Sei sulla pagina 1di 8

Comunit Pastorale di Uggiate e Ronago

6 dicembre 2015

II domenica di Avvento

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA


Una terra benedetta, la nostra: nella chiesa di Maccio
di Villa Guardia, il Signore ha compiuto meraviglie e
sotto i nostri occhi si dischiude quel singolare disegno
che la Provvidenza divina aveva da tempo preparato
per questo luogo.
Sono parole di don Ivan Salvadori, teologo e rettore
del Seminario, pronunciate durante l'Omelia della
Messa celebrata domenica scorsa, a cinque anni dal
riconoscimento del titolo di santuario alla Parrocchiale di Maccio, dedicato
alla Santissima Trinit Misericordia.
Era il 27 novembre 2010, prima domenica d'Avvento, quando il Vescovo
Diego Coletti apriva le porte del Santuario perch tutti sperimentassero che
Dio misericordia: un atto che ha precorso i tempi, quasi una profezia.
Nessuno, allora, - ha osservato Don Ivan - avrebbe potuto sospettare che
da l a poco tempo la misericordia sarebbe stata sulla bocca di tutti e che la
Chiesa stessa avrebbe indicato nella misericordia il contenuto del Giubileo
straordinario.
Tra poche ore inizier l' Anno di Grazia e a pochi chilometri dalla nostra
Comunit, sar luogo giubilare il Santuario di Maccio che testimonia una
particolare esperienza spirituale in corso da quindici anni. Ma la
misericordia qui ha dato molti segni e li ha dati per tutti: Quante persone, ai
piedi di questo altare, hanno riacquistato la certezza che Dio ci conosce
personalmente, si prende cura di noi e cammina con noi, al punto che anche
il cuore pi ostinato al contatto con la misericordia pu guarire e tornare a
pulsare. uno dei passi dell'Omelia di don Ivan che ha accennato anche al
segno pi visibile impresso nell'altare. Dalla roccia sgorgata acqua, segno
che la misericordia si offre a tutti per dissetare coloro che l'accolgono.
L'acqua della misericordia, che purifica e d vita, ha spiegato.
Il Signore ci ha presi per mano e ci ha condotti a leggere i segni che
scriveva in questo luogo. Ci che abbiamo imparato, che abbiamo toccato

con mano che la misericordia il nome proprio di Dio, l'essenza della


Trinit, condizione per la nostra salvezza, motore di tutta l'opera della
redenzione alla quale l'uomo risponde con abbandono e fiducia, ha
sottolineato don Ivan. In questi anni, molti hanno varcato le porte del
Santuario di Maccio e si sono lasciati inondare dalla misericordia divina,
ha proseguito Don Ivan, hanno recitato la supplica alla Santissima Trinit
Misericordia e in questo luogo diventato evidente che Dio pi incline
alla misericordia che a punire e si piega con tanto maggior amore verso di
noi quanto pi riconosciamo la nostra miseria ha scandito perch la
miseria chiama la misericordia.
Il Signore ci incoraggia a decifrare quei numerosi segni che Egli pone con
amorevole cura nei nostri tempi e il segno pi grande che Dio ha dato agli
uomini il Volto della misericordia, Ges. Dio non prende le distanze da
noi ha riflettuto don Ivan non lontano, sempre pronto ad accoglierci,
entra nel nostro tempo e parla a noi che viviamo nel tempo: entra nella
storia, come qui abbiamo sperimentato. Dio non nell'Aldil e noi siamo
nell'aldiqua: non esiste un fossato invalicabile fra il tempo e l'eternit. Dio
entra ed agisce nel tempo, perch il tempo, con quanto contiene, gli
appartiene. In Ges, Dio e il mondo, Dio e l'uomo, cielo e terra sono di
nuovo in contatto: il senso della storia, il senso del tempo, non si trovano nel
cosmo e nel disporre umano, ma in una persona, nel Verbo fatto carne, Ges
Cristo.
La chiesa di Maccio era dedicata alla Madonna Assunta: Lei che attraverso
il Figlio porta al mistero stesso di Dio che Trinit Misericordia. Un
disegno da sempre iscritto nella storia di questo luogo, ha premesso don
Ivan.
Da sempre e per sempre, la Vergine Immacolata intercede per noi.

NELLA LUCE DEL PARADISO


venerd 27 novembre 2015
Francesco Fogliaro coniugato con Giuseppa Cammarata
di anni 58
via Carducci, 26 Uggiate Trevano
mercoled 2 dicembre 2015
Alma Fomasi coniugata con Palmerino Maffia
di anni 89
via Volta, 17 Uggiate Trevano
La Comunit in preghiera
esprime la propria vicinanza a familiari, parenti e amici.

