Sei sulla pagina 1di 15

Massoneria Universale

Humanitas, Libertas, Felicitas

SOVRANO SANTUARIO DEL


RITO PALLADIO DI MIZRAIM
Atto Costitutivo

Milano, 11 Gennaio 2015 E..V..

Tu s, sei santa, tu sei in ogni tempo salvatrice dellumana specie, tu, nella tua generosit, porgi sempre aiuto ai
mortali, tu offri ai miseri in travaglio il dolce affetto che pu avere una madre.
N giorno n notte n attimo alcuno, per breve che sia, passa senza che tu lo colmi dei tuoi benefici; tu per mare e
per terra proteggi gli uomini, allontani le tempeste della vita e porgi con la tua destra la salvezza, tu sempre con la
tua mano sciogli le fila che il destino aggroviglia in nodi inestricabili, tu calmi le bufere della fortuna e poni un freno
alle funeste rivoluzioni delle stelle.
Te onorano gli di del cielo e rispettano quelli dellinferno, tu fai ruotare la terra, dai la luce al sole, governi
luniverso, calchi col tuo piede il Tartaro.
A te obbediscono le stelle, per te ritornano le stagioni, di te si rallegrano i numi, a te servono gli elementi. Al tuo
cenno spirano i venti, offrono il nutrimento le nubi, germogliano i semi, crescono i germogli. La tua maest temono gli
uccelli vaganti pel cielo, le fiere erranti pei monti, i rettili celandosi nel terreno, i mostri nuotanti pel mare.
Povero il mio ingegno nel cantare le tue lodi; scarso il mio patrimonio nelloffrirti sacrifici, la mia voce non ha
sufficiente ricchezza per esprimere i sentimenti che mispira la tua maest; e non ci riuscirei neppure se avessi mille
bocche e altrettante lingue, neppure se potessi parlare senza stancarmi per tutta leternit!
Perci quel poco che pu un tuo fedele ma povero seguace, cercher di farlo: le tue divine sembianze e la santissima
tua volont, ora che le ho accolte nellintimo segreto del mio cuore, le custodir in eterno e sempre le contempler
nellanimo mio.
Questa fu la preghiera che rivolsi allaugusta divinit.

(Le Metamorfosi di Apuleio, Libro XI cap. 25)

La Rispettabile, Autonoma e Sovrana Loggia Madre Sirio allOriente di Milano stata fondata come
Triangolo il 24 Aprile 2013 e successivamente venne riconosciuta come Loggia con il numero distintivo
14, dalla Gran Loggia Tradizionale dItalia il 15 Gennaio dello stesso anno. In seguito alla fuoriuscita
dellORUMM a cui alcuni fratelli MM della Loggia Sirio e alla contestuale fondazioni della Gran Loggia
dItalia dei Riti Confederati di cui la Sirio era Loggia Fondatrice, la stessa revoc lObbedienza alla
GLTI e conflu nella GLIRC il 22 luglio del 2014. Il giorno 16 novembre la R:.L:.Sirio n.4 decide di
abbandonare la GLIRC e costituirsi come Loggia Autonoma di San Giovanni di Scozia.

CIO PREMESSO
Il giorno 11 gennaio 2015 ev, la R:.L:.A:.S:. Sirio decide di emettere la seguente Tavola Architettonica
Il Rito Palladio , condivisa da tutti i FF:.:. al fine di creare una nuova Massoneria fondata sul motto
dellImperatore Adriano: Humanitas, Libertas, Felicitas.
SI DECRETA DUNQUE LA COSTITUZIONE DELLA MASSONERIA UNIVERSALE DENOMINATA,
SOVRANO SANTUARIO DEL RITO PALLADIO DI MIZRAIM CON IL SEGUENTE STATUTO E
REGOLAMENTO.

PREMESSA
Schwaller De Lubicz, grande studioso della Tradizione e dellEgitto consider due livelli di significato per
lEgitto stesso:
1. Egitto storico, che si svilupp in un luogo ed in un tempo;
2. Egitto, come una precisa Qualit dellIntelligenza; un altro modo di esistenza dellIntelligenza
umana. Questo Egitto non ha niente a che vedere con i tempi storici (anche se questa
Intelligenza si espresse e si incarn nella terra del Nilo in una precisa epoca storica), ma
rappresenta piuttosto un ben preciso Luogo/Stato di coscienza. Per entrare in questo Egitto,
eternamente presente, luomo deve imporre a se stesso una disciplina. Egli deve, abbandonando
la coscienza dialettica, risvegliare un rapporto interiore vivente con loggetto della propria
ricerca, quella che AOR definiva Intelligenza del Cuore.
E Domenico Lombardi, Benno, sotto lo pseudonimo di Belfegor scrive:

Il rosso, il fuoco, le ceneri che volano facilmente al vento, luccello purpureo, il rogo, la
resurrezione e gli Elisi, sono tutti ingredienti, procedimenti e risultati di operazioni alchemiche,
che si praticano in un recondito CENTRO, ove lo 0 la Fiamma, lo 0 lOrifiamma e lo 0 la
Sfinge; del quale Centro potrebbe dirsi, come per lAraba fenice, che vi sia ognun lo dice, ove
sia nessun lo sa.
Cotesto CENTRO ricorre, tuttavia, frequentemente nelle incaute, malconsistenti e fin troppo
riconoscibili ostentazioni di versatissimi millantatori. E viene tirata in ballo perfino laccertata
sede topografica, variabile su tutti i quarti e mezzi quarti della rosa dei venti, a seconda che alla
nuova coprocrazia dellocculto piaccia spostare la sua instabile residenza.
La Fenice, invece, ne indica lubicazione UNICA E SICURA, ed i suoi decifrabili connotati stanno
a dimostrare che non bisogna rivolgersi al pizzardone stradale per rintracciarla,perch i Numi non
si farebbero tanto facilmente sorprendere a simposio da estranei non muniti del biglietto dinvito.
Nel simbolo della FENICE stanno la chiave e la parola di passo per comunicare con lOCCULTO
SINEDRIO, la cui Gerarchia NON SI ESTRANIA DAI SUOI DIPENDENTI ED E LA SOLA
DOMINANTE.
Pertanto, chi non sia un venditore di fumo, o uno dei tanti ciarlatani che infestano noiosamente
lapproccio ai confini del sacro recinto, ha il dovere di invitare i preparati a non rivolgersi
vanamente alloriente o alloccaso, ma a stabilire il proprio indistruttibile contatto.

Allora soltanto sapranno se trattisi di un cavo transatlantico o di un filo della tessitrice Aracne,
avranno risposta ai loro molti pensieri che, sotto laspetto di iridate farfalle o di notturne falene,
vanno sciamando intorno ai consapevoli, e capiranno pure perch fanno una grandissima pena.
Giustiniano Lebano scrive inoltre: La voce Egitto in arcano non era intesa per quel luogo
geografico comunemente conosciuto. La voce Egitto pimandria di Aig-Ipt-Os. Spiegate le varie
voci con lermeneutica sintendeva ogni Urbe Arcana collegata alla vasta fascia dello zodiaco
urbico delluniverso arcano. Egitto quindi voce arcana che spiega: il Mondo Arcano. E gli Egizi
furono detti i Subcostituiti.
Pertanto Urbe Arcana, di cui lEgitto geografico fu, in una determinata epoca, lesplicazione e
manifestazione fisica: ecco limportanza dello studio dei documenti da esso prodotti.
Anche Hahaiah a proposito del Grande Ordine Egizio di Kremmerz scrive: Affermo che soltanto

una minima dose di quanto sono andato esponendovi da un anno a questa parte lho avuta per
diretta istruzione di cui sono il pappagallo.
Ma il resto mi venuto dalla pratica, come verr a voi, e ne ho trovato conferma non solo in testi
autorevoli ma nella autorit dei fatti, il che mi lascia supporre che, in determinate condizioni di
vibrazione animica, ci si mette nel rapporto, per omologia, con un centro realmente esistente, quel
centro di incerta topografia a cui allude il Kremmerz, da cui scaturiscono le idee assolute.
In base a questa cognizione, rinnegando la quale penso che si debba rinnegare tutta la teoria magicaalchimica, io ritengo di smetterla di fare il papasso e di lanciare ciascuno di voi, ormai in possesso di
tutto il necessario, alla propria iniziativa, affinch si sviluppi conformemente alla propria volont.
Quindi Rito Palladio di Mizraim come essere vivente, definibile come Eggregore.
Dai lavori delle Accademie Kremmerziane traiamo quanto segue: Per specificare ancora meglio cosa sia

un Eggregore diciamo che esso costituito ad immagine delluomo e cio:


a) da un solare: Arch o Idea eterna, che ne lo spirito;
b) da un mercuriale: legame o veicolo creato dal Pontefice;
c) da un lunare: costituito dallanima collettiva dei membri, da cui riceve o d impulsi per mezzo di
unosmosi psichica;
d) da un saturniano: costituito dalla catena iniziatica.
In questo schema troviamo le due componenti dellEggregore: quella trascendente esterna alluomo consistente in uninfluenza superumana e spirituale, da confrontarsi con il concetto di Shekinah o di
Barakah, che discende nel dominio individuale, esercitando la sua azione, mediante la componente
collettiva - inerente alluomo nella quale prende il suo punto dappoggio.
Non bisogna quindi confondere il senso orizzontale da quello verticale dellEggregore.

Il collettivo, in tutto ci che lo costituisce, non che unestensione dellindividuale e non ha, in
rapporto a questo, niente di trascendente; la partecipazione ad un collettivo pu perci essere solo una
specie di allargamento dellindividualit.
Non quindi in quanto semplice collettivit che bisogna considerare un Organizzazione Iniziatica; essa
svolge la sua funzione, in quanto depositaria di qualcosa che sopraindividuale e trascendente rispetto
alla collettivit: cio uninfluenza spirituale, di cui ha assunto la conservazione e la trasmissione.
Sulla base di quanto detto, possiamo distinguere lEggregore iniziatico dalla manifestazione della psiche
collettiva, in quanto questultima prodotta solo dalla componente inerente alluomo.
Mediante liniziazione lindividuo ottiene unintegrazione virtuale nella Catena; se la sapr rendere
effettiva, questo aggancio consentir la sua entrata nel circuito eggregorico.
LEgitto va inteso come punto di riferimento e di sincretismo della Tradizione Primordiale.
Il Rito Palladio di Mizraim, come Ta-Meri Terra Magnete (nome dellAntico Egitto) viene
posto sotto lautorit della Saggezza Egizia.
La Saggezza Egizia rappresenta un insegnamento simbolico perfetto, che giustifica, assieme alla
conoscenza della situazione dellEgitto sulla Terra ad immagine del Cielo, la pretesa di essere il
magnete della Luce.
Dovr essere previsto lo studio delle basi simboliche dellinsegnamento dei Saggi, quali si
ritrovano nei loro testi, nelle loro rappresentazioni e nella loro architettura. [] LEgitto non
costituisce tuttavia lo scopo degli studi [], ma solo un esempio che permette di dimostrare la
possibilit di affrontare i problemi essenziali secondo un orientamento di pensiero pi saggio, e di
prendere in considerazione linsegnamento delle diverse Tradizioni.
Lo studio sui documenti originali egizi deve consentire di ricostruire il contesto operativo; sar
infatti possibile inserire solo in questo contesto le istruzioni, le ritualit e le tecniche operative,
giunte fino ad oggi attraverso il Grande Oriente Egizio, lOrdine Osirideo Egizio, la Tradizione
Ebraica e la Cabala, derivate dalla Tradizione Egizia, ed attraverso le altre espressioni della
Tradizione Unica (quali ad esempio Tradizione Tolteca, Taoismo, Tantrismo, Alchimia
Metallurgica e Spagiria), dopo averle esaminate, confrontate con i Testi egizi, filtrate e ripulite;
solo cos le tecniche non saranno pi una semplice lista di ricette inutili e dannose, ma operazioni
vitali ed evolutive.
Si proceder inoltre, con tale finalit, alla riunificazione degli Archivi dispersi della Tradizione, da
cui si evinceranno le pratiche tradizionali tramandate nei secoli.
In questo modo, anche in questa epoca, il Rito Palladio di Mizraim potr porsi come punto
centrale e anello di congiunzione fra loriente e loccidente e fra lantichissimo e il meno antico.
Solo allora sar possibile far rivivere il messaggio puro dellantica Saggezza Egizia, esprimendolo
in un linguaggio moderno, scientifico e privo di misticismi.

Cos potr essere riportato in Terra ed in manifestazione lEterno Grande Ordine Egizio,
scaturigine ed ordinatore del Rito Palladio di Mizraim, sua manifestazione sotto veste massonica,
dellOrdine Osirideo Egizio, sua manifestazione osiridea, della Catena M::M::, sua manifestazione
isiaca.
A tal proposito i MM oltre il V grado del Rito dovranno confluire nella Catena Martinista.

STATUTI E REGOLAMENTI DEL SOVRANO


SANTUARIO DEL RITO PALLADIO DI
MIZRAIM
O SIGNORE,
TU sei l'Assoluto, e nella TUA VITA Una manifesti il TUO Splendore
che per me il TUO Onnipotere, Onnipotenza e Onniforza,
e in umilt io TI ringrazio per la TUA Misericordia di concedermi la Luce del TUO Sapere e della TUA Memoria durante il mio
lavoro giornaliero, e cos compiere il mio Dovere che la TUA Volont.
A TE o Signore dedico ogni azione
In TE o Signore fisso la mia immaginazione
A TE o Signore vengo come l'unico rifugio.
O Signore:
concedimi di accettare con calma le cose che non posso cambiare
concedimi la TUA Grazia, Forza e Intelligenza di cambiare ci che posso cambiare
concedimi la TUA Luce con il TUO Sapere e la Memoria
per realizzarne la differenza.
Amen.

(Karl von Eckartshausen).

DEL S+S+D+R+P+D+M+
La formula del Sovrano Santuario del Rito Palladio di Mizraim una esplicazione solare dell'idea
scientifica, religiosa e magica sotto l'apparenza moderna massonica..
La sua manifestazione ierogrammatica e ieroglifica espressa nel sigillo generale dell'Ordine, l'aquila
bianca e nera rappresentazione del cielo e della terra.
La forma comune alla intestazione delle diverse massonerie ha origine dalla filiazione di queste al Sovrano
Santuario del Rito Palladio che resta fonte del sacro fiume della sapienza universale indipendentemente
da ogni applicazione ai tempi diversi nei pervertimenti e nelle violazioni settarie.

La Scienza Pura Sovrana, Perfetta prescinde dalle sue applicazioni alla vita sociale e ripudia come
temporanee e caduche tutte le funzioni filiali, perch murando i costumi, la societ, gli stati e le razze, di
per se' trasformabili, resta al di sopra di tutte le mutabilit della politica e delle religioni, sul pi perfetto
cielo della speculazione filosofica.
Quindi nella sua essenza il S+S+D+R+P+D+M+ non si occupa di questioni transitorie della politica, della
religione e di genere, dei popoli, restando come sorgente della sola perpetuazione della verit immutabile
o Scienza Pura.
D'altronde la forma relativamente moderna di ogni massoneria "templaria", vale a dire che i fratelli
massoni o costruttori non esisterebbero se non avessero un tempio da edificare con pietre e cemento,
templi politici o templi religiosi caduchi perch il cemento e le pietre ritornano polvere alla terra, cui
sono stati sottratti. Mentre il S+S+D+R+P+D+M+ senza elementi terrigeni, senza pietre e senza cementi
materiali mira a mantenere l'Arca Sacra in ogni spirito umano, nella sua mentalit perfettibile non
deperibile e non mutabile, perch di origine divina e non terrena.
Solamente nella forma esteriore le due formule possono rassomigliarsi, ma in grado di esplicazioni
differenti.
Cos le denominazioni e le intestazioni graduali sono prese a prestito dalle forme massoniche note
solamente per lasciarsi intendere dai profani, ma appena il profano ammesso a partecipare alla mensa
simposia della Scienza e della Perfezione, comprende che non esistono Logge ma un Sinedrio e che i
segni esteriori sono semplici parvenze transitorie e mutabile e che l'uomo perfetto resta inalterabile e
superiore a tutte le sette e a tutte le chiese nell'unico tempio assoluto, l'Universo, manifestazione e casa
dell'Ischovah.
La parola Sinedrio (da syn - insieme - ed hedra - sede -) il solo nome intellegibile che pu
rappresentare la comunione dei perfetti.
I tre punti .'. vogliono indicare la sola manifestazione esteriore ed i gradi le sole modalit dello stato
spirituale di ogni adepto della scienza nelle sue manifestazioni visibili.
Il sinedrio unico e nella forma assoluta scientifica Ammonia o Solare; nella forma transitoria latina
Giuliano o solare umano, da Iulos, lanuggine o pelo animale, da cui il nome di Quintilis o mese di luglio
dei latini.
Il Sinedrio ebreo formazione dei 72 nomi cabalistici di Dio unico era la rappresentazione relativa delle
manifestazioni dell'Intelligenza Creatrice. Sinedrii erano anche presso i latini gli dei sedenti alla stessa
mensa e Sinedrio il banchetto dei Numi Vivi e Vivificatori.
Queste le delucidazioni necessarie all'esatto intendimento della costituzione occulta del tempio filosofico
spirituale e mistico, tradizionale ed assoluto. Non settario, perch il convegno dei Numi (Olimpo) non pu
essere una setta; non umano e non divino, ma scientifico nel valore pi puro della parola, perch scienza
verit acquisita e posseduta alla sua fonte vera, cio nel legame che unisce i due mondi, l'umano ed il

divino, legame che nel profano non ha nome e che gli antichi sacerdoti chiamavano logos ed i moderni,
Verbum.

LA LEGGE FONDAMENTALE DEL S+S+D+R+P+D+M+


TRADOTTA IN LINGUA VOLGARE DAI GEROGLIFICI DELLA TAVOLA DI BRONZO COMPRENDE
NOVE UNITA ED UN INFINITO

Le nove unit sono:

1.Uno
2.Amore
3.Silenzio
4.Ordine
5.Obbedienza
6.Azione
7.Secreto
8.Giustizia
9.Mutamento

Uno
Dolore
Solitudine
Temperanza
Prudenza
Operazione
Custodia
Equilibrio
Trasformazione

Uno
Piet
Coraggio
Regola
Pazienza
Moto
Occultamento
Consacrazione
Morte

La chiave dei nove simboli tritari assoluti qui precedentemente segnati la O o O, che porta tre simboli
completi della triplice scala dei mondi astronomici.

La Fiamma
LOrifiamma
La Sfinge

Con questa tavola si perpetuato dallEpoca della Partenope Antica la Sorgente del Nilo Benefico nel
Mondo dellignoranza sacra. Colui che osserva la legge intendendola nella sua essenza, nelle sue unit e
nei suoi multipli, acquister la soluzione dellenigma della sfinge e dominer coi dominatori del Sacro
Nilo, in Eterno.
Colui che viene meno al patto di osservanza alle Leggi, verr travolto nella corrente delle acque
benefiche e si perder nellOceano Morto.

REGOLAMENTO INTERNO
ART. I
Il S+S+D+R+P+D+M+ una organizzazione piramidale con al vertice il Serenissimo Gran
Cofto, eletto a vita.
ART. II Il Ser. Gr. Cofto coopta il Gran Depositario ed il Gran Cancelliere. Questi restano in
carica 7 anni rinnovabili una sola volta. A termine del loro mandato il GC e il GD restano nel
Sinedrio, ma senza diritto al voto.
ART. III Il V..M.. delle Logge Azzurre resta in carica tre anni, rinnovabili una sola volta.
ART. IV La gestione del Santuario affidata unicamente alle tre cariche di cui allarticolo II. Esse
sono le uniche depositarie della tradizione iniziatica del Rito Palladio di Mizraim e operano le
revisioni sui rituali.
ART. V Lammissione dei profani ad una Loggia Azzurra di pura pertinenza del collegio dei
Maestri delle stesse. In nessun caso un MM proveniente da una Obbedienza esterna potr fare
parte del Rito Palladio.
ART. VI Lammissione alla Scala Filosofica del Rito, suggerita dal VM della Loggia Azzurra,
oggetto di valutazione da parte delle cariche di cui allarticolo II.
ART. VII Ai lavori delle Logge Azzurre e successivamente del Rito, sono ammessi cittadini italiani o
assimilati, di genere maschile e femminile, di 21 anni compiuti. La norma ha carattere transitorio:
qualora si dovesse creare un numero sufficiente di Sor:. Tale da poter gemmare una Loggia
Femminile, queste saranno messe in grado di lavorare autonomamente e pertanto sia nei gradi
azzurri che in quelli di Rito avremo una Loggia Maschile ed una Femminile.
ART. VIII Scopo unico del S+S+D+R+P+D+M+ la perpetuazione dellInsegnamento della Scienza
Arcana e Sacra che la tradizione ci ha fatto conservare intatta; essa comprende il
perfezionamento del cuore umano mediante le pratiche delle morali virt, lo sviluppo dei poteri
mentali nella determinata meta della scienza arcana; ladattamento delle occulte forze naturali alla
manigrstazione degli occulti poteri delle forze delliniziato.
ART. IX Qualunque dipendente che si fa iscrivere al S+S+D+R+P+D+M+ deve aspirare quanto pi
pu lontano da ogni profana distrazione di vita politica e di interessi profani, di raggiungere nella
pratica il rinvenimento della voce di Ammone e della chiave di Iside fino al punto di intendere
luso del nome di Ihovah, dei 72 nomi divini e tendere alla conquista della Pietra dei Saggi e
dellElisir di Vita Perpetua.
ART. X Gli ascritti, a qualunque grado siano arrivati, hanno doveri da compiere verso i profani,
verso i maestri e verso il S+S+D+R+P+D+M+
ART. XI Verso i profani dovranno essere esempio di virt civili, di rispetto alle leggi dello Stato in
cui vivono; di ottima morale e di ordine.
ART. XII Verso i Maestri hanno il dovere dellobbedienza e dellamore.
ART. XIII Verso il S+S+D+R+P+D+M+, come Arca di ogni bene, devono sentirsi legati in comunione
efficace da offrire quanto possono per ampliarlo e custodirlo.
ART. XIV Il presente regolamento ampliabile e rivedibile in ogni momento, salva comunicazione agli
iscritti, da parte delle cariche di cui allArt. II; il gran Cofto si riserva il diritto/dovere di

emanare decreti atti allestensione dello stesso ed in particolare di questo articolo. I decreti del
Gran Cofto sono da ritenersi legge interna del S+S+D+R+P+D+M+, di cui questo Statuto
Costituzione. Le istruzioni operative per ogni grado verranno date al momento dellelevazione.
Salvis Iuribus.

NORME TRANSITORIE
Il Ser. Gran Cofto delibera con decreto n. 1/2015 che la R:.L:.A:.S:. Sirio divenga Loggia Madre per i
gradi azzurri del Rito Palladio di Misraim e pertanto prenda il numero 1 sul Libro delle Logge; viene
altres decretata la rivivificazione della LdP Sopdet n.1 allo Zenith di Milano, valle del Lambro per quanto
concerne i gradi di Perfezione del Rito.
Milano, l 11 gennaio 2015

Il Ser. Gran Cofto delibera con decreto n. 2/2015, che il Rito Palladio di Mizraim sar formato da 14
gradi. In particolare:
Sezione Simbolica
Comprende i gradi di Loggia Azzurra dal 1 al 3 (che comprende anche il 4 e il 9 del RSAA).
Nella loggia azzurra operano lAdA, il CdA e il MM Osirideo:
1 grado Apprendista dArte.
2 grado Compagno dArte.
3 grado Maestro Osirideo.

Sezione Filosofica
Comprende i gradi che vanno dal X al XXIX del RSSA:
4 grado Maestro Eletto dei IX
5 grado Sublime Scozzese. ( equivalenza con il 29 grado del RSAA )

Sezione Alchemica
Comprende i gradi 51 e 52 del Rito di Misraim e il 19 del RSSA
6 grado Cavaliere dellAquila Rossa. (39 grado Misraim)
7 grado Principe R+C - comprendente anche i 7 sigilli - (18 grado RSAA 46/47 MIsraim)
8 grado Grande Pontefice Sublime Cavaliere della Gerusalemme Celeste. (53 Misraim)

Sezione Napoletana Arcana Arcanorum


9 grado Sublime Principe della Massoneria ( 87 grado del Mem. Misr.)
10 grado Grande Eletto della Corte sacra (88 grado del Mem. Misr.)
11 grado Patriarca della Citt Mistica (89 grado del Mem. Misr.)
12 grado Sublime Patriarca di Misraim (90 grado del Mem. Misr.)

Aeropago Mistico
13 grado Grande Patriarca eletto Kadosh (30 grado RSAA)

Sovrano Santuario
14 grado Gran Cofto e Presidente del Sovrano Santuario.
Il Ser. Gran Cofto delibera altres, che per proseguire nella scala del Rito oltre il V grado necessaria
laffiliazione alla catena Martinista

Milano, l 11 gennaio 2015