Sei sulla pagina 1di 3

Agenzia ANSA

Canale Scienza&Tecnica
Cerca sul sito di Scienza&Tecnica
Ricerca
Seguici su
Spazio & Astronomia
Biotech
Tecnologie
Fisica & Matematica
Energia
Terra & Poli
Ricerca e Istituzioni
Libri
Ricerca nel Sud

I segreti dei polpi aiutano a costruire i robot morbidi


Automi ispirati ai dettagli di tentacoli e ventose
03 dicembre, 10:32
salta direttamente al contenuto dell'articolo
salta al contenuto correlato
1

Tweet

Indietro
Stampa
Invia
Scrivi alla redazione
Suggerisci ()
1 di 11
precedente
successiva

Cavit interne di una ventosa (fonte: Antonio Minnocci, Scuola Superiore Sant'Anna)
precedente
successiva

I polpi aiutano a costruire i futuri robot morbidi, capaci di interagire con luomo con delicatezza per aiutarlo in casa, nelle
industrie o negli ospedali. I segreti che rendono i tentacoli cos flessibili e le ventose cos efficienti sono stati osservati per la
prima volta grazie ad uno speciale microscopio elettronico raffreddato a -180 gradi e cominciano ad essere riprodotti nelle
macchine. Lo stanno facendo, in collaborazione, Scuola Superiore SantAnna di Pisa e Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) di
Genova.
Lobiettivo descrivere quello che levoluzione ha differenziato nel tempo e per cercare di riprodurlo in dispositivi robotici,
ha detto Antonio Minnocci, dei BioLabs dellIstituto di Scienze della Vita della Scuola SantAnna, che lavora al progetto
insieme a Luca Sebastiani, dello stesso laboratorio, Cecilia Laschi e Matteo Cianchetti, entrambi dellIstituto di BioRobotica
della Scuola Superiore SantAnna, e Barbara Mazzolai, del Centro di Micro-BioRobotica dellIit (Cmbr-Iit). La ricerca
condotta nellambito del progetto europeo Octopus, co-finanziato dalla Commissione Europea nellambito del programma
sulle Tecnologie emergenti, e coordinato da Cecilia Laschi.
I risultati, pubblicati sulla rivista Microscopy Research and Technique, descrivono la struttura dei tentacoli e delle ventose del
polpo Octopus vulgaris. Osservare i dettagli stato possibile grazie ai microscopi elettronici che lavorano a temperature
bassissime e permettono di analizzare i campioni nel loro stato naturale idratato. Per questo i ricercatori sono riusciti a vedere
come, lungo i tentacoli, sono distribuiti i pori che permettono di assorbire lossigeno. Hanno anche potuto osservare la struttura
in 3D dei fasci muscolari che avvolgono il cordone nervoso centrale, descrivere il meccanismo con cui si rinnovano le cellule
della parte pi esterna delle ventose, quella che entra in contatto con le superfici.
Sempre nelle ventose, i ricercatori hanno osservato le caratteristiche interne ed esterne dei minuscoli rilievi a forma di cupola
che ne ricoprono la superficie interna. Di queste piccolissime strutture hanno osservato i pori, delle dimensioni di 100
miliardesimi di metro (nanometri), con i canali Che permettono alle terminazioni nervose di entrare in contatto con lacqua di
mare.
RIPRODUZIONE RISERVATA Copyright ANSA
Indietro
condividi:

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Sponsor

Stop alla costruzione del


Sull''Etna il fenomeno
Dimagrirai anche nei primi
telescopio pi potente del
esplosivo pi violento degli
giorni. Leggi di pi
mondo - Spazio & Astronomia ultimi 20 anni - Terra e Poli
-

Campo magnetico nel buco


nero al centro della Via Lattea
- Spazio & Astronomia -

ANNUNCI PPN

Perdi peso nel mese!

Da oggi si cucina cos

Con questo perderai kg ogni


giorno. la fine dell'obesit
medicreporter.com

Con un forno speciale che


cucina per te. E lo fa molto
bene.
Scopri CucinaBarilla

Guadagnare Soldi
Online
Trader milionario svela
come fare soldi online con
PST.
Guarda questo video!

ANNUNCI PPN

Da oggi si cucina cos

L'obesita addominale?

Con un forno speciale che


cucina per te. E lo fa molto
bene.
Scopri CucinaBarilla

Dimagrisci ogni settimana!


Basta una porzione a
colazione.
medicreporter.com

P.I. 00876481003 - Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Guadagnare Soldi
Online
Trader milionario svela
come fare soldi online con
PST.
Guarda questo video!