Sei sulla pagina 1di 23

Prof.

Alessandro Stranieri

CENNI DI TEORIA
MUSICALE

La notazione

LA NOTAZIONE
Le note musicali
Nella scrittura musicale i suoni vengono rappresentati attraverso dei
segni chiamati note musicali
Ad ogni nota musicale assegnata unaltezza precisa, misurata in hertz
Le note musicali sono sette: Do, Re, Mi, fa, Sol, La, Si
Queste sette note rappresentano sette suoni, dal pi grave al pi acuto
La successione delle sette note viene chiamata scala musicale

LA NOTAZIONE
La scala musicale
Per coprire tutti i suoni udibili dallorecchio umano la scala
musicale deve essere ripetuta pi volte
Ad ogni ripetizione le note, pur mantenendo lo stesso nome,
cambiano di altezza
La distanza tra due note con lo stesso nome ma di altezza diversa
viene chiamata ottava
La distanza di ottava si ottiene raddoppiando la frequenza del
suono iniziale

LA NOTAZIONE
I nomi delle note musicali
Per identificare le note usiamo il sistema di notazione sillabica
Questo sistema fu introdotto da Guido dArezzo (992 1050)
La notazione sillabica identifica le note con le sillabe:
Do Re Mi Fa Sol La Si
Esiste inoltre un sistema di notazione alfabetica, anglosassone:
A = La B = Si C = Do D = Re E = Mi F = Fa G = Sol

LA NOTAZIONE
La nascita della scrittura musicale
Il monaco benedettino Guido dArezzo (995 1050) pu essere
definito il fondatore della moderna notazione musicale. A lui spetta il
merito di aver definito un insieme di quattro linee, chiamato
tetragramma (dal greco tetra: quattro, e gramma: segni, linee) e di
aver fissato i nomi di sei suoni con le sillabe Ut, Re, Mi, Fa, Sol, La,
tratte dalle sillabe iniziali dei versi di un inno composto nell VIII
secolo da Paolo Diacono: linno a San Giovanni.

LA NOTAZIONE
Ecco il testo dellinno:

Ut queant laxis
Resonare fibris
Mira gestorum
Famuli tuorum
Solve polluti
Labii reatum
Sancte Joannes
Traduzione: Affinch i tuoi servi, a gola spiegata, possano esaltare le tue
gesta meravigliose, togli, o San giovanni, ogni impurit dalle loro labbra.

LA NOTAZIONE
Guido dArezzo scelse questo inno perch ogni versetto veniva intonato su una
diversa nota della scala (dalla prima nota fino alla sesta); questinno era molto
conosciuto, di conseguenza era facile abbinare la sillaba iniziale di ogni
versetto al suono della nota corrispondente. In pratica, conoscendo la melodia
dellinno, era possibile intonare esattamente i sei suoni corrispondenti allinizio
di ciascun versetto.
Il nome Si, dato al settimo suono, fu aggiunto in seguito, ricavandolo dalle
iniziali di Sancte Joannes.
A distanza di qualche secolo, Ut fu trasformato in Do; infine alle quattro linee
se ne aggiunse definitivamente una quinta: era nato il pentagramma.

Traduzione: Affinch i tuoi servi, a gola spiegata, possano esaltare le tue gesta meravigliose,
togli, o San giovanni, ogni impurit dalle loro labbra.
Guido dArezzo scelse questo inno perch ogni versetto veniva intonato su una diversa nota della
scala (dalla prima nota fino alla sesta); questinno era molto conosciuto, di conseguenza era facile
abbinare la sillaba iniziale di ogni versetto al suono della nota corrispondente.
In pratica, conoscendo la melodia dellinno, era possibile intonare esattamente i sei suoni
corrispondenti allinizio di ciascun versetto.
Il nome Si, dato al settimo suono, fu aggiunto in seguito, ricavandolo dalle iniziali di Sancte
Joannes.
A distanza di qualche secolo, Ut fu trasformato in Do; infine alle quattro linee se ne aggiunse
definitivamente una quinta: era nato il pentagramma.

