Sei sulla pagina 1di 2

Riccardo Cortes

4F

Liceo Scientifico G.Brotzu

Lettera al mio
amico Gianfranco
Caro Gianfranco,
ti scrivo a proposito dei tristi fatti avvenuti nel nostro
beneamato paese. Allinterno di questo macabro clima di
terrore, ogni cittadino si sentiva bersagliato, ognuno si
sentiva una vittima; soprattutto dopo che uno dei nostri
capi pi popolari veniva tristemente ghigliottinato. Questa
esecuzione ha per assicurato un ampio sostegno al colpo
di Stato organizzato dai numerosi avversari politici di
Robespierre, convinti pi che mai di potere attenuare il
Terrore. Essi sparsero oltretutto la voce in giro la voce che
volesse restaurare la monarchia costituzionale istituita
nel 1791; provocando numerose minacce e calunnie nei
suoi confronti. Devo confessarti, mio caro amico, che ho
temuto personalmente per la mia sicurezza, dopo che
Robespierre tenne il suo discorso all'Assemblea della
Convenzione. Egli ammon sulla possibilit di una
cospirazione contro la Repubblica, minacci alcuni deputati
ignoti (ho temuto di esserne incluso) che avevano, a suo
parere, agito ingiustamente e avevano ecceduto nei loro
poteri e che andavano dunque puniti, infine sugger che il
Comitato di Salute Pubblica e quello sulla Sicurezza
Generale, suo avversario da molto tempo, fossero
rinnovati. Queste minacce crearono una grande agitazione;
in quanto Robespierre non aveva fatto nomi e ci si chiese
chi fossero i deputati destinati ad essere puniti. Il giorno
dopo la Convenzione, quando Saint-Just aveva iniziato a
parlare alla Convenzione, veniva continuamente interrotto

Riccardo Cortes

4F

Liceo Scientifico G.Brotzu

da violente proteste. Robespierre tentava invano di


controbattere, ma lui, Couthon e Saint-Just, sono stati
arrestati. Nessuna prigione voleva avere la responsabilit
di
imprigionarlo,
perci fu
condotto
dalle
truppe
della Comune di Parigi all'Hotel De Ville. Finalmente, la
tirannia di Robespierre stata abolita con la sua
esecuzione e con quella dei suoi seguaci, mentre i cittadini
emettevano grida di vittoria. Sono convinto che la
situazione possa migliorare, ma per adesso possiamo solo
consolarci. Stammi bene e fammi avere tue notizie.
Distinti
saluti,

Richa
rd de Cortes