Sei sulla pagina 1di 9

Corso di Fisica II (Ingegneria Meccanica, A-L)

a.a. 2015/16 R.C. Iotti, G. Barbero

ESERCIZI SUL CALCOLO VETTORIALE

Gradiente

Calcolare il gradiente dei seguenti campi scalari:


1. f (x, y, z) = x2 + 2xy xy 2 ;
2

2. f (x, y, z) = ye2x ;
3. f (x, y, z) = y 2 ex ;
4. f (x, y, z) = log (x2 + y 2 );
x

5. f (x, y, z) = e y ;
6. f (x, y, z) = xy 2 + yz 3 z 2 ;
7. f (x, y, z) = y sin z + x sin y;

8. f (x, y, z) = x2 + y 2 + z 2 ;

9. f (x, y, z) = ln r, con r = x2 + y 2 + z 2 .
10. Calcolare la derivata direzionale del campo f = x2 yz + 4xz 2 nella
direzione del vettore v = ux 2uy uz .

Laplaciano

Calcolare il laplaciano dei seguenti campi scalari:


1. f (x, y, z) = xy 2 + yz 3 z 2 ;
2. f (x, y, z) = y sin z + x sin y;

3. f (x, y, z) = x2 + y 2 + z 2 ;

4. f (x, y, z) = ln r, con r = x2 + y 2 + z 2 .

Divergenza

Calcolare la divergenza dei seguenti campi vettoriali:


1. F(x, y, z) = +xyux + yzuy + xzuz ;
2. F(x, y, z) = (x2 + yz)ux + xyzuy + (x + y 2 z)uz ;
3. F(x, y, z) = x cos zux + y sin zuy + z cos yuz .

Rotore

Calcolare il rotore dei seguenti campi vettoriali:


1. F(x, y, z) = +xyux + yzuy + xzuz ;
2. F(x, y, z) = (x2 + yz)ux + xyzuy + (x + y 2 z)uz ;
3. F(x, y, z) = x cos zux + y sin zuy + z cos yuz .

Campi conservativi
1. Le forze centrali sono conservative, vale pertanto la condizione di irrotazionalit`a. Mostrare che il campo di forza descritto dalla legge di
Coulomb: F = 2 kq2 1 q22 3 (xux + yuy + zuz ) verifica tale condizione.
(x +y +z ) 2

2. Una forza conservativa `e legata allenergia potenziale dalla relazione


~ . Trovare la forza corrispondente allenergia potenziale
F = U
U (x, y, z) = 21 k (x2 + y 2 + z 2 ) + C, dove C `e una costante arbitraria.
3. Trovare le costanti a e b affinche il campo vettoriale v = (axy + z 3 )ux +
x2 uy + bxz 2 uz sia irrotazionale.

Equazione di continuit`
a

Lequazione di continuit`a per un fluido incomprimibile,


in regime stazionario,
2
r
2
~
`e v = 0. Mostrare che v = r3 , dove r = x + y + z 2 e r = xux + yux +
zuz , `e un campo di velocit`a accettabile.

Soluzioni
Gradiente
In un sistema di coordinate cartesiane, il gradiente di una funzione f (x, y, z)
`e il vettore che ha per componenti le sue derivate parziali prime, cio`e:
~ (x, y, z) = f ux + f uy + f uz ;
f
x
y
z

(1)

dove ux , uy e uz sono i versori lungo gli assi x, y e z.


Nei casi proposti si ha:
1. Per la funzione
f (x, y) = x2 + 2xy xy 2 ,

(2)

le derivate parziali prime sono:


f
= 2x + 2y y 2 ,
x
f
= 2x 2xy ,
y
f
= 0,
z

(3)

ed il gradiente `e:
~ (x, y) = (2x + 2y y 2 )ux + (2x 2xy)uy ;
f

(4)

2. Per la funzione f (x, y) = ye2x , il gradiente `e:


~ (x, y) = +4xye2x2 ux + e2x2 uy ;
f

(5)

3. Per la funzione f (x, y) = y 2 ex , il gradiente `e:


~ (x, y) = y 2 ex ux + 2yex uy ;
f

(6)

4. Per la funzione f (x, y) = log (x2 + y 2 ), il gradiente `e:


~ (x, y) = +
f

2x
2y
u
+
uy ;
x
x2 + y 2
x2 + y 2
3

(7)

5. Per la funzione f (x, y) = e y , il gradiente `e:


~ (x, y) = + 1 e xy ux 1 e xy uy ;
f
y
y2

(8)

6. Per la funzione f (x, y, z) = xy 2 + yz 3 z 2 , il gradiente `e:


~ (x, y, z) = +y 2 ux + (2xy + z 3 )uy + (3yz 2 2z)uz ;
f

(9)

7. Per la funzione f (x, y, z) = y sin z + x sin y, il gradiente `e:


~ (x, y, z) = sin yux + (sin z + x cos y)uy + y cos zuz ;
f
8. Per la funzione f (x, y, z) =

x2 + y 2 + z 2 , il gradiente `e:

x
y
~ (x, y, z) =
f
ux + 2
uy +
2
2
2
x +y +z
x + y2 + z2
z
uz ;
+ 2
x + y2 + z2
9. Per la funzione f (x, y, z) = ln r, con r =
~ (x, y, z) =
f

x2

(10)

(11)

x2 + y 2 + z 2 , il gradiente `e:

x
y
z
ux + 2
uy + 2
uz .(12)
2
2
2
2
+y +z
x +y +z
x + y2 + z2

v f
~ , nel nostro
10. Ricordando che la derivata direzionale `e data da: ||v
||
caso si ha:

1 
v ~
f = 4z 2 + 2xyz 2x2 z x2 y 8xz .
||v||
6

(13)

Laplaciano
In un sistema di coordinate cartesiane, il laplaciano di un campo scalare
f (x, y, z) `e dato da:
2 f (x, y, z) =

2f
2f
2f
+
+
.
x2
y 2
z 2

Nei casi proposti si ha:

(14)

1. Per la funzione
f (x, y, z) = xy 2 + yz 3 z 2 ,

(15)

le derivate parziali prime sono:


f
= y2 ,
x
f
= (2xy + z 3 ) ,
y
f
= (3yz 2 2z) ,
z

(16)

le derivate parziali seconde sono:


2f
= 0,
x2
2f
= 2x ,
y 2
2f
= 6yz 2 ,
z 2

(17)

e il laplaciano `e:
2 f (x, y, z) =

2f
2f
2f
+
+
= 2x + 6yz 2 ;
x2
y 2
z 2

(18)

2. Per la funzione f (x, y, z) = y sin z + x sin y, il laplaciano `e:


2 f (x, y, z) = x sin y y sin z ;
3. Per la funzione f (x, y, z) =

(19)

x2 + y 2 + z 2 , il laplaciano `e:

2
2 f (x, y, z) = 2
;
x + y2 + z2
4. Per la funzione f (x, y, z) = ln r, con r =
2 f (x, y, z) = +

x2

(20)

x2 + y 2 + z 2 , il laplaciano `e:

1
.
+ y2 + z2

(21)

Divergenza
In un sistema di coordinate cartesiane, la divergenza di un campo vettoriale
continuo e differenziabile F(x, y, z) = F1 ux + F2 uy + F3 uz `e la seguente
funzione scalare:
~ F(x, y, z) = F1 + F2 + F3 .
(22)

x
y
z
Nei casi proposti si ha:
1. Per il campo vettoriale
F(x, y, z) = +xyux + yzuy + xzuz ,

(23)

con F1 = +xy, F2 = +yz, F3 = +xz, le derivate parziali sono:


F1
=y ,
x
F2
=z ,
y
F3
=x,
z

(24)

e la divergenza `e:
~ F(x, y, z) = F1 + F2 + F3 = y + z + x ;

x
y
z

(25)

2. Per il campo vettoriale F(x, y, z) = (x2 + yz)ux + xyzuy + (x + y 2 z)uz ,


la divergenza `e:
~ F(x, y, z) = 2x + xz + y 2 ;

(26)

3. Per il campo vettoriale F(x, y, z) = x cos zux + y sin zuy + z cos yuz , la
divergenza `e:
~ F(x, y, z) = cos z + sin z + cos y .

(27)

Rotore
In un sistema di coordinate cartesiane, il rotore di un campo vettoriale continuo e differenziabile F(x, y, z) = F1 ux + F2 uy + F3 uz `e il seguente campo
vettoriale:
!
!
!
F3 F2
F1 F3
F2 F1
~
F(x, y, z) =

ux +

uy +

uz .(28)
y
z
z
x
x
y
Nei casi proposti si ha:
6

1. Per il campo vettoriale


F(x, y, z) = +xyux + yzuy + xzuz ,

(29)

con F1 = +xy, F2 = +yz, F3 = +xz, le derivate parziali sono:


F1
F1
F1
=y ,
=x ,
=0 ,
x
y
z
F2
F2
F2
=0 ,
=z ,
=y ,
x
y
z
F3
F3
F3
=z ,
=0 ,
=x ,
x
y
z

(30)

e il rotore `e:
!

~ F(x, y, z) = F3 F2 ux + F1 F3 uy +

y
z
z
x
!
F2 F1
+

uz = yux zuy xuz ;


x
y

(31)

2. Per il campo vettoriale F(x, y, z) = (x2 + yz)ux + xyzuy + (x + y 2 z)uz ,


il rotore `e:
~ F(x, y, z) = (2yz xy)ux + (y 1)uy + (yz z)uz ;

(32)

3. Per il campo vettoriale F(x, y, z) = x cos zux + y sin zuy + z cos yuz , il
rotore `e:
~ F(x, y, z) = z sin yux x sin zuy + y cos xuz .

(33)

Campi conservativi
1. Si tratta di valutare la seguente quantit`a:
!

F3 F2
F1 F3
F2 F1
~
F(x,
y, z) =

ux +

uy +

uz ,(34)
y
z
z
x
x
y
con
F =

kq1 q2
3

(x2 + y 2 + z 2 ) 2

(xux + yuy + zuz ) ,

(35)

e
F1 =

F2 =

F3 =

kq1 q2 x
3

(36)

(37)

(38)

(x2 + y 2 + z 2 ) 2
kq1 q2 y
(x2 + y 2 + z 2 ) 2
kq1 q2 z
(x2 + y 2 + z 2 ) 2

Le sue derivate parziali sono:


F1
+kq1 q2 3xy
+kq1 q2 3xz
F1
=
=
,
;
5
5
y
z
(x2 + y 2 + z 2 ) 2
(x2 + y 2 + z 2 ) 2
F2
F2
+kq1 q2 3xy
+kq1 q2 3yz
,
;
=
=
5
5
x
z
(x2 + y 2 + z 2 ) 2
(x2 + y 2 + z 2 ) 2
F3
+kq1 q2 3xz
+kq1 q2 3yz
F3
=
=
,
.
5
5
x
y
(x2 + y 2 + z 2 ) 2
(x2 + y 2 + z 2 ) 2

(39)

Iniziamo considerando la componente lungo ux del rotore:


F3 F2

y
z

+kq1 q2 3yz

(x2 + y 2 + z 2 )

5
2

+kq1 q2 3yz
5

=0;

(40)

(x2 + y 2 + z 2 ) 2

lo stesso risultato si trova per le altre componenti. Pertanto il rotore `e


nullo, ovvero la condizione di irrotazionalit`a `e verificata.
~ ,
2. Essendo la forza legata allenergia potenziale dalla relazione F = U
si trova
F = k (xux + yuy + zuz ) .

(41)

3. In questo caso abbiamo:


~ v = (2 a)xux + (3 b)uy + 0uz ,

che si annulla per a = 2 e b = 3.

(42)

Equazione di continuit`
a
Si ha che:
d
d
x
y
z
~ v = d

=
3 +
3 +
2
2
2
2
2
2
2
dx (x + y + z ) 2
dy (x + y + z ) 2
dz (x + y 2 + z 2 ) 23
=

x2 + y 2 + z 2 3x2 + x2 + y 2 + z 2 3y 2 + x2 + y 2 + z 2 3z 2
5

(x2 + y 2 + z 2 ) 2

quindi v `e un campo di velocit`a accettabile.

= 0 , (43)