Sei sulla pagina 1di 27

Rassegna Stampa

TELECOM ITALIA WORKING CAPITAL 5 ottobre 2012

EQUITY IN CROWD FUNDING. UN


APPROFONDIMENTO SU SIAMOSOCI
5 ottobre 2012 scritto da Lorenzo Tondi

Unintervista a Dario Giudici, cofounder e CEO di SiamoSoci. Su LinkedIn trovate il


suo percorso professionale.




Che cosa fa esattamente Siamosoci.it?
Siamosoci.it una piattaforma che crea un contatto diretto tra startup innovative e potenziali investitori
interessati a dare un loro contributo alla creazione e alla crescita di queste nuove imprese. La piattaforma
vanta circa 700 investitori iscritti, pienamente operativa dallinizio di questanno, finora abbiamo
raccolto circa 850 progetti, tra i quali un centinaio sono gi disponibili per il finanziamento.
Abbiamo unarea directory dove diamo visibilit a tutte le startup indipendentemente dal fatto che stiano
cercando fondi o meno, e unarea funding, dove evidenziamo i progetti in corso di finanziamento, che
forniscono un set informativo completo inclusivo di business plan, presentazione, materiale multimediale,
una dataroom in cui gestire i documenti pi riservati, un profilo dei componenti del team.
Tutto questo comporta uno sforzo notevole da parte delle startup, anche se il processo guidato ed
assistito, tant vero che riteniamo che la piattaforma abbia una valenza anche formativa: far capire quali
sono le informazioni che necessario presentare agli investitori e il modo in cui presentarle.
La formazione imprenditoriale per noi centrale, tanto che siamo tra gli organizzatori del corso di
formazioneMake Your Startup, che inizier ad ottobre. Un progetto pratico e coinvolgente, 4 weekend, 6
ore al giorno presso diverse sedi di startup, con la partecipazione di docenti, esperti di innovazione ed
imprenditorialit e startupper. Imparare a fondare e guidare una nuova impresa molto pi facile con la
consulenza di chi ha gi vissuto lesperienza in prima persona.
Ci preoccupiamo in modo particolare di garantire agli investitori un quadro informativo completo e
trasparente, affianchiamo alla scheda di ogni societ un report che ci viene fornito da una societ esterna
ed aggreghiamo i dati pubblici forniti da Centrale Rischi e Camera di Commercio che riguardano la
societ, se gi stata costituita, o le persone che la promuovono, in caso contrario.
Ma SiamoSoci non solo questo, anche uno spazio in cui gli imprenditori possono entrare in contatto con
altri colleghi, stringere partnership, costruire alleanze.
Come funziona il processo di investimento? Fornite anche servizi legali?
Non forniamo supporto legale, la documentazione legale rientra nel processo di chiusura delle operazioni,
che non si svolge allinterno della piattaforma: quello che la piattaforma fa aggregare le informazioni
disponibili per dare agli investitori lopportunit di prendere una decisione consapevole. Una volta fatte

le sue valutazioni, linvestitore pu esprimere la sua manifestazione dinteresse, che non ha valore legale
ma propedeutica allinizio della fase di closing, serve a mettere insieme gli investitori interessati.
Creiamo una sorta di club deal, un gruppo di investitori che si impegnano per un certo ammontare fino al
raggiungimento della somma stabilita per quel round. Ogni offerta non pu essere inferiore a 5.000 euro,
per il resto limprenditore libero di fissare la somma-obbiettivo e un eventuale innalzamento dellofferta
minima: per esempio, unimpresa pu aprire un round di 300.000 euro in cui ogni partecipante deve
investire almeno 30.000 euro.
Quali sono i vostri casi di successo?
Finora abbiamo 6 imprese finanziate, appartenenti ai settori pi svariati, con un ammontare raccolta che
va dai 50.000 ai 500.000 euro. La nostra piattaforma orizzontale ed dunque rivolta a startup di ogni tipo
purch siano a contenuto innovativo (di processo o di prodotto).
La prima Viamente, piattaforma web di logistica che gestisce flotte aziendali con calcolo dei percorsi
ottimi attraverso un algoritmo.
Poi c Cortilia (ex Geomercato), un sito di commercio elettronico di prodotti agricoli geolocalizzati: lutente
pu trovare i prodotti agricoli dei produttori della zona circostante, acquistarli e riceverli direttamente a
casa.
Il terzo deal ha riguardato Rocket Design, impresa fondata da due giovani designer molto promettenti che
hanno sviluppato una linea di prodotti di arredamento per la casa a tema rock: con loro abbiamo concluso
tre seed.
Abbiamo completato con successo anche il ciclo di funding di StyLoola, unapplicazione mobile sulla moda
che permette di ottenere sconti, ricevere offerte, facilitare gli acquisti online, dotata di una piattaforma di
gaming per lelezione della persona cool della zona.
Un altro successo Gowar: una piattaforma di gaming, sviluppata nellincubatore H-Farm.
Abbiamo infine concluso la prima tranche di finanziamento di RisparmioSuper, piattaforma che permette la
comparazione dei prezzi di diversi supermercati, online e offline. la prima tranche perch il round di un
milione stato diviso in due parti: la prima aveva gi ladesione di un fondo regionale, Zernike Meta
Ventures, con una formula interessante: gli investitori privati mettono il 30% e il fondo mette il restante
70%. Abbiamo chiuso questa parte di round ed ora rimane aperta la quella complementare che ammonta a
530.000 euro.
Questestate c stata la prima exit: Viamente stata acquistata da una societ statunitense. Gli investitori
iniziali hanno cos potuto recuperare le somme impiegate ottenendo anche un cospicuo ritorno finanziario.
Come prevedete di fare ricavi? Imponete una commissione?
No, al momento la piattaforma offre i suoi servizi gratuitamente. una decisione temporanea, prima
vogliamo diventare un punto di riferimento nazionale per il settore. Quel che pensiamo di fare in futuro
lavorare, come gi stiamo facendo, sullintegrazione di una serie di servizi accessori (rispetto al funding) che
sono potenziali fonti di ricavi. C anche la possibilit di inserire una commissione sulle operazioni di
finanziamento che si concludono, ma una strada che vogliamo cercare di evitare perch vogliamo che
tutte le risorse impiegate vadano effettivamente a contribuire allo sviluppo delle startup.
Lorenzo Tondi

