Sei sulla pagina 1di 8

Guida alla marcatura ATEX - Apparecchiature Elettriche

Guida alla marcatura ATEX


delle apparecchiature Ex

ELPROM S.R.L. VIA MANTOVA, 93 - 43122 PARMA


+39-0521-272383 +39-0521- 272686 info@elprom-gem.com - www.elprom-gem.com

1/8

Guida alla marcatura ATEX - Apparecchiature Elettriche

1 Aree con pericolo di Esplosione Classificazione ZONE


Si definisce atmosfera esplosiva una miscela di aria, in condizioni atmosferiche, con sostanze infiammabili allo stato di gas, vapori,
nebbie o polveri in cui, dopo ignizione, la combustione si propaga all'insieme della miscela incombusta.
La direttiva 1999/92/CE fornisce indicazioni sulla Ripartizione delle aree in cui possono formarsi atmosfere esplosive.

La classificazione delle aree pericolose in zone compete all'utente le cui sedi ed attivit lavorative
contengono o danno luogo a tali pericoli
Ovvero sar il cliente Elprom a dover definire la zona in cui andr a lavorare il motore, ed in base alla
classificazione gli sar fornito il motore idoneo.
Le zone in arancione saranno quelle coperte dai motori Ex che Elprom andr a produrre. I tipi di protezione utilizzati sono specificati
nelle pagine seguenti.
Zona 0
Luogo in cui un'atmosfera esplosiva costituita da una miscela di aria e sostanze infiammabili sotto forma di gas, vapore o nebbia
presente continuamente, o per lunghi periodi, o frequentemente.
Nota : In generale, dette condizioni, quando si presentano, interessano l'interno di serbatoi, tubi e recipienti, ecc.

Zona 1
Luogo in cui probabile che un'atmosfera esplosiva, costituita da una miscela di aria e sostanze infiammabili sotto forma di gas, vapore
o nebbia, si presenti occasionalmente durante il funzionamento normale.
Nota : Detta zona pu comprendere, tra l'altro:
- luoghi nelle immediate vicinanze della zona 0;
- luoghi nelle immediate vicinanze delle aperture di alimentazione;
- luoghi nelle immediate vicinanze delle aperture di riempimento e svuotamento;
- luoghi nelle immediate vicinanze di apparecchi, sistemi di protezione e componenti fragili di vetro, ceramica e materiali analoghi;
- luoghi nelle immediate vicinanze di premistoppa non sufficientemente a tenuta, per esempio su pompe e valvole con premistoppa.

Zona 2
Luogo in cui improbabile che un'atmosfera esplosiva, costituita da una miscela di aria e sostanze infiammabili sotto forma di gas,
vapore o nebbia, si presenti durante il normale funzionamento, ma che, se si presenta, persiste solo per un breve periodo.
Nota : Detta zona pu comprendere, tra gli altri, luoghi circostanti le zone 0 o 1.

Zona 20
Luogo in cui un'atmosfera esplosiva sotto forma di una nube di polveri combustibili nell'aria presente continuamente, o per lunghi
periodi, o frequentemente.
Nota : In generale, dette condizioni, quando si presentano, interessano l'interno di serbatoi, tubi e recipienti, ecc.

Zona 21
Luogo in cui probabile che un'atmosfera esplosiva, sotto forma di una nube di polveri combustibili nell'aria, si presenti occasionalmente
durante il normale funzionamento.
Nota : Detta zona pu comprendere, per esempio, tra gli altri, luoghi nelle immediate vicinanze di punti di caricamento e svuotamento di polveri e luoghi in
cui si formano strati di polvere o che, durante il normale funzionamento, potrebbero produrre una concentrazione esplosiva di polveri combustibili in
miscela con l'aria.

Zona 22
Luogo in cui improbabile che un'atmosfera esplosiva, sotto forma di una nube di polvere combustibile nell'aria, si presenti durante il
normale funzionamento, ma che, se si presenta, persiste solo per un breve periodo.
Nota : Questa zona pu comprendere, tra gli altri, luoghi in prossimit di apparecchi, sistemi di protezione e componenti contenenti polveri, dai quali le
polveri possono fuoriuscire a causa di perdite e formare depositi di polveri (per esempio sale di macinazione, in cui la polvere fuoriesce dai mulini e si
deposita).
Note:
1. Strati, depositi o cumuli di polvere combustibile sono considerati come qualsiasi altra fonte che possa formare un'atmosfera esplosiva.
2. Per normali attivit si intende la situazione in cui gli impianti sono utilizzati entro i parametri progettuali.

