Sei sulla pagina 1di 56

07/04-PC

Software per la congurazione dei


dispositivi di controllo My Home

Manuale duso TiServer

Versione 1.0

TiServer

INDICE
1. Requisiti Hardware e Software

Pag. 3

2. Installazione

Pag. 3

3. Concetti fondamentali
3.1 Men e pulsanti per la selezione delle funzioni

Pag. 6
Pag. 6

4. Men di avvio

Pag. 9

5. Creazione di un nuovo progetto


5.1 Setup
5.1.1 - Ethernet
5.1.2 - My Home Web
5.1.3 - Autenticazioni
5.1.4 - Sicurezza
5.1.5 - Orologio
5.1.6 - Lingua
5.2 Pagine Web
5.2.1 - Scenari
5.2.2 - Illuminazione
5.2.3 - Automatismi
5.2.4 - Elettrodomestici
5.2.5 - Allarmi
5.3 Sistema Automazione
5.3.1 - Men e pulsanti per la selezione delle funzioni
5.3.2 - Impianto
5.3.3 - Ambiente
5.3.4 - Gruppi

Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.

6. Procedure di congurazione per il Web Server art. F452V


6.1 Pagine Web
6.1.1 - Videocontrollo

Pag. 31
Pag. 31
Pag. 31

7. Procedure di congurazione per il Web Server art. MHSERVER


7.1 Setup
7.1.1 - Autenticazioni
7.1.2 - Modem
7.2 Pagine Web
7.2.1 - Allarmi
7.2.2 - Videocontrollo
7.2.3 - Segreteria

Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.

8. Apri progetto

Pag. 44

9. Download e Upload del progetto


9.1 Download
9.1.1 - Download Web Server art. F452 e art. F452V
9.1.2 - Download Web Server art. MHSERVER
9.2 Upload
9.1.1 - Upload Web Server art. F452 e art. F452V
9.1.2 - Upload Web Server art. MHSERVER

Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.
Pag.

10. Aggiornamento Firmware

Pag. 51

10
12
13
15
17
18
20
20
21
21
22
23
24
24
25
26
27
29
30

33
33
33
34
38
38
39
41

45
45
46
47
48
49
50

1. Requisiti Hardware
e Software

Requisiti Hardware
Personal Computer con processore Pentium >300 MHz
64 MB di memoria RAM
Scheda graca SVGA con risoluzione 800x600

Attenzione: Il programma TiServer costituisce lo


strumento fondamentale
per la congurazione dei
dispositivi di controllo My
Home.
Il contenuto di questo
programma oggetto
di diritti esclusivi della
societ BTicino s.p.a..

2. Installazione

Lettore CD-ROM
Mouse
Requisiti Software
Windows 98 o superiore
Internet Explorer 6.0 o superiore

Per installare il programma TiServer operare come descritto:


1. Inserire il Cd-Rom nel relativo drive;
2. Dopo la visualizzazione della pagina principale nel formato web, selezionare la voce
Installazione software e quindi TiServer;
3. Il programma dinstallazione provveder alla copia dei le di sistema necessari per
lesecuzione del programma TiServer. Confermando di volta in volta le operazioni
verranno visualizzate le seguenti schermate.

Viene proposta la schermata di benvenuto, fare clic su "Avanti" per continuare l'installazione, oppure "Annulla" per uscire dal programma di installazione e chiudere tutti i
programmi aperti.

TiServer

4
Alla pressione del pulsante Avanti viene richiesta nella maschera seguente, la cartella
di destinazione in cui installare il programma TiServer.
La procedura dinstallazione propone la cartella C:\Programmi\Bticino\TiServer_0100,
per effettuare l'installazione in una cartella diversa, fare clic su Sfoglia e scegliere
un'altra cartella.

Alla pressione del pulsante Avanti viene visualizzata la maschera di avvio installazione.
Selezionare "Avanti" per iniziare l'installazione.

5
Alla pressione del pulsante Avanti inizia linstallazione del programma, durante la
quale vengono presentate in successione le seguenti maschere:

Al termine dell'installazione viene visualizzata la seguente maschera, premere il pulsante


"Fine" per uscire dal programma di installazione.

Nota: terminata l'installazione, in base alle impostazioni del sistema operativo in uso,
pu essere necessario riavviare il sistema.

TiServer
3. Concetti
fondamentali

6
Il software TiServer consente di eseguire la congurazione dei seguenti dispositivi per
la gestione remota degli impianti My Home:
F452: Web Server base
F452V: Web Server video
MHSERVER: Web Server audio video

Attenzione: per il corretto funzionamento del


software, il Web Server
deve essere installato in
accordo alle indicazioni
riportate nel rispettivo
foglio di istruzioni fornito
con il dispositivo.

In funzione del tipo selezionato e delle prestazioni supportate, si avranno a disposizione


delle congurazioni diverse.
Quando il progetto di congurazione e personalizzazione sar completato, si dovr
provvedere al trasferimento (download) dei dati al dispositivo.
Con i Web Server art. F452 e art. F452V questa operazione si esegue collegando il dispositivo alla porta seriale (subD a 9 pin) del PC mediante il cavetto art.335919 (non
fornito). Per il Web Server art. MHSERVER il trasferimento si effettua via LAN utilizzando
la rete dati Ethernet.
Allo stesso modo, possibile prelevare i le (upload) dal dispositivo per vericare la
congurazione in esso contenuta e memorizzata.
Con il programma TiServer, inoltre, consentito aggiornare la versione di software base
permanente dei dispositivi (rmware) tramite nuove revisioni distribuite da BTicino.

3.1 Men e pulsanti per la selezione delle funzioni


Tutte le funzioni eseguibili con TiServer possono essere selezionate agendo su icone
presenti nella barra degli strumenti, oppure aprendo dei men a tendina e selezionando
le varie voci.
Nella barra degli strumenti sono presenti le seguenti funzioni:

Nuovo
progetto

Salva il
progetto
corrente

Esegue laggiornamento del


rmware

Visualizza
il men di
avvio

Esegue lupload
della
congurazione
Apre un progetto
esistente

Esegue il download
della congurazione
corrente

Nei men a tendina sono presenti le seguenti funzioni:

7
Men File

Nuovo

Crea un nuovo progetto.

Apri

Apre un le di congurazione esistente.

Salva

Salva il progetto corrente.

