Sei sulla pagina 1di 7

Sport

Lo sport in tv
L’INSERTO DELLA DOMENICA
10.00 Raidue 16.15 Sky Sport 1 Calcio: Birmingham -
14.00 Eurosport
Formual 1: GP Malesia
Ciclismo: Liverpool (Premier SWIFT 4X4 BENZINA
Giro delle Fiandre
14.10 Sky Sport 1 Calcio: Hibernian -
League)
18.55 Sky Sport 1 Calcio: Racing - Real JIMNY 4X4 BENZINA E DIESEL
Celtic (Scottish
Premier League) 19.30 Rai Due
Madrid (Liga)
Formula1: Gran
INCENTIVI SPECIALI
14.30 Sky Sport 2 Rugby: London W. - Premio di Malesia
London I. (Guinness (Sintesi)
Premiership - 19a 21.00 Sky Sport 1 Calcio: Atletico Madrid Concessionaria S.r.l.
giornata) - Deportivo (Liga) CREMONA - Via Dante, 78 - tel. 0372 463000
15.05 Rai Tre Ciclismo: 2.00 Sky Sport 2 Baseball: Red Sox - MADIGNANO - Via Oriolo, 41 - tel. 0373 658283
Giro delle Fiandre NY Yankees (MLB) Domenica 4 aprile 2010 www.carulli.com

Prima divisione. Grigiorossi in vantaggio con Musetti, gialloblù combattivi anche in dieci. Venturato sbaglia mossa e ora rischia

Coda segna nella porta sbagliata


IlderbyCremonese-Cremapergofinisce 1-1,autogolal 91’

w Flash dal derby: Musetti esulta dopo il gol, i gialloblù festeggiano il pareggio, Venturato deluso a fine gara pagine II-VII

Vanoli, impresa che avvicina la salvezza VolleyA2: laReimabatte3-1Roma


Scavolinikoal2˚supplementare:98-94 e finisce al 4˚ posto la stagione regolare

w Milic a canestro contro la Scavolini Pesaro pagine X-XIII w Ricardo e Alletti con giovanissimi tifosi della Reima pagina XV
II Sport La Provincia
Domenica 4 aprile 2010

Prima divisione. Il mister non sfrutta l’uomo in più (espulso Uliano). Pessimo l’arbitraggio

Venturato sbaglia la partita


ConlaCremoinvantaggiotoglielepunteeilPergopareggia Il colpo
di tacco CREMONESE 1
LE PAGELLE di Bianchi
fuori di poco
PERGOCREMA 1
Sotto la gioia Cremonese: Paoloni, Sales,
di Giorgio Barbieri di Rastelli e Rossi (dal 32’ st Galuppo), Ca-
dei giocatori rotti, Viali, A. Bianchi, Tacchi-
del Pergo a nardi, Zanchetta, Musetti (dal
Paoloni - Due parate nel fine partita 44’ st Fietta), Nizzetto, Guidetti
primo tempo, una decisiva nel- A destra (dal 30’st Coda). A disposizio-
la ripresa su colpo di testa di 7 l’autogol del
pareggio dei
ne: G. Bianchi, Pradolin, Gilioli,
Villar. All. Venturato.
Ferrari. Stavolta per prendere gialloblù dopo Pergocrema: Rossi Chauve-
il gol ci vuole un compagno il 90’ net, Lolaico (dal 20’st Florean),
(nelle pagine Federici, Cazzola (dal 39’st Ro-
Sales - Doveva controllare fotoservizi Ib mano), Pianu, Blanchard, Ghe-
Le Noci, il giocatore più impor- frame e Geo) rardi (dal 15’ st Galli), Ghidotti,
tante del Pergo. Lo ha tenuto 6,5 Ferrari, Le Noci, Uliano. A di-
sposizione: Colombi, Rossi,
bene e si è anche fatto vedere Brambilla, Tavares. All. Rastel-
in avanti li.
Arbitro: Cervellera di Taranto
Rossi - Fatica a fermare (assistenti Ricci di Reggio Emi-
Gherardi, sulla sua fascia arri- lia e Perrone di Modena).
vano i pericoli maggiori. Com- Reti: nel pt Musetti al 40’; nel st
mette un clamoroso fallo di ma- 5,5 Coda (autorete) al 46’.
no in area. Si fa male nella ripre- Note: spettatori 4.800 circa
sa ed esce barcollante dal cam- (2.227 paganti, 2.381 paganti)
po per un incasso di 31.941 euro.
Espulso al 10’ st Uliano per dop-
pia ammonizione. Ammoniti Ca-
Carotti - Nulla da dire sul- rotti, A. Bianchi, Musetti. Calci
la generosità, ma nella ripre-
sa perde troppi palloni e va un 6 d’angolo 9-2 a favore della Cre-
monese.
po’ in apnea
Viali - Un paio di rinvii origi- di Giorgio Barbieri
nali (corti) nella prima frazio-
ne di gioco, meglio decisa- 6 CREMONA — Il Pergocrema
non riesce nell’impresa di vin-
mente nella ripresa cere per la prima volta a Cre-
mona (ma allunga a 4 la serie
A. Bianchi - Sfiora il gol dei pareggi contro tre sconfit-
con un colpo di tacco, chiude te), la Cremonese si mangia le
abbastanza bene quando si 6 mani per l’ennesima occasione
persa. Finisce 1-1 il derby nu-
sposta in fascia. Soffre un po’ mero 7 in campionato fra le
sui palloni centrali due formazioni della nostra
provincia. Decide una sfortuna-
Tacchinardi - Si piazza ta autorete di Coda al secondo
in fascia destra e fa la sua parti- minuto di recupero, a pareggia-
ta negli ultimi trenta metri del 6 re il gol segnato da Musetti al
40’ del primo tempo. Una parti-
campo. Un paio di buoni cross, ta agonisticamente combattu-
qualche palla lanciata lunga ta, non sempre spettacolare
sul piano del gioco, con poche
Zanchetta - Non è an- vere occasioni.
cora al cento per cento, ma si Va detto che la Cremonese
vede quando batte i calci d’an- 6,5 continua il suo momento nega-
tivo (tre vittorie nel girone di
golo e apre per i compagni ritorno, diciannove gol subiti
nelle ultime dodici partite), an- Il gol annullato a Musetti per fallo di mano, sotto l’autorete di Carotti
Musetti - Un grande gol, che se la classifica la vede anco-
un altro annullato ingiusta- ra al secondo posto. Preoccupa
mente. A volte sembra lento, 7 l’allungarsi di questo periodo,
preoccupa soprattutto la pau-
ma ha qualità da vendere ra con cui i grigiorossi scendo-
no in campo. Paura che c’è an-
Nizzetto - Un po’ di mi- che in panchina. Ieri, con i gri-
glioramento ma il piede non è giorossi in vantaggio per 1-0, al
ancora caldo. Va via agli av- 5,5 momento dell’espulsione di
Uliano (10’ della ripresa) sa-
versari ma poi non riesce a fa- rebbe stato opportuno mettere
re la scelta giusta in campo un uomo di fascia of-
fensivo, anche per costringere
Guidetti - Non ha certo il tecnico avversario a rinuncia-
brillato, ma rimane l’unico at- re a qualcosa in avanti. Invece
taccante che tiene su la squa- 6 Venturato ha continuato a gio-
care con una squadra qualitati-
dra con il suo movimento. vamente non elevata, con trop-
pi interditori e poca spinta. Ha
Coda - Segna ancora, ma tolto Guidetti, l’unico in grado
stavolta nella porta sbagliata. Il di tenere alta la squadra, è sta-
suo ingresso non porta benefi- 5 to costretto ad inserire Galup-
po in fascia sinistra (che non è
ci alla squadra di Venturato la sua) a sostituire l’infortuna-
to Rossi e poi ha chiamato in
Galuppo - Venturato lo panchina anche Musetti, la-
manda in campo in fascia sini- gialloblù per l’inutile stizza del ti-Guidetti. Poi si sveglia Le No-
stra. Si vede che non ha la ve- sv sciando in mano al Pergo l’ini-
ziativa. Così nel finale, dopo il suo giocatore. Rastelli lo ha ac-
compagnato sino all’imbocco
ci, comunque ben controllato
da Sales, e va al tiro senza una
locità di un laterale pareggio gialloblù, il contropie- della scaletta che porta agli grande mira. Le due squadre si
de che è capitato ai grigiorossi spogliatoi rimproverandolo pe- equivalgono, anche se la Cre-
è finito fra i piedi di Coda, Ca- santemente. Alla fine comun- monese pare più pericolosa
Fietta - Giusto annusare rotti e Tacchinardi. Gente, a
di nuovo l’odore del campo di que il coraggio ha premiato la quando arriva in area crema-
gioco. Diventerà importante sv parte l’attaccante, che non ha
nel repertorio il fiuto del gol. squadra del presidente Berga-
melli, che comunque poco pri-
sca. Il gol arriva grazie ad un
colpo di testa di Blanchard sul-
per la fase finale Strane paure, prudenze ecces- ma dell’autogol aveva costret- l’uscita del portiere. Dalla ban-
sive, idee poco chiare. E ades- to Paoloni ad un miracolo su dierina calcia Zanchetta e tro-
Venturato - Nel primo so il tecnico grigiorosso ri- colpo di testa ravvicinato di va Musetti pronto al tiro al vo-
schia, il presidente Giovanni Pianu. lo di destro al centro dell’area.
tempo la squadra regala buo- Arvedi si è detto insoddisfatto La partita è stata anche rovi- Rossi Chauvenet ci va con la
ni segnali. Poi, dopo l’espul- della partita di ieri e del rendi- nata (ma a questo siamo ormai mano, tocca ma non riesce ad
sione di Uliano, anzichè inse- mento della squadra negli ulti- abituati) da un arbitro, Cervel- evitare che la palla si infili.
rire un laterale di spinta (Vil- mi tempi. Ne sapremo di più lera di Taranto, che evidente- Nella ripresa parte ancora
lar) decide di difendere il risul- 5 nei prossimi giorni. Certo che
l’involuzione registrata dalla
mente ha scaricato tutto il fia- bene la Cremonese, che sfiora
tato. E poi toglie anche le due to durante la fase di riscalda- il gol all’inizio. Poi, pur con un
squadra dal girone d’andata a mento. Il direttore di gara non uomo in più, subentra la paura,
punte, lasciando l’iniziativa in quello di ritorno (anche sul pia- ha fischiato almeno una venti- i cambi sono troppo prudenti e
mano agli avversari. La sfortu- no fisico) non ha grandi giustifi- na di falli evidenti, ha negato il Pergo comincia a credere nel
na fa il resto cazioni se non nella perdita del- un vistoso rigore al Pergo per pareggio. Che arriva, ed è tutto
la tranquillità del gruppo. fallo di mano di Rossi al 21’ del merito grigiorosso, su goffa au-
Il Pergocrema ha fatto la sua primo tempo, ha annullato un torete di Coda sull’angolo di
Arbitro - Cervellera di Ta- partita, senza paure e timori re- gol regolare a Musetti al 24’ Le Noci.
ranto è l’ennesimo disastro verenziali. Mister Rastelli ha sempre della prima frazione, E’ festa (ma non c’è molto da
con il fischietto in bocca. Non scelto un modulo offensivo e
corre, non vede un rigore e 4,5 non si è tirato indietro nemme-
ha portato una punizione su Le
Noci fuori area quando forse il
essere contenti vista la classifi-
ca) per i tifosi gialloblù, è rab-
mezzo per il Pergo, annulla un no quando la squadra è rima- fallo era avvenuto sulla linea. bia mista a delusione per quel-
sta in dieci per l’espulsione di Un po’ di cronaca. Parte be- li grigiorossi. Questo pareggio
gol regolare alla Cremonese Uliano. E qui vale la pena sotto- ne la Cremonese, che sviluppa in casa Cremonese rischia di la-
lineare la rabbia del tecnico La grinta di Venturato non è servita gioco sull’asse Nizzetto-Muset- sciare il segno...
La Provincia
Domenica 4 aprile 2010 Sport III
Il tecnico grigiorosso ha risposto al pubblico: «Ho detto di tifare la Cremo»

