Sei sulla pagina 1di 44

IL DISCEPOLO

Daniele Toccafondi

un porto sicuro per tutti coloro che cercano


la via, la verit e la vita

Copyright 2007

anno 6 - n. 20
trimestrale - aprile/giugno 2013
5,00

COPIA OMAGGIO

Provvedimento del Presidente del Tribunale


di Modena Iscritto al n.1866 del 19/02/2008
del Registro Stampe e Periodici.

Nel tempo tutto cambia e niente cambia. Le realt essenziali della vita, le sue strutture fondamentali, lanatomia e la fisiologia della coscienza rimangono fedeli allemanazione primordiale di quel verbo che tutto
pervade. Nel tempo, quello che cambia sono i modi della manifestazione, sempre pi aderenti alle forme
cangianti che lo spirito pu usare, di era in era, nel suo lungo pellegrinaggio tra le pieghe della materia.
Nello spirito che discende nella carne si compie la parabola del figliuol prodigo che prima o poi ritorner
nella casa del padre. Questa rivista, in fin dei conti, vuole solo prendere atto dei modi diversi oggi necessari
ad esprimere adeguatamente le immutabili verit dellantica saggezza esoterica. Questo spazio vuole essere
utile a tutti i pellegrini che nel loro viaggiare sono arrivati a rivolgere gli occhi verso la casa in cui sono nati.
Che il potere del padre, lamore del figlio e la sapienza dello spirito santo ci uniscano in ununica vita.
Massimo Rodolfi

La tensione tale che il Mondo freme. Gli eventi sono in pressione. A tutti i livelli le energie della Luce sono impegnate a fondo per salvarlo dalla distruzione, mentre le tenebre si insinuano, con maschere luminose, decise ad annientare ci che la Luce crea e, dove possibile, a demolire le basi stesse
dellopera creativa. Nellepoca grave dellArmageddon specialmente necessario sapere quali sono
le forze che causano le azioni di ogni singolo giorno, di ogni singolo evento, di ogni fenomeno; poich
lora della decisione, e non ci sono mezze misure sulla via del Mondo del Fuoco.
Maestro Morya

Daniele Toccafondi

questa rivista emanazione della Draco Edizioni


fondata nel 2006, per diffondere in termini moderni lantica conoscenza esoterica.
in collaborazione con lassociazione Atman, fondata nel 1994
per la diffusione del raja yoga e dellesoterismo,
di Energheia, fondata nel 1996, la prima scuola italiana per terapeuti esoterici,
di Agnihotri I Custodi del Fuoco, Il Sentiero di Guarigione del Guerriero di Fuoco,
fondata nel 2010 come scuola di Yoga, Vita e Salute,
e dellomonimo portale www.yogavitaesalute.it, fondato nel 2012.

Immagine di copertina:
Foto di Massimo Rodolfi
Segui sempre il Sentiero, ti riporter nella casa del Padre

Collaborazione progetto grafico Simona Murabito


Stampato presso la tipografia Nuovagrafica s.c.

Sommario
Editoriale

Curatore: Massimo Rodolfi

LA LEGIONE DI FUOCO

Letteratura e spiritualit

Antica saggezza e scienza moderna

Mitologia e Sentiero Iniziatico

pag.

pag.

12

pag.

15

pag.

20

pag.

23

pag.

26

pag.

28

pag.

30

pag.

32

pag.

34

pag.

37

Curatore: Graziano Fornaciari

ERCOLE E LUCCISIONE DEGLI UCCELLI DI STINFALO

Curatore: Maria Grazia Barbieri

PISCES, IL SALVATORE DI ANIME

Curatore: Enrica Battaglia

LA SIMBOLICA MAGIA DI UNA FOGLIA

Fitoterapia energetica

Curatore: Donatella Donati

LALIENO TI CURA LA VITA

La coppia sul sentiero

Curatore: Giorgio Ricci Garotti e Monica Giovannini

COMUNICAZIONE E INCONTRO (prima parte)

Educare per la consapevolezza

Curatore: Anna Grazia Fiorani

NELLA FATICA QUOTIDIANA CHE SI PUO ESPRIMERE LAMORE

La Comunicazione Umana

Daniele Toccafondi

Curatore: Massimo Rodolfi

NOI SIAMO GI IMMORTALI, OVVERO ALIENS GO HOME

Geometria Sacra

pag.

Curatore: Andrea Innocenti

LA CONSOLAZIONE DI UN VETERO SESSANTOTTINO DELUSO

Astrologia esoterica

Curatore: Gianluca Fontana

LA MACCHINA DEL TEMPO... PRT PORTER

Il Sentiero Iniziatico

pag.

Curatore: Luca Tomberli

LA TRASFORMAZIONE DELLE EMOZIONI NEGATIVE (seconda parte)

Conoscere la conoscenza

Curatore: Anna Todisco

LA FORZA DELLE PAROLE


il Raja Yoga e lesoterismo

pag.

Curatore: Anna Maria Fabene

UNO STRESS CHIAMATO BURNOUT

Psicologia sociale e del lavoro

Curatore: Diana Ferrazin

C CRISI!!!

Editoriale
Curatore: Massimo Rodolfi

Daniele Toccafondi

LA LEGIONE DI FUOCO

Il Tempo del Fuoco adesso! Da molto tem-

a quando ogni muffa sia seccata, evaporata,

po viene annunciato, da molto tempo viene

distaccata. Gli occhi vanno tenuti bene aperti,

invocato, da molto tempo si sperato che

e posati su ogni pensiero, ogni emozione ed

arrivasse, ma il Tempo del Fuoco adesso!

ogni azione della propria giornata. Non si do-

E viene come un ladro nella notte a chieder-

vr concedere quartiere alle forze oscure del

ci conto di chi siamo, di cosa facciamo e di

proprio S, perch esse non riposano mai, e

come viviamo. Questo il tempo in cui i veli

filtrano di continuo, come nebbia venefica,

cominciano a cadere, lasciando a nudo le

attraverso le crepe dellessere. Se vorremo

ossa di questo vecchio mondo, ancora cos

prevalere, nella Luce del Cuore, tempo di

giovane. Lumanit vaga ancora nelle tenebre

vegliare, come antichi cavalieri, per essere

della propria inconsapevolezza, ma dovr pur

consacrati per la battaglia finale di questo ci-

svegliarsi, o perire...

clo della storia.

Per il Saggio, il Dharma ineccepibile. La

Per questo io, ora, proclamo il tempo della

Legge della Vita, in Cielo come in Terra, non

Legione di Fuoco! Perch tempo che il mi-

ha bisogno dellapprovazione di nessuno,

gliore prevalga, e non il pusillanime, corrotto

n offuscata dal desiderio delle masse,

dalle tenebre malsane. Dobbiamo imparare a

semplicemente , per sua spinta interiore.

proteggere tutti insieme i nostri passi, a guar-

Quanto lontana la mente umana da questa

dare ognuno le spalle dellaltro, imparando a

ineluttabile semplicit. Eppure le congiunzio-

non giudicarci, a non condannarci e a guar-

ni attuali e le intrinseche dinamiche di quella

dare insieme al futuro da costruire. Questo

Vita che chiamiamo Cosmo, ci avvicinano ora

mondo ha bisogno di tutti, di tutti coloro che,

alla Fonte della Legge, s che chi sar pronto

pur essendo imperfetti, vogliono credere in

potr bere. Molti sono i chiamati e pochi gli

un mondo pi buono, e che sono disposti a

eletti, nella rappresentazione che si prepara

pagarne il prezzo, con lorgoglio della respon-

dellelevazione di questo mondo, e la chiama-

sabilit.

ta non ancora finita, anche se si avvicina il

Un tempo seguimmo la spada, ora la spada

momento in cui le porte saranno sigillate.

divenuta la croce, ed il punto dincontro dei

Nel Tempo del Fuoco bisogna vivere di Fuoco,

bracci, simbolo di trascendenza, diviene la

non ci si pu accontentare delle umide muf-

porta daffaccio sui Fuochi lontani, e lInfinito.

fe stantie dei propri circoli viziosi. Il Fuoco va

Ci che abbiamo acquisito, nuotando nel fan-

portato in ogni angolo della propria vita, fino

go, divenga ora scienza per nutrir la presenza.

E la solitudine, che ha forgiato un carattere

niente. Marciando insieme scandiremo le no-

nel pulsar delle ere, lasci ora il posto alla lun-

stre giornate, e le nostre nottate, come unu-

ga catena di scudi, che proteggono ognuno il

nica veglia, cos che possa finalmente avere

fianco dellaltro.

un senso il chiamarci Fratelli sul Sentiero!

Non pi per me, ma solo per noi, perch

Ora pi che mai dobbiamo imparare a curare

soltanto cos il pianeta sapr ritrovare la strada.

le nostre ferite profonde, ma al tempo stesso

Per questo ora della Legione di Fuoco, per-

con noncuranza, ed oblio di s, che trovere-

ch il tempo del Risveglio, e solo insieme, e

mo la strada che conduce allunione dei cuori.

dando il massimo della consapevolezza, tro-

Attenzione Fratelli, attenzione ci vuole, ad

veremo pace nella vita, per ora e per sempre.

ogni attimo, perch i grandi eventi nascono

Gloria ai Figli del Fuoco, coloro che nascono

dalle piccole cose, e non potremo conce-

ora col futuro negli occhi. Possano le nostre

pire il Fuoco del Cuore della Galassia, se il

schiere servir loro da gradini, per innalzarli al

nostro cuore pieno di tante piccole inezie.

rango che a loro spetta di diritto: Angeli del

Ogni sera sar un nuovo accampamento, ed

Sole, nati dal Fuoco. E cos sia, perch cos

accenderemo nuovi fuochi, che getteranno

devessere!

pi luce sulle conquiste del giorno trascorso.

Agnihotri questanno sar il precursore. Qui

Animo dunque! Non si terranno registri degli

inizier a forgiarsi la Legione di Fuoco. Il Ca-

iscritti nella Legione di Fuoco, perch lonore

valiere, il Tempio, il Monaco ed il Saggio, di-

dellappartenenza sar sancito dalla presenza

venteranno la celebrazione viva, la missa in

del cuore. La tua sola coscienza potr dirti:

coena Domini. Le nostre vite diverranno la

Io ho portato le insegne della Legione di

liturgia vivente, a scandire i ritmi, a cercare

Fuoco, sotto le quali hanno marciato le Schie-

laccordo con il tempo che viene. Nellau-

re della Luce. E quella volta abbiamo vinto!

stero rituale del capire la vita, guarderemo

Om gate gate paragate parasamgate bodhi-

ogni angolo della coscienza, senza trascurare

soha. In hoc signo vinces.

Daniele Toccafondi

Massimo Rodolfi

Letteratura e spiritualit
Curatore: Anna Todisco

LA FORZA DELLE PAROLE


Al mercato delle parole si vendono parole e

spesso tra il dire e il fare c di mezzo il mare,

parole; a cento a cento, a mille a mille vengo-

e quasi di norma essa chiacchiera vuota,

no i parolai.

puro frastuono, come eco vana che si auto-

Hai qualcosa da dire? Al mercato dei ciarlata-

produce ripetutamente:

ni nascondilo nel silenzio. (Tagore)

Quando si vede a quali grandi decisioni si dia

Daniele Toccafondi

esecuzione con un solo gesto, chiaro quan-

Nella vita manifesta le parole hanno una fun-

to valgono le parole; non per la quantit o la

zione di grande importanza essendo al confi-

forma esterna, ma per lessenza interiore.

ne tra pensiero e azione. Esse racchiudono in

Siate pi concisi. Il fabbro non deve far stri-

s la magia della creazione: sono la forma che

dere il martello.

rende possibile la manifestazione dellidea. In

Tutto linsegnamento del Cristo pu essere

quanto strumenti che collegano due mondi,

scritto sul palmo della mano. (Morya)

due realt (sia appunto il mondo del pensiero

Per non parlare della diffusa attitudine al pet-

e quello dellazione, sia gli universi messi a

tegolezzo e alla maldicenza, ignorando e sot-

confronto nel dialogo interpersonale) le paro-

tovalutando la portata distruttiva di tale agire:

le recano unenergia che determinante per

ci sono quelli che brandiscono la spada e altri,

la realizzazione dellunione che ci si prefigge:

invece, che brandiscono la lingua. C poi tan-

possono condurre dalla potenza allatto.

ta differenza nel principio che li anima? (A. e

Nella storia dellumanit un grande traguardo

D. Meurois-Givuadan, Le strade di un tempo)

per la specie umana rappresentato proprio

Certo che no. Una parola cattiva o incauta ol-

dallacquisizione da parte dellhomo sapiens

tre che nuocere, va ad alimentare i semi del

della capacit di comunicare attraverso un

male. Se puoi dire una parola di bene, dil-

linguaggio sufficientemente articolato. Que-

la; altrimenti taci, una frase che mi sono

sto, infatti, gli consent di trasmettere in-

sentita dire da bambina; anche se non lho

formazioni ai giovani, creando le condizioni

vista quasi mai messa in pratica. quanto

necessarie affinch le conquiste di ogni ge-

sostiene Krishnamurti quando ci consiglia

nerazione di uomini non andassero perdute,

di riflettere prima di parlare e di assicurarsi

ma diventassero supporto e premesse per

che quello che ci preme dire sia sicuramente

ulteriori sviluppi.

vero, amorevole e utile.

Purtroppo nella societ attuale non ben

Possa non accadere mai che luomo che in-

compresa la forza della parola; anzi troppo

crociate sulla vostra strada debba rivolgersi a

voi pensando mi ha caricato il peso di quali

fiducia fioriscono ogni giorno sulle vostre

parole?, ma piuttosto la sua strana luce, da

labbra? (A. e D. Meurois-Givaudan, Wesak: il

quale fardello mi ha sollevato?. Questo il

tempo della riconciliazione)

genere di amore che non deve mai abban-

Secondo Sivananda la rettitudine e la sinceri-

donarvi; non dovete far piacere a voi stessi

t, che costituiscono i principali valori sociali,

svuotandovi il cuore dal suo contenuto [].

non devono essere disgiunte dalla propriet

(A. e D. Meurois-Givaudan)

di linguaggio. Egli continua a ripetere: Par-

La lingua non stata data agli uomini per

late dolcemente, amorevolmente, umilmen-

mortificare o annientare gli altri. La sua fun-

te, con misura. Nellessere retti e sinceri

zione quella di sollevare chi cade, di illumi-

non siate offensivi. Parole che trovano eco

nare chi si trova nelle tenebre e di guidare

in quelle di Chiara di Assisi in una delle sue

chi si smarrito. [] benedire, ringraziare e

Regole. Per comunicare le parole devono

comunicare nella saggezza, nella giustizia e

essere usate con moderazione, quanto ne-

nellamore. []

cessario, con brevit e sottovoce.

