Sei sulla pagina 1di 4

NOVIT

Charlie Chaplin

IL MONELLO
SETTEMBRE 2015
2 Dvd e libro
Collana Chaplin Ritrovato
60 e 68 pp.
Euro 18,00

Cerano stati satira, farsa, realismo,


naturalismo, melodramma e
fantasia, ma la fusione tra comicit
e sentimento, che costituiva
la premessa del Monello fu
unautentica innovazione

Charlie Chaplin
Lintelligenza, la sincerit,
lintegrit espresse da Chaplin in
questo film, avrebbero in qualche
modo rivoluzionato la
produzione cinematografica.
Da industria, Il monello elevava la
produzione ad arte

Francis Hackett

Primo lungometraggio e apoteosi dellopera di Charlie Chaplin, rappresenta un


momento di svolta nella sua carriera, punto darrivo di tutto il suo cinema precedente e primo della serie di capolavori a venire. Grandioso successo allepoca,
da molti considerato il film pi perfetto e personale di Chaplin, perch ispirato
ai suoi ricordi dinfanzia, Il monello la pi compiuta e riuscita combinazione
di commedia e melodramma. La storia del bambino abbandonato dalla madre
indigente e adottato da Charlot, del quale diviene insostituibile partner in piccoli imbrogli che hanno la bonariet della lotta per la sopravvivenza, alterna
momenti di irresistibile comicit ad apici drammatici e struggenti.
Accanto a Chaplin, il piccolo Jackie Coogan, indimenticabile capostipite di
tutti i piccoli divi del grande schermo, divenne, a soli sei anni, una celebrit
mondiale. Non a caso, fu proprio dopo averlo incontrato che il regista decise
di realizzare il film, e proprio la sua figura, al contempo tenera e sbarazzina,
contribuisce in modo determinante alla sua riuscita. Chi pu dimenticarlo
mentre rompe i vetri della finestra per aiutare il padre a sfuggire alla polizia,
o nel bellissimo travelling in cui tende le braccia mentre le autorit tentano di
sottrarlo al vagabondo? (Joo Bnard da Costa).
Nel cofanetto, la versione restaurata del film, un breve documentario sulla sua
genesi realizzato a partire dai documenti conservati presso lArchivio Chaplin
della Cineteca di Bologna e una selezione di comiche di Chaplin. Nel volume,
saggi critici sul film e unantologia critica.

EDIZIONI CINETECA DI BOLOGNA


www.cinetecadibologna.it

Charlie Chaplin

IL GRANDE DITTATORE
NOVEMBRE 2015
2 Dvd e libro
Collana Chaplin Ritrovato
125 e 68 pp.
Euro 18,00

Chaplin cerc di rappresentare la


bestialit del Superman, quando
mise a confronto, nel doppio ruolo,
il piccolo poveruomo con il grande
uomo e alla fine gett perfino la
maschera facendo venir fuori il
reale uomo-Chaplin per mettere
davanti agli occhi del mondo in
una disperata seriet la semplice
saggezza del piccolo poveruomo e
di nuovo renderla desiderabile

Hannah Arendt
Il dittatore di un significato
inesauribile

Andr Bazin

Nellautunno del 1938, iniziano a circolare indiscrezioni sulla sceneggiatura


che Charlie Chaplin sta scrivendo in gran segreto. Il creatore di Charlot sta
per realizzare il suo primo film parlato (lo si era gi sentito cantare, in Tempi
moderni, ma mai parlare) e il personaggio che andr ad interpretare ispirato
nientemeno che ad Adolf Hitler. Il grande dittatore, storia dello scambio di
persona tra un umile barbiere ebreo e uno spietato dittatore, presentato a
New York nellottobre del 1940, ma in due anni lo scenario politico mondiale
mutato drammaticamente: nel 1939 iniziata la Seconda guerra mondiale.
Ci sono film che possono essere compresi senza conoscerne il contesto storico e la
genesi artistica, ma non si pu apprezzare la grandezza di Il grande dittatore se si
ignora che era stato concepito un anno prima del conflitto, se non si conoscono le
pressioni che Chaplin sub da parte dai governi di mezzo mondo perch abbandonasse lidea. Ma il regista era deciso a dichiarare guerra al dittatore tedesco, a tutte
le dittature, attraverso il grande schermo, e realizz uno dei pi grandi capolavori
pacifisti del cinema mondiale. Hitler doveva essere messo alla berlina, scrisse pi
tardi Chaplin, precisando: Se avessi conosciuto gli orrori dei campi di concentramento tedeschi non avrei potuto fare Il Dittatore; non avrei certo potuto prendermi
gioco della follia omicida dei nazisti. Ma ero ben deciso a mettere in ridicolo le loro
mistiche scemenze sulla purezza del sangue e della razza.
Nel cofanetto, la versione integrale restaurata del film e, tra gli extra, un breve documentario sulla sua genesi realizzato a partire dai documenti conservati presso
lArchivio Chaplin della Cineteca di Bologna. Nel volume, saggi critici sul film
e unantologia critica.

EDIZIONI CINETECA DI BOLOGNA


www.cinetecadibologna.it

SAL O LE 120 GIORNATE


DI SODOMA
Un film di Pier Paolo Pasolini
OTTOBRE 2015
Dvd e libro
Collana Il Cinema Ritrovato
116 e 48 pp.
Euro 16,90

Sal un abisso profondo e


raramente ho imparato cos tanto
sulla natura umana come guardando
questo film

Michael Haneke
Si tratta di un film in cui non c
neppure lombra del sentimento
crudele, anche se, poi, il tema ,
appunto, la crudelt. E questo per
la buona ragione che, come appare
sia nel film sia in tutte le opere
letterarie e cinematografiche di
Pier Paolo Pasolini, egli non era
crudele. [] Sal o le 120 giornate di
Sodoma un film elegante, lucido
e al tempo stesso fantastico e
funebre

Alberto Moravia

A distanza di decenni dalla sua realizzazione, lultimo film di Pier Paolo


Pasolini, Sal o le 120 giornate di Sodoma (1975), non ha perduto nulla
della sua carica espressiva perturbante e sulfurea e ha mantenuto intatto il
suo carattere enigmatico di opera concepita come un mistero medioevale.
Liberamente ispirato al romanzo incompiuto del marchese De Sade e ambientato negli anni della Repubblica sociale, Sal linferno secondo Pasolini: un universo concentrazionario dove, al chiuso di una villa, otto ragazzi e otto ragazze, scelti per la loro avvenenza, diventano gli oggetti delle
perversioni di quattro Signori in una raffigurazione visionaria e allucinata della
degenerazione del Potere.
Distribuito subito dopo lassassinio di Pasolini, Sal fu sequestrato e successivamente dissequestrato dopo limposizione di tagli da parte della censura.
Proposto in occasione del quarantennale della morte del poeta-regista, avvenuta il 2 novembre 1975, il cofanetto comprende il Dvd delledizione
restaurata del film, un dossier audiovisivo con fotografie inedite della lavorazione, unintervista rilasciata da Pasolini sul set e un volume che racconta
la storia del film anche attraverso documenti rari.

EDIZIONI CINETECA DI BOLOGNA


www.cinetecadibologna.it