«Paura di prendere gol»


Venturato: «Non siamo maturi per gestire queste situazioni
Nel finale ci siamo fatti gol da soli per la poca tranquillità»
di Ivan Ghigi 2 dall’Arezzo, invece ci siamo giocati
forse l’ultima possibilità di avvicinare
CREMONA — In vantaggio di un gol e
di un giocatore ti aspetti la Cremone-
la capolista».
L’accelerazione nel secondo tempo
LE PAGELLE
se che fa il tiro al bersaglio come avve- non c’è stata. «Abbiamo avuto un paio di Dario Dolci
nuto in passato e invece nulla, nemme- di occasioni ma siamo stati imprecisi,
no un tiro in porta nella ripresa. penso ad esempio al contropiede con
E’ mancata la forza di vincere? Così Coda e Carotti, se la palla veniva gio- Rossi Chauvenet -
risponde Roberto Venturato: «Non cata meglio sarebbe stata un’azione non trattiene una conclusione
credo sia mancata la forza — dice il pericolosa».
non irresistibile di Musetti, poi
tecnico — ma non siamo stati bravi a Pareggi per tutte le squadre che
stanno in alto, sarà per tutti colpa del- si oppone bene a un tentativo 6
sfruttare la superiorità numerica e
poi siamo stati penalizzati su un cor- la sosta? «Non è così, la verità è che di Zanchetta. Incolpevole sul
ner che non c’era. Ma lascio stare gli vincere le gare è difficile, ecco perché gol grigiorosso.
arbitri: come prestazione avremmo dico che ci manca ancora la maturità
meritato di vincere ma non abbiamo necessaria per le chiudere le gare Lolaico - determinato, ar-
cambiato passo». quando ne abbiamo la possibilità». cigno, talvolta anche ruvido.
Per la prima volta ha risposto alle Tiene a bada Nizzetto, al qua-
Il Pergocrema ha giocato su lanci
lunghi, la Cremonese ha sempre cerca-
imbeccate del pubblico. Cosa è scatta-
to? «La gente ha il diritto di dire quel- le concede poco. Esce anzi- 6,5
to di alzare il baricentro facendo tanto lo che vuole, ho solo risposto che fareb- tempo dopo una prestazione
movimento e pressing. «Sapevamo bero meglio a tifare la squadra perché di sostanza.
che loro avrebbero cercato le punte i ragazzi ce l’hanno messa tutta. Poi al-
con lanci lunghi, non a caso direi che la fine se vogliamo fare le critiche ci Federici - Tacchinardi af-
abbiamo chiuso bene e siamo anche ri- stanno, ma durante la gara almeno ser- fonda poco in fascia e lui lo
partiti bene ma siamo mancati quan- ve il sostegno». contiene senza problemi, pro-
do dovevamo chiudere il match». I cambi, specialmente nel finale, so- ponendosi talvolta nel rilan- 6
Manca la tranquillità necessaria al- no stati bersagliati dalle critiche.
la squadra? «Sui calci da fermo ci sia- «Guidetti è uscito non perché lo vole- cio, ma senza abbandonare
mo fatti gol da soli, il timore di incassa- vo io, ma perché aveva preso una bot- la posizione.
re gol esiste. La maturazione della ta al polpaccio nel primo tempo. Ha Cazzola - commette un
squadra non è ancora completata e cercato di andare avanti nella ripresa
questa fa parte del processo di cresci- ma poi ha sentito troppo male. Rossi paio di leggerezze in avvio.
Per un tempo fatica a far ripar-
ta che portiamo avanti da tutta la sta-
gione. Se avessimo vinto saremmo a ot-
invece ha preso una botta alla testa ed
era frastornato, dobbiamo ancora veri- tire l’azione in maniera rapi- 5,5
to punti dal Novara e soprattutto a più ficare cosa si sente effettivamente». da. Si rinfranca un tantino nel-
la ripresa.
Pianu - Paoloni gli nega pro-
LA PARTITA AI RAGGI X digiosamente la gioia del gol, ri-
battendo una sua incornata
7’
10’
Scambio Guidetti-Musetti-Nizzetto con tiro finale alto sulla traversa
Musetti per Carotti, che apre a Nizzetto. Il tiro finisce a lato ravvicinata. Cerca di guidare la 6,5
difesa tenendo botta contro il
12’ Pallonetto di Le Noci, parata facile di Paoloni
miglior attacco del girone.
14’ Ghidotti sulla traiettoria di un tiro di Gherardi tocca palla Blanchard - commette
fortuitamente. La spera finisce a lato di poco
19’ Le Noci ci prova da lontano, palla fuori una leggerezza deviando inu-
tilmente in angolo una palla
21’ Rossi tocca di mano in area su giocata di Gherardi. L’arbitro non destinata sul fondo e dando il
assegna il calcio di rigore
Musetti segna un gol regolare ma l’arbitro annulla per un presunto là al vantaggio della Cremo- 6
24’ fallo di mano nese. Alterna cose buone ad
Zanchetta batte un calcio d’angolo corto per Guidetti, che gli altre meno buone, ma sa far
29’ restituisce palla. Il regista calcia, Rossi Chauvenet c’è
valere la propria forza fisica.
Angolo di Zanchetta, colpo di tacco di Alberto Bianchi, con palla fuori Gherardi - si procura un
31’ di poco
rigore che l’arbitro non fi-
34’ Pallonetto di Ferrari fuori di poco
schia, poi tenta la via della re-
37’ Tiro di Gherardi, Paoloni respinge te prima di piede e poi di te- 6,5
38’ Colpo di testa di Gherardi parato da Paoloni sta. Vivace, anche se un po’
Cremonese in vantaggio. Zanchetta batte dalla fascia destra un scontato nei movimenti.
40’ calcio d’angolo, Musetti colpisce di destro al volo. Rossi
Chauvenet tocca la palla ma non riesce ad evitare il gol Ghidotti - fatica a trovare
4’st Cross di Nizzetto da sinistra, para il numero uno del Pergo le giuste misure in mezzo al
campo. Prova a rendersi utile
8’ Ancora Rossi Chauvenet su tiro di Nizzetto
Pergocrema in dieci. Uliano, già ammonito, riceve il secondo cartellino
in fase di interdizione, ma nel 5,5
10’
giallo per avere allontanato stizzito la palla
momento del possesso palla
commette molti errori di misu-
36’ Miracolo di Paoloni su colpo di testa ravvicinato di Pianu
ra e di scelta.
Pareggio del Pergocrema. Le Noci batte un angolo da destra,
46’ sulla palla arriva per primo Coda, che svirgola e mette palla alle Ferrari - sgomita, vince
spella di paoloni, con la complicità anche di Carotti rimpalli e tiene impegnati i
La grande parata di Paoloni nel primo tempo sul colpo di testa di Ferrari due centrali grigiorossi. Sia
nel primo che nel secondo 6,5
tempo va vicino alla segnatu-
Il tecnico del Pergocrema è un misto di soddisfazione e di amarezza: «Interpretata bene la gara» ra. Generoso.
Le Noci - l’influenza lo ha