LA NOTAZIONE
Il versetto

Nota musicale - Wikipedia

17/06/08 11:47

Nota musicale
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con l'espressione Nota Musicale si intendono fondamentalmente due cose: il segno con cui si
rappresentano i suoni usati nella musica e il singolo suono stesso, generato da uno strumento o dalla voce
umana. Nel sistema di scrittura tradizionalmente impiegato per la musica colta europea degli ultimi quattro
secoli, le note scritte sono cerchietti vuoti o pieni, dotati o meno di diversi tipi di altri segni specifici, che
trovano posto sul pentagramma.
Indice
1 Nomi delle note
2 Storia
3 Notazioni alternative
2
3.1 La notazione letterale
3.2 La notazione sopra gli articoli delle dita delle mani
4 Le note sul pentagramma
5 Frequenza delle note
6 Voci correlate

LA NOTAZIONE

Nomi delle note

Due note, di cui una ha frequenza doppia rispetto all'altra, sembrano molto simili e di conseguenza sono
comunemente chiamate con lo stesso nome. L'intervallo determinato da queste note detto ottava. Pertanto,
per identificare una nota in modo univoco si deve indicare anche l'ottava di appartenenza.

Se
consideriamo
la scala
cromatica, ci sono altri suoni che si
Le note
musicali della scala diatonica
sono SETTE:
ottengono
abbassando o alzando di un semitono le 7 note diatoniche
Do Re Mi Fa Sol La Si
mediante bemolle e diesis.
Se consideriamo la scala cromatica, ci sono altri suoni che si ottengono abbassando o alzando di un
semitono le 7 note diatoniche mediante bemolle ( ) e diesis ( ).
Nome
Naturali

prima

seconda

Do

Re

terza quarta
Mi

Fa

quinta

sesta

settima

Sol

la

Si

Diesis

Do

Re

Fa

Sol

La

Bemolle

Re

Mi

Sol

La

Si

Varianti

Ut

Anglosassoni

Diesis (testo)

D
Cis

Bemolle (testo)
Tedesche

http://it.wikipedia.org/wiki/Nota_musicale

Dis

Des
C

B
Ais

As
G

Ti

A
Gis

Ges
E

G
Fis

Es
D

So

Bes
A

H
Pagina 1 di 4

Durata delle note

La durata delle note


La durata delle note e delle pause
Per rappresentare la durata delle note di utilizzano dei segni
chiamati figure musicali.
I momenti di silenzio sono rappresentati da segni chiamati pause.
Lunit di misura delle figure musicali e delle pause la pulsazione.
La durata nel tempo delle figure musicali e delle pause non
assoluta ma relativa alla velocit delle pulsazioni ritmiche.

Le figure musicali e le pause

La durata delle note

Unit didattica di Educazione Musicale

nostro lavoro

Classe prima
Le figure musicali

e i segni che rappresentano la durata dei suoni e dei silenzi nella scrittura della
Le figure musicali sono segni che indicano il valore (la durata) di ogni
nota
funzione della battuta
e il significato della frazione del tempo.

he laltezza e la durata sono due parametri fondamentali nella scrittura della musica.
Questi
segni
vengono
posti sul pentagramma per indicare laltezza
a leggere alcune semplici
figure
musicali
e pause.
esatta del suono (la nota musicale) da eseguire

le note e delle pause


Le figure musicali sono formate da tre elementi:

esentare la durata delle note di utilizzano dei segni chiamati figure musicali.
1- La testa della nota.
2- Il gambo.
3- Le code, o cediglie.
ti di silenzio sono rappresentati da segni chiamati pause.
i misura delle figure musicali e delle pause la pulsazione.
nel tempo delle figure musicali e delle pause non assoluta ma relativa alla
delle pulsazioni ritmiche.

sicali

musicali sono segni che indicano il valore (la durata) di ogni nota
gni vengono posti sul pentagramma per indicare laltezza esatta del suono (la nota
) da eseguire
musicali sono formate da tre elementi:
a testa della nota.
gambo.
GAMBO
CEDIGLIE
e code, o cediglie.

