Sei sulla pagina 1di 2

Lc 3,1-6

I.

C la storia dietro queste parole, non il mito

PREPARATE LA VIA DEL SIGNORE

La storia la parola di Dio, perch Dio parla nei fatti. La prima


parte del testo ci situa in una realt storica concreta.
Levangelista Luca legge la storia documentata e ordinata (Lc 1,
3)- come luogo di rivelazione dellagire di Dio in Ges.
In che forma Dio si fa presente nella vita della comunit? Sono
capace di distinguere i segni di Dio nello spirito di famiglia
(Cost. 16)?
II.

Mettere il cuore alla scuola del deserto

Preparare in ogni ambiente la via del Signore, raddrizzare il


sentiero, abbassare ogni monte e colle la condizione di ogni
uomo che si trova in un constante cammino (uomo viator). Siamo
chiamati non solo in questo tempo di Avvento ma in tutta la
nostra vita- a una constante conversione del cuore vissuta nel
dinamismo che ci porta alla salvezza di Dio (Lc 3,6) che pieno di
misericordia con in pi bisognosi (Lc 4,18)
III. Chiamati ad essere segni profetici a servizio dei giovani

I giovani sono il nostro roveto ardente attraverso il quale Dio ci


parla. un mistero da rispettare, accogliere, di cui scorgere i
lineamenti pi profondi, davanti al quale togliersi i sandali per

La vita cristiana una costante attesa del Signore nella


vigilanza (Lc 22,34); un ravvivare il cuore (Lc 24,32); non una
attesa vissuta nella angoscia e nel timore, ma nella speranza della
gioia dellincontro con colui che si ama: quello che non si aspetta

non si ama. Purtroppo, sembra che la vita di molte persone


corrisponde a quanto afferma lo scrittore italiano Ignazio Silone:

mi sono stancato di cristiani che aspettano la venuta del loro


Signore con la stessa indifferenza con cui si aspetta larrivo
dellautobus.

contemplare lo svelamento di Dio nella storia di tutti e di ciascuno (CG

Per sostenere in questo cammino di attesa, la liturgia ci offre in

XXVII)

questa II domenica di avvento le letture di Bar 5,1-9; Sal 125; Fil

Quando il Signore ristabil la sorte di Sion, ci sembrava di sognare.

1,4-6.8 e Lc 3,1-6 che presenta limmagine di Giovanni Battista: la

voce che grida nel deserto: preparate la via la via del Signore,

Allora la nostra bocca si riemp di sorriso, la nostra lingua di gioia.

raddrizzate i suoi sentieriogni uomo vedr la salvezza di Dio

Si manifesta la gioia del deportato per il ritorno in patria; ognuno

Baruc 5,1-9

di noi pu fare sue queste parole ed esprimere la gioia di aver

Il libro di Baruc appartiene alla letteratura pseudonimica. Il

trovato la strada della conversione in Cristo: questo ci

passo che meditiamo si trova nella IV parte del libro (Esortazione

suggerisce che la vita cristiana sulla terra tempo di semina

e consolazione di Gerusalemme 4,5-5,9) che costituisce un poema

verso un mondo nuovo

oracolo di Dio- di incoraggiamento e di consolazione (Bar 4,5).


Invita Gerusalemme alla gioia, evocando lincontro e il ritorno
trionfale verso Gerusalemme.
Anche se il testo formulato con un linguaggio poetico, possiamo
vedere alcuni elementi che evocano un camino di preparazione
interiore:
7Poich Dio ha deciso di spianare ogni alta montagna e le rupi perenni,

Nell'andare, se ne va piangendo, portando la semente da gettare, ma

nel tornare, viene con gioia, portando i suoi covoni

LAvvento il tempo giusto per raccogliere i primi frutti di un


cammino di semina; ricordiamo le parole del vangelo di Giovanni:
Se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se
invece muore produce molto frutto (Gv 12,24)
Fil 1,4-6.8-11

di colmare le valli livellando il terreno, perch Israele proceda sicuro

10perch possiate distinguere ci che meglio ed essere integri

sotto la gloria di Dio.

e irreprensibili per il giorno di Cristo

Salmo 125

Mi vengono alla mente le parole del Sal 1 e di Rm 12,2. Penso che

In questa logica possiamo capire la preghiera del Salmo 125 per il

ogni cristiano, ma soprattutto ogni religioso, chiamato a

ritorno del Popolo, che riflette lesultanza degli Israeliti che

rallegrarsi e meditare la legge del Signore a farla criterio di

ritornano in patria dopo la schiavit di Babilonia (Sal 125,1).

discernimento della volont di Dio che parla al cuore di ognuno di

Sottolineo due aspetti di questo Salmo:

noi.