B2CORPORATE 11 ottobre 2012


NEW BUSINESS

Cerchi investitori? Vai su SiamoSoci.it


Di: La Redazione

In tempi di crisi e startup la necessit di ricercare finanziamenti un percorso obbligato.


Pertanto per gli start upper in cerca di capitali segnaliamo il sito SiamoSoci.it; trattasi di
una sorta di marketplace per Investors dove proporre i propri progetti e ricercare
potenziali interessati ad investire.
In altre parole SiamoSoci.it una sorta di motore di ricerca che permette da un lato agli
investitori di trovare progetti interessanti e dallaltro permettere alle aziende non quotate di
raccogliere capitali da investitori privati per finanziare la crescita.
Gli investitori possono in pratica accedere a tutte le informazioni e al business plan per
valutare, analizzare e selezionare autonomamente le aziende su cui puntare. SiamoSoci.it
si colloca quindi come facilitatore per creare "club deals" (investimenti di gruppo) tra
investitori con diverse professionalit.
Il sito una volta definito laccordo tra investitore e start upper consente un monitoraggio
attento dellinvestimento; infatti la piattaforma prevede un'area interna all'applicazione che
permette di avere sotto controllo ogni proprio investimento con un'interfaccia molto
semplice, che favorisce inoltre la comunicazione tra investitori ed imprenditori
La registrazione gratuita.
Per approfondimenti visita il sito: SiamoSoci.it

MILANO FINANZA 22 settembre 2012

LA STAMPA 2 giugno 2012

GENTLEMEN Milano Finanza - 22 giugno 2012

IL CORRIERE DELLA SERA 27 maggio 2012

LA REPUBBLICA 20 aprile 2012

NINJAMARKETING.IT 20 aprile 2012

20 aprile 2012 | Alessia Di Raimondo aka Kaledira | commenta

SiamoSoci: raccogliere capitale tenendosi


per mano
Una piattaforma italiana cavalca londa dellequity-based
crowdfunding per promuovere startup innovative

Many things are important factors, but funding from the crowd is the base of which all else
depends on and is built on.
Quanto enunciato il principio alla base del concetto del crowdfunding, battezzato nel 2006
da Michael Sullivan e ormai largamente discusso tra le pagine della rete (anche di Ninja
Marketing) e non. Parafrasando potremmo dire che linvestimento ed il sostegno
allinnovazione sono frutto della collaborazione, e questa soprattutto ha bisogno della folla.

A poco pi di dieci giorni dalla firma del Presidente Obama del JOBS Act (Jumpstart Our
Business Startups Act) con cui si legalizza lequity funding rivolto alle startup negli USA, si
torna a puntare i riflettori sul sempre pi acclamato sistema di raccolta del capitale di
rischio per i nuovi business, alla luce della ristrettezza del sistema del debito bancario e
delle barriere allingresso poste dai tradizionali investitori finanziari.
Stiamo parlando dell equity crowdfunding: il sistema inclusivo e bottom-up per la raccolta di
capitale di rischio attraverso una partecipazione allargata che sfrutti la cosiddetta long tail
(Chris Anderson su Wired Magazine il padre della definizione, leggi larticolo qui),
abbassando le barriere allaccesso al capitale, i costi del processo, e coinvolgendo soggetti in
grado di reinventare il ruolo tradizionalmente ricoperto diventando investitori.
Non tantissime le realt gi note nel panorama internazionale dellequity-based crowdfunding,
ma destinate a proliferare, soprattutto nel vasto mercato USA dopo la manovra sopra citata.
Un esempio di rilievo dato dalla piattaforma britannica equity-based Crowdcube, che ha
promosso un progetto di successo nel mercato londinese (il Rushmore Club con 1 milione di
sterline raccolte) agendo da propulsore per la democratizzazione degli investimenti in UK.
Ed in Italia? Siamo indietro rispetto al trend internazionale, come spesso purtroppo accade?
Non si direbbe.
C un caso che fa gi parlare di s e sta registrando numeri che meritano la nostra attenzione.
Si tratta di SiamoSoci.

Conosciamo SiamoSoci: Logica e primi risultati


Nata dal mix di competenze ed esperienze nel web e
nel settore finanziario di nove
imprenditori, SiamoSoci una piattaforma che
sfruttando il meccanismo dellequity
crowdfunding consente lincontro tra startup
innovative ed un gruppo di investitori.
Le prime necessitano di capitali, competenze
imprenditoriali, un network di relazioni e formazione
in merito alle logiche di mercato; i secondi, gli
investor inclusi nel network SiamoSoci, mettono a disposizione risorse finanziarie e
competenze provenienti dal loro background imprenditoriale.