Rastelli: «Il pari giusto premio» di Dario Dolci «Uliano ha buttato via la palla Rossi Chauvenet. Nella ripresa,
debilitato al punto di impedir-
gli di essere il giocatore che si
conosce. Tenta la via della re-
te con poca convinzione due
volte in avvio, si dà da fare ma
nel complesso non brilla.
5,5

in maniera irriguardosa nei con- nonostante fossimo in dieci, ab- Uliano - non è in grande
CREMONA — E’ un misto di sod- fronti del direttore di gara. E’ sta- biamo creato diversi pericoli con
disfazione e rabbia il commento to un gesto poco intelligente. Il ri- Ferrari, Blanchard, Pianu e Ghe- giornata e lo si nota dal fatto
del dopogara di Claudio Rastelli, spetto verso l’arbitro non deve rardi. Per quanto abbiamo fatto che gioca pochi palloni. Muset-
allenatore del Pergocrema. mai mancare, così come non deve non meritavamo di perdere e alla ti fa valere la sua maggiore con-
«Abbiamo interpretato bene la mancare quello per i compagni fine abbiamo colto un pareggio vinzione in occasione della re-
gara sotto l’aspetto tattico e dina-
mico, senza mai perdere gli equili-
che restano in campo a faticare e
per la gente che è venuta allo sta-
strameritato, che riporta entusia-
smo in tutto l’ambiente».
te del vantaggio. L’errore più 4,5
bri. Il pareggio è più che meritato dio a vederci e ad incitarci. Il gio- Nella prestazione generosa dei grave, tuttavia, lo commette in
ed è il risultato minimo dopo una catore ha sbagliato e pagherà. An- gialloblù, il centrocampo è sem- avvio di ripresa rimediando
prestazione di questo livello». che se ha soltanto vent’anni, Ulia- brato il reparto meno convincen- due ammonizioni in cinque mi-
Detto del comportamento del- no deve capire che non si può per- te. nuti, la seconda delle quali inuti-
la sua squadra, il trainer giallo- dere la testa; occorre imparare a «Per un tempo abbiamo avuto le e dannosa.
blù non può esimersi dal commen- gestire anche i momenti difficili paura di giocare palla a terra;
tare alcune decisioni arbitrali. se si vuole diventare calciatori». non eravamo veloci e brillanti, an- Galli - rileva Gherardi e si
«E’ impossibile non accordare
un rigore come quello dovuto al
Parole sacrosante. Lasciando i
compagni in inferiorità numeri-
che se va detto che la tensione del
derby ci ha tolto la serenità nelle
adopera per tamponare a cen- 6
fallo di mano di Rossi che ferma ca, Uliano ha rischiato di compro- giocate». trocampo.
Gherardi mentre lo salta in area. mettere risultato e stagione. Ra- Nonostante il buon risultato, la
Florean - gioca uno spez-
Già nel turno precedente, contro
l’Arezzo, avevo avuto modo di la-
stelli passa poi ad analizzare l’an-
damento dell’incontro.
classifica è peggiorata.
«Non dobbiamo guardarla. zone di gara diligente. 6
mentarmi della direzione arbitra- «Nel primo tempo abbiamo ini- Pensiamo a fare il pieno in casa
le e non voglio ripetermi, ma dico ziato bene, andando alla conclu- contro Lecco, Paganese e Sorren- Romano - in campo solo
che l’assistente non poteva non
vedere il fallo di mano del difen-
sione con Le Noci, Gherardi e Fer-
rari; occasioni importanti per
to».
Al derby non ha assistito il pre- una decina di minuti. nv.
sore della Cremonese». una squadra penultima in classifi- sidente Bergamelli, colpito nei
Criticato in questa occasione, ca che giocava in casa della secon- giorni scorsi da un grave lutto fa- Rastelli - bravo a gestire
Rastelli difende però l’arbitro pu- da forza del girone. Nel finale di miliare. Ieri, in tribuna, sono tor- l’inferiorità numerica senza
gliese per quanto concerne frazione abbiamo incassato il gol nate a circolare insistenti le voci far perdere gli equilibri alla 6
l’espulsione di Uliano in avvio di nato da un calcio d’angolo sul qua- di un suo interessamento per il squadra.
L’espulsione di Uliano nella ripresa ripresa. le Blanchard non si è capito con Piacenza.
IV Sport La Provincia
Domenica 4 aprile 2010

Il presidente Giovanni Arvedi ieri non era allo ‘Zini’ Il gol del vantaggio della Cremonese firmato da Musetti Mister Rastelli e sullo sfondo il collega Venturato

Arvedi: «Amareggiato e deluso»


