Sei sulla pagina 1di 12

ODIERNE TENDENZE LETTERARIE E POLITICHE IN TURCHIA

Author(s): Ettore Rossi


Source: Oriente Moderno, Anno 9, Nr. 12 (Dicembre 1929), pp. 580-590
Published by: Istituto per l'Oriente C. A. Nallino
Stable URL: http://www.jstor.org/stable/25808316
Accessed: 02-01-2016 07:57 UTC

Your use of the JSTOR archive indicates your acceptance of the Terms & Conditions of Use, available at http://www.jstor.org/page/
info/about/policies/terms.jsp
JSTOR is a not-for-profit service that helps scholars, researchers, and students discover, use, and build upon a wide range of content
in a trusted digital archive. We use information technology and tools to increase productivity and facilitate new forms of scholarship.
For more information about JSTOR, please contact support@jstor.org.

Istituto per l'Oriente C. A. Nallino is collaborating with JSTOR to digitize, preserve and extend access to Oriente Moderno.

http://www.jstor.org

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

CULTURALE

SEZIONE

ODIERNE TENDENZELETTERARIEE POLITICHE


IN TURCHIA (,)

i. Recenti

del

pubblicazioni
turco e comunismo
lari. ?

4. Crisi

2. Polemiche

3. II rinnovamento

bolscevico.?
e crisi di

libraria

Emln.

poeta Mehmed

e politiche. Nazionalismo
per le tradizioni
popo

letterarie

1'interesse

letterario,

scrittori.

i. - Recenti
pubblicazioni

del poeta Mehmed

Emln.

nel 1869, tiene da un trentennio un posto


Emln, nato a Costantinopoli
sua
turca
La
nella
letteratura
fama poetica ? legata ad una serie di
premmente
(2).
con la raccolta
iniziata nel 1897, a^ tempo della guerra greco-turca,
pubblicazioni
?
tra
che
le
la
voce
intitolata
Una
deH'Anatolia
contiene,
altre,
poesia
Ttirkge shirler,
Mehmed

ovvero Andando

alia guerra ?, molto


la quartina:

con

comincia

Ben

bir

Insan
Turk

evl&di

I vocaboli

come

petto,
e (veramente)

legge
latino,

turchi sono

in italiano

se ne

davanti

fa espressa

f.

LVIIl,

orientalische

1902,
mann,

pp.
Die

1904,

Sprachen,

58-59;

M.

poeta
Tiirk

Tegeddfid

giderim.

la mia
religione,
stirpe e grande;
io e pieno d'ardore;
uomo e schiavo
della sua patria;
non restano a casa;
io vado (alia guerra).

riferiti nella
a

pp.

i ed

trascrizione

si noti

scientifica;

i vocaboli

e; quando

117-146;

1910, Abt.

Hartmann,

turcoMehmed
Edebiyyati,

evde durmai,

la mia

si riportano

per6

nel

Neues

von Mehmed

Emin,

Gedichte

von Mehmed

Emin

Fr. Giese,

specialmente:

ttlrkische Literatur

naxionalista

uludur,

che g

nuovo

senza

segno

alfabeto

si

(turco)

menzione.

(2) Su di lui si vedano


Gesellschaft,

in

il mio

I figli dei Turchi

(1)

la quale

bjjim

un Turco;

11mio
Chi

tiirkiim, dinim,

ripetuta tra i Turchi,

ginsim
atesh He doludur,
olan vataninin
kuludur;

Sinem

10 sono

nota e spesso

id., Neue

II, pp.

Unpolitische

1-51;

P.

Briefe

Horn,
aus

Geschichte

der Turkei,

der

Leipzig,

in Zeit. der Deutscben


Bly,

inMitteil.

tiirkischen Moderne,

1924,

pp.

Leipzig,

O. Hacht
1910, passim;
L. Bonelli,
Del
46-51;

des iwaniigsten
fahrhunderts,
Leipzig,
1916, pp.
R. 1st. Orientate, Napoli,
Emin, in Annuario
1920, pp. 39-45;

Stanbul,

Morg.
des Semin.

569-573.

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

Isma'il

IJabib,

stessa raccolta Mehmed

Nella

58i

Emln

il suo

precisava

con i versi

ideale poetico

Bi% 0 shiri isteri^ki ciftegideii bdbalar


Ekin

bicen geng. qiylarla odun kesen malar


silsinler.
Yan'iq sessin dinlerken gd% yashlar'in

Noi
legna

una

vogliamo

le giovani

poesia

tale

che nrietono

che

i padri

le messi

al

recantisi

lavoro

le lacrime

s'asciughino

dei

le madri

campi,

che

la voce

ascoltandone

tagliano

la

accorata.

tardi (1914) un altro canzoniere intitolato Turk Sa%t ? La cetra turca ? con
fermo i pregi del suo stile e della sua materia poetica, cioe la semplicita, Tavvicina
Piu

mento

la simpatia per gli infelici e gli umili, il vivo amor di


che raramente s'ittcontravano nei poeti pre

al sentimento popolare,

patria, la-fierezz^^^
cedenti, fatte poche eccezioni: Mehmed
la prosodia

abbandonando

Emin contribui anche a nazionalizzare


estranea ai Turchi

arabo-persiana

seguendo

la poesia,
il ritmo sii

labico.
Le altre sue poesie pubblicate in seguito
scoli (Turk Yurduna, 1914; Tan Sessleri, 1915;
1918; 'OsyUn ve-dua,
1918; Turana Doghru,
la palma di ? poeta nazionale ? (millt shtfir)
assai agitato e gravido di conseguenze. Dopo

in riviste o giornali e raccolte in opu


Urdunun desitan'i, 1915; Zafar Yolunda,
a Mehmed Emin
1918) conservarono

in un periodo che fu per la Turchia


l'armistizio M. E. non cesso di adoprarsi
b del 1919 un volumetto Turkiin
huqUqu

la penna per difendere il suo paese;


? I diritti dei Turchi ?, che contiene una

con

specie di rivendicazione dei diritti della sua


la
alia
Conferenza
di
fronte
per
pace.
patria
Anche durante la guerra per T indipendenza combattuta in Anatolia
da Mustafe
Kernel nel 1919-1922, M. E. sostenne il movimento
nazionale
ed esalt6 Mustafa
entro quindi nella Grande

salvatore della Turchia;


e tuttora membro.

