Sei sulla pagina 1di 12

Geografia politica ed economica

1) Introduzione
La geografia come sapere diffuso
il sapere geografico alla portata di tutti, tutti cene serviamo in modo pi o meno
consapevole per organizzazione la nostra esistenza.

Le coordinate spazio-temporali: le gabbie della nostra quotidianit


linsieme di spazio e tempo costituisce il quadro di riferimento di una sorta di gabbia
dentro la quale si svolge la vita degli esseri umani : s-t dipendono da tre diversi tipi di
limitazione:
limitazione Biologiche; cio il ritmo familiare del giorno e delle notte
limitazione dellaccessibilit; dipendono da che mezzo possiamo usare (auto, moto
ecc)
limitazione dallattivit; cio il tempo il minimo che ogni attivit richiede per essere
svolta ..

Orientamento nel mondo


organizzazione e strutturazione di un individuo, per orientarsi nel mondo la quale
non conosciamo (il vasto mondo, le citt, le regioni, la casa, il quartiere il vicinato le
strade, ecc)

Le mappe mentali
sono dei tentativo di disegnare a memoria la posizione di un insieme di oggetti
geografici, conoscenza dello spazio: le nostre scale di valori, le nostre preferenze ci
portano a deformare le distanze. La cosa importante che si possano trovare delle
analogie tra le carte mentali di un determinato gruppo sociale, politico ecc (carte
mentali del mondo)

Geografia: tra sapere mnemonico e immaginazione creativa


G appare come una sorta di database, i geografi ci presentano come un sapere che ci
parla dei luoghi che sono lontano e non conosciamo

Sulle scoperte geografiche. La geografia come interpretazione del mondo e


dellantimondo
lavventura piacevole, solo se presa a piccoli dosi nei temi e nei luoghi adatti, una
scienza che pi di 2 mila anni descrive e ridescrive il mondo per ridurre al massimo ai
nostri imprevisti
i G. medievali non sapevano come era fatta la terra, tuttavia erano concordi nel
rappresentarla piatta e circondata tuttattorno al mare (immaginazione Cristoforo
colombo); lidea di un antimondo, nella fantascienza

2) La natura del discorso geografico

Le origini: discorso e disegno


la G. una forma della razionalit occidentale che nasce ed evolve- dal grecoGeo=terra, grafia=immagine che scrittura, carta geografica. Anassimandro il primo a
situare luniverso allinterno di uno spazio matematizzato definito dalle relazioni di
natura puramente geometrica.

La svolta moderna: geografia politica o geografia naturale?


Fino al 1700 geografo significa cartografo colui che costruisce carte e
occasionalmente le commenta. Insomma continua tutta la storia della nascita della
geografia dagli inventori ecc.

Oggi: la crisi dello spazio euclideo e il ritorno del discorso


tutta la storia della Geografia umana internazionale, dopo la crisi del dopoguerra
entra il concetto di paesaggio geografico riusciva a catturare i lineamenti essenziali
dello spazio come ordine dato dlla contiguit oggettiva
Perch e come studiare la geografia nei corsi di laurea di scienze internazionali

e di scienze politiche, scienze sociali


la geografia politica pone espressamente al centro dellattenzione la
dimensione spaziale dei fenomeni politici ed economici; limmaginazione degli
ordini spaziali a diverse scale diventa un elemento strategico di ogni azione e
decisione politica, ad es la localizzazione di un impresa industriale la
risultante di una combinazione di fattori che (materie prime, capitali, reti di
trasporto, ecc ) interferiscono ai vari livelli
Geografia come altre discipline
i libri di G fanno riferimento a concetti , modelli e nozioni derivate da altri molti campi
del sapere, la geografia vede il mondo in orizzontale e in superficie al fine di
rappresentare le relazioni laterali

