Sei sulla pagina 1di 21

TIPI OMEOPATICI - TIPI, COSTITUZIONI, TEMPERAMENTO

TIPI OMEOPATICI
Spiegare le costituzioni e lantropometria e la fisiognomica senza usare termini
difficili mi viene molto difficile !!!!
Come al solito chiedo scusa agli esperti ...ma mi sembra necessario esprimermi in
termini molto TERRA-TERRA, facendo ricorso a esempi e paragoni persino ridicoli.
In questo modo, credo che ogni lettore-lettrice sar in grado di avere una buona
infarinatura sullargomento.
Ogni soggetto pu essere osservato e inquadrato costituzionalmente secondo
criteri biotipologici . Non entro nei dettagli riguardo questi studi antropometrici,
perch voglio trattarli in appositi capitoli in futuro. Affinch possiate regolarvi nel
dare un giudizio sulla vostra costituzione e su quella dei vostri figli, e quindi
adoperare i rimedi omeopatici con consapevolezza , vi fornisco dei criteri
generali. Ovviamente sarebbe riduttivo classificare i soggetti rigidamente
allinterno di una di queste categorie. Tutti siamo abbastanza misti e pi misti
siamo, pi c equilibrio nella nostra salute. Tuttavia , in ognuno prevalgono
alcune caratteristiche di base. Inoltre, raccogliere il maggior numero di dati su
queste categorie a scopo didattico, ci pu servire per notare , quando se ne
presenta loccasione, il prevalere spiccato di una di esse, in modo da poter
individuare con esattezza il rimedio pi adatto.
Definizioni di base:
BREVILINEO
Con questo termine si intende un soggetto nella maggioranza dei casi di bassa
statura. In alternativa, pu essere anche di alta statura ma aspetto tarchiato. Per
valutare queste caratteristiche, immaginate di osservare il soggetto da solo, non
confrontato ad altri. Un soggetto alto , ma con collo, braccia e gambe corte
rispetto al corpo, in una foto dove ritratto da solo, d limpressione di essere
basso.
LONGILINEO
E un soggetto nella maggior parte dei casi alto e magro. Pu trattarsi anche di un
soggetto basso ma magro, con collo e arti lunghi, che dar limpressione di essere
alto.
NORMOLINEO
E il soggetto con proporzioni normali.Quindi la longilineit, brevilineit o
normalit, vengono attribuite ad una impressione da primo impatto che emana
dal soggetto che stiamo osservando.
ENDODERMICO
Soggetto che ha come apparato maggiormente sviluppato, quello viscerale ed in
particolare apparato digerente , respiratorio, vescica. Le sue maggiori reazioni
saranno somatizzate in queste zone. Visivamente si possono notare alcune
caratteristiche. Ad esempio corpo con tendenza alla forma rotondeggiante o
comunque in sovrappeso. Si individua con maggior precisione come soggetto dal
profilo largo anche quando non in sovrappeso, in quanto gli organi e i visceri
contenuti nel tronco sono la parte maggiormente sviluppata rispetto a una

muscolatura scarsa, ed in genere laddome pi sviluppato del torace.


MESODERMICO
E il soggetto che ha ossa e muscoli molto sviluppati.In genere ha gli arti ben
sviluppati, il torace pi sviluppato rispetto alladdome . Lo si riconosce da uno
squilibrio opposto al precedente: profilo sottile, spesso ventre piatto, ma braccia
e gambe molto sviluppate . Somatizza con dolori muscolari o articolari o disturbi
ossei, o incidenti e traumi fisici. Spesso pratica sport, oppure frequenta palestre,
oppure si limita a fare molto movimento per conto suo. Sembra avere unenergia
inesauribile, ma attenzione a non scambiare la voglia e/o bisogno di muoversi di
continuo con lenergia che un soggetto ha a disposizione oppure con un indice di
buona salute ed equilibrio psicofisico.
ECTODERMICO
E il soggetto con un sistema nervoso particolarmente sensibile, ed in pari modo
la pelle. In questo soggetto prevale lattivit mentale. Questa pu evidenziarsi sia
sugli aspetti razionali che su quelli fantastici o immaginativi.Fisicamente
spesso magro, ma anche quando grasso lossatura sottile e la muscolatura
scarsa . Spesso hanno laddome piatto e le scapole sporgenti .
Questi tre tipi sono stati cos classificati in base alla prevalenza di uno dei tre
foglietti embrionali.Nel primo periodo della gravidanza , le cellule dellembrione
si dispongono a formare questi tre diversi strati di tessuto. Lectoderma , che
quello pi esterno , il mesoderma, che quello intermedio e lendoderma che
quello pi interno. Dallectoderma derivano il sistema nervoso e la pelle, dal
mesoderma ossa , muscoli e apparato circolatorio, e dallentoderma i visceri, gli
organi e le varie ghiandole.
Infine :
Astenico= tendenza a stancarsi presto =scarsa muscolatura
picnico= aspetto compresso, pletorico, obeso
atletico= corrisponde alla descrizione data per il mesodermico.
(1)Tipi carbonici o endoblasti o brevilinei astenici;
(2) sulfurici o mesoblasti o brevilinei stenici;
(3) fosforici o ectoblasti o longilinei astenici;
(4) muriatici o cordoblasti o longilinei stenici.
La valutazione antropometrica viene effettuata sulla base di alcuni parametri
specifici: altezza; peso; indice scelico. Lantropometria permette una descrizione
qualitativa del biotipo in relazione allaspetto morfologico: strumento prezioso
ai fini della classificazione omeopatica costituzionale.
In base alle costituzioni omeopatiche vengono definiti:
(1) carbonici i soggetti con elevato endomorfismo;
(2) sulfurici i soggetti con elevato mesomorfismo;
(3) fosforici i soggetti con elevato ectomorfismo;
(4) muriatici i soggetti con distribuzione bilanciata delle tre componenti o con

uguale rappresentazione di mesomorfismo e di ectomorfismo (Zissu definisce il


muriatico un incrocio tra sulfurico e fosforico).
Per valutare se prevale laspetto ectodermico, esodermico o endodermico,
lomeopata pu ulteriormente definire la costituzione facendo al soggetto
domande sulle sue attitudini ; nel nostro caso si tratta di riflettere sulle nostre
e osservare quelle dei nostri familiari.
... insomma se una delle descrizioni vi corrisponde non avete bisogno di farvi
domande, in caso contrario soffermatevi su ogni frase e individuate la vostra
categoria, beneinteso per grandi linee.
...discorso che vale per uomo e donna: mi esprimo al maschile riferendomi alla
qualit di essere umano senza distinzione di sesso.
ATTITUDINI DELLENDODERMICO=
pigrizia, gusto superiore alla media per il cibo e/o i piaceri materiali, carattere
metodico e abitudinario. Nelle sue nevrosi afflitto da coazioni a ripetere , come
ad esempio rosicchiarsi le unghie , verificare 2-3 volte se ha chiuso la portiera
dellauto tornando indietro dopo aver parcheggiato, verificare di aver messo
alcune cose in un certo modo prima di andare a letto, ripetere strade conosciute
anche se pi lunghe di altre che gli sono state indicate ...e la lista pu continuare
allinfinito . Carattere socievole e ottimista, tende a giudicare positivamente il
suo interlocutore fino a quando questultimo non commette qualche azione che
gli gfa cambiare giudizio. Nei rapporti con gli altri parte concedendo un bonus di
amicizia . Per quanto riguarda i suoi costumi sul piano morale, ama conformarsi a
una media o qualcosa che lui stesso giudica tale. Se compie qualche azione
trasgressiva per sua comodit, giammai per esibizionismo. Il pi delle volte si
autodefinisce come una persona calma, pacata e moderata. Detesta liti e scenate
e ci tiene a preservare la sua stabilit emozionale. Tende ad esprimere i suoi
sentimenti. Per il suo carattere tollerante e gregario viene spesso sottovalutato o
considerato facilmente influenzabile, ma questa spesso solo apparenza.
ATTITUDINI DEL MESODERMICO
Amore per il movimento, lo sport, lavventura, la novit. Il soggetto d
limpressione di avere molta energia (ripeto che solo unimpressione: se
obbligato a svolgere attivit che non gli piacciono si rivela mooolto stanco!). Nei
rapporti con gli altri tende ad essere competitivo. Il suo carattere estroverso e
brillante, spesso maschera solo un bisogno di protagonismo. Proprio a causa di
questi due ultimi aspetti pu soffrire di ipertensione (tutti possono soffrire di
ipertensione ma ogni categoria per motivi diversi) o pu manifestare una certa
aggressivit, quando scompensato. Viene spesso giudicato come un soggetto
dotato di grinta e sicuro di s.
ATTITUDINI DELLECTODERMICO
Sguardo brillante e mobile, tende a parlare piano ma con voce piacevole e bene
impostata. Del resto un soggetto che esercita continuamente una certa dose di
autocontrollo. Quando scompensato il suo autocontrollo diventa una tensione
notevole che si propaga nellambiente che lo circonda in modo quasi palpabile.
Tende a non manifestare i suoi sentimenti. Nei confronti degli altri tende ad