Imparate a parlare con amore e con dolcezza

Ecco il perch dellimportanza che viene attri-

[] si tratta di unabitudine divina. []

buita alla pratica di purificazione della parola,

Come il vento trasporta i chicchi e li semina

allinterno del lavoro di trasformazione della

lontano, cos le vostre buone parole vanno a

personalit, in seno a tutte le tradizioni eso-

produrre meravigliosi risultati [] la vostra

teriche e religiose. Padroneggiare le parole

parola produrr delle onde che agiranno be-

vuol dire misurarci senza tregua con la nostra

neficamente [] (O. M. Aivanhov)

ignoranza, il nostro orgoglio, la nostra presun-

[] ci che si nasconde dietro una parola []

zione, il nostro egoismo. Lo sforzo costante

una massa di energia psichica, nata dalla

per liberarci dalle scaglie del male in noi, che

potenza del pensiero di un gran numero di

agiamo anche attraverso le parole, non pu

persone [] esiste unegregora [forma-pen-

che avvicinarci sempre pi a quel tanto di

siero NdA] della paura, una della violenza,

vero e di divino di cui la nostra anima de-

della menzogna, ma anche quella del perdo-

positaria.

no, dellamore, della tolleranza [] Limpatto

Anna Todisco

della vibrazione eterica nata da unegregora


sempre pi potente di quello che ha luogo
nel padiglione auricolare []
Non nutrire la sostanza impalpabile di certe
parole [] bisogna, invece, avere il coraggio
di riportare in vita altre parole, finora troppo
assenti nel vostro vocabolario. Grazie alla

Daniele Toccafondi

loro magia vibratoria, grazie allimpatto che


queste parole avranno negli altri, oltre che
nel vostro cuore, potr avvenire la grande
pulizia dalle impurit planetarie. Quante volte
parole comeamore, tenerezza, luce,

Il Raja Yoga e lesoterismo


Curatore: Luca Tomberli

Daniele Toccafondi

LA TRASFORMAZIONE
DELLE EMOZIONI
NEGATIVE (seconda parte)

La vita dellessere umano compie molte espe-

delle persone che frequenta. Andando ancora

rienze. Tutte quante sono necessarie per poter

pi nello specifico le stesse persone a seconda

comprendere meglio se stessi e il mondo. Co-

dei gesti che compiono ci possono trasmettere

munque la vera comprensione dellesistenza

sensazioni differenti. Questa capacit di percepi-

non pu prescindere dallaccettare quello che

re il sottile la via che possiamo percorrere per

siamo, ma ci la conseguenza della avvenuta

conoscere maggiormente la vita e poterci beare

capacit di utilizzare con sufficiente armonia le

delle sue molteplici potenzialit presenti nei suoi

forze presenti nei vari piani della coscienza. Il Si-

diversi gradi di realizzazione. Essendo continua-

gnore Buddha per mezzo delle Quattro Nobili

mente attiva una certa differenza di potenziale

Verit ci ha insegnato che la sofferenza esiste ed

nel campo di potere della vita, ci produce quel

causata, e soprattutto che possibile eliminar-

desiderio di completezza e di unione che il mo-

la attraverso il distacco che si apprende agendo

tore di ogni evoluzione presente in ogni essere.

rettamente nella vita. La capacit di essere di-

Il desiderio di trovare appagamento, se vissuto

staccati non vuol dire comportarsi in maniera

con un certo distacco, pu essere il propulsore

fredda in ogni situazione, cio non si deve diven-

per consentirci di vivere le cose con maggior leg-

tare dei merluzzi surgelati. Il vero distacco si pu

gerezza. In altre parole dato che ognuno di noi

vivere quando ci siamo fatti toccare dalla vita;

alimentato dal desiderio si tratta di prenderne

solo in quel preciso momento in cui non reagia-

atto e di utilizzarlo come propulsore per osserva-

mo meccanicamente abbiamo la possibilit di

re per quello che sono le meraviglie della crea-

esprimere energie costruttive al posto di quelle

zione, limitando cos quella tendenza alla dram-

distruttive. Ho usato il termine energia in quanto

maticit con cui manipoliamo gli eventi. La

il nostro agire composto da una gamma di vi-

tendenza a vivere le situazioni senza fluidit deri-

brazioni, l attivit umana non si manifesta sol-

va dal bisogno umano di cristallizzare la vita per

tanto nel piano denso della manifestazione. An-

poterla possedere a proprio piacere. Senza tene-

che il gesto, la parola, le emozioni e i pensieri

re conto del fatto che ogni impulso vitale deve

contribuiscono a modificare lambiente circo-

fare il suo giro di giostra. Per iniziare a lavorare

stante anche se non sempre ce ne rendiamo

alla trasformazione della nostra coscienza pos-

conto. Comunque sono aspetti della vita perce-

siamo partire individuando le aree di insoddisfa-

pibili da chi si pone in ascolto della manifestazio-

zione presenti nella nostra vita. Entrando sem-

ne. Ognuno di noi ha sperimentato come cambia

pre pi consapevolmente in contatto con queste

il proprio stato danimo a seconda dei luoghi o

zone della coscienza si percorre il Sentiero Spiri-

Daniele Toccafondi

tuale che conduce al Cuore. Comunque per do-

da modificazioni profonde della coscienza sono

vere di cronaca I Maestri insegnano che calcare

destinati ad essere limitati. La buona volont da

il Sentiero non facile n indolore. Non la nor-

sola non basta in quanto le distorsioni presenti in

ma compierlo in poco tempo, infatti ci vogliono

noi sono alimentate dal principio del piacere. Il

anni per riprogrammare la coscienza su frequen-

fallimento del tentativo di regolare con la morale

ze pi elevate, ma penso che non si possa com-

il principio del piacere sotto gli occhi di tutti.

pletamente eliminare la sofferenza senza attra-

Soltanto convertendo il piacere verso il positivo

versarla e ricomprenderla. Se siamo insoddisfatti,

tanto da integrarlo nella coscienza con la luce

nella nostra vita ci deve essere almeno una po-

dellanima potremo vivere con maggior pienezza

tenzialit che non riusciamo ad esprimere al me-

la nostra vita. Il principio del piacere la molla

glio. Penso che se non realizziamo qualcosa

dellesistenza, e se integrato positivamente per-

perch una parte di noi non vuole lasciarla anda-

mette di stare bene con se stessi e gli altri rag-

re. Ma cosa abbiamo paura di perdere? La soffe-

giungendo quellappagamento rispetto a cui sol-

renza!? Mi sembra proprio un bel paradosso, in

tanto lesperienza dellorgasmo pu essere

quanto da una parte ci lamentiamo del male che

utilizzata come termine di paragone. Nel ragiona-

ci causa la sofferenza mentre dallaltra cerchia-

mento fatto fin qui siamo giunti al punto in cui

mo di trattenerla in quanto siamo spaventati dal

per eliminare il dolore dalla nostra vita bisogna

cambiamento che deriverebbe dalla sua man-

lavorare sulle cause presenti nella coscienza, in

canza. Questo il nodo fondamentale, lessere

quanto bisogna trasformare lenergia distorta

umano spaventato dalla possibilit di essere

che dentro di noi. Per continuare il viaggio nella

libero di occuparsi del mondo in quanto lo sente

coscienza bisogna tener conto che essa si com-

in antitesi con il bisogno di preoccuparsi di se

porta come materia ed energia, come gi scritto

stesso. Sin dai primi giorni di vita si impara ad

nei precedenti articoli. La coscienza, vista nel

attirare lattenzione degli altri. Fino a che i corpi

suo aspetto materiale, viene plasmata continua-

non sono costruiti sufficientemente naturale

mente dagli impulsi emessi dallattivit. Nello

ricercare protezione. Invece quando siamo adulti

specifico sono i chakra che registrano la qualit

continuare ad attirare lattenzione come se fosse

degli impulsi emessi durante lazione e quindi re-

una questione vitale alimenta la sofferenza, in

gistrano quegli eventi al loro interno. Adesso se

quanto gli altri non potranno mai riconoscerci se

consideriamo la coscienza da un punto di vista

noi per primi non ci riconosciamo accettando ci

energetico ed immaginiamo di vederla dallalto ci

che arriva dalla vita, dato che siamo comunque

potrebbe apparire come un insieme composto

ben altro. La pulsione dellavidit instaura un cir-

da zone luminose ed altre oscure, per le quali

colo vizioso che per alimentarsi trova come ca-

lesempio pi adatto lo spazio. Le stelle possia-

pro espiatorio laltro. In questo modo si continua

mo compararle ai nostri pregi mentre le zone

a mantenere in piedi il paradosso della sofferen-

della coscienza oscure sono paragonabili a dei

za; infatti da una parte pensiamo che vogliamo

buchi neri in quanto la luce dellanima, cio la

eliminarla ma poi incolpando gli altri proteggiamo

volont del bene, del bello e del vero, viene di-

la vera causa del problema, cio le parti distorte

storta dallelevata forza di gravit che emettono.

di noi stessi. Infatti i tentativi di cambiamento se

La forza distorcente dellimmagine deriva da un

applicati soltanto allesterno e non accompagnati

evento molto traumatico precedente che ha im-

pressionato la coscienza e di cui rimasta traccia

della materia che, oltrepassati, permettono di

in maniera consistente dato che la materia ha la

trovare le chiavi per aprire le porte che conduco-

capacit di essere impressionata quando linten-

no al Cuore. Intorno allimmagine karmica vi

sit della forza che la colpisce sufficiente. Mas-

una corazza energetica che regola il flusso vitale

simo Rodolfi insegna che limmagine karmica

verso linterno e verso lesterno. La corazza pro-

uno spazio presente allinterno di un chakra che

tegge limmagine karmica controllando i flussi

ha una certa qualit energetica in rapporto alla

vitali che potrebbero metterne in crisi la struttura

qualit che lha impressa. Le immagini karmiche

vitale dato che si basa principalmente su energia

sono esperienze fatte in altre incarnazioni che

cristallizzata. Infine vi la maschera che ha il

hanno sintetizzato una serie di vite precedenti

compito di occultare limmagine karmica. La ma-

dove sono state vissute modalit in sintonia con

schera la rappresentazione esteriore dellim-

una qualit in particolare. Ad esempio, lespe-

magine karmica, nasconde la qualit che la moti-

rienza drammatica di essere buttati gi dalla tor-

va per cercare di attirare energie similari e

re che si impressa in un Chakra tramite unim-

complementari in modo da nutrire e quindi pre-

magine karmica la sintesi di una serie di azioni

servare le strutture create intorno allimmagine

caratterizzate dalla violenza, sia subita che agita,

karmica per la sua sopravvivenza. In questo

perpetuate in diverse vite, che hanno creato nel-

modo limmagine karmica tenta di preservarsi,

la coscienza un clima emotivo e mentale legato

anche se poi il vivere consumer il funzionamen-

alla violenza, che ha poi trovato unespressione

to di difesa permettendo sempre pi alla luce

adeguata in unazione cos evidente che si im-

della coscienza di riconquistarsi questo spazio

pressa nella coscienza come un sigillo. Dato che

che per diverse incarnazioni era sfuggito al suo

la coscienza non conosce discontinuit le vite

controllo. Una volta che tutte le immagini karmi-

successive saranno caratterizzate dalla presenza

che saranno trasformate, ossia saranno bruciati

dellimmagine karmica in uno o pi chakra, e

tutti i semi del karma come insegna Patanjali ,ci

quando essa si risveglier proietter dei flussi

coincider con lilluminazione in quanto la ristabi-

energetici che andranno a modificare i pensieri e

lita comunicazione tra tutte le parti della coscien-

le emozioni. Unimmagine karmica attiva pu in-

za conduce ad un Regno pi luminoso della vita.

fluenzare cos tanto la coscienza da far rivivere

Luca Tomberli

emotivamente e mentalmente situazioni del


passato. Sembra che gruppi di immagini karmiche ne abbiano una di riferimento e che nel loro
insieme rappresentino degli archetipi collettivi
distorti del genere umano. Disattivare linfluenza
delle immagini karmiche costituisce il percorso
che la coscienza dellumanit deve compiere.

Daniele Toccafondi

Con lapprossimarsi alla vetta il sentiero si far


sempre pi stretto tanto che le immagini con cui
il discepolo si confronter saranno sempre pi
sintetiche. Esse rappresentano laltra faccia della
medaglia di modelli collettivi insiti nelle pieghe

Antica saggezza e scienza moderna


Curatore: Gianluca Fontana

Daniele Toccafondi

LA MACCHINA DEL TEMPO...


PRT PORTER
Nel 1985 esce un film, interpretato da Mi-

do la teoria delle stringhe; b) raggiungere del-

chael J. Fox e Christopher Lloyd, destinato a

le velocit prossime a quelle della luce, in ac-

diventare un cult cinematografico: Ritorno al

cordo con la relativit speciale; c) creare dei

futuro. Siamo a Hill Valley, in California. Marty

campi gravitazionali molto intensi, secondo la

uno studente liceale, con una famiglia, di-

teoria della relativit generale. Con la precisa-

ciamo, non proprio ideale. Ha, per, un amico

zione che tutte e tre le vie consentono, alme-

speciale, un anziano e bislacco inventore, di

no in teoria, il viaggio nel futuro, e la prima

nome Doc, che ha trasformato una macchina

anche quello nel passato.

sportiva in una macchina del tempo. Grazie

Dunque, possibile costruire una macchi-

ad essa, Marty fa un viaggio nel passato e

na del tempo? Secondo Paul Davies, fisico

quando ritorna al futuro trova la sua famiglia

e divulgatore scientifico di fama mondiale,

completamente cambiata. Suo padre uno

la risposta affermativa. Al punto da aver

scrittore di successo, sua madre una donna

scritto nel 2003 un libro, edito da Mondadori,

in forma smagliante, suo fratello e sua sorella

intitolato proprio Come costruire una macchi-

due persone in carriera. Marty, andando nel

na del tempo. Tuttavia, la realizzazione di un

passato, ha fatto in modo che per la sua fami-

viaggio nel passato o nel futuro, secondo le

glia si avverasse il sogno americano. Per lui

modalit suddette, presenta a oggi enormi

sembra cominciare una nuova vita, quando

difficolt tecniche. Per questo sembra che

sopraggiunge Doc, esortandolo a partire per

qualcuno stia cercando unaltra strada. il

un nuovo viaggio temporale. Questa volta nel

caso dellingegnere astronautico Vadim Cher-

futuro.

nobrov e del suo marchingegno: una capsula

Ora, chi di noi, come Marty, non farebbe vo-

metallica di due metri di diametro, allinterno

lentieri un viaggio nel passato, oltre che per

della quale dei forti campi elettromagnetici

curiosit di crononauta, per poter cambiare

rotanti sarebbero in grado di rallentare o ac-

in meglio il proprio presente? Molti di noi lo

celerare il procedere del tempo. Tuttavia ci

farebbero.

dice Chernobrov se un crononauta, andan-

Ma viaggiare nel tempo possibile? La scien-

do nel passato, cercasse di interferire con

za ammette questa possibilit. E, in sintesi,

gli avvenimenti, interverrebbe un qualcosa

i principali modi che propone per riuscirci

in modo tale che non ci potrebbero essere

sono i seguenti: a) individuare dei cosiddetti

conseguenze sul futuro; oppure, il viaggio di

wormhole o cunicoli spazio-temporali, secon-

ritorno farebbe perdere il crononauta in un...

Daniele Toccafondi

10

universo parallelo.

ti. I primi sono esperienze avvenute in una

In conclusione, dunque, anche se la scienza

data incarnazione che non sono ancora state

ammette la possibilit teorica di viaggiare nel

superate del tutto, e ogni qualvolta nel pre-

tempo, le difficolt tecniche per realizzarlo a

sente si verifica una situazione che in qualche

oggi sono enormi e, anche superandole, vi-

modo ricorda quellesperienza, la persona in

sitare il passato non permetterebbe di poter

questione viene come sbalzata indietro nel

cambiare il presente facendovi ritorno.

tempo e costretta a vivere il presente come

Proviamo, ora, a vedere la cosa dal punto di

se fosse il passato. In scienza esoterica, que-

vista della scienza esoterica. Secondo essa,

ste esperienze, di solito traumatiche, sono

lessere umano non solo costituito dal cor-

conosciute come immagini karmiche.

po fisico, bens anche da altri corpi che, per

Per capire meglio, facciamo un esempio.

la finezza della loro materia, sono detti corpi

Supponiamo che, in una data incarnazione,

sottili. Essi interpenetrano il corpo fisico e ne

una persona sia precipitata nel vuoto, schian-

debordano per un certo spessore, formando

tandosi a terra. Quellesperienza, a suo tem-

quellalone noto come aura. Il primo di essi

po, ha determinato in lei delle sensazioni

leterico, nel quale circola il prana, grazie al

fisiche, delle emozioni e dei pensieri molto

quale il corpo fisico mantenuto coeso e vi-

dolorosi che sono stati registrati in ogni detta-

tale. Il secondo lastrale, responsabile della

glio nei suoi chakra. Visto che, nella vita in cui

capacit delluomo di provare passioni, emo-

il trauma avvenuto, di certo quella persona

zioni e sentimenti. Il terzo, infine, il menta-

non ha avuto modo di elaborarlo, nella vita

le, dal quale dipende la possibilit dellessere

successiva, a livello inconscio, quel trauma

umano di formulare pensieri. Questi tre corpi

rimarr e da quelle profondit della coscienza

sottili, insieme a quello denso, fanno luomo

condizioner la sua esistenza, impedendole

quale noi lo conosciamo: un essere in grado

di avere una vita normale riguardo alle altez-

di agire-sentire-pensare, che, vita dopo vita,

ze. Quella persona, per esempio, non potr

accumula esperienze piacevoli e dolorose e

fare un panoramico viaggio in mongolfiera

cos si evolve. In ciascuno dei tre corpi sotti-

o salire sulla ruota panoramica del Prater di

li poi, e precisamente lungo lintera colonna

Vienna. Ma anche, pi semplicemente, non

vertebrale e nella testa, esistono i sette cen-

potr prendere laereo e magari neppure

tri di archivio e controllo della coscienza uma-

guardare dalla platea del circo un trapezista

na, noti come chakra. In linguaggio informa-

che si lancia in un triplo salto mortale. Per-

tico, i sette chakra potrebbero essere definiti

ch in tutte quelle occasioni, il suo inconscio,

gli hard-disk della coscienza, poich in essi

la riporterebbe indietro nel tempo allistante

sono registrate, come sotto forma di softwa-

angoscioso in cui stava per cadere, ai mo-

re, le innumerevoli esperienze fisiche-emo-

menti interminabili in cui stava precipitando,

tive-mentali che quel dato essere umano ha

allistante terribile dellimpatto. Con tutta una

compiuto nel suo lungo ciclo di incarnazioni,

serie di effetti psico-fisici come il panico, la

da quelle pi piacevoli a quelle pi dolorose.

tachicardia e cos via.

Questi software sono di due tipi: quelli anco-

Ora, se una cosa del genere non funziona

ra parzialmente attivi e quelli ormai disattiva-

come una vera e propria macchina del tem-

po! Ma terminiamo lanalisi esoterica. Nel

dirigendo la sua consapevolezza sulle perce-

caso sopra esposto, si pu parlare di software

zioni fisiche e sulle emozioni che in quelloc-

karmico ancora attivo; e ci per evidenti mo-

casione emergono. Questa volta, il dolore del

tivi! Se, invece, il trauma, in qualche modo,

trauma passato ri-sentito in misura maggio-

stato completamente elaborato, esso per-

re, ma maggiore anche lentit dellelabo-

de il potere di condizionare la vita presente

razione che ne consegue. Il tutto in accordo

della persona, pur rimanendo registrato negli

a una legge fondamentale della guarigione

archivi della sua coscienza, con la possibili-

esoterica, ripresa dalla psicanalisi, secondo

t, quando il grado evolutivo lo permetter,

cui si guarisce da un trauma tanto pi quanto

di essere anche ricordato nei suoi dettagli. In

pi lo si rivive consapevolmente nella propria

questo altro caso, si pu parlare di software

coscienza. Con il risultato che, ad ogni viag-

karmico non pi attivo.

gio nel passato, la persona ha la possibilit di

Viene, allora, spontaneo chiedersi come un

guarire una parte significativa del suo trauma,

trauma, quale quello descritto, possa essere

modificando cos il suo presente...

superato. Diciamo che un superamento lento

Ora, concludendo, tutto questo che cosa ci

di tipo automatico avviene semplicemente

porta a dire? Beh, che la vera macchina del

vivendo e... soffrendo un giorno dopo laltro,

tempo siamo noi! Una macchina che non pre-

una vita dopo laltra: un po come nel caso

senta alcun problema tecnico di realizzazio-

di una ferita che, con il tempo, si rimargina.

ne; anzi, esiste gi. Che non solo permette

Ma questo non lunico modo. Esiste anche

di andare nel passato, ma consente di poter

un superamento di tipo indotto, che avviene

modificare, facendovi ritorno, il proprio pre-

grazie al fatto che la persona utilizza degli

sente. Una macchina, peraltro, che facile

strumenti che accelerano il superamento del

da portare sempre con s: per lappunto, prt

trauma: un po come nel caso di una ferita

porter!

che venga regolarmente trattata con un op-

Gianluca Fontana

portuno cicatrizzante.
Ora, uno strumento di fondamentale importanza per lelaborazione del trauma costituito dalla consapevolezza. In questo senso.
Quando la persona del nostro esempio, nella
quotidianit, si trova a soffrire per via dellaltezza, ha due possibilit di vivere questa
esperienza. La prima di tipo inconsapevole:
come se la persona fosse dentro lesperienza, obnubilata. In questo caso, il dolore del

Daniele Toccafondi

trauma passato ri-sentito in misura minore,


ma minore anche lentit dellelaborazione
che ne consegue. La seconda, invece, di tipo
consapevole: come se la persona, lucida,
guardasse se stessa vivere lesperienza,

11

Conoscere la conoscenza
Curatore: Andrea Innocenti

Daniele Toccafondi

LA CONSOLAZIONE
DI UN VETERO
SESSANTOTTINO DELUSO

12

Oggi sembra essere abbastanza di moda le-

proprie azioni nella vita. Cos inizia Kempis:

conomia alla quale inevitabilmente segue la

Caricarsi sulle spalle una situazione gravosa,

politica. Circa quarantacinque anni fa abbia-

lo si fa solo se si masochisti o per auto-pu-

mo avuto una grossa, direi, Effervescenza

nirsi. Oppure se si spinti da uno slancio di

al riguardo; uso questo termine, perch chia-

amore e di desiderio di aiutare. Altrimenti,

mare rivoluzione il movimento, che storica-

nessuno vorrebbe accollarsi una situazione

mente va sotto il nome di sessantotto, mi

che gli porterebbe solo affanni e fatiche.

sembra oggettivamente molto inappropriato.

Chiss quale di queste motivazioni spinge i

Le speranze di moltissimi giovani di tutto il

vostri politici a voler assumere il governo del

mondo fra questi annovero anche il sotto-

vostro paese che a detta di tutti si trova in

scritto hanno avuto in quegli anni una po-

condizioni di sfascio generale. Certo, il desi-

tente spinta verso una giustizia ed eguaglian-

derio disinteressato di correggere le cose e

za finalmente terrene e non solo vagheggiate

portarle allefficienza, altrimenti si dovrebbe

nel mondo delliperuranio degli idealisti. Ma

pensare che <<governare>> o far finta

lalba del giorno nuovo sperato si rapida-

porta dei vantaggi personali tali da compen-

mente eclissata con il passare delle ore, ov-

sare il rischio di non riuscire e il conseguente

vero degli anni, fino a divenire loscura notte,

discredito che dovrebbe venire a chi non ha

che tuttora ci avvolge. Molte e molte volte,

saputo risolvere i problemi che si era accolla-

rimuginando deluso dentro di me, mi sono

to, perch me lo consentirete chi fallisce,

chiesto le ragioni di questa sconfitta. Tante le

almeno la faccia dovrebbe perderla. Invece,

ipotesi possibili, ma di queste non far men-

qui sembra che tanto pi uno fallisca o, dai

zione, perch mi sembra inutile addentrarsi

fatti, si dimostri incapace e tanto pi diventi

nei meandri di teorie politiche, che potrebbe-

unautorit politica Questa comunicazio-

ro spiegare la causa dello svuotamento prima

ne dei primissimi anni ottanta, come si

e del ribaltamento poi della giovanile aspira-

vede sono passati pi di trentanni. Cos

zione. Trascriver invece, commentandoli,

cambiato dallora? Direi niente, abbiamo an-

alcuni brani tratti da un messaggio del mae-

cora scandali, inefficienze, malversazioni. Vo-

stro Kempis (voce apparsa nelle comunica-

glio per fare notare la sottile, ma efficacissi-

zioni del Cerchio Firenze 77), che a mio pare-

ma, ironia del maestro che, non criticando

re danno una nuova prospettiva della realt,

direttamente nessuno, indirizza subito lat-

che si basi sulla piena responsabilit delle

tenzione dellascoltatore allaspetto psicolo-

Daniele Toccafondi

gico del problema, perch come meglio

ne, divenuta di massa, ma spesso menzo-

vedremo pi avanti allintimo di ognuno

gnera e fuorviante, crea lillusione di una real-

che volto il messaggio. Ancora Kempis:

t limpida e certa. Il maestro sveglia la co-

Lideologia pi giusta quella che ricono-

scienza dellascoltatore spingendolo ad esse-

sce agli uomini gli stessi diritti: le differenze

re pi consapevole del mondo che lo circon-

per cui si collocano nella societ in posti di-

da, ma soprattutto della sua azione in esso.

versi, debbono scaturire dal loro intimo esse-

Continua Kempis: Il giusto concetto di

re e dalle intrinseche capacit. Nientaltro

giustizia di dare a ciascuno ci che gli do-

pu e deve determinare lassegnazione di

vuto in base a dei principi generali ed astratti.

una carica o di una funzione. Molte volte, in-

Cio non fare dei favoritismi e trattare diver-

vece, i migliori e onesti dirigenti sono rimossi

samente chi si trovi in analoghe condizioni.

dai loro posti perch disturbano col loro op-

Per quando, per uningiustizia, ad alcuni si

porsi alle cose ingiuste e disoneste. In loro

dato di pi, non si pu ricreare leguaglianza

sostituzione mettono degli incapaci che, con-

togliendo quello che diventato un diritto

sapevoli di non avere i titoli per occupare quel

loro, cio riportandoli indietro; ma semmai

posto, si sentono grati a chi li ha tanto favoriti

portando avanti tutti gli altri, dando a tutti lo

e non se la sentono di opporsi al comando di

stesso trattamento vantaggioso. Ma siccome

fare delle ingiustizie. Daltra parte, al potere

dal punto di vista della realizzazione pratica

non interessa tanto avere degli esecutori ca-

molto pi conveniente togliere che dare, si

paci, quanto ubbidienti. Se, in una non tanto

toglie prima che tutti chiedano lo stesso trat-

balzana ipotesi, qualcuno venisse in posses-

tamento migliore; e per avere il consenso dei

so di documenti compromettenti circa lattivi-

pi e non perdere voti, si grida allo scandalo e

t di chi occupa un posto al vertice di qualche

si mostrano i vantaggi goduti da alcuni come

partito e si mettesse in mente di consegnarli

ingiustizie rimediabili solo con metodi tuziori-

al partito antagonista per vedere cadere la te-

stici. In altre parole, si gioca sulla psicologia

sta del disonesto, rimarrebbe deluso; perch

delluomo meschino il quale preferisce non

il partito antagonista non far mai scoppiare

avere nulla piuttosto che qualcuno abbia di

lo scandalo, sapendo che nellipotesi migliore

pi; il quale se a taluno dato di pi, anzich

tutto si risolverebbe con un cambio di perso-

pensare che prima o poi tutti dovranno avere

na mentre, lasciando le cose come sono, po-

lo stesso trattamento di favore e lottare per

tr sempre manovrare a suo piacere il disone-

questo, preferisce che la giustizia sia ristabili-

sto col ricatto dello scandalo Ancora que-

ta togliendo a quelli il beneficio goduto. La

ste parole sembrano di oggi, il potere afferma

democrazia indubbiamente migliore della

sempre se stesso nel medesimo modo, con

dittatura perch le scelte non sono di pochi,

linganno, il ricatto e locculto tramare. Svelar-

ma della maggioranza, e quindi dovrebbero

ne le modalit assai difficile, grande stato

essere lespressione di interessi pi genera-

linsegnamento di Niccol Machiavelli al ri-

lizzati: per state attenti che non diventi una

guardo; da questo punto di vista Kempis non

dittatura mascherata, nella quale le scelte

dice niente di nuovo, ma fa sempre bene ri-

sono di pochi e si fanno approvare dai pi,

cordarle, soprattutto oggi che la comunicazio-

falsificando la realt e, in definitiva, prenden-

13

dosi gioco di loro Questo brano pu appa-

tamento errato. E a proposito di causa e di

rire reazionario, ma facendo attenzione si

effetto, se siete fra quelli che non si interes-

comprende che tocca punti psicologicamen-

sano della politica del vostro paese, o se ve

te assai rilevanti, perch la coscienza che

ne interessate solo per i vantaggi che posso-

qui viene messa in gioco. Analoga situazione

no venirvene, o se ponete attenzione alla po-

proprio oggi la stiamo vivendo. Soloni delle-

litica solo se tocca i vostri interessi, se ritene-

conomia e della politica vorrebbero togliere

te giusta una decisione solo perch ha la pa-

quelle garanzie, che sono state conquistate

ternit del vostro partito, se scendete in piaz-

dai lavoratori dopo anni di lotta e di sacrifici, in

za solo quando ve lo dicono, se vi sembra

nome del fatto che non attualmente facile

giusto che sia tolto agli altri quando non pote-

estenderli anche a coloro che si stanno solo

te avere voi, se le cose che vi ho detto le sa-

ora affacciando al mondo del lavoro, i cos

pete ma non le fate, allora voi fate parte del

detti precari. giusto cercare leguaglianza,

popolo ignorante e quel che avete ve lo meri-

ma questa deve essere verso lalto e non al

tate: perci non lamentatevi se vi trattano

basso. Luomo meschino trova pi comodo

come siete trattati. Larticolo si chiude con

adattarsi in una situazione letargica di male

questultimo brano nel quale si trova la sinte-

comune piuttosto che fare lo sforzo di muo-

si delle ragioni del fallimento di tutte le giova-

versi verso un maggiore bene per tutti. Anco-

nili speranze sessantottine. Esse sono dovu-

ra da Kempis: La mia critica rivolta, pri-

te alle limitazioni della coscienza indivi-

ma di tutto, alle persone perch sono quelle

duale. Si potrebbe pensare non esserci spe-

in difetto, prima che il sistema sociale. Per-

ranza, per chiunque sia convinto dellesi-

ci, anzitutto, sono le persone che debbono

stenza della Legge del Karma pu trovare

cambiare. Queste cose vi dico perch trovia-

forza e fiducia nella convinzione che la vita

te il coraggio di essere onesti nella disonest

stessa ha costruito lo strumento capace di

generale. <<Perch?>>, mi chiedete?

muovere la coscienza. A noi resta il compito,

semplice. Se vi sembra che le cose non vada-

affinch le conseguenze delle nostre azioni

no bene in questa generale dissolutezza, ado-

siano meno dolorose, di fare lo sforzo verso

peratevi per cambiarle con quanto potete

una sempre maggiore consapevolezza.

fare, cio essendo voi stessi onesti. Certo,


direte voi, noi siamo una goccia che poco
peso ha nel mare; tuttavia, quello quanto vi
spetta di fare. E il fatto che se anche lo fate
non porta conseguenze generali, non giustifica la vostra lacuna, non vi sottrae da quella
catena di responsabilit che finir col rendere

Daniele Toccafondi

inevitabile un effetto traumatico. Poi, dimenticate le ragioni per cui tale effetto si determinato, vi sembrer ingiusto che ne soffriate
le conseguenze, mentre altro non sar che la
naturale conseguenza di un passato compor-

14

Andrea Innocenti

Il Sentiero Iniziatico
Curatore: Massimo Rodolfi

Daniele Toccafondi

NOI SIAMO GI IMMORTALI,


OVVERO ALIENS GO HOME
Da qualche tempo sta circolando sul web la no-

Risvegliato. Pare invece che a Itskov abbia fatto

tizia delliniziativa finanziata dallimprenditore rus-

un effetto diverso, secondo me non tanto illumi-

so Dmitry Itskov, relativa al progetto di immor-

nante. In pratica questo ha pensato di prendere

talit per lessere umano entro il 2045. Questo

il cervello umano, buttare via il corpo, salvare i

progetto, che prevede che noi uomini diventia-

dati su di una chiavetta e poi buttare via anche

mo intelligenze artificiali immortali, si sviluppa in

il cervello; tutto questo da qui al 2045. Ma dai

quattro tappe. La prima prevede, entro il 2020, il

ragazzi!! Vi sembra un lavoro normale? Metti che

perfezionamento di cyborg privi di sistema nervo-

uno stacchi la spina al computer, dopo con cosa

so centrale, comandati a distanza.

lo proietti lologramma? Ma vi sembra una vita

La seconda tappa prevede, entro il 2025, la ca-

possibile? Il bello che questo qua ha gi anche

pacit di isolare ed estrarre il cervello umano,

dei seguaci, segno che la madre dei senza consa-

assieme a una porzione di spina dorsale, per tra-

pevolezza molto prolifica.

piantarlo in un robot dalle sembianze umane, che

Ammettiamo pure che la tecnologia attuale, con

potrebbe per durare molto di pi di un normale

i suoi prevedibili sviluppi, ci consenta di realizzare

corpo fisico. La terza tappa dovrebbe realizzarsi

quanto vuol concretizzare il nostro magnate rus-

attorno al 2030-2035 e prevede la replica digita-

so, credete in questo modo di realizzare limmor-

le del nostro cervello, che dovrebbe essere in-

talit? Bella immortalit, relegati dentro a un chip,

stallata su di un computer. Lultima tappa infine,

a diventare la sbiadita memoria di una replica vir-

prevede leliminazione di ogni aspetto di fisicit

tuale. Metti che vuoi mangiare un gelato, cosa

dellessere umano, per consentirgli di vivere uni-

fai, chiedi ad un altro ologramma che te lo vada a

camente in una dimensione digitale, manifestan-

comprare e che te lo spiaccichi sulla tastiera del

dosi eventualmente attraverso un ologramma in

computer? Quando poi ti vuoi bere un bicchieroz-

grado di replicare le ormai obsolete sembianze

zo di Chianti, spera che lo abbiano digitalizzato

umane.

bene, altrimenti ti si pone lo stesso problema di

Pare che il nostro riccone abbia preso le mosse

prima, sai che guaio il vino sulla tastiera? Scusa-

da una presa di coscienza, evidentemente pro-

te, consentitemi un commento scurrile: ma che

fonda, del fatto che, per quanti soldi potesse pos-

vita di merda! Ovviamente io preferisco morire

sedere, prima o poi sarebbe invecchiato e ineso-

quando ora, permanendo in un vecchio corpo,

rabilmente morto. Questo tipo di consapevolezza

acciaccato e corrotto dagli anni, concludendo na-

port Siddharta Gautama alla ricerca dellillumina-

turalmente e dignitosamente quella che, ancora

zione, che lo condusse poi a diventare Buddha, il

per poco, si potr chiamare una vita umana.

