Sei sulla pagina 1di 3

La meditazione della foglia

Trova un posto tranquillo dove tu possa restare


indisturbato. Siediti, chiudi gli occhi e immagina
di essere seduto su una sponda di un tranquillo
fiume di pianura in una calda e piacevole
giornata di autunno. Di tanto in tanto una foglia
cade sullacqua e va alla deriva verso valle
lasciandosi trascinare dalla corrente.
Concediti il tempo necessario perch la tua
mente abbia il tempo di crearsi unimmagine
chiara della scena. Osserva i tuoi pensieri e
quando un pensiero spunta fuori riassumilo in
una semplice parola o frase: preoccupazioni,
tristezza, cosa fare per cena?, rata da
pagare e cos via.
Poi prendi la parola o la frase che rappresenta il
pensiero che hai notato e mettila su una foglia e
lasciala andare alla deriva, lontana dalla vista e
lontana dalla mente. Se il pensiero si presenta
sotto forma di immagine, senza parole specifiche,
allora metti limmagine sulla foglia e lasciala
andare alla deriva.
Non provare a rallentare o velocizzare la corrente
e non provare a cambiare cosa trasportano le
foglie in nessun modo. Non preoccuparti se il
fiume non dovesse scorrere o se ti dovessi
trovare bloccato su una foglia con un pensiero o
unimmagine. Non essere sorpreso o preoccupato
se le foglie o lintera scena dovessero

scomparire, o se la tua mente dovesse iniziare a


vagabondare.
Continua a fare questo esercizio per circa 5-10
minuti, in modo da avere abbastanza tempo per
lasciare andare i tuoi pensieri.
Se in un qualche momento il fiume si fermato o
la tua mente ha cominciato a vagare da un
pensiero allaltro, limitati a descrivere quello che
successo senza attribuirgli etichette o giudizi.
Se non sei riuscito a visualizzare unimmagine
chiara della scena, descrivi quello che hai
pensato mentre provavi a fare lesercizio.
Se mentre facevi lesercizio ti sei accorto che il
fiume non scorreva o sei rimasto bloccato su una
foglia con un pensiero hai sperimentato la
fusione cognitiva (cognitive fusion).
In uno stato di fusione cognitiva siamo come
presi in ostaggio dai nostri stessi pensieri. Questi
pensieri sembrano possedere una volont propria
e per noi rappresentano unassoluta verit, sono
la realt, eventi minacciosi da eliminare e
richiedono la nostra attenzione totale. Quando
siamo fusi con i nostri pensieri essi esercitano
una forte influenza sul nostro comportamento.
Se mentre facevi lesercizio il fiume scorreva
liberamente e le foglie trasportate dalla corrente
portavano i tuoi pensieri lontano dal tuo sguardo,
allora lesercizio riuscito e hai sperimentato la
dissociazione cognitiva (cognitive defusion).

La dissociazione cognitiva ci rende capaci di far


un passo indietro e osservare i pensieri senza
rimanere invischiati in essi. Puoi riconoscere che
non sono niente di pi che eventi transitori in
continuo cambiamento, fiumi di parole, suoni e
immagini.
Se ci distacchiamo dai pensieri essi hanno molto
meno potere su di noi.