La durata delle note

ta costituita da un cerchietto
ianco o nero) che, posizionato sul
dica laltezza del suono (nota

etto si aggiunge una linea

no essere aggiunte una o pi code,

TESTA

la testa delle note sulLapentagramma


determina
lorosul
altezza
e il loro nome
posizione della
testa dellelanote
pentagramma
determina la loro altezza e il loro
ote viene invece rappresentata:
nome La durata delle note viene invece rappresentata:
so colore della testa(bianco
o nero)
Dal diverso
colore della testa (bianco o nero)
senza o meno del gambo
Dalla presenza o meno del gambo
ero delle cediglie Dal numero delle cediglie
Le
musicali
si misuranodicon
o sottomultipli
musicali si misurano
configure
multipli
o sottomultipli
unmultipli
valore di
riferimento di un valore di riferimento

La durata delle note

Questovalore
valoredidiriferimento,
riferimento,che
che comunemente
comunemente corrisponde ad una pulsazione,
Questo
pulsazione, viene
viene
chiamatoquarto.
quarto. IL QUARTO (1/4)
hiamato

La figura musicale che comunemente corrisponde


alla durata di una pulsazione viene chiamata quarto
ra
musicale
che
comunemente
corrisponde
alla durata
durata di
di
una
pulsazione
a musicale che comunemente
corrisponde
alla
pulsazione
o semiminima.
Per facilitarne
launa
lettura
questa
hiamata
quarto
o
semiminima.
iamata quarto o semiminima.
figura si pu chiamare TA.
litarne
la
lettura
questa
figura sisi pu
pu chiamare
chiamare TA.
TA.
itarne la lettura questa figura

arto
rto

Esiste
anche ad
una
pausa della
che corrisponde
ad un
nche
unapausa
pausache
che
corrisponde
un silenzio
silenzio
durata di
che una
corrisponde
ad un
della durata
di un
un quarto.
quarto.
della durata
di un quarto. La pausa un
ada
daun
unquarto
quartopu
pusilenzio
esserechiamata
chiamata
ZITTO.
essere
ZITTO.
momento in cui lo strumento non suona.
Questo valore il valore di riferimento, che comunemente

et
ad una
pulsazionecorrisponde ad una pulsazione, viene
Questo valore di corrisponde
riferimento, che
comunemente
et

piando
il valore
del quarto si ottiene la met o minima.
chiamato
quarto.
piando
il
valore
del
quarto si ottiene
la met o minima.
Questo
riferimento,
che essere
comunemente
ad una pulsazione, viene
litarne
la valore
letturadiquesta
figura pu
chiamatacorrisponde
TA-A.
itarne
la
lettura
questa
figura
pu
essere
chiamata
TA-A.
chiamato quarto.

arto

a di semiminima viene rappresentata da un rettangolo posto sopra la terza


ura
che comunemente
corrisponde
alla durataposto
di unasopra
pulsazione
dimusicale
semiminima
viene rappresentata
da un rettangolo
la terza
l pentagramma.
uarto
hiamata
quarto o semiminima.
pentagramma.
ura
musicale
che comunemente
corrisponde
alla TA.
durata di una pulsazione
ilitarne la lettura
questa figura si
pu chiamare
chiamata quarto o semiminima.
cilitarne
letturache
questa
figura siad
pu
TA. durata di un quarto.
anche
unalapausa
corrisponde
unchiamare
silenzio della
ero
sa
da un quarto pu essere chiamata ZITTO.
ro
anche una
pausadella
che corrisponde
ad un
silenzio
della durata di un quarto.
piando
il valore
met si ottiene
lintero
o semibreve.
piando
illavalore
met
sichiamata
ottiene
lintero
o semibreve.
usa
da un
quarto
pu
essere
ZITTO.
litarne
letturadella
questa
figura
pu essere
chiamata
TA-A-A-A.
itarne la lettura questa
figura
pu
essere
chiamata
TA-A-A-A.
La met (2/4)

La durata delle note

met
a di semibreve viene
rappresentata
da un rettangolo
sotto la quarta
Raddoppiando
il valore
del quartoposto
si ottiene
meta! o
ppiando
il
valore
del
quarto
si
ottiene
la
met
o
minima.
di
semibreve
viene
rappresentata
da
un
rettangolo
posto
sotto
la
quarta
l pentagramma. minima. Per facilitarne la lettura questa figura pu
met

ilitarne
la lettura questa chiamata
figura pu
essere chiamata TA-A.
pentagramma.
TA-A.
oppiando il valore essere
del quarto si ottiene
la met o minima.
cilitarne la lettura questa figura pu essere chiamata TA-A.

sa di semiminimaLa
viene
rappresentata
da un rettangolo
posto sopra da
la terza
pausa
di semiminima
viene rappresentata
un
el pentagramma. rettangolo posto sopra la terza linea del pentagramma.
usa di semiminima viene rappresentata da un rettangolo posto sopra la terza
del pentagramma.

ero
ppiando
tero il valore della met si ottiene lintero o semibreve.

ilitarne laillettura
figura
essere
chiamata
TA-A-A-A.
oppiando
valorequesta
della met
si pu
ottiene
lintero
o semibreve.
cilitarne la lettura questa figura pu essere chiamata TA-A-A-A.

sa di semibreve viene rappresentata da un rettangolo posto sotto la quarta

do il valore del quarto si ottiene la met o minima.


et
ne
la lettura questa figura pu essere chiamata TA-A.

La durata delle note

piando il valore del quarto si ottiene la met o minima.


itarne la lettura questa figura pu essere chiamata TA-A.

semiminima viene rappresentata da un rettangolo posto sopra la terza


ntagramma.

a di semiminima viene rappresentata da un rettangolo posto sopra la terza


pentagramma.
Lintero

Raddoppiando il valore della met si ottiene


lintero
o semibreve.
facilitarne la lettura questa
do il valore della met
si ottiene
linteroPer
o semibreve.
ero
ne la lettura questafigura
figurapu
puessere
esserechiamata
chiamataTA-A-A-A.
TA-A-A-A.
piando il valore della met si ottiene lintero o semibreve.
itarne la lettura questa figura pu essere chiamata TA-A-A-A.

semibreve viene rappresentata


un rettangolo
sotto la quarta
La pausa di da
semibreve
vieneposto
rappresentata
da un
ntagramma.
rettangolo
posto
sotto la posto
quarta
a di semibreve viene
rappresentata
da un rettangolo
sotto linea
la quartadel
pentagramma.

pentagramma.

La durata delle note


Tabella riassuntiva
NOME

Semibreve

Minima

Semiminima

VALORE

Intero

Met

22

Quarto

FIGURA

PAUSA

TA-A-A-A

1-2-3-4

TA-A

1-2

TA

ZITTO

GRAFICO

4/4

2/4

1/4

La battuta
Le figure musicali e le pause vengono utilizzate per determinare la durata dei suoni e dei silenzi in
un brano musicale.
Le figure e le pause vengono inserite nel pentagramma in gruppi di valore uguale, chiamati battute.

TA-A
Minima

Met

1-2

2/4

La durata delle note


TA

Semiminima

La battuta

Quarto

ZITTO

1/4

Le figure musicali e le pause vengono utilizzate per determinare la


durata dei suoni e dei silenzi in un brano musicale.
La figure
battuta
Le
e le pause vengono inserite nel pentagramma in gruppi di
valore
uguale,
chiamati
battute
sonodei delimitate
dain
Le figure musicali
e le pause
vengonobattute.
utilizzate perLe
determinare
la durata
suoni e dei silenzi
un brano musicale.
lineette
verticali chiamate spezzabattute o stanghette.

Le figure e le pause vengono inserite nel pentagramma in gruppi di valore uguale, chiamati battute.
Le battute sono delimitate da lineette verticali chiamate spezzabattute.
SPEZZABATTUTA

BATTUTA

BATTUTA

BATTUTA

BATTUTA

La durata delle note


3

Il valore
delle battute
determinato da un segno di frazione posto allinizio
La frazione
del tempo
del brano musicale, dopo la chiave. La frazione del tempo indica:
Il valore delle battute determinato da un segno di frazione posto allinizio del brano musicale,
dopo
la chiave
Il numero
di movimenti (pulsazioni) in cui divisa la battuta.
La frazione del tempo indica:
Il valore
di
ciascun movimento.
Il numero di movimenti (pulsazioni) in cui divisa la battuta.
Il valore
complessivo
ogni battuta.
Il valore
di ciascun di
movimento.
Il valore complessivo di ogni battuta.
Numero di
movimenti in cui
divisa la battuta

Valore
complessivo
della battuta

Valore di ciascun
movimento

Il valore della battuta


In un brano musicale ogni battuta deve contenere esattamente il valore indicato dalla frazione del
tempo

IL RITMO

Il ritmo
Luomo da sempre circondato dal ritmo; questo non solo l'elemento
fondamentale della musica, ma l'elemento portante dell'universo.
Possiamo considerare il ritmo come "qualcosa di fortemente connesso
al movimento che si ripresenta regolarmente nel tempo (Ott
Krolyi-1965).
Il ritmo un fenomeno squisitamente naturale; il ritmo addirittura in
noi stessi. Pensiamo ad esempio al battito del cuore e al respiro, atti
involontari del nostro corpo che scandiscono il ritmo della nostra vita.
Il camminare e soprattutto il parlare sono elementi fortemente
connotati dal ritmo.

Il ritmo
Se esaminiamo questi fenomeni ci accorgiamo che si realizzano
sempre in due tempi:
A - il cuore si contrae (1 tempo) e poi si decontrae (2 tempo);
B - l'aria entra nei polmoni inspirando (1 tempo) ed esce
espirando (2 tempo);
C - camminando si porta avanti un piede (1 tempo) e poi l'altro
(2 tempo);

Il ritmo
Inoltre possiamo constatare come la velocit e la durata di
questi movimenti siano assolutamente regolari nel loro ritmo
binario, cio nella loro fase alternata di attuazione. In tutte le
cose che ci circondano troviamo degli elementi ritmici che si
succedono con la stessa frequenza.
Per capire meglio il ritmo, utilizzeremo come esempio la
scansione del linguaggio parlato. Le poesie sono un ottimo
esempio di ritmo, in quanto organizzate in pi frasi secondo le
leggi della metrica.

Il ritmo
La musica nelAd
fitness
di gruppo
esempio:
lira, cane, pane sono tutte parole binarie (li-ra, ca-ne,
Luomo da sempre circondato dal ritmo; questo non solo l'elemento fondamentale della musica,
ecc.) che presentano al loro interno un certo elemento: laccento.
ma l'elemento portante dell'universo. Possiamo considerare il ritmo come "qualcosa di fortemente
Nel pronunciarle
notereteregolarmente
che la primanel
sillaba
di ogni

