Sei sulla pagina 1di 4

La pecorina smarrita di Marco Travaglio

Oltre alle numerose controindicazioni, il terrorismo


islamico ha questo di bello e di comico: trasforma plotoni di
italici miscredenti, bestemmiatori, libertini, ladri, bigami,
puttanieri e puttanoni in altrettante pie monache devote a
Santa Romana Chiesa, alle madonne, ai beati, ai santi, al
crocifisso e naturalmente al presepe. Laltro giorno il
comune di Rozzano (Milano), dove un preside ha sostituito il
Natale con una strana festa dellinverno per non offendere i
non cattolici, divenuto meta di un pellegrinaggio di
politici di centrodestra. Mariastella Gelmini, che sta alla
scuola come Attila sta allerba, presidiava quella rozzanese
intonando Tu scendi dalle stelle. Ignazio La Russa
sventolava una bandiera di Fratelli dItalia, noto simbolo
della Cristianit fin dal 33 d. C. Matteo Salvini, agghindato
con paramenti verdi catarifrangenti tipo cantoniere
notturno, recava un presepe in miniatura e volantinava cd
del Bianco Natal. Lega e Forzitalia preannunciano forniture
intensive e obbligatorie di pastori, pecorelle, remagi,
bambinelli, marie, giuseppi, buoi, asini e stelle comete a
tutte le scuole della Padania. Il Tg4 anticipa dun mese il
Natale esibendo un presepione grandezza naturale da far
precedere alle commediole sexy di mezza sera. E gli house
organ di B., dal Giornale al Foglio a Libero, fanno a gara a
chi dedica pi colonne di piombo alla Nativit, orgoglio e
vanto della Tradizione, con editoriali appassionati di padre
Sallusti con cardinalessa Santanch incorporata, di
monsignor Belpietro e della papessa Ferrara, tutti bardati
con tonache, sottane, rocchetti, mitre e bastoni pastorali
per fare scudo col proprio corpo alla civilt cristiana
minacciata dal feroce Saladino. Anche Feltri, pur
dichiarandosi ateo, fa sapere: Guai a chi mi tocca il
presepe.
Nessuno, nemmeno gli interessati, li avrebbe mai sospettati
di tanta devozione senza lIsis e al Qaeda. Purtroppo tanto
zelo, tipico dei neofiti, piuttosto mal riposto perch il
Natale, per i cristiani, una festivit secondaria rispetto

alla Resurrezione, alla Pentecoste e allEpifania. E


simboleggia valori come leguaglianza, la povert, la pace e
la tolleranza, lievemente diversi da quelli dei nostri
convertiti last minute, predicatori di guerra, intolleranza,
profitto, privilegio, legge del pi forte e del pi ricco.
Almeno B., che Dio labbia in gloria, si astiene dalla
carnevalata natalizia. A differenza dei suoi, passati
agilmente dalla difesa del bungabunga a quella del presepe.
Dalle pecorine alle pecorelle.
La Gelmini che canta Tu scendi dalle stelle la stessa che
nel 2011, a Porta a Porta, giur che alle famose cene
eleganti di Arcore si discettava della salvezza
dellAlitalia (con le hostess sotto coperta), imbarazzando
persino Vespa. Sallusti paragon il Cav di Hardcore a
Kennedy (dunque Marilyn Monroe a Ruby) e, gi che cera,
pure a Clinton per via della Lewinsky (che per, piccoli
dettagli, non era minorenne e non veniva pagata). Poi
filosofeggi: Ma le escort ci sono dallantica Roma! Le pi
fortunate e depravate riescono ad arrivare ad Arcore. Ma
quella porta la varcano anche altre persone: B. ogni anno
paga 30 milioni a tante persone, anche missionari. La
famosa posizione del missionario, in omaggio alla Santa
Sede. Del resto cera un che di religioso, nelle cene
eleganti. La Minetti si vestiva da suora e stringeva il
crocifisso in mezzo alle tette. E poi Silvio dixit
Carlo Rossella ha una ragazza che canta in Vaticano, molto
brava. Pare addirittura che le olgettine ballassero una
speciale lap-dance in gregoriano.
Rossella, direttore di Panorama, strapp una visita pasquale
del cardinal Ruini per far benedire se stesso e la redazione.
Concelebranti Gianni Letta e Barbara Palombelli,
chierichetto Piero Vigorelli (da bambino servivo messa al
cardinal Tisserant), gli uffici addobbati con crocifissi, foto
di papi (minuscolo), busti di San Gennaro, quadretti di
angeli custodi e lOsservatore romano in cima alla mazzetta
dei giornali. Il pio Rossella precis che, s, in redazione ci

sono molte donne, ma io le vedo come suore:


latteggiamento qui un po conventuale. Lo stesso stridio
di unghie sugli specchi si era gi avvertito al Family Day,
patrocinato da Ruini per negare i diritti alle coppie di fatto:
una processione di defensores Fidei cos affezionati alla
famiglia da averne due o tre a testa. Dai forzisti ai leghisti
agli Udc (Unione divorziati cristiani): un Multifamily Day.
Ora che nasce Presepe Nord, forse il caso di ricordare con
la dovuta invidia che Bossi ha avuto due mogli; Castelli una
moglie in chiesa e laltra davanti al druido; Maroni ha una
moglie, ma pure un processo per aver sistemato in enti
regionali un paio di amiche, con gran disdoro della storica
portavoce gelosa; Salvini, al momento, a una moglie e due
fidanzate ufficiali; Calderoli, quello che dava lezioni di
pastorale cristiana al cardinal Tettamanzi, batte tutti con
tre mogli, la seconda Sabina Negri sposata con rito
celtico dal druido Formentini: I Celti non hanno lasciato
nulla di scritto, raccont la Negri, sapevamo solo che
dovevamo scambiarci i bracciali al posto degli anelli.
Formentini si arrampic sullalbero per raccogliere il sacro
vischio e ci fece bere il sidro, che aveva un saporaccio. Io
pensai non avessero lucidato bene il calice, Roberto
credeva ci fosse rimasto dentro il disinfettante Noi in
chiesa non ci eravamo mai andati, poi di colpo questi della
Lega sono diventati cattolici osservanti e mi facevano le
prediche su casa e famiglia, anche se molti erano
divorziati!. Non toccategli la Sacra Famiglia, se no
sincazzano e tirano gi qualche moccolo.

Potrebbero piacerti anche