Sei sulla pagina 1di 5

380 Aprile 2015 Anno 31 7 4.

50
In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Roserio- Milano per la restituzione al mittente previo pagamento resi - ISSN:0392/8829

AO
RASSEGNA
Motion control

PANORAMA
Industria
automotive

www.automazione-plus.it

SPECIALE

Robotica
in ambito
manifatturiero

TAVOLA ROTONDA
Servizi professionali
e prodotti open source

AO

TAVOLA ROTONDA

Michele Santovito

Open source

Servizio professionale
e prodotti open source:
quale offerta per limpresa e
quali i vantaggi.
Ne parliamo con le aziende

la recente IoT Challange continuano ad attirare intelligenze, che


producono in breve tempo innovazione riutilizzabile sul piano industriale anche da chi ha investito, come Eurotech. Il ritorno sullinvestimento tangibile e veloce.
Cristian Randieri, president & CEO di Intellisytem (www.intellisystem.
it): opinione pressoch comune che il software open source rappresenti il futuro dellICT. Purtroppo in Italia intorno allopen source
c ancora molta diffidenza, dovuta molto probabilmente alla mancanza di una corretta informazione su cosa sintenda per Open Source e in che
modo questi pu aiutare unazienda a crescere. Per
approcciarsi correttamente al mondo open source
bisognerebbe prima capire cosa sintende con
questo termine. Considerando la definizione data
da Wikipedia open source indica un software i cui
Automazione Oggi: Open Source sinonimo di liautori (pi precisamente i detentori dei diritti) ne
bero scambio che, almeno dal punto di vista della
permettono, anzi ne favoriscono il libero studio e
definizione, non dovrebbe portare a un guadagno
lapporto di modifiche da parte di altri programmaeconomico diretto da parte di chi lo produce soprattori indipendenti. Attenzione per che open source
tutto quando si tratta di un nuovo progetto. Qual il
Andrea Ceiner, group
non vuol dire gratis, o almeno non necessariamente
punto di vista e come si pone una societ che produce
product marketing
open source. Nel corso degli ultimi anni il mondo
e realizza i propri margini proprio sulla commercializmanager m2m/IoT
delle soluzioni open source ha subito una notevole
zazione diretta o indiretta di questi prodotti?
di Eurotech
evoluzione passando dal mondo universitario a
quello commerciale sino a rispondere a esigenze di tipo enterprice
Andrea Ceiner, group product marketing manager m2m/IoT di
capaci di affiancare agli storici vantaggi in termini di costi e posEurotech (www.eurotech.com): Per Eurotech linvestimento nellosibilit di sviluppo, anche caratteristiche di robustezza, affidabilit
pen source motivato dal desiderio di stimolare linnovazione nel
e garanzia di continuit operativa. Anche il modello di business
mondo del machine-2-machine e dellInternet of Things. Donare
del mondo open source si evoluto, acquisendo regole, definendo
parte del proprio codice sorgente e fondare il gruppo di lavoro IoT
processi e modalit di erogazione del servizio. Proprio questo conallinterno della fondazione Eclipse, assieme ai partner IBM e Sierra
sente oggi alle aziende che operano come integratori o sviluppaWireless, ha contribuito allo sviluppo di oltre un milione di righe di
tori di tali soluzioni di valorizzare il proprio business e proporsi al
codice nei primi due anni e alla creazione da zero a 15 progetti di
mercato con unofferta alternativa attraverso la quale si possono
sviluppo in meno di tre anni, catalizzando lattenzione di aziende
garantire vantaggi con lutilizzo di tali soluzioni, mantenendo il mopiccole e grandi (come Bosch) che si ritrovano a collaborare in
dello del mondo open source e ottenendo ritorni economici. Una
modo creativo, dinamico ed efficace. Lo sviluppo di iniziative come
no tra gli aspetti pi interessanti che si sono sviluppati in parallelo (soprattutto grazie) allo sviluppo
tecnologico, iniziato pi di ventanni, la filosofia
dellOpen Source. Dal punto di vista dellutilizzatore finale dei moltissimi e differenti dispositivi
tecnologici, probabilmente non sempre ben chiaro cosa si nasconde dietro a concetti Open Source, Free Software, Creative
Commons. Grazie a questa tavola rotonda, coordinata da un non-esperto ma partecipata da esperti
del mondo open source, vorremo fare chiarezza
anche in vista dei prossimi obiettivi che linnovazione tecnologica ci sta prospettando, primo tra
tutti lInternet of Thing.