Il presidente scontento. Montorfano: no comment. Bencina: non mollate
CREMONA — «Sono amareg-
giato e deluso per questo risulta-
to» parola del presidente Gio-
vanni Arvedi che a fine partita
sicuramente non è felice del pa-
reggio contro il Pergocrema.
Pur non essendo allo stadio ha
seguito la partita passo a passo
e il pareggio lo ha deluso parec-
chio.
Sulle tribune c’erano comun-
que pareri opposti. L’ex grigio-
rosso Roberto Manfredi ha vi-
sto un buon Pergo. «Quando pa-
reggia una gara così ti resta sem-
pre un po’ di rabbia addosso. Se
devo essere sincero ho visto
una partita discreta e un Pergo-
crema organizzato, capace di
giocare bene la palla fino alla fi-
ne. Fino al gol subito il Pergo
stava giocando meglio, poi la
Cremonese è passata in vantag- Il tiro vincente
gio e ha saputo gestire bene la di Musetti
partita. Nella ripresa i crema- A destra il gol
schi hanno spinto, ma senza mai del Pergo
pungere troppo fino all’assurdo
autogol finale. Nel calcio deci- e qui accanto
dono gli episodi e in questo la Marchesetti
Cremo non è stata fortunata, mi
dispiace molto».
Andrea Micheli, presidente con questo tifo se lo merita dav- gli episodi». si accusa il colpo ma né i giocato-
del Pizzighettone, è molto ama- vero. Ho visto una buonissima Il presidente del Basket Te- ri né l’allenatore devono molla-
reggiato: «Visto che il nostro Cremo nel primo tempo, mi è am Pizzighettone Meo Mola è re». E’ il pensiero e l’auspicio di
campionato era fermo speravo parsa davvero forte. Quando salomonico: «Un punto ciascu- Claudio Bencina, una delle ban-
di portare fortuna alla Cremo- poi il Pergo è rimasto in dieci no non fa male a nessuno. La diere grigiorosse insieme a Ma-
nese. E’ andata male, alla fine speravo che i grigiorossi potes- Cremonese ha poco gioco, qual- rio Montorfano, che ieri era in
questa è stata una partita stra- sero chiudere ma non ci sono che meccanismo non va». tribuna ma ha preferito non rila-
na, bisognava chiuderla e inve- riusciti. E la sfortuna ha voluto L’uno a uno finale brucia pa- sciare dichiarazioni. «Nel pri-
ce alla fine è arrivato il pareg- che alla fine su quel rimpallo la recchio all’ex grigiorosso Simo- mo tempo - prosegue Bencina -
gio». palla entrasse in porta... ». ne Guarneri. «Purtroppo è an- ho visto una buona Cremonese
Un derby nel derby quello vis- Anche l’ex centravanti grigio- data male proprio quando pen- e un buonissimo Pergo, che nel
suto da Mattia Marchesetti, cre- rosso Marco Nicoletti mastica savamo di aver portato a casa la secondo tempo, in dieci, ha tira-
masco di nascita ma per anni la- amaro pur cercando di mantene- vittoria. Gli episodi? Ancora to fuori l’anima ed ha riacciuffa-
terale grigiorosso. «Peccato per re l’obiettività. «Mi dispiace una volta siamo stati penalizza- to il pari. Mi spiace perché la
il pareggio. Speravo infatti nel- per questo risultato perché per ti come già era accaduto quan- Cremonese non è entrata con-
la vittoria della Cremonese per- la Cremonese era importante do al Monza era stato concesso vinta e poteva chiudere quando
ché il mio sangue è grigiorosso vincere, ma credo che il pareg- il rigore per un fallo commesso Guidetti ha dato quella palla
e tifo Cremonese. Mi auguro gio sia giusto. E’ stata una parti- fuori area». corta a Musetti. Sono punti che
che la Cremo venga in serie B, ta equilibrata che è vissuta su- «Alla fine rimane la rabbia, pesano, peccato».

LegaPro 1 -gironeA LegaPro 1 LegaPro 2


in casa Fuori Reti Media
SQUADRE P.ti P.te GIRONE B GIRONE A GIRONE B GIRONE C
V. N. P. V. N. P. F. S. ingl.
Novara 63 29 8 6 0 9 6 0 46 17 6 RISULTATI RISULTATI RISULTATI RISULTATI
Cremonese 53 29 9 5 1 5 6 3 50 36 -6 Cavese-Taranto 1-0; Giulianova-Andria 1-1; Carpenedolo-C. Noceto 2-1; Legnano-Pro Ver- Bellaria-Bassano 0-1; Colligiana-Celano 0-1; Barletta-Vico Equense 2-1; Cassino-Brindisi
Pescara-Cosenza 3-1; Pescina-Ravenna 2-1; celli 2-1; Mezzocorona-Feralpisalo' 1-2; Ol- Giacomense-Pro Vasto 0-1; Gubbio-Carrare- 2-4; Catanzaro-Aversa 0-0; Ciscoroma-Gela
Arezzo 53 29 10 4 1 5 4 4 48 30 -6 Portogruaro-Spal 1-0; Potenza-Reggiana bia-Valenzana 1-0; Pavia-Canavese 2-1; Pro se 2-1; Itala S. Marco-S. Marino 1-1; Lucche- 0-0; Juve Stabia-Igea V. 5-1; Manfredonia-Mo-
Varese 51 29 12 2 0 2 7 6 39 28 -6 rinv.; R. Marcianise-Verona 1-0; Rimini-Foggia Belvedere-Spezia 0-0; Rodengo S.-Sudtirol se-Sacilese 1-0; Nocerina-Sangiustese 0-1; nopoli 1-1; Noicattaro-Isola Liri 0-0; Siracu-
0-1; Ternana-V. Lanciano 1-1 4-0; Sambonifacese-Alghero 1-1; Villacidre- Prato-Poggibonsi 4-0; Sangiovannese-Fano sa-Scafatese 2-1; Vibonese-Melfi 1-2
Lumezzane 48 29 9 4 2 4 5 5 41 33 -11 se-Pro Sesto rinv. 0-0
Benevento 45 29 9 3 3 4 3 7 40 31 -14 CLASSIFICA CLASSIFICA
CLASSIFICA CLASSIFICA
Perugia (-2) 40 29 10 2 2 2 4 9 30 30 -15 Pescara 48 29 12 12 5 31 21 Juve Stabia 63 29 19 6 4 58 23
Spezia 51 28 14 9 5 42 24 Lucchese 59 29 17 8 4 49 29
Alessandria 39 29 7 3 4 4 3 8 29 36 -18 Portogruaro 48 29 13 9 7 31 23 Alghero (-1) 51 29 14 10 5 36 18 Catanzaro (-3) 58 29 19 4 6 52 24
S. Marino 52 29 14 10 5 51 31
Figline (-1) 38 29 8 4 2 2 5 8 38 34 -18 Verona 47 28 11 14 3 33 15 Feralpisalo' 50 29 12 14 3 35 23 Ciscoroma 55 29 15 10 4 42 16
Fano 51 29 14 9 6 33 19
Sorrento 33 29 6 7 2 2 2 10 36 40 -26 Reggiana 42 28 11 9 8 42 32 Sudtirol 50 29 14 8 7 29 23 Siracusa 51 29 15 6 8 33 19
Prato 46 29 12 10 7 44 32
Monza 33 29 5 4 5 2 8 5 30 39 -24 Ternana 42 29 12 6 11 31 29 Rodengo S. (-1) 49 29 13 11 5 37 21 Barletta (-1) 48 29 13 10 6 32 29
Gubbio 44 28 12 8 8 36 26
Foligno 32 29 7 3 5 1 5 8 45 48 -27 Cosenza 40 29 10 10 9 40 38 Pavia 46 28 12 10 6 40 28 Brindisi 47 29 13 8 8 43 30
Sangiovannese 44 29 10 14 5 32 27
Taranto 38 29 8 14 7 22 20 Legnano (-2) 44 29 12 10 7 37 29 Gela 44 29 12 8 9 32 22
Viareggio 32 29 6 5 4 1 6 7 18 28 -27 Bassano 41 29 9 14 6 40 32
Ravenna 37 29 9 10 10 35 31 Sambonifacese 37 29 9 10 10 36 39 Itala S. Marco 40 29 10 10 9 35 30 Cassino 44 29 13 5 11 37 37
Como 30 29 2 7 5 4 5 6 20 31 -27
Cavese 37 29 8 13 8 22 23 C. Noceto 36 29 8 12 9 30 32 Melfi 42 29 12 6 11 43 36
Lecco 28 29 5 6 4 2 1 11 31 41 -31 Sangiustese 39 29 11 6 12 30 35
Rimini 37 29 10 7 12 26 32 Carpenedolo 35 29 9 8 12 32 37 Monopoli 37 29 9 10 10 30 33
Pro Patria 28 29 5 5 4 0 8 7 30 40 -29 Celano 36 29 9 9 11 30 35
V. Lanciano 36 29 7 15 7 27 32 Pro Vercelli 35 29 10 5 14 26 32 Manfredonia 33 29 8 9 12 25 35
Giacomense 33 29 8 9 12 27 37
Pergocrema 28 29 5 4 5 2 3 10 28 40 -29 Spal 35 29 7 14 8 27 24 Canavese 34 29 8 10 11 24 33 Scafatese 31 29 6 13 10 29 36
Pro Vasto 32 29 7 11 11 29 41
Paganese 24 29 4 8 3 1 1 12 26 43 -35 Andria 35 29 8 11 10 27 32 Mezzocorona 33 29 9 6 14 38 36 Aversa 31 29 7 10 12 26 34
Nocerina 31 28 6 13 9 31 29
Foggia (-1) 34 29 8 11 10 25 32 Valenzana 32 29 6 14 9 18 24 Isola Liri 31 29 8 7 14 20 39
RISULTATI PROSSIMO TURNO Sacilese 31 29 7 10 12 28 34
Olbia 31 29 5 16 8 22 24
Arezzo-Perugia 1-1 Alessandria-Cremonese R. Marcianise (-1) 33 29 8 10 11 33 34 Bellaria 28 29 6 10 13 21 35 Noicattaro 28 29 6 10 13 27 46
Como-Paganese Villacidrese 30 28 8 6 14 28 39
Benevento-Como 1-1 Pescina 32 29 7 11 11 28 37 Carrarese 28 29 6 10 13 29 46 Vico Equense 23 29 4 11 14 17 32
Cremonese-Pergocrema 1-1 Figline-Benevento Pro Belvedere 24 29 4 12 13 13 33
Giulianova 29 28 5 14 9 26 34 Colligiana (-1) 27 29 6 10 13 25 34 Vibonese (-1) 23 29 5 9 15 23 42
Foligno-Alessandria 2-0 Monza-Lumezzane Pro Sesto (-2) 15 28 4 5 19 20 48
Potenza 26 28 6 8 14 26 43 Poggibonsi 26 29 5 11 13 26 44 Igea V. (-2) 11 29 1 10 18 22 58
Lecco-Novara 1-1 Novara-Foligno Prossimo turno: Alghero - Pavia; C. Noce-
Lumezzane-Figline 1-1 Pergocrema-Lecco Prossimo turno: Andria - R. Marcianise; to - Legnano; Canavese - Pro Belvedere; Feral- Prossimo turno: Carrarese - Colligiana; Prossimo turno: Aversa - Noicattaro; Brin-
Paganese-Monza 1-1 Perugia-Sorrento Cosenza - Rimini; Foggia - Pescina; Potenza - pisalo' - Carpenedolo; Pro Sesto - Mezzocoro- Celano - Gubbio; Fano - Lucchese; Giacomen- disi - Vibonese; Cassino - Siracusa; Gela - Bar-
Sorrento-Varese 1-1 Pro Patria-Arezzo Cavese; Ravenna - Ternana; Reggiana - Giu- na; Pro Vercelli - Rodengo S.; Sambonifacese se - Prato; Poggibonsi - Sangiovannese; Pro letta; Igea V. - Manfredonia; Melfi - Ciscoroma;
Viareggio-Pro Patria 2-1 Varese-Viareggio lianova; Taranto - Portogruaro; V. Lanciano - - Olbia; Spezia - Valenzana; Sudtirol - Villaci- Vasto - Itala S. Marco; S. Marino - Nocerina; Monopoli - Catanzaro; Scafatese - Isola Liri; Vi-
Spal; Verona - Pescara drese Sacilese - Bellaria; Sangiustese - Bassano co Equense - Juve Stabia
La Provincia
Domenica 4 aprile 2010 Sport V
I giocatori. I gialloblù euforici per il risultato: «Abbiamo giocato meglio noi sia in undici che con un uomo in meno»

La felicità sta di casa al Pergocrema


I grigiorossi delusi: «Mancano sia la mentalità che la qualità»
di Ivan Ghigi di Michele Silvi
CREMONA — Squadra imma- CREMONA — Nonostante la
tura e senza mentalità: i pareri statica situazione di classifica,
dei grigiorossi sono unanimi al- per i gialloblù il pareggio in ex-
la fine del derby. Manca qual- tremis nel derby vale come una
cosa alla Cremonese per esse- vittoria. Lo conferma la felicità
re una squadra completa, ve- di William Pianu, che elogia
ra, in grado di gestire la pres- l'operato della squadra.
sione dell’alta classifica. Da «Sono contento che anche
Musetti a Paoloni e Zanchetta dalle tribune si sia vista la stes-
arrivano altri segnali di disa- sa partita che ho visto io dal
gio e rammarico. Nello spoglia- campo. Una partita giocata me-
toio grigiorosso qualcosa è suc- glio dal Pergo, sia in parità nu-
cesso, i silenzi ormai vengono merica che in dieci uomini, in
rotti da dichiarazioni sempre cui abbiamo aggredito gli spa-
più preoccupate per come stan- zi, abbiamo lasciato Gherardi li-
no andando le cose. La Cremo- bero di spaziare, abbiamo an-
nese non perde ma non vince nientato Zanchetta che è spari-
più ed è chiaro che qualcosa — to dal campo. Ad un certo pun-
diciamo da Lecco in poi — il to sembrava quasi di giocare in
giocattolo ha perso qualche casa. Al di là di tutto, questa ga-
pezzo, l’incanto del girone di ra ha dimostrato ancora una
andata ha lasciato spazio a ti- volta quanto siano importanti
mori spesso ingiustificati, co- le palle inattive. Se ci si crede,
me quelli visti ieri allo Zini. se ci si tenta, qualcosa si combi-
Passa in secondo piano il 9˚ na sempre. Lo abbiamo visto
gol di Riccardo Musetti, bom- nei due episodi chiave della
ber che insidia Guidetti e Co- partita e noi al 91' in uno in me-
da a quota 10. «La cosa più no eravamo lì, con la voglia di
brutta della partita è non aver pareggiare una partita merita-
approfittato della superiorità ta. Complimenti al portiere gri-
numerica. In vantaggio di un giorosso che spero si prenda un
gol e di un giocatore doveva- 8 in pagella del tutto meritato.
mo prendere in mano la parti- Grandissimi anche i nostri tifo-
ta, abbiamo avuto due occasio- si. Per salvarci ci sarà bisogno
ni per raddoppiare e invece anche di lor».
usciamo con un pareggio stra- Contento anche bomber Giu-
no, che ci siamo fatti da soli su seppe Le Noci: «E' stata una
un angolo che non c’era». bella partita. Abbiamo disputa-
Cosa puoi dire sui tuoi gol? to un ottimo primo tempo, in
«Il primo c’era, ho stoppato la cui siamo andati più volte vici-
palla di bacino non di mano». Musetti protesta con l’arbitro Cervellera dopo il gol annullato Contrasto aereo tra il gialloblù Pianu e il grigiorosso Zanchetta ni al gol, subendolo però su pal-
Cosa è manca- la inattiva. Nella
ta alla Cremone- ripresa siamo
se? «La maturi- partiti ancora be-
tà, una squadra ne e dopo l'espul-
matura vince la sione di Uliano
gara e porta a ca- abbiamo dimo-
sa il risultato, in- strato di essere
vece abbiamo po- una grande squa-
co carattere, dra. Non abbia-
qualcosa manca. mo mai rischiato
E’ l’ennesimo e alla fine abbia-
punto del ritor- mo pareggiato.
no che sa di scon- Avevo detto che
fitta, come a Bu- a Cremona sareb-
sto o a Lecco». be stata guerra e
Marco Paoloni così è andata».
non è più dolce Da capitano,
nei toni. «Sul cal- Le Noci spende
cio d’angolo Co- una parola per
da era sulla tra- Uliano, protago-
iettoria della pal- nista in negativo
la ma ha svirgola- della giornata:
to l’intervento e «Ha commesso
l’ha messa die- un'ingenuità e
tro di me. Al di là mi spiace. Vero
dell’errore per- anche che l'arbi-
sonale è la men- tro avrebbe dovu-
talità sbagliata to ammonire il
che ci condanna. giocatore della
Se vinci con un Cremonese per
giocatore in più non aver rispetta-
quelli non devo- to le distanze, ma
no nemmeno cal- è andata così e
ciare in porta e li Francesco avreb-
abbiamo fatti di- be dovuto evita-
ventare pericolo- re l'errore. Ora ci
si». aspetta una serie
Da dove nasce finale importan-
la paura? «Nel ri- tissima in cui arri-
torno è nata, ma La rete dell’attaccante grigiorosso annullata al 24’ per un presunto fallo di mano Minuto di silenzio della panchina gialloblù per Luigi Bergamelli viamo col morale
non è paura ve- alto. Pareggiare
ra, direi più ten- I DIRIGENTI una partita del
sione e qualcuno ne soffre pa- genere al 91' con l'uomo in me-
recchio. Ci stiamo giocando il no penso sia un'impresa a cui
campionato perché qualcuno
sente questa tensione. Abbia-
mo giocato un ottimo primo
tempo, dall’espulsione in poi
devi chiudere la gara, invece
Turotti scuro: «Atteggiamento errato» pochi avrebbero creduto».
Non usa mezzi termini Nicolò
Ferrari: «E' un punto d'oro. Il fi-
nale di gara ci ha dato ragione.