Kenlal
quale

Assemblea

Nazionale,

della

sua attivita letteraria negli ultimi tempi non e stata molto feconda; solo nello
due sue pubblicazioni (ancora in caratteri arabi); Tuna, intitolata
? A Dante ?
12
Danteye
(Tip. Ahmed Ihsan, in-8?,
pp.), e una concitata orazione rivolta
a Dante;
le sorti recenti della Turchia, passata attraverso all5inferno delle guerre, sono
paragonate a quelle del mondo descritto dai Poeta, il cui spirito di giustizia e invitato
a giudicare le iniquita presenti. II volumetto e dedicato a Gabriele D'Annunzio.
La

scorso anno uscirono

opera intitolata Mustafa Kemal (in-8?, 82 pp.) contiene diversi brani in


a parte il tono eccessi
e
prosa; una lunga poesia in lode di Mustafa Kemal,
poesia
e
vamente enfatico di alcune strofe,
spesso pervasa da sincero afflato poetico. Essa
termina con i seguenti versi:
L'altra

la bandiera

Ecco!
nuova

Questa

Ogni

goccia

cui mirano
A
dalle

coloro

quest'astro

di
che

di quel
che

fiamma
arrossa
(colore)

che

tu hai

i quattro
e un

si tfascinano

che

sorge mandano

con

orizzonti

faro,

e una fiaccola

spiegato
la cui

i piedi
il saluto

il piu

luce

rossa

sanguinanti
dai

bello

loro esilii

per

del (nuovo)
colore

(luce)

mondo

che incomincia.

di porpora.
di

tutta

l'umanita;

1'astro

le vie

paria

spinose.
e fellah;
bianchi

e neri

lo salutano

e di Zanzibar.

isole d'lrlanda

Questa
mero

aurora

poesia

del giornale

? Vittoria ? in un nu
era gia stata pubblicata con il titolo Zafar
del 1923; la poesia constava di sole 17 quartine,
Iqdam all'inizio

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

mentre

582

ultima ne contiene 68. Un

l'edizione

confront? tra le due versioni rivela alcuni

che si spiegano con gli avvenimenti iiitercorsi tra il 1923 ed il 1928:


la
e
la cancellazione di ogni ricordo della decaduta dinastia otto
laicizzazione dello Stato

mutamenti

alcune espressioni relative al sentimento religioso sono state modificate;


la
santo della fede ? e stata mutata in ? scudo dell'onore ?; i due primi versi
di una quartina:
?II platano secolare (1)/che
'Osman aveva piantato, e diventato l'al

mana.

Cosi

frase ? scudo

sono stati cambiati nei seguenti: ? II platano secolare,


visione...?,
che la tua stirpe aveva piantato, e diventato l'albero di una nuova visione?.
ultime pubblicazioni di Mehmed Emln sono state poco notate dalla critica
Queste
turca; qualcuno ne ha tuttavia lodato la chiarezza e la semplicita. Va osservato che
es. Tewfiq
Fikret
Parte di Mehmed Emln, come di altri della sua generazione
(ad
bero di una nuova

sc si continua a riconoscere
e
191s), non
piu apprezzata oggi, anche
e
da altri nella letteratura moderna.
del rinnovamento portato da lui

morto

nel

portanza
Recentemente

Pim

compleanno di
Es'ad Bey diede ad Angora un
Mehmed
Emln,
?
ricevimento, nel quale parlarono vari oratori esaltando ilmerito del ? poeta nazionale
e citando i versi piu famosi della sua opera poetica. II Ministro della Giustizia colse
Poccasione per riaffermare l'indirizzo nazionalista delPattuale regime turco, che vuol
il

(7 giugno 1929), per festeggiare


il Ministro
della Giustizia Mahmud

sessantesimo

dare al popolo liberta, ma educandola alia disciplina ed evitando gli errori ed i pericoli
dell'Istruzione
delle moderne democrazie europee. II Ministro
pubblica, Gemal Husnl
con
Mehmed Emln, gli altri sostenitori del nazionalismo
turco,
Bey, ricordo insieme
i defunti Isma'll Gasprinski e Ziya Gok Alp ed i viventi Aq?ura Oghlu Yusuf, Agha

Oghlu Ahmed e Hamdullah Subhl Bey.


letterarie e politiche. ?

2. - Polemiche

turco e comunismo holscevico.

