Sei sulla pagina 1di 6

Art. 696 codice di procedura civile - Accertamento tecnico e ispezione giudiziale - Brocardi.

it

Tu sei qui:
Fonti
>
Codice di Procedura Civile
>
LIBRO QUARTO - Dei procedimenti speciali >
Titolo I Dei procedimenti sommari (artt. 633-705) >
Capo III - Dei procedimenti cautelari >
Sezione IV - Dei
procedimenti di istruzione preventiva >
Articolo 696
ART.

ART. SUCCESSIVO

PRECEDENTE

Articolo 696 Codice di Procedura Civile

Accertamento tecnico e ispezione giudiziale

Stampa
<
> Poni un quesito
Genera PDF
> Segnala
<

http://www.brocardi.it/codice-di-procedura-civile/libro-quarto/titolo-i/capo-iii/sezione-iv/art696.html[30/11/2015 17:17:28]

Art. 696 codice di procedura civile - Accertamento tecnico e ispezione giudiziale - Brocardi.it

Dispositivo dell'art. 696 Codice di Procedura


Civile
Chi ha urgenza di far verificare, prima del giudizio, lo stato di luoghi o la qualit o la
condizione di cose pu chiedere, a norma degli articoli 692 e seguenti, che sia disposto
un accertamento tecnico [191] o un'ispezione giudiziale [118, 258 ss.; c.c. 1513,
1697](1).

L'accertamento tecnico di cui al primo comma pu comprendere anche valutazioni in


ordine alle cause e ai danni relativi all'oggetto della verifica(2).

Il presidente del tribunale, [il pretore] o il giudice di pace provvede nelle forme stabilite
negli articoli 694 e 695, in quanto applicabili, nomina il consulente tecnico e fissa la
data dell'inizio delle operazioni (3).

Note

(1) La Corte costituzionale intervenuta a distanza di sei anni con due pronunce, la
sentenza 22 ottobre 1990, n. 471 con cui ha dichiarato l'illegittimit costituzionale del
presente comma nella parte in cui non consente di disporre accertamento tecnico o
ispezione giudiziale sulla persona dell'istante e la sentenza 19 luglio 1996, n. 257 con
cui ha dichiarato l'illegittimit costituzionale sempre del primo comma nella parte in cui
non prevede che il giudice possa disporre accertamento tecnico o ispezione giudiziale
anche sulla persona nei cui confronti l'istanza proposta, dopo averne acquisito il
consenso.
(2) Tale comma stato aggiunto dal D.L. n. 35/2005 con decorrenza dal 1 marzo 2006.
La riforma ha infatti recepito l'orientamento giurisprudenziale in base al quale
l'accertamento tecnico deve comprendere ed includere tutti gli elementi conoscitivi
necessari per le valutazioni che dovranno essere effettuate nel giudizio di merito. Ad
oggi, grazie alla riforma, il giudice pu chiedere al consulente tecnico di accertare le
cause e l'entit del danno lamentato.
(3) Si precisa che secondo l'orientamento giurisprudenziale ammissibile l'accertamento
tecnico preventivo anche nei confronti della Pubblica Amministrazione nell'ipotesi in cui
il provvedimento amministrativo possa ledere una posizione di diritto soggettivo.
Diversamente, viene negata l'ammissibilit dell'atp nella diversa ipotesi in cui la
situazione lesa non attenga ad un diritto soggettivo bens ad un interesse legittimo.

CON FORMULA VALUE FREE,


NUOVA YPSILON TUA
A 9.500,
CON 5 PORTE E CLIMA.
http://www.brocardi.it/codice-di-procedura-civile/libro-quarto/titolo-i/capo-iii/sezione-iv/art696.html[30/11/2015 17:17:28]

Art. 696 codice di procedura civile - Accertamento tecnico e ispezione giudiziale - Brocardi.it

SOLO FINO AL 30 NOVEMBRE!

HAI UN DUBBIO SU QUESTO ARTICOLO?


RISOLVI IL TUO PROBLEMA!
Scrivi alla nostra redazione giuridica

Scrivi qui la tua domanda

Nome e Cognome
Email
Regione di residenza


Desidero il servizio a pagamento con risposta ENTRO 5 GIORNI
a soli 29,90
(leggi le condizioni)


Confermo l'autorizzazione al trattamento dei dati
(leggi l'informativa)
Invia

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo?

Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un


atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo
svolgimento della tua attivit professionale!

http://www.brocardi.it/codice-di-procedura-civile/libro-quarto/titolo-i/capo-iii/sezione-iv/art696.html[30/11/2015 17:17:28]

Art. 696 codice di procedura civile - Accertamento tecnico e ispezione giudiziale - Brocardi.it

QUESITI DEGLI UTENTI


RELATIVI ALL'ARTICOLO 696 DEL C.P.C.
Seguono tutti i quesiti posti dagli utenti del sito che hanno ricevuto una risposta da
parte della redazione giuridica di Brocardi.it.
Trattasi di quesiti per cui stato richiesto
il servizio di consulenza legale a pagamento o che presentano particolare interesse
giuridico
in ragione del quale la redazione ha ritenuto di rispondere gratuitamente.