Salva con nome

Salva il progetto corrente richiedendo un nome per il le.

Esci

Esce dal programma.

Men Strumenti

Men di Avvio

Visualizza la maschera del men di avvio.

Invia congurazione...

Esegue il download della congurazione corrente al dispositivo.

Aggiornamento rmware...

Esegue la funzione di aggiornamento rmware del dispositivo.

Ricevi congurazione...

Esegue la funzione di Upload della congurazione dal dispositivo.

Converti da F452 a F452V

Esegue la conversione del progetto da F452 a F452V.


Questa voce attiva solo se il tipo di web server selezionato F452.

TiServer

8
Men Lingua

Lingua

Permette di selezionare la lingua dellapplicativo.

Men ?

Informazioni su...

Visualizza alcune informazioni relative al programma TiServer.

Versioni Firmware...

Visualizza in una tabella le versioni di Firmware dei Web Server gestite dal programma TiServer.

Bticino Home Page

Esegue la connessione al sito Internet della societ BTicino s.p.a..

4. Men di avvio

Allavvio dellapplicativo, viene visualizzata una schermata di presentazione seguita dalla


videata iniziale che permette di selezionare la funzione voluta:

Creazione di un nuovo progetto


Consente di creare un nuovo progetto.

Apri progetto...
Consente di aprire un progetto creato in precedenza.

Download progetto al server


Invia al dispositivo un progetto creato in precedenza.

Aggiornamento versione
Aggiorna la versione rmware del dispositivo.

Upload progetto dal server

Visualizza la congurazione memorizzata nel dispositivo.

Lingua
Consente di cambiare la lingua selezionata

TiServer
5. Creazione di un
nuovo progetto

10
Premessa
Per semplicit di trattazione, si riportano in questo capitolo tutte le operazioni di congurazione che sono comuni a tutti i dispositivi (art. F452, art. F452V e MHSERVER).
Le operazioni di congurazione speciche per gli articoli F452V e art. MHSERVER sono
trattate nei seguenti capitoli:

Procedure di congurazione per il Web Server art. F452V


- Pagina Web
Videocontrollo

Procedure di congurazione per il Web Server art. MHSERVER


- Setup
Autenticazioni
Modem
- Pagine Web
Allarmi
Videocontrollo
Segreteria

Selezionando la funzione "Creazione di un nuovo progetto" vengono proposte delle


maschere in successione che permettono di eseguire la congurazione completa dei
dispositivi.

Come prima cosa occorre selezionare il tipo di dispositivo tramite la seguente maschera:

11
Dopo la selezione del pulsante corrispondente al tipo di dispositivo da congurare (per
esempio art. F452) appare la seguente videata per linserimento del nome del nuovo
progetto da congurare:

Confermando i dati inseriti, si visualizza una schermata nella quale compaiono tutti i
parametri caratteristici per la congurazione, rappresentati nellarea a sinistra in forma
gerarchica con una struttura ad albero.

Struttura gerarchica
ad albero

Selezionando ogni elemento della struttura gerarchica viene visualizzata, nella sezione
a destra, il rispettivo contenuto, rappresentato come cartella o come maschera specica
per linserimento dei dati.

TiServer

12
5.1 Setup
In questa sezione, vengono congurati i parametri tecnici per denire il tipo di connessione in rete, gli indirizzi di posta elettronica e i servizi offerti da My Home.
Selezionando nella struttura gerarchica la voce Setup, viene visualizzata una videata denominata Servizi disponibili ove possibile selezionare la casella Portale My
Home Web.

Apponendo il segno di spunta nella casella, si abilitano tutte le successive videate per
la congurazione dei parametri richiesti per interfacciare il dispositivo di controllo al
servizio My Home Web per il controllo remoto tramite PC, telefono sso o cellulare,
del sistema My Home.

13
5.1.1 - Ethernet
In questa sede sono previste due maschere per linserimento dei parametri di connessione alla rete Ethernet e di congurazione del servizio di posta E-mail.

Generale
Prima della modifica di
questi parametri contattare lamministratore di
rete per farsi assegnare
i valori compatibili con la
rete dati utilizzata. Valori
errati oltre a non rendere
il servizio attivo, possono
causare malfunzionamenti nella comunicazione
di altre apparecchiature
di rete.

Se si vuole abilitare la connessione del Web Server tramite rete Ethernet, devono
essere congurate le seguenti voci, oppure in alternativa possono essere utilizzate le
impostazioni precongurate.

Indirizzo IP e Subnet Mask


Parametri tipici delle reti con protocollo TCP/IP che servono ad individuare il Web Server quando sar collegato alla rete locale. Si ricorda che il Web Server necessita di un
indirizzo IP statico (sso ed univoco) per poter funzionare correttamente.

Indirizzo IP Router
Indirizzo IP delleventuale router. Nel caso esista un router obbligatorio compilare il
campo per garantire i Servizi in uscita, come l'invio di e-mail.

IP DNS primario e secondario


Indirizzo IP primario e secondario dellInternet Service Provider (ISP) forniti allatto delliscrizione dellabbonamento.

Sconnessione automatica per non


Il tempo indica l'intervallo di inattivit sulla pagina web dopo il quale il Web Server
riporta l'utente nella pagina di identicazione qualora un secondo utente inserisse i
valori corretti di login e password.

Ripristina
Questo pulsante ripristina i valori pre-congurati dei parametri di connessione alla rete
Ethernet e per la gestione della posta elettronica E-mail qualora siano stati modicati.

TiServer

14
E-Mail

Nel caso sia stato scelto


il servizio My Home Web,
questa sezione pu non
essere compilata.

Nel caso si voglia abilitare il servizio di posta elettronica E-mail occorre apporre un
segno di spunta nella casella Abilitazione Servizio e quindi denire le seguenti informazioni:

E-Mail Destinatario
Indirizzo di posta elettronica a cui verr inviata la E-mail

E-Mail Mittente
Indirizzo di posta elettronica del mittente

Indirizzo IP SMTP
Indirizzo IP del server di posta.
Contattare lamministratore di rete per ottenere questa informazione

Nome Server SMTP


Nome del server di posta.
Contattare lamministratore di rete per ottenere questa informazione.

15
5.1.2 - My Home Web
Se nella cartella "Setup" abilitata la voce "Portale MyHome Web" possibile cliccare
nella cartella contrassegnata "MyHome Web" per visualizzare le schermate di congurazione identicate "Sistema", "Eventi spontanei" e "Contratto".

Sistema
Alcuni parametri di questa sezione, relativi alla connessione di tipo ADSL, sono stati
precompilati.
I parametri che devono invece essere inseriti, saranno disponibili solo allatto della
sottoscrizione del contratto di connessione ADSL.

Attenzione:
Una modica impropria
dei dati precompilati,
pu pregiudicare il corretto funzionamento
del servizio.
Si consiglia comunque
di verificare tali dati
con i parametri resi
disponibili allatto della
sottoscrizione del contratto o sul sito Internet
di My-Home Web.

TiServer

16
Eventi spontanei

Attenzione: Si consiglia
di non modicare le impostazioni di default.

In questa maschera possibile denire, apponendo il segno di spunta, quali eventi


inviare al portale My Home Web tra quelli generati sui canali ausiliari dai dispositivi
Automazione e Antifurto.

Contratto
Inserire in questa casella il numero corrispondente allimpianto gestito tramite il servizio
offerto dal portale My Home Web, fornito allinstallatore allatto della sottoscrizione del
contratto.

17
5.1.3 - Autenticazioni
In questa sezione viene richiesto di immettere il nome e la password che sar utilizzata
dallutente per lautenticazione, abilitazione e accesso ai servizi offerti dal dispositivo
selezionato.
Il nome e la password predenita bticino.
Attenzione: La password
OPEN di default nei dispositivi "12345"

Nella casella Servizi Automatici OPEN si deve invece inserire la password OPEN
qualora il dispositivo venga utilizzato per il controllo remoto dellimpianto My Home
mediante programmi per PC quali Visual SCS, Virtual Switch, SCS Action e da Servizi
esterni (per esempio il portale My Home Web, in questo caso deve essere uguale alla
password OPEN inserita nel portale My Home).

TiServer

18
5.1.4 - Sicurezza
Accesso remoto
Questa funzione permette qualora sia richiesto, di escludere qualsiasi controllo dell'abitazione da remoto, disabilitando il Web Server alla connessione di rete LAN e/o
Internet.
Ci si realizza installando nel BUS Automazione, dispositivi di comando quali per esempio
l'articolo L4651/2, congurati per inviare comandi di ON (disattivazione) e OFF (abilitazione) mediante uno dei 9 canali ausiliari (AUX) che deve essere selezionato nella
casella "Comando di attivazione".
Lo stato della connessione pu essere visualizzato tramite l'accensione di un segnalatore
luminoso comandato da un attuatore del sistema Automazione; la congurazione di
questo dispositivo deve essere riportata impostando i parametri nella sezione "Attuatore di segnalazione".

19
Blocco comandi
Questa funzione consente in caso di necessit di disabilitare il Web Server all'invio di
alcuni comandi agli impianti Automazione, Antifurto, Controllo carichi e Videocitofonia
del sistema My Home presente nell'abitazione.
La denizione dei comandi interdetti (max 20) si effettua descrivendo gli stessi nell'apposita area secondo il protocollo "Open Web Net".
Per la compilazione dei comandi possibile scegliere tra due metodi:
Manuale: permette l'inserimento diretto del comando;

Guidato: permette di denire automaticamente il comando, selezionando nell'apposito


men la congurazione e la tipologia di comando che si vuole bloccare.

Per eliminare uno o pi comandi interdetti descritti nell'area, selezionarli ed agire quindi
sul pulsante "Elimina".

TiServer

20
5.1.5 - Orologio
Questa funzione permette di denire il fuso orario locale e se il dispositivo il "Master"
di sincronizzazione oraria.
Se si mette il segno di spunta nella casella "Imposta dispositivo come Orologio Master",
l'orologio interno del dispositivo in programmazione verr utilizzato da altri dispositivi
nell'impianto My Home come riferimento per l'ora.
La frequenza di aggiornamento dell'ora per tutti i dispositivi pu essere scelta nella
casella relativa.

5.1.6 - Lingua
Selezionare tra quelle proposte, la lingua per le pagine Web di controllo e gestione
remota dell'impianto.

21
5.2 Pagine Web
In questa sezione, si congura la pagina Web corrispondente ad ogni applicazione My Home.
Per le applicazioni: Scenari, Illuminazione, Automazione e Elettrodomestici si denisce la
presenza del singolo pulsante nella pagina e la corrispondente azione da eseguire alla pressione del tasto. Per lapplicazione Antintrusione si possono personalizzare i nomi delle zone
controllate e i nomi degli allarmi ausiliari. Per ogni pagina possibile abilitarne o meno la
visualizzazione agendo su un apposito pulsante.
5.2.1 - Scenari
In questa sede si deniscono i pulsanti per lattivazione degli scenari gestiti dalla centralina art. N4681 presente nellimpianto My Home.
possibile congurare no a due pagine Web con 8 tasti ciascuna.
Nel caso sia stato scelto
il servizio My Home Web,
questa sezione pu non
essere compilata

Agendo su ogni tasto si attiva una maschera per linserimento dei dati caratteristici dello
scenario in funzione della congurazione della centralina. In questa sede viene anche
creato il legame tra licona di attivazione dello scenario nella pagina Web ed uno dei
quattro pulsanti frontali presenti nella centralina scenari art. N4681. anche possibile
scegliere una tra le centraline gi congurate (Oggetti da progetto)
Ogni singolo pulsante pu inoltre apparire nella pagina Web ed essere abilitato o meno
selezionando lapposita casella Abilitazione.

Selezionando "Livello 4" digitare nella casella


"Indirizzo interfaccia" l'indirizzo dell'interfaccia
F422

Selezionare l'indirizzo "Ambiente" e "Punto luce"


della Centralina Scenari che si vuole comandare
tramite il tasto

Selezionare uno dei quattro Pulsanti della Centralina Scenari

TiServer

22
5.2.2 - Illuminazione

Nel caso sia stato scelto


il servizio My Home Web,
questa sezione pu non
essere compilata

In questa sede si deniscono i pulsanti che saranno disponibili nella pagina Web relativa
alla funzione Illuminazione.
possibile congurare no a due pagine Web con 8 tasti ciascuna.

Per ogni singolo tasto possibile denirne lazione corrispondente tramite lapposita
maschera delle propriet.

