Cheesemakers
24 Beekepers Aziende agricole 30 Farms Birrifici 52 Breweries Casari 60 Cheesemakers
Cioccolatieri 76 Chocolatiers Drogherie 98 Groceries Enoteche 102 Enotecas Formaggiai
Cioccolatieri 76 Chocolatiers Drogherie 98 Groceries Enoteche 102 Enotecas Formaggiai
Cioccolatieri 76 Chocolatiers Drogherie 98 Groceries Enoteche 102 Enotecas Formaggiai
Cioccolatieri 76 Chocolatiers Drogherie 98 Groceries Enoteche 102 Enotecas Formaggiai
Cioccolatieri 76 Chocolatiers Drogherie 98 Groceries Enoteche 102 Enotecas Formaggiai
Cioccolatieri 76 Chocolatiers Drogherie 98 Groceries Enoteche 102 Enotecas Formaggiai
Cioccolatieri 76 Chocolatiers Drogherie 98 Groceries Enoteche 102 Enotecas Formaggiai

Cioccolatieri

76

Chocolatiers

Drogherie

98

Groceries

Enoteche

102

Enotecas

Formaggiai

116

Cheesemongers

Gastronomie

124

Delicatessens

Gelaterie Ice-cream parlors

148

Liquorerie

172

Distilleries

Macellerie

174

Butchers’ shops

Mulini

198

Mills

Panetterie Bread shops and Bakeries

204

Pasticcerie

218

Pastry shops

Pastifici

256

Pasta shops

Pescherie

270

Fishmongers

Salumerie

276

Pork butchers

Torrefazioni

280

Coffee shops

Verdurieri

290

Greengrocers

Viticoltori

294

Wine growers

Indice delle località e delle aziende Index of places and companies

330

Viticoltori 294 Wine growers Indice delle località e delle aziende Index of places and companies 330
Viticoltori 294 Wine growers Indice delle località e delle aziende Index of places and companies 330
Viticoltori 294 Wine growers Indice delle località e delle aziende Index of places and companies 330
Viticoltori 294 Wine growers Indice delle località e delle aziende Index of places and companies 330
Viticoltori 294 Wine growers Indice delle località e delle aziende Index of places and companies 330
Viticoltori 294 Wine growers Indice delle località e delle aziende Index of places and companies 330
Viticoltori 294 Wine growers Indice delle località e delle aziende Index of places and companies 330

L’evoluzione di un progetto

B asta sfogliare questa quinta edizione dei Maestri del Gusto, per far esplodere nuovamente il desiderio di mettersi in viaggio alla

scoperta dell’enogastronomia torinese, attraverso insoliti itinerari che comprendono il negozio sotto casa e le botteghe storiche del centro fino ai luoghi più remoti, che da soli meritano una gita fuori porta. Storie, fotografie, immagini e cartine parlano di un territorio dove il gusto è di casa, grazie alla voglia di fare bene, alla dedizione e alla professionalità dei Maestri che nel tempo portano avanti l’emblema di una tradizione torinese di qualità. In ogni pagina è racchiusa una storia e il nostro impegno costante per raccontarla. Il progetto Maestri del Gusto nasce nel 2002 grazie alla Ca- mera di commercio di Torino, al suo Laboratorio Chimico e a Slow Food, che proprio dal Piemonte ha saputo condurre a livello internazionale l’ambiziosa e coraggiosa battaglia per un cibo «buono, pulito e giusto». Valori che questo territorio ha fatto suoi da tempo, concretizzandoli in una tradizione agroalimentare particolarmente ampia e qualificata: lo dimostrano le 21 categorie rappresentate in questa guida dalle tradi- zionali panetterie, pasticcerie o gastronomie, fino alle torrefazioni agli apicoltori e ai birrifici. Per valorizzare questo importante patrimonio del territorio, negli anni il progetto Maestri del Gusto è cresciuto: sono aumentati i Maestri, dai 50

del 2002 ai 149 di questa edizione, con un’attenzione particolare verso le attività che operano fuori città, spesso meno note, ma particolarmen- te curiose e caratteristiche. È poi diventato ancora più rigoroso il proces- so di selezione a cura del Laboratorio Chimico, che non solo controlla ed eventualmente segnala alle aziende le eventuali anomalie, ma so-

prattutto le accompagna in un percorso di miglioramento continuo, dei prodotti e dei processi, alla ricerca di un’eccellenza concreta e verificata. In questi anni sono aumentate anche le iniziative promozionali legate al marchio Maestri del Gusto, sia i Laboratori, che registrano regolarmente

il tutto esaurito grazie a un pubblico qualificato e coinvolto, sia le pre- senze alle fiere nazionali e internazionali. E non a caso la precedente edizione della guida è andata a ruba: stampata in 50 000 copie, è stata scaricata dal sito oltre 40 000 volte.

I numeri del successo possono crescere ancora, grazie innanzitutto ai

produttori, che con l’esperienza e l’entusiasmo fanno dell’eccellenza un impegno quotidiano, ma soprattutto grazie a chi, consumatore attento

o turista curioso, cerca insieme a noi la qualità vera e genuina in un ter- ritorio che non delude. Buon viaggio!

Alessandro Barberis Presidente della Camera di commercio di Torino

An Evolving Project

A s you leaf through this fifth edition of the Masters of Taste guide, I challenge you not to feel a burning desire to set out

immediately to discover the amazing food and wine being made and sold in and around Torino. Farmhouse shops, city-center boutiques and remote mountain dairies are all worthy of inclusion on an itinerary of taste. The words, photographs, images and maps on these pages speak of a territory where flavor is at home, thanks to the commit- ment to doing things properly, the dedication and the professionalism of the Masters who symbolize the Turinese tradition of quality. We are steadfast in our determination to tell the stories you’ll find on the following pages. The Masters of Taste project was launched in 2002 by the Torino Chamber of commerce, its Chemical Laboratory and Slow Food, the Piedmont-based organization that has taken the ambitious and courageous battle for “good, clean and fair” food to an internatio- nal level. Over time, our local area has made these values of good, clean and fair its own, turning them into a tangible gastronomic tradition of distinctive breadth and quality. This is clear from the 21 categories represented by this guide, with traditional bakeries, confectioners and delicatessens joined by coffee roasters, beekeepers and breweries. To promote this important local heritage, the Masters of Taste project has grown over the years. The number of Masters has increased from

50 in 2002 to 149 for this edition, with a particular focus on producers located outside of the city; though often less well-known, they can be especially intriguing and characteristic. The Chemical Laboratory’s selection process has become even more rigorous, with the laboratory not just checking businesses and informing them of any problems, but also assisting them on a constant journey towards improving their products and processes, in the search for real and verified excellence. Over time the number of promotional initiatives linked to the Ma- sters of Taste has also grown, with regularly sold-out workshops attended by an interested public and further participation in natio- nal and international events. The previous edition of the guide was hugely popular, with a print run of 50,000 copies and over 40,000 downloads from the website. Our success can only grow further, thanks firstly to the producers, whose experience and enthusiasm makes excellence a daily com- mitment, and above all to anyone, whether informed consumer or curious tourist, seeking authentic quality in a spectacular setting. Buon viaggio!

Alessandro Barberis President of the Torino Chamber of commerce

Cibo è territorio

C ome ogni due anni, i Maestri del Gusto arriva a fare un inven- tario delle produzioni alimentari piemontesi che meglio rappre-

dell’incontro; a tutti i livelli, sia all’interno della comunità sia da e verso l’esterno.

sentano il savoir faire gastronomico della nostra regione. Dico ga-

Un inventario delle produzioni alimentari e agricole migliori fa il

stronomico perché questa è pura scienza gastronomica, parte di una

punto su questa identità, diventa una chiave per leggere lo stato

complessità che coinvolge tante e diverse discipline le quali, insieme

di

salute di una comunità in grado di salvaguardare non soltanto le

e

grazie a un approccio olistico, ci fanno capire meglio chi siamo e

eccellenze del gusto, ma anche la biodiversità e gli ambienti in cui

come sono i nostri luoghi. Il saper coltivare, trasformare, cucinare,

si

sviluppano, in grado di usare queste eccellenze come sprone per

rendere il più gustosa possibile la natura, interagire con la comunità, rendere vivo socialmente con la propria attività un angolo di Pie- monte: i Maestri del Gusto fanno questo ed altro. È storia dei nostri luoghi, di chi li abita, di come questi si conservano e mutano.

tutte le produzioni, anche le più comuni, anche le più semplici e verso le quali rischiamo di non avere l’attenzione che esse meritano. Lo spirito, il savoir faire e la determinazione che ci portano questi prodotti eccezionali dovrebbero essere trasferiti in tutte le nostre al-

Carlo Petrini

È

importante sottolineare la territorialità delle produzioni perché

tre attività produttive perché ci parlano, al di là della loro valenza

il

cibo è territorio, il fondamento di un’economia locale che è

intrinseca, di un’umanità sensibile verso la natura e la propria terra,

il

segreto per uscire dalle crisi strutturali che viviamo in questa

verso gli altri componenti della comunità, verso un mondo che ha

fase storica. La voglia di fare comunità, di tornare protagonisti attivi delle nostre città e campagne non può che partire dal cibo, perché è attorno al cibo che si disegna e prende forma la nostra identità. Il cibo è la dimostrazione che l’identità non è una cosa fissa, che trae origine da chissà quale punto nella storia antica che va difeso tale e quale, immutabile: è un qualcosa quotidiana- mente in movimento, che si nutre dello scambio e del confronto,

bisogno di nuovi paradigmi. Nuovi paradigmi che – non è retorico o utopico dirlo – è più probabile che partano da chi sa come trattare bene il proprio territorio, da chi lo anima perché lo rende vivo e per- ché, letteralmente, gli dà l’anima.

Presidente di Slow Food Internazionale

Food Is Place

A s it does every two years, the Masters of Taste has retur- ned with an inventory of the Piedmontese foods that best

represent the gastronomic skill and tradition of our region. I say gastronomic because this is pure gastronomic science, a complex blend of many different disciplines. With a holistic approach, to- gether these disciplines can help us better understand who we are and what our homelands are like. Cultivating nature, processing it and cooking it to make it as delicious as possible, interacting with the community and bringing to life a corner of Piedmont:

the Masters of Taste do all this and more. This is the story of our places, of the people who live there, of how they stay the same and how they change. It is important to underline the local nature of the products, be- cause food is place, the foundation of a local economy that holds the secret to escaping the structural crises we are currently ex- periencing. The desire to create a community, to again become active protagonists in our cities and countryside, must start from food, because it is around food that our identity takes shape. Food is a sign that identity is not something fixed and immuta- ble, originating in some distant moment of ancient history and needing to be defended precisely as it is. Rather it is something

constantly in motion, feeding on exchange and comparison, on encounters at all levels, both within a community and from and towards the outside. An inventory of the best food products takes the bearings of this identity. It becomes a key to reading the state of health of a com- munity able to safeguard not only excellent foods but also biodi- versity and the environments in which they are made. It can use these examples of excellence as a spur for all products, even the most common, the most simple, the ones towards which we risk not paying the attention they deserve. The spirit, savoir-faire and determination these exceptional products convey must be transfer- red to all our other productive activities because they speak to us, beyond their intrinsic value, of a humanity sensitive to nature and the land, to the other elements of the community, to a world that needs new paradigms. It is not rhetorical or utopian to say that it is most likely these new paradigms will come from those who know how to treat their local area well, those who animate it because they bring it to life and give it a soul.

Carlo Petrini President of Slow Food International

Un progetto di crescita

I l Laboratorio Chimico opera, senza fini di lucro, come organismo tecnico della Camera di commercio di Torino, e collabora con le al-

tre Camere di commercio piemontesi svolgendo compiti di promozione economica e offrendo alle imprese, ai consumatori, alle pubbliche am- ministrazioni, alle associazioni di categoria e agli enti locali un servizio di analisi, consulenza e formazione indipendente e imparziale. Con la sua esperienza e i riconoscimenti ottenuti, il Laboratorio Chimico ha a propria disposizione un’équipe specializzata in grado di fornire alle aziende del settore agroalimentare gli strumenti indispensabili per il cor- retto approccio alle tematiche della sicurezza alimentare. Nell’ambito del progetto dei Maestri del Gusto, nato con l’intento di promuo-

vere le piccole e medie realtà del settore agroalimentare che si distinguono per

la cura, la qualità e la tipicità delle produzioni, con il presupposto indispensabile

dell’osservanza alla normativa vigente, il Laboratorio Chimico svolge un ruolo chiave. Nel tempo, infatti, il progetto ha visto il passaggio del Laboratorio Chi- mico dal compito di sola effettuazione di analisi dei prodotti a una più mirata e

sistematica valutazione dei sistemi di gestione per la sicurezza alimentare, ai fini

di un miglioramento continuo, in un contesto di fiducia e oggettività.

