Sei sulla pagina 1di 2

Il fenomeno dei Neomelodici si situa nella tradizione napoletana o pu dirsi recente?

In che modo
differisce dalla tradizione? Rispetto a un Gigi D'Alessio, i neomelodici differiscono per la caratura o
anche per altro?
Il fenomeno relativamente recente (si diffuso a partire dagli anni 90 con qualche precedente negli anni
80) ed il prodotto, da un lato, dellabbassamento dei costi della tecnologia utilizzata per la produzione della
musica e, dallaltro, dellassorbimento, da parte di ceti marginali della popolazione, dei meccanismi simbolici
ed autorappresentativi della societ dello spettacolo, particolarmente in riferimento al mezzo televisivo. La
tradizione, se per tradizione intendiamo quella della canzone napoletana, fornisce ai Neomelodici proprio
una tradizione: un storia, cio, nella quale collocarsi e della quale sentirsi parte. In realt, le differenze tra la
canzone classica e quella neomelodica sono moltissime. DAlessio rappresenta il caso di un personaggio al
quale, ad un certo momento, si aperta la possibilit di comunicare con un pubblico molto ampio e questo
gli ha imposto unevoluzione che lo ha allontanato in parte dai modi espressivi pi caratteristici della canzone
neomelodica.
Quali sono le differenze dalla reale tradizione? e quali le influenze pop/latinoamericane?
La canzone classica era una canzone di origine borghese ed estremamente raffinata, nata con lintento di
elevare una forma darte popolare alle altezze della poesia con lapporto, quasi sempre, di musicisti colti.
Quella neomelodica una canzone proletaria ed usa un linguaggio quotidiano. Il legame con la canzone
classica soprattutto in certi tratti stilistici della vocalit, che richiamano alcuni popolari interpreti della canzone napoletana, e nellenfasi posta sulla melodia assunta come marcatore identitario della canzone classica. Le influenze pop sono da rintracciare soprattutto in certe forme di arrangiamento e nelluso della strumentazione elettronica, per quanto questultima sia usata quasi sempre in maniera piuttosto rudimentale e
ricordi spesso le sonorit degli anni 80 che caratterizzarono la prima ondata di quello che allepoca si chiamava techno-pop. Sotto il profilo strettamente musicale, tuttavia, la canzone neomelodica non presenta motivi di grande interesse.
Quanto sono definibili un fenomeno locale? Mi stato detto che hanno successo solo a Napoli o tra
coloro che parlano solo in dialetto, ma so che sono ascoltati anche in Sicilia e a Milano alcuni amici
dicono di conoscerli e apprezzarli. Sono un fenomeno che si sta espandendo in Italia?
La canzone neomelodica un fenomeno prettamente napoletano, proprio di una certa autoreferenzialit
comunitaria tipica della citt e soprattutto dei suoi ceti popolari. Il fatto c he il genere venga apprezzato anche fuori di Napoli non deve sorprendere: tutto ci che Napoli ha prodotto, anche in dialetto stretto, ha sempre trovato la sua strada sul territorio nazionale e allestero grazie alla posizione che la citt occupa
nellimmaginario collettivo. Questo tipo di prodotti fungono spesso da richiami identitari per persone provenienti dalla Campania o attecchiscono dove ci sono condizioni sociali simili, il caso di alcuni quartieri di Palermo, che ne sollecitano la fruizione. Non da dimenticare, per, che spesso la canzone neomelodica
ascoltata anche con curiosit e divertimento pi che con reale godimento estetico, come una sorta di folklore tecnologico.
Che tipo di mondo descrivono le canzoni dei neomelodici?
Queste canzoni descrivono prevalentemente gli ambienti adolescenziali delle periferie e il modo in cui questi
ambienti hanno mediato la cultura tradizionale dei ceti popolari di provenienza (amore, onore, famiglia) con
gli stimoli della modernit avanzata della societ urbana.
Ho letto che per che i neomelodici del Sud, per affermarsi, devono cantare in napoletano, come Natale Galletta o Gianni Celeste http://www.youtube.com/watch?v=WgVOPFpeCxw. Se vero, perch?
Perch il napoletano una lingua che ha, appunto, una tradizione riconosciuta ed autorevole e perch quel
tipo di canzone connotata in quel modo ed in quel modo immediatamente riconoscibile come tale e la riconoscibilit fondamentale nei prodotti della cultura di massa.
In Sicilia dicono che la moda del neomelodico sia scoppiata a Palermo e Messina, e non altrove. Si
dice che allo stesso modo il gusto per le canzoni neomelodiche sia diffuso in Ciociaria ma non in Calabria e Puglia, conferma? Ne sa dare una spiegazione?
I modi in cui il materiale musicale circola sono infiniti: possono intervenire particolari strategie dellindustria
dellintrattenimento, processi di identificazione, a volte anche il semplice passa parola, specialmente quando
si tratta di prodotti non accompagnati dalla grancassa pubblicitaria dei mass media. Anche a Roma, nella
zona sud, si ascolta questa musica negli ambienti pi popolari.
Mi sono chiesta perch al Centro e al Nord un fenomeno analogo non esista. Mi stato detto che i
cantanti neomelodici sono cos seguiti perch cantano popolare in dialetto per persone che parlano
principalmente dialetto. Per mi sembra che ci sia anche una organizzazione diversa, ad esempio
che i cantanti si cerchino subito un produttore e che si stampino cd facilmente, e che si abbia subito