Selezionando "Livello 4" digitare nella casella


"Indirizzo interfaccia" l'indirizzo dell'interfaccia
F422

Selezionare l'indirizzo "Ambiente" e "Punto


luce" dell'Attuatore che si vuole comandare
tramite il tasto

Selezionare la modalit operativa dell'Attuatore


(ON, OFF, accensione al 30% ecc.)

Il pulsante rappresenta lazione che verr eseguita sullapplicazione My Home Illuminazione a fronte della pressione del tasto dalla pagina Web.
possibile scegliere tra un attuatore gi congurato (Oggetti da progetto) o denirne
uno nuovo attribuendone i parametri caratteristici della congurazione dei dispositivi
dellimpianto Illuminazione.
Nella maschera occorre denire inoltre il tipo di comando che verr eseguito, tramite
la selezione di quelli disponibili (ON, OFF, ecc.).
Nella casella Descrizione possibile denire la descrizione per il singolo tasto che
comparir sulla pagina Web.
Ogni singolo pulsante pu inoltre apparire nella pagina Web ed essere abilitato o meno
selezionando lapposita casella Abilitazione.

23
5.2.3 - Automatismi
Nel caso sia stato scelto
il servizio My Home Web,
questa sezione pu non
essere compilata

In questa sede si deniscono i pulsanti che saranno disponibili nella pagina Web relativa
alla funzione Automatismi.
possibile congurare no a due pagine Web con 8 tasti ciascuna.

Per ogni singolo tasto possibile denirne lazione corrispondente tramite lapposita
maschera delle propriet.

Selezionando "Livello 4" digitare nella casella


"Indirizzo interfaccia" l'indirizzo dell'interfaccia
F422

Selezionare l'indirizzo "Ambiente" e "Punto


luce" dell'Attuatore che si vuole comandare
tramite il tasto

Selezionare la modalit operativa dell'Attuatore


(STOP, S, GI ecc.)

Il pulsante rappresenta lazione che verr eseguita sullapplicazione My Home Automazione, a fronte della pressione del tasto dalla pagina Web.
possibile scegliere tra un attuatore gi congurato (Oggetti da progetto) o denirne
uno nuovo attribuendone i parametri Ambiente e Punto Luce caratteristici della congurazione dei dispositivi dellimpianto Automazione.
Nella maschera occorre denire inoltre il tipo di comando che verr eseguito, tramite
la selezione di quelli disponibili (SU, GIU, ecc.).
Nella casella Descrizione possibile denire la descrizione per il singolo tasto che
comparir sulla pagina Web.
Ogni singolo pulsante pu inoltre apparire nella pagina Web ed essere abilitato o meno
selezionando lapposita casella Abilitazione.

TiServer

24
5.2.4 - Elettrodomestici

Nel caso sia stato scelto


il servizio My Home Web,
questa sezione pu non
essere compilata

Qui si deniscono i nomi dei carichi controllati che saranno disponibili nella pagina Web
relativa alla funzione Elettrodomestici. Per ricollegare alla rete 230 V a.c., il carico
scollegato in seguito allintervento della centralina dellimpianto Gestione Energia, si
dovr agire sul rispettivo pulsante visualizzato nella pagina Web.

Apponendo il segno di spunta si abilita la visualizzazione nella pagina Web del carico
controllato con un nome che pu essere personalizzato. La priorit associata al carico
quella denita in fase di congurazione del Sistema Gestione Energia mediante i
conguratori numerati (18) inseriti nella posizione CC degli attuatori.
5.2.5 - Allarmi
In questa maschera si congurano le descrizioni relative alle zone 18 dellimpianto
Antifurto (per esempio per la Zona 1 pu essere scritto zona giorno).
Con la stessa modalit si possono abilitare e denire le funzioni dei dispositivi che utilizzano i canali ausiliari 19 usati per la segnalazione di allarmi tecnici (per esempio si
pu abilitare il canale Aux N 1 con la descrizione fuga gas).
Le descrizioni inserite compariranno nel messaggio che il Web Server visualizza nella pagina Web o invia via E-mail quando si verica un evento Antifurto o Allarme tecnico.

25
5.3 Sistema automazioni
In questa sezione vengono inserite le congurazioni degli impianti Automazione del sistema My Home. Questo possibile tramite l'applicativo "SCS Congurator".
Per avviare il conguratore, dalla schermata "Sistema Automazioni", cliccare il pulsante
"Conguratore Impianti My Home".

Attenzione: Per il corretto funzionamento del dispositivo fondamentale


inserire ove richiesto, tutti
gli attuatori con modalit
M=PUL e/o appartenenti
ad almeno un gruppo
(posizione G congurata).
Tutti gli altri parametri
richiesti possono essere
inseriti facoltativamente.

Appare la seguente maschera:

Cliccare "Si" per proseguire; se il progetto corrente non stato salvato appare il seguente
avviso:

Cliccare "Si" per salvare il progetto; appare una maschera in cui editare il nome da
assegnare al progetto

Cliccare "Salva" per salvare il le ed accedere a "SCS Congurator".

TiServer

26
Viene ora visualizzata la schermata del Conguratore Impianti My Home, selezionare
nel men ad albero "Sistema Automazione" (le altre voci presenti nel men non sono
attive in questa versione).

5.3.1 - Men e pulsanti per la selezione delle funzioni


Nella barra degli strumenti sono presenti le funzioni:

Salva la
congurazione

Verica la
congurazione

Nei men a tendina sono presenti le seguenti funzioni:


Men File

Salva

Salva la congurazione corrente.

Esci

Esce da "SCS Congurator"

Men ?

Informazioni su...

Visualizza alcune informazioni relative a


"SCS Congurator".

27
5.3.2 - Impianto
In questa sezione possibile congurare no ad un massimo di 11 impianti intesi
come tratte di impianti collegati tramite interfacce art. F422 in modalit 2 "estensione
logica". Questa modalit permette di separare gli impianti comandi, ciascuno dei quali
pu quindi sfruttare tutti gli indirizzi disponibili. perci possibile connettere su un bus
Automazione no a DIECI impianti, per ognuno dei quali si hanno a disposizione tutti
gli 81 indirizzi. Il bus (di default Impianto 1) su cui vengono connessi tutti gli altri ha
funzione di montante privato.
Selezionare Impianto 1 (clic sul segno +)

Attivare l'impianto selezionando "SI"

Viene visualizzata la sezione di congurazione dell'impianto.