essere pessimista ( e allora viene giudicato snob). Preferisce frequentare amici


accuratamente selezionati: del resto ha poco tempo per la vita di societ dato
che il tempo libero preferisce trascorrerlo nel nutrimento intellettuale e
mentale. E senza dubbio un introverso. Laspetto si presenta ottimo per gli
standard di questa nostra epoca, dato che alto (o almeno longilineo), magro e
pu indossare qualsiasi mise. Ma questa pu essere anche una nota di difficolt:
le aspettative che gli altri ripongono su di lui sono ben lontane dalle sue.
Oltre ai 4 tipi di base ci sono poi altri tipi particolari come ad esempio il fluorico,
caratterizzato da asimmetrie nelle proporzioni antropometriche, tipi misti come
il carbo-sulfurico e il carbo-fosforico, ed altri che esamineremo pi avanti.
OMEOPATIA - RIMEDI IN BASE AL TEMPERAMENTO E ALLA COSTITUZIONE
Cominciamo ad esaminare il bambino. Nella grande maggioranza dei casi
difficile stabilire la sua costituzione se non venisse in aiuto anche quella dei
genitori. Di norma i bambini hanno proporzioni tipiche della loro et , sono ben
pochi quelli esageratamente grassi o esageratamente magri e alti. Il bambino non
ha ancora quel timbro di voce cos particolare che avr da adulto n un corpo
carico di aspetti cos individuali. Nella mia osservazione includo entrambi i
genitori come probabilit della sua costituzione definitiva . Ma questo non basta.
Allora ecco delle caratteristiche di temperamento (descritte nelle varie materie
mediche dai pi noti autori) che ci vengono in aiuto per la scelta di un rimedio
pediatrico.
AMBRA GRISEA
la timidezza in persona. Vuole stare solo con la mamma; i coetanei lo
spaventano e non vuole giocare con loro. Diventer adolescente con il cuore
sempre in gola per un nonnulla. Sonno agitato e pieno di sussulti.
ANACARDIUM
dominato dallindecisione. Spesso villano e poi intimamente se ne dispiace.
Diventa un adolescente sempre in lotta tra il bene e il male. Ansioso, sospettoso,
spesso dice parolacce per il gusto di dirle. Se ha fame diventa perfido. Mangiando
migliora sia nellatteggiamento che nei sintomi della malattia (cefalea, ansia
ecc).
ARGENTUM NITRICUM
agitato, sempre di corsa, gli manca la terra sotto i piedi. Teme di non riuscire a
finire ci che ha iniziato per cui, per la fretta, conclude malamente ogni suo
lavoro. Secondo lui il tempo trascorre troppo rapidamente e con questa ansia non
riflette mai sulle cose. Quando spaventato (esami, interrogazione, ecc) colto
da forti crampi addominali e diarrea improvvisa. Non ama il caldo; sta meglio al
freddo e con il vento.
ARSENICUM
magro, aspetto delicato, un po pallido. Sguardo vivo, brillante, come se stesse
sempre allerta. Capelli sottili, serici, furfuracei. Ansioso, nervoso, spaventato

dal buio e dalla solitudine. Terrori notturni. E sempre febbrilmente occupato e


ci lo esaurisce sia fisicamente che psicologicamente. Pignolo, pulito, avaro per i
suoi giochi. Mania di collezionare. Trascorre brevi periodi di benessere per poi
essere colpito da riniti, bronchiti, asma, eczema ecc. Tali crisi sono spesso
scatenate da un fattore emotivo. Va tenuta presente la predisposizione allergica.
Bambino e adolescente freddoloso ma che non ama i luoghi chiusi e troppo caldi.
Quando ammalato beve continuamente piccole quantit di acqua fredda e in
genere ogni sua malattia si aggrava durante la notte.
CALCAREA CARBONICA
bello, paffuto, cute fine e pallida, occhi grandi, capelli spesso biondi. Man mano
che cresce si evidenzia una spiccata tendenza allobesit. Brachitipo, con arti
inferiori corti, ginocchio valgo, piedi piatti. Inizia a camminare in ritardo perch
la sua muscolatura poco sviluppata. Testa grossa, fronte bombata, mani
quadrate con palmo largo. Suda facilmente soprattutto al capo. Da adolescente
lento, apatico, rifiuta giochi di gruppo e gli sport perch maldestro nei
movimenti, manca di iniziative ma in pieno benessere un buon realizzatore
degli impegni assunti. La salute pi apparente che reale. Si ammala facilmente
anche per un minimo cambiamento di temperatura: riniti, bronchiti, adenoiditi
ecc.
CHAMOMILLA suscettibile, capriccioso, non vuole essere guardato n toccato.
Piange, urla, strepita, pretende una cosa e quando gliela si d la lancia via con
rabbia. E un vero rompiscatole che si calma solo se lo si culla in braccio o lo si
porta in automobile. Non accetta di dormire nemmeno quando ha sonno. Quando,
apparentemente addormentato, viene messo a letto apre gli occhi e strilla. Non
tollera alcun dolore anche di poco conto. I disturbi della dentizione e le coliche
sono vissuti in modo esasperato. Diventa poi un adolescente gradevole se tutto
nella sua vita fila liscio, ma al primo intoppo (cefalea, mal di denti, difficolt
scolastiche) si scatena ancora lantica collera.
IGNATIA
non un rimedio di tipo, ma utile in tutte le situazioni di stress affettivo.
Esempio: un ricovero ospedaliero; passaggio da una persona a unaltra;
interruzione brusca dellalimentazione al seno; tensioni familiari; morte di uno
dei genitori; eccessivi sforzi intellettuali; mancanza di sport. Il bambino ha
unaria stanca, pu avere tics, smorfie, sussulti, cefalea, nervosismo, sbalzi di
umore. Appetito capriccioso tollera i cibi pesanti e non quelli leggeri.
Palpitazioni, aerofagia, stipsi, dolori alla gola: tutto scompare con la distrazione.
E ipersensibile ai rumori, pretende il silenzio assoluto per concentrarsi, non
accetta i rimproveri che sopporta brontolando a testa china.
LYCOPODIUM
espressione triste che lo fa apparire pi vecchio della sua et. Corpo gracile,
gabbia toracica deformata, appiattita, addome globoso, gambe deboli, magre. E
pieno di sfiducia verso se stesso e gli altri per cui spesso appare superbo: non
riesce a stringere amicizia con nessuno. Si dedica allo studio in cui per
svantaggiato per la sua cattiva memoria. Al mattino irritabile. E sempre