Aschedamini: «Grinta e carattere sempre»


Il pareggio è più che meritato.
abbiamo pareggiato. Una squa- Purtroppo abbiamo subito an-
dra matura deve vincere non cora gol su calcio da fermo, ma
prendere gol». siamo riusciti comunque a ri-
Andrea Zanchetta è amareg- mettere la partita in piedi».
giato: «Manca qualcosa sotto
il profilo della qualità, una
squadra forte e determinata
non lascia un solo pallone agli
avversari. Abbiamo comanda-
Falconi: «Una dedica per il presidente»
CREMONA — Il direttore generale Sandro Turotti è portantissimo che da morale per le ultime sfide. In
Ferrari scherza sulle due oc-
casioni da rete capitate sui suoi
piedi: «La palla a girare non ne
voleva sapere di andare in por-
ta. Comunque ci è stato negato
to noi, rimasti in superiorità molto scuro a fine gara: «Sono molto amareggiato conclusione non voglio tralasciare sui fischi nel mi- un rigore e ci è stato annullato
abbiamo fatto girare la palla un gol senza che nessuno abbia
senza affondare il colpo e sia- per questi 90’. Abbiamo giocato un buon primo tem- nuto di silenzio per il padre di Bergamelli. Quello è capito il perchè. Va bene co-
mo andati in affanno quando il po, poi nella ripresa abbiamo rallentato troppo, sba- simbolo di rispetto per chi non c'è più. Trovo che chi munque. Abbiamo conquistato
Pergocrema ha buttato la pal- gliando atteggiamento. Gli episodi non c’entrano, ci ha compiuto questo gesto sia più degno di essere con- un buon punto».
la in area. Dopo dobbiamo dir- siamo fatti male da soli. Ora con calma bisognerà tro- siderato un animale piuttosto che un essere umano». Andrea Federici è soddisfat-
la tutta e ammettere che l’an- vare coesione e ridare un po’ di personalità a questa Massimiliano Marinelli (sponsor Pergocrema): to: «Abbiamo giocato bene e
golo è stato inventato dall’arbi- squadra. Abbiamo fatto un ottimo lavoro fino ad ora, «Pareggiare al 90' e oltre un derby così, in 10 uomini meritato. Nel primo tempo
tro, ma la rete è nata comun- non bisogna buttare nessuna occasione e presentarci in un momento chiave per la nostra stagione, penso c'era un rigore solare per noi
que da un nostro affanno». ai playoff nella posizione migliore». sia come una vittoria. Era una partita sentitissima da per fallo di mano di Rossi. Sia-
La squadra ha cercato di te- Massimiliano Aschedamini (presidente onorario tutti e non ha tradito le attese. Complimenti ai ragaz- mo stati superiori alla Cremo-
nere sempre alto il baricentro, Pergocrema): «Risultato importante perchè voluto. zi che ci hanno creduto fino alla fine e ci hanno rega- nese sempre, sia in undici che
fisicamente ha corso parec- Abbiamo lottato per 40' in inferiorità numerica e no- lato questa grande gioia nel finale». in dieci. Abbiamo concesso un
chio. «A un certo punto il Per- nostante tutto abbiamo continuato ad avere buone Claudio Falconi (addetto stampa Pergocrema): «Il solo contropiede nonostante ad
gocrema ha cominciato a butta- opportunità. Il loro portiere ha fatto due parate del- pareggio è assolutamente meritato e forse ci stava un certo punto mi è parso che i
re la palla lunga e ci ha obbliga- la domenica, prima su Gherardi e poi su Pianu nella anche qualcosa di più per noi. E' un punto importan- grigiorossi abbiano più che al-
to ad arretrare ma siamo stati ripresa. Abbiamo ottenuto ciò che volevamo con grin- te. Credo che per questa settimana sia giusto non tro giocato a difendere l'1-0 la-
poco bravi a gestire la palla. ta, voglia e carattere. Se facciamo una disamina del- guardare agli altri risultati, ma pensare solo a noi. E' sciandoci sfogare nella loro me-
La sosta vista la prestazione la partita il pareggio ci sta addirittura stretto. La Cre- la miglior dedica per il presidente Bergamelli per tà campo. E' un punto sofferto,
ha portato solo del bene, ma monese ha tirato in porta una sola volta oltre al gol questa settimana di lutto. Con questo epilogo possia- meritato e stupendo che dedi-
abbiamo ceduto sul solito cal- giustamente annullato, mentre per noi c'era un rigo- mo passare tutti una Pasqua più serena. Abbiamo vi- chiamo al presidente Bergamel-
cio piazzato». re più che netto. Rimane comunque un risultato im- sto un grande Pergo». Max Aschedamini li».
VI Sport La Provincia
Domenica 4 aprile 2010

I colori dei tifosi

I tifosi del Pergocrema in curva Nord Il colpo d’occhio dei sostenitori della Cremonese

Ultras, tra slogan e indifferenza


Grigiorossi senza offendere gli avversari, gialloblù scatenati nel finale
Il derby è sempre una gara
particolare e il gusto di pareg-
giarlo nel finale su autorete
deve essere stato impagabile
per i tifosi del Pergo. Erano
circa 350 i tifosi gialloblù a se-
guire i propri beniamini con-
tro la Cremonese. La guerra
del tifo, per ovvi motivi nume-
rici, non poteva essere pari
ma è stata comunque avvin-
cente. Più rumorosi e colorati
i grigiorossi, più silenziosi
quelli gialloblù che si sono
scatenati soprattutto al termi-
ne della gara dopo il gol, o me-
glio l’autogol della Cremone-
se. Anche troppo, visto il pe-
tardo lanciato a un giovanissi-
mo raccattapalle. Peccato, vi-
sto che al di là degli sfottò e di
qualche scaramuccia a fine
partita le due tifoserie si sono
comportate bene.
Belle le sciarpate della Sud,
sempre emozionanti i cori per
ricordare Erminio Favalli, ze- Umori opposti a fine partita per le due squadre mentre salutano i propri tifosi: delusione da parte della Cremo, felicità da parte del Pergo
ro da parte dei tifosi della Cre-
monese le offese nei confron-
ti dei ‘colleghi’ dall’altra par-
te dello stadio. Una sorta di in-
differenza culminata da coro
«Pergo siete e Pergo restere-
te». Mentre dalla parte oppo-
sta sicuramente si respirava
più astio. In realtà i tifosi gri-
giorossi se la sono presa so-
prattutto con il Piacenza e
con qualche tifoso biancoros-
so mischiato con i gemellati
del Pergocrema.
La tensione è salita sola-
mente nel dopo partita quan-
do si è sfiorata la scazzottata
con la protesta di circa 500 ti-
fosi grigiorossi, ma al di là di
qualche parola grossa non ci
sono stati incidenti e le due ti-
foserie non sono andate a con-
tatto grazie alle forze dell’or-
dine e al buonsenso di tutti gli
interpreti.

