Sei sulla pagina 1di 1

-MSGR - 20 CITTA - 15 - 30/11/15-N:

15

Primo Piano

on solo Ducati. Il caso indicato dal ministro del


Lavoro Poletti (Una
azienda dove loperaio lavora in uno spazio e con
dei tempi che non sono
dettati da una macchina per cui
ogni 30 secondi deve mettere
un pezzo, ma si organizza e si
gestisce da solo) come esempio in cui il fattore ora, in senso rigido, stato superato per
stabilire la misura di quantificazione del salario non affatto
isolato.
Meglio puntare, a ribadito ieri il ministro, sui risultati, sulla
produttivit e gli obiettivi da
raggiungere invece che sulle rigidit legate allorario. A decine
di migliaia, in tutta Italia, si contano imprese nelle quali il contratti di lavoro stato modificato da elementi integrativi carichi di innovazioni. E lera del
dipendente smart worker: un
lavoratore che esegue la prestazione fuori dai locali aziendali,
anche per un solo giorno a settimana o per sempre, utilizzando
strumenti tecnologici per lavorare da accesso remoto (pc,
smartphone o tablet) senza postazione fissa in ufficio. E senza
vincoli specifici, ma solo per
obiettivi aziendali, condivisi e
accettati.

Luned 30 Novembre 2015


www.ilmessaggero.it

(C) Il Messaggero S.p.A. | ID: 00070799 | IP: 93.62.51.98

Lavoro Da Ducati a Telecom


dove il tab orario non esiste
Il 7% delle aziende ha gi puntato
sulla flessibilit legata agli obiettivi
`

Con gli smart workers risparmi


stimati in oltre 27 miliardi di euro
`

I DETTAGLI

LA PLATEA
Nelle telecomunicazioni lo stanno sperimentando Wind, Vodafone (3 mila lavoratori possono
starsene a casa 2 giorni al mese
a patto di garantire la produttivit) e Telecom. E nel mondo
bancario si registrano molti casi in Bnl, Unicredit, American
Express e in diversi istituti del
nord del Paese. Esempio tipico
di flessibilit oraria quello delle cosiddette isole del tempo.
Una impresa meccanica che
invece di avere una linea di
montaggio storica ha le isole e
ogni lavoratore ha un kit con
dentro tutti i pezzi che servono
a fare una parte del suo lavoro
ha sintetizzato Poletti due giorni da citando proprio la Ducati.
Ma in molte cooperative della
grande distribuzione alimenta-

ELIMINATI I VINCOLI
DEI CONTRATTI
TRADIZIONALI
ANCHE IN MOLTI
ISTITUTI BANCARI
E MULTINAZIONALI

Nord-est lorganizzazione dellorario di lavoro costruita intorno ai passaggi degli autobus.


Inoltre, il 30% del personale in
azienda lavora con orari personalizzati, collegati agli orari dei
nidi, delle scuole materne oppure agli orari di lavoro dei mariti
con i quali di solito si crea una
alternanza nella cura dei figli o
dei parenti anziani.
Per assecondare queste forme di flessibilit, il governo ha
presentato un Ddl collegato alla
Legge di Stabilit 2016. Il provvedimento contiene nove articoli che fissano retribuzione,
mansioni, controlli, privacy, sicurezza e infortuni sul lavoro
dello smart worker. Il testo indica i meccanismi di base e lascia
poi spazio alla contrattazione
di secondo livello per ulteriori
accordi.

Un lavoratore che svolge i suoi compiti da casa

Il costo del lavoro


Confronto sul costo orario nell'industria e nei servizi (cifre in euro)*
Belgio
Lussemburgo
Francia
Paesi Bassi
Finlandia
Germania
Irlanda
Austria
Eurozona
ITALIA
Spagna
Cipro
Slovenia
Portogallo
Malta
Slovacchia
Estonia
Lettonia

39,0

21,0
16,7
15,5
13,2
11,9

27,5

33,6
33,0
31,7
31,1
30,3
29,6
29,0
28,4

8,9
8,5
5,9

*esclusi settori Pa, difesa e assicurazione sociale obbligatoria - (dati Grecia n.d.)
Fonte: Istat (dati sul 2012)

ANSA

re, dove lavorano soprattutto


donne con figli, la gestione flessibile del tempo importantissima. Cos, con lobiettivo di permettere ai dipendenti adibiti alla casse di lavorare quando preferiscono, mantenendo inalterata lefficienza e la produttivit del servizio, stata adottata
una forma di autogestione dei
turni di lavoro. Il lavoro organizzato su 3 isole di 25 persone
e prevede una figura di coordinamento.