polemico, cavilloso, pieno di quesiti e mai soddisfatto delle spiegazioni che


riceve. Lappetito inizialmente buono ma si sazia dopo pochi bocconi. Ha un
grande senso della giustizia per cui con lui bisogna essere logici nelle punizioni e
nelle sgridate che non dimentica soprattutto se non sono state pienamente
giustificate. Disturbi intestinali, digestione lenta, crisi di acetone, singhiozzo,
alitosi ecc.
NATRUM MURIATICUM
chiuso, scontroso, vuole stare in pace. Linfatico, magro nonostante il buon
appetito. Mangia volentieri soprattutto cibi salati e beve molto. Cute pallida,
untuosa, capelli secchi e radi, occhi con le palpebre arrossate e secernenti,
herpes labiale recidivante, lingua a carta geografica, ipertrofia delle
linfoghiandole in sede laterocervicale e ascellare; acne. Carattere schivo e
sospettoso, non accetta le coccole. Ogni tentativo di pacificazione e di
consolazione verr duramente rifiutato. E ipersensibile per cui facilmente viene
offeso da parole e fatti banali. Depresso, non riesce a dimenticare i torti subiti
veri o falsi che siano. Sonno agitato con incubi di ladri e a volte intervallato da
episodi di sonnambulismo.
PHOSPHORUS
alto, torace stretto, arti lunghi e sottili. E sveglio, simpatico, vivace, bisognoso
di compagnia e affetto che contraccambia con entusiasmo. Facile a raffreddori,
bronchiti, epistassi; uno sforzo fisico pu determinare anche rialzi di
temperatura. Da adolescente romantico, ipersensibile, iperemotivo. La sua
scarsa muscolatura facilita alterazioni della colonna (cifosi, scoliosi e lordosi).
Non portato per gli sports, ama molto larte in qualsiasi sua espressione.
Tremori, rossori, palpitazioni.
PULSATILLA
mutevole, alterna momenti di allegria ad altri di malinconia. Timido, egoista,
avido di complimenti e carezze che in genere non contraccambia. Adolescente, se
donna, presenta forme tondeggianti, viso angelico, mani paffute, caviglie tozze,
polpacci pronunciati. Alle gambe presenta a volte teleangectasie e cellulite.
Dolce, tenera, servizievole, acuto desiderio di approvazione e affetto. Paura di
stare sola, cerca sempre gli altri. Tende a drammatizzare i suoi mali che
migliorano con coccole e comprensione. Catarro giallastro, abbondante e poco
irritante.
SEPIA
da lattante non si nota alcun segno; da bambino: atonia (legamentosa,
muscolare, psichica). Atteggiamento negativo di fronte a tutto. Chiuso, avaro;
anoressia con avversione per latte e carne. Sviluppo aumentato del sistema
pilifero sopra il labbro superiore e nel tratto lombosacrale; efelidi alle guance e
alla fronte. Nei e macchie scure. Depressione e indolenza scompaiono con la
musica e la danza che la trasformano in una persona felice e instancabile.
Stanchezza e indifferenza sono le note chiave. Da adolescente sul piano sessuale
ha atteggiamenti negativi (cefalea, apatia ecc) che possono portarla allanoressia
nervosa.

--------------------AUTOTRATTAMENTO PSICOLOGICO
le nostre emozioni condizionano le nostre scelte nutrizionali. Certi tipi di carne,
grazie al loro elevato contenuto di fenilalanina o tirosina, possono
accentuare laggressivit, poich questi aminoacidi sono i precursori della
tiroxina e delladrenalina; la cioccolata pu avere un effetto antidepressivo
grazie al suo contenuto in serotonina. Oggi la troppa abbondanza e la
incapacit di moderarsi hanno portato a una sorta di cupidigia che porta alla
carenza. Carenza nutrizionale; carenza emozionale.
Terapia emozionale ci sono diversi metodi per automotivarsi. Certo sono faticosi
ma se si ha costanza funzionano.
(1) annotare su un diario tutto ci che si mangiato nei fuori pasto, cosa si
cercato di colmare; oppure se non si ha in mente il collegamento diretto,
annotare il tipo di emozione vissuta poco prima. Es il capo ti rimprovera e tu ti
senti ferito ma non hai potuto spiegare la tua versione; dopo 10 vai in pausa e
durante la pausa, in cui ti proponevi di fare una lunga telefonata ad unamico, vai
al bar e ti prendi un bel tramezzino ben farcito. Cos, alla sera riflettendo sul
diario, il paziente far le opportune associazioni di idee per capire cosa ha
rappresentato quel determinato cibo.
(2) Quando il paziente ha un attacco di fame fuori pasto deve toccare, o meglio
stringere tra le dita per sentirne la consistenza, uno dei suoi cuscinetti adiposi,
oppure mettere la mano aperta sulladdome. E un messaggio per linconscio
come dire non occorre che mangi, materiale di riserva per affrontare questo
stress ne hai e sei ben radicato.
(3) AUTOIPNOSI, che consiglio come prima scelta.
Come detto al capitolo sul tabagismo, si pu scrivere un testo personalizzato e
poi ascoltarlo diverse volte al giorno o , se non si ha tempo, alla sera quando si va
a dormire. Il testo deve avere una introduzione in cui ci si propone di cadere in
uno stato di profondo rilassamento ma non dormire, e di avere in ogni momento
la possibilit di alzarsi e svolgere una data mansione che si presenti durgenza (es
rispondere al telefono, o accorgersi di aver dimenticato la pentola sul fornello
acceso e simili). Poi si presta attenzione al respiro, che diventa sempre pi lento
e profondo e poi si contano dei gradini in discesa, pronunciando i numeri da 10 a
1, per 10 volte. Pausa 10 sec e quindi si inserisce il contenuto principale di ci
che si vuole modificare circa il proprio comportamento. Ad es avendo osservato
che mangio quando mi sento triste o quando mi sento arrabbiata ecc dir la frase
ora non hai pi motivo di arrabbiarti o di essere triste perch questo argomento
non ti riguarda pi.
Ecco nel testo si possono addurre le ragioni pi illogiche e contraddittorie che si
vuole, e se ben costruito, si pu pure negare quella che ci sembra levidenza.
Tutto questo per convincere linconscio (((gli specialisti mi perdonino per la
spiegazione troppo semplicistica e per luso del termine inconscio come se si
trattasse di cosa ben nota))) ad adottare un comportamento idoneo al recupero
del peso-forma. Dopo questa parte se ne aggiunge una immaginando il risultato
raggiunto e descrivendone tutti i vantaggi. Infine con poche parole si procede al

risveglio dicendo che ci sono gradini in salita e contarli solo fino a 10. Al 10 sei
perfettamente sveglio.
Metodi di autoipnosi ne esistono tantissimi. Vi ho suggerito quello che ho adottato
io e mi perci pi congeniale. Ma ognuno pu adottare quello che preferisce ,
purch sia ripetuto con costanza.
ALTRE COSE STRANE
Altre tecniche da abbinare a quella psicologica possono essere molto utili. Io ve
ne dico alcune, ma ognuno pu aggiungere quello che ritiene utili dato che
conosce bene cosa pu fare maggior presa sulla propria motivazione.
(1)Stampate e ritagliate le figure di obesi in sequenza che si vedono in questa
pagina. Oppure, copiatele su un fostro file del PC in pagine diverse, tutte in
sequenza, dalla figura pi grassa fino ad arrivare alla pi magra. Poi fate il
seguente esercizio: guardare per 20 la figura pensando o dicendo che siete voi;
chiudete gli occhi, mentre con la mano togliete la figura; riaprite gli occhi e
osservate la successiva dicendo che siete voi; continuare cos fino allutima figura
magra.Questo esercizio serve anche per sedare lattacco di fame fuori pasto:
mentre metete una mano sulladdome, in pochi secondi visualizzate la figura che
dimagrisce a vista docchio. Anche se sapete che solo un simbolo, per
linconscio funziona benissimo.
(2) Durante questo percorso dimagrante potete pesarvi finch volete. Non vi
preoccupate del fatto che sia una mana. Di norma io consiglio 1 volta a
settimana. Ma il peso non dice tutto. La cosa migliore per fornire dati sui
progressi e sui periodi statici la misurazione del giro vita nel punto pi stretto
mentre trattenete il fiato al massimo per risucchiare la pancia e la misurazione
del giro fianchi nel punto pi largo.
(3) Ogni volta che sgarrate dal percorso ache avete adottato, potete recuperare
attuando una sorta di pagamento che avrete preordinato nel testo di autoipnosi.
Potete ad esempio inserire la frase
ogni volta che manger senza avere realmente fame o fuori pasto
o ogni volta che manger un cibo vietato nella dieta
------> far un piccolo pagamento che consister nel mettere 1 o pi euro,
secondo la gravit della trasgressione, in un salvadenaio. Quando sar magro,
user questa cifra per fare un regalo a qualcuno o per me. Ma fino a quando non
dimagrisco non potr usarla.
DIETA PERSONALIZZATA - COSTRUIRE LA PROPRIA DIETA
CALCOLO DEL TIPO DI OSSATURA
si misura il giro polso, il giro ginocchio e il giro caviglia(misurato appena sopra i
malleoli) e si fa la somma in cm.
Questa cifra x100 e il risultato diviso laltezza in cm ci d lindice osseo, cio il
tipo di ossatura.
Un indice osseo fino a 43= ossatura sottile
un indice osseo da 43 a 46=ossatura normale
un indice osseo da 46 in su=ossatura robusta