Nazionalismo

tributate a Mehmed Emin si affacciavano


alle onoranze
Contemporaneamente
un non ben precisato gruppo di ?moderni
le
ribelli
turchi
tendenze
di
alcuni giornali
attaccavano

i quali

Qadri

Ya'qub

(2)
al

(1) Allusione
mentre

ottomana,
insisteva
dal

per

dello

petto

lombi

uscisse

il Nilo

ed

brillava

dinastia

nella

casa

(Osman

che, giganteggiando,
stavano
sorgevano

forte vento

che

terre e due mari

sotto
dalla

Un

ruyasi).

di un pio

in isposa la figlia Mat KhatOn,


e
sheikh Edebali
cresciuta
poi

il Danubio;

fra due

di 'Osman?

sogno

un albero

si levo un

mente

Emln,

e dei Balcani

dell'Atlante

?,

in termini offensivi scrittori e poeti rispettati come Mehmed


ed altri.

era ospite

avere

in

giorno

sheikh Edebali

in

della

il quale

presso

(<J>^0>1)>

un sogno:

ebbe

il fondatore

'Osman,

che una falce di luna uscita

gli parve

nel petto suo


piena penetrasse
i monti del Caucaso,
le terre e i mari;
luna

copriva
il grande albero e alia sua ombra
terra citta e castella
sormontate

le foglie e infine
agitava
come un diamante
tra due

inutilmente

scorrevano
dalla

e dai

il Tigri,

mezzaluna;

suoi

del Tauro,
TEufrate,
improvvisa

verso
le piegava
Costantinopoli,
zaffiri e due smeraldi ed era come

la quale
la pietra

che abbracciava
il mondo;
'Osman gia stendeva
la mano
per prendere
dell'Impero
si
si
a
il
Raccontato
lo
sheikh
Edebali
decise
l'anello, quando
sogno,
sveglio.
dargli in isposa la figlia,
e Orkhan
dalla
fAla' ud-Dln
Pascia
Sultano
(secondo
ottomano).
quale nacquero
deiranello

preziosa

(2)
in 8?,

165

intitolato
i Turchi

Piu

in Oriente Moderno;

volte ricordato

pp.)

di articoli
(cosi

da
nel

Ergenehon
subirono
il servaggio.

e uscita

lui scritti nel giornale


nuovo alf.) dal nome
Cfr. O/iente Modenio,

quest'anno

Iqdam
di una
IV,

durante
localita,
1924.

p.

una

Costantinopoli

raccolta

interalleata;

l'occupazione
dove,

secondo

582, nota

1.

antiche

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

(vol.
il libro

tradizioni,

I,
e

583

in un' intervista alle offese di costoro,


Rispondendo
Ya'qub Qadri (Iqdam, 27 giu
usava
e
risentite
li
assai
definiva
gno 1929)
gente senza coscienza e senza patria^
parole
strumento della propaganda bolscevica, avanzi di
galera. Essi non desistettero dai loro
anzi
il
anche
loro
attacchi,
programma, che era di abbattere gli
spiegarono
meglio
? idoli ?
(putlar) letterari ed i tiranni politici.
tentativo rivoluzionario fu denunziato con parole gravi da Hamdullah Subhi
Questo
.nazionalista Turk Ogiaghi, deputato
(uno dei piu attivi organizzatori dell'Associazione
di Costantinopoli,
scrittore (1) ed oratore stimato) in un articolo (Iqdam, 7 luglio)
?
riportato da quasi tutta la stampa turca e intitolato Come si spezzano gli idoli ?.
? Profittando della sosta delle correnti di sano.
pensiero nel paese e della crisi
le forze straniere lavoranti neli'ombra hanno
diceva Hamdullah
Subhi
degli scrittori
e
ardire
preso
speranza.
? A Smirne

si processano
persone per avere fatto propaganda eccitatrice tra le
classi operaie; ed ecco che parlano di processo ai bolscevichi.
"
?A
si stampa una rivista intitolataHalka
Verso il popolo
Qoniyah
dogru (2)
nella quale e uscita una poesia che invita i contadini ad assalire coloro che vestono
"
il fraky fatto con la pelle del contadino, e dice a questo:
Alza bene i tuoi pugni,
"
tutte
tue
testa
le
la
frantuma
del
tiranno!
forze,
raccogli
? L'uomo

un

uomo

sacro

al quale
quanto

si vorrebbe
la

frantumare la testa e al di sopra della patria turca,

patria.

"
si stampa un giornale intitolato Hareket (3)
Movimento ";
Costantinopoli
esso riproduce a grandi caratteri la poesia
a
che
s'intitola Alev
Qoniyah,
pubblicata
"
"
?.
yagmuru
Pioggia di fiamma
? Nella rivista Resimli
?
Ay ?II mese illustrato
leggiamo una poesia di Nazim
?A

Hikmet, stampata in vistosi caratteri, dove k fatta l'apologia delle manette e della forca.
? L'altro
giorno volevano spezzare l'idolo di 'Abd ul-Haqq Hamid. Perche? Perchfe
e un poeta che insieme con Namuq Kemal,
ShinasI e Seza'i ha insegnato ai Turchi
di
l'amor
patria.
? Ieri cercavano

di abbattere Mehmed Emln; nelle pagine della Resimli Ay ho


del
volto
veduto il
poeta del nazionalismo bollato con.inchiostro rosso. Perche? Perche
e un poeta che ha dato ai Turchi
il sentimento nazionale ?.
aver difeso Ya'qub Qadri
da analoghi attacchi, Hamdullah
Subhi afferma
Dopo
sovvertitrice sono strumenti della propaganda
che i responsabili di questa campagna
russa bolscevica e cita discorsi di capi e scritti di giornali dei Soviet, nei quali si ac

il regime turco d'essere un regime liberale, borghese niente affatto democratico,


che opprime i contadini e gli operai. I bolscevichi usano in Turchia gli stessi sistemi
essi vogliono mandare in rovina
di propaganda che usano nei paesi capitalisti d'Europa;
cusa

e ancora quello degli Tsar: giungere al Mediterraneo.


perchfe il loro sogno
I bolscevichi svolgono un piano di disgregazione di tutto ilmondo turco, a cominciare
la Turchia

(1) Una
nel

raccolta

di

suoi

discorsi,

con

il

titolo Dagh

Yolu,

stata

pubblicata

1928.
(2) Cost

nei nuovo

alfabeto.