3) una scatola degli attrezzi per lanalisi geografica


la dimensione spaziale della societ e lorganizzazione del territorio
la distanza
prossimit cio lassenza di distanza che rende possibile il contatto, per gli individui
hanno sempre cercato di risolvere il problema della distanza, internet oggi assicura
certi tipi di contatto a dispetto della distanza fisica tra i soggetti che viene di fatto
annullato.
luoghi
vengono considerati il contatto assicurata al suo interno
Area
quando occorre conoscere una distanza che si pone allinterazione sociale tra i
differenti punti nello spazio tra cui siamo in presenza di una serie di luoghi
diversi tipi di distanza,
valutazione mezzi costi per lo spostamento, gli individui considerano la distanza
tempo e distanza costo
accessibilit; misurata della distanza cio ci importa il luogo la facilit di arrivarci
localizzazione; si intende il processo attraverso il quale un determinato fatto viene a
collocarsi in 8n determinato sito es criterio economico minimizza i costi di trasporto
Nodalit; li nterazione tra laccessibilit e la localizzazione determina il grado di
nodalit di un determinato luogo allinterno di un area
gerarchia; la presenza di localit nodali di importanza diversa si configura in fine in

termini di gerarchia spaziale cio i rapporti spaziali di subordinazione


Definire lo spazio
J.Levy lo spazio come un insieme delle relazioni che la distanza stabilisce, abbiamo
visto il valore della distanza tra luoghi e aree, qualunque spazio caratterizzato da
(scala, la metrica e la sostanza)
la scala;
qualunque spazio bisogna partire dalla scala, in primo luogo si riferisce alla
dimensione dellarea per effettuare la scala bisogna considerare ; la cartografia e
scala geografica
scala cartografica;
il rapporto che c tra la realt e la sua rappresentazione e pu essere espressa in
una forma grafica oppure numerica es 1:1000 equivale a dire 1 cm nella carta
equivale 1000 cm nella realt.
scala geografica ;
riferisce ad una serie di spazi ad es quotidianit si snoda dalla scala dellabitazione , le
scale tradizionali (dalla locale, alla regionale, alla nazionale, alla continentale, alla
macroregionale, fino a quello mondiale )
la metrica;
la distanza pu essere misurata in diversi modi, due tipologie di metriche
Metriche topografiche definiscono uno spazio continuo ed esaustivo come se ci
trovasse su un piano dove sia possibile muoversi in qualunque direzione e fermarsi
ovunque. Es spazio non uniforme
Metriche topologiche le distanze sono discontinue e lacunose come quando si circola
in metropolitana o in autobus le sole distanze misurabili sono quelle delle linee che
separano e collegano i nodi.
La sostanza
scala e metrica non sono sufficiente a qualificare uno spazio ;
la sostanza la componente non spaziale di un oggetto sociale dato x es un impresa
pu essere soprattutto organizzata in rete.
dallo spazio al territorio
il potere politico strettamente legato al territorio e al suo controllo, alcune Def. ad es
.. (1)spazio di cui configurazione e i cui confini diventano il principio strutturante di
comunit politiche.. e il modo discriminate di controllare una popolazione, di imporle
unautorit, di informare e di influenzare il suo comportamento.
Territorio un ambiente profondamente incessante trasformata dallazione umana :
ad es il T uno spazio nel quale sono stati proiettati lavoro, energia e informazione.
Uno spazio stata utilizzato, abitato, sfruttati conosciuto e curato dagli abitanti in
questo senso il T caratterizzato da relazioni segnate dal potere. Il T un organismo
vivente ad alta complessit, prodotto dallincontro fra eventi culturali e natura
composto da luoghi ( o regioni) dotati di identit, storia, carattere, struttura di lungo
periodo. (Non una cosa ma uninsieme di relazioni )
il criterio delle competenze su cui si esercita il potere e lesercizio politico
amministrativo di tipo giuridico politica si pu pensare il sistema delle competenze
territoriali emerge una gran pluralit di soggetti pubblici che agiscono sui livelli di
competenze diversi ad es locale, regionale, nazionale e internazionale
il territorio come patrimonio frutto dellevoluzione storica . Nella prospettiva del
territorio come patrimonio possono essere riscoperte e riproposte modalit localmente
virtuose nelle relazioni societ locale