pi fama nella realt locale. Una cosa che miei amici milanesi che fanno musica stentano ad avere,
ad esempio. Che ne pensa? Dipende anche un modo diverso di vivere la musica a Napoli? Che tipo
di persone interessato al genere neomelodico?
La diversit del genere neomelodico e lirreperibilit in altri contesti di fenomeni simili dipendono dal carattere particolarmente viscoso che hanno i rapporti comunitari nel napoletano. Pi sono estesi, differenziati,
aperti e produttivi i rapporti sociali di una comunit con il mondo che fuori di essa, pi questa comunit si
espande e investe allesterno; meno questi rapporti sono estesi, differenziati, aperti e produttivi, minore sar
lintegrazione di quella comunit con le realt esterne. La fama di un cantante milanese allinterno della propria realt locale pi difficile da ottenere perch quella realt ha un orizzonte ampio e cerca i propri prodotti
culturali in quellorizzonte ampio. La realt locale dei quartieri popolari napoletani ha un orizzonte ristretto e
circoscrive la ricerca al suo interno per cui ovvio che un cantante locale possa godere di maggiore attenzione: anche alcuni stili della musica afroamericana che poi hanno avuto successo internazionale perch su
di essi ha puntato lindustria della musica (rap, ragamuffin) sono nati allinterno dei ghetti ed hanno avuto in
origine caratteristiche ed istanze di tipo comunitario con modalit produttive simili a quelle della canzone
neomelodica. Un aspetto molto particolare da considerare, poi, che il mondo popolare napoletano storicamente caratterizzato da una straordinaria e rapida capacit di assimilazione e di immediata riplasmazione
nel proprio tessuto culturale di fenomeni provenienti dallesterno, in equilibri talvolta delicati ma spesso incredibilmente durevoli.
La hit del Piccolo Lucio, http://www.youtube.com/watch?v=7WMaDyA8F0A, mi pare in qualche modo in
linea con quanto detto sopra. I genitori del ragazzino hanno subito pensato in grande, non hanno solo fatto il filmato al loro bambino ma l'hanno diffuso, hanno allegato il numero di telefono per renderlo contattabile e hanno inserito la pubblicit di chi li ha aiutati alla fine. Inoltre, essendo in questo caso il cantante un minore, mi chiedo se sia un fenomeno anche questo. Che ne pensate?
Gli operatori del settore della canzone neomelodica (che siano impresari, cantanti o anche genitori dei cantanti) sono spesso caratterizzati da grande dinamismo e senso imprenditoriale ma lambito in cui si muovono
, e resta, quasi sempre quello locale. Solo in rari casi si ha un riscontro effettivo fuori degli ambienti di pr ovenienza e, spesso, purtroppo un riscontro accompagnato da una percezione di tipo folkloristico e deteriore.