Argomento: Articolo 696 Codice proc. civile - Accertamento tecnico e ispezione giudiziale | Quesito n. 12580
Toscana

Laura G. chiede

09/03/2015

Riferito al Quesito n. 12513/2015. Vi ringrazio della risposta, ma il dubbio mio che,


a parte ci di cui ci siamo accorti e a cui abbiamo posto rimedio, potrebbero esistere
parti attualmente non raggiungibili in qualche modo danneggiate o comunque toccate da
interventi non voluti ma al momento non visionabili per la presenza di mobili ancorati a parete o
controsoffittature difficili da rimuovere per ispezione. In questo caso, sarebbe possibile inserire
nel nuovo contratto, sempre con quel medesimo conduttore che ha usato il fondo per 42 anni,
una clausola che dica, ad esempio, che nelle parti non visibili, non essendo stati rilasciati permessi
dal locatore, si ritiene il tutto rimasto come in origine, resta indispensabile un'ispezione con foto?
E' altrimenti suggeribile la redazione di un verbale o qualcosa d'altro? Grazie ancora

Consulenza giuridica
i

10/03/2015

Se il locatore ha il sospetto che vi siano danni all'immobile locato difficili da accertare,


sarebbe indispensabile procedere, nei limiti del possibile, ad un accertamento in loco
concordato con il conduttore e condotto da un tecnico sul quale entrambe le parti ripongano
fiducia: si dovrebbe sottoscrivere un verbale di sopralluogo ove emergano eventuali
problemi dell'immobile. La soluzione ottimale sarebbe, naturalmente, quella di chiedere una
perizia in sede giudiziale (un accertamento tecnico preventivo ex art. 696 c.p.c.), in modo
da avere per il futuro un documento che accerti in contraddittorio lo stato dei luoghi.
Tuttavia, anche per mantenere i buoni rapporti con il conduttore, tale strada spesso
difficilmente praticabile. Per la stessa ragione, difficilmente un conduttore sottoscriver
prima della restituzione dell'immobile un impegno a risarcire dei danni che non siano ancora
stati provati nella loro esistenza e nel loro ammontare.

Qualsiasi altra soluzione non d, purtroppo, le medesime garanzie di una perizia giudiziale o
di uno specifico impegno scritto.

Ad ogni modo, consigliabile inserire nel contratto di locazione in rinnovazione una clausola
per cui il conduttore si impegna a conservare l'immobile nello stato in cui stato ricevuto
nel 19... (data del primo contratto) e con l'obbligo di restituirlo esattamente nelle condizioni
in cui lo stesso versava in quell'anno, salva la normale usura. Si pu anche specificare che il
locatore non ha mai consentito modificazioni dell'immobile n le consente per il futuro,
ribadendo con ci che l'immobile dovr essere restituito a fine locazione cos come venne
ricevuto oltre quarant'anni fa.

Altro suggerimento: se il locatore pensa che i danni possano avere una certa rilevanza,
http://www.brocardi.it/codice-di-procedura-civile/libro-quarto/titolo-i/capo-iii/sezione-iv/art696.html[30/11/2015 17:17:28]

Art. 696 codice di procedura civile - Accertamento tecnico e ispezione giudiziale - Brocardi.it

allora bene prevedere un nuovo deposito cauzionale che possa in qualche modo garantire
che almeno una parte dei danni sia certamente risarcibile, mediante trattenuta della somma.

HAI ANCHE TU UN PROBLEMA LEGALE?


FAI SUBITO LA TUA DOMANDA ALLA

NOSTRA REDAZIONE GIURIDICA

Testi per approfondire questo articolo


-10%

I procedimenti
cautelari. Con
aggiornamento online

-10%

-10%

Diritto processuale
cautelare

La tutela ex art. 700


c.p.c. nei rapporti...

Il rito cautelare
uniforme

(giugno 2015)

(ottobre 2014)

(marzo 2015)

(ottobre 2013)

-10%

-10%

Procedimenti cautelari

Art. 700 C.P.C. e la


procedura d'urgenza

L'attuazione delle
misure cautelari

(marzo 2013)

(ottobre 2012)

(maggio 2015)

-10%

-10%

-10%

Il processo cautelare

(ottobre 2015)

-10%

http://www.brocardi.it/codice-di-procedura-civile/libro-quarto/titolo-i/capo-iii/sezione-iv/art696.html[30/11/2015 17:17:28]

Art. 696 codice di procedura civile - Accertamento tecnico e ispezione giudiziale - Brocardi.it

700 c.p.c. Strategie


processuali ed
ambiti...

Tutela d'urgenza ex
art. 700 c.p.c.
Aspetti...

(marzo 2015)

(maggio 2014)

Tutte le Fonti
Servizio di consulenza legale
Chi siamo

Tutti i diritti riservati

Copyright Brocardi.it 2003-2015

Concept Avv. Manuel Tropea

Powered by Antonianum S.r.l.

Via Orto Botanico 11 35123 PADOVA

C.F. e P.I. 04405170285 - R.E.A. PD386919 - capitale sociale i.v. 30.000


Scrivici | Chi siamo | Consulenza legale
| Archivio consulenze legali | Newsletter | Informativa Privacy

http://www.brocardi.it/codice-di-procedura-civile/libro-quarto/titolo-i/capo-iii/sezione-iv/art696.html[30/11/2015 17:17:28]