Sei sulla pagina 1di 3

Il rinnovamento della fisiologia nel XVII secolo

Nel 1628, venne pubblicato un testo di straordinaria importanza per la


comprensione dellanatomia e della fisiologia del corpo umano (e il titolo?): il libro,
scritto in latino e composto di sole cinquantadue pagine, ha come autore William
Harvey. (dove venne pubblicato?)
Lopera del medico inglese, allievo a Padova di Fabrici dAcquapendente (chi
Fabrici?), demolisce la concezione galenica del moto del sangue fino ad allora
insegnata nelle Universit (qual era questa concezione galenica? Doveva essere detta
qua e non dopo!), e individua il ruolo di pompa del cuore allinterno di una dinamica
circolatoria ben definita.
Con una lunga serie di dissezioni e solide argomentazioni logiche, Harvey
dimostra che il corpo umano dotato di un doppio circolo, in cui il sangue, con lausilio
delle vene, raggiunge dai tessuti periferici latrio e il ventricolo destro del cuore, e da
l, attraverso i polmoni, latrio e il ventricolo sinistro, per ridistribuirsi successivamente
mediante le arterie alle differenti regioni del corpo.
La scoperta della conservazione del sangue, preceduta dalle osservazioni di
Malpighi e di Michele Servetus (chi ?), veniva a scardinare il sistema galenico
della formazione del sangue nel fegato, del suo ruolo ematopoietico e del
passaggio del sangue dal ventricolo destro al sinistro, attraverso i presunti fori
nel setto (non espressa la teoria dei 3 pneumi): si veniva, cos, ad aprire la
strada a una riconsiderazione rinnovata della fisiologia del corpo umano.
(confronto con Galeno giusto). (ci si sofferma troppo sul discorso del sangue)
Oltre a Harvey, nel XVII secolo, meritano di essere menzionati altri studiosi.
Il religioso Nicol Stenone fu anche grande anatomico: Stenone descrive e studia con
notevole accuratezza il cervello, il sistema circolatorio e linfatico e gli organi
dellapparato riproduttore.
Thomas Willis, medico inglese impegnato soprattutto nello studio dellanatomia e della
fisiologia del sistema nervoso e in grado di descrivere con precisione e finezza il
circolo cerebrale arterioso che collega le carotidi interne con le arterie cerebrali
posteriori (circolo di Willis);
Johann Georg Wirsung, medico e anatomista tedesco a cui si deve la prima descrizione
del dotto escretore che percorre il pancreas per tutta la sua lunghezza (dotto di
Wirsung).
Contributi imponenti alle ricerche e agli studi anatomici furono portati da
Marcello Malpighi e da Antoni Van Leeuwenhoek, che per primi ricorsero allausilio del
microscopio ottico e al metodo dindagine sperimentale (metodo galileiano)
nellosservazione dei tessuti e delle intime parti degli organi interni. (quali contributi
diedero?)

Il rinnovamento della fisiologia nel XVII secolo


Malpighi (MEDICO EMILIANO), docente di medicina teorica dapprima a Pisa e poi
a Siena, considerato tra i fondatori dellanatomia comparata e dellistologia, osserva e
descrive con grande perizia i capillari sanguigni, confermando le ipotesi di Harvey sulla
circolazione del sangue, e la fine architettura della milza, del rene e della struttura
alveolare del parenchima polmonare.
Famoso per le sue ricerche neurologiche e la scoperta dei recettori e dei
corpuscoli tattili cutanei e linguali, Malpighi un convinto assertore della necessit di
studiare gli animali pi piccoli e semplici per meglio comprendere quelli pi complessi,
e della preminenza dellosservazione diretta e dellindagine sperimentale nei confronti
dei dogmi e delle teorie tradizionaliste.

Lesposizione chiara e consequenziale.

Lesposizione non del tutto chiara, perch mancano alcuni dati importanti come il titolo dellopera di
Harvey di cui si parla, vengono citati Servetus e Fabrici senza dire chi fossero. Inoltre, largomentazione
prevalentemente elencativa e non sempre sequenziale, specialmente nella seconda parte del testo.
presente unomissione: quando si cita della conservazione del sangue bisogna citare Realdo Colombo
anzich Malpighi.

I dati cronologici sono corretti.

Tutti i dati cronologici sono corretti.

Le argomentazioni fondamentali sono state affrontate

Le argomentazioni fondamentali sono state affrontate pi o meno nel complesso, anche se manca un
doveroso riferimento a Vesalio sul fatto che il setto interventricolare non avesse pori che permettessero
il passaggio del sangue tra i ventricoli destro e sinistro. Inoltre non stato detto che regole degli studi di
Harvey avevano in comune molti tratti con la logica scientifica del matematico Cartesio. Manca anche il
riferimento alla iatromeccanica di questo periodo e non vengono affrontati tutti gli argomenti che
smentirono Galeno (Hales e la pressione sanguigna, differenza tra vasi linfatici e chiliferi). Manca
largomentazione di Galeno riguardante i 3 pneumi.

Le fonti sono state citate

Il rinnovamento della fisiologia nel XVII secolo


Le fonti sono state citate solo parzialmente: sono espresse s le descrizioni che i vari medici del secolo
fecero sulle loro osservazioni, stato citato Galeno, ma non sono stati citati i titoli delle opere di cui
queste descrizioni facevano parte. Non stato riferito il titolo dellopera pubblicata da Harvey. Manca
anche ogni riferimento alle opere di Malpighi De viscerum structura con cui descrive i capillari
sanguigni e De pulmonibus con cui descrive la struttura polmonare.

Il titolo sintetizza e riflette il contenuto.

Il titolo sintetizza molto bene il contenuto, per forse sarebbe stato pi appropriato il titolo
Rinnovamento della fisiologia e anatomia umana nel XVII secolo

Il contesto stato sufficientemente considerato.

Il contesto stato considerato solo in parte perch mancano riferimenti alle nuove teorie di Vesalio. Il
discorso su Galeno doveva essere pi approfondito perch le nuove scoperte del periodo smentivano
soprattutto le sue teorie, insegnate fino ad allora. Non stata espressa, ad esempio, la teoria di Galeno
riguardante i tre pneumi. Mancano inoltre riferimenti alla iatromeccanica sviluppata in particolare da
Harvey e Malpighi e la concezione scientifica della logica di Harvey.