(3) Cosi

nel nuovo

alfabeto

anche

il titolo

della

poesia

e della

rivista

che

seguono.

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

Costantinopoli

dai Turchi

della Russia,
in tutti i modi,

che hanno

584

in tante piccole repubbliche e che op


correnti migratorie di Russi ad usurpare
le loro
suddiviso

avviando
primono
case e i loro campi. Recentemente
un tale Khizr
si uccise a Mosca
'AlTyef, comunista
del Turkestan;
fu trovato presso di lui un foglio, dove diceva di togliersi la vita per
della
politica di oppressione dei Soviet nel suo paese; egli affermava che in
disgusto

una nuova

guerra i Turchi del Turkestan


prenderanno le armi contro di loro.
AlPindomani

non

combatteranno

piu

con i Russi,

anzi

della vibrata denuncia

di Hamdullah
Subhi, P8 luglio, molti giovani
nella sede del Turk Ogidgh'i a
per protestare
Costantinopoli
la .manovra dei comunisti. Parlo ad essi ancora Hamdullah
Subhi confermando

universitari si raccolsero
contro

che gli autori degli attacchi contro scrittori e poeti turchi rispettati e venerati dovevano
essere gente assoldata dai Russi;
insistette sulla differenza che passa fra le teorie dei
e il nazionalismo

e inteso in Turchia

e sulle conseguenze che por


terebbe alia Turchia
ricordo a proposito l'esempio
l'applicazione delle idee bolsceviche;
e di altri
accettato
e termino
hanno
che
il
comunismo
popoli,
delPAzerbaigian
gridando:
sono alle porte ?. Gli studenti votarono un ordine del
?Siate vigili! gPinvasori
giorno
di protesta contro i denigratori delle glorie letterarie turche, che terminava con questa
? Gente senza
raccomandazione:
patria! Non ardite piu attaccare persone che noi amiamo;
se sara necessario, vi mostreremo
in modo piu efficace che gli uomini che la Turchia
ama non sono lasciati soli contro
gli attacchi dei senza patria!?.
Anche fra gli studenti v'era pero qualche voce discorde; lo stesso Presidente del

Bolscevichi

quale

l'Associazione

fatte ai giornalisti, defini


degli studenti, Farrukh Bey, in dichiarazioni
le
suoi
dimostrazioni
si
dei
Gli
studenti
raccolsero nuovamente
nella
puerili
colleghi.
sede del Turk OgiUghi il 15 luglio, ribadirono le proteste precedenti e destituirono il
Presidente.
L' incidente ebbe un seguito giudiziario;
il redattore responsabile del Hareket, Fa
il
davanti
al
29 luglio
comparve
Tribunale;
interrogato sul significato
trattarsi di espressioni
espresse contro i tiranni della liberta, dichiaro
senza
e termino il 20 ot
individuazioni
II
subi
di
versi
rinvii
processo
figurate
personali.
a
tobre Costantinopoli;
furono condannati Fakhri Kernel, Su'ad Tahsin, redattore respon

khri Kemal,
delle minacce

a
sabile del giornale Hareket e Riza Pulat, direttore del giornale Halka
cinque
dogru,
e Na'il Bey, autore della
a
e
quattro mesi
poesia incriminata,
cinque giorni di
car cere, con il beneficio della
sospensione della pena.

mesi

dare maggiore
colore politico alia polemica letteraria contribuirono altri fatti,
la cui coincidenza ? facilmente
spiegabile. In aprile e inmaggio furono arrestati a Co
a
ed
Smirne
alcune decine di comunisti; essi agivano specialmente tra
stantinopoli
gli
alia
addetti
manifattura
dei tabacchi; alia vigilia del i? maggio alcuni erano stat
operai
sorpresi a distribuire manifesti in caratteri arabi contenenti appelli ai lavoratori e por
?.
tanti ilmotto ? Proletari di tutti i paesi unitevi!
(1)
II processo si svolse a Smirne in
e si chiuse con la condanna di 26
luglio
impu
tati a pene variabili da cinque a due anni e con l'assoluzione di dieci; pero un terzo

dei condannati

(i)

erano

latitanti.

Cfr. Oriente Moderno,

IX,

1929,

pp.

170,

205.

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

585

del processo di Smirne i giornali bolscevichi avevano iniziato una cam


al
pagna ostile
regime turco accusato di tiranneggiare il popolo. II giornale Pravda
ai primi di aprile, commentando telegrammi dell'Agenzia
di Mosca
Tass da Costanti
Nell'attesa

esaltava

nopoli,

il diffondersi del comunismo

in Turchia,

diceva

che gran malcontento


economica.

regnava nella popolazione, esagerando la gravita della situazione


furono rintuzzati dai giornale Hakimiyyet-i MUliyyeh
Gli attacchi della Pravda
il quale contesto ai comunisti russi il diritto d'im
(e dai Milliyyet di Costantinopoli),
? La Pravda - concludeva il
interne
della Turchia.
mischiarsi nelle faccende
giornale
una causa sacra. Ma nessuna
come
turco
considerare
comunismo
il
puo
ragione al
essere addotta come motivo plausibile per considerare il nazionalismo
potrebbe
turco come una causa meno sacra ?. (Statnboul, 6-7-1929)
(i).
la polemica politico-letteraria si chiudeva con una nuova affermazione del
Cosi

mondo

turco.
Pintransigenza del nazionalismo
sulla
svoltosi
Pero il dibattito
stampa poteva essere interpretato come segno di
una crisi che risehiava di turbare le relazioni turco-russe;
contemporaneamente cre
le
scevano le lamentele dei commercianti turchi per
arbitrarie imposizioni delle auto
rita sovietiche e si parlava di un
due paesi.