15

Daniele Toccafondi

16

C tutto un filone, diciamo di pensiero, secon-

to, ma di fatto un problema loro, legato alla

do me chiaramente NON UMANO, chiamato

loro scarsa e imperfetta percezione, visto che i

Transumanesimo che mira a separare luomo

chiaroveggenti di ogni epoca e tradizione, di fat-

dalla propria umanit, interfacciandolo con le

to confermano questa struttura molteplice della

macchine e mettendolo in rete, auspicando una

coscienza umana, pur nella sua unicit e indivisi-

specie di coscienza alveare, che dovrebbe addi-

bilit. Quindi, rendiamoci conto che c poco da

rittura migrare verso altri pianeti per colonizzarli.

ballare, siamo fatti proprio cos, e non possiamo

Anche il nostro casareccio Casaleggio, nei sui vi-

esistere senzanima. Anche se tu che leggi ti con-

deo Gaia e Prometeus indica una tale direzione,

sideri ateo, la tua convinzione non modificher il

che considera come evoluzione il tecnologizzare

fatto che anche tu hai unanima, che non credi di

la nostra coscienza e metterla in rete. Il proble-

avere, ma che rappresenta il vero progetto di tut-

ma vero che ci sono gi un sacco di deficienti

te le incarnazioni del tuo essere umano. Quando

che considerano figo farsi innestare microchip o

lanima si distacca dal corpo sopraggiunge quel

comunque spingersi in questa direzione di totale

fenomeno comunemente chiamato morte, che

connessione di s ad internet. La questione po-

caratterizza semplicemente labbandono, tempo-

trebbe sembrare banale, e riservata ad alcuni ap-

raneo peraltro, di un veicolo fisico, da parte del

passionati di tecnologia e\o di fantascienza, ma,

principio superiore della nostra coscienza.

come vedremo, invece molto pi complessa,

Lignoranza di questa realt ci che favorisce

profonda, e soprattutto di interesse e rilevanza

una visione, tutto sommato, ancora meccanicisti-

generale, visto che quello che viene ipotizzato,

ca di una scienza che ci considera come dei mec-

di fatto si sta gi realizzando, a nostra insaputa,

canismi, nei quali il problema quello di riparare

coinvolgendo tutta lumanit.

o sostituire i pezzi di ricambio. In questo senso

A questo punto non posso far altro che tenere

si sta orientando la ricerca medica. La conoscen-

una breve lezione di anatomia e fisiologia esote-

za, e la paura, di questa realt invece alla base

rica, per ricordare chi veramente lessere uma-

secondo me di tutte le teorie transumaniste, che

no e come funziona. In realt noi siamo Angeli

in verit sono, secondo quello che vedo io, le-

Solari, monadi di natura spirituale, che attraverso

spressione ideologica di razze aliene allumanit.

unanima, un corpo mentale, un corpo astrale, un

Quello che caratterizza determinate razze aliene,

corpo eterico, ed infine un corpo fisico, ci mani-

presenti ora sul nostro pianeta, il loro essere

festiamo in tutte le relative dimensioni dellesi-

parassiti dellumanit, e la natura collettiva della

stenza, che sono fondamentalmente sette. Di

loro coscienza che, a differenza di noi umani, pre-

queste, la dimensione fisica lultima in ordine

vede il non avere unanima individuale. Io sorride-

di densit vibratoria, ed esiste solo in subordine

rei poco, ritenendo queste argomentazioni fanta-

a quelle di natura pi elevata. Il che significa che

siose e un po squilibrate, perch sono recenti le

non pu sussistere un corpo umano, salvo casi

dichiarazioni dellex premier russo Medvedev sul-

particolari che non considereremo in questa cir-

la presenza aliena sulla Terra. Anche il Vaticano,

costanza, che non sia espressione di unanima,

in tutta la sua prudenza, ha fatto recenti aperture

estrinsecazione a sua volta dello Spirito Imperitu-

allesistenza di forme di vita aliena, e prevedo fa-

ro che manifesta la nostra vera natura.

cilmente che dovremo abituarci a rivelazioni sem-

I pi non credono a quanto ho appena descrit-

pre pi frequenti sullargomento.

Daniele Toccafondi

Non voglio qui stendere un trattato sulle forme di

tuttavia, e rispetto al livello della nostra, la loro

vita aliena che vivono ora sulla Terra, ma solo par-

tecnologia senzaltro pi evoluta, cosa che, as-

lare di ci che pi rilevante ai fini delle minacce

sociata al loro essere subdolo, rende abbastanza

che insistono pesantemente in questo momento

difficile riconoscere il loro modus operandi, dal-

sullumanit nel suo complesso. Questi parassiti

tronde tipico dei veri parassiti. Un corpo umano,

hanno bisogno, per vari motivi ed in vari modi, di

che sia permeato dallelevata frequenza espressa

utilizzare i nostri corpi fisici, ma trovano un gros-

da unanima evoluta, risulta particolarmente com-

so ostacolo nella natura spirituale della nostra

patto e coerente, in pratica repellente, per i nostri

coscienza, che rende difficile luso dei nostri

indesiderati inquilini.

corpi. Diciamo, per capirci, che questi esseri fun-

per questo motivo che essi si adoperano in

zionano alla maniera degli Avatar dellomonimo

ogni modo per abbassare la frequenza della co-

film, che io considero il primo chiaro film alieno

scienza umana, rendendola il pi possibile abietta

della storia, e che, da bravi coglioni che siamo,

e truculenta. Il vero problema che questi esseri,

abbiamo fatto diventare un successo mondiale.

presenti sulla Terra da sempre, sono riusciti ad in-

Ossia essi sono delle entit, perlopi esistenti

filtrarsi nelle pieghe del potere espresso in ogni

in dimensioni non fisiche, praticamente senza

aspetto della vita umana, condizionandola sem-

identit personale, quanto piuttosto collettiva,

pre di pi. Multinazionali di ogni settore e governi

che sono molto attratti dalla possibilit di usare

mondiali dei maggiori paesi, sono ampiamente

un corpo fisico, o di succhiarne lenergia eterica,

controllati da qualcuna di queste razze aliene,

favorendo le emozioni pi basse che noi umani

spesso anche in conflitto tra di loro, ed agiscono

possiamo provare.

il loro potere per i loro scopi, che comprendono,

Per loro diviene di vitale importanza allontanare il

fra laltro, la riduzione della popolazione mondiale

pi possibile questo scomodo intruso, che la

e il completo asservimento dellumanit attraver-

nostra anima, ed quello che stanno realizzando

so un controllo globale delle coscienze.

sotto i nostri occhi, sotto il nostro naso, senza

La logica che sottost alla loro attivit non quin-

che praticamente nessuno se ne accorga e cer-

di umana, ed anche questo un motivo che ci

chi di reagire. Da questo punto di vista verrebbe

consente di comprendere perch sia spesso cos

da dire che ci meritiamo quanto sta accadendo,

difficile comprendere le scelte sia di certi gover-

ma a me piace pensare che le difficolt che lu-

ni che di certe grandi imprese industriali. Non

manit sta attraversando serviranno per la sua

solo il profitto che le guida, ma una mentalit alie-

evoluzione. Almeno speriamo che sia cos, altri-

na che deve assoggettare lumanit, per renderla

menti ci troveremo tutti, come gi preconizzato

pi funzionale alle loro necessit vitali. La cosa

dal vate italico Casaleggio, entro il 2016 con un

triste che lavidit della maggior parte degli es-

Avatar che ragioner al posto nostro.

seri umani valido supporto alle intenzioni aliene,

Per comprendere il perch del comportamen-

per cui si pu veramente dire che ci sono uomini

to dei nostri parassiti dobbiamo parlare di fre-

che stanno vendendo il pianeta per un piatto di

quenze. Infatti la loro forma di vita si esprime in

lenticchie. Lidiozia e la stupidit vengono sempre

frequenze vibratorie che sono particolarmente

pi diffuse attraverso i mezzi di comunicazione,

basse, determinando un livello di coscienza pa-

divenuti veri e propri strumenti di alienazione.

rimenti basso. In relazione a questa condizione

Emozioni sempre pi cruente e materialistiche

17

Daniele Toccafondi

18

vengono stimolate in ogni settore dellesistenza,

nervoso ed immunitario, mentre veniamo educati

cercando di favorire la separazione degli umani

al brutto, allorrido, al crudele ed allirreale, fin dal-

dalla realt concreta, e limmersione totale in una

la pi tenera et, attraverso luso di videogiochi,

realt sempre pi virtuale, e in quanto tale sem-

computer e televisione. E queste sono solo al-

pre pi facilmente pilotabile.

cune delle pi evidenti aggressioni che lumani-

Lobiettivo quello di allontanare totalmente les-

t sta subendo, mentre non poche sono quelle

sere umano dalla sua anima, per renderlo di fatto

invisibili, artatamente occultate dalle tecnologie

un guscio vuoto da utilizzare sic et simpliciter. Pi

energetiche dei nostri parassiti.

che di Avatar, io parlerei di zombie, questo il fu-

Se pensate che non esista la tecnologia di cui

turo che vorrebbero per noi, futuro nel quale non

sto parlando, sappiate che di pochi giorni fa la

si potrebbe pi certamente parlare di umanit,

notizia della creazione della prima replica in pro-

ma di qualcosa di ibrido e non meglio definibile.

vetta di un cervello umano, creato a partire da

E noi, in una certa misura gli stiamo dando una

cellule staminali, mentre sta facendo passi da gi-

mano, accondiscendendo a gran parte di queste

ganti lo studio dellinterfaccia tecnologico uomo-

manovre, accettando labbruttimento ed il degra-

macchina-computer. gi possibile visualizzare a

do spirituale come norma comune di vita. I nostri

video i sogni ed i pensieri di una persona, per non

parassiti hanno tempo e favoriscono cambiamen-

parlare che di ricerche note e non coperte da se-

ti lenti, ma inesorabili, nella qualit della nostra

greto militare. Si sta parlando con entusiasmo di

vita e della vita del pianeta. Mi ricordano i vara-

tecnologia indossabile, grazie alla quale potremo

ni di Komodo, che basta che scalfiscano anche

essere sempre in rete, connessi a un mondo

solo leggermente la preda con i loro denti, perch

che di reale avr sempre meno. Che bello poter

questa si avveleni lentamente, ma senza scam-

condividere di continuo su Facebook ogni battito

po. Tutto ci mentre lintera comunit di questi

di ciglia, o potersi rincoglionire non-stop veden-

rettili assiste, anche per settimane, allagonia

do tutti i rigori della propria squadra del cuore, o

dellanimale, pregustando in modo vigliacco e

seguire il proprio serial preferito in continuazione

subdolo il momento della sua morte.

sui nostri google-occhiali.

Nasciamo, e subito veniamo vaccinati con so-

Ma ci rendiamo conto di dove stiamo andando?

stanze che in realt, invece di tutelare la nostra

Gi cos siamo gi tutti controllati e influenzati

salute la danneggiano, immettendo nei nostri

in un modo che nemmeno ci immaginiamo, vo-

corpi dannosissime nanoparticelle, e adiuvanti di

gliamo veramente regalargli letteralmente anche

natura tossica. Sempre di pi si introducono psi-

il nostro cervello, servendoglielo su di un piatto

cofarmaci, fin dallinfanzia, per non essere agita-

dargento? Le pi spinte ipotesi complottiste

ti. Lalimentazione, nei cosiddetti paesi civilizzati

vengono ogni giorno superate da una realt che

ormai tutto fuorch naturale, condita di ogm,

si fa sempre pi incredibile. di poco tempo fa

nanoparticelle ed inquinanti di ogni tipo. Lam-

la notizia del fatto che il governo americano spia

biente scientificamente inquinato dal rilascio di

tutti gli utenti internet... e qualcuno si anche

sostanze tossiche, in modo particolare dalle ope-

meravigliato, perch, pensavate di no? E pensate

razioni di aerosol clandestine ormai comuni da

che in Italia stiamo meglio? E questa non che la

anni nei cieli di quasi tutti i paesi del mondo. Fre-

punta delliceberg.

quenze di ogni tipo danneggiano il nostro sistema

Ora Itskov ci vuol fare diventare immortali, ma

il fatto che dobbiamo semplicemente renderci

do. Io li vedo... sono Luce pura. La maggioranza

conto che noi SIAMO GI IMMORTALI. Lo la

dei bambini sono esseri gi elevati, che hanno

nostra anima, non il nostro corpo, ma perch cos

raggiunto in vite precedenti un alto grado di evo-

ha deciso la vita a cui apparteniamo, nella perfe-

luzione spirituale. Questi non sono qui per caso,

zione della sua totalit. Ci sono leggi di natura che

e la natura non commette errori, per cui, per me

non possono essere infrante. Possiamo tentare,

lecito supporre che quando questi avranno rag-

per esempio, di aggirare la legge del karma, o leg-

giunto un grado sufficiente di maturazione dei

ge di causa-effetto, ma scopriremo che pi cer-

veicoli che usano per manifestarsi, lumanit do-

chiamo di sfuggire alla morte, prima la troveremo

vr necessariamente essere qualcosa di diverso

a Samarcanda, come ci raccontava una canzone

da quello che adesso.

di tanti anni fa. Migliorare la nostra esistenza, si-

Questa cosa molto temuta da coloro che vo-

gnifica in primo luogo accettarla nella sua inte-

gliono dominarci nella maniera pi bieca che noi

grit, per poi capire che migliorare la condizione,

possiamo immaginare, e stanno facendo di tutto

anche del nostro corpo fisico, significa compren-

per evitare che questa realt si compia. Soprat-

dere meglio i moti della nostra coscienza.

tutto i piccoli cuccioli dellumanit sono presi di

Mi stupisce poi la posizione del Dalai Lama, figu-

mira, con manovre che cercano di limitare il loro

ra che ho apprezzato da tanti punti di vista, che

enorme potenziale, per ricondurli, per quanto

si schierato tra i primi sostenitori dellimpresa

possibile, a condizioni di abbruttimento, fisico,

di questa infingarda immortalit. Scusa Tenzin

emotivo e mentale. Ma i nostri parassiti, non

Gyatso, ma cosa ti capitato? Ma come capo

avendo unanima, non riescono bene a compren-

del buddhismo tibetano non ti ricordi che esiste

dere che cosa significa lenorme potenza che la-

il karma? Che senso ha ricercare limmortalit in

nima stessa pu sprigionare, e ritengono che le

un veicolo illusorio nel regno dellimpermanen-

loro subdole manovre possano avere, in qualche

za? E non ti viene in mente che questo tentativo

maniera, un effetto definitivo.

di supposta immortalit, vada contro al karma

Cari aliens, toglietevelo dalla testa, noi siamo gi

dellindividuo e dellumanit, e che comunque ha

immortali, lumanit un osso molto pi duro da

come fine proprio quello di distaccarci dal vero

inghiottire di quanto si possa pensare, e questi

principio della nostra immortalit, ossia la nostra

bambini non mancheranno il loro compito, per

anima? Mah, lascio in sospeso ogni giudizio, ma

cui rassegnatevi: questo pianeta troppo per

non mi piace questa posizione.

voi. Alla Terra spetta un altro destino, quello di

In queste prospettive cupe dov la cosa bella?

divenire un pianeta sacro, a patto che gli umani

Intanto devo ribadire che, nonostante una situa-

accettino di riconoscere il loro retaggio di Angeli

zione che diventa sempre pi pericolosa giorno

Solari. Non ce la farete cari, non ce la farete, e

dopo giorno, io rimango profondamente ottimi-

poi ricordatevi che io vi vedo, e so riconoscervi,

sta. Lumanit ce la far a riscattarsi... come?

occhio alla penna...