Sopra
l’ingresso
delle squadre
in campo
e Rossi e
Gherardi in
azione
Nelle
immagini in
basso i
soccorsi al
raccattapalle
sfiorato da un
petardo
lanciato dalla
curva Nord e
un momento
di tensione tra
le due
tifoserie
La Provincia
Domenica 4 aprile 2010 Sport VII
POLPACCI
& Guarda un po’, un derby al formaggio
NUVOLE
di Giovanni Ratti Il salva-cremasco
H ai sentito l’ultima di Giu-
lia? Lei fumava trenta si-
garette al giorno, quando
hanno cominciato a stampare sul
pacchetto ’nuoce gravemente al-
taggio con l’uomo in più è como-
do se hai personalità e quindi
equilibrio, ma nell’orticello gri-
giorosso quella pianticella nessu-
no l’ha mai seminata.
la salute’ ha tirato dritto, quando Se avessi avuto l’onore di sbir-
hanno stampato ‘il fumo uccide’ ciare sul mio taccuino avresti let-
è passata da trenta a quaranta, to: la Cremo aspetta, è A) sornio-
poi le è capitato un pacchetto na o B) indecisa a tutto? Tutto si
con l’avvertimento ’il fumo invec- decide a posteriori, tutto dipen-
chia la pelle’ e ha smesso. de dal risultato, è il calcio bellez-
Qualcosa di altrettanto razio- za.
nale è stato il derby (quasi der- Il Pergo si sporgeva dal fine-
by, similderby) di ieri, un pari strino cercando ossigeno, la Cre-
molto dispari, un risultato squili- mo sprecava il contropiede tar-
brato e riequilibrato o forse squi- dando di una fatale battuta il lan-
librato del tutto da due calci cio e quando non tardava ci pen-
spiazzati, due angoli ottusi quasi sava ‘bandierina allegra’, i due al-
quanto il signor arbitro che il lenatori giocavano anche la loro
giorno che hanno spiegato la re- partita personale, Rastelli prova-
gola del fallo di mani aveva il va a staccare a morsi il naso a
morbillo e il signor guardalinee Uliano, dall’altra parte succede-
sotto la tribuna che il giorno che va qualcosa di manzoniano fra
hanno spiegato la regola del fuo- qualche tifoso bizzoso e il tecnico
rigioco aveva gli orecchioni. Che (lo sVenturato rispose), la parti-
la partita si presentava bene sul ta serpeggiava fra altre decisioni
piano cromatico essendo in cam- Cervellerotiche, Paoloni rinvia-
po tutti i colori primari rosso gial- va il pareggio ma la Cremo ha pa-
lo e blù, e che tendesse al pareg- ura del buio e in preda alla sud-
gio lo potevi capire dal 2-2 fra co- detta (somatizzata dall’uscita di
lori caldi (rosso e giallo) e colori Musetti) si è pareggiata da sola.
freddi il blù e il verde del prato. Ora di derby ne ho assaggiati
Ed era incominciata in modo biz- Bianchi devia di tacco, il pallone uscirà di non molto (Ib frame) tanti, al miele e al fiele, ma non
zarro che la prima idea la infila avevo mai sentito il sapore di un
Sales come i bigliettini nelle fes- era d’accordo anche l’arbitro, pe- gio lavabile sul piano ambienta- aspetti che dica che il pareggio è ha ricevuto soddisfazione senza derby al formaggio. Al salva-cre-
sure del muro di Gerusalemme, rò il derby era ancora città aper- le, ma la candela del campionato giusto o no, ho imparato da un andare dietro il convento dei cap- masco, per la precisione. Perchè
lemme lemme il derby si stava as- ta perchè il Pergo ha la difesa len- è già abbastanza corta perchè en- pezzo che questa categoria non si puccini, la Cremo all’inizio l’ha punti così sono almeno bisvalidi,
sestando ma lo hanno dissestato ta ma la Cremo ha la difesa ansio- trambe le squadre avessero le ri- applica alla vita in generale che preso per il verso giusto pressan- come le figurine di Cinesinho.
il rigore non dato di qua e il gol sa e ansiogena, ti puoi fidare di spettive urgenze, e la Cremo do- è caso caos casinismo e figurati do con sano spirito proletario, Dall’altra parte il pianoforte è
annullato di là, e allora è impazzi- lei come di Tiger Woods in visita veva vincere e il Pergo non pote- nel calcio. Figurati che nel secon- ma poi ha sofferto il grosso svan- scordato, c’è da dire che parec-
to come una maionese, quando a un collegio femminile. Ora l’ho va perdere e lo capivi dal fatto do tempo al Pergo un altro rigore taggio dell’uomo in più. Lo so che chie riserve e perfino qualche ti-
succede così il lato materno laten- chiamato similderby perchè il che in porta aveva due portieri è stato deportato fuori dal peri- non è il momento di fare lo spiri- tolare sono inadeguati alle ambi-
te in me spera che nessuno si fac- derby vero è la partita spaccacit- ma non metteva limiti alla previ- metro che scotta, e il gol poi è ve- toso, ma quando l’arbitro ha zioni che questa squadra si porta
cia la bua grossa a meno che gio- tà che se perdi non esci di casa denza dato che alla Cremo ogni nuto su angolo inesistente come espulso il parente di Vladimir addosso, ma stavolta temo che
chi l’Inter. Ma Musetti dopo il pri- senza plastica facciale, qui la sua tanbto salta fuori una personali- il cavaliere di Calvino. Quel se- Ilic Ulianov in arte Lenin la Cre- nessuno darà retta al cartello
mo gol ne ha fatto un altro e sta- D non è la lettera scarlatta, una tà della mutua. condo tempo il Pergo l’ha affron- mo ha dovuto leggere una situa- non sparate sul pianista. A propo-
volta oltre alla difesa del Pergo sconfitta sarebbe stata un tatuag- Ed è inutile non mi freghi se ti tato con cocciutaggine e alla fine zione più torbida, gestire il van- sito, la risposta esatta è la B.

