Sei sulla pagina 1di 3

386 Novembre-Dicembre 2015 Anno 31 7 4.

50
In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Roserio- Milano per la restituzione al mittente previo pagamento resi - ISSN:0392/8829

AO
RASSEGNA
Moduli I/O
INSERTO
Uomini & Imprese

www.automazione-plus.it

SPECIALE

Ricerca e sviluppo:
novit nel campo
dellautomazione

PANORAMA
Industria meccanica

INSERTO Soluzioni
Software per lindustria

AO

Cristian Randieri

@C_Randieri

Cantieri sicuri
con soluzioni hi tech
Una proposta rivolta a tutti i responsabili della sicurezza e in grado
di ridurre significativamente il numero di infortuni, le giornate di malattia
e i casi di malattie professionali

In particolare possibile specificare


razie alla costante rie identificare le seguenti variabili: ricerca di innovazione
conoscimento visuale del lavoratore,
e alla domanda di
DPI richieste, verifica scadenza DPI,
prodotti destinati alla
eventuali sensori per gas nocivi. Una
sicurezza antinfortunivolta impostato il sistema, suffistica, il reparto Ricerca & Sviluppo di
ciente che loperaio di turno, dotato
Intellisystem Technologies ha messo
di tutto lequipaggiamento e in regola
a punto il primo sistema elettronico
con il permesso di lavoro, attraversi
automatico per la verifica delle Dotaun varco, in cui installato il DPI Vizioni di Protezione Individuale (DPI)
sual Analyzer, per far s che questo veche utilizza e integra la tecnologia
rifichi in automatico e in pochi istanti
Rfid nei cantieri industriali e civili unila congruenza tra quanto rilevato e
tamente alle pi moderne tecniche
quanto specificato dalle policy detdi riconoscimento visuale. Una protate dal responsabile per la sicurezza.
posta di grande interesse per tutti i
Per far ci necessario integrare dei
responsabili della sicurezza, poich
tag Rfid in ogni DPI o dispositivo che
chiunque si rechi sul posto di lavoro
dovr essere controllato. La soluzione
indossando dispositivi di protezione
presentata permette di ottimizzare
individuale nellarea di accesso viene
i tempi di accesso ai cantieri nel risottoposto a una scansione automaspetto delle regole massimizzando
tica senza contatto. In questo modo
le condizioni di sicurezza con le quali
viene verificato se i dispositivi di prooperai e tecnici dovranno operare.
tezione individuale indossati sono
Inoltre, grazie al riconoscimento vicorretti, in condizioni adeguate e fra
sivo del lavoratore, possibile indiviloro compatibili. Il numero di inforduare tutti quei casi nei quali operai
tuni, le giornate di malattia e/o casi di
non autorizzati adoperino i permessi
malattie professionali dovrebbero cos
di lavoro e DPI di altre persone.
calare spontaneamente a un livello finora mai raggiunto. Il sistema DPI ViDPI Visual Analyzer ha come caratteristiche
sual Analyzer ha come caratteristiche
Come funziona il nuovo
fondamentali quelle di essere di facile
fondamentali quelle di essere di facile
sistema
installazione e utilizzabile in qualsiasi cantiere
installazione e utilizzabile in qualsiasi
Il sistema basato in parte sulla teccantiere. Di fatto la soluzione proposta
nologia Rfid, attraverso la quale
consiste in un varco elettronico tecnologicamente avanzato, da
possibile identificare il personale in ingresso negli impianti, stainstallare in prossimit dei punti di accesso alle zone di lavoro
bilimenti e cantieri grazie a un badge personale con tag Rfid UHF.
(ad esempio ponteggi e costruzioni comunemente presenti nei
Una mancanza nei DPI indossati produce un allarme che pu escantieri industriali e civili) insieme a particolari telecamere indusere segnalato in diverse modalit, come sms, email, semafori,
striali. Il sistema corredato da una piattaforma software persobuzzer, messaggi su computer di varco. Il sistema anche capace
nalizzabile che permette al responsabile del cantiere di applicare
di leggere appositi tag associati ai DPI, permettendo in tempo
tutte le policy di sicurezza nel rispetto delle vigenti normative.
reale di confrontarne gli identificativi con i DPI attesi in funzione

68

NOVEMBRE-DICEMBRE 2015 AUTOMAZIONE OGGI 386

Foto tratta da www.pixabay.com

Una qualsiasi mancanza nei DPI indossati fa scattare


un allarme che pu essere segnalato in diverse
modalit
DPI Visual Analyzer pu essere realizzato con variabili ad hoc, come
riconoscimento visuale del lavoratore, verifica scadenza DPI, eventuali
sensori per gas nocivi
dei permessi di lavoro. Al suo interno la piattaforma integra la
possibilit di gestire i permessi di lavoro in formato elettronico
offrendo di fatto una funzionalit innovativa che permette di
gestire i permessi di lavoro in modo del tutto automatico eliminando tutto il materiale cartaceo e quindi riducendone i tempi
di gestione a favore di una maggiore efficienza. I dati acquisiti
al passaggio di ogni operaio sono gestiti da una centrale operativa, che, mediante un apposito software, provvede alla loro
memorizzazione in un database a fini statistici e assicurativi rappresentando di fatto una sorta di black box da utilizzare in caso
di incidente antinfortunistico. La soluzione presentata di fatto
uninfrastruttura professionale creata per raggiungere la massima
efficienza per ci che riguarda la capacit di identificazione dei
DPI garantendo ripetibilit e stabilit; velocit di lettura; lettura di
pi tag contemporanei; generazione di alert multicanale in tempo
reale; scalabilit e modularit dei sistemi; produzione di report
personalizzati automatici; integrazione con i sistemi informatici
aziendali pre-esistenti; integrazione con le differenti piattaforme

hardware di controllo accessi pre-esistenti. Grazie alla


sua modularit larchitettura proposta stata studiata
per una semplice installazione. Pu essere implementata sia in versione manuale mediante lettori portatili
poco costosi o in versione automatica tramite veri e propri varchi
di ingresso e uscita. Il sistema prevede che a ogni DPI sia associato
un tag Rfid. Lassociazione DPI tag, avviene mediante appositi
lettori/codificatori. Per poter essere identificato dal sistema ogni
DPI deve essere gi dotato di un tag Rfid UHF ISO 190006-c opportunamente pre-codificato, oppure possono essere forniti appositi
tag Rfid da codificare manualmente e da applicare ai DPI preesistenti. I tag applicabili ai DPI non forniti sono di natura diversa in
funzione del dispositivo a cui vanno applicati. Ad esempio: tag
in etichetta di stoffa, applicabili in giacche, guanti, scarpe; in formato ISO Card, integrato o applicabile su badge pre-esistenti; in
PVC da applicare su occhiali e piccoli dispositivi; rivestiti al silicone
da applicare su tutti i DPI che dopo il loro utilizzo sono soggetti a
lavaggio industriale ad alta temperatura. Attualmente il sistema
in fase di testing finale e validazione presso diversi stabilimenti
e raffinerie sia in Italia che allestero.

Intellisystem Technologies - www.intellisystem.it

NOVEMBRE-DICEMBRE 2015 AUTOMAZIONE OGGI 386

69