Per l'Impianto 1 possibile denire:

Descrizione
Rinominare l'impianto per una facile identicazione

Livello
Di default "Nessuno"

TiServer

28
Per tutti gli altri Impianti (da Impianto 2 a Impianto 11), intesi come tratte di impianti
collegati all'Impianto 1 tramite interfaccia logica necessario inserire nell'apposita
area i dati di congurazione dell'interfaccia art.F422.
Selezionare e Attivare l'Impianto 2

Per ogni impianto devono essere deniti i seguenti dati:

Descrizione
Rinominare l'impianto per una facile identicazione

Livello
Di default "Livello SCS 4".

Modalit interfaccia
Di default "2 - Espanzione logica".

Conguratore I3
Selezionare il valore del conguratore inserito nella posizione "I3" dell'intefaccia.

Conguratore I4
Selezionare il valore del conguratore inserito nella posizione "I4" dell'intefaccia.

Gli impianti Attivi vengono visualizzati nel men ad albero, cliccando ad esempio su
Impianto 1, nell'area a destra viene visualizzata la maschera degli Ambienti da 1 a 9,
nella quale possibile assegnare ad ogni Ambiente una descrizione.

29
5.3.3 - Ambiente
Cliccando "Ambiente 1" nel men gerarchico, appare la schermata di congurazione.

Per ogni ambiente devono essere denite le caratteristiche di ogni dispositivo attuatore:

Presente
Denire la presenza del dispositivo. Se si sceglie "Si" si attiveranno le seguenti voci:

Tipo dispositivo
Vengono proposte varie tipologie di dispositivi attuatori, da selezionare in funzione
dell'impiego previsto. Si pu denire se il dispositivo deve svolgere funzioni di ON/
OFF (Luci), funzioni di movimentazione (Automazione) oppure se un dispositivo
Centralina scenari.

Descrizione
Consente di inserire una decrizione per il dispositivo selezionato.

Modo
Denire se l'attuatore in modalit "PUL" (conguratore PUL nella sede M).

Gruppo 1 - 3
Denire l'appartenenza dell'attuatore ad un gruppo nell'impianto Automazione (identicato dal conguratore nella posizione G dell'attuatore).
possibile denire no ad un massimo di tre gruppi contemporaneamente in funzione
della tipologia del dispositivo.

Note
Inserire eventuali note relative all'attuatore.

TiServer

30
5.3.4 - Gruppi
Cliccando la voce "Gruppi" nel men gerarchico, appare la schermata in cui inserire i
nomi dei Gruppi deniti nella fase di congurazione degli Ambienti.

31

6. Procedure di
congurazione
per il Web Server
art. F452V

Per questo dispositivo si applicano le stesse modalit di congurazione descritte per il


Web Server art. F452 relative alle impostazioni generali e alla denizione delle pagine
Web in base alle caratteristiche dellimpianto My Home.
A differenza del Web Server art. F452 a questo dispositivo possono essere connesse
no a 4 telecamere per effettuare la funzione Videocontrollo.

6.1 Pagine Web


6.1.1 - Videocontrollo
In questa sede devono essere inserite le telecamere presenti nel sistema videocitofonico
My Home che si desidera attivare dalla pagina Web con la funzione "Videocontrollo.
Sono congurabili no a 4 telecamere.

Qualit
Consente la regolazione della qualit dellimmagine inviata dal Web Server alla pagina
Web di controllo.

Abilita
Il tasto Abilita, se selezionato, permette di rendere attivo il pulsante Videocontrollo
presente nella pagina Web. Lo stato di questo pulsante rafgurato dal colore che assume
(verde= videocontrollo abilitato, rosso= videocontrollo non abilitato).

TiServer

32

Nuova
Selezionando Nuova si apre una maschera per linserimento dei parametri della telecamera;
qui possibile inserire una Descrizione (per esempio: telecamera in sala), lindirizzo (cio la
denominazione dei morsetti A, B, C e D di collegamento delle telecamere al Web Server) e
impostare i livelli di luminosit e contrasto dellimmagine.
La casella "Abilitazione" deve essere attiva se si vuole abilitare la visione della telecamera
quando si aziona la funzione "Videocontrollo" della pagina Web.

Modica
Selezionando una delle telecamere presenti nellelenco ed agendo sul tasto Modica si
apre la nestra di congurazione della telecamera prescelta ove possibile intervenire per
modicare i parametri di congurazione inseriti.

Elimina
Se si desidera rimuovere dalla congurazione una telecamera necessario selezionarla
nellelenco e premere sul tasto Elimina.

Terminata la congurazione possibile decidere se visualizzare o meno la telecamera


sulla pagina Web agendo sulla spunta della singola telecamera.

33

7. Procedure di
congurazione
per il Web Server
art. MHSERVER

Si descrivono in questa sede le operazioni di congurazione speciche per il Web


Server art. MHSERVER.
Per la congurazione di tutte le altre funzioni fare riferimento alle indicazioni riportate per il Web Server art. F452 e F452V nel capitolo 5 Creazione di un nuovo progetto.

7.1 Setup
7.1.1 Autenticazioni
Attenzione: La password
OPEN di default nei dispositivi "12345".

In questa sezione viene richiesto di immettere il nome e la password che sar utilizzata
dallutente user per la connessione con il Web Server e la visualizzazione delle pagine
Web di controllo.
Il nome e la password predenita bticino.
richiesto inoltre linserimento del nominativo e della password dellutente administrator, abilitato per accedere e congurare funzioni non disponibili allutente user.
Nella casella OPEN - Password si deve invece inserire la password per il servizio
OPEN qualora il Web Server venga utilizzato per il controllo remoto dellimpianto My
Home con programmi per PC quali Visual SCS, Virtual Switch, SCS Action e da Servizi
esterni (per esempio il portale My Home Web, in questo caso deve essere uguale alla
password OPEN inserita nel portale My Home).

TiServer

34
7.1.2 Modem
Generale
Abilitando la casella "Abilitazione Servizio", si congura il Web Server per visualizzare le
pagine Web ed inoltrare messaggi e-mail tramite il modem interno e linea telefonica.