Ad esempio consideriamo un soggetto femminile con


giro polso=15
giro ginocchio=40
giro caviglia=24
La somma = 79
Questa cifra x 100= 7900, diviso 155=51= ossatura robusta.
Per calcolare il peso ideale si calcola lindice scelico:
Peso ideale donna= -107,600+ (1,012x altezza)
Peso ideale uomo=-50,950+ (0,672x altezza)
Questo ci d il peso ideale di un soggetto con ossatura sottile. Per ossatura
normale aggiungere il 6%, ossatura robusta aggiungere il 12%
prendiamo lo stesso soggetto di prima
la donna alta 155.
1,012 x 155=156,86
156,86-107,600=49,24 questo peso ideale va corretto aggiungendo il 12% dato che
stiamo trattando unossatura robusta
quindi aggiungiamo Kg 5,9 (che il 12% di 49,24)=55,14
Quindi il suo peso ideale 55Kg
metabolizzatori rapidi = corpo a mela
metabolizzatori lenti= corpo a pera
QUALITA della dieta quindi sar diversa per i due tipi.
Un metabolizzatore rapido potr mettere una quota di grassi pari al 30% delle
calorie, una quota di carboidrati pari al 60% e una quota proteica (mi riferisco a
cibo proteico come carne, uova ecc, non alle proteine come peso secco) pari al
10%
Un metabolizzatore lento o normale, invece assumer una quota di grassi pari al
25%, una quota di carboidrati pari al 65% ed una quota proteica del 10%.
FABBISOGNO CALORICO
per un soggetto adulto, non pi in crescita, le calorie che servono in una giornata
sono quelle per mantenere il metabolismo basale + quelle necessarie alla sua
attivit abituale.
Per un soggetto che svolge un lavoro pesante come ad esempio sollevare
continuamente pesi o cassette di attrezzi, o il soggetto che fa sport a livello
professionale, il fabbisogno va calcolato secondo apposite tabelle che potete
trovare ovunque si parli di alimentazione.
La maggioranza delle persone, che svolge un lavoro non di fatica muscolare, e
che proprio quella a trovarsi pi spesso nella necessit di dimagrire, pu
attenersi senza scrupoli a calcolare il solo fabbisogno necessario al metabolismo
basale ed assumerlo come dieta leggermente ipocalorica.

CALCOLO DEL FABBISOGNO CALORICO: = 1 Kcal x Kg di peso x 24 (che sono le


ore di un giorno)
Nellesempio che ho fatto prima ho inserito una donna di piccola statura, con
peso-forma 55Kg.
Ad esempio questa donna pesa 60 Kg e quindi vuole perdere 5 Kg
Il suo fabbisogno calorico
60x24=1440
Quindi imposter una dieta di 1440 Kcal. In tal modo quelle 200 che le servono a
svolgere il suo lavoro di impiegata, le consumer come energia. Quindi con quelle
1440 Kcal sta gi facendo una dieta moderatamente ipocalorica. Quando per
raggiunger i 57 Kg, per esempio dopo un mese o due secondo il metabolismo ( i
metabolizzatori rapidi dimagriscono pi facilmente di quelli lenti), deve rifare il
calcolo del fabbisogno
57x24=1368 e quindi far una dieta da 1368... e cos via.
SCHEMA BASE DI DIETA
Come conviene contare le calorie: non con il loro reale valore che richiederebbe
lunghi calcoli anche quando si decide di cambiare un alimento con laltro, bens
assegnando un punteggio che riporta alcune calorie approssimate per eccesso ed
altre per difetto, ma in modo sempre uguale, ai tipi di alimenti:
Farinacei e cereali = 4x grammo
Carne = 4x grammo
pesce = 3,5x grammo
1 uovo = 80 Kcal
formaggi stagionati = 7x grammo
formaggi freschi = 6x grammo
grassi come burro, panna, besciamella, mascarpone, burro di arachidi, margarina,
frutta secca tipo noci mandorle = 9x grammo
vino 1 bicchiere = 80
birra 1 bicchiere = 40
succhi di frutta fatti in casa = 40 ogni 200 ml
caff = 0
tisane e t = 4 ogni 200 ml
verdure cotte un piatto pieno = 40
verdure crude un piatto pieno = 40
frutta 250g = 100
legumi = 4x grammo
minestrone = 60
patate = 2x grammo
Lolio non lo contiamo di proposito, perch ha un valore nutritivo sublime e,
valutando gli effetti benefici sulla funzione intestinale, compensa con una p
facile evacuazione il suo elevato potere calorico; pertanto merita di non essere
lesinato.

ESEMPIO DI DIETA DA 1300 calorie per il metabolizzatore lento


- colazione 200ml di latte con caff o senza +3 biscotti 240
- met mattina 500g di frutta (es 2 mele) 200
- pranzo per prima cosa insalata mista ben condita con 1-2 cucchiai di olio
doliva, sale e aromi 40
- un piatto di pasta (50g) o riso, o farro, o altro cereale ben condito a scelta 200
- Merenda uno yogurt magro da 125 grammi 80
- cena 100g di carne di vitello + 40g di pane fresco 560
---------------totale 1320 (20 calorie in pi o in meno sono accettabili.)
ESEMPIO DI DIETA DA 1300 calorie per il metabolizzatore rapido
colazione uno yogurt intero da 125g 150
met mattina 20grammi di noci 180
pranzo 150 grammi di pesce +insalata mista 390
pomeriggio 40 grammi di pane fresco +10g di burro 250
cena 40 grammi di formaggio +verdura cotta tipo cicoria 280
in tarda serata un cioccolatino 50
totale 1300
Ho fatto solo due banalissimi esempi, ma sta a voi costruirvi su misura con gli
alimenti che preferite, la dieta pi adatta facendo i calcoli del vostro fabbisogno
calorico e poi programmando un repertorio di cibi di volta in volta, ma da pesare
sempre prima. Se mangiate fuori potete comunque fare un calcolo approssimativo
delle calorie tenendo un piccolo notes dove annotare ci che avete mangiato per
poi compensare al pasto successivo.
Se siete in sovrappeso, questo criterio approssimativo va benissimo.
Se siete grandi obesi e dovete ad esempio perdere 30 Kg per arrivare al peso
forma, dovete calcolare rigorosamente il vostro ATTUALE fabbisogno calorico e
costruire una dieta con 200 calorie in meno. Nel vostro caso per sono
tassativamente vietati tutti i cibi spazzatura che sono: alimenti in scatola,
merendine e simili, coca cola e tutte le bevande di frutta gasate, anche i succhi
di frutta preconfezionati. Meglio bere un frullato preparato al momento, da
sostituire al pasto di sola frutta di tanto in tanto. Assolutamente vietati tutti i
dolci. Consentito solo 1 cucchiaino di zucchero nel caff e nella colazione.
Dal mio punto di vista tutti i DOLCIFICANTI ARTIFICIALI sono da considerare
spazzatura. Potete invece dolcificare le bevande calde con miele. Il miele sciolto
a caldo ha 1/3 di calorie rispetto allo zucchero , secondo la farmacologia
Ayurvedica. Oppure potete usare sciroppo dacero, che gode di un effetto
drenante.
PUNTI DI MTC punto 36S da stimolare con una matita in modo pulsatile. Fare 120
picchiettamenti per ogni alluce. Questo punto cos trattato serve a sedare la
fame.

