Sei sulla pagina 1di 2

L'Albana (pron.: /alba'ni?a/), ufficialmente Repubblica d'Albania (IPA [?

epublika
e ?cip?'?is?], Republika e Shqipris in albanese, detta semplicemente Shqipria, e s
toricamente Arbria o Arbnia[6]) uno Stato della Penisola balcanica situato nel sud
-est dell'Europa. Confina a nord-ovest con il Montenegro, a nord-est con il Koso
vo[7], a est con la Macedonia e a sud con la Grecia. Le sue coste si affacciano
sul Mar Adriatico (sul Canale d'Otranto) e sullo Ionio. Il paese, con i suoi con
fini, ha una superficie di 28 748 km e una popolazione di 2,8 milioni di abitanti
.
Culla della civilt Illirica, al crollo dell'Impero romano, sul finire del IV seco
lo, stata per secoli tra i principali centri culturali e religiosi dell'Impero b
izantino. Nel XV secolo il territorio del Principato d'Albania, dopo una lunga d
ifesa del popolo albanese, cadde sotto il dominio dell'Impero ottomano e fu sogg
etto all'invasione turca. L'Albania per quattro secoli divenne una provincia del
l'impero turco-ottomano (almeno trenta gran visir dell'Impero hanno avuto origin
e albanese)[senza fonte], dal quale dichiar l'indipendenza il 28 novembre 1912, p
er essere riconosciuta come stato indipendente nel 1913 (Conferenza degli Ambasc
iatori a Londra), anno in cui nacque il primo governo provvisorio , di cui fu pr
imo ministro Ismail Qemali, dopo le guerre balcaniche. Divenuto un Protettorato
italiano nel corso della Prima Guerra Mondiale e Annessa al Regno d'Italia nel 1
939, venne a ricostituirsi l'Albania etnica, comprendente i territori abitati da
etnia a maggioranza albanese lasciati fuori dallo Stato. Dal 1944 al 1990 l'Alb
ania fu uno Stato Comunista estremamente isolazionista, stalinista e anti-revisi
onista.
L'Albania membro delle Nazioni Unite, la NATO, l'Organizzazione per la Sicurezza
e la Cooperazione in Europa, il Consiglio d'Europa, l'Organizzazione della cope
razione islamica , l'Organizzazione mondiale del commercio, ed uno dei membri fo
ndatori dell'Unione per il Mediterraneo. Dal 24 giugno 2014 l'Albania ufficialme
nte candidata per l'adesione all'Unione europea[8] dopo aver richiesto formalmen
te l'adesione all'UE il 28 aprile 2009; tra i paesi emergenti d'Europa, e, grazi
e alle numerose bellezze naturali, storiche ed artistiche, tra le nuove mete tur
istiche dei Balcani.
La sua capitale Tirana, principale centro finanziario del paese. Riforme di libe
ro mercato hanno aperto il paese agli investimenti stranieri, in particolare nel
lo sviluppo di infrastrutture energetiche e di trasporto. L'albanese la lingua u
fficiale della Repubblica. Gli albanesi chiamano se stessi shqiptar.

L'Albania chiamata dai suoi abitanti Shqipri. Sami Frashri nella sua opera "Shqipri
a 'ka qn, 'sht e 'do t bhet" (Bucarest 1899), dice che gli antenati degli albanesi s
evano chiamare arbn, parola questa documentata almeno dal II secolo d.C. che per s
ubisce un cambiamento: da arbn in arbr per via dell abitudine che hanno i toschi (ab
itanti del sud dell Albania) di cambiare la lettera "n" in "r". Arbr o Arbn cio color
o che lavorano la terra, da "Ar" che vuol dire terra, campo e "br" o "bn" che si t
raduce con fare lavorare .

Sami Frashri collega la parola Shqipri al nome dell uccello benedetto , cio l aquila (shq
pe, shqiponja nella lingua albanese). Frashri considera l aquila una vera divinit e
scrive che gli antenati degli albanesi l'adoravano come se effettivamente lo fos
se e, un tempo, l animale era raffigurato anche sulla loro bandiera (all epoca della
pubblicazione del libro, l Albania era una provincia dell impero ottomano e non ave
va una bandiera propria). Tuttavia, lo studioso conclude che la parola shqipri se
mbra non essere molto antica, perch gli albanesi che si trasferirono in Italia e
in Grecia non la conoscevano affatto e per questo utilizzavano la parola Arbr. Il
nome Albania deriverebbe dalla citt illirica di "Albanopolis", dal nome di una t
rib illirica; da l derivato il nome Albania utilizzato dagli stranieri europei per
indicare i territori dell'Albania. Fino al XV secolo era chiamata dagli albanes
i Arberia, e tutti gli albanesi si identificavano con il nome di arbresh. In greco
bizantino, il nome del paese Albania, con le sue varianti Albaetia, Arbanetia.[

9]
Il termine "Albania", cos come altri toponimi europei e mediterranei, ad esempio
Alpi e Albione, pu avere due possibili etimologie, entrambe plausibili: dalla rad
ice protoindoeuropea *albho-, che indicava il "bianco"[10], oppure dalla radice,
sempre protoindoeuropea, *alb-, ovvero "collina". Nel II secolo a.C., Polibio n
elle sue Storie menziona una trib di nome Arbon nelle zone centrali dell'odierna
Albania. Gli abitanti di quelle zone venivano chiamati Albano e Arbanitai.[11]
Un'altra ipotesi suggerisce che il toponimo derivi dalla trib illirica degli Alba
ni registrata da Tolomeo, che disegn una mappa nel 150[12] molto significativa pe
r la storia dell'Illiria. Questa mappa mostra la citt di Albanopolis[13] (situata
a nordest di Durazzo), che fu in seguito chiamata Albanon e Arbanon, bench non s
ia sicuro che si tratti della stessa citt.[14] Un'ulteriore ipotesi quella che co
nsidera il toponimo come derivato dalla Albania caucasica nella vecchia Armenia,
all'incirca corrispondente con il territorio dell'Azerbaigian e Daghestan merid
ionale.[15]
Nelle sue Storie scritte nel 1079-1080, lo storico bizantino Michele Attaliate f
u il primo a riferirsi agli Albanoi per aver preso parte ad una rivolta contro C
ostantinopoli nel 1043, e agli Arbanitai, come popoli assoggettati dal duca di D
urazzo.