You are on page 1of 3

Introduzione

Cosa la Storia

Contenuto della lezione


1. La Storia ci dice chi siamo
Approfondimento: Il metodo storico
2. Come si studia la Storia

Lezioni di Storia (rev. 0.1) di Francesco Barritta


Rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.
Copia della licenza disponibile su http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

1. La Storia ci dice chi siamo


LA STORIA CI PARLA DI NOI
Da dove veniamo? Perch siamo diventati
ci che siamo? Sono questi interrogativi che,
prima o poi nella vita, tutti ci poniamo.
il bisogno delluomo di conoscere linsieme
delle vicende che lo hanno preceduto, che
ha vissuto e che vive, per capire meglio quale
sar il suo domani. Si tratta, in sostanza, della
propria storia.
Anche i popoli, a grandi linee, hanno bisogno
di soddisfare le stesse necessit, di conoscere il proprio passato, per capire i motivi che
lo hanno condotto ad arrivare alla situazione
presente.

IL PASSATO PER CAPIRE IL PRESENTE


Chi conosce il proprio passato ha lopportunit di capire e di scegliere ci che stato
giusto e buono e ci che non lo stato, quindi ci che merita di essere conservato e ci
che non si dovr pi ripetere.
Chi vuole capire quanto si compiuto, fa-

Approfondimento
Il metodo storico
La storia la ricostruzione del passato effettuata affinch le conquiste
dellumanit non vengano dimenticate con il passare del tempo e le imprese grandi e meravigliose [...] ricevano il
tributo di gloria che meritano (Erodoto).
(adattamento dellarticolo Beyond
Lesson Learned, di Luciano Garagna )

cendo un viaggio a ritroso per ricostruire gli


eventi storici, deve essere capace di conoscere gli eventi e i fenomeni oltre a collocarli
correttamente nel tempo e nello spazio.

DOCUMENTI, SPAZIO E TEMPO


Per far ci necesario saper leggere i documenti e attribuirgli il giusto significato. Bisogna inoltre saper collegare i vari avvenimenti
tra di loro, per comprenderli meglio.
Per mettere in relazione i vari avvenimenti, bisogna saperli collocare nel tempo, cio
capire quando si sono verificati, riuscendo
a capire se sono contemporanei o no, cio
se un avvenimento viene prima (anteriore) e
uno dopo (posteriore), e saper inoltre indicare per quanto tempo sono durati.
Oltre a saper collocare bene nel tempo un
evento, poi necessario saperlo collocare
nello spazio, cio capire dove lavvenimento
si sia verificato.

LAPPROCCIO DELLO STORICO


Una ricostruzione storica si basa sempre su
fonti in grado di comunicarci qualcosa sugli
eventi che lo storico sta studiando. Il primo
passo della ricerca dello storico coincide
con la raccolta delle informazioni.
Mentre nello studio delle civilt antiche il
primo problema la mancanza di fonti giunte intatte fino ai nostri giorni, gli studiosi di
storia contemporanea hanno difficolt nel
selezionare fonti tra le tante disponibili.
Per non perdersi nel compito di scelta della
fonte, necessario formulare ipotesi utili a
indirizzare lattivit dei ricerca.
Dopo essere state raccolte, le fonti vengono sottoposte ad una rigorosa metodologia,
riassumibile in tre fasi: lettura accurata,
per capire quale il messaggio della fonte e
come viene trasmesso; contesto, per stabilire quando e perch la fonte stata prodotta;
valutazione, per stabilire se le fonti possono supportare le ipotesi formulate allinizio.

2. Come si studia la Storia


DATARE GLI EVENTI
Nella datazione, tutti i popoli hanno scelto di
far cominciare la loro storia a partire da un
determinato avvenimento, scegliendo quindi
il loro anno 0. Ci fu chi scelse la fondazione di una citt, come i romani, chi ancora un
evento storico, come i musulmani con la fuga
di Maometto da Medina, chi la nascita di un
uomo, come i cristiani, che indicano gli anni
prima della nascita di Cristo come a.C., cio
avanti Cristo, e quelli successivi alla sua nascita come d.C., cio dopo Cristo.

da. Viceversa, per costruire una carta storica,


bisogna riportare sulla carta le informazioni
di un testo, che vanno quindi capite bene,
e inserire simboli e date in corrispondenza
con i luoghi in cui avvenne un evento.

Il popolamento umano della Terra.

STUDIARE LA STORIA

Il nostro anno 0 coincide con la nascita di Ges

Per noi, gli anni che vanno dall1 al 100 dopo la


nascita di Cristo rientrano nel I secolo dopo
Cristo, quelli dal 101 al 200 rientrano nel II
secolo e via discorrendo. Allo stesso modo,
il I secolo avanti Cristo comprende gli anni
dall1 al 100 prima di Cristo e cos via.
2000 a.C. <----- anno 0 -----> 2015 d.C.
Gli storici utilizzano la linea del tempo, grazie alla quale possibile collocare gli eventi
sul piano.

COLLOCARE GLI EVENTI NELLO SPAZIO


Per indicare lo spazio in cui un evento accaduto, ci si serve delle carte storiche, che
rappresentano situazioni politiche, militari,
sociali ed economche di un territorio in un
preciso momento.
Per leggere bene la carta bisogna partire dal
titolo, comprendendo largomento, e utilizzare le informazioni contenute nella leggen-

Ma per comprendere la storia e conoscere le


informazioni contenute nel testo, necessario acquisire un metodo di studio. Ognuno deve trovare il proprio, pi vicino al suo
modo di studiare, anche se alcuni accorgimenti per farlo in modo pi efficace sono validi per tutti. Bisogna dapprima leggere bene
i titoli, stare attenti a eventuali frasi o parole
chiave, osservare le immagini e le eventuali
carte. Dopo essersi orientati sullargomento,
necessario capire quali siano le informazioni principali, infine pu essere utile preparare delle sintesi o degli schemi.

LE FONTI E I DOCUMENTI
Infine, tra le varie fonti e i documenti disponibili (come le fonti scritte, orali, iconografiche e materiali), bisogna stare attenti a
distinguere quelle coeve, cio prodotte durante lo stesso periodo di cui lasciano traccia, da quelle non coeve, cio postume (ad
esempio dipinti che illustrano un evento avvenuto in precedenza). Tra le fonti, importante chiedersi chi sia lautore e se per caso
possa avere un punto di vista distinto da
quello contenuto in altre fonti. Lo studio delle fonti avviene seguendo il metodo storico.