Essere un Maestro, infatti, non è solo sinonimo di eccellenza del gu- sto, ma anche di eccellenza nella gestione di un sistema volto a valoriz- zare la sicurezza alimentare dei prodotti e, quindi, la qualità aziendale.

In questa edizione il Laboratorio Chimico ha affiancato gli operatori del settore alimentare definendo con loro un percorso di crescita, richiedendo loro un maggiore impegno e dotandoli degli strumenti necessari a un riesa- me critico del proprio sistema, in grado di individuare e controllare i pericoli significativi per la sicurezza alimentare, di adeguare tale sistema ogni qual- volta necessario e di preservare – se non valorizzare – l’elemento del gusto. Ogni singola azienda è stata pertanto valutata con criteri oggettivi molto selettivi, con analisi chimico-fisiche delle specifiche produzioni che vali- dassero l’idoneità del processo produttivo e, non ultimo, che indirizzino il consumatore a una scelta sicura. Quel che i tecnici del Laboratorio hanno riscontrato in due anni di verifiche è una crescita di consapevolezza nella gestione della produzione come un sistema coeso che può essere influenzato da svariati fattori, di cui il gusto è una componente fondamentale, benché non sia l’unica degna di valutazione. Questo risultato va letto come indice dell’impegno da parte delle aziende selezionate e anche della credibilità del progetto dei Maestri del Gusto, i cui criteri di selezione e valutazione sono in continua crescita.

Guido Bolatto Direttore del Laboratorio Chimico Camera di commercio Torino

Moving Towards Growth

T he Chemical Laboratory is a non-profit technical agency within the Torino Chamber of commerce and collaborates with other

Piedmontese chambers of commerce, carrying out economic pro- motion activities and offering independent and impartial analysis, consultation and training services to businesses, consumers, public authorities, trade associations and local councils. With its extensive experience and recognition, the Chemical Labora- tory can draw on a specialized team able to provide food businesses with the indispensable tools for a correct approach to food safety. The Chemical Laboratory plays a key role within the Masters of Taste project, launched to promote small and medium food businesses who care about high-quality, typical foods while observing all the current relevant rules and regulations. Over time, the project has seen the Chemical Laboratory move from merely analyzing products to a more targeted and systematic evaluation of food-safety mana- gement systems, with the aim of continual improvement within a context of trust and objectivity. Being a Master means not just producing excellent-tasting products, but also showing excellence in managing a system aimed at promo- ting food safety, and therefore company quality. For this edition the Chemical Laboratory has worked closely with food

professionals, defining with them a direction for growth, pushing them towards greater commitment and providing them with the tools nee- ded for a critical re-examination of their own systems, so that they can identify and control major food-safety risks, adapting systems in whate- ver way necessary and preserving, or promoting, the element of taste. Each individual company has been evaluated using very selective objective criteria, with chemical and physical analyses of specific products verifying the suitability of the production process and (not least) pointing consumers towards a safe choice. During its two years of investigation, the Chemical Laboratory no- ticed a rise in awareness about managing production as a cohesive system that can be influenced by various factors, with taste as a fundamental component, though not the only one worthy of eva- luation. This result can be seen as an indication of the commitment made by the selected companies and the credibility of the Masters of Taste project, whose selection and evaluation criteria are constantly growing and developing.

Guido Bolatto Director of the Torino Chamber of commerce Chemical Laboratory

APICOLTORI Le Querce P ercorrendo la strada che da Albiano conduce ad Azeglio, prima del

APICOLTORI

Le Querce

P ercorrendo la strada che da Albiano conduce ad Azeglio, prima

del parco del castello, una piccola deviazione sulla destra porta

all’azienda Le Querce. Dopo 12 anni di attività a

conduzione familiare, la produzione si è specializ-

zata nell’aromatizzazione del miele – prodotto da

alveari posti a Scalaro e a Trovinasse, sulle pendici

dei primi rilievi della Valle d’Aosta – con frutti di

vario genere: mirtilli, fragole, nocciole, lamponi e

frutta secca. Da qui alla preparazione di creme di

frutta a base di miele il passo è stato breve, per cui

adesso la gamma di prodotti è ampia e gustosa. Le

ultime novità riguardano l’impiego delle mandorle

e dei pistacchi di Bronte e, destinato al ricco mer-

cato mediorientale, un progetto di miele con oro

alimentare in sospensione. Tra i prodotti assaggia-

ti, segnaliamo in particolare il miele di acacia con

nocciole e caffè, il miele a base di tamarindo e

prugna e il miele propoli balsamico.

Si possono acquistare i prodotti in azienda (previo

contatto telefonico) oppure on line. Su prenotazio-

ne si organizzano visite anche per scolaresche.

Azeglio

Regione Vigna Granda, 2 Tel. 0125 727415 www.apicolturalequerce.it info@apicolturalequerce.it

727415 www.apicolturalequerce.it info@apicolturalequerce.it BEEKEEPERS A long the way from Albiano to Azeglio, before

BEEKEEPERS

A long the way from Albiano to Azeglio, before the castle park, a

small road on the right leads to Le Querce. This 12-year-old fam-

ily-run business specializes in fruits and nuts preserved in honey, com-

bining blueberries, strawberries, raspberries, hazelnuts and other dried

fruit and nuts with honey from hives in Scalaro and Trovinasse in the

Valle d’Aosta foothills. From these flavored honeys it was a short step

to making fruit creams sweetened with honey, and Le Querce currently

offers a wide range of different delicious preserves. The latest products

use almonds and Bronte pistachios, and a new project destined for the

wealthy Middle Eastern market traps flakes of edible gold in honey. Of

the products we tasted, we particularly recommend the acacia honey

with hazelnuts and coffee, the honey based on tamarind and plum and

the balsamic honey-propolis.

Products can be bought directly from the company (call first) or online.

Tours, including for school groups, can be arranged in advance.

directly from the company (call first) or online. Tours, including for school groups, can be arranged
directly from the company (call first) or online. Tours, including for school groups, can be arranged
APICOLTORI Mario Bianco N el Canavese il nome Mario Bianco è da anni sinonimo di

APICOLTORI

Mario Bianco

N el Canavese il nome Mario Bianco è da anni sinonimo di miele, un

miele di qualità esportato in tutto il mondo. Andrea Bianco, figlio

dell’indimenticato Mario, non solo porta avanti

con entusiasmo l’azienda di famiglia ma di anno

in anno aggiunge un tocco in più, concentrandosi

sulla ricerca di luoghi non contaminati dall’agricol-

tura intensiva dove portare i propri alveari. Questi

possono essere sul limitare di un bosco di castagni

che guarda a uno dei tanti laghetti morenici del

Canavese o in un agrumeto siciliano, sempre però

in un contesto naturale certificato. L’azienda è si-

tuata a Caluso e, come detto, pratica il nomadismo

come filosofia di produzione. Si possono quindi

trovare tantissime varietà di miele e, consolidata la

qualità, ora tutti gli sforzi sono volti a cercare nuo-

vi mercati, soprattutto all’estero. Il miele di Mario

Bianco si trova in molti punti vendita sia nella pro-

vincia sia in Torino città. Un ultimo consiglio: pro-

vate le deliziose grappe al miele.

Caluso

Via Morteo, 20 Tel. 011 9833441 www.mieleitalia.com mieleitalia@yahoo.it

20 Tel. 011 9833441 www.mieleitalia.com mieleitalia@yahoo.it Visite su prenotazione. Chiuso la domenica. BEEKEEPERS T

Visite su prenotazione. Chiuso la domenica.

BEEKEEPERS

T he name Mario Bianco has long

been synonymous with honey in

the Canavese area, a honey of the highest

quality, exported around the world. Andrea

Bianco, son of the legendary Mario, has

been enthusiastically carrying on the fam-

ily business, with new developments every

year. He seeks out natural places unspoiled

by intensive agriculture where the hives

can be situated, whether on the edge of

a chestnut wood overlooking one of the

many little lakes in the Canavese or in

a citrus grove in Sicily. The business is

based in Caluso, though its production

philosophy involves the nomadic move-

ment of hives. As a result, a vast range of

different honeys are available, and having

established the product quality the com-

pany is now focusing its attention on new

markets, particularly abroad. Mario Bianco

honey can be found in many retail outlets

in and around Turin. One final tip: try the

delicious honey grappas.

Visits by appointment. Closed Sunday.

outlets in and around Turin. One final tip: try the delicious honey grappas. Visits by appointment.
outlets in and around Turin. One final tip: try the delicious honey grappas. Visits by appointment.
APICOLTORI A p i c o l t u r a Canavesana N el centro

APICOLTORI

Apicoltura

Canavesana

APICOLTORI A p i c o l t u r a Canavesana N el centro storico

N el centro storico di Ivrea, oltrepassato un portone in via Corte d’Assise

ci si ritrova in un cortile che fa dimenticare la città per proiettarvi in un

contesto rurale. Ad accogliervi Lidia e Cesare, affa-

bili coniugi disponibili a illustrare i segreti della loro

attività, iniziata nel 1976. Le arnie sono spostate in

primavera al Borgo delle Villate, presso Scarmagno,

per la produzione del miele di acacia, castagno e mil-

lefiori; in estate, invece, le trasportano in valle Orco e

valle Soana, ai piedi del Gran Paradiso, per il miele di

rododendro e fiori alpini, e a Pianprato per il miele di

tiglio. Interessante apprendere le proprietà terapeuti-

che della melata, un miele speciale difficile da estrarre

ed estremamente nutriente, che contiene molti sali

Ivrea

Via Corte d’Assise, 21 Tel. 0125 239926 www.apicolturacanavesana.it caserio@apicolturacanavesana.it

www.apicolturacanavesana.it caserio@apicolturacanavesana.it minerali ed è indicato per la crescita dei bambini e per

minerali ed è indicato per la crescita dei

bambini e per gli anziani con problemi

di osteoporosi. Le api lo producono rac-

cogliendo la linfa che trasuda dai tessuti

vegetali incisi dagli altri insetti.

Il negozio per la vendita diretta è aperto

giovedì e venerdì pomeriggio e il sabato

dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 19,30.

BEEKEEPERS

I n the historic center of Ivrea, a large door in Via Corte d’Assise leads

into a tranquil courtyard, leaving behind the bustle of the town. On

hand to welcome visitors are Lidia and Cesare, a friendly couple who are

happy to explain the secrets of their honey, which they have been producing

since 1976. In the spring, the hives are brought to Borgo delle Villate, near

Scarmagno, to produce acacia, chestnut and wildflower honey. Then in the

summer they are moved to Valle Orco and Valle Soana, at the foot of the

Gran Paradiso, for rhododendron and Alpine flower honey, and to Pianpra-

to for linden honey. Of particular interest is their melata (honeydew honey),

tricky to extract but highly nutritious, rich in minerals and specially recom-

mended for growing children and osteoporosis sufferers. Bees produce it by

harvesting the nectar secreted by other insects as they feed on plant sap.

The shop is open for direct sales on Thursday and Friday afternoon and

Saturday from 10 am to 12.30 pm and 3 pm to 7.30 pm.

AZIENDE AGRICOLE FARMS Il Frutto Permesso T he cooperative was founded in the mid-1980s, back

AZIENDE AGRICOLE

FARMS

Il Frutto Permesso T he cooperative was founded in the

mid-1980s, back when organic

agriculture was still quite a revolutionary

concept. Today, thanks to the conviction

and tenacity of a group of young farming

friends, Il Frutto Permesso is one of the larg-

est and best-established organic producers

in Italy. It functions as a real cooperative,

with 100 hectares of fruit trees, vegetables,

grains and pastureland. The farmers also

raise bees, pigs, sheep and Piedmontese

Fassone cattle. The produce is sold fresh or

turned into conserves, juices, jams, spirits

and liqueurs, bread, meat, charcuterie and

cheese, while the grains are stone-ground

into flour. As well as traditional varieties and

new parasite-resistant cultivars, they also

grow Slow Food Presidium Piedmontese

heritage apples and pears and have started

making vin d’pum, a traditional apple cider.

They have four farmhouses with guest-

rooms and two restaurants. The farm’s pro-

duce is sold in Cavour at Via Pinerolo 177

and in Turin at Via Napione 24 and the Le

Cascine della Centrale shop in Via Filadelfia.

L a cooperativa è nata a metà degli anni Ottanta quando parlare di bio-

logico era un discorso un po’ da eretici. Oggi, grazie alla convinzione e

alla tenacia di un gruppo di amici, giovani agricoltori,

Il Frutto Permesso è una fra le più affermate e gran-

di realtà nel panorama italiano dei produttori bio. Ed

è una vera cooperativa, dove coltivano 100 ettari di

frutteto, ortaggi, cereali, prati e allevano api, suini,

ovini e bovini fassone della razza piemontese. I pro-

dotti si possono trovare freschi o trasformati in con-

serve, succhi, confetture, distillati, pane, carni macel-

late, salumi, formaggi e liquori. Inoltre, in un mulino a

pietra macinano i loro cereali. Oltre alle varietà tradi-

zionali e alle nuove cultivar resistenti ai parassiti, colti-

vano le antiche mele e pere piemontesi Presidio Slow

Food. È anche prodotto il vin d’pum, il sidro di

mele, bevanda nota già anticamente nella zona.