In soli sei mesi dal lancio online, circa 380 aziende startup e 200 investitori registrati,
40 i progetti completi gi pubblicati, 10 milioni di capitali dinvestimento
potenzialmente disponibili, tre investimenti gi realizzati: Viamente (Route Planner)
per 300 mila euro; Geomercato (Spesa online a filiera corta) per 500 mila (co-investimento tra
privati e fondo VC); Rocket Design (Rock Design Furniture) per 100 mila (tutti provenienti da
investitori privati).

Il funding gap che si intende colmare quello riscontrabile allo stadio del seed
investing. Stiamo parlando, quindi, di angel investor che agiscono al primissimo stadio della
value chain of capital.
Chi meglio di ex imprenditori pu capire e supportare le esigenze delle
startup?La squadra di investor che SiamoSoci mette in campo composta da soggetti che
conoscono direttamente il proprio settore, hanno a loro disposizione un network di fornitori,
clienti e partner, ed hanno linteresse a partecipare direttamente ai benefici che possono essere
offerti dallinnovazione.
Peraltro lintervento diretto del mondo dellimprenditoria crea un circolo virtuoso allinterno
del quale si sviluppa in modo naturale anche lexit, di natura industriale anzich finanziaria.
Dario Giudici, co-fondatore e amministratore delegato, commenta:
Quando la startup utilizza correttamente la nostra piattaforma,
inserendo una valutazione economica ragionevole e informazioni
complete, linteresse degli investitori immediato. Chi inserisce
valutazioni troppo alte o dati non completi non riuscir a
finanziarsi nemmeno qua, perch i miracoli oggi non esistono, ma
le startup che fanno bene i compiti a casa hanno oggi unopportunit straordinaria per
raggiungere investitori con cui altrimenti non sarebbero mai entrate in contatto.
Questo il grande potere della rete e SiamoSoci lo mette a disposizione di tutti quei giovani
che credono nelle proprie idee e nel sistema Italia.

Chiariamo come funziona la piattaforma


Il meccanismo dietro questa realt, gi manifestatasi di successo, semplice.
La startup pu organizzare la propria presentazione e pubblicare il suo progetto,
inserendo la propria richiesta di capitale.

Linvestitore che si registra esprime le proprie preferenze e capacit di


investimento e ha accesso ai progetti in modo semplice e completo, pu
confrontare i business plan e scegliere autonomamente se investire. Quando un
progetto raggiunge un certo ammontare di committment (cio di manifestazioni dinteresse
allinvestimento) si procede con le fasi successive con incontri, due diligence e contrattazioni,
che si svolgeranno offline secondo procedure tradizionali.

La registrazione sulla piattaforma sia per le startup che per gli investitori
gratuita; SiamoSoci richiede una commissione solo sulle operazioni dinvestimento realizzate,
provvisoriamente sospesa sino a settembre 2012 per favorire la crescita dei partecipanti alla
piattaforma.

Ed il team?
I buoni risultati nella raccolta di capitale passano attraverso un capitale umano dalle elevate
competenze.
Chi affianca Dario Giudici nella sfida di SiamoSoci?:
-Paolo Barberis - Fondatore e ex presidente del gruppo Dada Spa, internet company quotata
sulla borsa italiana.
-Fabio Cannavale - Fondatore di Volagratis, internet-based company di servizi turistici.
Imprenditore e angel investor.
-Marco Corradino - Fondatore di Volagratis, internet-based company di servizi turistici.
Imprenditore e angel investor.
-Pietro Martani - Fondatore e CEO di Windows on Europe, internet based company di
servizi immobiliari. Imprenditore e angel investor.
-Cristiano Esclapon - Imprenditore e angel investor, venticinque anni di esperienza sui
mercati finanziari e nel private banking.

-Lorenzo Lamberti Sagliano - Imprenditore e angel investor, dieci anni di esperienza nel
private banking.
-Paolo Dameno Rota - Imprenditore, ventanni di esperienza sui mercati finanziari e nel
private banking.
-Antonio Procopio - Fondatore di NewMedia Solutions, software house specializzata in
sviluppo di piattaforme web. Imprenditore e angel investor.
Team corposo, motori sempre rombanti, gi primi traguardi raggiunti: SiamoSoci una chance
per spingere limprenditoria italiana ad osare..per trionfare!
http://www.ninjamarketing.it/2012/04/20/siamosoci-raccogliere-capitale-tenendosi-permano/

WIRED.IT 18 aprile 2012

Siamosoci, il marketplace per startup e


investitori italiani
Tre progetti finanziati in quattro mesi, ma lobiettivo a regime
finanziare 1.500 progetti ogni anno. Il fondatore Dario Giudici ci
spiega come funziona
18 aprile 2012 di Silvio Gulizia
Siamosoci un marketplace sui generis, in cui da una parte ci sono investitori e dallaltra
startup. Lo ha inventato Dario Giudici, professionista del private banking, dopo aver
toccato con mano la disaffezione verso gli investimenti tradizionali di cui si fa sempre pi
fatica a capire la logica. Lidea nata da una discussione con alcuni colleghi del private
banking nel 2009, in cerca di soluzioni per i propri clienti. Secondo Giudici da parte di
imprenditori privati, professionisti e manager c la volont di investire in innovazione e
nelle startup, che in questo momento pi che mai hanno bisogno di finanziamenti.
Siamosoci una startup lei stessa, creata da nove soci fra cui il fondatore di Dada Paolo
Barberis. Da ottobre sono stati finanziati tre progetti sui 30 pubblicati, a fronte di 280
iscritti.
Il vostro progetto sembra essere in qualche modo figlio della crisi. cos ?
Penso che la crisi per noi sia unopportunit. Il sistema bancario in forte crisi e questo ha
fatto venir meno quelle risorse finanziarie indispensabili ad alimentare il sistema
economico. In particolare in Italia dove le piccole e medie imprese hanno necessit di
finanziare i propri investimenti. La crisi ci ha insegnato che le logiche di un mercato inteso
come borsa e finanziamento del debito attraverso scambio di titoli segue logiche non sempre
legate alla realt sottostante. C una volont di ritorno a investimenti su progetti
imprenditoriali che si possono comprendere e sposare.
Sembri suggerire che le startup possono essere il nuovo mattone?
Non sto parlando solo di startup, ma di qualsiasi progetto innovativo che significhi la
nascita di nuove imprese e sia fondato sulla concretizzazione di nuove idee. Credo che
questo sia ilmattone indispensabile per la ripartenza di una crescita sana in Italia.
Anche vuoi siete una startup: come guadagnate?
Non abbiamo ancora attivato il modello di business. Prenderemo una percentuale che sar
pagata da chi avr trovato finanziamenti attraverso di noi.
Quanto vale questo mercato?

In Italia vengono costituite 45mila nuove societ ogni anno. Nei primi due anni di vita ne
muore oltre il 70% per lo pi per motivi di ordine finanziario e perch non trovano
finanziamenti. Nel nostro Paese ci sono 398 mila privati con reddito superiore a 100mila
euro e oltre 600mila famiglie con un patrimonio mobiliare di circa 500mila euro. Se
assumiamo un 10% di penetrazione, ma il nostro obiettivo il 20%, a regime dovremmo
avere 50 o 60mila investitori registrati alla piattaforma, con la possibilit di finanziare 1.500
progetti allanno.
Chi sono i vostri competitor? Le banche?
Non le banche, anzi gli istituti di credito sono casomai potenziali acceleratori perch sono
alla disperata ricerca di nuovi prodotti per i propri clienti. E neppure sono nostri competitor
i venture: noi contribuiamo alla crescita dellecosistema e se questo funziona un vantaggio
per tutti quelli che fanno investimenti. Inoltre i venture operano con logiche diverse,
finanziarie, e per conto di clienti che non vogliono occuparsene. I concorrenti sono altre
piattaforma che oggi stanno iniziando a nascere tipo Trovasocio.it".
Siamosoci un nome che non si esporta. Resterete in Italia?
Almeno fino a quando non avremo dimostrato che il modello funziona.
Linternazionalizzazione ci interessa come scambio con lestero, cio far investire stranieri
in progetti italiani, non nel senso di portare la piattaforma allestero.
Quanto pensate di guadagnare?
Il modello di business andr affinato nel tempo. A regime sono convinto che la piattaforma
avr tassi di crescita elevati. Riteniamo che possa produrre nellordine del milione di euro di
ricavi entro il 2014 e cinque milioni entro 2016.

http://italianvalley.wired.it/news/2012/04/18/siamosoci-marketplace-startup-investitoriitaliani-156798.html

BLOGOSFERE 11 aprile 2012

Siamo Soci: il sito per l'innovazione dedicato


agli investitori
Mercoled 11 Aprile 2012, 07:26 in Italia Punto Zero di Paola Guarnieri

La piattaforma on line creata da nove imprenditori italiani raccoglie capitali a rischio da


investire in imprese innovative.

Buone notizie in tema di mercato delle start up.


La piattaforma on line SiamoSoci, nata pochi mesi fa dall'iniziativa di nove imprenditori (tra cui
Paolo Berberis, Dario Giudici e Fabio Cannavale) ha gi richiamato oltre 380 start up e 200
investitori registrati. Nel complesso sono 40 i progetti completati e gi pubblicati, 10 milioni di
capitali d'investimento "potenzialmente" disponibili e tra investimenti gi realizzati.
Un segnale positivo che contribuisce alla creazione di un mercato per la raccolta di capitale di
rischio da parte di start up innovative.
"Quando la start up utilizza correttamente la nostra piattaforma, inserendo una valutazione
economica ragionevole e informazioni complete - ha spiegato Dario Giudici, Ceo di SiamoSoci l'interesse degli investitori immediato. Chi inserisce valutazioni troppo alte o dati non
completi non riuscir a finanziarsi nemmeno qua, perch i miracoli oggi non esistono".
Tra i progetti che hanno gi ricevuto finanziamenti ci sono Viamente (300mila euro) piattaforma di
rout planner che permette alle aziende di pianificare i percorsi giornalieri dei propri veicoli e
distribuire il carico di lavoro; Geomercato (500mila euro ) sito per fare la spesa on line a filiera
corta e riceverla a casa propria. Infine Rocket Design (100mila euro) che progetta pezzi
d'arredamento con stili decisamente originali.

http://economiaefinanza.blogosfere.it/2012/04/siamo-soci-il-sito-per-linnovazione-dedicato-agliinvestitori.html