ELPROM S.R.L. VIA MANTOVA, 93 - 43122 PARMA


+39-0521-272383 +39-0521- 272686 info@elprom-gem.com - www.elprom-gem.com

2/8

Guida alla marcatura ATEX - Apparecchiature Elettriche

2 Classificazione delle apparecchiature per aree con pericolo di esplosione


Esempio di marcatura di motore

GAS

Simbolo EU
Protezione
Esplosioni

POLVERI

Simbolo EU
Protezione
Esplosioni

Gruppo
dellapparecchio

Categoria

Tipo di
atmosfera
esplosiva

Prefisso
sempre
presente

Modo di
protezione

II

Ex

II

T3

Gruppo
dellapparecchio

Categoria

Tipo di
atmosfera
esplosiva

Prefisso
sempre
presente

Modo di
protezione

Grado
IP

Massima
temperatura
superficiale

II

Ex

TD A21

IP65

T125C

Classe del Classe di


GAS
temperatura

GRUPPI APPARECCHIATURE
Il gruppo I comprende gli apparecchi destinati a essere utilizzati nei lavori in sotterraneo nelle miniere e nei loro impianti di superficie,
esposti al rischio di sprigionamento di gris e/o di polveri combustibili.
Il gruppo II comprende gli apparecchi destinati a essere utilizzati in altri ambienti (diversi da miniere) in cui vi sono probabilit che si
manifestino atmosfere esplosive.
CATEGORIE
Il gruppo I suddiviso in 2 categorie che sono:
Categoria M1: Livello di protezione Molto Elevato
Categoria M2: Livello di protezione Elevato
Il gruppo II suddiviso a sua volta in tre categorie a seconda del grado di protezione che il prodotto deve garantire anche in relazione
all'ambiente d'utilizzo.
Categoria 1:
Livello di protezione Molto Elevato
Categoria 2:
Livello di protezione Elevato
Categoria 3:
Livello di protezione Normale
TIPO DI ATMOSFERA
G = GAS atmosfera esplosiva, costituita da una miscela di aria e sostanze infiammabili sotto forma di gas, vapore o nebbia
D= DUST atmosfera esplosiva sotto forma di una nube di polveri combustibili nell'aria
MODI DI PROTEZIONE
I modi di protezione possono essere diversi e utilizzabili solo per determinate zone (vedi tabella riassuntiva).
Per atmosfere esplosive aria + GAS:
Categoria

Modo di protezione

Descrizione

Normativa Europea

Ex ia

sicurezza intrinseca

EN 60079-11

Ex ma

Incapsulamento

EN 60079-18

Ex d

custodie a prova di esplosione

EN 60079-1

Ex e

sicurezza aumentata

EN 60079-7

Ex ib

Sicurezza intrinseca

EN 60079-18

Ex mb

incapsulamento

EN 60079-18

Ex o

immersione in olio

EN 60079-6

Ex p

protezione a sovrapressione

EN 60079-2

Ex q

protezione a riempimento

EN 60079-5

Ex n

Modo di protezione n

EN 60079-15

Per atmosfere esplosive aria + POLVERI:


Categoria

Modo di protezione

Descrizione

Normativa Europea

Ex iD

sicurezza intrinseca

EN 61241-11

Ex tD A21

Protezione mediante custodia tD

EN 61241-1

Ex mD

incapsulamento

EN 61241-18

Ex pD

protezione a sovrapressione

EN 61241-2

Ex tD A22

protezione mediante custodia tD

EN 61241-1

ELPROM S.R.L. VIA MANTOVA, 93 - 43122 PARMA


+39-0521-272383 +39-0521- 272686 info@elprom-gem.com - www.elprom-gem.com

3/8

Guida alla marcatura ATEX - Apparecchiature Elettriche


GAS
Gruppo

Descrizione

Apparecchiature elettriche per gas di MINIERA (Metano)

II

Apparecchiature elettriche per atmosfere potenzialmente esplosive diversi delle miniere.

Per i modi di protezione d, i , nC, nL, le costruzioni elettriche del Gruppo II sono suddivise in IIA, IIB e IIC, come
prescritto nelle Norme Europee specifiche relative a questi modi di protezione.
IIC

Idrogeno, Acetilene etc.