Daniele Toccafondi

Evolvendo necessariamente ad un livello di co-

Massimo Rodolfi

scienza pi elevato. Non mi stancher di ripetere che la cosa che mi conforta maggiormente in
questo senso, da un po di anni a questa parte,
sono i bambini meravigliosi che stanno nascen-

19

Mitologia e Sentiero Iniziatico


Curatore: Graziano Fornaciari

Daniele Toccafondi

ERCOLE E LUCCISIONE
DEGLI UCCELLI DI STINFALO

20

Con la nona fatica Ercole giunge alla palude

la sicura direzione. Infatti, lintuizione insorse

di Stinfalo in Arcadia, regione della Grecia in

palesandosi al suo agire attraverso due nac-

Peloponneso, e subito vide stagliarsi davanti

chere di bronzo che ricevette da Atena (dea

a lui un fetido pantano, sopra il quale volteg-

della sapienza e molto probabilmente degli

giavano una moltitudine di uccelli che faceva-

aspetti pi nobili della guerra), le quali erano

no molto rumore, uccelli che ogni volta che

state costruite da Efesto (dio del fuoco e del-

venivano disturbati si alzavano in volo oscu-

la metallurgia). Ercole cominci a sbattere fra

rando la luce del sole. Gli uccelli avevano un

di loro le nacchere ed il loro rumore assor-

aspetto orrido con dei becchi di ferro affilati

dante allontan gli uccelli facendo cadere il

come spade e con piume che sembravano

silenzio nella palude.

aste dacciaio.

Ad ogni azione occorre una reazione uguale

Allinterno di questo stormo tre uccelli, in

e contraria ed anche attraverso questo epi-

particolare, si scagliarono verso Ercole, che

sodio possiamo comprendere la Legge del

respinse lattacco con una clava cercando

Karma, rimandando indietro ci che si pro-

continuamente la soluzione al compito asse-

dotto. In questo caso il fracasso di una mente

gnatogli. La clava non sort un grande effetto

non disciplinata che impedisce al sole centra-

e allora prov con arco e frecce ma anche

le, la nostra anima, di illuminare e direzionare

questa volta con scarsi risultati. Lesperienza

adeguatamente il nostro agire.

sempre un valore importante, di fronte alle

Questa fatica si svolge nel segno del Sagit-

battaglie non possiamo non agire se non at-

tario che rappresenta laspirante concentrato

traverso il nostro vissuto, listinto, legato alla

in una sola direzione, larciere a cavallo che

mente razionale, che impedisce di cogliere

va dritto alla meta, come una freccia verso

lintuizione necessaria. Esiste un tempo per

il bersaglio. A questo proposito vi confesso

ogni cosa e ci che pu apparire inutile alla

che sono sempre stato affascinato da archi

personalit, vincolata alle proprie aspettative

e frecce, fino ad acquistare auto di una nota

e illusioni, risulta necessario allanima, la qua-

marca che ha come fregio una freccia alata.

le scioglie gradualmente ci che impedisce

Certo la mia scelta non dipesa solo da que-

una chiara visione.

sto, il portafoglio ha inciso molto, ma quel

A questo punto, il nostro Eroe, si ricord di

dardo scagliato e sorretto da energie superio-

antiche parole che gli rammentavano che la

ri mi ha sempre affascinato.

fiamma brilla al di sopra della mente ed indica

La prova in Sagittario sancir la riuscita di ci

Daniele Toccafondi

che non accadde in Ariete, dove il tentativo

zio sancir la nostra abilit nel corretto uso

di Ercole di catturare le giumente antropo-

delle frecce del pensiero. Lautentico uomo

faghe fall perch interag con loro in modo

del sagittario molto potente; potente per-

personalistico e non dal punto di vista della-

ch anche il segno della concentrazione in

nima. In Sagittario uccise gli uccelli antropo-

ununica direzione, essendo stata vista per la

fagi dimostrando controllo e padronanza dei

prima volta la meta. Potente perch il perio-

propri pensieri e di conseguenza delle proprie

do che precede immediatamente la nascita

parole. Senza questi requisiti non vi pu es-

del Cristo. Il potere si ottiene amando, iden-

sere iniziazione. Lopposto di questo segno

tificandoci con gli esseri umani, si pu amare

Gemelli che rappresenta la dualit, mentre

gli altri con tutte le loro colpe, senza aria di

il Sagittario lunit, la personalit unificata.

superiorit, riconoscendo di essere stato, un

In questo modo ci si libera dalle illusioni e si

tempo, come loro. Ricordate il detto chi

intravede la meta, come larciere sul cavallo

senza peccato scagli la prima pietra? Qual-

bianco (simbolo della divinit) raffigurato an-

cosa del genere, quindi occhio alla penna, in

che come un centauro con arco e frecce.

questo caso occhio alla freccia del pensiero,

Il Sagittario rappresenta il segno del silenzio,

in poche parole stiamo in campana cercando

anticamente il neofita doveva sedere e non

di discriminare il suono del nostro vero S.

parlare, doveva lavorare e osservare, condi-

Vi sono tre costellazioni connesse con questo

zioni indispensabili per entrare nel Regno dei

segno, la Lira, lAra e il Drago. La Lira larpa

Cieli. La lezione che si dovr apprendere in

a sette corde che laspirante comincia a suo-

questo segno la limitazione nel parlare me-

nare e fa della sua vita una musica. Questo

diante il controllo del pensiero, rinunciando

strumento stato donato da Apollo al figlio

alle forme ordinarie del parlare, alle chiac-

Orfeo, il quale discese negli inferi per ritrova-

chiere inutili e limitandosi nel parlare di cose

re la sposa Euridice. Questa costellazione

spirituali.

facilmente riconoscibile con laiuto di Vega, la

Le vere limitazioni sono date da ci che ab-

stella pi luminosa del cielo estivo.

biamo detto e fatto e non certo da condizioni

Euridice, figlia di Nereo e Doride, fuggendo

esterne. Il giusto uso del pensiero, il control-

da Aristeo che la voleva sedurre, calpest un

lo della parola e la conseguente innocuit sul

serpente che la morsic a morte. Orfeo deci-

piano fisico, conducono alla liberazione, liberi

se di scendere nellAde, il regno dei trapas-

di salire la montagna delliniziazione come il

sati, e di strapparla alla morte convincendo

capro in Capricorno, riconoscendo che lunica

Caronte a traghettarlo allaltra riva dello Stige

modalit che ci deve tenere legati allumanit

(uno dei cinque fiumi dellinferno), giuntovi

rappresentata dal servizio.

commosse i signori degli inferi, i quali accon-

Nello zodiaco vi sono due porte cosmiche

sentirono che Euridice tornasse in vita a patto

rappresentate dal Cancro (porta dellincar-

che Orfeo, nel viaggio di ritorno, non la guar-

nazione) e dal Capricorno (porta del regno

dasse mai in volto fino al momento in cui non

spirituale), la porta del Sagittario definita

avessero rivisto la luce del sole.

una porta minore che possiamo attraversare

Orfeo prese per mano la sua sposa, ma ad un

prima della scalata. Attraversare questo spa-

certo punto, dubbioso del fatto che stesse te-

21

nendo per mano unombra e non Euridice, si

posti gli aspetti purificati della personalit con

volt a guardarla dimenticando la promessa

il chiaro intento di tradurli in servizio.

fatta, condannando di fatto Euridice ad una

Il Drago il serpente della saggezza che,

seconda morte. A questo punto egli tent di

in Gemelli, lopposto del Sagittario, Ercole

convincere ancora Caronte di riportarlo dalla

ha affrontato avente le sembianze dellIdra.

sua sposa ma senza successo e allora, addo-

Secondo la mitologia il Drago Ladone, mo-

lorato, si rifugi su di un monte dove molte

stro a guardia dellingresso del giardino delle

donne tentarono di sedurlo, in modo partico-

Esperidi, in cui crescono le mele doro, che

lare le Baccanti (seguaci di Dionisio Bacco).

Ercole uccise nella fatica in Gemelli. La testa

Le Baccanti deluse dallessere continuamen-

del Drago riposa ai piedi della costellazione

te ignorate uccisero Orfeo gettando la sua

di Ercole, non lontano dalla stella Vega, dove

testa in un fiume. Il delitto rimase impunito e

il suo corpo si snoda tra lOrsa Maggiore e

per punizione gli Dei provocarono una pesti-

lOrsa Minore. Allinterno della costellazione

lenza in Tracia che provoc la reazione degli

del Drago vi la stella Thuban, la quale era

abitanti, i quali consultarono loracolo per ave-

la stella polare degli antichi egizi circa 4800

re lumi su come scongiurare il tutto e ricevet-

anni fa.

tero come risposta che bisognava ritrovare la

Anche attraverso le costellazioni ci possia-

testa di Orfeo.

mo rendere conto della triplicit della vita

La testa fu trovata da un pescatore nella

tendente a creare la maggiore sintesi possi-

grotta di Antissa, nellisola di Lesbo, e subi-

bile, immergendoci negli inferi della nostra

to cominci a parlare e a profetizzare, ma in

coscienza, per poi riemergere dalle paludi e

questo modo gli oracoli di Apollo non veni-

posizionare sullaltare del proprio cuore i doni

vano pi ascoltati, provocando la sua ira che

dello spirito, i quali, dovranno essere utilizzati

manifest recandosi dalla testa gridandogli

in un servizio che dovr divenire sempre pi

di smettere di interferire con il suo culto. Da

inclusivo.

quel momento la testa tacque per sempre e

I tre uccelli che disturbavano, come citato da

apollo mise la sua immagine nel cielo forman-

Alice Ann Bailey nelle Fatiche di Ercole, rap-

do la costellazione della Lira.

presentano modalit umane molto comuni:

LAra laltare sul quale laspirante ripone

i pettegolezzi crudeli, parlare di se stessi in

su di esso tutto ci che ha, con lo spirito di

modo egoistico e gettare le perle ai porci...

colui che non pu fare altrimenti senza ali-

ma di questo vi parler nel prossimo articolo.

mentare un senso di amara rinuncia. Questa

Graziano Fornaciari

costellazione ha la forma di una sedia con i


braccioli ed una versione del mito ci riporta
allaltare del centauro Chirone, il pi saggio

Daniele Toccafondi

tra gli esseri viventi. La costellazione anche


associata allaltare eretto da No dopo il diluvio universale, allaltare di Mos, allaltare
del tempio di Salomone e a molti altri ancora,
come laltare del proprio cuore ove vengono

22

Astrologia esoterica
Curatore: Maria Grazia Barbieri

Daniele Toccafondi

PISCES,
IL SALVATORE DI ANIME
Pisces, terzo e ultimo segno dacqua dopo

ra inferiore e la natura superiore delluomo e

Cancer e Scorpio, rappresenta lultima pro-

nuotano uno verso il basso e uno verso lalto:

va che luomo deve superare per divenire

uno esprime linvoluzione dello spirito nella

un iniziato e potere essere un Salvatore del

materia, laltro invece rappresenta levoluzio-

mondo. Dopo avere attraversato e compreso

ne della materia che glorificata vuole innalzar-

gli altri undici segni, dovrebbe risultare facile

si al cielo. Il legame, per, forma un punto

alluomo comprenderne il significato, invece

di fissit che innesca un movimento rotato-

si ritrova in mezzo ad una grande confusione,

rio allinterno del quale il conflitto fra bene e

non sa pi ritrovare il bandolo della matassa

male, fra salita e discesa, fra salvezza o dan-

e rischia di perdersi in mezzo alle contrastan-

nazione, si fa arduo, ma dal quale il pi forte

ti dualit espresse da questo segno, a meno

uscir vincitore. I due pesci comunque non

che non ritorni sui suoi passi e cerchi di os-

potranno mai separarsi n la direzione essere

servare Pisces nei due sensi di percorrenza

una sola; quello che deve avvenire lo scio-

della ruota, quello comune, involutivo e quel-

glimento dei legami con le cose terrene per

lo inverso, evolutivo; allora inizia a ritrovare la

permettere che lumano possa fondersi con il

strada della comprensione e riesce a leggere

divino, riportando luomo alla sua natura origi-

il messaggio di questo segno.

naria, riportando la sostanza alla sua essenza.