OMEOPATIA
COSTITUZIONI Se vi riconoscete gi in una di quelle descritte nei precedenti
capitoli per altri disturbi: bene. E cos che agiscono i rimedi di costituzione,
equilibrando il soggetto in tutti i suoi disturbi. Ma attenzione, tra i rimedi
descritti sono di costituzione: Phosphorus, Calcarea fluorica, Silicea, Sulfur,
Natrium muriaticum e Calcarea carbonica.
Il Soggetto Phosphorus di solito magro e alto, ma questa condizione non una
garanzia. Un soggetto di questo tipo pu essere rimasto magro per molto tempo
finch un giorno il suo metabolismo rallenta, oppure ha un disturbo endocrino,
oppure mangia per dimenticare. La costituzione la valuteremo dalla struttura
ossea ed ecco che anche un phosphorus, ossatura lunga , pu ingrassare. Ecco che
anche un silicea, ossatura extrasottile, pu ingrassare... e ci con maggior danno,
dato che ci non di peso dalla tendenza naturale della sua costituzione come
avviene per il Calcarea carbonica.
Quando prendiamo un rimedio di costituzione per curare lobesit, ci riferiamo
agli aspetti psicologici del soggetto, perci useremo dei granuli da 200 CH, e, se il
caso, prenderemo anche dei tubi-dose da 1000K, 10000,50000 e 100000. Il
soggetto cambier gradualmente le sue abitudini passando da un modo di nutrirsi
compulsivo ad uno tranquillo e rispettoso delle reali esigenze nutritive del suo
corpo
CALCAREA CARBONICA il rimedio per il soggetto brevilineo dallossatura robusta.
E quello che di frequente ha tendenza a ingrassare e in alcuni casi in
sovrappeso gi da bambino.
ANTIAGE-FAM della GUNA un prodotto che io consiglio sempre per ridurre la
fame. Lho usato personalmente e mi sono trovata benissimo. Contiene alcuni
aminoacidi che fungono da neurotrasmettitori. Ovviamente in dose omeopatica.
Oligoelementi X il bambino e ladolescente Mn-Cu 1 dose 3 volte a settimana x
cicli di 3 mesi; Zn-Cu 1 dose 3 volte a sett; Zn-Ni-Co 1 dose al d x cicli di 3 mesi.
X Ladulto Mn-Co 1 dose 3 volte a sett x cicli di 3 mesi e Zn-Ni-Co 1 dose 3 volte
al d mezzh prima del pasto, contribuisce a ridurre la sensazione di fame e ad
accettare meglio le diete ipocaloriche
FITOTERAPIA
Fitoterapia CITRUS AURANTIUM (arancio amaro) ha attivit simpaticomimetica,
attiva la termogenesi e la lipolisi. Favorisce la performance fisica e preserva la
massa magra dallindesiderato catabolismo. E uno dei pi potenti prodotti
naturali a effetto termogenico selettivo. Il citrus aurantium la pianta pi ricca
di queste amine; ma esse sono presenti anche in tutte le altre variet di citrus;
ricordiamo che anche il succo di agrumi, se pure in minor quantit rispetto alla
buccia, contiene sinefrina. La sinefrina possiede attivit stimolatoria sul SNsimpatico. Non la consiglio agli ipertesi e, ovviamente, essendo una fonte di
tiramina ,questo va tenuto presente quando il paziente in terapia con farmaci
incompatibili con essa come ad es gli IMAO o se il pp soffre di emicrania.

GARCINIA CAMBOGIA da essa si prepara un estratto secco estremamente ricco di


ac idrossicitrico. La demolizione finale degli zuccheri, delle proteine e dei grassi
ingeriti avviene nei mitocondri attraverso il ciclo di Krebs con produzione di
energia attraverso la catena respiratoria a questo collegata. Nei principali tessuti
lipogenici (fegato, tessuto adiposo e intestino tenue), quando lingestione di cibo,
in particolare di zuccheri, in eccesso, una parte di citrato esce nel citoplasma e
qui a opera dellenzima ATP-citrato-liasi, viene scisso in ossalacetato e acetil-CoA
dando origine mediante successivi passaggi agli ac grassi, al colesterolo e di
conseguenza allimmagazzinamento delle calorie in eccesso sotto forma di grasso,
che va a depositarsi nei tessuti adiposi. Quella descritta la sintesi dei grassi a
partire dai carboidrati. Lidrossicitrato limita fortemente lattivit dellenzima
citratoliasi pertanto blocca drasticamente questo processo; favorisce invece la
glicogenosintesi e la demolizione completa degli alimenti con produzione di
energia. Laumento di glicogeno nel fegato stimola i glucorecettori epatici
(energia-recettori); lelaborazione centrale di questa informazione periferica
conduce alla determinazione che lapporto calorico del cibo ingerito stato
sufficiente a ripristinare le riserve di energia dellorganismo e che pertanto non
pi necessario introdurre cibo (senso di saziet). La sintesi endogena di
colesterolo e trigliceridi viene ridotta del 27%. La garcinia sviluppa la sua az
attraverso 2 componenti: la soppressione dellappetito e linibizione della sintesi
dei lipidi, senza alterare la produzione di energia mitocondriale, poich non
capace di penetrare nel mitocondrio. Diminuisce di efficacia dopo 2 mesi di
trattamento. Noi consigliamo la prima settimana 700 mg mezzora prima dei pasti
x 3 volte al d, dalla seconda sett in poi 350 mg /3 volte al d x 2 mesi e poi pausa
x 1 mese. Eff coll in alcuni ppp pu dare leggeri disturbi gi, che scompaiono
diminuendo il dosaggio. La combinaz con Cr-picolinato potenzia lefficacia della
garcinia favorendo la demolizione degli zuccheri e dei grassi presentii.
GYMNEMA SILVESTRIS Il pa lac gymnemico, che si estrae dalle foglie ed
costituito da una miscela di almeno 9 acidi glicosidici a struttura simile, di cui il
componente pi attivo lac gymnemico A1 detto anche A-D. Lac gymnemico
svolge az ipoglicemizzante attraverso 2 meccanismi principali: inibizione
dellassorbimento degli zuccheri a livello intestinale e aumentata trasformazione
metabolica del glucosio a livello cellulare. Esso ha una molecola simile a quella
degli zuccheri, ma pi grossa, x cui capace di legarsi ai recettori intestinali
adibiti allassorbimento degli zuccheri bloccandoli reversibilmente. Tale blocco si
instaura velocemente e permane diverse ore, soprattutto se le dosi sono ripetute
nellarco della giornata, impedendo per circa il 50% lassorbimento degli
zuccheri. Un analogo legame si instaura anche a livello delle papille gustative;
infatti, ponendo sulla lingua una piccola quantit di polvere di gymnema, in pochi
istanti viene annullata la percezione del dolce e dellamaro, lasciando inalterata
quella degli altri 3 sapori. In carenza di insulina, o x insensibilit del recettore
insulinico di membrana (insulinoresistenza), il glucosio in eccesso , in quanto non
demolito attraverso la glicolisi con produzione di energia, viene in parte
eliminato con le urine insieme a notevole quantit di acqua, in parte trasformato
attraverso vie metaboliche insulino-dipendenti portando alla formazione di
proteine glicosilate, glicosaminoglicani e alcuni loro intermedi. I prodotti
glicosilati vengono accumulati nei tessuti formando col tempo proteine legate da

legami trasversi , cio prodotti terminali della glicosilazione avanzata. Tale


glicosilazione non enzimatica ritenuta direttamente responsabile
dellespansione della matrice vascolare e quindi della maggior parte degli effetti
dannosi di una sovralimentazione a base di carboidrati e del diabete:
complicazioni cardiovascolari, aterosclerosi, opacizzazione del cristallino.
Lassunzione di G riporta alla normalit i valori ematici delle suddette sostanze;
questa normalizzazione legata a una aumentata disponibilit di insulina e/o a
una aumentata sensibilit del rec di membrana. La terapia con G ha dimotrato la
capacit di raddoppiare il numero delle beta-cellule dimostrando una possibile
rigenerazione o riparazione delle isole di Langherans, purch queste non siano
completamente distrutte. G antagonizza anche leff iperglicemico di
somatotropina e corticotropina.La posologia 2 cp insieme 15-20 prima dei pasti
cio 150-300 mg pro dose.
EFEDRA Nella farmacologia cinese usata come antidiaforetico. Lefedrina un
agente simpaticomimetico misto, che agisce sia direttamente come agonista dei
rec adrenergici alfa e beta, sia indirettamente, determinando il rilascio di NA
dalle terminazioni nervose simpatiche. E da tempo dimostrato che essa un
agente termogenico, come le metilxantine , tra cui in particolare la caffeina. Una
miscela di efedrina e metilxantine 2 volte pi efficace nello stimolare la
termogenesi dellefedrina da sola. La tolleranza, che si sviluppa solo verso gli eff
cardiovascolare e broncodilatatore, potrebbe essere dovuta al fatto che
laumentata stimolazione dei rec beta promuove una forte riduzione dei rec
beta2, mentre non influenza i beta1. Leff termogenico, a differenza di quello
cardiovascolare, non va incontro a tolleranza durante il trattamento cronico, ma
anzi aumenta. Lefedrina, esercitandoi suoi effetti primari tramite le
catecolamine circolanti, potenzialmente capace di attivare tutti i tipi di
recettori adrenergici, propriet che comporta tutta una serie di implicazioni
riguardo il suo uso cronico come farmaco antiobesit. Una di queste implicazioni
che essa stimola la sintesi proteica e pu essere utile nel controllare la perdita
di massa magra durante la dieta ipocalorica.
Tra i farmaci in grado di potenziare leff termogenico dellefedrina sono da
considerare le metilxantine come caffeina, teofillina, aminofillina, nonch
laspirina.
La caffeina il principale costituente della KOLA NITIDA, ma presente anche nel
caff, t, cacao, cioccolata e bevande tipo coca cola, e in numerose preparazioni
farmaceutiche come rilassanti muscolari, decongestionanti e farmaci
antiallergici; presente in diversi prodotti da banco usati per dimagrire.
Lastinenza dopo un uso regolare di caff produce un transitorio senso di
stanchezza e in alcuni soggetti un leggero mal di testa.Leff termogenico
maggiore si ha usando la combinazione efedrina 20 mg-caffeina 200 mg.
Il SUCCO DI DALIA aiuta a mantenere costante il livello di glucosio nel sangue,
soprattutto nei momenti di intenso sforzo fisico.
GLUCOMANNANO ha la capacit di assorbire fino a 70g di acqua x ogni g di
polvere; si consigliano 2 cp pari a 1,2g di glucomannano /die. Lassunzione di

glucomannano con acqua porta alla distensione dello stomaco che attraverso il n
vago stimola il centro della saziet ipotalamico, contribuendo cos a far mangiare
di meno. Il glucomannano trasformato in gel continua la sua azione nellintestino
tenue, dove, frammisto agli alimenti ingeriti, ritarda e riduce lassorbimento del
glucosio, del colesterolo e dei grassi, contribuendo cos a diminuire la quota
calorica assimilata. A livello del grosso intestino favorisce laumento e
lidratazione della massa fecale, migliorando la peristalsi e permettendo
unevacuazione regolare.Esso pu interferire con lassorbimento di farmaci e di
sostanze nutritive essenziali quali vitamine e minerali . Personalmente non lo
consiglio mai perch ad uno stomaco nosmale d un senso di gonfiore molto
fasidioso e perch , dato che dilata le pareti dello stomaco, il soggetto, quando
ha finito di assumerlo come supporto dietetico, avr lesigenza di riempire lo
stomaco come faceva con il glucomannano. In parole povere una delle
componenti del suo senso di fame rimane falsata in eccesso e quindi ben presto
tender a riempirsi di cibo per colmare il vuoto lasciato dalla fibra cos
ingombrante. Pu essere di molto aiuto ai grandi obesi, ma ai soggetti comuni no.
PSILLIO nella dose di 3-5g/sera utile per ottenere evacuazioni regolari gi dal
primo giorno in attesa che il glucomannano eserciti i suoi effetti.
ALGA BRUNA e LAMINARIA sono fitocomplessi contenenti iodio i quali, attivando la
produzione di ormoni tiroidei, accelerano il metabolismo basale; essi aumentano
la concentrazione di ioduro intratiroideo. Il risultato un calo ponderale
particolarmente spiccato nelle zone pi ricche di tessuto adiposo. Sono da
utilizzare con estrema cautela. I preparati a base di alga bruna non devono essere
assunti in maniera continuativa per periodi superiori a 40-60gg. A causa della
presenza di alginati possono avere una leggera azione lassativa.
BACCELLO DI FAGIOLO inibisce lalfa-amilasi pancreatica, deputata alla scissione
degli zuccheri complessi in zuccheri semplici, disponibili per lassorbimento.
SALVIA officinale ha azione tonica-stimolante generale come pure la
CANNELLA utili nelliperfagia di origine ansioso-depressiva; in pi la salvia
diuretica.
A maggior ragione questa scelta vale per l IPERICO; la sua influenza sul sistema
serotoninergico consente di mantenere il controllo sulle pulsioni alimentari, in
quanto in definitiva diminuisce il desiderio di alimenti ricchi in glucidi,
drasticamente limitati nei regimi ipocalorici.
LIQUERIZIA riduce la secrezione dei succhi gastrici per inibizione diretta a livello
cellulare; questa azione pu essere utile in quanto lorganismo aumenta la
produzione delle secrezioni digestive (saliva e succhi gastrici) quando avverte la
sensazione di fame o anche solamente alla vista del cibo che lo attira.
Alle piante con specifica az dimagrante spesso vengono associate quelle ad az
drenante; su alcune di queste indichiamo importanti note da tenere in

onsiderazione. TARASSACO Da sempre usato per epato-colecistopatie, esso


combatte le iperlipemie; ricco di K; controindicato in pazienti con
microcalcoli alla colecsti, in quanto, agendo da colecistochinetico, pu scatenare
una colica; controindicato anche in pazienti con ulcera peptica, in quanto
stimolante delle secrezioni gastriche; come tutte le verdure amare, che
aumentano il grado di acidit dello stomaco.Una pianta che cresce spontanea
nell Africa australe HOODIA GORDONII, un cactus della famiglia delle
asclepiacee. Esssa contiene un pa con eff antifame 100000 volte superiore al
glucosio; inoltre inibisce il centro di regolazione ipotalamico della fame senza
produrre stimolazione n sedazione del SNC. La pianta conosciuta fin
dallantichit dalle popolazioni locali, in particolare i San del Sudafrica (che la
usavano come antifame e sete durante le battute di caccia, quando duravano a
lungo). Allo stato attuale necessitano i normali studi prima di poterne rendere
sicuro lutilizzo. Tra parentesi la ditta Pfizer aveva brevettato il prodotto per
conto suo ma stata denunciata dalle istituzioni a tutela delle etnie e ha dovuto
pagare i diritti sulle conoscenze tradizionali al popolo San che percepir una
quota pari a 6000000 di dollari annui.
MARRUBIO pianta che abbina alle note propriet antitussive interessanti azioni
dimagranti.
RHODIOLA x 2 azioni: quella adattogena generale e quella di riduzione della fame
nervosa. In condizioni di stress viene secreto un eccesso di cortisolo, che facilita
laccumulo di grassi nei tessuti di deposito, specialmente a livello addominale.
Anche la caduta dei livelli di estrogeni pu portare ad un simile risultato, infatti
nella menopausa si ha uno spostamento della zona di deposito dei grassi da
fianchi-gambe a addome; ed noto che in questa sede il grasso pericoloso per il
rischio cardiovascolare e di diabete. La dose 200 mg di estratto secco
standardizzato al 3% mezzora prima dei pasti.
La ditta ASTRUM propone il seguente protocollo a base di prodotti spagirici: per
obesit= t di giava 1 cucchiaio 3 volte al d prima dei pasti, melissa 20 gtt 3
volte al d, fucus 20 gtt 3 volte al d, bio-vitae 1-3 secondo il bisogno la sera
prima di coricarsi in caso di stipsi, 5erbe 4-5 granuli 2-3 volte al d prima dei
pasti, in caso di gonfiori addominali. X la ritenzione idrica solidago 30 gtt 3 volte
al d, pilosella 20 gtt 3 volte al d, ononide 10 gtt 3 volte al d, t di giava 1
cucchiaio prima dei pasti.
INTEGRATORI
Integratori CROMO-PICOLINATO aiuta la perdita di peso grazie al suo effetto sul
legame insulina-recettore. Infatti linsulina per esercitare la sua azione necessita
del GTF, la cui parte attiva un complesso organico cromo-ac nicotinico, detto
cromo polinicotinato, cio cromo biologicamente attivo. Tra le diverse
combinazioni tra cromo e niacina la forma maggiormente attiva il cromo
dinicotinato O-coordinato. Altri tipi di complessi di cromo mostrano unattivit
biologica inferiore: ad es il complesso Cr-ac picolinico (isomero dellac nicotinico)
poco efficace. I sali inorganici di CR addirittura vengono assorbiti solo in

piccolissima parte, cio circa l1%. Il Cr- polinicotinato specificamente indicato


nellobesit e nei disordini metabolici legati a insulino-resistenza. Il fabbisogno
giornaliero di Cr di 50-200mcg. La dose terapeutica pu essere fino a 4 volte
superiore; 100mcg di Cr 4 volte al d producono un senso di sazirt, diminuiscono
la fame di carboidrati, favoriscono la demolizione dei grassi, fanno diminuire il
colesterolo totale ed ldl, mentre aumenta lHDL.
TRIPTOFANO un aminoacido essenziale usato nel trattamento della depressione,
dellobesit e dellinsonnia in quanto precursore della serotonina. Lassunzione di
triptofano prima di un pasto, analogamente ai farmaci che aumentano i livelli di
serotonina, orienta la scelta verso cibi ricchi di proteine e poveri di carboidrati.
E quindi capace di combattere il fenomeno del desiderio insaziabile di zuccheri.
2 caps da 500mg di triptofano circa mezzora prima del pasto principale (meglio
serale) con una piccola quantit di carboidrati.
CALCIO PIRUVATO efficace nellaumentare il ritmo del metabolismo corporeo
facendo si che venga bruciata una quantit maggiore di calorie. Vengono bruciati
grassi e zuccheri, ma non le proteine. posologia 2 cp da 500 mgx2-3 volte al d.
Sono necessari 7-10gg x ottenere i primi risultati. Viene consigliato un dosaggio di
saturazione pari a 6g/die x 10gg per poi passare al dosaggio personalizzato. I
risultati migliorano se si associa lesercizioo fisico. Il piruvato un integratore
molto sicuro; solo a dosi 10 volte superiori a quelle consigliate si pu verificare un
aumento della flatulenza. In alcuni pazienti si pu verificare un transitorio
aumento dellappetito, conseguenza dellaumentato metabolismo. per
contrastare questo effetto si possono aggiungere ingredienti capaci di ridurre
lappetito come glucomannano, chitosano, guar, efedra, citrus aurantium,
guaran, cola. Un importante potenziamento del piruvato si ottiene unendolo a
estratto secco di garcinia.
SON-FORMULA una miscela brevettata basata sul MAP cio master aminoacid
pattern. Nello studio condotto dal prof Di Tullio sono stati prescritti 10g di sonformula+ 500-700g di frutta fresca a colazione, pranzo e cena ; attivit fisica per
1h al giorno , costituita dal semplice camminare, oltre allo svolgimento delle
normali attivit. Peso iniziale dei pazienti era di 80,8 Kg, peso finale in 4 sett di
terapia, 74Kg ; dopo 3 mesi senza alcun trattamento i pazienti hanno recuperato
in media 2 Kg. Successivamente hanno mantenuto un peso stabile x 3 mesi. Dopo
non stato fatto alcun controllo. Il rationale di questo integratore basato
sullesigenza (a) che il pp mantenga un bilancio azotato in equilibrio=non perda
massa magra n accusi i vari eff coll del dimagrimento come depressione, perdita
della libido, astenia; (b) che ottenga contemporaneamente un bilancio energetico
negativo capace di diminuire leccesso di tessuto adiposo. ((( non metto in dubbio
lefficacia quando urge ottenere un calo e non si ottengono risultati con altri
sistemi naturali, ma ho 2 obiezioni: la prima che questo schema assomiglia a un
semidigiuno, per cui il paziente pur essendo sazio non si sente gratificato: questo
implica intendere la dieta come un periodo di sacrificio per ottenere un calo e
non come uno stile alimentare pi sano da attuare per sempre.Di conseguenza,
dopo un certo periodo, che pu essere 1-2 anni il paziente tender nuovamente a
recuperare il peso perduto, per cui il vantaggio di eliminare lefetto yo-yo

descritto nellarticolo perde consistenza; in realt tale effetto sar pi dilatato


nel tempo rispetto a quello che si osserva con diete drastiche o farmaci. La
seconda che tale schema prevede luso di una gran quantit di confezioni di son
formula che gi molto costoso.))).
CHITOSANO un biopolimero di tipo polisaccaridico non digeribile, ottenuto
mediante deacetilazione alcalina di chitine estratte dallesoderma di crostacei.
Impedisce lassorbimento dei grassi.Eff coll= facilmente da luogo ad allergie e
intolleranze; tra gli eff normali, invece, cio che si verificano nella maggior parte
dei pazienti c gonfiore e distensione addominale. Io non lo consiglio mai.
NOTE AGGIUNTE COME APPROFONDIMENTO
(1) Un buon programma per il controllo del peso deve prevedere una dieta
bilanciata, personalizzata in base al fabbisogno calorico del paziente, tale da
produrre un calo non superiore a 2-4 Kg al mese. Ogni organismo possiede un
fat-point che non geneticamente prestabilito, ma semplicemente un livello di
grasso divenuto abituale. Il corpo tende a difendere questo livello stimolando la
sintesi della lipasi, enzima che favorisce limmagazzinamento dei grassi,
contrastando piuttosto efficacemente gli sforzi messi in atto attraverso la dieta
ipocalorica. Solo una diminuzione lenta e graduale capace di ingannare il fatpoint e spostarlo verso il basso.
(2)Nellobesit androide il grasso localizzato prevalentemente sulladdome;
viene definita profilo a mela. Nellobesit ginoide il grasso localizzato a
livello di glutei, cosce e gambe, mentre il tronco rimane normale; definita
profilo a pera. La donna dalla menopausa in poi avr unobesit mista, poich
accumuler pi grasso addominale. Lobesit androide espone maggiormente al
rischio di diabete, dislipidemie, gotta, calcolosi, infarto, ipertensione, tumore del
colon, ernia iatale ecc. Infatti, le cellule adipose intraddominali rilasciano
elevate quantit di ac grassi liberi nel circolo portale. Essa risponde bene ai
trattamenti dimagranti. Lobesit ginoide non d la stessa entit di rischio ma
provoca disturbi venosi e disturbi agli arti inferiori. Nellobesit da cause
endocrine il paziente spesso si sente frustrato in quanto non attua delle
intemperanze alimentari; la causa pu essere dovuta a una particolare
predisposizione ad accumulare le calorie ingerite sotto forma di grasso e/o a
unalterazione dei meccanismi che regolano il dispendio energetico. La tiroide
spesso chiamata in causa in certi tipi di obesit. Gli ormoni che essa produce
regolano le calorie che lorganismo deve bruciare semplicemente x il
mantenimento della vita (metabolismo basale), favoriscono la mobilizzazione
delle riserve di grasso x trasformarlo in energia e stimolano la produzione di
grasso bruno che attraverso lossidazione produce energia. Le ultime due azioni,
tuttavia, non sono legate tanto alla tiroxina (T4), principale ormone , quanto alla
triiodotironina (T3) nella quale il T4 convertito nei tessuti periferici.
Linnalzamento dellinsulinemia seguente allingestione di carboidrati favorisce
tale trasformazione: linsulinoresistenza blocca questo meccanismo natiurale.
Pertanto una dieta ipocalorica, soprattutto se a basso contenuto di carboidrati,
frena ulteriormente la conversione di T4 in T3 compromettendo il risultato della

