Sei sulla pagina 1di 2

27/11/2015

Agendadigitale,Polimi:sipassiall'attuazione,Italialentasurecepimentoprovvedimenti|TechEconomy

UnprogettoideatoedirettodaStefanoEpifani

News
Visions
WorldNotes
Focus
Market&Business
VideoNews
Infografiche

HomeNewsMarket&BusinessAgendadigitale,Polimi:sipassi
allattuazione,Italialentasurecepimentoprovvedimenti

Agendadigitale,Polimi:sipassiallattuazione,
Italialentasurecepimentoprovvedimenti
26novembre2015
Byredazione
0commenti

Tweet

Mi piace

Condividi

Share

LItaliasullagendadigitalehacompiutodeipassiavantimacoralanecessitdipassareallazione.
EquestainsintesilanalisicondottadllOsservatorioAgendaDigitaledellaSchoolofManagement
del Politecnico di Milano. Nuovi piani strategici con obiettivi specifici e priorit chiare, un forte
orientamentoallattuazionedellAgID,progettiabilitanti,unagovernancerinnovata,risorseeuropee
finalmenteimpiegabili,unnuovoquadrodiriferimentopergliapprovvigionamentipubblici,riforme
strutturali con effetti sulla carta dirompenti e un mercato digitale che torna a crescere: sono tutte
condizionifavorevoliperlattuazionedellAgendaDigitalespiegaAlessandroPerego,Responsabile
scientificodegliOsservatoriDigitalInnovationdelPolitecnicodiMilano.Oranoncisonopialibi:
gliattoridelsistemadevonopassaredallagiustadenunciadegliostacoliedeiritardi,alleiniziative
http://www.techeconomy.it/2015/11/26/agendadigitalepolimisipassifaseattuazioneitalialentarecepimentoprovvedimenti/

1/7

27/11/2015

Agendadigitale,Polimi:sipassiall'attuazione,Italialentasurecepimentoprovvedimenti|TechEconomy

concrete. LAgenda Digitale italiana deve passare dalla fase di definizione dei piani a quella della
loroesecuzione.Auspichiamodipotermisuraregidalprossimoannosempremenoritardiesempre
pirisultatitangibili.
PerchseverochestatadefinitaunastrategianazionalediattuazionedellAgendaDigitale,cos
comepianiperlabandaultralarga,lafatturazioneelettronica,damarzoobbligatoriaversotuttelePA
realt, e si registra fermento a livello locale, con dieci Regioni italiane su 21 che hanno gi
formalizzato documenti sulle priorit di attuazione dellAgenda Digitale e altre 8 che li stanno
completando,purverocheanalizzandosolamenteinumerinonsinotaundecisosaltodiqualit:dal
2012 a oggi sono stati recepiti solo 32 dei 65 provvedimenti attuativi previsti dai Decreti Legge
sullAgenda Digitale, mentre il Digital Economy and Society Index (DESI) della Commissione
europea vede lItalia ancora ferma al quartultimo posto in Europa per digitalizzazione. Tuttavia,
nellultimo anno sono state gettate molte basi importanti per una svolta digitale del Paese. Ora il
momentodipassarealleffettivaattuazione.
Le possibilit di finanziamento ci sono, continua Perego: sono disponibili le risorse dei fondi
strutturali. Per accedervi per necessario sviluppare competenze avanzate di ingegneria
finanziaria,passandodallalogicadifinanziamentomonorisorsa,monoerogatoreemonoprodotto
che ha caratterizzato gli scorsi anni, a una blended funding, che abbini pi prodotti, attinga a
molteplicirisorse,spessoeuropee,ecerchidivalorizzarelacollaborazionetraPAeprivati.Eoltre
aifondieuropei,lattuazionedellADitalianapucontareanchesurisorsenazionali,localieprivate.
Selerisorselocalieprivatesonoincerteodifficilidaquantificare,perquellenazionalisipucontare
su22bandidifinanziamentonazionaleperunvalorecomplessivodi13miliardidieurodisponibilia
partiredal2015(dicui3,5miliardigiduranteil2015)utilizzabiliinparticolaredaimpreseprivate.
Unadisponibilitsignificativa,masolo9bandisu22(eil46%dellerisorsedisponibili)hannocome
obiettivo specifico uno o pi temi di Agenda Digitale. necessario quindi inserire investimenti in
digitalizzazioneinprogettifinalizzatiallottenimentodialtririsultati.
Quindi si deve passare allattuazione: dei 32 provvedimenti ancora da recepire, 20 avevano una
scadenzarispettoacuipresentanoritardimedidioltre700giorni,mentre14richiedonoingentisforzi
di coordinamento. Solo un provvedimento stato abrogato. Le principali ragioni dei ritardi sono
leccessivo numero di provvedimenti attuativi, una progressiva stratificazione di atti normativi nel
tempo, lassenza di un effettivo monitoraggio periodico, lelevato numero di provvedimenti senza
scadenza.Persemplificareillavorodelregolatore,potrebbeessereutileabrogare11provvedimentiil
cui contenuto ormai obsoleto, come conseguenza del decorso del tempo o della successiva
emanazionedialtreLeggi.
LOsservatorioAgendaDigitalehaanchedefinitouncruscottodioltre100indicatoricheconsentadi
fare precisi confronti con gli altri Paesi europei per ogni area di attuazione. Ha quindi elaborato un
indicatorecomplessivo,ilDigitalMaturityIndex(DMI)cheriportainmodosinteticolostatodi
digitalizzazionedeivariPaesieuropeiedimostraunastrettacorrelazionetraquestoindiceeilPILpro
capite.SecondoilDMIlItaliarisultaal21postosu28PaesieuropeiedilPaeseconpialtoPIL
procapitetraquellicaratterizzatidabassivaloridelDMI.PerallineareilPILprocapiteaiPaesipi
ricchi con dimensione simile alla nostra indispensabile un incremento significativo delle
performancesulfrontedellatrasformazionedigitale.
Confrontando lItalia e gli altri Paesi europei sulla base del cruscotto di indicatori, si nota come
lattuale Agenda Digitale italiana abbia aree di attuazione poco coperte, come quella
dellInnovazione digitale delle imprese. Sono tuttavia stati impostati buoni sistemi di monitoraggio
per le aree legate a Connettivit, eGov e Competenze conclude . In generale lattuazione
dellAgendaDigitaleitalianaallineataalrestodEuropaperleareeeGoveOpenGov,mentrein
ritardo per le altre aree. Con i progetti SPID, PagoPa e ANPR in via di miglioramento larea
relativaalleInfrastrutturediservizidigitaliaPAeimprese.

http://www.techeconomy.it/2015/11/26/agendadigitalepolimisipassifaseattuazioneitalialentarecepimentoprovvedimenti/

2/7