nuovo

primi di agosto nuovi articoli


tendevano a svalutare gli attacchi della
Ai

interessi comuni

degli

tra la Turchia

Trattato

di commercio

da

concludere

tra i

I^vestia e della Hakimiyyet-i MUliyyeh


stampa e a far rilevare la sempre viva realta
ed i Soviet. (Stamboul, 6-8-1929).
delle

e uscita dalla rivoluzione


generazione che
kemalista dopo aver sperimentato gli ultimi anni del regime ottomano e che si crede
in diritto di dar consigli alia generazione crescente e espresso in articoli che Ya'qub
e di agosto del 1929.
Qadrl ha pubblicato nel giornale Iqdam durante imesi di luglio
?
suo
alia
Merita d'essere tradotto qualche brano d'un
gioventu? :
appello
stato d'animo

Lo

predominante

nella

? Le

sovrattutto quella di chi vi parla, nacquero


generazioni che vi precedettero,
e crebbero in un profondo carcere. NelPantica Roma v'era gente che abitava sotterra,
nelle catacombe, senza aria ne luce, ignorata, priva d'ogni diritto, solo confortata da
eravamo nelle stesse condizioni;
la nostra
un segreto amore, da una speranza. Noi

speranza era la speranza della liberta, il nostro unico amore era l'amore della
liberta ... Noi aspiravamo non solo alia liberta politica, ma a tutte le liberta sociali.
La donna era per noi un'immagine santa lontana quanto la liberta. Non
potevamo
o tagliare i baffi a nostro piacimento. Alle
crescere
o
ne
lasciar
vestirci,
pettinarci
mano
che si
volte, quando sentivamo il bisogno di gridare per ribellione, la prima
nostro padre. Era quello il tempo
era
mano
tremante
di
nostra
la
bocca
alia
portava
unica

che

o alia
ogni mattina, salutando i loro figli,
temevano qualche triste notizia.
lampada,
non avete veduto neppure Tultimo atto di

le madri

luce della
?Voi
abbiamo

spalle. Percio
.. .
no
noi
liberta,
Cfr. Oriente Moderno,

alia pallida

invece noi
questa
tragedia;
lo stridere delle porte del carcere che abbiamo lasciato
vi dico che in questo paese altra gente potra tradire la

ancora nelle orecchie

alle nostre

(i)

sera, aspettandoli

IX,

1929,

p. 304.

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

586

e soffoc&ta, ritenete forse di aver raggiunto


dopo questa lotta silenziosa
la liberta ideale ? Non oserei affermare questo. Tuttavia, quante volte, dopo aver visto
"
anarchia ", dopo
sui nostro cammino attorcersi il drago dalle mille e una testa detto
? Ora,

la prepotenza straniera rovesciarsi come nera nube sulP indipendenza nazio


sono ideali assai piu cari di questa liberta.
ho
nale,
pensato che per una nazione vi
<(Al di sopnr della nostra liberta v't l'indipendenza della patria; e questa indi
aver visto

una stretta disciplina


(i). Ogni nazione moderna
pendenza non puo venire che da
lavora anzitutto per assicurare questa disciplina; ogni nazione e giunta a comprendere
e dolorose esperienze . . .
questa verita dopo lunghe

vi deve essere la liberta di dire il


liberta non e uno scopo, ma un mezzo;
...
un
sacro
b
La
liberta
il
bene
fare
di
vero,
deposito affidato alia coscienza del go
vernante che porta la bilancia della giustizia.
? Le altre liberta non sono che uno strumento
pericoloso inmano di demagoghi,
? La

di politicanti di piazza,
3.

di persone animate da cattive ambizioni?.

- 77 rinnovamento letterario.?

(Iqdam,

30-7-1929).

Interesse per le tradiijoni popolari.

Le polemiche sopra riferite potrebbero far credere al prevalere di correnti con


servatrici. Esiste realmente un desiderio di disciplina nazionale giustificato dal timore
che un abuso di liberta apra la porta a nuovi interventi stranieri e consumi le scarse
deve far tesoro per assestarsi civilmente ed economicamente;
energie di cui la Turchia
ma continua a svolgersi, secondo le direttive del Governo,
il programma rivoluzionario
e
delle
abitudini
nel
delle
tradizioni.
II distacco dal passato
di rinnovamento
campo
deve essere assoluto; deve formarsi una Turchia nuova, deve crescere l'? uomo nuovo ?
usare un'espressione dello stesso
(yent insan), per
Ya'qub Qadri, il quale scrive (Iqdam,
18-9-1929):
? II mondo

della nuova Turchia,


dal popolo dell'antico

la Repubblica di Turchia odierna, e abitato dagli


Impero ottomano. Sebbene il regime si sia cam

antichi Turchi,
biato, sebbene il sistema governativo ed amministrativo sia stato da cima a fondo rin
novato e gli uomini che stanno a capo di questa amministrazione
siano diversissimi
tuttavia resecuzione
da quelli delPantico Stato (ottomano),
ordini
dei capi b
degli
affidata a gente
la vita di ieri.
?Ne

antiquata

potrebbe
nelle favole, mutarsi

che

rispecchia nella mentalita,

essere altrimenti. Noi

non

totalmente al tocco della

la Rivoluzione

sia ancora

sportarla dalla
?Questa

carta alia vita.

sulla carta;

nello

spirito e nel carattere

le cose

come
possano,
fata. Supponiamo
che
della Pubblica
Istruzione deve tra

crediamo

che

bacchetta di una

il Ministero

della Pubblica
ad esso
Istruzione;
grande impresa tocca al Ministero
affidiamo le fresche menti e gli animi (dei giovani), che non hanno alcun legame con
il passato.
? Occorre

ricordare TAsia

che davanti a loro non si trovi traccia nb ombra

di

cio

arida e tenebrosa.