dieta stessa, poich i grassi accumulati non vengono mobilitati n bruciati. Laz
anabolizzante dellinsulina di primaria importanza. Una normale risposta al suo
stimolo favorisce la sintesi proteica soprattutto nel tessuto muscolare.
(3) TERMOGENESI il processo metabolico attraverso il quale lorganismo in
grado di produrre calore. Tale processo ha luogo soprattutto nei muscoli e nel
tessuto adiposo. Lentit della termogenesi varia da soggetto a soggetto perch
strettamente legata anche a fattori genetici, i quali determinano la quantit di
tessuto molto particolare, il tessuto adiposo bruno. Questo tessuto, molto
abbondante alla nascita e in diminuzione nellarco della vita, un tessuto
metabolicamente attivo perch produce calore a partire dai grassi e loro derivati
pi di ogni altro distretto dellorganismo: in parole povere brucia le calorie. .
E consolidato il concetto che meno si mangia, pi si rallenta il metabolismo
basale. Pur restando vero questo meccanismo di compenso, ci non deve indurre
chi fa una dieta a mangiare spesso, bens la situazione varia da caso a caso. Da
una ricerca ( 2005 ) emerso che quando lorganismo meno ingolfato di cibo, il
metabolismo cellulare, invece di ridursi, aumenta la sua efficienza .
(4) METABOLIZZATORE RAPIDO= un soggetto che nella maggior parte dei casi
stato magro fino a circa 30 anni. Mangiava a saziet, o anche per sfida con gli
amici, e non ingrassava mai. E un soggetto che ha spesso fame perch trasforma
presto in energia le calorie dei pasti e prima che venga lora del pasto seguente
pu avere di nuovo fame. Ad un certo momento per il metabolismo rallenta o
cambia ritmo mentre il soggetto mantiene le sue abitudini alimentari. Cos
comincia ad aumentare di peso. Se poi aggiungiamo i vari motivi di stress, pu
arrivare a diventare obeso. Anche chi ha fatto sport per molti anni quando si
ferma pu trovarsi nelle condizioni di un metabolizzatore rapido che ha girato
langolo.
Per queste persone io consiglio di arrivare, sempre per gradi, a ridefinire il
proprio fabbisogno calorico. Esempio: a 30 anni consumava 2000 Kcal al giorno
mantenendo il peso-forma (indice di massa da 17 a 24). A 40 in sovrappeso di 15
Kg. Oggi dovr fare una dieta che lo riporti al peso-forma lentamente; quando ha
raggiunto questo peso , per mantenerlo,dovr consumare un fabbisogno di 1600
Kcal, e non pi le 2000 che assumeva in giovent.
METABOLIZZATORE LENTO= ingrassa per motivi opposti a quelli del
metabolizzatore rapido: non ha un buon sincronismo tra i pasti e lenergia che
forniscono. Non ha ancora finito di digerire il pranzo (si fa per dire, sono esempi
estremi che vanno presi cum granu salis) che gi ora di cena. Non avendo fatto
in tempo a bruciare i grassi, li immagazzina nel tessuto adiposo come riserva e
intanto fa il pasto successivo. E un soggetto che si sente sempre stanco perch
non usa i nutrienti ma non li smaltisce.
(5)BENEFICI E DANNI DERIVANTI DALLA PERDITA DI PESO
Effetti negativi CALCOLOSI DELLA COLECISTI Gli obesi sono soggetti a rischio per
lo sviluppo di calcoli della colecisti, rischio che aumenta ulteriormente durante
lesecuzione di una dieta ipocalorica. Infatti, bench il calo ponderale determini
una riduzione in termini assoluti della sintesi e della secrezione biliare di

colesterolo, questa comunque eccede la quota di acidi biliari e di fosfolipidi


secreti nella bile, anchessa diminuita; come conseguenza lindice litogenico
della bile aumenta. Il minore rischio si verifica con una dieta moderatamente
ipocalorica e con contenuto lipidico pari al 30%.
(6)BILANCIO PROTEICO E IDROELETTROLITICO Si considera ragionevole e
sufficientemente priva di effetti collaterali una perdita di peso costituita per il
75% da grasso e per il 25% da massa magra. Questo obiettivo pu essere meglio
raggiunto con diete moderatamente ipocaloriche. Infatti diete fortemente
restrittive e contenenti proteine di scarso valore biologico (derivate dal
collagene) tendono non solo a far perdare una quota proteica eccessiva ma, se
protratte per pi di 6-8 settimane, sono anche potenzialmente pericolose per
linsorgenza di aritmie cardiache non responsive ai farmaci antiaritmici.
Le diete fortemente ipocaloriche sono controindicate nei pazienti obesi portatori
di cardiopatia. Un attento monitoraggio elettrocardiografico va riservato a tutti i
pazienti sottoposti a forte restrizione calorica, in quanto la comparsa di aritmie o
di anormalit dellintervallo QT deve indurre allimmediata sospensione della
dieta. Linizio di una dieta, specie se fortemente ipocalorica nel paziente in
marcato sovrappeso, sempre accompagnato da una considerevole diuresi,
responsabile del rapido calo ponderale che comunemente si osserva. Se la perdita
rapida di liquidi in eccesso sicuramente benefica, tuttavia immancabilmente
accompagnata da uno squilibrio elettrolitico per perdita di Na e K e in minor
misura di Mg, Ca e P, squilibrio che va corretto integrando la dieta con un
supplemento di questi ioni.
ALTRI Si pu osservare un aumento delle transaminasi epatiche e della fosfatasi
alcalina, secondario alla rapida mobilizzazione delle riserve di tessuto adiposo
presenti nel fegato. Di solito si assiste a un progressivo normalizzarsi di questi
indici con la prosecuzione della dieta. E anche frequente, dopo 1-2 settimane ,
specie se la dieta a basso contenuto di carboidrati, un aumento delluricemia,
che tuttavia solo raramente acquista significato clinico. Altri fenomeni sono
costipazione o diarrea nei pazienti che assumono formulazioni liquide;
ipotensione, perdita dei capelli, intolleranza al freddo.
(7)SISTEMA IMMUNITARIO una dieta troppo restrittiva pu portare ad
unalterazione in senso negativo dellimmunocompetenza del paziente, anche se
in maniera non drammatica. Tale cambiamento pu durare anche alcuni mesi
dopo la fine della dieta restrittiva, ma non stato avvalorato da molti altri studi.
In linea di massima, invece, la riduzione del peso si associa a un miglioramento
della risposta immunitaria, segno che lalterazione non irreversibile.
(8) Il rapporto tra giro vita e giro fianchi deve essere compreso tra 0,65 e 0,85: di
pi indice di eccesso di grasso viscerale (pancia) stop.
Errata corrige: Al MTC, il punto da automassaggiare con una matita , 36 S, che
serve a sedare la fame, non sull'alluce, ma sull'angolo ungueale interno del 2
dito.

Tort cu banane
Pentru blat
100 g unt moale
300 g biscuiti digestivi
Pentru crema
100 g zahr Demerara
100 g unt
400 ml lapte condensat
Pentru decor
3 bucati banane
200 ml frisca lichida
100 g ciocolata amaruie
Mod de preparare:
Piseaz biscuiii digestivi i amestec-i cu 100 grame de
unt. Preseaz amestecul ntr-o form de tart. D la rece
pentru cel puin 30 de minute.
Amestec laptele condensat cu zahr brun (gust laptele
nainte, dac i se pare foarte dulce, pune mai puin zahr)
i restul de unt. Amestec mereu, pn cnd lichidul fierbe
i devine o crem de caramel gustoas.