IL SOLE 24 ORE - NOVA 8 aprile 2012

STARTUPBUSINESS 6 aprile 2012

SiamoSoci rivoluziona la raccolta di capitale per


le startup, 900 mila euro gi investiti
Inviato da Editorial Staff il Gio, 05/04/2012 - 16:10Posted in Dario Giudici investimenti Siamosoci
startup

SiamoSoci, il marketplace che fa incontrare startup e potenziali investitori, a sei mesi dal
go live , fa un primo bilancio. In un panorama come quello italiano, caratterizzato da un
sistema per la raccolta del capitale di rischio ancora acerbo ma in crescita costante, i
risultati raggiunti sono decisamente positivi.
In pochissimo tempo, SiamoSoci ha raccolto la registrazione di oltre 380 aziende startup
e 200 investitori, 40 progetti completi sono stati gi pubblicati, 10 milioni di capitali
dinvestimento potenzialmente disponibili. E tre sono gli investimenti gi realizzati, tra
cui Rocket Design che ha raccolto 100 mila euro in sole 48 ore.
I numeri parlano e le potenzialit ci sono, come sottolinea Dario Giudici, uno dei founder
e AD di SiamoSoci.
E' evidente che il sistema Italia cresce, per i giovaniche
credono in questo e nelle proprie idee, SiamoSoci uno
strumento potentissimo che sfrutta il grandepotere della rete.
Molto dipende da come la startup sipresenta: se inserisce una
valutazione economicaragionevole e informazioni complete,
linteresse degliinvestitori immediato. Rocket Design un
esempiolampante, 100 mila euro in 48 ore per il
nostrocontesto un record assoluto. Chi spara valutazioni
troppo alte o non accurato nell'inserimento dati non riuscir a finanziarsi nemmeno
qua. Le start up che fanno bene i compiti a casa hanno oggi unopportunit straordinaria
per raggiungere investitori con cui altrimenti non sarebbero mai entrate in contatto.
D'altro canto offriamo anche agli investori diversi vantaggi, come la visibilit su
moltissimi deal, referenziati, con accesso ai business plan e la possibilit di confrontarsi
con altri investitori e eventualmente investire insieme.
Oltre a Rocket Design, hanno trovato fondi altri due progetti: Viamente (Route Planner)
per 300 mila euro e Geomercato (Spesa online a filiera corta) per 500 mila, realizzato in
co-investimento tra privati e fondo VC gestito da dPixel.
La tecnica utilizzata da SiamoSoci, definita "equity crowdfunding", un meccanismo di
formazione di gruppi di investitori che uniscono le loro forze finanziarie e competenze
per promuovere la crescita dei progetti. La registrazione sulla piattaforma sia per le
startup che per gli investitori attualmente gratuita, SiamoSoci richiede una commissione
solo sulle operazioni dinvestimento realizzate, provvisoriamente sospesa sino a
settembre 2012 per favorire la crescita dei partecipanti alla piattaforma.
SiamoSoci nata dalliniziativa di nove imprenditori, alcuni piuttosto noti, che hanno
coniugato le loro esperienze di successo nel mondo del web e in quello finanziario con
l'obiettivo comune di stimolare la crescita attraverso l'innovazione e la creazione di nuove
imprese. La vision che ha accomunato questi nove imprenditori nel progetto di SiamoSoci

fortemente orientata alla valorizzazione dei giovani talenti italiani, anche come
strumento di rilancio e sviluppo economico del Paese.
La filosofia di SiamoSoci un p quella dell'angel investing, basata sulla convinzione che
interlocutori ideali (anche a livello investimento) per nuovi progetti d'impresa siano
proprio imprenditori gi affermati che hanno risorse, forti competenze e network.
Il CEO di SiamoSoci Dario Giudici, private banker e angel investor.
Gli altri fondatori sono:
Paolo Barberis - Fondatore e ex presidente del gruppo Dada Spa, internet company
quotata sulla borsa italiana.
Fabio Cannavale - Fondatore di Volagratis, internet-based company di servizi turistici.
Imprenditore e angel investor.
Marco Corradino - Fondatore di Volagratis, internet-based company di servizi turistici.
Imprenditore e angel investor.
Pietro Martani - Fondatore e CEO di Windows on Europe, internet based company di
servizi immobiliari. Imprenditore e angel investor.
Cristiano Esclapon - Imprenditore e angel investor, venticinque anni di esperienza sui
mercati finanziari e nel private banking
Lorenzo Lamberti Sagliano - Imprenditore e angel investor, dieci anni di esperienza nel
private banking. Paolo Dameno Rota - Imprenditore, ventanni di esperienza sui mercati
finanziari e nel private banking.
Antonio Procopio - Fondatore di NewMedia Solutions, software house specializzata in
sviluppo di piattaforme web. Imprenditore e angel investor.

http://it.startupbusiness.it/news/siamosoci-rivoluziona-la-raccolta-di-capitale-per-le-startup900-mila-euro-gia-investiti