(1) ln%xbd{(nel nuovo alfabeto in%ibat).

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

che

ci puo

587

dei mezzi per conseguire tale scopo & di cancellare dai programmi d' in
e abolita letteratura ottomana. Questa
Tantica
letteratura, che insinua nel
segnamento
nostro carattere la tendenza alia vita oziosa, dissipata e molle (kalenderlik, kharabafil'iq,
"
e di <camato"
vino"
(tnahbub), b pornografica al
cwiqliq), che discorre di
(mey)
punto da non poter essere ammessa nelle scuole di qualsiasi nazione virtuosa.
?Uno

? Uno

dei piu grandi errori in cui siamo caduti nel campo deiristrtrzione e stato
"
"
e di insegnare per anni ed anni ai
letteratura classica
di considerare come nostra

nostri giovani
bari Vezlr ?.

che furono elaborate

poesie

si compiace
Percio Ya'qub Qadri
la
scolastici
escluso dai programmi

e stolti e bar

per divertire ebbri Padiscia

che il Ministero

Istruzione abbia

della Pubblica

letteratura anteriore

del TanXymtii

al periodo

sec.

xix).
(inizio
In compenso gli studi letterari avranno ancora un campo
nifestazioni culturali propriamente
turche che vanno dalle
ai canti
e nuovi.
viii d.
(sec.
C.)
popolari antichi

nelle ma

vastissimo
iscrizioni

deH'Orkhon

che rinnega tutta l'attivita letteraria


ottomana
di scrittori e di poeti dei quali
figure
i Turchi si gloriarono fino a ieri, risponde a una tendenza non nuovissima dei nazio
nalisti turchi. Invece 1' interesse per i canti popolari e piii recente; da circa un decennio
L'affermazione

paradossale di Ya'qub Qadri,


dei secoli xiv-xvin e mette nell'ombra

si sono

i Turchi

popolo (i).

dati a

raccogliere

le tradizioni,

i proverbi,

i racconti,

i canti del

fatte piii attive negli ultimi anni e non v'? rivista im


che non ospiti nelle sue pagine la rubrica Khalqiyyat
portante (Turk Yurdu, Hayat)
nuovo alfabeto
con esempi di canti
e di poesie
(nel
popolari
popolareggianti
HalHyat),
non
se
sono stam
di poeti contemporanei o dei secoli scorsi. Molte
anche
raccolte,
si sono

ricerche

Queste

pate, vengonb conservate attentamente nelle nuove biblioteche, specialmente ad Angora.


Fino a tutto il 1928 si impiegarono i caratteri arabi; ora i'uso del nuovo alfabeto per
mettera anche una trascrizione piu esatta.
uscite sono da ricordare:

le pubblicazioni
Mehmed
Ferld

Tra

male maschile

e Sa'd

di Qoniyah),

in-8?, 347 + 4 pp.


Ahmed
Tal'at
bul,

raccolta

prof.

turchi e nel

renze,

1908 diede

fu nel

pubblicate

recensione

sono

stati preceduti

deH'Accademia

(come

II Kunos

Scuola Nor
1926,

Vilayeti khalqiyyat ve?harthiyyati, Qoniyah,

shirlerinin shekil ve-nevi,- Stan

Maniler, Stanbul, 1928, 270 pp. ? il primo volume di una


Tiirklerinin khalq edebiyyat'i: contiene circa 2000 mani (quar
e un glossario di 44 pagine.

I Turchi

I. Kunos,

tedeschi

(insegnanti nella

Efendi],
[Rif'at
intitolata Anadolu

tine popolari)
(i)

Qoniyah

Niizhet

(deputato di Canqiri), Khalq

166 pp.

1928,

ud?Din

G.

Jacob)

alia

ungherese;

ad Angora
a Costantinopoli

1925

di L. Bonelli,

nel

1887

la trattazione

stampa

hanno

ricerche

in queste

piu

recentemente

Das

ega

da

studiosi

pubblico

europei,
la prima

tiirkische Volksschauspiel

studiato

altre

forme

della

tra

i quali s'e distinto il


di eanti
popolari

raccolta
? Orta

Ojnu?;

tradizione

turcologhi
turca.

popolare

a
turco e vi tenne confe
per invito del Governo
Costantinopoli
in turco con il titolo Turk khalq edebiyyafi, 1925, in-8?, 206 pp. Cfr. la

ed

in i7 Folklore

Italiano,

III

(1928),

pp. 318-319.

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

588

e stato istituito da alcuni anni un Museo


Ad Angora
Etnografico; nella stessa
una
?Associazione
citta si costitui nel 1927
per lo studio delle tradizioni popolari?
una propria rivista. L'associazione
ha a Costanti
che
pubblica
(khalq bilgisi derneyi),
di
nopoli una sezione, il cui presidente YOsuf Ziya Bey, direttore del Conservatorio

con una missione nella scorsa estate nei wilayet orientali del
quella citta (1), ando
PAnatolia per raccogliere canti popolari. II viaggio della missione iniziato da Sinope si
svolse lungo le coste del Mar Nero (Trebisonda, Rize) e nei territori di Gumushkhaneh,

Erzingian, Erzerum; i canti furono raccolti con le rispettive notazioni musicali; alcuni giochi
(oyun), ai quali presero parte anche le donne, furono cinematografati (Iqdam, 18-9-1929).
L'interesse
per lo studio delle tradizioni popolari sembra aver fatto lasciare in disparte

e
in qua erano molto seguite in Turchia
negli
e
documenti (2). Lo studio
ultimi anni si erano rivolte anche alia raccolta di iscrizioni
non e piu favorito in Turchia;
il
del passato in quanto coincide con l'Ottomanesimo
e
letterario trova cultori in cio che rispecchia aspirazioni nazionalistiche
passato storico
le ricerche storiche che da venti anni

o porta il segno d'una originalita turca. Cos! si spiegano gli omaggi tributati in questi
ultimi tempi al poeta mistico Yunus Emre (sec. xiv), che e considerato come Pinizia
tore della poesia turca in Anatolia
il 15 aprile di quest'anno
egli fu comme
(3);

morato

con manifestazioni,

in tutta la Turchia

alle quali

parteciparono

specialmente

giovani.
Continua

anche Pattivita di studi di turcologia in generate, che fanno capo al


II turcologo russo Barthold tenne nel 1926 nel
Enstitiisii
di Costantinopoli.
Tiirkiyyat
una serie di conferenze sulla storia dei Turchi dell'Asia
TUniversita di Costantinopoli

Centrale, raccolte poi in un volume (Orta Asya tiirk ta'rtkhi haqq'inda dersler) pubbli
cato a
nel 1927 (4).
Costantinopoli
Va segnalato qui anche un importante ? Annuario
turco ?
(Tiirk Y'il'i) pubblicato
a Costantinopoli
nel 1928 (in-8?, 650 pp.) dai Comitato Centrale dell'associazione
Tiirk
Ogiaght
mazione

e curato specialmente

da Aq?ura Oghlu Yusuf. Esso contiene notizie d'infor


amministrativa della Repubblica
di Turchia, un
generale sull'organizzazione
assai ampio (pp. 289-455)
ed importante sulle origini e lo sviluppo del Tur

capitolo
e
chismo (turkgiiliik), ossia del nazionalismo
turco, in Turchia
negli altri paesi turchi
che si trovano
dell'Asia, infine cinque brevi monografie di autori diversi sui Turchi
fuori della Repubblica di Turchia
della
Tracia
occidentale, Turchi del Caucaso,
(Turchi

Turchi

Per

della Crimea, Qaraiti


1'Annuario del 1929

del Turkestan,

della Siberia

(1)

Cfr. Oriente Modemo,

(2)

Le

pubblicazioni
nella

P. Wittek

II volume

W.

IX,

scientifiche

Orientalische

(3) Cfr. Herbert


(4)

della Crimea, Turchi del Volga).


sono promesse anche
monografie sui Turchi
e della Cina.

Duda,

rielabora

1929,

della Persia,

p. 143.

apparse

Literatur^eitung,

in Turchia
1928,

nn.

negli ultimi
3 e 7; 1929,

dalla
Junus Emre. Estratto
con una trattazione
ampliata

Turkische

anni
nn.
Post,

la comunicazione

sono

state

annunziate

in-120,

22 pp.

da

2 e 4.
1929,
fatta

dal Barthold

al

i?

a Baku nel
di Turcologia
recentemente
da P. Wittek
Congresso
1926 e tradotta
(Der
-heutige Stand
und die nachsten Aufgaben
der geschichtlichen
der Turkvolker)
in ZDMG,
N. F., Band
Erforschung
8,
pp.

121-142.

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

4.

5%

libraria e crisi di scrittori.

Crisi

turchi si leggono spesso da un anno in qua lagnanze per la scarsita


accuse ai librai che mancherebbero
di inizia
di nuove pubblicazioni (i). Si muovono
tiva e di gusto; e i librai si giustificano con le difficolti economiche causate special
Nei

mente

giornali

dairintroduzione

del nuovo

alfabeto.

opere nuove uscite nel corso di quest'anno, osservava il giornale Milliyyet di


verso la meti di settembre, non superano il numero di due dozzine e,
Costantinopoli
mentre nelle vetrine delle librerie straniere appaiono ogni giorno libri nuovi ad attirare
f
l'attenzione del pubblico, le botteghe di Bsb-i Ali, principale centro librario di Stanbul,
il desi
espongono soltanto libri scolastici; mancano altre pubblicazioni che appaghino
Le

derio di leggere e di istruirsi.


La crisi libraria b tanto sentita che gli editori turchi hanno dovuto ricorrere al
Ministero della Pubblica Istruzione per ottenere un prestito. La Tipografia dello Stato
di Costantinopoli,
che s'e provveduta di macchinario nuovo e dispone di fondi consL
derevoli, b assorbita dai lavori di carattere ufficiale e dalla preparazione dei testi scolastici.
del nuovo
In reaiti, oltre le difficolti economiche
aggravate dairintroduzione
e forse b anche giusto pensare

una crisi di scrittori;


alfabeto, v'e in Turchia
due fatti siano in relazione tra di loro.

che

ancora scarsi
gli scrittori gia conosciuti alia critica ed al pubblico danno
contributi all'attivita letteraria (2), b manifesto nei piu giovani lo sforzo per trovare
nuove vie. Un gruppo di sette si raccolse lo scorso anno a collaborare in una rivista
Mentre

? La Fiaccola

i?

luglio 1928. Uno dei prin


del 15 ottobre 1928) a un
fascicolo
Yashar
Nabl, rispondendo (nel
cipali collaborator!,
giudizio troppo pessimistico di Yusuf Ziya sulla odierna letteratura turca, scriveva:
? La nostra letteratura sta attraversando un nuovo
non e
periodo rivoluzionario;
senso
artistico di
giusto incolpare,tutta la nuova generazione per gli scritti privi di
alcuni giovani, i quali hanno perduto la via confusi tra le idee letterarie di ieri e quelle
di oggi.

Mesh*ah

?,

? I
giovani d'oggi

il cui primo numero

usci

il

sordo ed ostile, disprezzati in


non
hanno
indietreggiato.
incoraggiati e, nonostante le difficolta,
dei
scritti
?Coloro
che accusano di monotonia
giovani, sono quelli che
gli
come si puo dire che
non
il
vedere
chiudono deliberatamente gli occhi per
passato;
hanno

lavorato in un ambiente

vece che

la poesia di oggi sia piu uniforme di quella


"
u
e di "occhi
tristezza
di
lagrimanti"?

passata,

nella

quale

non

si parlava

che

? II
passato suole apparir bello per il solo fatto d'esser lontano; ogni generazione
e questa una legge
e
si
sempre lamentata della produzione letteraria che le succede;
immutabile della letteratura; il nuovo incontra ognora ostilita.
(1) Cfr. Oriente Moderno,
l'aprile

del

Turkischen

1929,

l'organo

IX,

1929,

dell'Associazione

pp.

205-206,

giugno

1929,

pp.

106-107.

Liter aiur\eitung,

1929,

colL

449-450,

Vereinigung),

261-262;
di

tedesco-turca

Der
Berlino,

Nabe

Osten

(cosi

gia Milteilungen

s'intitoia,

dal

der Deutsch

v. Duda
(2) I pochi libri usciti nei primimesi del 1929 nei nuovo alfabeto sono ricordatida H.
in Orientalische

nota

i.

39
This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions

590

? Tuttavia

la generazione nuova possiede un principio, sa dove arrivare, procede


con passo fernio e sa che, se anche non avesse fatto altro, ha salvato la poesia dalla
"
"
?.
occhi lagrimanti
decadenza e dagli
"
"
sono innovator! in quanto
sette
I
(scrittori) della Fiaccola
(yedi mesh*alegiler)
cercano nuove

fonti d'ispirazione artistica, ma rimangono fedeli alia forma poetica della


"
essi si sono uniti
classica letteratura turca; sospesa la pubblicazione della
Fiaccola
recentemente a collaborare nella rivista letteraria Igtihad ? Lo sforzo?.

a
Has him
di questi giovani b stato lodato da Ahmed
(nato
e
uno
come
il
turchi
dei piu originali poeti
Baghdad
1885), ?ggi considerato
come il
migliore rappresentante della scuola letteraria formatasi tra la rivoluzione del
II movimento
verso

1908 e

e un seguace del simbolismo;


i suoi
stile e ricchezza d'immagini,
costituiscono una

la rivoluzione

kemalista. Ahmed Hashim

scritti, contraddistinti da musicalita di


reazione al razionalismo che domino nella

fa.
letteratura turca di qualche decennio
Le migliori sue poesie sono raccolte nel volumetto PiyUk ? La Coppa ? (ia edizione
1926, 2a edizione 1928) insieme con una prefazione, nella quale sono esposti i suoi
criteri estetici (1).
Ettore Rossi.
Dichter der
(i) Su di lui cfr. il bel lavoro di Herbert v. Dupa, AhmedHaschim. Ein turkischer
in Die

Gegenwarl

Welt

des Islams,

200-244.

pp.

1929,

RECENSIONI
Henri

delle cre
Manuale
S. J. - Li Mm.
e ap
ed istitu%ioni musulmane. Traduzione

Lammens,

dence

di Ruggiero

pendice
terza &
L.

figli, 1929. In-8?,

xxiv

La

Bari, Gius.

Ruggieri.

-f- 278 -f- [1]

pp.

rara

d'Italia,
cino

i!

riguarda

suo

campo

non
II signor Ruggieri
le
parole
quando

Anche

Lammens

il

signor Ruggieri
il permesso di tradurre

bel manuale

(1)

molto

dei doveri

chiara

tore. Percio
se non
uscita

un'idea

a un tradut

la presente critica,
risparmiato
la sua traduzione - purtroppo - e

in una bella

altri
gente

(1) Recensito

veste

tipografica,

di diffondere

e apparsa

rieta degli
zare dalla

aveva

che incombono

gli avrei

fosse che

che sanno Parte


ancora:

il suo

in italiano

non

evidentemente

Padre

al

chiese

in una

libri pubblicativi,
legge.

da

C.

A.

da

le loro stampe;

Collezione

che

edita

che, per

librai
peggio
la se

si e fatta apprez

D'altra
Nallino

parte

Oriente

in Oriente

fatte
1927, 45-46. Delle osservazioni
Moderno, VII,
dai Nallino
il traduttore ha tenuto conto solo in
parte.

di

librario

tanto

che

lavoro,

da

vi

potrebbe

tacere?

20.

Quando

mercato

sui
apparire
un
manuale
avis,

vedendo

Moiierno,

un

liano

cosi

perfetto

traduce, manomette,
francesi

equivalente

in

hanno

ita

il purista

che

a ridirvi,
troverebbe
nulla
egli
piu cruscheggiante
a questo
crede
sosti
necessario
spesso
equivalente
se non un vocabolo
di signifi
tuire un sinonimo,
cato

voltura
in pure

assai

evidente

affermazioni

quelle

nel

che

avverbi,

gli
del discorso,

secondo

disin

trasformando

per

del Lammens,

di verbi da

la massima

concessioni,

parti
a sopprimerli,

spezzato

e modi

dubitazioni,

disprezzo

a cambiarli,
senta

tempi
e con

li muta,

trascurabili

riodare

relativo

non di rado

sono

mens

tutto diverso;

del

un valore

si da

ad

il gusto

testo del Lam


nutre

litoti;
ai

suoi

esserne

aggiungerli;

la specialmente

talvolta

dove

francese,

occhi
indotto
il pe
si pre

non

gli

piace e, anche senza bisogno,si ritiene in obbligo

This content downloaded from 169.229.32.36 on Sat, 02 Jan 2016 07:57:24 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions