Sei sulla pagina 1di 9
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia Nazione Renzi ripesca il ponte sullo Stretto e ci

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia Nazione Renzi ripesca il ponte sullo Stretto e ci crede

Sicilia

Nazione

Renzi ripesca il ponte sullo Stretto e ci crede

A pagina cinque

ripesca il ponte sullo Stretto e ci crede A pagina cinque Regionale Si rompe il by

Regionale

Si rompe il by pass Messina di nuovo priva d’acqua

A pagina quattro

www.libertasicilia.it Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987 mail: libertasicilia@gmail.com sabato 7 novembre 2015 • anno
www.libertasicilia.it
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
mail: libertasicilia@gmail.com
sabato 7 novembre 2015 • anno XXvIII • n. 251 • Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 • Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 • Pubblicità: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 • Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 • € 1,00

L’episodio avvenuto intorno alla mezzanotte in una palazzina al civico 6 di via Patania

esplode una bombola: feriti e panico al rione Mazzarrona

I testimoni: “Sembra fosse il terremoto o una bomba”

oSSeRvatoRio

Le industre nonparlano italiano

di Salvatore Maiorca

Non parla più italiano il polo petrolchimico si- racusano. Dopo la deci- sione dell’Eni di vendere il settore della chimica, annunciata qualche gior- no fa dall’amministratore delegato De Scalzi, l’ac- quirente più probabile è il fondo pensioni americano “Apollo”. E ci sono anche altre due società america- ne e una inglese che vor- rebbero acquistare. Ma il sindacato si oppone a questa scelta. E procla- ma due ore di sciopero con assemble.

A pagina dodici

ma due ore di sciopero con assemble. A pagina dodici web amicizia virtuale con molestie S

web

amicizia virtuale con molestie

Sono dovuti intervenire i carabinieri della stazione di Ortigia per arrestare nella flagranza del reato di atti.

A pagina dieci

eventi

21 anni fa Papa woitjla a Siracusa

Ventuno anni fa, papa Giovanni Paolo secondo era a Siracusa per dedicare il santuario.

A pagina nove

Una deflagrazione ha scosso il rione della Maz- zarrona la scorsa notte. L'esplosione è stata do- vuta a una bombola che è scoppiata a causa della fuoriuscita di gas. Il bi- lancio è di dodici persone rimaste ferite due delle quali ricoverate per le ustioni riportate in diver- se parti del corpo. L'epi- sodio è avvenuto in via Patania al civico 6. L’e- splosione ha squarciato.

noto

Minaccia

di

dare fuoco

al

municipio

Attimi di apprensione stamane a Palazzo Duce- zio. Il tranquillo venerdì mattina, infatti, è stato improvvisamente interrot- to dall’ingresso nella casa comunale di uomo.

A pagina sette

A pagina sette

nella casa comunale di uomo. A pagina sette A pagina sette Presentati i risultati del progetto

Presentati i risultati del progetto

Smart city Una città più intelligente

del progetto Smart city Una città più intelligente S ono stati presentati a palazzo Montalto i

Sono stati presentati a palazzo Montalto i risultati del progetto di gemellaggio Per-Sir “Verso la Smart City”. Il Progetto di Gemellaggio tra il Comune di Perugia ed il Comune di Siracusa, finanziato dal Ministero.

A pagina otto

Rigettata l’istanza di revoca presentata da Coltraro

Il gip del tribunale, Giuseppe Tripi, ha rigettato l’istanza di revoca dell’ordinanza di divieto temporaneo di esercitare la pro- fessione notarile per dieci mesi.

A pagina nove

di revoca dell’ordinanza di divieto temporaneo di esercitare la pro- fessione notarile per dieci mesi. A

Esteri 2

Esteri • 2 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo DisastroMetrojet, 007Gb: “bomba esplosa in stiva” Le
Esteri • 2 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo DisastroMetrojet, 007Gb: “bomba esplosa in stiva” Le

Sicilia 7 noveMbre 2015, SAbATo

Esteri • 2 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo DisastroMetrojet, 007Gb: “bomba esplosa in stiva” Le

DisastroMetrojet, 007Gb:

“bomba esplosa in stiva”

Le intelligence di Londra e Washington avrebberoraccoltocomunicazioni webtra membri dello Stato Islamico tra Siria ed Egitto

LONDRA. Sono state le informazioni rac- colte dall'intelligence britannica e da quella statunitense nelle co- municazioni web tra membri di Is tra Siria ed Egitto a convince- re i due governi che a uccidere le 224 per- sone a bordo dell'Ai- rbus A321 russo della Metrojet sia stata una bomba messa dallo Stato islamico. Ordi- gno o portato a bordo da un passeggero o, ipotesi ritenuta più

probabile, nascosta

in

un bagaglio fat-

to

salire sul velivo-

lo probabilmente a causa degli scarsi

controlli nello scalo con la complicità di

un addetto alla sicu-

rezza dell'aeroporto

di Sharm el Sheikh.

Questa la pista rite- nuta prevalente de- gli investigatori bri- tannici convinti che l'ordigno sia esploso

nella stiva dell'aereo.

È quanto rivelano,

sembra citando le

stiva dell'aereo. È quanto rivelano, sembra citando le I resti dell'Airbus Metrojet. stesse fonti, i due

I resti dell'Airbus Metrojet.

stesse fonti, i due più importanti quotidia- ni conservatori bri- tannici, ed è questa anche la ragione per

cui ai primi 4.000 su 20.000 britannici che

saranno 'recuperati' con 20 aerei passeg- geri inviati da Lon- dra nel resort egizia- no sarà consentito solo di portare con se bagaglio a mano.

brasile,crollaunadiga:

valangadi fangosucittà

E' di almeno 17 morti

e 75 feriti il bilancio del crollo in Brasile

di una diga di con-

tenimento dei rifiuti

di un'impresa mine-

raria, a seguito del quale una valanga di

fango si è abbattuta sul paesino di Ben-

to Rodrigues, vicino

alla città di Mariana, nella regione di Mi- nas Gerais. I vigili del fuoco hanno par- lato di un numero di vittime destinato a salire.

Hollandeinaugura

aParigil'esagono,

nuovasedeministero

dellaDifesa

Il presidente france-

se François Hollan-

de ha inaugurato giovedì la nuova sede del ministero della difesa france- se, un edificio che, costato 4,2 miliar- di di euro, è già stato rinominato il "Pentagono france- se". ma il suo nome semi-ufficiale è quello di "Esagono":

sia perché il cuore della nuova struttura che ospiterà i 9.300 militari e civili del ministero ha sei lati, sia per l'evidente

tentativo di copiare - tentando di superarli - gli americani. Tan- to che l'obiettivo, riunendo i vertici

di esercito, marina

e aviazione in un singolo edificio, è quello, dichiarato da Jean-Paul Bodin, segretario generale del ministero della Difesa, di avere un migliore coordi- namento nel corso delle operazioni militari francesi all'estero.

obama getta la spugna: “non ci sarà paceabrevetraisraeleePalestina”

WASHINGTON. A quasi sette anni dal suo insediamento Ba-

rack Obama ha rico- nosciuto che la pace tra israeliani e pale- stinesi, che riteneva un obiettivo alla sua portata, era in realtà un traguardo estre- mamente più compli- cato di quanto avesse pensato all'inizio del suo mandato. Il presi- dente americano ha di fatto gettato la spugna dichiarando di essere

ha di fatto gettato la spugna dichiarando di essere Barack Obama. giunto alla conclusio- ne "realista"

Barack Obama.

giunto alla conclusio- ne "realista" che non solo non ci sarà alcu- na intesa nei 14 mesi che mancano alla fine del suo mandato alla

Casa Bianca, ma che non saranno possibili concreti negoziati di pace tra le due parti. Per questo Obama, ha reso noto la Casa

Bianca, chiederà lune- dì al premier israelia- no Benjamin Netan- yahu, nell'ennesimo

non facile incontro, di non adottare misure che possano preclude- re intese in un futuro non più così prossimo

e di " non alterare lo

status quo". Il pre- sidente è giunto alla conclusione realisti- ca che non ci sarà un accordo di pace nella parte finale del suo mandato (20 gennaio 2017) e che probabil- mente non si saran- no negoziati diretti" israelo-palestinesi, ha detto Rob Malley, consigliere di Obama.

Ritrovato dopo 13 anni bambino scomparso in alabama nel 2002

ALABAMA. Era sparito 13 anni fa ad appena

5 anni. È stato ritrovato a Cleveland, in Ohio.

Di Julian Hernandez si erano perse le tracce

il 28 agosto 2002. La madre ne aveva denun-

ciato la scomparsa, puntando il dito contro il padre che ne aveva perso la custodia legale.

La polizia non è mai riuscita a rintracciarlo.

Tredici anni di silenzio, poi la svolta quando

Julian, oggi 18enne, ha presentato la richiesta

di iscrizione a un'università. Il suo numero di

previdenza sociale, non corrispondeva infatti

al suo nome. Un consulente scolastico ha deci-

so di andare a fondo nella vicenda, e alla fine si è scoperto che il ragazzo era nel database dei bambini scomparsi. A quel punto è stata l’Fbi a mobilitarsi.

Siria: media: “C'è un piano russo in nove punti”

BEIRUT. La Russia ha preparato un piano per risolvere a proprio favore il conflitto in Siria e rimanere nel Mediterraneo orienta- le. Il testo, diffuso dal quotidiano panarabo è composto da nove punti. Il piano prevede tra l'altro che il presiden- te siriano Bashar al Assad non si candidi alle eventuali prossi- me elezioni presiden-

ziali ma che il diritto alla candidatura non sia precluso a un suo parente o a un altro esponente del regime.

Il testo sarà presentato

alle parti siriane e in- ternazionali a Ginevra venerdì prossimo, 13 novembre. Intanto è salito a 42 morti, tra cui 27 civili, il bilan-

cio delle vittime di tre giorni fa in un bom- bardamento russo del-

la città di Raqqa.

fa in un bom- bardamento russo del- la città di Raqqa. 7 noveMbre 2015, SAbATo •

7 noveMbre 2015, SAbATo

russo del- la città di Raqqa. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 3 • Italia ilPapa:“Uncredentenonpuòparlare

Sicilia 3 Italia

Raqqa. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 3 • Italia ilPapa:“Uncredentenonpuòparlare di povertà e vivere come

ilPapa:“Uncredentenonpuòparlare di povertà e vivere come un faraone”

Nell'omelia a San- ta Marta: "Nella Chiesa ci sono gli arrampicatori, attaccati ai soldi"

CITTA' DEL VATICANO. "Se un credente parla della povertà o dei senza- tetto e conduce una vita da faraone: que- sto non si può fare". Così Papa Francesco in un'intervista al gior- nale di strada olandese "Straatnieuws", rea- lizzata il 27 ottobre e tradotta oggi da Radio Vaticana, nella quale mette in guardia dal-

oggi da Radio Vaticana, nella quale mette in guardia dal- Il giornale di strada olandese Straatnieuws

Il giornale di strada olandese Straatnieuws

la "tentazione della corruzione" che c'è sempre nella vita pub- blica, "sia politica, sia religiosa". Parole che assumono una nuova veste alla luce dello

scandalo Vatileaks bis. "Vorrei sottoline- are due tentazioni - spiega Bergoglio - la chiesa deve parlare con la verità e anche con la testimonianza:

napoli, il prefettoannullal’atto di nascita del bimbo con due mamme

NAPOLI. Da oggi il piccolo Ruben Con-

te Loi non ha più il

doppio cognome e

ha una sola mamma.

Almeno nei docu- menti italiani. Non

nella realtà: "La lotta continua", assicura-

no le sue mamme. Il

prefetto di Napoli, Gerarda Pantalone, ha annullato l'atto

di nascita del bimbo

con due madri nel-

le parti non previste

dalla legge italiana.

due madri nel- le parti non previste dalla legge italiana. A soli tre mesi Ruben è

A soli tre mesi Ruben è stato prima apolide, poi cittadino italiano con due mamme e ora "orfano" di un geni- tore. Il provvedimen-

to firmato dal pre- fetto, Gerarda Maria

Pantalone, cancella il doppio cognome del bambino e l'indica- zione del nome della seconda madre che,

nell'atto di trascrizio- ne, era stata inserito nella sezione in cui normalmente si indi-

ca il nominativo del

padre. La Prefettura

fa sapere che "non c'è

alcuna proroga con- cessa al sindaco per- ché la cancellazione è stata fatta dal pre- fetto".

Yara, per il Ris la traccia di ignoto 1 è certa

PARMA. "Dagli ac- certamenti del Ris, ripetuti più volte, è emersa l'evidenza del- la traccia di ignoto1 in modo inequivoco". A spiegarlo, nel corso dell'udienza al processo per l'omicidio di Yara Gambirasio, sono stati due ufficiali del Ris di Parma che hanno ese-

guito le indagini sui reperti che hanno suc- cessivamente portato a Massimo Bossetti. Dal giorno del suo arresto, Bossetti si è sempre dichiarato innocente. I suoi legali da sempre hanno messo in discus- sione il Dna considera- to dall'accusa, invece, una solida prova.

la testimonianza della povertà. Se un cre- dente parla della po- vertà o dei senzatetto e conduce una vita da faraone: questo non si può fare. Questa è

la prima tentazione. L'altra tentazione è di fare accordi con i go- verni. Si possono fare accordi, ma devono essere accordi chiari accordi trasparenti.

MortisospetteperamiantoallaScala MILANO. Quattro ex sindaci di Mila- no sono indagati, con altre persone, per omicidio

MortisospetteperamiantoallaScala

MILANO. Quattro ex sindaci di Mila- no sono indagati, con altre persone, per omicidio colposo e lesioni colpose per sette decessi e altri casi di malattia do- vuti all'amianto presente al Teatro alla Scala. La procura ha notificato inviti a com- parire a Carlo Tognoli, Paolo Pilliteri, Giampiero Borghini e Marco Formenti- ni. Sotto inchiesta anche l'ex sovrinten- dente Carlo Fontana.

telecom italia pesante dopo la conversione delrisparmio

MILANO - Seduta difficile per Telecom

Italia (segui il titolo

in diretta) dopo i

conti resi noti ieri

sera. E - soprattut-

to - la decisione del

Cda di convertire le risparmio. Il gruppo Telecom Italia ha chiuso i primi nove mesi dell'anno con

un fatturato consoli- dato di 14,9 miliardi

di euro, in riduzione

rispetto al corri- spondente periodo del 2014 del 6,9% (-3,9% in termini organici). L'utile del periodo at-

tribuibile ai soci della controllante si attesta a 362 milioni di euro contro i 985 milioni dei primi nove mesi 2014. Infatti, il cda

di

Telecom ha messo

ai

voti il progetto di

conversione delle risparmio in azioni ordinarie a pagamen- to. L'operazione, che

era già stata studiata diverse volte durante

la gestione di Franco

Bernabè, prevede che venga offerto ai

soci senza diritto di voto di concambia-

re il loro titolo con

un'azione ordinaria aggiungendo 9,5 centesimi di euro e rinunciando così al privilegio sul divi- dendo.

Due donne, di 84 e 53 anni ridotte in fin di vita per una rapina di 300 euro

FERRARA. Due donne, sono ricove- rate in gravissime condizioni dopo es-

sere state aggredite in casa da alcuni ladri. E' successo a Renaz- zo di Cento nel Fer- rarese. Le due sareb- bero state colpite in testa con un bastone nel corso di un furto degenerato in rapina violenta. Secondo le prime indicazioni il bottino sarebbe di ap-

Secondo le prime indicazioni il bottino sarebbe di ap- pena 300 euro. I rapinatori sono poi

pena 300 euro. I rapinatori sono poi fuggiti a bordo di un'auto. L'anziana

di 84 anni, portata

all'ospedale di Cona,

ha subito un grave

trauma cranico, e la

nuora, intubata, è sta-

ta trasferita con l'eli- soccorso all'ospedale Maggiore di Bologna:

per entrambe la pro- gnosi è riservata.

Da una prima ricostru-

zione, le due vittime

sono state colpite sel- vaggiamente dai ladri

con

un bastone perché

li

avevano sorpresi

mentre rubavano in

casa. Sono stati i cara-

binieri a soccorrere le

due donne.

bersani: “Chi lascia il Pd sbaglia” “Manovra? errori ma c'è del buono”

L'ex segretario Pd Pier Luigi Bersani prende le distanze dalla mini-scissione e dice: "Chi se ne va dal partito sbaglia". "Se io resto non lo faccio per motivi sen- timentali, ma perché senza il Pd il centro- sinistra non esiste", chiarisce. Parlando della legge di Stabi- lità, Bersani sostie- ne: "Ci sono errori ma anche del buono,

Bersani sostie- ne: "Ci sono errori ma anche del buono, come l'ammortamento al 140% sull'acquisto dei

come l'ammortamento

al 140% sull'acquisto

dei macchinari o il ri- torno all'ecobonus".

Sicilia 4

Sicilia • 4 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Messina, si rompe un bypass: la città
Sicilia • 4 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Messina, si rompe un bypass: la città

Sicilia 7 noveMbre 2015, SAbATo

Sicilia • 4 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Messina, si rompe un bypass: la città

Messina, si rompe un bypass:

la città di nuovo senz’acqua

Un ennesimo intoppo, un

guastocheriguardaladevia-

zioneattivatasoloqualche giornofaper farefronte allarotturadell'acquedotto

Un nuovo problema

alla condotta non fa arrivare più acqua a Messina. Un ennesimo intoppo, un guasto che riguar- da il bypass attivato solo qualche giorno

fa per fare fronte alla rottura dell'acquedot- to a Calatabiano. Un ulteriore colpo

per i messinesi già in

ginocchio per l'emer- genza idrica che va

già in ginocchio per l'emer- genza idrica che va Emergenza acqua. avanti ormai da pa- recchi

Emergenza acqua.

avanti ormai da pa- recchi giorni. Il guasto è nel collegamento, realizzato nel territo- rio di Forza d'Agrò, tra la condotta di Fiu- mefreddo con quella

dell'Alcantara che consentiva di far arri- vare a Messina circa 300 litri di acqua al secondo. Una quantità che non basta a soddisfare le

Grave donna travolta da un tir

PALERMO. Un altro pedone investito in città a distanza di poche ore dall'ultimo incidente avvenuto ieri sera in via Crispi e costato la vita a Salvatore Spe- ra, quarantenne di Valledolmo. Un donna è

finita sotto le ruote di un tir in via Giafar, nei pressi del commissariato di polizia, mentre stava attraversando la strada. Ferita gravemente, è in "codice rosso". L'allarme alla centrale operativa della po- lizia municipale è scattato su richiesta del

113.

esigenze della città, ma comunque im- portante per alleviare i disagi di una città, sempre più dipenden- te da autobotti, eser- cito e navi cisterna.

Adesso l'erogazione dell'acqua è stata interrotta. I tecnici sono sul posto per accertare l'entita' del problema ed avviare interventi necessari.

Università: tempi lunghi perl’isee, scadenza delle tasse prorogata al 20

PALERMO. Tempi troppo lunghi, con l'introduzione dei nuovi parametri di calcolo dell'Isee, per ottenere e poi con- segnare i documenti necessari per il pa- gamento della prima rata delle tasse uni- versitarie.

In molti, tra gli uni- versitari, rischiava-

no di andare incon-

tro al pagamento

di una mora, che

andava a sommarsi

incon- tro al pagamento di una mora, che andava a sommarsi con tasse, già più alte

con tasse, già più alte rispetto allo scorso anno. Ma ad appe- na una settimana dal suo insediamento, il neo rettore Fabrizio

Micari ha accettato la proposta di un grup- po di rappresentanti degli studenti e ha firmato una proroga:

gli iscritti all'Ateneo potranno pagare le tasse fino al 20 no- vembre, senza incor- rere a more. La richiesta di far slittare il termine ul- timo per il versamen- to della prima rata dal 5 al 20 novembre è stata presentata dalle associazioni univer-

20 novembre è stata presentata dalle associazioni univer- Studenti universitari. sitarie Onda, UniAt- tiva, Nuova

Studenti universitari.

sitarie Onda, UniAt- tiva, Nuova Realtà Giovanile, Rete Uni- versitaria Naziona- le e Vivere Ateneo

pochi giorni fa e già questa mattina, sul

sito dell'Università,

è stato pubblicato il decreto di proroga.

Movida,via libera al regola- mento ma fra sei mesipotrebbe scadere

Dopo settimane

di discussioni, il

richiamo del Tar ad approvare uno strumento normati-

vo idoneo, ieri sera il Consiglio comu- nale ha approvato il regolamento sulla movida. Ma nemmeno fosse una confezione di latte a lunga con- servazione, il testo votato in Sala delle Lapidi, potrebbe avere solo sei mesi

di vita. L'aula ha

infatti votato un emendamento che prevede il deca- dimento del rego- lamento se entro questo lasso di tempo la giunta non

presenta il piano di zonizzazione. "Il piano è un arricchi- mento del prov- vedimento che la Giunta presenterà

di sicuro nei pros-

simi mesi - assi-

cura l'assessore alle attività produttive Giovanna Marano - Spetterà poi al consiglio approvar- lo, ma dal momento

in cui lo presentia-

mo decade il vinco-

lo messo ieri sera

dall'Aula. Se poi il consiglio comunale

ci impiega anni ad

approvarlo, se ne

assume la responsa- bilità.

L'inchiesta su bulgarella, i Ros sequestranonuovidocumenti

TRAPANI - I pm della Dda di Firenze

hanno ordinato ai Ros

dei carabinieri il se-

questro di tutta la do- cumentazione presso la segreteria generale

del Comune di Pisa,

inerente licenze edi-

lizie, concessioni, af- fidamento di lavori a favore dell’imprendi-

tore Andrea Bulgarel-

la. I carabinieri nella giornata di ieri si sono recati a Palazzo

carabinieri nella giornata di ieri si sono recati a Palazzo Gambacorti, sede del Comune di Pisa,

Gambacorti, sede del Comune di Pisa, per acquisire presso la se- greteria generale tutti gli atti. Bulgarella è sotto inchiesta per au- toriciclaggio.

Faraone: “Dal Cipe via libera ai fondi”, 780milioniallaSiciliaperchiudereiconti Da Roma via libera ai 780 milioni

Faraone: “Dal Cipe via libera ai fondi”,

780milioniallaSiciliaperchiudereiconti

Da Roma via libera ai 780 milioni di euro che servono alla Regione per chiudere i conti del 2015 e soprattutto per pagare gli stipendi ai forestali ed evitare nuove barricate nelle città siciliane. Ad annunciarlo è il sottosegretario all'Istru- zione Davide Faraone in un comunicato.

"Questa mattina il Cipe - scrive Faraone - si è riunito e il Governo nazionale ha confermato

il

suo impegno a finanziare i provvedimenti

di

ridefinizione dei Fondi di sviluppo e coe-

sione richiesti dalla Sicilia. Un impegno che procede su più fronti e con forte determinazione: lunedì a Palazzo Chigi continuerà il confronto, già avviato la scorsa settimana, tra governo nazionale e governo regionale per discutere dei rapporti finanziari tra Stato e Regione e trovare soluzioni ade- guate già in Legge di Stabilità. Il governo na-

zionale ha fatto e continua a fare la sua parte. Sono certo - conclude Faraone - che anche il nuovo governo regionale lavori in continuità e con lo stesso vigore".

Si "chiude" con il 2015, dunque mentre il ta-

volo di confronto, non certo semplice, rimane

aperto per il bilancio del 2016 dove da trovare

ci sono qualcosa come due miliardi di euro.

da trovare ci sono qualcosa come due miliardi di euro. 7 noveMbre 2015, SAbATo • S

7 noveMbre 2015, SAbATo

come due miliardi di euro. 7 noveMbre 2015, SAbATo • S i c i l i

Sicilia 5 Sicilia

• S i c i l i a 5 • S i c i l i

Renziripescail pontesulloStretto “Si farà, ma prima le emergenze”

“Investiamoduemiliardi nei prossimi cinqueanni inSiciliaperstradeeleferrovie. Epoi faremoancheil ponte”

"Certo che si farà, il problema è quando". Lo dice il premier

Matteo Renzi nel libro

di Bruno Vespa Donne

d'Italia. "Ora, prima di discutere del ponte, sistemiamo l'acqua di Messina, i depuratori e le bonifiche. Inve- stiamo 2 miliardi nei prossimi cinque anni

in Sicilia per le strade

e le ferrovie. E poi fa- remo anche il ponte". "A Messina - dice Renzi - abbiamo man- dato l'esercito con le autobotti perché man- cava l'acqua e le au-

con le autobotti perché man- cava l'acqua e le au- Premier Matteo Renzi. torità locali non

Premier Matteo Renzi.

torità locali non riu- scivano a risolvere il problema. Ora, prima

di discutere del ponte,

sistemiamo l'acqua di Messina, i depuratori

e le bonifiche. Inve- stiamo 2 miliardi nei prossimi cinque anni in Sicilia per le stra- de e le ferrovie", ag- giunge il presidente

del Consiglio. "E poi faremo anche il ponte, portando l'alta veloci- tà finalmente anche in Sicilia e investendo su Reggio Calabria, che è una città chiave per il Sud. Dall'altra parte dob- biamo finire la Saler- no - Reggio Calabria. Quando avremo chiu- so questi dossier, sarà evidente che la storia, la tecnologia, l'inge- gneria andranno nella direzione del ponte, che diventerà un altro bellissimo simbolo dell'Italia.

illegaledeibambinimalformati:

“Stop alle raffinerie di Gela”

CALTANISSETTA. Un avvocato di Gela, Luigi Fontanella, di- fensore dei genito- ri di una trentina
CALTANISSETTA.
Un avvocato di Gela,
Luigi Fontanella, di-
fensore dei genito-
ri
di una trentina di
bambini malformati
che, in sede civile,
hanno chiamato a
giudizio l'Eni quale
presunto responsabi-
cpc) per fermare
ogni impianto del-
le
delle patologie dei
propri figli, sta per
presentare al tribuna-
la raffineria ancora
in marcia ed "impe-
dire che continui a
le
gelese la richiesta
inquinare e a creare
di
un provvedimento
danni". In attesa del-
la produzione di bio
carburanti, gli unici
impianti attualmente
in marcia nel petrol-
chimico, dopo lo stop
per la crisi del settore
deciso due anni ad-

d'urgenza della ma- gistratura (art. 700

la costruzione di una

"green refinery" per

dietro, sono la cen- trale termoelettrica, il

depuratore biologico (che lavora anche i reflui cittadini) e le "utilities", col sup- porto dei servizi di sicurezza. Nella sua istanza, Fontanella chiede an- che la nomina di un custode cui affidare le aree da risanare, con ordine di bonifica totale, e la perimetra- zione, nella piana di Gela, delle superfici in cui operano i poz- zi di estrazione del petrolio e dei terreni attraversati dagli ole- odotti dell'Enimed, lungo i quali si sono verificate perdite in- quinanti di prodotto.

Maxi sbarco a Pozzallo approdati 713 migranti

RAGUSA. La nave 'Diciotti' della Guar- dia Costiera è appro- data a Pozzallo (Ragu-

sa) con 713 migranti a bordo. In maggioran- za uomini di origine subsahariana: ben 540, il resto donne e minori. Non ci sono particolari emergenze sanitarie. Nel centro

Non ci sono particolari emergenze sanitarie. Nel centro ti in altri centri dell'I- sola e dell'Italia.

ti in altri centri dell'I- sola e dell'Italia. Era

da tempo, dopo l'aper-

tura delle frontiere in

di

prima accoglienza

Germania e in altri pa-

di

solo 300 migranti, gli

Pozzallo resteranno

esi europei, che non si verificava uno sbarco

altri verranno trasferi-

di

tali proporzioni.

Le analisi sull’acqua di agrigento, via libera dall'asp

AGRIGENTO - E' tornata potabile l'acqua ad Agri- gento. Le anali- si dell'Asp hanno confermato che non si sono proble- mi; il servizio di erogazione era sta- to sospeso nelle ul- time ore, ad Agri- gento e in diversi comuni, a causa della presenza di batteri nei serba-

toi di accumulo. Il

della presenza di batteri nei serba- toi di accumulo. Il riscontro positivo delle analisi questa mattina

riscontro positivo delle analisi questa mattina ha indot- to il sindaco Lillo Firetto a revocare l'ordinanza emessa ieri di non potabi- lità dell'acqua.

aggressione ai vigili urbani arrestato un uomo di 55 anni

Avevanosequestrol’autosenzaassicurazione

TRAPANI. Un uomo

di 55 anni è stato arre-

stato ieri pomeriggio

a

Trapani per i reati

di

resistenza a pubbli-

co ufficiale e lesioni personali. L’uomo ha

cercato in tutti i modi

di impedire a due vi-

gili urbani il seque- stro della sua auto per mancata copertura

assicurativa. Il fatto è avvenuto ieri verso le 18 in corso Italia. Ad attirare l’attenzione dei due vigili urbani

il fatto che l’auto era

ferma in doppia fila. Nell’eseguire i con- trolli hanno scoperto che non era assicu- rata, nel frattempo è

giunto il proprietario, che dapprima ha fin-

to un malore poi si è

scagliato contro i vi- gili, aggredendoli. A rendere più turbolen- ta la situazione l’ar- rivo di altri soggetti pronti a dare aiuto all'uomo. Secondo quanto riferito dai vi- gili urbani i soggetti erano loro conosciuti perché pregiudica- ti. A riportare la si-

loro conosciuti perché pregiudica- ti. A riportare la si- tuazione alla calma, dopo che i vigili

tuazione alla calma, dopo che i vigili con

l’arrestato si sono do- vuti rifugiare dentro

un portone per evita-

re contatti con le altre persone sopraggiunte,

l’arrivo di una volante della polizia. L'uomo è stato condotto quin-

di al comando per la

identificazione e i due vigili urbani invece hanno dovuto ricorre-

re al pronto soccorso.

Per loro due una pro- gnosi di cinque giorni.

Ripartono i corsi di Formazione, ma per i lavoratori stipendi nel 2016 La Formazione riparte.

Ripartono i corsi di Formazione, ma per i lavoratori stipendi nel 2016

La Formazione riparte. Non è ancora il momento

di brindare, per i settemila lavoratori del settore,

che dovranno attendere ancora alcuni mesi pri-

ma di poter riprendere il proprio posto di lavoro. Ma quantomeno, oggi, proprio nel giorno in cui

si insedia il nuovo assessore Bruno Marziano,

sono approdati in Gazzetta ufficiale i nuovi av-

visi per i corsi e per i ragazzi in età scolastica.

In realtà, insieme alla pubblicazione dei nuovi

mega-bandi, è arrivata la revoca dei precedenti, cioè l'Avviso 1 e l'Avviso 2, annnunciati e pub- blicati dal governo già pochi mesi fa, ma “stop-

pati” dalle vicende legate alle norme sull'accre- ditamento, a loro volta bocciate dal Tar un anno e mezzo fa, riscritte e riapprovate solo da poche settimane, dopo un iter molto complesso. Così, i bandi cambiano nome. Il primo si chia- merà “Avviso 3”, il secondo “Avviso 4”. Ma nel-

la sostanza cambia poco.

Focus 6

Focus • 6 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Valorizzare i territori di numerosi Comuni che
Focus • 6 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Valorizzare i territori di numerosi Comuni che

Sicilia 7 noveMbre 2015, SAbATo

Focus • 6 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Valorizzare i territori di numerosi Comuni che
Focus • 6 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Valorizzare i territori di numerosi Comuni che

Valorizzare

i territori

di numerosi

Comuni che

ricadonotra

le province

di Siracusa e

Ragusa, fulcro

centrale,

nella Sicilia

del SudEst

L’interesse verso la Si- cilia è dunque cresciuto

SudEst L’interesse verso la Si- cilia è dunque cresciuto il polo della “Sicilia greca” trova l’interesse

il polo della “Sicilia greca” trova l’interesse dei tour operator

Da Londra, dove si

è conclusa la World

Travel Market, si registra grande inte-

resse per il polo della “Sicilia Greca” gra- zie alle azioni pro- mozionali sviluppate dal progetto “My- thos”, finanziato dal Ministero dei Beni

e delle Attività Cul-

turali e del Turismo con l’obiettivo di valorizzare i territori di numerosi Comuni che ricadono tra le province di Siracusa e Ragusa, fulcro cen-

Attraverso il progetto turistico “Mythos” al Wtm di Londra la vacanza diventa l’esperienza da vivere sul territorio

trale, nella Sicilia del Sud Est, di quella che fu la Magna Grecia. Promosso dal Centro Studi Ibleo e da Nova Demetra, il progetto mira a coinvolgere

i turisti trasforman-

do il loro viaggio in un’esperienza da vivere direttamente sul territorio. Lo si potrà fare attraver- so il portale www. mythosturismo.it

(online a fine novem- bre) che incrocerà le prenotazioni alber- ghiere abbinandole a degustazioni, escur- sioni eventi presen-

ti nell’area che sarà

scelta dal turista. Un modo nuovo di inten- dere il viaggio che è stato presentato in modalità demo, otte- nendo grande riscon- tro da parte dei tour operator ma anche

dai semplici turisti visitatori della borsa del turismo interna- zionale. La capitale londinese, in verità, negli ultimi mesi è

stata sensibilizzata dalla campagna pro- mozionale avviata dalla Regione Sicilia sia in aeroporto che sui tradizionali taxi con immagini ad ef- fetto. L’interesse ver- so la Sicilia è dunque

cresciuto e un’offer-

ta come quella pro-

posta dal progetto “Mythos”, che mira ad esaltare i territori della “Sicilia Greca”,

ha trovato il riscontro

auspicato. Una vetri-

na di grande impor-

tanza, occasione utile per presentare l’in- novazione progettua-

le che collega già in

fase di prenotazione i pernottamenti in ho-

tel

alle degustazioni

e

agli itinerari. Un

pacchetto per rende-

re davvero “destina-

zione” il luogo scelto per le proprie vacan- ze, un viaggio-espe-

rienza da costruire su misura, direttamente online. Il potenzia- mento delle tratte sugli aeroporti di Catania e Comiso sta favorendo l’interesse

di turisti e tour opera-

tor e dunque è possi-

bile davvero rilancia-

re l’offerta turistica

integrata attraverso i territori dei Comuni

di Avola, Buccheri,

Buscemi, Cassaro, Comiso, Ferla, Ispi- ca, Modica, Monte- rosso Almo, Noto, Pachino, Palazzolo Acreide, Portopalo di Capo Passero, Poz- zallo, Ragusa, Roso- lini, Scicli, Siracusa, Sortino. Gli attrattori

turistici del polo della “Sicilia Greca” sono molteplici: si va dai siti archeologici alle spiagge dorate, dal mare cristallino alle escursioni nelle ri-

serve senza tralascia-

re uno degli aspetti

principali di una va- canza, ovvero l’eno- gastronomia di qua-

lità. Attraverso le app

scaricabili dagli store per iOS e Android, il progetto “Mythos” diventa anche una vera mappa sempre

a portata di mano in

cui è possibile effet- tuare scelte secondo

i propri interessi cul-

turali seguendo uno dei 500 attrattori già

mappati.

Presepe nella Casa don Puglisi con 1500 alunni delle scuole di Modica

La luce vince il buio … egliangeliuniscono il cielo e la terra

Nel venticinquesi- mo della Casa don

Puglisi si è avviata la costruzione di

maestre e i genitori. All’inizio sembra- no un po’ spaesati, poi vengono invita-

un presepe speciale

ti

a sedere a cerchio

che per quasi due

e

inizia il racconto:

mesi

vede coinvolti

«Benvenuti bambini,

circa 1500 bambini

con le vostre maestre

delle

scuole dell’in-

oggi siete venuti qua,

fanzia e primarie di Modica. Ogni gior- no si rinnova un piccolo miracolo … I bambini, a gruppi

in questa Casa, una casa speciale, grande grande in cui abitano tante famiglie, arri- vata per i tanti bam-

di

venti/venticin-

bini che la abitano

que, arrivano con le

come un regalo, uno

la abitano que, arrivano con le come un regalo, uno Un operatore. di quei regali di

Un operatore.

di quei regali di Na-

tale che non ti aspetti …». E così si con- densa, con linguag- gio adatto, la storia

di una Casa che da

venticinque anni ac- coglie, accompagna, inserisce, aiuta la re- lazione, suggerisce

il volto vero di Dio, la sua misericordia. Inserendo quindi la storia della Casa in una storia più gran- de, la storia iniziata con la creazione … Che si inizia a narra- re mostrando il libro della Bibbia da cui è

tratta, una bella Bib- bia illustrata, mentre si invitano i bambini

a chiudere gli occhi e

tenersi per mano. Ed

ecco gli inizi, il buio che avvolge la terra, la voce di Dio che dice - «Sia la luce!»-

e l’invito ad aprire gli

occhi … Continuan- do a narrare della cre- azione, si mostrano quattro angioletti per

questo speciale pre- sepe: l’angelo bianco

tavolette d’argilla, che poi saranno lo

che unisce il cielo e

sfondo del grande

la

terra, l’angelo blu

presepe, e a visitare

che invita al silenzio

la

Casa: la sala da

mentre si racconta della creazione delle

pranzo con il cami- no, la cucina dove

piante, l’angelo viola

le

mamme stanno

che porta la musica mentre si racconta della creazione de-

preparando da man- giare, il salone dove

ci si riunisce, la bi-

gli

animali, l’angelo

blioteca, la cappella

rosso che raccoglie

… Qui ci si ferma

desideri e sentimenti degli uomini … uo-

mini che spesso liti- gano e distruggono i

per una preghiera che unisce tutti, an- che bambini musul- mani nell’adorazio-

doni di Dio, che non

ne

e percezione del

si

stanca e manda la

dono grande che è

luce che brilla per

la

presenza di Dio.

sempre: Gesù! I bam-

E

tutto si chiude e

bini seguono incanta-

resta aperto con un

ti

… Delicatamente

dono piccolo, ma

sono invitati a parte- cipare a quest’opera

pensato con tanto affetto: il memor-

di Dio modellando

amiamoci.

tanto affetto: il memor- di Dio modellando amiamoci. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 7 •

7 noveMbre 2015, SAbATo

di Dio modellando amiamoci. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 7 • SiracusaCity esplode una bombola

Sicilia 7 SiracusaCity

esplode una bombola Panico in via Patania

Il bilancio è di dodici persone ferite due delle quali rimaste ustionate a causa

della deflagrazione al secondo piano

ustionate a causa della deflagrazione al secondo piano U na deflagrazione ha scosso il rione della

Una deflagrazione ha scosso il rione della Mazzarrona la scorsa notte. L’esplosione è stata dovuta a una bombola che è scop- piata a causa della fuoriuscita di gas. Il bilancio è di dodici persone rimaste ferite due delle quali rico- verate per le ustioni riportate in diverse parti del corpo. L’episodio è avvenuto

in via Patania al civi-

co 6. L’esplosione ha

squarciato una palaz- zina in via Patania, a Siracusa. È stato lo

scoppio di una bom-

bola del gas, al secon-

do piano dello stabile,

dotte dai carabinieri e dalla polizia che han- no fatto evacuare lo stabile.

È stato trasferito al

centro grandi ustio- nati di Catania il proprietario dell’ap- partamento dove si è

verificata l’esplosio- ne, un anziano di 86 anni. Le fiamme lo hanno raggiunto alle spalle mentre cerca-

va rifugio in balcone,

posto al secondo pia- no della palazzina.

Le conseguenze dell’esplosione in via Patania.

 

Stava per lanciarsi

casa del pensionato

to nell’esplosione,

vetri andati in frantu-

nel vuoto ma è sta-

è totalmente distrutta

parlano di un vero

mi

a causa dello spo-

to

tratto in salvo dai

mentre le altre sono

e

proprio inferno.

stamento d’aria”.

vigili del fuoco che

invase da una coltre

“Pensavamo fosse

“Ho visto tutt’at-

stanno provando a ri-

di

fuliggine. L’anzia-

un

terremoto oppure

torno a me il pani-

costruire le cause del-

no ha rimediato una

di

una bomba - dice

co

- spiega un altro

a causare la deflagra- zione avvenuta nel

la deflagrazione. Secondo i soccorri-

corso della nottata. Sono 12 le persone ri- maste ferite che sono

tori, ci sarebbe stata una fuga di gas che ha impregnato tutta

state accompagna-

la

casa. È bastato un

te

al pronto soccor-

contatto elettrico per

so

dell’ospedale di

scatenare l’esplosio-

Siracusa. Le vittime,

ne e poi le fiamme

che

sono state soccor-

che hanno invaso

se dai vigili del fuoco, non sarebbero gravi.

l’intera palazzina dichiarata per il mo-

Le indagini sono con-

mento inagibile. La

prognosi di 30 giorni

e resta ricoverato al

Cannizzaro di Cata- nia mentre sono stati dimessi gli altri 11

feriti rimasti intossi- cati. Il racconto dei te- stimoni, soprattutto delle persone che risiedono nelle vi- cinanze del palazzo che è stato coinvol-

uno dei testimoni - Io

abito al primo piano

di fronte al palazzo,

Stavo dormendo e

mi sono svegliato di

soprassalto. Mi sono

affacciato e mi sono accorto che le fiam-

me erano altissime e

il palazzo si è quasi

sbriciolato. I danni

li abbiamo anche noi

accusati, con infissi e

residente - Abbiamo

subito cercato di cal- mare le persone in attesa dell’arrivo dei soccorsi. I vigili del fuoco sono stati bra-

vi a gestire l’intera

situazione anche in

termini psicologici. E

non era facile perché diverse persone era in

preda al panico”. R.L.

L’ ennesimo attac -

co di Auchan ai di-

ritti sindacali della Filcams CGIL, si è

consumato giorno 5, quando è stato osta- colato il diritto di

tenere da parte della Filcams un assem- blea presso il punto

vendita di Melilli alla presenza del segreta-

rio

nazionale Fabri-

zio

Russo e del segre-

tario regionale Salvo Leonardi .

La Filcams Cgil re-

vertenzaauchan: guerra tra le sigle sindacali

Cgil re- vertenzaauchan: guerra tra le sigle sindacali L’Auchan di Melilli. che su Melilli insisto- no

L’Auchan di Melilli.

che su Melilli insisto-

no 20 esuberi, è stato

tema di discussione. La Filcams Cgil di

Siracusa non è distan-

te, ma è vicina ai la-

voratori che nei giorni prima del referendum

con esiti da far impal-

lidire i bulgari, ave- vano già firmato in

sponsabilmente ha

timo atto è emble-

cali sull’esito di un

perfetta solitudine la

declinato l’invito ad

matico del clima che

referendum farsa che

diminuzione del loro

un

ennesimo braccio

si

respira in Auchan

si

è consumato gior-

contratto di lavoro

di

ferro con l’azien-

Melilli, si impedisce

no

3 e 4 novembre, e

del

18%. e sono stati

da,

ed ha tenuto la

l’assemblea della Fil-

che sancisce la dimi-

quindi chiamati a de-

propria assemblea al

cams, si incoraggia

nuzione del 18% dei

cidere qualcosa che

di

fuori dell’orario

l’assemblela di Fisa-

contratti di lavoro,

era

stato già realizza-

di

lavoro presso il

scat e Uiltucs.

accogliendo senza

to.

salone della Cgil di

Le esultanze da parte

riserve e senza colpo

La

Filcams è stata te-

Siracusa. Quest’ul-

di

talune sigle sinda-

ferire la tesi aziendale

nuta fuori dai tavoli di

trattativa sol perché ha avuto l’ardire di ri- vendicare il diritto dei lavoratori di Auchan Melilli alla serenità; e questo i lavoratori lo sanno bene, perché in- colpevoli protagonisti di un film dell’Horror.

La Cgil è stata sempre

fautrice del referen- dum quale strumento democratico a dispo- sizione dei lavoratori chiamati a decidere del loro futuro. L’o- sannato referendum ideato dall’azienda e svolto senza alcun contraddittorio, non esprime il volere dei lavoratori, ma il di- sagio che essi vivono chiamati a decidere se “mangiare la minestra o saltare dalla fine- stra”.

Minaccia

di dare

fuoco

al

comune

di

Noto

Attimi di ap- prensione sta- mane a Palazzo

Ducezio. Il tran- quillo venerdì mattina, infatti,

è stato improv- visamente in-

terrotto dall’in- gresso nella casa comunale

di uomo che ha

seminato il pa- nico. Dal rac- conto di alcuni presenti si ap-

prende che l’uo-

mo dopo aver

urlato si è diret-

to verso la sala

degli Specchi dove avrebbe versato a terra della benzina, senza arrecare danno. Dopo i

primi istanti di comprensibile smarrimento

e soprattutto

non riuscendo

a prevederne le

mosse, i presen-

ti sono stati in

grado di farlo uscire ed allon- tanarlo da Pa- lazzo Ducezio. Resta incom-

prensibile il ge-

sto

di quest’uo-

mo

anche se non

è la prima volta

che per palesare

disagi e soffe- renze, altre per- sone sono state

p r o t a g o n i s t i

di atti similari

dinnanzi al pa- lazzo di Città,

ma

nessuno era

mai

entrato con

gesti minacciosi

al suo interno.

Per fortuna,

la questione è

rientrata ma l’aggravamento della crisi eco- nomica spinge alcuni a gesti inconsulti met- tendo a repen-

taglio la propria

e l’incolumità

altrui. E.V.

SiracusaCity 8

SiracusaCity • 8 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Smart city: prove di città intelligente Presentati

Sicilia 7 noveMbre 2015, SAbATo

SiracusaCity • 8 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Smart city: prove di città intelligente Presentati

Smart city: prove di città intelligente

Presentati i risul-

in Ortigia

Presentati i risul- in Ortigia verso l'infomobilità

verso l'infomobilità

della città - ha detto

tati del progetto

il sindaco Giancarlo

ieri mattina al palazzo Montalto

Garozzo – ed ha l'in- tento di facilitare

l'informazione ai cit- tadini tanto sull'an-

Sono stati presentati

damento del traffico, quanto sui servizi di

a palazzo Montalto i

mobilità gestiti dal

risultati del progetto

comune, quali i bus

di

gemellaggio Per-

navetta. L'ammini-

Sir

“Verso la Smart

strazione continuerà

City”.

a

lavorare nell'ottica

Il Progetto di Gemel-

La presentazione di smart city.

di

implementare que-

laggio tra il Comune

sti

sistemi , attraverso

di

Perugia ed il Co-

levamento dei flussi

za di avere, in tempo

i finanziamenti euro-

2020, con l'obiettivo

mune di Siracusa, finanziato dal Mini- stero dello Sviluppo

di traffico veicolare, di un Pannello a Mes- saggio Variabile, di

reale, le informazioni sul trasporto pub- blico, che saranno

pei della nuova pro- grammazione 2014-

Economico nell’am-

due Unità di Bordo

pubblicate sulle due

di

mettere al centro il

bito del Progetto Agi-

per i bus e di due pali-

paline informative,

cittadino e facilitarne

re

por 2007/2013, ha

ne di infomobilità.

posizionate in corri-

l'accesso ai servizi”.

permesso a Siracusa,

La stazione di rile-

spondenza delle fer-

“Attraverso la rea-

non solo di acquisire

vamento dei flussi di

mate di via Rubino e

lizzazione di questo

un

know-how tecnico

traffico è stata instal-

di

Piazza Archimede.

progetto – dichiara

amministrativo uti-

lata in una sezione

Il

sistema è già sta-

l’assessore alla Mo-

le

per l’attuazione di

particolarmente si-

to

collaudato e tutti i

dernizzazione e inno-

procedure relative a

gnificativa del corso

dispositivi installati

tramite l’uso di grup-

vazione Valeria Troia

progetti finanziati, ma anche di dotarsi del progetto prototipale

Gelone e consentirà anche di trasferire informazioni al Pan-

sono funzionanti. Il collaudo è avvenuto

- Siracusa raggiunge un altro importante risultato verso la co-

di

una centrale di mo-

nello a Messaggio

pi

elettrogeni, poiché

struzione di una “città

nitoraggio e gestione

Variabile, posizionato

sono in corso di com-

intelligente” e l’ap-

del traffico pubblico e privato.

all’ingresso sud della città.

pletamento gli allacci alla rete elettrica, per-

plicazione delle tec- nologie più avanzate.

Il

progetto della cen-

Le due Unità di Bor-

tanto il sistema sarà

Si

tratta di un impor-

trale di monitoraggio,

do, installate su due

attivo quanto prima.

tante progetto che si

già

realizzato, ha con-

bus navetta elettrici

“Il progetto Per-

inserisce nell’ambito

sentito l’installazione

della linea blu, con-

sir, rappresenta una

della pianificazione

di

una stazione di ri-

sentiranno all’uten-

prima azione pilota

strategica.

R a p p r e s e n t a n z a

sindacale unitaria

di Marinarsen e le

organizzazioni sin- dacati e provinciali dichiarano lo stato di agitazione del perso- nale e si chiedono a cosa serviranno tut- te le nuove officine

(costate 50 milioni di euro) se al contem-

po non viene attuata

anche una politica

di assunzioni. Più di

dieci anni fa la Rsu di Marinarsen Augusta, assieme alle Os.Ss. provinciali e le parti sociali, politiche ed istituzionali del Ter- ritorio, ha lanciato

la “Vertenza Arsena-

le”, in cui definiva

prioritaria ed urgen-

te una politica delle

risorse umane, Turn

Stato di agitazione a Marinarsen augusta

risorse umane, Turn Stato di agitazione a Marinarsen augusta L’arsenale della Marina Militare ad Augusta. Over

L’arsenale della Marina Militare ad Augusta.

Over e aggiornamen- to professionale sul- le nuove tecnologie,

soprattutto in quelle lavorazioni dove l’in-

vecchiamento ana- grafico del personale rende sempre più dif- ficile la capacità di far fronte alle esigenze

delle lavorazioni, ol-

tre che la ristruttura- zione e l’adeguamen-

to

alle norme vigenti

e

l’ammodernamento

Ritornano a lavoro operatori forestali dell’antincendio R itornano nei Cantieri della Forestale 450 Lavoratori del

Ritornano a lavoro operatori forestali dell’antincendio

Ritornano nei Cantieri della Forestale 450 Lavoratori del servizio Antincendio in

provincia di Siracusa. Un’intera mattinata

di contrattazione ha portato un buon risul-

tato nel settore della Forestazione infatti,

il vertice appositamente chiesto dalle Or-

ganizzazioni Sindacali Flai, Fai e Uila al

Dirigente Provinciale dell’Azienda Foreste

Demaniali di Siracusa, ha delineato il ritor- no dei Lavoratori Aspi, Torrettisti e Autisti nei Cantieri dell’intera provincia.

I Lavoratori, dopo aver effettuato media-

mente 88 giorni di lavori ad eccezione di quelli assunti a metà campagna Antincen- dio che ne hanno fatto 45, hanno tutti la-

vorato per altri 5 giorni e per le giornate di recupero, in avvalimento con i 10 Comuni della zona montana, in opere di preven- zione sul dissesto idro-geologico, manu- tenzione straordinaria dei canali fluviali e

di raccolta di acque meteoriche nonché al

disserbo e taglio di erbe infestanti.

Tutti questi soggetti, siano essi 101nisti che 151nisti però, a causa dell’avvio del servi- zio con notevole ritardo rispetto a quanto prevede la normativa nazionale (15 Giu- gno), non sono riusciti a poter completare

le loro giornate di garanzia, evento che ha

contribuito a bloccare i Cantieri nelle scor-

se settimane, blocco sfociato in clamorose

azioni di protesta davanti le sedi di Azienda

e Ispettorato con spontanei blocchi stradali nel capoluogo di provincia.

di

tutte le strutture.

Ente, Maristanav, a

Da

circa 5 anni è par-

cui sono stai assegnati

tito anche ad Augusta il piano “Brin”, che prevede la ristruttura- zione e l’adeguamen- to delle strutture adi- bite alle lavorazioni. Sono state consegnate la maggior parte delle officine costate 50 mi- lioni di euro, mentre altre sono ancora in lavorazione. I sinda- cati si chiedono, però, a cosa serviranno tutte

compiti istituzionali in precedenza svol- ti dall’Arsenale. Le Associazioni sinda- cali denunciano sia lo stato di svuotamento delle piante organiche riguardanti le mae- stranze, sia le possibi- li gravi ripercussioni occupazionali sul ter- ritorio, intensifican- do le iniziative per modificare tali prov-

le strutture se in paral- lelo non viene anche attuata una politica di assunzioni. Ulteriore preoccupazione è data

vedimenti affinché si avviino subito proce- dure “Le conseguen- ze immediate di tali provvedimenti di rior-

dai

provvedimenti de-

dino e del blocco del

cretati dalla legge di riorganizzazione del-

turn over - scrivono - porteranno a un vero e

le

Forze Armate L.

proprio collasso delle

244/2012 e con l’isti-

aree industriali della

tuzione di un nuovo

M.M.

aree industriali della tuzione di un nuovo M.M. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 9 •

7 noveMbre 2015, SAbATo

tuzione di un nuovo M.M. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 9 • SiracusaCity La difesa

Sicilia 9 SiracusaCity

La difesa ha già fatto ricorso al tribunale del riesame di Catania

Rigettata l’istanza di revoca avanzata dal notaio Coltraro

Ma il gip afferma che il notaio Coltraro non avrebbe avuto alcun obbligo di verificare la veridicità delle dichiarazioni

Il gip del tribunale, Giu- seppe Tripi, ha rigettato l’istanza di revoca dell’or- dinanza di divieto tem- poraneo di esercitare la professione notarile per dieci mesi, avanzata dai legali del notaio Giambat- tista Coltraro, coinvolto nell’inchiesta portata a termine dai carabinieri

della stazione di Carlentini, con il coordinamento della Procura della Repubblica

di Siracusa, per la quale

è accusato di falsità ide- ologica in atto pubblico. Il giudice per le indagini preliminari ha sciolto la riserva a distanza di tre giorni dall’interrogatorio

fiume a cui si è sottoposto il parlamentare regionale, Per il gip non sarebbero sopraggiunte circostanze nuove tali da indurre il giudice a mutare la valu- tazione sulla sussistenza

dei presupposti su cui pog-

gia la misura interdittiva. Dall’interrogatorio di ga- ranzia, in sostanza, non sa- rebbero emerse circostanze nuove tali da influire sulla

diversa valutazione della posizione dell’indagato. Tuttavia, il gip afferma che il notaio Coltraro non

Tuttavia, il gip afferma che il notaio Coltraro non In foto, il notaio Giambattista Coltraro. avrebbe

In foto, il notaio Giambattista Coltraro.

avrebbe avuto alcun obbli- go di verificare la veridicità delle dichiarazioni delle parti che hanno stipulato i sei atti, a lui contestati. Lo stesso gip, nel motivare il rigetto dell’istanza di revo- ca, ritiene condivisibile il parere pro-veritate redatto dal notaio Trimarchi e pro- dotto dalla difesa, sul fatto che la vendita a rischio e pericolo è un contratto del

tutto aleatorio, a differenza della vendita ordinaria, e il fatto che le risultanze ca- tastali abbiano una valenza solo ai fini fiscali. Il gip Tripi, allo stesso tempo, ritiene che l’inda- gato abbia avuto la consa- pevolezza o quantomeno il fondato e ragionevole dubbio della mancan- za dei presupposti per i venditori alla fruizione

dell’usucapione sui terreni che asserivano essere di loro possesso. Tutto ciò, afferma il giudice, avrebbe dovuto spingere il notaio Coltraro ad astenersi dalla stipula degli atti. Coltraro, che ha affidato la propria difesa agli av- vocati Mario Fiaccavento e Giuseppe Calafiore, ha avanzato ricorso al tribu- nale del riesame di Catania.

Il ricordo sui social network del sindaco dell’epoca, Marco Fatuzzo

ventuno anni fa la venuta del Papa a Siracusa per il tempio mariano

anni fa la venuta del Papa a Siracusa per il tempio mariano V entuno anni fa,

Ventuno anni fa, papa Giovanni Paolo secondo era a Siracusa per dedicare il santuario della madonnina delle lacrime a Maria, elevandolo a tempio. Una ri- correnza che è stata ricordata sui social network dal professore Marco Fatuzzo, che all'epoca era sindaco della città di Siracusa e che accolse il Santo Padre durante i due giorni trascorsi nella nostra città. Ecco che cosa scrive Fatuzzo sul suo profilo facebook: “Il 5 novembre 1994, 21 anni fa: un incontro straordina- rio e indimenticabile con un papa riconosciuto "san- to subito", vox populi. Per me una grazia speciale; per la comunità cittadina e per la Chiesa locale una carezza di Dio”. Ancora oggi i siracusani ricordano quei giorni con immutata commozione. Soprattutto quel bagno di folla alla balza d’Acradina, dove papa Woitjla ha ri- volto un saluto alla città, oggi testimoniato dal cippo che ricorda quell’evento.

CULto

Pubblicato il bando

per il restauro della chiesa

di

s. Giuseppe

in

ortigia

il restauro della chiesa di s. Giuseppe in ortigia I Il Genio Civile di Siracusa ha

I Il Genio Civile di Siracusa ha pubblicato, ieri mattina, il bando di gara per il completamento dei lavori di consolida- mento e restauro della Chiesa di San Giuseppe in Ortigia. Lo dichiara l’on. Vincenzo Vinciullo. La Chiesa, che è stata

chiusa in seguito al sisma

di Santa Lucia del 13

dicembre 1990, è stata oggetto già di un primo intervento che, tuttavia, non ha consentito la ria- pertura al pubblico dell’e- dificio sacro. Per questo motivo è stato necessario questo secondo intervento che consentirà all’edifi- cio religioso di ritornare all’antica funzione. Per sbloccare i lavori, ha

proseguito l’on. Vinciullo, avevo presentato nel settembre del 2013 l’inter- rogazione parlamentare n. 1282, con la quale chiede- vo al Governo di snellire

le procedure amministra-

tive per consentire l’inizio dei lavori del secondo lotto. Finalmente, ha concluso l’on. Vinciullo, giunge la parola fine a questo tormentato iter ammi- nistrativo e, ancora una volta, dobbiamo prendere atto con soddisfazione che i dipendenti regionali,

in questo caso del Genio

Civile, si sono attivati con diligenza e perizia

per restituire alla città di Siracusa uno degli edifici sacri più importanti che

la città possiede e che,

fra l’altro, ospita, in una nicchia, una copia del Seppellimento di S. Lucia del Caravaggio.

SiracusaCity 10

SiracusaCity • 10 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo In manette un nissenoche si era recato

Sicilia 7 noveMbre 2015, SAbATo

SiracusaCity • 10 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo In manette un nissenoche si era recato
SiracusaCity • 10 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo In manette un nissenoche si era recato

In manette un nissenoche si era recato a casa di un conoscente su facebook armato di una bottiglia contenente benzina e un accendino

In foto, in molti chattano on line.

amicizia virtuale molestie reali: arrestato

Sono dovuti interve- nire i carabinieri della stazione di Ortigia per arrestare nella fla- granza del reato di atti persecutori, il 35enne Livio Tumminelli, originario e residen- te nella provincia di Caltanissetta. I mili- tari dell’Arma sono accorsi per sedare un diverbio tra l’indagato e la vittima che risiede nel centro storico sira- cusano a causa delle minacce subite per costringerlo a corri- spondere un’amicizia

Minacce subite per costringerlo a corrispondere un’amicizia nata casualmente su facebook

rassicuranti. Dopo il diverbio, l’indagato, alla vista dei carabi- nieri, si è dato alla

nata casualmente su facebook. Tutto era cominciato all’inizio dell’anno.

era riuscito a entrare nell’abitazione della vittima, ricevendo, però, un’accoglienza

pedinamenti, che han- no ingenerato nella vittima l’esigenza di cambiare le proprie

fuga a piedi per i vicoli ortigiani e bloccato dai militari solo dopo un lungo inseguimento.

I due hanno stretto

fredda, anzi, venen-

abitudini di vita. Fino

Tumminelli è stato tra-

amicizia virtuale e il

done cacciato dalla

a

ieri quando il Tum-

dotto nella casa circon-

calatino a febbraio aveva anche raggiunto Siracusa, convinto

stessa vittima e dai suoi familiari. Secondo quanto de-

minelli si sarebbe pre- sentato all’abitazione della vittima, armato

dariale di Cavadonna a riflettere sul gesto consumato, in attesa

di

potere approfon-

nunciato dal siracusa-

di

bottiglietta di plasti-

di

comparire dinanzi

dire l’amicizia con il

no, a quest’episodio

ca contenente mezzo

al

gip del tribunale

suo corrispondente sul social network. Dopo essersi arram- picato al primo piano,

sarebbe seguita una lunga serie di mes- saggi, telefonate e contatti, oltre che di

litro circa di liquido infiammabile e di ac- cendino, segno che aveva intenzioni poco

per sottoporsi all’u- dienza di convalida e all’interrogatorio di garanzia.

Personale della Banca d’Italia ha illustrato le caratteristiche delle banconote da 20 euro

i carabinieri a lezione

di

monete

Nella giornata di ieri personale della Banca d’Italia, pres- so il Comando Pro- vinciale di Siracusa, ha tenuto un semina- rio informativo in fa- vore dei Carabinieri volto ad illustrare le caratteristiche di sicurezza della nuo- va banconota da 20 euro, di prossima immissione in cir- colazione, e l’evolu- zione delle tecniche

di falso nummario e

conseguenti meto- dologie di contrasto.

All’attività di forma- zione, fortemente vo- luta dal Comandante Provinciale, Col. Lu-

igi Grasso, e dal Di-

rettore della filiale di Catania della Banca d’Italia, dott. Piero Raffa, anch’egli pre- sente alla conferenza, sono intervenuti come relatori la Dott.ssa Giulia Giampiccolo,

intervenuti come relatori la Dott.ssa Giulia Giampiccolo, Titolare dell’Ufficio di Gestione Servizi di Pagamento

Titolare dell’Ufficio

di Gestione Servizi di

Pagamento della filia-

le di Ragusa e il Rag.

Maurizio Alfio Ven- timiglia, addetto alla Divisione Gestione Servizi di Pagamento

della filiale di Catania i quali hanno illustra-

to agli oltre 40 mili-

tari presenti, tra Co- mandanti di Stazione

e personale addetto

alle attività investi-

gative, tutti i nuovi elementi di sicurezza

inseriti nella nuova banconota che sarà introdotta a decorre- re dal 25 novembre, terzo taglio della serie “Europa” dopo l’im- missione negli scorsi anni della nuova ban- conota da 5 e 10 Euro. L’occasione forma-

tiva è stata propizia

anche per affrontare

la problematica del

falso nummario, fe- nomeno che viene contrastato con l’im- pegno giornaliero dei militari dell’Ar- ma che agiscono sul territorio e con il lavoro del Comando Carabinieri Antifal- sificazione Moneta- ria, reparto speciale istituito per garantire la qualificata pre- senza dell’Arma a livello nazionale ed internazionale nel delicato settore. Al seminario ha voluto presenziare anche il Prefetto di Siracusa Armando Gradone, che con il suo salu- to ha voluto ribadire l’importanza.

infiamme

un’auto

risultata

rubata

diverso

tempo

prima

infiamme un’auto risultata rubata diverso tempo prima N el corso della serata di giovedì i Carabinieri

Nel corso della serata di giovedì i

Carabinieri dell’A- liquota Radiomobi-

le della Compagnia

Carabinieri di Noto

sono intervenuti in Contrada Porcari, ove con diverse chiamate al numero

di emergenza 112, i

residenti del posto avevano segnalato

una piccola utilita- ria in fiamme. Giunti sul posto

i militari hanno

constatato che le fiamme aveva totalmente distrutto il veicolo venendo

spente dal perso-

nale dei Vigili del Fuoco di Noto del distaccamento di Noto. Sul posto non sono stati rivenuti elementi utili per

ricostruire la natura

dell’incendio.

I successivi ac-

certamenti hanno consentito di appu-

rare che il veicolo, intestato ad una coppia di coniugi residenti a Siracusa ma proprietari di una casa con un

appezzamento

di terreno nella

zona collinare del comune di Noto,

era stata aspirtata

in data imprecisata

dalla citata casa di campagna ove la stessa era solita- mente parcheggiata per essere utilizzata dalla coppia per dei lavoretti in campa- gna in estate o nei fine settimana.

Sequestrata azienda apiaria trasferita nel Lentinese N ell’ambito delle attività ispettive di- sposte dal Comando

Sequestrata azienda apiaria trasferita nel Lentinese

Nell’ambito delle attività ispettive di- sposte dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, i Carabinieri del Nucleo anti sofisticazioni di Ragusa, co- adiuvati dai militari della Stazione di Lentini, e dal personale del Distretto Ve- terinario di Lentini e dall’Azienda sani- taria provinciale di Siracusa hanno se- questrato circa 128 cassette di api a due fratelli di Zafferana Etnea che avevano trasferito ed impiantato in località Bon- vicino e Sigona di Lentini gli apiari che erano stati attivati in assenza di comu- nicazione all’Autorità Sanitaria e senza alcuna autorizzazione allo spostamento dal luogo di origine di Zafferana Etnea in provincia di Catania. Il valore degli apiari sequestrati ammon- ta a circa 78mila euro. E’ stata informa- ta l’Autorità Sanitaria per i successivi provvedimenti relativi all’esercizio che è stato individuato e bloccato dai militari dell’Arma.

è stato individuato e bloccato dai militari dell’Arma. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 11 •

7 noveMbre 2015, SAbATo

dai militari dell’Arma. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 11 • Nel Siracusano Lezioni di legalità

Sicilia 11 Nel Siracusano

noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 11 • Nel Siracusano Lezioni di legalità all’istituto verga L’hanno data

Lezioni di legalità all’istituto verga

L’hanno data i carabinieri a Pa- chino nell’ambi- to degli incontri programmati

Nel corso della

mattinata di ieri il Comandante della Compagnia Carabi- nieri di Noto, uni- tamente al Coman- dante della Stazione

di Pachino, ha in-

contrato gli studenti delle classi III del

III Istituto Com-

prensivo “G. Verga”

di Pachino per una

conferenza sul tema “La cultura della Le- galità”. L’incontro si inseri- sce nell’ormai con- solidato progetto di

diffusione tra i gio- vani della cultura

progetto di diffusione tra i gio- vani della cultura Un momento dell’incontro a scuola. giovani al

Un momento dell’incontro a scuola.

giovani al mondo della legalità. Nel corso dell’in- contro, in cui è stato illustrato ai giovani studenti l’organiz- zazione dell’Arma dei Carabinieri con particolare riguardo alla compagine ter- ritoriale, dopo aver inquadrato il con-

cetto di legalità nel-

zione è stata inoltre dedicata alla lotta alla mafia, spiegata ai giovani come il più macroscopico esempio di anti- legatà, dedicando un doverso tributo ed un affettuaso ri- cordo a personaggi quali i Giudici Fal- cone e Borsellino o il Capitano dei Ca-

vamente e ponendo numerose doman- de ai relatori, sono

stati altresì mostrati dei filmati tratti da documentari e da telegiornali al fine

di meglio sedimen-

tare quanto loro spiegato. L’Arma dei Carabi-

nieri, d’intesa con

gli istituti scolastici,

della

legalità portato

la

società moderna,

rabinieri Emanuele

darà seguito per tut-

avanti dall’Arma dei

ci

si è soffermati su

Basili, brutalmente

to l’anno scolastico

Carabinieri in ac-

argomenti di parti-

assassinati dalla

a tali iniziative in

cordo con gli Istituti Scolastici presenti sul territorio e che prevede una serie di lezioni, visite presso i reparti e dimostra- zioni del personale specializzato al fine

colare delicatezza ed attualità quali i pericoli che nascon- de il mondo di in- ternet ed il rispetto delle norme che di- sciplinano la circo- lazione stradale.

mafia per il loro im- pegno in nome della giustizia e della le- galità. Agli studenti, che da subito si sono dimostrati entusia- sti dell’iniziativa

tema di cultura della legalità, a cui il co- mando provinciale deio carabinieri tie- ne particolarmente proprio perché la cultura dellecito deve partire proprio

di

avvicinare i più

Particolare atten-

partecipandovi atti-

dalle scuole.

Il Questore del-

la Questura di Siracusa, Mario Caggegi, insieme al capo del perso- nale, Vice Questo- re Aggiunto dott. Salvatore Altese, e ad alcuni Agenti, si è recato a casa dell’Appunta - to della Polizia di Stato in pensione Guerrino Petti- rossi, in occasione del suo centesimo compleanno, per omaggiarlo di un piccolo ricordo e per porgere i suoi auguri e quelli di tutto il personale della Questura di Siracusa. Il Signor Pettirossi, in pen- sione dal 1971,du-

il questore Caggegi rende omaggio al centenario

dal 1971,du- il questore Caggegi rende omaggio al centenario Daniele Passanisi. rante gli anni tra- scorsi

Daniele Passanisi.

rante gli anni tra- scorsi in Polizia, ha svolto il suo servizio con grande abne- gazione e diligenza,

ricevendo nel 1962 un diploma di rico- noscimento ed una medaglia d’argento al merito di servi-

zio. L’ex Appuntato della Polizia ha ser- vito la Patria anche partecipando alle campagne della se-

conda guerra mon- diale. Per l’amministra- zione comunale ha presenziato alla cerimonia il presi- dente del consiglio comunale facente funzioni, Giuseppe Impallomeni che ha partecipato ieri mattina proprio in nome dell'Ammi- nistrazione Comu- nale, ai festeggia- menti del centesimo compleanno del signor Guerrino Pettirossi, agen- te della Polizia di

Stato in pensione. Impallomeni, pri- ma di consegnare la targa celebrativa in ricordo dell'evento, ha ricordato con l'ex appuntato della pubblica sicurezza i momenti più avvin- centi della sua car- riera militare. L'ex sottufficiale ol- tre ad aver ricevu- to degli encomi nel corso della sua car- riera militare, ha anche partecipato alle campagne del- la seconda guerra mondiale trasferen- dosi a Siracusa per servizio nel 1944 dove poi è rimasto fino a oggi. La mo- glie è scomparsa nel luglio scorso.

Osservatorio 12

Osservatorio • 12 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo di Salvatore Maiorca N on parla più

Sicilia 7 noveMbre 2015, SAbATo

Osservatorio • 12 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo di Salvatore Maiorca N on parla più

di Salvatore Maiorca

Non parla più ita- liano il polo petrol- chimico siracusano. Dopo la decisione dell’Eni di vendere il

settore della chimica, annunciata qualche giorno fa dall’ammi- nistratore delegato De Scalzi, l’acquiren-

te più probabile è il

fondo pensioni ame-

ricano “Apollo”. E ci sono anche altre due società americane e una inglese che vor- rebbero acquistare.

Ma il sindacato si op-

pone a questa scelta.

E proclama due ore di

sciopero con assem- blea entro la settima- na prossima, nonché un’assemblea gene- rale il 28 prossimo a Roma. Lo hanno de-

ciso i vertici delle or- ganizzazioni di cate- goria Cgil, Cisl e Uil riuniti ieri a Roma.

Se

il piano dell’Eni

va

avanti non soltanto

Priolo ma il Paese in-

tero perde il controllo

di un settore strategi-

co come la chimica.

Per di più il probabile

acquirente non è un

operatore del settore bensì un investitore

non è un operatore del settore bensì un investitore Da Siracusa ad Augusta troviamo i russi

Da Siracusa ad Augusta troviamo i russi della Lukoil, i francesi di Air Liquide, gli ame- ricani della Esso, i sudafricani della Sasol. Di italia- no resta ancora Versalis-Eni. Ma non per molto tempo ormai

non parlano più italiano quasi tutte le fabbriche della zona industriale

L’Eni insiste : vuole vendere la chimica agli americani

Due ore di sciopero con assemblea. E il 28 tutti a Roma

temente questa è una vicenda che non può prescindere dall’as- senso del Governo. Anzi, abbiamo l’im-

dall’as- senso del Governo. Anzi, abbiamo l’im- Dall'alto la raffineria Isab di Priolo e la Esso

Dall'alto la raffineria Isab di Priolo e la Esso di Augusta

tei che decise di en- trare nel mondo della chimica non solo per completare il ciclo dei derivati del petrolio e del metano, ma anche per poter avere un’atti- vità con una larga base occupazionale. Nel 1983 nacque l’E- nichem. E l’Eni an- nunciò l’evento con grande enfasi, lancian- do lo slogan “Nella chimica ci abbiamo messo la firma”. Ora si usa dire “metterci la faccia”. Ma De Scalzi ha deciso di toglierci sia la firma che la fac- cia. Questo è comunque il passo conclusivo di un

di

tutt’altro mestiere,

pressione che proprio

il

quale acquista un

dal Governo sia venu-

gruppo industriale, che attualmente fa

to l’input di vendere per fare cassa. E così

utili, esclusivamente

Renzi ha trasformato

per

un investimento.

l’Italia in un grande

Nel momento in cui

supermercato, in cui

l’utile dovesse calare

si vende di tutto, un

il nuovo proprietario

potrebbe anche deci-

dere di uscirsene. E s’innescherebbe così

una catena di passag-

gi proprietari che, per

ciò stesso, escludono

una strategia di me-

dio e lungo periodo.

Nessun piano d’inve- stimenti, nessuna stra- tegia di sviluppo in-

dustriale. Si vivrà alla giornata. In un settore che non soltanto è strategico ma ci vede anche fortemente im- portatori dall’estero. Occorrerebbero quin-

di investimenti per

produrre di più e me-

glio. Invece si vende.

Per fare cassa. E poi?

Non c’è risposta.

“La chimica è un set-

tore strategico per il Paese – afferma Ema- nuele Sorrentino. – Non può esser vendu-

ta come un negozietto

qualsiasi. Ma eviden-

pezzo dopo l’altro, e alla fine si vende il supermercato stesso. Tutto in blocco. Nella

completa indifferenza

della intera classe po-

litica. Toccherà quindi

Sorrentino: “La chimica è un settore strategico per il Paese. Non può esser venduta come un negozietto qualsiasi. Ma evidentemente questa è una vicenda che non può prescindere dall’assenso del Governo. Anzi, pare che proprio dal Governo sia venuto

l’input di vendere per fare cassa. E poi?”

al sindacato svegliare le coscienze sopite e innescare la mobilita- zione”. De Scalzi assicura che l’acquirente dovrà ga- rantire la realizzazio- ne degl’investimenti

previsti. A cominciare dall’ormai famoso (e

annoso) progetto ela- stomeri di Priolo. Ma non si può non porre la domanda: se poi il nuovo proprietario decide di non investi- re, di cambiare pro- spettiva o addirittura di rivendere che gli fai? lo picchi?

L’Eni fu costituito, ai tempi di Enrico Mat- tei, come ente pubbli- co di intervento nel settore degli idrocar- buri (l’acronimo della ragione sociale infatti significa proprio Ente nazionale idrocarbu- ri). E fu lo stesso Mat-

lungo cammino inizia-

to fin dalla fine degli anni Ottanta del Nove- cento. Si provò anche

a mettere insieme pub-

blico e privato: il pub- blico Eni e la privata Montedison decisero nel 1988 di dar vita alla joint venture Eni- mont. Ma l’operazione ebbe vita breve. Nel ’90 Enimont fu sciol- ta. Tornò Enichem. Ma rimase la voglia di Eni

di

uscire dalla chimica.

E

nel 1991 fu lanciato

un piano di ristruttura- zione, sostenuto dalla forte propensione alla privatizzazione dei governi Amato, prima,

e Ciampi poi.

La volontà di vendere

la chimica andò avan-

ti. Fra il 2000 e il 2001 si succedettero varie visite di possibili ac- quirenti nel petrolchi- mico di Priolo. Tra questi la società araba Sabic. Ma uno dei soci della Sabic era fratel- lo del terrorista Osa- ma Bin Laden. Sicchè dopo l’attentato alle torri gemelle di New York, l’11 settembre del 2001, tutto si fer- mò. Poi il piano di riordino ha ripreso quota. Eni- chem si è assottiglia- ta. E’ diventata prima Syndial, poi Versalis.

E ora ci risiamo con la

vendita. Così, da Siracusa ad Augusta, nel petrochi- mico troviamo i russi

della Lukoil i france- si di Air Liquide, gli americani della Esso,

i sudafricani della Sa-

sol. Di italiano resta ancora Versalis-Eni con la produzione di etilene e poco altro. “L’impianto di etilene

– rileva ancora Sorren-

tino – dopo i recenti interventi di ammo- dernamento è ridiven- tato competitivo: fa

utili. E proprio ora Eni

lo

vende. Ma con qua-

le

logica se non quel-

la della pregiudiziale volontà di uscire dalla chimica? Oltre tutto, è ovvio che chi compra deve pur averlo un in- teresse. E l’interesse è soltanto quello di fare utili. Ma noi questa

opportunità di fare uti-

li

la lasciamo ad altri.

E

di tutto si parla tran-

ne che d’investimenti, sviluppo, occupazio- ne”.

tran- ne che d’investimenti, sviluppo, occupazio- ne”. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 13 • Osservatorio

7 noveMbre 2015, SAbATo

sviluppo, occupazio- ne”. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 13 • Osservatorio Siamsta forse assumendo

Sicilia 13 Osservatorio

7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 13 • Osservatorio Siamsta forse assumendo nuovoperso- nale lasciando fuori

Siamsta forse assumendo

nuovoperso-

nale lasciando fuori quello ex Sai 8? Lo sta forse facendo tramite una delle consociate?

Il depuratore e un gruppo di tubi dei pozzi

consociate? Il depuratore e un gruppo di tubi dei pozzi tutto il settore nelle mani dei

tutto il settore nelle mani dei Comuni nel nome del mito “acqua pubblica”. Con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti: Co- muni fai-da-te e di- soccupati a gogò. Il Comune di Siracusa addirittura, dopo al- cuni mesi di gestio-

ne diretta, è tornato

all’appalto del ser- vizio a un gestore privato. Ma stavolta a una nuova società, “fatta in casa” con un partner ombra, addirittura stranie- ro, e soci locali. Poi la nuova legge:

farraginosa, pastic-

ciona, e tuttavia alla ricerca di una solu- zione. Ma proprio

in

quanto pasticcio-

na

la nuova legge è

incappata nella im- pugnativa del Go- verno centrale.

E ora? Ora, ogni

tanto, un incontro

con il personagget-

to di turno della po-

litica nostrana. Poi nulla. E una quaran- tina di disoccupati

sul lastrico.

Per di più ci sono

politichetti che han- no il coraggio di protestare per quella che essi definiscono antipolitica. Ma qui

Per i “disoccupati dell’acqua” un altro “buco nell’acqua”

I “disoccupati dell’acqua” pro- vano anche a cer- care il sostegno del vicepresidente dell’Anci (Asso- ciazione nazionale Comuni d’Italia) e

sindaco di Canicat- tini, Paolo Amenta.

InutileincontroconPaoloAmentavicepresidenteAnci E sorge il sospetto di assunzioni “sotto traccia”

la Siam, sta facendo assunzioni. Contra- riamente a quanto era stato affermato all’inizio di questa amara vicenda che

zione di una con- versazione da lei avuta con un giova- ne che si è presenta- to a casa sua a nome della Siam per fare “il censimento delle utenze”. Da qui le doman- de consequenzia- li: Siam sta forse assumendo nuovo personale lascian- do fuori quello ex Sai 8? Lo sta forse

facendo tramite una delle consociate? Ma queste domande sono rimaste senza

risposta. E la vicen- da acqua si fa sem- pre più pasticciata

culti (ma non trop- po)? Intanto la legge re- gionale che avrebbe dovuto riordinare il settore è rimasta lettera morta per- ché impugnata dal Governo centra- le. E tutto è finito nell’ennesimo pa-

E

anche da Amen-

ha visto l’assunzio- ne in Siam del solo personale ex Soge- as. Durante l’incon-

 

ta

ottengono gene-

 

e

inquietante. Con

sticciaccio brutto

 

riche promesse di sostegno. Ma nel

corso dell’incontro

ulteriori domande, a cascata: c’è qual- cuno che manovra nell’ombra? Per quali interessi? Per proprio conto o per conto di poteri oc-

di

questa Regione

è

l’errore: non si

sprecona e incon- cludente. Si era comincia-

tratta di antipolitica bensì di ribellione a questa politica inet- ta, inconcludente, perniciosa. s. m.

si

scopre che l’at-

tro con Amenta una “disoccupata dell’acqua” ha fatto ascoltare la registra-

tuale gestore del servizio idrico di Siracusa e Solarino,

to

con la leggina

Vinciullo-Cirone

Di

Marco, che mise

Iniziativa e organizzazione del fisiatra siracusano Franco Cirillo

per

volontà del sira-

togallo, Spagna,

Centomediciedocenti

Centomediciedocenti cusano dottor Fran- cesco Cirillo, che ne è il socio fondatore assieme al professor Haim

cusano dottor Fran- cesco Cirillo, che ne è il socio fondatore assieme al professor Haim Ring dell’U- niversità di Tel Aviv (purtroppo scompar- so prematuramen- te). Tra i soci, oltre alle Società scienti- fiche, vengono an- noverate prestigiose realtà come il Con- sorzio universitario Archimede e la Fon- dazione Sant’Angela Merici.

Francia, Italia, In- ghilterra, Svizzera, Austria, Romania, Lettonia,Lituania, Estonia, Polonia, Serbia, Croazia, Slovenia, Mon- tenegro, Albania, Grecia, Cipro, Tur- chia, Egitto, Israe- le, Giordania, Tu- nisia. Per testimonia-

re

a

confrontocontro

il

morbo di Parkinson

A Siracusa, da lunedì a mercoledì prossimi, saranno riuniti circa cen- to giovani medici specializzandi in Medicina Fisica e Riabilitativa pro- venienti dai Paesi

morbo di Parkinson e dei Parkinsonismi. Terranno il corso i migliori specialisti sulla materia tratta- ta, anch’essi prove- nienti dall’area euro- mediterranea. Il corso è organiz-

Il fisiatra siracusano Franco Cirillo

Summer School ), un’associazione nata per volontà delle

nazionale ( ISPRM) sia a livello europeo

il valore della EMRSS nella re-

altà internazionale della Riabilitazio- ne, sono presenti

dell’area euro- me- diterranea, per par- tecipare al corso di Alta specializza-

   

i

presidenti delle

A Siracusa esponenti da tutti iPaesidelMediterraneo

(ESPRM ) sia a li- vello dell’area medi- terranea ( Mediterra- nean Forum PRM )

sia a livello naziona-

Questi undici anni hanno visto avvi- cendarsi ben oltre 40 specializzandi per anno: un totale

maggiori Società scientifiche nazio- nali e internazio- nali nonché emeriti cattedratici e pri- mari.

   

zione che avrà per tema le strategie terapeutiche del

zato

(Euro

dalla

EMRSS

Mediterrane-

Società

della

scientifiche

Riabilitazione

le

Quest’associazione ha sede a Siracusa

( SIMFER).

di 500 giovani me- dici provenienti dai seguenti Paesi : Por-

an Rehabilitation

sia

a

livello

inter-

Spettacoli • 14

Spettacoli • 1 4 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Su Video 66 film: “The italian
Spettacoli • 1 4 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Su Video 66 film: “The italian

Sicilia 7 noveMbre 2015, SAbATo

Spettacoli • 1 4 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Su Video 66 film: “The italian

Su Video 66 film: “The italian job”; “Un ciclone in casa” su Telesudest

“Ti lascio una canzone” su Rai 1, “Castle” series Rai 2 Rete4“Programmatoper uccidere”, “Tusi chevales”

• Su Rai 1 l'ap- puntamento del sabato dera è con “Ti lascio una canzone”condotto come di consueto

quarto giudice.Alla conduzione Belen Rodriguez e France- sco Sole. • Nella prima sera- ta di Italia1 il film

dalla splendida An- tonella Clerici.

“Garfield” basato sulla striscia comi-

Su Rai 2 “Castle"

ca di Jim Davis, In

alla 7 stagione, con

una città dell'India-

la

puntata dal tito-

na, Garfield è un

lo

L'ultimo grande

gatto adulto viziato

eroe.

e coccolato sin da

In prima serata su

cucciolo dal padro-

Rai 3 “Ulisse il pia- cere della scoperta” che questa sera ci accompagnerà alla scoperta di uno dei

ne fumettista Jon Arbuckle che lo mette al centro della sua attenzione, an- che perché il gatto

capolavori della let- teratuva mondiale Moby Dick. • Su Rete4 il film azione “Program- mato per uccide- re”, protagosta Ste-

è golosissimo di la- sagne. • Questa sera in tv su Video 66 canale 286 in prima serata alle 21 trasmette- remo il film “The

ve

Segal nei panni

italian job” Charlie

di

un agente della

Croker e la sua ban-

CIA con crisi di co- scienza dopo una disastrosa missione. Ritiratosi a Chicago

da hanno messo a segno un colpo mi- liardario sottraendo lingotti d'oro da un

i guai lo troveranno comunque.

palazzo veneziano. Ma qualcuno all'in-

• Seconda edizione

di "Tu si che vales" talent show che vede protagonisti concor- renti di qualsiasi età, nazionalità e per- formance. In giuria Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi. Mara Venier

Farmacie

Diurno (Orario 8,30 - 13 e 16,30 - 20):

TERRANOVA, via Maestranza, 42

FICHERA, c.so Gelone

S. PAnAGIA,

v.le S. Panagia 92/94 TISIA, via Tisia 52/56

Intervallo (13 - 16,30) TERRANOVA,

via Maestranza, 42

S. PAnAGIA,

viale S. Panagia 92/94

Notturno (Orario 20,00 - 8,30):

FAVATA/GIOIA via Misterbianco, 11

terno del gruppo vuole tenersi tutto

per sè. In seconda serata alle 23.30 “Al cuore si comanda”. Lorenza decide di assumere Riccar- do come fidanzato a tempo pieno: che sia una possibile so- luzione ai problemi della solitudine e della disoccupazio- ne in Italia? Per la program- mazione tv su Te- lesudest canale 678 in prima serata alle 21.30 trasmetteremo “Un ciclone in casa” Abbandonato dalla moglie, Peter San- derson (Steve Mar- tin), un affermato avvocato di Los An- geles crede di aver ritrovato la donna ideale su Internet. Alle 23.45 in onda “Solaris” Tratto da un romanzo di Sta- nislav Lem, scrittore polacco. Uno scien- ziato è inviato ad indagare su una base spaziale che orbita attorno a un miste- rioso pianeta.

il meteo
il meteo

Siracusa

Cielo sereno. I venti saranno prevalentemente moderati e soffieranno da nord-eST con in- tensità di 15 km/h. Temperatura minima di 17 °C e massima di 21 °C. Zero termico a 3150 metri.

Siracusa
Siracusa

Stasera in tv

Rai 1

Rai 2

Rai 3

Video 66 (286)

13.45

TG 66

17:00 - TG 1

15:40 - TeLeFILM Squadra

16:30 - Report

17:10 - Che tempo fa

Speciale Lipsia Corsa con

18:05 - Player

14.45

Documentario

17:15 - Asua immagine

la morte

18:10 - TELEFILM I Misteri

15.30

Film

17:35 - A sua immagine Le

16:25 - TeLeFILM Squadra di Murdoch In pericolo

17.15

Cartoni

ragioni della speranza

Speciale Stoccarda

di vita

17.45

Film

17:45 - Passaggio a Nord-

Giustizia

18:55 - Meteo 3

20.15

Documentario

Ovest 18:45 - L'Eredità

17:10 - Sereno variabile 18:05 - Viaggi da Record

19:00 - TG3 19:30 - TG Regione

21.00

Film The italian job

20:00 - TELEGIORNALE 20:35 - Flavio Insinna

18:35 - Player 18:40 - TG 2 Flash L.I.S.

19:53 - TG Regione Meteo 20:00 - Blob

23.30

Film Al cuore si comanda

conduce Affari tuoi

18:43 - Meteo 2

20:10 - Che fuori tempo

01.00

Documentario

21:10 - In diretta

18:45 - 90* minuto

che fa

01.30

Attualità

Rete 4

Canale 5

Italia 1

16:49 - Poirot: il pericolo

16:10 - Verissimo

16:00 - Supercop - 1 parte

Telesudest (678)

senza nome - 1 parte

18:45 - Avanti un altro!

16:57 - Tgcom

13.45

TG 66

17:35 - Tgcom

19:44 - Tg5 - anticipazione

17:00 - Meteo.it

14.45

Documentario

17:37 - Meteo.it

19:45 - Avanti un altro!

17:03 - Supercop - 2 parte

15.30

Film

17:41 - Poirot: il pericolo

19:57 - Tg5 prima pagina

18:00 - La vita secondo jim

17.15

Cartoni

senza nome - 2 p

20:00 - Tg5

un atto di coraggio

17.45

Film

18:51 - Anteprima tg4

20:39 - Meteo.it

18:28 - Studio aperto

20.15

Documentario

18:55 - Tg4 - telegiornale 19:33 - meteo.it

20:40 - Striscia la notizia -- la voce dell'invadenza

18:58 - Meteo.it 21:10 - Garfield-il film

21.30

Film Un ciclone in casa

19:35 - The mentalist -- g-rosso intrigo/ clown dal

21:10 - Tu si que vales 9a puntata

22:07 - Tgcom 22:10 - meteo.it

23.30

Film Soraris

naso rosso

00:30 - Grande fratello

22:13 - Garfield- 2 PArTe

01.00

Documentario

CinemaaSiracusa

AURORA- Belvedere

(0931-711127) ore18:3020:30 “FREEHELD”

PLAneT vASQUeZ (0931/414694) ore18:10• 20:25

IOCHEAMOSOLOTE”

ore18.15- 20.25- 22.35

BELLI DI PAPA' "

ODEON-Avola

(0957833939) ore19:0021:30

"SPECTRE007"

indirizzi utili aSiracusa

taXI : Stazione centrale T. 0931/69722; Via Ticino T. 0931/64323; Piazza Pancali T. 0931/60980 Pronto Intervento:

Soccorso pubblico di emergenza 113; Carabinieri (pronto intervento) 112; Polizia di Stato (pronto intervento) 495111; Vigili del fuoco 481901; Polizia stradale 409311; Guardia di Finanza 66772; Croce Rossa 67214; Municipio 451111; Prefettura 729111; Provincia 66780; Tribunale 494266; Enel 803500; Acquedotto 481311; Soccorso Aci 803116; Ferrovie dello Stato (informazioni) 892021; Ospedali 724111; Centro antidroga 757076; Pronto Soccorso (ospedale provinciale) 68555; Aids (telefono verde) 167861061; Ente Comunale assistenza 60258

(telefono verde) 167861061; Ente Comunale assistenza 60258 L’oroscopo Ariete Se di ostacoli non ce ne sono,
(telefono verde) 167861061; Ente Comunale assistenza 60258 L’oroscopo Ariete Se di ostacoli non ce ne sono,

L’oroscopo

Ariete

Se di ostacoli non ce

ne sono, e tutto fila li- scio al primo colpo rischiate di smorzar-

vi e di perdere colpi.

Siate più equilibrati.

Cancro

Esuberanti e roman- tici, saprete scaldare anche il partner più compassato. Al la- voro, oggi le stelle vi spianano la strada, approfittatene per nuovi progetti.

Bilancia

Approfittatene per dedicare un po' di tempo a un'attività che stimola il vostro interesse, ma che avete tante volte ri- mandato perchè presi da più urgenti doveri.

Capricorno

Approfittate del favo-

re degli astri per cer-

care di agganciare

la persona che vi fa

battere il cuore. Pri- ma di uscire di casa, verificate con atten- zione il vostro look.

di casa, verificate con atten - zione il vostro look. Toro Tranquilla la situa - zione

Toro

di casa, verificate con atten - zione il vostro look. Toro Tranquilla la situa - zione

Tranquilla la situa- zione professionale, seguite il solito tran tran, senza cercare

soluzioni avventate, nè tentare colpi di testa.

Leone

Oggi avrete una gran voglia di cambiare tutto in campo sen- timentale; se siete pronti ad affrontare le conseguenze fatelo con determinazione.

Scorpione

Movimentata la gior- nata lavorativa, cer- cate di non cedere al nervosismo. Oggi potreste ottenere quel famoso 'incon- tro ravvicinato' con la persona del cuore.

Acquario

Mercurio in Vergine creerà un po' di con-

fusione nella vostra vita sentimentale.

Cercate di mettere bene in chiaro la si- tuazione con tutti eviterete spiacevoli equivoci.

Gemelli

Attenzione a cosa vi esce dalla boccuc- cia, un conto è esse- re ironici e spiritosi, un altro è offendere con pungente saga- cia chi non lo merita!

Vergine

Non dimenticate l'im- portanza dei piccoli gesti come una ro- mantica telefonata di auguri, o di congra- tulazioni per un suc- cesso personale op- pure di consolazione.

Sagittario

La Luna in buon aspetto favorisce la vostra storia d'amo- re, a qualsiasi punto si trovi, creando mo- menti intriganti, fatti apposta per 'accende- re i sensi.

Pesci

Non dimenticate l'im- portanza dei piccoli gesti come una ro- mantica telefonata di auguri, o di congra- tulazioni per un suc- cesso personale op- pure di consolazione.

per un suc- cesso personale op- pure di consolazione. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 15

7 noveMbre 2015, SAbATo

op- pure di consolazione. 7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 15 • Sport Tour de force

Sicilia 15 Sport

7 noveMbre 2015, SAbATo • Sicilia 15 • Sport Tour de force del Siracusa: tre incontri

Tour de force del Siracusa: tre incontri in sette giorni

invista del trittico di fuoco azzurrituttiabiliarruolati

Si comincia dal Due Torri rivelazione,bravo nelle ripartenze grazie alla grande abilità nel gioco di rimessa,ma piuttosto impacciato quando è chiamato a fare la partita

Cosa volete che faccia

undici gol messi com-

periferia di mezza Si-

una squadra che è at-

plessivamente a se-

cilia, in sintonia con la

so

campionato.

tesa da una settimana

gno. Antonio Venuto,

scelta di puntare sulla

di

fuoco con la bel-

il tecnico biancorosso

linea verde, anche in

lezza di tre incontri in

superato questo trittico

ha

gettato in settimana

maniera più significa-

programma, uno più difficile dell’altro ?

acqua sul fuoco degli entusiasmi sostenendo

tiva rispetto allo scor-

Si allena per affron-

che l’obiettivo dei pe-

E

così davanti a In-

tarli al meglio della

loritani resta sempre

grassia e Paterniti che

condizione, sorretto

quello della salvezza

si

alternano fra i pali,

dalla convinzione che,

e che solo dopo averla matematicamente rag-

giostrano accanto a Santino Matinella,

di

partite, il calendario

giunta si potrà parlare

vecchia conoscenza

sarà in discesa fino al big-match con la Ca- vese del 6 Dicembre. Ma intanto l’attenzio- ne è rivolta al primo

di questi tre incontri

che vedrà la squadra

di Sottil affrontare sul

terreno dell’Enzo Masi

di Piraino-Gliaca la ri-

velazione Due Torri che, molto per meriti

propri e un po’ perché aiutata dal calendario favorevole si è porta-

ta a quota diciotto, a

cinque lunghezze dalla vetta e a soli due punti dal Siracusa. Un ruo- lino di marcia più che positivo, merito della seconda difesa del gi- rone che ha saputo far fruttare al massimo gli

di altri traguardi. Ep-

pure la squadra bianco-

rossa si è presentata ai nastri di partenza sen-

za grossi nomi e con

un manipolo di gio- vani di belle speranze

rastrellati sui campi di

degli sportivi siracu- sani, Acquaviva, Car- daci e Tricamo, men- tre salterà il turno per squalifica, Riccardo Cassaro, la cui as- senza potrebbe farsi sentire. A centrocam-

la cui as- senza potrebbe farsi sentire. A centrocam- Andrea Sottil chiede l’en plein. po Antonio

Andrea Sottil chiede l’en plein.

po Antonio Venuto ha

solo l’imbarazzo della

scelta potendo sce-

gliere fra una dozzina

di elementi che oltre

agli esperti Pitarresi

e Postorino, presen-

ta Claudio Calafiore, che con tre reti è il capocannoniere della squadra, nonché D’A- mico, Scolaro, Gian-

nola, Akuku, Cicirello

e Giacobbe, oltre ai

tre diciassettenni, Raf-

faele De Chiara, Giu- seppe Lenzo e Rober-

to Marino, prelevati dalla Juniores allenata da Paolo Bitto. Punte avanzate Tanino Pisani

e Giovannino Petrullo, quest’ultimo fino a tre

mesi or sono beniami- no dei tifosi aretusei. Piuttosto deboluccia quando è chiamata a fare la partita, la squa- dra biancorossa ha il suo forte nelle ripar-

tenze per le quali Sot- til ha già predisposto gli antidoti giusti con il rafforzato presidio delle fasce e con un incontrista a turno sul portatore di palla. Pre- visto anche qualche ritocco in difesa con il probabile impiego al centro di Orefice e il ritorno di Liistro sulla corsia di destra. Recu- perati anche Catania e Longoni, Sottil ha un ventaglio di soluzioni per non tornare a mani vuote da questa diffici- le trasferta. Armando Galea

Dg Marletta: “Un altro tassello importante nella comunicazione”

il Città di Siracusa torna nel web

Dopo un periodo d’inattività, tornato operativo il sito uffi-

“Un altro tassello importante – commenta il Direttore gene- rale Simona Marletta- volto a

garantire continuità e maggio-

ciale degli azzurri www.citta- disiracusa.it. Il sito, contiene varie sezioni, con informazio- ni, foto e curiosità legate al mondo della squadra azzurra. Un ulteriore momento di cre- scita, nell’ambito di un’orga- nizzazione societaria che mira al professionismo.

re

organizzazione. Una comu-

nicazione diretta, semplice, ma nello stesso tempo ricca

di

contenuti, in linea con gli

standard di chi vuole intende-

il calcio in maniera profes- sionale”.

re

I ragazzi di mister Baio scenderanno in vasca per l'inizio del campionato di A2 il 21 novembre

LaSette Scogli intensificalapreparazione

Aspettando la partenza dei ra-

gazzi del predente Capillo, il 21 Novembre a Napoli contro la Del Bo Aqavion i ragazzi di mister Baio intensificano la preparazio-

ne atletica insieme a quella tattica per arrivare all’appuntamento in

piena forma. “I sincronismi tra i vari reparti stanno migliorando

– dichiara coach Baio al termine

dell’allenamento odierno – anche

se, ancora, i nuovi innesti necessi- tano di tempo per assimilare cor- rettamente gli schemi. Il Torneo

di Messina del 7 e dell’8 Novem-

bre – continua Baio - organizzato dal Cus Unime Messina di Ser- gio Naccari, presso la piscina del polo universitario peloritano, al quale parteciperanno, oltre ai pa- droni di casa ed al C.C. 7 Scogli,

la Nuoto Catania, il Telimar Paler- mo ed i Muri Antichi Catania, ci dirà se siamo a buon punto oppure no. Mi preme anche ringraziare il Cus Messina per l’invito al torneo ed in particolare l’amico Sergio Naccari artefice di questa bellis- sima iniziativa”. In questa fase della preparazione ci serve molto

disputare delle partite ufficiali per capire lo stato complessivo di for- ma della squadra – aggiunge – il centroboa aretuseo Simone Mo- rachioli. Non sarà facile disputare 4 partite in 2 giorni anche perché stiamo continuando regolarmente la preparazione atletica finalizza- ta all’esordio di campionato e, di conseguenza, non saremo brillan-

ti. Salvatore Cavallaro

al“PaoloCaldarella”arriva la corazzata Pro Recco

L’Ortigia torna i vasca al “Paolo Caldarella”, oggi alle 15, e la settima giornata del cam- pionato maschile di serie A1. I ragazzi di mister Leone ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale, se la dovranno vedere con la corazzata Pro Recco , formazione campione d’Italia e d’Europa in carica ed anche quest’anno al vertice del campionato insieme al Brescia . Sicuramente un match

in salita per i ragazzi di mister Leone che po-

trà contare ancora una volta sul capo canno- niere del campionato Danilovic . Siamo in un momento negativo- commenta il capitano

aretuseo Patricelli- Purtroppo con un pizzico

di fortuna in più avremmo potuto avere qual-

che punto in più in classifica. Comunque guardando il lato positivo ci sono stati dei miglioramenti che lasciano ben sperare per il futuro, abbiamo dimostrato in questo inizio campionato di avere carattere e di voler lot- tare per questa salvezza”. S.C.

“G.Palatucci”, ilpresidenteZaini presentailnuovo addettoalle relazioni esterne ignazioveneziano

Summit societario in casa dell’USD Noto convoca- to dal Presidente Graziano Zani. Nella palazzina de Polisportivo “G. Palatucci” hanno partecipato

all’incontro, tutti i dirigenti, si è par- lato delle prospet- tive future della società granata. Il Presidente Gra- ziano Zani ha an- che presentato alla compagine societaria il nuo- vo addetto alle relazioni ester- ne, Ignazio Ve - neziano. Dopo l’esperienza nel-

la dirigenza del

Siracusa calcio, Ignazio Vene- ziano entra a far

parte dell’organi- gramma societa-

rio granata.

"Sono onorato e

lusingato dell’in- carico ricevuto – ha detto Vene- ziano – e sono pronto a svolgerlo con la passione e l’entusiasmo che

mi hanno sempre

contraddistinto. Ringrazio di cuore il presidente Zani, che mi ha for- temente voluto. Avrò il compito di interfacciarmi con

le istituzioni, pro- muovendo all’e- sterno l’immagi-

ne della società.

Non lesinerò im- pegno ed energie per contribuire alla crescita del- la società, facen- do anche tesoro dell’esperienza maturata in tanti

anni di calcio. Mi metterò a dispo- sizione della so- cietà con grande umiltà e voglia di

far bene".

Sport 16

Sport • 16 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Malago, dispiaceper curvevuote aderby "Mi auguro che
Sport • 16 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Malago, dispiaceper curvevuote aderby "Mi auguro che

Sicilia 7 noveMbre 2015, SAbATo

Sport • 16 Sicilia • 7 noveMbre 2015, SAbATo Malago, dispiaceper curvevuote aderby "Mi auguro che

Malago,

dispiaceper

curvevuote

aderby

"Mi auguro che ci sia un

ripensamento,

dico ai tifosi se possibile di es- sere superiori". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, grande tifoso giallo- rosso, in merito alla protesta degli ultrà di Lazio e Roma che diserteran- no il derby di domenica pros- sima per pro- testa contro la divisione delle curve, disposta per motivi di sicurezza.

Motogp,tas:“valentinoRossipartiràperultimoavalencia”

Il

Tas ha rigettato la richiesta di

della Fim di imporre 3 punti di pe-

sospensiva di Valentino Rossi che partirà dunque dall'ultima fila a Valencia, l'ultimo e decisivo ap- puntamento del mondiale. "Il Tri- bunale di Arbitrato per lo Sport si legge nel comunicato diffuso dai

nalità a Valentino Rossi a seguito dell' incidente con Marc Marquez durante il Gp della Malesia di do- menica scorsa. Di conseguenza, Valentino Rossi partirà in ultima posizione nella griglia di partenza

giudici di Losanna - ha respinto la richiesta di sospensiva presentata

nell'ultimo Gp della stagione, che si terrà a Valencia l'8 novembre".

da

Valentino Rossi dell'esecutivi-

"Più che arrabbiato sono deluso-

della decisione presa dai giudi-

ha dichiarato Rossi- mi dispiace

ci

di gara il 25 ottobre del 2015.

non potermi giocare una chance

Pertanto viene confermata la de- cisione dei Commissari sportivi