connesso al movimento
che si ripresenta
tempo
(Ottparola
Krolyi-1965).
c-ne, p-ne.
Il ritmo un accentata:
fenomeno l-ra,
squisitamente
naturale; il ritmo addirittura in noi stessi. Pensiamo ad
esempio al battito del cuore e al respiro, atti involontari del nostro corpo che scandiscono il ritmo
della nostra vita. Il camminare
e soprattuttoun
il altro
parlare
sono elementi
fortemente
Da questo deriviamo
aspetto
del ritmo
e cio: connotati dal ritmo.
Se esaminiamo questi fenomeniilcitempo
accorgiamo
si realizzano
forte eche
il tempo
debole.sempre in due tempi:
- il cuore si contrae (1 tempo) e poi si decontrae (2 tempo);
Viene detto tempo forte la sillaba su cui cade l'accento e debole
- l'aria entra nei polmoni inspirando (1 tempo) ed esce espirando (2 tempo);
- camminando quella
si portasenza.
avanti un piede (1 tempo) e poi l'altro (2 tempo);
Inoltre possiamo constatare come la velocit e la durata di questi movimenti siano assolutamente
regolari nel loro ritmo binario, cio nella loro fase alternata di attuazione. In tutte le cose che ci
circondano troviamo degli elementi ritmici che si succedono con la stessa frequenza. Per capire
meglio il ritmo, utilizzeremo come esempio la scansione del linguaggio parlato. Le poesie sono un
ottimo esempio di ritmo, in quanto organizzate in pi frasi secondo le leggi della metrica. Per fare
un esempio terra terra, utilizzeremo alcune parole di 2 sillabe, rispecchiando i 2 tempi
precedentemente accennati.

Il ritmo

Ad esempio: lira, cane, pane sono tutte parole binarie (li-ra, ca-ne, ecc.) che presentano al loro
interno un certo elemento: laccento. Nel pronunciarle noterete che la prima sillaba di ogni parola
accentata: l-ra, c-ne, p-ne. Da questo deriviamo un altro aspetto del ritmo e cio il tempo forte e
il tempo debole. Viene detto tempo forte la sillaba su cui cade l'accento e debole quella senza.
ora a descrivere
musicalmente
e ritmicamente
le
Proviamo ora a Proviamo
descrivere musicalmente
e ritmicamente
le parole
viste in precedenza.
parole viste in precedenza.

Abbiamo aggiunto alle parole i simboli della notazione musicale. Il numero presente all'inizio
indica i due tempi di cui la parola composta. Le stanghette verticali pi marcate indicano che l
finisce una battuta e ne comincia un'altra. La battuta quindi lo spazio compreso tra due stanghette.
All'interno di ciascuna battuta troviamo delle figure musicali (2 per ogni battuta nel nostro esempio)
che indicano la durata della sillaba. In questo caso le note sono tutte uguali in quanto le sillabe
hanno uguale durata nella pronuncia, anche se accentate diversamente. Nelle partiture troviamo
spesso due numeri in forma di frazione come ad esempio 2/4, 4/4, i quali rappresentano la misura

meglio il ritmo, utilizzeremo come esempio la scansione del linguaggio parlato. Le poesie sono un
ottimo esempio di ritmo, in quanto organizzate in pi frasi secondo le leggi della metrica. Per fare
un esempio terra terra, utilizzeremo alcune parole di 2 sillabe, rispecchiando i 2 tempi
precedentemente accennati.

Il ritmo

Ad esempio: lira, cane, pane sono tutte parole binarie (li-ra, ca-ne, ecc.) che presentano al loro
interno un certo elemento: laccento. Nel pronunciarle noterete che la prima sillaba di ogni parola
accentata: l-ra, c-ne, p-ne. Da questo deriviamo un altro aspetto del ritmo e cio il tempo forte e
il tempo debole.
Viene aggiunto
detto tempo
la i sillaba
cui notazione
cade l'accento
e debole quella senza.
Abbiamo
alle forte
parole
simbolisudella
musicale.
Proviamo ora Il
a descrivere
musicalmente
e ritmicamente
le parole
in precedenza.
numero presente
all'inizio
indica i due
tempiviste
di cui
la parola
composta. Le stanghette verticali pi marcate indicano che l finisce
una battuta e ne comincia un'altra.

La battuta quindi lo spazio compreso tra due stanghette.