AVVISI
DOMENICA 6 dicembre

II Domenica di AVVENTO

GIORNATA DEL SEMINARIO


ore 10.00 SANTA MESSA a Ronago
ore 10.30 SANTA MESSA a Uggiate T.
Uggiate T. - Chiesa Parrocchiale
ore 18.00 SANTA MESSA

animate dai BAMBINI/E


di TERZA ELEMENTARE
animata dai BAMBINI/E
di QUARTA ELEMENTARE e
dai RAGAZZI/E TERZA MEDIA
(i ragazzi/e di III Media si troveranno alle 16.45
in Oratorio per una merenda insieme)

LUNED 7 dicembre

Uggiate T. - Chiesa

ore 15.00 17.30 CONFESSIONI


Uggiate T. - Chiesa
ore 20.45 PREGHIERA PER LAPERTURA DELLANNO SANTO
DELLA MISERICORICORDIA guidata dalla nostra Corale

MARTED 8 dicembre

Solennit dellImmacolata Concezione di Maria


ore 10.00 SANTA MESSA a Ronago
ore 10.30 SANTA MESSA a Uggiate T.

animate dai BAMBINI/E


di QUARTA ELEMENTARE

CELEBRAZIONE dei BATTESIMI


Uggiate T. - Chiesa Parrocchiale
marted 8 dicembre - ore 11.30

Andrea Morgillo -

Sebastian Lo Monaco

Auguri per una vita bella, gioiosa e serena


nella Grazia del Signore!

Uggiate T. - Chiesa
ore 15.00 PREGHIERA MARIANA

MARTED 8 dicembre

Seminario Como

ore 21.00 ADORAZIONE EUCARISTICA


(partenza da Uggiate T. ore 20.15)

MERCOLED 9 dicembre

Uggiate T. - Chiesa

ore 20.45 Per accompagnare al Battesimo,


ripartire dal nostro
INCONTRO con don Valpolini

GIOVED 10 dicembre

Ronago - Chiesa

ore 14.30 CONFESSIONI RAGAZZI/E I e III MEDIA


Uggiate T. - Oratorio
ore 20.45 INCONTRO GENITORI BAMBINI/E II ELEMENTARE
di Uggiate T. e Ronago

VENERD 11 dicembre

Ronago - Chiesa

ore 14.30 CONFESSIONI RAGAZZI/E IV e V ELEMENTARE

SABATO 12 dicembre

Ronago e Uggiate T. - Oratorio

ore 10.00 CATECHISMO BAMBINI DI I ELEMENTARE


Uggiate T. - Chiesa
ore 10.00 CONFESSIONI RAGAZZI/E V ELEMENTARE
animata dai RAGAZZI/E
Uggiate T. - Chiesa
di SECONDA MEDIA
ore 18.00 ore 18.00 SANTA MESSA
segue per i ragazzi/e di II Media PIZZATA e SERATA INSIEME
Trevano Sup. - Chiesa di San Michele
ore 20.45 UFFICIO delle LETTURE e ADORAZIONE EUCARISTICA

DOMENICA 13 dicembre

III Domenica di AVVENTO

ore 10.00 SANTA MESSA a Ronago


ore 10.30 SANTA MESSA a Uggiate T.
Uggiate T. - Chiesa Parrocchiale
ore 18.00 SANTA MESSA

animate dai BAMBINI/E


di I e II ELEMENTARE
animata dai RAGAZZI/E
di I MEDIA

CALENDARIO LITURGICO - Comunit Pastorale di Uggiate T. e Ronago


DOMENICA
6 DICEMBRE
II DOMENICA DI
AVVENTO
ANNO C
Liturgia delle ore II sett

LUNEDI
7 DICEMBRE
Liturgia delle ore II sett

S. Ambrogio - memoria

MARTEDI
8 DICEMBRE
IMMACOLATA
CONCEZIONE
B.V. MARIA
Solennit - Liturgia delle
ore propria

Ore 7.30 Uggiate def. ANTONIO, ANGELA E PINA


def. GIUSEPPE E DOMENICA
Ore 9.00 Mulini

def. GUIDO E GIANCARLO

Ore 10.00 Ronago

PRO POPULO

Ore 10.30 Uggiate PRO POPULO


Ore 18.00 Uggiate def. ANTONIO FRANZINI
def. BRUNO VELLA
Ore 9.00 Uggiate

def. FAM. INDUNI

Ore 17.00 Ronago

def. MARIO FASOLA

Ore 18.00 Uggiate

def. RENATO MERLO

Ore 20.45 Uggiate

PREGHIERA PER LAPERTURA


DELLANNO SANTO

Ore 7.30 Uggiate def. ANTONIETTA E GIOVANNI


Ore 8.30 Trevano def. PIO REZZONICO, LUIGI
FONTANA, ENRICA MARTINELLI
def. FRANCO BOATTO
Ore 9.00 Mulini