Sono infatti necessarie entrambe le defini-

Lentrata in manifestazione fisica avviene in

zioni, quella exoterica e quella esoterica per

Cancer, ma la storia evolutiva delluomo inizia

capire come mai, dopo avere visto luomo

sotto linflusso di Pisces, segno appartenen-

compiuto, come servitore dellumanit, in

te alla croce mobile, la quale governa luomo

Aquarius, ci ritroviamo ora con un altro ani-

da uomo comune ad aspirante. Infatti luomo

male quale simbolo di un segno zodiacale.

su questa croce ha in s le caratteristiche del

Simbolo di Pisces, infatti, sono due pesci le-

Cristo interiore, ma latenti ed inespresse per-

gati fra loro, che volgono in direzioni opposte,

ch ancora sottomesse alla forma, nel sen-

uno lanima e laltro la forma, le quali sono

so che il potere dellanima ancora passivo

una schiava dellaltra; lanima nel percorso

mentre quello della forma estremamente

involutivo schiava della forma poi nel per-

attivo.

corso evolutivo si liberer dalla prigione della

Poi parlando di Capricornus, segno apparte-

forma e la personalit sar allora dominata

nente alla croce cardinale, abbiamo visto che

dallanima. I due pesci simboleggiano la natu-

era necessario scalare la vetta e conseguire

23

Daniele Toccafondi

24

liniziazione per potere accedere ad Aquari-

natura. Pisces, come tutti i segni di acqua,

us e divenire cos un Salvatore del mondo in

in grande sintonia con il piano astrale ed

Pisces. Quindi facile cadere in confusione

emotivo, nei suoi aspetti superiori, ma anche

e non riuscire a comprendere questo segno

nei suoi aspetti inferiori, riferiti pi che altro

proprio perch esso esprime sia linizio sia la

ai sensi, che lo portano verso un aspetto ma-

fine del percorso evolutivo delluomo, in esso

gico della vita, e un esempio chiarificatore di

c lalfa e lomega, c la dissoluzione che

questo atteggiamento il medium che, in

porta alla rinascita, a un nuovo principio.

trance, conduce sedute spiritiche per con-

Pisces allinizio del percorso evolutivo si

tattare laldil. Poi sotto linflusso della cro-

esprime con una tendenza spirituale molto

ce mobile, attraverso le energie di Virgo, suo

inibita, infatti un segno di grande inibizione

opposto polare, luomo inizia a sviluppare

e di grande impedimento. Anche la persona

lintelletto che lo porter a dominare il corpo

nativa di Pisces molto inibita nellespressio-

astrale ed emotivo rendendolo capace, con

ne della sua potenza creativa e della sua forza

lintuizione, di esternare il Cristo interiore ce-

interiore, fatica ad esternare queste qualit, e

lato sotto alla materia.

non riesce a concretizzare e realizzare in pra-

Quindi la natura inferiore di Pisces espressa

tica quello che sente interiormente. Questo

da medianit, astralit, negativit e passivit,

il suo atteggiamento verso la vita esteriore,

qualit che devono essere trasformate in un

poich molto emotivo ed impressionabile,

aspetto superiore, trasmutando cos la me-

al punto da lasciarsi pervadere da una molti-

dianit di basso livello in mediazione, ovvero

tudine di fobie e di ossessioni date dal sottile

nella capacit di connettersi con ci che sta in

velo che separa la sua mente cosciente dai

alto, con lanima. In Pisces il potere psichico

piani invisibili del suo subcosciente.

inferiore della medianit del percorso involuti-

La storia di Giona e la balena rappresenta

vo deve essere trasmutato in facolt spirituali

molto bene il significato di Pisces, come se-

pi elevate, che permetteranno di contattare i

gno di inibizione e di impedimento, e lo stato

piani superiori dellevoluzione, e la chiaroveg-

di coscienza delluomo a questo punto delle-

genza negativa e astrale deve essere trasfor-

voluzione; Giona rappresenta lanima ancora

mata in percezione spirituale, cio in capacit

prigioniera della personalit, rappresentata

di connettersi con il piano causale, dimora

dalla balena, e lanima non riesce a liberarsi

dellanima, dove la verit non pi offuscata

del cosiddetto contatto con lacqua; infat-

dalle mille distorsioni della personalit.

ti luomo deve fare un lungo ed estenuante

La medianit derivante da una astralit ne-

viaggio nel suo inconscio prima di potere rag-

gativa viene illuminata, vagliata e verifica-

giungere il suo S superiore.

ta attraverso lintelletto e con la capacit di

Nella fase iniziale del cammino, nel giro co-

discriminazione trasformata in mediazione.

mune, luomo, sotto linflusso di Pisces,

Lastralit porta in contatto con piani bassi e

passivo, negativo, istintivo, ricettivo solo agli

negativi perch solo luso della mente pu

stimoli materiali dellambiente esterno, e

portare a un contatto con lalto, con la parte

dotato di una grande astralit, che lo porta a

spirituale delluomo. Una volta operate que-

possedere capacit medianiche, ma di bassa

ste trasmutazioni (lo psichismo inferiore in

facolt spirituale, la medianit in mediazione,

ora pronta per essere salvata, e la salvezza

la chiaroveggenza in percezione spirituale, li-

non pi la salvezza di unanima individuale,

stinto in intelletto) finalmente luomo pu ac-

ma una salvezza che potremmo definire di

quisire laccesso diretto al piano dellanima.

gruppo. I Salvatori del mondo venuti fra noi

In questo lavoro di trasmutazione luomo

e Cristo in modo particolare, hanno elevato

sostenuto dai pianeti reggenti di Pisces, che

lintera umanit verso la luce dellanima, dan-

sono Giove sul piano della personalit e Plu-

do un esempio con la loro vita della via da

tone sul piano dellanima e della monade,

seguire, facendo risuonare la nota alla qua-

quindi abbiamo in manifestazione sui rispetti-

le lumanit doveva vibrare per compiere un

vi piani il 1 e il 2 raggio.

passo avanti sul Sentiero evolutivo. Questa

Mediante Giove affluisce energia di 2 raggio,

volta, probabilmente, il Salvatore del mondo

di amore e saggezza, che unisce, che fonde

non verr fra noi incarnato in un copro fisi-

in coscienza i due pesci, cio anima e forma,

co, ma operer attraverso un gruppo che egli

anche se inizialmente in Pisces questa rela-

stesso sta preparando a questo compito.

zione si presenta come schiavit, poich i

Questo gruppo di anime esiste gi e sta lavo-

due pesci non possono sfuggire uno allaltro,

rando in silenzio, con la meditazione e con la

mentre Plutone, tramite lenergia di 1 rag-

consapevolezza nel cuore di servire lumanit

gio, distrugge le forme che pi non servono e

al punto da essere dimentichi di s, e, in con-

che ancora tengono in schiavit lanima, per-

tatto con la propria spiritualit, che manifesta

ch ricordate sempre che Plutone distrugge

il Cristo, riversare la Sua forza e il Suo amore

la forma ma mai la coscienza.

sugli uomini, seguendo il lultimo comanda-

Il volere, espressione del 1 raggio e lamore,

mento che egli ha dato agli uomini: Un nuo-

espressione del 2 raggio, sono energie che

vo comandamento vi do, che vi amiate gli uni

devono congiungersi in un rapporto sintetico,

gli altri.

cio deve verificarsi una fusione perfetta fra

Maria Grazia Barbieri

amore e mente, nelliniziato che intende essere un Salvatore di anime. Ecco perch troviamo il Salvatore del mondo in Pisces, perch ha unito in s il 1 e il 2 raggio, la volont
e lamore. La volont senza amore distrugge,
ma lamore senza il volere non riesce a costruire nulla. Il volere deve avere come motivazione lamore, solo cos si riesce a servire e
liberare lumanit dalle sue catene.
Le catene che tengono prigioniero luomo

Daniele Toccafondi

non sono altro che i suoi limiti, le sue energie


distorte che ancora albergano nella personalit a livello fisico, emotivo e mentale. Ma lumanit intera, dopo avere tanto lavorato per
purificare ed elevare questi tre corpi inferiori,

25

geometria sacra
Curatore: Enrica Battaglia

Daniele Toccafondi

LA SIMBOLICA MAGIA
DI UNA FOGLIA

26

Vitruvio, larchitetto e matematico vissuto a

simbolico, archetipico, ancestrale e spirituale

Roma nel primo secolo a.C., affermava con

di ogni tipologia di vegetale, che si adopera,

la leggerezza espressiva di una favola a lieto

grazie alla propria perfezione strutturale,

fine, che nella creazione artistica di motivi di

a fare da tramite tra la materia ( luomo) e il

ornamento vegetali, lartista non trasferisce

suo significato pi profondo (spiritualit). Sul

semplicemente limmagine dellorganismo

nostro pianeta, dove il simbolo divenuto il

vegetale in s ma la legge strutturale che

mezzo, lo strumento attraverso cui poter tra-

gli appartiene. I numeri aurici caratterizzano

scendere la materia e potersi connettere al

spontaneamente il mondo vegetale, tant

divino, il mondo vegetale ha dato il proprio

che il loro utilizzo, in ogni ambito, diviene sa-

contributo, rendendo il sentiero della trasfor-

cro. Possiamo elencare una serie di piante,

mazione che conduce alla libert intriso di

le cui foglie, fiori, frutti o il movimento di un

messaggi segreti, testimonianza di una vita

tralcio, siano diventati simboli, comunicando

pi ampia che ci vede tutti uniti da fili di luce

canoni di bellezza, ed esprimendo vita attra-

in un mondo pi elevato. La simbologia del

verso larte. In ogni civilt la decorazione

mondo vegetale trae la sua forza dalla per-

espressione del modo di essere di un popolo,

fezione raggiunta dallo stesso regno, dalle

caratterizzandone la cultura, la religione e gli

sue funzioni alchemiche, capaci di nutrire e

aspetti spirituali. Elementi ripetitivi che han-

curare luomo non solo fisicamente, ma an-

no dato origine a stili e hanno caratterizzato

che negli aspetti pi elevati e raffinati della

epoche, come le foglie dacanto in Grecia e a

sua coscienza attraverso la bellezza emanan-

Roma, che ornano tuttoggi i classici capitelli

te delle sue espressioni, che con larte vie-

corinzi preservati nei siti archeologici; come

ne elogiata fino a raggiungere la sensibilit

le foglie di loto, che in India sono divenute

spirituale che dentro di noi. In tutti i tempi

simboli sacri legati alla trasformazione della

luomo non ha fatto che riprodurre se stesso

coscienza e rappresentati nelle raffigurazio-

rispecchiandosi in ci che gli risuonava, attra-

ni dei chakra e delle divinit corrispondenti;

verso la simbologia delle forme, delle auriche

oppure come i fiori del papiro, che hanno

proporzioni comuni a tutta la manifestazione

ornato i pilastri dei templi dellantico Egitto,

delluniverso, ancora pi in evidenza attra-

o ancora i tralci di foglie di vite nellespres-

verso lespressione particolare della natura.

sione artistica e spirituale cristiana. In tutti

Le costruzioni umane, dalle pi semplici alle

gli esempi possiamo riconoscere il valore

pi strutturate, hanno in comune la tenden-

Daniele Toccafondi

za a riprodurre la realt circostante come un

poter cos esporre i cloroplasti alla luce del

frattale dove sempre sar facile ritrovare una

sole e far si che la luce penetri completamen-

qualche affinit con il mondo vegetale, sia

te nei tessuti. Le foglie sono inoltre gli organi

esso un fiore o una foglia o un albero, osser-

in cui, nella maggior parte delle piante, hanno

vato con lattenzione capace di percepirne la

luogo la respirazione e la guttazione (fuoriu-

sintesi armonica che risuona dentro lanimo

scita dacqua che permette la traspirazione

di chi prova gioia nellaccordare gli strumenti

quando le condizioni atmosferiche sono sfa-

musicali della propria coscienza. Per carpire

vorevoli). Le foglie possono immagazzinare

in modo semplice le caratteristiche essen-

elementi e acqua ed in alcune piante le loro

ziali del mondo naturale dobbiamo entrare

forme sono modificate per altri scopi. Ri-

dentro di esso, sentendo come allo stesso

guardo alladdentrarsi sulla struttura, anato-

modo stiamo entrando dentro di noi; in que-

mia e classificazione di una foglia rimando

sto momento magico si accorderanno i toni

a fonti specializzate sullargomento, mentre

e, anche se inconsapevolmente, avvertiremo

per il mio scopo i semplici precetti che ho

un senso di pace che sovviene nel sentirci

enunciato possono essere daiuto in questo

vibrare in armonia con il creato, sia esso un

articolo per renderci conto della complessit

bosco, un albero, un fiore o una foglia ma-

funzionale di un piccolo organo vivente come

gari una foglia che con leggiadra grazia sta

la foglia, una foglia qualunque che nei giorni

cadendo dal ramo che lha accolta, che lha

che precedono la primavera sente la vita che

nutrita durante la sua breve, seppur impor-

si fa strada nella legnosit di un ramo ossuto

tante vita. Anche attraverso di lei il miracolo

reduce del freddo e del gelo dellinverno che

della vita ha assolto alla sua funzione: liberare

ha preceduto la bella stagione. La durezza di

parti di ossigeno nellatmosfera, nutrimento

quel ramo diviene tenerezza e i primi butti-

essenziale per la vita su questo meraviglio-

ni verde chiaro fanno capolino, giorno dopo

so pianeta, lequivalente degli atomi di gioia

giorno crescono trasformando la forza vitale

che un cuore elevato pu emanare nelletere

nella manifestazione di un organo capace di

donando pace a chi gli sta accanto. Lo studio

trasformare lanidride carbonica in glucosio e

scientifico delle piante materia della botani-

ossigeno, elementi importantissimi per ren-

ca, la disciplina della biologia che si occupa di

dere laria respirabile. La nostra foglia non

conoscere la struttura anatomica e fisiologi-

crescer a caso, ma la sua anatomia presenta

ca di tutti gli organismi vegetali, di analizzar-

una perfezione accurata, avr una certa for-

ne le funzioni ed il nutrimento che elargisce

ma e nervatura, una distanza ritmica rispetto

rendendo possibile la vita su questo pianeta.

alle foglie che la precedono e che la seguono.

Prendiamo ad esempio gli studi fatti su una

Anche cos si esprimono le auriche armonie

foglia, come quella caduta dallalbero di cui

che contaminano lUniverso,

prima raccontavo, sono stupefacenti! Dalla

magia della vita di una foglia, un insieme di

definizione di Wikipedia: La foglia definita

leggerezza, colore, forma e movimento capa-

come un organo delle piante specializzato per

ci di ispirare pensieri damore nellanimo poe-

la fotosintesi clorofilliana. Per questo scopo

ta che c in ognuno di noi.

una foglia normalmente piatta e sottile per

attraverso la

Enrica Battaglia

27

Fitoterapia energetica
Curatore: Donatella Donati

Daniele Toccafondi

LALIENO TI CURA LA VITA

28

Purtroppo, sempre pi spesso, allinterno del-

repellenti) farebbero diventare inappetente il

le nostre coscienze, accade questo: lasciamo

mio ingordissimo cane. Quello che mi irrita

troppo spazio alle nostre recriminazioni, alle

che lavorano sulla miseria delle persone, sia

nostre rabbie e alle nostre pretese, spesso di

su quella emotiva (senn non accetterebbero

origine infantile, che vengono gonfiate come

di lavorare con loro) che su quella economica,

palloncini colorati da chi le usa come cibo

che, ovviamente, vanno a braccetto.

astrale. Io ne so qualcosa...

Generalmente sono ditte americane che usa-

Come se non bastasse tutto il lavoro che ci

no nanotecnologie (gi la parola nano con me

fanno sulle coscienze, ci si mettono anche le

non va daccordo); a parte le questioni di ca-

linee fitoterapiche aliene. Nel mio percorso

rattere personale... cosa ci si infila, davvero,

da erborista ho conosciuto ditte gestite da

attraverso quei bei cerotti che agiscono men-

stregoni, ditte che vendevano prodotti che

tre dormi? Poi ti svegli pi magro, pi forte,

non contenevano nulla (sotto un aspetto fito-

pi bello e... pi sintetico!

terapico), ma oggi prende sempre pi piede

Ma secondo voi gli antichi galenici usavano

la fitoterapia aliena.

sali di silicio per curare la gente? Nanotecno-

Ci sono pi ditte aliene con milioni di dipen-

logie e fitoterapia coshanno in comune???

denti online, questo perch, spesso, sono

Io non ho, in campagna, vicino alle mie piante

ditte che lavorano in maniera occulta e sottile

di menta, ciuffi di nanoparticelle che cresco-

e che gestiscono il loro patrimonio via web.

no al sole...

Ma perch loro funzionano e la nostra linea

Dai, forza! Lo so che il tutto subito attira, che

fitoterapica no?

le cose facili sono le pi simpatiche a pelle.

C un motivo predominante: lavidit. Questi

Ma se ci vogliamo un po di bene ora di

signori agiscono sullavidit umana, perch,

smettere di venire a compromessi con la pu-

attraverso meccanismi di marketing che non

tredine aliena; lasciate usare a loro il silicio,

vi sto a spiegare, ti assicurano unentrata,

le nanotecnologie e largento colloidale! Voi

ma... e c sempre un ma! Ti obbligano, spes-

usate le piante medicinali che questo piane-

so, a comprare ed usare i loro prodotti. Ahia-

ta ci regala, con le loro interazioni, i loro fiori

hihai!! Lessere umano, furbo come il due di

meravigliosi e le loro propriet ancora incredi-

coppe quando briscola bastoni! Ma possi-

bilmente sconosciute.

bile? Leggero legame, eh? Poi buoni i loro

Tutto questo mercato del finto naturale, anzi

prodotti... solo le confezioni (spesso scure e

direi del costruisci il tuo corpo di sintesi senza

sforzi e senza stress, mi ha fatto molto pen-

qua in campagna con mio padre, burbero to-

sare. Sicuramente non abbiamo i mezzi per

scanaccio di ottantanni che ha fatto la guerra

affrontare un lancio nel mercato della linea

e che si emoziona nel vedere crescere le sue

Exalux, ma si radicato in me il desiderio di

carote!!! Non lo sa, non sa quello che vivia-

darmi una mossa e iniziare a far conoscere

mo in molti, di giorno e di notte, ma so che

una linea fitoterapica vera, innovativa, ma

se fosse a conoscenza realmente di ci che

soprattutto: una linea di luce. Exalux stata

faccio ne sarebbe orgoglioso.

studiata solo ed esclusivamente per sanare i

Non ho paura, cerco di non averne perch so

nostri corpi fisici dallo schifo che respiriamo,

che serve quello che diffondo e quello che ho

dalle sostanze che ci irrorano continuamente

creato. Non ho paura perch anche io penso

sulla testa, dai cibi transgenici che mangiamo

ai bimbi bellissimi che ci sono in giro e alle

e anche dalle sostanze tossiche che come

persone che, come mio padre, amano la terra

eccipienti addolciscono i nostri farmaci. Io

e la vita tutta, con tanta semplicit.

sono stanca di una vita finta, sintetica, priva

La linea Exalux, un giorno, spazzer via la pu-

di contatto umano, dove, ahim, aiuterebbe

tredine aliena e finalmente ci cureremo attra-

una carezza... ma ti viene data la pillola!

verso lamore e la luce delle piante.