WEB-TARGET.COM 6 aprile 2012

Equity-based crowdfunding
di Daniela Castrataro

Al momento, uno dei dibattiti pi accesi nel mondo del crowdfunding riguarda il suo uso per la
formazione di capitale attraverso lacquisto di azioni di una societ da parte della "folla", processo
che va sotto il nome di equity-based crowdfunding (o crowdfunding basato su azioni finanziarie).
La ragione per cui se ne sente tanto parlare ultimamente dovuta agli imminenti cambiamenti
nella legislazione statunitense a proposito. Infatti, se lequity-based crowdfunding stato possibile
finora in alcuni Paesi, seppur con qualche stratagemma, non lo stato negli USA, dove sono
nate e prosperano le pi note e popolari piattaforme di reward-based crowdfunding (o
crowdfunding basato su ricompense). Ma potremmo essere giunti ad un punto di svolta che avr
dei risvolti non indifferenti a livello globale.
La maggior parte delle piattaforme di crowdfunding operano sulla base di una sorta di investimento
"ripagato" con una ricompensa: per esempio, se si investe denaro in un progetto teso a portare
uninvenzione sul mercato, tipicamente si ricever in cambio un prototipo di quello stesso prodotto
con del valore aggiunto, in offerta o in edizione speciale.
Attraverso la popolarit generata da alcuni successi eclatanti, come il TicTok Lunatik su
Kickstarter, abbiamo una maggiore familiarit con il modello appena descritto.
Esso si distingue nettamente dal modello equity-based, dove in cambio del denaro investito in un
determinato progetto si ottengono partecipazioni azionarie. Come azionista, si effettua cos un
vero e proprio investimento e si detiene una piccola quota di propriet nella societ, le cui azioni
possono salire o scendere in valore.
Il crowdfunding si distingue da molti altri modelli di finanziamento in quanto basato sulla
partecipazione pi ampia possibile che cerca di sfruttare la cosiddetta long tail. Per farlo per si
devono ridurre le barriere alla partecipazione, eliminando gli ostacoli, abbassando i costi del
processo e sfruttando il potenziale di un mondo coinvolto e connesso dove gli individui sono meno
limitati e, soprattutto, sono capaci di reinventarsi in nuovi ruoli, in questo caso quello di investitore.
Il processo di investimento in azioni regolato in modo poco snello nella maggior parte delle
giurisdizioni ed ci che ha reso storicamente difficoltoso sfruttare la long tail e far s che fosse
effettivamente possibile acquistare azioni dal basso.
Questi onerosi regolamenti trovano una loro prima giustificazione nella mitigazione del rischio e
nella prevenzione delle frodi. Le leggi sulla trasparenza e lautorit a comprare e vendere azioni
sono concetti complessi. Il trucco allora quello di sviluppare un meccanismo che mitighi il rischio,
riduca i costi e offra sicurezza allo stesso tempo.
Possiamo guardare a Brewdog un microbirrificio scozzese come un primo esempio
affascinante di quella forma di investimento inclusivo e proveniente dal basso che lequity-based
crowdfunding.
Brewdog stata la prima compagnia europea a effettuare unOfferta Pubblica Iniziale (IPO) on-line
andando a sfruttare il capitale relazionale costituito dalla propria fedele comunit di clienti, nutrita
anche e soprattutto attraverso i social media.

Il microbirrificio ha lanciato la sua prima offerta di azioni nel 2009, riuscendo a raccogliere 750.000
sterline in 5 mesi. Imparando da quellesperienza, hanno lanciato un secondo round nel luglio
2011, abbassando tra laltro il costo minimo di unazione. Hanno raccolto 500.000 sterline in 2
giorni e oltre un milione in 4 settimane.
Un altro esempio molto innovativo costituito da Trampoline, che nel 2009 diventata la prima
technology business al mondo a raccogliere finanziamenti attraverso lequity crowdfunding. Stanno
cercando di raccogliere un milione di sterline in 4 round, i primi due dei quali sono stati
completati con successo.
Tuttavia, come Brewdog, anche Trampoline non usa un sistema proprietario per effetturare le
transazioni e, al fine di essere in regola con la legislazione della Financial Services Authority
(FSA), sta restringendo lofferta a persone di "alto valore netto certificato" e ad azionisti esistenti.
Ma la vera innovazione del crowdfunding, oltre a quella di andare a sfruttare il capitale sociale e
relazionale, costituita dallavvento di piattaforme che hanno aperto le porte ad ampi gruppi di
investitori che vanno ben oltre gli individui con un "alto valore netto certificato". In altre parole, a
tutti i comuni mortali.
Una delle pi note piattaforme equity-based la britannica Crowdcube. Lo scorso novembre ha
stabilito il record mondiale di crowdfunding con il progetto del Rushmore Club, che ha raccolto 1
milione di sterline da investire nellespansione del gruppo londinese di bar e club. Fondata da
Darren Westlake e Luke Lang e lanciata nel febbraio 2011, sta introducendo con successo la
democratizzazione degli investimenti nel Regno Unito.
Il modello di Crowdcube richiede che, da investitore, ci si registri sul sito e si depositi una somma
di denaro sull'account della piattaforma. Una volta fatto, si possono esaminare le offerte e
finanziare uno o pi progetti del portfolio presente sul sito. Gli imprenditori che cercano
investimenti devono registrarsi anch'essi e inviare il proprio progetto, poi sottoposto a un processo
di controllo da parte di Crowdcube (che decider se accettarlo o meno sulla piattaforma).
Alcune caratteristiche chiave sono:
- La somma minima da raccogliere al momento pari a 5 mila sterline e non c un massimo,
anche se Crowdcube suggerisce 150.000 sterline come somma massima tipica.
- Linvestimento minimo 10 sterline e i costi di transazione delle compagnie che stanno cercando
di raccogliere finanziamenti sono relativamente limitati in paragone al tradizionale processo di
vendita di azioni.
- Le spese legali fisse spettano all'imprenditore e Crowdcube trattiene una percentuale. - Gli
investitori devono essere basati nel Regno Unito.
- Allo stesso modo, gli imprenditori devono essere residenti nel Regno Unito e la societ (o la
societ risultante) deve essere registrata nel Regno Unito.
Secondo alcuni, questo modello in contrasto con parte del Companies Act 2006 secondo cui una
compagnia privata non pu offrire azioni al pubblico senza prendere la via della IPO.
Ma Crowdcube dice di essere in regola con l'autorit finanziaria inglese sin dal primo giorno. Il loro
modello stato oggetto di una due diligence eccezionalmente rigorosa portata avanti dagli
avvocati Ashfords, e non ce nulla di segreto o furtivo in essa. Avviene tutto alla luce del sole e
lelemento chiave che gli investitori sono essenzialmente membri di un club: pertanto lofferta non
fatta direttamente al pubblico.