territorio come progetto tendenza al cambiamento che richiede la ridefinizione di


obbiettivi condivisi di cambiamento. Il territorio stesso appare allo stesso tempo come
matrice ed esito del cambiamento.
il T quindi allo stesso tempo un ambito di competenza, un patrimonio e un progetto.
La crisi ambientale anche una crisi di un modello di territorializzazione.
La territorialit approcci al tema della territorialit
un modello di comportamento attraverso la quale una regione viene suddivisa in
territori chiaramente delimitabili, il cui confini sono considerati dagli occupanti come
inviolabili.
Edowaed Soja def un fenomeno di comportamento associato allorganizzazione
dello spazio in sfere di influenza o territori . Il senso della identit spaziale, il senso
della esclusivit e il senso dellinterazione umana dello spazio. Il senso di coercizione
e di condizionamento dei comportamenti umani allinterno di essa, accanto alla
sovranit,, dello stato moderno, che basa la sua legittimit e la sua azione politica
sulla sovranit nazionale imponento una forma specifica di territorialit sul territorio
statale.
(a) La territorialit animale
Howard: Territory in bird life, in cui definisce la territorialit animale come condotta
caratteristica adottata da un organismo per prendere possesso di un territorio e
difenderlo contro i membri della sua proprio specie (Raffestin) . Il possesso e luso
dello spazio che porta agli atteggiamenti difensivi che portano allesclusione degli altri.
(b) La Territorialit dello stato
la territorialit dal punto di vista giuridico come attributo fondativo , accanto alla
sovranit dello stato moderno. Nel secondo ottocento la preoccupazione di
determinare la territorialit era un progetto onnicomprensivo. Implicava lidea di
riempire e di attivare lo spazio nazionale entro i confini ridefiniti , ma comportava
unossessiva demarcazione di limiti e linee di ogni sorta. Lo stato moderno basa la sua
legittimit e la sua azione politica sulla sovranit nazionale imponendo una specifica
forma di territorialit statale
la territorialit umana negli studi geografici
linsieme delle relazioni che costituisce la territorialit e quindi di tipo triangolare la
relazione con il territorio una relazione che media in seguito i rapporti con gli uomini,
con gli altri , la T non un oggetto ma una concezione relazionale soprattutto le
relazioni e i processi da cui tali comportamenti derivano e a cui danno origine
TERRITORIALITA
Pu essere definito come il tentativo di un individuo o di un gruppo di influenzare o
controllare le persone , i fenomeni e le relazione delimitando esercitando un controllo
sopra unarea geografica (Sack, human territoriality)
la territorialit umana una potente strategia geografica che permette di
controllare le persone e cose controllando un area
territorialit, controllo, autonomia. Due concezioni:
1)vede la territorialit come capacit di separare e di escludere, una capacit che si
esprime secondo strategie di controllo e di coercizione che si esplicano attraverso il
tracciamento dei confini
2) considera la territorialit come capacit di valorizzare risorse e attori attraverso
strategie esclusive , al fine di raggiungere lautonomia del territorio
il processo di territorializzazione
due chiavi di lettura

1) il T come spazio una estensione della superficie terrestre


RIPRENDO

4) La globalizzazione: una prospettiva geografica


Tra globale e locale
con il termine globale o (mondiale o planetario) si indicano quei fenomeni e quei insieme di
relazioni orizzontale che si estendono a tutta la superficie terrestre
locale le relazioni che interessano solo una parte una parte della superficie terrestre
Le forme della globalizzazione
la G di fine 900 si caratterizza per la variet dellinterdipendenza reciproca delle sue
manifestazioni
come si vede le dimensione del fenomeno sono tali che nessun operatore economico e
nessuno stato in grado di controllarlo. Gran parte di questo movimento di capitale
puramente speculativo, mentre una gran percentuale consistente in valore assoluto
riguarda investimenti in attivit economiche che avvengono anchessi in scala
mondiale in quanto i capitali accumulati e disponibili in un qualunque paese possono
trovare impiego in attivit localizzate in qualsiasi altro paese.
(1) La globalizzazione finanziaria porta con s quella della produzione (es
automobili, televisori, computer .)
(2) La globalizzazione commerciale
attraverso lopera delle organizzazioni internazionali come la WTO, tende non solo alla
libera circolazione dei delle merci, ma anche degli investimenti diretti , per si creato un
mercato globale delle localizzazioni che mette in potenziale concorrenza
(3) la globalizzazione delleconomia coinvolgimento su scala mondiale delle pi
moderne tecnologie dei trasporti e delle telecomunicazioni, che combinate con
lelaborazione informatica dei dati, consentono di svolgere operazioni finanziarie
commerciali e produttive in sedi molto lontane tra loro come questi si trovassero nello
stesso luogo
(4) la globalizzazione del sapere scientifico allindustri e al terziario la
competizione economica sempre pi dipendente dallinnovazione tecnologica . ma
anche frutto di una cooperazione internazionale che si avvale in una rete globale di
centri di ricerca
(5) globalizzazione ambientale (global change); la sua manifestazione pi
macroscopica leffetto serra che porta allinnalzamento della temperatura media
dellatmosfera e vari squilibri climatici come conseguenza dellemissioni di CO2,
metano e altre
(6) globalizzazione culturale la mondializzazione dei media (tv satellitare,
internet, film, musica ecc ) e dallaltro alla scomparsa dei modi di vita di produzione
locale che porta alla perdita di tradizione lingue, dialetti
(7) Globalizzazione geopolitica e geostrategica consiste nella crescente e
immediata interdipendenza delle decisioni e degli avvenimenti politici dei diversi paesi
di un crescente controllo di alcuni sugli altri- tramite anche lazione di certe
organizzazioni internazionali e nelle capacit delle grandi potenze (soprattutto gli
USA)di intervenire militarmente in qualunque momento in ogni parte del pianeta.
(ONU)

una rappresentazione del processo di globalizzazione

es della General Motors, gestione dello spazio


lo spazio di attivit ciascuno attore (individuale o collettivo ) ha un proprio spazio
di attivit, la GM ha il proprio spazio di attivit il mondo e formula le proprie
strategie.
le scale dazione questo attore non agisce solo sulla scala globale ma prende
decisione e intraprende azione alle diverse scale da quella globale delle
macrodecisioni strategiche
la molteplicit di distanze ad es la GM prende decisione sulle logiche spaziali,
non fisiche , ma conta spazio tempo, costo economia , politica, normativa, culturale e
ecc
lo spazio dei flussi, reticolari un attore sociale tende a strutturare la propria
azione nello spazio secondo un organizzazione reticolare , attraverso il controllo del
territorio come lo stato
le gerarchie spaziali ad una gerarchia funzionale della GM , si lega ad una
gerarchia spaziale tra le diverse sedi. Ad es imprese multinazionali
crisi e rinascita del territorio: Frammentazione e ricomposizione territoriale
uno dei rischi della globalizzazione oltre a quello dellappiattimento la
frammentazione perch nei diversi territori sono presenti soggetti economici, e non
operano in relazione a reti sovranazionali . gli studiosi parlano di un fine dei territori
di fronte allaffermazione dello spazio e delle reti e dei flussi rispetto alle difficolt
degli stati in cui il potere si basa sul controllo di unarea

Introduzione alla geografia politica ( pg 47)


la geografia politica
lo studio della distribuzione geografica dei fenomeni politici , in interconnessione
con la distribuzione di altre caratteristiche delle terra inteso come dimora degli uomini.
(Hartshone)
lo studio delle ragioni politiche o delle fattezze politiche della superficie terrestre
(Alexsander)
il carattere geografico , la politica e le fattezze dello stato (Pounds)
lo studio dellinterazione fra regioni geografica e processo politico
Geografia Politica di Agnew vari aspetti
1 la centralit del potere, le lotte pere il potere di esercitare il potere sugli altri e su s
stessi di soddisfare gli interessi e di esprimere le identit od ottenere il loro
riconoscimento
coinvolta in una pratica politica.
la maggior importanza assunta dalle politiche informali connesse a scelte personali
o comunque in luoghi non formalmente deputati alla politica.
la Geopolitica un argomento studiato dalla geografia politica Rudolph Kjellen ha
coniato il termine geopolitica e def come linsieme delle relazioni di interdipendenza
esistenti fra le entit politiche territorialmente definite e le loro componenti e le loro
infrastrutture di trasporto e le risorse
La GEOPOLITICA studia lo stato, le relazioni fra gli stati, le influenze dei fattori
geografici sulle politiche, sulle strategie internazionali.
obbiettivo della GP individuare e descrivere le caratteristiche geografico
territoriali che definiscono la potenza statali e la natura dellinterazione fra gli stati.
Nella GP gli attori sono gli stati concepiti come entit indipendenti e isolabili, al di l
dei propri confini agiscono per la sicurezza nazionale fondamentale questo concetto

di sicurezza.
YVES LACOSTE geopolitica
la geopolitica un metodo , un approccio razionale di un insieme di
rappresentazioni e di argomenti contradditori, che esprimono le rivalit diverse tipi di
potere e dei territori. Per una geografia del potere considera la geopolitica come la
conseguenza della volont di dominare il mondo una conoscenza tecnica il cui
obbiettivo lazione efficace.
la Geopolitica una meccanica delle forze politiche nulla di meno ma nulla di pi.
Ratzel che il fondatore della GP metafora tratta dalla biologia per spiegare il
funzionamento dello stato come un organismo vivente ed egli formul una teoria
organicista dello stato
secondo Agnew lo spazio dello stato cresce con la crescita della popolazione
accomunata dalla medesima cultura. la crescita territoriale conseguente ad altri
aspetti dello sviluppo
organismi viventi spazio vitale lotta continua fra di loro, nella loro essenza
legittimando come natura , acquisizione territoriale

Geografia politica e la geopolitica non sono la stessa cosa


Verso una geopolitica critica

CP 25: cultura politica ed evoluzione dello stato


La geografia politica
lo studio dellattivit politica ne contesto spaziale. I geografi della politica studiano a
vari livelli di scala, dedicando molte ricerche al funzionamento di singoli paesi in
quanto regioni politiche
Cultura politica
dai confini dei collegi elettorali alle frontiere internazionali, le carte che tracciano
riflettono la cultura politica e le culture politiche variano dalle politiche religiose alle
teocrazie riflettono sulla territorialit; la territorialit attira tanto lattenzione perch
lelemento essenziale della cultura politica.
Stato e nazione
la parola inglese country deriva dal latino contra che significa contro o dalla parte
opposta . ecco i geografi preferiscono usare stato, che significa condizione sempre in
latino.
Nazioni senza stato
alcune nazioni sono senza stato, cio non possiedono territorio nazionale nemmeno
allinterno di un grande stato multietnico se come la Palestina
la nascita dello stato moderno
gli stati sono i mattoni della societ internazionale, sulla scena internazionale le
nazioni devono ancora rappresentare i governi per assicurarsi le risorse indispensabili
come il petrolio creare i mercati per i propri prodotti stringere alleanze per la difesa
( il modello europeo, la guerra dei trentanni).
potere e primato il nazionalismo politico emergente era accompagnato dal
nazionalismo economico nella forma al mercantilismo, che cercava di acquisire la

ricchezza con il saccheggio, la colonizzazione e la difesa della produzione industriale


nazionale e dei mercato conquistati allestera. Rivalit e competizione si intensificano
sia in Europa sia altrove.
lo Stato Nazione
lInghilterra forte della stabilit politica e della supremazia sui mari, fondava un impero
esteso da un capo al altro del mondo. Lo stato Nazione unarea organizzata
politicamente quale stato e nazione occupato lo stesso spazio. ( esistono i cosi detti
microstati ).
I popoli appena liberati hanno creato gli stati nazionali sovrani sul modello Europeo
sperando di trasformare in nazioni ancora con popoli divisi., rafforzare il territorio,
sviluppare i sistemi di organizzazione economica e affermare la forza nazionale
Territorio
non esiste stato senza nazione, sebbene le Nazioni Unite riconoscano i Palestinesi
nazione senza stato.
il carattere territoriale dello stato attira da tempo interessi dei geografi, che si sono
dedicati a temi quali le dimensione, forme e posizione relative del territorio, chiamati
collettivamente morfologia territoriale.
i sistemi moderni di trasporto e comunicazione era pi facile per il governo centrale
unito uno dal territorio compatto
Paesi senza sbocco al mare
la posizione dei paesi senza sbocco al mare in specie delicata, la Bolivia per es ha
sofferto molto dopo che in seguito a una guerra le stato negato il diritto di usare i
porti sulla costa del pacifico: in Africa orientale LUganda ha un collegamento
ferroviario ma Ruanda, Burundi sono i luoghi isolati al mondo, lunica che pu aiutare
Tanzania .
I confini
i confini dei singoli stati sono separati dai confini internazionali che sulle carte
appaiono come linee diritte (come scrumble of Africa). Due tipi di confini sottosuolo
nei documenti giuridici, sul piano verticale e lo spazio aereo. Tipi di confini
confini-politico fisici o politico naturali e politico culturale
Le frontiere
si usa a sproposito quasi quanto nazione ed erroneamente come sinonimo di confine.
La frontiere una zona di separazione, unarea fra comunit, addensamento di
persone gruppi e stati
Funzione dei confini
c stato unepoca nella quale stati e imperi erigevano mura e difesa dei confini per
tener fuori i nemicie a volte non far allontanare troppo gli abitanti dalla sede
dellautorit .
oggi segnano i limiti della giurisdizione statale ossia sono simboli della sovranit. Gli
stati spesso mettono mappa nazionale sulla prima pagina dei giornali, francobolli,
questo dimostra il senso di appartenenza allorigine del nazionalismo
confini interni
per scopi amministrativi e talora per delimitare regioni amministrativi in seno allo
stato, necessario dividere i paesi allinterno. Gli Stati Uniti DAmerica si compongono
di 50 stati che a loro volta si suddividono in contee. Poi si pu fare per esempi come la
Jugoslavia.

