Sei sulla pagina 1di 3

386 Novembre-Dicembre 2015 Anno 31 7 4.

50
In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Roserio- Milano per la restituzione al mittente previo pagamento resi - ISSN:0392/8829

AO
RASSEGNA
Moduli I/O
INSERTO
Uomini & Imprese

www.automazione-plus.it

SPECIALE

Ricerca e sviluppo:
novit nel campo
dellautomazione

PANORAMA
Industria meccanica

INSERTO Soluzioni
Software per lindustria

AO

RASSEGNA

RASSEGNA
72

a cura di Alessandra Pelliconi

Moduli I/O
Il primo semestre del 2015 sembra caratterizzato da un trend di
crescita pi stabile rispetto agli anni precedenti, con minori
sofferenze sul mercato interno, e con buone prospettive di chiusura
Il mercato degli I/O vede in generale confermato nel
corso dei primi 6 mesi di questo 2015 il diffuso ottimismo emerso nelle considerazioni di inizio anno. La
partenza lenta stata, infatti, pi che compensata nei
mesi successivi. Landamento positivo della richiesta
ha coinvolto anche il settore manifatturiero interno
pur rimanendo fondamentale il ruolo di traino delle
esportazioni dei nostri OEM. Soffrono un po di pi gli
investimenti nellindustria di processo e nelle infrastrutture.
Questo semestre sembra pertanto caratterizzato da
un trend di crescita pi stabile rispetto agli anni precedenti, con minori sofferenze sul mercato interno, e
con buone prospettive di chiusura. I dati del venduto
rispetto a quelli dello stesso periodo dellanno precedente, mostrano una crescita a due cifre che diviene
ancora pi importante se si considera il solo fatturato
degli I/O distribuiti.
C da notare che le due macro famiglie di riferimento
classiche degli I/O locali e distribuiti stanno assumendo sempre meno valenza a fronte della disponibilit sul mercato da parte di un po tutti i fornitori di
soluzioni I/O, che possono indifferentemente essere
usati nei due modi di installazione. Sembra invece per

il momento ancora in fase embrionale il peso della


tecnologia I/O-Link, che probabilmente il mercato sta
attendendo di valutare quando i segni della ripresa
siano pi concreti e permettano uno sforzo maggiore
sullinnovazione.
Per quanto relativo ai bus di campo a cui i sistemi I/O
vengono collegati, si conferma la diffusione sempre
maggiore di Ethernet che ha visto una crescita quasi
del 40% in termini di numeri di nodi I/O in questi primi
mesi. Pur se molto distanti in numeri di nodo Canopen e AS-i mantengono ancora un segno positivo e,
comunque, anche il contributo degli altri fieldbus
tradizionali (che annoverano tecnologie largamente
diffuse) non da considerarsi trascurabile.
I settori trainanti del comparto si confermano lalimentare, il packaging e lautomobilistico oltre al chimico e farmaceutico.
Il mercato di riferimento pi importante per le esportazioni rimangono gli Stati Uniti, mentre sono positive
Spagna e Inghilterra, con la Germania un po in sofferenza; incerta la Cina e altre economie emergenti.
Roberto Motta - presidente Gruppo PLC I/O di
Anie Automazione

NOVEMBRE-DICEMBRE 2015 AUTOMAZIONE OGGI 386

AO

RASSEGNA

misti analogici tensione e corrente a 16 bit per gestire i vari tipi


di segnali provenienti dal campo e
comandare i diversi attuatori; moduli di ingresso veloci optoisolati
per acquisizioni segnali fino a 100
kHz; moduli di ingresso termocoppie K/J/E/T/N/B/R/S; modulo
di ingresso per termoresistenze
Pt100/Pt200/Pt500/Pt1000/
Ni100/Ni1000; modulo di uscita
veloci optoisolati per comando
segnali fino a 300 kHz; modulo
di uscita PWM optoisolati per comando segnali fino a 300 kHz.
www.esa-automation.com

faccia Lonworks consente di gestire le


applicazioni decentralizzate e permette
unintegrazione facile e flessibile con
FT5000 Smart Transceiver; la serie Bacnet
supporta versione MS/TP e ha baud rate
settabile, cos come i moduli Modbus RTU, per
i quali possibile settare indirizzo.

INTELLISYSTEM TECHNOLOGIES

ESA AUTOMATION

IFM ELECTRONIC

Oggi i cicli di produzione hanno raggiunto ritmi inconcepibili solo pochi


anni fa. Di pari passo le esigenze di diagnostica e pianificazione, divenute prioritarie, hanno favorito la nascita della comunicazione IO-link sui
moduli di raccolta dati. I master IO-Link a otto porte della serie AL di IFM
electronic rispondono a
questa logica. Sono moduli IP67 da campo per
il collegamento di otto
dispositivi IO-Link quali
sensori, valvole o moduli
di ingresso. Le molteplici
porte di comunicazione
lasciano il posto a ununica porta universale
IO-Link, che permette la
IFM ELECTRONIC
connessione diretta al
device da PLC, evitando
ricerche manuali di programmazione in archivi desueti e consentendo
una diagnostica puntuale con interventi ad hoc e fermi impianto ridotti al
minimo. La memorizzazione dei parametri dei device semplifica la sostituzione in caso di guasto (plug&play). Inoltre, la funzione attivabile da PLC di
blocco parametrizzazione locale di ciascun dispositivo IO-Link connesso
evita interventi inutili, causati da manipolazioni delle singole regolazioni
effettuata da personale non qualificato.
www.ifm.com/it

INLON ENGINEERING

I moduli I/O di Metz-Connect, partner di Inlon Engineering, consentono


di gestire e di integrare lautomazione negli edifici, nelle fabbriche e, pi
in generale, in tutti i sistemi di building automation. I dispositivi sono
disponibili per interagire con i pi diffusi bus
di campo: Lonworks,
Bacnet, Modbus, CAN e
M-Bus. Questi dispositivi si fanno apprezzare
anche per la compattezza: essendo di dimensioni ridotte consentono
unottimizzazione dei
quadri sui quali si monINLON ENGINEERING
tano, almeno nella versione per barra DIN.
anche disponibile, per alcuni modelli, un contenitore per montaggio a
parete (IP65/IP20). Altra caratteristica per tutte le gamme la disponibilit
di tagli diversi per numero e tipologia di I/O, incluse alcune versioni con
mix di I/O digitali e analogici. In particolare, per gli I/O digitali esistono
versioni con rel di uscita, per gli I/O analogici si supportano le diverse
tipologie per sensoristica resistiva o gestita in tensione. La serie con inter-

76

www.inlon.it

Intellisystem Technologies presenta i due moduli Recs 203 e Recs 204:


il primo gestisce otto linee in ingresso e il secondo otto linee in uscita.
La scelta di produrre due moduli distinti Recs (Remote Ethernet Control
System) scaturita dallesigenza di mercato di avere soluzioni modulari
che siano facilmente scalabili. Entrambi i moduli sono di facile utilizzo e
a prestazioni elevate, ideali per applicazioni di automazione e controllo
remoto professionale. Non richiesto alcun PC. Le soluzioni che impiegano i moduli Recs 203 e Recs 204 sono stand alone e possono essere
collocate ovunque vi sia una connessione di rete IP, poich integrano al
loro interno un web server che permette il collegamento diretto a Internet. Entrambi non necessitano di alcun software aggiuntivo, basta solo
possedere un comune browser quale Internet Explorer, Netscape o Mozilla Firefox per gestire
da remoto il dispositivo
da controllare. Facili da
installare e configurare,
permettono di sviluppare unapplicazione
di controllo remoto in
pochi e semplici passaggi. Qualsiasi applicazione sviluppata con i
moduli Recs 203 e Recs
INTELLISYSTEMS TECHNOLOGIES
204 personalizzabile
grazie allambiente di
sviluppo SDK fornito con i dispositivi, che permette una facile integrazione con qualsiasi PLC in grado di gestire connessioni IP. Questi moduli
rappresentano una soluzione di facile utilizzo per il controllo remoto di
apparecchiature di qualsiasi genere attraverso le reti Intranet e Internet.
www.intellisystem.it

LENZE ITALIA

Lenze ha sviluppato una moderna ed efficiente famiglia di moduli I/O


dalla forma slanciata. I vantaggi per gli utilizzatori sono molteplici: moduli I/O compatti, larghi solo 12,5 mm, con otto punti di connessione;
cablaggio permanente, grazie alla costruzione con due moduli separati;
montaggio su guida DIN senza necessit di utensili; massima chiarezza
di siglatura e diagnosi; a ogni canale assegnato chiaramente un LED e
un campo di siglatura;
possibilit di allineare in
serie 64 moduli tramite
backplane bus; semplice collegamento,
grazie allo schema di
collegamento riportato
sul modulo. Laccoppiatore bus permette
la comunicazione via
Canopen, Devicenet,
LENZE ITALIA
Ethercat, Modbus/
RS485, Profibus, Profinet. Lelettronica estraibile: inseriti nelle morsettiere, i moduli di I/O
sono subito pronti per un funzionamento sicuro. Le morsettiere, completamente standard, sono realizzate secondo le regole dellergonomia
e consentono un cablaggio sicuro, veloce e ordinato. La sostituzione del
modulo non tocca la morsettiera, ma prevede solo lo sgancio dellelettronica, rendendo impossibili errori di cablaggio. La morsettiera priva di

NOVEMBRE-DICEMBRE 2015 AUTOMAZIONE OGGI 386