Dispongono di quattro strutture agrituristiche e

di due tipici locali di ristorazione. I loro prodotti

si trovano anche in vendita a Cavour, in via Pinerolo

177, a Torino, in via Napione 24 e in via Filadelfia,

presso il negozio Le Cascine della Centrale.

Bibiana

Via del Vernè, 16 Tel. 0121 55383-347 1461514 www.fruttopermesso.it il@fruttopermesso.it

della Centrale. Bibiana Via del Vernè, 16 Tel. 0121 55383-347 1461514 www.fruttopermesso.it il@fruttopermesso.it 30 31
della Centrale. Bibiana Via del Vernè, 16 Tel. 0121 55383-347 1461514 www.fruttopermesso.it il@fruttopermesso.it 30 31
AZIENDE AGRICOLE Agripiemonte Q uesta azienda agricola trasformatrice sviluppa la sua attività nella seicentesca cascina

AZIENDE AGRICOLE

Agripiemonte

AZIENDE AGRICOLE Agripiemonte Q uesta azienda agricola trasformatrice sviluppa la sua attività nella seicentesca cascina

Q

uesta azienda agricola trasformatrice sviluppa la sua attività nella

seicentesca cascina della tenuta Molinasso, ubicata a Carmagno-

la, che dal 1922 è di appartenenza della famiglia

Cravero e attualmente è gestita da Bartolomeo e

da sua moglie Katia Gaidano. Da sempre è spe-

cializzata nell’allevamento dei bovini di razza pie-

montese, del gran suino padano (piccoli numeri)

e inoltre, nella bassa corte, della gallina bianca di

Saluzzo e del coniglio grigio di Carmagnola. Alla

base della filosofia della famiglia c’è la volontà di

allevare gli animali nel rispetto del loro benessere,

alimentandoli con foraggi coltivati nei propri ter-

Carmagnola

Via Pochettino, 23 Cascina Molinasso Tel. 011 9713519-331 4537513 soc.agripiemonte@libero.it

Tel. 011 9713519-331 4537513 soc.agripiemonte@libero.it reni con semine Ogm free. L’azienda si dedica anche alla

reni con semine Ogm free. L’azienda si dedica

anche alla coltivazione ortofrutticola il cui fio-

re all’occhiello è la produzione del peperone

di Carmagnola nei quattro ecotipi (quadra-

to, trottola, corno di bue e tomaticot), del

quale curano anche la trasformazione.

Aperto giovedì e venerdì dalle 8 alle 12,30

e dalle 15 alle 19; sabato orario continuato

dalle 8 alle 18.

FARMS

T his farming and food-producing business is based in the 17th-century

farmhouse of the Molinasso estate, in Carmagnola, which has belonged

to the Cravero family since 1922. Currently it is run by Bartolomeo and his wife,

Katia Gaidano. It has long specialized in raising Piedmontese-breed cattle and

small numbers of Gran Suino Padano pigs, and, in the farmyard, white Saluzzo

hens and gray Carmagnola rabbits. At the base of the family’s philosophy is the

wish to respect their animal’s well-being, feed-

ing them fodder grown on their own land

from GMO-free seeds. The farms also culti-

vates fruit and vegetables, and they are right-

ly proud of their Carmagnola peppers. They

grow all four eco-types (Quadrato, Trottola,

Corno di Bue and Tomaticot), and also process them.

Open Thursday and Friday from 8 am to 12.30

pm and from 3 pm to 7 pm and Saturday from

8 am to 6 pm.

process them. Open Thursday and Friday from 8 am to 12.30 pm and from 3 pm
AZIENDE AGRICOLE Cascina Fiume C ascina Fiume si dedica principalmente alla coltivazione dei pepe- roni,

AZIENDE AGRICOLE

Cascina Fiume

C ascina Fiume si dedica principalmente alla coltivazione dei pepe-

roni, che a Carmagnola hanno caratteristiche organolettiche uni-

che soprattutto per quanto riguarda consistenza

e spessore della polpa, e dolcezza del frutto. Al-

tro punto di forza dell’azienda è la scelta di oc-

cuparsi anche della trasformazione del prodotto

proponendo una varietà di preparazioni basate

su antiche ricette tradizionali – peperoni al for-

no e in agrodolce, antipasto a base di peperoni,

peperonata pronta – che permettono di prolun-

gare l’offerta del prelibato ortaggio rendendolo

disponibile al consumo per tutto l’arco dell’anno.

I fratelli Gianfranco e Agostino Tachis, proseguen-

do il lavoro iniziato dal papà Antonio, coltivano

le quattro tipologie del peperone di Carmagnola:

quadrato, tomaticot, trottola e soprattutto il lun-

go. Quest’ultimo, da sempre chiamato corno di

bue, è anche tutelato da un Presidio Slow Food.

Dal 2000 l’azienda è iscritta al Consorzio di tutela

del peperone di Carmagnola.

Aperto su appuntamento.

Carmagnola

Via Grangia, 4 Tel. 011 9795126-335 6044097 www.cascinafiume.it info@cascinafiume.it

9795126-335 6044097 www.cascinafiume.it info@cascinafiume.it FARMS C ascina Fiume is primarily dedicated to growing

FARMS

C ascina Fiume is primarily dedicated to growing Carmagnola pep-

pers. These peppers have unique sensory characteristics, with

thick walls of firm, sweet flesh. The farm also processes the peppers

itself, producing a variety of products based on traditional recipes, like

roast peppers, sweet-and-sour peppers, antipasti and peperonata, al-

lowing the delicious fruits to be enjoyed throughout the year. Broth-

delicious fruits to be enjoyed throughout the year. Broth- ers Gianfranco and Agostino Tachis have taken

ers Gianfranco and Agostino Tachis have taken over the

business from their father Antonio and they grow

all four Carmagnola pepper types, Quadrato,

Tomaticot, Trottola and Lungo. This last one,

long known as Corno di Bue, is protected

by a Slow Food Presidium. The farm has be-

longed to the consortium for the protection

of the Carmagnola pepper since 2000.

Visits by appointment.

AZIENDE AGRICOLE Consorzio del Peperone di Carmagnola L a pianta del peperone, di origine peruviana,

AZIENDE AGRICOLE

Consorzio del Peperone di Carmagnola

AZIENDE AGRICOLE Consorzio del Peperone di Carmagnola L a pianta del peperone, di origine peruviana, è

L a pianta del peperone, di origine peruviana, è stata introdotta a

Carmagnola agli inizi del Novecento da un coltivatore della frazione

Borgo Salsasio. Oggi l’ortaggio, dal caratteristico

colore giallo o rosso vivace, rappresenta una risorsa

importante per l’agricoltura e l’economia dell’area

essendo apprezzato e richiesto in tutta Italia. Quat-

tro le varietà coltivate: il quadrato (quasi un cubo,

con quattro punte), il tomaticot (ibrido la cui forma

ricorda un pomodoro, detto tomatica o pomatica

in dialetto), il trottola (a forma di cuore) e il corno

o lungo (di forma conica allungata). Quest’ultimo,

che nella zona è noto come corno di bue, è uno dei

194 Presìdi Slow Food italiani. È nato per creare un

nuovo mercato al prodotto che, pur non rischiando

l’estinzione, era unicamente conferito alle aziende

conserviere. Il corno di bue ha un sapore dolce,

polpa spessa e carnosa, che migliora con la con-

servazione. Si gusta crudo, in pinzimonio, con

la tradizionale bagna caoda, scottato alla

fiamma. Ottimo sott’olio, sott’aceto o, se-

Carmagnola

c/o Comune di Carmagnola Piazza Manzoni, 10 Tel. 011 9724220 agri@comune.carmagnola.to.it

condo la ricetta piemontese, nelle vinacce.

FARMS

O riginally from Peru, the bell pepper was introduced to Carmagnola in

the early 20th century by a farmer from the Borgo Salsasio hamlet.

Today the bright red and yellow fruit represents an important resource for the

area’s agriculture and economy and is sold and appreciated around Italy. Four

different varieties are grown here: Quadrato, almost a cube, with four cor-

ners; Tomaticot, a hybrid shaped like a tomato, called tomatica or pomatica

in dialect; heart-shaped Trottola; and the Corno or Lungo, shaped like a long

cone. This last one, known in the area as Corno di Bue (ox horn), is one of the

194 Slow Food Presidia in Italy. The Presidium was set up to create a new mar-

ket for the pepper; even though it was not facing extinction, all of the har-

vest was being sold to the canned foods industry. Corno di Bue has a sweet

flavor and thick, juicy flesh and improves with storage. It can be eaten raw or

flame-roasted, with an olive-oil dip or the traditional garlic-and-anchovy bagna

caoda. The peppers are also excellent packed in oil, pickled in vinegar or pre-

served in grape pomace according to

a traditional Piedmontese recipe.

packed in oil, pickled in vinegar or pre- served in grape pomace according to a traditional
AZIENDE AGRICOLE Naturalmente L ’azienda agricola Naturalmente è nata nel 1988 dalla volontà di ottenere

AZIENDE AGRICOLE

Naturalmente

L ’azienda agricola Naturalmente è nata nel 1988 dalla volontà di ottenere

prodotti privi di residui nocivi, dal gusto vero, coltivati o allevati nel rispet-

to delle regole di un’agricoltura naturale, che utilizza

metodi biologici. Quella di Maurizio Donna d’Oldeni-

co, il titolare, è stata una scelta di vita radicale, non pro-

venendo da una famiglia di agricoltori: a far nascere la

passione e l’interesse per questo lavoro è stato il nonno

agronomo, presidente dell’Accademia di agricoltura di

Torino. L’azienda coltiva mirtilli (il più grosso impianto

delle valli di Lanzo) venduti freschi o trasformati in suc-

chi e composte. Tutta la produzione vegetale è certifi-

Ceres

Regione Molino, 4 Tel. 0123 521100-347 0888799 naturalmente.ceres@libero.it

4 Tel. 0123 521100-347 0888799 naturalmente.ceres@libero.it cata biologica. Allevano conigli rispettando un ciclo na-

cata biologica. Allevano conigli rispettando un ciclo na-

turale di crescita (almeno 120 giorni) e senza forzature

alimentari, li macellano nel proprio macello, recente-

mente adeguato al bollo Cee, ed effettuano consegne

dirette a macellerie, ristoranti e privati.

Visite e acquisti su prenotazione.

ristoranti e privati. Visite e acquisti su prenotazione. FARMS T he Naturalmente farm was started in

FARMS

T he Naturalmente farm was started in 1988 to produce authentic-

tasting foods free from toxic residues, grown or raised using natural

agricultural methods and following organic principles. It was radical move

for founder Maurizio Donna d’Oldenico, as he didn’t come from a farming

family; his passion and interest in the work came from his grandfather, an

agronomist and president of the Academy of Agriculture in Turin. His farm

has the largest planting of blueberries in the Lanzo valleys, and the berries are

sold fresh or turned into juices and preserves. All of his vegetables are certi-

fied organic and he also raises rabbits, respecting their natural growth cycle

(which lasts at least 120 days) rather than forcing development with excessive

feeding. They are slaughtered in the farm’s own slaughterhouse, recently EU

certified, and then delivered directly to butchers, restaurants and individuals.

Visits and shopping by appointment.

and then delivered directly to butchers, restaurants and individuals. Visits and shopping by appointment. 38 39
and then delivered directly to butchers, restaurants and individuals. Visits and shopping by appointment. 38 39
AZIENDE AGRICOLE Essenzialmenta P ancalieri è la capitale della menta piperita, la varietà più apprezzata

AZIENDE AGRICOLE

Essenzialmenta

AZIENDE AGRICOLE Essenzialmenta P ancalieri è la capitale della menta piperita, la varietà più apprezzata per

P ancalieri è la capitale della menta piperita, la varietà più apprezzata

per profumo e gusto. Qui Mirella Chiattone, esperta e appassiona-

ta di alimentazione naturale, nonché coltivatrice di

piante aromatiche e farmaceutiche, gestisce Essen-

zialmenta. Questa azienda, nata a inizio 2002 nel

solco della tradizione di famiglia, è da decenni pro-

tagonista nella salvaguardia e nella promozione della

menta di Pancalieri. L’intero ciclo produttivo avviene

in azienda, dalla coltivazione in tutte le sue fasi all’ot-

tenimento degli essiccati alla distillazione. I prodotti

sono molti, dalle piantine fresche in stagione (su pre-

notazione) all’olio essenziale all’alcol di menta, dallo

sciroppo ai liquori. A questi si aggiungono oltre 100

leccornie ideate da Mirella con la collaborazione di

altri artigiani del gusto: pasticceria, cioccolatini, ca-

ramelle, creme e confetture, zuccheri aromatizzati,

risotti e condimenti, infusi e tisane. Su prenotazione

si può visitare il Museo della menta e delle piante

Pancalieri

Via Pinerolo, 7 b Tel. 011 9734279-334 3034383 info@essenzialmenta.it www.essenzialmenta.it

3034383 info@essenzialmenta.it www.essenzialmenta.it officinali che si trova nel centro del paese. Negozio aperto

officinali che si trova nel centro del paese.