I TABELLINI DI PRIMA DIVISIONE

Una giornata caratterizzata dal segno ‘X’, il Benevento fallisce un calcio di rigore contro il Como di Zerzouri
Botta e risposta tra Novara e Lecco, bene il Foligno
LECCO 1 BENEVENTO 1 AREZZO 1 LUMEZZANE 1
NOVARA 1 COMO 1 PERUGIA 1 FIGLINE 1
Lecco: Orlandi; Cortese, Bartolucci, Galli, Mateo, Benevento: Gori; Pedrelli, Ferraro, Ignoffo, Palermo; Arezzo: Mazzoni; Cannarsa (1’ st Music), Terra, Fi- Lumezzane: Gazzoli; Formiconi (26' st Zanardini),
Villagatti (3’st Mandorlini), Antonioni (36’st Cia- D’Anna (12’ st La Camera), Cejas (30’ st Vacca), De Liguo- Mei, Emerson, Pini (45' st Nicola); Bradaschia, Cal-
ri; Castaldo (30’ st Evacuo), Clemente, Bueno. All. Cam- gliomeni, Sereni; Erpen, Togni, Maglietta, Croce;
sca), Arrigoni, Ciano, Marconi, (44’st Soderlund), Chianese, Maniero. All. Galderisi. liari, Grippo, Laurìa (10' st Pesenti); Galabinov,
Guglieri. All: Magoni. plone. Daud. All. Menichini.
Como: Zappino; Maggioni, Conti, Gonnella, Goretti, Bru- Perugia: Benassi; Taccucci, Raimondi, Pagani;
Novara: Fontana, Gheller, Gemiti, Lisuzzo, Ludi, Figline: Pardini; Duravia, Bettini, Ghinassi, Pa-
no; Zerzouri (12’ st Kalambay), Riva (43’ st E. Brevi), Sal- Cazzola (24’ st La Vista), Perulli (1’ st Perra), Della
Shala (35’pt Drascek), Porcari, Motta (46’pt Vicen- vi; Cozzolino (34’ st Fragiello), Filippini. All.: Strano–O. squini; Consumi, Guerri; Fanucchi, Campolattano,
tini), Rubino, Rigoni (30’st Gonzales), Bertani. All: Rocca 6, Bonomi; Bondi, Paponi (21’ st Martini), Villafane (20' st Redomi); Frediani (26' st Fioretti).
Brevi. Stamilla. All. Buzzi.
Tesser. Arbitro: Tidona di Torino. All. Torricelli.
Arbitro: Pasqua di Tivoli. Arbitro: Merchiori di Ferrara. Arbitro: Trentalange di Nichelino.
Reti: pt 14’ Palermo, 46’ Zerzouri.
Reti: Rubino 6’st, Ciano 9’st. Note: spettatori 3.795. Espulso l’allenatore Strano (7’ st), Reti: pt 11’ Croce, 27’ Bondi. Reti: pt 29’ (aut) Mei; st 30’ Pesenti.
Note: spettatori 2149. Ammoniti Orlandi, Guglieri, per proteste. Clemente fallisce un calcio di rigore al 42' pt. Note: spettatori 3.623. Espulso Figliomeni al 31’ st Note: spettatori 600 circa. Ammoniti Redomi e
Bertani. Gara sospesa per 4' per intemperanze del pubblico. per fallo da ultimo uomo. Campolattano.

FOLIGNO 2 SORRENTO 1 PAGANESE 1 VIAREGGIO 2


ALESSANDRIA 0 VARESE 1 MONZA 1 PRO PATRIA 1
Foligno: Rossini; Pencelli, Guastalvino (15’ st Gre- Sorrento: Marconato; Di Nunzio, Lo Monaco, De Paganese: Pantanelli; Gambi (24’ st Sciannamè), Viareggio: Ravaglia; Carnesalini, Fiale, Panariel-
gori), Ambrogioni, Rossi; Gallozzi (32’ st Fedeli), Giosa, Angeli; Vanin, Nicodemo, Raggio Garibaldi Castaldo, Panini, Ingrosso; Izzo, Maisto, Memu- lo, Briotti; Pizza, Reccolani, Mandorlini; Cristiani
Furiani, Sciaudone; Giacomelli, Turchi, Cavagna (42' st Pignalosa), Coresi (1' st Esposito); Pau- shaj, Vicedomini; Zarineh (30’ st Ibekwe), Tortori (34' st Caturano), Guadalupi (42' st Falivena); Eu-
(25’ st Fondi). All.: Fusi. linho, Carlini (33' st Fialdini). All. Simonelli. (24’ st Lasagna). All. Palumbo. sepi (26' st Marolda). All. Rossi.
Alessandria: Servili; Ciancio, Signorini, Cammaro- Varese: Moreau; Pisano, Preite (10' st Osuji), Ca- Monza: Westerveld; Esposito (28’ st Tuia), Fiuzzi, Pro Patria: Caglioni; Bruccini, Pivotto, Rinaldi (41'
to, Ghosheh (14’ st Damonte), Schettino; Buglio, misa, Armenise; Tripoli (18' st Momentè), Dos San- Cudini; Oulembo, Eramo, Iacopino (30’ st See- st Palermo), Barbagli, Passiglia (6' st Pacilli), Lom-
Briano (41’ st Motta), Mateos; Artico (9’ st Fantini), tos, Corti (1' st Del Sante); Buzzeoli, Carrozza; dorf), Prato, Campinoti (24’ st Anghileri); Viola, bardi, Melara (20' st Baù), Serafini; Ripa, Sarno.
Rosso. All. Buglio. Ebaua. All. Sannino. Samb. All. Cevoli. All. Cosco.
Arbitro: Saia Francesco Paolo di Palermo. Arbitro: De Benedictis di Bari. Arbitro: Irrati di Pistoia. Arbitro: Del Giovane di Albano Laziale.
Reti: st 8’ Cavagna, 22’ Turchi. Reti: pt 2' Paulinho; st 41' Ebagua. Reti: 20’ pt Prato, 26’ pt Ingrosso. Reti: st 2' Mandorlini, 11' Eusepi, 39' (rig.) Ripa.
Note: spettatori 1.534. Espulso 42’ st Buglio, tecni- Note: spettatori 582. Ammoniti Marconato, Preite, Note: spettatori 1000 circa. Ammoniti: Castaldo, Iz- Note: spettatori 1000 circa. Ammoniti: Rinaldi, Car-
co dell’Alessandria per proteste. Momentè, Buzzegoli, Paulinho, Lo Monaco. zo, Prato, Cudini. nesalini, Briotti, Panariello, Mandorlini, Baù.

LA CLASSIFICA DEI BOMBER

A quota 10 anche Bondi (Perugia) e Turchi (Foligno)


17 reti: Le Noci (Pergocrema). 8 reti: Maniero (Arezzo), Iacopino (Mon- ni, Sau (Lecco), Lauria, Pesenti (Lumez- I MARCATORI GRIGIOROSSI
14 reti: Chianese (Arezzo), Motta (Nova- za), Buzzegoli (Varese). zane), Lisuzzo (Novara), Ibekwe (Paga- 10 reti: Guidetti, Coda
ra). 7 reti: Fioretti (Figline). nese), Stamilla (Perugia), Carlini, Fer- 9 reti: Musetti
12 reti: Frediani (Figline), Giacomelli 6 reti: Castaldo (Benevento), Ciano (Lec- nandez (Sorrento), Carrozza, Momentè 5 reti: Nizzetto
(Foligno). (Varese), Eusepi (Viareggio). 4 reti: Zanchetta
co), Galabinov (Lumezzane), Rubino
11 reti: Evacuo (Benevento), Bertani (Novara), Martini (Perugia), Serafini (Pro 3 reti: Fantini, Mateos, Signorini (Ales- 3 reti: Bianchi
(Novara), Ripa (Pro Patria), Paulinho sandria), Ferraro (Benvento), Bianchi 2 reti: Gori, Viali
Patria), Myrtaj (Sorrento). (Cremonese), Virdis (Foligno), Scaglia
(Sorrento). 1 rete: Carotti, Varricchio, Malacarne,
10 reti: Coda, Guidetti (Cremonese), 5 reti: Erpen (Arezzo), Nizzetto (Cremo- (Lumezzane), Viola (Monza), Rigoni (No- Fietta
Turchi (Foligno), Bondi (Perugia). nese), Calderini (Foligno), Corrent (Lec- vara), Izzo, Maisto (Paganese), Menas-
9 reti: Artico (Alessandria), Clemente co), Emerson (Lumezzane), Gonzalez si, Melara (Perugia), Pacilli (Pro Patria),
(Benevento), Cozzolino (Como), Muset- (Novara), Tortori (Paganese). Pisano, Tripoli (Varese), Fiale, Marolda I MARCATORI GIALLOBLU
ti (Cremonese), Cavagna (Foligno), Pin- 4 reti: Rodriguez (Alessandria), Togni, (Viareggio). 17 reti: Le Noci
tori (Lumezzane), Samb (Monza), Eba- Croce (Arezzo), Zanchetta (Cremone- 2 reti: Ferrari, Uliano, Florean
gua (Varese). se), Fanucchi, Redomi (Figline), Marco- 1 reti: Gherardi, Tarallo, Pianu, Ghidotti Musetti della Cremonese