Sei sulla pagina 1di 38

PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO DELLA CEMENTERIA ITALCEMENTI DI ISOLA DELLE FEMMINE

Il presente piano di monitoraggio è stato redatto in ottemperanza a quanto previsto

dall’art. 7 “Prescrizioni relative alle attività di monitoraggio (Piano di monitoraggio e

controllo)” alinea 12, del D.R.S. 693 del 18 aprile 2008.

L’ing. Ignazio La Barbera, Direttore della Cementeria di Isola delle Femmine, è

individuato quale responsabile e referente dell’attuazione del seguente Piano di

Monitoraggio e Controllo (PMeC).

Isola delle Femmine, 16 gennaio 2014

Nota: il presente documento costituisce proposta di PMeC allegata alla istanza di rinnovo dell’AIA di cementeria. Fino alla definitiva approvazione della seguente versione, vigerà il PMeC del 1 luglio 2009.

INDICE

 

PREMESSA

3

1. COMPONENTI AMBIENTALI

5

1.1.

Consumo materie prime

5

Programma del monitoraggio analitico di materie prime, clinker, combustibili, rifiuti recuperati

5

1.2. Consumo risorse idriche

7

1.3. Consumo

energia

7

1.4. Consumo

combustibili

8

1.5. Emissioni

in aria

9

Emissioni convogliate

20

9

Manutenzione, calibrazione e taratura dei sistemi di misura ed allarme

16

Ispezione e manutenzione dei sistemi di abbattimento

Emissioni

diffuse

21

Prevenzione e minimizzazione emissioni fuggitive

24

24

Condizioni adottate per emissioni eccezionali, di avvio, arresto e transitorio della linea di cottura

Fermo impianto

25

Fase di avvio

25

Prestazioni emissive

26

Condizioni adottate per emissioni eccezionali, di avvio, arresto e transitorio degli altri

26

26

Monitoraggio della qualità

1.6. Emissioni in acqua

27

1.7. Rumore e vibrazioni

29

 

1.8. Rifiuti

29

2. GESTIONE DELL’IMPIANTO

31

 

2.1.

Controllo fasi critiche, manutenzioni, depositi

31

3. SORVEGLIANZA

34

 

3.1.

Indicatori di prestazione

34

4. COMUNICAZIONI

35

 

4.1.

Scadenzario delle comunicazioni ad enti di controllo

35

5. Allegati:

37

PREMESSA

Presso il sito IPPC di Isola delle Femmine sono attivi i seguenti sistemi di gestione:

Sistema di Gestione Ambientale, certificato secondo la norma ISO 14001/04, comprensivo delle procedure ed istruzioni tecniche per il controllo operativo dei processi ed impatti ambientali della cementeria, anche in condizioni di emergenza.

Sistema Qualità, certificato secondo la norma ISO 9001, con procedure ed istruzioni tecniche per il controllo del processo produttivo e della qualità del prodotto.

Sistema di gestione della sicurezza comprensivo di procedure di lavoro sicuro per la gestione della manutenzione degli impianti in sicurezza.

Piano di Emergenza in materia di pronto soccorso, salvataggio, lotta antincendio e gestione delle emergenze.

Nel

Ambientale:

seguito

è

riportato

l’elenco

delle

procedure

attive

del

Sistema

di

Gestione

Procedure organizzative

Identificazione e valutazione degli aspetti ambientali

IP.800.P.AE.001

Accesso alle prescrizioni legali

800PSA.02

Formazione

HR.030.10

Comunicazione

800PSA.04

Documenti e registrazioni del SGA

IP.013

Preparazione alle emergenze e risposte

800PSA.06

Sorveglianza e misurazioni

800PSA.07

Pianificazione ed esecuzione degli audit interni

IP.800.P.AE.008

Non conformità, azioni correttive e preventive

800PSA.09

Gestione delle forniture di beni e servizi

800PSA.10

Riesame delle direzione

IP.800.P.AE.011

Metodologia di calcolo delle emissioni di CO 2

IP.800P.AE.012

Procedure operative

Gestione delle risorse energetiche

IP.870.P.AE.001

Gestione delle risorse idriche

IP.870.P.AE.002

Identificazione e rintracciabilità dei materiali e dei combustibili

IP.870.P.AE.003

Gestione dei rifiuti

IP.870.P.AE.004

Gestione delle emissioni in atmosfera

IP.870.P.AE.005

Gestione del rumore

IP.870.P.AE.006

Gestione dei serbatoi e delle aree a rischio contaminazione

IP.870.P.AE.007

Gestione dei manufatti contenenti amianto

IP.870.P.AE.008

Gestione delle cave

IP.870.P.AE.009

Gestione della sorveglianza

IP.870.P.AE.010

Gestione dei presidi antincendio

IP.870.P.AE.011

In particolare le procedure del controllo operativo trattano gli argomenti di seguito descritti:

IP.870.P.AE.001 Gestione delle risorse energetiche La procedura descrive le modalità di sorveglianza e di previsione dei consumi di energia. IP.870.P.AE.002 Gestione delle risorse idriche La procedura descrive le modalità di controllo degli approvvigionamenti e dei consumi idrici. È inoltre descritta l’operatività di controllo e manutenzione dei presidi agli scarichi idrici. IP.870.P.AE.003 Identificazione e rintracciabilità dei materiali e combustibili La procedura definisce e diffonde a tutto il personale le istruzioni per la corretta movimentazione e stoccaggio di materie prima, combustibili ed additivi. IP.870.P.AE.004 Gestione dei rifiuti La procedura disciplina le modalità operativa per una corretta ed efficace gestione dei rifiuti prodotti e recuperati. IP.870.P.AE.005 Gestione delle emissioni in atmosfera La procedura definisce le modalità di sorveglianza e controllo operativo delle emissioni in atmosfera. IP.870.P.AE.006 Gestione de rumore La procedura definisce le modalità di monitoraggio dell’impatto acustico e di gestione delle sorgenti sonore mobili e fisse, al fine di arrecare il minor disturbo possibile. IP.870.P.AE.007 Gestione dei serbatoi e delle aree a rischio contaminazione La procedura regolamenta la gestione di serbatoi e tubazioni interrate, stoccaggi e dispositivi contenenti sostanze pericolose al fine di prevenire danni ambientali derivanti da sversamenti, perdite o altro. IP.870.P.AE.008 Gestione dei materiali contenenti amianto La procedura descrive le modalità di gestione dei materiali contenenti amianto nell’ambito sia dei piano pluriennali di bonifica sia delle attività di manutenzione in accordo a quanto predisposto da SSL. IP.870.P.AE.009 Gestione delle cave La procedura definisce le attività che Italcementi programma per le cave sociali per il rispetto delle prescrizioni ambientali contenute nelle autorizzazioni. IP.870.P.AE.010 Gestione delle Sorveglianza Lo scopo della presente procedura è definire le modalità di sorveglianza della corretta applicazione del SGA, con particolare riferimento al controllo operativo, presso lo stabilimento di Isola delle Femmine. IP.870.P.AE.011 Gestione Servizi antincendio Lo scopo della presente procedura è descrivere le modalità di gestione dei presidi antincendio per garantirne la massima efficienza.

Note:

Le tabelle seguenti devono intendersi compilate a scopo esemplificativo e vanno pertanto “interpretate” in funzione del particolare ciclo produttivo.

1. COMPONENTI AMBIENTALI

1.1. Consumo materie prime

Programma del monitoraggio analitico di materie prime, clinker, combustibili, rifiuti recuperati

Si premette che presso il laboratorio della cementeria e i laboratori di sede vengono effettuate numerose analisi e test chimico-fisici mirati alla caratterizzazione del prodotto al fine di controllarne la qualità e monitorare il processo produttivo. Nel presente piano di monitoraggio e controllo, per ragioni di sintesi, vengono omesse tali indagini e vengono riportarti solo le analisi di valenza ambientale.

Il programma è finalizzato a:

controllare le caratteristiche dei materiali utilizzati nella formazione del clinker per verificarne il tenore di eventuali microinquinanti e/o l’eventuale contenuto di loro precursori;

monitorare il contenuto di metalli nel clinker prodotto e di metalli ed IPA nel combustibile coke di pertrolio;

eseguire la caratterizzazione merceologica dei materiali utilizzati per la formulazione della farina;

verificare la rispondenza dei rifiuti utilizzati nella formulazione della farina e del cemento alle specifiche riportate nella relativa tipologia del DM 5 febbraio 1998.

In particolare si prevede la determinazione dei seguenti parametri rilevati su campioni realizzati secondo la UNI 17025:

Metalli Pesanti (HM): si vuole caratterizzare il contenuto di As, Cd, Co, Cr, Cu, Hg, Mn, Ni, Pb, Sb, Sn, Tl, V, Zn attraverso la metodoligia EDP-XRF e/o UNI EN 15309 2007.

Idrocarburi Policiclici aromatici (IPA), sono inquinanti organici persistenti, e come tali ubiquitari, eventualmente presenti nei materiali per formazione nei processi di combustione o come inquinamento secondario; la metodologia utilizzata è la MI-03 rev. 06 del 2007 (accreditato SINAL)

Diossine e PCB/PCT: la determinazione delle diossine e dei PCB/PCT viene effettuata una tantum esclusivamente per i desolfogessi (CER 10 01 05); le metodologie utilizzate sono rispettivamente la EPA 1613 B 1994 e la EPA 1668 A 2003.

Rispetto requisiti di cui al DM 5.2.98 per la verifica della rispondenza alle prescrizioni del decreto viene utilizzata la metodologia EDP-XRF e CNR-IRSA 16Q64 1985 limitatamente alla determinazione del Cromo esavalente.

Tabella 1.1-1 Materie prime e rifiuti usati come materia prima

           

Campionamento

Analisi

Denominazione

Modalità stoccaggio

Fase di

utilizzo

Quantità

2012

(t)

Metodo

misura

Luogo

campionamento

Modalità di

registrazione

Frequenza

campionamenti

Tipologia di analisi

Reporting

   

del campionamento

 
           

Modello

 

Metalli

 

Argilla

Cella in deposito al coperto

147804

pesata

in ingresso stabilimento su automezzo

sistema ambientale

870M215

Giornaliero per

medio mensile

Semestrale/certificato

analitico

Calcare

Cella in deposito al Coperto +sili

531641

pesata

in ingresso stabilimento

Modello

sistema ambientale

Giornaliero per

Metalli

Semestrale/certificato

Macinazione

medio mensile

analitico

 

farina

     

870M215

Sabbia silicea

Cella in deposito al coperto

da clinker

15310

pesata

in ingresso stabilimento su automezzo

Modello

sistema ambientale

Giornaliero per

Metalli

Semestrale/certificato

medio mensile

analitico

   

870M215

Farina

Silo

-

pesata

a produzione

Modello

sistema ambientale

Giornaliero per

Metalli

Annuale/certificato

medio mensile

analitico

   

870M215

Calcare

Cella in deposito al coperto

 

-

pesata

in ingresso stabilimento

Modello

sistema ambientale

Giornaliero per

Metalli

Semestrale/certificato

medio mensile

analitico

   

870M215

Perlite

Cella in deposito al coperto

Macinazione

25843

pesata

in ingresso stabilimento su automezzo

Modello

sistema ambientale

870M215

Per fornitura

omogenea

Metalli

Semestrale/certificato

analitico

Gesso naturale

Cella in deposito al coperto

cemento

21532

pesata

in ingresso stabilimento su automezzo

Modello

sistema ambientale

870M215

Per fornitura

omogenea

Metalli

Semestrale/certificato

analitico

Tufo

Cella in deposito al coperto

-

pesata

in ingresso stabilimento

Modello

sistema ambientale

Per fornitura

Metalli

Semestrale/certificato

su automezzo

870M215

omogenea

analitico

Pozzolana

Cella in deposito al coperto

-

pesata

in ingresso stabilimento

Modello

sistema ambientale

Per fornitura

Metalli

Semestrale/certificato

su automezzo

870M215

omogenea

analitico

Polveri

       

Modello

 

Metalli

 

elettrofiltro

Silo

28120

pesata

a produzione

sistema ambientale

Giornaliero per

medio mensile

annuale/certificato

analitico

forno

870M215

Rifiuti a recupero tipologie:

7.8

Cella in deposito al

   

durante la demolizione

Registro di carico e

Annuale se

Metalli, DM 5.2.98

Semestrale/certificato analitico se utilizzato

coperto

40

calcolata

al forno

scarico rifiuti

prodotti

Rifiiuti a recupero tipologie:

ttualmente non viene esercita la

     

Registro di carico e

Annuale

5.2.98 e (una tantum) per PCB, PCT, IPA e PCDD/PCDF

Semestrale/certificato analitico se utilizzato

0

pesata

in ingresso stabilimento

scarico rifiuti e informatica (SAP)

per forniture

13.6

messa in riserva

omogene

 

Tabella 1.1-2 Additivi

 

Denominazione

 

Modalità

Fase di

Metodo

% su

Reporting

 

stoccaggio

utilizzo

misura

cemento

Solfato stannoso/

 

Fustini in

macinazione

 

-

 
 

ferroso

materiale

plastico

cemento

pesata

Scheda di

sicurezza

NT 9 (o similare)

 

Silo vetro

macinazione

 

-

Scheda di

resina

cemento

pesata

sicurezza

AERCEM S (o similare)

 

Silo vetro

macinazione

 

-

Scheda di

resina

cemento

pesata

sicurezza

Culminal (o

 

silo

macinazione

pesata

-

Scheda di

similare)

 

cemento

sicurezza

   

Big bag

macinazione

pesata

-

Scheda di

Cloruro di sodio

 

cemento

sicurezza

MIG SN 80-ITC (o similare)

 

Silo

macinazione

pesata

-

Scheda di

 

cemento

sicurezza

GA 25 (o similare)

 

Serbatoio

macinazione

pesata

-

Scheda di

 

cemento

sicurezza

Silicato di ferro

Capannone,

 

macinazione

pesata

-

Scheda di

 

sili

sicurezza

Tabella 1.1-3 Prodotti finiti

 
         

Campionamento

 

Analisi

Processo

Denominazione

Quantit

à 2008

Metodo

misura

 

Luogo

Modalità di

registrazione

 

Frequenza

Tipo di

 

(t)

campionamento

del

campionam

analisi

Reporting

campionamento

 

ento

         

Modello sistema

   

Semestral

Prod.

Clinker da

 

510000

pesa

 

trasporto verso

ambientale

 

Giornaliera

Metalli

e/certificat

clinker

cemento

deposito

870M215

 

o analitico

         

Modello sistema

     

Prod.

cemento

 

570000

pesa

 

trasporto verso

ambientale

 

Giornaliera

(1)

Scheda di

Cemento

 

deposito

870M215

 

sicurezza

(1) Si fa presente che essendo il cemento un prodotto finito costituito principalmente da clinker con l’aggiunta di modeste quantità di gesso, calcare o altri correttivi necessari a definire la tipologia commerciale, la concentrazione di metalli eventualmente presenti può essere facilmente dedotta dall’analisi dei singoli costituenti la miscela.

I cementi prodotti vengono analizzati con continuità secondo le modalità previste dal Sistema Qualità. Comunicheremo l’eventuale variazione dei metodi di analisi utilizzati. Semestralmente verranno fornite a DAP Palermo e Provincia Regionale di Palermo le analisi relative al piano di campionamento sopra descritto.

1.2.

Consumo risorse idriche

Tabella 1.2-1 Risorse idriche

               

Modalità

 
 

Tipologia di

Punto

misura

 

Metod

Quantità

Frequenza

di

approvvigiona-

o

Fase di utilizzo

2012

autocon-

registrazi

 

mento

 

misura

(m

3 )

trollo

one dei

     

controlli

   

Acquedotto

contatore

lettura

 

uso civile

0

giornaliera

modello

comunale

 

SGA

       

uso industriale

     

(granulazione,

abbattimento

 

pozzo

contatore

lettura

fumi, raffreddo

macchine,

0

giornaliera

modello

SGA

   

produzione

vapore)

 

Acqua potabile

           
 

acquistata da

terzi

portineria

pesa

 

uso civile

5563

giornaliera

Modello

SGA

       

uso industriale

     

(granulazione,

acqua industriale

acquistata da

contatore

lettura

abbattimento

fumi, raffreddo

143000

giornaliera

modello

SGA

 

terzi

 

macchine,

 

produzione

vapore)

1.3.

Consumo energia

 

Tabella 1.3-1 Energia

 

Descrizione

Tipologia

Punto

misura

Metodo misura

Consum

o 2012

Frequenza

autocontroll

Modalità di

registrazion

e dei

Reporting

(GWh)

 

o

controlli

Rete

Energia

nei reparti

 

Lettura

 

61

mensile

Informatica

mensile

ENEL

elettrica

contatore

(SAP)

1.4. Consumo combustibili

Si prevede la determinazione dei seguenti parametri rilevati su campioni realizzati secondo la UNI 17025:

Metalli Pesanti (HM): si vuole caratterizzare il contenuto di As, Cd, Co, Cr, Cu, Hg, Mn, Ni, Pb, Sb, Sn, Tl, V, Zn attraverso la metodoligia EDP-XRF e/o UNI EN 15309 2007. In alternativa o comunque in aggiunta, per il Cr è previsto il metodo ASTM D6357 (coke) ed EPA6020 (olio combustibile), per Ni e V è previsto il metodo ASTM D5600 (coke) ed UNI EN13131 (olio combustibile).

Idrocarburi Policiclici aromatici (IPA): sono inquinanti organici persistenti, e come tali ubiquitari, eventualmente presenti nei materiali per formazione nei processi di combustione o come inquinamento secondario; la metodologia utilizzata è la MI-03 rev. 06 del 2007 (accreditato SINAL)

Allegato X Parte V D.Lgs.152/06: i metodi previsti dallo stesso Allegato

Tabella 1.4-1 Combustibili

           

Modalità di

   

Tipologia

Fase di utilizzo

Metodo

misura

Consumo

2012 (t)

Campionamenti

/Analisi

Frequenza

autocontrollo

registrazione

dei controlli

Tipo di

analisi

Reporting

             

IPA,

 

Macinazione

Metalli,

Coke di

Petrolio

miscela

cruda

Formazione

pesata

37850

per forniture

omogenee

per fornitura

omogenea

all’arrivo

Modello

sistema

ambientale

870M215

All. X

Parte

V

Certificati

analitici

clinker

D.Lgs.

 

152/06

             

IPA,

 

Macinazione

Metalli,

Carbone

fossile

miscela

cruda

Formazione

pesata

0

per forniture

omogenee

per

fornitura

omogenea

Modello

sistema

ambientale

All. X

Parte

V

Certificati

analitici

all’arrivo

870M215

 

clinker

D.Lgs.

 

152/06

 

Macinazione

             

miscela

per

Modello

Metalli,

All. X

Olio

cruda

Formazione

clinker

Produzione

contatore

908

per forniture

fornitura

sistema

Parte

Certificati

combustibile

omogenee

omogenea

ambientale

V

analitici

   

all’arrivo

870M215

D.Lgs.

152/06

vapore

 

Movimentazione

             

Gasolio

 

mezzi

contatore

-

- -

-

- -

   

Accensione

             

forno ed

accensione

GPL

fornello

nessuno

-

- -

-

- -

essiccazione

 

crudo

 

Macinazione

             
 

miscela

Metano

cruda

contatore

-

- -

-

- -

Formazione

 

clinker

Comunicheremo l’eventuale variazione dei metodi analitici utilizzati.

Le analisi dei combustibili vengono archiviate in formato elettronico e cartaceo e vengono inviate semestralmente agli organi di controllo.

1.5. Emissioni in aria

Emissioni convogliate

Tabella 1.5-1 Punti di emissione

Punto di

Provenienza

Portata

T

Durata emissione

Durata

   

emissione

emissione

impianto

reparto

max

(°C)

h/giorno

Nmc/h

giorni/anno

E

2

nastro di cava calcare

Trasporto

4

400

25

16

240

E

3

trasporto argilla

materie prime

13

000

25

16

240

 

alimentazione sili crudo -

         

E

5

nastro reversibile lato Palermo

3

600

25

24

240

E

6

nastro 1 cava

3

600

25

24

240

E

7

nastro 1 deposito

3

600

25

24

240

E 7 bis

alimentazione sili crudo - nastro reversibile lato Capaci

Macinazione

3

600

25

24

240

E

8

bilancia sabbia e argilla

crudo

3

600

25

24

330

E

9

nastro 2 cava e nastro 2 deposito

3

600

25

24

330

E

12

elevatore materie prime

17

400

25

24

330

E

13

alimentazione molino n.3 + estrazione sili crudo

21

000

25

24

330

E

14

molino n.3

144 300

90

24

330

E15

silo polverino molino crudo 3

2

600

25

24

330

 

carico silo omo 2,

         

E

16

elevatori 1 e 2, trasporto farina al forno

21

800

25

24

330

E

17

estrazione silo omo 1, elevatori 3 e 2

Omogeneizzazio

21

800

25

24

330

 

ne farina

 

E

18

dosaggio polveri alle bilance per cotti 2 e 3

15

700

25

24

330

E

19

elevatore 3 e 4 polveri

15

700

25

24

330

E

21

molini combustibile solido 1 e 2

 

98

800

60

24

330

E

22

sili polverino F3 lato PA

Macinazione

4

300

30

24

330

 

combustibile

 
           

E

23

sili polverino F3 lato TP

solido

4

300

30

24

330

E

24

pompe polverino combustibile solido

4

800

30

24

330

 

alimentazione F3 +

         

E

27

scarico nastro 2 deposito + nastro 1 cava

15

600

25

24

330

E

28

elevatore 1 polveri lato PA

Cottura

21

300

25

24

330

E

29

elevatore 2 polveri lato TP + silo calcare 1 silo 2

21

300

25

24

330

E

30

piatto granulatore F3 lato monte

18

200

25

24

330

Punto di

Provenienza

Portata

T

Durata emissione

Durata

   

emissione

emissione

impianto

reparto

max

(°C)

h/giorno

Nmc/h

giorni/anno

E

31

piatto granulatore F3

 

18

200

25

24

330

E

32

piatto granulatore F3 lato mare

18

200

25

24

330

E

35

forno n.3

290

000

100

24

330

E

38

raffreddatore F3

195

000

80

24

330

E

39

vagliatura polveri

11

000

40

24

330

E

40

catene Peters trasporto clinker

 

20

400

40

Temporaneamente

 

inattivo

E

41

catene Peters trasporto clinker

9

100

40

Temporaneamente

 

inattivo

E

42

elevatori clinker

Trasporto e

8

700

40

24

330

 

1° camerone + elevatore

spedizione

       

E

43

clinker

12

200

40

24

330

E

44

2° camerone

12

200

40

Temporaneamente

 

inattivo

E

45

spedizione clinker + scarico clinker a CMP

25

000

25

24

330

E

46

molino cotto n.1

 

18

000

60

16

240

E

47

separatore cotto n.1

25

300

60

16

240

E

48

molino cotto n.2

36

000

60

24

330

E

49

alimentazione molino cotto n.3

Macinazione

16

900

25

24

330

E

50

molino cotto n.3

cotto

36

000

60

24

330

E

52

alimentazione molino pozzolana

2

900

25

Temporaneamente

 

inattivo

E

53

molino pozzolana

70

000

60

Temporaneamente

 

inattivo

E

54

vecchio silo polveri

 

18

200

25

Temporaneamente

 

inattivo

E

55

elevatore intermedio

13

000

25

16

240

E

56

elevatore intermedio

13

000

25

16

240

 

insaccatrice Flux n.2 +

       

E

58

Trattamento sacchi insaccatrice 2

20

800

25

16

240

 

2° elevatore da lt

       

E

59

monte+3^tramoggia da lt monte insaccatrice 2

13

000

25

16

240

E

60

4^ tramoggia da lt monte insaccatrice 2

Spedizione

13

000

25

16

240

E

61

estrazione/alimentazione sili lt monte lt TP

cemento

21

800

25

24

330

E

62

estrazione/alimentazione sili lt mare lt TP

21

800

25

24

330

E

63

estrazione/alimentazione sili lt monte lt PA

21

800

25

24

330

E

64

estrazione/alimentazione sili lt mare lt PA

21

800

25

24

330

E

65

canalette sfuso corsia 3 lt mare

17

400

25

16

240

E

66

canalette sfuso corsia 2 centrale

17

400

25

16

240

E

67

canalette sfuso corsia 1

17

400

25

16

240

Punto di

Provenienza

Portata

T

Durata emissione

Durata

   

emissione

emissione

impianto

reparto

max

(°C)

h/giorno

Nmc/h

giorni/anno

 

lt monte

         

E

68

1° biberon corsia sfuso 1 lt monte

8

700

25

16

240

E

69

2° biberon corsia sfuso 1 lt monte

8

700

25

16

240

E

70

3° biberon corsia sfuso 1 lt monte

8

700

25

Temporaneamente

 

inattivo

E

71

1° biberon corsia sfuso 2 centrale lt mare

8

700

25

16

240

E

72

2° biberon corsia sfuso 2 centrale

8

700

25

16

240

E

73

3° biberon corsia sfuso 2 centrale

8

700

25

Temporaneamente

 

inattivo

E

74

1° biberon corsia sfuso 3 lt mare

8

700

25

16

240

E

75

2° biberon corsia sfuso 3 lt mare

8

700

25

16

240

E

76

3° biberon corsia sfuso 3 lt mare

8

700

25

Temporaneamente

 

inattivo

E

77

insaccatrice n.3 +3° elevatore da lt monte+5^ tramoggia da lt monte per insaccatrice 3

26

100

25

16

240

E

78

trattamento sacchi insaccatrice 3

13

000

25

16

240

E

79

caldaia n.1

Condizionamento

2

200

180

24

330

E

81

caldaia n.3

olio combustibile

900

180

24

330

E

82

frantoio primario Pian dell'Aia

 

18

000

25

16

240

E

83

trasporto calcare

7

200

25

24

330

Galleria A

Frantumazione e

E

84

trasporto calcare

trasporto caldaie

7

200

25

24

330

Galleria B

E

85

frantoio secondario Raffo Rosso

43

200

25

24

330

Tabella 1.5-2 Inquinanti monitorati

         

Modalità

Parametro/

inquinante

UM

Punti di emissione

Metodo di

controllo

Frequenza

autocontrollo

registrazione

controlli

   

14 2138 50

Analizzatore scattering di luce IR

 

Registrazione cartacea giornaliera e/o elettronica su sistema gestionale interno

 

35

Analizzatore Estinzione di luce

in continuo

E13, E15, E16, E17, E22, E23, E24, E28, E29, E40, E45, E48, E58, E61, E62, E63, E64, E77, E82 ed E85

Sensori di

 

Registrazione cartacea giornaliera e/o elettronica su sistema gestionale interno

Polveri totali

mg/Nm 3

polverosità di

In continuo

tipo

triboelettrico

 

Da 2 a 13 Da 15 a 19 Da 22 a 32 Da 39 a 49 Da 52 a 85

UNI EN 13284

semestrale

Certificati analitici

     

Analizzatore

 

Registrazione cartacea giornaliera e/o elettronica su sistema gestionale interno

14

35

estrattivo

in continuo

Ossidi di azoto

mg/Nm 3

 

ND-IR

 

DM 25/8/2000

   

79

-80 - 81

all. n.1

semestrale

Certificati analitici

     

Analizzatore

 

Registrazione cartacea giornaliera e/o elettronica su sistema gestionale interno

14

- 35

estrattivo

in continuo

Ossidi di zolfo

mg/Nm 3

 

ND-IR

 

DM 25/8/2000

   

79

-80 - 81

all. n.1

semestrale

Certificati analitici

     

Analizzatore estrattivo

 

Registrazione cartacea giornaliera e/o elettronica su sistema gestionale interno

HCl, NH 3 , TOC

mg/Nm 3

 

35

ND-IR e a ionizzazione di fiamma

in continuo

NH 3

mg/Nm 3

 

14

Unichim 632

semestrale

Certificati analitici

 

mg/Nm 3

 

UNI EN 13649

   

Benzene - COV

 

21

2002

semestrale

Certificati analitici

 

mg/Nm 3

 

Ionizzazione di

   

TOC

 

14

fiamma

semestrale

Certificati analitici

     

Analizzatore

 

Registrazione cartacea giornaliera e/o elettronica su sistema gestionale interno

CO

mg/Nm 3

14

- 35

estrattivo

in continuo

 

ND-IR

PCDD / PCDF

mg/Nm 3

14 -35

UNI EN 1948-1,2 e 3

annuale

Certificati analitici

IPA

mg/Nm 3

14 21 - 35

UNI EN 1948

annuale

Certificati analitici

         

Modalità

Parametro/

inquinante

UM

Punti di emissione

Metodo di

controllo

Frequenza

autocontrollo

registrazione

controlli

(Cd, Ti, Sb, As, Co, Cr tot, Mn, Ni, Pb, Cu, Sn, V,Hg)

mg/Nm 3

 

UNI EN

   

35

14385

semestrale

Certificati analitici

Ni, V

mg/Nm 3

14 - 21

UNI EN

semestrale

Registrazione cartacea giornaliera e/o

14385

elettronica su sistema gestionale interno

I limiti di emissione sono quelli di cui alla tabella allegata alla D.R.S. 693 del 18 luglio 2008. Per il forno E 35 i limiti si riferiscono al mg/Nm 3 secco al 10 % di O 2

 

Per le caldaie E 79 -80 81 i limiti si riferiscono al mg/Nm 3 secco al 3 % di O 2

 

Come richiesto dal Dipartimento ARPA della Provincia di Palermo (verbale del 16 marzo 2009 punto 5), nella tabella seguente vengono indicati i posizionamenti delle sezioni di campionamento dei punti emissivi:

Tabella 1.5-3 Specifiche camini

           

Direzione Del

Altezza

Altezza

Forma

Flusso Al Punto

Punto Di

Sezione

 

Impianto

Sbocc

Geometric

Di

Prelievo

(m

2 )

   

o (m)

a

Campionament

(m)

 
   

o

 

E

2

nastro di cava calcare

13,0

13,0

0,05

rettangolar

orizzontale

 

e

E

3

 

trasporto argilla

9,0

7,5

0,280

circolare

verticale

 

alimentazione sili crudo

         

E

5

-

nastro reversibile lato Palermo

39,0

39,0

0,04

quadrata

orizzontale

E

6

 

nastro 1 cava

40,0

39,5

0,02

quadrata

dal basso verso l'alto

E

7

 

nastro 1 deposito

41,0

41,0

0,04

quadrata

orizzontale

 

alimentazione sili crudo

         

E 7 BIS

-

nastro reversibile lato Capaci

41,0

41,0

0,043

quadrata

orizzontale

E

8

bilancia sabbia e argilla

0.5

0.5

0.11

rettangolar

orizzontale

 

e

E

9

nastro 2 cava e nastro 2 deposito

43,0

43,0

0,032

quadrata

orizzontale

   

elevatore materie

       

dal basso verso l'alto

E

12

prime

37,0

31,0

0,380

circolare

   

alimentazione molino

       

dal basso verso l'alto

E

13

n.3 + estrazione sili crudo

44,0

37,0

0,280

circolare

E

14

 

molino n.3

41,0

37,0

2,540

circolare

dal basso verso l'alto

E

15

 

silo polverino molino crudo 3

25,0

25,0

0,030

circolare

dall'alto verso il basso

   

carico silo omo 2,

       

dal basso verso l'alto

E

16

elevatori 1 e 2, trasporto farina al forno

48,0

40,0

0,440

circolare

E

17

estrazione silo omo 1, elevatori 3 e 2

48,0

40,0

0,440

circolare

dal basso verso l'alto

E

18

dosaggio polveri alle bilance per cotti 2 e 3

25,0

25,0

0,160

rettangolar

orizzontale

 

e

E

19

elevatore 3 e 4 polveri

25,0

19,0

0,160

circolare

dal basso verso l'alto

E

21

molini combustibile solido 1 e 2

36,0

31,0

1,770

circolare

dal basso verso l'alto

E

22

sili polverino F3 lato PA

36,0

33,0

0,070

circolare

dal basso verso l'alto

E

23

sili polverino F3 lato TP

36,0

33,0

0,070

circolare

dal basso verso l'alto

E

24

pompe polverino combustibile solido

23,0

22,0

0,070

circolare

dall'alto verso il basso

E

27

alimentazione F3 + scarico nastro 2 deposito + nastro 1 cava

49,0

40,0

0,280

circolare

dal basso verso l'alto

E

28

elevatore 1 polveri lato PA

34,0

27,5

0,38

circolare

dal basso verso l'alto

 

elevatore 2 polveri lato

       

dal basso verso l'alto

E

29

TP + silo calcare 1 silo

34,0

27,5

0,38

circolare

 

2

E

30

piatto granulatore F3 lato monte