IIB

Etere, Etilene etc.

IIA

Propano, Butano etc.

CLASSE DI TEMPERATURA

GAS
Atmosfera esplosiva costituita da una miscela di aria e sostanze infiammabili sotto forma di gas, vapore o nebbia
(GAS)
Temperatura di accensione di unatmosfera esplosiva per la presenza di gas
La pi bassa temperatura di una superficie riscaldata alla quale, in condizioni specificate conformemente alla Pubblicazione IEC 600794, si verifica laccensione di una sostanza infiammabile sottoforma di miscela di gas o vapori con laria.
Temperatura massima superficiale
Temperatura massima raggiunta in servizio, nelle condizioni pi sfavorevoli (ma entro le tolleranze specificate), da ciascuna parte o
superficie di una costruzione elettrica, che potrebbe provocare laccensione dellatmosfera esplosiva circostante.

Le costruzioni elettriche di Gruppo II, in funzione della loro massima temperatura superficiale, vengono classificate in una delle classi
di temperatura indicate nella tabella sottostante.

Classificazione delle temperature massime superficiali


per le costruzioni elettriche di Gruppo II

Classe di temperatura

Massima Temperatura
Superficiale (C)

T1

450

T2

300

T3

200

T4

135

T5

100

T6

85

La temperatura massima superficiale non deve superare la temperatura minima di accensione delle atmosfere esplosive interessate.
Per quanto riguarda i motori elettrici la massima temperatura superficiale sar riferita alla temperatura di:
la superficie esterna della custodia per quanto riguarda le Custodie a prova di esplosione d (EN 60079-1, IEC 60079-1) ed il Modo di
protezione a sovrapressione interna p (EN 60079-2, IEC 60079-2)
tutte le superfici sia esterne che interne per quanto riguarda il Modo di protezione a sicurezza aumentata e (EN 60079-7,
IEC60079-7) e il Modo di protezione n ( EN 60079-15, IEC 60079-15).
Riportiamo di seguito una tabella riportante le principali sostanze gassose infiammabili suddivise per gruppo di gas con relative
temperature di accensione e classi di temperatura.

ELPROM S.R.L. VIA MANTOVA, 93 - 43122 PARMA


+39-0521-272383 +39-0521- 272686 info@elprom-gem.com - www.elprom-gem.com

4/8

Guida alla marcatura ATEX - Apparecchiature Elettriche

temperatura di
accensione

Classe di
Temperatura (C)

Sostanza infiammabile

Gruppo
GAS

temperatura di
accensione

Classe di
Temperatura (C)

Principali sostanze infiammabili suddivise per gruppo di gas (IIA, IIB, IIC) e temperatura di accensione.

300
360
425

T2
T2
T2

Formiato di etile
Formiato di metile
Gas Naturale

IIA
IIA
IIA

440
450
482

T2
T1
T1

426
420

T2
T2

Isobutano
Isoeptano

IIA
IIA

460
220

T1
T3

IIA
IIA

502
430

T1
T2

Isoesano
Isoottano

IIA
IIA

264
410

T3
T2

Acetato di vinile
Acetone

IIA
IIA

425
465

T2
T1

Isoprene
Metano

IIA
IIA

220
537

T3
T1

Alcool metilico (metanolo)


Bromuro di etile

IIA
IIA

464
511

T1
T1

Metil ciclopentano
Metilammina

IIA
IIA

258
430

T3
T2

Butano
Butene - 1

IIA
IIA

287
384

T3
T2

Metilmetacrilato
Paraldeide

IIA
IIA

430
239

T2
T3

Butene - 2
Cicloesano

IIA
IIA

325
259

T2
T3

Pentano
Piridina

IIA
IIA

258
483

T3
T1

Cicloesanolo
Cicloesanone

IIA
IIA

300
419

T2
T2

Propano
Propilammina

IIA
IIA

470
318

T1
T2

Cicloesene
Ciclopropano

IIA
IIA

244
498

T3
T1

Propilbenzene
Propilene

IIA
IIA

450
455

T1
T1

Cimene (p)
Cloro-benzene

IIA
IIA

436
637

T2
T1

Stirolo (Stirene)
Toluolo (Toluene)

IIA
IIA

490
480

T1
T1

Cloruro di acetile
Cloruro di allile

IIA
IIA

390
390

T2
T2

Xilolo m (m-Xilene)
Xilolo - o (o-Xilene)

IIA
IIA

522
464

T1
T1

Cloruro di butile

IIA

240

T3

Xilolo - p (p-Xilene)

IIA

528

T1

Cloruro di etile
Cloruro di vinile

IIA
IIA

495
472

T1
T1

Butadiene 1,2
Butadiene 1,3

IIB
IIB

430
430

T2
T2

Diclorobenzene
Dicloroetilene 1,1

IIA
IIA

648
570

T1
T1

Diossano
Etere etilico

IIB
IIB

245
160

T3
T4

Dicloroetilene 1,2
Dietilammina

IIA
IIA

441
312

T2
T2

Etere etilvinilico
Etere metilico

IIB
IIB

200
350

T3
T2

Dimetilammina
Dimetilanilina

IIA
IIA

400
371

T2
T2

Etilacrilato
Etilene

IIB
IIB

350
425

T2
T2

Dimetilbutano 2,3
Dimetilpentano 2,3

IIA
IIA

405
330

T2
T2

GPL
Idrogeno solforato

IIB
IIB

365
260

T2
T3

Eptano
Esano

IIA
IIA

215
233

T3
T3

Metilacrilato
Ossido di carbonio

IIB
IIB

415
605

T2
T1

Etano
Etilacetoacetato

IIA
IIA

515
350

T1
T2

Ossido di etilene
ossido di propilene

IIB
IIB

435
430

T2
T2

Etilammina
Etilmercaptano
Formiato di butile

IIA
IIA
IIA

385
295
320

T2
T3
T2

Acetilene
Idrogeno
Solfuro di carbonio

IIC
IIC
IIC

305
500
95

T2
T1
T6

Sostanza infiammabile

Gruppo
GAS

2-Metilpentano
Acetato di amile
Acetato di butile-n

IIA
IIA
IIA

Acetato di etile
Acetato di isobutile

IIA
IIA

Acetato di metile
acetato di propile

N.B.

I gas scritti in rosso sono gli unici non coperti dai motori Elprom.

ELPROM S.R.L. VIA MANTOVA, 93 - 43122 PARMA


+39-0521-272383 +39-0521- 272686 info@elprom-gem.com - www.elprom-gem.com

5/8

Guida alla marcatura ATEX - Apparecchiature Elettriche


POLVERI
Atmosfera esplosiva costituita da una miscela di aria e polveri combustibili o esplodenti (DUST)
Prendiamo in considerazione custodie antipolvere a prova di esplosione (Ex tD A) in grado di impedire la penetrazione di
tutte le particelle di polvere visibili o di consentire la penetrazione di particelle di polvere in quantit non sufficiente da
interferire con il funzionamento sicuro dellapparecchiatura evitandone il deposito allinterno di quantit tali da provocare il
rischio di innesco.
La scelta di queste costruzioni ai fini di evitare inneschi dovuti ad eccessive temperature superficiali deve essere
effettuata in funzione dei limiti di temperatura di accensione per la presenza di nubi e di strati di polvere.
In relazione alla presenza di nubi di polvere, la temperatura massima superficiale sar:
Tmax(1) = 2/3Tcl

dove Tcl la temperatura di innesco in C della nube di po lvere.

Mentre, in relazione alla presenza di strati:


Tmax(2) = Tl 75 C

dove Tl la temperatura minima di accensione in C di uno strato di polvere di 5 mm.

La temperatura superficiale dovr essere minore od uguale al valore pi basso tra Tmax(1) e Tmax(2) e viene
indicata in targa con il valote effettivo (ovvero 125C sar riportato come T125C).
Principali sostanze infiammabili (POLVERI) con relativa temperatura massima superficiale

Sostanza

Metalli, leghe
Alluminio
Bronzo
Ferro
Grafite
Nerofumo
Zolfo
Legno, prodotti di legno, fibre
Carta
Cellulosa (93% legno dolce, 6% legno duro)
Farina di legno
Legno (50% pero e 50% nocciolo)
Legno (faggio)
Legno (pero)
Segatura di legno
Sughero
Prodotti agricoli
Cacao
Caff
Cereali (polveri miste)
Farina di frumento
Farina di soia
Gelatina
Grano
Latte in polvere
Lattosio
Segale
Siero di latte
Tabacco
The nero
Zucchero
Zucchero semolato

Grandezza
media particelle
(
m)