Daniele Toccafondi

Lo dico ora, con un groppo alla gola, che sono

Donatella Donati

29

La Coppia sul Sentiero


Curatore: Giorgio Ricci Garotti e Monica Giovannini

Daniele Toccafondi

COMUNICAZIONE
E INCONTRO (prima parte)

30

Trattare tutti allo stesso modo (equanimit)

i piani della personalit, mente-emozioni-

diviene in pratica trattare ognuno in modo di-

corpo, necessariamente e adeguatamente,

verso perch la vita una (ed equanime

sfasati, per ognuno dei partners, non pu es-

infatti), ma ognuno ne fa parte e vi parteci-

serci ancora, allinterno di quel famoso pro-

pa nella e con la sua diversit. Quando sentii

cesso creativo, pi volte menzionato (ma mai

questa cosa la prima volta da Massimo Ro-

abbastanza), pensiero-parola-azione, un flus-

dolfi anni e anni or sono ma sempre molto

so comunicativo coerente, armonico, utile ed

di moda come ogni vero insegnamento

efficace; scambio e comunicazione autentici

rimasi alquanto perplesso per lapparente

insomma.

paradosso, frutto di una mente, la mia, al-

La disponibilit allascolto, come gi afferma-

quanto limitata. Perch, tornando al nostro

to, non per nulla scontata, per cui, anche

precedente articolo, effettivamente ed inelut-

se ne siamo poco consapevoli, di fatto pi

tabilmente, alla fine sempre un problema

che dialoghi facciamo monologhi, in quanto

di udito. Ascolto-Comunicazione-Incontro:

non ascoltiamo noi stessi innanzi tutto, e di

parlare con tutti significa parlare con ognuno

conseguenza anche chi abbiamo di fronte.

in modo diverso, o meglio, considerando ef-

Siamo, in qualche modo e da qualche parte,

fettivamente la sua diversit; questo richiede

continuamente in fuga, da noi, dallaltro, dalla

commensura in risposta a una certa mobilit

vita, appunto sconcertante ma interessan-

di coscienza debitamente coltivata col pro-

te, no?

cesso meditativo, che si plasma, si adegua,

un po come la questione dei due neuro-

nella direzione dellentrare in rapporto, dellin-

ni alla Giacobazzi: non si incontrano mai, in

contrare laltro, per comunicare appunto.

quanto uno cerca, laltro si nasconde E

Se poi tutto questo viene rapportato alla cop-

non affatto banale perch questo uno dei

pia, beh, potremmo dire simpaticamente: un

giochi preferiti nei rapporti di coppia (e prima

vero e proprio marasma Ma dove si vuole

ancora allinterno della coscienza di ognuno).

arrivare, o meglio da dove si vuole partire?

E proprio in relazione i ruoli suddetti vengono

Dalla disponibilit allascolto, dallaccoglienza

scambiati con grande disinvoltura, per cui se

al riconoscimento, dalla discriminazione alla-

ci sei scappo, se non ci sei ti corro dietro, ti

pertura, dallincontro al contatto: ascoltare,

attraggo per poi respingerti, e viceversa.

sentire, parlare, comunicare, dialogare.

Perch il problema sempre, in qualche

Tecnicamente,

modo, una mancanza dAmore, uno squilibrio

strutturalmente,

essendo

nel darlo e nel riceverlo, che trova le sue ra-

che manifestiamo in realt, sempre perfet-

dici di distorto sviluppo negli angusti pertugi

to in quanto necessario per comprendere

ancorati ai nostri punti di fissit o limiti, se

cosa c e perch c, ma il punto arriva-

pi vi piace; comunicazione, questa, vista da

re a percepire quellenergia che di frequente

unulteriore angolazione, considerando che il

ottunde una comunicazione partecipe e re-

piano verbale il prodotto dei vari strati della

sponsabile. Perch effettivamente, al di l di

coscienza. Quindi per comunicare con laltro

quelli che possono essere, per ognuno, livelli

veramente occorre certo una reale disponi-

di consapevolezza diversi pi o meno evoluti,

bilit allascolto, per cominciare, ma soprat-

finch non c libert piena, c comunque

tutto di quei punti di fissit, o di sordit se

una parte della coscienza che genera repul-

preferite, cosa che richiede, ahinoi, non poca

sione, quindi recrimina. Vi risulta?

umilt. Umilt, umiliazione, parole che richia-

Questo si riversa nella comunicazione e nel-

mano per assonanza condizioni legate a debi-

la conseguente possibilit di dialogo, leggi

litanti stati di mestizia, di afflizione, ma anche

incontro, in relazione, e possiamo tranquil-

di rabbia e irritazione per reattivit, di sicuro

lamente dire, da questo punto di vista, che

sgradevoli e sofferenti, ma il punto sempre

siamo proprio tutti per strada.

lignoranza, la cui figlia prediletta, non scor-

Ma la bellezza della comunicazione diviene,

diamolo, la presunzione. Proviamo invece

allora, tangibile possibilit della manifestazio-

a considerare lumiliazione della personalit,

ne di quel Verbo che emanazione dellAni-

poich di questo si tratta, di tutto ci che si

ma.

lega come apparato distruttivo alla nostra

Ma cosa vuole dire poi? Che il dialogo, vero,

coscienza, per considerare con attenzione

possibile, ora, diviene il terreno elettivo per

e intenzione lespansione sapiente dellAni-

uno scambio dAmore reale e non teorico,

ma che schiude le porte a qualit tuttaltro

che nutre e rende partecipi alla vita, certo, ma

che pesanti e tristi, la famigerata gioia ad

parte dalla relazione di coppia, cos importan-

esempio, che solo a nominarla fa sgorgare

te per levoluzione delluomo sulla terra.

una lacrimuccia di coccodrillo... Stiamo par-

Alla prossima puntata

lando, nello specifico, di comunicazione allin-

Giorgio Ricci Garotti e Monica Giovannini

terno della coscienza, quel dialogo tra Anima


e personalit che alla base di ogni vero
percorso di consapevole trasformazione ed
evoluzione. Perch se non sono disponibile
ad ascoltare me stesso, se non mi accolgo,
se non mi riconosco per ci che sono veramente per cambiare in meglio, come posso

Daniele Toccafondi

andare incontro allaltro per cercare e trovare


un contatto, per comunicare veramente?
Prendiamo ad esempio la repulsione che si
manifesta sul piano verbale nella sua forma
pi consueta, ossia come recriminazione. Ci

31

Educare per la consapevolezza


Curatore: Anna Grazia Fiorani

Daniele Toccafondi

NELLA FATICA QUOTIDIANA


CHE SI PU
ESPRIMERE LAMORE

32

Tempo fa, svegliandomi una mattina, ho sen-

veste miriadi di connessioni attraverso tutti

tito realizzarsi in me una connessione che

i piani della vita, le quali, concorrono alla re-

mi permetteva di accedere ad una maggiore

alizzazione sul piano fisico, alimentando una

unione e, soprattutto, poterla mettere in pra-

sempre maggiore unione di tutti i nostri ap-

tica. La comprensione dellunione che si pu

parati esoterici ed essoterici. A questo punto

realizzare in ognuno di noi presente in ogni

chi, almeno una volta, non ha affermato di

istante della nostra vita, intrisa di quellener-

abbandonare tutto e andare su unisola famo-

gia che, se compresa e attuata, potr schiari-

sa (ho detto famosa non lisola dei famosi) a

re le nostre esistenze rendendole in grado di

vendere gelati e a riposarsi sotto il palmeto?

esprimere una sempre maggiore verit. Ogni

Si la via pi breve spesse volte attrae (ma

volta ritrovo tutto questo nelle relazioni e nel

sar la via pi breve?) e poi, sar ci che ve-

modo in cui le agiamo, sperimentando il tut-

ramente vogliamo realizzare, oppure esiste

to nelle nostre vite, superando i livelli di cui

altro che a diretto contatto con la nostra es-

sono composte, attraverso la fatica che, per

senza? Come diceva una vecchia pubblicit

fortuna, non pu essere evitata.

<< meditate gente meditate >>.

La fatica che sto sperimentando mi risulta

Devo aver letto, in qualche testo esoterico di

sempre meno pesante, ci dovuto al fatto

colore blu (tale la tinta della collana di Alice

che ho sempre pi presente il piacere che ho

Ann Bailey), qualcosa che rimasto impresso

davanti a me, il piacere del compimento che

nel mio cuore, visto che continuo a ripetere

incarna lamore, lamore della vita che vuole

che Ges il nostro punto di riferimento nel

essere. Partendo da questa affermazione vi

portare a compimento nella materia lamore,

voglio portare ad una maggiore comprensio-

avendo incarnato questa qualit e, attraver-

ne del significato della crescita, intesa come

so di essa, continuando a benedire lumanit

maturazione su tutti i piani della vita, riferita in

affinch possa accrescere la sua capacit di

modo particolare ai nostri figli, i quali, sempre

unire.

pi velocemente, hanno modo di accresce-

Occorre maturare una notevole dose di umil-

re nuove possibilit di sentire e discriminare.

t per recepire questo messaggio e farlo no-

Questa la magia dellevoluzione che, se la

stro durante tutti i giorni della nostra vita. Per

comprendesse Piero Angela, potrebbe co-

quanto mi riguarda, auspico che, allinterno di

struirci un documentario di sicuro interesse.

questa fatica, ci siano i presupposti di una fu-

La fatica che ogni giorno comporta lagire in-

tura crescita, dove lamore possa instaurare

retti rapporti umani, attraverso relazioni pi

re il gioco della vita in ogni cosa che vede e

consapevoli, le quali porteranno allapertura

compie.

di una nuova Era, durante la quale costruire

Il bambino sostenuto da una consapevo-

forme adeguate alla Vita che vuole imprimere

lezza pi sottile che deriva dalla vita stessa

la sua manifestazione. Per fare ci, dobbiamo

poi, la sua presenza sembra affievolirsi, come

iniziare nel piccolo a vedere le azioni che com-

se una parte di noi fosse andata al bazar a

piamo quotidianamente con atteggiamento

esaudire i suoi desideri, scordando la propria

amorevole, tenendo conto delle nostre cat-

essenza per poi ricordarsene attraverso i con-

tive inclinazioni dettate da istinti egoistici e

flitti del vivere, snebbiandosi e riconoscendo

separativi, le quali risiedono nel cuore e nella

la strada di casa.

pancia degli esseri umani. Questi istinti do-

Ges diceva che per accedere al Regno dei

vranno essere vinti e trasformati dagli uomini

Cieli occorreva ritornare bambini, di questo

in ogni esperienza della loro vita, in questo

sono sicura, certa che prima o poi ognuno di

modo saremo riportati alla fatica che risiede

noi acceder a questa possibilit, facendo lo

nel costruire e nellessere sempre pi pre-

sforzo adeguato, ritrovando i campi nei qua-

senti, disponibili a plasmarci attraverso le tre

li giocavamo da bambini e che ancora sono

potenti energie della Vita, espressione della

presenti nella nostra coscienza, campi che

Volont, dellAmore e dellIntelligenza.

sapranno nutrirci nuovamente nel momento

La materia il contenitore che ci permette

in cui potremo ritornare ad accedervima

di sperimentare e di verificare attraverso le

questa unaltra storia.

nostre azioni, le energie che si muovono in

Anna Grazia Fiorani

noi. La materia la Madre che racchiude


larchetipo universale della crescita, potendo
affermare che << Io mi ricordo della Madre e
dellintero universo, che cre questo mondo,
reale e irreale, e che il suo potere nei tre
guna o qualit, lo protegge e dopo averlo distrutto, ella ci gioca >>.
Il gioco presente nella vita a tutti i livelli,
attraverso il gioco che si impara, che si cresce ed attraverso il gioco che compiamo il
processo di conoscenza che, in una profonda
danza unisce le tre essenze Padre, Figlio e
Spirito Santo, dalla cui unione cresce lamore.
Pensando a questo mi sorge sempre limma-

Daniele Toccafondi

gine di noi adulti, quando a nostra volta eravamo bambini alle prese con la vita, imparando
ci che non avremmo mai scordato nellarco
della nostra esistenza, irrorati da un profondo
amore che lanima sprigiona nel riconosce-

33

La Comunicazione Umana
Curatore: Anna Maria Fabene

Daniele Toccafondi

UNO STRESS
CHIAMATO BURNOUT

34

Voler aiutare non basta, come non basta es-

dubbio sul significato stesso del lavoro che

serne entusiasti. Il burnout un tipo di esau-

si sta facendo e sul proprio valore; dai sen-

rimento che pu coinvolgere tutta la persona

si di colpa a un vissuto di vergogna per non

in modi e gradi diversi: fisicamente, emoti-

essere allaltezza del compito. Si presentano

vamente, intellettualmente, socialmente e

sintomi di ansia, di apprensione per il futu-

spiritualmente. Ci che si fa perde mano a

ro. Disturbi psicosomatici cominciano a farsi

mano significato e direzione. Lo scopo per

sentire associati ad un senso di impotenza, la

il quale uno lavorava e la visione del mondo

sensazione di non aver il potere di cambiare

che dava senso alla sua vita sono spesso al-

le cose. Ci si accorge improvvisamente che

terati, o in forte crisi. A cascarci dentro sono

la formazione non stata adeguata. Se la cri-

quelli che nel lavoro si buttano con pi entu-

si non viene creativamente superata, si cade

siasmo. Il burnout non scoppia da un giorno

nellapatia, nella freddezza emotiva e nellim-

allaltro: un processo a pi fasi. La prima

personalit relazionale; la fase centrale del

legata allentusiasmo idealistico, tipico di

burnout. il fallimento di una buona empatia.

chi si sente chiamato a salvare il mondo. Le

Il lavoro non d soddisfazioni, diventa pesan-

difficolt non fanno paura. Scarsa la capaci-

te e senza senso. Si ha contemporaneamen-

t di valutare la realt tenendola distinta dal

te la sensazione di essere come in trappola,

sogno, separando le illusioni dalle possibilit

di soffrire ma di non poter scappare. Cresco-

reali. Dopo un po di tempo appaiono i primi

no le fantasie di cambiare lavoro. In questa

segni della fatica, lindividuo sembra girare a

fase, niente va pi, n il lavoro, n la vita per-

vuoto. il momento del risveglio dal sogno.

sonale, n la salute. Siamo a una specie di

C bisogno di risultati per rinforzare la pro-

morte professionale nella quale anche i prin-

pria autostima. la seconda tappa, quella

cipi morali, che tanto motivavano allinizio, ri-

della stagnazione, seguita dalla frustrazione.

schiano di perdersi. Prevenire il burnout vuol

Gli ostacoli adesso diventano insormontabi-

dire lavorare sui propri ideali, su aspettative e

li. Lindividuo si sente bloccato. Il confronto

domande che altri hanno o che noi stessi col-

tra lideale e la realt sempre pi grande

tiviamo sul nostro lavoro. Averlo vissuto ti co-

e incolmabile, e diventa bruciante. Alla fru-

stringe a cercare di conoscere te stesso. Una

strazione e alla disillusione subentra la sensa-

pi chiara definizione del proprio ruolo con

zione di fallimento, e lautostima va a picco.