PROGRAMMARE
La programmazione delle attivit avviene su 3 settimane di lavoro, adottando un orario frazionato su un arco di sei mesi.
Ognuno pu aumentare o diminuire lorario settimanale di 8
ore ma con alcune limitazioni:
lorario giornaliero, infatti, deve prevedere un minimo di 3
ore ed un massimo di 9 ed previsto lobbligo di almeno 3 attivit di chiusura alla settimana.
In una azienda tessile del

Lo studio
Tredicesime, in arrivo
30 miliardi di euro
Tra il primo di dicembre e le
settimane successive i 33 milioni
di pensionati e di lavoratori
dipendenti italiani privati
riceveranno le tredicesime. Al
netto delle ritenute Irpef,
l'importo che verr erogato agli
italiani sfiorer i 30 miliardi di
euro. A beneficiarne sar anche
l'erario: le ritenute Irpef
assicureranno un gettito di ben
10 miliardi di euro. Per i
lavoratori dipendenti - segnala
la Cgia - l'importo reale della
tredicesima 2015 sar
leggermente superiore a quello
percepito l'anno scorso. Nello
specifico, si tratta di 14 euro in
pi per un operaio specializzato,
di 16 euro in pi per un
impiegato, mentre per un capo
ufficio l'incremento sar di 25
euro.

Un passaggio molto importante


che la retribuzione del lavoratore fuori orario non pu essere
inferiore a quella dei colleghi
che lavorano in ufficio e lInail
copre gli infortuni sul lavoro,
sia fuori dallufficio sia sulleventuale percorso casa-lavoro. Per i contratti di smart
working si possono applicare
gli incentivi fiscali destinati alla
contrattazione di secondo livello: su 430 milioni di euro nel
2016, in base a quanto previsto
dal Jobs Act, il 10 per cento potr andare alle nuove misure di
flessibilit sul lavoro.
Peraltro i ricercatori del Politecnico di Milano stimano che
la diffusione di modelli di smart
working (l8% delle aziende ci
sta provando ) dovrebbe permettere un aumento medio della produttivit del 5,5 per cento
delle imprese che equivale un
risparmio complessivo per il sistema italiano di 27 miliardi di
euro. Altri 10 miliardi di euro di
risparmi diretti potrebbero poi
arrivare da una riorganizzazione degli spazi di lavoro, da procedure di maggiore flessibilit
di orario e di luogo di lavoro.
Michele Di Branco
RIPRODUZIONE RISERVATA

I MODELLI ADOTTATI
PREVEDONO
UNA RETRIBUZIONE
IDENTICA
A QUELLA DI CHI
HA UN POSTO FISSO

Lintervista Enrico Zanetti

Giusto sganciare i salari, discutiamone


dai sindacati solo una reazione feroce
ROMA Sottosegretario Enrico
Zanetti, il ministro Giuliano
Poletti ha lanciato un sasso
nello stagno, sostenendo che
nella contrattazione il salario
andrebbe slegato dallorario
di lavoro. I sindacati sono insorti, Susanna Camusso ha addirittura detto che Poletti si
crede Ufo robot...
Credo che il ministro Poletti
abbia fatto una riflessione interessante. Ma di riflessione si
tratta, perch come ha spiegato
lo stesso ministro non cera volont di arrivare a rapide conclusioni come quelle che invece
i sindacati gli hanno sorprendentemente imputato.
Perch giudica la reazione dei
sindacati sorprendente?
Quello che sorprendente,
che solo lanciare un dibattito,
che ritengo ragionevolissimo,
sia sufficiente a scatenare reazioni di chiusura totale con tanto di presa in giro e sberleffi da
parte dei sindacati. Le parole di

Poletti non sono un disegno di


legge, sono una riflessione di
massima che merita di essere
inserita allinterno del dibattito. Credo che una reazione cos
feroce di chiusura non lasci
dubbi circa il fatto che pi che
avere un ministro Ufo robot
abbiamo dei sindacati che sono
dei morti viventi.
In realt il loro timore che
dietro le parole di Poletti si
nasconda un tentativo di intervento a gamba tesa sulla riforma della contrattazione
che stanno discutendo con
Confindustria. Il retropensiero che il governo voglia intervenire con una legge...
Il governo ha esercitato quasi
tutte le deleghe previste dal
jobs act. Non aver esercitato
quella sul salario minimo credo
che sia stato un atto di profondo rispetto verso le parti sociali
che sono impegnate in un complesso confronto. Il governo ha
per anche sempre detto che il

tempo non infinito.


Per ora il tema della produttivit stato affrontato da un
punto di vista fiscale nella legge di stabilit, con la tassazione agevolata del 10% su premi
e straordinari. Il tetto fissato
per, solo di 2 mila euro. Diversi emendamenti propongono di farlo salire fino a 6 mila euro. Sar possibile?
In questo momento riteniamo
di aver gi fatto un primo importante intervento su questo
fronte. Ci sono tante altre questioni da affrontare, a iniziare
da quella del Sud. Le risorse so-

IL SOTTOSEGRETARIO
ALLECONOMIA SULLA
PROPOSTA POLETTI
NELLA MANOVRA
PRIMO SEGNALE
SULLA DETASSAZIONE

no limitate, ma far salire il tetto,


qualora si trovassero le coperture, rientrerebbe pienamente
nelle linee dazione di questo
governo.
I sindacati hanno anche manifestato in piazza per chiedere
pi risorse per il rinnovo del
contratto. Sar possibile aumentare la dote di 300 milioni
destinata allo scopo dal governo?
I saldi della manovra sono disegnati. Possono esserci dei ritocchi, ma degli stravolgimenti
no. Comprendo che le somme
destinate al pubblico impiego
siano considerate insufficienti,
ma c stato comunque un passo avanti rispetto agli ultimi anni.
A proposito di coperture.
Lemergenza terrorismo ha
fatto dirottare i fondi inizialmente previsti per il taglio
dellIres, una delle battaglie di
Scelta Civica di cui lei segretario, verso le spese per la si-

Enrico Zanetti

LA PRIVATIZZAZIONE
DELLE FERROVIE?
LA RETE DEVE
ESSERE SCORPORATA,
SOLO COS SI GARANTISCE
LA CONCORRENZA

-TRX IL:29/11/15

curezza. Nulla da obiettare?


Credo sia importante rimettere in fila le cose. Il taglio dellIres stato sempre collocato nel
2017. E questa intenzione confermata. Si era provato ad anticiparlo usando i maggiori spazi
di flessibilit sul deficit della cosiddetta clausola dei migranti.
Di fronte ai fatti accaduti evidente che una flessibilit sugli
eventi straordinari, che era pi
difficile ottenere per effettuare
il taglio dellIres, avr molte pi
possibilit di essere accolta nel
caso dellemergenza generata
dai fatti di Parigi. SullIres comunque, non c nessuna marcia indietro del governo. Il taglio ci sar nel 2017.
Il Tesoro ha appena rinnovato i vertici delle Ferrovie per
accelerare la privatizzazione.
Ma il nodo centrale, il destino
della rete, non stato sciolto.
Qual la sua posizione?
Per noi di Scelta Civica la via
maestra per una privatizzazione che apra la strada a vera concorrenza e vera efficienza, passa attraverso lo scorporo della
rete dal servizio. Una separazione contabile allinterno dello
stesso contenitore societario
non sufficiente.
Andrea Bassi
RIPRODUZIONE RISERVATA

22:45-NOTE: