Sei sulla pagina 1di 68

SOPRA | SHOCK

dallo scafandro alla farfalla


Ludovico Gandellini
Cindy Hens
Viola Incerti
Ermanno Marchetti
Nicola Montefusco
Filippo Muzzi
Francesco Russo

Politecnico Di Milano - Scuola del Design


Cdl Design Degli Interni
Laboratorio Di Sintesi Finale Sez I4 - a.a. 2015/2016
L. Crespi, A. Anzani, D. Crippa, B. Di Prete, G. Gatti
C. Caramel, E. Lonardo, S. Pravato

COME NASCE UN AVANZO?

Mancato adeguamento al tempo


SCONTRO TEMPORALE

COSE UN AVANZO?

Qualcosa bloccato nel suo tempo ma soggetto al presente

SOSPENSIONE
fase ZERO

P. 03 - 20

INTERVENTO:
SHOCCARE

METAFORA

SOPRA SHOCK
P. 102

fase UNO
Temporaneo ed istantaneo
Def di SHOCK. Stimolo fisico o psichico di notevole intensit.

come SORPRESA

P. 21 - 52

come PROVOCAZIONE

P. 53 - 70

come REAZIONE

P. 71 - 100

RISVEGLIO

Sitografia P. 103 | Bibliografia P. 104 | Filmografia P. 104

fase ZERO

Goodnight and sweet dreams


DURING SLEEP
Chiharu Shiota, 2002

Il rapporto con la memoria, i processi del ricordare e


dimenticare, sono un aspetto potente del lavoro di
Chiharu Shiota.
La memoria pu essere sfuggente e difficile da afferrare.
Potremmo sentire nostalgia per un passato ormai
lontano o restare intrappolati nel crollo traumatico
indesiderato di spazio e tempo.

fase ZERO

Sospendere il tempo
FROZEN TIME
DGT Architects, 2013

Frozen time (il tempo sospeso) uninstallazione


presentata per il marchio giapponese Citizen a
BaselWorld nel 2013.
Si indagato sul significato del tempo, dal punto di
vista scientifico, storico, meccanico ed etnografico.
Sono state usate delle platine, la parte metallica che
forma la base di un orologio e che ne supporta lintera
capacit di movimento, per creare uno spazio che
esprima lattimo in cui ha inizio il tempo.

fase ZERO

Il filo di Arianna
INSIDE OUT

Richard Serra, New York, 2013

Lopera Inside out un lungo nastro che si annoda


nel vasto spazio neutro confondendo il visitatore, che
si trova variamente combattuto fra la percezione del
concavo e del convesso, attraverso unesperienza
cinetica e motoria nel complesso disorientante.
Le possenti pareti inclinate si stringono in corridoi senza
fine, o si aprono in radure fuori tempo e fuori luogo, e
non si sa pi dove ci si trovi.

10

fase ZERO

Bloccare una vita


ANTIVEGETATIVA
Davide DElia, 2013

In questopera lautore adopera lantivegetativo, un


tipo di vernice usata soprattutto in campo nautico per
arrestare la crescita di alghe, coralli e di muffe sulle carene
delle imbarcazioni. Protagonista dellopera sempre la
galleria stessa, trasformata in uno spazio abitato e per
met idealmente immerso nellantivegetativo.
Quadri, sculture, elementi darredo, tutto appare avvinto
dalla vernice antivegetativa, dal tipico colore verde
asettico, quasi a voler bloccare qualsiasi proliferazione
di vita.
Con Antivegetativa, Davide DElia presenta un progetto
che nasce dallopposizione tra organico e sintetico, tra
vitale e asettico, caldo e freddo, formale e informale.

14

fase ZERO

Vivere in una bolla


LOST LOVE
Damien Hirst, 2000

Si tratta di un grande cubo pieno dacqua su cui stato


installato limpianto di un acquario, riempito di pesci
tropicali.
Lambiente acquatico ricrea la una stanza di un
ginecologo, dal momento che presenta un lettino,
diversi strumenti chirurgici, accessori femminili (gioielli e
un paio di scarpe) e un attaccapanni con un camice
bianco.

16

E ci
nonostante,
credo che dentro
questo buio
trover una via
duscita.

fase ZERO

Voglio uscire da qui


COME AL SOLITO...
Alda Merini

Le poesie e gli aforismi di questa donna, considerata


folle per il suo tempo, sono rappresentativi di uno stato
tormentato e traumatico dovuto alla sua reclusione in
manicomio,

Ho la sensazione di durare troppo, di non


riuscire a spegnermi: come tutti i vecchi le mie
radici stentano a mollare la terra. Ma del resto
dico spesso a tutti che quella croce senza
giustizia che stato il mio manicomio non ha
fatto che rivelarmi la grande potenza della
vita.

20

fase UNO

Esplosione
SVAYAMBH
Anish Kapoor, 2009
come SORPRESA | SPETTACOLARIZZAZIONE
Il gioco di riconoscimento e di smarrimento di fronte a
concetti noti, ma allo stesso tempo stranianti, si esprime
con i lavori basati sul colore e con le installazioni in
cui la materia che le costituisce si va disfacendo
progressivamente. Quando lo espose per la prima volta
il pubblico vi lesse la metafora di uno stupro: il gioco sta
nel nascondere il significato attraverso lermeticit del
titolo, ovvero, Svayambh, darsi forma da s perdendo
parti di s stesso.
Svayambh il Principio autogenerato, lAutoesistente,
lEssere assoluto (e qui il gioco intellettuale diventa
duplice, lo Svayambh di Kapoor infatti, nel darsi forma
da s non fa altro che perdere parti di se stesso,
autodistruggendosi).

22

fase UNO

Giochiamo a nascondino?
RED BALL
Kurt Perschke

come SORPRESA | FUORI LUOGO


E uninstallazione darte urbana che cambia location in
continuazione e, ogni volta, unesperienza diversa.
stata a St.Louis, Barcellona, Sidney, Portland e Chicago,
si schiacciata allinterno di una fermata dellautobus
e a Toronto era lattrazione principale allingresso del
vecchio municipio. A Taipei incastrata a mezzaria tra
due palazzi lasciava senza parole e, ad Abu Dabhi
sembrava una biglia gigante su un castello di sabbia.

28

fase UNO

Shock dimensionale
IN BED
Ron Mueck, 2005

come SORPRESA | FUORI SCALA


La dimensione fuori scala della scultura iper-realistica
spinge colui che osserva verso la confusione: lopera
sembra inizialmente una fedele riproduzione dellessere
umano ma una volta vista in relazione alla sua
dimensione causa un forte shock che porta a riflettere
sulla realt che ci circonda.

30

fase UNO

Conoscenza e ricordi
APOTHEOSIS
Jir David, 2015

come SORPRESA | ASPETTATIVA TRADITA


Linstallazione
si
basa
sullappropriazione
e
reinterpretazione dellimponente dipinto Lapoteosi
degli slavi: le quattro ere degli slavi in quattro colori
(1926), dellartista secessionista ceco Alphonse Mucha.
Il centro dellinstallazione lo spettatore attivo, guidato a
farsi svuotare la mente nello spazio bianco del padiglione
fino a incontrare il nucleo concettuale dellopera, in uno
stretto corridoio sul retro. Il monocromo di Apotheosis si
riflettequi in unidentica parete a specchio e leffimera
immagine a colori dellosservatore diventa parte di
esso.
Jir David stimola gli spettatori verso lauto-riflessione e la
considerazione critica delle questioni politiche e socioculturali.
Il confronto con lo spazio vuoto, compresso,
dellinstallazione sfida lo spettatore/partecipante a
immergersi nellarcheologia della conoscenza e dei
ricordi.

32

fase UNO

La progressione di un autobomba
INOPPORTUNE: STAGE ONE
Cai Guo-Qiang, 2004

come SORPRESA | SPETTACOLARIZZAZIONE


In questa spettacolare installazione, una serie di nove
automobili penzolano a mezzaria allinterno del
Guggenheim Museum di New York per rappresentare la
progressione cinematica degli effetti di unautobomba.
La ricerca di una fluidit temporale nel gioco di luci che
simulano lesplosione crea un effetto visivo dimpatto e
quasi magico.

38

fase UNO

Complessi
EDIPO RE

Sofocle, 430-420 a.C. circa


come SORPRESA | COLPA DI SCENA
Sebbene incentrata principalmente sulla tragicit del
conoscere, lautore della tragedia espone questo
concetto attraverso lo shock della realizzazione.
Edipo infatti, scoperto di essersi congiunto con sua
madre e di aver ucciso suo padre, si acceca dopo
lomicidio di sua moglie/madre.
Solo quando non pi in grado di vedere, leroe tragico
in grado di conoscere e accettare la realt.

40

fase UNO

Lo stupore della notte


CIULA SCOPRE LA LUNA
Luigi Pirandello, 1907

come SORPRESA | COLPO DI SCENA


Ciula un minatore che non ha paura del buio della
miniera ma di quello della notte, non avendo mai visto
la luce della luna.
La miniera il luogo dellinconsapevolezza, lontano dal
mondo reale.
La scoperta finale della luna per Ciula uno shock,
che lo spinger forse a rimpossessarsi della propria vita,
fino ad ora sprecata in ingiusti trattamenti subiti nella
miniera.

42

fase UNO

Cosa successo?
LA METAMORFOSI
Franz Kafka, 1915

come SORPRESA | COLPO DI SCENA


La storia comincia col protagonista che, risvegliatosi una
mattina, si ritrova trasformato in un gigantesco insetto:
la causa che ha portato ad una tal mutazione non
viene mai rivelata. Tutto il seguito del racconto narra
dei tentativi compiuti dal giovane Gregor per cercar di
regolare - per quanto possibile - la propria vita a questa
sua nuova particolarissima condizione, soprattutto nei
riguardi della famiglia, i genitori e la sorella.

44

fase UNO

Luke, Im your father


STAR WARS V: THE EMPIRE STRIKES BACK
George Lucas, 1980

come SORPRESA | COLPO DI SCENA


La sorpresa pi famosa e traumatica del Cinema,
neanche gli attori erano stati informati del fatto che
larci-nemico della ormai famosissima Space Opera era
in realt il padre del protagonista.
La frase Luke, Im your father sconvolse non solo il
pubblico ma anche lattore stesso e rimane ad oggi uno
dei colpi di scena pi famosi della storia del Cinema.

48

fase UNO

Rinascere da un dramma
LE SCAPHANDRE ET LE PAPILLON
Julian Schnabel, 2007

come SORPRESA | DESTABILIZZAZIONE


E la volta di un film, lo scafandro e la farfalla, che narra
la storia di un uomo che si risveglia da un coma durato
tre settimane, senza ricordarsi perch e potendo solo
muovere una palpebra per comunicare.
Lo schock iniziale lo far sentire come chiuso in uno
scafandro, ma, prendendo coraggio, nel corso
del racconto, riuscir ad andare avanti con le ali
dellimmaginazione.

52

fase UNO

Omnia tempus habent.


ANGEL WITH PAINT TIN
Banksy, 2009
come PROVOCAZIONE | STRAVOLGIMENTO
Lopera darte profanata.
La delicatezza e la bellezza di un volto angelico
deturpate. Un secchio di vernice rossa violentemente
decapita la testa dellangelo con lintento di stravolgere
larte e la bellezza intese nel loro senso pi classico e
usuale.

54

fase UNO

DissacrARTE
A PERFECT DAY

Maurizio Cattelan, 1999


come PROVOCAZIONE | CRITICA
Lartista scoccia al muro il suo gallerista Massimo de
Carlo nel vernissage della sua mostra, alla fine del quale
viene portato in ospedale, privo di sensi.
La volont di Cattelan sempre quella di stupire, ma vi
si pu vedere anche una critica al sistema dellarte, che
lartista non ci pensa due volte a dissacrare.

56

fase UNO

Denunce ricamate
A WOMANS WORK IS NEVER DONE
Eliza Bennett, 2014

come PROVOCAZIONE | DENUNCIA


Eliza Bennett ricama. Ma lo fa in una maniera particolare,
incredibile, unica. Ago e filo nella sua pelle, nella sua
carne, come se fosse una tela. Lartista britannica ha
realizzato una vera e propria scultura auto-inflittasi l, nel
palmo della sua mano.
Con A womans work is never done capovolge la
concezione che intende comunemente il lavoro
femminile semplice e aggraziato. E denuncia anche
lo sfruttamento della manodopera femminile e i suoi
posti di lavoro a bassa retribuzione.

58

fase UNO

Provocare lurbano
THE PASSENGER
Arne Quinze, 2014

come PROVOCAZIONE | DIBATTITO


The Passenger una scultura in legno, progettata
dallartista belga Arne Quinze.
Lopera stata realizzata per provocare una reazione
ed interferire nella vita dei passanti. Il risultato che vuole
raggiungere quello di suscitare la nascita di dialoghi e
dibattiti sullurbanizzazione contemporanea.
Questo artista ha posto sculture di questo tipo in giro per
il mondo come Sao Paolo, in Cina, etc.

60

fase UNO

Dibattiti sociali
MC EMMAUS
Giuseppe Veneziano, 2011
come PROVOCAZIONE | CRITICA
La pittura di Giuseppe Veneziano basata sullimpiego
di iconografie di facile reperibilit, spesso banali,
prelevate dalla storia dellarte, dal mondo dei fumetti,
dello spettacolo e della cronaca politica. Lobiettivo
dellartista di offrire allosservatore unimmagine
disincantata e oggettiva della societ contemporanea,
dominata dai gossip e dal potere mediatico ed
economico.
Le sue opere colpiscono dritto in faccia senza distinzione
di classe e genere, rappresentando il nostro periodo
storico con continue provocazioni, citazioni della pittura
classica e unimmancabile ironia.

64

fase UNO

Colpiti da un meteorite
LA NONA ORA
Maurizio Cattelan, 1999

come PROVOCAZIONE | DIBATTITO


La reazione di fronte a un pi che mai realistico Papa
Giovanni Paolo II colpito da un meteorite sicuramente
di turbamento, indipendentemente dal proprio credo.
Poco importa se una delle tante interpretazioni, quella
pi personale dellartista, vede nel papa il padre di
Cattelan stesso, che aveva rivelato di aver tentato
di strangolarlo a 17 anni; lopera ottiene quello che
vuole, cio generare un dibattito, smuovere coscienze,
smitizzare, con la consapevolezza dellinadeguatezza
dellumanit di fronte agli eventi naturali.

66

fase UNO

Lady D like Cinderella


DISMALAND
Banksy, 2015

come PROVOCAZIONE | CRITICA


Dismaland uninstallazione artistica temporanea,
organizzata da Banksy dal 21 agosto al 27 settembre
2015. Istituita in riva al mare presso il Tropicana, un lido
in disuso nella localit turistica di Weston-super-Mare nel
Somerset, in Inghilterra, la mostra si presenta come un
parco divertimenti anti-Disneyland.
Attraverso la provocazione e lo stupore artisti
contemporanei cercano di fare riflettere i visitatori sulla
realt politica ed economica che li circonda creando
spesso shock (Lady Diana come Cenerentola).

68

fase UNO

Brandelli dingiustizia
BALKAN BAROQUE

Marina Abramovic, 1997


come REAZIONE | ORRORE
Lartista disossa brandelli di carne da ossa di bovino per
sei ore al giorno, per tre giorni.
E un urlo al mondo, cieco di fronte agli orrori che si
vivevano in Iugoslavia: un grido silenzioso, calmo, di
una donna che canticchia nenie serbe in una sorta di
trance.
Le sue immagini, i suoi suoni e i suoi odori rimangono
impresse nello spettatore, che riapre gli occhi di fronte
alle ingiustizie, non solo a quelle della Iugoslavia.

72

fase UNO

Non recidere, forbice, quel volto


THE MENDING PROJECT
Beili Liu, 2011

come REAZIONE | ANGOSCIA


Le forbici appese sulla testa di Beili Liu, performing artist
cinese che ora vive e lavora ad Austin, Texas, sono
esattamente 1500. Rappresentano le paure lontane, la
violenza incombente e le angoscianti incertezze.
Sotto questo tetto, lartista cuce tra loro pezze di tessuto
ritagliate appositamente dagli spettatori, e se ne
circonda.
Dal contrasto tra minaccia costante e azione calma e
ripetitiva nasce The Mending Project, performance che
ha avuto luogo nel 2011 ad Austin di fronte a un pubblico
indeciso tra curiosit e preoccupazione. Nella cultura
cinese le forbici non dovrebbero mai essere puntate
verso qualcuno, perch si dice che porti sfortuna. Sono
un oggetto pericoloso, potenzialmente unarma, e allo
stesso tempo associate al lavoro femminile e innocuo
del rammendo. Come artista, Beili Liu era attratta da
questo contrasto e ha deciso di metterlo in scena in
questa performance.

78

fase UNO

Lultimo albero
HOURS, YEARS, AEONS
IC-98, 2013/15

come REAZIONE | SENSO DI COLPA


Linstallazione parte dallidea che il Padiglione della
Finlandia sia un simbolo della crescita della nazione:
lo stato sociale fu costruito sulla richezza delle foreste
primordiali e il padiglione stesso fu finanziato dai
provenienti del commercio del legname. Quello che
resta oggi in Finlandia sono boschi e una tomba di resti
nucleari scavata in profondit nella roccia.
IC-98 trasforma il padiglione in unanticamera: il tempo
risuona attraverso rapidi cicli vitali e lo spazio appare
come infinita materia oscura. Qui potrebbe trovarsi non
lultimo uomo, ma lultimo albero, rimasto a raccontare
le storie del passato nel futuro. Tra alcune ore, saranno
passate miriadi di flussi. Tra alcuni anni le risorse saranno
esaurite e le case saranno occupate da altre forme di
vita. Tra alcuni eoni i segreti sepolti riaffioreranno.
Lo spettatore invitato a entrare in questo paesaggio.

80

fase UNO

Il peso del ricordo


HANGING STONE | HANGENDE STEEN
Maarten Brinkman, 2011

come REAZIONE | ANGOSCIA


Materiali semplici e quotidiani evocano la memoria e
la riflessione di ci che stato. Una roccia sospesa nel
centro di una stanza una spada di Damocle che grava
su chi entra richiamando la dimensione spirituale del
passato. Elementi grezzi e semplici mostrano come tale
dimensione, opprimente e allo stesso tempo catartica,
sia tipica delluomo comune e di tutti i giorni.
La volont dellartista quella di creare una tensione
emotiva e spaziale attraverso luso di un equilibrio
precario alla vista.

82

fase UNO

Traumatic space
YOU
Urs Fischer, 2007

come REAZIONE | ANSIA


You uno spettacolo che deforma lo spazio psichico.
Si tratta di un atto coraggioso che porta claustrofobia e
agorafobia, allo stesso tempo, e fa guardare le gallerie
in un modo nuovo, fisicamente pericolose e comporta
intrinsecamente il rischio di gravi lesioni o morte.

84

fase UNO

Fuori dal flusso del tempo


THE HOUSE WITH THE OCEAN VIEW
Marina Abramovi, 2002

come REAZIONE | ANGOSCIA


La performance consiste nel vivere dodici giorni senza
mangiare, parlare o leggere, in un sistema di tre stanze
modulari con elementi darredo ridotti allosso, dove
delle scale fatte di coltelli impediscono di uscirne.
La volont dellartista quella di purificarsi e cambiare
la percezione del tempo nello spazio: lenfasi di questa
condizione straziante cos forte che il pubblico
totalmente coinvolto, e si abbandona al flusso del
tempo, non accorgendosi pi del suo scorrere.

88

fase UNO

Rovesciamenti
PERSI IN MILIONI
Yang Yongliang

come REAZIONE | SENSO DI COLPA


Yang
Yongliang
attraverso
sovrapposizioni
di
fotogrammi, crea delle opere monumentali che celano
unimminente implosione, una foresta di architetture
inquietanti. Quelle che a prima vista sembrano
montagne imponenti, valli, foreste e tralicci, sono in
realt cattedrali industriali edificate selvaggiamente,
con chiari riferimenti alledificazione a cui la Cina si
avviata negli ultimi decenni.
Yang non svela, n pecca riportando qualcosa che
oscuro alle genti, illustra piuttosto un rovesciamento
fulmineo, di situazioni e stati danimo. Lo fa
rasserenandoci, nascondendo dietro a nubi e ruscelli la
realt metropolitana.
Racconta una dimensione sospesa, eterna, inalterabile
che si confronta coercitivamente con un modello
sociale ultramoderno. Cos rimane qualcosa. Qualcosa
di minaccioso nelle sue opere, lui lo sa e lo provoca. C
il silenzio della rivolta, c il profumo di trincea nelle sue
tele. C una brezza immobile, brusio di persone che
sono pronte a sacrificarsi per ritrovare se stesse.

92

fase UNO

Stanze dellorrore
HAUS IM SCHLAMM
Santiago Sierra, 2005

come REAZIONE | ORRORE


Unintera sala espositiva ad Hannover viene riempita di
fango.
Il senso di orrore che provoca rimanda alle tematiche
socio-politiche della discriminazione che fanno da filo
conduttore al pensiero dellartista: la casa nel fango
vuole ricordare ai visitatori i programmi per la creazione
di posti di lavoro adottati dai nazisti.

94

fase UNO

Citt come grande madre


AMAZING GRACE
Nari Ward, 2015

come REAZIONE | SENSO DI COLPA


In una sala in penombra del piano nobile di Palazzo
Reale a Milano, in uno spazio severo e monumentale,
troviamo duecentottanta passeggini usati, legati tra
loro.
E uninstallazione commovente, che parla di infanzia
perduta e immagina la citt come una grande madre,
che ha una storia da raccontare, anche attraverso
oggetti abbandonati. Citando lartista: E la mia
reazione a quello che vedo una specie di catarsi
trovo roba abbandonata che non vedo come
spazzatura perch talmente prossima alla vita della
gente che in qualche modo si carica di significato.

100

METAFORA

SOPRA SHOCK

Un luogo in bilico.
Un luogo legato al mondo rarefatto
e atemporale delloblio che stenta
a trovare una suo ruolo e una sua
dimensione nel contemporaneo.
Incatenato al suo tempo, ma
continuamente
soggetto
allo
scorrere del flusso del presente, un
edificio avanzato unentit che
chiede silenziosamente un aiuto.
Il termine avanzo non indica
necessariamente qualcosa che
stato scartato o buttato via ma
piuttosto un qualcosa che per
svariate ragioni ha perso la sua
funzione principale ed stato
quindi abbandonato; un residuo
di qualcosa che un tempo stato.
Un edificio, un luogo, un oggetto
avanzati sono quindi come sospesi in
una realt a se stante; ed proprio
dalla condizione di sospensione
che siamo partiti per sviluppare la
metafora che sar poi la chiave
concettuale del nostro progetto.
La concezione che abbiamo di
sospensione pu essere paragonata
ad
un
sonno
profondo
ed
involontario, una sorta di coma che

blocca ogni cosa e che intrappola


in un limbo dal quale molto difficile
uscire. Difficile ma non impossibile.
Per riportare alla realt un avanzo,
per risvegliarlo, necessario uno
stimolo molto forte, una scossa. Ed
proprio lo SHOCK che, come una
scarica elettrica o
uniniezione
di adrenalina sono in grado di
risvegliare un paziente, dovr essere
in grado di strappare lavanzo
dal suo stato effimero e sterile e
riportarlo ad uno stato attivo di
nuova vita. Lo shock non qui
inteso con laccezione negativa
che spesso gli viene attribuita nel
linguaggio colloquiale ma come un
moto di spinta, il punto di partenza
per qualcosa di nuovo. Infatti la
nostra metafora, che si incentra
sullo shock, vuole superare tale
accezione e mostrare gli effetti
positivi che talvolta tale stato pu
provocare. Facendo quindi un
gioco tra significati e significanti
abbiamo trasformato lesperienza
negativa dello stato clinico del
SOTTO
SHOCK
nellesperienza
progettuale che si trova al suo
antipode ed abbiamo cos creato il
SOPRA SHOCK, metafora e punto di
partenza del nostro progetto.

102