96

APRILE 2015 AUTOMAZIONE OGGI 380

Fonte: www.freeimages.com

ricevuto (ovvero il servizio e non la licenza software) e ogni anno


societ che basa la propria attivit sullopen source sicuramente
possibile scegliere di rimanere con Red Hat oppure passare a un
in grado di offrire una valida alternativa ai tradizionali sistemi proaltro fornitore. Per mantenere efficiente uninfrastruttura che sia
prietari, sia per realizzare infrastrutture ICT, sia per implementare
in grado di soddisfare le esigenze aziendali in costante crescita
applicazioni di business.
necessario un contratto di manutenzione e supporto, serve una
Italo Vignoli, presidente onorario di LibreItalia (www.libreitalia.it):
piattaforma aziendale comprovata, scalabile, affidabile e sicura,
Il software open source non sinonimo di libero scambio ma di
nonch un rapporto di autentica collaborazione con il fornitore
condivisione della conoscenza, e non affatto vero che non deve
della tecnologia. Ed proprio quello che la sottoscrizione a Red
portare a un guadagno economico. Il software open source, infatti,
Hat offre.
utilizza un modello di business diverso, in cui non viene pagata la
licenza del software ma viene pagato il valore aggiunto legato al
A.O.: In genere si pensa ai prodotti open Source come poco usersoftware stesso. In questo senso, il software open source consente
friendly o con limitazioni nelluso al pari di un prodotto commerciale
di ottenere margini molto pi alti del software proprietario, in
analogo, limitandone lutilizzo solo ai pi esperti; levoluzione tecnoquanto non c nessun acquisto e rivendita di prodotti - con marlogica e di conoscenze ha cambiato o sta ampliando il tipo e quindi il
gini che molto spesso sono inferiori al 10% - ma solo lerogazione di
numero di utilizzatori?
servizi, il cui margine rimane interamente allazienda. Certo, intorno
a questo meccanismo, molto semplice, c una disinformazione difAndrea Ceiner: Noi registriamo come principale
fusa, creata dalle aziende del software proprietario
vantaggio della comunit open source la quantit
per cercare di nascondere la realt di un modello di
di innovazione che questa produce. Gli aspetti di
business ormai obsoleto, basato sulla presenza di livestizione del prodotto finale spettano poi alle incenze vessatorie e di un impianto legale che non ha
dustrie e alle aziende che colgono questi progetti
nulla a che vedere con il valore del software.
innovativi. Non compito della comunit open
Danilo Maggi, marketing manager di Red Hat Italy
source curare il design e il marketing del prodotto fi(www.redhat.com): Il movimento del software libero
nale. Il loro compito, ripeto, produrre innovazione.
(Free Software dove Free significa Freedom ovvero
Cristian Randieri: Negli ultimi anni a livello interlibert in italiano e non gratuito) ha avuto inizio con
nazionale le limitazioni duso di un prodotto open
Richard M. Stallman e GNU nel 1984. Il software lisource rispetto a un prodotto commerciale stanno
bero definito dalle 4 libert fondamentali che
diminuendo sempre pi e in alcuni casi addirittura
esso fornisce: la libert di eseguire il programma, la
Cristian Randieri,
lopen source riesce a fare molto di pi, si pensi ad
libert di studiare come funziona il programma e di
president & CEO
esempio alla piattaforma Apache-MySql che di fatto
adattarlo alle proprie necessit, la libert di ridistridi Intellisytem
oggi copre il 70% del mercato. Non dimentichiamo
buirne le copie in modo da aiutare il prossimo e inche la soluzione open source scelta anche da grandi colossi come
fine la libert di migliorare il programma e distribuirne al pubblico
ad esempio la tecnologia Java, supportata da IBM, Sun, Oracle,
i miglioramenti. Il software libero non dovrebbe essere scambiato
offrendo un esteso patrimonio di framework, librerie e soluzioni.
con il freeware perch nel caso del freeware free significa gratuito,
Purtroppo lo scenario nel nostro Paese cambia di molto. Secondo
senza garantire le libert precedenti. Il movimento open source,
unindagine Istat in Italia solo il 12,2% imprese adotta tecnologie
supportato da persone e aziende che conoscono i benefici tecnici
open source; di cui il 38,7% rappresentato delle aziende aventi
ed economici del codice a sorgente aperto (open source, per lapoltre 250 addetti. Quindi assistiamo allapparente paradosso che
punto) e del suo sviluppo aperto al contributo di tutti, consente a
il software libero poco presente proprio nelle piccole-medie immolte persone di vedere il codice e correggerlo. In questo modo i
prese che avrebbero i massimi benefici dalla sua introduzione, in
programmi si sviluppano pi velocemente: tanto vero che linprimis di carattere economico. Purtroppo alla base di tutto c un
novazione spesso nasce dalle comunit open source (OpenStack
problema di conoscenza e formazione. Molte di queste piccole retanto per citarne uno...). Per quanto riguarda il costo, con il moalt non hanno al loro interno competenze informatiche adeguate
dello di sottoscrizione Red Hat, si paga per il valore effettivamente
APRILE 2015 AUTOMAZIONE OGGI 380

97

AO

TAVOLA ROTONDA

cambiando azienda, non potevano riutilizzare il codice tutelato dal


e ricorrono quasi totalmente a consulenti esterni che per la magCopyright. Di contro i prodotti open source non sempre rappresengior parte delle volte hanno pi interesse a far acquistare pacchetti
tano la panacea per lutente finale, in quanto essendo sviluppato in
software chiusi soggetti a licenza. In pi le software-house che promodo libero e spesse volte non strutturato si rischia di trovarsi nelle
pongono le soluzioni open source sono poco visibili. Un po permani un software che risulta essere non pi aggiornato o peggio
ch sono troppo piccole per farsi pubblicit e un po perch spesso
abbandonato.
quelle pi grandi non si propongono come fornitrici di software
Per far fronte a questo problema sono nate le cos dette commulibero perch hanno pi convenienza a incorporarlo nelle loro
nity che nella giungla dellopen source provano a dettare regole
soluzioni proprietarie. Italo Vignoli: I software open source sono
per garantire lesistenza e la continuit dei progetti. Unazienda che
spesso superiori, in termini di funzionalit, rispetto ai loro equivadecide di lavorare con lopen source affronta diverse sfide quali fare
lenti proprietari. Basta pensare al browser Mozilla Firefox, superiore
concorrenza ai colossi assumendosi delle responsabilit verso i sui
a Internet Explorer; al sistema di posta elettronica Mozilla Thunderclienti, il tutto a vantaggio di una personalizzazione
bird, superiore a Microsoft Outlook; e al media pladei prodotti. Molte aziende startup nascono proprio
yer VLC, superiore a Windows Media Player. In tutti
da progetti open source. Del resto la collaborazione
questi casi, nonostante lo strapotere di Microsoft, i
di pi parti (in genere libera e spontanea) permette
software open source sono molto diffusi, e in alcuni
al prodotto finale di raggiungere una complessit
casi hanno quote di mercato pi ampie. Certo, in
notevolmente maggiore di quanto potrebbe ottealcuni casi linterfaccia dei prodotti open source
nere un singolo gruppo di lavoro. Lopen source ha
meno appariscente, in quanto si basa sui principi
tratto grande beneficio da Internet grazie al quale i
dellergonomia e non su quelli del marketing, per
programmatori geograficamente distanti possono
cui c la sensazione che sia anche meno efficace,
coordinarsi e lavorare allo stesso progetto.
ma tutte le ricerche indipendenti dimostrano che
Italo Vignoli: Il software open source protegge
non vero. Tra laltro, oggi anche i sistemi operativi
la propriet intellettuale tanto quanto il software
open source sono diventati facili da utilizzare anche
proprietario, mentre ha un punto di vista compleper gli utenti di base, come nel caso di Ubuntu, che
Italo Vignoli,
tamente diverso sulle tipologie di licenza, in quanto
simile a Windows per caratteristiche e funzionalit
presidente onorario
quelle copyleft promuovono la condivisione della
ma infinitamente superiore in termini di sicurezza
di LibreItalia
conoscenza, come fattore di crescita del software.
e stabilit.
Infatti, se tutti gli sviluppatori condividono le proprie idee, il sofDanilo Maggi: Direi che questa affermazione stata superata da
tware sar il risultato della somma di queste idee, migliore di qualsitempo. Oggi, come confermato dai nostri clienti e da una ricerca
asi software sviluppato nelle segrete stanze di unazienda senza un
di mercato che abbiamo condotto con il supporto di SDA Bocconi,
confronto trasparente con le migliori risorse disponibili in rete (che
la scelta open source viene fatta principalmente in quanto porta
una singola azienda non riuscir mai a raccogliere). Ovviamente, il
innovazione allinterno dellazienda. Possiamo inoltre dire che le
confronto sullo sviluppo non elimina la concorrenza tra le aziende,
principali aziende in Italia e nel mondo hanno adottato soluzioni
che esiste sul piano commerciale e si gioca nel campo dei servizi (e
open Source anche in ambienti mission critical.
non sulle singole funzionalit del software, che non rappresentano
nessun tipo di valore aggiunto). Ripeto, impossibile confrontare
A.O.: Open Source pu essere inteso come lopposto del copyright, in
il modello di business nato negli anni settanta e ormai superato
qualit di aziende che hanno accumulato anni di esperienze e comdel software proprietario con il modello di business nato negli anni
petenze specifiche nel proprio settore, vedete nella condivisione libera
novanta e ancora attuale del software open source.
di (alcune) conoscenze una minaccia nel perdere quote a favore dei
Siamo in due ambiti completamente diversi: il primo orientato allapropri diretti competitor oppure viene vista come una nuova opportuzienda, e il secondo orientato agli utenti.
nit di crescita per unevoluzione dei propri prodotti/servizi molto pi
Danilo Maggi: Sicuramente come affermato in precedenza la conrapida a favore dei propri clienti?
divisione e la collaborazione sono un fattore di successo per i nostri
clienti e non rappresentano per noi una minaccia. Anzi, il modello
Andrea Ceiner: Secondo noi lopen source un approccio diverso
collaborativo basato sulla comunit il vero vantaggio per portare
allavvio di startup. Non tutti i progetti open e non tutte le startup
innovazione.
avranno successo. La maggior parte non arriveranno sul mercato in
modo durevole e profittevole, ma quelle che ci arrivano ripagano
A.O.: Nel caso si condivida la filosofia dellopen source, ritenete che
di molto linvestimento.
oltre a un miglioramento delle caratteristiche dei propri prodotti/serCristian Randieri: Indubbiamente lopen source nel tempo ha
vizi si pu pensare anche a una reale riduzione dei costi a favore degli
portato radicali cambiamenti nel mondo dellinformatica. Del resto,
utilizzatori finali?
come di tutti i prodotti dellingegno umano levoluzione del software ha bisogno di conoscenza, e pi questa facile da reperire
Andrea Ceiner: Il mondo della tecnologia sta condizionando seme da riutilizzare, pi i prodotti si evolveranno e miglioreranno sulla
pre pi il mondo del business, e con la rivoluzione industriale del
base dei fallimenti e dei successi precedenti secondo la tecnica
IoT questo fenomeno sar endemico e pervasivo in quasi tutti i
base della programmazione definita trial and error. Sono convinto
settori dellattivit umana. In questo processo di trasformazione
che senza open source il mondo dellinformatica sarebbe rimasto
assistiamo a un passaggio dalla produzione e vendita di prodotti
una semplice moderna disciplina in grado di seguire le medesime
con servizi accessori (quale, ad esempio, lassistenza tecnica), alla
regole che governano gli altri settori industriali in cui la conoscenza
vendita di servizi che si avvalgono di prodotti tecnologici per mirimane nelle aziende che lo producono e gli sviluppatori, anche

98

APRILE 2015 AUTOMAZIONE OGGI 380

Group (ex m2m Working Group) allinterno della Eclipse Foundagliorarne la qualit e lefficacia. naturale che la velocit di discesa
tion e ha contribuito al progetto Kura sviluppando la tecnologia
dei prezzi per i prodotti tecnologici continuer ad aumentare, a faoriginale per tutti i tipi di dispositivi, da quelli generici ai computer
vore dei profitti ricavati dai servizi a valore aggiunto. Lopen source
portatili rugged, dai dispositivi indossabili ai gateway di servizi,
si sposa con questo fenomeno.
dalle console per veicoli fino al Raspberry Pi.
Cristian Randieri: Per quanto riguarda i vantaggi economici deDa poco lazienda ha rilasciato Kura 1.1, la release dellinfrastrutrivanti dalladozione di un software open source la loro entit
tura software Java OSGi per gateway m2m multiservizi e sensori
variabile. Dipende infatti da quanto lavoro di configurazione e di
intelligenti, passata dalla fase di incubazione a quella di soluzione
personalizzazione deve essere fatto sul software-base. Nel caso
matura nellambito del ciclo di vita dei progetti promossi dalla
di programmi che possono essere scaricati gratuitamente e imEclipse Foundation. Kura offre un ambiente di sviluppo per promediatamente installati sul PC (come ad esempio Open Office) il
grammatori Java che semplifica notevolmente la creazione di aprisparmio sicuramente del 100% in termini di licenze. In tanti altri
plicazioni embedded, mettendo a disposizione un
casi (come ad esempio per le applicazioni lato serset di servizi comuni per gli sviluppatori Java che
ver) sono richiesti interventi di configurazione e di
realizzano applicazioni m2m, con accesso I/O, serpersonalizzazione.
vizi dati, configurazione di rete e gestione remota.
Questo tanto pi vero quanto pi un programma
Kura funge da piattaforma per collegare una rete di
verticale, cio specifico di un certo settore o filiera
dispositivi privata con la rete locale, la rete Internet
produttiva. Anche in questo caso si possono constapubblica o la rete di telefonia cellulare, attraverso
tare risparmi che variano dal 30 al 50% rispetto a un
un meccanismo sicuro, affidabile e ottimizzato per
software soggetto a licenza. Ma anche nei casi in cui
la trasmissione di dati fra i dispositivi di campo (senil lavoro di personalizzazione di un software open
sori, attuatori e interfacce uomo-macchina), cos
source particolarmente significativo, bisogna sotcome fra i dispositivi e la piattaforma cloud, tramite
tolineare che una volta personalizzato e installato il
il protocollo Mqtt.
programma rimane nel pieno possesso dellazienda.
Kura rende inoltre i vari dispositivi intelligenti graQuesto significa svincolarsi di fatto dal fornitore iniDanilo Maggi,
zie allintegrazione di tutti gli applicativi embedded
ziale.
marketing manager
necessari, laddove lunico limite rappresentato
Italo Vignoli: La riduzione del Total Cost of Ownerdi Red Hat Italy
dalle specifiche hardware. Grazie a Kura, ogni dispoship che deriva dalluso del software open source
sitivo pu essere monitorato, gestito e accessibile da amministra un dato di fatto, che nemmeno le ricerche pilotate da Microsoft
tori remoti e pannelli di controllo sysadm. Kura linfrastruttura
riescono a smentire. Esistono dati inconfutabili, come quelli della
software che collegher la prossima generazione di smart devices
Provincia di Perugia, che dimostrano come il passaggio da Microal cloud, trasformandoli nel contempo in apparecchiature intellisoft Office a LibreOffice abbia consentito una riduzione del costo
genti, multifunzione e gestibili.
di circa 200 euro a utente, nonostante un investimento nei servizi
Cristian Randieri: Essendo il cuore della nostra azienda basato
relativi alla migrazione pari a circa 50 euro a utente, per la formasullintegrazione dei sistemi, per ovvi motivi troviamo nellopen
zione e il supporto.
source un terreno molto fertile che ci permette di personalizzare le
Lo stesso vale per le migrazioni da Exchange Server a Zimbra vernostre soluzioni abbattendo i costi di sviluppo dei relativi software.
sione community, e per numerosi altri esempi. E anche le migraGrazie allopen source negli ultimi anni il nostro time to market per
zioni pi complesse da Windows a Linux che richiedono pi tempo
quanto riguarda i nostri prodotti si dimezzato. Nel caso specifico
e investimenti, come quella della citt di Monaco di Baviera, porutilizziamo il software open source per programmare e personatano a una riduzione significativa dei costi. Senza fare riferimento
lizzare i nostri sistemi embedded svincolandoci da piattaforme
allindipendenza dai vendor che tipica del software open source,
proprietarie.
che rappresenta, nel medio e lungo periodo, un risparmio ancora
Italo Vignoli: LibreOffice lespressione di una fondazione non
pi altro, anche se difficile da calcolare.
profit, che coordina le attivit di sviluppo del software e che rapDanilo Maggi: Il modello open source che non prevede il pagapresenta il progetto open source pi grande e pi dinamico degli
mento delle licenze, ma delle sottoscrizioni porta in prima battuta
ultimi cinque anni.
a un vantaggio economico rispetto alle soluzioni proprietarie.
Nel nostro caso, quindi, il software open source rappresenta una
scelta strategica, per le sue caratteristiche ampiamente superiori
A.O.: Nella vostra offerta verso i clienti finali ci sono o state prevea quelle del software proprietario, e per i vantaggi che porta agli
dendo prodotti open source? Oppure partecipate attivamente allo
utenti in termini di funzionalit, caratteristiche, e adozione dei forsviluppo di soluzioni open source per realizzare i prodotti che poi immati standard per i documenti (che non sono, contrariamente a
mettete sul mercato?
quello che crede la maggioranza degli utenti, quelli di Microsoft
Office, ma proprio quelli di LibreOffice, e di altri 140 software per
Andrea Ceiner: Implementare e configurare un dispositivo che
ogni tipo di applicazione). E gli standard sono talmente importanti
funga da nodo sulla Internet of Things (IoT) relativamente semche anche Microsoft Office 2013 ha deciso di supportarli, e quindi
plice. Risulta pi complesso farlo per centinaia o migliaia di dispodi gestire Open Document Format.
sitivi che supportano parecchie applicazioni locali. proprio in
Danilo Maggi: Per entrambe le domande la risposta s. Red Hat
questo contesto che si inserisce il nuovo progetto Kura di Eclipse,
partecipa attivamente allo sviluppo delle principali soluzioni delle
un incubatore open source che punta a realizzare un contenitore
comunit open source: Fedora, RDO, Ceph, KVM, tanto per citarne
OSGi (Open Service Gateway initiative) per applicazioni m2m su gaalcune.
teway di servizi. Eurotech un membro fondatore dellIoT Working

APRILE 2015 AUTOMAZIONE OGGI 380

99