Sconnessione automatica
Il tempo indica l'intervallo di inattivit sulla pagina web dopo il quale il Web Server
riporta l'utente nella pagina di identicazione qualora un secondo utente inserisse i
valori corretti di login e password.

35
Internet
Se si abilita la casella Abilitazione Servizio possibile congurare i parametri per
laccesso a Internet tramite modem interno al MHSERVER.

Provider
Nome del Provider fornitore del Servizio Internet (ISP).

Login e password
Identicativo e Password dellutente denito in fase di sottoscrizione del servizio
Internet con lISP.

Numero telefonico
Numero telefonico del POP (Point of Presence) per il collegamento con lISP.

DNS Primario e Secondario


Inserire leventuale indirizzo IP Primario e Secondario fornito dallISP.

Dominio
Inserire il nome del dominio dellISP nella struttura: www.abcd.it etc.

TiServer

36
E-Mail
Abilita l'invio di mail via Modem. Se il servizio abilitato OBBLIGATORIO inserire i
seguenti dati:

E-Mail Destinatario
Indirizzo di posta elettronica a cui verr inviata la E-mail

E-Mail Mittente
Indirizzo di posta elettronica del mittente

Indirizzo IP SMTP
Indirizzo IP del server di posta.
Contattare lamministratore di rete per ottenere questa informazione

Nome Server SMTP


Nome del server di posta.
Contattare lamministratore di rete per ottenere questa informazione.

37
Servizio RAS (Remote Access Service)
Questa schermata deve essere compilata per abilitare il Web Server alla connessione
con un PC remoto tramite linea PSTN e modem.
Lasciando attivata la casella Abilita Risposta Automatica il Web Server risponde automaticamente alla chiamata telefonica effettuata dal modem del PC remoto.

Indirizzo IP
Indirizzo che deve essere indicato nella barra indirizzi del programma Browser per la
visualizzazione delle pagine Web.

Login e Password remota


Specicare lidenticativo e la password deniti durante la fase di creazione della Connessione remota sul PC remoto.

N squilli
Numero di squilli di attesa prima che il Web Server impegni la linea telefonica e
risponda al PC remoto.

TiServer

38
7.2 Pagine Web
7.2.1 Allarmi
In questa maschera si congurano le descrizioni relative alle zone 18 dellimpianto
Antifurto (per esempio per la Zona 1 pu essere scritto zona Giorno).
Con la stessa modalit si possono abilitare e denire le funzioni dei canali ausiliari 19
usati per la segnalazione di allarmi tecnici (per esempio si pu abilitare il canale Aux
N 1 con la descrizione fuga gas).
Le descrizioni inserite compariranno nel messaggio che il Web Server invia alla pagina
Web ogni qualvolta si verica un evento Antifurto o Allarme tecnico nellimpianto
My Home.

Abilitando la casella Monitoraggio della generica zona n, alla e-mail inviata dal Web
Server, a seguito di un allarme intrusione nella zona n, viene allegato un le compresso
(formato .zip) contenente le immagini (formato .jpg) e la registrazione audio (formato
.wav) proveniente dalla telecamera che nel sistema videocitofonico ha indirizzo n.
Esempio: se il sensore intrusione congurato con Z=2 (zona 2) questo in grado di
attivare automaticamente la telecamera (sono escluse le telecamere presenti nei posti
esterni) congurata nella rispettiva interfaccia con P=2.
In caso contrario, al vericarsi di un evento intrusione, il Web Server non ricevendo alcuna
immagine, invier un messaggio e-mail con allegato delle immagini nere.

39
7.2.2 Videocontrollo
In questa sede devono essere inserite le telecamere presenti nel sistema videocitofonico
My Home che si desidera attivare dalla pagina Web con la funzione Videocontrollo.

Qualit
Consente la regolazione della qualit dell'immagine inviata dal Web Server alla pagina
Web di controllo.

Abilita
Il tasto "Abilita", se selezionato permette di rendere attivo il pulsante Videocontrollo
presente nella pagina Web. Lo stato di questo pulsante rafgurato dal colore che
assume (verde= videocontrollo abilitato, rosso= videocontrollo non abilitato).

Nuova

Selezionando "Nuova" si apre una maschera per linserimento dei parametri della telecamera; qui possibile inserire una Descrizione (per esempio: telecamera soggiorno),
l'Indirizzo numerico della telecamera e impostare i livelli di Luminosit, Contrasto e
Colore dell'immagine. inoltre possibile abilitare Accensione Luce e Apertura porta (se
limpianto predisposto).
La casella Abilita deve essere selezionata se si vuole attivare la visione della telecamera
quando si aziona la funzione Videocontrollo della pagina Web.

TiServer

40

Modica
Selezionando una delle telecamere presenti nellelenco ed agendo sul tasto Modica si
apre la nestra di congurazione della telecamera prescelta ove possibile intervenire per
modicare i parametri di congurazione inseriti.

Elimina
Se si desidera rimuovere dalla congurazione una telecamera necessario selezionarla
nellelenco e premere sul tasto Elimina.

Terminata la congurazione possibile decidere se visualizzare o meno la telecamera


sulla pagina Web agendo sulla spunta della singola telecamera.

41
7.2.3 Segreteria
In questa sezione si congurano i parametri per la congurazione della funzione Segreteria Videocitofonica presente nella pagina Web.

Abilita
Consente di abilitare questa funzione nella pagina Web di controllo.

Posti esterni presenti


Sono elencati i posti esterni per i quali si vuole abilitare la funzione Segreteria.

Per inserire e congurare un nuovo posto esterno


attivare il pulsante Nuova, inserire lindirizzo del
posto esterno e specicare leventuale presenza di
una telecamera.
Se si desidera modicare i parametri gi presenti o
eliminare un posto esterno agire rispettivamente sui
pulsanti Modica o Elimina.

TiServer

42

Attivazione

Selezionare il Canale Ausiliario utilizzato dal dispositivo di comando dellimpianto Automazione, per lattivazione locale della Segreteria Videocitofonica.
Nelle caselle Ambiente di segnalazione e Punto Luce di segnalazione deve essere
riportato lindirizzo (A e PL) dellattuatore del sistema Automazione utilizzato per laccensione di un indicatore luminoso di segnalazione Segreteria attivata.

Servizio E-mail
Abilitare questo servizio per ricevere il messaggio E-Mail contenente il messaggio e le
immagini registrate dalla Segreteria Videocitofonica. possibile effettuare la scelta
del metodo di trasmissione solo se nella fase di Setup, sono stati impostati i parametri
di collegamento tramite rete Ethernet o tramite Modem e linea telefonica.

43

Messaggio di presentazione

In questa sezione si pu selezionare uno dei les gi registrati con il messaggio di benvenuto dellutente che invita il visitatore a parlare nel microfono del posto esterno per
lasciare il proprio messaggio registrato dalla Segreteria Videocitofonica. Utilizzando i
tre pulsanti con i contrassegni Registrazione, Stop e Play possibile registrare un
nuovo messaggio personalizzato dallutente, interrompere la registrazione ed effettuarne
lascolto, con le stesse modalit previste per i comandi presenti sui comuni registratori
audio. Agendo sul pulsante contrassegnato con una croce si effettua la cancellazione
di un messaggio precedentemente registrato.

Indirizzo PI
Deve essere inserito lindirizzo del posto interno dellimpianto videocitofonico al quale
collegato il Web Server.

Indirizzo PI ciclamento
Deve essere congurato specicando un indirizzo di un posto interno non presente
nellimpianto videocitofonico al quale collegato il Web Server.

Numero Foto
Selezionare il numero di immagini inviate dalla telecamera del posto esterno videocitofonico al Web Server. possibile scegliere da un minimo di 1 no a 16 fotogrammi che
lutente pu visionare direttamente dal PC nella pagina Web con la funzione Segreteria videocitofonica. Se attiva lopzione Servizio E-mail, le immagini giungeranno
allutente come allegati ad un messaggio di posta elettronica.

TiServer
8. Apri progetto
Attenzione: Il software
TiServer (descritto in questo manuale) in grado di
aprire un progetto creato
per i Server F451X e convertirlo in uno per F452X.
possibile anche convertire un progetto per F452
in F452V.

44
Se il le di congurazione stato salvato, questa funzione permette di selezionarlo per
una eventuale modica o per eseguire il download nel Web Server.
Aprire un progetto esistente mediante:

Apri progetto... cliccando su Esegui nel "Men avvio";

Apri... nel men a tendina denominato File;

Cliccando sullicona della barra comandi denominata Apre un progetto esistente.

Viene visualizzata una maschera per la ricerca della cartella contenente il le di congurazione che si vuole Aprire.

Attivando il pulsante Apri il le di congurazione viene caricato nella memoria del PC


per le opportune operazioni (modica o download nel Web Server).

45

9.

Download e
Upload
del progetto

Terminata la fase di congurazione del progetto, il le deve essere salvato nella directory di lavoro e poi inviato al dispositivo (funzione di Download) per il regolare
funzionamento.
Con TiServer possibile anche ricevere (funzione di Upload) il le di congurazione
presente nei dispositivi per effettuare veriche e/o modiche con il PC.
In entrambi i casi necessario collegare il PC con il Web Server con modalit differenti
in funzione del tipo.

Attenzione: per il Web


Server art . MHSERVER
accertarsi che il PC su cui
installato il programma
TiServer e il Web Server
abbiano indirizzi IP compatibili (per maggiori dettagli consultare i manuali
forniti con il Web Server).

Web server art. F452 e art. F452V:


Per questi articoli il collegamento con il PC avviene con il cavo art. 335919, connesso
alla porta seriale del PC e ad uno specico connettore presente nel dispositivo.
Web server art. MHSERVER:
Il collegamento avviene utilizzando un cavo di tipo incrociato connesso al connettore
di rete LAN del Web Server ed alla scheda di rete Ethernet del PC (per maggiori dettagli
vedere i manuali di impiego forniti con il Web Server).

9.1 Download
Questa operazione si attiva mediante:

Download progetto al server cliccando su Esegui nel "Men avvio";

Invia congurazione... nel men a tendina denominato Strumenti;

Cliccando sullicona della barra comandi denominata Esegue il download.

In funzione del tipo di Web Server impiegato, loperazione si effettua con i seguenti
metodi:

TiServer

46
9.1.1 - Download Web Server art. F452 e art. F452V
Allattivazione della funzione Download viene visualizzato un messaggio di conferma
per il proseguo delloperazione;

confermando l'operazione, viene visualizzata la maschera di impostazione data e ora


del dispositivo;

Dopo lavvenuta conferma, inizia la fase di download il cui stato di avanzamento viene
visualizzato su una apposita barra orizzontale.

Al termine dell'operazione viene visualizzato un messaggio che avverte dell'esito positivo o negativo della procedura appena eseguita.

47
9.1.2 - Download Web Server art. MHSERVER
Attenzione: prima di
eseguire lUpload o il
Dowload, predisporre il
Web Server nella modalit configurazione
ponendo i dip switch nelle
posizioni 1 ON, 3 ON e 4
OFF (per dettagli vedere
il manuale per linstallatore).

Allattivazione della funzione Download, dopo il messaggio di conferma per il proseguo delloperazione,

viene visualizzata una maschera nella quale possibile decidere se inviare al Web Server
anche il messaggio di benvenuto .wav della segreteria videocitofonica (se prevista),
denito in fase di congurazione della Pagina Web - Segreteria Videocitofonica.

Confermando loperazione, viene visualizzata una maschera per l'inserimento dell'indirizzo IP del Web Server, assegnato in fase di Setup

Dopo lavvenuta conferma, inizia la fase di download.


Al termine dell'operazione viene visualizzato un messaggio che avverte dell'esito positivo
o negativo della procedura appena eseguita.

Nota: vericare che al termine della fase di Download il Web Server emetta una
segnalazione acustica, a conferma dellavvenuta corretta congurazione.
Dopo la segnalazione acustica, il Web Server attivo ed idoneo allimpiego.

TiServer

48
9.2 Upload
Questa operazione consente di copiare nel PC il le di congurazione presente nel Web
Server, per poterne effettuare delle veriche e/o modiche.
La procedura si attiva mediante:

Upload progetto dal server cliccando su Esegui nel "Men avvio";

Ricevi congurazione... nel men a tendina denominato Strumenti;

Cliccando sullicona della barra comandi denominata Esegue l'Upload.

Anche in questo caso la procedura differenziata per tipologia di Web Server:

49
9.2.1 - Upload Web Server art. F452 e art. F452V
Allattivazione della funzione Upload viene visualizzato il seguente messaggio di
conferma:

Con la conferma ad eseguire loperazione, si avvia la fase di upload del le.


Nel corso del caricamento una barra orizzontale visualizza lo stato di avanzamento delloperazione.

Al termine, se la fase di upload stata eseguita correttamente, viene visualizzato un


messaggio di conferma.

Il le di congurazione presente ora nel PC pu essere visualizzato e/o modicato


mediante lapplicativo TiServer con le stesse modalit previste per la creazione di un
nuovo le di congurazione.

TiServer

50
9.2.2 - Upload Web Server art. MHSERVER
Allattivazione della funzione Upload viene visualizzato il seguente messaggio di
conferma:

Confermando loperazione, viene visualizzata una schermata per linserimento dellindirizzo IP del Web Server.

Lindirizzo IP del Web Server corrisponde allindirizzo che lutente inserisce nella barra
dei comandi del programma Browser per effettuare la connessione con il Web Server
e la gestione dellimpianto con le pagine Web di controllo.
Se lindirizzo IP non fosse noto, possibile comunque effettuare loperazione di
upload predisponendo il Web Server nella modalit Congurazione con indirizzo IP
prestabilito. In questa situazione il Web Server assume un indirizzo IP prestabilito (IP:
192.168.10.1) che deve essere inserito nella schermata sopra indicata per il proseguo
delloperazione.
Per ulteriori dettagli fare riferimento al manuale di impiego fornito con il Web Server.
Confermando loperazione, agendo sul pulsante Ricevi, si attiva la procedura di trasferimento del le di congurazione dal Web Server al PC.
Al termine, se la fase di Upload stata eseguita correttamente, viene visualizzato il
seguente messaggio.

Con lapplicativo TiServer, il le di congurazione pu ora essere visualizzato e modicato.

51

10. Aggiornamento
Firmware

Questa funzione consente di eseguire laggiornamento del software base permanente


(rmware) presente nel Web Server tramite revisioni distribuite da BTicino.
La procedura si attiva mediante:

Aggiornamento versione cliccando su Esegui nel "Men avvio";

Aggiornamento rmware... nel men a tendina denominato Strumenti;

Cliccando sullicona della barra comandi Esegue l'aggiornamento del rmware.

La procedura di aggiornamento della versione differisce dalla tipologia dei Web Server in
uso, che devono essere connessi al PC con modalit differenti:
Dispositivi art. F452 e art. F452V:
Il collegamento con il PC avviene con il cavo art. 335919, connesso alla porta seriale
del PC e ad uno specico connettore presente nel dispositivo.
Web server art. MHSERVER:
Per questo dispositivo il collegamento avviene utilizzando un cavo di tipo non incrociato
connesso al connettore di rete LAN del Web Server ed alla scheda di rete Ethernet del
PC (per maggiori dettagli vedere i manuali di impiego forniti con il Web Server).

TiServer

52
Aggiornamento Web Server art. F452 e art. F452V
Allattivazione del pulsante Aggiornamento versione viene visualizzata la seguente
schermata per la scelta del le di congurazione della porta seriale (COM) per la comunicazione con il dispositivo, oppure per terminare loperazione di aggiornamento.

Agendo sul pulsante File viene visualizzata la seguente videata per la selezione della
cartella ove presente il le di congurazione.

Dopo aver selezionato il le .zip (le compresso), viene riproposta la videata precedente,
aggiornata con il pulsante Aggiorna versione attivo.
Agendo su questo pulsante si inizia la fase di aggiornamento del software.

53
Riavviare il Web Server agendo sul micro pulsante "RESET" del dispositivo e entro 2
secondi confermare cliccando il pulsante "OK".

Con la conferma, si avvia la fase di upload del le. Nel corso del caricamento una barra
orizzontale visualizza lo stato di avanzamento delloperazione.

Al termine, se la fase di Aggiornamento Firmware stata eseguita correttamente, viene


visualizzato un messaggio di conferma.

Per rendere attivo l'aggiornamento effettuato necessario riavviare il Web Server.

TiServer

54
Aggiornamento Web Server art. MHSERVER

Attenzione: Prima di eseguire laggiornamento,


predisporre il Web Server
nella modalit Aggiornamento software, ponendo i dip switch nelle
posizioni 1 OFF, 3 ON e 4
ON (per dettagli vedere
il Manuale per linstallatore).

Allattivazione del pulsante Aggiornamento versione viene visualizzata la seguente


schermata.

Agendo sul pulsante Aggiorna Firmware viene visualizzata la seguente videata per
la selezione della cartella ove presente il le di congurazione, nel formato .zip (le
compresso).

Attenzione: per il Web


Server art . MHSERVER
accertarsi che il PC su cui
installato il programma
TiServer e il Web Server
abbiano indirizzi IP compatibili (per maggiori dettagli consultare i manuali
forniti con il Web Server).

Dopo aver selezionato il le, viene visualizzata la seguente videata per linserimento
dellindirizzo IP del Web Server da aggiornare.

55
Confermando sul tasto Invia viene visualizzata la seguente videata con diverse informazioni in rosso, dove nella colonna Vers. W.S. indicata lattuale versione del
rmware presente nel Web Server, mentre nella colonna Vers. S.P. viene indicata la
versione di aggiornamento prevista con il le .zip selezionato.
Per proseguire nellaggiornamento cliccare sul pulsante Aggiorna.

Terminata la fase di aggiornamento, se non si sono vericati errori, viene visualizzato


il seguente messaggio:

Le precedenti informazioni di colore rosso sono ora in colore verde, a conferma che la
versione del rmware presente nel Web Server (colonna Vers. W.S.) analoga a quella del
le di aggiornamento (colonna Vers. S.P.).
Al termine delloperazione di aggiornamento il dispositivo si riavvia.
Attendere il completamento della fase di avvio del Web Server prima di utilizzarlo (per
maggiori dettagli vedere i manuali forniti con il dispositivo).

BTicino s.p.a.
Via Messina, 38
20154 Milano - Italia
Call Center "Servizio Clienti" 199.145.145
(Servizio a pagamento a tariffazione specica)

BTicino si riserva il diritto di variare, in qualsiasi momento, i contenuti illustrati nel presente stampato.

www.bticino.it