Negozio aperto tutte le mattine; venerdì e sabato

anche al pomeriggio.

40

tutte le mattine; venerdì e sabato anche al pomeriggio. 40 FARMS P a ncalieri is known

FARMS

P ancalieri is known for its peppermint,

the mint variety with the best scent

and taste. This is where Mirella Chiattone,

an expert in natural foods and a grower of

aromatic and medicinal plants, runs Essenzi-

almenta. Her family have been working for

decades to safeguard and promote Pancali-

eri mint, so this business, founded in early

2002, is a continuation of tradition. The en-

tire production cycle takes place in-house,

from all the phases of cultivation to drying

and distillation. The company produces

many products, including fresh plants in

season (which must be ordered in advance),

essential oils, syrups and liqueurs. These are

joined by over 100 treats created by Mire-

These are joined by over 100 treats created by Mire- lla in collaboration with other culinary

lla in collaboration with other culinary

artisans: cookies, chocolates, candies,

spreads, jams, flavored sugars, risottos,

sauces, infusions and herbal teas. Book

ahead to visit the museum of mint and

medicinal plants in the center of town.

The shop is open every morn-

ing and Friday and Saturday

also in the afternoon.

41

AZIENDE AGRICOLE La Schiavenza S postandosi da Ivrea verso il lago di Viverone si percorre

AZIENDE AGRICOLE

La Schiavenza

S postandosi da Ivrea verso il lago di Viverone si percorre l’inte-

ra serra morenica che poi digrada lasciando spazio a rilievi più

dolci coperti di viti e frutteti. A poca distanza

dal lago, su uno di questi declivi, sorge un’an-

tica tipica cascina canavesana. Ad accogliervi

con calore i fratelli Amarildo e Cristina, che in

questa struttura hanno creato uno spaccio di

salumi, formaggi, yogurt, carni e altre prepara-

zioni come agnolotti, torte e conserve prodotti

nella loro azienda agricola ubicata ai piedi della

morena. L’azienda alleva 500 capi di bestiame

tra bovini e suini; nel periodo estivo la man-

dria si sposta sugli alpeggi in Valle d’Aosta,

da dove provengono tome e fontine. Grazie a

un impianto a biogas, alimentato con letame

e scarti della coltivazione di mais, l’azienda è

autosufficiente dal punto di vista energetico.

Lo spaccio di vendita, con annesso ristoro, è

aperto al pubblico dal venerdì alla domenica.

Piverone

Via Chiusure, 7 Tel. 0125 687541-348 4783044

fragat00@bagnod.191.it

7 Tel. 0125 687541 - 348 4783044 fragat00@bagnod.191.it FARMS A moraine ridge runs from Ivrea towards

FARMS

A moraine ridge runs from Ivrea towards Lake Viverone, sloping down

into gentle hills covered in vines and fruit trees. On one of these

slopes is a typical old Canavese farmhouse where brother and sister Ama-

rildo and Cristina have opened a shop selling cured meats, cheeses, yogurt,

meat and prepared foods like agnolotti pasta, cakes and jams, all made on

their farm at the foot of the moraine. The farm is home to 500 head of

cattle and pigs, and in the summer the cows are moved up to the Alpine

pastures of the Valle d’Aosta, where toma and

fontina cheeses are made. A bio-gas plant, fed

with manure and waste from corn cultivation,

means the farm is energy self-sufficient.

The shop, with adjacent restaurant, is open

farm is energy self-sufficient. The shop, with adjacent restaurant, is open to the public from Friday

to the public from Friday to Sunday.

AZIENDE AGRICOLE Poc Ma Bun O ltrepassato Pont Canavese, verso Sparone, seguite l’indicazione per la

AZIENDE AGRICOLE

Poc Ma Bun

AZIENDE AGRICOLE Poc Ma Bun O ltrepassato Pont Canavese, verso Sparone, seguite l’indicazione per la borgata

O ltrepassato Pont Canavese, verso Sparone, seguite l’indicazione per

la borgata Boetti-Visdono. L’azienda Poc Ma Bun, dal nome signi-

ficativo “poco ma buono”, si trova dopo le prime

case, là dove s’intravedono una serra e i campi colti-

vati a foraggio. Ad accogliere i visitatori è la cordia-

lità di Massimo, giovane titolare e valido esempio

di tradizione contadina, che con competenza fa da

guida tra le coltivazioni. La produzione comprende

un’ampia gamma di verdure, piccoli frutti e alcuni

alberi di antiche varietà di mele. A seconda della

stagione, si trovano porri, cipolle, patate, zucchi-

ne, peperoni, sedani, insalate, coste, melanzane,

fagioli e, sotto la serra, pomodori: come promette

il nome dell’azienda, la quantità è limitata ma di

ottima qualità. Ci sono anche alcuni alveari per una

minima produzione di miele. Tutta la coltivazione è

condotta senza l’impiego di prodotti chimici, con-

cimi e diserbanti, utilizzando solo il letame fornito

da una stalla poco distante, nel rispetto dell’am-

biente e della sicurezza degli alimenti.

Aperto da lunedì a sabato; visite su prenotazione.

Pont Canavese

Borgata Boetti, 15 Tel. 0124 84859-347 5500831 pocmabun@gmail.com

Boetti, 15 Tel. 0124 84859-347 5500831 pocmabun@gmail.com FARMS A fter passing through Pont Canavese in the

FARMS

A fter passing through Pont Canavese in the direction of Sparone,

follow the signs for the village of Boetti-Visdono. The greenhouse

and fodder fields of Poc Ma Bun (the name means poco ma buono, few

but good) can be seen after the first houses. Welcoming visitors with

warmth and friendliness is Massimo, the farm’s young but experienced

owner. He’ll be happy to show you around the fields, planted with a wide

range of vegetables. He also grows berries and a few heritage apple trees.

Depending on the season you’ll find leeks, onions, potatoes, zucchini,

peppers, celery, lettuce, chard, eggplant, beans and, in the greenhouse,

tomatoes. As the name promises, the quantity is limited but the quality

is excellent. A few beehives produce a small amount of

is excellent. A few beehives produce a small amount of honey. All the crops are grown

honey. All the crops are grown without the use of

chemical products and herbicides; the only fertilizer

used is manure from a nearby cattle farm, to re-

spect the environment and food safety.

Open from Monday to Saturday. Visits by appointment.

AZIENDE AGRICOLE Celesia L ’azienda agricola Celesia ha aderito a un progetto della Coldi- retti

AZIENDE AGRICOLE

Celesia

AZIENDE AGRICOLE Celesia L ’azienda agricola Celesia ha aderito a un progetto della Coldi- retti di

L ’azienda agricola Celesia ha aderito a un progetto della Coldi-

retti di Torino per la vendita diretta dal produttore al consuma-

tore, evitando intermediari. A gestione familia-

re, l’attività coinvolge, oltre al titolare, la moglie

Marina e i tre figli, Fabio, Giuseppe e Riccardo.

In azienda si allevano circa 150 bovini di raz-

za piemontese e maiali, nutriti solo con alimen-

ti naturali. Sono disponibili tutti i tagli bovini e

suini, nonché un’ampia selezione di salumi e in-

saccati che preparano con le carni dei loro ani-

mali. L’origine valdostana del titolare trapela da

alcuni prodotti in vendita, come la mocetta e le

Rivarolo Canavese

Via Galileo Galilei, 15 Tel. 0124 308185-3389312316 adolfocelesia@libero.it

15 Tel. 0124 308185-3389312316 adolfocelesia@libero.it confetture di sele- zionati produt- tori. Non man- cano
15 Tel. 0124 308185-3389312316 adolfocelesia@libero.it confetture di sele- zionati produt- tori. Non man- cano

confetture di sele-

zionati produt-

tori. Non man-

cano neppure le

specialità cana-

vesane come il sa-

lampatata.

Il punto vendita è aperto

da giovedì a sabato.

46

FARMS

T he Celesia farm has joined a project

organized by Coldiretti in Turin to

facilitate direct sales between producers

and consumers, cutting out the middle-

men. The family business is run by Adolfo,

his wife Marina and their three sons, Fabio,

Giuseppe and Riccardo. The farm has around

150 pigs and Piedmontese-breed cattle, fed

only on natural feed. They sell different cuts

of beef and pork, as well as a wide range of

cured meats and sausages made from the

meat of their animals. Adolfo’s Valle d’Aosta

origins are clear from some of the products

on sale, like mocetta and jams from select

producers, but local Canavese specialties

like salampatata are also available.

The shop is open from Thursday to Saturday.

but local Canavese specialties like salampatata are also available. The shop is open from Thursday to

47

AZIENDE AGRICOLE Scaglia I nizia nel 1931 la storia di questa azienda che oggi conta

AZIENDE AGRICOLE

Scaglia

I nizia nel 1931 la storia di questa azienda che oggi conta oltre 300 bovi-

ni di razza piemontese (è inserita nel consorzio Coalvi) oltre a maiali, polli

e conigli tutti allevati a ciclo completo e con particola-

re attenzione al benessere animale. Nei propri locali si

svolge anche la macellazione e dal 1993 è stato allestito

lo spaccio aperto al pubblico, che propone solo carni

e altre specialità di loro produzione. Tra queste ultime

vanno segnalate le diverse varietà di salumi, tutti stagio-

nati sul posto – prosciutto cotto salinato in vena, cula-

tello, “bovinello” (salame di vitello) – e le preparazioni

in vetro: la trippa, i bocconcini all’olio, al pomodoro e in

gelatina e il sugo di carne. Da non dimenticare le scara-

melle cotte al forno e pronte da consumare dopo una

rapida grigliatura o semplicemente riscaldate. Recente e

significativa novità l’apertura, nel cen-

tro di Rivoli, di M** Bun, locale che

propone preparazioni di carne cruda

e hamburger realizzati esclusivamen-

te con le carni prodotte in azienda e

inseriti in un menù a chilometro zero.

Spaccio aperto da mercoledì a sabato.

Rivoli

Via Artigianelli, 71/7 Tel. 011 9573808

93@azagrscaglia.com

www.azagrscaglia.com

Tel. 011 9573808 93@azagrscaglia.com www.azagrscaglia.com FARMS F ounded in 1931, today this farm has over 300

FARMS

F ounded in 1931, today this farm has over 300 head of Piedmontese-

breed cattle (it belongs to the Coalvi consortium) as well as pigs, chick-

ens and rabbits, all raised in a complete cycle and with particular attention to

animal welfare. The butchering takes place in the farm’s own premises, and

a shop for the public was opened in 1993. The shop sells only meat and oth-

er specialties produced by the farm itself, like different kinds of cured meats,

all aged on site—boiled ham, culatello, Bovinello veal salame—and jarred

conserves such as tripe, meat sauce and bocconcini in oil, tomato sauce or

gelatin. Don’t miss the Scaramella, marinated, slow-roasted meat, ready to

be grilled or simply reheated at home. A signifi-

cant new development has been the opening

of M**Bun in the center of Rivoli, which serves

carne cruda (raw meat) and hamburgers made

only from beef from the farm as part of a “zero

food miles” menu.

The shop is open from Wednesday to Saturday.

only from beef from the farm as part of a “zero food miles” menu. The shop
AZIENDE AGRICOLE Il Runch I l Runch nasce nel 2001 grazie ai fratelli Aldo e

AZIENDE AGRICOLE

Il Runch

AZIENDE AGRICOLE Il Runch I l Runch nasce nel 2001 grazie ai fratelli Aldo e Luca

I

l Runch nasce nel 2001 grazie ai fratelli Aldo e Luca Majrano. L’annesso

agriturismo è l’unico punto di ristoro della bellissima frazione di Viù, in

una valle ben esposta che favorisce lo sviluppo delle

coltivazioni: piccoli frutti, ortaggi, patate, alcune va-

rietà di antiche mele piemontesi e miele di montagna.

