Sei sulla pagina 1di 7

L'età Vittoriana

Con “età
vittoriana”
s'intende il
periodo in cui nel
Regno Unito
regnò la regina
Vittoria (1837-
1901).
Lo “ Splendido
Isolamento”

Con un'aggressiva politica coloniale, l'Inghilterra


estese i propri domini imperiali in Australia,
Nuova Zelanda, Africa e Asia e sottomise
definitivamente l'India. Per quanto riguarda la
politica europea, il Regno Unito cercò di
mantenere la pace con le altre potenze.
Le guerre dell'oppio
Quando l'imperatore
cinese vietò agli inglesi di
vendere l'oppio in Cina, si
scatenarono 2 guerre che
presero il nome di
“guerra dell'oppio”;
entrambe si conclusero
con la vittoria degli
inglesi, a cui fu concesso
il riconoscimento del
commercio monopolistico
e l'isola di Hong Kong
Il riformismo

In politica interna vediamo William Gladstore (a sinistra) a


capo dei liberali e Benjamin Disraeli (a destra) a capo dei
conservatori; entrambi operarono per evitare che i contrasti
politici e sociali potessero in qualche modo distogliere
l'attenzione dallo sviluppo economico. Così iniziò il periodo di
maggiore apertura alle politiche riformatrici e venne esteso il
diritto di voto.
Durante il governo di
Gladstone si realizzarono
le riforme politiche più
significative:
• Scrutinio segreto nelle
elezioni
• Scuole elementari
pubbliche
• Abolizione del divieto
all'attività sindacale
Il governo, inoltre, svolse un attività indirizzata a
facilitare lo sviluppo del commercio:
● Fu abolito il sistema doganale
● Furono agevolate le società per azioni
La “ questione
irlandese”
Lo squilibrio tra la ricca e
industriale Inghilterra e la
povera Irlanda aveva
portato a delle tensioni
sociali. Gladstone voleva
ridistribuire le proprietà
fondiarie a favore dei
contadini poveri, ma i
gruppi dominanti inglesi si
opposero e tolsero il loro
appoggio a Gladstone

Potrebbero piacerti anche