pi realistici obiettivi un passo essenziale

Dal dubbio sulle proprie capacit si passa al

per prevenire tensioni e burnout, e per rinfor-

Daniele Toccafondi

zare la propria realistica identit e autostima.

mente mi stava annientando. Ricordo lentu-

Fondamentale difendere la propria capacit

siasmo dellinizio, quando accettai di occu-

di pensare, perch il bombardamento di infor-

parmi di quel caso, incurante degli sguardi e

mazioni e di emozioni finisce per neutralizza-

del disincanto dei colleghi che, prima di me,

re, appunto, la capacit di pensare, e obbliga

avevano avuto a che fare con quella storia.

a rifugiarsi dietro gli automatismi. Il pensare

Tutti, a cominciare dal medico di riferimen-

aiuta a distaccarsi, a restituire una logica alla

to del gruppo, gli specialisti di chiara fama,

situazione, a meglio situare se stessi e ad or-

i vari operatori, gli insegnanti, tutti erano sta-

ganizzarsi in modo coerente come individuo

ti prima esaltati e poi denigrati, minacciati

e come gruppo di lavoro. I dirigenti delle or-

e poi sostituiti. Nessun medico specialista,

ganizzazioni spesso minimizzano o ignorano il

secondo la madre, doveva diagnosticare che

burnout perch ritengono sia un problema del

la bambina era autistica, pena la denuncia.

singolo, che non sia responsabilit del datore

La familiarit presente per quella patologia,

di lavoro, che non incida realmente nellor-

la comparsa al secondo anno dei gravi pro-

ganizzazione. Il burnout invece ha costi alti,

blemi relazionali e comportamentali, la restri-

anche economici, per lorganizzazione stessa

zione degli interessi, le stereotipie motorie,

che, come prevenzione, dovrebbe favorire la

la selettivit nel cibo, lestrema sensibilit

ricerca dei valori e una migliore collaborazio-

al rumore, lassenza di ogni forma di comu-

ne. Pensavo di poter affrontare ogni tipo di

nicazione, tutto veniva negato dalla madre

problema! Se ripenso al mio atteggiamento

e ricondotto a problematiche del linguaggio.

cos superficiale quando ho accettato di oc-

Lassenza di alleanza terapeutica comportava

cuparmi di quella bambina...Una storia che

anche la divergenza negli obiettivi da raggiun-

si rivelata complessa e carica di cos tanto

gere a breve e medio termine. Gli obiettivi

dolore che non ce lho fatta a starci dentro.

per la madre convergevano esclusivamente

Ripercorro le annotazioni sulla mia cartella

sul raggiungimento del linguaggio verbale e

clinica, pagine fitte di riflessioni sul lavoro

sulle competenze didattiche, tutto il resto era

svolto durante gli incontri, programmazioni

di contorno. Ci voleva tanto tempo per poter

che venivano rivalutate, note di disappunto

stabilire una comunicazione con la bambina.

per alcuni atteggiamenti troppo direttivi che

Era difficile entrare nel suo mondo dal quale

avevo assunto nei confronti della bambina,

ti teneva fuori. Stavi l ad osservarla mentre

commenti espressi dalla madre. Non ricorda-

faceva girare un oggetto con tanta abilit,

vo dessermi impegnata cos tanto! Ero riu-

immersa nei riflessi di luce che si creavano.

scita anche a creare una rete di collegamento

Solo per brevi momenti potevi condividere un

con gli altri operatori che seguivano, come

gioco: le bolle di sapone da far volare, una

me, quella situazione. Mentre leggo quelle

pallina da lanciare, poi basta, tutto si richiude-

pagine, sento di immergermi nuovamente in

va e tu eri di nuovo fuori. Allemergere di una

quel clima, sono di nuovo l, nel passato. Tut-

forma, seppur primitiva, di partecipazione da

to come allora. No, per fortuna non cos,

parte della bambina che si attivava solo se

solo un ricordo! Sono salva, sono riuscita

riusciva ad accontentare la madre scatta-

a sfuggire a quella morsa mortale che lenta-

va un perverso automatismo che spingeva

35

questultima ad innalzare il livello delle richie-

tense. Il pianto e le grida della bambina, la

ste. La ricerca di nuovi specialisti e nuove

rabbia della madre sempre insoddisfatta e di

metodologie vanificava tutto il lavoro com-

nuovo in cerca di rimedi miracolosi. Quella

piuto. Gli obiettivi da raggiungere a breve ter-

gara non poteva essere mai vinta! Essa

mine erano minimi, limitati a qualche suono

in realt nascondeva una vera e propria trap-

associato al gesto per esprimere un bisogno.

pola: il perpetuarsi infinito di un eterno circu-

Tanta roba per la bambina, troppo poco per la

ito alimentato dal rancore, dalla mancanza di

madre ed il padre. Il ritorno alla normalit era

comprensione e di amore. Ancora una volta,

il loro obiettivo. Lentamente, dentro di me,

nel cercare di aiutare gli altri, avevo sperato di

la partecipazione emotiva stava prendendo

rimarginare le mie vecchie ferite e di tenere

il sopravvento su quella cognitiva. Finito il

sotto controllo i miei problemi.

Daniele Toccafondi

lavoro mi portavo a casa quelle emozioni in-

36

Anna Maria Fabene

Psicologia sociale e del lavoro


Curatore: Diana Ferrazin

Daniele Toccafondi

C CRISI!!!
Credo sia la frase pi ripetuta durante il giorno

stero, perch una lotta iniqua, ad armi impari,

nei discorsi della gente, in qualsiasi anfratto di

questo dice la gente.

societ italiana: c crisi accompagnata spes-

Mancano i soldi, le attivit sono in sofferenza, si

so da un atteggiamento passivo del tipo che

lavora per pagare i costi vivi dellazienda, e c

ci posso fare?

chi deve attingere a ingenti risorse accantonate

Al tempo stesso sta formicolando come un la-

negli anni passati per restare a galla oggi.

mento sordo di fondo, un desiderio di ribellione

Un esercito di persone in cassa integrazione,

pi o meno consapevole, che prende diverse

che ahim si sta abituando a non lavorare, e

sfumature e che, se solleticato, esplode sfu-

unaltra fetta che prova invece a rifarsi un futuro

mandosi nel piacere di condividere con qualcu-

reinventandosi un lavoro ad ogni et, non aven-

no quella tensione.

do per spesso sufficienti competenze profes-

Basta dare il LA e tutti ma proprio tutti hanno

sionali, emotive, e soprattutto con pochissime

qualcosa da dire su questa maledetta crisi. Il

risorse finanziarie.

mio sguardo in questo momento sulla massa,

Questo lo spaccato di vita economica nella

non sulllite che ancora riesce a speculare ai

zona in cui vivo, non credo sia molto diverso

danni di molti.

altrove.

Abbiamo tutti perso qualcosa con questa crisi,

Non si pu sopravvivere a lungo in un mercato

c chi se n reso conto e chi ahim ancora

spietato com quello di oggi, e con un merca-

non ha ben inquadrato il problema, aiutato dalla

to fermo perch non ci sono soldi da spende-

pensione che, seppur diminuita di qualche de-

re. Che futuro possono avere queste realt? E

cina deuro, continua ad arrivare, o da profes-

non credo oltremodo ci si possa permettere di

sioni che al momento risultano essere ancora

improvvisarsi imprenditori in una societ ormai

intoccate; ma cosa sta succedendo al mondo

satura di pressappochisti.

del lavoro?

Limprenditore ex capitano di ventura al ser-

LItalia in vendita! Le piccole e medie azien-

vizio di principi e potenti... colui che contribui-

de stanno soccombendo! La nota di base lo

sce a sviluppare nuovi prodotti, nuovi mercati,

sconforto, perch la motivazione che spingeva

o nuovi mezzi di produzione, stimolando la crea-

gli anni scorsi a proseguire nella lotta alla so-

zione di nuova ricchezza e valore, sottoforma di

pravvivenza fiscale e di mercato, nonostante

servizi utili alla societ!

tutto, si sta esaurendo; perch? Perch non ne

altres colui che prende su di s la responsabi-

vale la pena, perch meglio spostarsi alle-

lit di eseguire un lavoro che richiede limpiego

37

di pi persone, dovrebbe quindi essere un lea-

un momentaccio, diciamolo, dove non si sa

der, un assertivo, un autorevole (teoricamente).

bene da che parte girarsi per avere una boccata

I grandi imprenditori italiani? Sono sotto gli oc-

di ossigeno, ma lo sforzo deve essere quello di

chi di tutti (lascio ad ognuno intima considera-

spingersi oltre, oltre questa quotidianit malata,

zione).

deprimente, inquinante da tutti i punti di vista,

I nuovi imprenditori della crisi? Sono piccole,

e a volte c proprio bisogno di un deciso colpo

microscopiche realt, prive di fondamenta, con

di reni, uno scatto di adrenalina che ti innalza da

pochi sogni, mezzi insufficienti e competenze

quello stato indefinibile.

scarse; mancano una formazione adeguata, una

Oggi nel silenzio di molti ci si trova ad accettare

predisposizione al sacrificio, lamara consapevo-

condizioni inusitate, non va bene, non va bene

lezza che oggi si lavora 12 14 ore al giorno per

per niente! La vita VITA! energia, gioia, for-

portare a casa uno stipendio miserabile, manca

za, grinta, cos si vive, non in quel piattume che

uno spirito imprenditoriale capace di sostenerti

condividiamo oggigiorno, con le teste chinate

durante i bassi fisiologici dellattivit, che oggi

su un cellulare o su un tablet, chattando 12 ore

ci sono, eccome se ci sono, magari sfruttandoli

in internet.

per diversificare, proporre, rilanciare in armonia

C il sole fuori, un po velato ma c c

e nel rispetto della vita; mancano forza e re-

caldo fuori, estate! Il mare risveglia i sensi!

sponsabilit.

C una meravigliosa forza dietro allessere pre-

Nella vita di molti, compresa la mia, sono sfu-

senti a quello che si e a quello che si fa, ora!

mate certezze, progettualit, possibilit di mo-

Sembra invece di vivere in corsa su rotaie

vimento, potere dacquisto, sviluppo creativo,

prestabilite artificialmente stiamo tutti cor-

economico e molto altro.

rendo ma verso dove?

C bisogno di ricominciare ma da dove?

C bisogno di fermarsi un attimo e ritrovare il

Dopo un naturale periodo di riassestamento in

proprio ritmo, il ritmo della vita, il ritmo della na-

cui davvero devi fermare tutto, mente compre-

tura, quella da dove proveniamo, perch la vita

sa, perch la strada percorsa non ha portato i

vissuta in questo modo pi bella anche se de-

risultati sperati, e non ancora ben chiaro per-

cisamente imperfetta! pi ricca anche se con

ch, necessario andare avanti e progettare

il conto in rosso! Ed soprattutto meravigliosa-

qualcosa di diverso; non c tempo da perdere

mente UMANA!

in recriminazioni, sconforti, ingiustizie subite,


tanto le cose non cambiano se non le facciamo
cambiare noi.
Bisogna aprire gli occhi e cominciare a darsi una
mano, si pu trovare ristoro nel piacere dello
stare insieme perch in questa maledetta cri-

Daniele Toccafondi

si non siamo soli!


Credo si possa ricominciare dal basso, perch
dallalto abbiamo ricevuto solo tasse da pagare, e una gran burocrazia soffocante ogni nostra
spinta vitale, economica o sociale che sia.

38

Diana Ferrazin

Yoga Vita e Salute

Daniele Toccafondi

Il Portale della Consapevolezza

Cera una volta, e c ancora, Atman, associazione per lo studio del Raja Yoga e dellesoterismo, che dal 1994, ormai da diciotto anni, un serio punto di riferimento in Italia per
la conoscenza e la pratica dello yoga e di tutto ci che serve a comprendere e trasformare
la propria coscienza.
Cera una volta, e c ancora, Energheia, la prima scuola italiana per terapeuti esoterici, che dal 1996, da sedici anni, forma persone che vogliono veramente prendersi cura
di s e degli altri.
Oggi c anche la Draco Edizioni e la rivista esoterica Il Discepolo, nate per
codificare e diffondere lesperienza di questo lungo periodo, per poter servire
ancora meglio una umanit allo sbando in questo periodo di grande crisi.
Tutto ci diventato ora una vera e propria scuola: Agnihotri - I Custodi del
Fuoco - Il Sentiero di Guarigione del Guerriero del Fuoco - Scuola di Yoga,
Vita e Salute, che strutturata come un percorso completo, in grado di accompagnare il ricercatore, dai suoi primi passi sul Sentiero della conoscenza di s, fino alla
consapevolezza diretta delle realt pi profonde dellesistenza.
Ed infine, ora attivo un nuovo portale sul web, denominato Yoga, Vita e Salute, il quale, oltre a contenere tutti i riferimenti alle attivit gi esistenti, propone discussioni su un vasto panorama di argomenti, di grande attualit, sulle quali offriamo il punto di vista proprio di chi ricerca linnocuit come regola di vita. Su questo
portale, oltre ad essere presenti tutte le attivit della scuola Agnihotri, trova posto un
blog\giornale dal nome La Finestra sul Mondo, il quale, oltre a discutere delle pi svariate tematiche, ospita anche lattivit del RIP, ossia Riprendiamoci il Pianeta, che si
occupa pi da vicino delle emergenze vitali del pianeta. attivo anche uno spazio dedicato alla Psicologia dello Yoga. Esiste anche, di supporto a questultimo spazio, la
possibilit di fruire di un servizio di Web Therapy, una nostra creazione, che ha lintento
di sostenere energeticamente le persone che ne facciano richiesta.
Non mancano insegnamenti sullo yoga, sia nei suoi aspetti pi divulgativi che in
quelli pi scientifici, tenuti dal gruppo di insegnanti della scuola e dal suo fondatore, Massimo Rodolfi, ed infine potete trovare anche uno spazio dedicato ai bambini e alleducazione allinnocuit. Ovviamente anche possibile trovare tutte le
pubblicazioni della Draco Edizioni e scaricare il pdf, o ordinare il cartaceo, della
rivista Il Discepolo. Insomma direi che abbiamo lambizione di diventare IL portale di
riferimento per tutti coloro che si vogliono dedicare seriamente alla ricerca di s, alla
conoscenza del mondo e al servizio dellumanit.

www.yogavitaesalute.it

Daniele Toccafondi

Dieci week end allanno per tre anni di intenso studio


e di profonda alchimia spirituale.

Daniele Toccafondi

La scuola intende preparare al discepolato e al cammino iniziatico, fornendo gli strumenti


teorici e pratici per focalizzare stabilmente la propria coscienza sul piano dellanima, requisito fondamentale per poter operare nel campo della guarigione esoterica. Il programma, estremamente vasto, spazier dalla conoscenza dei chakra, dellaura, dei corpi sottili,
al karma, alla psicologia esoterica, alla conoscenza e alluso dellenergie di raggio. Un
guaritore esoterico deve poter aiutare i suoi fratelli a far fluire lenergia dellanima, fonte
di ogni vera guarigione, e deve sapere come questo pu avvenire in pratica. Liscrizione
alla scuola comporta una decisa scelta di vita nel senso della trasformazione del proprio
s inferiore e del servizio agli altri. Chi non avesse questi precisi intenti sappia che non
potr essere accettato nella scuola, che sar fra laltro a numero chiuso.
Torino Isa Neroni cell. 339 5331650 sede.torino@scuolaenergheia.it
Bergamo Roberto Rovatti cell. 347 3930476 sede.bergamo@scuolaenergheia.it
Milano Luca Gazzetti cell. 333 8395180 sede.milano@scuolaenergheia.it
Padova Donatella Donati cell. 333 2264854 sede.padova@scuolaenergheia.it
Modena Anna Grazia Fiorani cell. 339 8476284 sede.modena@scuolaenergheia.it
Firenze Anna Todisco cell. 328 9636352 sede.firenze@scuolaenergheia.it
Roma Luca Tomberli cell. 328 3122520 sede.roma@scuolaenergheia.it
Lecce Giovanna Spinelli cell. 328 7734551 sede.lecce@scuolaenergheia.it

www.yogavitaesalute.it/agnihotri-la-scuola

Daniele Toccafondi