I prodotti sono venduti sia freschi – in azienda e nei

mercati della valle – sia trasformati dal laboratorio,

dotato di moderne apparecchiature che permettono

di lavorare a basse temperature salvaguardando pro-

fumi e gusto. La gamma è molto ampia: confetture di

sambuco, mirtilli, lamponi, frutti di bosco, ramassin e

castagne, con o senza zuccheri aggiunti. Tra le prepa-

razioni di verdure da segnalare la mostarda di cipolle

rosse e l’antipasto Marisa. Per i più piccoli si consiglia-

no la cioccomela e la cioccopera, pregiato cacao con

mele o pere e miele di rododendro. Una ricca selezio-

ne di grappe aromatizzate e infusi completa l’offerta.

Ultime nate le gelatine della salute, fatte con fiori di

tarassaco o di primule e con gemme di pino.

Spaccio aperto da martedì a domenica; visite su

prenotazione.

Viù

Frazione Tornetti, 61 Tel. 3333762418-3396112862 www.ilrunch.biz info@ilrunch.biz

Tel. 3333762418-3396112862 www.ilrunch.biz info@ilrunch.biz FARMS I l Runch was founded in 2001 by brothers Aldo and

FARMS

I l Runch was founded in 2001 by brothers Aldo and Luca Majrano. Their

farm restaurant is the only dining option in the beautiful little village of Viù,

in a valley whose good exposure helps crops to flourish. Berries, vegetables, po-

tatoes, some heritage Piedmontese apple varieties and mountain honey are sold

fresh at the farm and valley markets or processed in the farm’s workshop. Here,

modern equipment means low temperatures can be used to capture all the fra-

grance and flavor of the fresh produce. The range of products is wide, with jams

made from elderberries, blueberries, raspberries, mixed berries, Ramassin plums

and chestnuts, with or without added sugar. Among the vegetable preserves,

the red-onion mostarda and Marisa antipasto are particularly outstanding. For

young children, we recommend the Cioccomela and Cioccopera, fine chocolate

we recommend the Cioccomela and Cioccopera, fine chocolate with apples or pears and rhododendron honey. Flavored

with apples or pears and rhododendron honey.

Flavored grappas and herb-infused spirits are also

available, as well as the recently introduced nu-

tritious jellies made with pine buds, dandelion

flowers or primroses.

Open from Tuesday to Sunday. Visits by appointment.

BIRRIFICI Birrificio Torino l Birrificio Torino ha aperto i battenti a maggio 2001, in una

BIRRIFICI

Birrificio Torino

l Birrificio Torino ha aperto i battenti a maggio 2001, in una zona che

da allora, anche grazie a questa attività, è diventata sempre più vivace e

frequentata, come dimostra la nascita nelle vicinanze

di altri locali legati alla ristorazione. Il birrificio gode

ormai di un successo consolidato grazie alla produ-

zione di birre sempre più equilibrate ed eleganti, che

pur mantengono freschezza ed estrema bevibilità. Al-

tra chiave del successo del locale è la qualità dell’of-

ferta gastronomica, ampia e diversificata (per capirci:

non solo cibo da pub). Ma veniamo alla produzione.

Le birre storiche sono quattro: Sahara (una blanche

dal colore opalescente profumata allo zenzero), Tori-

no (una doppio malto chiara in stile Hellerbock, mol-

to intensa), Rufus (ambrata con note di tostato ed

erbaceo) e la Clara (una chiara, ovviamente, in stile

Munich Helles, dai bei sentori mielosi). A questi cavalli

di battaglia ormai sperimentati si sono aggiunte, con

successo, la Masca (aromatizzata al miele di castagno

e caffè, dal bel color ebano intenso) e la Maggiore

(prodotta con scorze d’arancia).

Aperto tutti i giorni dalle 20.

I

Torino

Via Parma, 30 Tel. 011 2876562 www.birrificiotorino.com info@birrificiotorino.com

2876562 www.birrificiotorino.com info@birrificiotorino.com BREWERIES T he Birrificio Torino opened in May 2001 in a

BREWERIES

T he Birrificio Torino opened in May 2001 in a neighborhood that has

since become increasingly popular and lively, with a number of new bars

and restaurants. This is partly due to the brewery itself, which has proved very

successful, producing beers that are elegant and balanced as well as refreshing

and highly drinkable. However, the quality of the food on offer is another key

to the Birrificio Torino’s popularity, with a wide selection that goes far beyond

standard pub food. Returning to the beers, there are four historic brews: Saha-

ra, an opalescent blanche scented with ginger; Torino, an intense Hellerbock-

style double malt lager; Rufus, amber in color with toasty, herbaceous scents;

and Clara, a Munich Helles-style lager with lovely honeyed notes. These tri-

ed and tested standbys have been successfully joined by Masca, a beautiful

ebony-colored beer flavored with chestnut honey and coffee, and Maggiore,

made with orange peel, giving it a characteristically bitter flavor.

Open every day from 8 pm.

BIRRIFICI Piazza dei Mestieri P iazza dei Mestieri è un progetto articolato che in un

BIRRIFICI

Piazza dei Mestieri

P iazza dei Mestieri è un progetto articolato che in un bello stabi-

le riattato forma circa 500 giovani avvicinandoli alle professioni

Torino

Via Jacopo Durandi, 13 Tel. 011 19709642 www.piazzalive.it info@piazzadeimestieri.it

011 19709642 www.piazzalive.it info@piazzadeimestieri.it 54 dell’accoglienza: cuoco, cameriere, pasticciere,

54

dell’accoglienza: cuoco, cameriere, pasticciere,

cioccolataio. Il pubblico si trova di fronte a tre

opzioni. La prima è quella proposta dal birrificio-

birreria, che offre sei varietà dai nomi artistici: la

kölsch Manet, la bitter ale Renoir, la doppelbock

Chagall, la weizen Klimt, la american pale ale

Hopper e la stout Turner. Tutte si possono bere in

loco – anche ai tavolini del bel cortile interno – o

portare via, in bottiglie dalle etichette eleganti.

La seconda possibilità è il laboratorio dedicato

alla cioccolata: dai rubatà alla paprika rivestiti di

cioccolato fondente all’uva sultanina ricoperta,

dai gianduiotti alle gelatine di rosa o gelsomino,

dalle cialde alle tavolette… Ce n’è davvero per

tutti i gusti. L’ultima opportunità è il ristorante

con terrazza che d’estate può essere un’ottima

occasione per una cena en plein air.

Il birrificio è aperto tutti i giorni dalle 18, il ristoran-

te è chiuso sabato a pranzo e domenica.

BREWERIES

P iazza dei Mestieri is a multi-layered project which, among other ac-

tivities, trains around 500 young people at a time in this beauti-

fully restored historic building, teaching them trades like chef, waiter,

confectioner and chocolatier. Three areas are open to the public. The

brewery offers six varieties named after artists: Manet, a Kölsch; Renoir, a

bitter ale; Chagall, a doppelbock; Klimt, a weizen; Hopper, an American

pale ale; and Turner, a stout. They are available for drinking at the bar

or at small tables in the charming inner courtyard, or to take home in

elegantly labeled bottles. The chocolate workshop is also tempting, with

paprika rubatà covered in dark chocolate, choco-

late-covered sultanas, rose or jasmine gianduiotti,

chocolate bars and much more. There is also

a restaurant, whose terrace offers the perfect

place for an al-fresco dinner in the summer.

The brewery is open every day from 6 pm. The

restaurant is closed for Saturday lunch

and on Sunday.

in the summer. The brewery is open every day from 6 pm. The restaurant is closed

55

BIRRIFICI SorA’laMa’ L a qualità della birra dipende anche dall’acqua usata per produrla, e que-

BIRRIFICI

SorA’laMa’

L

a qualità della birra dipende anche dall’acqua usata per produrla, e que-

sto birrificio con sede a Vaie, in bassa valle Susa, parte con le premesse

giuste: produce infatti ottima birra utilizzando l’acqua

Vaie

Via Nazionale, 14 Tel. 011 9631977 www.soralama.it info@soralama.it

14 Tel. 011 9631977 www.soralama.it info@soralama.it di una sorgente locale particolarmente rinomata, che

di

una sorgente locale particolarmente rinomata, che

in

passato veniva anche imbottigliata e commercia-

lizzata. Le birre realizzate da questa piccola e interes-

sante realtà spaziano nei vari generi e hanno nomi

che si ricordano: Splash!, weisse freschissima, Slurp!,

bionda dal sapore delicato, Glu Glu!, bionda doppio

malto, Wow!, ale rossa doppio malto, Mmm!, stout

scura, Oooh!, ambrata doppio malto, Gulp!, fermen-

tata con le mele, Hurra!, aromatizzata alle castagne.

Il mastro birraio artefice di questa variegata produ-

zione è Lorenzo Turco, che ha avviato l’impresa nel

2004, coadiuvato nella fase di organizzazione dello

stabilimento da Davide Zingarelli, ingegnere specia-

lizzato nell’impiantistica alimentare. Annotatevi che

SorA’laMa’ è anche una brasserie dove si possono

assaggiare tutte le birre elencate abbinate a piatti che

ne saranno goloso complemento.

Chiuso il lunedì.

BREWERIES

T he quality of a beer depends in part on the water used to produce

it, and this brewery in Vaie, in the lower Valle Susa, certainly has a

good starting point. It makes excellent beer using water from a particularly

renowned local spring, once bottled and sold in its own right. Though small,

it makes a number of interesting and memorably named varieties: Splash!, a

refreshing weisse; Slurp!, a delicate blond ale; Glu Glu!, a blond double malt;

Wow!, a red double malt ale; Mmm!, a dark stout; Oooh!, an amber double

malt; Gulp!, fermented with apples; and Hurra!, flavored with chestnuts.

The master brewer responsible for these creations is Lorenzo Turco, who

launched the business in 2004. For the design

of the brewery he drew on the assistance of Da-

vide Zingarelli, an engineer specializing in food

plant engineering. SorA’laMa is also a brasserie,

where visitors can sample all the beers, paired

with deliciously complementary dishes.

Closed Monday.

a brasserie, where visitors can sample all the beers, paired with deliciously complementary dishes. Closed Monday.
Beba BIRRIFICI A lessandro ed Enrico Borio hanno aperto il loro microbirrificio una quindicina di

Beba

BIRRIFICI

A

lessandro ed Enrico Borio hanno aperto il loro microbirrificio una

quindicina di anni fa, quando farlo era una bella scommessa. Scom-

messa vinta grazie alla passione messa nell’impresa,

ma anche alla chiarezza di idee: concentrarsi sulle

birre a bassa fermentazione, puntando sulla fre-

schezza, la facilità di beva e l’equilibrio, più che sulla

potenza e l’intensità. Sono in produzione una decina

di birre: Gilda (ambrata, fine ed elegante), Motor Oil

(scura con bei sentori di caffè e cacao), Talco (bion-

da opalescente mielosa), N1 (ambrata intensa con

sentori di caramello e agrumi canditi), Molto Malto

(bionda limpida dall’aroma fruttato), Toro (rossa in-

tensa con note dolci e tostate), Due Gnomi (l’unica

ad alta fermentazione, aromatizzata al ginepro), Gra-

fite (scura molto intensa) e due birre stagionali nata-

lizie, entrambe in stile strong ale, opportunamente

denominate Natale e Re Magi. Le birre Beba sono

ben distribuite, ma le si può gustare alla spina nel

Villar Perosa

Viale Italia, 11 Tel. 0121 315755 staff@birrabeba.it www.birrabeba.it

11 Tel. 0121 315755 staff@birrabeba.it www.birrabeba.it pub Train Robber’s Syndacate adiacente al birrificio. Il

pub Train Robber’s Syndacate adiacente al birrificio.

Il locale è aperto venerdì e sabato dalle 19,30 all’1,

domenica dalle 18 alle 24.

BREWERIES

A lessandro and Enrico Borio opened their microbrewery 15 years ago,

long before the Italian artisanal beer renaissance. Their gamble paid

off, thanks to the passion they have poured into the business and their single-

minded focus. They have chosen to concentrate on bottom-fermented beers,

aiming for freshness, drinkability and balance rather than power and intensity.

Ten beers are currently in production: Gilda (amber, refined and elegant), Mo-

tor Oil (dark, with gorgeous notes of coffee and cocoa), Talco (opalescent,

honeyed, blond), N1 (intense amber with notes of caramel and candied citrus),

Molto Malto (limpid and blond with a fruity aroma), Toro (intense red with

sweet, toasty notes), Due Gnomi (the only top-fermented beer, flavored with

juniper), Grafite (dark, very intense) and two seasonal Christmas beers, Natale

and Re Magi, both in the strong ale style. Beba beers have good local distribu-

tion but can also be sampled on tap at the Train Robber’s

Syndicate pub next to the brewery.

The bar is open Friday and Saturday from 8 pm

to 1 am and Sunday from 6 pm to 12 pm.

Syndicate pub next to the brewery. The bar is open Friday and Saturday from 8 pm
CASARI Ca’ du Roc L a località Pian della Pietra è conosciuta in dialetto come

CASARI

Ca’ du Roc

L a località Pian della Pietra è conosciuta in dialetto come Ca’ du Roc.

Siamo non lontani dall’abitato di Ala di Stura, in frazione Cresto di

cui si hanno testimonianze certe che risalgono al

1300. Qui Cinzia Loturco e Renata Alpignano, che

fanno parte dell’associazione Casare e Casari, ge-

stiscono l’azienda dove allevano 80 capre di razza

saanen e scamosciate delle Alpi. In virtù dell’atten-

to rispetto della filiera corta, nel raggio di pochi

metri si trovano la stalla, il laboratorio di trasforma-

zione e il punto vendita in cui acqui-

stare latte fresco, yogurt, mousse al

naturale o alla frutta e, naturalmente,

formaggi. Si va dai più freschi ai più

stagionati: ricotta, Cà du Roc, tomi-

ni, una robiola particolarmente dolce

che qui hanno battezzato Rustichina,

toma, blu di capra, Cevrin delle valli di

Lanzo. Quest’ultimo, inserito da anni

nel Paniere della Provincia, si è dotato di un rigido disci-

plinare di produzione e di un marchio di riconoscimento.

Ala di Stura

Frazione Cresto, 73 Località Pian della Pietra Tel. 0123 55410-347 1562130 renataalpignano@tiscali.it

Tel. 0123 55410-347 1562130 renataalpignano@tiscali.it Aperto tutti giorni dalle 17 alle 19. CHEESEMAKERS C à du

Aperto tutti giorni dalle 17 alle 19.

CHEESEMAKERS

C à du roc is the dialect name for Pian della Pietra, literally “plain of

the rock.” Not far from the town of Ala di Stura lies the hamlet

of Cresto, whose history dates back to the 14th century. This is where

Cinzia Loturco and Renata Alpignano, members of the Casare e Casari

association, have their farm, raising 80 Saanen and Alpine chamois goats.

In a perfect example of a short production and distribution chain, the

goatshed, dairy and shop are all within a few meters of each other. The

shop sells fresh milk, yogurt and plain and fruit mousses as well as fresh

and aged cheeses: ricotta, Cà du Roc, tomini, a particularly sweet robiola

they call Rustichina, toma, goat’s milk blue and Valli di Lanzo Cevrin. This

last cheese, one of the Province of Turin Paniere products, must be made

in accordance with a strict production protocol.

Open every day from 5 pm to 7 pm.

Paniere products, must be made in accordance with a strict production protocol. Open every day from
Paniere products, must be made in accordance with a strict production protocol. Open every day from
CASARI Le Tome di Villa E lena e Matteo proseguono con dedizione e passione l’attività

CASARI

Le Tome di Villa

CASARI Le Tome di Villa E lena e Matteo proseguono con dedizione e passione l’attività avviata

E

lena e Matteo proseguono con dedizione

e passione l’attività avviata dal papà Mas-

simo Villa, in frazione

Gauna, nel cuore della

Valchiusella. Le Tome di Villa sono tra le più apprez-

zate in Piemonte e sono il risultato di un attento

lavoro di selezione e affinatura dei tipici formaggi

regionali, provenienti da latte di animali che vivono

prevalentemente in alpeggio. Le forme sono confe-

rite non solo da abili veterani ma anche da giovani

malgari che hanno dimostrato di essere veri e propri

talenti. La stagionatura avviene nel grande salone

interrato, costantemente termoregolato, dove le

forme sono amorevolmente visionate, girate e ri-

pulite. Trattandosi in prevalenza di tome classiche

piemontesi, sono infinite le varianti in termini di

stagionatura, grassezza, consistenza, dimensioni

ed eventuali aggiunte di spezie ben dosate. Si tro-

vano anche tomini freschi, tomette più stagionate e

qualche formaggio ovino e caprino come il Cevrin.

Chiuso domenica e mercoledì pomeriggio.

Alice Superiore

Via Umberto I, 3 - Fraz.Gauna Tel. 0125 78437-3385088366 www.letomedivilla.it info@letomedivilla.it

78437-3385088366 www.letomedivilla.it info@letomedivilla.it CHEESEMAKERS E lena and Matteo bring passion and dedication

CHEESEMAKERS

E lena and Matteo bring passion and dedication to the business

founded by their father, Massimo Villa, in the hamlet of Gauna in

the heart of the Valchiusella. Tome di Villa cheeses are among the best-

loved in Piedmont. They come from the careful selection and aging of

typical regional cheeses made mostly from the milk of animals grazing

in Alpine pastures. The cheeses come not only from skilled veterans but

also young cheesemakers of proven skill. Aging takes place in a large un-

derground room, its temperature constantly regulated, where the forms

are lovingly watched, turned and cleaned. The company’s specialty is the

classic Piedmontese toma, with infinite possible variations in aging times,

fat content, texture, size and possible seasonings. Also on offer are fresh

tomini, aged tomette and some sheep and goat cheeses like Cevrin.

Closed all day Sunday and Wednesday afternoon.

CASARI La Cascinassa E ntrati nel cortile dalla cascina, troverete un piccolo locale, la tomine-

CASARI

La Cascinassa

CASARI La Cascinassa E ntrati nel cortile dalla cascina, troverete un piccolo locale, la tomine- ria,

E ntrati nel cortile dalla cascina, troverete un piccolo locale, la tomine-

ria, dove Carla Giachino realizza e propone i suoi formaggi, fatti solo

ed esclusivamente con latte di capra e tutti quan-

ti a chilometro zero: il latte, lavorato due volte al

giorno soltanto a crudo, proviene da capre di pro-

prietà, della varietà camosciata delle Alpi; le capre,

inoltre, sono alimentate con fieno e mais coltivati

direttamente in cascina. La produzione compren-

de formaggi freschi e semistagionati: ricotta, primo

sale, tomini alle erbe, Salignun di

capra e le “bignole di formaggio”,

piccoli gioielli speziati ai vari gu-

sti. Carla realizza i suoi formaggi

da marzo a novembre, seguendo

il ciclo naturale delle capre nella

produzione del latte. Nel perio-

do invernale, invece, la tomineria

si trasforma in una salumeria canavesana, dove sono

proposti in vendita salami, cotechini, lardo e pancetta,

con carne di maiali allevati anch’essi in cascina.

Aperto domenica mattina, martedì, giovedì e sabato.

Pavone Canavese

Cascine Verna, 2/1 Tel. 0125 51189-339 1965549

carla1.giachino@libero.it

addaenterprise@hotmail.it

1965549 carla1.giachino@libero.it addaenterprise@hotmail.it CHEESEMAKERS E nter the farmhouse courtyard and you’ll

CHEESEMAKERS

E nter the farmhouse courtyard and you’ll

find the tomineria, where Carla Giachino

makes and sells her cheeses, produced only

from milk from her own herd of goats. The raw

milk is processed every day and comes from Al-

pine Camosciata goats, fed hay and corn grown

by the farm. She makes fresh and semi-aged

cheeses: ricotta, primo sale, herbed tomini,

goat Salignun and little cheeses seasoned with

different spices called Bignole. The cheeses are

made from March to November, following the

goats’ natural cycle of milk production. During

the winter, the tomineria becomes a salume-

ria, selling salami, cotechino, lardo and pan-

cetta made from pigs also raised on the farm.

Open Sunday morning and Tuesday, Thursday

and Saturday.

and pan- cetta made from pigs also raised on the farm. Open Sunday morning and Tuesday,
and pan- cetta made from pigs also raised on the farm. Open Sunday morning and Tuesday,
Ceresa CASARI S uperato Ribordone, si lascia l’auto in frazione Ciantel e si pro- segue

Ceresa

CASARI

Ceresa CASARI S uperato Ribordone, si lascia l’auto in frazione Ciantel e si pro- segue per

S

uperato Ribordone, si lascia l’auto in frazione Ciantel e si pro-

segue per circa 60 minuti a piedi fino all’Alpe Oregge. Sia-

mo nel cuore del Gran Paradiso, dove il giova-

ne Aurelio, titolare dell’azienda, coadiuvato da

Gianpaolo nella produzione dei formaggi, ha

completamente ristrutturato l’alpeggio e alleva

vacche e capre della razza camosciata. Con il

latte di due mungiture, lavorato a crudo e in

purezza, si producono tome piemontesi da puro

latte di vacca, tomette di vario tipo e un blu

(erborinato) da solo latte di capra. I formaggi

sono stagionati per circa 60 giorni direttamente

sul posto, in crotin appositamente attrezzati; è

compito di Gianpaolo controllare quotidiana-

mente che l’asciugatura e la maturazione pro-

cedano correttamente. Trattandosi di attività

condotte in alpeggio, la produzione è limitata

Ribordone

Alpe Oregge Tel. 339 8253211 (Aurelio) Tel. 333 8667746 (Giampaolo) aurelio.ceresa@libero.it

Tel. 333 8667746 (Giampaolo) aurelio.ceresa@libero.it alla stagione estiva. L’acquisto di questi piccoli tesori

alla stagione estiva.

L’acquisto di questi piccoli tesori è possibile solo

in alpeggio, dal 15 giugno al 30 settembre, e a

breve una comoda mulattiera agevolerà la salita.

CHEESEMAKERS

O nce past Ribordone, cars must be left in the village of Ciantel and the

journey to Alpe Oregge continues on foot for around an hour. Here

in the heart of the Gran Paradiso, young Aurelio, the farm’s owner, has

completely renovated the alpeggio, or Alpine hut, where he raises cows

and Camosciata goats. Gianpaolo assists with cheese production: Milk from

two milkings is used raw and unblended to make cow’s milk Piedmontese

toma, various kinds of tometta and a pure goat’s milk blue cheese. The

cheeses are aged for around 60 days in a crotin. It is Gianpaolo’s task to

check daily that the cheeses are drying and maturing properly. As the chee-

semaking takes place in the alpeggio, it is limited to the summer period.

These small treasures can only be bought there from 15 June to 30 Sep-

tember. Soon a muletrack will make the climb easier.

treasures can only be bought there from 15 June to 30 Sep- tember. Soon a muletrack
treasures can only be bought there from 15 June to 30 Sep- tember. Soon a muletrack
CASARI Nicoletta A vent’anni Jari Nicoletta è diventata titolare dell’azienda gestita da bi- snonni e

CASARI

Nicoletta

A vent’anni Jari Nicoletta è diventata titolare dell’azienda gestita da bi-

snonni e nonni, e oggi continua a sostenerla con l’aiuto del papà Mau-

ro e dello zio Vittorio. Nei mesi estivi gran parte della

famiglia si trasferisce negli alpeggi che si trovano tra i

1100 e 1300 metri di quota nella conca di Trovinasse

sulle Prealpi piemontesi. D’inverno, invece, gli animali

vivono a stabulazione fissa e si alimentano con fieno

di prato a cui si aggiunge la crusca. L’alimentazione ha

grande influenza sul latte prodotto dalle vacche che

varia in funzione del luogo in cui l’animale ha vissuto.

I pascoli e i prati coltivati a foraggio sono concimati in

modo naturale senza l’uso di fertilizzanti chimici, nel

Settimo Vittone

Frazione Cesnola, 25 Tel. 0125 658381-340 8988443 www.agricolanicoletta.it azienda@agricolanicoletta.it

www.agricolanicoletta.it azienda@agricolanicoletta.it pieno rispetto dell’ambiente. La produzione è estre-

pieno rispetto dell’ambiente. La produzione è estre-

mamente varia e comprende le tome di alpeggio a

latte intero in tre stagionature, il tipico Salignun

(secondo tradizione, da abbinare alle patate

bollite), la robiola, i tomini canavesani, yogurt

(anche di latte di capra) e l’immanca-

bile burro ricavato dalla panna pura

per affioramento.

Chiuso il lunedì.

CHEESEMAKERS

A t the age of 20, Jari Nicoletta took over this farm, formerly in the hands

of his grandparents and before them his great-grandparents. He cur-

rently runs it with the help of his father Mauro and uncle Vittorio. In the sum-

mer, most of the family moves up to mountain pastures between 1,100 and

1,300 meters above sea level in the Trovinasse basin of the Piedmontese Pre-

alps. In the winter, the animals live in stall housing and are fed on meadow

hay and bran. Diet has a strong influence on the milk produced by the cows,

and its characteristics vary depending on where the animal has been living. To

respect the environment, the pastureland and fodder

fields are fertilized naturally without the use of chem-

icals. Production is varied and includes three different

ages of whole-milk Alpine toma, the typical Salignun

(traditionally eaten with boiled potatoes), robiola, Ca-

navese tomini, cow’s and goat’s milk yogurt and an

unmissable butter made from risen cream.

Closed Monday.

Ca- navese tomini, cow’s and goat’s milk yogurt and an unmissable butter made from risen cream.
Tentaty CASARI L a federazione di Damanhur ha rinnovato l’organizzazione del compar- to agroalimentare, dando

Tentaty

CASARI

L

a federazione di Damanhur ha rinnovato l’organizzazione del compar-

to agroalimentare, dando vita a una nuova realtà che si integra con

l’attività agrituristica della cascina Dezzuti di Cuce-

glio, in cui si allevano un centinaio di bovini da car-

ne, api e si coltivano vigne e prodotti ortofrutticoli.

Nel laboratorio di Baldissero, infatti, si lavora il latte

conferito da allevatori della Valchiusella e dintorni. I

prodotti della caseificazione sono di origine caprina

e vaccina e tra questi ultimi spiccano il pandipan, che

è una paglierina a latte crudo e crosta lava-

ta, e il cevrin di produzione invernale defi-

nito dal casaro, che di nome fa Scarabeo,

“senza fuoco”. Il processo di lavorazione

prevede un’acidificazione naturale in stalla

che sfrutta il calore animale e l’aggiunta di

pochissime gocce di caglio. Il risultato è un

consumo energetico pari a zero. Tra i caprini

si evidenziano il barricato, stagionato per 60

giorni in foglie e il Valdichì. Nella struttura

agrituristica la ristorazione propone nel menù gli stessi

formaggi aziendali in varie declinazioni.

Vidracco

Via Baldissero, 21 c/o Damanhur Crea Tel. 320 7471753 scarabeorafano@hotmail.it

c/o Damanhur Crea Tel. 320 7471753 scarabeorafano@hotmail.it CHEESEMAKERS T he Damanhur eco-society has recently

CHEESEMAKERS

T he Damanhur eco-society has recently

reorganized its food production, cre-

has recently reorganized its food production, cre- ating a new business integrated with the agricultural

ating a new business integrated with the

agricultural tourism activities at the Dezzuti

farm in Cuceglio. Bees and a hundred beef

cattle are raised on the farm, and vines and

other fruits and vegetables are also grown

here. In the Baldissero dairy, milk from

farmers in and around the Valchiusella is

turned into cheese. Cow’s milk cheeses in-

clude Pandipan, a raw-milk, washed-rind

paglierina; and a winter Cevrin which the

cheesemaker, who goes by the name of

Scarabeo, calls “fire-free.” The cheesemaking process involves natural acidi-

fication in the cattleshed using the heat of the animals and the addition of

just a few drops of rennet. The result is almost zero energy consumption.

Standout goat’s cheeses include Barricato, aged for 60 days in leaves, and

Valdichì. The farmhouse restaurant uses the cheeses in its menus.

CASARI Cascina Fontanacervo A pochi chilometri da Torino, Cascina Fontanacervo è un’azienda agricola gestita dalla

CASARI

Cascina Fontanacervo

A

pochi chilometri da Torino, Cascina Fontanacervo è un’azienda

agricola gestita dalla stessa famiglia fin dal 1600. Oggi la condu-

ce Giovanni Crivello con i suoi fratelli e dal 2005

alla tradizionale produzione di latte si è affianca-

ta quella casearia. La materia prima di alta qualità

proviene da mucche frisone e dalle amate jersey:

dal mantello rossastro e la mole ridotta, non molto

produttive sono però note per il sapore e la ric-

chezza del loro latte. Cascina Fontanacervo produ-

ce latte fresco pastorizzato, yogurt privo di adden-

santi e formaggi freschi. Tra questi vanno segna-

lati: la freschissima, la crema contadina, i tomini

dolci e acidi e la ricotta. Infine citiamo la varietà

di tome con 30, 45 e 70 giorni di stagionatura

(chiamate rispettivamente la Turineisa, la Granda

e la Sabauda). I punti qualificanti alla base della

particolare qualità dei prodotti sono il benessere

degli animali, la loro alimentazione e la lavorazio-

Villastellone

Via Poirino, 7 Tel. 011 9619295-333 4603830 info@fontanacervo.it www.fontanacervo.it

9619295-333 4603830 info@fontanacervo.it www.fontanacervo.it ne artigianale. Spaccio aziendale aperto dal lunedì al

ne artigianale.

Spaccio aziendale aperto dal lunedì al sabato dalle

16 alle 19,30.

CHEESEMAKERS

A few kilometers from Turin, the

Cascina Fontanacervo farm has

been run by the same family since the

17th century. Today it is in the hands of

Giovanni Crivello and his siblings. Tradi-

tionally milk producers, in 2005 they be-

gan making cheese too. The high-quality

milk comes from Friesian cows and the

much-loved Jerseys; small, with a red-

dish coat, they are not very productive

but are known for the flavor and rich-

ness of their milk. Cascina Fontanacervo

produces fresh pasteurized milk, thick-

ener-free yogurt and fresh cheeses. We

particularly recommend the Freschissi-

ma, the crema contadina, the sweet and

acidic tomini and the ricotta. Then there

are the toma cheeses, aged for 30, 45

or 70 days, known respectively as Turi-

neisa, Granda and Sabauda. The quality

of the products comes ultimately from

the well-being of the animals, their diet

and the artisanal processing of the milk.

The farm shop is open from Monday to

Saturday from 4 pm to 7.30 pm.

diet and the artisanal processing of the milk. The farm shop is open from Monday to
diet and the artisanal processing of the milk. The farm shop is open from Monday to
CIOCCOLATIERI Zuccarello A Collegno, nei pressi di corso Francia, dal 2001, Lorenzo Zuccarello con la

CIOCCOLATIERI

Zuccarello

CIOCCOLATIERI Zuccarello A Collegno, nei pressi di corso Francia, dal 2001, Lorenzo Zuccarello con la sorella

A Collegno, nei pressi di corso Francia, dal 2001, Lorenzo Zuccarello con

la sorella Valentina dispensa prelibatezze che vanno dalla pasticceria

alla cioccolateria, oggi parte preponderante di una

produzione di raffinata artigianalità. Dalla pasticce-

ria mignon (recentemente arricchita dei macarons al

cocco) alle torte fresche come quella “ai tre cioccola-

Collegno

Via Andrea Costa, 36 Tel. 011 4080089 www.zuccarello-finechocolate.com info@zuccarello-finechocolate.com

ti”

(pan di spagna con crema al cioccolato fondente,

al

latte e bianco con vaniglia) e la Sachertorte con la

al latte e bianco con vaniglia) e la Sachertorte con la confettura di albicocche prodotta in

confettura di albicocche prodotta in proprio. Poi la

pralineria e ancora le 11 versioni di bassinati (frut-

ta secca avvolta da purissimo cioccolato, fondente

per le nocciole delle Langhe, al latte per le mandorle

di Avola e bianco con polvere di caffè per le noci

pecan). Da citare la Pariani (dal nome del produt-

tore dell’olio di nocciole piemonte igp che arricchi-

sce questa deliziosa crema di cioccolati selezionati),

i “mini Linneo” (sfogliatine di cioccolati ottenuti da

cacao di varietà e provenienze diverse) e, infine, in

omaggio alla città di Collegno, i cioccolatini della

Certosa alla nocciola o al rum.

Chiuso domenica pomeriggio.

CHOCOLATIERS

nocciola o al rum. Chiuso domenica pomeriggio. CHOCOLATIERS N ot far from Corso Francia in Collegno,

N ot far from Corso Francia in Collegno,

Lorenzo Zuccarello and his sister Valentino

have been producing confectionery and choco-

late delicacies since 2001, following a philoso-

phy of refined craftsmanship. Miniature pas-

tries include the recently introduced coconut

macarons, while the fresh cakes range from Ai Tre Cioccolati (sponge cake with

dark-chocolate cream, milk-chocolate cream and white chocolate with vanilla) to

a Sachertorte with homemade apricot jam. Then there are the filled chocolates

and 11 different bassinati (nuts and candied fruit coated in pure chocolate, like

Langhe hazelnuts in dark chocolate, Avola almonds in milk chocolate and pecans

in white chocolate with coffee powder). The Pariani chocolate spread is enriched

with Piedmont hazelnut oil made by Pariani, while the Mini Linneo squares use

chocolates of different origins and varieties. Finally, created in honor of the town

of Collegno, the Cioccolatini della Certosa come in hazelnut and rum.

Closed Sunday afternoon.

CIOCCOLATIERI Guido Castagna G uido Castagna è uno dei grandi del cioccolato in Italia grazie

CIOCCOLATIERI

Guido Castagna

G

uido Castagna è uno dei grandi del cioccolato in Italia grazie alla

sua abilità nell’utilizzare le fave di cacao dei migliori cru del mon-

do, di cui esegue personalmente la selezione, la

pulizia, la tostatura, la raffinazione, il concaggio

e la maturazione. Indicativa della sua creatività è

la produzione di pralineria: tartufi al gianduia, al

maraschino, all’amaretto e al croccante, cremini,

cioccolatini speziati e alla nocciola piemonte igp,

all’arancia candita, allo zenzero e alla fava di cacao

(per cui utilizza il Presidio Slow Food del cacao di

Barlovento). Punto di forza della produzione sono

pure i diversi cioccolati: al latte, gianduia, fondente

con la granella di fava di cacao e i quattro fondenti

cru, con percentuale del 76% di cacao proveniente

da Ecuador, Venezuela, Madagascar e Ghana. L’ul-

timo arrivato è il gianduiotto, che Guido produce

utilizzando esclusivamente fave di cacao criollo del

Chuao (Venezuela), zucchero di canna e il 40% di

nocciole piemonte igp.

Aperto il pomeriggio da martedì a venerdì, sabato

tutto il giorno, domenica mattina.

Giaveno

Via Torino, 54 Tel. 011 9766618-328 8659305 www.guidocastagna.it info@guidocastagna.it

8659305 www.guidocastagna.it info@guidocastagna.it CHOCOLATIERS G uido Castagna is one of the great names in

CHOCOLATIERS

G uido Castagna is one of the great names in Italian chocolate thanks to

his skill with cacao from the best crus in the world. He personally follows

the selection of the pods and their subsequent cleaning, roasting, refining,

conching and maturing. His creativity can be seen in his range of tartufi, using

gianduia, maraschino, amaretto and hazelnut brittle, as well as his cremini,

spiced chocolates and dragées with Piedmontese hazelnuts, candied orange,

ginger and cacao beans (for which he uses Slow Food Presidium Barlovento

cacao). His flagship products are the bars: milk, gianduia, dark with roasted

cacao grains and four 76%-cacao single-origin darks from Ecuador, Venezu-

ela, Madagascar and Ghana. The latest addition to the family of products is

gianduiotto, which Guido makes exclusively from Criollo cacao beans from

Chuao in Venezuela, cane sugar and 40% Piedmontese hazelnuts.

Open Tuesday to Friday afternoon, all day Saturday and Sunday morning. info@guidocastagna.it

hazelnuts. Open Tuesday to Friday afternoon, all day Saturday and Sunday morning. info@guidocastagna.it 78 79
hazelnuts. Open Tuesday to Friday afternoon, all day Saturday and Sunday morning. info@guidocastagna.it 78 79
CIOCCOLATIERI A. Giordano Q uesto storico marchio, nato nel 1897, è gestito da quasi qua-

CIOCCOLATIERI

A. Giordano

Q

uesto storico marchio, nato nel 1897, è gestito da quasi qua-

rant’anni dalla famiglia Faletti. Marco e Laura affiancano da tempo

i

genitori e continuano a ricevere riconoscimenti

e

apprezzamenti per il loro gianduiotto lavorato a

mano. Nel punto vendita dello stabilimento è inol-

tre possibile trovare le giacomette, nocciole rico-

perte di gianduia, i chicchi di caffè rivestiti di cioc-

colato fondente, i cremini e i cioccolatini al liquore.

E ancora la crema gianduia granellata, le tavolette

di cioccolato con differenti percentuali e varietà di

cacao e molto altro. Nel centro di Torino merita

una visita lo storico punto vendita di piazza Carlo

Felice, i cui arredi, tutelati dalla sovrintendenza

alle Belle Arti, fanno da degna cornice alla

produzione. Una curiosità: il laboratorio

Giordano è da poco entrato nel guinness

dei primati con la tavoletta di cioccolato più

Leinì Sedeestabilimento Via Volpiano, 77 Tel. 011 9988380

Torino Negozioaffiliato Piazza Carlo Felice, 69 www.giordanocioccolato.it

a.giordano2007@libero.it

69 www.giordanocioccolato.it a.giordano2007@libero.it lunga al mondo, 11,57 metri di lunghezza e 1,10 di

lunga al mondo, 11,57 metri di lunghezza e

1,10 di larghezza.

Stabilimento di Leinì: chiuso la domenica.

Torino: chiuso la domenica e lunedì mattina.

CHOCOLATIERS

h is historic business, founded in

1897, has been run by the Faletti

family for almost 40 years. Marco and

Laura have been working alongside

their parents for some time now, and

the company’s handmade giandui-

otti continues to receive awards and

praise. The factory’s shop also sells

giacomette, hazelnuts covered in gi-

anduia, coffee beans covered in dark

chocolate, cremini and liqueur-filled

chocolates, as well as jars of creamy

gianduia spread, chocolate bars of

different varieties and different ca-

cao percentages and much more. The

beautiful shop in Piazza Carlo Felice

is also worth a visit, its historic décor

protected by the Italian government.

A final oddity: A. Giordano recently

beat the Guinness World Record for

the longest chocolate bar with a bar

measuring 11.57 meters long and

1.10 meters wide.

Leinì factory: closed Sunday – Turin shop:

closed all day Sunday and Monday morning

long and 1.10 meters wide. Leinì factory: closed Sunday – Turin shop: closed all day Sunday
long and 1.10 meters wide. Leinì factory: closed Sunday – Turin shop: closed all day Sunday
CIOCCOLATIERI Stefano Poretti M ezzenile è un piccolo comune all’inizio della valle di Lanzo, e

CIOCCOLATIERI

Stefano Poretti

M ezzenile è un piccolo comune all’inizio della valle di Lanzo, e

l’aria fresca e pulita di queste montagne consente a Stefano

Poretti di evitare l’uso di abbattitori o celle frigo-

rifere per il raffreddamento e la cristallizzazione

del cioccolato. Con altri piccoli artigiani, Stefano

sta portando avanti un progetto di filiera diretta

con piccoli produttori di cacao del Sud America,

avente il duplice scopo di garantire ai contadini

un maggior reddito e rifornire la sua bottega con

prodotti base di elevata qualità. Nel punto vendi-

ta attiguo al laboratorio si può trovare una vasta

gamma di cioccolatini ripieni di limoncello e cioc-

colato bianco, al mirtillo rosso, aromatizzati alle

spezie, praline grappa e miele, tartufi, cremini,

croccantini di fondente con cocco o con granel-

la di fava di cacao, gnomi, “toporetti”, personal

snaks da passeggio, uova pasquali. Tra le nuove

Mezzenile

Via Villa Inferiore, 106 Tel. 0123 581003 www.cioccolatoporetti.it info@cioccolatoporetti.it

581003 www.cioccolatoporetti.it info@cioccolatoporetti.it proposte ci sono le tavolette di selezionati cru di cacao

proposte ci sono le tavolette di selezionati cru di

cacao (Ecuador, Perù e, a breve, anche Colombia)

e l’ottimo gianduiotto fatto a mano.

Aperto dal mercoledì alla domenica.

CHOCOLATIERS

M ezzenile is a small town at the start of the Lanzo Valley, and the fresh,

clean mountain air here means Stefano Poretti doesn’t need to use

blast chillers or cold rooms to cool and set his chocolate. With a handful of

other artisans, Stefano is working on a direct-distribution project with small-

scale cacao producers in South America, with the dual aim of guaranteeing

the farmers a better income and supplying his workshop with high-quality

ingredients. The shop next to the workshop sells a wide range of chocolates:

white chocolates filled with limoncello or grappa and honey, spiced truffles,

tartufi, cremini, dark-chocolate croccantini with coconut or cacao grains,

chocolate gnomes and mice, Personal Snaks to

take with you on a walk and Easter eggs. New

products include bars from selected cacao crus

in Ecuador, Peru and soon Colombia, and excel-

lent handmade gianduiotto.

Open from Wednesday to Sunday.

crus in Ecuador, Peru and soon Colombia, and excel- lent handmade gianduiotto. Open from Wednesday to
CIOCCOLATIERI Fabrizio Galla T uttora titolare di una squadra di pasticcieri-cioccolatieri che rappresen- ta l’Italia

CIOCCOLATIERI

Fabrizio Galla

CIOCCOLATIERI Fabrizio Galla T uttora titolare di una squadra di pasticcieri-cioccolatieri che rappresen- ta l’Italia e

T

uttora titolare di una squadra di pasticcieri-cioccolatieri che rappresen-

ta l’Italia e miete successi in tutto il mondo, Fabrizio Galla ha aperto

un punto vendita accanto al ristorante Tre Colombe,

storico locale gestito dai suoi genitori. Il cioccolato è la

passione primaria di questo giovane artista che, oltre

alle classiche tavolette, propone i bassinati, piccoli boc-

concini di cioccolato che racchiudono frutta secca o

candita, le creme da spalmare Gioja e la Cao (cioccola-

ta azteca originaria proposta in versione moderna),

prodotta in polvere e caratterizzata dall’aggiunta di

spezie, peperoncino e farina di mais. Al cioccolato

è dedicata la torta più famosa di Fabrizio, la Jessica,

premiata a Lione nel 2007: sei strati, cialda croccan-

San Sebastiano da Po

Frazione Colombaro Via Chivasso, 79 b Tel. 011 9191561 www.fabriziogalla.it info@fabriziogalla.it

Tel. 011 9191561 www.fabriziogalla.it info@fabriziogalla.it te di nocciole, cremoso al gianduia, biscotto di cioc-

te di nocciole, cremoso al gianduia, biscotto di cioc-

colato, maracuja, crema tiramisù, mousse al ciocco-

lato e, a coprire, glassa di fondente. Le torte sono

anche disponibili in formato pasticcino, sotto i 20

grammi. C’è solo l’imbarazzo della scelta perché

ce sono ben 35 tipologie, ognuna realizzata con la

medesima tecnica e cura delle versioni “normali”.

Chiuso il martedì.

CHOCOLATIERS

A regular member of a team of pas-

try chefs and chocolatiers who have

been successfully representing Italy at com-

petitions around the world, Fabrizio Galla

has now opened a shop next to the historic

Tre Colombe restaurant, run by his parents.

Chocolate is this young artist’s greatest pas-

sion, and in addition to classic bars he also

makes bassinati, small bites of chocolate-

coated dried or candied fruit; Gioja spreads

and Cao, a modern version of Aztec choc-

olate, a mix of cocoa powder, spices, chili

and cornmeal. Fabrizio’s most famous

cake, the six-layered Jessica, which won an

award at Lyon in 2007, is also based on

chocolate, with a crunchy hazelnut wafer,

gianduia cream, chocolate biscuit, pas-

sion fruit, tiramisù cream and chocolate

mousse, all covered in a dark-chocolate

glaze. His cakes are also available in min-

iature, weighing less than 20 grams; there

are 35 different ones to choose from, each

made with the same refined technique

and care as the full-sized versions.

Closed Tuesday.

to choose from, each made with the same refined technique and care as the full-sized versions.
to choose from, each made with the same refined technique and care as the full-sized versions.
CIOCCOLATIERI Candifrutto la Bottega del Cioccolato I l laboratorio resta nella sede storica di via

CIOCCOLATIERI

Candifrutto la Bottega del Cioccolato

CIOCCOLATIERI Candifrutto la Bottega del Cioccolato I l laboratorio resta nella sede storica di via Avogadro,

I

l laboratorio resta nella sede storica di via Avogadro, dove nasce

negli anni Settanta. Il punto vendita, invece, è stato trasferito sot-

to i portici di corso Vinzaglio. Candifrutto, artigia-

no cioccolatiere, propone raffinati abbinamenti di

miscele di cacao internazionali e prodotti dell’ec-

cellenza nazionale, quali la nocciola tonda gentile

delle Langhe e i pistacchi di Bronte. L’attenzione è

posta alla scelta di ingredienti naturali privi di colo-

Torino

Corso Vinzaglio, 25 c Tel. 011 539468 www.candifrutto.it info@candifrutto.it

25 c Tel. 011 539468 www.candifrutto.it info@candifrutto.it ranti e conservanti. Diverse qualità di puro ciocco- lato

ranti e conservanti. Diverse qualità di puro ciocco-

lato fondente, con percentuali di cacao che vanno

da un minimo del 60% fino al 100%, si sposano

con cannella, fichi secchi, uva passa, zenzero, ana-

cardi, frutta candita e peperoncino. La fantasia non

manca e si esprime nell’offerta di originali conchi-

glie, ostriche, pesciolini, granchi e tartarughe di

puro cioccolato. Ampia scelta di più classiche prali-

ne, di “millesimati” e di mignons. A

Pasqua, immancabili le uova di

cioccolato grezzo.

Chiuso la domenica e lunedì

mattina.

CHOCOLATIERS

T his artisanal chocolate workshop can still be found at its his-

toric location on Via Avogadro, where it was founded in the

1970s, while the shop has moved to under the porticoes of Corso

Vinzaglio. Candifrutto produces refined pairings of blends of inter-

national chocolate and the best natural Italian ingredients, like Ton-

da Gentile hazelnuts from the Langhe and Bronte pistachios, avoid-

ing artificial colorings and preservatives. Different types of pure dark

chocolate, with cacao percentages ranging from a minimum of 60%

up to 100%, are combined with cinnamon, dried figs, raisins, ginger,

cashew nuts, candied fruit and chili peppers. A playful creativity can

be seen in the selection of chocolate seashells, oysters, seahorses,

crabs and turtles. There is also a large range of more classic filled

chocolates, single-origin chocolates and other confections. The raw-

chocolate eggs are an Easter tradition.

Closed all day Sunday and Monday morning.

CIOCCOLATIERI Guido Gobino G uido Gobino è stato uno degli artefici del rilancio del cioccolato

CIOCCOLATIERI

Guido Gobino

CIOCCOLATIERI Guido Gobino G uido Gobino è stato uno degli artefici del rilancio del cioccolato arti-

G

uido Gobino è stato uno degli artefici del rilancio del cioccolato arti-

gianale a Torino e ne è tuttora uno dei massimi interpreti a livello qua-

litativo; come tutti i grandi protagonisti non si ferma

mai, rinnovando e aggiungendo continuamente ul-

teriori proposte. Se le cialdine extra bitter e i gian-

duiotti sono ormai dei veri classici, altre linee sono

state ampliate e arricchite. La linea di ganaches, ad

esempio, è stata alleggerita con gusti estivi (limone

e chiodo di garofano, arancia ed eucalipto, tè nero).

Nel 2008 il cremino al sale di Cervia e all’olio di oliva

taggiasca ha ottenuto un prestigioso riconoscimento

dall’Accademia del cioccolato a Londra e nel 2009

è stata proposta la tavoletta Egizia (blend di tre va-

rietà di cacao con zucchero di canna, sale e mirra).

Nella bottega di via Lagrange, inoltre, sono proposti

in esclusiva i nuovi sorbetti “in provetta” al caffè e al

cioccolato, realizzati in collaborazione con Lavazza,

nonché una linea di sciroppi interamente naturali al

Torino

Via Cagliari, 15b Tel. 011 2476245 Via Lagrange, 1 Tel. 011 5660707 www.guidogobino.it info@guidogobino.it

1 Tel. 011 5660707 www.guidogobino.it info@guidogobino.it tamarindo, orzata, menta, chinotto e granatina. Via

tamarindo, orzata, menta, chinotto e granatina.

Via Cagliari: chiuso sabato pomeriggio e domenica

mattina; via Lagrange: chiuso lunedì mattina.

CHOCOLATIERS

mattina; via Lagrange: chiuso lunedì mattina. CHOCOLATIERS G uido Gobino was one of the instigators be-

G uido Gobino was one of the instigators be-

hind Turin’s artisanal chocolate renaissance

and he is still one of its leading stars. Like all

great artists, he never stops innovating, con-

stantly revising his creations and coming up

with new ideas. While the extra-bitter cialdine and gianduiotti have taken on

classic status, other lines have been expanded and enriched. The ganaches

now include lighter summer flavors (lemon and clove, orange and eucalyp-

tus, black tea). In 2008 his Cervia salt and Taggiasca olive oil cremino won a

prestigious recognition from the Academy of Chocolate in London and the

Egizia bar, a blend of three cacao varieties with cane sugar, salt and myrhh,

was launched in 2009. A new line of experimental coffee and chocolate

sorbets, produced in collaboration with Lavazza, is available exclusively at the

Via Lagrange bottega, as are a line of all-natural syrups with tamarind, barley

water, mint, chinotto sour orange and pomegranate.

Via Cagliari: closed Saturday afternoon and Sunday morning;

Via Lagrange: closed Monday morning

CIOCCOLATIERI Monteccone Cioccolato D ante Bianchi, Paola Cirina e Franco Garelli guidano questo laboratorio dal

CIOCCOLATIERI

Monteccone Cioccolato

D ante Bianchi, Paola Cirina e Franco Garelli guidano questo laboratorio

dal 2007 ed è merito della nuova gestione l’introduzione di nuove cre-

azioni che vanno ad affiancare le classiche specialità.

Ecco allora le tavolette alla menta, al gelsomino, alla

violetta, al peperoncino e allo zenzero; non mancano

quelle senza zucchero per diabetici e senza glutine per

celiaci. Fra le novità, il gianduiotto al peperoncino Gale-

otto e i citronelli di Venaria Reale al bergamotto ispirati

alla citroniera della reggia recentemente restaurata.