Un modello alternativo messo in pratica in Olanda da Symbid e in vari paesi dalla globale
GrowVC, che utilizzano un veicolo cooperativo come meccanismo di collezione dellinvestimento: i
contributi individuali vengono messi insieme in una sola entit legale che investe
nellimprenditore.
L'idea di costituire un club o di avere una cooperativa "cuscinetto" tra investitori individuali e
imprenditore sembra essere la chiave per aggirare varie restrizioni regolamentarie in diversi paesi:
o il processo non interamente pubblico (il metodo club di Crowdcube) o non un investimento
diretto da parte di un individuo (il modello-veicolo o cooperativo di Symbid e GrowVC).
Cosa sta accadendo invece oltreoceano?
Negli USA le start-up non possono vendere azioni o altri titoli via piattaforme di
crowdfunding o social network a causa di una serie di restrizioni legali. A novembre, cera stato
uno sviluppo significativo con lAccess to Capital Act H.R. 2930, introdotto dal membro del
parlamento Patrick McHenry e votato favorevolmente e a grande maggioranza dalla Camera.
Ci che latto cerca di fare emendare il Securities Act del 1933, per permettere alcune esenzioni
alla registrazione con la Securities and Exchange Commission (SEC). Se passasse, gli
imprenditori potrebbero portare avanti una campagna di crowdfunding per raccogliere fino a due
milioni di dollari allanno in capitale investito direttamente da individui senza obbligo di registrare
gli investitori con il SEC.
Ecco i dettagli:
- Per avvantaggiarsi del limite di 2 milioni, gli imprenditori devono fornire rendiconti finanziari,
altrimenti il limite di 1 milione.
- L'inizio e il completamento di ogni processo deve essere registrato con il SEC, ma linvestitore
non deve esserlo.
- Il processo deve raggiungere il 60% del suo target dichiarato per procedere, e le transazioni
finanziarie e la gestione del denaro devono essere gestiti da una terza parte.
- Ogni investitore individuale ha un tetto di 10.000 dollari di investimento o il 10% del proprio
reddito annuale (qualunque tra i due sia di entit inferiore).
- Le azioni non possono essere vendute prima di un anno a meno che linvestitore sia un
investitore accreditato o registrato.
L8 marzo 2012 si e' registrato un altro interessante sviluppo: il cosiddetto JOBS (Jumpstart Our
Business Startups) Act stato approvato alla Camera con 320 voti contro 23, unapprovazione
generale e bipartisan.
Si tratta di una collezione di regolamenti, tra cui l'Entrepreneur Access to Capital Act (H.R. 2930),
creati per dare una spinta alla creazione di business e incoraggiare la formazione del capitale
attraverso la rimozione e la modernizzazione delle barriere legislative che al momento stanno
frenando gli imprenditori e le piccole imprese. La legislazione ha ricevuto il supporto del Presidente
Obama e ora attende lapprovazione in Senato.
Tuttavia resta un ostacolo finale. Il Senatore Scott Brown aveva introdotto il Democratizing
Access to Capital Act, S.1791, che ha essenzialmente lo stesso obiettivo dellH.R. 2930, ma con
alcune differenze fondamentali, tra cui il limite di investimento fissato a 1.000 dollari a persona.

Far convergere i due decreti dovrebbe essere abbastanza semplice: a parte il tetto di investimento,
per il resto si completano a vicenda. Entrambi spingono verso un processo standardizzato,
regolato e sicuro per gli investimenti, che tenta di mettere un po' dordine nel Far West del
crowdfunding online.
Pi in generale, la proposta di legittimizzare e regolare il crowdfunding per il capitale azionario non
priva di critiche e i dibattiti sono molto estesi e vanno oltre lo scopo di questo articolo. Tuttavia va
detto che al momento in Europa siamo per una volta allavanguardia grazie ad una legislazione
pi favorevole.
E l'Italia a che punto ?
Nel nostro paese sembra che le cose si stiano muovendo molto lentamente, seppur in
manierainnovative. Unici esempi equity based crowdfunding sembrano essere Starteed e
SiamoSoci, entrambi ancora in beta version, di cui spero di scrivere in modo pi approfondito
presto.
In particolare, SiamoSoci ha stretto unimportante partnership con il programma promotore di
StartUp e innovazione, Working Capital.
Ci che emerge da questo breve excursus sulle gioie e i dolori del giovane fenomeno che
lappetito per cercare meccanismi alternativi per la raccolta di capitali attraverso la vendita di azioni
sta crescendo ed probabile che continui a farlo, liberando la spinta imprenditoriale in un mondo
sempre pi relazionato, connesso e collaborativo, ma in cui i mercati di capitale tradizionali sono
alle strette.
Il crowdfunding assolutamente cruciale in questo momento affinch linnovazione non venga
limitata a pochi. Finora, solo ai ricchi stato consentito investire e innovare. Il web ha liberato
talenti e idee, ora non resta che liberare i capitali per metterle in pratica.
Parafrasando le parole di Chris Anderson, we all can be investors: tutti possiamo essere
investitori. [20/03/2012]
HTTP://web-target.com/case-studies/775-equity-based-crowdfunding