All'interno
di ciascuna
battuta
figureIlmusicali
per
Abbiamo aggiunto
alle parole
i simboli
della troviamo
notazionedelle
musicale.
numero (2presente
all'inizio
indica i due tempi
cui la parola
composta.
Le stanghette
verticalilapi
marcate
indicano che l
ognidi battuta
nel nostro
esempio)
che indicano
durata
della
finisce una battuta
e ne comincia un'altra. La battuta quindi lo spazio compreso tra due stanghette.
sillaba.
All'interno di ciascuna battuta troviamo delle figure musicali (2 per ogni battuta nel nostro esempio)
che indicano la durata della sillaba. In questo caso le note sono tutte uguali in quanto le sillabe
hanno uguale durata nella pronuncia, anche se accentate diversamente. Nelle partiture troviamo
spesso due numeri in forma di frazione come ad esempio 2/4, 4/4, i quali rappresentano la misura
del tempo, indicano cio il tipo di battuta. Nel caso del tempo in 2/4, la prima cifra (il 2) ci dice che
la battuta di due tempi (binaria) mentre la seconda cifra (il 4) indica quale tipo di nota deve servire
come unit di misura della battuta. Nel nostro caso il numero '4' indica che la nota ha valore di un
quarto di nota (1/4) cio di una semiminima, il cui simbolo grafico : ---------

Il ritmo

In tutte le discipline aerobiche che utilizzano la musica per scandire il


tempo, il ritmo usato un ritmo quaternario, composto cio da 4 tempi.
Questo non altro che un ritmo binario raddoppiato.
all'esempio
parole
e degli
In tutteRitornando
le discipline aerobiche
che delle
utilizzano
la musica
peraccenti
scandireavremo:
il tempo, il ritmo usato un
ritmo quaternario, composto cio da 4 tempi. Questo non altro che un ritmo binario raddoppiato.
Ritornando all'esempio delle parole e degli accenti avremo:

In questo modo gli accenti forti sono diventati due e cadranno sulla prima e sulla terza sillaba della
parola. La durata di ciascuna nota rimasta la stessa, cio 1/4, (una semiminima).
Quindi la numerazione frazionata sar di 4/4 il che significa che ciascuna battuta composta da 4
note, ognuna della durata di un quarto (1/4). La musica in 4/4 viene anche detta di 32 battiti (o
tempo comune). Il significato dei 32 battiti molto semplice. Abbiamo visto che nel tempo
quaternario ci sono 2 battute, ciascuna composta da 4 tempi. Lintera frase musicale (cio le 2
battute) sar composta da 8 tempi (4 + 4), i quali, moltiplicati per 4, daranno luogo a 32 tempi.
Questi sono solitamente utilizzati nelle canzoni pop e dance per comporre la frase musicale. Gli 8

Il ritmo

Il ritmo

Il ritmo

La semicroma

La figura musicale che vale mezzo ottavo viene chiamata


sedicesimo o semicroma.
Questa figura si chiama sedicesimo perch corrisponde
alla sedicesima parte di un intero.
Il valore di un intero (4/4) quindi uguale al valore di
sedici semicrome (16/16).
Il sedicesimo si riconosce per la presenza di due code
alla sommit del gambo.

Nella notazione musicale vengono utilizzate altre due figure musicali:


Il trentaduesimo o biscroma (con tre code).
Il sessantaquattresimo o semibiscroma (con quattro code).
Queste figure, e le relative pause, valgono rispettivamente 1/32 e 1/64 dellintero.