10
18
12
7
13
20

14
60
35
61
27
65
42
3
10
37
56-125
20
65
165
22

LEL
(g/m3)

Temperatura
Innesco
della nube
Tcl (C)

Temperatura
Innesco
dello strato
5mm
Tl (C)

60
750
500
30
15
30

560
390
580
600
620
280

430
260
>450
680
435
260

100
15

620
420
470
500
490
500
470
470

370
335
305
340
310
320
290
300

460-540
360
510
480
620
560
470
460
450
415-470
450
485
510
360
350

245
450
300
>450
280
>450
220
330
>450
325
420
290
300
>450
>450

100
100
30
125
25
125
60
200
60
100
60
60-125

400
76
32
17

60
125
30
60

I motori Elprom avranno una temperatura superficiale di 125C.

ELPROM S.R.L. VIA MANTOVA, 93 - 43122 PARMA


+39-0521-272383 +39-0521- 272686 info@elprom-gem.com - www.elprom-gem.com

6/8

Guida alla marcatura ATEX - Apparecchiature Elettriche

Zona
GAS

DUST

Categoria
(ATEX)

3 TABELLA RIASSUNTIVA
Modo di
protezione
Sigla (Ex)
Descrizione

1G

ia

Sicurezza intrinseca

1G

ma

Incapsulamento

20

1D

iaD

Sicurezza intrinseca

20

1D

mD

Incapsulamento

2G

Custodie a prova di
esplosione

2G

Sicurezza aumentata

2G

ib

Sicurezza intrinseca

2G

mb

Incapsulamento

2G

immersione in olio

2G

px (py)

Custodie a sovrapressione

2G

protezione a riempimento

21

2D

ibD

Sicurezza intrinseca

21

2D

tD (A21)

Custodie tD

21

2D

pD

Custodie a sovrapressione

3G

2
22
Miniere

Non scintillanti

Energia Limitata

Contenimento

Respirazione Limitata

3G

pz

Custodie a sovrapressione

3D

tD (A22)

Custodie tD

Normative di riferimento
Europa (ATEX)

IECEx

EN 60079-26
EN 60079-11
EN 60079-26
EN 60079-18
EN 61241-0
EN 61241-11
EN 61241-0
EN 61241-18

IEC 60079-26
IEC 60079-11
IEC 60079-26
IEC 60079-18
IEC 61241-0
IEC 61241-11
IEC 61241-0
IEC 61241-18

EN 60079-0
EN60079-1
EN 60079-0
EN 60079-7
EN 60079-0
EN 60079-11
EN 60079-0
EN 60079-18
EN 60079-0
EN 60079-6
EN 60079-0
EN 60079-2
EN 60079-0
EN 60079-5
EN 61241-0
EN 61241-11
EN 61241-0
EN 61241-1
EN 61241-0
EN 61241-4

IEC 60079-0
IEC 60079-1
IEC 60079-0
IEC 60079-7
IEC 60079-0
IEC 60079-11
IEC 60079-0
IEC 60079-18
IEC 60079-0
IEC 60079-6
IEC 60079-0
IEC 60079-2
IEC 60079-0
IEC 60079-5
IEC 61241-0
IEC 61241-11
IEC 61241-0
IEC 60079-31
IEC 61241-0
IEC 61241-4

EN 60079-0
EN 60079-15

IEC 60079-0
IEC 60079-15

EN 60079-0
EN60079-2
EN 61241-0
EN 61241-1

IEC 60079-0
IEC 60079-2
IEC 61241-0
IEC 60079-31

M1

Presenza di atmosfera esplosiva

EN 60079-0

IEC 60079-0

M2

Rischio di presenza di atmosfera esplosiva

EN 60079-0

IEC 60079-0

Elprom Motoren

ELPROM S.R.L. VIA MANTOVA, 93 - 43122 PARMA


+39-0521-272383 +39-0521- 272686 info@elprom-gem.com - www.elprom-gem.com

7/8

Guida alla marcatura ATEX - Apparecchiature Elettriche

ELPROM S.r.l.
Via Mantova, 93
43122 Parma-Italy
 +39-0521-272383
 +39-0521- 272686
info@elprom-gem.com
www.elprom-gem.com

ATEX

ELPROM S.R.L. VIA MANTOVA, 93 - 43122 PARMA


+39-0521-272383 +39-0521- 272686 info@elprom-gem.com - www.elprom-gem.com

8/8