S. Messa Intenzione libera

Ore 10.00 Ronago

PRO POPULO

Ore 10.30 Uggiate PRO POPULO


Ore 11.30 Uggiate

CELEBRAZIONE BATTESIMI

Ore 15.00 Uggiate

PREGHIERA MARIANA

Ore 18.00 Uggiate def. FRANCESCA FOSSATI,


RENATA E GIUSEPPE ARAGNO

Ore 9.00 Uggiate

def. ACHILLE CATELLI


E ERMINIA BOTTA (legato)
def. VINCENZO VASILE

Ore 18.00 Ronago

def. PEPPINO E AURORA

Ore 8.00 Ronago

def. BRUNO MOLINARI,


GIUSEPPINA E DOMENICO

Ore 9.00 Uggiate

def. STEFANO E GIUSEPPE GAROZZO


def. LUIGI RATTI

Ore 9.00 Uggiate

def. SILVANO DONADINI


def. GIANVITTORIO E FRANCO
BERNASCONI
def. PRIMA CECCHETTO

Ore 18.00 Ronago

Intenzione fam. POZZI TAIANA

Ore 9.00 Uggiate

def. FAM. STEFANETTI, SASSI


E PIERETTI

SABATO
12 DICEMBRE

Ore 17.00 Ronago

def. SUOR LUCIA


def. EUGENIA E CARLOS VIEIRA

Liturgia delle ore II sett

Ore 18.00 Uggiate

def. FAM. GARAVAGLIA TICOZZI


def. FRANCO, FABRIZIO BIANCHI
def. PIERINA RIBERTO
def. LUIGI CATTONI, GIUSEPPE
MOLTENI E ANGELA RIBONI
def. ELSA, RITA E ANTONIO

Ore 20.45 Trevano

UFFICIO DI LETTURE
E ADORAZIONE EUCARISTICA

MERCOLEDI
9 DICEMBRE
Liturgia delle ore II sett

S. Juan Diego
Cuahtlatoatzin m.f.

GIOVEDI
10 DICEMBRE
Liturgia delle ore II sett

VENERDI
11 DICEMBRE
Liturgia delle ore II sett

S. Damaso I m.f.

B. V. Maria di Guadalupe
m.f.

DOMENICA
13 DICEMBRE
III DOMENICA DI
AVVENTO
Liturgia delle ore III sett

Ore 7.30 Uggiate def. CARLA PELLIZZONI, PALMA


E LUIGI VALLI
def. LUCIA E ERNESTO MORETTI
Ore 9.00 Mulini

def. ATTILIO STEFANETTI


def. DINO E FABIO MARCHETTO

Ore 10.00 Ronago

PRO POPULO

Ore 10.30 Uggiate PRO POPULO


Ore 18.00 Uggiate def. LUCIA VIGANO
def. MARIO QUADRANTI
def. CARLO PAPIS
def. LUCIA LURATI

AVVENTO 2015: PROPOSTA di SOLIDARIETA


Ronago - MERCATINO G.A.M.
presso lOratorio BANCO VENDITA di FIORI e DOLCI
e ALTRE SORPRESE
a favore delle MISSIONI
I dolci e le torte si possono consegnare sabato 12 dalle ore 10.00 alle ore
11.00 dalle ore 15.30 alle ore 18.30
sabato 12 e domenica 13 dicembre 2015 dopo le Sante Messe
Uggiate T. - BANCO VENDITA oggetti natalizi
a favore delle proposte a favore dei poveri e dei bisognosi
sabato 12 e domenica 13 dicembre 2015 dopo le Sante Messe
Un grazie a chi prepara a chi prepara con il cuore
e a chi acquista con amore.

Grazie dalla Caritas


La Caritas ringrazia quanti hanno accolto liniziativa della Raccolta
di Alimenti da destinare alle famiglie bisognose. Si sta provvedendo
a distribuire alcuni pacchi in occasione delle festivit natalizie. Poich
le situazioni di difficolt perdurano nellanno, continueremo a
sostenerle nei prossimi mesi, al fine di alleviare le condizioni di
bisogno e per dare un segno di vicinanza della Comunit. Si
ringraziano anche i ragazzi e le ragazze che, con i loro catechisti,
hanno collaborato attivamente al volantinaggio, alla raccolta e alla
confezione dei pacchi.
Domenica 20 dicembre 2015
PREPARIAMO IL SANTO NATALE
Vivremo in chiesa a Uggiate Trevano un momento di riflessione personale
e condivisione in preparazione al Natale
ore 15.00 Riflessione don Marco
a seguire silenzio e Adorazione Eucaristica
spazio per una merenda insieme
ore 18.00 Santa Messa e conclusione
Quante cose si possono dire con un presepe!

Dite con un presepe che fate posto a Ges nelle vostre case: una grotta, Maria,
Giuseppe, i pastori, gli angeli e il bambino Ges. Egli viene per noi. Noi lo accogliamo e
lui ci insegna ad accoglierci gli uni gli altri. Cos ci ammonisce la parola di Dio nella
lettera di san Paolo ai Romani: Accoglietevi a vicenda, come anche Cristo accolse noi a
gloria di Dio. Quando un bambino nella sua crescita impara che Natale un presepe, si
predispone a passare dalla fiaba del Natale alla storia vera del Natale, e dalla storia di ieri
alla storia di oggi. Ges viene oggi nella nostra vita. Questaccoglienza il nostro dono
pi bello!
Dite con un presepe chi Ges: il Figlio di Dio, il Verbo incarnato, il Volto della
misericordia del Padre. Parlate dellIncarnazione di Dio: Ges cambia e salva il mondo. La
festa cristiana ha qui il suo grande mistero damore: lIncarnazione rivela i desideri di Dio,
il coraggio di Dio, la vicinanza di Dio, il perdersi di Dio per trovare luomo, la passione
di Dio che nella Croce diventer passione visibile per tutti. Questa la nostra fede!
Dite con un presepe che ogni lavoro umano importante perch costruisce vita e
relazione. Sono belle le statue dei vari lavoratori e artigiani nei presepi tradizionali.
Sarebbero da aggiornare alloggi, ma il loro messaggio chiaro: Dio viene dentro il lavoro
delluomo per rivelarne il senso pi profondo, fonte di sussistenza e di realizzazione,
spazio di dignit e di sacrificio. Lavorare con buona volont e soddisfazione, avere lavoro
per tutti, con il giusto compenso. Questo il nostro impegno sociale!
Dite con un presepe che luomo non ha bisogno di luci che abbagliano, ma di una
piccola luce che illumina il cammino e rischiara la casa. Vi prego: non luci a intermittenza
ma stabili! Il bene non sopporta interruzioni del tipo: ci sono, non ci sono, ci sto, non
ci sto pi, eccomi e poi sparisco. San Giovanni nel prologo del suo Vangelo ci
ricorda: Era la luce vera, che illumina ogni uomo, quella che veniva nel mondo. luce
che non si spegne, esattamente come un desiderio di amore e di pace. Questa luce il Suo
amore per noi, fonte del nostro amore!
Dite con un presepe che abbiamo bisogno di silenzio e di contemplazione, di
fermarci per mettere in moto qualcosa di nuovo e dimportante. Abbiamo bisogno di tacere
per fare posto a parole vere, alla Parola di salvezza del Signore. Abbiamo bisogno di
silenzio per gustare la gioia della vita, per riconoscere con stupore i volti che ci
circondano, per trasformare le emozioni in virt, in scelte coerenti con un cuore che ama.
Il presepe ci richiama al silenzio. Una volta appreso, lo ritroveremo, desiderato, entrando
in chiesa, e forse impareremo a trattenere le chiacchiere inutili che rendono difficile la
preghiera. Questo il nostro stile!
Dite con un presepe che siamo Chiesa in cammino, come i pastori di Betlemme,
popolo di Dio che va nella direzione di Cristo Salvatore, uomini e donne, piccoli e grandi
insieme, Chiesa della strada e delle case, dei luoghi dove ci si incontra, dove si lotta,
Chiesa della gioia e del dolore condivisi, Chiesa che cammina nel tempo, verso leternit!
Questa la nostra speranza!
Dite con un presepe il mistero dellEmanuele, del Dio con noi, e poi vivetelo
nella Parola, nellEucaristia e nella Missione! Il Giubileo straordinario della misericordia
trovi nel presepe un segno che lo richiami, e nel vostro cuore il desiderio di viverlo. Gli
angeli cantano: Gloria a Dio nellalto dei cieli, e pace in terra agli uomini di buona
volont. Noi rispondiamo: Eterna la Sua misericordia.
Buon Avvento, che prepari un Santo Natale!

+ Diego, Vescovo