Il ritmo

Schema riassuntivo

Schema riassuntivo
1/1
2/2

4/4

8/8

16/16

Il ritmo

IL BRANO MUSICALE

Il ritmo
Struttura di un brano
Tutti i brani presentano una loro particolare struttura di solito
piuttosto simile. Le parti di cui si compone un brano o
canzone sono:

Introduzione
Strofa
Ritornello
Ponte (Bridge)
Melodia (o assolo)
Ritornello finale

Il ritmo
Disposizione delle varie parti

TIPO 1
Introduzione

Strofa

Ritornello

Strofa

Ritornello

Assolo

Ritornello

TIPO 2
Introduzione

Strofa

Strofa

Ritornello Assolo Ritornello Ritornello conclusivo

Il ritmo
Durata delle varie parti

Introduzione

Strofa

Ritornello

Assolo

Conclusione

2
o pi misure

8-12
misure

8-12
misure

8
misure

1-2
misure

Battute al minuto

Il ritmo
Battute per minuto (Bpm)
Tutti i brani presentano una loro velocit di andamento, che
viene comunemente misurata in battute per minuto e che in
maniera abbreviata viene scritta come Bpm. Secondo quanto
esposto nella parte riguardante la divisione binaria, i Bpm
rappresentano il valore delle crome (1/8) e sono quelli che ci
fanno scandire gli 8 battiti durante la lezione di ginnastica
con la musica.

Il ritmo
Conteggio dei bpm
Ma come vanno contati praticamente i Bpm? Non dobbiamo
far altro che ascoltare il ritmo scandito dal brano, quello
datosolitamente dal 'bum-bum' della grancassa e contare fino
ad 8 per avere una misura completa. Possiamo cos stabilire la
velocit di un brano contando quanti '8' si susseguono in
un minuto.

Il ritmo
Conteggio dei bpm
Ancora pi semplice se invece di contare per 1 minuto,
contiamo quanti '8' sono presenti in 15 secondi e poi
moltiplichiamo il valore ottenuto per 4. Pi o meno con lo
stesso sistema che abbiamo appreso per la misurazione della
frequenza cardiaca.
Ad esempio: se in 15 secondi contiamo 3 volte 8 (cio 24
bum-bum) significa che in 1 minuto avremo 96 Bpm (24 x 4).
Diremo quindi che il brano in questione ha una velocit di
96 bpm!

Il ritmo
I bpm nella lezione
Usualmente i brani utilizzati per le lezioni di step e di aerobica
hanno una velocit compresa tra i 128 e 140 Bpm. I Bpm ci
aiutano durante la lezione a contare il tempo insieme
allinsegnante.
Possiamo infatti scandire ad altavoce: ... 5, 6, 7, 8 per far meglio
capire quando si avvicina il momento del cambio movimento.
Arrivati a questo punto, possiamo finalmente associare il
conteggio dei Bpm con il movimento del corpo.

Il ritmo
I bpm nella lezione
Se ad esempio eseguiamo uno 'Step Touch' (letteralmente, passo e tocco,
cio un passo che prevede successivi apri-chiudi dei piedi) potremo
contare tale passo nel seguente modo; da posizione di gambe unite:
fase di andata
- Divarico le gambe a Dx (1 tempo, accento forte) conto 1;
- Riunisco le gambe, conto 2;
fase di ritorno
- Divarico le gambe a Sx (2 tempo, debole) conto 3;
- Riunisco le gambe, conto 4.
Ripeto tutto per due volte, ed ottengo 8 tempi.
In una fase di andata e ritorno di Step Touch abbiamo realizzato i primi 4
tempi; baster ora ripetere un'altra andata e ritorno per completare gli 8
tempi della battuta.

Il ritmo
Gli Rpm dello spinning
Ritmo blando e recupero:
60-65 pedalate al minuto, con una frequenza cardiaca pari al 60%
della massima teorica;
Resistenza:
65-70 pedalate al minuto, con una frequenza cardiaca pari a circa il
65% della massima teorica.
Fondo:
70-80 pedalate al minuto, con una frequenza cardiaca pari a circa il
70% della massima teorica;
Velocit:
80-90 pedalate al minuto, con una frequenza di battito pari
all!80-85% della frequenza cardiaca massima teorica.

IL QUADRATO MUSICALE

Master beat

Rincorsa

1
2

32 tempi
8x4

6
5

3
4

Comando
cambio