GREENFVG.IT 14 marzo 2012

SiamoSoci, una bussola per le


nuove imprese
La societ SiamoSoci nata da uniniziativa di nove imprenditori che hanno
coniugato le loro esperienze di successo nel mondo del web e in quello
finanziario con lobiettivo comune di stimolare la crescita attraverso
linnovazione e la creazione di nuove imprese.
il primo marketplace online organizzato che permette alle
aziende non quotate di raccogliere capitali da investitori
privati per finanziare la crescita, in modo semplice e sicuro.
SiamoSoci aiuta i privati a selezionare settori e societ di
interesse e a reperire in modo veloce e approfondito tutte le informazioni
necessarie alla valutazione dellazienda.
SiamoSoci ha quindi creato il primo mercato organizzato online, volto a
promuovere e facilitare il contatto tra investitori privati e iniziative
imprenditoriali che necessitano di capitale di rischio per realizzare i loro piani
di sviluppo.
La piattaforma sfrutta le potenzialit della rete per permettere ai privati di
accedere a progetti in fase di alta crescita con investimenti di importo
contenuto grazie alla tecnica del crowdfunding.
SiamoSoci fornisce agli investitori laccesso a tutte le informazioni necessarie
per valutare in modo indipendente le migliori imprese in cui investire il
proprio capitale, rendendo disponibili e confrontabili i business plan, le videopresentazioni dei manager, i documenti camerali, i patti parasociali e altro
ancora. Allo stesso tempo offre alle aziende tutti gli strumenti volti a
organizzare il loro set informativo, a migliorare la loro visibilit sul mercato e a
reperire investitori rapidamente e con successo.
Il progetto di SiamoSoci ha le giuste caratteristiche per portare i capitali verso
il sistema imprenditoriale e produttivo, con lobiettivo di sostenere
loccupazione e consentire lo sviluppo di nuove imprese. Gli investitori privati
trovano cos idee e progetti a cui fornire non solo capitali, ma anche la propria
esperienza, mettendola al servizio dellimprenditore in qualit di socio.
http://www.greenfvg.it/green/tag/siamosoci/

TELECOM ITALIA WORKING CAPITAL 7 novembre 2011

Working Capital e SiamoSoci: facciamo impresa


insieme
7 novembre 2011

Working Capital ha deciso di sposare liniziativa di SiamoSoci (www.siamosoci.com) e di


aprire una collaborazione che trova in questa nuova piattaforma un partner operativo
concreto per completare il percorso avviato con il Tour dei Mille e realizzare alcuni dei
progetti di impresa presentati. A raccontarci SiamoSoci, il suo co-fondatore e CEO Dario
Giudici.

ha creato il primo mercato organizzato online, volto


a promuovere e facilitare il contatto tra investitori privati e iniziative imprenditoriali che
necessitano di capitale di rischio per realizzare i loro piani di sviluppo.
La piattaforma sfrutta le potenzialit della rete per permettere ai privati di accedere a
progetti in fase di alta crescita con investimenti di importo contenuto grazie alla tecnica
del crowdfunding.
SiamoSoci fornisce agli investitori laccesso a tutte le informazioni necessarie per valutare
in modo indipendente le migliori imprese in cui investire il proprio capitale, rendendo
disponibili e confrontabili i business plan, le video-presentazioni dei manager, i documenti
camerali, i patti parasociali e altro ancora. Allo stesso tempo offre alle aziende tutti gli
strumenti volti a organizzare il loro set informativo, a migliorare la loro visibilit sul
mercato e a reperire investitori rapidamente e con successo.
Il progetto di SiamoSoci ha le giuste caratteristiche per portare i capitali verso il sistema
imprenditoriale e produttivo, con lobiettivo di sostenere loccupazione e consentire lo
sviluppo di nuove imprese. Gli investitori privati trovano cos idee e progetti a cui fornire
non solo capitali, ma anche la propria esperienza, mettendola al servizio dellimprenditore
in qualit di socio.
Lobiettivo di questa partnership , dunque, quello di sostenere insieme il maggior
numero possibile di progetti dimpresa caricati, cercando di dare loro forza nella fase pi
importante, quella di avvio, e di accompagnarli nel processo di affermazione e di messa in
opera delle proprie attivit imprenditoriali.
Non dimenticate di inserire il codice TWKC nel form di registrazione
(http://www.siamosoci.com/register.jsp) sul sito di SiamoSoci
(http://www.siamosoci.com/). crowdfunding
(http://www.workingcapital.telecomitalia.it/tag/crowdfunding/)

siamosoci (http://www.workingcapital.telecomitalia.it/tag/siamosoci/)