CP 26: organizzazione dello stato e potere nazionale


Organizzazione e popolazione
pi in generale il tentativo di unire i paesi e di promuovere lo sviluppo economico
evidente in ogni progetto, del sistema scolastico alla rete stradale, la natura dellarea
centrale (o delle aree centrali )e le dimensioni e funzioni della capitale forniscono due
indizi importanti riguardo allorganizzazione dello stato
sistemi unitari e sistemi federali
uno stato integrato consiste di un territorio stabile, chiaramente delimitato,
infrastruttura adeguata, efficace apparato amministrativo, area centrale produttiva e
capitale prestigiosa.
Gli stati nazionali DEuropa erano stati unitari e il sistemi amministrativo era inteso
ad assicurare lautorit del governo centrale sul tutto il territorio
Lo stato federale; il federalismo dava accoglienza gli interessi regionali attribuendo
potest a provincie , stati o altre entit regionali su tutte le materie, eccetto quella
riservata al governo centrale
. il federalismo propagato nei paesi colonizzati da stati unitari fortemente
accentrati .
ma quando quellepoca finita lidea federale ha nutrito le speranze d i paesi da poco
indipendenti caratterizzati da divisione etniche e culturali. la logica del patriottismo
con il rapporto diretto con tale forza istituzionale lideologia nazionalistica.
il nazismo stato una potente forza ideologica che ha cementato la nazione
Tedesca negli anni trenta.
il comunismo ha suscitato i sentimenti di centinaia di persone per quasi ottanta
anni, fin dal principio del ventesimo secolo .
la Geografia elettorale studia vari aspetti spaziali dei sistemi elettorali, del
comportamento elettorale e della rappresentanza , lo studio del comportamento
elettorale particolarmente interessante perch mette rapporto le scelte del voto con
lambito geografico.
una perfetta analisi per capire il meccanismo del perch gli elettori abbiano votato in
un certo modo, si studiano affiliazione religiose, reddito, etnia, grado di istruzione e
molti latri fattori sociali.
rapporto di potere come ci sono stati grandi, stati piccoli, stati ricchi e stati poveri,
cosi ci sono stati potenti e stati deboli , non c dubbio che tale potere dovuto a una
certa organizzazione.
la capacit di una nazione di usare le risorse tangibili in modo tale da influire sul
rapporto con gli altri stati
come abbiamo rilevato il colonialismo ha proiettato il potere dellEuropa nel mondo
Europeo.
Geopolitica la Geopolitica ha cercato di comprendere il complesso mondo politico,
rapporti di stato e il potere, Friedrich Ratzel (1844 - 1904 ), definisce gli stati come
gli organismi biologici, gli stati abbiano un ciclo di vita che si estende dalla nascita ,
attraverso la maturit fino al declino e alla morte: per seguitare e esistere lo stato ha
bisogno di nutrimento, proprio come un organismo vivente, nutrimento tratta
dallacquisizione di territori e contenuti culturali di rivali meno potenti . lo spazio
forza indispensabile e vitale per lo stato.
la teoria organica di Ratzel se gli essere umani si comporterebbero e farebbero
funzionare le cose come si deve lo steso per quanto riguarda lo stato funzionerebbe

come gli individui.


la teoria dellheartland Halford Mackinder sosteneva che la lEurasia lesistenza
dellEurasia di un area cardine estendersi dallEuropa orientale alla Siberia orientale.
Come pensava il politico Inglese
chi governa Europa orientale controlla lheartland
chi governa lheartland controlla lisola mondiale
chi controlla lisola mondiale controlla il mondo
la critica alla Heartland da parte di Spykman la quale coniava il termine geografico
Rimland larea Pivot cio larea che circondata lheartland spykman sostiene che:
chi controlla la Rimaland governa lEurasia
chi governa lEurasia controlla i destini del mondo
spykman era molto pragmatico per quanto la divisione del mondo

CP 27: geografia dei fenomeni sovranazionale


Il fenomeno sovranazionale
ne 20 secolo ha assistito allistituzione di molte associazioni internazionali nella sfera
politica e economica, culturale e militare e alla nascita del termine sovranazionale
Sanzioni internazionali
intesi a indurre gli stati a cambiare atteggiamenti. Le sanzioni isolano il paese del
quale la comunit internazionale riprova la condotta, lisolamento che pu costare
caro. Sullimpatto economico, ES sanzioni al; Crea del Nord, Sud Africa, Haiti.
Dalla lega delle nazioni alle nazioni unite
alla fine della prima guerra mondiale furono instaurati organizzazioni internazionale
come la societ delle nazioni 1919 che vi aderirono 63 nazioni , 1937 Ephiopia chiese
aiuto alla CI per quanto riguarda linvasione italiano ma la CI non prese iniziative e
subito dopo ci fu la vigilia della prima guerra mondiale.
creazione della corte permanente di giustizia internazionale.
THE UNITED NATION
dopo la fine della seconda guerra mondiale si formava una nuova organizzazione per
promuovere la sicurezza e cooperazione internazionale; per molti versi era la
ricostruzione della lega delle nazioni cosi come la corte internazionale di giustizia era
lerede della corte permanente del periodo fra le due guerre , lassemblea generale e
il consiglio di sicurezza hanno oscurato limpegno per la cooperazione per gli organi
secondari come la FAO ecc
MISSIONI DI PACE
Le nazioni Unite non sono il governo mondiale e gli sati vi aderiscono volontariamente
ma bench non rinunciano formalmente a una parte di sovranit, possono
acconsentire a rispettare le decisioni specifiche, ultimamente singoli stati hanno anche
chiesto alle nazioni unite di intervenire nei conflitti interni. Intervenire in una missione
di pace costosa; le UN non possiedono truppe proprie ma ricorrono per operazioni
militari e di polizia e soldati, messi a disposizione dagli stati membri, situazione che d
origine a dispute sulla leadership. Insomma un esercito multinazionale delle nazioni
unite si compone in forze d nazionali sotto la guida dei rispettivi ufficiali , al comando
di un generale nominato dalle nazioni unite
popoli senza la rappresentanza
gli abitanti di Zanzibar che sperano di ottenere lindipendenza dalla Tanzania,
il diritto marittimo

fin dal 1700 acque territoriali era di 3 miglia, Lunione Sovietica proponeva
lampliamento delle acque territoriali fino al 12 miglia nautiche.
la dichiarazione di Truman
sotto il suo della soggetta alla loro giurisdizione e al loro controllo di.usa, il
movente economico stato dunque forza motrice dellespansionismo marittimo degli
stati costieri
I lavori della (United Nations Conference On Law of The sea)
acque territoriali un massimo di 12 miglia nautiche dalle coste estende la sovranit
statale in tutte le forme. Le navi di altri paesi hanno il diritto di passaggio cosicch gli
stretti restano aperti al transito
zona economica esclusiva la convenzione riconosce i diritti economici dello stato
fino a 200 miglia dalla costa,. Lo stato costiero ha la prerogativa di esplorare e
sfruttare le risorse naturali nellacqua, nei fondali marini e nel sottosuolo ( pesche,
minerali, petrolio) se la piattaforma nazionale si estende oltre i 200 miglia nautiche
dalla costa, lo stato costiero detiene diritti esclusivi che contiene fino alla distanza di
350 miglia nautiche
Le linee mediane dovuto ad es alla isole caraibi che non lo spazio sufficiente per gli
scopi economi si stabiliscono dei trattati
Lunione Europea
Europa dei 16 nasceva lOrganizzazione Europea di Cooperazione Economica (OECE),
subito dopo la Francia proponeva la Comunit del Carbone e dellacciaio (CECA)per
eliminare restrizioni e ostacoli alla circolazione del carbone . nel 1958 la Comunit
Economica Europea (CEE) detto anche mercato comune.
Lorganizzazione ormai chiamata comunit Europea (CE) EFTA European Free Trade
Agreement
i dodici iniziavano il programma di cooperazione e unificazione che nel 1992 sfociava
nellistituzione formalmente dellUnione Europea (UE)
TEORIA LACOSTE (LA GEOPOLITICA COME RIVALITA)
Claude Raffestin |limmagine della frontiera
limiti della frontiera ogni limite ogni frontiera intenzionale, procedete da una volont:
la retta rappresenta la norma ; regula lo strumento per tracciare la retta che fissa la
regola.
il limite come fondatore della differenza:
la zone di frontiera rivela una societ in movimento pi o meno marginale, aggressiva
verso gli esseri e le cose conquistatrice spesso e a volte sulla difensiva.
il limite di frontiera esprime il limite di qua del quale uno stato pu esercitare ls sua
forza coercitiva. Un potere formale di natura giuridico .
il legame tra stato e cittadini diventa il territorio che oggetto di sovranit: i giuristi
dello stato moderno concepiscono il territorio come oggetto di un diritto reale